VERBALE N 01/ il prof. Bruno NOTARNICOLA, Preside della II Facoltà di Economia; x

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VERBALE N 01/2011. - il prof. Bruno NOTARNICOLA, Preside della II Facoltà di Economia; x"

Transcript

1 S.A ******* Verbale del Senato Accademico, costituito ai sensi dell art. 24 dello Statuto dell Università degli Studi di Bari, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 264 del ed emanato ai sensi della Legge n Seduta del Si riunisce alle ore 10. VERBALE N 01/2011 P = Presente A = Assente AG = Assente giustificato P A AG - Il Magnifico Rettore, prof. Corrado PETROCELLI, Presidente; x - il prof. Augusto GARUCCIO, Pro-Rettore; x - il prof. Vito Nicola SAVINO, Preside della Facoltà di Agraria; x - il prof. Vittorio DELL ATTI, Preside della Facoltà di Economia; x - il prof. Bruno NOTARNICOLA, Preside della II Facoltà di Economia; x - il prof. Roberto PERRONE, Preside della Facoltà di Farmacia; x - il prof. Mario Giovanni GAROFALO, Preside della Facoltà di Giurisprudenza; x - il prof. Antonio Felice URICCHIO, Preside della II Facoltà di Giurisprudenza x - la prof.ssa Grazia DISTASO, Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia; x - il prof. Pasquale GUARAGNELLA, Preside della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere; x - il prof. Antonio QUARANTA, Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia; x - il prof. Canio BUONAVOGLIA, Preside della Facoltà di Medicina Veterinaria; x 1

2 S.A P A AG - il prof. Luigi PALMIERI, Preside della Facoltà di Scienze Biotecnologiche; x - il prof. Giuseppe ELIA, Preside della Facoltà di Scienze della Formazione; x - il prof. Paolo SPINELLI, Preside della Facoltà di Scienze MM.FF.NN.; x - la prof.ssa Silvia ROMANELLI, Preside della II Facoltà di Scienze MM.FF.NN.; x - il prof. Ennio TRIGGIANI, Preside della Facoltà di Scienze Politiche; x - il prof. Nicola CUFARO PETRONI, in rappresentanza dell area scientifica n. 1 Matematica - Informatica ; x - il prof. Vittorio PICCIARELLI, in rappresentanza dell area scientifica n. 2 Fisica; x - la prof.ssa Angela AGOSTIANO, in rappresentanza dell area scientifica n. 3 Chimica ; x - il prof. Rocco LAVIANO, in rappresentanza dell area scientifica n. 4 Scienze della terra ; x - la prof.ssa Grazia Maria LIUZZI, in rappresentanza dell area scientifica n. 5 Scienze Biologiche x - il prof. Francesco RESTA, in rappresentanza dell area scientifica n. 6 Scienze mediche ; x - la prof.ssa Diana CONTE CAMERINO, in rappresentanza dell area scientifica n. 7 Scienze farmaceutiche e veterinarie ; x - il prof. Giuseppe DE MASTRO, in rappresentanza dell area scientifica n. 8 Agraria ; x - il prof. Stefano BRONZINI, in rappresentanza dell area scientifica n. 9 Scienze letterarie linguistiche e artistiche ; x - il prof. Giuseppe MASTROMARCO, in rappresentanza dell area scientifica n. 10 Scienze dell antichità ; x - il prof. Paolo PONZIO, in rappresentanza dell'area scientifica n. 11 "Scienze filosofiche, pedagogiche e psicologiche"; x - il prof. Pierdomenico LOGROSCINO, in rappresentanza dell area scientifica n. 12 Scienze giuridiche ; x - il prof. Ennio CORVAGLIA, in rappresentanza dell area scientifica n. 13 Scienze storiche, politiche e sociologiche ; x - la prof.ssa Angela Stefania BERGANTINO, in rappresentanza dell area scientifica n. 14 Scienze economiche e statistiche ; x - il dott. Gianfranco BERARDI, in rappresentanza del tecnicoamministrativo; x 2

3 S.A il sig. Rocco CAMPOBASSO, in rappresentanza del tecnicoamministrativo; x - il sig. Guido DE SANTIS, in rappresentanza del tecnicoamministrativo; x - il sig. Michele BOTTALICO, in rappresentanza degli studenti; x - il sig. Gianmatteo VULCANO, in rappresentanza degli studenti; x - il sig. Giuseppe BELVEDERE, in rappresentanza degli studenti; x - il sig. Marco OTTOMANO PALMISANO, in rappresentanza degli studenti; x - la sig.ra Claudia VERNA, in rappresentanza degli studenti; x - la sig.ra Laura DE MARZO, in rappresentanza degli studenti; x - il dott. Giorgio DE SANTIS, Direttore Amministrativo, Segretario. x Il Presidente, constatata la validità dell adunanza, dichiara aperta la seduta. P A AG L ordine del giorno è il seguente: Approvazione verbali riunioni del e Comunicazioni del Rettore I. AMMINISTRAZIONE 1. Regolamento del Sistema Bibliotecario di Ateneo: designazione rappresentanti ai sensi degli artt. 3 (Comitato di Ateneo per le Biblioteche) e 8 (Comitati Scientifici di Macro-Area) 2. Proposta conferimento titolo professore emerito II. ORGANI DI GOVERNO, GESTIONE, CONTROLLO, CONSULENZA E GARANZIA 3. Sostituzione di alcuni senatori in Commissioni di Senato e miste/paritetiche Senato Accademico/Consiglio di Amministrazione III., RICERCA, PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO 4. Accordo di collaborazione tra l Università degli Studi di Bari Aldo Moro (Facoltà di Medicina e Chirurgia) e l I.R.C.C.S. Istituto Tumori Giovanni Paolo II di Bari 5. Approvazione sottoscrizione nota di impegno tra questa Università (Facoltà di Agraria) e la Regione Puglia per la gestione del finanziamento di nr. 10 borse di studio a favore delle scuole agrarie pugliesi e dei laureandi delle Facoltà di Agraria delle Università pugliesi: ratifica decreto rettorale 3

4 S.A VII. PERSONALE 6. Nulla osta insegnamenti fuori sede 7. Richiesta autorizzazione per formalizzazione di prestazioni d opera intellettuale per lo svolgimento di corsi ufficiali Facoltà di Medicina e Chirurgia AA.AA. 2006/2007 e 2007/2008 Varie ed eventuali Nel corso della seduta alcuni componenti sono entrati nella sala di riunione, altri se ne sono allontanati senza che sia mai venuto a mancare il numero legale ai fini della validità dell'adunanza. 4

5 S.A /apprverb APPROVAZIONE VERBALI RELATIVI ALLE SEDUTE DEL E Il Rettore sottopone all approvazione del Senato Accademico i verbali relativi alle riunioni del e Il Senato Accademico, con l astensione degli assenti alle suddette riunioni, approva i verbali relativi alle succitate sedute. 5

6 S.A /comunic. COMUNICAZIONI DEL RETTORE Il Rettore dà lettura delle seguenti comunicazioni, allegate al presente verbale con il numero 1, già poste a disposizione dei senatori: A) nota del Vice Direttore della Commissione Europea, dott. Emilio Dalmonte, del , pervenuta il , di ringraziamento per la qualificata collaborazione del del Centro Europe Direct della Puglia; B) nota del , pervenuta dal ProRettore prof. Augusto Garuccio, concernente Tesi selezionata come vincitrice del Premio Puppi 2010, del dott. Vincenzo Tamma, quale migliore tesi di dottorato in fisica ed astrofisica discussa in una Università italiana durante gli anni accademici 2007/2008 e 2008/2009; C) nota del , pervenuta da Segreteria Giovani Imprenditori, in ordine alla richiesta di adesione alla Manifestazione dei Giovani Imprenditori di Confindustria BA BT, EXPOLAVORO 2011 ; D) nota del Dipartimento Risorse Umane e Organizzazione - Settore II, in ordine alla Modifica art.2 del bando relativo alla selezione pubblica per assegni di ricerca; E) nota MIUR del , pervenuta dalla Direzione Generale per l Università, lo Studente e il Diritto alla Studio Universitario, concernente Attuazione art.1-ter (programmazione e valutazione delle Università), comma 1, del D:L: 31 gennaio 2005, n.7 convertito nella legge 31 marzo 2005, n.43 decreto ministeriale definizione delle linee generali di indirizzo della programmazione delle Università per il triennio ; F) documento della Federazione del Sistema Universitario Lucano-Molisano- Pugliese del e nota del Rettore dell Università della Basilicata, prof. Mauro Fiorentino, in data , in ordine alla indizione di una riunione congiunta dei Senati Accademici delle sei Università della Federazione a Matera, per il giorno ; 6

7 S.A /comunic. G) informativa del Rettore in ordine alla pubblicazione sul portale istituzionale di questa Università del modello di Sistema di misurazione e valutazione della performance per l Università degli Studi di Bari Aldo Moro; H) nota del Presidente della Camera di Commercio Italo-Orientale, dott. Silvio Panaro, pervenuta in data , in ordine alla proposta di predisposizione di un elenco aggiornato delle 100 persone più importanti della storia umana ; I) nota MIUR, pervenuta via da parte del Presidente del CUN prof. Andrea Lenzi, in data , di invito a partecipare alle votazioni per le Elezioni CUN del gennaio 2011 ; J) nota MIUR, prot. n del , pervenuta dalla Direzione Generale per l Università, lo Studente e il Diritto alla Studio Universitario, il , concernente Elezioni suppletive per la formazione delle Commissioni giudicatrici per le procedure di valutazione comparativa I sessione Adempimenti ; K) nota MIUR, prot. n. 235 dell , pervenuta dalla Direzione Generale per l Università, lo Studente e il Diritto alla Studio Universitario, pervenuta il , concernente Elezioni per la formazione delle Commissioni giudicatrici per le procedure di valutazione comparativa per profili di ricercatore universitario- Indizione della I sessione Straordinaria, soffermandosi, preliminarmente, sulle comunicazioni contrassegnate con la lettera A), in merito alla quale porge sentiti ringraziamenti al Preside Triggiani per la virtuosa iniziativa concernente la Europe DIRECT, gestita per la Puglia da questa Università in qualità di Ente capofila, e con la lettera B), per i pregevoli risultati ottenuti dal comparto della fisica dell Ateneo barese. Egli, quindi, nel richiamare brevemente il recentissimo provvedimento legislativo recante Norme in materia di organizzazione delle università, di accademico e reclutamento, nonché delega al Governo per incentivare la qualità e l efficienza del sistema universitario (Legge 30 dicembre 2010, n. 240, in G.U. del ), informa 7

8 S.A /comunic. in merito alla tempistica di entrata in vigore della citata legge ( ) ed al novero dei relativi provvedimenti attuativi al varo ministeriale, primo dei quali secondo le informazioni di stampa - il Regolamento sul reclutamento dei docenti universitari, auspicando linee guida da parte del CUN e della CRUI ai fini dell attivazione da parte degli Atenei dei più opportuni processi di adeguamento, ferma restando la salvaguardia del principio di autonomia universitaria in tutti gli ambiti nei quali lo stesso si articola. Egli passa, quindi, ad illustrare la situazione dell Ateneo barese all indomani del provvedimento ministeriale di assegnazione del FFO alle Università per l anno 2010 che costituisce l ultimo degli allegati al D.M , n. 655 Criteri di ripartizione del Fondi di Finanziamento Ordinario (FFO) delle Università per l anno 2010 rinnovando le perplessità già manifestate - tra l altro, in sede di comunicazioni, nella riunione di questo Consesso del , in merito ai risultati sperequati derivanti dall applicazione di alcuni dei criteri di riparto di che trattasi, con particolare riferimento al correttivo del contesto territoriale, adottato per uno degli indicatori della qualità dell offerta formativa attingendo ai dati dell indagine ISTAT dell anno 2006, che risulta essere stato l anno di maggiore livellamento delle capacità contributive tra le differenti realtà territoriali del nostro Paese. Egli si sofferma, inoltre, sulla problematica concernente la registrazione degli esami, sottolineando l improcrastinabile esigenza di inserirli nel sistema dell Anagrafe degli Studenti entro le scadenze fissate per le relative elaborazioni statistiche. Egli, a tal riguardo, nel ricordare il termine del 31 gennaio p.v. fissato per la rilevazione degli iscritti al corrente a.a. nella suddetta Anagrafe, informa in merito alla tuttora irrisolta problematica del computo degli esami sostenuti nelle sessioni straordinarie, tenuto conto che il meccanismo in vigore non sembra consentire di conteggiarli né nell anno di riferimento, né in quello successivo, con effetti penalizzanti per i grandi Atenei come quello barese. Egli, dopo aver illustrato ulteriori elementi di criticità nei succitati meccanismi di computo, attinenti in particolare all ipotesi di studenti iscritti soltanto a singoli corsi, ma erroneamente valutati in rapporto ad un peso pari a 60 CFU per anno, analizza la problematica dei fuori corso, sottolineando il miglioramento complessivo registrato in materia, in virtù delle numerose iniziative di sostegno avviate negli ultimi anni, nonché 8

9 S.A /comunic. degli interventi operati su singoli insegnamenti caratterizzati da un rilevante livello di difficoltà e dal cospicuo e reiterato numero di non ammessi all esame di profitto, citando l esempio dell esame di Matematica presso la Facoltà di Economia. Egli svolge, quindi, qualche considerazione sulla problematica degli insegnamenti organizzati in più moduli - i cui esami sono computabili ai suesposti fini solo attraverso il superamento di tutti i moduli previsti - e, nell anticipare i principali contenuti dell emananda circolare esplicativa delle modalità di svolgimento degli esami di profitto, predisposta d intesa con l Autorità Garante degli Studenti, prof. Giocoli Nacci - come da delibera di questo Consesso assunta nella riunione del ed alla luce delle prescrizioni del vigente Statuto dei diritti e doveri degli studenti universitari, rinnova l invito ai docenti all osservanza dei regolamenti in materia, anche con riguardo alla pronta trasmissione dei verbali di esame alle segreterie di competenza, preannunciando, in ogni caso, la volontà di investire delle suddette problematiche anche la Commissione Didattica di Ateneo e, ove necessario, il Senato Accademico. Entra, alle ore 11,15, il senatore Belvedere. Egli passa, quindi, ad esaminare i dati relativi all assegnazione da parte del Ministero, per l anno 2010, degli incentivi alle Università, sulla base della performance realizzata dai singoli Atenei nel campo della ricerca e, nel sottolineare un complessivo miglioramento della posizione dell Ateneo barese nella classifica di che trattasi - pubblicata su il Sole24Ore del , analizza alcune criticità che hanno inciso sulla quota assegnata a questa Università, con particolare riferimento al minor peso assegnato all indicatore della qualità della ricerca scientifica relativo alla valutazione CIVR, associato al maggior peso assegnato all indicatore relativo alla percentuale di finanziamento e di successo acquisiti nell ambito dei progetti del VII Progetto Quadro Unione Europea, tenuto conto della tipologia di materie coinvolte dal suddetto progetto, in gran parte afferenti propriamente alla Facoltà di Ingegneria, con conseguente penalizzazione per le Università cc.dd. generaliste, auspicando, pertanto, la definizione di opportuni meccanismi di compensazione. Egli, nel sottolineare la notevole incidenza del taglio al sistema universitario nazionale - pari, per l anno 2010, al 3,72% -, ribadisce l impegno di questa Università 9

10 S.A /comunic. nell attuazione di numerosi interventi virtuosi nei comparti della didattica e della ricerca con un attenzione costante alla situazione finanziaria. Egli fa presente, altresì, che la riduzione della quota di FFO assegnata per l anno 2010, che si attesta intorno al 2,3 %, è comunque inferiore alla misura del 5% prudenzialmente conteggiata in decurtazione nel Bilancio di Ateneo per l esercizio finanziario 2010, con l effetto concreto di dimezzare il disavanzo risultante dal piano di rientro. Egli rappresenta, comunque, uno scenario generale ancora fortemente penalizzante, soprattutto per le Università del Mezzogiorno, così come emerso in occasione dell inaugurazione dell a.a. 2010/2011 dell Università di Enna Kore, in data 14 gennaio u.s., alla presenza di molti Rettori degli Atenei meridionali, evidenziando l esigenza di un processo valutativo della qualità degli Atenei attento alla virtuosità del percorso interno intrapreso ed ai miglioramenti ottenuti rispetto al proprio pregresso, piuttosto che ad una comparazione tra Università di contesti territoriali differenti e disomogenei. Egli, altresì, nel richiamare la recente sottoscrizione tra la Regione Lombardia ed il MIUR di un accordo di programma che prevede l esenzione dal pagamento delle tasse regionali e statali a favore delle imprese lombarde che assumeranno ricercatori, esprime ulteriori perplessità circa la politica ministeriale in materia, tenuto conto che sono, per contro, ancora in fase di impasse tanto la proposta di accordo di programma presentata dai Rettori delle Università pugliesi al tempo del mandato ministeriale dell on. Mussi, tanto quella formulata dai Rettori delle Università del sistema universitario lucano-molisanopugliese, dopo la sottoscrizione del protocollo d intesa federativo. Egli, quindi, ricorda la riunione congiunta dei Senati Accademici delle sei Università pubbliche della Basilicata, del Molise e della Puglia che si terrà a Matera, il giorno 24 gennaio p.v. (comunicazione contrassegnata con la lettera F) e, nell auspicare una larga partecipazione delle autorità locali e nazionali invitate, tra cui il Ministro Raffaele Fitto, ne anticipa alcuni argomenti di confronto e di dibattito, relativi, ad esempio, alle prospettive offerte dal Piano per il Sud per drenare risorse a favore delle iniziative della Federazione, ovvero al riconoscimento delle risorse legate al Programma Attuativo Nazionale (FAS Fondo Aree Sottoutilizzate) strategicamente integrato con la 10

11 S.A /comunic. Programmazione Operativa Nazionale (PON) Ricerca e Competitività 2007/2013, oltre che in materia di governance universitaria, alla luce della legge di riforma e in una prospettiva di azione comune. Egli auspica, a tal ultimo proposito, che la suddetta riunione possa costituire, altresì, il concreto viatico di iniziative condivise in materia di sostenibilità dell offerta formativa, in ottemperanza alle disposizioni ministeriali in materia di cui, da ultimo, la nota MIUR prot. n. 130 del con la quale, in attuazione del D.M , n. 17, sono stati definiti i nuovi requisiti necessari all attivazione dei Corsi di studio da applicare dall a.a. 2011/2012 e fissati i termini di chiusura della Banca dati dell Offerta formativa 2011/2012 -, rinnovando l invito ai Presidi ad intensificare i contatti con gli omologhi Presidi delle Università federate al fine di discutere delle problematiche di che trattasi, valutando, tra l altro, la possibilità di dar vita a Corsi di studio interuniversitari, a partire da quelli in stato di sofferenza. Egli informa, infine, in merito alle procedure per la selezione dei componenti il Consiglio direttivo dell ANVUR (Agenzia per la valutazione del sistema universitario e della ricerca) attraverso la scelta da parte del Consiglio dei ministri di sette nominativi su un elenco di quindici candidati e, nel ricordare la proposta formulata dall Ateneo barese, ma non concretizzatasi, intesa alla proposizione di una sola candidatura per tutte le Università della federazione del sistema universitario lucano-molisano-pugliese, da convogliare sul nominativo del dott. Alessandro Laterza Presidente della Commissione Cultura di Confindustria e componente del Nucleo di Valutazione di questo Ateneo, con eccellenti competenze nell analisi delle dinamiche universitarie - esprime perplessità sulle scelte operate dal Comitato di selezione ai fini della formazione del suddetto elenco, tenuto conto che tutti i nominativi ivi ricompresi appartengono soltanto ad Atenei del centro-nord. Il Senato Accademico prende nota. 11

12 S.A /p.1A I. AMMINISTRAZIONE REGOLAMENTO DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO: DESIGNAZIONE RAPPRESENTANTE AI SENSI DELL ART. 3 (COMITATO DI ATENEO PER LE BIBLIOTECHE) Il Rettore apre il dibattito sulla seguente relazione predisposta dal Sistema Bibliotecario di questa Università ed invita il Senato a pronunciarsi in merito: Il Direttore ricorda che con Decreto Rettorale n del è stato emanato il Regolamento del Sistema Bibliotecario di Ateneo e successivamente modificato con D.R. n del e con D.R. n del Ai sensi dell art. 3 del citato Regolamento, il Comitato di Ateneo per le Biblioteche, è composto, tra l altro, da n. 1 rappresentante del Senato Accademico designato fra i propri componenti. Il Senato Accademico nella seduta del ha eletto, come proprio rappresentante all interno del Comitato di Ateneo per le Biblioteche, per il triennio accademico 2007/2010 il Prof. Carlo Dell Aquila. Si ricorda, inoltre, che il Prof. Carlo Dell Aquila è stato posto in collocamento a riposo a partire dal Si rende pertanto necessario provvedere alla nomina di un nuovo rappresentante del Senato Accademico quale componente del Comitato di Ateneo per le Biblioteche, per il triennio accademico Interviene sull argomento il Preside Spinelli, il quale propone il nominativo della prof.ssa Silvia Romanelli quale rappresentante del Senato Accademico in seno al Comitato de quo, in sostituzione del prof. Carlo Dell Aquila, collocato in quiescenza a decorrere dal Il Senato Accademico, all unanimità, VISTO il Regolamento del Sistema Bibliotecario di Ateneo, emanato con D.R. n del e s.m.i., ed in particolare l art. 3; VISTA la propria delibera del ; VISTO il D.R. n del di costituzione del Comitato di Ateneo per le Biblioteche; CONDIVISA la proposta del Preside Spinelli in ordine al nominativo della prof.ssa Romanelli quale rappresentante del Senato Accademico in seno al 12

13 S.A /p.1A Comitato de quo, in sostituzione del prof. Carlo Dell Aquila, collocato in quiescenza dal , DELIBERA di designare, quale proprio rappresentante all interno del Comitato di Ateneo delle Biblioteche, ai sensi dell art. 3 del Regolamento del S.B.A., la prof.ssa Silvia Romanelli, in sostituzione del prof. Carlo Dell Aquila. Il presente dispositivo è approvato seduta stante ed è, pertanto, immediatamente esecutivo. 13

14 S.A /p.1B I. AMMINISTRAZIONE REGOLAMENTO DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO: DESIGNAZIONE RAPPRESENTANTE AI SENSI DELL ART. 8 (COMITATO SCIENTIFICO DI MACROAREA) Il Rettore apre il dibattito sulla seguente relazione predisposta dal Sistema Bibliotecario di questa Università ed invita il Senato a pronunciarsi in merito: Il Direttore ricorda che con Decreto Rettorale n del è stato emanato il Regolamento del Sistema Bibliotecario di Ateneo e successivamente modificato con D.R. n del e con D.R. n del Il Direttore rammenta inoltre che, ai sensi dell art. 8 del citato Regolamento, i Comitati Scientifici di Macro-Area, sono composti, tra l altro, per ciascuna delle quattro Macro-Aree (Umanistica, Giuridico-Economica, Biomedica, Scientifico-Tecnologica) da cinque docenti afferenti a ciascuna delle quattro Macro-Aree. Il Senato Accademico nella seduta del ha designato i componenti dei Comitati scientifici di Macro-Area, e tra gli altri il Prof. Antonio Mastrodonato della Macro-Area Giuridico-Economica, il Prof. Paolo Fedeli e il Prof. Vito Gallotta, della Macro-Area Umanistica. Si ricorda, inoltre, che i proff.ri Antonio Mastrodonato, Paolo Fedeli e Vito Gallotta, dal , sono stati posti in collocamento a riposo. Si rende pertanto necessario provvedere alla nomina dei nuovi componenti dei Comitati Scientifici delle Macro-Aree Giuridico-Economica ed Umanistica. Interviene sull argomento il prof. Corvaglia, il quale chiede chiarimenti in merito ai nominativi dei componenti i succitati Comitati suddivisi per Macro-Area. Il prof. Logroscino chiede di posticipare ad un momento successivo dell odierna seduta la trattazione dell argomento de quo al fine di consentire adeguate consultazioni ai senatori in ordine ai nominativi da proporre nei Comitati scientifici delle predette Macro- Aree. Il Rettore, nel ricordare i nominativi dei componenti i Comitati scientifici di Macro-Area designati da questo consesso, nella riunione del , propone, in accoglimento della richiesta del prof. Logroscino, di rinviare ogni decisione in merito alla fine dell odierna seduta, con invito ai senatori a formulare proposte di nominativi da designare nei succitati Comitati in sostituzione dei proff.ri Antonio Mastrodonato, Paolo Fedeli e Vito Gallotta, collocati in quiescenza dal Il Senato Accademico, unanime, approva. 14

15 S.A /p.2 I. AMMINISTRAZIONE PROPOSTA CONFERIMENTO TITOLO PROFESSORE EMERITO AL PROF. FRANCESCO CARRIERI FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA Il Rettore apre il dibattito sulla seguente relazione predisposta dal Dipartimento Risorse Umane e Organizzazione Personale Docente Area Docenti Settore I ed invita il Senato a pronunciarsi in merito: Il Prof. Francesco CARRIERI, Professore di ruolo di Prima fascia dal 1 novembre 1973 nella Facoltà di Medicina e Chirurgia. di questa Università, è stato collocato a riposo a decorrere dal 1 novembre In ottemperanza al Regolamento per il conferimento dei titoli di Professore emerito e di Professore onorario, emanato con D.R. n del , i Proff. Roberto CATANESI, Alessandro DELL ERBA e Francesco INTRONA, docenti della medesima Facoltà, hanno presentato proposta di conferimento del titolo di Professore Emerito al Prof. Francesco CARRIERI. Successivamente il Collegio dei Presidi, in data 30 luglio 2010 ed il Consiglio della Facoltà di Medicina e Chirurgia di questa Università, nella seduta del 22 novembre 2010, esaminata la documentazione trasmessa hanno espresso parere favorevole. Il Senato Accademico, all unanimità, VISTO il D. Lgs , n. 300; VISTA la deliberazione del Collegio dei Presidi, adottata nella riunione del 30 luglio 2010; VISTO VISTO VISTO VISTO il verbale del Consiglio della Facoltà di Medicina e Chirurgia, relativo alla seduta del 22 novembre 2010; il curriculum vitae del Prof. Francesco CARRIERI; l art. 111 del T.U. delle leggi sull istruzione universitaria, approvato con R.D , n. 1592; l art. 3 del Regolamento per il conferimento dei titoli di Professore emerito e di Professore onorario, emanato con D.R. n del , APPROVA 15

16 S.A /p.2 la delibera del Consiglio della Facoltà di Medicina e Chirurgia, adottata nella riunione del , in ordine al conferimento del titolo di Professore Emerito al Prof. Francesco CARRIERI. Il presente dispositivo è approvato seduta stante ed è, pertanto, immediatamente esecutivo. 16

17 S.A /p.3 II. ORGANI DI GOVERNO, GESTIONE, CONTROLLO, CONSULENZA E GARANZIA SOSTITUZIONE DI ALCUNI SENATORI IN COMMISSIONI DI SENATO E MISTE/PARITETICHE SENATO ACCADEMICO/CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Il Rettore ricorda che questo Consesso, nella riunione del , deliberò di rinviare ogni decisione in merito all argomento in oggetto, invitando i senatori di recente nomina a far pervenire alla Presidenza l indicazione delle Commissioni di Senato e/o miste/paritetiche SA/CdA di cui intenderebbero far parte, tenendo conto della composizione e dei compiti affidati alle medesime, con invito alla Presidenza, al fine di procedere all eventuale soppressione di Commissioni non più attive, ovvero al rinnovo delle stesse, ad effettuare la verifica dello stato dei lavori delle Commissioni. Ciò premesso, Egli, nell informare circa la disponibilità manifestata da alcuni senatori di recente nomina di subentrare nelle commissioni di cui facevano parte i senatori uscenti, proff. Giuseppe Patruno, Cosimo Laneve, Saverio Florio, dott. Rocco Guerra e sig. Claudio Riccio, nonché in ordine ad ulteriori candidature in Commissioni di Senato e/o miste/paritetiche SA/CdA, propone di procedere alla surrogazione dei predetti senatori uscenti con i nuovi senatori, rispettivamente, proff. Vittorio Dell Atti, Giuseppe Elia, Angela Agostiano, sigg. Claudia Verna e Gianmatteo Vulcano nelle Commissioni di Senato e miste/paritetiche di cui i primi erano componenti. Egli propone, altresì, di rinviare ogni decisione in merito alla questione generale concernente il rinnovo delle commissioni di Senato e miste/paritetiche SA/CdA ad una prossima riunione, con invito ai senatori a far pervenire alla Presidenza l indicazione di quelle di cui intenderebbero far parte, tenendo conto della composizione e dei compiti affidati alle medesime, consentendo in tal modo alla Presidenza di effettuare la verifica dello stato dei lavori delle stesse. Il Rettore, dopo aver ricordato che i predetti senatori uscenti erano presenti nelle seguenti Commissioni di Senato e/o miste/paritetiche SA/CdA, invita il Senato Accademico a pronunciarsi in merito: 17

18 S.A /p.3 PROF. COSIMO LANEVE Commissione per proposta assegnazione annualità affidamenti/supplenze e contratti; Commissione Didattica di Ateneo; Commissione per approfondire la problematica relativa all attuazione dell art.1, comma 10 della Legge n. 230/2005 (incarichi di insegnamento); Commissione mista C.A./S.A. per la revisione dei criteri di ripartizione tra le Facoltà del Fondo per il miglioramento della didattica (L. 390/91) per la formulazione della proposta di ripartizione e per la valutazione delle rendicontazioni dell utilizzo dei fondi per il miglioramento della didattica; Commissione mista C.A./S.A. per borse di studio universitarie di cui alla Legge n. 398/89; Commissione paritetica S.A./C.A. per la ripartizione dei contributi universitari destinati al miglioramento della didattica e all attuazione dei servizi di cui alla L. 390/91; PROF. GIUSEPPE PATRUNO Commissione per l esame delle richieste di sottoscrizione di accordi bilaterali; Commissione per proposta assegnazione annualità affidamenti/supplenze e contratti; Commissione per monitorare tutte le iniziative promosse nell ambito della Convenzione con la Fondazione Nostra Signora del Buon Consiglio ; Commissione per approfondire la problematica inerente il potenziamento e lo sviluppo della sede decentrata di Brindisi; Commissione per la definizione dettagliata del Progetto Formazione a Alta Formazione professionale di qualità per sostenere la crescita economica e sociale della Puglia: Corsi IFTS e Master ; Commissione mista C.A./S.A. per la revisione dei criteri di ripartizione tra le Facoltà del Fondo per il miglioramento della didattica (L. 390/91) per la formulazione della proposta di ripartizione e per la valutazione delle rendicontazioni dell utilizzo dei fondi per il miglioramento della didattica; Commissione mista C.A./S.A. per collaborazione con Università argentine e dell America Latina; Commissione mista S.A./C.A. sulla comunicazione; Commissione per l internazionalizzazione; PROF. SAVERO FLORIO Commissione per l esame delle richieste di sottoscrizione di accordi bilaterali; Commissione Didattica di Ateneo; Commissione mista C.A./S.A. per borse di studio universitarie di cui alla Legge n. 398/89; Commissione paritetica C.A./S.A. per l esame delle richieste di contributo per l acquisto di attrezzature scientifiche; 18

19 S.A /p.3 DOTT. ROCCO GUERRA Commissione Didattica di Ateneo; Commissione d Ateneo per la valutazione della qualità delle attività formative; Commissione mista C.A./S.A. per borse di studio universitarie di cui alla Legge n. 398/89; Commissione mista C.A./S.A. per abilità linguistiche e informatiche; Commissione paritetica S.A./C.A. per la ripartizione dei contributi universitari destinati al miglioramento della didattica e all attuazione dei servizi di cui alla L. 390/91; Comitato misto per il settore Sanità; SIG. CLAUDIO RICCIO Commissione Didattica di Ateneo; Commissione per verifica della possibilità di realizzazione di una produzione audiovisiva e/o editoriale locale, attraverso la valorizzazione di specifici elementi della realtà territoriale pugliese; Commissione mista S.A./C.A. Bilancio; Commissione mista C.A./S.A. per abilità linguistiche e informatiche; Commissione paritetica S.A./C.A. con il compito di procedere alla rivisitazione del Regolamento per la concessione in uso di aule e spazi. Entra, alle ore 11,50, il sig. De Santis. Sull argomento si svolge un breve dibattito, nel corso del quale, i senatori Dell Atti, Verna e Vulcano confermano la propria disponibilità a subentrare nelle Commissioni di cui erano componenti, rispettivamente, i senatori uscenti Patruno, Guerra e Riccio, mentre il Preside Spinelli manifesta la propria disponibilità a far parte della Commissione Didattica di Ateneo. Al termine, il Senato Accademico, all unanimità, VISTA la propria delibera del ; VISTI i DD.RR. nn del e 8766 del , con cui, a decorrere dal , i Presidi Giuseppe Elia e Vittorio Dell Atti, sono stati nominati Presidi, rispettivamente, delle Facoltà di Scienze della Formazione ed Economia, per il triennio accademico 2010/2013; nn del e 9083 del , con i quali i sigg. Claudia Verna e Gianmatteo Vulcano sono stati nominati componenti del Senato Accademico, in rappresentanza degli studenti, per lo scorcio del triennio accademico 2008/2011; n del , 19

20 S.A /p.3 con il quale la prof.ssa Angela Agostiano è stata proclamata eletta, per lo scorcio del triennio accademico 2008/2011, quale rappresentante dei professori di I fascia dell Area scientifica 03 Chimica, nel Senato Accademico; TENUTO CONTO della disponibilità manifestata dai Presidi Vittorio Dell Atti e Giuseppe Elia, dalla prof.ssa Angela Agostiano e dai sigg. Claudia Verna e Gianmatteo Vulcano di subentrare nelle commissioni di cui facevano parte i senatori uscenti, rispettivamente, proff. Giuseppe Patruno, Cosimo Laneve, Saverio Florio, dott. Rocco Guerra e sig. Claudio Riccio; CONDIVISA la proposta del Rettore in ordine alla surrogazione dei succitati senatori uscenti con i nuovi senatori nelle Commissioni di Senato e miste/paritetiche di cui i primi erano componenti, DELIBERA la surrogazione del prof. Giuseppe Elia al prof. Cosimo Laneve nelle seguenti Commissioni di Senato e miste e paritetiche SA/CdA: Commissione per proposta assegnazione annualità affidamenti/supplenze e contratti; Commissione Didattica di Ateneo; Commissione per approfondire la problematica relativa all attuazione dell art.1, comma 10 della Legge n. 230/2005 (incarichi di insegnamento); Commissione mista C.A./S.A. per la revisione dei criteri di ripartizione tra le Facoltà del Fondo per il miglioramento della didattica (L. 390/91) per la formulazione della proposta di ripartizione e per la valutazione delle rendicontazioni dell utilizzo dei fondi per il miglioramento della didattica; Commissione mista C.A./S.A. per borse di studio universitarie di cui alla Legge n. 398/89; Commissione paritetica S.A./C.A. per la ripartizione dei contributi universitari destinati al miglioramento della didattica e all attuazione dei servizi di cui alla L. 390/91; del prof. Vittorio Dell Atti al prof. Giuseppe Patruno nelle seguenti Commissioni di Senato e miste SA/CdA: Commissione per l esame delle richieste di sottoscrizione di accordi bilaterali; 20

21 S.A /p.3 Commissione per proposta assegnazione annualità affidamenti/supplenze e contratti; Commissione per monitorare tutte le iniziative promosse nell ambito della Convenzione con la Fondazione Nostra Signora del Buon Consiglio ; Commissione per approfondire la problematica inerente il potenziamento e lo sviluppo della sede decentrata di Brindisi; Commissione per la definizione dettagliata del Progetto Formazione a Alta Formazione professionale di qualità per sostenere la crescita economica e sociale della Puglia: Corsi IFTS e Master ; Commissione mista C.A./S.A. per la revisione dei criteri di ripartizione tra le Facoltà del Fondo per il miglioramento della didattica (L. 390/91) per la formulazione della proposta di ripartizione e per la valutazione delle rendicontazioni dell utilizzo dei fondi per il miglioramento della didattica; Commissione mista C.A./S.A. per collaborazione con Università argentine e dell America Latina; Commissione mista S.A./C.A. sulla comunicazione; Commissione per l internazionalizzazione; della prof.ssa Angela Agostiano al prof. Saverio Florio nelle seguenti Commissioni di Senato e miste e paritetiche SA/CdA: Commissione per l esame delle richieste di sottoscrizione di accordi bilaterali; Commissione Didattica di Ateneo; Commissione mista C.A./S.A. per borse di studio universitarie di cui alla Legge n. 398/89; Commissione paritetica C.A./S.A. per l esame delle richieste di contributo per l acquisto di attrezzature scientifiche; della sig.a Claudia Verna al dott. Rocco Guerra nelle seguenti Commissioni di Senato e miste e paritetiche SA/CdA: Commissione Didattica di Ateneo; Commissione d Ateneo per la valutazione della qualità delle attività formative; Commissione mista C.A./S.A. per borse di studio universitarie di cui alla Legge n. 398/89; Commissione mista C.A./S.A. per abilità linguistiche e informatiche; Commissione paritetica S.A./C.A. per la ripartizione dei contributi universitari destinati al miglioramento della didattica e all attuazione dei servizi di cui alla L. 390/91; Comitato misto per il settore Sanità; del sig. Gianmatteo Vulcano al sig. Claudio Riccio nelle seguenti Commissioni di Senato e miste e paritetiche SA/CdA: Commissione Didattica di Ateneo; 21

22 S.A /p.3 Commissione per verifica della possibilità di realizzazione di una produzione audiovisiva e/o editoriale locale, attraverso la valorizzazione di specifici elementi della realtà territoriale pugliese; Commissione mista S.A./C.A. Bilancio; Commissione mista C.A./S.A. per abilità linguistiche e informatiche; Commissione paritetica S.A./C.A. con il compito di procedere alla rivisitazione del Regolamento per la concessione in uso di aule e spazi; di rinviare ogni decisione in merito alla questione generale concernente il rinnovo delle commissioni di Senato e miste/paritetiche SA/CdA ad una prossima riunione, con invito ai senatori a far pervenire alla Presidenza l indicazione delle Commissioni di cui intenderebbero far parte tenendo conto della composizione e dei compiti affidati alle medesime. esecutivo. Il presente dispositivo è approvato seduta stante ed è, pertanto, immediatamente 22

23 S.A /p.4 III., RICERCA, PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA L UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO (FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA) E L I.R.C.C.S. ISTITUTO TUMORI GIOVANNI PAOLO II DI BARI Il Rettore apre il dibattito sulla seguente relazione predisposta dal Dipartimento Amministrativo per la Sanità ed invita il Senato a pronunciarsi in merito: L'Ufficio ricorda che questa Università, in data 22 luglio 2008, ha sottoscritto con la Regione Puglia il protocollo d'intesa per l espletamento dei Corsi di Laurea nelle professioni sanitarie, successivamente modificato in data 21 dicembre Il protocollo prevede, tra le sedi individuate per lo svolgimento dell attività didattica del Corso di Laurea in Infermieristica, anche il Presidio Ospedaliero Di Venere dell A.S.L. BA. In data 11 marzo 2009 è stata sottoscritta, cosi come previsto dal citato protocollo d intesa, la Convenzione attuativa con la medesima A.S.L. In data , con nota prot. n /10 (allegato 1), la Direzione Generale dell A.S.L. BA ha manifestato la volontà di non attivare, per l'anno accademico 2011/12, il Corso di Laurea in Infermieristica nella sede formativa dell ospedale Di Venere, a motivo della sopravvenuta inidoneità delle strutture, così come segnalato dal Servizio di Prevenzione e Protezione Aziendale ai vertici della stessa A.S.L. BA, assicurando nel contempo di ottemperare agli obblighi assunti nei confronti degli studenti già iscritti, consentendo loro di proseguire il corso degli studi fino al conseguimento del titolo previsto. La stessa Direzione dell A.S.L. BA ha, altresì, proposto, su ipotesi prospettata dall Assessorato regionale alle Politiche della Salute, un graduale trasferimento delle suddette attività didattiche presso la nuova sede dell' I.R.C.C.S. Istituto Tumori "Giovanni Paolo II", che si è dichiarato, ancorché per le vie brevi, favorevole all iniziativa. Il Consiglio della Facoltà di Medicina e Chirurgia, nella seduta del 3 novembre 2010, ha espresso parere favorevole sull ipotesi di trasferire, a far tempo dall A.A. 2011/2012, il corso di laurea attivato al Di Venere, presso l I.R.C.C.S. Istituto Tumori "Giovanni Paolo II, giudicato quest ultimo in possesso dei requisiti di legge, approvando il contenuto di un Accordo Quadro (allegato 2) ed autorizzando il Preside a trasmetterlo agli organi di competenza. Il Senato Accademico, all unanimità, VISTO VISTA il Protocollo d'intesa per l espletamento dei Corsi di Laurea nelle professioni sanitarie sottoscritto con la Regione Puglia, in data e successivamente modificato in data ; la Convenzione attuativa sottoscritta con l A.S.L. BA in data ; 23

24 S.A /p.4 CONSIDERATA la volontà manifestata dall A.S.L. BA, con nota in data , prot. n /10, di non attivare, per l'a.a. 2011/12, il Corso di Laurea in Infermieristica nella sede formativa dell Ospedale Di Venere, a causa della sopravvenuta inidoneità delle strutture ; CONSIDERATA la contestuale disponibilità dell'i.r.c.c.s. Istituto Tumori "Giovanni Paolo II", espressa per le vie brevi, ad ospitare presso la propria sede il suddetto Corso di Laurea in Infermieristica; VISTA la delibera del Consiglio della Facoltà di Medicina e Chirurgia, adottata nella seduta del ; CONSIDERATO quanto rappresentato dal Dipartimento Amministrativo per la Sanità, DELIBERA - di approvare il trasferimento del Corso di Laurea in Infermieristica, a partire dall a.a. 2011/2012, dal P.O. Di Venere dell A.S.L. BA all I.R.C.C.S. Istituto Tumori "Giovanni Paolo II ; - di approvare l Accordo quadro per la definizione delle forme attuative di collaborazione, negli ambiti di interesse comune, delle attività di didattica, di ricerca ed assistenza tra questa Università (Facoltà di Medicina e Chirurgia) e l I.R.C.C.S. Istituto Tumori "Giovanni Paolo II'' di Bari (allegato n. 2 al presente verbale). Quanto sopra, dopo aver proceduto alla modifica del Protocollo d intesa in data con la Regione Puglia per la collaborazione tra Università e S.S.R. nella formazione del delle professioni sanitarie. Analogamente si dovrà procedere alla conseguente modifica delle convenzioni attuative del suddetto Protocollo d intesa, a suo tempo stipulate con l A.S.L. BA, in data e con l I.R.C.C.S. Istituto Tumori "Giovanni Paolo II" di Bari, in data , nel senso di trasferire presso il l I.R.C.C.S. Istituto Tumori "Giovanni Paolo II" il polo formativo riguardante il Corso di Laurea in Infermieristica, già istituito ed attivato presso il P.O. Di Venere della A.S.L. BA. Il presente dispositivo è approvato seduta stante ed è, pertanto, immediatamente esecutivo. 24

25 S.A /analogia Il Rettore propone al Senato Accademico di esaminare, in analogia al punto testè esaminato, il seguente argomento. CONVENZIONE TRA L UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO ED IL COMUNE DI BARI, L AMTAB S.P.A. L AGENZIA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO PUGLIA, IL POLITECNICO DI BARI, IL CONSERVATORIO DI MUSICA E L ACCADEMIA DI BELLE ARTI PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI: RATIFICA DECRETO RETTORALE Il Senato Accademico, all unanimità, approva. 25

26 S.A /p.4analogia CONVENZIONE TRA L UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO ED IL COMUNE DI BARI, L AMTAB S.P.A. L AGENZIA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO PUGLIA, IL POLITECNICO DI BARI, IL CONSERVATORIO DI MUSICA E L ACCADEMIA DI BELLE ARTI PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI: RATIFICA DECRETO RETTORALE Il Rettore sottopone alla ratifica del Senato Accademico il seguente Decreto Rettorale: DIPARTIMENTO AMMINISTRATIVO PER LA RICERCA, LA E LE RELAZIONI ESTERNE D.R. n del 21 dicembre 2010 approvazione dello schema e della relativa stipula della convenzione tra il Comune di Bari, l Amtab S.p.A., l Università degli Studi di Bari Aldo Moro, l Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario Puglia (A.DI.SU. Puglia), il Politecnico di Bari, il Conservatorio di Musica e l Accademia di belle Arti per il servizio di trasporto degli studenti universitari. Il Senato Accademico, all unanimità, ratifica il succitato Decreto Rettorale. 26

27 S.A /p.5 III., RICERCA, PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO APPROVAZIONE SOTTOSCRIZIONE NOTA DI IMPEGNO TRA QUESTA UNIVERSITÀ (FACOLTÀ DI AGRARIA) E LA REGIONE PUGLIA PER LA GESTIONE DEL FINANZIAMENTO DI NR. 10 BORSE DI STUDIO A FAVORE SCUOLE AGRARIE PUGLIESI E DEI LAUREANDI FACOLTÀ DI AGRARIA UNIVERSITÀ PUGLIESI: RATIFICA DECRETO RETTORALE Il Rettore sottopone alla ratifica del Senato Accademico il seguente Decreto Rettorale: DIPARTIMENTO AMMINISTRATIVO PER LA RICERCA, LA E LE RELAZIONI ESTERNE D.R. n del approvazione per la sottoscrizione della nota di impegno tra l Università degli Studi di Bari Facoltà di Agraria e la Regione Puglia per la gestione del finanziamento di nr. 10 borse di studio a favore degli studenti delle scuole agrarie pugliesi e dei laureandi delle Facoltà di Agraria delle Università Pugliesi; - delega al prof. Vito Nicola Savino, professore ordinario di I fascia afferente alla Facoltà di Agraria, nato a Gioia del Colle (BA) il , alla sottoscrizione della predetta nota di impegno. Il Senato Accademico, all unanimità, ratifica il succitato Decreto Rettorale. 27

28 S.A /p.6 VII. PERSONALE NULLA OSTA INSEGNAMENTI FUORI SEDE Il Rettore apre il dibattito sulla seguente relazione predisposta dal Dipartimento Risorse Umane e Organizzazione Area Affidamenti e Supplenze - ed invita il Senato a pronunciarsi in merito: Con nota del , assunta a prot. n dell , il Prof. GAROFALO Domenico, professore straordinario presso la II Facoltà di Giurisprudenza, ha chiesto la motivazione del mancato invio del richiesto nulla osta per gli insegnamenti di Diritto della sicurezza sociale (9 cfu) e di Diritto del lavoro nell impresa (4 cfu) presso l Università degli Studi di Foggia, relativi all anno accademico. Le richieste di nulla osta per i suddetti insegnamenti sono state prodotte dall interessato, all epoca professore associato, con note, rispettivamente, del 10 maggio 2006 e 6 luglio 2006, ed indirizzate esclusivamente al Rettore. Tenuto conto che: il Regolamento all epoca in vigore (approvato dal S.A. nella seduta del 18/12/1997 e modificato con delibera del 22/09/1998) prevedeva la necessità che il richiedente fornisca tutte le informazioni atte a consentire alla Facoltà di esprimere con piena responsabilità il proprio parere ; le norme di attuazione di tale Regolamento, (prot. n. 772 del ) prevedevano l utilizzo di apposito modulo di richiesta di concessione di nulla osta, da inoltrare alla Facoltà e, solo per conoscenza, al Rettore; la rettorale n. 30 del inviata ai Presidi di Facoltà, prevedeva che le richieste dei nulla osta in questione devono essere prodotte dagli interessati, sia alle SS.LL., che, per conoscenza al Magnifico Rettore (come da allegato modulo fac-simile) all atto della domanda che i docenti producono per ottenere l affidamento e/o supplenza di insegnamento presso altra sede universitaria, il competente ufficio ha accertato se i Consigli delle Facoltà di Giurisprudenza (la I competente sino al , l altra, invece, successivamente) avessero deliberato in merito alla concessione di nulla osta per l a.a. nei riguardi del Prof. GAROFALO Domenico, al fine di sottoporla conseguentemente all approvazione del Senato Accademico. Con delibera del , il Consiglio della II Facoltà di Giurisprudenza, in considerazione del fatto che i nulla osta in questione sono stati richiesti in un momento di transizione fra la I e la II Facoltà di Giurisprudenza, e che il Prof. GAROFALO Domenico ha svolto regolarmente tutti i compiti didattici ed ha adempiuto a tutti i doveri connessi al ruolo di professore universitario, ha concesso, ora per allora, detti nulla osta. 28

29 S.A /p.6 Il Rettore, nel ricordare le previsioni del Regolamento per la concessione dei nulla osta per supplenze di insegnamento fuori sede (approvato con delibera del Senato Accademico nelle sedute del e e modificato con delibera del ), fornisce ulteriori chiarimenti sulla richiesta in esame, formulata in un momento di transizione tra la I e la II Facoltà di Giurisprudenza. Interviene il Preside Uricchio, il quale, nell evidenziare che il nulla osta in esame è stato richiesto in un epoca in cui non era ancora stato costituto un autonomo Consiglio della II Facoltà di Giurisprudenza, fornisce ulteriori chiarimenti sulla delibera della Facoltà del , favorevole alla concessione del nulla osta a suo tempo richiesto dall interessato, considerato anche che nell a.a. 2006/2007, il prof. Domenico Garofalo, attualmente professore di I fascia del settore IUS/07 Diritto del Lavoro, ha svolto regolarmente tutti i compiti didattici ed ha adempiuto a tutti i doveri connessi al ruolo di professore universitario. Il Senato Accademico, all unanimità, VISTA la legge , n. 311; VISTO il D.P.R , n.382; VISTA la legge , n. 341; VISTO il Regolamento per la concessione dei nulla osta per supplenze di insegnamento fuori sede, approvato dal Senato Accademico, in data e modificato con delibera del ; VISTA la rettorale prot. n. 30 del ; VISTA la nota del Preside della II Facoltà di Giurisprudenza, in data ; CONSIDERATO che il prof. Domenico GAROFALO ha svolto regolarmente i compiti didattici affidatigli; VISTA la delibera del Consiglio della II Facoltà di Giurisprudenza, adottata nella riunione del ; 29

30 S.A /p.6 TENUTO CONTO di quanto rappresentato dal competente Dipartimento Risorse Umane e Organizzazione Direzione Risorse Umane e Organizzazione Area Affidamenti e Supplenze Servizio Autorizzazioni Conferimento Supplenze presso altre Università, DELIBERA di concedere, eccezionalmente, ora per allora, al prof. Domenico GAROFALO il nulla-osta allo svolgimento degli insegnamenti fuori sede in Diritto della sicurezza sociale (9 CFU) e Diritto del lavoro nell impresa (4 CFU), presso l Università degli Studi di Foggia, per l'anno accademico Il presente dispositivo è approvato seduta stante ed è, pertanto, immediatamente esecutivo. 30

PIANO TRIENNALE DI RIENTRO: PROPOSTA DELL APPOSITA COMMISSIONE

PIANO TRIENNALE DI RIENTRO: PROPOSTA DELL APPOSITA COMMISSIONE VIII. FINANZA CONTABILITA E BILANCIO PIANO TRIENNALE DI RIENTRO: PROPOSTA DELL APPOSITA COMMISSIONE Il Consiglio,, VISTE le proprie delibere, assunte nelle riunioni del 29.12.2009 e del 23.03.2010; VISTI

Dettagli

L anno il giorno.del mese di nella sede della Giunta Regionale della Campania TRA

L anno il giorno.del mese di nella sede della Giunta Regionale della Campania TRA Protocollo di Intesa tra l'università degli Studi di Napoli "Federico II" e la Regione Campania per la formazione di laureandi dei Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie L anno il giorno.del mese

Dettagli

:o~ 32..t, (f. ?-la-~~okl-i SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA 27 OH. 2015. È assente: sig. Luca Lucchetti. ... OMISSIS...

:o~ 32..t, (f. ?-la-~~okl-i SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA 27 OH. 2015. È assente: sig. Luca Lucchetti. ... OMISSIS... 27 OH. 2015 Nell'anno duemilaqulndici, addì 27 ottobre alle ore 15.40, presso il Salone di rappresentanza, si è riunito il, convocato con nota rettorale prot. n. 0068366 del 22.10.2015 per l'esame e la

Dettagli

L anno, il giorno. del mese di, nella sede della Giunta Regionale della Campania TRA

L anno, il giorno. del mese di, nella sede della Giunta Regionale della Campania TRA Protocollo di Intesa tra la Seconda Università degli Studi di Napoli e la Regione Campania per la formazione di laureandi dei Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie L anno, il giorno. del mese di,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO I. AMMINISTRAZIONE REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI TITOLI ONORIFICI: ESITO LAVORI COMMISSIONE ADEGUAMENTO NORMATIVO Il Senato Accademico,, VISTI gli artt. 111 e 169 del T.U. delle Leggi sull istruzione

Dettagli

\ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 REGOLAMENTO MASTER

\ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 REGOLAMENTO MASTER \ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 Art.1 Master universitari REGOLAMENTO MASTER 1. In attuazione dell articolo 1,

Dettagli

POLITECNICO DI BARI Direzione Servizi Interni Ufficio Concorsi e Supplenze

POLITECNICO DI BARI Direzione Servizi Interni Ufficio Concorsi e Supplenze POLITECNICO DI BARI Direzione Servizi Interni Ufficio Concorsi e Supplenze D.R. n. 299. IL RETTORE VISTA la Legge n. 168 del 09/05/1989; VISTA la Legge n. 245 del 07/08/1990, ed in particolare l art. 8,

Dettagli

Regolamento per la Valorizzazione dell attività scientifica ed il Trasferimento dei risultati

Regolamento per la Valorizzazione dell attività scientifica ed il Trasferimento dei risultati Regolamento per la Valorizzazione dell attività scientifica ed il Trasferimento dei risultati Premessa L Ateneo svolge attività di diffusione e promozione della ricerca scientifica sostenendo la partecipazione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA Dipartimento di Giurisprudenza ed Economia (DIGIEC)

UNIVERSITA DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA Dipartimento di Giurisprudenza ed Economia (DIGIEC) AVVISO PROCEDURA DI VALUTAZIONE COMPARATIVA PER COPERTURA, TRAMITE CONTRATTO DI DIRITTO PRIVATO, DI INSEGNAMENTI VACANTI NEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRIDENZA - DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA D.R. 7675 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA IL RETTORE - Vista la Legge del 19 novembre 1990, n.341 e in particolare gli articoli 6 e 7, concernenti la riforma degli ordinamenti didattici universitari;

Dettagli

Oggetto: Regolamento interno delle procedure di trasferimento e di mobilita interna dei professori e ricercatori - modifica.

Oggetto: Regolamento interno delle procedure di trasferimento e di mobilita interna dei professori e ricercatori - modifica. DECRETO N. 1099 /Prot. N. 22837/I-3 Div. Affari Istituzionali Sez. Pers. Doc. Oggetto: Regolamento interno delle procedure di trasferimento e di mobilita interna dei professori e ricercatori - modifica.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO NUCLEO DI VALUTAZIONE VERBALE n. 38 del 18 dicembre 2015

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO NUCLEO DI VALUTAZIONE VERBALE n. 38 del 18 dicembre 2015 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO NUCLEO DI VALUTAZIONE VERBALE n. 38 del 18 dicembre 2015 Il giorno 18 dicembre 2015, alle ore 9,00 si è riunito a Bari, presso la Sala Consiglio del Rettorato,

Dettagli

Università degli Studi dell Aquila Facoltà di Scienze della Formazione

Università degli Studi dell Aquila Facoltà di Scienze della Formazione Dispositivo n. 29-2010 del 29 novembre 2010 Prot. n. 1949-2010 del 29 novembre 2010 La Preside della VISTO il DPR 11 luglio 1980, n 382, in particolare gli artt. 9, 100 e 114, e successive modificazioni

Dettagli

Università di Pisa Dipartimento di Economia e Management

Università di Pisa Dipartimento di Economia e Management Università di Pisa Dipartimento di Economia e Management Provvedimento d'urgenza n. 24/2015 IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT - vista la Legge 9 maggio 1989, n. 168, ed in particolare

Dettagli

Verbale del Consiglio di Dipartimento 12 febbraio 2015

Verbale del Consiglio di Dipartimento 12 febbraio 2015 DIPARTIMENTO di GIURISPRUDENZA Verbale del Consiglio di Dipartimento 12 febbraio 2015 Il giorno giovedì 12 febbraio 2015, alle ore 11.00, presso la Sala del Consiglio, sita in via Ostiense 163, I piano,

Dettagli

Sentito per le vie brevi MIUR e CUN, per questa tipologia di classi sembrerebbe non applicarsi

Sentito per le vie brevi MIUR e CUN, per questa tipologia di classi sembrerebbe non applicarsi Documento contenente le linee guida per l attivazione dei Corsi di studio delle professioni sanitarie (DM 8 gennaio 2009 e DI 19 febbraio 2009) a partire dall offerta formativa dell a.a. 2011-2012 In attesa

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO SENATO ACCADEMICO SEDUTA DEL 31 MAGGIO 2011 OMISSIS N. 10 - Modalità attuative delle delibere 18 gennaio 2011 e 5 Aprile 2011 inerenti la "Decadenza dallo status di studente":passaggi ai percorsi formativi

Dettagli

7. OFFERTA FORMATIVA A.A. 2014/15: ISTITUZIONE NUOVI CORSI

7. OFFERTA FORMATIVA A.A. 2014/15: ISTITUZIONE NUOVI CORSI 7. OFFERTA FORMATIVA A.A. 2014/15: ISTITUZIONE NUOVI CORSI Su invito del Rettore, entra nel luogo della riunione il Sig. Paolo Capuani, Responsabile dell Ufficio Offerta formativa e orientamento in entrata.

Dettagli

STATUTO DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA ITALIAN UNIVERSITY LINE

STATUTO DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA ITALIAN UNIVERSITY LINE STATUTO DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA ITALIAN UNIVERSITY LINE 1 ITALIAN UNIVERSITY LINE...1 CAPO I...3 Disposizioni generali...3 Art. 1 - Istituzione...3 Art. 2 - Natura giuridica e fonti normative...3 Art.

Dettagli

DECRETO RETTORALE N.213/2015 IL RETTORE

DECRETO RETTORALE N.213/2015 IL RETTORE DECRETO RETTORALE N.213/2015 IL RETTORE Visto lo Statuto dell Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, emanato con Decreto Rettorale n. 138/2012 del 2 aprile 2012, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA INTERFACOLTA (AGRARIA-MEDICINA VETERINARIA)

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA INTERFACOLTA (AGRARIA-MEDICINA VETERINARIA) UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA INTERFACOLTA (AGRARIA-MEDICINA VETERINARIA) in PRODUZIONI ANIMALI (Classe L-38) Ai sensi del D.M. 270/2004 Art. 1 Finalità 1.

Dettagli

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI REGOLAMENTO IN MATERIA DI: CHIAMATE DI PROFESSORI DI PRIMA E DI SECONDA FASCIA; DI CHIAMATA DIRETTA DI STUDIOSI STABILMENTE IMPEGNATI ALL ESTERO O DI CHIARA FAMA; DI TRASFERIMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO

Dettagli

U.S.R Decreto n. 1682

U.S.R Decreto n. 1682 U.S.R Decreto n. 1682 IL RETTORE VISTO l'art.75 dello Statuto dell'ateneo; VISTO il D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni; VISTO il CCNL Comparto Università, sottoscritto in data 16.10.08;

Dettagli

Riunione Data: Orario Approvato il Sede: Nr.4 11/10/12 11.10 Seduta stante Sala Consiglio del Rettorato

Riunione Data: Orario Approvato il Sede: Nr.4 11/10/12 11.10 Seduta stante Sala Consiglio del Rettorato Riunione Data: Orario Approvato il Sede: Nr.4 11/10/12 11.10 Seduta stante Sala Consiglio del Rettorato Presente Assente Note Presidente Prof. Michele SCUDIERO Componenti Prof.ssa Anna Maria GUERRIERI

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

Dipartimento di Giurisprudenza Via Matteotti, 1-61029 Urbino (PU) Tel. +39 0722 303220-303222 Fax +39 0722 2955 http://digiur.uniurb.

Dipartimento di Giurisprudenza Via Matteotti, 1-61029 Urbino (PU) Tel. +39 0722 303220-303222 Fax +39 0722 2955 http://digiur.uniurb. ACCORDO tra L Ordine dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Pesaro e Urbino e il dell Università degli Studi di Urbino Carlo Bo visto - la Legge 11 gennaio 1979, n. 12 recante Norme per l ordinamento

Dettagli

REGOLAMENTO del CENTRO UNIVERSITARIO di MEDIAZIONE. Articolo 1 Costituzione del Centro

REGOLAMENTO del CENTRO UNIVERSITARIO di MEDIAZIONE. Articolo 1 Costituzione del Centro UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI Centro Universitario di Mediazione n. 209 registro Ministero della Giustizia REGOLAMENTO del CENTRO UNIVERSITARIO di MEDIAZIONE Articolo 1 Costituzione del Centro Il presente

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO NUCLEO DI VALUTAZIONE DI ATENEO. VERBALE n. 60 del 28 maggio 2013

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO NUCLEO DI VALUTAZIONE DI ATENEO. VERBALE n. 60 del 28 maggio 2013 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO NUCLEO DI VALUTAZIONE DI ATENEO VERBALE n. 60 del 28 maggio 2013 Il giorno 28 maggio 2013, alle ore 10,30 si è riunito a Bari, presso la Saletta Riunioni del Nucleo

Dettagli

Università degli studi di Napoli Parthenope

Università degli studi di Napoli Parthenope REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DIDATTICI AI SENSI DEL D.M. 8 LUGLIO 2008 Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina il conferimento di incarichi di docenza, non rientranti negli obblighi

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca VISTO il decreto legge 16 maggio 2008 n. 85, convertito con modificazioni dalla legge 14 luglio 2008, n. 121 e, in particolare, l art. 1, commi 1 e 5, con il quale è stato, rispettivamente, istituito il

Dettagli

REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT

REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT INDICE Titolo I - Premessa... 2 Art. 1 Finalità... 2 Art. 2 Ambito di applicazione... 2 Art. 3 Definizioni... 2 Titolo II Organi del dipartimento e

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA Foggia, 5 gennaio 2012 Prot. n. 174 VII.1 Rep. n. 10/2012 Il PRESIDE la Legge 30 dicembre, n. 240/2010 Norme in materia di organizzazione delle università, di personale accademico e reclutamento, nonché

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA "LA SAPIENZA"

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA "LA SAPIENZA" RIPARTIZIONE II Settore IV REGOLAMENTO PER LE ATTRIBUZIONI DI ATTIVITA DIDATTICHE (conferimento affidamenti/supplenze attribuzioni contratti di insegnamento)

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DIDATTICA ED IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO NEI CORSI DI LAUREA, LAUREA MAGISTRALE E DI SPECIALIZZAZIONE Capo I

Dettagli

Il Ministro dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Università e della Ricerca VISTO l'articolo 17, comma 95, della legge 15 maggio 1997, n. 127 e successive modificazioni; VISTO l'articolo 11, commi 1 e 2, della legge 19 novembre 1990, n. 341; VISTI gli articoli 2 e 3 del decreto

Dettagli

Riordinamento delle scuole dirette ai fini speciali, delle scuole di specializzazione e dei corsi di perfezionamento

Riordinamento delle scuole dirette ai fini speciali, delle scuole di specializzazione e dei corsi di perfezionamento Testo aggiornato al 9 dicembre 2005 Decreto del Presidente della Repubblica 10 marzo 1982, n. 162 Gazzetta Ufficiale 17 aprile 1982, n. 105 Riordinamento delle scuole dirette ai fini speciali, delle scuole

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA Dipartimento di Giurisprudenza ed Economia. Corso di Laurea in Scienze Economiche

UNIVERSITA DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA Dipartimento di Giurisprudenza ed Economia. Corso di Laurea in Scienze Economiche UNIVERSITA DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA Dipartimento di Giurisprudenza ed Economia Corso di Laurea in Scienze Economiche Regolamento per lo svolgimento di Tirocini di formazione e orientamento

Dettagli

Il Ministro dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Università e della Ricerca VISTO l'articolo 17, comma 95, della legge 15 maggio 1997, n. 127 e successive modificazioni;; VISTO l'articolo 11, commi 1 e 2, della legge 19 novembre 1990, n. 341; VISTI gli articoli 2 e 3 del decreto

Dettagli

Il Ministro dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Università e della Ricerca VISTO l'articolo 17, comma 95, della legge 15 maggio 1997, n. 127 e successive modificazioni; VISTO l'articolo 11, commi 1 e 2, della legge 19 novembre 1990, n. 341; VISTI gli articoli 2 e 3 del decreto

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO DI ATENEO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO DI ATENEO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina il reclutamento di personale addetto allo svolgimento di attività

Dettagli

Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei

Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei Testo aggiornato al 13 gennaio 2006 Decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509 Gazzetta Ufficiale 4 gennaio 2000, n. 2 Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei IL MINISTRO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI (emanato con Decreto Rettorale N. 645 del 12/03/2003) ART. 1 - Ambito di applicazione... 2 ART. 2 - Titoli per l accesso...

Dettagli

Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali

Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali Facoltà di GIURISPRUDENZA Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali Prot. n. 587 del 24.04.2012 IL DIRETTORE VISTO il Decreto Ministeriale n. 537 del 21 dicembre 1999 Regolamento recante norme

Dettagli

VERBALE n.1 (seduta preliminare per via telematica)

VERBALE n.1 (seduta preliminare per via telematica) SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E DISCUSSIONE PUBBLICA, PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI RICERCATORE A TEMPO DETERMINATO PRESSO L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO, SETTORE CONCORSUALE 10/C1 - SETTORE

Dettagli

Senato Accademico del 30 novembre 2011 ALLEGATO al punto XII EVENTUALI 1. Scuole Dottorali venete - Regolamenti

Senato Accademico del 30 novembre 2011 ALLEGATO al punto XII EVENTUALI 1. Scuole Dottorali venete - Regolamenti Senato Accademico del 30 novembre 2011 ALLEGATO al punto XII EVENTUALI 1. Scuole Dottorali venete - Regolamenti REGOLAMENTO Scuola Superiore di Economia e Management Scuola di dottorato di ricerca interateneo

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI STUDIO: Culture e tecniche del costume e della moda FACOLTÀ: Lettere e Filosofia CLASSE: 23 Art. 1 Coerenza tra crediti delle attività formative e obiettivi formativi programmati

Dettagli

Università di Pisa DOTTORATO IN LETTERATURE STRANIERE MODERNE (INGLESE, FRANCESE, SPAGNOLO, TEDESCO) REGOLAMENTO

Università di Pisa DOTTORATO IN LETTERATURE STRANIERE MODERNE (INGLESE, FRANCESE, SPAGNOLO, TEDESCO) REGOLAMENTO Università di Pisa DOTTORATO IN LETTERATURE STRANIERE MODERNE (INGLESE, FRANCESE, SPAGNOLO, TEDESCO) REGOLAMENTO Art. 1 Istituzione del Corso di Dottorato di Ricerca Il corso di Dottorato di Ricerca in

Dettagli

Capo I - PARTE GENERALE

Capo I - PARTE GENERALE Regolamento delle procedure di trasferimento e di mobilità interna dei professori ordinari, dei professori associati e dei ricercatori, ai sensi degli artt. 1, comma II, e 3 della legge 3 luglio 1998,

Dettagli

IL RETTORE. VISTO il Regolamento Didattico di Ateneo (R.D.A.) emanato con D.R. n. 2440 del 16 luglio 2008 e s.m.i.;

IL RETTORE. VISTO il Regolamento Didattico di Ateneo (R.D.A.) emanato con D.R. n. 2440 del 16 luglio 2008 e s.m.i.; DR/2013/3422 del 28/10/2013 Firmatari: MANFREDI GAETANO U.S.R. IL RETTORE VISTO lo Statuto di Ateneo emanato con Decreto Rettorale n. 2897 del 04.09.2013; VISTO il Decreto Ministeriale 22 ottobre 2004

Dettagli

Verbale della seduta del Comitato Direttivo CBUI del 06 Giugno 2014

Verbale della seduta del Comitato Direttivo CBUI del 06 Giugno 2014 Verbale della seduta del Comitato Direttivo CBUI del 06 Giugno 2014 Risultano presenti: prof. R. Angelini, prof. G. Antonini, prof. A. Castelli, prof.ssa C. Cioni, prof.ssa M. Crispino, prof.ssa M. I.

Dettagli

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO del Corso di Laurea in SCIENZE DELL ARCHITETTURA (Classe L - 17 ) Anno Accademico di istituzione: 2008-2009 Art. 1. Organizzazione del corso di

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 14 DELLA LEGGE 230/05

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 14 DELLA LEGGE 230/05 Emanato con D.R. n. 301 del 16/4/2009, modificato con D.R. 57 del 3/02/2010 REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 14 DELLA LEGGE 230/05

Dettagli

1 Bando per la concessione di contributi per l avvio e lo sviluppo di collaborazioni internazionali dell Ateneo anno 2014

1 Bando per la concessione di contributi per l avvio e lo sviluppo di collaborazioni internazionali dell Ateneo anno 2014 AREA RICERCA E SVILUPPO U.O.A. COOPERAZIONE INTERNAZIONALE PER LA FORMAZIONE E LA RICERCA BANDO INTEGRATO CON LE MODIFICHE DI CUI AL DECRETO RETTORALE N. 4163 DEL 25.11.2014 Vedi art. 2 - Modalità di presentazione

Dettagli

I DIVISIONE DELIBERA. Art. 2 Tipologie contrattuali Le tipologie contrattuali sono fissate dall art. 24, comma 3, della legge n. 240/2010.

I DIVISIONE DELIBERA. Art. 2 Tipologie contrattuali Le tipologie contrattuali sono fissate dall art. 24, comma 3, della legge n. 240/2010. I DIVISIONE 4.1) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MODALITA DI SELEZIONE E DELLO SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITA DEI RICERCATORI CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO EX ART. 24 LEGGE 30 DICEMBRE 2010, N. 240.

Dettagli

IL RETTORE. VISTO l art. 18 dello statuto della LUMSA, emanato con decreto rettorale 1 agosto 2011, n. 920; DECRETA

IL RETTORE. VISTO l art. 18 dello statuto della LUMSA, emanato con decreto rettorale 1 agosto 2011, n. 920; DECRETA Prot. n. 1226 IL RETTORE VISTO l art. 18 dello statuto della LUMSA, emanato con decreto rettorale 1 agosto 2011, n. 920; VISTO il decreto rettorale n. 987 del 26 gennaio 2012; VISTA la delibera del Senato

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DECRETO MINISTERIALE 15 OTTOBRE 2013, N.827 LINEE GENERALI DI INDIRIZZO DELLA PROGRAMMAZIONE DELLE UNIVERSITA PER IL TRIENNIO 2013-2015 VISTO il decreto legge 16 maggio 2008 n. 85, convertito con modificazioni

Dettagli

BOZZA VERBALE DELLA RIUNIONE TELEMATICA DEL 16 GIUGNO 2015

BOZZA VERBALE DELLA RIUNIONE TELEMATICA DEL 16 GIUGNO 2015 il Presidente del Nucleo di Valutazione di Ateneo Prof. Tommaso Minerva BOZZA VERBALE DELLA RIUNIONE TELEMATICA DEL 16 GIUGNO 2015 Via Gramsci, 89/91 71122. Foggia. Italia Telefono +39 0881 338 563/350/348

Dettagli

Il Ministro dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Università e della Ricerca VISTO l'articolo 17, comma 95, della legge 15 maggio 1997, n. 127 e successive modificazioni;; VISTO l'articolo 11, commi 1 e 2, della legge 19 novembre 1990, n. 341; VISTI gli articoli 2 e 3 del decreto

Dettagli

IL RETTORE DIVISIONE RISORSE SETTORE RISORSE UMANE. Via Duomo, 6 13100 Vercelli VC Tel. 0161 26135-587 Fax 0161 210718 concorsi@unipmn.

IL RETTORE DIVISIONE RISORSE SETTORE RISORSE UMANE. Via Duomo, 6 13100 Vercelli VC Tel. 0161 26135-587 Fax 0161 210718 concorsi@unipmn. DIVISIONE RISORSE SETTORE RISORSE UMANE Via Duomo, 6 13100 Vercelli VC Tel. 0161 26135-587 Fax 0161 210718 concorsi@unipmn.it PP/dc Decreto Rettorale Repertorio n. 146-2015 Prot. n. 2608 del 06.03.2015

Dettagli

Regolamento concernente la sicurezza e la salute sui luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. n. 626 del 19 settembre 1994 e del D.M. 363/98.

Regolamento concernente la sicurezza e la salute sui luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. n. 626 del 19 settembre 1994 e del D.M. 363/98. Regolamento concernente la sicurezza e la salute sui luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. n. 626 del 19 settembre 1994 e del D.M. 363/98. Art. 1 - Datore di lavoro 1. Il Rettore, quale Rappresentante legale

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DI PROFESSORI STRAORDINARI E DI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO AI SENSI DELL ARTICOLO 1, COMMA 12 DELLA LEGGE 4 NOVEMBRE 2005, N. 230 E DELL ARTICOLO 24 DELLA LEGGE 30

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI LECCE. Direzione Area Studenti D.R. N.2127 IL RETTORE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI LECCE. Direzione Area Studenti D.R. N.2127 IL RETTORE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI LECCE Direzione Area Studenti D.R. N.2127 Oggetto: Iscritti all Albo dei Consulenti del Lavoro - riconoscimento crediti formativi nel Corso di studio di I livello in Scienze dei

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA Divisione Personale Docente Ufficio Professori Ordinari e Associati

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA Divisione Personale Docente Ufficio Professori Ordinari e Associati Decreto Rettorale n. 1/2007 OGGETTO: Regolamento d Ateneo sulle modalità di trasferimento, mobilità interna, cambiamento di Settore Scientifico Disciplinare e chiamata degli idonei per posti di Professore

Dettagli

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE CONVENZIONE PER L ISTITUZIONE DEL CENTRO INTERUNIVERSITARIO DI RICERCA SUL TURISMO (CIRT) L anno 201X il giorno 15 del mese di dicembre tra: L'Università degli Studi di Firenze, con sede a Firenze, Piazza

Dettagli

Approvazione Convenzione tra Regione Piemonte e Universita' degli Studi di Torino, ai sensi della d.g.r. 7-2062 del 7/9/2015

Approvazione Convenzione tra Regione Piemonte e Universita' degli Studi di Torino, ai sensi della d.g.r. 7-2062 del 7/9/2015 REGIONE PIEMONTE BU43 29/10/2015 Codice A1108A D.D. 8 settembre 2015, n. 512 Approvazione Convenzione tra Regione Piemonte e Universita' degli Studi di Torino, ai sensi della d.g.r. 7-2062 del 7/9/2015

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO SCUOLA DI AGRARIA E MEDICINA VETERINARIA (SAMeV) Regolamento Art. 1 1. La Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria (SAMeV) è istituita ai sensi dello Statuto dell'università di Torino, artt. 24 e sgg.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE (integrato con modifiche apportate dal Senato Accademico con delibera n 994

Dettagli

IL RETTORE. Decreto n. 1041

IL RETTORE. Decreto n. 1041 Decreto n. 1041 IL RETTORE VISTO lo Statuto di questa Università, emanato con D.R. n. 2959 del 14.06.2012 e, in particolare, l art. 53, comma 5; VISTA la delibera del Senato Accademico, assunta nella riunione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE SENATO ACCADEMICO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE SENATO ACCADEMICO Verbale n. 08 21 luglio 2014 Pagina n. 1 Il Senato Accademico dell Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, regolarmente convocato, si è riunito oggi, lunedì 21 luglio 2014, alle ore

Dettagli

2. Le procedure di reclutamento, di cui al presente articolo, dovranno garantire oltre all adeguata pubblicità della selezione, l imparzialità nello

2. Le procedure di reclutamento, di cui al presente articolo, dovranno garantire oltre all adeguata pubblicità della selezione, l imparzialità nello REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE DI PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO A TEMPO DETERMINATO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ CONNESSE A PROGRAMMI DI RICERCA E PER L ATTIVAZIONE DI INFRASTRUTTURE TECNICHE COMPLESSE

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE SENATO ACCADEMICO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE SENATO ACCADEMICO Verbale n. 11 11 novembre 2014 Pagina n. 1 Il Senato Accademico dell Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, regolarmente convocato, si è riunito oggi, martedì 11 novembre 2014, alle

Dettagli

Regolamento della Consulta Comunale degli Studenti universitari del Comune di Bari

Regolamento della Consulta Comunale degli Studenti universitari del Comune di Bari Regolamento della Consulta Comunale degli Studenti universitari del Comune di Bari Art. 1 Istituzione 1. Il Comune di Bari istituisce la Consulta comunale degli Studenti Universitari della Città di Bari,

Dettagli

Prot. n. 91178 del 17 novembre 2014. Estratto dal verbale del Senato Accademico. Adunanza del 12 Novembre 2014

Prot. n. 91178 del 17 novembre 2014. Estratto dal verbale del Senato Accademico. Adunanza del 12 Novembre 2014 Prot. n. 91178 del 17 novembre 2014 Estratto dal verbale del Senato Accademico Adunanza del 12 Novembre 2014 L anno duemilaquattordici, addì 12 del mese di novembre, alle ore 9,00, presso la sala delle

Dettagli

A.A. 2013/2014 AVVISO DI VACANZA

A.A. 2013/2014 AVVISO DI VACANZA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO DIPARTIMENTO JONICO IN SISTEMI GIURIDICI ED ECONOMICI DEL MEDITERRANEO: SOCIETÀ, AMBIENTE, CULTURE Reg. Prot. n. 727/2013 A.A. 2013/2014 AVVISO DI VACANZA Vista

Dettagli

Università degli Studi di Cagliari FACOLTA DI SCIENZE Presidente :Anna Maria Giovanna Musinu Responsabile Segreteria di Presidenza: Donatella Cau

Università degli Studi di Cagliari FACOLTA DI SCIENZE Presidente :Anna Maria Giovanna Musinu Responsabile Segreteria di Presidenza: Donatella Cau FACOLTA DI SCIENZE Presidente :Anna Maria Giovanna Musinu Responsabile Segreteria di Presidenza: Donatella Cau Monserrato, 03 febbraio 2016 Prot. n 3767 del 03/02/2016 OGGETTO: Bando di selezione pubblica,

Dettagli

Regolamento recante la disciplina dei professori a contratto

Regolamento recante la disciplina dei professori a contratto Regolamento recante la disciplina dei professori a contratto IL COMITATO TECNICO ORGANIZZATIVO Visto il D.P.R. 11.7.1980, n. 382; Vista la legge 9.5.1989 n. 168, concernente l istituzione del Ministero

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE COLLABORAZIONI DEGLI STUDENTI NELLE ATTIVITÀ PART-TIME DELL UNIVERSITÀ DI CAMERINO

REGOLAMENTO PER LE COLLABORAZIONI DEGLI STUDENTI NELLE ATTIVITÀ PART-TIME DELL UNIVERSITÀ DI CAMERINO REGOLAMENTO PER LE COLLABORAZIONI DEGLI STUDENTI NELLE ATTIVITÀ PART-TIME DELL UNIVERSITÀ DI CAMERINO (Emanato con decreto rettorale n. 759 del 21 ottobre 2005 Modificato con decreto rettorale n. 31 del

Dettagli

Il Rettore. Decreto n. 44409 (352) Anno 2015

Il Rettore. Decreto n. 44409 (352) Anno 2015 Il Rettore Decreto n. 44409 (352) Anno 2015 VISTI gli articoli 16 e 17 del decreto del Presidente della Repubblica n. 162/82 e l articolo 6 della legge n. 341/90; VISTO l articolo 32 del Regolamento Didattico

Dettagli

CONVENZIONE TRA VISTO

CONVENZIONE TRA VISTO CONVENZIONE TRA L Università Telematica Guglielmo Marconi (di seguito denominata UTGM), istituita con D.M. 1 marzo 2004, (G.U. n. 65 del 18 marzo 2004) con sede in Roma, Via Fabio Massimo, 88, rappresentata

Dettagli

ART. 1 Oggetto del Regolamento

ART. 1 Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN DIDATTICA DELL ITALIANO COME LINGUA STRANIERA ART. 1 Oggetto del Regolamento Il presente regolamento disciplina, ai sensi dell articolo 1 comma 3 del Regolamento

Dettagli

A.A. 2014/2015 II AVVISO DI VACANZA

A.A. 2014/2015 II AVVISO DI VACANZA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO DIPARTIMENTO JONICO IN SISTEMI GIURIDICI ED ECONOMICI DEL MEDITERRANEO: SOCIETÀ, AMBIENTE, CULTURE Prot. n. 557/2014 A.A. 2014/2015 II AVVISO DI VACANZA Vista la

Dettagli

VERBALE DEL SENATO ACCADEMICO DEL GIORNO 7 MARZO 2011

VERBALE DEL SENATO ACCADEMICO DEL GIORNO 7 MARZO 2011 VERBALE DEL SENATO ACCADEMICO DEL GIORNO 7 MARZO 2011 Il giorno 7 del mese di marzo dell anno 2011, alle ore 17.00, presso la Sala del Consiglio di Palazzo Conventati dell Università degli Studi di Macerata

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA (approvato da C. d A. del 12 ottobre 2004)

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA (approvato da C. d A. del 12 ottobre 2004) REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA (approvato da C. d A. del 12 ottobre 2004) 1 INDICE Articolo 1 Finalità Articolo 2 Ambito di applicazione Articolo 3 Istituzione

Dettagli

BANDO N. 23/2015 Procedura comparativa per il conferimento di n. 1 incarico individuale con contratto di collaborazione coordinata e continuativa.

BANDO N. 23/2015 Procedura comparativa per il conferimento di n. 1 incarico individuale con contratto di collaborazione coordinata e continuativa. Prot. n. 436 del 05.08.2015 Class. VII/16 BANDO N. 23/2015 Procedura comparativa per il conferimento di n. 1 incarico individuale con contratto di collaborazione coordinata e continuativa. IL DIRETTORE

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA IN FAVORE DEGLI STUDENTI EX LEGE N. 390/91 POLITECNICO DI BARI

REGOLAMENTO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA IN FAVORE DEGLI STUDENTI EX LEGE N. 390/91 POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA IN FAVORE DEGLI STUDENTI EX LEGE N. 390/91 POLITECNICO DI BARI Decreto emanazione D.R. 74 DEL 03/04/1998 Decreto aggiornamento D.R. n. 63 del 17/02/1999

Dettagli

Emanato con Decreto Rettorale n. 340/AG del 01 febbraio 2013

Emanato con Decreto Rettorale n. 340/AG del 01 febbraio 2013 Emanato con Decreto Rettorale n. 340/AG del 01 febbraio 2013 REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA GESTIONALE Art. 1 - Il Dipartimento Art. 1.1 Generalità e obiettivi

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Parthenope

Università degli Studi di Napoli Parthenope Università degli Studi di Napoli Parthenope Pos. A.G. decreto n. 247 IL RETTORE VISTO PRESO ATTO VISTA VISTE PRESO ATTO VISTA VISTO il D.M. n. 198/2003 Fondo per il sostegno dei giovani e per favorire

Dettagli

IL DIRETTORE. Protocollo N 31694 -VII.1 Rep. n 831/2014. Data 18.12.2014. Coordinamento Amministrativo Responsabile Dott.

IL DIRETTORE. Protocollo N 31694 -VII.1 Rep. n 831/2014. Data 18.12.2014. Coordinamento Amministrativo Responsabile Dott. Protocollo N 31694 -VII.1 Rep. n 831/2014 Data 18.12.2014 Coordinamento Amministrativo Responsabile Dott. Matteo Di Trani Settore Alta Formazione, Didattica e Servizi agli Studenti Responsabile Dott. Tommaso

Dettagli

Studi di Bari, indetto con D.R. n. 3468 del 27/08

Studi di Bari, indetto con D.R. n. 3468 del 27/08 D. R. n. 3652 IL RETTORE Modifica e riapertura termini del bando di concorso per l ammissione al corso di laurea magistrale in Formazione e gestione delle risorse umane (LM-51 e LM-57) presso il Dipartimento

Dettagli

Pos. AG Decreto n. 449 IL RETTORE

Pos. AG Decreto n. 449 IL RETTORE Pos. AG Decreto n. 449 IL RETTORE Vista la legge 9.5.89, n. 168; Vista la legge 19.11.90, n. 341; Vista la legge 15.5.97, n. 127; il D.P.R. 27.1.98, n. 25; il D.M. 3.11.99, n. 509 recante norme concernenti

Dettagli

Procedura MASTER 5/2014

Procedura MASTER 5/2014 Prot.: 161/2014 AFFISSIONE: 4 aprile 2014 Pos.: III.15 SCADENZA: 18 aprile 2014 AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI DOCENZA A TITOLO ONEROSO Procedura MASTER 5/2014 Vista:

Dettagli

Regolamento per il reclutamento di ricercatori universitari a contratto a tempo determinato. Art.1 Ambito di applicazione

Regolamento per il reclutamento di ricercatori universitari a contratto a tempo determinato. Art.1 Ambito di applicazione Regolamento per il reclutamento di ricercatori universitari a contratto a tempo determinato Art.1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina il reclutamento di personale addetto allo svolgimento

Dettagli

REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE MEDICHE, CHIRURGICHE E TECNOLOGIE AVANZATE G.F. INGRASSIA. (art. 15, comma 12, dello Statuto di Ateneo)

REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE MEDICHE, CHIRURGICHE E TECNOLOGIE AVANZATE G.F. INGRASSIA. (art. 15, comma 12, dello Statuto di Ateneo) REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE MEDICHE, CHIRURGICHE E TECNOLOGIE AVANZATE G.F. INGRASSIA (art. 15, comma 12, dello Statuto di Ateneo) Art. 1 Oggetto, denominazione e sede Il presente regolamento

Dettagli

FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO

FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 CONSIGLIO DI FACOLTÀ 1. Il Consiglio di Facoltà ha il compito di programmare, coordinare e gestire tutte le attività didattiche che fanno capo alla Facoltà.

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL Art.1 Ambito di applicazione 1.Il presente regolamento, emanato

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA CONSORZIALE POLICLINICO DI BARI Piazza Giulio Cesare, 11 70124 BARI. N. 624 del 21 Mag 2010

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA CONSORZIALE POLICLINICO DI BARI Piazza Giulio Cesare, 11 70124 BARI. N. 624 del 21 Mag 2010 ORIGINALE AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA CONSORZIALE POLICLINICO DI BARI Piazza Giulio Cesare, 11 70124 BARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE OGGETTO: Costituzione Comitato Etico N. 624 del 21 Mag

Dettagli

Dipartimento Patrimonio, Architettura, Urbanistica

Dipartimento Patrimonio, Architettura, Urbanistica AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO PER IL MASTER DI I LIVELLO IN PROGETTAZIONE AMBIENTALE PER LA CITTA SOSTENIBILE ISTITUITO PRESSO IL DIPARTIMENTO PATRIMONIO, ARCHITETTURA,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI DOTTORATO IN SCIENZE GIURIDICHE ED ECONOMICHE. Art. 1. (Ambito di applicazione)

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI DOTTORATO IN SCIENZE GIURIDICHE ED ECONOMICHE. Art. 1. (Ambito di applicazione) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI DOTTORATO IN SCIENZE GIURIDICHE ED ECONOMICHE Art. 1 (Ambito di applicazione) Il presente Regolamento disciplina le finalità, l organizzazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI Prot. n 23091 del 02/07/2015 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIPARTIMENTO DI SCIENZE MEDICHE MARIO ARESU IL DIRETTORE il vigente Statuto di questo Ateneo; VISTA la Legge del 30 dicembre 2010, n. 240,

Dettagli

Salvo Mura Coordinamento Area Didattica. Il Coordinamento Area Didattica di Ateneo: attività e prospettive future

Salvo Mura Coordinamento Area Didattica. Il Coordinamento Area Didattica di Ateneo: attività e prospettive future Salvo Mura Coordinamento Area Didattica Il Coordinamento Area Didattica di Ateneo: attività e prospettive future Il Coordinamento Area Didattica è stato costituito come unità organizzativa nel 2008 e le

Dettagli