ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ Rischi igienico-sanitari nelle piscine e in strutture simili: nuove prospettive e criticità

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ Rischi igienico-sanitari nelle piscine e in strutture simili: nuove prospettive e criticità"

Transcript

1 ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ Rischi igienico-sanitari nelle piscine e in strutture simili: nuove prospettive e criticità Roma, 8-9 Ottobre 2015 FORO ITALICO GLI IMPIANTI DI TRATTAMENTO DELL ACQUA IN PISCINA Arch. Francesco Angelini Federazione Italiana Nuoto

2 Documentazioni a disposizione dell autorità incaricata a) Registro dei requisiti tecnico-funzionali con indicazione delle dimensioni e del volume delle vasche, del numero e della tipologia dei filtri, della portata delle pompe, del sistema di manutenzione b) Registro dei controlli dell acqua di vasca: b1 ) cloro libero, cloro combinato, temperatura, ph b2) lettura contatore acqua di immissione, per il calcolo dell acqua di reintegro b3) quantità e denominazione dei prodotti per la disinfezione b4) data prelievo campioni analisi acqua b5) numero frequentatori impianto Registri a disposizione ASL per almeno 2 anni

3 Tabella A- Requisiti dell acqua in immissione e contenuta in vasca Requisiti fisici Temperatura Vasche coperte in genere immissione in vasca Vasche coperte bambini immissione in vasca Vasche scoperte immissione in vasca ph immissione in vasca Altre su torbidità in SiO 2,solidi grossolani, solidi sospesi,colore

4 Tabella A- Requisiti dell acqua in immissione e contenuta in vasca Requisiti chimici: Cl attivo libero imm.0,6-1,8 mg/l vas.0,7-1,5 mg/l Cl attivo combinato imm.= 0,2 mg/l vas= 0,4 mg/l Altre: Impiego combinato Ozono Cloro Acido Isocianurico Sostanze Organiche (analisi al permanganato) Nitrati Flocculanti = 0,2 mg/l in Al o Fe sia imm. Che vas.

5 Impianto di circolazione Deve essere progettato per assicurare una efficace omogeneizzazione dell acqua di vasca Velocità dell acqua in aspirazione e in mandata Dimensionamento tubazioni relativamente alle perdite di carico in aspirazione e in mandata Immissione dell acqua sia dalle pareti che dal fondo purché sia garantita l omogeneizzazione

6 Requisiti dell impianto di filtrazione Gli impianti di filtrazione devono essere realizzati in modo da garantire un tempo di ricircolo uguale o minore a quelli previsti da una tabella allegata, che tiene conto delle caratteristiche di ogni singola vasca, circa tipo, uso, dimensioni, etc e che vanno dalla mezz ora alle 6 ore, relativamente al tipo di piscina in esame.

7 Prefiltri Nel caso di piscine di tipo A, i prefiltri devono essere almeno 2, installati in parallelo, ispezionabili e con cestello in grado di operare anche con il 25% di ostruzione del passaggio dell acqua.

8 Pompe Devono garantire la portata di progetto dell impianto tenendo conto della perdita di carico del 50% generata dal filtro che necessita di controlavaggio. Piscine tipo A e B pompe pari al numero dei filtri. Deve essere installata una pompa supplementare di riserva. Dotazione pompa: valvola di intercettazione in aspirazione e mandata, manometro in mandata, se necessario valvola di non ritorno in mandata.

9 Filtri a sabbia Piscine tipo A filtri con diametro non meno di 500 mm., aperture adeguate alla manutenzione,scarico di fondo e sfiato aria. I filtri a sabbia monostrato devono avere un unico strato filtrante con sabbia di granulometria da 0,4 a 0,8 mm., con eventuale substrato in graniglia. L altezza minima della sabbia nei filtri va dai 400 agli 800 mm., secondo la portata della vasca e il diametro dei filtri. Velocità di filtrazione va da meno o uguale a 35 mc./h/mq, a meno o uguale a 50 mc./h/mq, secondo tipo di piscina, da A a D. Pulizia dei filtri invertendo il regime di flusso con portata che metta in flottazione la massa filtrante. L acqua di controlavaggio e di risciacquo costituiscono acque di scarico. Vasca di decantazione o trattamento al tiosolfato.

10 Esempio tabella caratteristiche filtro affissa sul filtro stesso Diametro del filtro in mm. Pressione d esercizio in bar Peso e tipo sabbia in Kg. e mm. Peso e tipo graniglia in kg. e mm. Diametri delle connessioni in mm. Velocità di filtrazione in mc./h/mq. Area della superficie filtrante in mq. Portata= Velocità x Area superf. filtrante

11 Il Sistema idrico-meccanico è caratterizzato da : Alimentazione dell acqua vasca e reintegro Rimozione della pollution, aspirazione Distribuzione uniforme dell acqua trattata Debatterizzazione e clorocopertura Controllo preventivo dell acqua in immissione

12 Alimentazione Acqua di riempimento potabile Con sistema automatico di controllo livello e facile lettura del volume immesso Acqua di reintegro potabile Con sistema automatico di reintegro e facile lettura del volume reintegro

13 Rimozione pollution Avviene per aspirazione dell acqua dal fondo, dalle pareti, dallo sfioro di superficie ed è caratterizzata da: posizione degli elementi stessi numero diametro tubazioni portata dell acqua unitaria aspirata portata dell acqua totale in circolo ore di ricircolo

14 Distribuzione Mandata dell acqua trattata potrà essere : dalle pareti dal fondo dalle pareti e fondo con bocche radiali dal fondo con bocche a lunga gettata dalle pareti

15 Schema funzionale

16 Dimensionamento vasche di compenso Vasca m 34,83x21,00 Volume mc 1800 Vasca di compenso Volume utile mc 130 Vasca m 21x10,00 Volume mc 250 Vasca di compenso Volume utile mc 50 Vasca m 51,50x25,00 Volume mc 2700 Vasca di compenso Volume utile mc 240 Volume convenzionale della vasca di compenso= volume numero massimo bagnanti in vasca+volume moto ondoso+volume controlavaggio di un filtro+volume per corretta aspirazione per evitare marcia a secco. Caratteristiche vasca di compenso: SVUOTABILE ACCESSIBILE DOTATA DI TROPPO PIENO RIVESTIMENTO LAVABILE

17 Dimensionamento filtri Vasca m 34,83x21,00 n. 3 filtri 180x3= 540mc/h Volume =1930:540= 3,5 ore Ricircolo acqua vasca Vasca m 21,00x10,00 n.2 filtri 80x2 = 160mc/h Volume =300:160= 2 ore Ricircolo acqua vasca Vasca m 51,50x25,00 n.3 filtri 220x3= 660mc/h Volume =2940:660=4,5 ore Ricircolo acqua vasca

18 Sistema di ricircolo Il bordo sfioratore dovrà raccogliere tutta l acqua di ricircolo e quindi dovrà essere adeguatamente dimensionato. L acqua si avvia per stramazzo verso la vasca di compenso.

19 Prefiltri e pompe vanno dimensionati secondo la velocità di filtrazione determinata e indicata dal costruttore o dal progettista Prefiltri: ISPEZIONABILI E CON CESTELLO OPERATIVO ANCHE CON 25% DI OSTRUZIONE AL PASSAGGIO DELL ACQUA Pompe: GARANTIRE LA PORTATA DI PROGETTO ESSERE PARI AL NUMERO DEI FILTRI DOTATE DI VALVOLA DI INTERCETTAZIONE IN ASPIRAZIONE E MANDATA, MANOMETRO DI MANDATA, VALVOLA DI NON RITORNO IN MANDATA

20 Caratteristiche: DIAMETRO DEL FILTRO PRESSIONE D ESERCIZIO DIAMETRO DELLE SABBIE PESO TOTALE DELLE SABBIE DIAMETRO DELLA GRANIGLIA PESO TOTALE DELLA GRANIGLIA PORTATA AREA DELLA SUPERFICIE FILTRANTE VELOCITA DI FILTRAZIONE Il filtro

21 Centrale di trattamento Prefiltrazione Filtrazione Condizionamento chimico Rilevazione parametri in vasca

22 Prefiltrazione La prefiltrazione ha lo scopo di trattenere le sostanze grossolane, e di proteggere le giranti delle pompe di circolazione. Caratteristiche: Pre filtri facilmente ispezionabili Adeguato diametro e numero Dotati di tutte le sicurezze

23 Filtrazione La filtrazione ha lo scopo di trattenere le sostanze organiche oltre alle impurità presenti nell acqua di piscina

24 Il Controlavaggio E l operazione di manutenzione indispensabile per riportare il filtro in condizione di efficienza.

25 La Portata del filtro Indica quanti metri cubi di acqua passano nel filtro per ogni ora di funzionamento mc/h, Ricircolo orario di tutta l acqua della vasca = mc totale vasca : portata impianto in mc ottimale da 2 a 3 ore mc. 500: 200= 2,5 ore

26 La velocità di filtrazione Indica la velocità con la quale l acqua passa attraverso il filtro. E in relazione diretta con le caratteristiche dell impianto. Unità di misura: mc/h/mq

27 La Prevalenza E la capacità della pompa (in relazione alle caratteristiche dell impianto) di spingere in altezza una colonna d acqua. Si esprime in metri.

28 Sistemi di filtrazione Filtri a sabbia monostrato (bassa velocità di filtrazione) Filtri multistrato (alta velocità di filtrazione) Filtri a cartuccia Filtri a diatomee

29 Filtri a sabbia monostrato I filtri a sabbia sono composti da un unico strato di sabbia con granulometria variabile tra 0,4 mm e 0,8 mm, eventualmente supportato da uno strato di graniglia Per le piscine pubbliche le velocità consigliate sono minori o uguali a 35 mc/h/mq

30 Filtri multistrato I filtri multistrato sono caratterizzati dalla presenza di almeno quattro strati di materiali inerti ; due strati con granulometria tra 2 e 10 mm, con altezza tot. di 500/600 mm; due strati con granulometria tra 0,4 e 2 mm, con altezza tot. > di 500 mm

31 Filtri multistrato a masse eterogenee I filtri multistrato a masse eterogenee sono caratterizzati dalla presenza di: - due strati di masse di diversa granulometria di supporto, 6 8 mm e 3 5 mm; - da almeno due o più strati filtranti, 1 2 mm e 0,4 0,7 mm.

32 Filtro a letti eterogenei

33 Altezze di strato delle masse per filtri con diametro < di 1000 mm Altezza strato finitura 250 mm Altezza graniglia 0,8 10 mm 150 mm Altezza totale letto 400 mm

34 Masse filtranti Idroantracite Graniglia 0,4 0,7 mm Graniglia 1 2 mm Graniglia 3 5 mm Graniglia 6 8 mm

35 Filtri multistrato altezza min.120 controlavaggio manuale

36 I filtri multistrato Elevata qualità di filtrazione Elevata velocità di filtrazione Elevate portate su ridotte superfici Ridotti consumi di disinfettante Minore formazione di sottoprodotti della disinfezione

37 Filtro multistrato automatico

38 I filtri a cartuccia I filtri a cartuccia sono impiegati in: Piccole piscine private Piccole vasche idromassaggio Come post filtrazione prima dell ultravioletto Caratteristiche : Alta efficienza (0,01micron) Facile intasamento

39 Composizione filtro a cartucce

40 Filtri a cartucce I filtri a cartucce sono costituiti da un serbatoio contenente le cartucce filtranti solitamente in materiale sintetico il lavaggio del filtro avviene mediante estrazione e lavaggio meccanico

41 Impianto a diatomea

42 L acqua che amiamo dei nostri Centri

43

44

45

46

RISCHI IGIENICO SANITARI NELLE PISCINE : NUOVE PROSPETTIVE E CRITICITA

RISCHI IGIENICO SANITARI NELLE PISCINE : NUOVE PROSPETTIVE E CRITICITA RISCHI IGIENICO SANITARI NELLE PISCINE : NUOVE PROSPETTIVE E CRITICITA 9-10 OTTOBRE 2014 FORO ITALICO ROMA I.S.S. Gli impianti di trattamento dell acqua Colaiacomo geom. Maurizio Federazione Italiana Nuoto

Dettagli

2.7 RELAZIONE IMPIANTI TRATTAMENTO ACQUE DI PISCINA

2.7 RELAZIONE IMPIANTI TRATTAMENTO ACQUE DI PISCINA DEFINITIVO di cui al punto10.1.c) del disciplinare di gara 2. RELAZIONI TECNICHE SPECIALISTICHE 2.7 RELAZIONE IMPIANTI TRATTAMENTO ACQUE DI PISCINA Pagina 1 DEFINITIVO di cui al punto10.1.c) del disciplinare

Dettagli

1 RELAZIONE TECNICA IMPIANTI MECCANICI... 2

1 RELAZIONE TECNICA IMPIANTI MECCANICI... 2 1/8 1 RELAZIONE TECNICA IMPIANTI MECCANICI... 2 1.1 MANUTENZIONE ED EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DELL IMPIANTO TECNOLOGICO... 2 1.1.1 Descrizione delle Stato Attuale... 2 1.1.2 Criticità degli impianti attuali:...

Dettagli

NORME UNI 10637 (revisione 2006)

NORME UNI 10637 (revisione 2006) NORME UNI 10637 (revisione 2006) 3.20 tempo di ricircolo: Tempo nel quale la somma del volume dell acqua di vasca e del 60% del volume convenzionale dell eventuale vasca di compenso attraversa l impianto

Dettagli

Impianto di depurazione

Impianto di depurazione SCAVI RABBI DI RABBI GIORGIO & C. S.a.s. Località Buse, Valeggio sul Mincio (VR) Integrazioni a seguito richiesta Commissione VIA, verbale n 390 del 24/10/2014 Discarica rifiuti inerti e area terre rocce

Dettagli

Consigli per la sua piscina: Preparazione per la nuova stagione

Consigli per la sua piscina: Preparazione per la nuova stagione Consigli per la sua piscina: Preparazione per la nuova stagione Perdite Evaporazione Illuminazione Filtrazione Disinfezione e Manutenzione Svernaggio 1 La messa in funzione all inizio della stagione All

Dettagli

DEPURATORI DI PASTA DENSA

DEPURATORI DI PASTA DENSA DEPURATORI DI PASTA DENSA ESEMPI DI APPLICAZIONE Si descrivono nel seguito alcuni esempi di applicazione del depuratore per pasta densa. Essi sono solo alcune dimostrazioni di impiego di questo dispositivo.

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL USO Depuratore-Disoleatore MIXI D

GUIDA RAPIDA ALL USO Depuratore-Disoleatore MIXI D GUIDA RAPIDA ALL USO Depuratore-Disoleatore MIXI D INFORMAZIONI GENERALI Questo manuale e parte integrante del depuratore-disoleatore per lubrorefrigeranti e liquidi di macchine lavaggio sgrassaggio pezzi

Dettagli

Legislazione La piscina nel condominio ASSOCIAZIONE NAZIONALE COMUNI ITALIANI

Legislazione La piscina nel condominio ASSOCIAZIONE NAZIONALE COMUNI ITALIANI Legislazione La piscina nel condominio ASSOCIAZIONE NAZIONALE COMUNI ITALIANI LE NUOVE NORMATIVE SULLE PISCINE Convegno ANACI Desenzano del Garda, 1 dicembre 2006 Dott. Rossana Prola La normativa di riferimento

Dettagli

MANUALE DI CONDUZIONE E MANUTENZIONE

MANUALE DI CONDUZIONE E MANUTENZIONE Rev. 07 del 03/02/2015 Pag. 1 di 5 Impianto di produzione e distribuzione Acqua alta Qualità FONTANELLO ACQUA CR-ISTAL MANUALE DI CONDUZIONE E MANUTENZIONE Rev. 07 del 03/02/2015 Pag. 2 di 5 1. INTRODUZIONE

Dettagli

Per poter operare su un grande varietà di pezzi, la gamma delle macchine granigliatrici/sabbiatrici/pallinatrici disponibili è molto ampia.

Per poter operare su un grande varietà di pezzi, la gamma delle macchine granigliatrici/sabbiatrici/pallinatrici disponibili è molto ampia. Gli impianti di granigliatura/sabbiatura Descrizione generale del funzionamento e principali gruppi componenti Per poter operare su un grande varietà di pezzi, la gamma delle macchine granigliatrici/sabbiatrici/pallinatrici

Dettagli

Verifiche e controlli degli impianti idrici all interno degli edifici

Verifiche e controlli degli impianti idrici all interno degli edifici Verifiche e controlli degli impianti idrici all interno degli edifici Pulizia, manutenzione e collaudo delle reti idiriche Gli impianti idraulici prima di essere consegnati all utente devono essere ripuliti

Dettagli

Qualsiasi altro intervento parziale come il ricambio periodico dell acqua, non rappresenta da solo un efficace soluzione alternativa.

Qualsiasi altro intervento parziale come il ricambio periodico dell acqua, non rappresenta da solo un efficace soluzione alternativa. L ACQUA DELLE PISCINE E DELLE SPA TRATTAMENTI. Il fattore che più differenzia una vasca piena d acqua da una vera e propria piscina è l impianto di trattamento dell acqua che presiede nella sua continua

Dettagli

MANUALE MANUTENZIONE. p u l i z i a avviamento trattamento stagionale

MANUALE MANUTENZIONE. p u l i z i a avviamento trattamento stagionale MANUALE MANUTENZIONE p u l i z i a avviamento trattamento stagionale APERTURA DELLA PISCINA A INIZIO STAGIONE Dove possibile si consiglia sempre di effettuare il cambio dell acqua ad inizio stagione, la

Dettagli

Impianti di propulsione navale

Impianti di propulsione navale Il circuito combustibile del motore comprende in realtà tre circuiti, precisamente: Circuito imbarco e travaso che provvede: All imbarco da terra o da bettoline del combustibile e a smistarlo nelle casse

Dettagli

Oggetto: IMPIANTO CONTAINERIZZATO PER IL TRATTAMENTO DEL PERCOLATO A 3 STADI CAPACITA 120m3/g

Oggetto: IMPIANTO CONTAINERIZZATO PER IL TRATTAMENTO DEL PERCOLATO A 3 STADI CAPACITA 120m3/g Oggetto: IMPIANTO CONTAINERIZZATO PER IL TRATTAMENTO DEL PERCOLATO A 3 STADI CAPACITA 120m3/g Discarica di Cupinoro La tecnologia prescelta è basata sul principio della OSMOSI INVERSA L Osmosi Inversa

Dettagli

HAWLE- OPTIFIL IL filtro di risciacquo AutomAtIco

HAWLE- OPTIFIL IL filtro di risciacquo AutomAtIco HAWLE-OPTIFIL Il filtro di risciacquo automatico HAWLE-OPTIFIL IL FILTRO DI RISCIACQUO AUTOMATICO PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO Il dispositivo brevettato HAWLE-OPTIFIL è un sistema di filtraggio completamente

Dettagli

2 RELAZIONE GENERALE ILLUSTRATIVA

2 RELAZIONE GENERALE ILLUSTRATIVA 1 PREMESSA La presente relazione dimensiona e verifica le opere idrauliche relative alle fontane direttamente connesse con la realizzazione delle opere di Completamento dell area adiacente alla Cascina

Dettagli

Le palestre: requisiti igienici. Porte con apertura verso l esterno, che si fissino automaticamente in posizione di massima apertura

Le palestre: requisiti igienici. Porte con apertura verso l esterno, che si fissino automaticamente in posizione di massima apertura Le palestre: requisiti igienici Porte con apertura verso l esterno, che si fissino automaticamente in posizione di massima apertura I campi sportivi all aperto aperto Tipo di impianto Verde libero e attrezzato

Dettagli

Pompe di circolazione

Pompe di circolazione Corso di IMPIANTI TECNICI per l EDILIZIA Pompe di circolazione per gli impianti di riscaldamento Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D Annunzio Pescara www.lft.unich.it Pompe di circolazione

Dettagli

ACQUA TORBIDA ACQUA COLORATA VERDE TRASPARENTE ACQUA BIANCA E/O LATTIGINOSA ACQUA COLORATA VERDE TORBIDA

ACQUA TORBIDA ACQUA COLORATA VERDE TRASPARENTE ACQUA BIANCA E/O LATTIGINOSA ACQUA COLORATA VERDE TORBIDA ACQUA TORBIDA ACQUA COLORATA VERDE TRASPARENTE ACQUA BIANCA E/O LATTIGISA ACQUA COLORATA VERDE TORBIDA 26 ACQUA COLORATA TENDENTE AL MARRONE/NERO MACCHIE COLORATE LOCALIZZATE E PARETI E PAVIMENTI SCIVOLO

Dettagli

Depuratore Biologico Villanuova Sul Clisi (Bs) Depuratore Biologico Casto (Bs) Depuratore Biologico Serle (Bs)

Depuratore Biologico Villanuova Sul Clisi (Bs) Depuratore Biologico Casto (Bs) Depuratore Biologico Serle (Bs) Depuratore Biologico Villanuova Sul Clisi (Bs) Depuratore Biologico Casto (Bs) Depuratore Biologico Serle (Bs) SEPARATORE OLI E GRASSI IN CAV SEPARATORE EMULSIONI OLEOSE MONOBLOCCO 87 a b c E K vasca di

Dettagli

Impianto di trattamento acque reflue Sistema MBR Reattore a fanghi attivi con sistema di BIOREATTORE A MEMBRANA

Impianto di trattamento acque reflue Sistema MBR Reattore a fanghi attivi con sistema di BIOREATTORE A MEMBRANA Impianto di trattamento acque reflue Sistema MBR Reattore a fanghi attivi con sistema di BIOREATTORE A MEMBRANA L'impianto descritto è composto da un reattore biologico a fanghi attivi accoppiato con sistema

Dettagli

La filtrazione deve effettuare dal 70 all 80% del lavoro e i prodotti di trattamento il 20-30%; il contrario non è economico.

La filtrazione deve effettuare dal 70 all 80% del lavoro e i prodotti di trattamento il 20-30%; il contrario non è economico. 33 FILTRAZIONE 33.1 Regole generali La filtrazione è l elemento primordiale per la chiarezza dell acqua. La filtrazione deve effettuare dal 70 all 80% del lavoro e i prodotti di trattamento il 20-30%;

Dettagli

Pompe di circolazione per gli impianti di riscaldamento

Pompe di circolazione per gli impianti di riscaldamento Corso di IMPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl Pompe di circolazione per gli impianti di riscaldamento Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D AnnunzioD Annunzio Pescara www.lft.unich.it Pompe

Dettagli

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione Valvola di scarico termico con reintegro incorporato serie 544 R EGI STERED BS EN ISO 9001:2000 Cert. n FM 21654 UNI EN ISO 9001:2000 Cert. n 0003 CALEFFI 01058/09 sostituisce dp 01058/07 Funzione La valvola

Dettagli

FILTRI AUTOMATICI AUTOPULENTI CON ATTACCHI 8 14 PER PORTATE FINO A 1000 MC/H

FILTRI AUTOMATICI AUTOPULENTI CON ATTACCHI 8 14 PER PORTATE FINO A 1000 MC/H FILTRI AMIAD MODELLO EBS FLUXA Fluxa Filtri S.p.A. Via Alberto Mario, 19 20149 Milano Tel. 0243808.1 (15 linee) Fax 024817227-0248012614 e-mail: liquid@fluxafiltri.com sito-www:fluxafiltri.com Agente per

Dettagli

OSMOSI INVERSA ROT EDT. La membrana osmotica

OSMOSI INVERSA ROT EDT. La membrana osmotica h C OMPONENTI PER T RATTAMENTO A CQ UE t t p : / / w w w. t e c n o c o m p r a t o. c o m s.r. l. Tecnocom S.r.l. Via F. Vannetti Donnini n. 65-59100 - PRATO (PO) - Italia Telefono +39 0574 661185 Fax

Dettagli

POMPE CIRCOLAZIONE E FILTRI

POMPE CIRCOLAZIONE E FILTRI POMPE CIRCOLAZIONE E FILTRI GM H PREFILTRI A CESTELLO Prefiltro a cestello, attacchi flangiati; il corpo più essere in carpenteria, in acciaio inox AISI 316 o in materiale plastico PVC. Il cestello in

Dettagli

Descrizione del funzionamento

Descrizione del funzionamento Descrizione del funzionamento Laddomat 21 ha la funzione di......all accensione, fare raggiungere velocemente alla caldaia una temperatura di funzionamento elevata....durante il riempimento, preriscaldare

Dettagli

Elettropompe per giardino BP 3 Casa. Dati tecnici

Elettropompe per giardino BP 3 Casa. Dati tecnici Elettropompe per giardino BP 3 Casa La potente pompa BP 3 Casa con un contenitore di compensazione della pressione integrato, pompa automaticamente acqua di servizio in tutta la casa. Nr. cod.: 1.645-365.0

Dettagli

15 - ALGHE RECUPERO DI UN ACQUA VERDE

15 - ALGHE RECUPERO DI UN ACQUA VERDE 15 - ALGHE RECUPERO DI UN ACQUA VERDE 15.1 Cause Nelle piscine esterne, le alghe sono sopratutto situate nelle zone all ombra o quelle meno esposte al sole. Queste sono le cause principali dell apparizione

Dettagli

JETSON. Pompa JET AUTO-ADESCANTI ACCIAIO INOX AISI 304 Modelli: standard, portatile, automatica 50 Hz CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI VANTAGGI

JETSON. Pompa JET AUTO-ADESCANTI ACCIAIO INOX AISI 304 Modelli: standard, portatile, automatica 50 Hz CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI VANTAGGI CAMPO DI IMPIEGO Portata max: 5 m 3 /h Prevalenza max: 50 mc.a. Pressione d esercizio max: 8 bar Altezza d aspirazione max: 8 m Temperatura fluido max: +35 C Temperatura ambiente max: +40 C DN Attacchi:

Dettagli

DEUMIDIFICATORI CON INTEGRAZIONE E VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA

DEUMIDIFICATORI CON INTEGRAZIONE E VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA DEUMIDIFICATORI CON INTEGRAZIONE E VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA UNITÀ DI TRATTAMENTO ARIA CANALIZZABILI CON RINNOVO E RECUPERO MODELLI / CARATTERISTICHE midificazione estiva con modulazione della

Dettagli

MOTOCOMPRESSORE portatile a vite KAESER con profilo SIGMA. MOBILAIR 27 / 7 bar con motore diesel. con marcatura CE e Dichiarazione di Conformità

MOTOCOMPRESSORE portatile a vite KAESER con profilo SIGMA. MOBILAIR 27 / 7 bar con motore diesel. con marcatura CE e Dichiarazione di Conformità MOTOCOMPRESSORE portatile a vite KAESER con profilo SIGMA MOBILAIR 27 / 7 bar con motore diesel Compressore con marcatura CE e Dichiarazione di Conformità Portata effettiva Massima pressione operativa

Dettagli

Documento del: 01/02/12. Caratteristiche principali piscina: Committente. 00142 Roma. Luogo costruzione piscina. Capalbio (GR)

Documento del: 01/02/12. Caratteristiche principali piscina: Committente. 00142 Roma. Luogo costruzione piscina. Capalbio (GR) ARRIGONI di Arrigoni Roberto P.I. 01959230564 Numero Albo Artigiani (VT): 39708 Via Casalaccio, 13/A 01033 Civita Castellana (VT) www.piscinearrigoni.it arrigoni@live.it Oggetto: Contratto fornitura e

Dettagli

DISCIPLINARE ELEMENTI TECNICI

DISCIPLINARE ELEMENTI TECNICI LAVORI DI COSTRUZIONE DEL DEPURATORE COMUNALE PROGETTO DEFINITIVO DISCIPLINARE ELEMENTI TECNICI nell ambito del progetto definitivo per la realizzazione di impianto comunale per la depurazione delle acque

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA SORVEGLIANZA DEGLI IMPIANTI NATATORI

LINEE GUIDA PER LA SORVEGLIANZA DEGLI IMPIANTI NATATORI Direzione Sanità Circolare prot. n. 14066/27.001 del 18 ottobre 2006 LINEE GUIDA PER LA SORVEGLIANZA DEGLI IMPIANTI NATATORI PREMESSA Il documento è stato preparato per offrire ai Servizi uno strumento

Dettagli

PARAMETRI DI FUNZIONAMENTO (DI CALCOLO DELL'IMPIANTO DI DEPURAZIONE)

PARAMETRI DI FUNZIONAMENTO (DI CALCOLO DELL'IMPIANTO DI DEPURAZIONE) PARAMETRI DI FUNZIONAMENTO (DI CALCOLO DELL'IMPIANTO DI DEPURAZIONE) popolazione servita (max.) ab.eq. 45.000,00 dotazione idrica l/ab/d 350,00 coeff. di afflusso 0,80 tipo di fognatura mista portata di

Dettagli

COMPLESSO NATATORIO COPERTO

COMPLESSO NATATORIO COPERTO COMUNE DI FAENZA REGIONE EMILIA ROMAGNA PROVINCIA DI RAVENNA PROGETTO ESECUTIVO COMPLESSO NATATORIO COPERTO Inquadramento: Piazzale Pancrazi n 1, Faenza (RA) Foglio 131; Particella 680 e porzione particella

Dettagli

CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 16 gennaio 2003

CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 16 gennaio 2003 CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 16 gennaio 2003 Repertorio Atti n. 1605 del 16 gennaio 2003 Oggetto: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province Autonome di Trento e di Bolzano relativo

Dettagli

Prodotti professionali per gli installatori di impianti di riscaldamento e condizionamento IDRATERM IDRASOLAR

Prodotti professionali per gli installatori di impianti di riscaldamento e condizionamento IDRATERM IDRASOLAR Prodotti professionali per gli installatori di impianti di riscaldamento e condizionamento IDRATERM PROTEZIONE E PULIZIA PER IMPIANTI TERMICI IDRASOLAR ANTIGELO PREMISCELATO PER IL RIEMPIMENTO DEGLI IMPIANTI

Dettagli

QUALITA DELL ACQUA DELLE PISCINE. Stefano Pieroni Montecatini Terme 22 ottobre 2010

QUALITA DELL ACQUA DELLE PISCINE. Stefano Pieroni Montecatini Terme 22 ottobre 2010 QUALITA DELL ACQUA DELLE PISCINE Stefano Pieroni Montecatini Terme 22 ottobre 2010 Stefano Pieroni Montecatini Terme 22 ottobre 2010 QUALITA DELL ACQUA Fin dall antichità l uso ricreativo e terapeutico

Dettagli

BWT SOLAR PUMPE. Gruppo di caricamento e lavaggio per impianti solari, geotermici e di riscaldamento tradizionali MANUTENZIONE ORDINARIA

BWT SOLAR PUMPE. Gruppo di caricamento e lavaggio per impianti solari, geotermici e di riscaldamento tradizionali MANUTENZIONE ORDINARIA BWT SOLAR PUMPE Gruppo di caricamento e lavaggio per impianti solari, geotermici e di riscaldamento tradizionali NOTE GENERALI DATI TECNICI INSTALLAZIONE AVVIAMENTO MANUTENZIONE ORDINARIA INTERVENTI STRAORDINARI

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO DEL SEGUENTE MANUALE: 1. LEGGERLO 2. LEGGERLO CON ATTENZIONE 3. LEGGERLO CON CALMA 4. NON FARSI PRENDERE DAL PANICO!!!

ISTRUZIONI PER L USO DEL SEGUENTE MANUALE: 1. LEGGERLO 2. LEGGERLO CON ATTENZIONE 3. LEGGERLO CON CALMA 4. NON FARSI PRENDERE DAL PANICO!!! LA PISCINA È GIOIA E BENESSERE, AVERNE CURA È BUONA COSA. SE CI SONO BAMBINI OCCORRE FARE ANCORA PIÙ ATTENZIONE PER EVITARE I PERICOLI. PISCINE & PISCINE S t r a d a C a s e l l e 1 0 8-1 0 0 4 0 L e i

Dettagli

Impianti di propulsione navale

Impianti di propulsione navale Il circuito acqua di raffreddamento deve asportare e dissipare il calore generato dalle tre fonti principali, precisamente: Cilindri motore; Olio lubrificante; Aria di sovralimentazione. Il circuito è

Dettagli

NOTA TECNICA. I reflui liquidi potenzialmente contaminati che saranno inviati al nuovo impianto sono quelli derivanti dalle seguenti attività:

NOTA TECNICA. I reflui liquidi potenzialmente contaminati che saranno inviati al nuovo impianto sono quelli derivanti dalle seguenti attività: NOTA TECNICA L Impianto di Trattamento Effluenti Attivi (ITEA) sarà l impianto deputato a trattare tutti gli effluenti liquidi attivi prodotti dalla Centrale Nucleare di Latina e destinati ad essere scaricati

Dettagli

www.freylit.com Sistema di riciclaggio per l'acqua di lavaggio per tutti gli impianti di lavaggio di autoveicoli

www.freylit.com Sistema di riciclaggio per l'acqua di lavaggio per tutti gli impianti di lavaggio di autoveicoli www.freylit.com Sistema di riciclaggio per l'acqua di lavaggio per tutti gli impianti di lavaggio di autoveicoli Il sistema di riciclaggio completo FREYLIT consiste dei seguenti componenti: 1. Bacino raccolta

Dettagli

Preventivo costruzione piscina a sfioro 14 x 6 con idromassaggio e illuminazione multicolore a led

Preventivo costruzione piscina a sfioro 14 x 6 con idromassaggio e illuminazione multicolore a led Preventivo costruzione piscina a sfioro 14 x 6 con idromassaggio e illuminazione multicolore a led ARRIGONI di Arrigoni Roberto via Casalaccio, 13/A 01033 Civita Castellana (VT) P.I. 01959230564 www.piscine-arrigoni.net/preventivi

Dettagli

SISTEMA DI POMPAGGIO (introduzione)

SISTEMA DI POMPAGGIO (introduzione) SISTEMA DI POMPAGGIO (introduzione) Si utilizzano le pompe, per il sollevamento dell acqua dai pozzi e per inviarla ai serbatoi o inviarla ad una rete di distribuzione e comunque per trasferire l acqua

Dettagli

www.acqueweb.com www.acqueweb.com Filtri In Linea Contenitori a Riempimento Per conoscere i prezzi e i relativi sconti contattateci

www.acqueweb.com www.acqueweb.com Filtri In Linea Contenitori a Riempimento Per conoscere i prezzi e i relativi sconti contattateci INDICE Filtri In Linea Contenitori a Riempimento... 1 Filtri in Linea Integratori di sali minerali post osmosi... 2 Filtri in linea sedimento... 4 Filtri in linea carbone attivo... 7 Filtri In Linea Contenitori

Dettagli

Filtri e Filtri-Riduttori GAMMA DEI PRODOTTI. L acqua è vita: noi la manteniamo pulita in modo semplice.

Filtri e Filtri-Riduttori GAMMA DEI PRODOTTI. L acqua è vita: noi la manteniamo pulita in modo semplice. Filtri e Filtri-Riduttori GAMMA DEI PRODOTTI L acqua è vita: noi la manteniamo pulita in modo semplice. L acqua è vita L acqua è un elemento indispensabile alla vita ed è, quindi, doveroso prestare la

Dettagli

e unità canalizzabili della serie recuperare il calore dall aria di espulsione La serie Energy prevede

e unità canalizzabili della serie recuperare il calore dall aria di espulsione La serie Energy prevede Energy Recuperatore L e unità canalizzabili della serie Energy sono state studiate per permettere un risparmio energetico negli impianti di ventilazione di locali pubblici e privati quali bar, ristoranti,

Dettagli

LE CAPPE DI SICUREZZA BIOLOGICHE

LE CAPPE DI SICUREZZA BIOLOGICHE LE CAPPE DI SICUREZZA BIOLOGICHE USO IN SICUREZZA, VERIFICHE E MANUTENZIONI PERIODICHE Incontro con il Dipartimento di Medicina Sperimentale 24 aprile 2008 Settore Prevenzione e Protezione Classificazione

Dettagli

La revisione della Norma UNI Valter Rapizzi

La revisione della Norma UNI Valter Rapizzi La revisione della Norma UNI 10637 Valter Rapizzi rapizzi@professioneacqua.it 1 Il testo della revisione della norma UNI 10637, dal titolo Piscine - Requisiti degli impianti di circolazione, filtrazione,

Dettagli

Sommario. Rototec - Divisione Depurazione - Catalogo tecnico Ottobre 2010 rev. 01. Filtri percolatori. Filtri percolatori

Sommario. Rototec - Divisione Depurazione - Catalogo tecnico Ottobre 2010 rev. 01. Filtri percolatori. Filtri percolatori oario 41 Caratteristiche tecniche Il filtro percolatore è un reattore biologico all interno del quale i microrganismi, che svolgono la depurazione del refluo, si sviluppano sulla superficie di appositi

Dettagli

STUDIO ASSOCIATO DI INGEGNERIA AMBIENTALE. Ingg. Guido Scarano, Alessandro Scoccia

STUDIO ASSOCIATO DI INGEGNERIA AMBIENTALE. Ingg. Guido Scarano, Alessandro Scoccia STUDIO ASSOCIATO DI INGEGNERIA AMBIENTALE Ingg. Guido Scarano, Alessandro Scoccia STAZIIONE DII FIILTRAZIIONE 1. Introduzione La stazione di filtrazione a sabbia e a carboni attivi descritta nella presente

Dettagli

filtrazione JUDO catalogo generale

filtrazione JUDO catalogo generale filtrazione JUDO catalogo generale Indice Sistemi di filtrazione a rete JUDO PROFI-PLUS 3/4-2... p. 3 JUDO PROFIMAT-PLUS 3/4-2... p. 4 JUDO PROMI / PROMIMAT 3/4-2... p. 5 JUDO PROFI DN 65-200... p. 6 JUDO

Dettagli

Trattamento Acque & Impianti

Trattamento Acque & Impianti Corso Assistenti Bagnanti 2015 Trattamento Acque & Impianti Monti Tiziano - Maestro di Salvamento FIN - monotiz@gmail.com Obiettivo: Capire come rendere l'acqua idonea alla balneazione. Trattamento acque

Dettagli

TECNICHE ANTINCENDIO LE POMPE ANTINCENDIO. Nozioni base ed indicazioni pratiche sulle POMPE AD USO ANTINCENDIO, TUBAZIONI E LORO UTILIZZO

TECNICHE ANTINCENDIO LE POMPE ANTINCENDIO. Nozioni base ed indicazioni pratiche sulle POMPE AD USO ANTINCENDIO, TUBAZIONI E LORO UTILIZZO TECNICHE ANTINCENDIO LE POMPE ANTINCENDIO Nozioni base ed indicazioni pratiche sulle POMPE AD USO ANTINCENDIO, TUBAZIONI E LORO UTILIZZO Vol AIB ProCiv Castelli Calepio Alcune considerazioni poco

Dettagli

CONSIGLI UTILI. per la tua PISCINA EDIZIONE 2012

CONSIGLI UTILI. per la tua PISCINA EDIZIONE 2012 CONSIGLI UTILI per la tua PISCINA EDIZIONE 2012 ebook realizzato da Rossana Prola ProfessioneAcqua.it e promosso da BSVillage.com BSVillage.com/forum-piscine BlogPiscine.com 2 Questo ebook è stato realizzato

Dettagli

REPUBBLICA DI SAN MARINO

REPUBBLICA DI SAN MARINO Decreto 2 marzo 2006 n.50 REPUBBLICA DI SAN MARINO ASPETTI IGIENICO-SANITARI PER LA COSTRUZIONE, LA MANUTENZIONE E LA VIGILANZA DELLE PISCINE AD USO NATATORIO. Noi Capitani Reggenti la Serenissima Repubblica

Dettagli

modello MINI COMPACT L

modello MINI COMPACT L Impianto di chiarificazione delle acque e disidratazione dei fanghi modello MINI COMPACT L capacità 600 litri al minuto 1 Dal Prete Engineering S.r.l. N Registro Imprese : VR-1998-60155 - Cod. Fiscale

Dettagli

HQ03. pompa singola a palette tipo. 20 a 23 gpm) a 1000 rpm e 7 bar.

HQ03. pompa singola a palette tipo. 20 a 23 gpm) a 1000 rpm e 7 bar. HQ3 Descrizione generale Pompa a palette a cilindrata fissa, idraulicamente bilanciata, con portata determinata dal tipo di cartuccia utilizzato e dalla velocità di rotazione. La pompa è disponibile in

Dettagli

COMUNE DI CHIUSI (PROVINCIA DI SIENA)

COMUNE DI CHIUSI (PROVINCIA DI SIENA) COMUNE DI CHIUSI (PROVINCIA DI SIENA) PROGETTO ESECUTIVO Depurazione di Chiusi, Sarteano e Cetona Ampliamento impianto di depurazione e collettori fognari al servizio della località Querce al Pino DIMENSIONAMENTO

Dettagli

SISTEMA DI TRATTAMENTO DEI FANGHI

SISTEMA DI TRATTAMENTO DEI FANGHI SISTEMA DI TRATTAMENTO DEI FANGHI BAIONI CRUSHING PLANTS SISTEMA DI TRATTAMENTO DEI FANGHI BAIONI CRUSHING PLANTS La protezione dell ambiente, la necessità di gestire al meglio i fanghi derivanti da scavi

Dettagli

Tubi di Drenaggio. con flangiatura elicoidale continua sull intera lunghezza.

Tubi di Drenaggio. con flangiatura elicoidale continua sull intera lunghezza. Tubi di Drenaggio DRENAGGIO dei TERRENI L adozione dei tubi Spirodrain è la miglior soluzione per risolvere qualsiasi problema di drenaggio dei terreni e di raccolta delle acque sotterranee. I tubi Spirodrain

Dettagli

menoenergia MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PISCINE

menoenergia MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PISCINE menoenergia MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PISCINE Principio di funzionamento Nelle piscine medio grandi, la normativa prevede una ricambio giornaliero dell acqua totale delle vasche, nella

Dettagli

V PLUS. bollitore verticale in acciaio vetrificato LE NUOVE ENERGIE PER IL CLIMA

V PLUS. bollitore verticale in acciaio vetrificato LE NUOVE ENERGIE PER IL CLIMA BOLLITORI 3.12 1.2009 V PLUS bollitore verticale in acciaio vetrificato Bollitori ad accumulo verticali in acciaio, protetti da doppia vetrificazione, dotati di serpentina di scambio ad elevata superficie

Dettagli

Guida al trattamento della vostra piscina

Guida al trattamento della vostra piscina Guida al trattamento della vostra Guia químico PoolExt exterior IT.pdf 3/19/2013 4:23:59 PM Le principali fasi del trattamento dell acqua Regolazione del Ph Il livello di ph segnala se l acqua è acida

Dettagli

I.I.S. Giulio Natta Istituto di Istruzione Superiore Tecnico per la meccanica e le materie plastiche Liceo delle Scienze Applicate

I.I.S. Giulio Natta Istituto di Istruzione Superiore Tecnico per la meccanica e le materie plastiche Liceo delle Scienze Applicate I.I.S. Giulio Natta Istituto di Istruzione Superiore Tecnico per la meccanica e le materie plastiche Liceo delle Scienze Applicate Impianti Materie Plastiche Modulo 2 Alimentazione Contenuti 1. Premessa

Dettagli

modello SUPER COMPACT

modello SUPER COMPACT Impianto di chiarificazione delle acque e disidratazione dei fanghi modello SUPER COMPACT capacità 150 litri al minuto Dal Prete Engineering S.r.l. N Registro Imprese : VR-1998-60155 - Cod. Fiscale/P.Iva

Dettagli

DAF - FLOTTATORI AD ARIA DISCIOLTA

DAF - FLOTTATORI AD ARIA DISCIOLTA ECOMACCHINE S.p.A. Via Vandalino 6 10095 Grugliasco (TO) Tel.: +39.0114028611 Fax: +39.0114028627 Email: ecomacchine@ecomacchine.it Web: www.ecomacchine.it DAF - FLOTTATORI AD ARIA DISCIOLTA I distributori

Dettagli

IMPIANTO IDRICO-SANITARIO. Immagine tratta dal libro TECNOLOGIA del prof. Gianni Arduino

IMPIANTO IDRICO-SANITARIO. Immagine tratta dal libro TECNOLOGIA del prof. Gianni Arduino IMPIANTO IDRICO-SANITARIO Per la serie impianti indispensabili per le abitazioni, parliamo di impianto idrico-sanitario, ossia di quell impianto che rifornisce le abitazioni di acqua potabile. Purtroppo

Dettagli

STRUMENTI PER LABORATORI AUTOCLAVI

STRUMENTI PER LABORATORI AUTOCLAVI STRUMENTI PER LABORATORI AUTOCLAVI AUTOCLAVI FUNZIONE DI ESSICCAMENTO AUTOMATICA Capacità: 60L/85L/110L CARATTERISTICHE PRINCIPALI Diametro della camera di sterilizzazione: la spessa camera di sterilizzazione

Dettagli

Underdrain: brevetto Leopold. Per la depurazione di acque reflue e per la potabilizzazione

Underdrain: brevetto Leopold. Per la depurazione di acque reflue e per la potabilizzazione Underdrain: brevetto Leopold 160 Per la depurazione di acque reflue e per la potabilizzazione Per rimuovere i solidi in sospensione che non si sono depositati nel decantatore dopo la flocculazione o per

Dettagli

COMUNE DI LIZZANO PROVINCIA DI TARANTO

COMUNE DI LIZZANO PROVINCIA DI TARANTO COMUNE DI LIZZANO PROVINCIA DI TARANTO PROGETTO ESECUTIVO ADEGUAMENTO DELLA CENTRALE TERMICA E DELL'IMPIANTO DI RISCALDAMENTO DELL'ISTITUTO COMPRENSIVO "ALESSANDRO MANZONI" - PLESSO A. MANZONI ANALISI

Dettagli

MACCHINE DA TINTURA VERTICALI MODELLO GS

MACCHINE DA TINTURA VERTICALI MODELLO GS MACCHINE DA TINTURA VERTICALI MODELLO GS Queste macchine verticali di tintura ad alta temperatura e pressione sono il risultato di una costante e continua ricerca di miglioramenti, lavorando in stretto

Dettagli

36 ALGHE - RECUPERO DI UNA PISCINA VERDE

36 ALGHE - RECUPERO DI UNA PISCINA VERDE 36 ALGHE - RECUPERO DI UNA PISCINA VERDE 36.1 Cause Nelle piscine esterne, le alghe sono sopratutto sulle superfici all ombra o quelle meno esposte al sole. Queste sono le principali cause dell apparizione

Dettagli

PRODUZIONE, DISTRIBUZIONE E TRATTAMENTO ARIA COMPRESSA

PRODUZIONE, DISTRIBUZIONE E TRATTAMENTO ARIA COMPRESSA PRODUZIONE, DISTRIBUZIONE E TRATTAMENTO ARIA COMPRESSA Comando pneumatico: è costituito da un insieme di tubazioni e valvole, percorse da aria compressa, che collegano una centrale di compressione ad una

Dettagli

FILTRO A TESSUTO. Allegato n. Azienda. Punto di emissione n. Temperatura emissione (K) Altezza geometrica di emissione (m)

FILTRO A TESSUTO. Allegato n. Azienda. Punto di emissione n. Temperatura emissione (K) Altezza geometrica di emissione (m) REGIONE EMILIA-ROMAGNA Allegato n. Azienda ASSESSORATO AMBIENTE E DIFESA DEL SUOLO FILTRO A TESSUTO Punto di emissione n. Temperatura emissione (K) Altezza geometrica di emissione (m) Portata massima di

Dettagli

Generalità sulle elettropompe

Generalità sulle elettropompe Generalità sulle elettropompe 1) Introduzione Ne esistono diverse tipologie ma si possono inizialmente suddividere in turbopompe e pompe volumetriche. Le prime sono caratterizzate da un flusso continuo

Dettagli

SM_6BT-E* Nuova unità canalizzabile standard serie 6

SM_6BT-E* Nuova unità canalizzabile standard serie 6 62 POMPE DI CALORE DIGITAL/SUPER DIGITAL INVERTER R-410A ALTEZZA LIMITATA SM_6BT-E* Nuova unità canalizzabile standard serie 6 Comando ad infrarossi opzionale Elevata prevalenza statica fino a 120 Pa Altezza

Dettagli

14.4 Pompe centrifughe

14.4 Pompe centrifughe 14.4 Pompe centrifughe Le pompe centrifughe sono molto diffuse in quanto offrono una notevole resistenza all usura, elevato numero di giri e quindi facile accoppiamento diretto con i motori elettrici,

Dettagli

JETSON. Pompa JET AUTO-ADESCANTI ACCIAIO INOX AISI 304 4 Versioni : standard, portatile, automatica e Hydromini 50 Hz CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI

JETSON. Pompa JET AUTO-ADESCANTI ACCIAIO INOX AISI 304 4 Versioni : standard, portatile, automatica e Hydromini 50 Hz CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI CAMPO DI IMPIEGO Portata fino a: 5 m 3 /h Prevalenza fino a: 50 mc.a. Pressione d esercizio: 6 bar Temperatura fluido max: + 35 C Temperatura ambiente max: + 40 C DN Attacchi: G1 Altezza d aspirazione

Dettagli

Indice OSMOSI INVERSA SOFTLINE IDRO-RO ECO SOFTLINE IDRO-RO LOW ENERGY SOFTLINE IDRO-RO STANDARD SOFTLINE HT-RO FG 10000

Indice OSMOSI INVERSA SOFTLINE IDRO-RO ECO SOFTLINE IDRO-RO LOW ENERGY SOFTLINE IDRO-RO STANDARD SOFTLINE HT-RO FG 10000 Osmosi Indice OSMOSI INVERSA SOFTLINE IDRO-RO ECO SOFTLINE IDRO-RO LOW ENERGY SOFTLINE IDRO-RO STANDARD SOFTLINE HT-RO FG 10000 3 4 7 17 28 2 OSMOSI INVERSA OSMOSI INVERSA L osmosi inversa è uno dei processi

Dettagli

Zan Hotel BENTIVOGLIO (BO) 7 marzo 2014. Pierluigi DELL ONTE Ufficio Tecnico Starplast

Zan Hotel BENTIVOGLIO (BO) 7 marzo 2014. Pierluigi DELL ONTE Ufficio Tecnico Starplast Zan Hotel BENTIVOGLIO (BO) 7 marzo 2014 Pierluigi DELL ONTE Ufficio Tecnico Starplast Premessa Premessa La risposta BIOBLU per il riutilizzo delle acque piovane BIOGRIGIO Per il trattamento e riutilizzo

Dettagli

Dipartimento di Ingegneria Idraulica ed Applicazioni Ambientali Università di Palermo

Dipartimento di Ingegneria Idraulica ed Applicazioni Ambientali Università di Palermo Idraulica ed Università di Palermo Sistemi localizzati di riuso delle acque reflue e meteoriche in ambiente urbano G. Freni,, G. Mannina,, M. Torregrossa,, G. Viviani Sommario Introduzione alle problematiche

Dettagli

Decantazione. Ne= f(re);

Decantazione. Ne= f(re); TUTTI I «PROCESSI» DELLE INDUSTRIE ALIMENTARI SONO SUDDIVISIBILI IN «OPERAZIONI UNITARIE» DETTE OPERAZIONI RAPPRESENTANO I MATTONI E POSSONO ESSERE VALUTATE INDIPENDENTEMENTE DAL PROCESSO IN CUI SONO INSERITE

Dettagli

CON BRITA L ESPRESSO È DAVVERO SPECIALE PURITY FINEST. L acqua fatta appositamente per l espresso

CON BRITA L ESPRESSO È DAVVERO SPECIALE PURITY FINEST. L acqua fatta appositamente per l espresso CON BRITA L ESPRESSO È DAVVERO SPECIALE PURITY FINEST L acqua fatta appositamente per l espresso Gamma di prodotti per l ottimizzazione dell acqua per la preparazione di specialità a base di espresso L

Dettagli

CON BRITA IL CAFFÈ È SEMPRE UN PIACERE. Per le applicazioni legate al caffè

CON BRITA IL CAFFÈ È SEMPRE UN PIACERE. Per le applicazioni legate al caffè CON BRITA IL CAFFÈ È SEMPRE UN PIACERE Per le applicazioni legate al caffè Ottimizzazione professionale dell acqua per la preparazione di caffè e specialità a base di caffè Sia che si tratti di un classico

Dettagli

NORMATIVE ISO 8573-1 DETERMINAZIONE DELLE CLASSI DEI CONTAMINANTI DELL ARIA COMPRESSA

NORMATIVE ISO 8573-1 DETERMINAZIONE DELLE CLASSI DEI CONTAMINANTI DELL ARIA COMPRESSA NORMATIVE ISO 8573- DETERMINAZIONE DELLE CLASSI DEI CONTAMINANTI DELL ARIA COMPRESSA La nostra azienda, al fine di dare un contributo a coloro che progettano o utilizzano sistemi pneumatici, vi propone

Dettagli

N Impianto Specifiche Tecniche

N Impianto Specifiche Tecniche N Impianto Specifiche Tecniche 1 DEGRASSATORE Il volume interno utile espresso in metri cubi risulta individuato dal prodotto del numero degli abitanti equivalenti moltiplicato per il fattore 0,07, Volume

Dettagli

Via ALDO ROSSI 4 20149 Milano(MI) Tel.02518011- Fax 0251801.500. Canalizzabile. Bassa Prevalenza. Dati Tecnici Prodotto CB09L N12

Via ALDO ROSSI 4 20149 Milano(MI) Tel.02518011- Fax 0251801.500. Canalizzabile. Bassa Prevalenza. Dati Tecnici Prodotto CB09L N12 Via ALDO ROS 4 20149 Milano(MI) Tel.02518011- Fax 0251801.500 Canalizzabile Bassa Prevalenza Dati Tecnici Prodotto CB09L N12 1 UNITA CANALIZZABILI PER STEMI MULTI Egregi Signori, Vi inviamo la presentazione

Dettagli

Filtri immersi in aspirazione. Serie HF 410 / HF 412

Filtri immersi in aspirazione. Serie HF 410 / HF 412 Filtri immersi in aspirazione Serie HF 410 / HF 412 IL VALORE DI UNA BUONA FILTRAZIONE La causa principale delle anomalie nei sistemi oleodinamici è da attribuire alla presenza di elementi contaminanti

Dettagli

Lista di controllo per la messa in servizio

Lista di controllo per la messa in servizio Sempre al tuo fianco Lista di controllo per la messa in servizio Thesi R Condensing 45 kw - 65 kw Tecnico abilitato Sede dell impianto Tecnico del Servizio di Assistenza Clienti Nome Nome Nome Via/n.

Dettagli

air protection technology Regenerative Thermal Oxidizer for alogenated compound

air protection technology Regenerative Thermal Oxidizer for alogenated compound RTO per SOV alogenate Regenerative Thermal Oxidizer for alogenated compound Sede Legale e Unità Operativa: p.zza Vittorio Veneto 8 20013 MAGENTA (MI) ITALY tel. 02 9790466 02 9790364 fax 02 97297483 E-mail:

Dettagli

IL COLLEGAMENTO IDRAULICO RACCOMANDAZIONI ED ESEMPI DI IMPIANTO

IL COLLEGAMENTO IDRAULICO RACCOMANDAZIONI ED ESEMPI DI IMPIANTO IL COLLEGAMENTO IDRAULICO RACCOMANDAZIONI ED ESEMPI DI IMPIANTO RACCOMANDAZIONI E consigliabile applicare schemi semplici e di provata efficacia e dotare il sistema di elementi utili a verificare il buon

Dettagli

Interventi di adeguamento alle B.A.T. AREA ACCIAIERIA

Interventi di adeguamento alle B.A.T. AREA ACCIAIERIA Interventi di adeguamento alle B.A.T. AREA ACCIAIERIA Intervento Acciaieria Codice Descrizione ACC/1 ACC/2 AC.1 Adeguamento sistema di depolverazione secondaria ACC/2 X AC.2 Adozione sistema di filtrazione

Dettagli

Analisi dell efficienza di un nuovo sistema di trattamento del biogas

Analisi dell efficienza di un nuovo sistema di trattamento del biogas Rimini, 7 Novembre 2006 Analisi dell efficienza di un nuovo sistema di trattamento del biogas Relatore: M. Gugliotta Autori: V. Gerardi - M. Gugliotta M. X Cabibbo - G. Spina - F.Vanni Chi è e di cosa

Dettagli