Malattie da lavoro. Sistemi di registrazione. Sottonotifica. Prevenzione. Risarcimento

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Malattie da lavoro. Sistemi di registrazione. Sottonotifica. Prevenzione. Risarcimento"

Transcript

1 Malattie da lavoro Sistemi di registrazione Sottonotifica Prevenzione Risarcimento

2 Sistemi di registrazione Assicurazione INAIL Registro nazionale ex D.Lgs. 38/00 gestito da INAIL MALPROF COR Altri dati derivanti da progetti specifici

3 MALATTIE PROFESSIONALI manifestatesi nel periodo e denunciate all'inail anno 2002 anno 2003 anno 2004 anno 2005 anno 2006

4 MALATTIE PROFESSIONALI manifestatesi nel periodo e denunciate all'inail per tipo di malattia e anno - INDUSTRIA E SERVIZI tipo di malattia Malattie tabellate ASMA BRONCHIALE MALATTIE CUTANEE PNEUMOC.DA SILICATI IPOACUSIA E SORDITA' MALAT.OSTEOARTICOLARI NEOPLASIE DA ASBESTO ASBESTOSI

5 MALATTIE PROFESSIONALI manifestatesi nel periodo e denunciate all'inail per tipo di malattia e anno - INDUSTRIA E SERVIZI tipo di malattia malattie non tabellate ipoacusia tendiniti malattie dell'apparato respiratorio affezioni dei dischi intervertebrali sindrome del tunnel carpale artrosi tumori altre neuropatie periferiche INDETERMINATA

6 Sottonotifica Alcune possibili cause Cattiva qualità della sorveglianza sanitaria Omissioni dei medici, in particolare dei medici competenti Scarsa formazione dei medici di base e ospedalieri Difficoltà diagnostiche per le malattie a genesi multifattoriale Condizionamento dei medici competenti Ricatto occupazionale del lavoratore Scarsa vigilanza delle ASL

7 Prevenzione Il ruolo del medico competente è essenziale La sua attività deve seguire i principi della medicina del lavoro e del codice etico ICOH (art. 39 D.Lgs. 81/08) oltre che rispettare le norme in materia di denuncia e referto La sua attività deve essere strettamente raccordata alla valutazione e gestione dei rischi

8 Prevenzione Ma anche Una maggior vigilanza da parte dei servizi delle ASL, anche attraverso la ripresa delle attività di igiene industriale, determinerebbe non solo un aumento dei casi registrati (ricerca attiva) ma anche una maggior prevenzione degli stessi

9 Malattie professionali per stato di definizione (rapporti percentuali media ) agricoltura industria e servizi dipendenti conto Stato denunciate riconosciute indennizzate in corso di definizione Fonte INAIL

10 Risarcimento Riconosciute/ Totale denunciate Indennizzate/ Riconosciute Indennizzate/ Totale denunciate Malattie tabellate 55% 62% 34% Malattie non tabellate 27% 48% 13%

11 Alcune proposte Per migliorare la sorveglianza sanitaria Maggiore integrazione del medico competente nei processi di valutazione e gestione dei rischi Obbligo per il MC di relazione annuale sull attività svolta e sui risultati della stessa Migliore preparazione del MC alla elaborazione e gestione di dati collettivi Inserire tra i compiti del MC la collaborazione per il reintegro lavorativo del lavoratore affetto da patologie da lavoro e non

12 Alcune proposte Per favorire le segnalazioni di malattie da lavoro Semplificare il flusso delle denunce/referti Rafforzare l indipendenza del MC Adeguate sanzioni per il MC per omissione di denuncia/referto e di denuncia all INAIL (es. ammenda e misure interdittive) Illicenziabilità dei lavoratori che hanno subito infortunio o malattia professionale Coinvolgere i medici di base e i medici ospedalieri Aumentare l attività di controllo da parte delle ASL sull attività dei MC

13 Alcune proposte Per migliorare l informazione/documentazione relativa all associazione lavoro/quadri patologici Istituire la cartella sanitaria informatizzata del cittadino Registrare nel libretto di lavoro la mansione Registrare la mansione nelle SDO

14 Alcune proposte Per migliorare l informazione/documentazione relativa all associazione lavoro/quadri patologici Istituire il registro nazionale delle malattie da lavoro prescindendo dagli aspetti assicurativi (progetto MALPROF) Incrociare dati appartenenti a sistemi informativi diversi SINP

15 Alcune proposte Per rendere più efficaci le pene Modifica del reato/sanzioni per lesioni colpose: responsabilità dell ente in caso di malattie professionali (L. 123/07) sanzione condizionata all eliminazione del pericolo ed al risarcimento dei danni patteggiamento condizionato sanzioni di tipo diverso o accessorie

Gli immigrati nei dati INAIL. Gli immigrati nei dati MalProf

Gli immigrati nei dati INAIL. Gli immigrati nei dati MalProf !"" #$ $% Gli immigrati nei dati INAIL Nati all estero, individuati tramite CF Z### Non considerata la Cittadinanza Gli immigrati nei dati MalProf Nati all estero, individuati tramite CF Z### Non considerata

Dettagli

Il lavoro, gli infortuni e le malattie professionali degli stranieri. INAIL Adelina Brusco e Daniela Gallieri

Il lavoro, gli infortuni e le malattie professionali degli stranieri. INAIL Adelina Brusco e Daniela Gallieri Il lavoro, gli infortuni e le malattie professionali degli stranieri INAIL Adelina Brusco e Daniela Gallieri Forum PA 17 maggio 2010 Assicurati, infortuni e malattie professionali sono rilevati tramite

Dettagli

RISCHIO VIBRAZIONI E RISCHIO RUMORE IL RUOLO DELL INAIL nel riconoscimento e la prevenzione delle patologie da rumore Prof. Francesco DI FABIO Vasto (CH), 28-2929 giugno 2007 1 IPOACUSIA DA RUMORE MP più

Dettagli

La prevenzione degli infortuni e la promozione della salute nei luoghi di lavoro con particolare riferimento al comparto dell agricoltura

La prevenzione degli infortuni e la promozione della salute nei luoghi di lavoro con particolare riferimento al comparto dell agricoltura La prevenzione degli infortuni e la promozione della salute nei luoghi di lavoro con particolare riferimento al comparto dell agricoltura Carlo Barbero Obiettivi analizzare il contesto del comparto dell

Dettagli

MALATTIE PROFESSIONALI

MALATTIE PROFESSIONALI MALATTIE PROFESSIONALI L Informazione aiuta la Prevenzione Il lavoro è parte della tua vita, non la tua malattia. Lavorare bene ti fa bene! Malattie Professionali Lesione dovuta a causa lenta che produce

Dettagli

Seminario regionale La sicurezza nei cantieri forestali

Seminario regionale La sicurezza nei cantieri forestali 1 Seminario regionale La sicurezza nei cantieri forestali 14 giugno 2012 - Fenestrelle (TO) Infortuni sul lavoro e malattie professionali nel settore forestale: i dati INAIL Maria Gullo INAIL Piemonte

Dettagli

Anno 2014: stato di fatto

Anno 2014: stato di fatto Protocollo d intesa tra INAIL,ASL (UOC PSAL) e Ospedale di Circolo di Varese(UOOML) in tema di malattie professionali Deliberazione n.411 del 07.08.2013 e Progetto triennale: analisi dell andamento delle

Dettagli

Numero 20 /2013 Le malattie professionali nell anno 2012 nelle statistiche INAIL

Numero 20 /2013 Le malattie professionali nell anno 2012 nelle statistiche INAIL Numero 20 /2013 Le malattie professionali nell anno 2012 nelle statistiche INAIL L'INAIL ha presentato i dati degli infortuni e delle malattie professionali relativi all'anno 2012. Nel 2012 si è avuto

Dettagli

R e g i o n e L a z i

R e g i o n e L a z i o R e g i o n e L a z i Titolo del Progetto o del programma: E possibile rendere sicure le sostanze pericolose Identificativo della Linea o delle Linee di intervento generale/i : Prevenzione degli eventi

Dettagli

Organizzazione della prevenzione aziendale

Organizzazione della prevenzione aziendale Organizzazione della prevenzione aziendale La normativa e le figure coinvolte Sicurezza sul lavoro? Non solo 81/08 COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA la Repubblica tutela la salute come fondamentale

Dettagli

Osservatorio Regionale sulla sicurezza e prevenzione nei luoghi di lavoro (LR 4/2006)

Osservatorio Regionale sulla sicurezza e prevenzione nei luoghi di lavoro (LR 4/2006) Osservatorio Regionale sulla sicurezza e prevenzione nei luoghi di lavoro (LR 4/2006) Programma triennale di attività 2008-2010 Il quadro normativo e progettuale della prevenzione nei luoghi di lavoro

Dettagli

L'ANDAMENTO DELLE MALATTIE PROFESSIONALI (2006-2010) Gestione / Tipo di malattia 2006 2010

L'ANDAMENTO DELLE MALATTIE PROFESSIONALI (2006-2010) Gestione / Tipo di malattia 2006 2010 L'ANDAMENTO DELLE MALATTIE PROFESSIONALI (2006-2010) Fonte: archivi Banca Dati Statistica aggiornati al 30 aprile 2011 MALATTIE PROFESSIONALI manifestatesi nel periodo 2006-2010 e denunciate, per gestione

Dettagli

NORMATIVA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

NORMATIVA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO NORMATIVA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO DLGS81/08 D.LGS Ultime novità legislative IGIENE SICUREZZA AMBIENTE CERTIFICAZIONI ANTINCENDIO MEDICINA del LAVORO PRIVACY Divisione Consulenza e servizi Divisione

Dettagli

PRESENTAZIONE ALLE PARTI SOCIALI DEL PIANO REGIONALE AGRICOLTURA 2009 2010. http://azisanrovigo.it/spisal. Dr.ssa Antonella Zangirolami

PRESENTAZIONE ALLE PARTI SOCIALI DEL PIANO REGIONALE AGRICOLTURA 2009 2010. http://azisanrovigo.it/spisal. Dr.ssa Antonella Zangirolami PRESENTAZIONE ALLE PARTI SOCIALI DEL PIANO REGIONALE AGRICOLTURA 2009 2010 http://azisanrovigo.it/spisal Dr.ssa Antonella Zangirolami LA SALUTE SUL LAVORO IN AGRICOLTURA GLI INFORTUNI LE MALATTIE PROFESSIONALI

Dettagli

I Piani Regionali di Prevenzione: indicazioni per la programmazione degli interventi. Augusto Quercia

I Piani Regionali di Prevenzione: indicazioni per la programmazione degli interventi. Augusto Quercia I Piani Regionali di Prevenzione: indicazioni per la programmazione degli interventi Augusto Quercia Ricerca attiva delle malattie professionali - Viterbo 30/10/2015 I Piani Regionali di Prevenzione PNP

Dettagli

CAPITOLO 1. 1. Cenni storici... 1 2. La medicina del lavoro attuale... 2 3. L igiene del lavoro... 4 CAPITOLO 2

CAPITOLO 1. 1. Cenni storici... 1 2. La medicina del lavoro attuale... 2 3. L igiene del lavoro... 4 CAPITOLO 2 CAPITOLO 1 LA MEDICINA E L IGIENE DEL LAVORO Sommario 1. Cenni storici... 1 2. La medicina del lavoro attuale... 2 3. L igiene del lavoro... 4 CAPITOLO 2 FIGURE E COMPITI DELLA MEDICINA DEL LAVORO Il medico

Dettagli

Prevenzione e gestione del mal di schiena nel personale sanitario: i dati della provincia di Verona

Prevenzione e gestione del mal di schiena nel personale sanitario: i dati della provincia di Verona Verona, 6 dicembre 2007 Prevenzione e gestione del mal di schiena nel personale sanitario: i dati della provincia di Verona Mario Gobbi - Spisal Ulss 20 Verona spisal@ulss20.verona.it http://prevenzione.ulss20.verona.it

Dettagli

La crescita delle patologie muscolo-scheletriche (Anni 2006-2011) 30.550

La crescita delle patologie muscolo-scheletriche (Anni 2006-2011) 30.550 Elaborazioni statistiche a cura di Franco D Amico Coordinatore dei Servizi Statistico-informativi di ANMIL 35.000 La crescita delle patologie muscolo-scheletriche (Anni 2006-2011) 30.550 26.138 25.000

Dettagli

Rendicontazione attività del Comitato Regionale di Coordinamento ex articolo 7 decreto legislativo 81/08. Regione Emilia-Romagna

Rendicontazione attività del Comitato Regionale di Coordinamento ex articolo 7 decreto legislativo 81/08. Regione Emilia-Romagna ASSESSORATO POLITICHE PER LA SALUTE Rendicontazione attività del Comitato Regionale di Coordinamento ex articolo 7 decreto legislativo 81/08 Regione Emilia-Romagna ANNO 2012 2 INDICE ORGANIZZAZIONE DEL

Dettagli

5. DATI SANITARI RELATIVI ALLA POPOLAZIONE LAVORATIVA TAV 5.1 ATTIVAZIONE DI UN FLUSSO INFORMATIVO CON LE IMPRESE

5. DATI SANITARI RELATIVI ALLA POPOLAZIONE LAVORATIVA TAV 5.1 ATTIVAZIONE DI UN FLUSSO INFORMATIVO CON LE IMPRESE 5. DATI SANITARI RELATIVI ALLA POPOLAZIONE LAVORATIVA TAV Nel 6 report sono state descritte le strategie informative messe in atto. Si riportano di seguito gli aggiornamenti. 5.1 ATTIVAZIONE DI UN FLUSSO

Dettagli

LE MALATTIE PROFESSIONALI A BERGAMO 2008-2012

LE MALATTIE PROFESSIONALI A BERGAMO 2008-2012 LE MALATTIE PROFESSIONALI A BERGAMO 2008-2012 BERGAMO Premessa L INAIL, acronimo di Istituto Nazionale Assicurazione Infortuni Lavoro, assicura non solo gli infortuni sul lavoro, ma anche contro le malattie

Dettagli

La Prevenzione dei Tumori Occupazionali. il Registro di Esposizione ad Agenti Cancerogeni e Mutageni

La Prevenzione dei Tumori Occupazionali. il Registro di Esposizione ad Agenti Cancerogeni e Mutageni La Prevenzione dei Tumori Occupazionali il Registro di Esposizione ad Agenti Cancerogeni e Mutageni La prevenzione dei tumori occupazionali Premessa L Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC)

Dettagli

Malattie professionali da agenti fisici: i dati, le tendenze.

Malattie professionali da agenti fisici: i dati, le tendenze. Malattie professionali da agenti fisici: i dati, le tendenze. Laura Filosa Consulenza Tecnica Accertamento Rischi e Prevenzione - INAIL MERCOLEDI 7 MARZO GIOVEDI 8 MARZO M. P. DA AGENTI FISICI Novità legislative

Dettagli

GUIDA ALLA SICUREZZA SUL POSTO DI LAVORO

GUIDA ALLA SICUREZZA SUL POSTO DI LAVORO GUIDA ALLA SICUREZZA SUL POSTO DI LAVORO Il presente opuscolo vuole essere un utile guida per lavoratori, lavoratrici, datori di lavoro e i soggetti collegati al mondo del lavoro. Le informazioni contenute

Dettagli

Azione Pegaso 2015. del D.Lgs. 81/08. Corso di formazione per Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza

Azione Pegaso 2015. del D.Lgs. 81/08. Corso di formazione per Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Applicazione del D.Lgs. 81/08 nella scuola Corso di formazione per Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Cosa deve fare il Dirigente Scolastico (misure generali di tutela, art 15) Individuare

Dettagli

SICUREZZA SUL LAVORO IN AGRICOLTURA. Risultati del Piano Regionale per la Prevenzione 2010-2013 e prospettive future CONVEGNO REGIONALE

SICUREZZA SUL LAVORO IN AGRICOLTURA. Risultati del Piano Regionale per la Prevenzione 2010-2013 e prospettive future CONVEGNO REGIONALE CONVEGNO REGIONALE SICUREZZA SUL LAVORO IN AGRICOLTURA PIANO REGIONALE PREVENZIONE 2010 2013 PROGETTO: CONTRASTO DEL RISCHIO DI INFORTUNI MORTALI ED INVALIDANTI IN AGRICOLTURA RISULTATI E PROSPETTIVE FUTURE

Dettagli

PATOLOGIE DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO ANDREA MONTEVERDI DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE USL5 PISA

PATOLOGIE DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO ANDREA MONTEVERDI DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE USL5 PISA PATOLOGIE DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO ANDREA MONTEVERDI DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE USL5 PISA PATOLOGIE DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO FONDAZIONE EUROPEA DI DUBLINO 21% 30% M AL DI SCHIENA STRESS DOLORI

Dettagli

Il sistema di sorveglianza delle malattie professionali MALPROF

Il sistema di sorveglianza delle malattie professionali MALPROF Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie Il sistema di sorveglianza delle malattie professionali MALPROF Finalità, evoluzione, stato attuale Giuseppe Campo ISPESL Roma ottobre 009 OBIETTIVO

Dettagli

Sezione 1. Infortuni: analisi e statistiche

Sezione 1. Infortuni: analisi e statistiche Sezione 1 Infortuni: analisi e statistiche 1.1 Analisi del fenomeno infortunistico in Regione Nel 2012 l andamento infortunistico in Molise evidenzia una significativa flessione del -6,2% rispetto all

Dettagli

Per i giornalisti / Dossier e speciali / Donne, lavorare in sicurezza

Per i giornalisti / Dossier e speciali / Donne, lavorare in sicurezza TAVOLA 1-2012: DONNE E LAVORO Dati Istat/Inail Maschi Femmine Totale % Femmine sul Totale Popolazione Popolazione di 15 anni e oltre 25.019.458 26.975.331 51.994.789 51,9 Occupati (Media 2012) 13.440.545

Dettagli

Paolo Mascagni 21-06-14

Paolo Mascagni 21-06-14 Paolo Mascagni 21-06-14 EVENTI LESIVI DA CAUSA LAVORATIVA INFORTUNIO Evento avvenuto per causa violenta (concentrata nel tempo), in occasione di lavoro, da cui sia derivata la morte o un inabilità permanente

Dettagli

L applicazione del D.lgs. 81/08 e s. m. i. nella scuola SGSSL

L applicazione del D.lgs. 81/08 e s. m. i. nella scuola SGSSL L applicazione del D.lgs. 81/08 e s. m. i. nella scuola SGSSL SISTEMA DI GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO SCHEDE DI APPROFONDIMENTO IL 1 Servizio di Prevenzione e Protezione (art. 31) Che cos

Dettagli

Il Medico Competente nelle Strutture Sanitarie: proposte normative Graziano Frigeri Presidente Assoprev

Il Medico Competente nelle Strutture Sanitarie: proposte normative Graziano Frigeri Presidente Assoprev Il Medico Competente nelle Strutture Sanitarie: proposte normative Graziano Frigeri Presidente Assoprev Linee direttrici 1) valorizzare, in conformità al codice ICOH e alla realtà europea, il ruolo delle

Dettagli

Problematiche e criticità del medico competente. Pistoia, 13 ottobre 2012 Mauro Baldeschi Medico del Lavoro U.F.C. Medicina del Lavoro ASL 3 Pistoia

Problematiche e criticità del medico competente. Pistoia, 13 ottobre 2012 Mauro Baldeschi Medico del Lavoro U.F.C. Medicina del Lavoro ASL 3 Pistoia Problematiche e criticità del medico competente Pistoia, 13 ottobre 2012 Mauro Baldeschi Medico del Lavoro U.F.C. Medicina del Lavoro ASL 3 Pistoia Il Medico Competente ed il Codice Etico ICOH (Commissione

Dettagli

Claudio Colosio; Nicola L Abbate; Agostino Messineo; Angelo Moretto; Nicola Sannolo

Claudio Colosio; Nicola L Abbate; Agostino Messineo; Angelo Moretto; Nicola Sannolo Internatio nal Centre for Rural Health U.O. Medicina del Lavoro SORVEGLIANZA SANITARIA E VALUTAZIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTURA: PROBLEMI EMERGENTI E NECESSITÀ DI ARMONIZZAZIONE DEGLI APPROCCI Claudio

Dettagli

Il Medico Competente. 1)Premessa. riferimenti normativi: artt. 2, 25, 38,39,40, 41 e 42 del D.lgs. 81/2008 (Decreto)

Il Medico Competente. 1)Premessa. riferimenti normativi: artt. 2, 25, 38,39,40, 41 e 42 del D.lgs. 81/2008 (Decreto) Il Medico Competente riferimenti normativi: artt. 2, 25, 38,39,40, 41 e 42 del D.lgs. 81/2008 (Decreto) 1)Premessa. Definizioni. L'art. 2 comma 1 lettera h) definisce il Medico competente (MC) come il

Dettagli

LE MALATTIE PROFESSIONALI DA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI

LE MALATTIE PROFESSIONALI DA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI INAIL DIREZIONE PROVINCIALE DI TRENTO LE MALATTIE PROFESSIONALI DA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI Trento, 24 novembre 2011 Dott.ssa Fiorella Rullo MALATTIE PROFESSIONALI occorse a lavoratori STRANIERI,

Dettagli

Malattie professionali

Malattie professionali ANDAMENTI E STATISTICHE Malattie professionali 1. Le denunce nell ultimo quinquennio Nel 2011 aumentano ancora le denunce di malattie professionali: 46.558 casi. Dopo i significativi ridimensionamenti

Dettagli

AREA DELLA SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO

AREA DELLA SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO AREA DELLA SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO SERVIZIO PREVENZIONE E SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO Profili di salute 1. Imprese e addetti totali in provincia di BG 2. Infortuni

Dettagli

Capitolo 5 Le malattie professionali

Capitolo 5 Le malattie professionali Capitolo 5 Le malattie professionali Il raggiungimento della completezza delle informazioni e la qualità dei dati nel campo delle malattie professionali incontra alcuni ostacoli, legati in parte al processo

Dettagli

Testo Unico. Il sistema sanzionatorio del D.Lgs. 81/08. Le sanzioni previste dal nuovo D.Lgs. 81/08 sono:

Testo Unico. Il sistema sanzionatorio del D.Lgs. 81/08. Le sanzioni previste dal nuovo D.Lgs. 81/08 sono: Testo Unico Salute e sicurezza sul lavoro Dr. Biagio Calò NORMATIVA SULL IGIENE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO Le nuove disposizioni penali introdotte dal D.Lgs. 81/08 12 Giugno 2008 Direttore SPRESAL

Dettagli

Qualche riferimento storico. Dettato costituzionale

Qualche riferimento storico. Dettato costituzionale TUTELA della SALUTE e SIICUREZZA deii LAVORATORII PRIINCIIPALII NORME DII RIIFERIIMENTO Qualche riferimento storico Legge 17 marzo 1898, n.80 Decreto Luogotenenziale 23 agosto 1917 n.1450 Regio Decreto

Dettagli

Presentazione dell Atlante della struttura produttiva e delle malattie professionali nel Veneto

Presentazione dell Atlante della struttura produttiva e delle malattie professionali nel Veneto Presentazione dell Atlante della struttura produttiva e delle malattie professionali nel Veneto Franco Sarto, Michela Veronese, Sara Roberti COREO Armando Olivieri, Luca Benacchio, Spisal ULSS 15 Le fonti

Dettagli

La tutela della salute negli ambienti di lavoro. La Sorveglianza Sanitaria ai sensi del D.Lgs. 81/2008

La tutela della salute negli ambienti di lavoro. La Sorveglianza Sanitaria ai sensi del D.Lgs. 81/2008 La tutela della salute negli ambienti di lavoro La Sorveglianza Sanitaria ai sensi del D.Lgs. 81/2008 D.Lgs. 81/2008 Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro Art. 18. Obblighi del datore di lavoro

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 81/2008 NOZIONI DI BASE

DECRETO LEGISLATIVO 81/2008 NOZIONI DI BASE DECRETO LEGISLATIVO 81/2008 NOZIONI DI BASE D.Lgs.81 - Introduzione D.Lgs.81 - Introduzione TITOLO I: PRINCIPI COMUNI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1: Finalità; Art. 2: Definizioni; Art. 3: Campo di

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI SENSIBILI E GIUDIZIARI

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI SENSIBILI E GIUDIZIARI REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI SENSIBILI E GIUDIZIARI (Art.20-21 D.Lgs 196/2003 Codice in materia di protezione di dati personali) Scheda n. 1 DENOMINAZIONE DEL TRATTAMENTO: TUTELA DAI

Dettagli

Rassegna Stampa. Mercoledì 20 marzo 2013

Rassegna Stampa. Mercoledì 20 marzo 2013 Rassegna Stampa Mercoledì 20 marzo 2013 Rassegna Stampa realizzata da SIFA Srl Servizi Integrati Finalizzati alle Aziende 20129 Milano Via Mameli, 11 Tel. 0243990431 Fax 0245409587 Rassegna del 20 marzo

Dettagli

Corso di aggiornamento sul DLgs 187/05. Dimensioni del problema

Corso di aggiornamento sul DLgs 187/05. Dimensioni del problema Corso di aggiornamento sul DLgs 187/05 Esposizione professionale a vibrazioni: Effetti sulla salute e sorveglianza sanitaria Salvatore Mìnisci - SPSAL AUSL Ferrara 10.11.2006 1 Dimensioni del problema

Dettagli

INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI

INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI IL FENOMENO INFORTUNISTICO Problema di salute di rilevante dimensione che comporta elevati costi umani, sociali ed economici, sia per le aziende che per la

Dettagli

Le novità in materia di salute e sicurezza sul lavoro introdotte dal Jobs Act

Le novità in materia di salute e sicurezza sul lavoro introdotte dal Jobs Act Le novità in materia di salute e sicurezza sul lavoro introdotte dal Jobs Act LEGGE 10 DICEMBRE 2014, N. 183 (C.D. «JOBS ACT») L articolo 1, comma 5, della L. 183/2014 «Deleghe al Governo in materia di

Dettagli

Obiettivo della prevenzione:

Obiettivo della prevenzione: Obiettivo della prevenzione: ridurre il numero degli infortuni sul lavoro 30/05/2012 1 GLI INFORTUNI SUL LAVORO IN GERMANIA La Germania inizia a parlare di tutela dei lavoratori nel 1884, uno dei primi,

Dettagli

Il progetto MODS. 2003. Sorveglianza epidemiologica della sindrome del tunnel carpale

Il progetto MODS. 2003. Sorveglianza epidemiologica della sindrome del tunnel carpale 2003. Sorveglianza epidemiologica della sindrome del tunnel carpale Il progetto MODS Concluso lo studio pilota multicentrico caso-controllo di popolazione. Casi di STC selezionati dalle SDO (cod. ICD IX

Dettagli

La problematica della gestione dei rischi fisici nel settore agro forestale

La problematica della gestione dei rischi fisici nel settore agro forestale Rumore e vibrazioni meccaniche nel testo unico sulla sicurezza negli ambienti di lavoro Alessandria, 15 e 16 giugno 2010 La problematica della gestione dei rischi fisici nel settore agro forestale Dr.

Dettagli

Malattie professionali indennizzate da INAIL dal 2000 al 2007 nella ASL Lecce. A. De Giorgi - G. De Filippis -

Malattie professionali indennizzate da INAIL dal 2000 al 2007 nella ASL Lecce. A. De Giorgi - G. De Filippis - Malattie professionali indennizzate da INAIL dal 2000 al 2007 nella ASL Lecce. A. De Giorgi - G. De Filippis - Le malattie professionali a differenza degli infortuni non sono la conseguenza immediata di

Dettagli

RSPP - CARATTERISTICHE

RSPP - CARATTERISTICHE RSPP - CARATTERISTICHE Figura obbligatoria Consulente del Datore di Lavoro La designazione deve essere scritta ed accettata Deve aver frequentato corsi di formazione professionale specifici per il macro-settore

Dettagli

Seminario Stress lavoro correlato: Indicazioni operative. Obblighi normativi. Viganò Giancarlo Direttore Servizio PSAL - ASL Sondrio

Seminario Stress lavoro correlato: Indicazioni operative. Obblighi normativi. Viganò Giancarlo Direttore Servizio PSAL - ASL Sondrio Seminario Stress lavoro correlato: Indicazioni operative Obblighi normativi Viganò Giancarlo Direttore Servizio PSAL - ASL Sondrio Stress lavoro correlato Tema di attualità Incidenza elevata Cambiamento

Dettagli

LA TUTELA ASSICURATIVA INAIL E LE MALATTIE PROFESSIONALI. GIORNATA DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI V EDIZIONE Camera di Commercio Sala Maffei

LA TUTELA ASSICURATIVA INAIL E LE MALATTIE PROFESSIONALI. GIORNATA DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI V EDIZIONE Camera di Commercio Sala Maffei LA TUTELA ASSICURATIVA INAIL E LE MALATTIE PROFESSIONALI GIORNATA DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI V EDIZIONE Camera di Commercio Sala Maffei LA CAMPAGNA EUROPEA 2014 E LO STRESS LAVORO CORRELATO Lo stress

Dettagli

Parte prima - L andamento degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali

Parte prima - L andamento degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali Parte prima - L andamento degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali Parte seconda - L informazione statistica INAIL INAIL - Consulenza Statistico Attuariale 21 giugno 2007 PARTE PRIMA L

Dettagli

Dott. Sergio Truppe Specialista in Medicina del Lavoro CONSIGLIO DIRETTIVO Co.Na.Me.Co.

Dott. Sergio Truppe Specialista in Medicina del Lavoro CONSIGLIO DIRETTIVO Co.Na.Me.Co. Dott. Sergio Truppe Specialista in Medicina del Lavoro CONSIGLIO DIRETTIVO Co.Na.Me.Co. Co.Na.Me.Co. Primo ed al momento unico sindacato dei MC italiani nasce il 5/9/2008 a Perugia CONSIGLIO DIRETTIVO

Dettagli

Il D.Lgs. 81/08: aspetti interpretativi alla luce del nuovo D.Lgs. 106/09. Il punto di vista dei Servizi di prevenzione

Il D.Lgs. 81/08: aspetti interpretativi alla luce del nuovo D.Lgs. 106/09. Il punto di vista dei Servizi di prevenzione Il D.Lgs. 81/08: aspetti interpretativi alla luce del nuovo D.Lgs. 106/09 Il punto di vista dei Servizi di prevenzione Davide Ferrari SPSAL AUSL Modena Parma, 16 settembre 2009 1 Collaborazione alla vdr

Dettagli

Esposizione ad amianto e rischi correlati: stato dell arte in provincia di Como 24 ottobre 2014

Esposizione ad amianto e rischi correlati: stato dell arte in provincia di Como 24 ottobre 2014 Esposizione ad amianto e rischi correlati: stato dell arte in provincia di Como 24 ottobre 2014 in occasione della Settimana europea per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro Sede di COMO, intervento

Dettagli

Il ruolo del medico competente..:rapporti del medico competente con il Servizio Sanitario Nazionale

Il ruolo del medico competente..:rapporti del medico competente con il Servizio Sanitario Nazionale Il ruolo del medico competente..:rapporti del medico competente con il Servizio Sanitario Nazionale La denuncia/segnalazione di malattia professionale Ferrara 28 novembre 213 Dott.ssa Maria Rosa Spagnolo

Dettagli

Il quadro produttivo e occupazionale. Le fonti informative e il Rapporto regionale Infortuni sul lavoro e Malattie Professionali del Lazio

Il quadro produttivo e occupazionale. Le fonti informative e il Rapporto regionale Infortuni sul lavoro e Malattie Professionali del Lazio Il quadro produttivo e occupazionale Le fonti informative e il Rapporto regionale Infortuni sul lavoro e Malattie Professionali del Lazio Aurora Marchetti, Anteo Di Napoli SOMMARIO Quadro produttivo e

Dettagli

Dal 1861. Confederazione generale del lavoro. 1891 Rerum Novarum 1894 API 1898 assicurazione degli infortuni sul lavoro a carico del imprenditore

Dal 1861. Confederazione generale del lavoro. 1891 Rerum Novarum 1894 API 1898 assicurazione degli infortuni sul lavoro a carico del imprenditore Dal 1861. Alla fine dell 800, con lo sviluppo dell industria, la nascente classe operaia era costretta a vivere nell assenza totale delle più elementari norme di tutela. Cattive condizioni igieniche e

Dettagli

Istituto comprensivo Allende

Istituto comprensivo Allende Istituto comprensivo Allende INCONTRI DI FORMAZIONE DEI LAVORATORI (Decreto Legislativo 81/2008 e Accordo Conferenza Stato-Regioni del 21/12/2011) Formazione generale per tutte le mansioni (D.Lgs. 81/2008,

Dettagli

1. Vigilanza sui contratti a progetto

1. Vigilanza sui contratti a progetto S. Giorgio su L., 4/04/2008 Circolare 7/2008 Vi trasmettiamo circolare contenente importanti novità in materia di lavoro. Sommario: 1. Vigilanza sui contratti a progetto. 2. Approvato il decreto in materia

Dettagli

L attività di vigilanza, formazione e informazione per la sicurezza nei luoghi di lavoro delle Regioni

L attività di vigilanza, formazione e informazione per la sicurezza nei luoghi di lavoro delle Regioni L attività di vigilanza, formazione e informazione per la sicurezza nei luoghi di lavoro delle Regioni Verona, 28 gennaio 2011 3 Domande Perché siamo arrivati alla costruzione di un sistema informativo

Dettagli

Dati statistici di sintesi sull andamento delle malattie professionali Gli obblighi di denuncia e referto. SPSAL Azienda USL Piacenza

Dati statistici di sintesi sull andamento delle malattie professionali Gli obblighi di denuncia e referto. SPSAL Azienda USL Piacenza Dati statistici di sintesi sull andamento delle malattie professionali Gli obblighi di denuncia e referto. SPSAL Azienda USL Piacenza Obiettivi Analizzare l andamento delle malattie professionali sulla

Dettagli

La rilevazione nella Regione Lazio delle malattie professionali secondo il modello MALPROF nel biennio Introduzione

La rilevazione nella Regione Lazio delle malattie professionali secondo il modello MALPROF nel biennio Introduzione La rilevazione nella Regione Lazio delle malattie professionali secondo il modello MALPROF nel biennio 2009-2010 A cura di: Maria Presto ASL RM/F Introduzione Nel corso degli ultimi due anni la Regione

Dettagli

Dieci anni di sorveglianza delle malattie professionali nel quadro delle attività della Regione Lombardia

Dieci anni di sorveglianza delle malattie professionali nel quadro delle attività della Regione Lombardia Dieci anni di sorveglianza delle malattie professionali nel quadro delle attività della Regione Lombardia Il registro raccoglie i casi di malattie correlate al lavoro conosciuti dai Servizi di Prevenzione

Dettagli

Il data set minimo ai fini delle attività di prevenzione e vigilanza sul territorio

Il data set minimo ai fini delle attività di prevenzione e vigilanza sul territorio Il data set minimo ai fini delle attività di prevenzione e vigilanza sul territorio L analisi dei sistemi informativi esistenti nei loro contenuti e nella loro funzionalità corrente è stato il passo fondamentale

Dettagli

CONVEGNO LE MALATTIE PROFESSIONALI:

CONVEGNO LE MALATTIE PROFESSIONALI: ANMIL CONVEGNO SOSTENIAMOLI SUBITO LE MALATTIE PROFESSIONALI: FENOMENOLOGIA, TUTELE E PROSPETTIVE EVOLUTIVE ROMA, SALA CONVEGNI ANMIL 14 DICEMBRE 2011 GIUSEPPE CIMAGLIA 1 OCCUPATI/DENUNCIE 2010 AGRICOLTURA

Dettagli

ANDAMENTO DEGLI INFORTUNI E DELLE MALATTIE PROFESSIONALI IN AGRICOLTURA

ANDAMENTO DEGLI INFORTUNI E DELLE MALATTIE PROFESSIONALI IN AGRICOLTURA ANDAMENTO DEGLI INFORTUNI E DELLE MALATTIE PROFESSIONALI IN AGRICOLTURA LEGNARO, 24 ottobre 2013 INFORTUNI INFORTUNI DENUNCIATI DENUNCIATI IN IN GENERALE COMPLESSO VENETO VENETO DIVISI DIVISI PER PER SETTORE

Dettagli

LA SALUTE DEGLI IMMIGRATI NEL VENETO

LA SALUTE DEGLI IMMIGRATI NEL VENETO Infortuni e malattie professionali negli immigrati nel Veneto LA SALUTE DEGLI IMMIGRATI NEL VENETO Padova 05-dicembre-2012 Roberto Agnesi Art. 28 Dlgs 81/08 La valutazione di cui all art art. 17, comma

Dettagli

SORVEGLIANZA SANITARIA

SORVEGLIANZA SANITARIA SORVEGLIANZA SANITARIA SORVEGLIANZA SANITARIA Definizione e obiettivi Negli anni '80, nel corso di una riunione della Comunità Economica Europea, la sorveglianza sanitaria è stata definita come "la valutazione

Dettagli

Il ruolo dell INAIL nel nuovo sistema del welfare

Il ruolo dell INAIL nel nuovo sistema del welfare IV Convegno Nazionale R.L.S. Università ed Enti di Ricerca La diffusione della cultura della sicurezza, nuovi scenari dopo il D. Lgs. 81/2008? Il ruolo dell INAIL nel nuovo sistema del welfare Tullio Gualtieri

Dettagli

MALATTIE PROFESSIONALI

MALATTIE PROFESSIONALI MALATTIE PROFESSIONALI L Informazione aiuta la Prevenzione Il lavoro è parte della tua vita, non la tua malattia. Lavorare bene ti fa bene! Malattie Professionali Lesione dovuta a causa lenta che produce

Dettagli

IL RUOLO DEL MEDICO COMPETENTE

IL RUOLO DEL MEDICO COMPETENTE IL RUOLO DEL MEDICO COMPETENTE Prof. Antonella Basso Dipartimento Interdisciplinare di Medicina Sezione di Medicina del Lavoro E. C. Vigliani Università degli Studi di Bari Datore di lavoro Responsabile

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI ELENCO MODULISTICA

INFORMAZIONI GENERALI ELENCO MODULISTICA INFORMAZIONI GENERALI ELENCO MODULISTICA 1) Comunicazione da apporre in bacheca aziendale per informare i lavoratori della possibile figura di RLS 2) Verbale di elezione del RLS 3) Anagrafica RLS 4) Lettera

Dettagli

Dott. Antonio Terracina

Dott. Antonio Terracina Procedure semplificate per l adozione dei modelli organizzativi e gestionali ai sensi dell art. 30 del D.lgs 81/08 e s.m.i. da parte delle PMI (DM 13/2/2014) Dott. Antonio Terracina La SSL nel D. Lgs.

Dettagli

L INAIL nel TU della salute e sicurezza sul lavoro

L INAIL nel TU della salute e sicurezza sul lavoro L INAIL nel TU della salute e sicurezza sul lavoro D. Lgs. 81/08 D. Lgs. 106/2009 (decreto correttivo) Sede di Treviso dott. Antonio Salvati Ufficio Attività Istituzionali 1 Art. 9 c. 1 Enti pubblici con

Dettagli

MANUALE INFORMATIVO IN MATERIA DI SICUREZZA

MANUALE INFORMATIVO IN MATERIA DI SICUREZZA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO CROCE Via Porrettana, 97 40033 Casalecchio di Reno (BO) Tel.051 598372 fax 051 6192124 e-mail: iccroce@iccroce.org sito web:

Dettagli

Alcol nei luoghi di lavoro: il ruolo degli attori della prevenzione aziendale e delle istituzioni

Alcol nei luoghi di lavoro: il ruolo degli attori della prevenzione aziendale e delle istituzioni Alcol nei luoghi di lavoro: il ruolo degli attori della prevenzione aziendale e delle istituzioni Seminario Rischio Alcol correlato nei contesti lavorativi: misure di prevenzione e strategie per la sua

Dettagli

Indicazioni operative per i RLS aziendali in caso di infortuni e malattie professionali

Indicazioni operative per i RLS aziendali in caso di infortuni e malattie professionali Indicazioni operative per i RLS aziendali in caso di infortuni e malattie professionali Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, in base al D.Lgs 81/08 riceve le informazioni e la documentazione

Dettagli

SORVEGLIANZA SANITARIA E DATI TECNOPATICI

SORVEGLIANZA SANITARIA E DATI TECNOPATICI comparto edilizia movimentazione manuale dei carichi SORVEGLIANZA SANITARIA E DATI TECNOPATICI Lodi, 30/06/2015 Dr. Valerio Stori ASL LODI Requisiti del MC (laurea e specializzazione) Laurea in Medicina

Dettagli

ORIENTAMENTI PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO E LA PREVENZIONE DELLE PATOLOGIE MUSCOLOSCHELETRICHE DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO LAVORATIVO

ORIENTAMENTI PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO E LA PREVENZIONE DELLE PATOLOGIE MUSCOLOSCHELETRICHE DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO LAVORATIVO REGIONE PUGLIA AREA POLITICHE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE, DELLE PERSONE E DELLE PARI OPPORTUNITÀ Servizio Programmazione Assistenza Territoriale e Prevenzione Ufficio 1 - Sanità Pubblica e Sicurezza

Dettagli

Datore di lavoro e il dirigente

Datore di lavoro e il dirigente Datore di lavoro e il dirigente Mancata effettuazione della Valutazione dei rischi (VDR) e adozione del documento in collaborazione con l RSPP e il MC Mancata nomina del RSPP (anche se svolto direttamente)

Dettagli

Alcuni dati su Infortuni e Malattie Professionali denunciate nella regione Piemonte.

Alcuni dati su Infortuni e Malattie Professionali denunciate nella regione Piemonte. n. 6 A cura dell Inca Piemonte Settore Infortuni e M.P. marzo 2009 Un infortunio o una Malattia Professionale può determinare un danno permanente per il quale è possibile essere risarciti. Alcuni dati

Dettagli

R e g i o n e L a z i

R e g i o n e L a z i o R e g i o n e L a z i Titolo del Progetto o del programma: Siamo sicuri che si può lavorare sicuri Identificativo della linea o delle linee di intervento generale/i: Prevenzione degli eventi infortunistici

Dettagli

La formazione sul campo

La formazione sul campo La formazione sul campo L esperienza di un medico del lavoro ( competente ) VG Miscione 1 Il primo istinto. VG Miscione 2 la mia esperienza. racchiusa in 3 casi clinici VG Miscione 3 Analizzare i problemi,

Dettagli

Prot. n. 16568 del 21/03/2014. Oggetto: Invio modulistica INAIL

Prot. n. 16568 del 21/03/2014. Oggetto: Invio modulistica INAIL Prot. n. 16568 del 21032014 Ai Medici 118 Oggetto: Invio modulistica INAIL Direttore Centrale Operativa 118 Via Roma 56 53100 SIENA tel. 0577 536853 fax 0577 536118 e-mail: si118@usl7.toscana.it Il medico

Dettagli

Corso di aggiornamento Coordinatori per la sicurezza nei cantieri Regione Toscana Firenze maggio 2013

Corso di aggiornamento Coordinatori per la sicurezza nei cantieri Regione Toscana Firenze maggio 2013 Corso di aggiornamento Coordinatori per la sicurezza nei cantieri Regione Toscana Firenze 2-32 3 maggio 2013 Analisi dei dati statistici sugli infortuni nel settore delle costruzioni La medicina del lavoro

Dettagli

SICUREZZA E PREVENZIONE

SICUREZZA E PREVENZIONE SICUREZZA E PREVENZIONE Al via la campagna nazionale del Piano di prevenzione Latenti e lente nella loro manifestazione, pericolose e spesso sottovalutate. Sono le malattie professionali, patologie che

Dettagli

SICUREZZA E PREVENZIONE

SICUREZZA E PREVENZIONE SICUREZZA E PREVENZIONE Malattie professionali In aumento le denunce di tecnopatie, un fenomeno in emersione Sono latenti e lente nella loro manifestazione, subdole, pericolose e spesso sottovalutate.

Dettagli

LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO MODULO 6 IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Introduzione La prevenzione degli infortuni lavorativi e delle malattie professionali è stata sempre al centro dell interesse

Dettagli

REFERTO PENALE MALATTIE PROFESSIONALI ED OBBLIGHI CERTIFICATIVI PRIMO CERTIFICATO MEDICO ASSICURATIVO EPIDEMILOG. STATISTICO DENUNCIA SANITARIA

REFERTO PENALE MALATTIE PROFESSIONALI ED OBBLIGHI CERTIFICATIVI PRIMO CERTIFICATO MEDICO ASSICURATIVO EPIDEMILOG. STATISTICO DENUNCIA SANITARIA MALATTIE PROFESSIONALI ED OBBLIGHI CERTIFICATIVI ASSICURATIVO PRIMO CERTIFICATO MEDICO EPIDEMILOG. STATISTICO DENUNCIA SANITARIA PENALE REFERTO 1 La denuncia sanitaria di M.P. riferimenti normativi ART.

Dettagli

TABELLA TEMPI E NORME DI RIFERIMENTO Documentazione Designazione del Responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP) Attestato di formazione per svolgere la funzione di RSPP Documento di valutazione

Dettagli

ATTORI DELLA SICUREZZA

ATTORI DELLA SICUREZZA Il titolo I del D. Lgs. 81/08 altri materiali 1 ATTORI DELLA SICUREZZA DATORE DI LAVORO DIRIGENTI PREPOSTI LAVORATORI RSPP e ASPP MEDICO COMPETENTE RLS ADDETTI ANTINCENDIO E PRIMO SOCCORSO 2 1 IL NOSTRO

Dettagli

Disagio da lavoro. analisi del fenomeno, azione e prevenzione. Dott.ssa Sabina Sernia Dott.ssa Maddalena Quintili

Disagio da lavoro. analisi del fenomeno, azione e prevenzione. Dott.ssa Sabina Sernia Dott.ssa Maddalena Quintili Disagio da lavoro analisi del fenomeno, azione e prevenzione Dott.ssa Sabina Sernia Obiettivo primario Medicina del Lavoro salvaguardia della salute dei lavoratori, la promozione di un lavoro sicuro e

Dettagli

Analisi strutturata del problema

Analisi strutturata del problema TITOLO: Realizzazione di modalità e strumenti per integrare le informazioni correnti del sistema salute e del sistema lavoro ai fini delle attività di prevenzione e vigilanza sul territorio degli infortuni

Dettagli