gli altri: CHI? I movimenti di opposizione al fenomeno mafioso

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "gli altri: CHI? I movimenti di opposizione al fenomeno mafioso"

Transcript

1 4) la mafia: CHI?

2 gli altri: CHI? I movimenti di opposizione al fenomeno mafioso

3 I movimenti di opposizione Ci sono sempre stati (es. Movimenti di lotta contadina in Sicilia nei primi anni del 900, singoli amministratori, magistrati,insegnanti, sacerdoti, giornalisti, esponenti di forze dell ordine che hanno lottato contro la mafia) Anni 80 - primi movimenti collettivi organizzati Anni 90 - dopo gli attentati stragisti che hanno causato la morte di Falcone e Borsellino, e degli uomini delle loro scorte, presa di coscienza della società civile (prime manifestazioni di popolo nelle strade di Palermo Comitato dei lenzuoli, Palermo anno uno, Acio (associazione antiracket di Capo D Orlando) 25 marzo nasce Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, grande rete di associazioni che lottano contro le mafie e promuovono legalità e giustizia sociale Oggi - numerosi movimenti giovanili come Ammazzatecitutti a Locri e Contracamorra a Napoli

4 Libera Progettare una società alternativa alle mafie grazie all educazione e alla prevenzione, offrire solidarietà alle vittime della violenza mafiosa, del narcotraffico, del racket delle estorsioni, dell usura e della prostituzione, ricostruire le ragioni della legalità fondanti la nostra democrazia, contribuire a una politica al servizio dei cittadini, potenziare le capacità di sviluppo offerte dalla cultura e dall informazione, battersi per l affermazione di una piena giustizia sociale: per tutte queste ragioni nasce Libera Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, il cartello nazionale di associazioni guidato da don Luigi Ciotti (Frigerio in AA.VV, Dizionario 2008, p.333)

5 Libera Attività Sostegno diretto a realtà dove è molto forte la penetrazione mafiosa, con progetti tesi a sviluppare risorse di legalità umane, sociali ed economiche presenti nel territorio; Formazione e aggiornamento sul mutare del fenomeno mafioso e sulle soluzione di contrasto ad esso attraverso corsi di formazione, convegni, seminari, Diffusione della cultura della legalità democratica e della partecipazione attraverso lo sport, contro il doping e la politica della vittoria ad ogni costo; Ampliare la conoscenza e il contrasto alla criminalità organizzata transazionale, proponendo momenti di incontro, approfondimento e formazione a associazioni e Ong internazionali; Informazione sul fronte del contrasto alle mafie attraverso la diffusione di notizie e di approfondimenti tematici mediante documenti stampati e multimediali; Creazione di una banca dati delle vittime innocenti delle mafie, dare un volto e un nome a tutte quelle persone che sono state uccise volontariamente o accidentalmente dalla criminalità organizzata; Mettere in rete tra loro i familiari delle vittime innocenti delle mafie, lavorando per il loro riconoscimento Riutilizzo a fini sociali dei beni confiscati ai mafiosi (lg 109/96), per la quale Libera ha raccolto un milione di firme; Promozione dei prodotti provenienti dalle cooperative che gestiscono i beni confiscati alle mafie, realizzando il marchio Libera Terra e promuovendo l apertura di Botteghe della legalità

6 LA CATENA MONTUOSA DEI RIFIUTI SCOMPARSI: I rifiuti speciali prodotti in Italia nel 2006 sono stati 134,7 milioni di tonnellate (di cui 9,2 pericolose), mentre quelli gestiti con operazioni di recupero e smaltimento previsti dalla legge sono stati 103,7 milioni di tonnellate. La differenza tra questi due dati, pari a 31 milioni di tonnellate, ci fornisce il quantitativo di rifiuti di cui è certa la produzione ma assolutamente ignota la destinazione finale; una mole impressionante di rifiuti industriali scomparsi nel nulla: una montagna, con base di tre ettari, alta meri, quasi quanto l'etna.

Giunta Regionale del a Campania - Ufficio Stampa

Giunta Regionale del a Campania - Ufficio Stampa Promozione dei percorsi inerenti l educazione alla legalità, alla democrazia, alla cittadinanza responsabile, al contrasto della criminalità organizzata per il triennio 2013-2015 PREMESSO CHE: La Regione

Dettagli

Adesione alla XX Giornata della Memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

Adesione alla XX Giornata della Memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 28 18 febbraio 2015 Oggetto : Adesione alla XX Giornata della Memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti

Dettagli

PREMIO PIO LA TORRE V Edizione 2013/2014

PREMIO PIO LA TORRE V Edizione 2013/2014 PREMIO PIO LA TORRE V Edizione 2013/2014 Presentazione e obiettivi generali del Premio Nell ambito delle attività di Libera, è indetto per la quinta annualità il Premio Pio La Torre. L'obiettivo del Premio

Dettagli

Percorsi di Educazione alla legalità per la scuola primaria e la scuola secondaria di primo e secondo grado

Percorsi di Educazione alla legalità per la scuola primaria e la scuola secondaria di primo e secondo grado Premessa Percorsi di Educazione alla legalità per la scuola primaria e la scuola secondaria di primo e secondo grado Giovanna Baldini e Cristiana Vettori Libera Scuola Pisa Creare comunità consapevoli,

Dettagli

Presidio Rita Atria Piove di Sacco. La MAFIA...

Presidio Rita Atria Piove di Sacco. La MAFIA... La MAFIA... Chi è? Cosa Nostra Cosa Nostra 1984 - Tommaso Buscetta indica a Giovanni Falcone, l esistenza di una specifica organizzazione mafiosa chiamata Cosa Nostra Area geografica di origine: Sicilia

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Ministero dell Istruzione, dell'università e della Ricerca. (di seguito denominato MIUR) e

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Ministero dell Istruzione, dell'università e della Ricerca. (di seguito denominato MIUR) e PROTOCOLLO D INTESA tra Ministero dell Istruzione, dell'università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR) e Libera. Associazioni Nomi e Numeri contro le Mafie (di seguito denominata Libera) attivare

Dettagli

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO NO MAFIE BIELLA BILANCIO SOCIALE

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO NO MAFIE BIELLA BILANCIO SOCIALE ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO NO MAFIE BIELLA BILANCIO SOCIALE IDENTITA' DELL'ASSOCIAZIONE L'Associazione NO MAFIE BIELLA, che per brevità chiameremo NO MAFIE è un associazione di volontariato ONLUS (organizzazione

Dettagli

Provinciale di Napoli CAMERA DI COMMERCIO DI NAPOLI PROGETTO SICUREZZA E LEGALITÀ Strumenti operativi per prevenire e contrastare efficacemente il racket e l usura, liberare le imprese da tutti i condizionamenti

Dettagli

CONSUMO CRITICO ANTIRACKET

CONSUMO CRITICO ANTIRACKET FAI LA DIFFERENZA CONTRASTA IL PIZZO E PROMUOVI LA LEGALITÀ CON IL CONSUMO CRITICO www.antiracket.it CITTADINI/CONSUMATORI E IMPRENDITORI/ COMMERCIANTI SIAMO GLI ATTORI DI QUESTO CAMBIAMENTO. IL PIENO

Dettagli

LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 7

LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 7 5454 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 44 suppl. del 6-4-2006 PARTE PRIMA Leggi e Regolamenti Regionali LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 7 Iniziative di promozione e solidarietà per contrastare

Dettagli

la legge 31 maggio 1965, n. 575 recante Disposizioni contro la mafia ;

la legge 31 maggio 1965, n. 575 recante Disposizioni contro la mafia ; Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Comune di Caserta PROTOCOLLO D INTESA TRA IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA E IL COMUNE DI CASERTA SULL IMPIEGO DEI

Dettagli

CONVENZIONE. nato a Napoli l 8 gennaio 1976 domiciliato per la carica. presso la casa comunale di Melito di Napoli d intesa con l ANCI Campania.

CONVENZIONE. nato a Napoli l 8 gennaio 1976 domiciliato per la carica. presso la casa comunale di Melito di Napoli d intesa con l ANCI Campania. CONVENZIONE TRA Il Comune di Melito di Napoli in persona del legale rappresentante p.t., Avv. Venanzio Carpentieri, nato a Napoli l 8 gennaio 1976 domiciliato per la carica presso la casa comunale di Melito

Dettagli

2/3 - Cantieri di Cittadinanza: educare alla legalità e costruire partecipazione

2/3 - Cantieri di Cittadinanza: educare alla legalità e costruire partecipazione Regione Toscana Bando 2014 Contributi regionali per la promozione della cultura della legalità democratica www.regione.toscana.it/bandolegalita Progetti di educazione alla legalità offerti alle scuole

Dettagli

VILLA PAGANINI NO all omertà, SÌ alla memoria

VILLA PAGANINI NO all omertà, SÌ alla memoria VILLA PAGANINI NO all omertà, SÌ alla memoria LICEO GIULIO CESARE 7.03.2015 GIORNATA CONTRO LA MAFIA IN COLLABORAZIONE CON: LIBERA VILLA PAGANINI Le origini di Villa Paganini sono legate al cardinale Mariano

Dettagli

Il progetto Libera-net. net La cittadinanza attiva, la lotta alle mafie e la promozione della a legalità. Umberto Di Maggio

Il progetto Libera-net. net La cittadinanza attiva, la lotta alle mafie e la promozione della a legalità. Umberto Di Maggio Il progetto Libera-net net La cittadinanza attiva, la lotta alle mafie e la promozione della a legalità Umberto Di Maggio Dottorando in Politiche Sociali e Sviluppo Locale Università di Teramo Web site:

Dettagli

Protocollo di intesa di Vivian Wiwoloku. tra Il Pellegrino della terra e il Consorzio Sviluppo e Legalità

Protocollo di intesa di Vivian Wiwoloku. tra Il Pellegrino della terra e il Consorzio Sviluppo e Legalità Protocollo di intesa di Vivian Wiwoloku tra Il Pellegrino della terra e il Consorzio Sviluppo e Legalità Premessa L Associazione Il pellegrino della terra nasce nel 1986, su iniziativa del pastore Vivian

Dettagli

LIBERI DALLE MAFIE Progetto di sensibilizzazione negli Istituti Scolastici Superiori di Ravenna e provincia contro tutte le mafie

LIBERI DALLE MAFIE Progetto di sensibilizzazione negli Istituti Scolastici Superiori di Ravenna e provincia contro tutte le mafie - ASSOCIAZIONE PEREIRA - LIBERI DALLE MAFIE Progetto di sensibilizzazione negli Istituti Scolastici Superiori di Ravenna e provincia contro tutte le mafie RISULTATI QUESTIONARIO -------- Il questionario

Dettagli

La Giornata della Memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie

La Giornata della Memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie Non è un corteo come gli altri perché a partecipare sono i familiari delle vittime della mafia, una mafia che è come la peste che si espande come un cancro per tutto il Paese. Per combatterla non basta

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI GIULIANI FABIO NAPOLI ESPERIENZA LAVORATIVA PER IL CURRICULUM VITAE. Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI GIULIANI FABIO NAPOLI ESPERIENZA LAVORATIVA PER IL CURRICULUM VITAE. Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail GIULIANI FABIO NAPOLI Nazionalità Italiana Data di nascita ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a) Da agosto

Dettagli

Testi tratti da: Cent anni di Mafia Storia criminale. G. Lo Schiavo E. Ciconte. N. Dalla Chiesa La convergenza

Testi tratti da: Cent anni di Mafia Storia criminale. G. Lo Schiavo E. Ciconte. N. Dalla Chiesa La convergenza 3^asl 4^bs STORIA DELLA MAFIA Testi tratti da: G. Lo Schiavo E. Ciconte Cent anni di Mafia Storia criminale N. Dalla Chiesa La convergenza Antecedenti storici Agli inizi dell 800 vi era ancora in Sicilia

Dettagli

Studio Legale. Antonino Caleca. Via Forrearsa n. 5. 90139 Palermo CURRICULUM VITAE AW. ANTONINO CALECA. avv.nino.ca1ecagrnaii.com. tel/fax 091 335808

Studio Legale. Antonino Caleca. Via Forrearsa n. 5. 90139 Palermo CURRICULUM VITAE AW. ANTONINO CALECA. avv.nino.ca1ecagrnaii.com. tel/fax 091 335808 Studio Legale 90139 Palermo Via Forrearsa n. 5 Antonino Caleca AW. ANTONINO CALECA tel/fax 091 335808 CURRICULUM VITAE avv.nino.ca1ecagrnaii.com Nato a Pantelleria (TP) il 24 novembre 1955, si è laureato

Dettagli

(Campania, BUR 24 giugno 2013, n. 35)

(Campania, BUR 24 giugno 2013, n. 35) Deliberazione Giunta Regionale 18 giugno 2013 n. 182 Approvazione schema di protocollo d'intesa tra la regione Campania e l'ufficio scolastico regionale per la Campania per la promozione di percorsi inerenti

Dettagli

AVVISO PER LA SELEZIONE DI VOLONTARI PER I CAMPI DI VOLONTARIATO SUI TERRENI CONFISCATI ALLE MAFIE

AVVISO PER LA SELEZIONE DI VOLONTARI PER I CAMPI DI VOLONTARIATO SUI TERRENI CONFISCATI ALLE MAFIE Comune di Porretta Terme AVVISO PER LA SELEZIONE DI VOLONTARI PER I CAMPI DI VOLONTARIATO SUI TERRENI CONFISCATI ALLE MAFIE Progetto promosso dalla Regione Emilia Romagna, coordinato dalla Provincia di

Dettagli

ENTI PROMOTORI Solidaria società coop.va sociale Onlus (capofila) Libera Palermo SOS Impresa Palermo Comitato Addiopizzo PRESENTAZIONE

ENTI PROMOTORI Solidaria società coop.va sociale Onlus (capofila) Libera Palermo SOS Impresa Palermo Comitato Addiopizzo PRESENTAZIONE ENTI PROMOTORI Solidaria società coop.va sociale Onlus (capofila) Libera Palermo SOS Impresa Palermo Comitato Addiopizzo PRESENTAZIONE Il 10 gennaio 1991, sulle pagine del Giornale di Sicilia, venne pubblicato

Dettagli

INDICE. Prefazione di'roberto Lago Ila p. 13. Introduzione II crimine dei potenti e il rischio democratico di Alessandro Dino p.

INDICE. Prefazione di'roberto Lago Ila p. 13. Introduzione II crimine dei potenti e il rischio democratico di Alessandro Dino p. INDICE Prefazione di'roberto Lago Ila p. 13 Introduzione II crimine dei potenti e il rischio democratico di Alessandro Dino p. 17 PARTE PRIMA IL CRIMINE DEI COLLETTI BIANCHI: MODELLI, DEFINIZIONI, CARATTERISTICHE

Dettagli

Assemblea dei soci 29 gennaio 2011

Assemblea dei soci 29 gennaio 2011 Assemblea dei soci 29 gennaio 2011 Iniziamo ricordando che il 27 scorso è stata la giornata della memoria; quest anno non abbiamo fatto in tempo a organizzare qualche iniziativa come lo scorso anno ma

Dettagli

Ministero dell' Istruzione, dell'universita e delia Ricerca

Ministero dell' Istruzione, dell'universita e delia Ricerca MIUR _ Ministera dell'lstruziane dell'universita e delia Ricerca AOODGSC - Direzione Generale per 10Studente, l'integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione REGISTRO UFFICIALE Proto n. 0007783-28/11/2013

Dettagli

Il Garante per l infanzia e l adolescenza della Regione Calabria. Deputata al Parlamento nella XV Legislatura (Membro della commissione Bicamerale

Il Garante per l infanzia e l adolescenza della Regione Calabria. Deputata al Parlamento nella XV Legislatura (Membro della commissione Bicamerale Il Garante per l infanzia e l adolescenza della Regione Calabria CURRICULUM VITAE di MARILINA INTRIERI Marilina Intrieri è il primo Garante per l infanzia e l adolescenza della Calabria. La nomina è avvenuta

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA Provincia di Lucca Prefettura di Lucca Procura della

Dettagli

PROGETTO EDUCAZIONE ALLA LEGALITA

PROGETTO EDUCAZIONE ALLA LEGALITA PROGETTO EDUCAZIONE ALLA LEGALITA Docente referente: Maria Antonietta Galati La parola non può cambiare le cose, ma almeno ci prova Roberto Saviano L Educazione alla Legalità rappresenta, nell attuale

Dettagli

Incontro di Studio Liceo Rinaldini SAPERE PER SAPER ESSERE. Appunti per percorsi educativi su mafie, diritti, cittadinanza

Incontro di Studio Liceo Rinaldini SAPERE PER SAPER ESSERE. Appunti per percorsi educativi su mafie, diritti, cittadinanza Incontro di Studio Liceo Rinaldini SAPERE PER SAPER ESSERE Appunti per percorsi educativi su mafie, diritti, cittadinanza CHI SIAMO Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie nasce il 25 marzo

Dettagli

in collaborazione con

in collaborazione con in collaborazione con LINEE GUIDA PER L ASSEGNAZIONE E LA GESTIONE DEI BENI CONFISCATI ALLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA Giugno 2012 IL RIUTILIZZO DEI BENI CONFISCATI: UN PERCORSO DI RISCATTO CIVILE Vogliamo

Dettagli

Mangiare. Mangiare. giusto. con gusto! Obiettivo C-1 Percorso Formativo sulla Legalità. IPSSAR Enrico Mattei Vieste (FG)

Mangiare. Mangiare. giusto. con gusto! Obiettivo C-1 Percorso Formativo sulla Legalità. IPSSAR Enrico Mattei Vieste (FG) Fondi Strutturali Europei IPSSAR Enrico Mattei Vieste (FG) Mangiare Obiettivo C-1 Percorso Formativo sulla Legalità giusto Mangiare con gusto! Tutor: Prof.ssa Anna Maria RUSSO Esperto: Prof.ssa Graziamaria

Dettagli

TESTO ESAMINATO ED APPROVATO, ALL UNANIMITA, DALLA I COMMISSIONE NELLA SEDUTA DEL 22 FEBBRAIO 2012

TESTO ESAMINATO ED APPROVATO, ALL UNANIMITA, DALLA I COMMISSIONE NELLA SEDUTA DEL 22 FEBBRAIO 2012 TESTO ESAMINATO ED APPROVATO, ALL UNANIMITA, DALLA I COMMISSIONE NELLA SEDUTA DEL 22 FEBBRAIO 2012. PARERE DI COMPATIBILITA ESPRESSO, ALL UNANIMITA, DALLA II COMMISSIONE NELLA SEDUTA DEL 28 FEBBRAIO 2012.

Dettagli

Libera Reggio Calabria, Senza mafie stiamo tutti meglio IL RISVEGLIO DI REGGIO CALABRIA

Libera Reggio Calabria, Senza mafie stiamo tutti meglio IL RISVEGLIO DI REGGIO CALABRIA IL RISVEGLIO DI REGGIO CALABRIA Senza mafie stiamo tutti meglio intervista con Mimmo Nasone di Gianni Di Santo Una città che vuole reagire al potere della ndrangheta: con i giovani, le associazioni, i

Dettagli

Educazione alla legalità e alla cittadinanza. L'esperienza della Rete Libera

Educazione alla legalità e alla cittadinanza. L'esperienza della Rete Libera Educazione alla legalità e alla cittadinanza L'esperienza della Rete Libera Educazione alla legalità e alla cittadinanza Libera L associazione Cosa Cosa significa cittadinanza e legalità perchè fare educazione

Dettagli

Prot. 35/2015/Segr. Padova, 12 maggio 2015. Ai Dirigenti Scolastici delle scuole secondarie di secondo grado del Veneto

Prot. 35/2015/Segr. Padova, 12 maggio 2015. Ai Dirigenti Scolastici delle scuole secondarie di secondo grado del Veneto Prot. 35/2015/Segr. Padova, 12 maggio 2015 Ai Dirigenti Scolastici delle scuole secondarie di secondo grado del Veneto Oggetto: Partecipazione al percorso sperimentale propedeutico alla formale organizzazione

Dettagli

Piano straordinario contro le mafie. Reggio Calabria, 28 gennaio 2010

Piano straordinario contro le mafie. Reggio Calabria, 28 gennaio 2010 Piano straordinario contro le mafie Reggio Calabria, 28 gennaio 2010 Piano straordinario contro le mafie 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Agenzia per la gestione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata

Dettagli

Calabria. Viaggio Responsabile. Anno 2011. Il viaggio non soltanto allarga la mente: le dà forma. Bruce Chatwin

Calabria. Viaggio Responsabile. Anno 2011. Il viaggio non soltanto allarga la mente: le dà forma. Bruce Chatwin Viaggio Responsabile Calabria Anno 2011 Il viaggio non soltanto allarga la mente: le dà forma. Bruce Chatwin Cooperativa Sociale I-Chora Via Duca d Aosta 114 89030 Condofuri (RC) www.ichora.it Chi siamo

Dettagli

PERCORSI DI LEGALITÀ...PER DARE SENSO AL FUTURO

PERCORSI DI LEGALITÀ...PER DARE SENSO AL FUTURO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Francavilla di Sicilia Via Napoli, 2 Francavilla di Sicilia(Me) Telefono 0942 981230 c.f.96005620834 c.u.ufal7m

Dettagli

educazione alla legalità

educazione alla legalità Coordinamento LIBERA TOSCANA educazione alla legalità e alla cittadinanza attiva Percorsi e Laboratori Per la scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado a.s. 2011-2012 In collaborazione con:

Dettagli

Il materiale informativo su LIBERA che segue è così organizzato: 1. Informazioni generali su LIBERA

Il materiale informativo su LIBERA che segue è così organizzato: 1. Informazioni generali su LIBERA Il materiale informativo su LIBERA che segue è così organizzato: 1. Informazioni generali su LIBERA 2. a. LIBERA SCUOLA, Per una cultura sulla legalità b. Progetto Banca dati Sportello Legalità 3. LIBERA

Dettagli

REPERTORIO N. 52067 RACCOLTA N. 9362 COSTITUZIONE DI FONDAZIONE. REPUBBLICA ITALIANA. L'anno duemilacinque il giorno ventotto del mese di febbraio.

REPERTORIO N. 52067 RACCOLTA N. 9362 COSTITUZIONE DI FONDAZIONE. REPUBBLICA ITALIANA. L'anno duemilacinque il giorno ventotto del mese di febbraio. REPERTORIO N. 52067 RACCOLTA N. 9362 COSTITUZIONE DI FONDAZIONE. REPUBBLICA ITALIANA. L'anno duemilacinque il giorno ventotto del mese di febbraio. 28 febbraio 2005. In Palermo nel mio studio sito nella

Dettagli

Consiglio Regionale della Puglia Ufficio del Garante dei diritti dell Infanzia e dell adolescenza TRA

Consiglio Regionale della Puglia Ufficio del Garante dei diritti dell Infanzia e dell adolescenza TRA Consiglio Regionale della Puglia Ufficio del Garante dei diritti dell Infanzia e dell adolescenza MIUR PROTOCOLLO D INTESA TRA L UFFICIO DEL GARANTE DEI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA DELLA REGIONE

Dettagli

Le Olimpiadi entrano nelle scuole Firmato il protocollo tra TOROC e MIUR

Le Olimpiadi entrano nelle scuole Firmato il protocollo tra TOROC e MIUR COMUNICATO STAMPA 26/2003 Le Olimpiadi entrano nelle scuole Firmato il protocollo tra e MIUR (TORINO, 17 MARZO 2003) Valentino Castellani, presidente del e la senatrice Maria Grazia Siliquini, sottosegretario

Dettagli

Le osservazioni di Libera sul Codice delle leggi antimafia

Le osservazioni di Libera sul Codice delle leggi antimafia Le osservazioni di Libera sul Codice delle leggi antimafia Premessa La definizione e l approvazione in tempi rapidi di un testo unico della legislazione antimafia, capace di superare le attuali disfunzioni

Dettagli

promuovono il Progetto SAL LI in collaborazione con

promuovono il Progetto SAL LI in collaborazione con promuovono il Progetto SAL LI in collaborazione con S A L LI Sport Ambiente Legalità = Libertà La premessa del progetto SALLI Era il fiore all occhiello di Castrese Paragliola, cognato del boss del potentissimo

Dettagli

Ritenuto di condividere le motivazioni espresse nella mozione consiliare in argomento ed in particolare che:

Ritenuto di condividere le motivazioni espresse nella mozione consiliare in argomento ed in particolare che: REGIONE PIEMONTE BU44S1 30/10/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 13 ottobre 2014, n. 1-405 Adesione della Regione Piemonte all'associazione "Avviso Pubblico Enti Locali e Regioni per la formazione

Dettagli

Indice. APPALTI, di Ivan Cicconi. ARCHEOMAFIA, di Federica Sacco. ASSOCIAZIONE DI TIPO MAFIOSO, di Costantino Visconti

Indice. APPALTI, di Ivan Cicconi. ARCHEOMAFIA, di Federica Sacco. ASSOCIAZIONE DI TIPO MAFIOSO, di Costantino Visconti Indice INTRODUZIONE, di Manuela Mareso e Livio Pepino AGROMAFIE, di Marco Rizzo Alto Commissariato v. Antimafia, uffici giudiziari ANTIMAFIA I. Commissione parlamentare, di Livio Pepino II. Convenzioni

Dettagli

Il progetto elaborato dall ISTITUTO PERTINI DI AFRAGOLA

Il progetto elaborato dall ISTITUTO PERTINI DI AFRAGOLA SCHEDA INFORMATIVA Il progetto elaborato dall ISTITUTO PERTINI DI AFRAGOLA Per l iniziativa ministeriale nazionale PON C3 LE(G)ALI AL SUD. UN PROGETTO PER LA LEGALITA IN OGNI SCUOLA moduli didattici: Ambientiamoci

Dettagli

in collaborazione con: Comitato Operai Isochimica, Comune di Avellino, Ufficio Scolastico Provinciale di Avellino, Legambiente Solofra,

in collaborazione con: Comitato Operai Isochimica, Comune di Avellino, Ufficio Scolastico Provinciale di Avellino, Legambiente Solofra, BANDO DI CONCORSO #OCCUPIAMOCENE Premessa Il coordinamento provinciale di Libera. Associazioni, Nomi e Numeri contro le mafie proseguendo il percorso cominciato con l assemblea provinciale 2014, nella

Dettagli

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA DI 1 GRADO MINEO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA Anno scolastico 2013/2014 Premessa Educare, sostenere e incrementare attività

Dettagli

VÉÅâÇx w féååt ixáâä tçt cüéä Çv t w atñéä

VÉÅâÇx w féååt ixáâä tçt cüéä Çv t w atñéä ORIGINALE VÉÅâÇx w féååt ixáâä tçt cüéä Çv t w atñéä Regolamento per il funzionamento del Comitato distrettuale di coordinamento delle Politiche Giovanili Distretto n. 33 Approvato con delibera di C.C.

Dettagli

2. Lei dice che la mafia oggi sia più discreta che nel passato. Secondo Lei: La Mafia e più potente o meno potente che diciamo dieci anni fa?

2. Lei dice che la mafia oggi sia più discreta che nel passato. Secondo Lei: La Mafia e più potente o meno potente che diciamo dieci anni fa? 1. In Germania c'è l'impressione che in Italia il periodo degli grandi assassini della mafia sia passato: Non si vede più grandi attentati come quellineglianninovanta.comemai?egiustoquestaimpressione?

Dettagli

La strage di Capaci raccontata da Tina Montinaro

La strage di Capaci raccontata da Tina Montinaro La strage di Capaci raccontata da Tina Montinaro Venerdì 17 aprile, è venuta nella nostra scuola signora Tina Montinaro, vedova di Antonio Montinaro, uno dei tre uomini di scorta che viaggiavano nella

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Avvertenze: il testo vigente qui pubblicato è stato redatto dal Settore Legislativo dell A.G.C. 01 della Giunta Regionale al solo fine di facilitare la lettura delle disposizioni della legge, integrata

Dettagli

UN PROGETTO PER LA LEGALITA. Prof. Stefania Pellegrini Università di Bologna

UN PROGETTO PER LA LEGALITA. Prof. Stefania Pellegrini Università di Bologna UN PROGETTO PER LA LEGALITA Prof. Stefania Pellegrini Università di Bologna STRUMENTI A DISPOSIZIONE: AGGRESSIONE PREVENZIONE AGGRESSIONE FORZE DELL ORDINE (INDAGINI) MAGISTRATURA a) Richiesta misure di

Dettagli

RASSEGNA STAMPA REGIONALE

RASSEGNA STAMPA REGIONALE Il volto economico delle mafie. Focus sul nord est 15 aprile 2015, ore 9.00-16.00, Vicenza RASSEGNA STAMPA REGIONALE La Prima Pagina 13 aprile 2015 Vicenza, il volto economico delle mafie Focus sul Nord

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE. Contrasto alla mafia

CORSO DI ALTA FORMAZIONE. Contrasto alla mafia SOGGETTI PROMOTORI CORSO DI ALTA FORMAZIONE Contrasto alla mafia FONDAZIONE UMG UNIVERSITA DI CATANZARO in collaborazione con Libera, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie. La Fondazione Magna Graecia,

Dettagli

newsletter N.4 Dicembre 2013 Erasmus+ il nuovo programma integrato per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport.

newsletter N.4 Dicembre 2013 Erasmus+ il nuovo programma integrato per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport. newsletter N.4 Dicembre 2013 Questo numero è stato realizzato da: Franca Fiacco ISFOL Agenzia Nazionale LLP Programma settoriale Leonardo da Vinci Erasmus+ il nuovo programma integrato per l istruzione,

Dettagli

MOVIMENTO CULTURALE IDEELIBERE

MOVIMENTO CULTURALE IDEELIBERE All attenzione del Dirigente Scolastico del Liceo Classico Adolfo Pansini, prof. Salvatore Pace Oggetto: Progetto Scriviamo... CAMBIAMO Introduzione Il sottoscritto, Salvatore Salzano, Presidente Nazionale

Dettagli

«DIRITTI, UGUAGLIANZA E CITTADINANZA 2014-2020 ( 439.473.000)

«DIRITTI, UGUAGLIANZA E CITTADINANZA 2014-2020 ( 439.473.000) «DIRITTI, UGUAGLIANZA E CITTADINANZA 2014-2020 ( 439.473.000) COME NASCE? Il programma subentra a tre programmi che sono stati operativi nel periodo 2007-2013, ovvero i programmi specifici Daphne III e

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome RANIERI Daniela Indirizzo 268, Via della Libertà,Italia - 80010 Villaricca (NA) Cellulare (+ 39) 3382531701 Telefono (+ 39) 081.5066723 Fax (+ 39) 081. 5061713

Dettagli

ATTENZIONE: la domanda di partecipazione a questo progetto va indirizzata direttamente all Ente ROMA CAPITALE esclusivamente all indirizzo:

ATTENZIONE: la domanda di partecipazione a questo progetto va indirizzata direttamente all Ente ROMA CAPITALE esclusivamente all indirizzo: ATTENZIONE: la domanda di partecipazione a questo progetto va indirizzata direttamente all Ente ROMA CAPITALE esclusivamente all indirizzo: Roma Capitale - Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici,

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE SOCI GIOVANI BCC DON RIZZO CAPO I - PRINCIPI FONDAMENTALI

STATUTO ASSOCIAZIONE SOCI GIOVANI BCC DON RIZZO CAPO I - PRINCIPI FONDAMENTALI STATUTO ASSOCIAZIONE SOCI GIOVANI BCC DON RIZZO CAPO I - PRINCIPI FONDAMENTALI Art. 1 Costituzione e sede L Associazione SOCI GIOVANI BCC Don Rizzo costituitasi in Alcamo per volere di un gruppo di giovani

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

REGOLAMENTO CONVOL REGIONALE. della Regione

REGOLAMENTO CONVOL REGIONALE. della Regione REGOLAMENTO CONVOL REGIONALE della Regione Art. 1 Costituzione E costituita su delibera della ConVol nazionale la Rete regionale ConVol della Regione come articolazione regionale della ConVol nazionale,

Dettagli

Percorsi per una cittadinanza attiva e consapevole

Percorsi per una cittadinanza attiva e consapevole Percorsi per una cittadinanza attiva e consapevole - dare voce a chi non ha voce- Chi siamo? Siamo una Associazione iscritta al Registro regionale delle organizzazioni di volontariato. L Associazione ha

Dettagli

L educazione alla legalità La relazione n. 40/2015

L educazione alla legalità La relazione n. 40/2015 Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione Seduta del 23 aprile 2015 L educazione alla legalità La relazione n. 40/2015 Ufficio Analisi Leggi e Politiche regionali Presentazione di Marina Gigli Sommario

Dettagli

Giovani del non profit per lo sviluppo del Mezzogiorno

Giovani del non profit per lo sviluppo del Mezzogiorno Giovani del non profit Roma, 13 settembre 2012 #BarcaRiccardi L iniziativa Giovani del non profit Il Piano di Azione Coesione (PAC) prevede un intervento mirato a favore dei Giovani attraverso la promozione

Dettagli

Partecipazione della Vice Presidente del Senato, Valeria Fedeli, al Convegno. "Fare impresa sociale e buona economia"

Partecipazione della Vice Presidente del Senato, Valeria Fedeli, al Convegno. Fare impresa sociale e buona economia Partecipazione della Vice Presidente del Senato, Valeria Fedeli, al Convegno "Fare impresa sociale e buona economia" Milano, venerdì 7 novembre 2014 Presidente Vita, Presidente Carrara, Autorità, Gentili

Dettagli

Prefazione, di Giovanni Chinnici p. 11. Introduzione. Gli obiettivi e i risultati della ricerca, di Giacomo Di Gennaro e Antonio La Spina 17

Prefazione, di Giovanni Chinnici p. 11. Introduzione. Gli obiettivi e i risultati della ricerca, di Giacomo Di Gennaro e Antonio La Spina 17 Prefazione, di Giovanni Chinnici p. 11 Introduzione. Gli obiettivi e i risultati della ricerca, di Giacomo Di Gennaro e Antonio La Spina 17 1. Le ragioni di un programma di ricerca 17 2. Le differenti

Dettagli

BERGAMO - 21 MARZO 2013 COMUNICATO STAMPA XIX GIORNATA DELLA MEMORIA E DELL'IMPEGNO IN RICORDO DELLE VITTIME DELLE MAFIE

BERGAMO - 21 MARZO 2013 COMUNICATO STAMPA XIX GIORNATA DELLA MEMORIA E DELL'IMPEGNO IN RICORDO DELLE VITTIME DELLE MAFIE BERGAMO - 21 MARZO 2013 COMUNICATO STAMPA Radici di memoria, frutti d impegno Latina 22 MARZO 2014 XIX GIORNATA DELLA MEMORIA E DELL'IMPEGNO IN RICORDO DELLE VITTIME DELLE MAFIE Promossa da Libera e Avviso

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE N. 121. «Norme in materia di prevenzione e contrasto dei fenomeni di criminalità organizzata e di stampo mafioso»

PROPOSTA DI LEGGE N. 121. «Norme in materia di prevenzione e contrasto dei fenomeni di criminalità organizzata e di stampo mafioso» PROPOSTA DI LEGGE N. 121 presentata dai consiglieri Sergo, Bianchi, Dal Zovo, Frattolin, Ussai «Norme in materia di prevenzione e contrasto dei fenomeni di criminalità organizzata e di stampo mafioso»

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER I LIVELLO in Prevenzione e contrasto dei fenomeni di criminalità organizzata di tipo mafioso e della corruzione politico-amministrativa N. Modulo. DEFINIZIONE, Obiettivi formativi

Dettagli

COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA

COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA Emilia Gangemi COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA Linee di indirizzo 12 dicembre 2012 Il quadro disegnato dai dati più recenti, tra cui le indagini ISTAT, in merito al mercato del lavoro nel Lazio non

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 29-04-2013 (punto N 6 ) Delibera N 299 del 29-04-2013 Proponente ENRICO ROSSI DIREZIONE GENERALE PRESIDENZA Pubblicita /Pubblicazione

Dettagli

PROGETTI DI INTERESSE REGIONALE 2014. di cui al punto 4.3.4 lett. a) e b) Obiettivo generale 5 Asse 3 Educazione alla cittadinanza globale

PROGETTI DI INTERESSE REGIONALE 2014. di cui al punto 4.3.4 lett. a) e b) Obiettivo generale 5 Asse 3 Educazione alla cittadinanza globale ALLEGATO B Regione Toscana Direzione generale della Presidenza - Settore Attività Internazionali D.C.R. n. 26 del 04/04/2012 Piano Integrato delle attività internazionali PROGETTI DI INTERESSE REGIONALE

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ANTONELLA ABRUZZO VIA PALERMO, 161 90048 SAN GIUSEPPE JATO (PA) ESPERIENZA LAVORATIVA

INFORMAZIONI PERSONALI ANTONELLA ABRUZZO VIA PALERMO, 161 90048 SAN GIUSEPPE JATO (PA) ESPERIENZA LAVORATIVA C U R R I C U L U M V I T A E A N T O N E L L A A B R U Z Z O INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo ANTONELLA ABRUZZO VIA PALERMO, 161 90048 SAN GIUSEPPE JATO (PA) Telefono 340/9608973 Fax E-mail rondinino7@libero.it

Dettagli

Attività di informazione e sensibilizzazione per la prevenzione ed il contrasto della violenza di genere.

Attività di informazione e sensibilizzazione per la prevenzione ed il contrasto della violenza di genere. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 219 18 novembre 2015 Oggetto : Attività di informazione e sensibilizzazione per la prevenzione ed il contrasto della

Dettagli

INTRODUZIONE E ORIGINI DEL PROGETTO

INTRODUZIONE E ORIGINI DEL PROGETTO ] LIBERI DALLE MAFIE Progetto di sensibilizzazione presso le Scuole Secondarie di Primo grado dell'unione dei Comuni della Bassa Romagna contro la corruzione e tutte le mafie INTRODUZIONE E ORIGINI DEL

Dettagli

DONNE E UOMINI PER UNA ECONOMIA DI CONDIVISIONE

DONNE E UOMINI PER UNA ECONOMIA DI CONDIVISIONE DONNE E UOMINI PER UNA ECONOMIA DI CONDIVISIONE Anche il più piccolo atto nelle circostanze più limitate ha in sé il germe della stessa illimitatezza, perché un solo atto, e qualche volta una sola parola,

Dettagli

AAA legalità cercasi in AGESCI [1992-2005]

AAA legalità cercasi in AGESCI [1992-2005] AAA legalità cercasi in AGESCI [1992-2005] 1992 Capaci, 23 maggio: Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della sua scorta Rocco Di Cillo, Vito Schifani e Antonio Montinaro vengono

Dettagli

PERCORSI DIDATTICI DI ANTIMAFIA SOCIALE: «UNA PROPOSTA FORMATIVA MULTIDISCIPLINARE TRA PROCESSI EDUCATIVI E IMPEGNO SOCIALE»

PERCORSI DIDATTICI DI ANTIMAFIA SOCIALE: «UNA PROPOSTA FORMATIVA MULTIDISCIPLINARE TRA PROCESSI EDUCATIVI E IMPEGNO SOCIALE» PERCORSI DIDATTICI DI ANTIMAFIA SOCIALE: «UNA PROPOSTA FORMATIVA MULTIDISCIPLINARE TRA PROCESSI EDUCATIVI E IMPEGNO SOCIALE» L'obiettivo del corso è di realizzare un percorso per fornire gli insegnanti

Dettagli

I CAMPI DELLA LEGALITA'

I CAMPI DELLA LEGALITA' COMPRENSORIO PIANA DI GIOIA TAURO 89013 Gioia Tauro (RC) Via Bellini n 48 tel.0966-52396 spi@cgilgioiatauro.it I CAMPI DELLA LEGALITA' Diario Polistena, 1-31 luglio 2013 COMPRENSORIO PIANA DI GIOIA TAURO

Dettagli

I disegni dei bambini della Scuola Materna di Serravalle Scrivia (AL)

I disegni dei bambini della Scuola Materna di Serravalle Scrivia (AL) I disegni dei bambini della Scuola Materna di Serravalle Scrivia (AL) NELLA NOSTRA AUTONOMI A LA VOSTRA LIBERTA SEGRETERIA PROVINCIALE C.so Acqui, 40 2 15100 Alessandria Tel. 0131-314266

Dettagli

Elenco matricole per ritiro libretti immatricolazione - 2013/2014

Elenco matricole per ritiro libretti immatricolazione - 2013/2014 FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE RELAZIONI INTERNAZIONALI PER LA COOPERAZIONE E LO SVILUPPO 2181 612814 FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE RELAZIONI INTERNAZIONALI PER LA COOPERAZIONE E LO SVILUPPO 2181 612939

Dettagli

8) Descrizione del progetto e tipologia dell intervento che definisca in modo puntuale le attività previste dal progetto con particolare riferimento

8) Descrizione del progetto e tipologia dell intervento che definisca in modo puntuale le attività previste dal progetto con particolare riferimento 8) Descrizione del progetto e tipologia dell intervento che definisca in modo puntuale le attività previste dal progetto con particolare riferimento a quelle dei volontari in servizio civile nazionale,

Dettagli

da una parte dall altra

da una parte dall altra Area Generale di Coordinamento 17 - Istruzione, Educazione, Formazione Professionale, Osservatorio Regionale Settore 03 - Politiche Giovanili e del Forum Regionale della Gioventù Agenzia Nazionale per

Dettagli

Don Luigi Ciotti, fondatore del gruppo Abele e di Libera

Don Luigi Ciotti, fondatore del gruppo Abele e di Libera Ottobre 2015, anno IX N. 10 Don Luigi Ciotti, fondatore del gruppo Abele e di Libera di Antonella Marascia 1 L educazione è il primo e più prezioso investimento di una comunità aperta al futuro. I giovani

Dettagli

Le cooperative di Libera Terra L uso sociale dei beni confiscati per uno sviluppo credibile

Le cooperative di Libera Terra L uso sociale dei beni confiscati per uno sviluppo credibile Le cooperative di Libera Terra L uso sociale dei beni confiscati per uno sviluppo credibile Aprile 2014 Valentina Fiore - Consorzio Libera Terra Mediterraneo cooperativa sociale ONLUS CONTENUTI Progetto

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania. Direzione Generale Prot. AOOODRCA.Uff.Dir. N. 2130/U Napoli, 12 marzo 2013 Ai Dirigenti delle Istituzioni

Dettagli

L'Economia della Buona Vita

L'Economia della Buona Vita L'Economia della Buona Vita Un'intervista con il filosofo brasiliano Euclides André Mance di Anna Chiesura Dalla filosofia della liberazione all'elaborazione di un progetto alternativo alla società capitalistica

Dettagli

Comune di Padova REGOLAMENTO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA DELLA PACE, DEI DIRITTI UMANI E DELLA SOLIDARIETA'

Comune di Padova REGOLAMENTO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA DELLA PACE, DEI DIRITTI UMANI E DELLA SOLIDARIETA' Comune di Padova REGOLAMENTO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA DELLA PACE, DEI DIRITTI UMANI E DELLA SOLIDARIETA' Approvato con deliberazione consiliare n. 51 del 20 maggio 1996 Modificato con deliberazione

Dettagli

IL FASCISMO 1919-1943

IL FASCISMO 1919-1943 IL FASCISMO 1919-1943 Origini del fascismo 1919-1921 Il fascismo prende il potere 1922-1924 Diventa una regime totalitario di massa (dittatura) 1925-1943 Le origini del Fascismo 1919-1921 Dalla crisi economica

Dettagli

Che cos è e a cosa serve l educazione allo sviluppo? giordano golinelli

Che cos è e a cosa serve l educazione allo sviluppo? giordano golinelli Che cos è e a cosa serve l educazione allo sviluppo? EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO alla pace, alla mondialità, all intercultura, all ambiente, allo sviluppo sostenibile, ai diritti umani Un po di storia...

Dettagli

TESTO DI LEGGE APPROVATO DAL CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONALE DELLA LIGURIA NELLA SEDUTA DEL 6 MARZO 2007

TESTO DI LEGGE APPROVATO DAL CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONALE DELLA LIGURIA NELLA SEDUTA DEL 6 MARZO 2007 REGIONE LIGURIA TESTO DI LEGGE APPROVATO DAL CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONALE DELLA LIGURIA NELLA SEDUTA DEL 6 MARZO 2007 INTERVENTI DI PREVENZIONE DELLA VIOLENZA DI GENERE E MISURE

Dettagli

Ist. Viganò: i ragazzi di 3^ e 4^ G raccontano con una mostra Corleone e la lotta alla mafia di cui sono stati 'testimoni diretti'

Ist. Viganò: i ragazzi di 3^ e 4^ G raccontano con una mostra Corleone e la lotta alla mafia di cui sono stati 'testimoni diretti' Ist. Viganò: i ragazzi di 3^ e 4^ G raccontano con una mostra Corleone e la lotta alla mafia di cui sono stati 'testimoni diretti' Merate Hanno deciso di condividere con studenti, professori, amici e parenti

Dettagli

I servizi offerti. Famiglia. Casa

I servizi offerti. Famiglia. Casa Il progetto Dalla crisi che l Italia sta attraversando negli ultimi anni e che colpisce in maniera particolare le familie, si esce insieme. Facendo rete. Solidarietà e corresponsabilità nell esserci. È

Dettagli

Scuola di legalità. Regolamento e bando del concorso LA MAFIA ED IO. Premessa. Art. 1 Finalità del concorso

Scuola di legalità. Regolamento e bando del concorso LA MAFIA ED IO. Premessa. Art. 1 Finalità del concorso Quello mafioso è uno dei fenomeni sociali e criminali più pericolosamente pervasivi, potenti e pericolosi nel nostro paese. Tuttavia, è sconsolante constatare come la Mafia sia assai poco e debolmente

Dettagli