Early Warning. Bollettino VA-IT A

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Early Warning. Bollettino VA-IT-130911-01.A"

Transcript

1 Early Warning Bollettino VA-IT A

2 Guida alla corretta lettura della scheda riassuntiva Early Warning - Bollettino VA-IT A Pag. 2/6

3 P U B L I C CORRISPONDENZE EARLY WARNING INFORMAZIONI GENERALI DELLA VULNERABILITÀ TITOLO Non corretta validazione dell input in SharePoint Data Pubblicazione 11/09/2013 Data di pubblicazione della vulnerabilità. PI-CERT ID VA-IT A Identificativo della vulnerabilità del CERT di Poste Italiane. CVE ID CVE Identificativo CVE 1 della vulnerabilità. STANDARD CVSS V2 METRICHE BASE DELLA VULNERABILITA (CVSS V2 BASE 2 ) Base Score 5.5 Indicatore di pericolosità complessiva della vulnerabilità secondo lo standard CVSS v.2 3 (scala da 0 a 10). Access Vector NETWORK La vulnerabilità è sfruttabile da remoto. Access Complexity Authentication Confidentiality Impact Integrity Impact Availability Impact LOW SINGLE PARTIAL PARTIAL NONE Lo sfruttamento di questa vulnerabilità non implica la compromissione di altri sistemi o l utilizzo di specifici schemi d attacco. Per sfruttare questa vulnerabilità è necessario avere un accesso valido al servizio esposto. L impatto sulla riservatezza è parziale, potendo modificare solo i dati offerti da SharePoint. Non è possibile alterare la configurazione del sistema ma solo i dati offerti dal servizio. Questa vulnerabilità non compromette la disponibilità del sistema. METRICHE TEMPORALI DELLA VULNERABILITA (CVSS V2 TEMPORAL 4 ) Temporal Score Exploitability Remediation Level Report Confidence 4.3 Proof Of Concept OFFICIAL FIX CONFIRMED Indicatore di minaccia della vulnerabilità che può mutare nel tempo (scala da 0 a 10). Nella pubblicazione dell'advisory è stato incluso un PoC per la verifica della vulnerabilità. FIX ufficiali sono stati rilasciati per la copertura di questa vulnerabilità. Le informazioni e i dettagli tecnici sulla vulnerabilità, sono stati confermati da più fonti e dal vendor stesso. Per maggiori informazioni sui campi compilati si rimanda alla pagina della Guida alla corretta lettura della scheda riassuntiva. 1 CVE (Common Vulnerabilities and Exposures): Elenco di vulnerabilità fornita dal MITRE Corporation al fine di standardizzare i nomi e le caratteristiche delle vulnerabilità. 2 Il gruppo "Base" dello standard CVSS v2 rappresenta l insieme delle caratteristiche intrinseche della vulnerabilità. 3 CVSS (Common Vulnerabilities Scoring System): Metodologia per il calcolo della severità delle vulnerabilità. 4 Il gruppo "Temporal" dello standard CVSS v2 rappresenta l insieme delle caratteristiche della vulnerabilità che mutano nel tempo. Early Warning - Bollettino VA-IT A Pag. 3/6

4 DESCRIZIONE DEL PRODOTTO Microsoft SharePoint è una piattaforma di applicazioni Web sviluppata da Microsoft. SharePoint può essere utilizzato per implementare portali intranet, gestione di file (documenti), social network, extranet, siti web, motori di ricerca, etc. INFORMAZIONI TECNICHE Il team di ricercatori appartenenti al Vulnerability Laboratory (www.vulnerability-lab.com) ha scoperto la possibilità di inserire del codice arbitrario in un sistema SharePoint (di tipo cloud-based). La tecnica utilizzata, classificata come Cross-site scripting (XSS), è illustrata dettagliatamente e a riguardo è stato rilasciato un proof of concept. Il problema è causato da una gestione inadeguata dell input, che permette di inserire del codice eseguibile in grado di elevare i privilegi dell utente, consentendogli di effettuare diversi tipi di attacco (ad esempio session hijacking, persistent phishing, external redirect) e di caricare malware sul sistema allo scopo di diffonderlo tra gli utilizzatori dello stesso. Microsoft ha descritto questa vulnerabilità nel bollettino MS (pubblicato martedì 10 settembre 2013) che comprende molteplici altre vulnerabilità ed a cui ha assegnato un livello di gravità aggregato CRITICO. MITIGAZIONE Per la correzione del problema, il produttore raccomanda dei workaround e dei fix specifici, disponibili sul sito: SISTEMI VULNERABILI Microsoft SharePoint Server 2007 SP3 Microsoft SharePoint Server 2010 SP1 e SP2 Microsoft SharePoint Server 2013 Early Warning - Bollettino VA-IT A Pag. 4/6

5 BOLLETTINI CORRELATI NON DISPONIBILI RIFERIMENTI Interni: NON DISPONIBILI Esterni: Espliciti del produttore: Early Warning - Bollettino VA-IT A Pag. 5/6

6 Termini e condizioni di utilizzo del bollettino Le informazioni contenute nel presente bollettino sono fornite così come sono, a meri fini informativi. In nessun caso il CERT Poste Italiane può essere ritenuto responsabile di qualunque perdita, pregiudizio, responsabilità, costo, onere o spesa, ivi comprese le eventuali spese legali, danno diretto, indiretto, incidentale o consequenziale, derivante da o connesso alle informazioni riportate nel presente bollettino. La versione.pdf del bollettino è statica ed, in quanto tale, contiene le informazioni disponibili al momento della pubblicazione. Per definire al meglio le vulnerabilità, le operazioni svolte dal CERT di Poste Italiane necessitano di scelte ben precise riguardo le minacce da considerare, le fonti di informazione ritenute più autorevoli e competenti in materia, le modalità di filtraggio delle informazioni, la valutazione della severity come metrica di base. Con particolare riferimento a quest ultima - da intendersi quale livello di pericolosità della vulnerabilità delle componenti di sistema o delle piattaforme - il CERT di Poste Italiane provvede a rivalutare i parametri che concorrono al calcolo della Base Score e Temporal Score secondo lo standard CVSS v.2 (Common Vulnerabilities Scoring System) e conseguentemente ad attribuire il proprio rating, avvalendosi del tool messo a disposizione dal sito del National Institute of Standards and Technology (http://nvd.nist.gov/cvss.cfm). La diffusione, comunicazione, riproduzione, copia con qualsiasi mezzo delle informazioni contenute nel presente bollettino sono rigorosamente vietate. Non è consentito rivelare o comunicare in alcun modo a terzi tali informazioni, se non previa autorizzazione scritta del CERT di Poste Italiane. E obbligatorio adottare ogni precauzione necessaria ad impedire i rischi di accesso non autorizzato, uso non consentito o indebita appropriazione di tali informazioni da parte di soggetti, terzi o meno, non autorizzati. Eventuali delucidazioni sui contenuti del presente bollettino possono essere richiesti via al CERT di Poste Italiane all indirizzo: Early Warning - Bollettino VA-IT A Pag. 6/6

Bollettino VA-IT-150129-01.A

Bollettino VA-IT-150129-01.A Early W a r ning Bollettino VA-IT-150129-01.A Guida alla corretta lettura della scheda riassuntiva Early Warning - Bollettino VA-IT-150129-01.A Pag. 2/6 P U B L I C CORRISPONDENZE EARLY WARNING INFORMAZIONI

Dettagli

Bollettino VA-IT-131112-01.B

Bollettino VA-IT-131112-01.B Early W a r ning Bollettino VA-IT-131112-01.B Guida alla corretta lettura della scheda riassuntiva Early Warning - Bollettino VA-IT-131112-01.B Pag. 2/6 P U B L I C CORRISPONDENZE EARLY WARNING INFORMAZIONI

Dettagli

Bollettino VA-IT-140313-01.A

Bollettino VA-IT-140313-01.A Early W a r ning Bollettino VA-IT-140313-01.A Guida alla corretta lettura della scheda riassuntiva Early Warning - Bollettino VA-IT-140313-01.A Pag. 2/6 C A N D I D A T E CORRISPONDENZE EARLY WARNING INFORMAZIONI

Dettagli

Early Warning. Bollettino VA-IT-130708-01.A

Early Warning. Bollettino VA-IT-130708-01.A Early Warning Bollettino VA-IT-130708-01.A Guida alla corretta lettura della scheda riassuntiva Early Warning - Bollettino VA-IT-130708-01.A Pag. 2/6 P U B L I C CORRISPONDENZE EARLY WARNING INFORMAZIONI

Dettagli

Bollettino VA-IT-140703-01.A

Bollettino VA-IT-140703-01.A Early W a r ning Bollettino VA-IT-140703-01.A Guida alla corretta lettura della scheda riassuntiva Early Warning - Bollettino VA-IT-140703-01.A Pag. 2/6 P U B L I C CORRISPONDENZE EARLY WARNING INFORMAZIONI

Dettagli

Bollettino VA-IT-131203-01.A

Bollettino VA-IT-131203-01.A Early Warning Bollettino VA-IT-131203-01.A Guida alla corretta lettura della scheda riassuntiva Early Warning - BollettinoVA-IT-131203-01.A Pag. 2/6 P U B L I C CORRISPONDENZE EARLY WARNING INFORMAZIONI

Dettagli

Early Warning Bollettino VA-IT-131028-01.B

Early Warning Bollettino VA-IT-131028-01.B Early Warning Bollettino VA-IT-131028-01.B Guida alla corretta lettura della scheda riassuntiva Early Warning - Bollettino VA-IT-131028-01.B Pag. 2/6 P U B L I C CORRISPONDENZE EARLY WARNING INFORMAZIONI

Dettagli

Early Warning Bollettino VA-IT-130709-01.A

Early Warning Bollettino VA-IT-130709-01.A Early Warning Bollettino VA-IT-130709-01.A C A N D I D A T E CORR ISPONDE NZE VULNERABILITY ALERT INFORMAZIONI GENERALI DELLA VULNERABILITÀ TITOLO Stack Based Buffer Overflow in AutoTrace Data Pubblicazione

Dettagli

Bollettino VA-IT-140901-01.A

Bollettino VA-IT-140901-01.A Early W a r ning Bollettino VA-IT-140901-01.A Guida alla corretta lettura della scheda riassuntiva Early Warning - Bollettino VA-IT-140901-01.A Pag. 2/6 C A N D I D A T E CORRISPONDENZE EARLY WARNING INFORMAZIONI

Dettagli

Early Warning Bollettino VA-IT-130702-01.A

Early Warning Bollettino VA-IT-130702-01.A Early Warning Bollettino VA-IT-130702-01.A P U B L I C CORR ISPONDE NZE VULNERABILITY ALERT INFORMAZIONI GENERALI DELLA VULNERABILITÀ TITOLO Local Privilege Escalation nel Kernel di Microsoft Windows Data

Dettagli

Bollettino VA-IT A

Bollettino VA-IT A Early Warning Bollettino VA-IT-131218-01.A Guida alla corretta lettura della scheda riassuntiva Early Warning - Bollettino VA-IT-131218-01.A Pag. 2/6 P U B L I C CORRISPONDENZE EARLY WARNING INFORMAZIONI

Dettagli

Nota Vulnerabilità VN-IT-140113-01.A

Nota Vulnerabilità VN-IT-140113-01.A Early Warning Nota Vulnerabilità VN-IT-140113-01.A Early Warning Pag. 1/5 INFORMAZIONI DEL BOLLETTINO EARLY WARNING DI RIFERIMENTO TITOLO BOLLETTINO VA Denial of Service del demone ntpd Data Pubblicazione

Dettagli

McDonald's Wi-Fi Login System by BT Italia S.p.A. Multiple Vulnerabilities Report

McDonald's Wi-Fi Login System by BT Italia S.p.A. Multiple Vulnerabilities Report McDonald's Wi-Fi Login System by BT Italia S.p.A. Multiple Vulnerabilities Report Sommario Introduzione...3 Lista delle Vulnerabilità...3 Descrizione delle vulnerabilità...3 XSS...3 Captcha...4 Login...5

Dettagli

Per ulteriori informazioni sul software interessato, vedere la sezione successiva, Software interessato e percorsi per il download.

Per ulteriori informazioni sul software interessato, vedere la sezione successiva, Software interessato e percorsi per il download. Riepilogo dei bollettini sulla sicurezza - Ottobre 2012 1 di 5 PCPS.it - assistenza informatica Security TechCenter Data di pubblicazione: martedì 9 ottobre 2012 Aggiornamento: martedì 23 ottobre 2012

Dettagli

Attacchi alle applicazioni web: SQL injection e Cross-site scripting (XSS)

Attacchi alle applicazioni web: SQL injection e Cross-site scripting (XSS) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA Facoltà di Ingegneria Corso di laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Tesina di Sicurezza nei Sistemi informativi Simona Ullo Attacchi alle applicazioni web: SQL

Dettagli

Requisiti di controllo dei fornitori esterni

Requisiti di controllo dei fornitori esterni Requisiti di controllo dei fornitori esterni Sicurezza cibernetica Per fornitori classificati a Basso Rischio Cibernetico Requisito di cibernetica 1 Protezione delle attività e configurazione del sistema

Dettagli

RSA Sun Insurance Office Ltd

RSA Sun Insurance Office Ltd RSA Sun Insurance Office Ltd Web Application Security Assessment (http://rsage49:9080/sisweb) Hacking Team S.r.l. Via della Moscova, 13 20121 MILANO (MI) - Italy http://www.hackingteam.it info@hackingteam.it

Dettagli

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali TeamPortal Servizi integrati con ambienti Gestionali 12/2013 Accesso da remoto Accesso da remoto Esempio 1 Sul Firewall devono essere aperte le porte 80 : http (o quella assegnata in fase di installazione/configurazione

Dettagli

IT Risk Assessment. IT Risk Assessment

IT Risk Assessment. IT Risk Assessment IT Risk Assessment Una corretta gestione dei rischi informatici è il punto di partenza per progettare e mantenere nel tempo il sistema di sicurezza aziendale. Esistono numerosi standard e modelli di riferimento

Dettagli

TeamPortal. Infrastruttura

TeamPortal. Infrastruttura TeamPortal Infrastruttura 05/2013 TeamPortal Infrastruttura Rubriche e Contatti Bacheca Procedure Gestionali Etc Framework TeamPortal Python SQL Wrapper Apache/SSL PostgreSQL Sistema Operativo TeamPortal

Dettagli

Microsoft Security Intelligence Report (gennaio-giugno 2008)

Microsoft Security Intelligence Report (gennaio-giugno 2008) Microsoft Security Intelligence Report (gennaio-giugno 2008) Riepilogo dei principali risultati Il Microsoft Security Intelligence Report (gennaio-giugno 2008) fornisce un'analisi approfondita su vulnerabilità

Dettagli

Incident & Vulnerability Management: Integrazione nei processi di un SOC. Fabio Civita. Roma, 13 Maggio 2014 Complesso Monumentale S.

Incident & Vulnerability Management: Integrazione nei processi di un SOC. Fabio Civita. Roma, 13 Maggio 2014 Complesso Monumentale S. Il braccio destro per il business. Incident & Vulnerability Management: Integrazione nei processi di un SOC Roma, 13 Maggio 2014 Complesso Monumentale S.Spirito in Sassia Il braccio destro per il business.

Dettagli

Microsoft Security Intelligence Report

Microsoft Security Intelligence Report Microsoft Security Intelligence Report Volume 12 LUGLIO-DICEMBRE 2011 RISULTATI PRINCIPALI www.microsoft.com/sir Microsoft Security Intelligence Report Il presente documento è stato redatto a scopo puramente

Dettagli

penetration test (ipotesi di sviluppo)

penetration test (ipotesi di sviluppo) penetration test (ipotesi di sviluppo) 1 Oggetto... 3 2 Premesse... 3 3 Attività svolte durante l analisi... 3 3.1 Ricerca delle vulnerabilità nei sistemi... 4 3.2 Ricerca delle vulnerabilità nelle applicazioni

Dettagli

Simone Riccetti. Applicazioni web:security by design

Simone Riccetti. Applicazioni web:security by design Simone Riccetti Applicazioni web:security by design Perchè il problema continua a crescere? Connettività: Internet L incremento del numero e delle tipologie d vettori di attacco è proporzionale all incremento

Dettagli

SPECIFICA DI ASSESSMENT PER I SERVIZI BPOL E BPIOL

SPECIFICA DI ASSESSMENT PER I SERVIZI BPOL E BPIOL SPECIFICA DI ASSESSMENT PER I SERVIZI BPOL E BPIOL ver.: 1.0 del: 21/12/05 SA_Q1DBPSV01 Documento Confidenziale Pagina 1 di 8 Copia Archiviata Elettronicamente File: SA_DBP_05_vulnerability assessment_sv_20051221

Dettagli

Microsoft Security Intelligence Report, volume 6 (luglio - dicembre 2008)

Microsoft Security Intelligence Report, volume 6 (luglio - dicembre 2008) Microsoft Security Intelligence Report, volume 6 (luglio - dicembre 2008) Riepilogo dei principali risultati Il volume 6 di Microsoft Security Intelligence Report fornisce un'analisi approfondita su vulnerabilità

Dettagli

Allegato 2. Scheda classificazione delle minacce e vulnerabilità

Allegato 2. Scheda classificazione delle minacce e vulnerabilità Allegato 2 Scheda classificazione delle minacce e vulnerabilità LEGENDA In questa tabella si classificano le minacce per tipologia e si indica l impatto di esse sulle seguenti tre caratteristiche delle

Dettagli

Penetration Test Integrazione nell'attività di internal auditing

Penetration Test Integrazione nell'attività di internal auditing Parma 6 giugno 2008 Penetration Test Integrazione nell'attività di internal auditing CONTENUTI TI AUDIT mission e organizzazione REVISIONE TECNICA mission e organizzazione INTERNAL SECURITY ASSESSMENT

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 10 e 11 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 Risk Analysis I termini risk analysis

Dettagli

Applicazioni software e gestione delle vulnerabilità: un caso concreto di successo

Applicazioni software e gestione delle vulnerabilità: un caso concreto di successo Applicazioni software e gestione delle vulnerabilità: un caso concreto di successo Roberto Obialero, GCFW, GCFA Fabio Bucciarelli, GCFA, CEH Agenda Analisi del contesto (attacchi,

Dettagli

La sicurezza dell informazione

La sicurezza dell informazione La sicurezza dell informazione come costruire il sistema di gestione per la sicurezza dell informazione Ing. Ioanis Tsiouras 1 (Rivista Qualità, Agosto 2000) 1 Introduzione L informazione, nel linguaggio

Dettagli

Per ulteriori informazioni sul software interessato, vedere la sezione successiva, Software interessato e percorsi per il download.

Per ulteriori informazioni sul software interessato, vedere la sezione successiva, Software interessato e percorsi per il download. Riepilogo dei bollettini sulla sicurezza - Novembre 2012 1 di 5 17/11/2012 17.20 Security TechCenter Data di pubblicazione: martedì 13 novembre 2012 Aggiornamento: martedì 13 novembre 2012 Versione: 1.1

Dettagli

INFN Napoli NESSUS. IL Security Scanner. Francesco M. Taurino 1

INFN Napoli NESSUS. IL Security Scanner. Francesco M. Taurino 1 NESSUS IL Security Scanner Francesco M. Taurino 1 La vostra RETE Quali servizi sono presenti? Sono configurati in modo sicuro? Su quali macchine girano? Francesco M. Taurino 2 Domanda Quanto e sicura la

Dettagli

I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno

I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno In questi ultimi anni gli investimenti

Dettagli

Report sullo stato della protezione Microsoft volume 7 (gennaio-giugno 2009)

Report sullo stato della protezione Microsoft volume 7 (gennaio-giugno 2009) Report sullo stato della protezione Microsoft volume 7 (gennaio-giugno 2009) Riepilogo dei principali risultati Il volume 7 del report sullo stato della protezione Microsoft offre una descrizione dettagliata

Dettagli

Progetto di Information Security

Progetto di Information Security Progetto di Information Security Pianificare e gestire la sicurezza dei sistemi informativi adottando uno schema di riferimento manageriale che consenta di affrontare le problematiche connesse alla sicurezza

Dettagli

Per ulteriori informazioni sul software interessato, vedere la sezione successiva, Software interessato e percorsi per il download.

Per ulteriori informazioni sul software interessato, vedere la sezione successiva, Software interessato e percorsi per il download. 1 di 11 17/11/2012 17.26 Security TechCenter Data di pubblicazione: martedì 11 settembre 2012 Aggiornamento: venerdì 21 settembre 2012 Versione: 2.0 Questo riepilogo elenca i bollettini sulla sicurezza

Dettagli

La Sicurezza dell Informazione nel Web Information System La metodologia WISS

La Sicurezza dell Informazione nel Web Information System La metodologia WISS 1 Introduzione La Sicurezza dell Informazione nel Web Information System La metodologia WISS Ioanis Tsiouras 1 (Rivista ZeroUno, in pubblicazione) I sistemi informativi con le applicazioni basate su Web

Dettagli

Microsoft Security Intelligence Report

Microsoft Security Intelligence Report Microsoft Security Intelligence Report Volume 13 GENNAIO - GIUGNO 2012 RISULTATI www.microsoft.com/sir Microsoft Security Intelligence Report Il presente documento è fornito esclusivamente a scopo informativo.

Dettagli

MS WORD 2000 ULTIMA VULNERABILITA SCOPERTA

MS WORD 2000 ULTIMA VULNERABILITA SCOPERTA SEGNALAZIONE DEL 05/09/2006 (LIVELLO DI RISCHIO 3 SU 5) MS WORD 2000 ULTIMA VULNERABILITA SCOPERTA INTRODUZIONE : Negli ultimi mesi sono state segnalate, a livello mondiale, numerose attività intese a

Dettagli

Attacco alle WebMail basate su Memova: tampering dei parametri di inoltro automatico

Attacco alle WebMail basate su Memova: tampering dei parametri di inoltro automatico Attacco alle WebMail basate su Memova: tampering dei parametri di inoltro automatico Rosario Valotta Matteo Carli Indice Attacco alle WebMail basate su Memova:... 1 tampering dei parametri di inoltro automatico...

Dettagli

PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152)

PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152) Commissario Delegato per l Emergenza Bonifiche e la Tutela delle Acque in Sicilia PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152) Sistema WEB-GIS

Dettagli

Security Scan e Penetration Testing

Security Scan e Penetration Testing Security Scan e Penetration Testing esperienze di una realtà specializzata http://www.infosec.it info@infosec.it Il Net Probing INFOSEC Relatore: Stefano Venturoli Infosecurity 2002 Security Scan e Penetration

Dettagli

CLUSIT. Commissione di studio Certificazioni di Sicurezza Informatica. Linea guida per l analisi di rischio. Codice doc.

CLUSIT. Commissione di studio Certificazioni di Sicurezza Informatica. Linea guida per l analisi di rischio. Codice doc. CLUSIT Commissione di studio Certificazioni di Sicurezza Informatica Linea guida per l analisi di rischio Codice doc.to: CS_CERT/SC1/T3 Stato: Draft 1 2 INDICE 1. Introduzione....4 2. Scopo della presente

Dettagli

F-Secure Software Updater Uno strumento unico per proteggere la vostra azienda dalla minacce conosciute. Proteggi l'insostituibile f-secure.

F-Secure Software Updater Uno strumento unico per proteggere la vostra azienda dalla minacce conosciute. Proteggi l'insostituibile f-secure. F-Secure Software Updater Uno strumento unico per proteggere la vostra azienda dalla minacce conosciute Proteggi l'insostituibile f-secure.it Panoramica Questo documento illustra le funzionalità di Software

Dettagli

Symantec Insight e SONAR

Symantec Insight e SONAR Teniamo traccia di oltre 3, miliardi di file eseguibili Raccogliamo intelligence da oltre 20 milioni di computer Garantiamo scansioni del 70% più veloci Cosa sono Symantec Insight e SONAR Symantec Insight

Dettagli

Versione 3.2 Dicembre,2013. MAIN OFFICE Via al Porto Antico 7 - Edificio Millo 16128 GENOVA Phone. 010 5954946 Fax. 010 8680159

Versione 3.2 Dicembre,2013. MAIN OFFICE Via al Porto Antico 7 - Edificio Millo 16128 GENOVA Phone. 010 5954946 Fax. 010 8680159 MAIN OFFICE Via al Porto Antico 7 - Edificio Millo 16128 GENOVA Phone. 010 5954946 Fax. 010 8680159 OPERATIONAL OFFICES GENOVA MILANO ROMA TORINO NETWORK INTEGRATION and SOLUTIONS srl www.nispro.it Per

Dettagli

Internet Security Systems Stefano Volpi

Internet Security Systems Stefano Volpi Internet Security Systems Stefano Volpi Chi è Internet Security Systems Leader mondiale tra le aziende indipendenti nel settore della sicurezza IT Fondata nel 1994 con base ad Atlanta (Georgia) Quotata

Dettagli

Protezione dei dati in azienda: la difficoltà di coniugare obiettivi e complessità

Protezione dei dati in azienda: la difficoltà di coniugare obiettivi e complessità L Eccellenza nei servizi e nelle soluzioni IT integrate. Protezione dei dati in azienda: la difficoltà di coniugare obiettivi e complessità 2012 MARZO Omnitech s.r.l. Via Fiume Giallo, 3-00144 Roma Via

Dettagli

Primi risultati della Risk Analysis tecnica e proposta di attività per la fase successiva di Vulnerability Assessment

Primi risultati della Risk Analysis tecnica e proposta di attività per la fase successiva di Vulnerability Assessment TSF S.p.A. 00155 Roma Via V. G. Galati 71 Tel. +39 06 43621 www.tsf.it Società soggetta all attività di Direzione e Coordinamento di AlmavivA S.p.A. Analisi di sicurezza della postazione PIC operativa

Dettagli

NCP Networking Competence Provider Srl Sede legale: Via di Porta Pertusa, 4-00165 Roma Tel: 06-88816735, Fax: 02-93660960. info@ncp-italy.

NCP Networking Competence Provider Srl Sede legale: Via di Porta Pertusa, 4-00165 Roma Tel: 06-88816735, Fax: 02-93660960. info@ncp-italy. NCP Networking Competence Provider Srl Sede legale: Via di Porta Pertusa, 4-00165 Roma Tel: 06-88816735, Fax: 02-93660960 info@ncp-italy.com Introduzione Il penetration testing, conosciuto anche come ethical

Dettagli

Introduzione al tema delle minacce di Phishing 3.0 attraverso tecniche di Cross Application Scripting

Introduzione al tema delle minacce di Phishing 3.0 attraverso tecniche di Cross Application Scripting Introduzione al tema delle minacce di Phishing 3.0 attraverso tecniche di Cross Application Scripting Relatori: Emanuele Gentili Alessandro Scoscia Emanuele Acri PHISHING: l eterna lotta tra Sviluppatori

Dettagli

Sicurezza le competenze

Sicurezza le competenze Sicurezza le competenze Le oche selvatiche volano in formazione a V, lo fanno perché al battere delle loro ali l aria produce un movimento che aiuta l oca che sta dietro. Volando così, le oche selvatiche

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI PER L UTILIZZO DEI SERVIZI

TERMINI E CONDIZIONI PER L UTILIZZO DEI SERVIZI TERMINI E CONDIZIONI PER L UTILIZZO DEI SERVIZI A. Accettazione dei Termini e Condizioni L accettazione puntuale dei termini, delle condizioni e delle avvertenze contenute in questo sito Web e negli altri

Dettagli

Condizioni generali di contratto applicabili al Servizio ReKup

Condizioni generali di contratto applicabili al Servizio ReKup Condizioni generali di contratto applicabili al Servizio ReKup In vigore dal 9 dicembre 2015. 1. Descrizione del Servizio. Il servizio denominato ReKup (in seguito indicato come Servizio ) è un servizio

Dettagli

Modellazione e automazione per una sicurezza attiva e preventiva. Appunti metodologici Mauro Cicognini Clusit

Modellazione e automazione per una sicurezza attiva e preventiva. Appunti metodologici Mauro Cicognini Clusit Modellazione e automazione per una sicurezza attiva e preventiva Appunti metodologici Mauro Cicognini Clusit Agenda Appunti metodologici Mauro Cicognini L'esperienza ICBPI Mario Monitillo La tecnologia

Dettagli

Tecnologie, processi e servizi per la sicurezza del sistema informativo

Tecnologie, processi e servizi per la sicurezza del sistema informativo Tecnologie, processi e servizi per la sicurezza del sistema informativo Carlo Mezzanotte Direttore Servizi Sistemistici Microsoft Italia Forze convergenti Ampio utilizzo Attacchi sofisticati Problemi di

Dettagli

Debian Security Team

Debian Security Team Debian Security Team 16 dicembre 2005 Dipartimento di Informatica e Scienze dell'informazione Emanuele Rocca - ema@debian.org http://people.debian.org/~ema/talks/ Debian Security Team Introduzione al progetto

Dettagli

Il processo di analisi dei rischi (parte IV)

Il processo di analisi dei rischi (parte IV) Il processo di analisi dei rischi (parte IV) Marco Domenico Aime < m.aime @ polito.it > Politecnico di Torino Dip. di Automatica e Informatica 1.. Stima dei rischi (risk estimation) RISK ANALYSIS modello

Dettagli

Capire i benefici di una rete informatica nella propria attività. I componenti di una rete. I dispositivi utilizzati.

Capire i benefici di una rete informatica nella propria attività. I componenti di una rete. I dispositivi utilizzati. LA RETE INFORMATICA NELL AZIENDA Capire i benefici di una rete informatica nella propria attività. I componenti di una rete I dispositivi utilizzati I servizi offerti LA RETE INFORMATICA NELL AZIENDA Copyright

Dettagli

Modulo Switch ProCurve xl Access Controller

Modulo Switch ProCurve xl Access Controller Aggiungendo il modulo ProCurve Switch xl Access Controller, lo switch serie 5300xl fornisce un approccio esclusivo all integrazione del controllo dell accesso degli utenti basato su identità, privacy dei

Dettagli

Descrizione servizio Websense Hosted Mail Security

Descrizione servizio Websense Hosted Mail Security Descrizione servizio Websense Hosted Mail Security Alla luce della crescente convergenza delle minacce nei confronti del Web e della posta elettronica, oggi è più importante che mai poter contare su una

Dettagli

SENSE CLOUD. Quick Guide ITA ALL WIICOM CLIENT/SERVER (CS) WI-FI MODULES

SENSE CLOUD. Quick Guide ITA ALL WIICOM CLIENT/SERVER (CS) WI-FI MODULES Quick Guide ITA ALL WIICOM CLIENT/SERVER (CS) WI-FI MODULES Quick Guide Sense Cloud - Quick Guide ITA 3 Revisione documento / Document revision: 1 Revisione software / Software revision: 1.1.0 Ultimo aggiornamento

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura DATI CLIENTE Nome, Cognome richiede la registrazione come cliente al sito Powerdesk per la società Ragione sociale con sede in via, CAP, Provincia PIVA, CF telefono, Fax

Dettagli

Clausola espressa di esclusione della responsabilità del sito web www.newdentalitalia.it

Clausola espressa di esclusione della responsabilità del sito web www.newdentalitalia.it Clausola espressa di esclusione della responsabilità del sito web www. L'uso di questo sito e del materiale in esso contenuto comporta la totale accettazione dei termini e delle condizioni sotto descritte:

Dettagli

LA NUOVA METODOLOGIA DI RATING CERVED GROUP. richiesta di commenti

LA NUOVA METODOLOGIA DI RATING CERVED GROUP. richiesta di commenti LA NUOVA METODOLOGIA DI RATING CERVED GROUP richiesta di commenti Novembre 2013 1 Indice RICHIESTA DI COMMENTI SULLA NUOVA METODOLOGIA DI RATING CERVED GROUP... 3 LE MOTIVAZIONI... 4 I PRINCIPALI ELEMENTI

Dettagli

PER L'UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA INFORMATICA DOL PER LA DOMANDA DI PRESTITO

PER L'UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA INFORMATICA DOL PER LA DOMANDA DI PRESTITO REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA INFORMATICA DOL PER LA DOMANDA DI PRESTITO REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA INFORMATICA DOL PER LA DOMANDA DI PRESTITO Articolo 1 - AMBITO DI APPLICAZIONE

Dettagli

Esempi pratici, risultati e contromisure consigliate. Massimo Biagiotti

Esempi pratici, risultati e contromisure consigliate. Massimo Biagiotti L attività di un Ethical Hacker Esempi pratici, risultati e contromisure consigliate Massimo Biagiotti Information Technology > Chiunque operi nel settore sa che il panorama dell IT è in continua evoluzione

Dettagli

Application Assessment Applicazione ARCO

Application Assessment Applicazione ARCO GESI Application Assessment Applicazione ARCO Versione 2 Milano 14 Luglio 2006 Hacking Team S.r.l. http://www.hackingteam.it Via della Moscova, 13 info@hackingteam.it 20121 MILANO (MI) - Italy Tel. +39.02.29060603

Dettagli

Application Assessment Applicazione ARCO

Application Assessment Applicazione ARCO GESI Application Assessment Applicazione ARCO Milano Hacking Team S.r.l. http://www.hackingteam.it Via della Moscova, 13 info@hackingteam.it 20121 MILANO (MI) - Italy Tel. +39.02.29060603 Fax +39.02.63118946

Dettagli

Esperienze di analisi del rischio in proggeti di Information Security

Esperienze di analisi del rischio in proggeti di Information Security INFORMATION RISK MANAGEMENT Stato dell arte e prospettive nell applicazione dell analisi del rischio ICT Esperienze di analisi del rischio in proggeti di Information Security Raoul Savastano - Responsabile

Dettagli

V.I.S.A. VoiP Infrastructure Security Assessment

V.I.S.A. VoiP Infrastructure Security Assessment V.I.S.A. VoiP Infrastructure Security Assessment INTRODUZIONE Il penetration testing, conosciuto anche come ethical hacking, ha come obiettivo quello di simulare le tecniche di attacco adottate per compromettere

Dettagli

Smart Grid: Opportunità e sfide per la sicurezza e l affidabilità

Smart Grid: Opportunità e sfide per la sicurezza e l affidabilità Smart Grid: Opportunità e sfide per la sicurezza e l affidabilità Sistemi Smart di gestione delle informazioni energetiche Renato Sanna Genova, 30 Novembre 2012 a green attitude rooted in Technology. Planet

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Metodologia di rating

CERVED RATING AGENCY. Metodologia di rating CERVED RATING AGENCY Metodologia di rating maggio 2014 1 SOMMARIO IL RATING - DEFINIZIONE...3 LA SCALA DI RATING...3 IL MODELLO DI RATING...5 LA BASE INFORMATIVA...6 LE COMPONENTI DELL ANALISI...7 Cebi

Dettagli

Legal Snapshot. Sicurezza delle informazioni SCENARIO ESIGENZE SOLUZIONE

Legal Snapshot. Sicurezza delle informazioni SCENARIO ESIGENZE SOLUZIONE Sicurezza delle informazioni Legal Snapshot SCENARIO Il contesto attuale è caratterizzato da continui cambiamenti ed evoluzioni tecnologiche che condizionano gli ambiti sociali ed aziendali. La legislazione

Dettagli

Glossario servizi di Sicurezza Informatica offerti

Glossario servizi di Sicurezza Informatica offerti Glossario servizi di Sicurezza Informatica offerti Copyright LaPSIX 2007 Glossario servizi offerti di sicurezza Informatica SINGLE SIGN-ON Il Single Sign-On prevede che la parte client di un sistema venga

Dettagli

Sicurezza Aziendale: gestione del rischio IT (Penetration Test )

Sicurezza Aziendale: gestione del rischio IT (Penetration Test ) Sicurezza Aziendale: gestione del rischio IT (Penetration Test ) Uno dei maggiori rischi aziendali è oggi relativo a tutto ciò che concerne l Information Technology (IT). Solo negli ultimi anni si è iniziato

Dettagli

CNIPA. "Codice privacy" Il Documento Programmatico di Sicurezza. 26 novembre 2007. Sicurezza dei dati

CNIPA. Codice privacy Il Documento Programmatico di Sicurezza. 26 novembre 2007. Sicurezza dei dati CNIPA "Codice privacy" 26 novembre 2007 Sicurezza dei dati Quando si parla di sicurezza delle informazioni, i parametri di riferimento da considerare sono: Integrità Riservatezza Disponibilità 1 I parametri

Dettagli

Microsoft Security Intelligence Report

Microsoft Security Intelligence Report Microsoft Security Intelligence Report Da gennaio a giugno 2007 Riepilogo dei principali risultati Microsoft Security Intelligence Report (gennaio - giugno 2007) Riepilogo dei principali risultati Il Microsoft

Dettagli

ACCETTAZIONE DELLE CONDIZIONI GENERALI per l'uso del sito web Elettroabruzzo s.r.l. MODIFICA DEL SITO E DELLE CONDIZIONI PER L'UTILIZZO DEL SERVIZIO

ACCETTAZIONE DELLE CONDIZIONI GENERALI per l'uso del sito web Elettroabruzzo s.r.l. MODIFICA DEL SITO E DELLE CONDIZIONI PER L'UTILIZZO DEL SERVIZIO Condizioni di utilizzo del sito web Ragione Sociale: Elettroabruzzo s.r.l. Partita IVA: 02334090699 Via Messina, 4-66020 Sambuceto di San Giovanni Teatino - CH Capitale Sociale 100.000,00 interamente versato

Dettagli

SOC le ragioni che determinano la scelta di una struttura esterna

SOC le ragioni che determinano la scelta di una struttura esterna SOC le ragioni che determinano la scelta di una struttura esterna Indice Scopo Servizi SOC Descrizione Servizi Modello di Erogazione Risorse / Organizzazione Sinergia con altri servizi Conclusioni 2 Scopo

Dettagli

PRIVACY POLICY ED INFORMATIVA COOKIES

PRIVACY POLICY ED INFORMATIVA COOKIES PRIVACY POLICY ED INFORMATIVA COOKIES PREMESSE. Con il presente documento la società Area C Sagl -, titolare del presente sito internet intende dare notizia sulle modalità di gestione del sito medesimo

Dettagli

Analisi e gestione del rischio. ing. Daniele Perucchini Fondazione Ugo Bordoni dperucchini@fub.it

Analisi e gestione del rischio. ing. Daniele Perucchini Fondazione Ugo Bordoni dperucchini@fub.it Analisi e gestione del rischio ing. Daniele Perucchini Fondazione Ugo Bordoni dperucchini@fub.it ISCOM e infrastrutture critiche www.iscom.gov.it Premessa Prima di iniziare qualsiasi considerazione sull'analisi

Dettagli

REGOLAMENTO GESTIONE PORTALE INTERNET

REGOLAMENTO GESTIONE PORTALE INTERNET COMUNITA ROTALIANA KÖNIGSBERG Provincia di Trento REGOLAMENTO GESTIONE PORTALE INTERNET INDICE Art. 1 - Scopo ed oggetto Art. 2 - Principi Art. 3 - Contenuti del portale internet Art. 4 - Accesso e responsabilità

Dettagli

Network Hardening. Università degli Studi di Pisa. Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali. Stage svolto presso BK s.r.

Network Hardening. Università degli Studi di Pisa. Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali. Stage svolto presso BK s.r. Network Hardening Università degli Studi di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Applicata Stage svolto presso BK s.r.l Tutor Accademico Candidato Tutor

Dettagli

introduzione alla sicurezza informatica 2006-2009 maurizio pizzonia sicurezza dei sistemi informatici e delle reti

introduzione alla sicurezza informatica 2006-2009 maurizio pizzonia sicurezza dei sistemi informatici e delle reti introduzione alla sicurezza informatica 1 principio fondamentale la sicurezza di un sistema informatico è legata molto al processo con cui il sistema viene gestito pianificazione, analisi dei rischi, gestione

Dettagli

Navigazione automatica e rilevazione di errori in applicazioni web

Navigazione automatica e rilevazione di errori in applicazioni web Politecnico di Milano Navigazione automatica e rilevazione di errori in applicazioni web Relatore: Prof. Stefano Zanero Fabio Quarti F e d e r i c o V i l l a A.A. 2006/2007 Sommario Obiettivo: Illustrare

Dettagli

Mobile Insecurity. Manno, 28 Settembre 2011 D Amato Luigi

Mobile Insecurity. Manno, 28 Settembre 2011 D Amato Luigi Mobile Insecurity Manno, 28 Settembre 2011 D Amato Luigi About us n Luigi D Amato: Senior CyberSecurity Consultant e CTO di Security Lab SAGL. Membro ufficiale del chapter italiano dell Honeynet Project

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA I II REGOLAMENTO DI ACCESSO AI SERVIZI DI RETE III NORME DI ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO DI ACCESSO AI SERVIZI DI RETE DIRETTIVE PER LA SICUREZZA DEI SERVIZI DI RETE SOMMARIO PREFAZIONE 3 PROFILO DI RISCHIO:

Dettagli

Managed Security Services Security Operations Center

Managed Security Services Security Operations Center Managed Security Services Security Operations Center L organizzazione, i servizi ed i fattori da prendere in considerazione quando si deve scegliere un provider di servizi. Davide Del Vecchio Responsabile

Dettagli

Rapporto Tecnico su installazione del dimostratore

Rapporto Tecnico su installazione del dimostratore Rapporto Tecnico su installazione del dimostratore Indice 1 Introduzione 2 2 Installazione 3 2.1 Requisiti.............................. 3 2.2 Installazione........................... 3 3 Inserimento e/o

Dettagli

Termini E Condizioni Di Vendita Con contratto di compravendita on-line si intende il contratto stipulato tra fornitore Spring Color S.r.l.

Termini E Condizioni Di Vendita Con contratto di compravendita on-line si intende il contratto stipulato tra fornitore Spring Color S.r.l. Termini E Condizioni Di Vendita Con contratto di compravendita on-line si intende il contratto stipulato tra fornitore Spring Color S.r.l. via Jesina 63, 60022 Castelfidardo (AN) - P.I. 02071670422, e

Dettagli

Approvato con deliberazione della Giunta comunale n. / in data / /

Approvato con deliberazione della Giunta comunale n. / in data / / REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI Approvato con deliberazione della Giunta comunale n. / in data / / INDICE CAPO I FINALITA - AMBITO DI APPLICAZIONE - PRINCIPI GENERALI

Dettagli

www.microsoft.com/italy/sbs2003/

www.microsoft.com/italy/sbs2003/ www.microsoft.com/italy/sbs2003/ Componente della famiglia Microsoft Windows Server, Windows Small Business Server 2003 rappresenta la soluzione ideale per consentire alle piccole e medie imprese

Dettagli

Symantec Mobile Security

Symantec Mobile Security Protezione avanzata dalle minacce per i dispositivi mobili Data-sheet: Gestione degli endpoint e mobiltà Panoramica La combinazione di app store improvvisati, la piattaforma aperta e la consistente quota

Dettagli

Xerox SMart esolutions. White Paper sulla protezione

Xerox SMart esolutions. White Paper sulla protezione Xerox SMart esolutions White Paper sulla protezione White Paper su Xerox SMart esolutions La protezione della rete e dei dati è una delle tante sfide che le aziende devono affrontare ogni giorno. Tenendo

Dettagli

LA TECNOLOGIA CONTRO L HACKING

LA TECNOLOGIA CONTRO L HACKING LA TECNOLOGIA CONTRO L HACKING LUCA EMILI RODOLFO ROSINI GIORGIO VERDE E*MAZE Networks S.p.A. I punti che verranno trattati: La sicurezza di siti web, piattaforme di e-business e sistemi di pagamento on-line.

Dettagli

FINAL 1.3 DOCUMENTO PUBBLICO. Acceptable Use Policy (AUP)

FINAL 1.3 DOCUMENTO PUBBLICO. Acceptable Use Policy (AUP) FINAL 1.3 DOCUMENTO PUBBLICO Acceptable Use Policy (AUP) Milano, 13/06/2007 Introduzione All interno del presente documento sono descritte alcune norme comportamentali che gli utenti connessi ad Internet

Dettagli