Organizzazione sanitaria e

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Organizzazione sanitaria e"

Transcript

1 Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Economia Organizzazione sanitaria e Sistemi sanitari comparati Prof. Gualtiero Ricciardi Direttore, Istituto di Igiene

2 Professore Ordinario di Igiene presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli dell Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma. Direttore dell Istituto di Igiene e della Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva dell Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma. Direttore della Scuola per Dirigenti dell Assistenza Infermieristica dell Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma. Presidente dlc del Consiglio di Corso di Laurea in Economia e Gestione dll delle Ai Aziende Sanitarie, i interfacoltà tra le Facoltà di Medicina e Chirurgia di Roma ed Economia di Milano dell Università Cattolica del Sacro Cuore. Presidente del Consiglio di Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche e Ostetriche della Facoltà di Medicina e Chirurgia di Roma dell Università Cattolica del Sacro Cuore. Direttore Scientifico dei Master di I livello in Management Infermieristico e dei Master di II livello in Organizzazione e gestione delle aziende sanitarie, Epidemiologia e Valutazione delle Tecnologie in Sanità della Facoltà di Medicina e Chirurgia di Roma dell Università Cattolica del Sacro Cuore. Direttore dei corsi di perfezionamento in Programmazione, Organizzazione e Gestione dei Servizi Sanitari, Sicurezza degli alimenti e delle produzioni alimentari, Biologia Molecolare in Sanità Pubblica, Igiene Architettura ed Edilizia Sanitaria, Clinical Governance della Facoltà di Medicina e Chirurgia di Roma dell Università Cattolica del Sacro Cuore. Componente del Consiglio Superiore di Sanità per il triennio Docente di Organizzazione Programmazione e Gestione Sanitaria presso le Università: Roma "La Sapienza", Roma"Tor Vergata", Siena, Ferrara, Bocconi. Fellow della Faculty of Public Health Medicine dei Royal Colleges of Physicians del Regno Unito e Componente dell International Committee Presidente 2004 dell European Public Health Association (EUPHA) e dal 2005 Responsabile dei Rapporti con l Organizzazione Mondiale della Sanità. Direttore del Centro di ricerche e formazione in Economia Politica e Management Sanitari dell Università Cattolica del Sacro Cuore Componente del Comitato tecnico del Centro Nazionale per la prevenzione ed il controllo delle malattie (CCM) del Ministero della Salute. Presidente del Comitato Tecnico Ordinatore della Facoltà di Scienze Motorie dell Università di Cassino. Presidente del Collegio dei Docenti Universitari di Igiene. Editor dell European Journal of Public Health. Editor in chief dell Italian Journal of Public Health. 2

3 Programma definizione di organizzazione e di organizzazione sanitaria Definizione di sistema sanitario Storia organizzativa del sistema sanitario italiano Evoluzione, devoluzione e federalismo in sanità Sistemi sanitari comparati: principi e definizioni 3

4 Sistemi sanitari a confronto: Francia, Germania, Regno Unito, Spagna, Olanda, Svezia Il sistema sanitario americano Definizioni e principi di management e di management sanitario 4

5 Organizzazione i Organizzazione Insieme di persone di diverso livello ll di professionalità che utilizzando determinate risorse persegue i medesimi obiettivi Organizzazione complessa si caratterizza atte a oltre che per il tipo di obiettivi perseguiti per il numero di persone, per la diversificazione ifi i delle professionalità, per la molteplicità, concomitanza e sequenzialità delle operazioni e dei processi 5

6 Caratteristiche delle organizzazioni sanitarie Organizzazione che eroga servizi Organizzazione i che eroga servizi isanitari i Complessità delle attività svolte Risorsa critica: i personale Organizzazione prevalentemente professionale Autonomia clinica i del personale sanitario i Personalizzazione delle prestazioni (a forte contenuto emozionale) Tecnologia come fattore di complessificazione i Dinamica della domanda tendenzialmente incomprimibile 6

7 Sistemi Mutualistici: Modello Bismarck Il Cancelliere Bismarck introdusse nel 1890 un sistema obbligatorio di sicurezza sociale basato sull appartenenza a diverse categorie professionali Assicurazione i sanitaria i obbligatoria, i per i meno abbienti; lo Stato garantisce una assistenza minima E garantita tutta la popolazione 7

8 Il Modello Bismarck: BISOGNI DELLA POPOLAZIONE SISTEMA DELLE MUTUE PRODUTTORI 8

9 Sistemi Universalistici: Modello Beveridge Lord Beveridge ha cominciato a promuovere un nuovo sistema di sicurezza sanitaria nel 1940 Nel 1948 nasce il National Health Service In Italia: Art.32 Costituzione italiana (1 gennaio 1948): La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti Legge 833 del 1978 istitutisce il Servizio Sanitario Nazionale 9

10 Il modello Beveridge SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE BISOGNI SODDISFAZIONE DELLA DEI POPOLAZIONE O O BISOGNI 10

11 Estensione dell intervento pubblico nel settore sanitario Sistemi pluralistici Sistemi Mutualistici Servizi Sanitari Nazionali il bene salute è considerato come un bene di consumo lo Stato non interviene nel finanziamento dell assistenza sanitaria alla quale provvedono i cittadini attraverso assicurazioni commerciali lo Stato regolamenta il mercato dei servizi sanitari con organi di indirizzo simili a quelli di altri settori (antitrust, licenze) lo Stato non è responsabile della produzione dei servizi e non possiede ospedali USA il bene salute è considerato come un bene di consumo garantito e regolamentato lo Stato è responsabile per la politica sanitaria nazionale lo Stato interviene regolamentando le mutue e rendendo obbligatoria l iscrizione lo Stato può possedere a sua volta alcune mutue lo Stato in parte possiede le strutture sanitarie lo Stato controlla le strutture Francia, Germania, Olanda, il bene salute è considerato come un diritto del cittadino lo Stato è responsabile per la politica sanitaria nazionale lo Stato raccoglie i fondi attraverso la tassazione generale alloca le risorse alle strutture in base alla programmazione sanitaria lo Stato possiede la maggioranza delle strutture Italia, UK, Canada Intervento dello Stato 11

12 La crescita dei costi Spesa sanitaria complessiva 2002 (% sul PIL) Fonte: OECD Health ,7 9,6 9,1 10,9 9,9 9,7 8,8 9,5 74 7, ,1 7,3 7,8 7,3 8,5 85 8,5 87 8,7 6,2 6,1 6,1 9,3 5,7 7,6 92 9,2 11,2 7,7 14,6 0 Austria Zealand Republic United Kingdom United States Belgium Canada Czech Republic Denmark Finland France Germany Greece Hungary Iceland Ireland Italy Luxembour Netherlands g Mexico New Norway Poland Portugal Slovak Spain Sweden Switzerland 12

13 La dimensione dei costi Confronto tra Spesa sanitaria USA e PIL Italia Fonte: OECD 2004 Spesa sanitaria USA, 15% PIL USA PIL Italia 13

14 La crescita dei costi Andamento Spesa Sanitaria ( ) (% sul PIL) Fonte: OECD Health 2004 Belgium Canada Denmark Finland France Germany Greece Ireland Italy Netherlands Norw ay Portugal Spain Sw eden Sw itzerland United Kingdom

15 La crescita dei costi Spesa sanitaria Pubblica 2002 (% Spesa Complessiva) Fonte: OECD Health ,4 83,1 78, ,9 69,971,2 75,776 70,2 75,2 85,4 85,3 89,1 75,6 77,9 72,4 70,5 71,4 85,3 83,4 52,9 44,9 57,9 44,9 Austria Republic New Belgium Canada Czech Denmark Finland France Germany Greecee Hungary Iceland Ireland Italy Luxembourg Mexico Zealand Norway Poland Portugal Slovak Republic Spain Sweden Switzerland gdom tates 15 United Kin United S

16 La crescita dei costi Andamento Spesa Sanitaria Pubblica ( ) (% Spesa Complessiva) Fonte: OECD Health 2004 Austria Denmark Finland France Germany Greece Ireland Italy Luxembourg Netherlands Norw ay Portugal Spain Sw eden Sw itzerland Turkey United Kingdom

17 La crescita dei costi Andamento Spesa Sanitaria Pro Capite ( ) Fonte: OECD Health 2004 Austria Belgium Canada Denmark Finland France Germany Greece Ireland Italy Luxembourg Netherlands Norway Portugal Spain Sweden Switzerland United Kingdom United States

18 % LIVELLO DI SODDISFAZIONE PER I SISTEMI SANITARI NELLA UE, 1999 (FONTE: EUROPEAN UNION) 0 DK SF NL L B S D F A IRL UK E P GR I 18

19 LE RADICI STORICHE DELLA ORGANIZZAZIONE SANITARIA 3 luglio 1887 costituzione presso il Ministero dell Interno della Direzione della Sanità pubblica. Fonte: Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali 19

20 LE RADICI STORICHE DELLA ORGANIZZAZIONE SANITARIA Legge 22 dicembre 1888, n sulla tutela dell igiene e della sanità pubblica. Vengono costituiti: iti Il Consiglio superiore di Sanità presso il Ministero dell Interno Il Consiglio provinciale di sanità ed il medico provinciale in ogni provincia. Fonte: Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali 20

21 LA STORIA MODERNA DELLA ORGANIZZAZIONE SANITARIA Legge 19 gennaio 1942, n. 22 Ente nazionale di previdenza ed assistenza per idipendenti d i statali; Legge 11 gennaio 1943, n. 138 Istituto nazionale per l assicurazione contro le malattie; Decreto luogotenenziale 12 luglio 1945 Istituzione i dell Alto Commissariato i per l Igiene e la Sanità. Fonte: Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali 21

22 COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA (27 DICEMBRE 1947) ARTICOLO 32 La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto itt dell individuo di id e interesse della collettività ità e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana. Fonte: Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali 22

23 COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA (27 DICEMBRE 1947) ARTICOLO 117 La Regione emana per le seguenti materie norme legislative nei limiti dei principi p fondamentali stabiliti dalle leggi dello Stato. beneficenza pubblica ed assistenza sanitaria ed ospedaliera. Fonte: Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali 23

24 Legge 30 ottobre 1953, n. 241 Estensione del diritto all assistenza sanitaria ai pensionati dello Stato e ai loro familiari; Legge 4 agosto 1955, n.692 Estensione dell assistenza sanitaria ai pensionati di invalidità e vecchiaia ed ai loro familiari; Legge 13 marzo 1958, n. 296 Istituzione del Ministero della Sanità Fonte: Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali 24

25 Legge 12 febbraio1968, n. 132 Enti ospedalieri ed assistenza ospedaliera; D.P.R. 27 marzo 1969, n. 128, 129, 130 Estensione dell assistenza sanitaria ai pensionati di invalidità e vecchiaia ed ai loro familiari. Fonte: Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali 25

26 Legge 17 agosto 1974, n. 386 Norme per la estinzione dei debiti di enti mutualistici nei confronti degli enti ospedalieri, per il finanziamento della spesa ospedaliera e per l avvio della riforma sanitaria: Trasferisce alle Regioni i compiti in materia di assistenza ospedaliera; Stabilisce che l assistenza ospedaliera deve essere erogata senza limiti di durata, generalizzando così un principio che il decreto ministeriale 21 dicembre 1956 prevedeva solo per le persone affette da malattie specifiche della vecchiaia, quando fosse possibile assisterle in domicilio. Fonte: Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali 26

27 Nel 1975 la situazione epidemiologica presentava le seguenti caratteristiche: Popolazione Persone di 65 anni ed oltre (12,3%) Posti letto (10,5 per 1000 abitanti) Ricoveri (173,4 per 1000 abitanti) Degenze (2,92 per abitante) Occupazione media 75% Degenza media 16 giorni 27

28 Legge 13 maggio 1978, n. 180 sugli accertamenti e trattamenti sanitari volontari ed obbligatori, che istituisce il dipartimento per la tutela della salute mentale, costituito dai servizi psichiatrici di diagnosi e cura negli ospedali generali e dai servizi i territoriali, i ed avvia il superamento degli ospedali psichiatrici; Legge 22 maggio 1978, n.194 Sulla tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza, che produce sensibili effetti sulla organizzazione e funzionamento dei servizi ostetrici e ginecologici, ma non solo di essi. Fonte: Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali 28

29 Legge 833/78 (Art.1 ) Il Servizio Sanitario Nazionale è il complesso di funzioni, strutture, dei servizi e attività destinati alla promozione, mantenimento e recupero della salute fisica e psichica di tutta la popolazione, senza distinzioni di condizioni individuali o sociali e secondo le modalità che assicurino l eguaglianza dei cittadini nei confronti dei servizi. 29

30 I principi p fondamentali del S.S.N. (Legge 833/78): Principio dell eguaglianza, g, in base al quale ogni cittadino, indipendentemente dal tipo di attività svolta, dalla categoria sociale di appartenenza e dal luogo di residenza, poteva usufruire di livelli standard ddidi prestazioni ifornite dal SSN. Principio della globalità, secondo cui andava protetto, nell ambito della nuova organizzazione, tutto ciò che riguardava la salute fisica e psichica del cittadino non limitandosi al solo aspetto curativo delle malattie eventualmente già insorte, ma con estensione anche alla prevenzione e riabilitazione. Principio della territorialità, in base al quale l Italia veniva suddivisa in un numero elevato di zone, in ognuna delle quali poteva operare una sola istituzione, l USL, cui competeva in via esclusiva la gestione dell assistenza sanitaria in ogni suo aspetto. 30

La Sanità. Raffaele Lagravinese. 18 Novembre 2013

La Sanità. Raffaele Lagravinese. 18 Novembre 2013 La Sanità Raffaele Lagravinese 18 Novembre 2013 Argomenti della lezione Aspetti demografici e Sanità Le Giustificazioni dell intervento pubblico in Sanità Sistemi Sanitari a confronto La Spesa sanitaria

Dettagli

La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei dati Ocse 2002

La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei dati Ocse 2002 HW Health World Ocse health data 2002 di Mario Coi e Federico Spandonaro Ceis Sanità, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Roma Tor Vergata La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissione Igiene e Sanità 27 novembre 2014 Prof. Walter Ricciardi Commissario Istituto Superiore di Sanità Tipologie di sistemi sanitari Tipo Stato Bismarck Assicurativo Sociale

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo GUALTIERO WALTER RICCIARDI L.go Francesco Vito.1 00168 Roma Telefono 06/35019534 Fax 06/35019535

Dettagli

La Misurazione e la Valutazione della Performance

La Misurazione e la Valutazione della Performance SSPAL Emilia Romagna,Toscana, Marche, Umbria Corso: La riforma del lavoro alle pubbliche dipendenze: la legge 15/09 ed il decreto legislativo di attuazione Legge Brunetta Fabio MONTEDURO La Misurazione

Dettagli

Misurazione e valutazione della performance dei pubblici dipendenti: l'esperienza dell'ateneo fiorentino

Misurazione e valutazione della performance dei pubblici dipendenti: l'esperienza dell'ateneo fiorentino Misurazione e valutazione della performance dei pubblici dipendenti: l'esperienza dell'ateneo fiorentino Prof. Carlo ODOARDI Firenze, 16 aprile 2010 VALUTARE PER VALORIZZARE GLI INDIVIDUI E PROMUOVERE

Dettagli

Mobilità del personale e analisi dei fabbisogni nella PA

Mobilità del personale e analisi dei fabbisogni nella PA Mobilità del personale e analisi dei fabbisogni nella PA Workshop AIDP.PA Confronto su D.L. n. 101/2013 convertito con modificazioni dalla legge n. 125/2013 Bologna, 15 novembre 2013 Pierluigi Mastrogiuseppe

Dettagli

Welfare: sfide e opportunità. Prof. Alberto Brambilla Coordinatore Giornata Nazionale della Previdenza Itinerari Previdenziali

Welfare: sfide e opportunità. Prof. Alberto Brambilla Coordinatore Giornata Nazionale della Previdenza Itinerari Previdenziali Welfare: sfide e opportunità Prof. Alberto Brambilla Coordinatore Giornata Nazionale della Previdenza Itinerari Previdenziali Lo scenario della previdenza complementare in Italia La spesa e i numeri del

Dettagli

Occupazione femminile e maternità. Alessandra Casarico Università Bocconi

Occupazione femminile e maternità. Alessandra Casarico Università Bocconi Occupazione femminile e maternità Alessandra Casarico Università Bocconi Donne: nuove regole, nuove opportunità Roma, 25 maggio 2015 Temi I differenziali di genere nel mercato del lavoro Le ragioni dei

Dettagli

Dott. Simonpaolo Buongiardino

Dott. Simonpaolo Buongiardino Quali proposte per aumentare il «patrimonio previdenziale» dei Fondi Pensione, arricchendone le prestazioni finali? Spunti dal Master M.A.P.A. e dalla GNP2012 Dott. Simonpaolo Buongiardino Vice Presidente

Dettagli

Quarta Conferenza Nazionale sull efficienza energetica L EFFICIENZA ENERGETICA: POTENZIALE RICCHEZZA PER L ITALIA

Quarta Conferenza Nazionale sull efficienza energetica L EFFICIENZA ENERGETICA: POTENZIALE RICCHEZZA PER L ITALIA Quarta Conferenza Nazionale sull efficienza energetica CARTE COORDINAMENTO ASSOCIAZIONI RINNOVABILI TERMICHE ED EFFICIENZA L EFFICIENZA ENERGETICA: POTENZIALE RICCHEZZA PER L ITALIA Raffaele Scialdoni

Dettagli

dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia

dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia Le dimensioni quantitative del problema In Italia, nel, gli stradali sono stati 230.871. Questi hanno determinato 5.131 e 325.850, con un costo sociale

Dettagli

Erasmus + ASPETTI FINANZIARI

Erasmus + ASPETTI FINANZIARI Erasmus + ASPETTI FINANZIARI KA1 per l Istruzione Superiore Mobilità per Studio (ex SMS) Mobilità per Traineeship (ex SMP) Staff Mobility (ex STA IN/OUT STT) Organisational Support (ex OM) KA1 - Mobilità

Dettagli

La valutazione economica dei farmaci biologici in reuma, gastro e derma

La valutazione economica dei farmaci biologici in reuma, gastro e derma La valutazione economica dei farmaci biologici in reuma, gastro e derma Sergio Iannazzo ISBEM - Istituto Scientifico Biomedico Euro Mediterraneo SIHS Health Economics Consulting SCELTA COLLETTIVITA SCELTA

Dettagli

Lo Scenario Macroeconomico Rischi ed Opportunita

Lo Scenario Macroeconomico Rischi ed Opportunita Lo Scenario Macroeconomico Rischi ed Opportunita City Wire Events September 2015 Professor Paolo Surico London Business School 1 Disclaimer 2 Previsioni in macroeconomia: Scienza Source: FMI WEO 2014 Previsioni

Dettagli

IL DIRETTORE DECRETA. Art. 1 Finalità: mobilità per studio e tirocinio

IL DIRETTORE DECRETA. Art. 1 Finalità: mobilità per studio e tirocinio Decreto IMT Rep. 02400(222).V.6.04.07.14 Rep. Albo Online 02401(179).I.7.04.07.14 IL DIRETTORE VISTO lo Statuto di IMT Alti Studi, Lucca (nel seguito denominato IMT o Istituto ), emanato con Decreto Direttoriale

Dettagli

Economia pubblica. Alberto Zanardi

Economia pubblica. Alberto Zanardi Università di Bologna Scuola di Economia, Management e Statistica Corso di laurea CLEF Economia pubblica a.a. 2013-14 14 (8 crediti, 60 ore insegnamento) Il sistema sanitario Alberto Zanardi Spesa sanitaria

Dettagli

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility ERASMUS PLUS Disposizioni nazionali allegate alla Guida al Programma 2015 Settore Istruzione Scolastica, Educazione degli Adulti e Istruzione Superiore KA1 School education staff mobility/ Adult education

Dettagli

Digital Payment Summit. Roma, 12 Giugno 2014

Digital Payment Summit. Roma, 12 Giugno 2014 Digital Payment Summit Roma, 12 Giugno 2014 Internet People & Internet Banking People - Worldwide Internet Banking (Percentage of individuals who used Internet in the last 3 months) Self-first I Finland

Dettagli

Dott. Fabrizio Santoboni

Dott. Fabrizio Santoboni Dott. Fabrizio Santoboni Professore aggregato di Economia e Gestione delle aziende di Assicurazione, Facoltà di Economia La Sapienza. Referente Scientifico Laboratorio Assbank. 1 Il laboratorio Assbank

Dettagli

L economia italiana: problemi strutturali e prospettive di crescita. L economia italiana: problemi strutturali e prospettive di crescita 1/37

L economia italiana: problemi strutturali e prospettive di crescita. L economia italiana: problemi strutturali e prospettive di crescita 1/37 L economia italiana: problemi strutturali e prospettive di crescita Prof. Carluccio Bianchi Università di Pavia L economia italiana: problemi strutturali e prospettive di crescita 1/37 Premessa - Nel corso

Dettagli

Cuneo contributivo e contrattazione rigida del lavoro: Quanto ci son costate e quanto peseranno sulla ripresa?

Cuneo contributivo e contrattazione rigida del lavoro: Quanto ci son costate e quanto peseranno sulla ripresa? Editoriale n. 6 del 18/5/2009 Fabio Pammolli e Nicola C. Salerno Cuneo contributivo e contrattazione rigida del lavoro: Quanto ci son costate e quanto peseranno sulla ripresa? Dai dati del Taxing wages

Dettagli

22 ottobre 2013 UNA GOLF HOTEL Cavaglià. Ing. Alberto Raffaldi Project Manager Soluzioni EDP

22 ottobre 2013 UNA GOLF HOTEL Cavaglià. Ing. Alberto Raffaldi Project Manager Soluzioni EDP 22 ottobre 2013 UNA GOLF HOTEL Cavaglià Ing. Alberto Raffaldi Project Manager Soluzioni EDP Microsoft: l evoluzione dell ERP 22 Ottobre 2013 - UNA Golf Hotel Cavaglià (BI) In qualsiasi tipo di azienda,

Dettagli

La figura del Dottore di Ricerca al Politecnico di Milano 8 Workshop di R&S 16 aprile 2014

La figura del Dottore di Ricerca al Politecnico di Milano 8 Workshop di R&S 16 aprile 2014 La figura del Dottore di Ricerca al Politecnico di Milano 8 Workshop di R&S 16 aprile 2014 Gli studi dottorali 2 I dottorandi: studenti o ricercatori? Consenso: Ricerche originali devono essere la componente

Dettagli

I MODELLI DI SISTEMA SANITARIO. Cattedra di Igiene Università di Catanzaro

I MODELLI DI SISTEMA SANITARIO. Cattedra di Igiene Università di Catanzaro I MODELLI DI SISTEMA SANITARIO MODELLO BEVERIDGE SSN BASATI SULL UNIVERSALITÀ DI ACCESSO E IL FINANZIAMENTO ATTRAVERSO LA FISCALITÀ GENERALE LIVELLO DI GOVERNO (ACCENTRAMENTI/DECENTRAMENTI) ASSETTO DEL

Dettagli

004722 - Economia pubblica II anno

004722 - Economia pubblica II anno Corso di laurea di primo livello in Economia aziendale CLEA nuovo ordinamento 004722 - Economia pubblica II anno 8 crediti, 60 ore insegnamento a.a. 2011-12 Stefano Toso e Alberto Zanardi Lezione 9 OECD

Dettagli

Un Paese fra declino e ineguaglianze (1998-2009)

Un Paese fra declino e ineguaglianze (1998-2009) Un Paese fra declino e ineguaglianze (1998-2009) di Roberto Fanfani e Francesco Pagliacci* La discussione se l Italia stia declinando o meno ha subito fasi alterne nell ultimo decennio. Nelle analisi degli

Dettagli

LA TUTELA DELL INNOVAZIONE TECNICA PROCEDURE DI BREVETTAZIONE. Studio Karaghiosoff e Frizzi srl

LA TUTELA DELL INNOVAZIONE TECNICA PROCEDURE DI BREVETTAZIONE. Studio Karaghiosoff e Frizzi srl LA TUTELA DELL INNOVAZIONE TECNICA PROCEDURE DI BREVETTAZIONE Cos è un brevetto: È un testo legale che descrive un invenzione e che deve essere depositato e protocollato da un ufficio nazionale, per l

Dettagli

Efficienza Energetica: un nuovo paradigma nel mercato dell energia Mario Mauri

Efficienza Energetica: un nuovo paradigma nel mercato dell energia Mario Mauri Efficienza Energetica: un nuovo paradigma nel mercato dell energia Mario Mauri Milano, 13 giugno 2013 Uso: Confidential Enel oggi Operatore energetico internazionale Presenza in 40 paesi Capacità installata

Dettagli

SISTEMI SANITARI EUROPEI. Il sistema sanitario italiano

SISTEMI SANITARI EUROPEI. Il sistema sanitario italiano SISTEMI SANITARI EUROPEI MODELLI A CONFRONTO Il sistema sanitario italiano Domenico Iscaro Presidente Nazionale Anaao-Assomed Firenze, 13 febbraio 2015 IN ITALIA PRIMA DEL 1978 Sistema mutualistico (modello

Dettagli

BISOGNO, DOMANDA E OFFERTA

BISOGNO, DOMANDA E OFFERTA BISOGNO, DOMANDA E OFFERTA Bisogno e domanda Il particolare stato di bisogno che accompagna l insorgenza di una malattia non è confrontabile con altri bisogni (ad es. fame, sete, sonno) Per molti bisogni

Dettagli

LEASEPLAN CORPORATION LEASEPLAN AUTORENTING & LEASEPLAN RENTING

LEASEPLAN CORPORATION LEASEPLAN AUTORENTING & LEASEPLAN RENTING LEASEPLAN CORPORATION LEASEPLAN AUTORENTING & LEASEPLAN RENTING INDICE LeasePlan Corporation in sintesi la storia i numeri nel mondo Il Gruppo LeasePlan in Italia le società la storia Mercato del Noleggio

Dettagli

EUROPEAN DIGITAL LANDSCAPE 2014

EUROPEAN DIGITAL LANDSCAPE 2014 we are social EUROPEAN DIGITAL LANDSCAPE ANALISI DI WE ARE SOCIAL DEI PRINCIPALI DATI & STATISTICHE DELLO SCENARIO DIGITAL Wearesocial.it @wearesocialit 1 PAESI ANALIZZATI IN QUESTO REPORT 17 12 28 37

Dettagli

UNIONE EUROPEA-Efta Nel 1 trimestre 2015 aumentano del 29,1% le immatricolazioni di vetture ad alimentazione alternativa.

UNIONE EUROPEA-Efta Nel 1 trimestre 2015 aumentano del 29,1% le immatricolazioni di vetture ad alimentazione alternativa. UNIONE EUROPEA-Efta Nel 1 trimestre 2015 aumentano del 29,1% le immatricolazioni di vetture ad alimentazione alternativa..totale Alimentazioni Alternative (AVFs 1 ) L Italia è il paese dell Unione europea

Dettagli

PREZZI E FISCALITA' DI BENZINA E GASOLIO AUTO IN EUROPA elaborazioni su dati Commissione UE rilevati in data 4 NOVEMBRE 2013

PREZZI E FISCALITA' DI BENZINA E GASOLIO AUTO IN EUROPA elaborazioni su dati Commissione UE rilevati in data 4 NOVEMBRE 2013 PREZZI E FISCALITA' DI BENZINA E GASOLIO AUTO IN EUROPA elaborazioni su dati Commissione UE rilevati in data 4 NOVEMBRE 2013 PREZZO DEL PETROLIO (da Gennaio 2010 ) RAPPORTO DI CAMBIO /$ (da Gennaio 2010

Dettagli

"SMS senza frontiere": la Commissione intende porre fine ai prezzi esorbitanti del roaming per gli SMS all'estero

SMS senza frontiere: la Commissione intende porre fine ai prezzi esorbitanti del roaming per gli SMS all'estero IP/08/1144 Bruxelles, 15 luglio 2008 "SMS senza frontiere": la Commissione intende porre fine ai prezzi esorbitanti del roaming per gli SMS all'estero Le cifre pubblicate oggi dalla Commissione europea

Dettagli

Ingresso nella fase europea. Paola Giancane, Lawyer, EPO Filippo Santi, European and Italian Patent Attorney, Barzanò & Zanardo

Ingresso nella fase europea. Paola Giancane, Lawyer, EPO Filippo Santi, European and Italian Patent Attorney, Barzanò & Zanardo Ingresso nella fase europea Paola Giancane, Lawyer, EPO Filippo Santi, European and Italian Patent Attorney, Barzanò & Zanardo 10 November 2015 Outline Ingresso nella fase europea Risposta obbligatoria

Dettagli

Presentazione del Progetto Emissions Trading ed Enti Locali. Il protocollo di Kyoto e l Emissions Trading

Presentazione del Progetto Emissions Trading ed Enti Locali. Il protocollo di Kyoto e l Emissions Trading Presentazione del Progetto Emissions Trading ed Enti Locali Il protocollo di Kyoto e l Emissions Trading I cambiamenti climatici. Alcuni dati Negli ultimi 100 anni le temperature media sono aumentate di

Dettagli

Politiche Sanitarie Comparate Lezione 3

Politiche Sanitarie Comparate Lezione 3 Politiche Sanitarie Comparate Lezione 3 Stefano Neri Corso di Laurea in Servizio Sociale 2009/10 Università degli Studi di Milano Bicocca Modelli di organizzazione di un sistema sanitario (a) Si differenziano

Dettagli

Le Crisi, l Italia, il lavoro

Le Crisi, l Italia, il lavoro Le Crisi, l Italia, il lavoro Carlo Scarpa Università di Brescia (grazie a Tito Boeri ) Carlo Scarpa 2 Due crisi.due film? La vera storia dietro il contagio della malattia Greca Il Debito Colpisce Ancora

Dettagli

UNIONE EUROPEA A marzo il mercato auto cresce del 10,4%.

UNIONE EUROPEA A marzo il mercato auto cresce del 10,4%. UNIONE EUROPEA A marzo il mercato auto cresce del 10,4%. A marzo 2014 si registra il 7 incremento consecutivo delle vendite di autovetture nel mercato UE28+EFTA: +10,4% con 1.489.796 unità. I cinque principali

Dettagli

Prima verifica del sistema europeo di emission trading (EU-ETS)

Prima verifica del sistema europeo di emission trading (EU-ETS) Prima verifica del sistema europeo di emission trading (EU-ETS) Milano, 01-06-06 Per approfondimenti: Sara Faglia, faglia@avanzi.org Tel. 02-36518110 Davide Zanoni, zanoni@avanzi.org Tel. 02-36518113 Cell

Dettagli

LA STORIA DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

LA STORIA DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE LA STORIA DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE L. 1888 legge Pagliai (Legge Riforma sanitaria) istituzione Medici Comunali istituzione Medici Provinciali istituzione Direzione Generale Sanità L. 1890 legge

Dettagli

di Lavoro, Previdenza e Assistenza

di Lavoro, Previdenza e Assistenza L evoluzione dei sistemi di welfare. di Lavoro, Previdenza e Assistenza Paola Profeta, Università Bocconi Milano, Università Bocconi 21 Febbraio 2014 Outline I sistemi di welfare Programmi di welfare Spesa

Dettagli

I sistemi sanitari dei Paesi sviluppati, quelli che appartengono all OCSE, hanno realizzato 3 modelli istituzionalizzati

I sistemi sanitari dei Paesi sviluppati, quelli che appartengono all OCSE, hanno realizzato 3 modelli istituzionalizzati SISTEMA SANITARIO Insieme delle istituzioni, attori e risorse (umane e materiali) che concorrono alla promozione, al recupero ed al mantenimento della salute. Finalità di questo sistema è produrre salute.

Dettagli

Le Politiche Sanitarie. Corso di Politiche Sociali Facoltà di Scienze della Formazione Università Milano-Bicocca Anno Accademico 2011-12

Le Politiche Sanitarie. Corso di Politiche Sociali Facoltà di Scienze della Formazione Università Milano-Bicocca Anno Accademico 2011-12 Le Politiche Sanitarie Corso di Politiche Sociali Facoltà di Scienze della Formazione Università Milano-Bicocca Anno Accademico 2011-12 IL SISTEMA SANITARIO E l insieme delle istituzioni, degli attori

Dettagli

Newsletter novità europee 4/2012

Newsletter novità europee 4/2012 (Documento1 / 10/07/12) Newsletter novità europee 4/2012 Indice Eurobarometro 2 Monitoraggio dell impatto sociale della crisi 2 Finanziamenti 2 Banca del Consiglio d'europa per abitazioni per persone a

Dettagli

Dove i produttori di vino e gli importatori si incontrano

Dove i produttori di vino e gli importatori si incontrano Wine Pleasures Workshops Dove i produttori di vino e gli importatori si incontrano Opportunità di marketing e sponsorizzazione Buyer Meets Italian Cellar Buyer Meets Iberian Cellar 2 26-28 ottobre 2015

Dettagli

Piemonte in focus. Piemonte in focus 06/2009

Piemonte in focus. Piemonte in focus 06/2009 OSSERVATORIO ICT DEL PIEMONTE DINAMICHE DI PENETRAZIONE DELLA BANDA LARGA IN PIEMONTE: 1) LO STATO DELLA COPERTURA ED UN CONFRONTO CON L EUROPA Piemonte in focus Indice GIUGNO 2009 La situazione della

Dettagli

1. DEFIZINIZIONE E CARATTERISTICHE DI UN SISTEMA SANITARIO

1. DEFIZINIZIONE E CARATTERISTICHE DI UN SISTEMA SANITARIO 1. DEFIZINIZIONE E CARATTERISTICHE DI UN SISTEMA SANITARIO 2. I MODELLI DI SISTEMI SANITARI IN EUROPA 2.1 IL MODELLO BISMARCK 2.2 IL MODELLO BEVERIDGE 3. ANALISI DEI SISTEMI SANITARI EUROPEI 3.1 UNO SGUARDO

Dettagli

Azienda Sanitaria territoriale pubblica del Sistema sanitario Nazionale. Governo Economico dell Azienda..

Azienda Sanitaria territoriale pubblica del Sistema sanitario Nazionale. Governo Economico dell Azienda.. F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail SALVATORE DE PAOLA Nazionalità Data di nascita Italiana 1 LUGLIO 1955 IN COSENZA

Dettagli

Assicurazione privata in un Servizio Sanitario Nazionale tipo Beveridge: Il caso italiano

Assicurazione privata in un Servizio Sanitario Nazionale tipo Beveridge: Il caso italiano 1 Assicurazione privata in un Servizio Sanitario Nazionale tipo Beveridge: Il caso italiano CARLO DE PIETRO carlo.depietro@supsi.ch CALASS - Lausanne, 4 settembre 2011 INDICE Il peso dell assicurazione

Dettagli

SIMULAZIONE DI SECONDA PROVA DIRITTO ED ECONOMIA POLITICA

SIMULAZIONE DI SECONDA PROVA DIRITTO ED ECONOMIA POLITICA SIMULAZIONE DI SECONDA PROVA DIRITTO ED ECONOMIA POLITICA Leggi con attenzione il seguente brano composto da due parti, una tratta dal sito ufficiale dell Unione europea e l altra dal sito Eurostat, l

Dettagli

Liberalizzazione del mercato dei capitali

Liberalizzazione del mercato dei capitali Liberalizzazione del mercato dei capitali euros euros Curve del prodotto marginale del capitale K Capital flow Esportazione di capitale r o r MPK* A MPK r r* o K o K*o * K o +K* o 1 Effetti di benessere

Dettagli

Sanità: si danno i numeri

Sanità: si danno i numeri Dipartimento Welfare e Nuovi Diritti Politiche della Salute Sanità: si danno i numeri Tra finanziaria, libro verde e federalismo La manovra finanziaria del Governo taglia le risorse per la sanità, il libro

Dettagli

Divisione Prodotti Settore Didattica e Servizi agli Studenti Erasmus e Studenti Stranieri

Divisione Prodotti Settore Didattica e Servizi agli Studenti Erasmus e Studenti Stranieri Divisione Prodotti Settore Didattica e Servizi agli Studenti Erasmus e Studenti Stranieri UNIVERSITA DEL PIEMONTE ORIENTALE ERASMUS + MOBILITA PER TRAINEESHIP Bando per la mobilità degli studenti universitari

Dettagli

obbligazioni corporate e semi-government (tenute presso il corrispondente estero) emesse prima del 01/01/1999;

obbligazioni corporate e semi-government (tenute presso il corrispondente estero) emesse prima del 01/01/1999; SPAGNA: guida operativa di assistenza fiscale su strumenti finanziari obbligazionari corporate e semi-government (sub depositati presso il depositario del corrispondente estero) di diritto spagnolo non

Dettagli

ORGANIZZAZIONE SANITARIA. Prof. A. Mistretta

ORGANIZZAZIONE SANITARIA. Prof. A. Mistretta ORGANIZZAZIONE SANITARIA Prof. A. Mistretta ORGANIZZAZIONE SANITARIA INTERNAZIONALE ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITA ( O. M. S. ) WORLD HEALTH ORGANIZATION ( W. H. O. ) AGENZIA SPECIALIZZATA DELL O.N.U.

Dettagli

I GIOVANI ITALIANI IN EUROPA E NEL MONDO: DATI E COSTI DEL BRAIN DRAIN

I GIOVANI ITALIANI IN EUROPA E NEL MONDO: DATI E COSTI DEL BRAIN DRAIN GIORNATA NAZIONALE DELLA PREVIDENZA (GNP) Milano - Borsa Italiana - Venerdì 16 Maggio 2014 Ore 14.00 I GIOVANI ITALIANI IN EUROPA E NEL MONDO: DATI E COSTI DEL BRAIN DRAIN Traccia dell intervento di Valentina

Dettagli

La Pianificazione Previdenziale dell'imprenditore post riforma Fornero. Presidente Comitato Tecnico Scientifico di Itinerari Previdenziali

La Pianificazione Previdenziale dell'imprenditore post riforma Fornero. Presidente Comitato Tecnico Scientifico di Itinerari Previdenziali post riforma Fornero Welfare, sfide e opportunità I riflessi della crisi economica e della transizione demografica; le sfide dei prossimi anni: spunti di riflessione D o c e n t e : Alberto Brambilla Presidente

Dettagli

UNIONE EUROPEA Ad Aprile 2015 ancora segno positivo: il mercato auto cresce del 6,9%.

UNIONE EUROPEA Ad Aprile 2015 ancora segno positivo: il mercato auto cresce del 6,9%. UNIONE EUROPEA Ad Aprile 2015 ancora segno positivo: il mercato auto cresce del 6,9%. I Paesi dell Unione europea allargata e dell EFTA ad aprile 2015 registrano 1.209.551 nuove immatricolazioni di autovetture,

Dettagli

Divisione Prodotti. Erasmus e Studenti Stranieri UNIVERSITA DEL PIEMONTE ORIENTALE

Divisione Prodotti. Erasmus e Studenti Stranieri UNIVERSITA DEL PIEMONTE ORIENTALE Divisione Prodotti Settore Didattica e Servizi agli Studenti Erasmus e Studenti Stranieri UNIVERSITA DEL PIEMONTE ORIENTALE ERASMUS+ MOBILITA PER FORMAZIONE Bando per la mobilità del personale tecnico

Dettagli

KRESTON GV Italy Audit Srl The new brand, the new vision

KRESTON GV Italy Audit Srl The new brand, the new vision KRESTON GV Italy Audit Srl The new brand, the new vision Chi siamo Kreston GV Italy Audit Srl è il membro italiano di Kreston International, network internazionale di servizi di revisione, di corporate

Dettagli

Economia e politica dell ambiente e dell energia A.A. 2012-2013. Modulo Vb Il sistema elettrico Italiano

Economia e politica dell ambiente e dell energia A.A. 2012-2013. Modulo Vb Il sistema elettrico Italiano Economia e politica dell ambiente e dell energia A.A. 2012-2013 Modulo Vb Il sistema elettrico Italiano Energia Elettrica per fonte 2011 Nord America Altre Rinnovabili 3% Idroelettrico 16% Nucleare 17%

Dettagli

Conoscere il mercato dell efficienza energetica: IL PROGETTO «IMPRESA ENERGIA» E LE OPPORTUNITA PER LE AZIENDE Alessandro Viola - Assolombarda

Conoscere il mercato dell efficienza energetica: IL PROGETTO «IMPRESA ENERGIA» E LE OPPORTUNITA PER LE AZIENDE Alessandro Viola - Assolombarda Conoscere il mercato dell efficienza energetica: IL PROGETTO «IMPRESA ENERGIA» E LE OPPORTUNITA PER LE AZIENDE Alessandro Viola - Assolombarda QUALE MERCATO PER I PRODOTTI E SERVIZI PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Bundled benefits. Your payments in future-proof hands. Guido Gatti 15 Ottobre 2013. Classification: Open

Bundled benefits. Your payments in future-proof hands. Guido Gatti 15 Ottobre 2013. Classification: Open Bundled benefits Your payments in future-proof hands Guido Gatti 15 Ottobre 2013 Classification: Open Status: Final Full service, flexible solutions Dual processor: card & payment processing Complete and

Dettagli

sistemapiemonte Piemonte in Focus - giugno 2009 sistemapiemonte.it

sistemapiemonte Piemonte in Focus - giugno 2009 sistemapiemonte.it sistemapiemonte Piemonte in Focus - giugno 2009 sistemapiemonte.it OSSERVATORIO ICT DEL PIEMONTE DINAMICHE DI PENETRAZIONE DELLA BANDA LARGA IN PIEMONTE: 1) LO STATO DELLA COPERTURA ED UN CONFRONTO CON

Dettagli

UNIONE EUROPEA Crescita a due cifre del mercato delle autovetture ad agosto: +11,5%.

UNIONE EUROPEA Crescita a due cifre del mercato delle autovetture ad agosto: +11,5%. UNIONE EUROPEA Crescita a due cifre del mercato delle autovetture ad agosto: +11,5%. Il mercato automotive mostra importanti segnali di ripresa, sebbene il massimo storico del 2007, oltre 16 millioni di

Dettagli

EuroPsy. Certificazione Europea in Psicologia. Marco Guicciardi

EuroPsy. Certificazione Europea in Psicologia. Marco Guicciardi EuroPsy Certificazione Europea in Psicologia Marco Guicciardi Roma, 25 gennaio 2013 Che cos è EuroPsy EuroPsy è uno standard europeo di formazione accademica e pratica professionale messo a punto dall

Dettagli

PROGRAMMA ERASMUS+ KA1 - BORSE DI MOBILITÀ PER TRAINEESHIP. Bando per l assegnazione di borse di mobilità per studenti e neolaureati

PROGRAMMA ERASMUS+ KA1 - BORSE DI MOBILITÀ PER TRAINEESHIP. Bando per l assegnazione di borse di mobilità per studenti e neolaureati PROGRAMMA ERASMUS+ KA1 - BORSE DI MOBILITÀ PER TRAINEESHIP Bando per l assegnazione di borse di mobilità per studenti e neolaureati a.a. 2015/16 Pubblicato con Decreto del Rettore n. 117/2015 dd. 05.10.2015

Dettagli

Sistemi di pagamento per consumatori consapevoli

Sistemi di pagamento per consumatori consapevoli Sistemi di pagamento per consumatori consapevoli Domenico Gammaldi Servizio Supervisione sui mercati e sul sistema dei pagamenti Roma, 24 ottobre 2012 1 Pagamenti senza contante in Europa (numero pagamenti

Dettagli

BANDO ERASMUS+ MOBILITA PER STUDIO ANNO ACCADEMICO 2015/16

BANDO ERASMUS+ MOBILITA PER STUDIO ANNO ACCADEMICO 2015/16 BANDO ERASMUS+ MOBILITA PER STUDIO ANNO ACCADEMICO 2015/16 Informazioni Generali Il Servizio Relazioni Internazionali, Erasmus e mobilità informa STUDENTI e DOTTORANDI iscritti all Università per Stranieri

Dettagli

Bando di selezione ERASMUS +/ERASMUS AI FINI DI STUDIO a.a. 2015/2016

Bando di selezione ERASMUS +/ERASMUS AI FINI DI STUDIO a.a. 2015/2016 Bando di selezione ERASMUS +/ERASMUS AI FINI DI STUDIO a.a. 2015/2016 ARTICOLO 1 E indetta, per l anno accademico 2015/2016, una selezione per titoli e colloquio al fine dell assegnazione di borse di mobilità

Dettagli

I Sistemi Sanitari influenza sullo stato di salute della comunità

I Sistemi Sanitari influenza sullo stato di salute della comunità Facoltà di Psicologia Corso di Medicina Sociale I Sistemi Sanitari influenza sullo stato di salute della comunità Prof. Plinio Fabiani 20/11/2008 L evoluzione Un sistema sanitario è l insieme delle organizzazioni,

Dettagli

BANDO ERASMUS+ Mobilità Staff. Personale da Impresa estera A.A. 2015-2016

BANDO ERASMUS+ Mobilità Staff. Personale da Impresa estera A.A. 2015-2016 Prot.9707/a47 del 10.09.2015 Bologna, 10 settembre 2015 BANDO ERASMUS+ Mobilità Staff. Personale da Impresa estera A.A. 2015-2016 SCADENZA: 7 ottobre 2015 - Visto il Regolamento didattico che regola le

Dettagli

Specializzato in Statistica Sanitaria con indirizzo in programmazione socio-sanitaria presso l Università dell Aquila con votazione 70/70 e lode.

Specializzato in Statistica Sanitaria con indirizzo in programmazione socio-sanitaria presso l Università dell Aquila con votazione 70/70 e lode. DOTT. IVAN TERSIGNI CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE STUDI Laureato in Medicina e Chirurgia presso l'universita' Cattolica del Sacro Cuore di Roma il 21-7-1978, con votazione 110/110 e lode. Specializzato

Dettagli

Gli schemi di certificazione internazionali: IECEE CB e CB-FCS

Gli schemi di certificazione internazionali: IECEE CB e CB-FCS Gli schemi di certificazione internazionali: IECEE CB e CB-FCS IMQ Milano, 19 aprile 2011 Workshop IMQ - QSA - Promos Fare Business in Russia e CSI Mauro Casari - IMQ ADVISORY BODIES Sales Policy Cmte.

Dettagli

VERSO L IMPRESA 2.0 (?)

VERSO L IMPRESA 2.0 (?) VERSO L IMPRESA 2.0 (?) Strategie, strumenti e opportunità per affrontare il nuovo contesto competitivo Bologna 27 Maggio 2009 Roberto Triola Responsabile Ufficio Studi Confindustria Servizi Innovativi

Dettagli

I numeri del commercio internazionale

I numeri del commercio internazionale Università di Teramo Aprile, 2008 Giovanni Di Bartolomeo gdibartolomeo@unite.it I numeri del commercio internazionale Big traders Netherlands 4% United Kingdom 4% France 5% China 6% Italy 4% Japan 7% Korea,

Dettagli

Advancing Integration for a Dignified Ageing. Progetto AIDA POPOLAZIONE ANZIANA E STRATEGIE PROGRAMMATORIE IN TEMA DI SALUTE

Advancing Integration for a Dignified Ageing. Progetto AIDA POPOLAZIONE ANZIANA E STRATEGIE PROGRAMMATORIE IN TEMA DI SALUTE Advancing Integration for a Dignified Ageing Progetto AIDA Advancing Integration for a Dignified Ageing POPOLAZIONE ANZIANA E STRATEGIE PROGRAMMATORIE IN TEMA DI SALUTE Progetto AIDA Advancing Integration

Dettagli

Studiare Ingegneria Nucleare in Italia ed in Europa

Studiare Ingegneria Nucleare in Italia ed in Europa Università di Pisa Studiare Ingegneria Nucleare in Italia ed in Europa W. Ambrosini PROFESSORE ASSOCIATO DI IMPIANTI NUCLEARI presso il Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Nucleare e della Produzione

Dettagli

I modelli organizzativi. MEETING PROGEA 11 settembre 2009

I modelli organizzativi. MEETING PROGEA 11 settembre 2009 I modelli organizzativi delle professioni sanitarie MEETING PROGEA 11 settembre 2009 Le riflessioni di partenza 1) Nelle aziende sanitarie i pubbliche operano 265.444 infermieri: i i 4,5 ogni 1.000 abitanti,

Dettagli

Scelte private e scelte pubbliche in sanità: federalismo, costi standard e concorrenza Prof.Stefano Capri

Scelte private e scelte pubbliche in sanità: federalismo, costi standard e concorrenza Prof.Stefano Capri Scelte private e scelte pubbliche in sanità: federalismo, costi standard e concorrenza Prof.Stefano Capri Istituto di Economia Università Cattaneo-LIUC Castellanza (VA) Caratteristiche del settore sanitario

Dettagli

TASSAZIONE SUI PRODOTTI ENERGETICI: IL FUTURO DI GPL E METANO

TASSAZIONE SUI PRODOTTI ENERGETICI: IL FUTURO DI GPL E METANO TASSAZIONE SUI PRODOTTI ENERGETICI: IL FUTURO DI GPL E METANO NAPOLI, 26 SETTEMBRE 2011 Alessandro Tramontano Presidente Consorzio Ecogas La bozza di proposta di modifica alla direttiva europea 2003/96/CE

Dettagli

Bio-Rad Laboratories. Soluzioni informatiche per il Controllo di Qualità. Una nuova generazione di software Unity

Bio-Rad Laboratories. Soluzioni informatiche per il Controllo di Qualità. Una nuova generazione di software Unity Bio-Rad Laboratories QC data management solutions Soluzioni informatiche per il Controllo di Qualità Una nuova generazione di software Unity Bio-Rad Laboratories QC data management solutions Impegnati

Dettagli

ALLARME ROSSO PER LA RICERCA EUROPEA: È URGENTISSIMO ACCELERARE GLI INVESTIMENTI NELLE CONOSCENZE

ALLARME ROSSO PER LA RICERCA EUROPEA: È URGENTISSIMO ACCELERARE GLI INVESTIMENTI NELLE CONOSCENZE ALLARME ROSSO PER LA RICERCA EUROPEA: È URGENTISSIMO ACCELERARE GLI INVESTIMENTI NELLE CONOSCENZE Gli sforzi per la ricerca sono molto minori in Europa di quanto non siano negli Stati Uniti o in Giappone,

Dettagli

AIVE Business Solutions. www.aive.com

AIVE Business Solutions. www.aive.com AIVE Business Solutions www.aive.com AIVE GROUP: Missione e Valori Missione Realizzare software e progetti che migliorano i processi operativi dei nostri clienti e incrementano la loro capacità competitiva

Dettagli

Il progetto HEALTH 25 ed i NEET

Il progetto HEALTH 25 ed i NEET Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti Umberto I, G. M. Lancisi, G. Salesi, Ancona Ricerca Innovazione e Sviluppo Il progetto HEALTH 25 ed i NEET Dr. Roberto Penna : il progetto Dal 2009 ad

Dettagli

Liquidità e nuove regole sulle banche: calibrazione e impatti

Liquidità e nuove regole sulle banche: calibrazione e impatti Liquidità e nuove regole sulle banche: calibrazione e impatti Gianfranco Torriero Direttore Centrale ABI Responsabile Direzione Strategie e Mercati Finanziari Università Bocconi, 31 gennaio 2013 Agenda

Dettagli

La gestione strategica degli asset immateriali: brevetti, marchi, design

La gestione strategica degli asset immateriali: brevetti, marchi, design Ufficio di Roma: Via Vittorio Emanuele Orlando, 83 Tel 06 47825222 0647824170 Email: roma@bugnion.it www.bugnion.it Ing. Paolo Bellomia E-mail: bellomia@bugnion.it Avv. Angela Di Blasio E-mail: diblasio@bugnion.it

Dettagli

MODALITA DI SPEDIZIONE

MODALITA DI SPEDIZIONE MODALITA DI SPEDIZIONE Spediamo in Italia, in Unione Europea, Svizzera, USA e Canada. Possiamo consegnare i prodotti che hai acquistato all'interno del Territorio Nazionale Italiano e in tutti i Paesi

Dettagli

Risparmio energetico nelle reti di prossima generazione

Risparmio energetico nelle reti di prossima generazione Istituto di Tecnologie della Comunicazione, dell Informazione e della Percezione Risparmio energetico nelle reti di prossima generazione Piero Castoldi, Luca Valcarenghi Forum Internazionale sulle nuove

Dettagli

UNIONE EUROPEA 13 milioni di nuove immatricolazioni di automobili nel 2014, il mercato cresce del 5,4%

UNIONE EUROPEA 13 milioni di nuove immatricolazioni di automobili nel 2014, il mercato cresce del 5,4% UNIONE EUROPEA 13 milioni di nuove immatricolazioni di automobili nel 2014, il mercato cresce del 5,4% Nel complesso dei Paesi dell Unione europea allargata e dell EFTA 1 a dicembre 2014 le immatricolazioni

Dettagli

I pilastri per le pensioni

I pilastri per le pensioni I pilastri per le pensioni Mauro Marè Roma, 23 se5embre 2013 outline Cosa sappiamo? Cosa abbiamo fa5o? Cosa dobbiamo fare? 2 2 cosa sappiamo? Sistemi di welfare tradizionali non sono più sostenibili Inevitabile

Dettagli

Il ruolo dell efficienza energetica nel conseguimento degli obiettivi italiani al 2020. Massimo Gallanti

Il ruolo dell efficienza energetica nel conseguimento degli obiettivi italiani al 2020. Massimo Gallanti Il ruolo dell efficienza energetica nel conseguimento degli obiettivi italiani al 2020 Massimo Gallanti Direttore Dipartimento Sviluppo Sistemi Elettrici CERTIFICATI BIANCHI Titoli di effcienza energetica

Dettagli

Il progetto europeo PHE Power House Europe: the big green housing and energy exchange

Il progetto europeo PHE Power House Europe: the big green housing and energy exchange Piattaforma Italiana Power House Europe Incontro Seminariale GdL2 - Questioni tecniche Roma, 10 Novembre 2010 - Palazzo della Cooperazione Il progetto europeo PHE Power House Europe: the big green housing

Dettagli

Il sistema sanitario austriaco

Il sistema sanitario austriaco Il sistema sanitario austriaco (con particolare riferimento alla Regione Carinzia) Dietmar Ranftler Azienda Ospedaliera di Carinzia (KABEG Management) Austria: stato federale con 9 regioni n Dietmar Ranftler

Dettagli

ORGANIZZAZIONE SANITARIA. Prof. A. Mistretta

ORGANIZZAZIONE SANITARIA. Prof. A. Mistretta ORGANIZZAZIONE SANITARIA Prof. A. Mistretta LEGISLAZIONE ED ORGANIZZAZIONE Il Servizio Sanitario Nazionale Il Servizio Sanitario Nazionale (S.S.N.) è nato con una legge n. 833 del 23 dicembre del 1978;

Dettagli

CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE MONICA MANFREDINI. Redatto ai sensi dell art. 46 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n.445

CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE MONICA MANFREDINI. Redatto ai sensi dell art. 46 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n.445 CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE DI MONICA MANFREDINI Redatto ai sensi dell art. 46 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n.445 1 MONICA MANFREDINI Dati personali: CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE nata a

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Nicolini Fausto Indirizzo c/o Azienda USL, via Amendola 2 42100 Reggio Emilia Telefono 0522.335563 Fax 0522.335200 E-mail info.direzionegenerale@ausl.re.it

Dettagli