Formulario di PRESENTAZIONE PROGETTI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Formulario di PRESENTAZIONE PROGETTI"

Transcript

1 Formulario di PRESENTAZIONE PROGETTI

2 SEZIONE 1- DATI IDENTIFICATIVI DEL PROGETTO Titolo: 1.1 Soggetti Denominazione Istituto Scolastico: Denominazione Organismo di Formazione Professionale: 1.2 Totale costo progetto: 1.3 Area territoriale di realizzazione del progetto e bacino di utenza:

3 SEZIONE 2 - PARTENARIATO Soggetti coinvolti nella realizzazione del progetto 2.1 SCHEDE DI PRESENTAZIONE ISTITUTO SCOLASTICO denominazione: natura giuridica: città: prov. cap. tel.: fax: rappresentante legale: indirizzo: codice fiscale: referente del progetto: tel. fax: Ruolo: Coordinate Bancarie Partita IVA Codice fiscale:

4 2.1.2 ORGANISMO DI FORMAZIONE denominazione e ragione sociale: natura giuridica: città: prov. cap. tel.: fax: rappresentante legale: indirizzo: codice fiscale referente del progetto: tel. fax: Ruolo: Coordinate Bancarie Partita IVA Codice fiscale: Sede/i operativa/e impegnata/e nel progetto: Denominazione

5 SEZIONE 3 DESCRIZIONE PROGETTO 3.1 Finalità Integrazione dei percorsi e dei risultati; sistema monitoraggio in itinere e valutazione ex post dei risultati del progetto 3.2 Destinatari

6 3.3 Architettura metodologica e didattica Competenze di base ( area dei linguaggi, area tecnologica, area scientifica, area storico- socio-economica. Per questa tipologia di competenze garantire l adeguamento agli standard formativi minimi definiti dalla Conferenza Stato Regioni nell Accordo del 15 gennaio 2004 allegato all Avviso pubblico) Competenze tecnico professionali ( es.: attività/processi con riferimento al settore/figura professionale) Competenze trasversali ( es.: di diagnosi, di comunicazione, di decisione, di problem solving) 3.4 Struttura modulare del progetto descrivere i moduli formativi previsti per l acquisizione delle competenze, specificando per ciascun modulo: gli obiettivi di apprendimento, i contenuti, la durata in ore, le metodologie didattiche, le modalità di verifica e di apprendimento. 1. FASE PROPEDEUTICA DI ACCOGLIENZA E ORIENTAMENTO 2. ORIENTAMENTO ALLA SCELTA ecc.

7 3.5 Misure di accompagnamento/azioni di sostegno per soggetti diversamente abili/forme di tutoraggio connesse con l intervento formativo. 3.6 Crediti formativi (attenersi alle procedure individuate dalla Commissione tecnica interistituzionale di cui all art. 7 comma 3 dell Accordo tra Regione dell Umbria e Ufficio Scolastico Regionale per la definizione di criteri e procedure idonee per la certificazione delle competenze e il riconoscimento dei crediti acquisiti.)

8 3.7 Modalitá di certificazione del percorso (attenersi alle procedure individuate dalla Commissione tecnica interistituzionale di cui all art. 7 comma 3 dell Accordo tra Regione dell Umbria e Ufficio Scolastico Regionale per la definizione di criteri e procedure idonee per la certificazione delle competenze e il riconoscimento dei crediti acquisiti.) 3.8 Formazione dei docenti/formatori

9 SEZIONE 4 PERSONALE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO 4.1 Processi di progettazione 4.2 Processi di erogazione delle attività Coordinamento Tutoraggio Docenza

10 4.3 Processo economico amministrativo 4.4 Processo di monitoraggio e valutazione delle attività

11 SEZIONE 5 LOCALI STRUMENTI - ATTREZZATURE

12 PIANO FINANZIARIO VOCE DI SPESA 1) Personale a) Responsabile del processo di direzione b) Progettazione, compreso il costo del responsabile del processo di progettazione e del responsabile del processo di analisi e definizione dei fabbisogni formativi c) Personale docente d) Coordinamento e) Tutoraggio f) Personale non docente, compreso il responsabile del processo economico amministrativo ed il revisore contabile g) Responsabile del processo di monitoraggio delle attività e valutazione dei risultati h) Rimborsi spese personale Totale voce 1 2) Spese correnti a) Forniture elettriche b) Riscaldamento c) Acqua d) Telefoniche e) Postali f) Forniture per ufficio e materiale pronto soccorso g) Oneri conti bancari, garanzia fidejussoria, imposte e tributi h) Preparazione corsi (pubblicità, bandi, workshop informativi, selezioni ecc) i) Verifica finale e valutazioni intermedie (comprese eventuali riunioni collegio docenti, documentate) Totale voce 2 3) Altre Spese a) Immobili (affitto/ammortamento, manutenzione) b) Spese per pulizia e custodia c) Attrezzature (affitto/leasing/ammortamento e manutenzione ) d) Materiali per esercitazioni e) Materiali e sussidi didattici Totale voce 3 Totale spese relative alle voci ) Spese per gli Allievi a) Indennità di frequenza/ borsa stage b) Assicurazione e spese per visite mediche c) Trasporto IMPORTO ISTITUTO SCOLASTICO IMPORTO ORGANISMO DI FORMAZIONE

13 d) Spese per stage e visite guidate Totale voce 4 Totale generale ( )

Progettazione e controllo attività formativa

Progettazione e controllo attività formativa Pag. 1 di 6 TITOLO DEL CORSO: TIPOLOGIA: SU COMMESSA FINANZIATO (BANDO) GRUPPO DI LAVORO: NOME COMPETENZE / MANSIONI Responsabile del Progetto 1) DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE DEL SERVIZIO 1.1 Dati di base

Dettagli

Avviso Pubblico Più competenze per gli operatori sociali POR Campania FSE 2007-2013 (Asse III) FORMULARIO DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

Avviso Pubblico Più competenze per gli operatori sociali POR Campania FSE 2007-2013 (Asse III) FORMULARIO DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Allegato 2 Avviso Pubblico Più competenze per gli operatori sociali POR Campania FSE 2007-2013 (Asse III) FORMULARIO DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO SEZIONE 1 DATI IDENTIFICATIVI DELL INTERVENTO FORMATIVO

Dettagli

Servizio Civile. AVVISO PUBBLICO Realizzazione di interventi formativi per operatori degli enti di servizio civile

Servizio Civile. AVVISO PUBBLICO Realizzazione di interventi formativi per operatori degli enti di servizio civile Servizio Civile AVVISO PUBBLICO Realizzazione di interventi formativi per operatori degli enti di servizio civile FORMULARIO DI PRESENTAZIONE DEI PROGETTI ALLEGATO B N. presentazione Prot. n. Data (a cura

Dettagli

SEZIONE A INFORMAZIONI GENERALI

SEZIONE A INFORMAZIONI GENERALI UNIONE EUROPEA Regione Campania P.O.R. Campania 2000-2006 AVVISO PUBBLICO PER L ATTUAZIONE DI INTERVENTI FORMATIVI COLLEGATI AL SETTORE ORAFO E DEI MANUFATTI PREZIOSI DELLA CAMPANIA FORMULARIO DI PRESENTAZIONE

Dettagli

Formulario STANDARD per la presentazione di progetti del F.S.E. 2007-2013 SCHEDA N. 1 - DATI RIASSUNTIVI DEL PROGETTO. Allegato D Dgr n. del Pag.

Formulario STANDARD per la presentazione di progetti del F.S.E. 2007-2013 SCHEDA N. 1 - DATI RIASSUNTIVI DEL PROGETTO. Allegato D Dgr n. del Pag. Allegato D Dgr n. del Pag. 1/15 Formulario STANDARD per la presentazione di progetti del F.S.E. 2007-2013 Codice provvisorio progetto: SCHEDA N. 1 - DATI RIASSUNTIVI DEL PROGETTO Soggetto proponente Titolo

Dettagli

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE (ALLEGATO A) MANIFESTAZIONE DI INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA DI SELEZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI PERCORSI DI ALTA FORMAZIONE RIVOLTO AGLI STUDENTI ISCRITTI AI CORSI DI LAUREA DI INGEGNERIA MECCANICA,

Dettagli

B.1 PREPARAZIONE 0,00 B.1.1 Progettazione dell'intervento (b.1.1.a+b.1.1.b+b.1.1.c) 0,00 B.1.1.a Personale dipendente costo medio orario n.

B.1 PREPARAZIONE 0,00 B.1.1 Progettazione dell'intervento (b.1.1.a+b.1.1.b+b.1.1.c) 0,00 B.1.1.a Personale dipendente costo medio orario n. Unione pea Fondo Sociale peo A. Contributo pubblico 0,00 B. COSTI DIRETTI DELL'OPERAZIONE O DEL PROGETTO B.1 PREPARAZIONE 0,00 B.1.1 Progettazione dell'intervento (b.1.1.a+b.1.1.b+b.1.1.c) 0,00 B.1.1.a

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ATTUAZIONE DEL PIANO ANNUALE DI FORMAZIONE PROFESSIONALE ANNUALITA 2011-2012

AVVISO PUBBLICO PER L ATTUAZIONE DEL PIANO ANNUALE DI FORMAZIONE PROFESSIONALE ANNUALITA 2011-2012 PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU SETTORE PUBBLICA ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE AVVISO PUBBLICO PER L ATTUAZIONE DEL PIANO ANNUALE DI FORMAZIONE PROFESSIONALE ANNUALITA 2011-2012 Allegato

Dettagli

FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI FORMATIVI PER LA PARTECIPAZIONE AL GRAN PRIX DELLA FORMAZIONE EDIZIONE N 5 ANNO 2015

FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI FORMATIVI PER LA PARTECIPAZIONE AL GRAN PRIX DELLA FORMAZIONE EDIZIONE N 5 ANNO 2015 FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI FORMATIVI PER LA PARTECIPAZIONE AL GRAN PRIX DELLA FORMAZIONE EDIZIONE N 5 ANNO 2015 TITOLO DEL PROGETTO: ENTE/IMPRESA PROPONENTE 1 Alla GIURIA DEL GRAN PRIX

Dettagli

Scheda Attività Corsuale

Scheda Attività Corsuale Scheda Attività Corsuale * Ai sensi della legge 675/96 si comunica che i dati contenuti nel presente formulario verranno utilizzati unicamente per la gestione dei progetti e per le interazioni tra Regione

Dettagli

Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi aziendali concordati a valere sul Conto Formativo saldo 2009

Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi aziendali concordati a valere sul Conto Formativo saldo 2009 LINEE GUIDA DEL 18 GENNAIO 2011 Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi aziendali concordati a valere sul Conto Formativo saldo 2009 DENOMINAZIONE DEL PIANO: EVENTUALE ACRONIMO:

Dettagli

REGIONE CAMPANIA. INTERVENTI DI FORMAZIONE CONTINUA EX L. 236/93, ART. 9, COMMA 3 Azioni di formazione aziendale PROPOSTA DI PIANO

REGIONE CAMPANIA. INTERVENTI DI FORMAZIONE CONTINUA EX L. 236/93, ART. 9, COMMA 3 Azioni di formazione aziendale PROPOSTA DI PIANO ALLEGATO C A CURA DELL AMMINISTRAZIONE Data e numero di Protocollo: Numero progressivo di arrivo: 1. Dati identificativi Proposta REGIONE CAMPANIA INTERVENTI DI FORMAZIONE CONTINUA EX L. 236/93, ART. 9,

Dettagli

Regione Campania POR 2000-200 6 Misura

Regione Campania POR 2000-200 6 Misura Regione Campania POR 2000-200 6 Misura. ALLEGATO 2 Formulario per la presentazione di proposta di intervento formativo - SEZIONE 7-PIANO FINANZIARIO VOCI DI COSTO PARZIALE TOTALI A - Spese docenti Retribuzioni

Dettagli

Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi aziendali concordati a valere sul Conto Formativo saldo 2008

Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi aziendali concordati a valere sul Conto Formativo saldo 2008 LINEE GUIDA DEL 1 MARZO 2010 Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi aziendali concordati a valere sul Conto Formativo saldo 2008 DENOMINAZIONE DEL PIANO: EVENTUALE ACRONIMO:

Dettagli

Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi concordati

Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi concordati AVVISO N.11 del 6 MAGGIO 2009 PIANI PER INTERVENTI FORMATIVI DI SOSTEGNO A IMPRESE E LAVORATORI COLPITI DALLA CRISI ECONOMICA Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi concordati

Dettagli

Offerta formativa sperimentale d istruzione e formazione professionale nelle more dell emanazione dei decreti legislativi di cui alla legge 28 marzo

Offerta formativa sperimentale d istruzione e formazione professionale nelle more dell emanazione dei decreti legislativi di cui alla legge 28 marzo Offerta formativa sperimentale d istruzione e formazione professionale nelle more dell emanazione dei decreti legislativi di cui alla legge 28 marzo 2003, n.53 Criteri e procedure per la certificazione

Dettagli

(Impresa Formativa Simulata)

(Impresa Formativa Simulata) Progetto I.F.S. (Impresa Formativa Simulata) Anno Scolastico 2010/2011 Referenti Sellitto Gianpaolo De Crescenzo Nicola Informazioni sull Impresa Formativa Simulata L'impresa formativa simulata è un modello

Dettagli

Formulario Allegato all Operazione

Formulario Allegato all Operazione Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 26/03/2009 azione 1 Per i soggetti interessati si è provveduto a realizzare la presente guida per una corretta compilazione dei singoli campi

Dettagli

Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B

Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B Nota introduttiva I percorsi formativi che prevedono in esito il rilascio di un certificato di qualifica professionale

Dettagli

Macrovoce e voce di spesa (Valori in EURO)

Macrovoce e voce di spesa (Valori in EURO) Allegato IV - Conto economico preventivo Cod. B. Macrovoce e voce di spesa (Valori in EURO) COSTI DIRETTI DELL'OPERAZIONE O DEL PROGETTO Contributo pubblico Cofinanz. privato Totale B.1 PREPARAZIONE 0,00

Dettagli

ALLEGATO B PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI FORMAZIONE PER IL VOLONTARIATO ANNO 2014

ALLEGATO B PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI FORMAZIONE PER IL VOLONTARIATO ANNO 2014 ALLEGATO B PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI FORMAZIONE PER IL VOLONTARIATO ANNO 2014 FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI IDEE PROGETTUALI RELATIVE AD INIZIATIVE FORMATIVE DENOMINAZIONE DEL PROGETTO DENOMINATO:

Dettagli

2. DEFINIZIONE DEI LABORATORI PER IL RECUPERO E IL SOSTEGNO DELI APPRENDIMENTI (LaRSA)

2. DEFINIZIONE DEI LABORATORI PER IL RECUPERO E IL SOSTEGNO DELI APPRENDIMENTI (LaRSA) PROPOSTA DI ACCORDO TRA L UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DEL PIEMONTE, LA REGIONE PIEMONTE, LE PROVINCE PIEMONTESI SULLE LINEE GUIDA PER LA PROGETTAZIONE E LA GESTIONE ASSISTITA DEI PASSAGGI TRA I SISTEMI

Dettagli

Allegato A1. ORGANISMO INTERMEDIO R.T.I. Società consortile Ass.For.SEO a.r.l- KPMG Advisory S.p.A. e Metron S.r.l

Allegato A1. ORGANISMO INTERMEDIO R.T.I. Società consortile Ass.For.SEO a.r.l- KPMG Advisory S.p.A. e Metron S.r.l REGIONE ABRUZZO Direzione Politiche Attive del Lavoro, Formazione ed Istruzione, Politiche Sociali ORGANISMO INTERMEDIO R.T.I. Società consortile Ass.For.SEO a.r.l- KPMG Advisory S.p.A. e Metron S.r.l

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE FINALITA Il presente documento denominato Protocollo di Accoglienza è un documento che nasce da una più dettagliata esigenza d informazione relativamente all

Dettagli

INDIRIZZI PER LA REALIZZAZIONE DELL OFFERTA REGIONALE DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE. Anno scolastico e formativo 2015-2016

INDIRIZZI PER LA REALIZZAZIONE DELL OFFERTA REGIONALE DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE. Anno scolastico e formativo 2015-2016 Direzione Generale Competitività del sistema regionale e Sviluppo delle Competenze Settore Formazione e Orientamento INDIRIZZI PER LA REALIZZAZIONE DELL OFFERTA REGIONALE DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE

Dettagli

Prot. N. 2067/C12 Oppido Mamertina 03/06/2015

Prot. N. 2067/C12 Oppido Mamertina 03/06/2015 Prot. N. 2067/C12 Oppido Mamertina 03/06/2015 Al Personale docente All albo d Istituto Al sito www.isoppido.it OGGETTO: Avviso per la selezione di DOCENTI TUTOR perla partecipazione a stage linguistici

Dettagli

SCHEDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

SCHEDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO SCHEDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO 1 Titolo del Progetto (che si svolgerà nel corso dell a.s. 2011-2012) 1. Percorsi di scuola lavoro classe 3B operatore meccanici 2.

Dettagli

18. BUDGET. Allegato D2. Denominazionedell'attività formativa VOCI DI COSTO PARZIALE TOTALI

18. BUDGET. Allegato D2. Denominazionedell'attività formativa VOCI DI COSTO PARZIALE TOTALI 18. BUDGET Denominazionedell'attività formativa A - Spese insegnanti - fino al 50% Retribuzioni ed oneri personale docente interno Totale retribuzioni ed oneri personale docente interno 0 Collaborazioni

Dettagli

Sez. A Caratteristiche del Soggetto Attuatore

Sez. A Caratteristiche del Soggetto Attuatore PROVINCIA DI TERNI SERVIZIO POLITICHE FORMATIVE E DEL LAVORO MOD.B PROGETTO PER IL PIANO ANNUALE DI FORMAZIONE PROFESSIONALE ANNO 200 / 200 Sez. A Caratteristiche del Soggetto Attuatore A.1 Denominazione

Dettagli

FORMULARIO PROGETTO DI FORMAZIONE ALLEGATO M

FORMULARIO PROGETTO DI FORMAZIONE ALLEGATO M FORMULARIO PROGETTO DI FORMAZIONE ALLEGATO M PROPOSTA GENERALE DI PIANO DI FORMAZIONE AZIENDALE (PFA) SEZIONE A CONTRIBUTO DEL PROGETTO DI FORMAZIONE AZIENDALE AL PROGETTO DEGLI INVESTIMENTI PRODUTTIVI/PIANO

Dettagli

Sezione 1 - Informazioni generali

Sezione 1 - Informazioni generali FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE (IFTS) Sezione 1 - Informazioni generali ANNO 2002 1.1 Titolo del corso: 1.2 Figura professionale oggetto del corso:

Dettagli

Direzione Formazione Professionale Lavoro

Direzione Formazione Professionale Lavoro Direzione Formazione Professionale Lavoro DIRETTIVA BIENNALE "RAFFORZAMENTO LAUREE PROF. DI I LIVELLO - MODELLI Pagina 1 MODELLO A (Azioni C1.1.2 1 - C3.2.1 - E1.7.1A) SCHEDA DESCRITTIVA ITER FORMATIVO

Dettagli

N.B. in blu tutti i testi che non appaiono nella stampa emessa dal sistema LINEE GUIDA DEL 22 GENNAIO 2014 Conto Formativo saldo 2012

N.B. in blu tutti i testi che non appaiono nella stampa emessa dal sistema LINEE GUIDA DEL 22 GENNAIO 2014 Conto Formativo saldo 2012 N.B. in blu tutti i testi che non appaiono nella stampa emessa dal sistema LINEE GUIDA DEL 22 GENNAIO 2014 Conto Formativo saldo 2012 Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi

Dettagli

Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi STANDARD RISORSE REGIONE LOMBARDIA

Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi STANDARD RISORSE REGIONE LOMBARDIA AVVISO N. 19 del 12/12/2012 PIANI FORMATIVI AZIENDALI CONCORDATI Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi STANDARD RISORSE REGIONE LOMBARDIA DENOMINAZIONE DEL PIANO: EVENTUALE

Dettagli

LA MOBILITÀ NEL PROGRAMMA SETTORIALE LEONARDO DA VINCI

LA MOBILITÀ NEL PROGRAMMA SETTORIALE LEONARDO DA VINCI LA DIVERSITA LINGUISTICA COME FATTORE DI COESIONE IN EUROPA Assisi, 17 febbraio 2012 LA MOBILITÀ NEL PROGRAMMA SETTORIALE LEONARDO DA VINCI Relatore: Laura Borlone la mobilità transnazionale è un periodo

Dettagli

Percorsi assistiti di Alternanza Scuola-Lavoro

Percorsi assistiti di Alternanza Scuola-Lavoro Percorsi assistiti di Alternanza Scuola-Lavoro Seminari /laboratori di formazione Team Centro Polifunzionale di Servizio Dilos Center SIMUCENTER regionale per la Puglia Agenda 15.00 Registrazione partecipanti

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio ALLEGATO N. 3 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio SCHEDA DI PRESENTAZIONE PROGETTO Area a rischio e lotta contro l emarginazione scolastica

Dettagli

La certificazione delle competenze: il caso dei valutatori/certificatori del sistema regionale delle competenze. Silvia Marconi

La certificazione delle competenze: il caso dei valutatori/certificatori del sistema regionale delle competenze. Silvia Marconi 1 La certificazione delle competenze: il caso dei valutatori/certificatori del sistema regionale delle competenze Silvia Marconi Firenze, 18 febbraio 2011 2 La Regione Toscana ha definito un sistema per

Dettagli

Riservato all ufficio

Riservato all ufficio - Modello C OFFERTA TECNICA PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLA PERSONA DISABILE Titolo del Progetto Soggetto attuatore Sede di svolgimento Provincia Indirizzo CAP Città Provincia Tel Fax Posta elettronica

Dettagli

Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi STANDARD RISORSE FON.COOP

Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi STANDARD RISORSE FON.COOP AVVISO N. 19 del 12/12/2012 PIANI FORMATIVI AZIENDALI CONCORDATI Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi STANDARD RISORSE FON.COOP DENOMINAZIONE DEL PIANO: EVENTUALE ACRONIMO:

Dettagli

Progetto territoriale di sostegno all apprendimento della lingua italiana rivolto ad adolescenti stranieri inseriti nei percorsi dell istruzione

Progetto territoriale di sostegno all apprendimento della lingua italiana rivolto ad adolescenti stranieri inseriti nei percorsi dell istruzione Progetto territoriale di sostegno all apprendimento della lingua italiana rivolto ad adolescenti stranieri inseriti nei percorsi dell istruzione secondaria superiore della città di Cremona ELABORAZIONE

Dettagli

MODELLO DI. Livello strategico

MODELLO DI. Livello strategico ALLEGATO II.1 MODELLO DI CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA ELEMENTI MINIMI La Carta della Qualità ha la finalità di esplicitare e comunicare al sistema committente/beneficiari gli impegni che l organismo

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI CON DSA

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI CON DSA All.10 POF 2015-2016 PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI CON DSA ONZA PER GLI Il Protocollo di Accoglienza è il documento che predispone e organizza le modalità che l Istituto intende seguire relativamente

Dettagli

Allegato 2 Facsimile formulario aggiornato

Allegato 2 Facsimile formulario aggiornato Allegato 2 Facsimile formulario aggiornato Il presente documento riporta le informazioni che saranno richieste nel formulario on line. Sezione 1 - Dati sintetici del Piano Formativo 1.1 TITOLO DEL PIANO

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO

REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO Art. 1 Corsi per master universitario 1. L Università promuove, secondo la normativa vigente corsi di alta formazione per il conseguimento di diplomi di master

Dettagli

1. Dati relativi ai soggetti proponenti

1. Dati relativi ai soggetti proponenti ALLEGATO Modello di domanda Da trasmettere in duplice copia Al Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale - Segreteria Tecnica del Comitato Nazionale Parità Lavoratori Lavoratrici - ROMA OGGETTO: Progetto

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1

REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1 REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1 Art. 1. FINALITA Presso la Facoltà di Giurisprudenza dell Università di Trieste è istituito il Master Universitario

Dettagli

La documentazione Prof. Domenico Crudo

La documentazione Prof. Domenico Crudo Meeting Alternanza Scuola-Lavoro ITIS Stanislao Cannizzaro Catania 27-29 aprile 2015 La documentazione Bando finanziamento: OTTOBRE/NOVEMBRE Presentazioni progetti: NOVEMBRE Assegnazioni: FEBBRAIO/MARZO

Dettagli

Alternanza Scuola-Lavoro Riferimenti per la compilazione delle schede di monitoraggio quantitativo

Alternanza Scuola-Lavoro Riferimenti per la compilazione delle schede di monitoraggio quantitativo Alternanza Scuola-Lavoro Riferimenti per la compilazione delle schede di monitoraggio quantitativo In questo documento sono evidenziati alcuni riferimenti utili per la compilazione delle schede relativi

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Parthenope

Università degli Studi di Napoli Parthenope Pos. AG IL RETTORE Decreto n. 425 VISTO VISTO il DM 270/04 ed in particolare l art.3 comma 9 che recita Restano ferme le disposizioni di cui all'articolo 6 della legge 19 novembre 1990, n. 341, in materia

Dettagli

D.R. N. 1002/14 IL RETTORE

D.R. N. 1002/14 IL RETTORE D.R. N. 1002/14 IL RETTORE Vista la Legge 9 maggio 1989, n. 168, istitutiva del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica; Vista la Legge n. 240 del 30 dicembre 2010; Visto lo

Dettagli

Manager di servizi per anziani e tecniche di Fund raising

Manager di servizi per anziani e tecniche di Fund raising Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: CORSO A CATALOGO 2011 Manager di servizi per anziani e tecniche di Fund raising Corsi

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ISTITUTO TECNICO AGRARIO STATALE DI FIRENZE ISTITUTO PROF.LE DI STATO PER L AGRICOLTURA E L AMBIENTE Via delle Cascine n. 11 50144 - FIRENZE Scheda di progetto prevista

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DISABILIdell'I.C.di Belgioioso

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DISABILIdell'I.C.di Belgioioso PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DISABILIdell'I.C.di Belgioioso FINALITA Il presente documento contiene criteri, principi e indicazioni riguardanti le procedure e le pratiche per un ottimale inserimento

Dettagli

FAC SIMILE STAMPA FORMULARIO COMPLESSO

FAC SIMILE STAMPA FORMULARIO COMPLESSO N.B. In celeste le note e le indicazioni del Fondo come supporto alla compilazione FAC SIMILE STAMPA FORMULARIO COMPLESSO Proposta Piano Formativo Avviso n. 32 del 13/10/2015 Piano Formativo: Legenda colori

Dettagli

F.S SPESE F.S.00 Disavanzo 0,00 F.S.01 ORGANI UNIVERSITARI E ATTIVITA' ISTITUZIONALI 0,00 F.S.01.01 GETTONI DI PRESENZA AI COMPONENTI DEGLI ORGANI

F.S SPESE F.S.00 Disavanzo 0,00 F.S.01 ORGANI UNIVERSITARI E ATTIVITA' ISTITUZIONALI 0,00 F.S.01.01 GETTONI DI PRESENZA AI COMPONENTI DEGLI ORGANI Chiave Descrizione Previsione iniziale 2010 Previsione assestata 2010 variazione + rispetto alla previsione assestata variazione - rispetto alla previsione assestata PREVISIONE 2011 F.S SPESE F.S.00 Disavanzo

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA D.R. 7675 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA IL RETTORE - Vista la Legge del 19 novembre 1990, n.341 e in particolare gli articoli 6 e 7, concernenti la riforma degli ordinamenti didattici universitari;

Dettagli

Progettazione ed erogazione di servizi educativi innovativi: il Metodo Montessori

Progettazione ed erogazione di servizi educativi innovativi: il Metodo Montessori Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Progettazione ed erogazione di servizi educativi innovativi: il Metodo Montessori Corsi

Dettagli

Corso di Formazione per RESPONSABILI DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE Modulo C

Corso di Formazione per RESPONSABILI DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE Modulo C Corso di Formazione per RESPONSABILI DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE Modulo C Istituto B. Ramazzini s.r.l. - 1979-2012 - Ramazzini Plus s.r.l. via Dottor Consoli, 16-95124 - CATANIA info 3381433803

Dettagli

SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO:

SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO: ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO: Amministrazione, Finanza e Marketing/IGEA Costruzioni, Ambiente e Territorio/Geometri Liceo Linguistico/Linguistico

Dettagli

GUIDA PER I BENENFICIARI AMMESSI AL CONTRIBUTO SULLA RENDICONTAZIONE DELLE SPESE

GUIDA PER I BENENFICIARI AMMESSI AL CONTRIBUTO SULLA RENDICONTAZIONE DELLE SPESE REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO 11 CULTURA- ISTRUZIONE RICERCA SCIENTIFICA AVVISO PUBBLICO PER LA REALIZZAZIONE DI SPECIFICI PERCORSI FORMATIVI ED ITINERARI DIDATTICI INTEGRATIVI NELL AMBITO DELL INIZIATIVA

Dettagli

REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimento Sviluppo Economico e Politiche dell'occupazione Sicurezza e Qualità del Lavoro - Ufficio

REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimento Sviluppo Economico e Politiche dell'occupazione Sicurezza e Qualità del Lavoro - Ufficio REGIONE LIGURIA Dipartimento Sviluppo Economico e Politiche dell Occupazione Ufficio Sicurezza e Qualità del lavoro Prime disposizioni in materia di formazione delle figure professionali di Responsabile

Dettagli

FAC SIMILE STAMPA FORMULARIO SMART

FAC SIMILE STAMPA FORMULARIO SMART N.B. In celeste le note e le indicazioni del Fondo come supporto alla compilazione FAC SIMILE STAMPA FORMULARIO SMART Proposta Piano Formativo Avviso n. 29 del 17/03/2015 Piano Formativo: Legenda colori

Dettagli

PO 7.1 Gestione del servizio formativo Ed.1 Rev.1 del 02/05/13 Red. RSG App. CG. Indice 1.Scopo ed ambito di applicazione...2. 2.Responsabilità...

PO 7.1 Gestione del servizio formativo Ed.1 Rev.1 del 02/05/13 Red. RSG App. CG. Indice 1.Scopo ed ambito di applicazione...2. 2.Responsabilità... Pag. 1/5 Indice 1.Scopo ed ambito di applicazione...2 2.Responsabilità...2 3.Modalità operative...2 3.1 Descrizione generale delle attività...2 3.2 Erogazione delle attività formative...4 3.5 Monitoraggio

Dettagli

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi Area di Riferimento 1 Gestione POF Riscrittura del POF alla luce delle innovazioni normative e dei bisogni formativi attuali, sia interni che del territorio Monitoraggio in itinere dell attuazione del

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI (emanato con Decreto Rettorale N. 645 del 12/03/2003) ART. 1 - Ambito di applicazione... 2 ART. 2 - Titoli per l accesso...

Dettagli

ALLEGATO B. D.I. n. 436/2000 artt. 1 e 4 I PERCORSI FORMATIVI PER ADULTI OCCUPATI

ALLEGATO B. D.I. n. 436/2000 artt. 1 e 4 I PERCORSI FORMATIVI PER ADULTI OCCUPATI ALLEGATO B D.I. n. 436/2000 artt. 1 e 4 I PERCORSI FORMATIVI PER ADULTI OCCUPATI 2 I PERCORSI FORMATIVI PER ADULTI OCCUPATI Le caratteristiche strutturali dei percorsi dell IFTS (modularità, unità capitalizzabili,

Dettagli

AZIONI RIVOLTE AI DIPLOMATI TECNICO DEI SERVIZI SOCIO-SANITARI PER L ACQUISIZIONE DELLA QUALIFICA DI OPERATORE SOCIO SANITARIO (OSS)

AZIONI RIVOLTE AI DIPLOMATI TECNICO DEI SERVIZI SOCIO-SANITARI PER L ACQUISIZIONE DELLA QUALIFICA DI OPERATORE SOCIO SANITARIO (OSS) ASSESSORATO COORDINAMENTO DELLE POLITICHE EUROPEE ALLO SVILUPPO, SCUOLA, FORMAZIONE PROFESSIONALE, UNIVERSITÀ E RICERCA, LAVORO AZIONI RIVOLTE AI DIPLOMATI TECNICO DEI SERVIZI SOCIO-SANITARI PER L ACQUISIZIONE

Dettagli

ALLEGATO 1. ANAGRAFICA DI ISTITUTO CAPOFILA Istituto di istruzione secondaria di I grado DENOMINAZIONE ISTITUTO

ALLEGATO 1. ANAGRAFICA DI ISTITUTO CAPOFILA Istituto di istruzione secondaria di I grado DENOMINAZIONE ISTITUTO ALLEGATO 1 MODULO DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Eureka" Orientamento degli studenti nel passaggio dal I al II ciclo di istruzione ANAGRAFICA DI ISTITUTO CAPOFILA Istituto di istruzione secondaria di I

Dettagli

Prot. A/2 2309 Firenze, 18 maggio 2016 IL DIRETTORE

Prot. A/2 2309 Firenze, 18 maggio 2016 IL DIRETTORE DIRETTORE Prot. A/2 2309 Firenze, 18 maggio 2016 IL DIRETTORE VISTO VISTA CONSIDERATO CONSIDERATO VISTA RITENUTA l Art. 3, comma 8 del D.M. 509/99 attraverso il quale le Università possono attivare, disciplinandoli

Dettagli

La rete LOGINET. Descrizione e modalità di adesione

La rete LOGINET. Descrizione e modalità di adesione La rete LOGINET Descrizione e modalità di adesione Cosa è la Rete LOGINET LOGINET è una Comunità di pratica riservata a quelle istituzioni Scolastiche adottanti al proprio interno il Programma di formazione

Dettagli

Master europeo in Storia dell Architettura

Master europeo in Storia dell Architettura Area Servizi per gli studenti e relazioni con il pubblico. Divisione segreterie studenti Master europeo in Storia dell Architettura Bando 2008-2009 Il Rettore visto l art. 3 del D.m. 509/99, ora integrato

Dettagli

Prot. 4501/C12 Foggia, 22/05/2014

Prot. 4501/C12 Foggia, 22/05/2014 Prot. 4501/C12 Foggia, 22/05/2014 Ai Docenti del Liceo Scientifico Volta Sede All Albo Pretorio on line Al Sito internet Pon in chiaro Cosa fa la mia scuola BANDO PER IL RECLUTAMENTO DI RISORSE UMANE INTERNE

Dettagli

Gestione amministrativa, della rendicontazione, della contabilità e del controllo economico (dei progetti finanziati)

Gestione amministrativa, della rendicontazione, della contabilità e del controllo economico (dei progetti finanziati) Doc.: PQ13 Rev.: 1 Data: 05/05/09 Pag.: 1 di 6 Gestione amministrativa, della rendicontazione, della contabilità e del controllo economico (dei progetti finanziati) EMESSA DA: VERIFICATA DA: APPROVATA

Dettagli

C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa

C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa Politica della Qualità L IIS A. Petrocchi adotta un sistema interno di gestione della qualità per garantire l efficacia e il continuo miglioramento dei servizi.

Dettagli

Funzione Strumentale n. 1: P.O.F. / Diffusione della cultura della qualità

Funzione Strumentale n. 1: P.O.F. / Diffusione della cultura della qualità Circolare n. 31 del 24/09/2014 Inoltro telematico a fiis00300c@istruzione.it in data 24/09/2014 Pubblicazione sul sito web (sezione Circolari / Comunicazioni DS) in data 24/09/2014 OGGETTO: Presentazione

Dettagli

Alternanza scuola lavoro: che cosa significa

Alternanza scuola lavoro: che cosa significa Alternanza scuola lavoro: che cosa significa È una modalità didattica realizzata in collaborazione fra scuole e imprese per offrire ai giovani competenze spendibili nel mercato del lavoro e favorire l

Dettagli

Sezione 1 Dati sintetici di previsione

Sezione 1 Dati sintetici di previsione Sezione 1 Dati sintetici di previsione 1.1 Identificazione anno di riferimento: num. di revisione: denominazione: 1.2 Commissione di progetto Responsabile: Altri componenti: _ 1.3 Fasi di sviluppo del

Dettagli

SIOPE Pagina 1 PAGAMENTI PER CODICI GESTIONALI. Ente Codice 000141639000000 UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI GENOVA (ATENEO) Periodo ANNUALE 2013

SIOPE Pagina 1 PAGAMENTI PER CODICI GESTIONALI. Ente Codice 000141639000000 UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI GENOVA (ATENEO) Periodo ANNUALE 2013 SIOPE Pagina 1 Ente Codice 000141639000000 Ente Descrizione UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI GENOVA (ATENEO) Categoria Universita' Sotto Categoria UNIVERSITA Periodo ANNUALE 2013 Prospetto PAGAMENTI PER CODICI

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE Disavanzo di amministrazione presunto 0,00 PARTE I - Uscita Allegato 2 TITOLO 1 - SPESE CORRENTI 1. 1 - FUNZIONAMENTO 1. 1. 1 USCITE PER GLI ORGANI DELL'ENTE 1 Indennità

Dettagli

Decreto lgs. 276/ 2003, art. 49 (Apprendistato Professionalizzante) Direttiva Anno 2006- per il finanziamento della formazione formale

Decreto lgs. 276/ 2003, art. 49 (Apprendistato Professionalizzante) Direttiva Anno 2006- per il finanziamento della formazione formale MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Ufficio Centrale per l Orientamento e la Formazione Professionale dei Lavoratori REGIONE ABRUZZO REGIONE ABRUZZO Direzione Politiche Attive del Lavoro, Sistema

Dettagli

Corso di Formazione per RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA

Corso di Formazione per RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA Corso di Formazione per RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA Istituto B. Ramazzini s.r.l. - 1979-2012 - Ramazzini Plus s.r.l. via Dottor Consoli, 16-95124 - CATANIA info 3381433803 - email formazione@istitutoramazzini.com

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ANNO SCOLASTICO 2014-2015 INDIRIZZO AMM.NE, FINANZA E MARKETING MATERIA: CLASSE: DOCENTE: ECONOMIA AZIENDALE 3^ C VALENTINA CASTELLI PRESENTAZIONE DELLA CLASSE ED ANALISI DELLA SITUAZIONE DI PARTENZA Conosco

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri CONFERENZA UNIFICATA (ex art. 8 del D.Lgs. 28 agosto 1997, n. 281) SEDUTA DEL 2 MARZO 2000 Repertorio Atti n. 221 del 2 marzo 2000 Oggetto: Accordo tra Governo, regioni,

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER COORDINATORI IN FASE DI PROGETTAZIONE E DI ESECUZIONE DEI LAVORI

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER COORDINATORI IN FASE DI PROGETTAZIONE E DI ESECUZIONE DEI LAVORI CORSO DI AGGIORNAMENTO PER COORDINATORI IN FASE DI PROGETTAZIONE E DI ESECUZIONE DEI LAVORI Premessa L Allegato XIV del D.Lgs. 81/08 prevede che per poter continuare ad esercitare i compiti di Coordinatori

Dettagli

POR Obiettivo CRO FSE 2007/13

POR Obiettivo CRO FSE 2007/13 ALLEGATO 1 FORMULARIO Regione Lazio Assessorato Istruzione, Diritto allo Studio e Formazione POR Obiettivo CRO FSE 2007/13 Asse Inclusione Sociale Obiettivo specifico g) Sviluppare percorsi di integrazione

Dettagli

FORMAT PROGETTI FIS. Anno Scolastico. Motivazioni. Obiettivi Formativi. Mediazione didattica. Destinatari. Risorse Umane Strutturali: Risultati attesi

FORMAT PROGETTI FIS. Anno Scolastico. Motivazioni. Obiettivi Formativi. Mediazione didattica. Destinatari. Risorse Umane Strutturali: Risultati attesi ISTITUTO COMPRENSIVO G.GALILEI Scuola dell infanzia, primaria, secondaria di primo grado VIA CAPPELLA ARIENZO TEL. 0823/755441 FAX 0823-805491 e-mail ceee08200n@istruzione.it C.M. CEIC848004 Sito web www.scuolarienzo.gov.it

Dettagli

ACCORDO QUADRO PER LA DIFFUSIONE E L IMPLEMENTAZIONE DI BUONE PRATICHE DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO. Tra UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI NOVARA

ACCORDO QUADRO PER LA DIFFUSIONE E L IMPLEMENTAZIONE DI BUONE PRATICHE DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO. Tra UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI NOVARA ACCORDO QUADRO PER LA DIFFUSIONE E L IMPLEMENTAZIONE DI BUONE PRATICHE DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO Tra UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI NOVARA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Dettagli

Sezione 1 Descrittiva 1.1 Denominazione progetto Indicare Codice e denominazione del progetto A02 FUNZIONAMENTO DIDATTICO GENERALE

Sezione 1 Descrittiva 1.1 Denominazione progetto Indicare Codice e denominazione del progetto A02 FUNZIONAMENTO DIDATTICO GENERALE A01 FUNZIONAMENTO AMMINISTRATIVO GENERALE Consentire un adeguato funzionamento organizzativo e amministrativo strumentale al P.O.F. e assicurare la fornitura dei necessari servizi tecnici e generali a

Dettagli

ACCORDO DI PARTENARIATO POLO TECNICO PROFESSIONALE M.S.M. Milano Sistema Moda

ACCORDO DI PARTENARIATO POLO TECNICO PROFESSIONALE M.S.M. Milano Sistema Moda ACCORDO DI PARTENARIATO POLO TECNICO PROFESSIONALE M.S.M. Milano Sistema Moda Istituto di Istruzione Superiore Statale Caterina da Siena soggetto richiedente con..,.. codice fiscale:, rappresentato da:.

Dettagli

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA Pagina 1 di 7 CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA Livello strategico Politica della qualità L Istituto Aniene Srl si pone come obiettivo quello di raccordare le finalità formative con i bisogni e la

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI DISABILI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI DISABILI All.9 POF 2015-2016 PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI DISABILI Il Protocollo di Accoglienza è il documento che predispone e organizza le modalità che l Istituto intende seguire relativamente all

Dettagli

INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE N. 5/2014 SVILUPPARE LE FUNZIONI E ATTUARE GLI ACCORDI DI COOPERAZIONE

INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE N. 5/2014 SVILUPPARE LE FUNZIONI E ATTUARE GLI ACCORDI DI COOPERAZIONE INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE N. 5/2014 SVILUPPARE LE FUNZIONI E ATTUARE GLI ACCORDI DI COOPERAZIONE IN MATERIA DI ALTERNANZA, COMPETENZE E ORIENTAMENTO Regolamento per la selezione

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

SEZIONE III - Corsi di Aggiornamento, Perfezionamento e di Formazione professionale. SEZIONE I Disposizioni generali. Art.

SEZIONE III - Corsi di Aggiornamento, Perfezionamento e di Formazione professionale. SEZIONE I Disposizioni generali. Art. Regolamento per l istituzione e la gestione dei Master universitari di I e di II livello, dei Corsi di aggiornamento, perfezionamento e di formazione professionale SEZIONE I- Disposizioni generali SEZIONE

Dettagli

EVENT PLANNER CORSO A CATALOGO 2011 ADIM SRL. Caratteristiche del percorso formativo

EVENT PLANNER CORSO A CATALOGO 2011 ADIM SRL. Caratteristiche del percorso formativo Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: EVENT PLANNER Corsi di specializzazione 4.000,00 ADIM SRL Caratteristiche del percorso

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE PARTE II - Uscita Allegato 2 per TITOLO 1 - SPESE CORRENTI 1. 1 - FUNZIONAMENTO 1. 1. 1 - USCITE PER GLI ORGANI DELL'ENTE 1 Indennità di presidenza e di direzione 0,00

Dettagli

TRIANGOLAZIONE: Azioni associative sulla disabilità, dono nella scuola e nella società progetto legge 383/2000 anno fin. 2010 lett. f) TRIANGOLAZIONE:

TRIANGOLAZIONE: Azioni associative sulla disabilità, dono nella scuola e nella società progetto legge 383/2000 anno fin. 2010 lett. f) TRIANGOLAZIONE: TRIANGOLAZIONE: Azioni associative sulla disabilità, dono nella scuola e nella società progetto legge 383/2000 anno fin. 2010 lett. f) Rilevazione dei dati principali TRIANGOLAZIONE: dell anno scolastico

Dettagli

MASTER POST DIPLOMA IN ESPERTO DI CREDITO COOPERATIVO GLOCALE

MASTER POST DIPLOMA IN ESPERTO DI CREDITO COOPERATIVO GLOCALE REGOLAMENTO DIDATTICO MASTER POST DIPLOMA IN Art. 1 Norme Generali 1. Il presente Regolamento Didattico del master per il conseguimento dell attestato di Esperto di Credito Cooperativo Glocale specifica

Dettagli

1. La disciplina di cui al presente regolamento si informa ai seguenti principi generali: - 1 -

1. La disciplina di cui al presente regolamento si informa ai seguenti principi generali: - 1 - Regolamento di disciplina dei profili formativi dell apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale, ai sensi degli articoli 4, comma 1, lettera c) e 53 della legge regionale 16 novembre

Dettagli