Istituto Tecnico Commerciale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Istituto Tecnico Commerciale"

Transcript

1 Istituto Tecnico Commerciale D. Bramante - Pesaro GUIDA DELLO STUDENTE Oltre 150 anni di istruzione - formazione - educazione

2 2 ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE D. BRAMANTE Via Nanterre s.n Pesaro (zona Campus) Tel. 0721/ Fax 0721/ Sito Web DIRIGENTE SCOLASTICO: Ing. Paolo Barchiesi Vicario: Prof.ssa Giovanna Pellegrini Collaboratore D.S.: Prof.ssa Giovanna Cecconi Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi: Dott.ssa Paola Venturini DOCUMENTI RICHIESTI PER L ISCRIZIONE: 1. Diploma di licenza di Scuola Secondaria di primo grado; 2. Foglio notizie alunno (se rilasciato dalla scuola media); 3. Ricevuta del versamento all Istituto per spese assicurative e utilizzazione altri servizi (fotocopie ecc.) 4. Modulo di iscrizione da scaricare dal sito web della scuola Foto in copertina: conclusione delle celebrazioni 150 anni del Bramante, in aula magna 6 novembre Gli studenti eseguono la canzone La scuola - testo e musica di Valentina Olivieri (3 a R), al pianoforte. Coordinamento - Dirigente Scolastico Paolo Barchiesi, Prof.ssa Beatrice Crinelli, Prof. Marco Paone. Progetto grafico - Prof. Federico Gresta.

3 3 PERCORSI DI STUDI NELL ISTITUTO TECNICO ECONOMICO L Istituto Tecnico Economico è organizzato in un biennio comune e in un triennio di specializzazione con due articolazioni: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING (biennio comune e triennio) SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI (articolazione del triennio) RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING (articolazione del triennio) BIENNIO COMUNE Amministrazione, Finanza e Marketing Amministrazione Finanza e Marketing Sistemi Informativi Aziendali Relazioni Internazionali per il Marketing DIPLOMA DI ISTRUZIONE TECNICA LAVORO ISTITUTI TECNICI SUPERIORI UNIVERSITA

4 4 PRESENTAZIONE L Istituto Tecnico dura 5 anni ed è suddiviso in un primo biennio comune e introduttivo e un triennio in cui si affrontano gli studi specialistici dell indirizzo scelto. Al termine, gli studenti conseguono il Diploma di Istruzione Tecnica. L'Istituto Tecnico offre una preparazione teorica e pratica che consente l'accesso sia al mondo del lavoro che all'università. In particolare, scegliendo l Istituto Tecnico Economico, si possono affrontare gli studi dei settori commerciale, amministrativo e informatico di un azienda. COMPETENZE ACQUISITE DAI DIPLOMATI In sintesi, a conclusione del ciclo di studi, il diplomato acquisisce le seguenti competenze: 1) Operare nelle attività di amministrazione, finanza e marketing aziendale. 2) Gestire e organizzare il sistema informativo aziendale. 3) Riconoscere e interpretare le tendenze dei mercati locali, nazionali e globali. 4) Individuare e accedere alla normativa pubblicistica, civilistica e fiscale. 5) Individuare le caratteristiche del mercato del lavoro e collaborare alla gestione delle risorse umane. 6) Applicare i principi e gli strumenti del controllo di gestione. 7) Orientarsi nel mercato dei prodotti assicurativo-finanziari. PROSPETTIVE OCCUPAZIONALI In generale, i diplomati trovano occupazione nei seguenti settori: Servizi amministrativi e commerciali di aziende pubbliche e private. Servizi bancari, assicurativi e finanziari. Servizi di import-export. Servizi amministrativi e commerciali di aziende turistiche. Servizi informatici di sviluppo software per l azienda e per il commercio elettronico. STAGE AZIENDALI Gli alunni delle classi quarte svolgono un tirocinio aziendale della durata di due settimane nel mese di Febbraio. Gli alunni del terzo e quarto anno svolgono un tirocinio facoltativo nel periodo estivo.

5 SBOCCHI UNIVERSITARI I diplomati possono accedere a tutte le facoltà universitarie con particolare riguardo verso le facoltà di: 5 ECONOMIA GIURISPRUDENZA LINGUE INFORMATICA TECNOLOGIE DIDATTICHE Da diversi anni il nostro istituto si è dotato delle tecnologie necessarie per mettere in atto metodologie di apprendimento cooperativo. L istituto dispone di 150 computer multimediali distribuiti in cinque laboratori didattici. Ogni alunno dispone di un account personale per accedere alle risorse. Molte classi dell istituto dispongono di una lavagna interattiva multimediale. La Piattaforma di Formazione a Distanza - - consente di integrare la didattica mediante la condivisione sul web di materiali didattici, forum, chat, wiki, questionari. L istituto dispone di una rete locale e di una rete WIFI che raggiunge tutte le aule della scuola. La scuola è dotata di un collegamento internet a banda larga.

6 6 SCUOLA-FAMIGLIA Negli ultimi anni l istituto ha investito ingenti risorse per migliorare la comunicazione scuola-famiglia e rendere trasparente il rapporto con i docenti. Il registro elettronico consente alle famiglie di accedere quotidianamente alle informazioni su assenze, ritardi, uscite e sul profitto scolastico degli alunni. All inizio dell anno scolastico, i genitori e gli studenti ricevono un account per l accesso al pannello personale che può essere consultato tramite internet. Il colloquio pomeridiano si svolge una volta per quadrimestre; il colloquio al mattino si svolge due volte al mese. Alcuni docenti possono essere contattati anche tramite . Il Dirigente Scolastico riceve tutti i giorni, nell orario di apertura della scuola, previo appuntamento. Il Dirigente Scolastico è a disposizione per tutti i problemi relativi alla vita della scuola, all andamento scolastico, alle assenze, alle giustificazioni, ad eventuali entrate o uscite fuori orario, ai rapporti scuola-famiglia. Si può contattare all indirizzo

7 7 PIANO DI STUDI DEL BIENNIO COMUNE AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING (AFM) MATERIE Ore da 60 min. Classe 1 e 2 Classe 1-2 RIM LINGUISTICA Unità Didattiche da 55 min. Classe 1-2 AFM CLASSICA Classe 1-2 SIA INFORMATICA Religione Cattolica o attività alternative Lingua e Letteratura Italiana Storia ^ Lingua Inglese ^ Lingua Comunitaria (1) Geografia Matematica Scienze Integrate (Biologia, sc. Terra) Scienze Integrate (Fisica Chimica) Diritto ed Economia Economia Aziendale Informatica Scienze Motorie e Sportive TOTALE Il piano degli studi del Biennio è comune all indirizzo generale e alle due articolazioni del Triennio. Le materie comuni del settore Tecnico sono Italiano, Inglese, Storia, Matematica, Diritto ed Economia, Economia Aziendale, Scienze Integrate, Scienze Motorie e Sportive, Religione o attività alternative. Nell Istituto, per motivi didattici, le ore da 60 minuti sono state ridotte a unità didattiche U.D. da 55 minuti. In questo modo le classi svolgono 34 U.D. settimanali invece di 32 ore. Ciò consente, usando la flessibilità fino a un massimo del 20%, nelle classi propedeutiche alle articolazioni: Relazioni Internazionali per il Marketing, di potenziare gli insegnamenti delle lingue straniere che passano da 3 a 4 ore; Amministrazione, Finanza e Marketing, di incrementare italiano e geografia che passano rispettivamente a 5 e 4 ore; Sistemi Informativi Aziendali, di aumentare matematica e informatica che passano rispettivamente a 5 e 3 ore. (1) A scelta tra Francese, Tedesco e Spagnolo - Solo per il corso Relazioni internazionali per il Marketing la scelta della Seconda Lingua dovrà essere fatta tra: Francese o Tedesco.

8 8 PIANO DI STUDI DEL TRIENNIO INDIRIZZO GENERALE AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING (AFM) Ore Settimanali MATERIE Classi 3 Classi 4 Classi 5 Lingua e Letteratura Italiana Storia Lingua Inglese Seconda Lingua Comunitaria (1) Matematica Economia Aziendale Informatica Diritto Economia Politica Scienze Motorie e Sportive Religione Cattolica o materie alternative PROFILO PROFESSIONALE TOTALE Il profilo integra le competenze dell ambito professionale specifico con quelle linguistiche e informatiche per operare nel sistema informativo dell azienda e contribuire sia all innovazione sia al miglioramento organizzativo e tecnologico dell impresa inserita nel contesto internazionale. IL DIPLOMATO possiede competenze generali nel campo:» dei macrofenomeni economici nazionali ed internazionali;» della normativa civilistica e fiscale;» dei sistemi e processi aziendali;» degli strumenti di marketing;» dei prodotti assicurativo-finanziari e dell economia sociale. (1) Si continua lo studio della lingua scelta nel biennio.

9 9

10 10 PIANO DI STUDI DEL TRIENNIO SPECIALIZZAZIONE IN: SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI (SIA) PROFILO PROFESSIONALE TOTALE Il profilo si caratterizza per lo studio dell informatica gestionale. Il diplomato, oltre alle competenze di carattere giuridico-economico possedute da tutti gli alunni di questo Istituto, è in grado di operare nel sistema informativo aziendale. In particolare, acquisisce competenze nella programmazione software e nella progettazione di siti web. Tali attività sono tese a migliorare l efficienza aziendale attraverso la realizzazione di nuove procedure, con particolare riguardo al sistema di archiviazione, all organizzazione della comunicazione in rete e alla sicurezza informatica. IL DIPLOMATO Ore Settimanali MATERIE Classe 3 Classe 4 Classe 5 Lingua e Letteratura Italiana Storia Lingua Inglese Seconda Lingua Comunitaria (1) Matematica Economia Aziendale (2) Informatica (2) Diritto Economia Politica Scienze Motorie e Sportive Religione Cattolica o materie alternative 1 1 1» gestisce, progetta o ristruttura il sistema informativo aziendale;» utilizza metodi, strumenti, tecniche contabili per una corretta rilevazione dei fenomeni gestionali;» è in grado di elaborare dati e rappresentarli in modo efficace per favorire i diversi processi decisionali; (1) Si continua lo studio della lingua scelta nel biennio. (2) Compresenza insegnante tecnico pratico nelle attività di laboratorio.

11 11

12 12 PIANO DI STUDI DEL TRIENNIO SPECIALIZZAZIONE IN: RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING (RIM) Ore Settimanali MATERIE Classe 3 Classe 4 Classe 5 Lingua e Letteratura Italiana Storia Lingua Inglese Seconda Lingua Comunitaria (1) Terza Lingua Comunitaria (2) Matematica Economia Aziendale Informatica Tecn. delle Comunicazioni Diritto Relazioni Internazionali Scienze Motorie e Sportive Religione Cattolica o materie alternative TOTALE PROFILO PROFESSIONALE Il profilo si caratterizza per il riferimento sia all ambito della comunicazione aziendale con l utilizzo di tre lingue straniere e appropriati strumenti tecnologici, sia alla collaborazione nella gestione dei rapporti aziendali nazionali e internazionali riguardanti differenti realtà geo-politiche e vari contesti lavorativi. IL DIPLOMATO» tratta operazioni commerciali con l estero;» affianca la direzione delle imprese nella gestione del personale, della produzione e delle vendite;» effettua ricerche di mercato e studi sui costi;» ha buona padronanza di tre lingue straniere;» sa condurre attività di tipo commerciale e organizzativo con paesi esteri;» sa tradurre elaborati scritti e relazioni orali anche di carattere specifico e commerciale;» conosce gli aspetti giuridici ed economici del mercato nazionale e internazionale;» utilizza gli strumenti informatici per la comunicazione aziendale. La presenza di una terza lingua straniera dà la possibilità di accedere al settore turistico, fieristico e di pubbliche relazioni. (1) Si continua lo studio della lingua scelta nel biennio. (2) A scelta tra: Francese, Tedesco e Spagnolo.

13 13

14 14 LA SCUOLA E L AUTONOMIA: PROGETTI L Istituto ha predisposto i seguenti progetti nel corrente anno scolastico per soddisfare le esigenze formative degli utenti; PROGETTI ORIENTATI ALLA SOCIALITA, STAR BENE CON SE STESSI, CON GLI ALTRI E CON LE ISTITUZIONI» Educazione alla salute; questa scuola ha attivato da diversi anni uno spazio polifunzionale all interno, gestito da personale docente e aperto alla collaborazione di operatori esterni come: Psicologi, Pedagogisti, Medici, ecc. per attività di prevenzione del disagio e informazione sanitaria. Per il corrente anno scolastico sono previsti i seguenti incontri:» Accoglienza;» Cittadini consapevoli: educazione alla cittadinanza, alla legalità e alla solidarietà;» Educazione alla donazione del sangue: incontro con volontari e personale medico dell AVIS sulla donazione del sangue (classi quarte);» Educazione alla solidarietà e al volontariato: incontri con associazioni di volontariato e attivazione di collaborazioni operative (VOLONTARIA...MENTE);» Attività di ascolto collettivo: (biennio) ed individuale (triennio e biennio) nell ambito del CIC (Centro Informazioni e Consulenza);» Tipi Tosti: promozione di un percorso di conoscenza sulle diversità attraverso l attività sportiva come spazio di incontro e di integrazione;» Educazione affettiva: incontri con psicologa e esperto sanitario (per le classi terze);» Educazione alla sicurezza stradale: (Mobilità Responsabile per il conseguimento del patentino);» Educazione ambientale;» Educazione Alimentare: (rivolta ai disturbi alimentari);» Progetto Martina : proposto da Lions Club sugli stili di vita per prevenire i tumori (classi seconde);» Corso di primo soccorso: (con il dipartimento di Educazione Fisica);» Progetto School loves Emilia: Sostegno agli studenti terremotati; Al di là delle attività programmate, questo spazio è aperto ad eventuali ulteriori proposte delle Istituzioni o ad esigenze avanzate dagli studenti. PROGETTI DI EDUCAZIONE DEL SENTIMENTO ED ELABORAZIONE CREATIVA» Laboratorio di educazione al linguaggio teatrale: prevenzione, dialogo, socializzazione e integrazione, approfondimento dei linguaggi specifici;

15 » Incontro con l Autore: fa in modo che l educazione letteraria sia un effettivo incontro con i testi e i loro autori;» Geostoria: conferenze sui diritti negati (l Europa del Novecento, l Africa di oggi);» Lettura del quotidiano: mira a ridurre le distanze tra i giovani e i giornali, attraverso un percorso indicato proprio dai nuovi lettori che presenteranno una serie di proposte necessarie a costruire il quotidiano che cercano in alternativa a quello già trovato;» Giornata della memoria: le immagini della Shoah. PROGETTO I NUOVI ORIZZONTI TRA IDENTITA E ALTERITÀ (PROGETTO D INTEGRAZIONE E SUPPORTO DEGLI ALUNNI STRANIERI) Progetto con il contributo dell Ufficio Scolastico Regionale per i centri interculturali che viene attivato attraverso l esperienza degli orizzonti aperti del dialogo;» Leggere, raccontare, rappresentare si propone di: organizzare corsi intensivi di lingua italiana per studenti stranieri e corsi intensivi sul metodo di studio per gli alunni più deboli delle classi prime. organizzare e realizzare forme di tutoring per sostenere gli alunni stranieri. valorizzare le culture d origine degli studenti provenienti da altre nazioni. valorizzare le differenze di genere nella crescita educativa e culturale. PROGETTI DI ORIENTAMENTO» Orientamento nelle scuole secondarie di primo grado: vengono intrattenuti rapporti con le scuole medie e fornite informazioni sul funzionamento dei corsi, sui contenuti delle discipline sulle metodologie e ricerche, ecc. (attraverso incontri, visite a scuola, lavori trasversali tra i due ordini di scuola);» Accoglienza: la prima settimana di scuola viene dedicata, per le classi prime, alla socializzazione, all inserimento, attraverso una serie di interventi come: - Visita generale alla Scuola; - Compilazione di questionari, per avere adeguate informazioni; - Conoscenza del regolamento scolastico e della carta degli studenti e del Patto educativo di corresponsabilità;» Orientamento universitario: coinvolgimento degli alunni del V anno per informarli sulle varie facoltà universitarie attraverso visite agli atenei e incontri con il personale del centro per l impiego, al fine di avere informazioni sul mondo del lavoro (inserimento, contratti di lavoro, formazione del centro ecc.);» Orientamento formazione superiore; 15

16 16» Orientamento al mondo del lavoro: coinvolgimento delle classi terze e quarte in collegamento con il mondo del lavoro per avere una visione diretta di come funziona un rapporto professionale. A conclusione del percorso è previsto uno stage estivo presso alcune aziende e studi professionali per una durata di 4 settimane. E prevista inoltre una esperienza di attività Studio/Lavoro durante il periodo scolastico;» Alternanza scuola / lavoro: (classi quarte);» SOS on line: l Economia Aziendale on-line attraverso la piattaforma della scuola per aiutare gli alunni in difficoltà nei compiti a casa (una prima, una seconda, tre terze, due quarte e quattro quinte);» Corsi di formazione FSE. PROGETTO DI APPRENDIMENTO ECONOMICO PROFESSIONALE» Conoscenza del tessuto economico locale: conoscere i soggetti istituzionali per le attività economiche del territorio provinciale e conoscere il sistema economico locale in relazione a quello nazionale e internazionale. Progetto interdisciplinare tra Economia Aziendale, Economia Politica e Diritto, rivolto in particolare alle classi del secondo biennio. Possibile visita e incontri con Job Center per l impiego, Camera di Commercio, INAIL, Ufficio di Programmazione Economica del Comune di Pesaro, imprenditori, economisti, Confindustria, CNA, sindacati, Comune, Provincia e Regione visite aziendali.» Contabilità integrata: creazione ditte per l utilizzo del programma di contabilità integrata;» Approfondimenti su tematiche economiche con docenti universitari: gli studenti del quarto e quinto anno possono partecipare a corsi di approfondimento su diverse discipline tenuti da docenti universitari di Urbino, che costituiscono crediti scolastici per il proseguimento degli studi in quell ateneo;» Conoscere la Borsa: progetto europeo per operare sui mercati finanziari europei in modo virtuale (classi quinte);» Progetto antitruffa: per diffondere la cultura della legalità nell utilizzo dei sistemi informatici;» Olimpiadi: della Matematica. PROGETTI AREA LINGUISTICA» Potenziamento della lingua straniera: le finalità sono quelle di potenziare la lingua straniera curriculare e di sviluppare negli alunni le competenze comunicative di ricezione, interazione, e produzione soprattutto orale. Sono attività pomeridiane che coinvolgono le classi del triennio e per le quali si prevede la presenza di un esperto di madre lingua;» Soggiorni linguistici: la nostra scuola offre agli alunni l opportunità di perfezionare la conoscenza delle lingue, organizzando soggiorni all estero in Settembre. In particolare si propongono le seguenti destinazioni: - a Parigi oppure in Costa Azzurra; - in paesi di lingua madre inglese; - a

17 Berlino; - in Spagna. Al termine dei soggiorni, si rilasciano certificazioni che costituiranno credito scolastico/formativo;» Certificazioni esterne: i docenti di lingue preparano gli alunni ai seguenti esami da sostenere presso centri accreditati: DELF+DFP (Francese), DE- LE (Spagnolo), GOETHE INSTITUT (Tedesco), CAMBRIDGE PET e FIRST CERTIFICATE (Inglese). Livelli B1 e B2;» Progetto Comenius: partenariato europeo con programmi di scambio tra studenti che lavorano su una tematica comune e vivono l esperienza di un gemellaggio basato sulla reciproca ospitalità;» Progetto Leonardo: stages aziendali di 2 settimane presso aziende all estero con potenziamento di microlingua settoriale;» Lingue ON LINE: consiste in una banca dati di siti di riferimento per lo studio e l approfondimento delle lingue straniere a tutti i livelli. L accesso è gratuito e privo di password ed è possibile accedervi sia dal sito della scuola sia da Olimpiadi delle lingue: in collaborazione con l Università di Urbino;» Madrelingua: presenza madrelingua in tutte le classi e per tutte le lingue;» Traduzione letteraria: concorso in collaborazione con la Fondazione San Pellegrino di Misano;» Teatro in lingua: per ogni lingua studiata si attiveranno diverse proposte inerenti al teatro, dalla semplice visione all allestimento di uno spettacolo;» CLIL (in rete): l insegnamento di una disciplina tecnico-professionale in una lingua straniera;» Progetto English 4U. PROGETTI SULLA GARANZIA DEL SUCCESSO FORMATIVO» Monitoraggio: la scuola aderisce alle attività di monitoraggio proposte dal MIUR (Invalsi e Indire) e adegua il Piano dell Offerta Formativa;» ECDL (patente Europea di Informatica): presso il nostro Istituto sono attivati i corsi per il conseguimento della patente europea d Informatica aperti agli studenti e a chiunque sia interessato;» Sito Web di Istituto E-LEARNING - SOS ON LINE;» Centro Sportivo Scolastico;» Arte a Scuola: l Istituto ospita permanentemente l opera grafica di Massimo Dolcini, relativa alla città di Pesaro, a cura del prof. Luigi Panzieri. È disponibile il catalogo della mostra presso la segreteria dell Istituto.» Progetto certificazione delle competenze: per la certificazione delle competenze scolastiche e il raccordo con gli assi culturali e le competenze chiave della Scuola secondaria di primo grado a causa dell elevamento dell obbligo di istruzione a 10 anni;» Progetto SPIDER: sulla dislessia;» Progetto di prevenzione della dispersione scolastica: adesione all Ufficio Scolastico Provinciale. 17

18 18 INCONTRI TRA STUDENTI E RAPPRESENTANTI DEL MONDO ESTERNO Verranno attuati incontri periodici tra gli studenti ed esperti del mondo del lavoro, e tra operatori ed esperti del mondo della sanità. STRUTTURE SCOLASTICHE La scuola ha sede nel Campus Scolastico, zona Villa S. Martino; costruita negli anni 80, è dotata di una ricca biblioteca, un laboratorio di Scienze, un laboratorio di Fisica, un laboratorio di Chimica, due palestre, un aula Magna, quattro laboratori di computer, due laboratori e tre aule di lingue straniere, una mediateca, un aula di Geografia Economica. BIBLIOTECA La biblioteca, di cui è responsabile il prof. Federico Gresta, è capofila regionale della rete di biblioteche scolastiche della regione Marche. Il sito dispone di ampie risorse riguardanti molte discipline. Il prestito dei libri è concesso a studenti e genitori. ASSEGNO PER LIBRI DI TESTO (Art. 27 legge n.448) A partire dall anno scolastico 1999/2000 è concessa la fornitura gratuita dei libri di testo, previa domanda inoltrata alla segreteria della scuola e in relazione alla situazione economica familiare. ARTE A SCUOLA: mostra permanente di Massimo Dolcini

19 TRASPORTI Il Campus scolastico è servito da mezzi provenienti dalle diverse zone del comprensorio, gli orari dei mezzi sono in sintonia con quelli delle lezioni; attualmente non ci sono problemi di attese per l ingresso e per l uscita. La Dirigenza autorizza l uscita anticipata di qualche minuto, se ci sono problemi di orario con gli autobus. 19 RETE DI ISTITUTO La scuola dispone di cinque aule dotate di Personal computer collegati in rete fra loro e collegati alla rete internet tramite una linea a banda larga. Laboratorio di Economia Aziendale: n. 26 computer Laboratorio di Lingue Straniere: n. 23 computer Laboratorio di Informatica 1: n. 30 computer Laboratorio di Informatica 2: n. 25 computer Laboratorio di Informatica 3: n. 28 computer Nella scuola le seguenti aule sono dotate di un computer con videoproiettore o con lavagna interattiva multimediale (LIM) Ufficio di Presidenza Mediateca Aula Magna N. 10 LIM installate in aule didattiche Inoltre la rete di Istituto collega la presidenza, la segreteria didattica, la sala docenti, la biblioteca e, mediante collegamento wireless (senza fili), tutte le aule.

20 20 Ogni alunno ed ogni docente possiede una password ed una spazio riservato sul server di rete per l archiviazione sicura dei dati e dei materiali prodotti durante le attività didattiche. Nella rete è presente un filtro che limita la navigazione ai soli siti web di interesse didattico. Il server di rete offre i seguenti servizi: Ambiente di Formazione a Distanza: per integrare le lezioni del mattino e offrire un supporto a distanza agli alunni. Registro on-line: i genitori possono consultare assenze, valutazioni e pagelle. ORARIO DELLE LEZIONI Il piano di studi ministeriale prevede 1056 ore annuali, pari a 32 ore settimanali da sessanta minuti. L Istituto, avvalendosi dell autonomia didattica e organizzativa, ha ridotto di cinque minuti la durata delle ore di lezione (U.D. da 55 minuti anziché ore da 60 minuti con intervallo compreso nel monte ore). Gli alunni, per rispettare il monte ore annuale di lezione, invece di svolgere 32 ore da 60 minuti per 33 settimane, svolgono 34 U.D. da 55 minuti per 34 settimane; di queste, 32 U.D. sono fisse e due moduli variano settimana per settimana nelle seste ore libere di lezione. I due moduli sono posizionati, a seconda delle classi, nelle seste ore di lunedì, martedì e giovedì. Pertanto le classi escono alla sesta ora sempre il mercoledì e il venerdì e due volte su tre, nelle giornate di lunedì, martedì e giovedì. Tutte le classi escono il sabato alla quinta ora. L orario delle lezioni è funzionale alle esigenze del Campus scolastico ed ai mezzi di trasporto degli studenti. Gli studenti saranno in classe dalle ore 08.05,(inizio delle lezioni), alle ore (nel caso di uscita alla 5 ora) o alle (uscita alla 6 ora). E previsto un intervallo di 15 minuti dalle ore alle ore 11.00; nei corridoi ci sono distributori automatici di bevande e prodotti alimentari. Sono previsti dei rientri pomeridiani per coloro che frequentano i corsi di recupero (IDEI) o aderiscono a progetti extracurriculari. I rientri pomeridiani costituiscono una reale opportunità formativa che aumenta le conoscenze e le competenze dell alunno. L anno scolastico è stato suddiviso in 2 quadrimestri: - termine del 1 quadrimestre: fine Gennaio; - termine del 2 quadrimestre: prima decade di Giugno. SICUREZZA L Istituto Tecnico Commerciale D. Bramante si propone di diffondere la cultura della sicurezza fra gli allievi. Il Dirigente Scolastico si avvale della consulenza di una agenzia esterna, che in base al Testo Unico 81/08, fa una rigorosa opera di formazione e informazione per tutte le componenti scolastiche.

21 COMUNICAZIONE VALUTAZIONE L andamento scolastico degli studenti è trasparente; le famiglie possono averne conoscenza attraverso: 1) PAGELLA: la pagella alla fine del quadrimestre; 2) RICEVIMENTI: n. 2 ricevimenti generali dei genitori al pomeriggio nel 1 e 2 quadrimestre; 3) COLLOQUI: un colloquio di un ora ogni 15 giorni con ciascun insegnante al mattino, e la possibilità di parlare con gli insegnanti, anche al di fuori degli incontri ufficiali, previo accordo con gli stessi e con il dirigente Scolastico; 4) REGISTRO ONLINE: nel corso dell a.s. i genitori possono consultare assenze a valutazioni in tempo reale. 5) VALUTAZIONE: la valutazione di fine anno terrà conto non solo degli esiti delle prove scritte, orali, pratiche, ma anche della partecipazione, dell impegno, dell interesse, del senso di responsabilità dimostrati nel corso dell anno scolastico. In tal senso gli insegnanti hanno concordato di valutare le verifiche fatte dagli studenti attraverso una griglia di valutazione comune delle prestazioni in cui verranno esaminati: le conoscenze, le competenze e le capacità espressive. Le modalità e i criteri sono indicati nel P.O.F. DISPERSIONE SCOLASTICA Ai sensi dei DD. MM. 42/07, 80/07 e dell O.M. 92/07 le attività di sostegno e recupero costituiscono parte ordinaria e permanente del P.O.F.. Sono attivati interventi didattici (IDEI) durante l anno scolastico, all inizio del secondo quadrimestre e nel periodo estivo, per permettere il recupero agli studenti in difficoltà durante l anno scolastico e nei confronti degli studenti, ai quali, al termine delle lezioni, è stato constatato il mancato conseguimento della sufficienza in una o più discipline, che non comporti tuttavia un immediato giudizio di non promozione. In ogni classe è nominato un insegnante coordinatore con il compito di: facilitare i rapporti tra docenti, studenti e presidenza per favorire il processo di integrazione e migliorare l attività didattica; controllare periodicamente le assenze degli studenti e informare, tramite la segreteria didattica, le famiglie. E attivato il servizio pomeridiano di Sportello Didattico offerto dagli insegnanti agli studenti che lo richiedono, per un pronto aiuto nella comprensione e studio degli argomenti più impegnativi. 21

22 22

23 SITO WEB D ISTITUTO E uno strumento importante che consente di avere informazioni in tempo reale sulle attività dell Istituto, costantemente aggiornate dalla redazione del sito. In particolare si possono trovare informazioni sui piani di studio, l offerta formativa, le circolari, l orario scolastico e l orario di ricevimento. Dal sito della scuola è possibile accedere al registro elettronico, alla piattaforma di formazione a distanza e al sito della Rete di Biblioteche Scolastiche delle Marche dove si trova il catalogo online di tutte le scuole della rete e una ricca dotazione di supporto alla didattica con documenti digitali multimediali (libri, audiolibri, enciclopedie, dizionari, software, pronuncia lingue straniere, esercizi di apprendimento per le lingue, laboratori virtuali, video lezioni on-line, giornali locali, nazionali ed esteri, software da scaricare ecc.); Nella sezione contatti è possibile inviare al Dirigente Scolastico, ai suoi collaboratori, al Direttore SGA e ad altri responsabili di Istituto. FUNZIONI STRUMENTALI In sintonia con il DPR 18 Giugno 1998 n. 223, questa scuola ha individuato n. 4 insegnanti a cui sono stati assegnati incarichi di figure strumentali al POF: Interventi, servizi studenti: prof.ssa Giuseppina Scorcelletti Orientamento in ingresso: prof.ssa Beatrice Crinelli Aggiornamento e monitoraggio POF e sostegno del lavoro dei docenti: prof.ssa Mara Ferri Rapporti con gli enti, il territorio - orientamento in uscita: prof.ssa Luisa Lanzerini Le funzioni strumentali al POF danno corpo all idea della scuola come organizzazione, dove gli insegnanti di riferimento favoriranno la gestione unitaria e organica, la fattibilità del piano attraverso il coordinamento e lo sviluppo degli aspetti della vita scolastica con ricaduta sull interno dell Istituto. DIPARTIMENTI Al fine di: decidere la programmazione didattica annuale per aree disciplinari; proporre e coordinare le attività di aggiornamento dei docenti; proporre le attività didattiche non curriculari attinenti l area disciplinare propria; coordinare l adozione dei libri di testo e le proposte di acquisto dei sussidi didattici; rendere più proficua l attività didattica, attraverso il confronto di metodologie per offrire agli studenti delle diverse sezioni pari opportunità di esperienze; 23

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Istituto Comprensivo 1 F. GRAVA CONEGLIANO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012/ 2013 A pagina 2 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA MEDIA A pagina 9 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s.

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s. n..reg.iscriz. n..matr. MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Classico e Linguistico Statale ARISTOFANE 00139 ROMA - VIA MONTE RESEGONE, 3 068181809 - FAX

Dettagli

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015.

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015. CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014 Ai Docenti Agli Studenti Al Personale A.T.A. Alle Famiglie Al D.S.G.A. Oggetto: Piano delle attività a.s. 2014-2015 Si trasmette, in allegato, il piano delle attività

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ISTITUTO COMPRENSIVO C. LEVI MANIACE RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 AUTOANALISI D ISTITUTO Anno scolastico 2012/2013 RELAZIONE In data

Dettagli

Triennio Sistemi Informativi Aziendali SIA

Triennio Sistemi Informativi Aziendali SIA Triennio Sistemi Informativi Aziendali SIA La presenza di un biennio COMUNE offre la possibilità, di potere scegliere il successivo triennio al termine del secondo anno con maggiore consapevolezza e convinzione!

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE

SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE PREMESSA 1 SERVIZIO ORIENTAMENTO E RIORIENTAMENTO 2 C.I.C. (Centro di Informazione e Consulenza) 4 SERVIZIO PSICOLOGICO 7 LA BIBLIOTECA 8 ATTIVITA CULTURALI 8 ATTIVITÀ EXTRACURRICOLARI

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP SCUOLA PRIMARIA PARITARIA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA via Camillo de Lellis, 4 35128 Padova tel. 049/8021667 fax 049/850617 e-mail: primaria@donboscopadova.it website: www.donboscopadova.it GRUPPO DI LAVORO

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it Indirizzi di studio 1. Meccanica, Meccatronica ed Energia 2. Elettronica ed Elettrotecnica 3. Informatica e Telecomunicazioni

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA:

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: BILANCIO E PROPOSTE Edizioni Erickson Presentano il Rapporto: Attilio Oliva Vittorio Nozza Andrea Gavosto Intervengono: Valentina Aprea Maria Letizia

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri MPI - USP di Padova Comune di Padova Settore Servizi Scolastici Centro D.A.R.I. Una scuola per tutti Percorso di formazione per docenti Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri I parte a cura

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Indicazioni ai fini della stesura del PDP 1. Informazioni

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

FUNZIONE STRUMENTALE AREA 3

FUNZIONE STRUMENTALE AREA 3 PIANO DI LAVORO FUNZIONE STRUMENTALE AREA 3 Sostegno agli alunni, accoglienza, obbligo scolastico e obbligo formativo Proff. Francesco Paolo Calvaruso e Rosmery Inzerra A.S. 2013/14 Premessa generale Alle

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 _l_ sottoscritt in qualità di padre

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Prot. n. 2737 F/PON Francavilla Fontana, 18 settembre 2014

Prot. n. 2737 F/PON Francavilla Fontana, 18 settembre 2014 LICEO CLASSICO SCIENTIFICO SCIENTIFICO TECNOLOGICO E DELLE SCIENZE APPLICATE 7202 - FRANCAVILLA FONTANA (BR) Viale V. Lilla, 25 Tel.: 083.84727 Fax: 083.83744 72024 - ORIA (BR) Via A. Negri, Tel.: 083.87097

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Che cos è il Bisogno Educativo Speciale? Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria SCHEDA PROGETTO (ex art. 9 CCNL 2006-2009) Dati identificativi dell'istituto Nome scuola/tipologia Scuola

Dettagli

Possono iscriversi.. tutti i lavoratori stabilmente o temporaneamente occupati, coloro che sono in attesa di lavoro, i disoccupati, le casalinghe.

Possono iscriversi.. tutti i lavoratori stabilmente o temporaneamente occupati, coloro che sono in attesa di lavoro, i disoccupati, le casalinghe. Che cos'è il Progetto SIRIO? Il PROGETTO SIRIO (IGEA) è un corso serale per il conseguimento del Diploma di Ragioniere che riteniamo di particolare interesse per quanti non abbiano conseguito un diploma

Dettagli

Presentazione Progetto Sport di Classe

Presentazione Progetto Sport di Classe Presentazione Progetto Sport di Classe a sostegno dell attività motoria e sportiva nella scuola 1 GOVERNANCE dello sport a scuola MIUR - CONI - Promuove il riconoscimento in ambito scolastico del valore

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI ALCUNI DATI L Istituto Trento 5 comprende 3 scuole primarie e 2 scuole secondarie di I grado. Il numero totale di alunni

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa Allegato 1. Carta dei servizi scolastici Patto educativo di corresponsabilita Premessa Il patto educativo di corresponsabilità ribadisce i contenuti presenti nella Carta dei Servizi dei P.O.F. precedenti.

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Il Progetto Orient@mente

Il Progetto Orient@mente Il Progetto Orient@mente Presentazione, 25 marzo 2015 Marina Marchisio Dipartimento di Matematica G. Peano Orient@mente Progetto di UNITO che ha come scopo la realizzazione di un orientamento in ingresso

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

ELENCO COMUNICAZIONI A.S. 2013/14

ELENCO COMUNICAZIONI A.S. 2013/14 ELENCO COMUNICAZIONI A.S. 2013/14 Comun.n. O g g e t t o 1. Convenzione per l'acquisto abbonamento annuale ATAF con sconto 2. Desiderata a.s. 2013/14 3. Orario funzionamento classi dal 11.09.13 al 14.09.13

Dettagli

1) In che misura ritiene che questo anno scolastico abbia accresciuto la preparazione di suo/a figlio/a?

1) In che misura ritiene che questo anno scolastico abbia accresciuto la preparazione di suo/a figlio/a? 1) In che misura ritiene che questo anno scolastico abbia accresciuto la preparazione di suo/a figlio/a? 4 4 3 2 1 1% 4 4 1a) In che misura valuta l'impegno di suo/sua figlio/a? 4 4 3 2 1 1% 1% 4 1 B 1b)

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PREMESSA L integrazione è un processo di conoscenza di sé e dell altro, di collaborazione all interno della classe finalizzato a creare le migliori condizioni

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO ISCRIZIONE

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO ISCRIZIONE Gentili genitori entro il 28 febbraio dovete provvedere alla iscrizione dei Vostri figli alla classe successiva. Al momento della iscrizione le famiglie sono chiamate a versare alcune tasse ministeriali

Dettagli

Corsi di General English

Corsi di General English Corsi di General English 2015 A Londra e in altre città www.linglesealondra.com Cerchi un corso di inglese a Londra? Un soggiorno studio in Inghilterra o in Irlanda? I nostri corsi coprono ogni livello

Dettagli