MASTER COURSE URBAN DESIGN PROGETTAZIONE SOSTENIBILE DELLO SPAZIO PUBBLICO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MASTER COURSE URBAN DESIGN PROGETTAZIONE SOSTENIBILE DELLO SPAZIO PUBBLICO"

Transcript

1 MASTER COURSE URBAN DESIGN PROGETTAZIONE SOSTENIBILE DELLO SPAZIO PUBBLICO

2 IAAD STORIA, MISSION E METODOLOGIA DIDATTICA Polo europeo dell alta formazione in design, l Istituto d Arte Applicata e Design è l università italiana per il design, in grado di rispondere concretamente alle richieste del mercato del lavoro, con un offerta universitaria completa da fruire tra Italia e Francia. Grazie all accordo con Écoles de Condé, firmato nel luglio 2012, il gruppo oggi può contare su un totale di oltre studenti, 350 docenti, oltre 17 milioni di budget destinati all istruzione per anno accademico, 6 sedi di cui 5 in Francia (Parigi, Lione, Nancy, Nizza, Bordeaux) e 1 in Italia. Un sistema integrato che offre agli studenti un offerta formativa di: 10 Bachelor Degree (lauree triennali) e 15 Master, spaziando dal design dell automotive alla moda, dal profumo al restauro, per arrivare alla business administration dell arte. In Italia, a Torino, è stata inaugurata il 4 ottobre 2013 la nuova sede IAAD presso il futuro quartier generale Lavazza, con mq a disposizione della didattica, con spazi dedicati a esposizioni e conferenze. brillanti carriere degli ex studenti IAAD succedutisi nei suoi oltre 35 anni di storia. In termini concettuali, progettuali e stilistici la filosofia IAAD si rifà alla grande tradizione del design italiano, il cui valore culturale e industriale è riconosciuto in tutto il mondo. IAAD nasce nel 1978 con l obiettivo di offrire un approccio innovativo alla formazione, analizzando le professionalità creative effettivamente richieste dal mercato del lavoro e strutturando percorsi formativi ad hoc. IAAD nel corso degli anni ha più volte rimodulato la propria offerta formativa e lo sta facendo con particolare impegno anche oggi, in un momento storico caratterizzato da profonde trasformazioni culturali e socio-economiche. In particolare, l evoluzione tecnologica sta velocemente ridisegnando l intera mappa dei cosiddetti mestieri creativi. Per IAAD design è cultura del progetto, un processo culturale e intellettuale il cui fondamento è costituito dall idea che per creare un professionista serio e preparato sia necessario unire il rigore della ricerca accademica a un approccio più pratico e sperimentale basato sulla progettualità e tipico dell alta formazione professionalizzante. È questo l atteggiamento metodologico più valido per formare professionisti di successo, come dimostrano le numerose 2 / 14

3 URBAN DESIGN PROGETTAZIONE SOSTENIBILE DELLO SPAZIO PUBBLICO MASTER PROGRAM La città è e sarà il contesto abitativo di miliardi di persone, lo studio, lo sviluppo e la gestione del sistema urbano risulta pertanto essere centrale. Il futuro vedrà la definizione di nuovi scenari lavorativi e capacità professionali in grado di fornire risposte alle trasformazioni e pianificare un equilibrio, determinando e disegnando spazi urbani, pubblici e semi-pubblici: luoghi d interazione e sviluppo sociale ed economico. Il Master programme in Urban Design ha come oggetto la progettazione sostenibile di spazi urbani con particolare attenzione alle strategie di risparmio e co-generazione energetica, alle tecnologie informatiche e ai nuovi approcci di mobilità. 3 / 14

4 OBIETTIVI E METODOLOGIA DIDATTICA Il master in Urban Design si pone come obiettivo la formazione di una figura professionale preparata a fornire consulenze e progetti di spazi o servizi, utili a pubbliche amministrazioni e organizzazioni non governative che amministrano lo spazio urbano su scala locale in un ottica di sviluppo sostenibile. Il Master programme porterà lo studente a sviluppare competenze per l osservazione, analisi e comprensione del territorio e la successiva progettazione di forme e luoghi pubblici e semi-pubblici. Il master è formato da una combinazione di corsi studiati per fornire il quadro teorico e le basi pratiche che costituiranno gli strumenti a disposizione dei professionisti chiamati a progettare lo spazio pubblico delle città di domani. Ogni corso dedicherà particolare attenzione a risparmio e co-generazione energetica, alle opportunità fornite dalle tecnologie digitali in termini di sicurezza, comunicazione e monitoraggio e alle sfide poste dalla mobilità sostenibile, come ad esempio piste ciclabili, auto elettriche, distribuzione leggera delle merci. L obiettivo del Preliminary, è trasmettere agli studenti le basi conoscitive in tema di pianificazione urbana, disciplina che, congiuntamente ai processi decisionali, alle politiche di sviluppo e al coinvolgimento di stakeholders e cittadini, ha portato alla formazione di diversi contesti urbani. Per quanto riguarda gli approcci pratici della progettazione, durante lo stesso periodo formativo, gli studenti, saranno adeguatamente preparati ad affrontare la progettazione dello spazio pubblico utilizzando elementi d illuminazione, materiale vegetale, arredi e strutture di mobilità connessi attraverso percorsi e strutture. Il modulo Master ha come obiettivo la formazione e la sensibilizzazione degli studenti in merito alle questioni della sostenibilità urbana, introdotte attraverso il sistema di certificazione LEED per quanto riguarda la sfera ambientale; allo sviluppo locale e al budgeting per quanto concerne la società e l economia. Inoltre, gli studenti saranno invitati ad affrontare, in modo pratico all interno della tesi e del projectwork, le tecnologie digitali, l arte e la sicurezza come elementi caratterizzanti e strategici per lo sviluppo e la formazione dello spazio pubblico e semi-pubblico. Oltre alla coscienza degli aspetti economici del progetto, gli studenti IAAD devono acquisire la capacità di fare marketing di se stessi - essenziale per presentare e far comprendere i propri lavori e le proprie capacità. Durante il corso grande importanza è data quindi a presentazioni e design contest, gli studenti vengono incoraggiati a effettuare presentazioni dei propri lavori e supportati nella partecipazione a contest nazionali e internazionali: i progetti non devono soddisfare il solo designer, ma devono poter essere apprezzati e compresi dalle giurie di esperti e dal pubblico. 4 / 14

5 CORPO DOCENTE Il Corpo docente del Master Program è composto da professionisti e Dottori di Ricerca che operano nei rispettivi ambiti d insegnamento, vantano importanti esperienze professionali e di ricerca, conoscono gli attori del settore e sono in grado di individuare i fattori di competitività imprescindibili per affrontare le dinamiche professionali. Gli studenti trovano nei Docenti un prezioso riferimento per comprendere e migliorare gli aspetti della propria professionalità finalizzati ad entrare in modo efficace ed efficiente nel mondo del lavoro. associazione che si occupa di processi partecipativi e sviluppo locale. Il proprio ambito di ricerca sono le Information and Communication Technologies nell ambito della pianificazione territoriale e dell inclusione sociale. VISITING PROFESSORS IAAD crede nel valore delle contaminazioni culturali ed esperienziali, aprendo le porte dell università a professionisti di fama nazionale ed internazionale, esperti che contribuiscono al percorso formativo guidando workshop, seminari e lectures. Gli studenti avranno così l esclusiva opportunità di confrontarsi con guru del settore, che si affiancheranno al corpo docente IAAD nelle vesti di Visiting Professors. COORDINATORE Alessandro Grella Alessandro Grella (1977) è Phd in Ambiente e Territorio al Politecnico di Torino e post-graduated in European Spatial Planning presso la Newcastle University. Laureato in architettura nel 2005, ha collaborato come ricercatore presso il Dipartimento Interateneo Territorio del Politecnico di Torino, IRES Piemonte e SiTI Istituto Superiore sui Sistemi Territoriali per l Innovazione. È membro fondatore di Izmo, 5 / 14

6 STRUTTURA DEL MASTER PROGRAM Il Master in Urban Design - Progettazione sostenibile dello spazio pubblico è un corso full time della durata di 16 mesi suddiviso in 2 moduli: MASTER MODULE URBAN DESIGN 6 mesi preliminary module 10 mesi master module i laureati di 1 e 2 livello in // Architettura // Pianificazione // Giovani professionisti che desiderano specializzarsi nel disegno dell ambito urbano o perfezionare la mediazione tra la dimensione urbana e quella architettonica mediante un approccio olistico e strategico di sviluppo locale. PRELIMINARY MODULE URBAN DESIGN PROGETTAZIONE SOSTENIBILE DELLO SPAZIO PUBBLICO L obiettivo principale del Preliminary Module è introdurre attori, dinamiche e strumenti impegnati nei processi di pianificazione delle città e gli elementi progettuali per la trasformazione dello spazio pubblico. L accesso diretto al Master è possibile solo previa valutazione di titoli accademici, CV e portfolio. Il Master Module si concentra sull applicazione degli strumenti acquisiti nel modulo Preliminary in funzione della progettazione nei diversi ambiti dello urban design. 6 / 14

7 PRELIMINARY MODULE 60 crediti ECTS Inizio: novembre 2015, durata 6 mesi (conclusione: aprile 2016) Lingua: inglese funzioni e attività, è flessibile in quanto ospita diversi e contemporanei usi ed è dotato di strutture e infrastrutture in grado di favorire la sosta, la circolazione e lo scambio di socialità e di merci. Modalità di erogazione: corso full time (lezioni frontali, laboratori e studio individuale) a frequenza obbligatoria dal lunedì al venerdì (alcune lezioni e uscite didattiche potrebbero essere effettuate il sabato). TEMI CENTRALI DEL PRELIMINARY MODULE Pianificazione La pianificazione territoriale è parte delle procedure decisionali pubbliche volte, attraverso strumenti di tipo programmatico, normativo e tecnico, a garantire e favorire lo sviluppo attraverso la distribuzione di infrastrutture, servizi, risorse ed insediamenti. CONSEGUIMENTO DEI 60 CREDITI ECTS Per il conseguimento dei 60 crediti ECTS sarà richiesto allo studente lo sviluppo di un projectwork da presentare nella fase finale del corso e il superamento del test linguistico TOEIC. Lo studente potrà inoltre personalizzare il proprio piano di studi attraverso la partecipazione a contest di settore, seminari o projectwork aggiuntivi per l acquisizione dei crediti liberi necessari per il superamento del Preliminary. Processi e metodi decisionali La città è il risultato di scambi: nella sfera della pianificazione numerosi attori, legittimati, coinvolti o incaricati entrano a far parte di processi decisionali che, guidati da procedure e processi, portano alla formazione di piani e politiche di sviluppo urbano. Public space design Lo spazio pubblico e semi-pubblico accoglie determinate 7 / 14

8 MASTER MODULE 60 crediti ECTS Inizio: novembre 2015, durata 10 mesi (conclusione: luglio 2016) Lingua: inglese Modalità di erogazione: corso full time (lezioni frontali, laboratori e studio individuale) a frequenza obbligatoria dal lunedì al venerdì (alcune lezioni e uscite didattiche potrebbero essere effettuate il sabato). diventano sempre più un elemento caratterizzante del territorio tanto da favorire la crescita economica, la comunicazione e la gestione del territorio. Budgeting Gli interventi di trasformazione urbana richiedono forti interventi di tipo economico, in un ottica di sostenibilità è imprescindibile mettere in atto pratiche di real estate feasibility e governance pubblica/privata supportate da valutazioni costi-benefici. TEMI CENTRALI DEL MASTER MODULE LEED Il sistema statunitense di classificazione LEED (The Leadership in Energy and Environmental Design) misura l'efficienza energetica e l'impronta ecologica degli edifici. In particolare il modulo ND (Neighborhood Development) pone l accento sul LEED come strumento di rating di sostenibilità per i progetti di aree e quartieri sostenibili. Sviluppo locale L urban design opera nella sfera locale con progetti di dimensioni ridotte, gli interventi in questo ambito usufruiscono e valorizzano le risorse endogene del territorio. Lavorare a questa scala significa coinvolgere tutte le parti in causa con processi bottom up senza tralasciare il contesto globale di riferimento. Tecnologie digitali Le tecnologie informatiche si applicano nel contesto urbano, esse Public art Il ruolo dell arte distribuita nello spazio pubblico è duplice: da una parte fornisce elementi estetici caratterizzanti a livello locale, dall altra diventa un elemento con esternalità positive e forza economica di portata globale. Durante l anno accademico IAAD potrà organizzare visite didattiche presso aziende, siti, mostre e musei, workshop speciali, incontri con designer e progettisti di particolare rilievo (eventuali costi di trasferta e ingressi saranno a carico dello studente). Tesi Ogni edizione del Master prevede lo sviluppo di un progetto di tesi in collaborazione con un azienda o un Ente di riferimento. Il percorso progettuale si sviluppa attraverso un primo momento di briefing con il committente e successivi incontri di presentazione intermedia e confronto con i referenti della realtà partner coinvolta sino ad arrivare alla discussione finale della Tesi. 8 / 14

9 PRINCIPALI DISCIPLINE DEL MASTER PROGRAM Urban structure evolution Il corso analizzerà l evoluzione della struttura della città occidentale, le storie che l hanno caratterizzata e le ragioni che l hanno determinata. Per affrontare il percorso di analisi saranno chiamate in causa le discipline della pianificazione, dell architettura e dei rispettivi studi storici, in modo particolare nel corso degli ultimi due secoli, sull evoluzione della struttura della città occidentale, sulle storie che l hanno caratterizzata e sulle ragioni che l hanno determinata. Urban planning Il corso si propone di fornire le basi conoscitive in tema di pianificazione urbana. In particolare, affronta sia aspetti teorici della disciplina - con riferimento ad esempio alla storia della pianificazione urbana, alle idee e agli approcci che ne hanno caratterizzato lo sviluppo - sia operativi, in relazione agli strumenti e alle tecniche di pianificazione oggi maggiormente diffusi. Policies for efficient urban planning Il corso ha come obiettivo l individuazione di quelli che sono attualmente gli strumenti urbanistici per operare nella città e gli attori coinvolti nelle principali politiche di sviluppo per il territorio. Il corso si articolerà in due fasi. Durante la prima parte, sarà fornito agli studenti un inquadramento generale sul significato di Government & Governance e sarà inoltre proposto un excursus sui principali strumenti urbanistici italiani, sottolineando il legame con la figura del pianificatore e la sua evoluzione nel tempo. Nella seconda fase, a carattere più pratico, il focus sarà rivolto alla progettazione dello spazio pubblico nella città contemporanea definendo l attuale concetto di Smart City e individuando quali ricadute porta sul territorio a scala internazionale approfondendo il tema dei progetti integrati, della ricerca dei fondi di investimento sia a livello pubblico sia privato e sugli attori coinvolti. Social inclusion Il corso ha l obiettivo di presentare agli studenti teorie e pratiche inclusive a supporto dello sviluppo locale e della rigenerazione urbana. Si articolerà in due aree. Nella prima, a carattere principalmente teorico, sarà fornito agli studenti un inquadramento introduttivo sui processi decisionali inclusivi e sulle pratiche partecipative, fornendo una definizione di partecipazione, individuando in quali circostanze sia utile aprire un processo partecipativo e quali attori sia necessario coinvolgere. Nella seconda fase il focus sarà rivolto alla progettazione partecipata e si affronteranno alcune tra le principali metodologie per l ascolto e l interazione costruttiva: Open Space Technology, Worldcafé, European Awareness Scenario Workshop, Focus group, Camminata di quartiere. Public space design Il corso condurrà un'analisi delle diverse tipologie e dei diversi usi degli spazi urbani (pubblici, semipubblici, privately owned 9 / 14

10 public spaces), con particolare riferimento al confronto fra il concetto di spazio pubblico nella città europea e in metropoli come Mumbai, Hong Kong e altre. Attraverso questa analisi, con l'illustrazione di progetti significativi ed alcune brevi esercitazioni sulla città di Torino, il corso cercherà di sensibilizzare gli studenti a chiedersi quale potrà essere il loro ruolo e la loro posizione come progettisti, nell'ambito delle trasformazioni che il concetto di spazio pubblico continua a subire. Urban light design Il corso si propone di introdurre e approfondire gli argomenti specifici per una corretta illuminazione degli spazi urbani, fornendo le nozioni tecnico/scientifiche fondamentali per una più consapevole progettazione illuminotecnica. Urban ecology L ecologia urbana è una materia che mette in relazione i processi naturali che regolano i diversi comparti ambientali (suolo, aria, acqua, ecc ) con le azioni degli uomini che pianificano, progettano, abitano e costruiscono il paesaggio della città. Il corso si propone di fornire agli studenti gli strumenti necessari per comprendere le dinamiche ambientali che caratterizzano l ambito urbano, nell ottica di una progettazione dello spazio più consapevole ed ecologicamente sostenibile. Il corso sarà articolato in lezioni tematiche frontali che porteranno alla comprensione dell ecosistema urbano nel suo complesso, attraverso lo studio dei cicli biogenetici che lo governano, delle componenti che lo descrivono (Atmosfera, Idrosfera, Pedosfera, Biosfera e Antroposfera) e delle loro reciproche relazioni. Green design Il corso si pone come obiettivo la sensibilizzazione dello studente alla comprensione del contesto progettuale e intende fornire tutti gli strumenti necessari per la gestione delle variabili che possono intervenire nella progettazione di una area verde coerente e in armonia con lo spazio che lo circonda. Oltre a materiali e criteri di progettazione saranno affrontate le caratteristiche botaniche di alberi, cespugli, fiori e gli elementi progettuali quali strutture, percorsi, direzioni e i criteri compositivi finalizzati ad un progetto dello spazio verde. Local transportation design Il corso tratta la progettazione dei trasporti in scala locale ponendo particolare enfasi sull interazione tra il sistema della mobilità e la pianificazione urbana. I tempi, i modi e le entità dei flussi che quotidianamente interessano l ambiente urbano sono, infatti, strettamente interrelati con l ambiente urbano stesso, inteso nella sua complessità, essendone influenzati e a loro volta influenzandone lo sviluppo e la fruibilità. L urban designer deve pertanto necessariamente adottare una prospettiva ad ampio raggio e multidisciplinare, superando un approccio infrastructure based e considerando la progettazione dei trasporti quale tassello di una struttura collaborante. LEED Green associate Il corso ha l'obiettivo di preparare lo studente che intende sostenere l'esame per ottenere le credenziali di LEED Green Associate secondo lo schema di accreditamento proposto da Green Building Certification Institute (www.gbci.org). LEED neighborhood development Il modulo focalizza l'attenzione sullo strumento di rating di sostenibilità per i progetti di aree e quartieri sostenibili: il protocollo GBC Quartieri. In particolare si analizza lo strumento come sistema di misura e certificazione relativo alla realizzazione di riqualificazioni o nuove costruzioni in ambito urbano valutando la trasformazione di quartieri in aree sostenibili, fattivamente perseguibili. I temi che verranno toccati sono la scelta del sito, la preservazione delle risorse, l integrazione di progettazione/costruzione/gestione per perseguire l esito di avere quartieri che contribuiscano ad un miglior uso delle risorse, agli indici di salubrità, alla qualità della vita. Nello strumento vengono posti in integrazione ambiente, infrastrutture ed edifici per la creazione di comunità sostenibili, dotati una fitta rete di relazioni e connesse con la preesistenza. Local development I principali argomenti del corso sono: lo sviluppo urbano, l economia locale, le strategie di marketing e di comunicazione. Questi elementi formano un sistema dove lo sviluppo locale risulta imprescindibile dalle questioni di sostenibilità economica, la quale viene favorita da azioni di marketing e di 10 / 14

11 comunicazione finalizzate a promuovere le aree del territorio interessate da interventi ex-novo e/o di rigenerazione urbana. In altre parole, le dinamiche di mercato influenzano gli assetti della città, le trasformazioni urbane necessitano di una serie di investimenti pubblici/privati, mentre la creatività e la comunicazione costituiscono un volano per lo sviluppo locale. Il corso, in questo senso, indagherà questi temi e il loro interazione reciproca, incrementando così il senso critico degli studenti che lavoreranno con sensibilità in ambito di sviluppo e gestione dello spazio urbano. Social justice and urban security Obiettivo del corso è presentare i diversi contenuti e approcci sostenuti degli esponenti principali delle teorie della giustizia sociale indicate e individuare quei fattori di sensibilità che permettano una rilettura degli interventi/strumenti messi in campo da politiche territoriali (area based) finanziate dal Soggetto Pubblico in periodi passati oppure ancora in fase attuazione. Tali fattori di sensibilità aiuteranno a riflettere su aspetti cardine dell azione pubblica, quali: le ragioni a sostegno dell intervento pubblico; i criteri con cui si definiscono territori svantaggiati ; gli interventi finalizzati a migliorare le condizioni di vita nella aree di svantaggio. Urban landscape and the urban design Introduzione generale sul concetto e sui paradigmi di paesaggio visti alla luce della Convenzione Europea del paesaggio in termini di contenuti teorici ed approcci operativi. Saranno affrontati aspetti metodologici e pratici per la lettura/analisi del paesaggio urbano; problemi, strumenti e tecniche per la sua rappresentazione; casi di studio ed esperienze di progettazione urbana utili alla comprensione dell integrazione complessa tra le dimensioni spaziali, ecologiche e culturali nel paesaggio urbano. Per ognuno dei tre punti (analisi, rappresentazione, progettazione), gli studenti saranno inoltre coinvolti in esercitazioni pratiche. Public art and urban tactics Il corso si apre con una riflessione sul ruolo dell'arte nel contesto sociale. Che cosa s intende oggi per spazio pubblico? Quali sono gli attori che promuovono pratiche artistiche innovative e aperte alla sperimentazione? Come i creativi possono attivare processi di partecipazione e promuovere un uso più intelligente degli spazi urbani? Muovendosi liberamente tra varie discipline - tra cui l architettura e il design, la sociologia urbana, la geografia, la tutela ambientale, l'attivismo urbano e la teoria critica - questo corso interdisciplinare intende fornire gli strumenti teorici e metodologici per attivare una profonda riflessione sul concetto di arte sociale nello spazio pubblico. Una serie di casi studio, prevalentemente europei e nordamericani, permetteranno di esplorare alcune pratiche informali e collaborative - dal guerrilla gardening al riuso temporaneo, dalle esperienze di autocostruzione ai public games - che mostrano modi nuovi e sperimentali di abitare le nostre città. Le discussioni in aula dopo le presentazioni dei singoli progetti permetteranno di costruire connessioni, rimandi ed approfondimenti, tra gli aspetti pratici e teorici. Computational design matter Il corso propone l'esplorazione di un'architettura profondamente legata alle tecnologie digitali che pervadono il mondo urbano contemporaneo. Si articola in due moduli principali, uno teorico e uno pratico. Nel modulo teorico il mondo della progettazione computazionale sarà illustrato con un focus mirato a mettere in evidenza l'abbraccio sempre più stretto tra l'immateriale mondo dei bit (computational) e il mondo fisico della materia (matter). Il viaggio attraverserà gli immateriali territori dei software di modellazione parametrica, della gestione dei big data, e dei mapping driven design; per approdare verso le terre più materiche della prototipazione digitale, del physical computing e del biohacking. Il secondo modulo del corso prevede che gli studenti si confrontino con gli strumenti software e hardware della progettazione computazionale e della fabbricazione digitale per il concepimento e la realizzazione di prototipi di componenti architettonici intelligenti dedicati allo sviluppo di città più sostenibili. Gli studenti lavoreranno in team e saranno loro forniti tutti i tutorial necessari allo sviluppo dei task progettuali. Real estate, budgeting and project financing Il contributo apporta nozioni teorico/pratiche di real estate feasibility e governance in interventi di urban design, che 11 / 14

12 richiedono una progettazione integrata. Si tratta infatti di operazioni immobiliari complesse che aspirano a rendere il progetto una vera e propria dote territoriale urbana, tecnicamente e finanziariamente realizzabile, che porti in sé valori sociali, economici e ambientali in quanto mirati ad amplificare la percezione della qualità della vita nelle città. Tuttavia gli enti pubblici possiedono sempre minori risorse atte a garantire la realizzazione diretta di grandi interventi immobiliari. Per questo motivo, anche a fronte dell attuale recessione economica, si stanno diffondendo strumenti di governance del processo sempre più innovativi e flessibili dal punto di vista procedurale, giuridico, amministrativo e finanziario. Da qui l utilità del corso di esplorare modalità virtuose e resilienti di sviluppo immobiliare, approfondendo temi tra i quali: fund raising, project financing, revolving funds, crowd funding, budgeting and pricing control, urban and territorial equalisation, real estate profitability. JOBPLACEMENT SERVICE Al fine di riservare ai propri studenti le migliori opportunità offerte dal mercato del lavoro nell ambito delle professioni creative, IAAD gestisce i contatti tra studenti e mondo professionale, promuovendo i profili dei propri diplomati e masteristi presso le principali realtà del mercato. Grazie ad una rete di relazioni con i settori di riferimento, IAAD dispone di un database aziende, regolarmente aggiornato, che si rivolgono costantemente all Istituto per la selezione di giovani risorse da inserire nelle proprie strutture. 12 / 14

13 COSTI E PROCEDURE DI AMMISSIONE COSTI DEL MASTER PROGRAM Preliminary Module (60 ECTS) 7.000,00 euro // Tassa d iscrizione 1.150,00 euro (da corrispondere al momento dell iscrizione) // Retta di Frequenza 5.850,00 euro (da corrispondere entro tre settimane prima dell inizio del corso). Master Module (60 ECTS) 9.000,00 euro. // Tassa d iscrizione 1.150,00 euro (da corrispondere al momento dell iscrizione) // Retta di frequenza 7.850,00 euro (da corrispondere entro tre settimane prima dell inizio del corso). È prevista una riduzione di 2.000,00 euro per l iscrizione contestuale ad entrambi i moduli: ,00 euro. È possibile rateizzare il pagamento della retta di frequenza in 2 tranches per entrambi i moduli - per maggiori dettagli, scrivere a REQUISITI E PROCEDURA DI AMMISSIONE Preliminary Module Possono accedere al Preliminary Module i laureati di 1 e 2 livello in Architettura e Pianificazione. Il corso è inoltre orientato ad accogliere giovani professionisti che desiderano specializzarsi nel disegno dell ambito urbano o perfezionare la mediazione tra la dimensione urbana e quella architettonica mediante un approccio olistico e strategico di sviluppo locale. Le numerose discipline affrontate nel corso permetteranno infine di accogliere altri profili compatibili al tema in esame, quali: designer dello spazio interessati alle dinamiche pianificatorie e decisionali, sociologi che intendono il costruito e la dimensione spaziale come elemento fondamentale delle relazioni sociali e paesaggisti interessati a sviluppare conoscenze e competenze specifiche per operare sul paesaggio urbano. L ammissione è subordinata alla valutazione della candidatura che dovrà essere presentata tramite lettera motivazionale, curriculum vitae e portfolio. IAAD si riserva di richiedere al candidato, qualora lo ritenga necessario, un colloquio di approfondimento in sede o via Skype. Master Module L accesso al Master Module dal Preliminary Module è subordinato al superamento delle prove d esame sostenute in quest ultimo e al conseguimento dei 60 ECTS secondo le modalità sopra indicate. L accesso diretto al Master Module è possibile solo previa autorizzazione del Coordinatore del corso basata sulla valutazione di titoli accademici, curriculum professionale e portfolio. Procedura di ammissione Le candidature devono essere presentate entro il 15 settembre 2015 via o per posta. La candidatura deve contenere i seguenti documenti: - Curriculum Vitae - Lettera Motivazionale - Portfolio 13 / 14

14 Il Coordinatore del Master Program, coadiuvato da una commissione di Docenti, esaminerà le candidature pervenute. IAAD si riserva di richiedere al candidato, qualora lo ritenga necessario, un colloquio di approfondimento in sede o via Skype. L'esito relativo alla domanda di ammissione sarà comunicato dall'ufficio Orientamento a ciascun candidato. Borse di studio IAAD mette a disposizione 5 borse di studio da destinarsi ai candidati in base alla valutazione del curriculum e del portfolio. Le borse di studio disponibili sono: // 1 pari 100% della retta di frequenza // 2 pari al 50% della retta di frequenza // 2 pari al 20% della retta di frequenza rimarranno a carico dei borsisti la tassa d iscrizione e l eventuale tassa EABHES. Le borse di studio saranno assegnate rispettivamente ai primi 5 classificati per l accesso al Preliminary e potranno essere confermate per la partecipazione al Master Module, previo il superamento di tutti gli esami/progettazioni previsti nell ambito del Preliminary con il mantenimento della media voti minima di 27/30. L assegnazione delle borse di studio sarà effettuata in base a criteri di merito da una Commissione formata dalla Direzione e dal Coordinatore del Master Program. - tipologia di laurea ed esperienza lavorativa - lettera motivazionale I Candidati che avranno superato la fase di pre-selezione potranno essere convocati per sostenere un colloquio di approfondimento in sede o via Skype. In caso di più candidati pari merito IAAD potrà ripartire la borsa di studio destinata. Le candidature potranno essere spedite via scrivendo all indirizzo o via posta a Istituto d Arte Applicata e Design, Via Pisa 5, Torino. PER INFORMAZIONI Per maggiori informazioni in merito a contenuti del Master Program, al corpo docente e alle borse di studio contattare l Ufficio Orientamento: Via Pisa Torino - Italia Nello specifico saranno valutati: - portfolio personale 14 / 14

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Leadership in Energy and Environmental Design

Leadership in Energy and Environmental Design LEED Leadership in Energy and Environmental Design LEED è lo standard di certificazione energetica e di sostenibilità degli edifici più in uso al mondo: si tratta di una serie di criteri sviluppati negli

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano IO E PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Il diploma accademico di primo livello è equipollente alla laurea triennale. La scuola, a livello universitario, intende

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

CORSI BREVI. Catalogo formativo 2015. /FitzcarraldoFon

CORSI BREVI. Catalogo formativo 2015. /FitzcarraldoFon CORSI BREVI Catalogo formativo 2015 La svolge attività di formazione dal 1989 ed è stata tra i primi in Italia a introdurre percorsi formativi legati al management e al marketing culturale. L'offerta formativa

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee IL CONTESTO

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO 1. Attività di valutazione delle Commissioni di Esperti della Valutazione

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti OGGETTO: PROGETTO TECO A ATTIVITÀ CINECA AUTORE: MAURO MOTTA Indice della presentazione 1. Obiettivo del progetto 2. Identificazione degli attori coinvolti 3. Fasi del progetto Tecnologie e Strumenti Il

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

IGU UGI. Dichiarazione di Lucerna sull Educazione Geografica per lo Sviluppo Sostenibile

IGU UGI. Dichiarazione di Lucerna sull Educazione Geografica per lo Sviluppo Sostenibile Geographical Views On Education For Sustainable Development Simposio regionale dell Unione Geografica Internazionale- Commissione sull Educazione Geografica 29-31 luglio 2007. Lucerna, Svizzera 2007. IGU

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE

Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE Il bando relativo all iniziativa URSA AWARD: Best project for a better tomorrow si modifica e integra come segue: 1) la partecipazione viene prorogata fino

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa

Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Europa Nell'ottobre 2014, Autodesk

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Real Consultant Srl Company Profile

Real Consultant Srl Company Profile Ooooo Real Consultant Srl Company Profile a company Regulated by RICS (The Royal Institution of Chartered Surveyors) Aprile, 2013 Indice REAL CONSULTANT - COMPANY PROFILE REAL CONSULTANT IL NOSTRO PROFILO

Dettagli

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari + CON Il bando AMNU e STET promuovono un bando rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio dell Alta Valsugana e Bersntol. Il bando sollecita l attivazione di progetti finalizzati al risparmio

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli