Una scuola che promuove salute

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Una scuola che promuove salute"

Transcript

1 Una scuola che promuove salute

2 Educazione alla salute Prevenzione: Tossicodipendenze Abuso alcolico Tabagismo Educazione: Stili di vita sani Corretta alimentazione Attività motoria

3 Prevenzione delle tossicodipendenze Sostanze maggiormente diffuse: Cannabis Cocaina Ecstasy Smart drugs

4 Smart drugs Traduzione letterale di smart drugs - "droghe furbe" : è possibile acquistare e detenere prodotti di origine vegetale che contengono medesimi principi attivi, poiché non sono ancora inclusi nelle tabelle delle sostanze stupefacenti e psicotrope di cui al DPR 309/90. Preparati di origine sintetica o naturale, che contengono principi attivi di estratti vegetali e sostanze psicotrope (efedrina, caffeina, mescalina, ecc.). L'associazione "naturale = buono" in questo caso è più che mai ingannevole! Prodotti caffeinici, Prodotti efedrinici, Afrodisiaci, Inalanti, solventi, gas, nitriti

5 Indagine 2013 sulla popolazione studentesca (su un campione di soggetti di età compresa tra i anni) Consumatori (una o più volte negli ultimi 12 mesi): cannabis 21.43%, (19,4% nel 2012), cocaina 2,01% (1,86% nel 2012), eroina 0,33% (0,32% nel 2012), stimolanti metamfetamine e/o ecstasy 1,33% (1,12% nel 2012) allucinogeni 2,08% (1,72% nel 2012)... Dati PCM Dipartimento politiche antidroga

6 La maturazione del cervello

7 La maturazione del cervello dell adolescente In grigio corteccia prefrontale = processi comportamentali, etica, controllo In rosso sistema limbico = piacere

8 Crescente diffusione dell uso/abuso di alcol tra i giovani e giovanissimi Piacere del rischio Desiderio di trasgressione Assenza di obiettivi ed interessi Scarsa autostima Influenza del gruppo dei pari

9 Binge drinking Consumo di 6 o più bicchieri di bevande alcoliche in un unica occasione Comportamento a rischio per 10,5% dei ragazzi tra anni senza differenza di genere evidente. Binge drinking: per la fascia d età anni consumi superiore a quello medio della popolazione. Rischio aumentato per i giovani (18-24) che frequentano assiduamente le discoteche (30,5% contro 8,3%) Maggiore diffusione nel Nord-est e Nord-ovest, ridotto al sud

10 Almeno un comportamento a rischio Binge drinking Classe di età M F totale M F totale ,2 9,7 10,5 1,5 1,0 1, ,2 5,2 10,1 13,7 4,8 9, ,2 11,5 15,5 18,9 10,6 15, ,7 8,8 15,6 20,6 8,5 14,8 L OMS raccomanda la totale astensione dal consumo di alcol fino a 15 anni: per i giovani tra anni è considerato comportamento a rischio il consumo anche di una sola bevanda alcolica Dati ISTAT anno 2012

11 Alcol e guida Nel nostro paese il 30% dei decessi per incidente sulla strada e il 50% degli incidenti con esito non mortale, secondo i dati della Commissione Europea e le elaborazioni dell Istituto Superiore di Sanità, hanno una correlazione con l'uso di alcol o droghe. Inoltre, più di 1 incidente su 4 in Europa è causato dall uso di alcol alla guida (circa ogni anno); oltre 1 decesso su 4 in Europa registrato tra i ragazzi e 1 su 10 tra le ragazze è causato dall alcol; l incidentalità stradale connessa all alcol rappresenta la prima causa di morte tra i giovani di età compresa tra i 15 e i 29 anni.

12 Dati relativi al fumo

13 La maturazione del cervello dell adolescente In grigio corteccia prefrontale = processi comportamentali, etica, controllo In rosso sistema limbico = piacere

14 La scuola Fattori di rischio individuali ambientali R Fattori protettivi - P

15 Istituzioni scolastiche prevenzione Educare a corretti stili di vita Aumentare le competenze e le capacità individuali sulla salute e sulla malattia Rafforzare i fattori di protezione (p.es. famiglia) Fornire ai giovani gli strumenti per conoscere ed evitare comportamenti che possano danneggiare la salute

16 Ragazzi protagonisti e diffusori di una cultura di promozione della salute Programmi precoci (già da 4-8 anni) prima che i modelli di comportamento siano consolidati Approccio a spirale con avvio di programmi dall infanzia all adolescenza Scuola quale luogo d elezione per individuare bisogni, valutare comportamenti a rischio e precisare interventi di educazione alla salute e di prevenzione

17 Scuola - Salute Collaborazione fattiva inter-istituzionale Azioni diversificate su tutte le problematiche legate alla promozione della salute Azioni su tutte le fasce di età scolare Molta attenzione ai fenomeni emergenti (p.es. Krokodil, nuove droghe, vendita via internet) Coinvolgimento dei genitori nei progetti e nella progettualità Risposta pronta a esigenze specifiche territoriali Esempi: Unplugged, Centri educativi alla scoperta di sé, prevenzione delle dipendenze e dell incidentalità stradale alcol e droga correlata, attività per expo 2015

18 Programma Europeo denominato EUDAP-Unplugged Finalizzato alla prevenzione dell uso di tabacco, alcol e droghe rivolto agli alunni delle prime classi delle scuole secondarie di II grado ed esteso, dall a.s. 2011/12 anche alle seconde classi delle secondarie di I grado. Si fonda sul potenziamento delle life skills e su un modello di influenza sociale globale, include una equilibrata miscela di nozioni teoriche, sviluppo di abilità sociali generali (capacità critica, risoluzione dei conflitti, formulazione di obiettivi, comprensione delle dinamiche di gruppo, management di stress ed emozioni) e correzione delle percezioni erronee riguardanti la diffusione e l accettabilità dell uso di sostanze psicotrope. Si rivolge ad adolescenti di età compresa tra i 12 e i 14 anni ed è costituito da 12 unità da integrare nel curriculum scolastico con una modalità interattiva. La valutazione, effettuata a livello europeo con uno studio randomizzato e controllato, ha dimostrato che l efficacia di Unplugged è in linea con quella di altri programmi di prevenzione basati sulle migliori prassi. A tre mesi dalla fine del Programma gli alunni Unplugged avevano il 30% in meno di probabilità di fumare sigarette (quotidianamente) o di bere fino al punto di ubriacarsi e il 23% in meno di probabilità di fare uso di Cannabis nell ultimo mese rispetto agli studenti di controllo.

19 Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione Centri educativi alla scoperta di sé Beneficiari adolescenti dai 15 ai 17 anni del primo biennio della scuola secondaria di secondo grado e i giovani dai 14 ai 18 anni iscritti ai percorsi di formazione professionale Catania e Torino Attività: Accoglienza Percorsi tematici di educazione alla salute Accompagnamento allo studio Approfondimenti disciplinari MIUR - Fondazione Piazza dei Mestieri

20 Prevenzione delle dipendenze e dell incidentalità stradale alcol e droga correlata DRUGS ON STREET EDUCATIONAL rivolto alunni delle scuole italiane secondarie di I grado, i loro genitori e i docenti. KIT formativo INFO SAFE produzione di materiali informativi che orientino i giovani ad assumere atteggiamenti responsabili e che oltre ad essere scientificamente accreditati LIM EDU-DRUGS realizzazione di un educational game per gli alunni delle Scuole secondarie di I e II grado VIVI LA STRADA - Area Centro-Nord VIVI LA STRADA Area Centro-Sud e Isole realizzazione da parte degli studenti secondarie di I e II grado di video e/o slogan MIUR DPA

21 EXPO 2015 Nutrire il pianeta, energia per la vita Sensibilizzare le nuove generazioni alle tematiche sociali legate ad alimentazione ed ambiente, rendendole protagoniste del proprio benessere e sostenitrici di una cultura della sicurezza alimentare e della crescita sostenibile. Bando La Scuola per EXPO 2015, istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, idee e realizzare percorsi di formazione interdisciplinare sul tema Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita e i sottotemi: la scienza e la tecnologia per la sicurezza e la qualità alimentare, la scienza e la tecnologia per l agricoltura e la biodiversità, l innovazione della filiera agroalimentare, l educazione alimentare, l alimentazione e gli stili di vita, il cibo e la cultura, la cooperazione e lo sviluppo nell alimentazione. Bando Together in EXPO 2015, Istituzioni scolastiche secondarie di primo e secondo grado, gemellaggi e a realizzazione di progetti di comunicazione sui temi dell alimentazione sostenibile, solidale ed equa.

22 Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione, e la Partecipazione Grazie per l attenzione

IL PROGRAMMA UNPLUGGED DOTT. STEFANO MARCI U.O.C. MATERNO-INFANTILE A.S.L. RIETI

IL PROGRAMMA UNPLUGGED DOTT. STEFANO MARCI U.O.C. MATERNO-INFANTILE A.S.L. RIETI IL PROGRAMMA UNPLUGGED DOTT. STEFANO MARCI U.O.C. MATERNO-INFANTILE A.S.L. RIETI RIETI, 24 MAGGIO 2012 Loro scrivono il fumo uccide Noi accendiamo una sigaretta e ci mettiamo a ride! Alessandro (11 anni)

Dettagli

Promozione del benessere e dei corretti stili di vita a scuola

Promozione del benessere e dei corretti stili di vita a scuola Promozione del benessere e dei corretti stili di vita a scuola proposta di iniziative di promozione della salute nel territorio dell Area Vasta 3 dell ASUR Marche: PAESAGGI DI PREVENZIONE per le scuole

Dettagli

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 -

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 Milano ospiterà l Esposizione Universale dal tema Nutrire il Pianeta, Energia per

Dettagli

Dipartimento Dipendenze. Progetto regionale di prevenzione LIFE SKILLS TRAINING

Dipartimento Dipendenze. Progetto regionale di prevenzione LIFE SKILLS TRAINING Dipartimento Dipendenze Progetto regionale di prevenzione LIFE SKILLS TRAINING Perché un intervento preventivo dell uso ed abuso di sostanze nella classe prima media? Le ricerche dimostrano che si sta

Dettagli

Info Day Guadagnare Salute 2011 GUADAGNARE SALUTE IN A.S.S. 4 I comportamenti protettivi nei giovani e l uso di sostanze: il progetto Unplugged Simonetta Micossi Luciano Ciccone Molti progetti per le diverse

Dettagli

DUNQUE SCELGO! PROGETTO DI PROMOZIONE DELLA SALUTE LA PREVENZIONE ALL USO E ABUSO DI ALCOL NEI GIOVANI DELLE SCUOLE SECONDARIE DI I GRADO

DUNQUE SCELGO! PROGETTO DI PROMOZIONE DELLA SALUTE LA PREVENZIONE ALL USO E ABUSO DI ALCOL NEI GIOVANI DELLE SCUOLE SECONDARIE DI I GRADO PENSO DUNQUE SCELGO! PROGETTO DI PROMOZIONE DELLA SALUTE LA PREVENZIONE ALL USO E ABUSO DI ALCOL NEI GIOVANI DELLE SCUOLE SECONDARIE DI I GRADO In collaborazione con: Acat 23 di Piove di Sacco Dipartimento

Dettagli

Progetto Dos Edu: Drugs on Street Educational

Progetto Dos Edu: Drugs on Street Educational Progetto Dos Edu: Drugs on Street Educational Interventi informativi ed educativi per la prevenzione dell incidentalità stradale correlata al consumo di alcol e droga prof.ssa Paola Cannavale COME NASCE

Dettagli

4.4- L OFFERTA FORMATIVA DIPARTIMENTO DIPENDENZE AREA PREVENZIONE

4.4- L OFFERTA FORMATIVA DIPARTIMENTO DIPENDENZE AREA PREVENZIONE PIANO INTEGRATO DIRITTO ALLO STUDIO Anno Scolastico 2012 2013 4.4- L OFFERTA FORMATIVA DIPARTIMENTO DIPENDENZE AREA PREVENZIONE SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO SCUOLA SECONDARIA DI 2 GRADO Area Formazione

Dettagli

PREVENZIONE USO DI SOSTANZE LEGALI ED ILLEGALI:ALCoL E TABAGISMO

PREVENZIONE USO DI SOSTANZE LEGALI ED ILLEGALI:ALCoL E TABAGISMO PREVENZIONE USO DI SOSTANZE LEGALI ED ILLEGALI:ALCoL E TABAGISMO Obiettivi prioritari TABAGISMO (CLASSI PRIME) 1. Informare scientificamente sui rischi legati al consumo di tabacco 2. Disincentivare l

Dettagli

1. Regione Piemonte 2. Titolo del programma 2.9.4. Guadagnare salute in adolescenza.

1. Regione Piemonte 2. Titolo del programma 2.9.4. Guadagnare salute in adolescenza. Piano operativo Schede 1. Regione Piemonte 2. Titolo del programma 2.9.4. Guadagnare salute in adolescenza. 3. Identificativo della linea o delle linee di intervento generale/i 2.9 Prevenzione e sorveglianza

Dettagli

In collaborazione con. www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org

In collaborazione con. www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org In collaborazione con ti, ia! n o r P za, v en t r a p www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org MONZA APRIPISTA DEL PROGETTO: UN CONCORSO E 100 IDEE PER LA FASE PILOTA Sono state le scuole dell

Dettagli

La prevenzione delle droghe. prof.ssa Carla Buonaiuto

La prevenzione delle droghe. prof.ssa Carla Buonaiuto La prevenzione delle droghe prof.ssa Carla Buonaiuto L adolescenza inizia con l ingresso alla scuola media inferiore e in questo periodo avvengono cambiamenti psicofisici e nelle relazioni con la famiglia,

Dettagli

Adolescenza e trasgressione

Adolescenza e trasgressione Adolescenza e trasgressione La scuola che promuove benessere Padova, 18 aprile 2008 Due domande di fondo: 1. Quale scuola all inizio del terzo millennio? 2. Quale benessere nella scuola attuale? La nuova

Dettagli

CURRICULUM EDUCAZIONE AL BEN ESSERE SCUOLA SECONDARIA CLASSE 1ˆ

CURRICULUM EDUCAZIONE AL BEN ESSERE SCUOLA SECONDARIA CLASSE 1ˆ CURRICULUM EDUCAZIONE AL BEN ESSERE SCUOLA SECONDARIA CLASSE 1ˆ PERIODO TEMATICA DALLA CARTA DELLA TERRA 1 q. ED. ALIMENTARE Sviluppo di una coscienza alimentare. Conoscere e riconoscere i sapori. Apprezzare

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA SALUTE

EDUCAZIONE ALLA SALUTE ISTITUTO COMPRENSIVO GARIBALDI-LEONE TRINITAPOLI EDUCAZIONE ALLA SALUTE Anno scolastico 2015/2016 La salute è creata e vissuta dalle persone all interno degli ambienti organizzati della vita quotidiana:

Dettagli

(PRIMA BOZZA) Milano, 15 Aprile, 2011

(PRIMA BOZZA) Milano, 15 Aprile, 2011 RETE LOMBARDA DELLE SCUOLE CHE PROMUOVONO SALUTE CORNICE METODOLOGICA (PRIMA BOZZA) Milano, 15 Aprile, 2011 PREMESSA Il presente documento è il frutto di un percorso di elaborazione a cui hanno partecipato

Dettagli

Alcuni dati sull attività svolta dal. Dipartimento delle Dipendenze. nell Ambito Territoriale dell Alto Sebino. Anno 2013

Alcuni dati sull attività svolta dal. Dipartimento delle Dipendenze. nell Ambito Territoriale dell Alto Sebino. Anno 2013 DIPARTIMENTO DELLE DIPENDENZE Alcuni dati sull attività svolta dal Dipartimento delle Dipendenze nell Ambito Territoriale dell Alto Sebino Anno 2013 Anno 2014 Alcuni dati sull attività svolta dal Dipartimento

Dettagli

La strada per una guida sicura

La strada per una guida sicura La strada per una guida sicura Promozione della p evenzione z d degli inci enti stradali alcol e drog correlati a r rivolto alle scuole In collaborazione con: CUEIM Il progetto L assunzione di sostanze

Dettagli

LE FINALITA DEL PROGETTO

LE FINALITA DEL PROGETTO AMBITO N 5 LE FINALITA DEL PROGETTO La finalità del progetto è quella di organizzare e realizzare interventi mirati in modo da prevenire stili e comportamento a rischio ed innalzare le capacità di comprensione

Dettagli

Progetto di prevenzione delle dipendenze patologiche

Progetto di prevenzione delle dipendenze patologiche Progetto di prevenzione delle dipendenze patologiche in collaborazione con LEGIONE CARABINIERI CAMPANIA Compagnia di Amalfi U.O. SERVIZIO TOSSICODIPENDENZE Asl Sa COMUNE DI AMALFI Politiche Sociali La

Dettagli

EDUCAZIONE TRA PARI :

EDUCAZIONE TRA PARI : Un programma integrato della ASL Milano Servizio di Medicina Preventiva nelle Comunità Servizio Famiglia Dipartimento Dipendenze - Attività Prevenzione Specifica EDUCAZIONE TRA PARI : Programma di promozione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO REGINA ELENA SOLARO SCUOLA MEDIA LUIGI PIRANDELLO. RELAZIONE FINALE DEL PROGETTO LIFE SKILLS TRAINING a.s.

ISTITUTO COMPRENSIVO REGINA ELENA SOLARO SCUOLA MEDIA LUIGI PIRANDELLO. RELAZIONE FINALE DEL PROGETTO LIFE SKILLS TRAINING a.s. ISTITUTO COMPRENSIVO REGINA ELENA SOLARO SCUOLA MEDIA LUIGI PIRANDELLO RELAZIONE FINALE DEL PROGETTO LIFE SKILLS TRAINING a.s. 2012/2013 Nel corrente anno scolastico, la Scuola Media L. Pirandello ha organizzato,

Dettagli

Expo 2015. Bandi di concorso nazionali per le Scuole

Expo 2015. Bandi di concorso nazionali per le Scuole Expo 2015. Bandi di concorso nazionali per le Scuole Contenuto in Comunicazioni, Concorsi studenti, Docenti, Expo 2015, Formazione, Genitori, Studenti,Ufficio4 Argomenti: Educazione alimentare, Educazione

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA SALUTE A SCUOLA

EDUCAZIONE ALLA SALUTE A SCUOLA U.O. IGIENE E SANITÁ PUBBLICA ASP- Potenza EDUCAZIONE ALLA SALUTE A SCUOLA Percorsi per guadagnare salute 2015-2016 1 PREMESSA Il concetto della salute è un concetto che necessita di molteplici azioni

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA SULL ADOZIONE DEL CODICE ETICO PER LA PREVENZIONE ALL ABUSO DI ALCOOL

PROTOCOLLO D'INTESA SULL ADOZIONE DEL CODICE ETICO PER LA PREVENZIONE ALL ABUSO DI ALCOOL PROTOCOLLO D'INTESA SULL ADOZIONE DEL CODICE ETICO PER LA PREVENZIONE ALL ABUSO DI ALCOOL Tra Risorsa Sociale Gera d Adda in rappresentanza dei 18 Comuni dell Ambito di Treviglio ASL della provincia di

Dettagli

GUADAGNARE SALUTE ASL 4 DI TERNI

GUADAGNARE SALUTE ASL 4 DI TERNI GUADAGNARE SALUTE ASL 4 DI TERNI I DATI EPIDEMIOLOGICI Sez. III Consumo di Alcol e Sicurezza Stradale 2 Consumo di Alcol L alcol insieme a fumo, attività fisica e alimentazione ha assunto nell ambito della

Dettagli

Istituto comprensivo XX Settembre Catania

Istituto comprensivo XX Settembre Catania Istituto comprensivo XX Settembre Catania Anno scolastico 2010/2011 Destinatari: alunni della scuola primaria Referente: Ins. Laureanti Floriana 1 Premessa La Salute definita, nella Costituzione dell'organizzazione

Dettagli

PROGETTO SCUOLA EXPO MILANO 2015. Vademecum Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Settembre 2014

PROGETTO SCUOLA EXPO MILANO 2015. Vademecum Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Settembre 2014 PROGETTO SCUOLA EXPO MILANO 2015 Vademecum Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Settembre 2014 1. Premessa L Esposizione Universale del 2015, che avrà come tema centrale Nutrire il Pianeta, Energia

Dettagli

A più voci contro la dispersione scolastica

A più voci contro la dispersione scolastica A più voci contro la dispersione scolastica 1. Contesto dell intervento Abbandoni, interruzioni formalizzate, frequenze irregolari, ripetenze, ritardi : hanno nomi diversi le disfunzioni che caratterizzano

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Iseo

Scuola Secondaria di I grado di Iseo Scuola Secondaria di I grado di Iseo COMPETENZE ESPERTE (1) LIFE SKILLS (2) CROCE ROSSA (9) ORIENTAMENTO (3) GEMELLAGGIO (8) PROGETTI SECONDARIA DI ISEO KANGOUROU (4) LETTORE MADRELINGUA INGLESE (7) SPORTELLO

Dettagli

Operatori sanitari formati Insegnanti coinvolti. Formazione Torino Formazione Locale. zero 10. zero 20. Interventi nelle classi.

Operatori sanitari formati Insegnanti coinvolti. Formazione Torino Formazione Locale. zero 10. zero 20. Interventi nelle classi. 1) Regione: Regione Liguria 2) Titolo del progetto: 2.9.6.4 UNPLUGGED - Realizzazione di un Programma scolastico di potenziamento di conoscenze e abilità personali e sociali per la prevenzione dell uso

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato DI STANISLAO

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato DI STANISLAO Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3168 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato DI STANISLAO Istituzione dei consultori scolastici antidroga e altri interventi per il contrasto

Dettagli

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Il progetto Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato è nato in seguito ad un progetto pilota avviato durante l anno scolastico 1999/2000 e presentato

Dettagli

Riti di passaggio. Descrizione sintetica del bisogno territoriale a cui il progetto intende rispondere.

Riti di passaggio. Descrizione sintetica del bisogno territoriale a cui il progetto intende rispondere. Riti di passaggio Descrizione sintetica del bisogno territoriale a cui il progetto intende rispondere. L'associazione CIGD e gli enti partner del presente progetto individuano nei preadolescenti la fascia

Dettagli

Regione Calabria ASP Reggio Calabria Dipartimento di Prevenzione

Regione Calabria ASP Reggio Calabria Dipartimento di Prevenzione U.O. EDUCAZIONE SANITARIA Responsabile: Dott.ssa Angela Epifanio Tel. 0964399905 Sede: via Dromo (ospedale vecchio) Siderno R.C. Segreteria: Tel/Fax 0964399908 - E mail promozionesaluterc@libero.it Mission:

Dettagli

Studenti di oggi cittadini di domani: lezioni di mobilità e sicurezza in strada

Studenti di oggi cittadini di domani: lezioni di mobilità e sicurezza in strada Studenti di oggi cittadini di domani: lezioni di mobilità e sicurezza in strada Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Agenzia per la Mobilità EDUCAZIONE STRADALE TRA SCUOLA E FAMIGLIA L educazione

Dettagli

INDAGINE SUI COMPORTAMENTI A RISCHIO DEGLI ADOLESCENTI

INDAGINE SUI COMPORTAMENTI A RISCHIO DEGLI ADOLESCENTI Indagine sui comportamenti a rischio degli adolescenti INDAGINE SUI COMPORTAMENTI A RISCHIO DEGLI ADOLESCENTI di Luigi Minerba, Paolo Contu, Carlo Pintor In questo articolo vengono presentati alcuni risultati

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA SALUTE

EDUCAZIONE ALLA SALUTE Ministero della Pubblica Istruzione Istituto D Istruzione Superiore N. Miraglia Sezioni: I. P. S. S. C. T. N.Miraglia - LICEO GINNASIO N. Carlomagno e I.T.I.S. di LAURIA Via Cerse dello Speziale - 85045

Dettagli

Alcol e velocità. Ipotesi progettuale sulle problematiche correlate all alcol, relative alla guida dei ciclomotori e dei veicoli IN PRIMO PIANO

Alcol e velocità. Ipotesi progettuale sulle problematiche correlate all alcol, relative alla guida dei ciclomotori e dei veicoli IN PRIMO PIANO R D 30 N PRMO PANO D STEFANO RAFANELL potesi progettuale sulle problematiche correlate all alcol, relative alla guida dei ciclomotori e dei veicoli D a qualche anno a questa parte il consumo di alcol da

Dettagli

La rappresentazione delle giovani generazioni in Toscana: dati e indicatori. Anna Maria Bertazzoni Direttore generale, Istituto degli Innocenti

La rappresentazione delle giovani generazioni in Toscana: dati e indicatori. Anna Maria Bertazzoni Direttore generale, Istituto degli Innocenti La rappresentazione delle giovani generazioni in Toscana: dati e indicatori Anna Maria Bertazzoni Direttore generale, Istituto degli Innocenti Dati e indicatori sulla condizione dell infanzia e dell adolescenza

Dettagli

Formare e informare i propri lavoratori (Traduzione e adattamento da Drug-free Wokplace kit SAMHSA http://www.samhsa.gov/workplace/workplace-programs)

Formare e informare i propri lavoratori (Traduzione e adattamento da Drug-free Wokplace kit SAMHSA http://www.samhsa.gov/workplace/workplace-programs) Formare e informare i propri lavoratori (Traduzione e adattamento da Drug-free Wokplace kit SAMHSA http://www.samhsa.gov/workplace/workplace-programs) L intera organizzazione dovrebbe essere a conoscenza

Dettagli

Punto di vista un progetto di sistema

Punto di vista un progetto di sistema Progetti scuola /extrascuola Punto di vista un progetto di sistema L.Grotti - Promeco Forlì 17 Febbraio 2011 Promeco È un servizio pubblico istituito attraverso una convenzione tra più enti. (Comune, A.USL,

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione Ministero della Pubblica Istruzione ADMO Associazione dei Donatori di Midollo Osseo PROTOCOLLO D INTESA Il Ministero della Pubblica Istruzione e l ADMO, Associazione dei Donatori di Midollo Osseo VISTA

Dettagli

interventi di prevenzione nella scuola Anna Luzi

interventi di prevenzione nella scuola Anna Luzi interventi di prevenzione nella scuola Anna Luzi 1. Progetto Scuolasalute 2. Programma EUDAP/Unplugged Anna Luzi progetto scuolasalute Obiettivi Implementare gli interventi di promozione della salute nella

Dettagli

PREVENZIONE e LIFE SKILLS (abilità per la vita) Carlo Pellegrini Lecco, 25/02/2013

PREVENZIONE e LIFE SKILLS (abilità per la vita) Carlo Pellegrini Lecco, 25/02/2013 PREVENZIONE e LIFE SKILLS (abilità per la vita) Carlo Pellegrini Lecco, 25/02/2013 Premessa Le linee guida della prevenzione delle dipendenze raccomandano di aumentare i fattori di protezione e di diminuire

Dettagli

Il presente bando si divide in due sezioni

Il presente bando si divide in due sezioni BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER I MIGLIORI PROGETTI FINALIZZATI ALLA PREVENZIONE DELL'OBESITA' E PATOLOGIE CORRELATE ALLA CATTIVA ALIMENTAZIONE, ALLA PROMOZIONE DELLA SICUREZZA STRADALE, ALLA

Dettagli

I parte: alcuni risultati di un indagine (con collaborazione IARD) condotta su di un campione di 800 giovani modenesi 15-24 anni (universo 13.

I parte: alcuni risultati di un indagine (con collaborazione IARD) condotta su di un campione di 800 giovani modenesi 15-24 anni (universo 13. Comune di Modena Infanzia e Adolescenza 11 ottobre 2005 I parte: alcuni risultati di un indagine (con collaborazione IARD) condotta su di un campione di 800 giovani modenesi 15-24 anni (universo 13.000)

Dettagli

SCUOLE CHE PROMUOVONO SALUTE : IL CONCORSO REGIONALE

SCUOLE CHE PROMUOVONO SALUTE : IL CONCORSO REGIONALE SCUOLE CHE PROMUOVONO SALUTE : IL CONCORSO REGIONALE DELL ANNO SCOLASTICO 2012/2013 INTRODUZIONE La Scuola è il luogo in cui azioni di educazione, formazione, informazione, controllo e sicurezza per la

Dettagli

ADOLESCENTI AL BIVIO TRA DIPENDENZE E LIBERTÀ

ADOLESCENTI AL BIVIO TRA DIPENDENZE E LIBERTÀ ANTONELLO VANNI ADOLESCENTI AL BIVIO TRA DIPENDENZE E LIBERTÀ Manuale sulla prevenzione delle dipendenze per genitori, educatori e insegnanti INDICE Premessa: adolescenti al bivio, ma non più soli PARTE

Dettagli

ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITÀ

ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITÀ ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITÀ GIOVANI E ALCOL Dichiarazione ufficiale adottata a Stoccolma il 21 febbraio 2001 traduzione autorizzata del documento dell Organizzazione Mondiale della Sanità Ufficio

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Campagna informativa nazionale Il corretto uso dei servizi di emergenza urgenza Proposta per la realizzazione di interventi di promozione ed educazione alla salute nella Scuola Il Ministero della Salute,

Dettagli

Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado

Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado Classe: Sezione: Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado PROGETTAZIONE CURRICOLARE Approvazione del Consiglio di Classe in data: Coordinatore:Prof.

Dettagli

Sintesi del PROGETTO FAMILIARMENTE

Sintesi del PROGETTO FAMILIARMENTE Comune di Codogno Assessorato alle Politiche Sociali Sintesi del PROGETTO FAMILIARMENTE Comune di Codogno - Centro Servizi Sociali Pag. 1 di 5 La Responsabile del Servizio e del Procedimento: A.S. Tassi

Dettagli

I dati sui consumi della popolazione italiana provenienti dalle rilevazioni ESPAD Italia ed IPSAD Italia

I dati sui consumi della popolazione italiana provenienti dalle rilevazioni ESPAD Italia ed IPSAD Italia I dati sui consumi della popolazione italiana provenienti dalle rilevazioni ESPAD Italia ed IPSAD Italia Sabrina Molinaro, PhD Dir. Sez. Epidemiologia e Ricerca sui Servizi Sanitari Istituto di Fisiologia

Dettagli

VIVI LA STRADA Area Centro-Sud e Isole

VIVI LA STRADA Area Centro-Sud e Isole Progetto VIVI LA STRADA Area Centro-Sud e Isole Raccolta di materiale di prevenzione all incidentalità alcol e droga correlata presso tutte le scuole secondarie di primo e secondo grado presenti nelle

Dettagli

VIVI LA NOTTE. Abstract Conferenza Dibattito VIVI LA NOTTE. 20 marzo 2008 AVIGLIANA. 22 aprile 2008 BEINASCO

VIVI LA NOTTE. Abstract Conferenza Dibattito VIVI LA NOTTE. 20 marzo 2008 AVIGLIANA. 22 aprile 2008 BEINASCO Abstract Conferenza Dibattito VIVI LA NOTTE 20 marzo 2008 AVIGLIANA 22 aprile 2008 BEINASCO VIVI LA NOTTE E un progetto attivo dal settembre 2006. Gestito dalla Cooperativa Sociale ESSERCI e finanziato

Dettagli

Istituto Comprensivo Karol Wojtyla

Istituto Comprensivo Karol Wojtyla Istituto Comprensivo Karol Wojtyla Sintesi del Piano Dell offerta Formativa A.S. 2014-2015 16 gennaio 2015: presentazione delle scelte educativo-didattiche ai genitori (ore 18.00) 17 gennaio 2015: scuola

Dettagli

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 -

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - L esposizione universale è, per eccellenza, il luogo delle visioni del futuro. Nutrire il pianeta, Energia per la vita è l invito

Dettagli

SCUOLA CHE PROMUOVE LA SALUTE. a.s 2013-2014

SCUOLA CHE PROMUOVE LA SALUTE. a.s 2013-2014 LICEO ARTISTICO STATALE GIACOMO E PIO MANZU BERGAMO SCUOLA CHE PROMUOVE LA SALUTE a.s 2013-2014 Nonostante i seri problemi e i continui tagli che gravano sulla scuola, la Commissione Salute continua a

Dettagli

Promozione del benessere nei contesti scolastici

Promozione del benessere nei contesti scolastici Promozione del benessere nei contesti scolastici Roma 23 febbraio 2015 Cristina Faliva Dipartimento di Prevenzione ASL RMC Unplugged èun programma scolastico per la prevenzione dell uso di tabacco, alcol

Dettagli

Educazione alla Salute Alimentazione e Movimento nella Scuola Primaria: Misurare il cambiamento

Educazione alla Salute Alimentazione e Movimento nella Scuola Primaria: Misurare il cambiamento Protocollo n. 26/DDA/2012 Oggetto: progettualità per la valutazione, formazione, educazione alimentare e motoria Educazione alla Salute Alimentazione e Movimento nella Scuola Primaria: Misurare il cambiamento

Dettagli

CONCORSO PERCHÉ NO. promosso da: CENTRO DI SOLIDARIETÁ DI GENOVA DESTINATO ALLE SCUOLE SECONDARIE DI I E II GRADO DELLA PROVINCIA DI GENOVA

CONCORSO PERCHÉ NO. promosso da: CENTRO DI SOLIDARIETÁ DI GENOVA DESTINATO ALLE SCUOLE SECONDARIE DI I E II GRADO DELLA PROVINCIA DI GENOVA CONCORSO PERCHÉ NO promosso da: CENTRO DI SOLIDARIETÁ DI GENOVA DESTINATO ALLE SCUOLE SECONDARIE DI I E II GRADO DELLA PROVINCIA DI GENOVA Il Centro di Solidarietà di Genova (CSG) bandisce il concorso

Dettagli

ALCOL E GIOVANI: IL RUOLO DELL INFERMIERE NEL TERRITORIO

ALCOL E GIOVANI: IL RUOLO DELL INFERMIERE NEL TERRITORIO ALCOL E GIOVANI: IL RUOLO DELL INFERMIERE NEL TERRITORIO Valentina Di Mario INTRODUZIONE L uso di bevande alcoliche è da lungo tempo considerato un fattore di rischio per la salute pubblica. Il significato

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA I tre ordini di scuola, in accordo fra loro per garantire una continuità dalla scuola dell Infanzia alla scuola Superiore

Dettagli

ASSESSORATO DELL'IGIENE E SANITA' E DELL'ASSISTENZA SOCIALE PIANO OPERATIVO DEL PRP REGIONE SARDEGNA 2010-2012

ASSESSORATO DELL'IGIENE E SANITA' E DELL'ASSISTENZA SOCIALE PIANO OPERATIVO DEL PRP REGIONE SARDEGNA 2010-2012 ASSESSORATO DELL'IGIENE E SANITA' E DELL'ASSISTENZA SOCIALE Allegato 2. PIANO OPERATIVO DEL PRP REGIONE SARDEGNA 2010-2012 Regione: Regione Autonoma della Sardegna 2) Titolo del progetto o del programma:

Dettagli

Curricolo dell'istituto Comprensivo "Bolzano - Europa 2"

Curricolo dell'istituto Comprensivo Bolzano - Europa 2 Curricolo dell'istituto Comprensivo "Bolzano - Europa 2" In base alle "Indicazioni provinciali per la definizione dei curricoli relativi alla scuola primaria e alla scuola secondaria di primo grado negli

Dettagli

5.1.1. PREVENZIONE:MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI

5.1.1. PREVENZIONE:MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI 5. EDUCAZIONE ALLA SALUTE 5.1 PREVENZIONE 5.1.1. PREVENZIONE:MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI Conoscenza anatomica e fisiologica degli apparati riproduttori Conoscenza della capacità di difesa immunitaria

Dettagli

PROPOSTE EDUCATIVE PER LE SCUOLE. Primarie e Secondarie di 1. a.s.2015.2016

PROPOSTE EDUCATIVE PER LE SCUOLE. Primarie e Secondarie di 1. a.s.2015.2016 PROPOSTE EDUCATIVE PER LE SCUOLE Primarie e Secondarie di 1 a.s.2015.2016 La Casa delle Culture propone, attraverso la cooperativa, per l anno scolastico 2015/2016, un offerta di percorsi di animazione

Dettagli

DIPARTIMENTO POLITICHE ANTIDROGA. smart? drugs. Informazioni per i giovani. www.droganograzie.it

DIPARTIMENTO POLITICHE ANTIDROGA. smart? drugs. Informazioni per i giovani. www.droganograzie.it DIPARTIMENTO POLITICHE ANTIDROGA smart? drugs Informazioni per i giovani www.droganograzie.it SMART DRUGS Anno 2009 A cura di: Dipartimento Politiche Antidroga - Presidenza del Consiglio dei Ministri Tratto

Dettagli

Protocollo d Intesa tra il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR),

Protocollo d Intesa tra il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR), Protocollo d Intesa tra il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR), e Comune di Viterbo Educazione alimentare e stili di vita consapevoli: le scuole del

Dettagli

PROGETTO REGIONALE Percorsi di salute e di benessere per gli adolescenti LA PREVENZIONE DEL TABAGISMO

PROGETTO REGIONALE Percorsi di salute e di benessere per gli adolescenti LA PREVENZIONE DEL TABAGISMO PROGETTO REGIONALE Percorsi di salute e di benessere per gli adolescenti LA PREVENZIONE DEL TABAGISMO Le parole chiave del progetto: bellezza, ambiente, salute, scuola territorio, stare bene, cultura,

Dettagli

responsabile e solidale

responsabile e solidale Progetto: abbiamo fatto un sogno realizzare una scuola responsabile e solidale aiutando i nostri allievi a diventare soggetti attivi della propria vita attraverso scelte responsabili. Responsabilità è

Dettagli

L epidemiologia delle dipendenze in Italia

L epidemiologia delle dipendenze in Italia L epidemiologia delle dipendenze in Italia LE DIMENSIONI DEL FENOMENO Generazione In- Dipendente L epidemiologia delle dipendenze in Italia Tutti i dati statistico-epidemiologici sullo stato delle tossicodipendenze

Dettagli

Le Olimpiadi entrano nelle scuole Firmato il protocollo tra TOROC e MIUR

Le Olimpiadi entrano nelle scuole Firmato il protocollo tra TOROC e MIUR COMUNICATO STAMPA 26/2003 Le Olimpiadi entrano nelle scuole Firmato il protocollo tra e MIUR (TORINO, 17 MARZO 2003) Valentino Castellani, presidente del e la senatrice Maria Grazia Siliquini, sottosegretario

Dettagli

Educazione alimentare: i progetti

Educazione alimentare: i progetti Educazione alimentare: i progetti Presentazione a cura della Direzione Generale Agricoltura Sirmione, 11 luglio 2012 Educazione alimentare dal 1978 Per noi Mangiare responsabilmente Gruppo di Lavoro Verso

Dettagli

ASL TO2 DIPARTIMENTO PATOLOGIA DELLE DIPENDENZE 2 C. Olievenstein

ASL TO2 DIPARTIMENTO PATOLOGIA DELLE DIPENDENZE 2 C. Olievenstein DIPARTIMENTO PATOLOGIA DELLE DIPENDENZE 2 C. Olievenstein 57 Dipartimento Patologia delle Dipendenze 2 C. Olievenstein Circoscrizioni 6 e 7 Unplugged È un programma scolastico di prevenzione delle dipendenze,

Dettagli

La Prevenzione è amicizia Progetto di Educazione alla Salute nelle Scuole di Genova

La Prevenzione è amicizia Progetto di Educazione alla Salute nelle Scuole di Genova La Prevenzione è amicizia Progetto di Educazione alla Salute nelle Scuole di Genova Presentazione dell associazione: Il Centro Oncologico Ligure (COL) è un Associazione di Promozione Sociale basata sul

Dettagli

Guida la vita. Il Senso della Vita e la Sicurezza Stradale

Guida la vita. Il Senso della Vita e la Sicurezza Stradale Guida la vita Il Senso della Vita e la Sicurezza Stradale Progetto di Educazione alla Sicurezza Stradale riservato agli studenti delle classi quarte delle Scuole Secondarie di secondo grado del Comune

Dettagli

I.S.I.S.S. LUIGI SCARAMBONE. a.s. 2010-2011 PIANO DI LAVORO F.S. AREA 3 ORIENTAMENTO. Prof. Paola Perrone

I.S.I.S.S. LUIGI SCARAMBONE. a.s. 2010-2011 PIANO DI LAVORO F.S. AREA 3 ORIENTAMENTO. Prof. Paola Perrone I.S.I.S.S. LUIGI SCARAMBONE a.s. 2010-2011 PIANO DI LAVORO F.S. AREA 3 ORIENTAMENTO Prof. Paola Perrone PREMESSA Nell attuale contesto storico, che ha acquisito la tematica europea dell orientamento lungo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LUIGI CAPUANA MINEO A. S. 2013-2014 PROGETTO SALUTE EMERGENZA ALCOOL

ISTITUTO COMPRENSIVO LUIGI CAPUANA MINEO A. S. 2013-2014 PROGETTO SALUTE EMERGENZA ALCOOL ISTITUTO COMPRENSIVO LUIGI CAPUANA MINEO A. S. 2013-2014 PROGETTO SALUTE EMERGENZA ALCOOL CARATTERISTICHE DEL PROGETTO 1. Titolo del progetto EDUCAZIONE SALUTE EMERGENZA ALCOOL La vita è bella non affogarla

Dettagli

I diritti dei bambini negli ambienti scolastici

I diritti dei bambini negli ambienti scolastici I diritti dei bambini negli ambienti scolastici Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema Speranzina Ferraro MIUR Direzione Generale per lo Studente Speranzina Ferraro 1 Speranzina

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE MODELLO DI MATRICE ADOTTATA PER LA COSTRUZIONE DEL CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE Periodo di riferimento Traguardi

Dettagli

Allegato A) 1) OBIETTIVI E TIPOLOGIA DEGLI INTERVENTI

Allegato A) 1) OBIETTIVI E TIPOLOGIA DEGLI INTERVENTI Allegato A) Fondo lotta alla Droga Definizione dei requisiti, delle modalità e dei criteri per il finanziamento dei Piani territoriali di intervento per la lotta alla droga. Il presente atto fissa i requisiti,

Dettagli

Alcol e giovani I rischi e le tendenze

Alcol e giovani I rischi e le tendenze Alcol e giovani I rischi e le tendenze Emanuele Scafato, ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA Direttore Centro OMS Ricerca e promozione salute alcol e problemi alcol correlati Direttore Osservatorio Nazionale

Dettagli

Rapporto sullo stato delle Dipendenze Patologiche nella provincia di Ferrara

Rapporto sullo stato delle Dipendenze Patologiche nella provincia di Ferrara Rapporto sullo stato delle Dipendenze Patologiche nella provincia di Ferrara 13 marzo 2007 Cristina Sorio Responsabile Osservatorio Epidemiologico Dipendenze Patologiche Azienda USL di Ferrara LIVELLO

Dettagli

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME Associazione Provinciale di Ravenna ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME COME PENSARE ALLA PROPRIA IDEA D IMPRESA IN 5 STEP 1 STEP UNO RIFLESSIONI PER INDIVIDUARE LE BUSINESS IDEA ALCUNI MODI PER INDIVIDUARE

Dettagli

Progetto. Educazione alla salute e psicologia scolastica

Progetto. Educazione alla salute e psicologia scolastica Progetto Educazione alla salute e psicologia scolastica Il progetto di psicologia scolastica denominato Lo sportello delle domande viene attuato nella nostra scuola da sei anni. L educazione è certamente

Dettagli

UN ORTO DI CLASSE Curare la terra, nutrire la vita.

UN ORTO DI CLASSE Curare la terra, nutrire la vita. UN ORTO DI CLASSE Curare la terra, nutrire la vita. Progetto rivolto alle classi della scuola primaria e secondaria di primo grado dell Emilia Romagna a.s. 2014-2015 Novità 2014/15 KIT PER ORTO DEL CONTADINO

Dettagli

LA DICHIARAZIONE DI ODENSE

LA DICHIARAZIONE DI ODENSE La 4 a Conferenza Europea sulle Scuole che promuovono salute: Equità, Istruzione e Salute 7-9 Ottobre 2013 IL NOSTRO ABC PER EQUITÀ, ISTRUZIONE E SALUTE LA DICHIARAZIONE DI ODENSE: IL NOSTRO ABC PER EQUITÀ,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca - Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Progettualità

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca - Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Progettualità Progettualità LIM. Edu strada MIUR Piccole ruote crescono MIUR La buona strada della sicurezza MIT Istantanee di sicurezza MIUR Studenti di oggi cittadini di domani: lezioni di mobilità e sicurezza in

Dettagli

PROGETTO PREVENZIONE VALLE BREMBANA

PROGETTO PREVENZIONE VALLE BREMBANA PROGETTO PREVENZIONE VALLE BREMBANA ANNO 2010-2013 Comunità Montana Valle Brembana febbraio 2010 Il punto di partenza: cosa prevenire? Fattori di rischio modificabili per malattie cronico degenerative

Dettagli

Prevenzione dell uso di droghe e dell abuso di alcol

Prevenzione dell uso di droghe e dell abuso di alcol Protocollo di intesa Prevenzione dell uso di droghe e dell abuso di alcol Promuovere e realizzare attività finalizzate a prevenire il consumo di sostanze stupefacenti, l abuso alcolico e il gioco d azzardo

Dettagli

IL PROGRAMMA GUADAGNARE SALUTE: RENDERE FACILI LE SCELTE SALUTARI. Convegno: Web 2.0 per Guadagnare Salute

IL PROGRAMMA GUADAGNARE SALUTE: RENDERE FACILI LE SCELTE SALUTARI. Convegno: Web 2.0 per Guadagnare Salute IL PROGRAMMA GUADAGNARE SALUTE: RENDERE FACILI LE SCELTE SALUTARI Convegno: Web 2.0 per Guadagnare Salute Dott.ssa M. Teresa Scotti Bologna, 15 ottobre 2009 La promozione della salute è il processo che

Dettagli

P.A.N. Prevenzione Alimentazione Nutrizione La Salute vien mangiando dalla nascita. Associazione Culturale "Giuseppe Dossetti: i Valori"

P.A.N. Prevenzione Alimentazione Nutrizione La Salute vien mangiando dalla nascita. Associazione Culturale Giuseppe Dossetti: i Valori P.A.N. Prevenzione Alimentazione Nutrizione La Salute vien mangiando dalla nascita 1 Roma, 25 ottobre 2006 CAMERA DEI DEPUTATI Palazzo Marini, Sala delle Conferenze Via del Pozzetto, 158 Roma 2 Centro

Dettagli

AZIONI DEL SUCCESSO FORMATIVO

AZIONI DEL SUCCESSO FORMATIVO AZIONI DEL SUCCESSO FORMATIVO Premessa La scuola,oggi, trova la sua ragione di essere nell assicurare ad ogni alunno il successo formativo, inteso come piena formazione della persona umana nel rispetto

Dettagli

PIANO DI FORMAZIONE CONTINUA PER IL PERSONALE SOCIO-SANITARIO, SOCIO-ASSISTENZIALE E SOCIO-EDUCATIVO PER L ANNO 2015

PIANO DI FORMAZIONE CONTINUA PER IL PERSONALE SOCIO-SANITARIO, SOCIO-ASSISTENZIALE E SOCIO-EDUCATIVO PER L ANNO 2015 PIANO DI FORMAZIONE CONTINUA PER IL PERSONALE SOCIO-SANITARIO, SOCIO-ASSISTENZIALE E SOCIO-EDUCATIVO PER L ANNO 2015 Approvato con deliberazione della Giunta regionale n. 642 in data 8 maggio 2015. PREMESSA

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE

PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE SICUREZZA E RISPETTO DELLE REGOLE FINALITA e OBIETTIVI DEL PROGETTO Le direttive comunitarie in tema di salute e sicurezza sul luogo di lavoro sottolineano la necessità

Dettagli

Protocollo d Intesa. tra. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR) CONFINDUSTRIA

Protocollo d Intesa. tra. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR) CONFINDUSTRIA Protocollo d Intesa tra Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR) e CONFINDUSTRIA Adotta una Scuola per l Expo 2015 VISTA - la Legge del 15 Marzo 1997 n.59,

Dettagli

Prof. Antonio Cocozza Università degli studi Roma Tre -- LUISS Guido Carli

Prof. Antonio Cocozza Università degli studi Roma Tre -- LUISS Guido Carli Educazione, Cultura e Prevenzione dell alcolismo nelle giovani generazioni Roma, 24 settembre 2012 Prof. Antonio Cocozza Università degli studi Roma Tre -- LUISS Guido Carli INDICE 1. La diffusione del

Dettagli