Bello, vero? È questo l uso che vorremmo per la pianta di tabacco: ornamentale

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bello, vero? È questo l uso che vorremmo per la pianta di tabacco: ornamentale"

Transcript

1 REGIONE LAZIO Direttore Generale Dr. Vittorio Bonavita Dipartimento di Prevenzione Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro a cura della Dott.ssa Iside Del Curatolo Bello, vero? È questo l uso che vorremmo per la pianta di tabacco: ornamentale Qualche riflessione e qualche suggerimento per chi vorrebbe diventare un ex fumatore L ultima [sigaretta] acquista il suo sapore dal sentimento della vittoria su se stesso e la speranza di un prossimo futuro di forza e di salute (da La coscienza di Zeno di Italo Svevo)

2 Piano Regionale di Prevenzione (PRP) Progetto Promozione all interno di aziende pubbliche e private di modelli d intervento atti ad eliminare l esposizione al fumo passivo e favorire la disassuefazione dell abitudine al fumo

3 PERCHÈ SI FUMA? E SOPRATTUTTO: PERCHÈ SI CONTINUA A FUMARE? La maggior parte dei fumatori direbbe che è una bella domanda: si fuma perché si è iniziato a fumare, per motivi diversi (per lo più inconsistenti), e non si riesce a smettere. Se poi un fumatore passa a fornire qualche motivazione, quelle più frequenti sono: Perché mi piace Perché mi rilassa Perché mi dà lucidità e concentrazione Perché è un abitudine Perché la sigaretta mi dà sicurezza e mi aiuta in situazioni difficili (ma sono veramente pochi quelli che hanno il coraggio di fare questa affermazione, anche se, forse, è la motivazione più reale) In realtà si inizia a fumare per tante ragioni; per gioco, per emulazione, perché se lo fai da adolescente ti senti già grande, per condividere con altre persone un rituale, per sentirsi più sicuri. Poi però si continua a fumare perché la nicotina, componente fondamentale del tabacco, dà dipendenza, come è stato ormai dimostrato a livello scientifico, quindi fumare non è un abitudine. Tale dipendenza è sia chimica che psicologica, quest ultima legata anche alla gestualità ed all illusione di considerare il fumo un momento piacevole che facilita i rapporti sociali, rende più sicuri in talune situazioni imbarazzanti, rilassa e riduce l ansia, oltre a favorire la concentrazione. Tutti noi sappiamo che il fumo fa male: sappiamo genericamente che accorcia la vita, fa venire i tumori, fa venire l infarto, i più informati sanno perfino che provoca il morbo di Burger..ma percepiamo il rischio come molto distante. Tutte queste cose verranno (se verranno) in un futuro molto lontano, e probabilmente riguarderanno altre persone, 3

4 ma non noi. Percepiamo quindi il danno da fumo come un danno ipotetico, quasi irreale, possibile, ma la malagurata ipotesi che si realizzi è veramente lontana anni luce. Fumare purtroppo non è un vizio, ma una dipendenza, in quanto la nicotina contenuta nel tabacco dà dipendenza, con modalità simili a quelle dell eroina e della cocaina. Molte volte il fumatore si convince, e cerca di convincere gli altri, che qualche rischio bisogna pur correrlo, e che non si fa niente di male se si corre il rischio in prima persona. Ma è davvero così? Innanzi tutto ognuno di noi ha delle responsabilità verso altre persone (se mi ammalo i miei familiari mi dovranno curare: darò preoccupazione, stanchezza, spese ; se mi ammalo i miei colleghi dovranno sobbarcarsi anche il mio lavoro ; se mi ammalo tutta la società ne soffrirà le conseguenze ), ma il fumo danneggia direttamente anche chi ci circonda, in quanto lo esponiamo al fumo passivo, che comporta quasi tutte le nefaste conseguenze del fumo diretto. Poiché, solitamente, quelli che sono più vicini a noi sono le persone alle quali vogliamo più bene (figli, coniuge, ecc.) significa che danneggiamo le persone a noi più care. Tossicità Per un uomo di peso corporeo di 70 kg, 50 mg di nicotina assunti per via orale producono un effetto mortale. La nicotina viene eliminata rapidamente nel corpo, per cui gli stessi fumatori accaniti non raggiungono una dose mortale. Invece, in presenza di dosi molto elevate o nei fumatori non avvezzi, possono verificarsi sintomi come mal di testa, nausea, salivazione eccessiva e polso accelerato. 4

5 Dose Una sigaretta contiene circa 12 milligrammi di nicotina, quindi un valore nettamente superiore a quello indicato sulla confezione, perché le informazioni si riferiscono ai valori misurati nel fumo. Fumando una sigaretta, vengono assorbiti effettivamente circa 1-3 mg di nicotina. La dose di nicotina assorbita dipende dal modo in cui si fuma, dalle caratteristiche della sigaretta e da altri fattori, come ad es. il grado di dipendenza, il sesso, la funzione polmonare e le patologie polmonari. Un fumatore accanito assorbe giornalmente mg di nicotina. Il fumo danneggia tutti gli organi ed apparati. I più esposti all azione deleteria del fumo sono: Polmoni: tumori e gravi malattie dell apparato respiratorio Cuore ed apparato cardiocircolatorio: aumento della frequenza cardiaca e ipertensione (la nicotina immette in circolo catecolamine); angina pectoris, infarto del miocardio, arteriosclerosi, restringimento dei vasi (cioè i tubi ossia arterie e vene in cui circola il sangue) con conseguente danno degli organi ai quali afferiscono. Cavità orale ed apparato gastroenterico: gengivite, ulcere del cavo orale, tumori della laringe e delle labbra; ulcere gastriche ed intestinali Vescica: tumori della vescica Cute: secca e rugosa (invecchiamento) Organi sessuali:diminuzione della libido e della potenza sessuale, fino all impotenza, per ridotto afflusso sanguigno. Rischi per il feto: solitamente i neonati di fumatori pesano gr in meno rispetto agli altri bimbi. 5

6 VANTAGGI SE SMETTI DI FUMARE In tempi brevi: Diminuisce il rischio di attacco cardiaco. La pressione arteriosa si normalizza. Migliora la circolazione, di conseguenza tutti gli organi ed i tessuti sono meglio irrorati. Camminare diventa meno faticoso. Non si ha più il respiro corto, diminuiscono sinusite e tosse ed aumenta la funzione polmonare. Migliorano olfatto e gusto. L alito è fresco; i denti e le dita non sono più giallastri. Si normalizzano cute e mucose, (quindi anche l aspetto appare più giovane ). Migliorano potenza sessuale e fertilità. Migliorano le prestazioni sportive. Dopo alcuni anni: La mortalità per tumore polmonare torna uguale a quella dei non fumatori, diminuisce il rischio di altri tumori (bocca, laringe, esofago, vescica) ed il rischio di malattie cardiovascolari si abbassa agli stessi livelli di chi non ha mai fumato. Inoltre risparmi un bel po di soldi (prova a quantificare!) che potrai utilizzare per cose piacevoli (fà il calcolo: se fumi 20 sigarette al giorno in un anno la spesa è di 1.460) Hai già pensato a quali vantaggi trarrai da una vita libera dalla sigaretta? Prova ad elencare i vantaggi che comporta lo smettere di fumare: 6

7 RIEPILOGANDO NON FUMO PERCHE non fumando si ha: Riduzione del rischio di tumori e di malattie respiratorie, tosse, bronchiti, influenza e raffreddori anche per chi è vicino!! Riduzione del rischio di mortalità per infarto e tumori Aumento della speranza di vita di circa 3-5 anni Miglioramento della circolazione Pelle più fresca e meno rugosa 7

8 INOLTRE: TRA LE CONSEGUENZE PIU EVIDENTI Migliorano le prestazioni nelle attività sportive (Quanti veri sportivi fumano?) Migliora la fertilità e si riducono i danni fetali CHE DEVE FARE CHI FUMA? SEMPLICE, SMETTERE DI FUMARE, MA NON E FACILE 8

9 Queste le giustificazioni più frequenti per non smettere di fumare: Temo di ingrassare In realtà si può verificare un aumento di qualche chilo, del tutto transitorio, che si evita usando alcuni accorgimenti: *aumentare la pratica dell attività motoria e sportiva *fare 3-5 pasti leggeri *aumentare il consumo di frutta e verdura, ricche in vitamine, minerali e fibre *ridurre il consumo di dolciumi; evitare caramelle e cioccolatini. *bere molta acqua *ridurre il consumo di vino e bevande alcoliche Ho già provato altre volte a smettere ma poi ho ricominciato a fumare È forse il più grosso problema per i fumatori. La maggior parte delle persone fa diversi tentativi (mediamente 3-4) prima di smettere di fumare definitivamente. Ogni tentativo è diverso dal primo. Si impara dalle precedenti esperienze. Il fumo aiuta a rilassarmi, se non fumo mi sento nervoso Il nervosismo passerà in poche settimane. In realtà il fumo contiene delle sostanze nocive sia per il cuore che per il cervello. 9

10 COME SMETTERE DI FUMARE La prima settimana è la più difficile. Il disagio e gli eventuali sintomi di astinenza durano poche settimane e possono essere efficacemente controllati grazie all aiuto delle tecniche comportamentali e dei consigli suggeriti dal tuo medico di fiducia. Ecco le norme già codificate Stabilisci una data precisa in cui smettere di fumare, possibilmente entro termini ristrettissimi, non oltre due settimane, evitando i periodi di maggior stress e scegliendo il giorno più adatto in base alle tue abitudini. Ad esempio: se fumi molto al lavoro, scegli il fine settimana. Prefissati una strategia per fronteggiare le situazioni che si associano all accensione della sigaretta. Comincia a cambiare il tuo stile di vita: fà più esercizio fisico, migliora la tua alimentazione e cerca di riposare di più Fà un elenco dei motivi per cui vuoi smettere: includi i vantaggi per la tua salute e per quella dei tuoi cari e pensa a tutti gli altri motivi personali che ti spingono a prendere quella importante decisione. Scrivili su un foglio e portalo sempre con te. Quando ti accendi una sigaretta pensa agli aspetti negativi del fumo di tabacco. Utilizza il diario del fumatore prima di accendere una sigaretta, ti aiuterà a ridurne il numero. Informa parenti, amici e conoscenti della tua intenzione di smettere di fumare, il loro sostegno rafforzerà il tuo impegno; se possibile cerca di coinvolgere un tuo familiare od un tuo amico a smettere assieme. Nelle due settimane che precedono il giorno stabilito scegli una marca di sigarette che ti piaccia di meno ed a basso contenuto di nicotina e di catrame e riduci il numero di sigarette fumato giornalmente, cercando di non aspirare a fondo Rifiuta tutte le sigarette che ti vengono offerte Fà in modo che non ti sia facile fumare: non tenere le sigarette a portata di mano, così eviterai di fumare per abitudine o automatismi e ti limiterai a fumare solo quando avrai un forte desiderio. 10

11 Cerca di frequentare persone alle quali il fumo dà fastidio. IL GIORNO IN CUI SMETTI DI FUMARE Butta via le sigarette che hai in casa, al lavoro, in macchina e gli accendini usa e getta. Non avere le sigarette a portata di mano è un ottimo aiuto per superare le crisi di voglia di fumare. Cerca di tenerti occupato per tutto il giorno sia mentalmente che fisicamente. Evita la compagnia dei fumatori e per quanto possibile tutte le situazioni in cui scattava la voglia di fumare. Ricorda a parenti e amici che questo è il giorno in cui smetti di fumare e chiedi loro di aiutarti nei momenti difficili. Occupa il tempo in modo piacevole, facendo qualcosa che ti gratifichi. NELLE PRIME SETTIMANE SENZA SIGARETTE Frequenta ambienti dove non si fuma ed evita il più possibile la compagnia di fumatori. Aumenta la pratica delle attività motoria e sportiva. Bevi molti liquidi non zuccherati, evita bevande alcoliche e caffè. Evita le circostanze che associavi alla sigaretta in base alle abitudini: caffè-sigaretta, TV-sigaretta, giornale-sigaretta. Segui una dieta leggera ricca di frutta e verdura. Dopo mangiato alzati subito da tavola e và a lavarti i denti, a fare una passeggiata o tieniti comunque occupato. E DI FRONTE A UNA RICADUTA? La difficoltà maggiore non è smettere di fumare ma continuare a non fumare: la maggior parte delle ricadute si verifica nei primi tre mesi. Cerca di non metterti alla prova, evita le occasioni in cui è facile riprendere a fumare. Tieni sempre a mente i benefici che hai ottenuto smettendo di fumare. Se si verifica uno strappo smetti immediatamente di fumare e pensa che si tratta di una semplice ricaduta. Cerca di individuare i motivi reali che ti hanno indotto a fumare di nuovo (attenzione a non crearti degli alibi) e fanne tesoro per il futuro. Non essere troppo severo con te stesso: una ricaduta non significa che hai fallito. 11

12 Ricorda che la maggior parte dei fumatori riesce a smettere definitivamente solo dopo alcuni tentativi. RISCHI PROVOCATI DAL FUMO NEGLI AMBIENTI DI LAVORO: Esposizione a fumo passivo Aumento del rischio infortunistico possibilità di incendi od esplosioni in alcuni ambienti a rischio impaccio delle mani, fumo negli occhi, colpi di tosse raddoppiano per i fumatori il numero degli incidenti Rischio di interazione tra fumo di sigaretta ed altre sostanze tossiche portando la sigaretta alle labbra con mani sporche delle sostanze in lavorazione, se ne ingerisce una certa quantità. l esposizione al fumo in associazione con altri rischi lavorativi (polveri, sostanze chimiche, ecc. ) può aggravare i pericoli già esistenti. Vincent Van Gogh, Teschio che fuma (1885/1886) Amsterdam Van Gogh Museum 12

13 D.L.gs 81/08: Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro Il datore di lavoro deve tutelare la salute dei lavoratori mediante la Valutazione dei rischi e l attuazione di misure utili alla loro prevenzione. Compiti delle diverse figure presenti nei luoghi di lavoro: Datore di Lavoro: Deve far rispettare il divieto di fumo; Deve informare e formare i lavoratori. Può predisporre una adeguata zona per fumatori Preposto: Deve vigilare sull osservanza del divieto di fumo da parte dei lavoratori; Deve informare i superiori in caso di ripetuta inosservanza del divieto da parte dei lavoratori. Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP): Deve proporre al Datore di Lavoro le misure da adottare. Deve far inserire nei programmi di formazione e formazione l argomento fumo. Medico Competente: Collabora alla valutazione dei rischi, alla prevenzione ed informazione sul fumo. Promuove stili di vita sani e durante le visite mediche consiglia come smettere di fumare. Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) : Ascolta ed informa i lavoratori sui problemi legati al fumo Propone e sollecita le azioni di prevenzione da parte del datore di lavoro. Lavoratore: Ha l obbligo di prendersi cura della propria ed altrui salute e sicurezza (art 20 DLsg 81/08); deve rispettare le disposizioni impartite. Può coinvolgere il RLS e/o richiedere l intervento del RSPP o dell Organo di Vigilanza della ASL 13

14 NORMATIVA RELATIVA AL DIVIETO DI FUMO Costituzione: sancisce la tutela della salute come diritto fondamentale dell individuo e interesse della collettività Legge 11 novembre 1975, n. 584: contiene norme in materia di divieto di fumare in determinati locali e su mezzi di trasporto pubblico Direttiva P.C.M. 14 dicembre 1995: reca norme in materia di divieto di fumo in determinati locali della pubblica amministrazione o dei gestori dei servizi pubblici Circolare del Ministro della Sanità n. 4 del 28 marzo 2001: regolamenta le modalità applicative Legge 488/2001, art. 52 c. 20: fissa le nuove sanzioni da applicare ai trasgressori Comunicato n. 8 del 9 gennaio 2002 del Ministero della Salute: stabilisce l aumento delle multe per chi trasgredisce il divieto di fumo e dispone che l importo sia raddoppiato qualora la violazione sia commessa in presenza di una donna in evidente stato di gravidanza o in presenza di lattanti o bambini fino a dodici anni Legge 16 gennaio 2003, n. 3: disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione. (Pubblicata nella G.U. n. 15 del 20 gennaio Suppl.Ord. n. 5) Articolo 51: Tutela la salute dei non fumatori. 1. È vietato fumare nei locali chiusi, ad eccezione di: a) quelli privati non aperti ad utenti o al pubblico; b) quelli riservati ai fumatori e come tali contrassegnati. 2. Gli esercizi e i luoghi di lavoro di cui al comma 1, lettera b), devono essere dotati di impianti per la ventilazione ed il ricambio di aria regolarmente funzionanti.. D.P.C.M , (G.U ): fissa i requisiti tecnici dei locali per fumatori, dei relativi impianti di ventilazione e di ricambio d aria e dei modelli dei cartelli connessi al divieto di fumo. 14

15 Circolare Ministero Salute, del , (G.U ): Divieto di fumare nei pubblici esercizi: dà i chiarimenti del Ministero della Salute. Legge 30 dicembre 2004, n.311 (c.d. Finanziaria 2005): stabilisce l aumento delle sanzioni D.L.gs 81/08: Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro Le Aziende possono avvalersi della facoltà concessa dall art. 3, lettera d), del D.P.C.M. 14/12/1995, in base al quale resta salva l autonomia regolamentare e disciplinare delle amministrazioni e degli enti in ordine all eventuale estensione del divieto a luoghi diversi da quelli contemplati dalla legge 11 novembre 1975, n. 584 e dall art..51 della legge n. 3 del 16 gennaio 2003, con gli strumenti e gli effetti dei rispettivi ordinamenti. 15

16 diario del fumatore Sigaretta Ora Luogo Con chi Grado di bisogno* Umore Attività Oggi ho fumato n. sigarette Ho fumato n. sigarette meno di ieri *Grado di bisogno = importanza della sigaretta in quel momento: 1= importantissimo/2= più della media/ 3= nella media/4=poco importante

Il fumo è il prodotto della combustione del tabacco e della carta che costituiscono la sigaretta. Il fumo contiene circa 4.000 sostanze nocive:

Il fumo è il prodotto della combustione del tabacco e della carta che costituiscono la sigaretta. Il fumo contiene circa 4.000 sostanze nocive: Piano Regionale della Prevenzione 2010-2012 Pagina 1 Il fumo è il prodotto della combustione del tabacco e della carta che costituiscono la sigaretta. Il fumo contiene circa 4.000 sostanze nocive: nicotina,

Dettagli

FUMI? DIVENTA UN EX! Luoghi di Prevenzione

FUMI? DIVENTA UN EX! Luoghi di Prevenzione FUMI? DIVENTA UN EX! esperienze sensazioni Luoghi di Prevenzione emozioni conoscenze Smettere di fumare e restare ex-fumatore è un percorso possibile. In Italia gli ex-fumatori rappresentano il 22% della

Dettagli

www.coolandclean.ch Circuito del tabacco Schede informative

www.coolandclean.ch Circuito del tabacco Schede informative www.coolandclean.ch Circuito del tabacco Schede informative Foto: UFSPO / Ulrich Känzig 1 Il tabacco è tossico corretta Il tabacco contiene nicotina, una sostanza presente soprattutto nella pianta di tabacco

Dettagli

Alcol: sai cosa bevi? Più sai meno rischi! UN PROGRAMMA IN 6 PUNTI PER CAMBIARE LE ABITUDINI DEVI SMETTERE DI BERE? quando smettere di bere

Alcol: sai cosa bevi? Più sai meno rischi! UN PROGRAMMA IN 6 PUNTI PER CAMBIARE LE ABITUDINI DEVI SMETTERE DI BERE? quando smettere di bere quando smettere di bere DEVI SMETTERE DI BERE? Se il bere é una scelta libera e consapevole da parte di un individuo, é anche vero che molti non si trovano nelle condizioni di poter bere e continuare a

Dettagli

Il fumo in Italia. Sintesi dei risultati

Il fumo in Italia. Sintesi dei risultati Indagine effettuata per conto de l Istituto Superiore di Sanità, in collaborazione con l Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri e la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori Sintesi dei risultati

Dettagli

Consigli importanti per genitori fumatori. Perché conviene smettere di fumare

Consigli importanti per genitori fumatori. Perché conviene smettere di fumare Consigli importanti per genitori fumatori Perché conviene smettere di fumare È consapevole che i bambini esposti al fumo di tabacco sono maggiormente a rischio di morte improvvisa del lattante e che sempre

Dettagli

CERVELLO. Perdita progressiva della memoria e del senso dell orientamento.

CERVELLO. Perdita progressiva della memoria e del senso dell orientamento. Gruppo 2 M. f. g. CERVELLO Perdita progressiva della memoria e del senso dell orientamento. Nervo ottico Diminuzione della vista e della sensibilità ai colori GOLA Cancro della laringe e della faringe

Dettagli

RESPIRARE BENE PER VIVERE SANI PROGETTO DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE PER COMBATTERE IL FUMO E LE MALATTIE RESPIRATORIE

RESPIRARE BENE PER VIVERE SANI PROGETTO DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE PER COMBATTERE IL FUMO E LE MALATTIE RESPIRATORIE RESPIRARE BENE PER VIVERE SANI PROGETTO DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE PER COMBATTERE IL FUMO E LE MALATTIE RESPIRATORIE VINCENZO SCOLA MMG CENTRO DI MEDICINA GENERALE DANIELE GIRALDI BOVOLONE (VR) DANNI

Dettagli

FUMO e se smettessi? 31 maggio 2013. Giornata mondiale senza tabacco

FUMO e se smettessi? 31 maggio 2013. Giornata mondiale senza tabacco FUMO e se smettessi? 31 maggio 2013 Giornata mondiale senza tabacco E tu hai mai pensato di smettere di fumare? Fumare non è solo una cattiva abitudine ma una vera e propria dipendenza fisica e psicologica.

Dettagli

CONOSCERE IL PROPRIO CORPO

CONOSCERE IL PROPRIO CORPO CONOSCERE IL PROPRIO CORPO Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

NO SMOKING BE HAPPY È

NO SMOKING BE HAPPY È NSBH_NA_LEAFLET_02 19-01-2010 17:32 Pagina 1 SUL SITO DEL È COMPRENDE: NSBH_NA_LEAFLET_02 19-01-2010 17:32 Pagina 7 SUL SITO DEL È COMPRENDE: NSBH_NA_LEAFLET_02 19-01-2010 17:32 Pagina 13 SUL SITO DEL

Dettagli

Da una parte. D altra parte. Tutto quello che occorre sapere su alcol e droghe nei luoghi di lavoro.

Da una parte. D altra parte. Tutto quello che occorre sapere su alcol e droghe nei luoghi di lavoro. Da una parte. D altra parte. Tutto quello che occorre sapere su alcol e droghe nei luoghi di lavoro. Alcol e droghe sul lavoro Perché dire NO Non vogliamo vietare nulla Mettiamo le cose in chiaro: non

Dettagli

NO SMOKING BE HAPPY È

NO SMOKING BE HAPPY È NSBH_GE_LEAFLET_03 24-09-2010 16:43 Pagina 1 SUL SITO DEL È COMPRENDE: NSBH_GE_LEAFLET_03 24-09-2010 16:43 Pagina 7 SUL SITO DEL È COMPRENDE: NSBH_GE_LEAFLET_03 24-09-2010 16:43 Pagina 13 SUL SITO DEL

Dettagli

NON fumare. è la scelta migliore che puoi fare

NON fumare. è la scelta migliore che puoi fare Il programma GUADAGNARE SALUTE, promosso dal Ministero della Salute e dall Istituto Superiore di Sanità, con le Regioni e gli Enti locali, si propone di contrastare i 4 rischi fondamentali per la salute,

Dettagli

DELLA BUONA SALUTE. Libro da colorare

DELLA BUONA SALUTE. Libro da colorare L DELLA BUONA SALUTE Libro da colorare A per ACQUA pulita Usala tutti i giorni per lavarti e per bere. B come BISOGNA NON PARLARE con gli sconosciuti. Mai entrare nell auto di uno sconosciuto, mai seguirlo

Dettagli

Guida al benessere IL FUMO

Guida al benessere IL FUMO Guida al benessere IL FUMO Introduzione "Abbi chiaro in mente che non stai rinunciando a nulla. Non vi è alcun vero piacere o sostegno nel fumare. È solo un'illusione, come se si picchiasse la testa contro

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SANITÀ PUBBLICA LIBERI DI SCEGLIERE. dott.ssa Alessandra Fabbri

DIPARTIMENTO DI SANITÀ PUBBLICA LIBERI DI SCEGLIERE. dott.ssa Alessandra Fabbri DIPARTIMENTO DI SANITÀ PUBBLICA LIBERI DI SCEGLIERE dott.ssa Alessandra Fabbri La nostra salute è come un puzzle tanti sono i FATTORIche influiscono sulla SALUTE : Fattori genetici e costituzionali Ambiente

Dettagli

E D U C A Z I O N E A L L A S A L U T E TA B A G I S M O

E D U C A Z I O N E A L L A S A L U T E TA B A G I S M O E D U C A Z I O N E A L L A S A L U T E TA B A G I S M O 1 MORTI PER FUMO IN ITALIA 90.000 MORTI ALL ANNO 40% PER TUMORE 30% PER ENFISEMA 30% PER MALATTIE CARDIOVASCOLARI LA VITA DEL FUMATORE SI ACCORCIA

Dettagli

PERCHE SMETTERE DI FUMARE E SALVACUORE

PERCHE SMETTERE DI FUMARE E SALVACUORE Lega Friulana per il Cuore PERCHE SMETTERE DI FUMARE E SALVACUORE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico della

Dettagli

Progetto pilota Prevenzione giovanile al tabagismo

Progetto pilota Prevenzione giovanile al tabagismo Progetto pilota Prevenzione giovanile al tabagismo Giorgio Merlani Ufficio del medico cantonale Servizio promozione e valutazione sanitaria & Fondazione idée:sport Principali sostanze contenute nel fumo

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

GIACOMO GRANATIERO. La mappa segreta per smettere di fumare

GIACOMO GRANATIERO. La mappa segreta per smettere di fumare GIACOMO GRANATIERO La mappa segreta per smettere di fumare www.miniebook.it Il portale degli e-book informativi più economici del web Scopri tutti gli indizi che ti permetteranno di arrivare al tesoro

Dettagli

EFFETTI DEL TABAGISMO SULLA SALUTE Malattie e danni provocati

EFFETTI DEL TABAGISMO SULLA SALUTE Malattie e danni provocati EFFETTI DEL TABAGISMO SULLA SALUTE Malattie e danni provocati Cancro Ictus Bronchite Malattie provocate Danni provocati All apparato respiratorio All apparato cardiovascolare All apparato digerente All

Dettagli

A cosa serve lo iodio?

A cosa serve lo iodio? Iodio e Salute Che cos è lo iodio? Lo iodio, dal greco iodes (violetto), è un elemento (come l ossigeno, l idrogeno, il calcio ecc) diffuso nell ambiente in diverse forme chimiche. Lo iodio presente nelle

Dettagli

Prevenzione delle malattie cardiovascolari. Percorso per le classi quinte superiori

Prevenzione delle malattie cardiovascolari. Percorso per le classi quinte superiori Prevenzione delle malattie cardiovascolari Percorso per le classi quinte superiori Per cominciare qualche cenno di anatomia Il cuore Il cuore è un organo di tessuto muscolare striato, detto miocardio,

Dettagli

QUANTE VOLTE HAI PENSATO DI SMETTERE? QUESTA GUIDA PUÒ AIUTARTI DA SUBITO. 800-554088 GUIDA PRATICA DA LEGGERE, COMPILARE E PERSONALIZZARE

QUANTE VOLTE HAI PENSATO DI SMETTERE? QUESTA GUIDA PUÒ AIUTARTI DA SUBITO. 800-554088 GUIDA PRATICA DA LEGGERE, COMPILARE E PERSONALIZZARE Istituto Superiore di Sanità Osservatorio Fumo, Alcol e Droga GUIDA PRATICA DA LEGGERE, COMPILARE E PERSONALIZZARE Istituto Superiore di Sanità Osservatorio Fumo, Alcol e Droga ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ

Dettagli

L intervento clinico breve per la disassuefazione da nicotina

L intervento clinico breve per la disassuefazione da nicotina Corso di formazione di counselling per la disassuefazione da nicotina rivolto a Medici di Medicina Generale L intervento clinico breve per la disassuefazione da nicotina U.O. Ser.T. Azienda Usl di Cesena

Dettagli

I MIEI ASSISTITI E LA SEDENTARIETÀ. Marco Cambielli

I MIEI ASSISTITI E LA SEDENTARIETÀ. Marco Cambielli I MIEI ASSISTITI E LA SEDENTARIETÀ Marco Cambielli Un medico di famiglia della nostra Regione con 1500 assistiti ha in carico Circa 300 pazienti con s. metabolica ( ATP III)( con lieve prevalenza maschile)

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

PENSI DI AVERE PROBLEMI DI SOVRAPPESO? SONO FASTIDIOSI I CHILI IN PIU? SEGUENDO UNA DIETA HAI AVUTO DIFFICOLTA AD OTTENERE RISULTATI?

PENSI DI AVERE PROBLEMI DI SOVRAPPESO? SONO FASTIDIOSI I CHILI IN PIU? SEGUENDO UNA DIETA HAI AVUTO DIFFICOLTA AD OTTENERE RISULTATI? PENSI DI AVERE PROBLEMI DI SOVRAPPESO? SONO FASTIDIOSI I CHILI IN PIU? HAI GIA FATTO DIETE? SEGUENDO UNA DIETA HAI AVUTO DIFFICOLTA AD OTTENERE RISULTATI? Se hai risposto con almeno tre SI è il momento

Dettagli

con il patrocinio della Educare divertendo Opuscolo informativo sui rischi per la salute dei bambini causati dall'esposizione al fumo passivo

con il patrocinio della Educare divertendo Opuscolo informativo sui rischi per la salute dei bambini causati dall'esposizione al fumo passivo con il patrocinio della Educare divertendo Opuscolo informativo sui rischi per la salute dei bambini causati dall'esposizione al fumo passivo Ciao amici, sono Delfi, il vostro amico delfino. Oggi voglio

Dettagli

Nausea e vomito da chemioterapia

Nausea e vomito da chemioterapia Nausea e vomito da chemioterapia La nausea e il vomito sono tra gli effetti collaterali più temuti dai soggetti che devono sottoporsi a una chemioterapia per un tumore perché hanno un grande impatto sulla

Dettagli

Le terapie di Gruppo e la funzione dei Gruppi di Sostegno

Le terapie di Gruppo e la funzione dei Gruppi di Sostegno Le terapie di Gruppo e la funzione dei Gruppi di Sostegno I Corsi di gruppo per smettere di fumare Formazione intraziendale, Udine novembre - dicembre 1 Duilia Zanon CPTT Dipartimento delle Dipendenza

Dettagli

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE!

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! Perché si inizia a fumare Tutti sanno che fumare fa male. Eppure, milioni di persone nel mondo accendono, in ogni istante, una sigaretta! Non se ne conoscono

Dettagli

I dati di fatto più importanti sul fumo

I dati di fatto più importanti sul fumo I dati di fatto più importanti sul fumo sul fumo passivo sull industria del tabacco I dati di fatto più importanti sul fumo lucido 2 Quante persone fumano? Nel 2008 fumava occasionalmente o ogni giorno

Dettagli

Un sano sorriso... per il tuo bambino

Un sano sorriso... per il tuo bambino Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari Provincia Autonoma di Trento Direzione per la promozione e l educazione alla salute Dipartimento di Odontostomatologia Un sano sorriso... per il tuo bambino Progetto

Dettagli

Fumo e benessere riproduttivo

Fumo e benessere riproduttivo Fumo e benessere riproduttivo Cosa c è in una sigaretta? Più di 4000 sostanze tossiche sono contenute nel fumo di tabacco. - Nicotina: crea dipendenza - Monossido di carbonio: ostacola l'azione dei muscoli

Dettagli

Non abbracciare un vizio, abbraccia tuo figlio... Proteggi chi ami dal fumo.

Non abbracciare un vizio, abbraccia tuo figlio... Proteggi chi ami dal fumo. Non abbracciare un vizio, abbraccia tuo figlio... Proteggi chi ami dal fumo. Progetto di Marketing sociale di: Gabriella Bencivenga Isabelle Jordy Alessandro Vitali Progetto sviluppato con la Ausl di Bologna

Dettagli

Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico

Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico Come e perché si aumenta di peso: il bilancio energetico Intorno al concetto del giusto peso si sono formulate tante teorie, a volte vere, altre assolutamente prive di valenza scientifica. Nella grande

Dettagli

L organismo è il suo obiettivo. Il cuore il suo bersaglio.

L organismo è il suo obiettivo. Il cuore il suo bersaglio. Il fumo Il fumo Opuscolo redatto da Stefano Taddei*. Alla stessa collana, coordinata da Nicola De Luca*, appartengono anche i seguenti titoli: L attività fisica Il colesterolo Il diabete L ipertensione

Dettagli

Tu puoi. smettere di fumare LAVORIAMO INSIEME PER PROTEGGERE LA TUA VITA

Tu puoi. smettere di fumare LAVORIAMO INSIEME PER PROTEGGERE LA TUA VITA Tu puoi smettere di fumare LAVORIAMO INSIEME PER PROTEGGERE LA TUA VITA Introduzione Hai deciso di smettere di fumare. Probabilmente hai sentito e discusso con il tuo medico di come il fumo aumenti il

Dettagli

Depressione e comportamento suicidario. Opuscolo informativo

Depressione e comportamento suicidario. Opuscolo informativo Depressione e comportamento suicidario Opuscolo informativo Depressione La vita a volte è difficile e sappiamo che fattori come problemi di reddito, la perdita del lavoro, problemi familiari, problemi

Dettagli

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL Barrare la risposta corretta A cura della Dott.ssa Cristina Cerbini Febbraio 2006

Dettagli

Estate sicura Come vincere il caldo in gravidanza

Estate sicura Come vincere il caldo in gravidanza Estate sicura Come vincere il caldo in gravidanza Pochi e semplici consigli per un estate in salute per la futura mamma ed il suo bambino sapere che... In estate, il caldo può nuocere alla mamma che non

Dettagli

Educazione alimentare e cura di sé

Educazione alimentare e cura di sé Educazione alimentare e cura di sé Attività in sede per gli allievi di terza 23 marzo 2007 Formulario-inchiesta - RISPOSTE Allievo/a maschio / femmina classe.. Secondo te, questa giornata è stata utile

Dettagli

DIABETE GESTAZIONALE

DIABETE GESTAZIONALE DIABETE GESTAZIONALE SOMMARIO DEFINIZIONE 03 PERCHÈ VIENE IL DIABETE GESTAZIONALE E COME GESTIRLO 04 COME CONTROLLARE IL DIABETE 06 UN CORRETTO STILE DI VITA 08 DALLA NASCITA DEL BAMBINO IN POI 10 DEFINIZIONE

Dettagli

Pompei, area archeologica.

Pompei, area archeologica. Pompei, area archeologica. Quello che impressione è l atteggiamento di queste persone nell ultimo momento di vita. Cercano di coprirsi da qualcosa. Si intuisce che il motivo principale della causa è il

Dettagli

PROGETTO NAUTILUS ANNO SCOLASTICO 2013-2014

PROGETTO NAUTILUS ANNO SCOLASTICO 2013-2014 U.O.C. Ser.T. Pomigliano d Arco PROGETTO NAUTILUS ANNO SCOLASTICO 2013-2014 Progetto di prevenzione delle dipendenze da sostanze stupefacenti, da tabacco, da alcolici, da internet e da video giochi in

Dettagli

Affrontare correttamente lo stress

Affrontare correttamente lo stress C o m u n i c a t o a i m e d i a - Berna, 6 settembre 2005 Le sollecitazioni psichiche affaticano il cuore più di quanto si riteneva Affrontare correttamente lo stress Chi non fuma, si alimenta nel modo

Dettagli

DIABETE: LE REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI MALATTIA

DIABETE: LE REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI MALATTIA DIABETE: LE REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI MALATTIA È importante sapere come comportarsi in caso di malattia. Evitate le situazioni a rischio e stabilite preventivamente le regole da seguire. Ricordate:

Dettagli

colesterolo sotto controllo

colesterolo sotto controllo Come tenere il colesterolo sotto controllo LAVORIAMO INSIEME PER PROTEGGERE LA TUA VITA Cos è il colesterolo alto (ipercolesterolemia)? Come succede a molti di noi, non hai mai pensato al colesterolo o

Dettagli

CHE COSA FARE DOPO UN INFARTO MIOCARDICO O UNA MALATTIA CORONARICA

CHE COSA FARE DOPO UN INFARTO MIOCARDICO O UNA MALATTIA CORONARICA Lega Friulana per il Cuore CHE COSA FARE DOPO UN INFARTO MIOCARDICO O UNA MALATTIA CORONARICA Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato

Dettagli

A cura dei ragazzi del biennio ITIS Coordinatore: prof Donato Saini

A cura dei ragazzi del biennio ITIS Coordinatore: prof Donato Saini Progetto: SICUREZZA STRADALE 2007 Sede Centrale ISISS Mostra informativa sui pericoli dell alcol A cura dei ragazzi del biennio ITIS Coordinatore: prof Donato Saini per mille : questi illustri sconosciuti

Dettagli

Tu sei nel cuore di Fondo Est!

Tu sei nel cuore di Fondo Est! Tu sei nel cuore di Fondo Est! Prevenzione della Sindrome Metabolica 1 Fondo EST in collaborazione con Unisalute ti invita a partecipare alla campagna TU SEI NEL CUORE DI FONDO EST. Si tratta di uno screening

Dettagli

MAMMA, PAPÀ E... TANTI DENTINI!

MAMMA, PAPÀ E... TANTI DENTINI! MAMMA, PAPÀ E... TANTI DENTINI! 10 trucchi per aver cura dei propri denti e non avere mai paura del dentista. Cari genitori, lʼimportanza dellʼigiene orale e la familiarità con lʼambulatorio odontoiatrico

Dettagli

IL FATTORE DI RISCHIO ALCOL NEGLI STILI DI VITA DEI LAVORATORI : I RISUL- TATI DI UN INDAGINE

IL FATTORE DI RISCHIO ALCOL NEGLI STILI DI VITA DEI LAVORATORI : I RISUL- TATI DI UN INDAGINE IL FATTORE DI RISCHIO ALCOL NEGLI STILI DI VITA DEI LAVORATORI : I RISUL- TATI DI UN INDAGINE Claudio Annovi (1), Roberta Biolcati (1), Renato Di Rico (2), Gianfranco De Girolamo (3), Clara Fogliani (2),

Dettagli

L abitudine al fumo 04 Giugno 2010 Dott.ssa Felicetta Camilli Dott. Gianluca Fovi

L abitudine al fumo 04 Giugno 2010 Dott.ssa Felicetta Camilli Dott. Gianluca Fovi 31 Maggio 2010 GIORNATA MONDIALE CONTRO IL TABACCO G.Klimt 4 Giugno 2010 16 GIORNATA DEL RESPIRO L abitudine al fumo 04 Giugno 2010 Dott.ssa Felicetta Camilli Dott. Gianluca Fovi e con la collaborazione

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

INDAGINE LE DONNE AFFETTE DA LES E I MEDICI DI MEDICINA GENERALE:

INDAGINE LE DONNE AFFETTE DA LES E I MEDICI DI MEDICINA GENERALE: INDAGINE LE DONNE AFFETTE DA LES E I MEDICI DI MEDICINA GENERALE: Il Lupus Eritematoso Sistemico: quale conoscenza, consapevolezza ed esperienza? Sintesi dei risultati di ricerca per Conferenza Stampa

Dettagli

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto A CURA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA COMUNICAZIONE E DEI RAPPORTI EUROPEI E INTERNAZIONALI, UFFICIO

Dettagli

PER VOLERSI BENE CI VUOLE FEGATO.

PER VOLERSI BENE CI VUOLE FEGATO. PER VOLERSI BENE CI VUOLE FEGATO. 1 L alcol è un nemico per la tua salute. (*) fonte: EPICENTRO - Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute L uso di alcol può provocare

Dettagli

Tutti i Diritti Riservati Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook

Tutti i Diritti Riservati Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook 1 MONIA FERRETTI Psicologa Psicoterapeuta EBOOK DIMAGRISCI FACILE Parte 1 Dimagrisci facile con i miei consigli Per Te! 2 Titolo Dimagrisci Facile con i miei consigli per Te!!! Autore Monia Ferretti Sito

Dettagli

CONSIGLI PER MANTENERCI IN SALUTE IL PIÙ A LUNGO POSSIBILE. Contro la droga usa il cervello!

CONSIGLI PER MANTENERCI IN SALUTE IL PIÙ A LUNGO POSSIBILE. Contro la droga usa il cervello! io ballo e non mi sballo! Contro la droga usa il cervello! Pasticche, trip, acidi, funghetti, LSD, anfe, speed, spinelli... illusioni che ti rendono schiavo di un mondo irreale e che fanno seriamente male

Dettagli

il paradiso, mandale all inferno.

il paradiso, mandale all inferno. i c e b e r g Unità Mobile Territoriale umt@email.it Unità Operativa Dipendenze Patologiche tel 0733 257597 fax 0733 257596 Ausl9 Macerata Regione Marche www.stammibene.marche.it stammibene@email.it il

Dettagli

DEL CUORE DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI A CURA DI:

DEL CUORE DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI A CURA DI: 2016 LE 12 REGOLE DEL CUORE CONSIGLI NUTRIZIONALI PER LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI A CURA DI: DOTT.SSA FRANCESCA DE BLASIO BIOLOGA NUTRIZIONISTA DOTTORATO DI RICERCA IN SANITÀ PUBBLICA

Dettagli

Dott.ssa M.Versino 1

Dott.ssa M.Versino 1 Dott.ssa M.Versino 1 Stress lo stress è inteso come risposta aspecifica dell organismo a tutto ciò che lo costringe ad uno sforzo di adattamento lo stress è la risposta a una o più stimolazioni fisiche

Dettagli

Promensil. Quando la vita ti cambia... Promensil ti cambia la vita. Contro i disturbi della menopausa

Promensil. Quando la vita ti cambia... Promensil ti cambia la vita. Contro i disturbi della menopausa Quando la vita ti cambia... Promensil ti cambia la vita Promensil Contro i disturbi della menopausa Isoflavoni del Trifoglio rosso Scientificamente testato Riduce i disagi Integra le carenze Protegge dall

Dettagli

CORSO : TECNICHE DI DECONDIZIONAMENTO DAL FUMO

CORSO : TECNICHE DI DECONDIZIONAMENTO DAL FUMO CORSO : TECNICHE DI DECONDIZIONAMENTO DAL FUMO Dr Gerardo Astorino Casalecchio marzo 2009 Sigaretta:conosciamola Il fumo viene prodotto per combustione (830-880 C) La sigaretta contiene molte componenti

Dettagli

FONDAMENTI SULLA PRESSIONE ARTERIOSA

FONDAMENTI SULLA PRESSIONE ARTERIOSA FONDAMENTI SULLA PRESSIONE ARTERIOSA COS È LA PRESSIONE ARTERIOSA? La pressione arteriosa è la forza che il sangue esercita contro la parete delle arterie. È come la pressione dell acqua in un tubo per

Dettagli

GIORNATA MONDIALE SENZA TABACCO VIII CONVEGNO NAZIONALE TABAGISMO E SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

GIORNATA MONDIALE SENZA TABACCO VIII CONVEGNO NAZIONALE TABAGISMO E SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE GIORNATA MONDIALE SENZA TABACCO VIII CONVEGNO NAZIONALE TABAGISMO E SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE IMPEGNO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE DEL MINISTERO DELLA SALUTE Daniela Galeone ISS OSSFAD: ROMA 31 MAGGIO

Dettagli

ESERCITAZIONE. CdL Fisioterapia e Podologia. 25 novembre 2015

ESERCITAZIONE. CdL Fisioterapia e Podologia. 25 novembre 2015 ESERCITAZIONE CdL Fisioterapia e Podologia 25 novembre 2015 Epidemiologia Domanda 1 Le neoplasie gastriche sono: a. diminuite in tutta Europa b. diminuite fino agli anni 80, poi stabili c. aumentate in

Dettagli

Sommario. Esercizio e dieta: un equazione super efficace! Impara a respirare e perdere peso sarà facile

Sommario. Esercizio e dieta: un equazione super efficace! Impara a respirare e perdere peso sarà facile Pagina 5 Sommario Il nuovo metodo per dimagrire senza fatica FORMA E BENESSERE Io ce l ho fatta così! Tre storie di chi ha raggiunto l obiettivo Claudia, Anna e Luca hanno ritrovato linea e salute Adoro

Dettagli

Sarò presto mamma. e fumo ancora!? Adesso smetto di fumare. Per la salute mia e del mio bambino.

Sarò presto mamma. e fumo ancora!? Adesso smetto di fumare. Per la salute mia e del mio bambino. Sarò presto mamma e fumo ancora!? Adesso smetto di fumare. Per la salute mia e del mio bambino. Lega svizzera contro il cancro, Lega polmonare svizzera, Associazione svizzera per la prevenzione del tabagismo,

Dettagli

Come uscire. dalle droghe

Come uscire. dalle droghe Come uscire dalle droghe Uscire dalle droghe è possibile in ogni Ho perso il controllo Un giovane può cadere facilmente nella trappola della droga, sia per curiosità, sia per una particolare situazione

Dettagli

Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili

Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili In questa unità didattica sono indicate alcune modalità di comportamento con persone disabili, in modo da migliorare la conoscenza rispetto

Dettagli

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Colora il quadratino posto accanto alle indicazioni corrette. Per mantenere il nostro sistema nervoso sano ed efficiente è opportuno... ALLA SALUTE respirare

Dettagli

Progetto Alcol: andiamoci piano 2014

Progetto Alcol: andiamoci piano 2014 Ser.T. A.S.L. TO 4 Settimo Torinese Istituti Superiori 8 Marzo Galileo Ferraris Progetto Alcol: andiamoci piano 2014 Questionario Maschio Femmina Età. 1) Nel tuo gruppo di amici quali sono i criteri per

Dettagli

Il sale è un elemento fondamentale per l alimentazione umana ed è costituito da cloruro di sodio (NaCl). Una sua eccessiva introduzione però può

Il sale è un elemento fondamentale per l alimentazione umana ed è costituito da cloruro di sodio (NaCl). Una sua eccessiva introduzione però può Sale e salute Il sale è un elemento fondamentale per l alimentazione umana ed è costituito da cloruro di sodio (NaCl). Una sua eccessiva introduzione però può causare gravi problemi alla salute. La quantità

Dettagli

COME CALCOLARE LE CALORIE

COME CALCOLARE LE CALORIE Vol.2 COME CALCOLARE LE CALORIE PER DIMAGRIRE Guida per calcolare le calorie e dimagrire Consigli per dimagrire contando le calorie! Esistono tanti modi differenti per perdere peso e dimagrire in modo

Dettagli

guida all idratazione

guida all idratazione guida all idratazione Idratazione senza mani dal 1989 2 > Contenuto La nostra storia.................................... 03 Prestazioni al limite............................. 04-07 Studi riguardanti gli

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

ASL DI BERGAMO AZIENDA LIBERA DAL FUMO

ASL DI BERGAMO AZIENDA LIBERA DAL FUMO CENTRO BERGAMASCO DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE ASL DI BERGAMO AZIENDA LIBERA DAL FUMO Documento di Policy 24 novembre 2010 ASL DI BERGAMO: AZIENDA LIBERA DAL FUMO La nostra Policy Perché un ASL libera dal

Dettagli

DIPARTIMENTO POLITICHE ANTIDROGA. Informazioni per i giovani. www.droganograzie.it

DIPARTIMENTO POLITICHE ANTIDROGA. Informazioni per i giovani. www.droganograzie.it DIPARTIMENTO POLITICHE ANTIDROGA? a n i a coc Informazioni per i giovani www.droganograzie.it COCAINA Anno 2009 A cura di: Dipartimento Politiche Antidroga - Presidenza del Consiglio dei Ministri Tratto

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO...NON PER L ABUSO! DAL 13 NOVEMBRE 2010 PER MOLTI LOCALI È OBBLIGATORIO DOTARSI DI ETILOMETRO O PRECURSORE.

ISTRUZIONI PER L USO...NON PER L ABUSO! DAL 13 NOVEMBRE 2010 PER MOLTI LOCALI È OBBLIGATORIO DOTARSI DI ETILOMETRO O PRECURSORE. VADEMECUM ALCOOL DEF:Layout 1 15/02/11 10:57 Pagina 1 Federazione Italiana Esercenti Pubblici e Turistici Polizia di Stato ISTRUZIONI PER L USO...NON PER L ABUSO! DAL 13 NOVEMBRE 2010 PER MOLTI LOCALI

Dettagli

VOCABOLARIO DELLA SICUREZZA (SAFETY) DEFINIZIONI: Pericolo Rischio Prevenzione Protezione Formazione Informazione Addestramento Buone prassi

VOCABOLARIO DELLA SICUREZZA (SAFETY) DEFINIZIONI: Pericolo Rischio Prevenzione Protezione Formazione Informazione Addestramento Buone prassi VOCABOLARIO DELLA SICUREZZA (SAFETY) DEFINIZIONI: Pericolo Rischio Prevenzione Protezione Formazione Informazione Addestramento Buone prassi federico.ricci@unimore.it Psicologo del Lavoro e delle Organizzazioni

Dettagli

Attività per la scuola secondaria di II grado

Attività per la scuola secondaria di II grado Attività per la scuola secondaria di II grado Il punto di esplosione Gli adolescenti sperimentano ed esprimono la rabbia in diversi modi. Alcuni esplodono da un momento all altro, apparentemente senza

Dettagli

La Legge 16 gennaio 2003, n.3, sull applicazione del divieto di fumo nei locali aperti al pubblico: primi riscontri

La Legge 16 gennaio 2003, n.3, sull applicazione del divieto di fumo nei locali aperti al pubblico: primi riscontri La Legge 16 gennaio 2003, n.3, sull applicazione del divieto di fumo nei locali aperti al pubblico: primi riscontri Marina Bonfanti Luigi Macchi U.O Prevenzione - Direzione Generale Sanità - Regione Lombardia

Dettagli

Le donne e il tumore al seno: informazione e programmi di prevenzione. Ricerca quantitativa settembre 2012

Le donne e il tumore al seno: informazione e programmi di prevenzione. Ricerca quantitativa settembre 2012 Le donne e il tumore al seno: informazione e programmi di prevenzione Ricerca quantitativa settembre 2012 Questa ricerca COMMISSIONATA AD ASTRARICERCHE DA LILT NEL SETTEMBRE 2012 REALIZZATA TRA L'11 E

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello 1

Università per Stranieri di Siena Livello 1 Unità 4 In farmacia In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su dove comprare i medicinali parole relative alla farmacia e all uso corretto dei farmaci l uso dei verbi servili

Dettagli

Opuscolo. Soltanto sorseggiandolo piano e assaporandolo lentamente, si può apprezzare e godere appieno del gusto composito di un vino.

Opuscolo. Soltanto sorseggiandolo piano e assaporandolo lentamente, si può apprezzare e godere appieno del gusto composito di un vino. Opuscolo Il vino con moderazione Il vino: la cultura della moderazione Da millenni la produzione e il consumo di vino fanno parte del retaggio europeo. L UE è il principale produttore di vino al mondo,

Dettagli

Alcol, droghe e comportamenti a rischio

Alcol, droghe e comportamenti a rischio 26 marzo 2014 h. 09.10-11.00: LEZIONE DI LEGALITA Alcol, droghe e comportamenti a rischio prof.ssa Alessandra Busulini Mosaico - classi 1 e : prevenzione all uso di alcol Mosaico - classi 2 e : prevenzione

Dettagli

Crea la Mappa per la tua autorealizzazione. di Anthony Robbins

Crea la Mappa per la tua autorealizzazione. di Anthony Robbins di Anthony Robbins Ti sei mai accorto che nella vita esistono cose che, non appena diventano rilevanti per noi, iniziano ad apparirci sempre più spesso? Pensa, ad esempio, all ultima volta che hai desiderato

Dettagli

PROGETTO PILOTA DI EDUCAZIONE ALIMENTARE. REPORT settembre 2009- maggio 2010

PROGETTO PILOTA DI EDUCAZIONE ALIMENTARE. REPORT settembre 2009- maggio 2010 PROGETTO PILOTA DI EDUCAZIONE ALIMENTARE REPORT settembre 2009- maggio 2010 LA MERENDA A SCUOLA INDAGINE SULLE ABITUDINI ALIMENTARI ANALISI DEI DATI EMERSI UNA MERENDA DIVERSA..SANA, GUSTOSA E NUTRIENTE

Dettagli

LUOGHI DI LAVORO SENZA FUMO. Progetto Regionale Tabagismo Sottoprogetto Luoghi di lavoro liberi dal fumo

LUOGHI DI LAVORO SENZA FUMO. Progetto Regionale Tabagismo Sottoprogetto Luoghi di lavoro liberi dal fumo LUOGHI DI LAVORO SENZA FUMO Progetto Regionale Tabagismo Sottoprogetto Luoghi di lavoro liberi dal fumo 1 Perché un progetto su fumo e luoghi di lavoro? Sempre più frequentemente si rivolgono alle nostre

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

La depressione maggiore è un disturbo mentale che si manifesta con: uno stato d animo di profondo dolore o tristezza

La depressione maggiore è un disturbo mentale che si manifesta con: uno stato d animo di profondo dolore o tristezza La depressione maggiore è un disturbo mentale che si manifesta con: uno stato d animo di profondo dolore o tristezza mancanza di energia e di voglia di fare le cose Materiale a cura di: L. Magliano, A.

Dettagli

I settimana (Medicine per fumare di meno)

I settimana (Medicine per fumare di meno) I settimana Giorno Numero Giorno (24 ore) Sabato 29 Sabato Domenica 29 Domenica Lunedì 35 Lunedì Martedì 26 Martedì Mercoledì 30 Mercoledì Giovedì 39 Giovedì I settimana (Medicine per fumare di meno) Medicine

Dettagli

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Non aspettare, il tempo non potrà mai essere " quello giusto". Inizia da dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento di cui disponi, troverai

Dettagli

PERCHE L ATTIVITA FISICA E SALVACUORE

PERCHE L ATTIVITA FISICA E SALVACUORE Lega Friulana per il Cuore PERCHE L ATTIVITA FISICA E SALVACUORE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico della

Dettagli

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it Favorire l autostima nel bambino Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it 1 Un senso di impotenza si sviluppa in seguito all incapacità di influenzare positivamente le proprie

Dettagli