IPMA International Project Management Association Brescia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IPMA International Project Management Association Brescia 04.03.2015"

Transcript

1 IPMA International Project Management Association Brescia Agnese Travaglini (Board Young Crew IPMA Italy) Giuseppe Pugliese (Direttore della Certificazione IPMA Italy) 1

2

3 IPMA Overview History Founded 1965 as a Non-Profit-Organisation Legally registered in Switzerland (Legislation) INTERNET until 1994 Worldwide 60 member associations Promotor for International Project Management IPMA World Congress Services Quality standard for certifications ICB IPMA Competence Baseline IPMA Young Crew / Expert Seminars / Advanced Courses / Research /Events / Journals 3

4 IPMA s World We are IPMA 7

5 IPMA Italy IPMA ITALY è l evoluzione della sezione Project Management di ANIMP, Member Association di IPMA (International Project Management Association) per l Italia, che dal 2000 ha l esclusiva per la Certificazione IPMA su territorio nazionale. q soci q Professionisti Certificati q giornate/discente di formazione nelle aree del PM I

6 ..ma il project management, in pratica, in cosa mi può aiutare. Certificazione IPMA 6

7 Are EU projects effectively and efficiency KPMG s Global Major Project Owners Survey 2008 provides further evidence of the severe shortage of vital skills and supplies affecting organizations around the world. The majority (57%) of respondents believe that more could be done to tackle the lack of resources (highly skilled project management personnel), while acknowledging that they themselves could do more to improve their in-house career management for project and program managers. greater consistency in risk management (88%)

8 EU Commission IS Study

9 EU Commission IS Study

10 Trend in azione. Fa*ori Agire sull Organizzazione Aziendale Complessità Proge4 Competenze Disponibili Agire sulle Persone Tempo We are IPMA 10

11

12

13

14 Excellence Model PROJECT EXCELLENCE (1,000) Project management (500) Project results (500) Leadership (80) Client satisfaction (180) Goal orientation (140) Employees (70) Processes (140) Employees satisfaction (80) Results (180) Resources (70) Innovation and learning Satisfaction other interested parties (60) Evaluates Project Processes and Results Awards offered in several categories Award offers prestige for the project, the recipient organization, and the nation

15 4 ITALIANI FINALISTI AL PROJECT EXCELLENCE AWARD 2010 Categoria Mega Projects Technip Italy: GTL Qatar Categoria Big Projects Tecnimont: Borouge PE1 Expansion UAE Tecnimont: metropolitana di Torino Nuovo Pignone: 6 turbocompressors upgrade LNG Australia Sono risultati finalisti 11 progetti nel mondo di cui 4 italiani

16

17

18

19

20 The IPMA Family The IPMA Family goes beyond attending conferences; we build lifelong professional relationships.

21

22

23 IPMA Italy E L ENTE UNICO AUTORIZZATO ALLA DIFFUSIONE IN ITALIA DELLA CERTIFICAZIONE DEI PROJECT MANAGER SECONDO LA METODOLOGIA IPMA

24 LE COMPETENZE DEL PROJECT MANAGER 24

25 Competenza = Conoscenza + Esperienza + Attitudini 25

26 IPMA Competence Baseline - The ICB 3

27 L OCCHIO DELLE COMPETENZE ICB 3.0 IPMA COMPETENCE BASELINE Competenze Comportamentali Competenze Tecniche Competenze Contestuali 15 Elementi di COMPETENZA COMPORTAMENTALE Rapporti e interrelazioni fra individui e gruppi che operano all interno dei Progetti 11 Elementi di COMPETENZA CONTESTUALE Interazione del project team con il contesto in cui si svolge il progetto 20 Elementi di COMPETENZA TECNICA Metodologie, tecniche e strumenti di Project Management

28 28

29 COMPETENZE TECNICHE Successo del Project Management Parti Interessate 20 ELEMENTI Trattano i temi e gli approcci fondamentali per la impostazione e la gestione dei progetti Requisiti ed Obiettivi del Progetto Scopo e Risultati Rischi ed Opportunità Qualità Programmaz. Temporale e Fasi del Progetto Risorse Organizzazione di Progetto Lavoro di Gruppo Risoluzione dei Problemi Struttura di Progetto Costi e Finanza Approvvigionamenti e Contratti Varianti Controllo e Rapporti di Progetto Informazione e Documentazione Comunicazione Avviamento del Progetto Chiusura del Progetto 29

30 COMPETENZE CONTESTUALI Orientamento al Progetto Orientamento al Programma Progetti Orientamento al Portafoglio Progetti Sviluppo del Progetto, Programma, Portafoglio Progetti 11 ELEMENTI trattano sia i rapporti con l Organizzazione sia gli aspetti di Business Organizzazione Permanente Business Sistemi, Prodotti e Tecnologie Gestione del Personale Salute, Sicurezza ed Ambiente Finanza Aspetti Legali 30

31 15 ELEMENTI Affrontano i temi relativi alle capacità personali e di relazione con tutti gli attori coinvolti nel progetto COMPETENZE COMPORTAMENTALI Leadership Coinvolgimento e Motivazione Autocontrollo Ascendente Approccio Sereno Apertura Creatività Orientamento ai Risultati Efficienza Consultazione Negoziazione Conflitti e crisi Affidabilità Apprezzamento dei Valori Etica 31

32 GAPPS - Global Alliance for Project Performance Standards The purpose of the GLOBAL ALLIANCE FOR PROJECT PERFORMANCE STANDARDS initiative is to develop agreed frameworks as a basis for review, development, and recognition of local standards that will facilitate mutual recognition and transferability of project management qualifications. It is intended that the framework and associated standards be freely available for use by businesses, academic institutions, professional associations, and government standards and qualifications bodies globally Certificazione IPMA 32

33 STANDARDS MAPPING OVERVIEW STANDARDS GAPPS Framework for Project Managers Nov 2006 (Unit and Element Level) AIPM 2008 ANCSPM 2008 ICB3 P2M PMBoK 2008 PRINCE NO Mapping 1 Manage Stakeholder Relationships Partial/Some Mapping 1.1 Ensure that stakeholder interests are identified and addressed. Full Mapping Relevant stakeholders are determined Stakeholder interests are investigated and documented Stakeholder interests are considered when making project decisions Actions to address differing interests are implemented Promote effective individual and team performance Interpersonal skills are applied to encourage individuals and teams to perform effectively , Individual project roles are defined, documented, communicated, assigned, and agreed to Individual and team behavioural expectations are established Individual and team performance is monitored and feedback provided. 0 0, Individual development needs and opportunities are recognised and addressed Manage stakeholder communications Communication needs of stakeholders are identified and documented Communication method, content, and timing is agreed to by relevant stakeholders Information is communicated as planned, and variances are identified and addressed Facilitate external stakeholder participation External stakeholder participation is planned, documented, and communicated. 0,5 0, External stakeholder participation is supported as planned, and variances are addressed G2 Percentage coverage 65% 59% 97% 73% 70% 92% G1 Percentage coverage 69% 62% 98% 81% 79% 93% Certificazione IPMA 33

34 LA CERTIFICAZIONE

35 Competenza secondo IPMA: Conoscenza ed Esperienza 35

36

37 SISTEMA DI CERTIFICAZIONE BASATO SU 4 LIVELLI (IPMA)

38 SISTEMA DI CERTIFICAZIONE BASATO SU 4 LIVELLI (IPMA) LIVELLO A: DIRETTORE PROGETTI Responsabile di un portafoglio progetti o di programmi ad elevata complessità LIVELLO B: CAPO PROGETTO Project Manager Senior responsabile di progetti ad elevata complessità LIVELLO C: RESPONSABILE DI PROGETTO Project Manager di progetti a limitata complessità LIVELLO D: SPECIALISTA PROJECT MANAGEMENT Membro del Project Management Team

39 Programma di riferimento MiniMaster in Project Management 4 Lezioni della durata di 4 ore ciascuna Lezioni tenute da Manager/Professionisti che applicano nei loro contesti professionali il Project Management 1 Sessione Esame di Certificazione Introductory Level in Project Management (su base volontaria) Certificazione IPMA 39

40 MiniMaster in Project Management Lezione 1 Competenze del Project Manager e metodologia IPMA Organizzazione del progetto vs organizzazione dell Azienda Ruoli e responsabilità del Project Manager e del Project Team Ciclo di vita del progetto Workshop: domande a risposta multipla Workshop sulla comunicazione Lezione 2 Progetto e Management Fasi del progetto Fattori di successi del P.M. Rischi e opportunità Casi Reali Certificazione IPMA 40

41 MiniMaster in Project Management Lezione 3 Procurement Costi e finanza Avvio e chiusura del progetto Team building Problem solving Lezione 4 Modello economico e finanziario di progetto Esercitazioni tramite sessione interattiva Certificazione IPMA 41

42 CERTIFICAZIONE IPMA ITALY INTRODUCTORY CERTIFICATE IN PROJECT MANAGEMENT 42

43 INTRODUCTORY CERTIFICATE/1 È rivolto a coloro che hanno acquisito le conoscenze teoriche sul Project Management tramite un percorso formativo scolastico od aziendale Si Certificano solamente le Conoscenze delle metodologie alla base della Gestione Progetti Vengono verificate le conoscenze relative ai 20 Elementi che costituiscono le Competenze Tecniche riportate nel Manuale IPMA delle Competenze di Project Management Esame scritto con domande a risposta multipla Attestato rilasciato dal Certification Body Italiano Validità del Certificato Illimitata 43

44 INTRODUCTORY CERTIFICATE/2 Modalità d esame L esame consiste in 30 domande a risposta multipla preparate dal Valutatore Organizzazione dell esame Le domande sono date ai certificandi in busta chiusa, nominativa ed i fogli sono numerati. I candidati posso usare solamente i fogli forniti. Non sono ammessi durante l esame cellulari, computer, manuali Durata dell esame Il tempo a disposizione dei candidati, per rispondere alle 30 domande, è di 70 minuti Sorveglianza Presenza di un Valutatore IPMA e/o Direttore della Certificazione durante la prova Correzione La correzione degli elaborati è fatta dal Valutatore IPMA Superamento esame L esame è superato solamente se vengono date almeno 20 risposte esatte alle 30 domande proposte 44

45 INTRODUCTORY CERTIFICATE/3 Modalità d iscrizione On line tramite sito Quota d iscrizione 100 euro oltre IVA La Quota comprende Testo sullo standard IPMA ICB 3.0 Partecipazione all esame Rilascio attestato Pubblicazione nell albo ufficiale dei PM certificati sul sito IPMA Iscrizione all associazione IPMA Italy Young Crew per 1 anno 45

46 Certificazione IPMA 46

47 I BENEFICI DELLA CERTIFICAZIONE IPMA

48 IL PROJECT MANAGEMENT COME FATTORE DI SUCCESSO IL PROJECT MANAGEMENT DIVENTA UN ELEMENTO STRATEGICO PER LA CRESCITA 48

49 BENEFICI E VANTAGGI DELLA CERTIFICAZIONE PER IL PROJECT MANAGER IMPORTANTE ATTESTAZIONE OGGETTIVA DELLE PROPRIE COMPETENZE TITOLO RICONOSCIUTO INTERNAZIONALMENTE ACCRESCIMENTO DELLA PROPRIA PROFESSIONALITA OPPORTUNITA DI AMPLIARE I PROPRI CAMPI DI INTERESSE 49

50 BENEFICI E VANTAGGI DELLA CERTIFICAZIONE PER I CLIENTI/UTENTI/COMMITTENTI GARANZIA DI UNA ORGANIZZAZIONE AD ALTA PROFESSIONALITA NELLA GESTIONE PROGETTI MIGLIORE VISIBILITA E CONTROLLO SUL PROGETTO, SUGLI OBIETTIVI E SULLE RISORSE 50

51 BENEFICI E VANTAGGI DELLA CERTIFICAZIONE PER L AZIENDA TRASMETTE FIDUCIA AI CLIENTI NELLA GESTIONE DEL BUSINESS: KNOW HOW E BEST PRACTICE NEL PROJECT MANAGEMENT PROFESSIONALITÀ DEI TEAM DI PROGETTO STRUMENTO DI MARKETING: DIMOSTRA CAPACITA DI ESEGUIRE PROGETTI CON MAGGIORE QUALITA, PIÙ RAPIDAMENTE E CON COSTI MINORI OPPORTUNITA DI PARTECIPARE A GARE E COMMESSE PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI COMPLESSI 51

52 COME SAPERNE DI PIU WORKSHOP SULLA CERTIFICAZIONE IPMA 52

53 Via E. Tazzoli, Milano IPMA ITALY Tel Fax CONTATTI IPMA ITALY Giuseppe Pugliese - Direttore della Certificazione Irina Bolognesi Segreteria IPMA Italy Web Site Italia Web Site Internazionale 53

54 GRAZIE DELL ATTENZIONE DOMANDE (ULTERIORI )

IPMA International Project Management Association

IPMA International Project Management Association IPMA International Project Management Association II Workshop di Project Management 2012 BEYOND THE PROJECT Ordine degli Ingegneri di Salerno Giuseppe Pugliese Direttore della Certificazione IPMA Italia

Dettagli

Come la Certificazione IPMA sostiene l evoluzione del business Giuseppe Pugliese Direttore Certificazione IPMA Italy

Come la Certificazione IPMA sostiene l evoluzione del business Giuseppe Pugliese Direttore Certificazione IPMA Italy Come la Certificazione IPMA sostiene l evoluzione del business Giuseppe Pugliese Direttore Certificazione IPMA Italy TECNICHE MODERNE DI PROJECT CONTROL SEMINARIO - Roma 28.03.2013 IPMA 50 ANNI DI STORIA

Dettagli

La Certificazione (experience based) in Project Management. Giuseppe Pugliese Direttore della Certificazione IPMA Italia

La Certificazione (experience based) in Project Management. Giuseppe Pugliese Direttore della Certificazione IPMA Italia La Certificazione (experience based) delle Competenze in Project Management Giuseppe Pugliese Direttore della Certificazione IPMA Italia Roma, 15.11.2010 INTERNATIONAL PROJECT MANAGEMENT ASSOCIATION (IPMA)

Dettagli

Convegno Project Management Alto Adige 2011

Convegno Project Management Alto Adige 2011 Convegno Project Management Alto Adige 2011 Progetti creano Innovazione Giovedì 29 settembre 2011 ore 14.00-20.00 Perché Certificare i Project Manager Il Modello IPMA Giuseppe Pugliese Direttore della

Dettagli

EDIZIONE 1.2015. Programma di riferimento del MiniMaster Introductory in Project Management 2015

EDIZIONE 1.2015. Programma di riferimento del MiniMaster Introductory in Project Management 2015 MINIMASTER INTRODUCTORY IN PROJECT MANAGEMENT UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BRESCIA EDIZIONE 1.2015 L Obiettivo del MiniMaster è quello di fornire agli studenti una serie di nozioni sulle metodologie di Project

Dettagli

International Project Management Association. Giuseppe Pugliese Direttore della Certificazione ANIMP/IPMA Milano, 25.11.2010

International Project Management Association. Giuseppe Pugliese Direttore della Certificazione ANIMP/IPMA Milano, 25.11.2010 ANIMP-IPMAcadey International Project Management Association Giuseppe Pugliese Direttore della Certificazione ANIMP/IPMA Milano, 25.11.2010 INTERNATIONAL PROJECT MANAGEMENT ASSOCIATION (IPMA) E UNA DELLE

Dettagli

Le Competenze Chiave del Project Manager del 3 Millennio!

Le Competenze Chiave del Project Manager del 3 Millennio! Rovereto, 27 febbraio 24 Il Project Management nel 3 millennio Innovazioni, strumenti, best practice Le Competenze Chiave del Project Manager del 3 Millennio! Giuseppe Pugliese International Project Management

Dettagli

Convegno Internazionale IL PROFESSIONISTA DEGLI ACQUISTI NEI SISTEMI SANITARI INTERNAZIONALI

Convegno Internazionale IL PROFESSIONISTA DEGLI ACQUISTI NEI SISTEMI SANITARI INTERNAZIONALI Convegno Internazionale IL PROFESSIONISTA DEGLI ACQUISTI NEI SISTEMI SANITARI INTERNAZIONALI PROGETTARE PROCESSI COMPLESSI INSIEME ALLA COMUNITA DEI PROFESSIONSITI DELLA SANITA E AL MERCATO HTA: THE PROJECT

Dettagli

IPMA International Project Management Association

IPMA International Project Management Association IPMA International Project Management Association Standard vs Standard: una Panoramica Internazionale Evento PMI-NIC Giuseppe Pugliese Direttore della Certificazione IPMA Italia Milano, 10.12.2010 INDICE

Dettagli

Sestri Levante 10-11 Aprile 2014 Information Management & Project Governance

Sestri Levante 10-11 Aprile 2014 Information Management & Project Governance Sestri Levante 10-11 Aprile 2014 Information Management & Project Governance INDICE ARGOMENTI I Progetti nel 3 Millennio DELTA - La Risposta IPMA DELTA Il Modello We are IPMA 2 IPMA Overview History Founded

Dettagli

Giuseppe Pugliese Direttore della Certificazione IPMA Italia Milano, 14.12.11 Convegno 2011 Sezione Informatica ANIMP

Giuseppe Pugliese Direttore della Certificazione IPMA Italia Milano, 14.12.11 Convegno 2011 Sezione Informatica ANIMP Il Procurement Manager e le Competenze in Project Management Giuseppe Pugliese Direttore della Certificazione IPMA Italia Milano, 14.12.11 Convegno 2011 Sezione Informatica ANIMP ..ma il project management,

Dettagli

STAKEHOLDER MANAGEMENT in ACTION

STAKEHOLDER MANAGEMENT in ACTION 1 Training & Professional Meeting 2013 Milan -13 March 2013 STAKEHOLDER MANAGEMENT in ACTION Individuare e fare proprie le esigenze di tutti gli stakeholder per il successo del progetto POLITECNICO DI

Dettagli

Certificazioni di Project Management a confronto. a cura di Tiziano Villa, PMP marzo 2006

Certificazioni di Project Management a confronto. a cura di Tiziano Villa, PMP marzo 2006 Certificazioni di Project Management a confronto a cura di Tiziano Villa, PMP marzo 2006 Indice del documento 1 Le Organizzazioni internazionali di Project Management pag. 2 2 Gli Standard internazionali

Dettagli

IPMA DELTA l Assessment in project management p e r l o r g a n i z z a z i o n e a z i e n d a l e

IPMA DELTA l Assessment in project management p e r l o r g a n i z z a z i o n e a z i e n d a l e IPMA DELTA l in project management p e r l o r g a n i z z a z i o n e a z i e n d a l e UNA UNA VISIONE A 360 INDIPENDENTE AL 100% P E R U N A MIG LIO R E C O M P ETITIVITÀ a product of L EFFETTO DELTA.

Dettagli

IPMA ITALY EDIZIONE 20152

IPMA ITALY EDIZIONE 20152 GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE INPROJECT MANAGEMENT IPMA ITALY EDIZIONE 20152 MEMBERASSOCIATION PER L ITALIA DI 1 Guida2015allaCertificazione alla IPMA V1.0 INDICE PREMESSA Pag. 4 1. COSA FARE PER ISCRIVERSI

Dettagli

PARTNERSHIP CON UNIVERSITA & BUSINESS SCHOOL

PARTNERSHIP CON UNIVERSITA & BUSINESS SCHOOL PARTNERSHIP CON UNIVERSITA & BUSINESS SCHOOL Project Management Competenze, Organizzazione e Best Practice 1 OBIETTIVI DEL DOCUMENTO Il documento si pone l obiettivo di fornire un quadro relativo alle

Dettagli

IPMA YC ITALY. Moving New Leaders Forward!

IPMA YC ITALY. Moving New Leaders Forward! IPMA YC ITALY! YC IN A NUTSHELL OUR STORY & INITIATIVES ABOUT IPMA ABOUT YC INTERNATIONAL COSA È IPMA YOUNG CREW IPMA Young Crew Componente fondamentale per lo sviluppo dei leaders del futuro Network di

Dettagli

Minimaster in PROJECT MANAGEMENT La disciplina di Project Management: approccio metodologico e contenuti (II parte)

Minimaster in PROJECT MANAGEMENT La disciplina di Project Management: approccio metodologico e contenuti (II parte) Minimaster in PROJECT MANAGEMENT La disciplina di Project Management: approccio metodologico e contenuti (II parte) Ing. Roberto Mori Direttore Progetti Speciali Tenova Presidente Italian Project Management

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT TREND NELLE AZIENDE MANIFATTURIERE

PROJECT MANAGEMENT TREND NELLE AZIENDE MANIFATTURIERE Minimaster in PROJECT MANAGEMENT PROJECT MANAGEMENT TREND NELLE AZIENDE MANIFATTURIERE Giovanni Francesco Salamone 1 PROJECT MANAGEMENT TREND NELLE AZIENDE MANIFATTURIERE Giovanni Francesco Salamone Corso

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT CORSI DI ALTA FORMAZIONE MANAGEMENT.LUM.IT IPMA EDUCATION E REGISTRATION. Project Management Base. Project Management Avanzato

PROJECT MANAGEMENT CORSI DI ALTA FORMAZIONE MANAGEMENT.LUM.IT IPMA EDUCATION E REGISTRATION. Project Management Base. Project Management Avanzato PROJECT MANAGEMENT CORSI DI ALTA FORMAZIONE A.A. 2013-2014 MANAGEMENT.LUM.IT IPMA EDUCATION E REGISTRATION Project Management Base Project Management Avanzato PROJECT MANAGEMENT PREMESSA Il Project Management

Dettagli

Ambiti Contestuale, Tecnico e Comportamentale

Ambiti Contestuale, Tecnico e Comportamentale Ambiti Contestuale, Tecnico e Comportamentale 1 Premessa Il Project Management da alcuni anni rappresenta uno dei temi all attenzione e in significativa espansione all interno delle organizzazioni complesse

Dettagli

Benefici della metodologia di Project Management PRINCE2 e la sua certificazione

Benefici della metodologia di Project Management PRINCE2 e la sua certificazione Benefici della metodologia di Project Management PRINCE2 e la sua certificazione Jacobus Groot Managing Director QRP International s.r.l. Milano, 23 Settembre 2011 Contenuti Profilo di QRP International

Dettagli

ECONOMIA MANAGEMENT. Professione Project Manager. & FrancoAngeli. Alessandro Cagliesi, Ugo Forghieri, Ernesto La Rosa, Roberto Pozza

ECONOMIA MANAGEMENT. Professione Project Manager. & FrancoAngeli. Alessandro Cagliesi, Ugo Forghieri, Ernesto La Rosa, Roberto Pozza Alessandro Cagliesi, Ugo Forghieri, Ernesto La Rosa, Roberto Pozza Professione Project Manager Preparazione alla certificazione internazionale IPMA ECONOMIA & FrancoAngeli MANAGEMENT Informazioni per il

Dettagli

Webinar: Questo Matrimonio s ha da fare!

Webinar: Questo Matrimonio s ha da fare! The Swirl logo is a trade mark of AXELOS Limited The PRINCE2 Accredited Training Organization logo is a trade mark of AXELOS Limited Webinar: Questo Matrimonio s ha da fare! 19 Settembre / 13.00-14.00

Dettagli

Introduzione al Project Management

Introduzione al Project Management IT Project Management Lezione 1 Introduzione al Project Management Federica Spiga A.A. 2009-2010 1 Rapporto CHAOS 2009 Progetti completati in tempo, all interno del budget, rispettando i requisiti RAPPORTO

Dettagli

ValIT e Project Management: le indicazioni di ValIT per ripensare il governo di progetti e portfoli in Azienda

ValIT e Project Management: le indicazioni di ValIT per ripensare il governo di progetti e portfoli in Azienda IT Governance, Outsourcing e Porfolio/Project Management ValIT e Project Management: le indicazioni di ValIT per ripensare il governo di progetti e portfoli in Azienda Manno, Mercoledì, 21 Gennaio 2009

Dettagli

Tanta fatica solo per un bollino ne vale davvero la pena?

Tanta fatica solo per un bollino ne vale davvero la pena? Tanta fatica solo per un bollino ne vale davvero la pena? Relatori: Paolo SFERLAZZA Alberto PERRONE Relatori Paolo Sferlazza Security Advisor CISA,LA27001,LA22301,OPST, COBIT 5, ITIL,LA9001,ISFS, ITSM,ISMA

Dettagli

IPMA Italy. 4 #Convegno#Nazionale#IPMA#Italy# Milano,(9(novembre(2012( Politecnico(di(Milano,(Piazza(Leonardo(Da(Vinci,(32( Aula(De(Donato( #

IPMA Italy. 4 #Convegno#Nazionale#IPMA#Italy# Milano,(9(novembre(2012( Politecnico(di(Milano,(Piazza(Leonardo(Da(Vinci,(32( Aula(De(Donato( # Risk Organization Quality Know-how IPMA Italy Resources Value Stakeholders 4 ConvegnoNazionaleIPMAItaly Milano,(9(novembre(2012( Politecnico(di(Milano,(Piazza(Leonardo(Da(Vinci,(32( Aula(De(Donato( Project

Dettagli

Project Management e Business Analysis: the dynamic duo. Firenze, 25 Maggio 2011

Project Management e Business Analysis: the dynamic duo. Firenze, 25 Maggio 2011 Project Management e Business Analysis: the dynamic duo Firenze, 25 Maggio 2011 Grazie! Firenze, 25 Maggio 2011 Ing. Michele Maritato, MBA, PMP, CBAP 2 E un grazie particolare a www.sanmarcoinformatica.it

Dettagli

1 - Ambito di applicazione del Project Management in banca

1 - Ambito di applicazione del Project Management in banca Creating Your Future PROJECT MANAGEMENT IN BANCA La governance dell innovazione in banca 1 Ambito di applicazione 2 Attività formativa 3 Competenze 4 Project Management Framework 1 - Ambito di applicazione

Dettagli

CREATING A NEW WAY OF WORKING

CREATING A NEW WAY OF WORKING 2014 IBM Corporation CREATING A NEW WAY OF WORKING L intelligenza collaborativa nella social organization Alessandro Chinnici Digital Enterprise Social Business Consultant IBM alessandro_chinnici@it.ibm.com

Dettagli

Competenze e organizzazione per progetti: applicazioni nel contesto sanitario

Competenze e organizzazione per progetti: applicazioni nel contesto sanitario Innovazione e Miglioramento Competenze e organizzazione per progetti: applicazioni nel contesto sanitario Policlinico Umberto I 4 giugno 2013 Luca Angerame Nello Iacono Agenda Perché un'organizzazione

Dettagli

Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008

Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Gli standard di PMI Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 Maria Cristina Barbero, PMP Vice Presidente Tesoriere PMI Northern Italy Chapter Contenuti

Dettagli

MEDIATORI DELL INNOVAZIONE

MEDIATORI DELL INNOVAZIONE MEDIATORI DELL INNOVAZIONE INTRODUZIONE AL PROJECT MANAGEMENT ----------------------- Le tipologie organizzative, il project management, i clienti, le competenze del PM. 15 giugno 2011 Ing. U. Forghieri

Dettagli

OBIETTIVI E DESTINATARI DEL CORSO CORPO DOCENTE

OBIETTIVI E DESTINATARI DEL CORSO CORPO DOCENTE GESTIONE DI UN PROGETTO IMPIANTISTICO E DI INFRASTRUTTURE (DALLA FASE DI OFFERTA ALL AVVIAMENTO E CONSEGNA DELL OPERA) La frequenza al corso potrebbe consentire l assegnazione di Crediti Formativi MILANO,

Dettagli

PECULARIETA DELLA FORMAZIONE NEL PROJECT MANAGEMENT

PECULARIETA DELLA FORMAZIONE NEL PROJECT MANAGEMENT Il Professionista degli acquisti nei Sistemi Sanitari Internazionali PECULARIETA DELLA FORMAZIONE NEL PROJECT MANAGEMENT Milano, 20-21 Maggio 2010 Roberto Mori Director Special Projects, Tenova Presidente

Dettagli

NIC: lavori in corso. Incontro riservato ai Soci. Milano, 12 ottobre 2012

NIC: lavori in corso. Incontro riservato ai Soci. Milano, 12 ottobre 2012 NIC: lavori in corso Incontro riservato ai Soci Milano, 12 ottobre 2012 Obiettivi di questo incontro INFORMARE CONDIVIDERE ASCOLTARE 2 Gestione finanziaria L esito della visita dell Agenzia delle Entrate

Dettagli

LA NUOVA ISO 9001:2015

LA NUOVA ISO 9001:2015 Aspettative e confronto con la versione 2008 Vincenzo Paolo Maria Rialdi Lead Auditor IRCA Amministratore Delegato e Direttore Tecnico Vevy Europe S.p.A. 2/9 BREVE STORIA DELLA NORMA ISO 9000 standard

Dettagli

Domanda: 1. Domanda: 2. Domanda: 3

Domanda: 1. Domanda: 2. Domanda: 3 Domanda: 1 In un gruppo di progetto si ha uno stato di crisi allorché Esiste una situazione di conflitto in cui non riescono ad essere utili e durature logiche di win-win Esiste una situazione di conflitto

Dettagli

Project Management at Technip: Complessità**2 Franco Concari Technip Project Management Systems Business Owner Presidente Vicario IPMA Italy

Project Management at Technip: Complessità**2 Franco Concari Technip Project Management Systems Business Owner Presidente Vicario IPMA Italy Project Management at Technip: Complessità**2 Franco Concari Technip Project Management Systems Business Owner Presidente Vicario IPMA Italy ANIMA - IPMA Italy Seminar - Milano 11 Dicembre 2014 Contents

Dettagli

Liberi di... Immediately takes care of the client, creating a special feeling since the first meeting aimed to investigate the customer needs.

Liberi di... Immediately takes care of the client, creating a special feeling since the first meeting aimed to investigate the customer needs. Liberi di... Il rapporto tra la Immediately ed i propri clienti nasce dal feeling, dalla complicità che si crea in una prima fase di analisi e d individuazione dei risultati da raggiungere. La libertà

Dettagli

1. Sviluppo organizzativo dell azienda ed implementazione delle policy organizzative globali.

1. Sviluppo organizzativo dell azienda ed implementazione delle policy organizzative globali. Italy 2008 Comau The PMO as a global business solution The PMO One Company One Family By Mauro Fenzi Comau Vice President and Alexandre Sörensen Ghisolfi Corporate PMO Manager A proposito di Comau Comau

Dettagli

Gli aspetti innovativi del Draft International Standard (DIS) ISO 9001:2015

Gli aspetti innovativi del Draft International Standard (DIS) ISO 9001:2015 Gli aspetti innovativi del Draft International Standard (DIS) ISO 9001:2015 I requisiti per la gestione del rischio presenti nel DIS della nuova ISO 9001:2015 Alessandra Peverini Perugia 9/09/2014 ISO

Dettagli

BIM E LIFE-LONG LEARNING SCUOLA MASTER F.LLI PESENTI POLITECNICO DI MILANO

BIM E LIFE-LONG LEARNING SCUOLA MASTER F.LLI PESENTI POLITECNICO DI MILANO BIM SUMMIT 2015 2 EDIZIONE BIM E LIFE-LONG LEARNING SCUOLA MASTER F.LLI PESENTI POLITECNICO DI MILANO Paola Ronca prof. Ordinario di «Tecnica delle Costruzioni», Polimi Direttore Scuola Master F.lli Pesenti

Dettagli

Eco-REFITec: Seminary and Training course

Eco-REFITec: Seminary and Training course Eco-REFITec: Seminary and Training course About Eco-REFITec: Eco-REFITEC is a research project funded by the European Commission under the 7 th framework Program; that intends to support repair shipyards

Dettagli

Introduzione a COBIT 5 for Assurance

Introduzione a COBIT 5 for Assurance Introduzione a COBIT 5 for Assurance Andrea Pontoni 1 SPONSOR DELL EVENTO SPONSOR DI ISACA VENICE CHAPTER CON IL PATROCINIO DI 2 Agenda Obiettivi Assurance Definizione Drivers dell Assurance Vantaggi di

Dettagli

RESPONSABILE DELLA GESTIONE PROGETTI IN IMPRESA COOPERATIVA

RESPONSABILE DELLA GESTIONE PROGETTI IN IMPRESA COOPERATIVA Corso di Alta Formazione Corso di Alta Formazione RESPONSABILE DELLA GESTIONE PROGETTI IN IMPRESA COOPERATIVA ID. 11673 CATALOGO INTERREGIONALE ALTAFORMAZIONE V Edizione Anno 2013 Ente di formazione In

Dettagli

Nuovo Esame PMP dal 2 Novembre 2015. Vito Madaio, PMP, TSPM

Nuovo Esame PMP dal 2 Novembre 2015. Vito Madaio, PMP, TSPM Nuovo Esame PMP dal 2 Novembre 2015 Vito Madaio, PMP, TSPM Cosa significa L Esame PMP Cambia nel 2015 Uno studio recente introduce un aggiornamento sul ruolo del Project Manager certificato PMP. Dopo una

Dettagli

PMI Project Management Standard, PMBOK Fourth Edition 2008

PMI Project Management Standard, PMBOK Fourth Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Project Management Standard, PMBOK Fourth Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner - Responsabile Area

Dettagli

"CRM - CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI"

CRM - CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI "CRM - CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI" Marco Beltrami COMPA, Novembre 2004 COMPA Bologna 2004 IBM oggi non solo Information Technology! L ottava società mondiale per dimensione 45%

Dettagli

Le procedure di valutazione dei Corsi di studio www.anvur.org

Le procedure di valutazione dei Corsi di studio www.anvur.org Le procedure di valutazione dei Corsi di studio www.anvur.org Roberto Torrini Direttore ANVUR Roberto.Torrini@anvur.org Una offerta formativa flessibile, orientata alle competenze, atta a migliorare l

Dettagli

Skills 4 security: antani? «Le dico solo tre parole... Chief Security Officer»

Skills 4 security: antani? «Le dico solo tre parole... Chief Security Officer» Skills 4 security: antani? «Le dico solo tre parole... Chief Security Officer» La security: esperienza vs conoscenza didattica Cosa può capitare avendone solo una delle due? Esperienza pregressa Conoscenza

Dettagli

Agenda. IT Governance e SOA. Strumenti di supporto alla governance. Vittoria Caranna vcaranna@imolinfo.it Marco Cimatti mcimatti@imolinfo.

Agenda. IT Governance e SOA. Strumenti di supporto alla governance. Vittoria Caranna vcaranna@imolinfo.it Marco Cimatti mcimatti@imolinfo. SOA Governance Vittoria Caranna vcaranna@imolinfo.it Marco Cimatti mcimatti@imolinfo.it Agenda IT Governance e SOA Strumenti di supporto alla governance 2 Importanza della Governance Service Oriented Architecture

Dettagli

Il Master è effettuato con la collaborazione di:

Il Master è effettuato con la collaborazione di: POST LAUREA Master in Project Management 26/10/2009 18/02/2010 Cod. RA067 Referente scientifico dell'iniziativa Franco Fontana Professore Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese presso la facoltà

Dettagli

Pubblicazioni COBIT 5

Pubblicazioni COBIT 5 Pubblicazioni COBIT 5 Marco Salvato CISA, CISM, CGEIT, CRISC, COBIT 5 Foundation, COBIT 5 Trainer 1 SPONSOR DELL EVENTO SPONSOR DI ISACA VENICE CHAPTER CON IL PATROCINIO DI 2 La famiglia COBIT 5 3 Aprile

Dettagli

ESI International. Project Management & Business Analysis Solutions. www.esi-italy.it

ESI International. Project Management & Business Analysis Solutions. www.esi-italy.it ESI International Project Management & Business Analysis Solutions www.esi-italy.it Chi siamo Leader globali nei servizi di PERFORMANCE IMPROVEMENT in: Project Management Business Analysis Agile Project

Dettagli

CATALOGO FORMAZIONE INTERAZIENDALE Periodo settembre 2011 luglio 2012

CATALOGO FORMAZIONE INTERAZIENDALE Periodo settembre 2011 luglio 2012 1 CATALOGO FORMAZIONE INTERAZIENDALE Periodo settembre 2011 luglio 2012 Con l'obiettivo di offrire una proposta didattica sempre più completa e strutturata, promuove e realizza numerose edizioni, su Milano

Dettagli

brand implementation

brand implementation brand implementation brand implementation Underline expertise in reliable project management reflects the skills of its personnel. We know how to accomplish projects at an international level and these

Dettagli

Organizzazione Informatica in Alstom Sergio Assandri Punta Ala, 27/09/2012

Organizzazione Informatica in Alstom Sergio Assandri Punta Ala, 27/09/2012 Organizzazione Informatica in Alstom Sergio Assandri Punta Ala, 27/09/2012 POWER Indice Motivazioni di questa organizzazione Alstom - Organizzazione IS&T Governance Organizzazione ITSSC ITSSC Modalità

Dettagli

Prof. Gustavo Piga EBRD International Master in Public Procurement Management, Director University of Rome Tor Vergata www.gustavopiga.

Prof. Gustavo Piga EBRD International Master in Public Procurement Management, Director University of Rome Tor Vergata www.gustavopiga. Appaltipubblicie professionalità. Il Master BERS-Tor Vergata Public Procurement in EBRD Projects September 26 th 2012 Chamber of Commerce of Trieste Trieste, Italy Prof. Gustavo Piga EBRD International

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente INNOCENTI ALESSANDRO Matricola: 004615. Insegnamento: 101507 - ECONOMIA APPLICATA. Anno regolamento: 2011 CFU:

Testi del Syllabus. Docente INNOCENTI ALESSANDRO Matricola: 004615. Insegnamento: 101507 - ECONOMIA APPLICATA. Anno regolamento: 2011 CFU: Testi del Syllabus Docente INNOCENTI ALESSANDRO Matricola: 004615 Anno offerta: 2013/2014 Insegnamento: 101507 - ECONOMIA APPLICATA Corso di studio: PE002 - SCIENZE POLITICHE Anno regolamento: 2011 CFU:

Dettagli

Creating Your Future. Linee guida

Creating Your Future. Linee guida Creating Your Future IL CICLO DEL PERFORMANCE MANAGEMENT Un approccio sistematico Linee guida Il focus si sta spostando dal personale inteso come un costo al personale come fonte di valore 35% 30% 25%

Dettagli

Politecnico di Torino. PRAISE & CABLE projects interaction

Politecnico di Torino. PRAISE & CABLE projects interaction PRAISE & CABLE projects interaction The projects PRAISE: Peer Review Network Applying Intelligence to Social Work Education Socrates-MINERVA project October 2003 - September 2005 (24 months) CABLE: Case-Based

Dettagli

PMBOK Guide 5th Edition (2012) vs PMBOK Guide 4th Edition (2008)

PMBOK Guide 5th Edition (2012) vs PMBOK Guide 4th Edition (2008) Paolo Mazzoni 2013. E' ammessa la riproduzione per scopi di ricerca e didattici se viene citata la fonte completa nella seguente formula: "di Paolo Mazzoni, www.paolomazzoni.it, (c) 2013". Non sono ammesse

Dettagli

Un approccio sistemico alla gestione dei progetti: dalle strategie al project management

Un approccio sistemico alla gestione dei progetti: dalle strategie al project management isedi_indice_cantamessa 27-04-2007 9:25 Pagina V Indice XI Prefazione XIII Premessa XVII Introduzione Un approccio sistemico alla gestione dei progetti: dalle strategie al project management PARTE I Aspetti

Dettagli

Principali funzionalità delle soluzioni Microsoft nei processi di project & portfolio management

Principali funzionalità delle soluzioni Microsoft nei processi di project & portfolio management ROMA 12-15 Maggio 2008 Master Diffuso sul Project Management Principali funzionalità delle soluzioni Microsoft nei processi di project & portfolio management KP.Net - SOCIETA E COMPETENZE Kelyan Project.Net

Dettagli

Certificazioni per Project Manager

Certificazioni per Project Manager Certificazioni per Project Manager Vito Madaio, PMP, PM Giugno 2013 Argomenti TenStep Italia Professione Project Manager Certificazioni per Project Manager Metodologia TenStep Formazione abilitante 13/6/2013

Dettagli

BUSINESS DEVELOPMENT MANAGEMENT

BUSINESS DEVELOPMENT MANAGEMENT BUSINESS DEVELOPMENT MANAGEMENT BUSINESS DEVELOPMENT MANAGEMENT 1 Sviluppare competenze nel Singolo e nel Gruppo 2 Creare Sistemi per la gestione delle attività del Singolo nel Gruppo 3 Innescare dinamiche

Dettagli

IL BS7799 ALCUNI CONCETTI FONDAMENTALI. Relatore: Ing. Marcello Mistre, CISA marcello.mistre@sistinf.it BS 7799. Sistemi Informativi S.p.A.

IL BS7799 ALCUNI CONCETTI FONDAMENTALI. Relatore: Ing. Marcello Mistre, CISA marcello.mistre@sistinf.it BS 7799. Sistemi Informativi S.p.A. IL BS7799 Relatore: Ing. Marcello Mistre, CISA marcello.mistre@sistinf.it Sistemi Informativi S.p.A. ALCUNI CONCETTI FONDAMENTALI Sistemi Informativi S.p.A. 2 ATTIVITA DELLA SECURITY STUDIO, SVILUPPO ED

Dettagli

ISO 9001:2015. Ing. Massimo Tuccoli. Genova, 27 Febbraio 2015

ISO 9001:2015. Ing. Massimo Tuccoli. Genova, 27 Febbraio 2015 ISO 9001:2015. Cosa cambia? Innovazioni e modifiche Ing. Massimo Tuccoli Genova, 27 Febbraio 2015 1 Il percorso di aggiornamento Le principali novità 2 1987 1994 2000 2008 2015 Dalla prima edizione all

Dettagli

Metodologie, standard e best-practice di Project Risk Management. Cinzia Pellegrino, PMP, MBA Rovereto, 19 Settembre 2014

Metodologie, standard e best-practice di Project Risk Management. Cinzia Pellegrino, PMP, MBA Rovereto, 19 Settembre 2014 Metodologie, standard e best-practice di Project Risk Management Cinzia Pellegrino, PMP, MBA Rovereto, 19 Settembre 2014 Agenda Definire il Rischio Processi di Project Management Processi di Risk Management

Dettagli

ISO 9001:2015. Il processo di revisione 16/11/2014. Verso l ISO 9001:2015 gli steps del processo di revisione

ISO 9001:2015. Il processo di revisione 16/11/2014. Verso l ISO 9001:2015 gli steps del processo di revisione ISO 9001:2015 Il processo di revisione 1 Verso l ISO 9001:2015 gli steps del processo di revisione Marzo 2014: meeting ISO a Parigi ha completato la preparazione dell ISO/DIS 9001 (riesame dei commenti

Dettagli

Corso di «Ingegneria Economica» Sessione #8.1 «Principi e Strumenti della Gestione dei Progetti»

Corso di «Ingegneria Economica» Sessione #8.1 «Principi e Strumenti della Gestione dei Progetti» Università del SALENTO - Facoltà di INGEGNERIA CdL Ingegneria Civile (Lecce) & CdL Ingegneria Industriale (Brindisi) A.A. 2014/2015 Corso di «Ingegneria Economica» Sessione #8.1 «Principi e Strumenti della

Dettagli

La serie di Norme ISO 10000

La serie di Norme ISO 10000 La serie di Norme ISO 10000 Giovanni Mattana Giugno 2010 2 PERCHÉ UNA NUOVA ATTENZIONE ALLA SERIE DI NORME ISO 10000? La Norma Iso EN UNI 9001:2008, in vari punti specifici, ora rimanda alle norme della

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente ARFINI FILIPPO Matricola: 004535. Insegnamento: 1004423 - ECONOMIA DEI NETWORK AGROALIMENTARI. Anno regolamento: 2012 CFU:

Testi del Syllabus. Docente ARFINI FILIPPO Matricola: 004535. Insegnamento: 1004423 - ECONOMIA DEI NETWORK AGROALIMENTARI. Anno regolamento: 2012 CFU: Testi del Syllabus Docente ARFINI FILIPPO Matricola: 004535 Anno offerta: 2014/2015 Insegnamento: 1004423 - ECONOMIA DEI NETWORK AGROALIMENTARI Corso di studio: 3004 - ECONOMIA E MANAGEMENT Anno regolamento:

Dettagli

Barbara Trabucchi HR Director IPSOS. Il gruppo Ipsos

Barbara Trabucchi HR Director IPSOS. Il gruppo Ipsos Barbara Trabucchi HR Director IPSOS Il gruppo Ipsos Il Gruppo Ipsos è leader nel segmento delle ricerche di mercato survey based : le informazioni di specifico interesse dei Commi:en; vengono raccolte

Dettagli

PMP, LA PRIMA CERTIFICAZIONE DI PROJECT MANAGEMENT AL MONDO CERTIFICATA!

PMP, LA PRIMA CERTIFICAZIONE DI PROJECT MANAGEMENT AL MONDO CERTIFICATA! PMP, LA PRIMA CERTIFICAZIONE DI PROJECT MANAGEMENT AL MONDO CERTIFICATA! Il PMI consegue la certificazione ISO/IEC 17024 a cura di Antonella Tantalo, PMP giugno 2007 PMI, PMP, CAPM, PMBOK, PgMP SM, OPM3

Dettagli

E X P O T R A I N I N G 2 0 1 2

E X P O T R A I N I N G 2 0 1 2 Nuove frontiere per le attività formative E X P O T R A I N I N G 2 0 1 2 Fiera Milano, 26 Ottobre 2012 Obiettivo Il Project Management può rappresentare per gli organismi formativi un ambito di business

Dettagli

Standard e Sistemi di Certificazione per il Project Management

Standard e Sistemi di Certificazione per il Project Management FOCUS Standard e Sistemi di Certificazione per il Project Management Quella del Project Manager è una professione emergente nel campo dell Information Technology e sempre più aziende scelgono di affidarsi

Dettagli

SIL 2016 SPONSORSHIP PROPOSAL XXXIII CONGRESS TORINO 31 JULY 5 AUGUST. Italian version ITALY. International Society of Limnology

SIL 2016 SPONSORSHIP PROPOSAL XXXIII CONGRESS TORINO 31 JULY 5 AUGUST. Italian version ITALY. International Society of Limnology www.sil2016.it SIL 2016 ITALY TORINO 31 JULY 5 AUGUST International Society of Limnology XXXIII CONGRESS SPONSORSHIP PROPOSAL invitation Dear Sponsor, Dear Exhibitor, as Chairs of the upcoming XXXIII Congress

Dettagli

Offerta formativa 2015 Future People

Offerta formativa 2015 Future People 2013 OFFERTA FORMATIVA 2015 Offerta formativa 2015 Future People Future People di Petrelli Francesca Via Nocera Umbra, 62 00181 Roma P.IVA: 12401441006 Phone: (+39) 348.26.81.882 E-Mail: info@futurepeople.biz

Dettagli

Gestire i processi di business trasforma una organizzazione normale in una intelligente? Roberta Raimondi Professor, Sda Bocconi

Gestire i processi di business trasforma una organizzazione normale in una intelligente? Roberta Raimondi Professor, Sda Bocconi Gestire i processi di business trasforma una organizzazione normale in una intelligente? Roberta Raimondi Professor, Sda Bocconi 1) information goes to work 2) model the way Quale migliore prospettiva

Dettagli

S M A R T B U S I N E S S V I S I O N S

S M A R T B U S I N E S S V I S I O N S S M A T B U S I N E S S V I S I O N S BENVENUTI IN UNA NUOVA DIMENSIONE DELL INFO MATION TECHNOLOGY, DELLA CONSULENZA AZIENDALE E DELLA BUSINESS INTELLIGENCE WELCOME TO A NEW WOLD OF INFOMATION TECHNOLOGY,

Dettagli

GIOVEDI 12 LUGLIO 2012 - ORE 18.00

GIOVEDI 12 LUGLIO 2012 - ORE 18.00 ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI TORINO Via Giovanni Giolitti, 1 10123 Torino Tel. 011.562.24.68 Fax 011.562.13.96 ordine.ingegneri@ording.torino.it - ordine.torino@ingpec.eu - www.ording.torino.it

Dettagli

PMBOK Guide 3 rd Edition 2004

PMBOK Guide 3 rd Edition 2004 PMBOK Guide 3 rd Edition 2004 Un modello di riferimento per la gestione progetti a cura di Tiziano Villa, PMP febbraio 2006 PMI, PMP, CAPM, PMBOK, PgMP SM, OPM3 are either marks or registered marks of

Dettagli

PRINCE2 FOUNDATION & PRACTITIONER

PRINCE2 FOUNDATION & PRACTITIONER -------------------------------------------------------------------------------- AREA PROJECT MANAGEMENT PRINCE2 FOUNDATION & PRACTITIONER -------------------------------------------------------------------------------Formula

Dettagli

Approcci agili per affrontare la sfida della complessità

Approcci agili per affrontare la sfida della complessità Approcci agili per affrontare la sfida della complessità Firenze, 6 marzo 2013 Consiglio Regionale della Toscana Evento organizzato dal Branch Toscana-Umbria del PMI NIC Walter Ginevri, PMP, PgMP, PMI-ACP

Dettagli

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY 25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY Milano, ATAHOTELS Via Don Luigi Sturzo, 45 LA GESTIONE DEI PROGETTI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DEL FUTURO. I SUOI RIFLESSI NEI

Dettagli

WORKSHOP INTERAZIENDALI Settembre- Dicembre 2013

WORKSHOP INTERAZIENDALI Settembre- Dicembre 2013 1 WORKSHOP INTERAZIENDALI Settembre- Dicembre 2013 WORKSHOP INTERAZIENDALI Corsi brevi ed intensivi che si rivolgono ai singoli professionisti e alle aziende e che rispondono alle esigenze di sviluppo

Dettagli

Association of British Engineers in Italy

Association of British Engineers in Italy www.abei.org Association of British Engineers in Italy C.A Ing.P. Eur Enrico Salvagni FABEI DTMSI Italy Branch Milano, 29 01-2010 Oggetto: The ABEI Ti scrivo in qualità di Presidente di ABEI The Association

Dettagli

CASE HISTORY 02: VALUTAZIONE DEL POTENZIALE DI NEO-ASSUNTI

CASE HISTORY 02: VALUTAZIONE DEL POTENZIALE DI NEO-ASSUNTI CASE HISTORY 02: VALUTAZIONE DEL POTENZIALE DI NEO-ASSUNTI Obiettivo: identificare le potenzialità di giovani assunti e assegnarli nelle aree di lavoro dall impresa con la posizione di Junior Manager.

Dettagli

Risultati del Questionario sulla soddisfazione degli utenti di Technology Innovation - 2010

Risultati del Questionario sulla soddisfazione degli utenti di Technology Innovation - 2010 Risultati del Questionario sulla soddisfazione degli utenti di Technology Innovation - 2010 User satisfaction survey Technology Innovation 2010 Survey results Ricordiamo che l intervallo di valutazione

Dettagli

Università Ca Foscari di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Laboratorio di Informatica Applicata

Università Ca Foscari di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Laboratorio di Informatica Applicata Università Ca Foscari di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione alla Business Intelligence Marco Salvato Marzo 2003 Relatore Marco Salvato Senior manager

Dettagli

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso PIANO DI STUDI Laurea in Economia, commercio internazionale e mercati finanziari (DM 270/04) L-33 Bachelor degree in Italian and in English (2 curricula in English) 1) CURRICULUM: Economia internazionale

Dettagli

La governance dei Servizi IT con COBIT, ITIL e ISO/IEC 20000

La governance dei Servizi IT con COBIT, ITIL e ISO/IEC 20000 La governance dei Servizi IT con COBIT, ITIL e ISO/IEC 20000 Autore: Maxime Sottini Consigliere itsmf Italia itsmf International IQC Officer CEO icons Innovative Consulting S.r.l. COBIT è un marchio registrato

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA MIKE ROSEN ROMA 5-6 MAGGIO 2014 ROMA 7-8 MAGGIO 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA MIKE ROSEN ROMA 5-6 MAGGIO 2014 ROMA 7-8 MAGGIO 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA MIKE ROSEN ALLINEARE BUSINESS E IT Un approccio Business Architecture LE SCELTE ARCHITETTURALI CHE FUNZIONANO ROMA 5-6 MAGGIO 2014 ROMA 7-8 MAGGIO 2014 RESIDENZA DI RIPETTA

Dettagli

MAXER CONSULTING: PROFILO E AREE DI COMPETENZA. www.maxerconsulting.com. Luglio 2015

MAXER CONSULTING: PROFILO E AREE DI COMPETENZA. www.maxerconsulting.com. Luglio 2015 MAXER CONSULTING: PROFILO E AREE DI COMPETENZA www.maxerconsulting.com Luglio 2015 INDICE Profilo Aree di competenza Pharma Specific Comunicazione Process & Change Management Progetti identitari Programmi

Dettagli

AREA ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEI SERVIZI DI SUPPORTO

AREA ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEI SERVIZI DI SUPPORTO AREA ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEI SERVIZI DI SUPPORTO IL PROJECT MANANAGEMENT BASE E SOFTWARE APPLICATIVO Corso propedeutico al conseguimento della certificazione ISIPM-Base PRESENTAZIONE Il project management

Dettagli

Stoccolma 2010, Melbourne 2012, Madrid 2014: un riposizionamento strategico delle RP

Stoccolma 2010, Melbourne 2012, Madrid 2014: un riposizionamento strategico delle RP Stoccolma 2010, Melbourne 2012, Madrid 2014: un riposizionamento strategico delle RP 7 ottobre 2014 Prof. Giampaolo Azzoni Giampaolo Azzoni 2 MANAGER DELLE RP: IL NUOVO RUOLO IN AZIENDA Le 5 Key-Words

Dettagli