COMUNE DI PULA Provincia di Cagliari Settore Edilizia Privata, Tutela del Paesaggio e Demanio Resp. Ing. Mauro Milazzo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI PULA Provincia di Cagliari Settore Edilizia Privata, Tutela del Paesaggio e Demanio Resp. Ing. Mauro Milazzo"

Transcript

1 Provinci i Cgiri Settore Eiizi Privt, Tute e Pesggio e Demnio Resp. Ing. Muro Mizzo D.P.R , N. 139 E L.R , N. 21 AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA PER INTERVENTI DI LIEVE ENTITÀ Su Gzzett Ufficie e 26 gosto 2010 veniv pubbicto i D.P.R. 09/07/2010 n. 139 Regomento recnte proceimento sempificto i utorizzzione pesggistic per gi interventi i ieve entit', norm e'rticoo 146, comm 9, e ecreto egistivo 22 gennio 2004, n. 42, e successive moificzioni i que entrv in vigore i 10 settembre Come isposto rt. 6, i regomento trovv immeit ppiczione nee Regioni sttuto orinrio mentre ssegnv e Regioni sttuto specie e e Province utonome i Trento e i Bozno 180 giorni i tempo per ottre e norme utii iscipinre i proceimenti i utorizzzione pesggistic sempifict. Regione Sregn L Regione Sregn, con Legge Regione , n. 21 ottemperv qunto isposto rt. 6 e D.P.R. n. 139 e 2010, iscipinno i proceimenti i utorizzzione pesggistic sempifict. L rt. 18 e suett egge, i seguito riportto integrmente, moificno L.R. n. 28 e 1998 Norme per 'esercizio ee competenze in mteri i tute pesistic trsferite Regione Autonom e Sregn con 'rticoo 6 e D.P.R. 22 mggio 1975, n. 480, e eegte con 'rticoo 57 e D.P.R. 19 giugno 1979, n iscipin e proceure per utorizzzione pesggistic sempifict. Art. 18: Sempificzione ee proceure 1. Dopo 'rticoo 5 e egge regione n. 28 e 1998, è inserito i seguente: "5 bis (Sempificzione ee proceure i utorizzzione pesggistic per gi interventi i ieve entità). 1. In see i prim ppiczione, gi interventi i ieve entità reizzrsi su ree o immobii sottoposti e norme i tute i cui prte III e ecreto egistivo n. 42 e 2004, e successive moifiche, e inicti ne'eenco egto ecreto e Presiente e Repubbic 9 ugio 2010, n. 139 (Regomento recnte proceimento sempificto i utorizzzione pesggistic per gi interventi i ieve entità, norm e'rticoo 146, comm 9, e ecreto egistivo 22 gennio 2004, n. 42 e successive moifiche), sempre che comportino un'terzione ei uoghi e e'spetto esteriore egi eifici, sono ssoggettti proceimento sempificto i utorizzzione pesggistic così come iscipinto ne regomento emnto con i citto ecreto presienzie. C.so Vittorio Emnuee, Pu (CA) Te

2 Provinci i Cgiri Settore Eiizi Privt, Tute e Pesggio e Demnio Resp. Ing. Muro Mizzo 2. L giunt regione, con irettiv ottt previ eiberzione, può iniviure uteriori forme i sempificzione e proceimento i utorizzzione pesggistic in conformità i principi contenuti ne ecreto e Presiente e Repubbic n. 139 e 2010.". Interventi soggetti utorizzzione pesggistic sempifict L rticoo 1 e D.P.R. n. 139 e 2010 ispone che sono ssoggettti proceimento sempificto i utorizzzione pesggistic, i sensi e per gi effetti e'rticoo 146, comm 9, e ecreto egistivo 22 gennio 2004, n. 42, e successive moificzioni, gi interventi i ieve entità, sempre che comportino un'terzione ei uoghi o e'spetto esteriore egi eifici, reizzrsi su ree o immobii sottoposti e norme i tute e prte III e suetto ecreto egistivo, e puntumente inicti ne'eenco i cui 'egto I e D.P.R. n. 139 e 2010 i seguito riportto. 1. Incremento i voume non superiore 10 per cento e voumetri e costruzione originri e comunque non superiore 100 mc. ( presente voce non si ppic nee zone territorii omogenee "A" i cui 'rticoo 2 e ecreto ministerie 2 prie 1968, n. 1444, e esse ssimibii e gi immobii soggetti tute i sensi e'rticoo 136, comm 1, ettere ), b) e c), e Coice). Ogni successivo incremento suo stesso immobie e' sottoposto proceur utorizztori orinri; 2. interventi i emoizione e ricostruzione con i rispetto i voumetri e sgom preesistenti. L presente voce non si ppic gi immobii soggetti tute i sensi e'rticoo 136, comm 1,ettere ), b) e c), e Coice); 3. interventi i emoizione senz ricostruzione o emoizione i superfetzioni ( presente voce non si ppic gi immobii soggetti tute i sensi e'rticoo 136, comm 1, ettere ), b) e c), e Coice); 4. interventi sui prospetti egi eifici esistenti, qui: perture i porte e finestre o moific ee perture esistenti per imensione e posizione; interventi sue finiture esterne, con rifcimento i intonci, tinteggiture o rivestimenti esterni, moifictivi i quei preesistenti; reizzzione o moific i bconi o terrzze; inserimento o moific i cornicioni, ringhiere, prpetti; chiusur i terrzze o i bconi gi' chiusi su tre ti meinte instzione i infissi; reizzzione, moific o sostituzione i sce esterne ( presente voce non si ppic gi immobii soggetti tute i sensi e'rticoo 136, comm 1, ettere ), b) e c), e Coice); 5. interventi sue coperture egi eifici esistenti, qui: rifcimento e mnto e tetto e ee ttonerie con mterie iverso; moifiche inispensbii per 'instzione i impinti tecnoogici; moifiche incinzione o configurzione ee fe; reizzzione i strici sori o terrzze tsc i piccoe imensioni; inserimento i cnne fumrie o comignoi; reizzzione o moific i finestre tetto e ucernri; reizzzione i bbini o eementi consimii ( presente voce non si ppic gi immobii soggetti tute i sensi e'rticoo 136, comm 1, ettere ), b) e c), e Coice); 6. moifiche che si renono necessrie per 'egumento normtiv ntisismic ovvero per i contenimento ei consumi energetici egi eifici; 7. reizzzione o moific i utorimesse pertinenzii, coocte fuori terr ovvero przimente o totmente interrte, con voume non superiore 50 mc, compresi percorsi i ccesso e eventui rmpe. Ogni successivo intervento i reizzzione o moific i utorimesse pertinenzie o stesso immobie e' sottoposto proceur utorizztori orinri; 8. reizzzione i tettoie, porticti, chioschi girino e mnuftti consimii perti su piu' ti, venti un superficie non superiore 30 mq; C.so Vittorio Emnuee, Pu (CA) Te

3 Provinci i Cgiri Settore Eiizi Privt, Tute e Pesggio e Demnio Resp. Ing. Muro Mizzo 9. reizzzione i mnuftti ccessori o voumi tecnici i piccoe imensioni (voume non superiore 10 mc); 10. interventi necessri supermento ee brriere rchitettoniche, nche comportnti moific ei prospetti o ee pertinenze esterne egi eifici, ovvero reizzzione o moific i voumi tecnici. Sono ftte sve e proceure sempificte i sensi ee eggi specii i settore ( presente voce non si ppic gi immobii soggetti tute i sensi e'rticoo 136, comm 1, ettere ), b) e c), e Coice); 11. reizzzione o moific i cncei, recinzioni, o muri i contenimento e terreno ( presente voce non si ppic gi immobii soggetti tute i sensi e'rticoo 136, comm 1, ettere ), b) e c), e Coice); 12. interventi i moific i muri i cint esistenti senz incrementi i tezz; 13. interventi sistemtici nee ree i pertinenz i eifici esistenti, qui: pvimentzioni, ccessi peoni e crrbii i rghezz non superiore 4 m, moezioni e suoo, rmpe o rrei fissi ( presente voce non si ppic gi immobii soggetti tute i sensi e'rticoo 136, comm 1, ettere ), b) e c), e Coice); 14. reizzzione i monumenti e eicoe funerrie 'interno ee zone cimiterii; 15. pos in oper i crtei e tri mezzi pubbicitri non tempornei i cui 'rt. 153, comm 1 e Coice, i imensioni inferiori 18 mq, ivi comprese e insegne per e ttività commercii o pubbici esercizi ( presente voce non si ppic gi immobii soggetti tute i sensi e'rt. 136, comm 1, ettere ), b) e c) e Coice); 16. cooczione i tene soe sue fccite egi eifici per oci estinti ttività commercii e pubbici esercizi; 17. interventi puntui i egumento e vibiità esistente, qui: egumento i rottorie, riconfigurzione i incroci stri, reizzzione i bnchine e mrcipiei, mnuftti necessri per sicurezz e circozione, nonché quei retivi reizzzione i prcheggi rso conizione che ssicurino permebiità e suoo, sistemzione e rreo i ree veri; 18. interventi i ccio e infrstrutture rete, ove comportnti reizzzione i opere in soprsuoo; 19. inee eettriche e teefoniche su po servizio i singoe utenze i tezz non superiore, rispettivmente, metri 10 e metri 6,30; 20. egumento i cbine eettriche o e gs, ovvero sostituzione ee meesime con tre i tipoogi e imensioni noghe; 21. interventi sistemtici i rreo urbno comportnti 'instzione i mnuftti e componenti, compresi gi impinti i pubbic iuminzione; 22. instzione i impinti tecnoogici esterni per uso omestico utonomo, qui coniziontori e impinti i cimtizzzione otti i unità estern, cie, prboe, ntenne ( presente voce non si C.so Vittorio Emnuee, Pu (CA) Te

4 Provinci i Cgiri Settore Eiizi Privt, Tute e Pesggio e Demnio Resp. Ing. Muro Mizzo ppic gi immobii soggetti tute i sensi e'rticoo 136, comm 1, ettere ), b) e c), e Coice); 23. prboe steitri conominii e impinti i conizionmento esterni centrizzti, nonché impinti per 'ccesso e reti i comuniczione eettronic i piccoe imensioni con superficie non superiore 1 mq o voume non superiore 1 mc ( presente voce non si ppic gi immobii soggetti tute i sensi e'rticoo 136, comm 1, ettere ), b) e c), e Coice); 24. Instzione i impinti i riocomuniczioni eettroniche mobii, i cui 'rticoo 87 e ecreto egistivo 1 gosto 2003, n. 259, che comportino reizzzione i supporti i ntenne non superiori 6 metri se coocti su eifici esistenti, e/o reizzzione i soprzi i infrstrutture esistenti come pi o tricci, non superiori 6 metri, e/o reizzzione i pprti i teecomuniczioni servizio ee ntenne, costituenti voumi tecnici, ti comunque non superre 'tezz i metri 3 se coocti su eifici esistenti e i metri 4 se posti irettmente terr; 25. instzione in soprsuoo i serbtoi i GPL i imensione non superiore 13 mc, e opere i recinzione e sistemzione correte; 26. impinti tecnici esterni servizio i eifici esistenti estinzione prouttiv, qui sistemi per cnizzzione ei fuii meinte tubzioni esterne, o stoccggio ei prootti e cnne fumrie; 27. pos in oper i mnuftti competmente interrti (serbtoi, cisterne etc.), che comportino moific e morfoogi e terreno, comprese opere i recinzione o sistemzione correte; 28. pnnei sori, termici e fotovotici fino un superficie i 25 mq ( presente voce non si ppic nee zone territorii omogenee "A" i cui 'rticoo 2 e ecreto ministerie n e 1968, e esse ssimibii, e nee ree vincote i sensi e'rticoo 136, comm 1, ettere b) e c), e Coice), ferme restno e iverse e più fvorevoi previsioni e ecreto egistivo 30 mggio 2008, n. 115, recnte "Attuzione e irettiv 2006/32/CE retiv 'efficienz egi usi fini e'energi e i servizi energetici e brogzione e irettiv 93/76/CEE", e e'rticoo 1, comm 289, e egge 24 icembre 2007, n. 244, recnte "Disposizioni per formzione e bincio nnue e purienne eo Stto (egge finnziri 2008)"; 29. nuovi pozzi, opere i pres e preievo f per uso omestico, preventivmente ssentiti e Amministrzioni competenti, comportnti reizzzione i mnuftti in soprsuoo; 30. tombinmento przie i corsi 'cqu per trtti fino 4 m e escusivmente per re ccesso bitzioni esistenti e/o foni gricoi intercusi, nonché ripertur i trtti tombinti i corsi 'cqu; 31. interventi i ripscimento ocizzto i trtti i renie in erosione, mnutenzione i une rtificii in funzione ntierosiv, ripristino i opere i ifes esistenti su cost; 32. ripristino e egumento funzione i mnuftti i ifes e cque ee spone ei corsi 'cqu e ei ghi; 33. tgio seettivo i vegetzione riprie presente sue spone o sue isoe fuvii; C.so Vittorio Emnuee, Pu (CA) Te

5 Provinci i Cgiri Settore Eiizi Privt, Tute e Pesggio e Demnio Resp. Ing. Muro Mizzo 34. riuzione i superfici boscte in ree i pertinenz i immobii esistenti, per superfici non superiori 100 mq, preventivmente ssentit e mministrzioni competenti; 35. ripristino i prti stbii, prti pscoo, cotivzioni grrie tipiche, meinte riuzione i ree boscte i recente formzione per superfici non superiori 5000 mq, preventivmente ssentiti e mministrzioni competenti; 36. tgio i beri isoti o in gruppi, ove ricompresi nee ree i cui 'rticoo 136, comm 1, ettere c) e ), e Coice, preventivmente ssentito e mministrzioni competenti; 37. mnuftti reizzti in egno per ricovero ttrezzi gricoi, con superficie non superiore 10 mq; 38. occupzione temporne i suoo privto, pubbico, o i uso pubbico, con strutture mobii, chioschi e simii, per un perioo superiore 120 giorni; 39. strutture stgioni non permnenti coegte ttività turistiche, sportive o e tempo ibero, consierre come ttrezzture movibii. Sempificzione ocumente L rticoo 2 e D.P.R. n. 139 e 2010 ispone che istnz presentt i fini e riscio e utorizzzione pesggistic sempifict eve essere corret un rezione pesggistic sempifict, rett un tecnico biitto, vente i contenuti i cui «Sche per presentzione e richiest i utorizzzione pesggistic per e opere i cui imptto pesggistico è vutto meinte un ocumentzione sempifict», egt ecreto e Presiente e Consigio ei Ministri in t , recnte iniviuzione e ocumentzione necessri verific e comptibiit' pesggistic egi interventi proposti, pubbicto ne Gzzett Ufficie , n. 25, Quor 'istnz pesggistic si riferit interventi per i qui si ppicno i proceimenti i cui 'rticoo 38, comm 3, e ecreto-egge 25 giugno 2008, n. 112,convertito, con moificzioni, egge 6 gosto 2008, n. 133, presentzione e omn e e retiv ocumentzione vviene per i trmite eo sporteo unico per e ttività prouttive (S.U.A.P.). L presentzione e omn i utorizzzione e trsmissione ei ocumenti correo è effettut, ove possibie, in vi teemtic, gi effetti e'rticoo 45 e D.Lgs , n. 82, e successive moificzioni, recnte Coice e'mministrzione igite. Sempificzioni proceuri L'mministrzione competente riscio e'utorizzzione,ricevut omn, verific preiminrmente se 'intervento progettto non si esonerto 'utorizzzione pesggistic, i sensi e'rticoo 149 e Coice, oppure se si ssoggettto regime orinrio, i cui 'rticoo 146 e Coice. In ti csi, rispettivmente, comunic richieente che 'intervento non e' soggetto utorizzzione o richiee e necessrie integrzioni i fini e riscio e'utorizzzione orinri. Ove 'intervento richiesto si ssoggettto utorizzzione sempifict comunic 'interessto 'vvio e proceimento e richiee 'interessto i ocumenti e i chirimenti inispensbii per efinizione e iter istruttorio. L ocumentzione integrtiv ovrà essere proott entro i 15 giorni ricevimento e richiest. I termine rimne sospeso fino ricezione e ocumentzione C.so Vittorio Emnuee, Pu (CA) Te

6 Provinci i Cgiri Settore Eiizi Privt, Tute e Pesggio e Demnio Resp. Ing. Muro Mizzo integrtiv. Decorso inutimente i suetto termine, Amministrzione concue comunque i proceimento. L'mministrzione competente riscio e'utorizzzione, entro 30 giorni ricevimento e omn, verific preiminrmente conformità e'intervento progettto iscipin urbnistic e eiizi. In cso i NON conformità e'intervento progettto iscipin urbnistic e eiizi, 'mministrzione competente riscio e'utorizzzione ichir 'improceibiità' e omn i utorizzzione pesggistic, none immeit comuniczione richieente. In cso i conformità urbnistic e eiizi, 'mministrzione competente riscio e'utorizzzione vut conformità e'intervento e isposizioni ettte pino pesggistico, ichirzione i pubbico interesse o ne provveimento i integrzione e vincoo, ovvero su comptibiità con i vori pesggistici presenti ne contesto i riferimento. Ne cso in cui vutzione suett si negtiv, 'mministrzione competente riscio e'utorizzzione invi comuniczione 'interessto i sensi e'rticoo 10-bis e egge 7 gosto 1990, n. 241, e successive moificzioni, ssegnno un termine i ieci giorni, ricevimento e stess, per presentzione i eventui osservzioni. L comuniczione sospene i termine per concusione e proceimento. Ove, esminte e osservzioni, persistno i motivi osttivi 'ccogimento, 'mministrzione competente riscio e'utorizzzione rigett motivtmente omn entro i successivi 10 giorni. In cso i rigetto e omn 'interessto, entro venti giorni ricezione e provveimento i rigetto, può chieere Soprintenente, con istnz motivt e corret e ocumentzione, i pronuncirsi su omn i utorizzzione pesggistic sempifict. Copi e'istnz è contestumente invit 'mministrzione che h ottto i provveimento negtivo, que, entro ieci giorni ricevimento, può invire e proprie euzioni Soprintenente. Ricevut 'istnz, i Soprintenente, entro i successivi trent giorni, verific conformità e'intervento progettto e prescrizioni 'uso e bene pesggistico ovvero su comptibiità pesggistic e ecie in vi efinitiv, riscino o negno 'utorizzzione. Copi e provveimento è invit 'mministrzione che si è pronuncit in senso negtivo. In cso i vutzione positiv e conformità ovvero e comptibiità pesggistic e'intervento, 'mministrzione competente riscio e'utorizzzione provvee immeitmente e, comunque, entro i termine i trent giorni ricevimento e omn trsmettere soprintenenz, unitmente omn e ocumentzione in suo possesso, un motivt propost i ccogimento e omn stess. Se nche vutzione e soprintenente è positiv, questi esprime i suo prere vinconte fvorevoe entro i termine i venticinque giorni ricezione e omn, e ocumentzione e e propost, none immeit comuniczione, ove possibie per vi teemtic, 'mministrzione competente riscio e'utorizzzione. In cso i mnct espressione e prere vinconte entro i termine sopr inicto 'mministrzione competente ne prescine e risci 'utorizzzione, senz inire conferenz i servizi i cui 'rticoo 146, comm 9, e Coice. C.so Vittorio Emnuee, Pu (CA) Te

7 Provinci i Cgiri Settore Eiizi Privt, Tute e Pesggio e Demnio Resp. Ing. Muro Mizzo L'mministrzione competente riscio e'utorizzzione ott i provveimento conforme prere vinconte fvorevoe nei cinque giorni successivi ricezione e prere stesso e ne ' immeit comuniczione richieente e soprintenenz. Ove ne bbi competenz 'mministrzione risci contestumente, se prescritto e ove possibie, nche i titoo egittimnte e trsformzioni urbnistiche e eiizie previste ne progetto. L'obbigo i motivzione e' ssoto nche meinte rinvio e egzione e prere e soprintenenz. In cso i vutzione negtiv e propost ricevut 'mministrzione competente riscio e'utorizzzione, i soprintenente ott, entro venticinque giorni ricevimento e propost stess, i provveimento i rigetto e'istnz, previ comuniczione 'interessto ei motivi che ostno 'ccogimento. Ne provveimento i soprintenente espone puntumente i motivi i rigetto e'istnz e i non ccogibiità' ee osservzioni eventumente presentte 'interessto. I provveimento i rigetto e' immeitmente comunicto 'mministrzione competente e 'interessto. In cso i prere obbigtorio e non vinconte e soprintenente,(quno 're interesst 'intervento i ieve entità si ssoggettt specifiche prescrizioni 'uso e pesggio, contenute ne ichirzione i notevoe interesse pubbico, ne pino pesggistico o negi tti i integrzione e vincoo ottti i sensi e'rticoo 141-bis e Coice), i provveimento i rigetto è ottto 'mministrzione competente riscio e'utorizzzione. L'utorizzzione pesggistic sempifict e' immeitmente efficce e e' vi cinque nni. Amministrzione competente riscio e utorizzzione pesggistic per interventi i ieve entità L rticoo 3, e L.R. n. 28 e 1998, come moifict rticoo 17 e L.R. n. 21 e 2011, ispone che sono riscite 'orgno comune competente per territorio, ne rispetto e ecreto egistivo , n. 42 e successive moifiche e integrzioni, e utorizzzioni pesggistiche retive gi interventi i ieve entità soggetti proceimento sempificto i utorizzzione pesggistic i cui D.P.R. n. 139 e C.so Vittorio Emnuee, Pu (CA) Te

Copyright by Allestimenti Palladio snc

Copyright by Allestimenti Palladio snc I principli tipi d interventi mmessi ll detrzione Irpef del 36% Ecco un elenco esemplifictivo d interventi mmissibili fruire dell detrzione Irpef. In ogni cso, deve essere verifict l conformità lle normtive

Dettagli

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA art.. 146 Decreto Legisativo 22/01/200 n. 42 AL COMUNE DI FARRA DI SOLIGO SPORTELLO UNICO EDILIZIA RESIDENZIALE SPAZIO RISERVATO ALL UFFICIO PROTOCOLLO ATTIVITÀ

Dettagli

COLLETTORI MODULARI PER IMPIANTI IDROTERMICI

COLLETTORI MODULARI PER IMPIANTI IDROTERMICI COLLETTORI MODULARI PER IMPIANTI IDROTERMICI PRODOTTI E SISTEMI PER L IDROTERMICA Coettori mouri Generità Ne mggior prte egi impinti irici, istribuzione e cqu c e fre (nt e ritorno ne riscmento) si reizz

Dettagli

C O M U N E D I S A N T O R S O Piazza Aldo Moro n. 8 - Cap 36014 - Cod. Fiscale 00280750241 UFFICIO EDILIZIA PRIVATA ED URBANISTICA

C O M U N E D I S A N T O R S O Piazza Aldo Moro n. 8 - Cap 36014 - Cod. Fiscale 00280750241 UFFICIO EDILIZIA PRIVATA ED URBANISTICA Timbro di registrazione al Protocollo Comunale Marca da bollo in vigore RICHIEDENTE: DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA (la richiesta deve essere compilata in ogni sua parte) Il sottoscritto nato

Dettagli

Catalogo dettagliato delle prestazioni 2015 (cfr. art. 14 del regolamento del fondo)

Catalogo dettagliato delle prestazioni 2015 (cfr. art. 14 del regolamento del fondo) Ctlogo ettglito elle prestzioni 2015 (cfr. rt. 14 el regolmento el fono) Prestzioni e gli OML reg. e cnt. (Slute e) Socile : Sviluppo e mntenimento i un sistem completo i formzione professionle i bse e

Dettagli

COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionale 18 febbraio 2010, n. 8)

COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionale 18 febbraio 2010, n. 8) COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionle 18 febbrio 2010, n. 8) N Prot. VARIAZIONE...del (d compilrsi cur dell ufficio competente) Al Comune di.. Il/L sottoscritto/: Cognome Nome Dt

Dettagli

TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE ANNO 2012

TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE ANNO 2012 TABELLA DEGLI ANNO 0 criteri di ppliczione. Ai fini del clcolo degli oneri di urbnizzzione primri e secondri, i volumi sono clcolti secondo le norme degli strumenti urbnistici vigenti (rt. 7 c. 0 L.R./05).

Dettagli

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA (D.Lgs. 22.01.2004 n. 42 - D.P.R. 09.07.2010 n. 139)

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA (D.Lgs. 22.01.2004 n. 42 - D.P.R. 09.07.2010 n. 139) RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA (D.Lgs. 22.01.2004 n. 42 - D.P.R. 09.07.2010 n. 139) Prot.Arrivo N. Del Registro N. ATTENZIONE: Istanza e documentazione vanno presentate allo Sportello Unico

Dettagli

Provvedimento Paesaggistico con procedura semplificata ai sensi del D.P.R. 09.07.2010, n. 139 e dell art. 146 del D.Lgs. n. 42/2004 e s.m.i.

Provvedimento Paesaggistico con procedura semplificata ai sensi del D.P.R. 09.07.2010, n. 139 e dell art. 146 del D.Lgs. n. 42/2004 e s.m.i. AL COMUNE DI TRIUGGIO SETTORE GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PRIVATA Via V. Veneto, 15-20844 (MB) PROTOCOLLO MARCA DA BOLLO Cat. 6 Cl. 3 Fasc. P.E. n. Provvedimento Paesaggistico con procedura

Dettagli

TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE ANNO 2014

TABELLA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE ANNO 2014 TABELLA DEGLI ANNO 04 criteri di ppliczione (estrtto rt. 5ter, lett. "" del Regolmento Edilizio vigente) Ai fini del clcolo degli oneri di urbnizzzione primri e secondri, i volumi sono clcolti secondo

Dettagli

UFFICIO COMUNE DEL PAESAGGIO Comuni di Muggia e San Dorligo della Valle. SKUPNI URAD ZA KRAJINSKO NAČRTOVANJE Občin Milje in Dolina

UFFICIO COMUNE DEL PAESAGGIO Comuni di Muggia e San Dorligo della Valle. SKUPNI URAD ZA KRAJINSKO NAČRTOVANJE Občin Milje in Dolina UFFICIO COMUNE DEL PAESAGGIO Comuni di Muggia e San Dorligo della Valle SKUPNI URAD ZA KRAJINSKO NAČRTOVANJE Občin Milje in Dolina Da allegarsi alla richiesta di autorizzazione paesaggistica semplificata

Dettagli

RUBINETTI D ARRESTO DA INCASSO PER IMPIANTI IDRICI

RUBINETTI D ARRESTO DA INCASSO PER IMPIANTI IDRICI RUBINETTI D ARRESTO DA INCASSO PER IMPIANTI IDRICI PRODOTTI E SISTEMI PER L IDROTERMICA WELCO-Idro Rubinetti d rresto d incsso per impinti idrici I rubinetto d'rresto è un importnte orgno d'intercettzione

Dettagli

COMUNE DI AVIGLIANA PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI AVIGLIANA PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI AVIGLIANA PROVINCIA DI TORINO _ BOLLO ALL UFFICIO TECNICO URBANISTICA-EDILIZIA PRIVATA OGGETTO : Istanza di Autorizzazione comunale in virtù di subdelega di funzioni amministrative ai sensi dell

Dettagli

Città di Novate Milanese Provincia di Milano

Città di Novate Milanese Provincia di Milano PROTOCOLLO GENERALE Marca da Bollo PRATICA N ISTANZA DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA CON PROCEDIMENTO ORDINARIO (ai sensi dell art. 146 comma 2 D.Lgs. 42/2004) ISTANZA DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA CON

Dettagli

Numero di protocollo Marca da bollo 16,00 RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA

Numero di protocollo Marca da bollo 16,00 RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA Numero di protocollo Marca da bollo 16,00 COMUNE DI RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA Il/La sottoscritto/a ai sensi dell art. 159, comma 1 e art. 146 comma 2 del D.Lgs. n. 42/2004 Luogo e data

Dettagli

CENTRO DI RESPONSABILITA' "A"

CENTRO DI RESPONSABILITA' A PREENTIO FINANZIARIO GESTIONALE PLURIENNALE ES. 2015 2016 2017 CONSORZIO DI BONIFICA 4 CALTANISSETTA Residui ttivi presunti ll fine dell'nno in dell'nno in per l'nno 2015 Previsioni di css per l'nno 2015

Dettagli

NUMERAZIONE E BOLLATURA DEI LIBRI CONTABILI

NUMERAZIONE E BOLLATURA DEI LIBRI CONTABILI SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI ALTRE MODIFICHE RMATIVE NUMERAZIONE PROGRESSIVA ASPETTI OPERATIVI NUMERAZIONE E BOLLATURA DEI LIBRI CONTABILI Art. 8 L. 18.10.2001, n. 383 - Art. 22 D.P.R. 29.09.73, n. 600 -

Dettagli

ELENCO DEGLI INTERVENTI DELEGATI ALLE AMMINISTRAZIONI COMUNALI O UNIONI DEI COMUNI

ELENCO DEGLI INTERVENTI DELEGATI ALLE AMMINISTRAZIONI COMUNALI O UNIONI DEI COMUNI Allegato A alla Delibera G.R. n. 13/5 del 28 marzo 2012 ELENCO DEGLI INTERVENTI DELEGATI ALLE AMMINISTRAZIONI COMUNALI O UNIONI DEI COMUNI TABELLA PER ZONE URBANISTICHE Relative ai seguenti procedimenti

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA2015

CERTIFICAZIONE UNICA2015 CERTIICZIONE UNIC0 TIPO I COMUNICZIONE L SOSTITUTO nnullamento Sostituzione Cognome o enominazione Nome Telefono o fax prefisso numero Indirizzo di posta elettronica L RPPRESENTNTE TRIO ELL COMUNICZIONE

Dettagli

INCENTIVI FISCALI RISPARMIO ENERGETICO AGEVOLAZIONI FISCALI IN TERMINI DI DETRAZIONI IRPEF / IRES DEL 65%

INCENTIVI FISCALI RISPARMIO ENERGETICO AGEVOLAZIONI FISCALI IN TERMINI DI DETRAZIONI IRPEF / IRES DEL 65% INCENTIVI FISCALI RISPARMIO ENERGETICO AGEVOLAZIONI FISCALI IN TERMINI DI DETRAZIONI IRPEF / IRES DEL 65% IN COSA CONSISTE? L gevolzione consiste nel riconoscimento di detrzioni dll impost IRPEF / IRES,

Dettagli

-37 t+ -6MA62015 DELIBERAZIONE N. del Atti n. -/-

-37 t+ -6MA62015 DELIBERAZIONE N. del Atti n. -/- VIosPEoALE S^n.(GBr\R,,r,,1,,:r, ;,;;,; rr, r'-'-rr, "r,-^no -37 t+ -6MA62015 DELIBERAZIONE N. del Atti n. -/- KR/p Foglio n. 1 di 4 OGGETTO: decreto 19 mrzo 2015 - ggiornmento dell regol tecnic di prevenzione

Dettagli

COMUNE DI MASERADA SUL PIAVE SERVIZIO ATTIVITÀ EDILIZIA e-mail: tecnico.urbanistica@comune.maserada.tv.it

COMUNE DI MASERADA SUL PIAVE SERVIZIO ATTIVITÀ EDILIZIA e-mail: tecnico.urbanistica@comune.maserada.tv.it COMUNE DI MASERADA SUL PIAVE SERVIZIO ATTIVITÀ EDILIZIA e-mail: tecnico.urbanistica@comune.maserada.tv.it Marca da bollo 16,00 identificativo pratica protocollo generale data di arrivo al servizio allegati

Dettagli

DICHIARO: Di voler riscuotere il prestito: in contanti presso l Istituto di Credito che effettua il servizio di Cassa per conto dell INPDAP

DICHIARO: Di voler riscuotere il prestito: in contanti presso l Istituto di Credito che effettua il servizio di Cassa per conto dell INPDAP io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02010101 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

(Via) (nr.) (barr.) (Scala) (Piano) (int.) (Località) (CAP) (Comune) (Prov) (tel.) (Fax) (e-mail) (Foglio) (Particella) (Subalterno) CHIEDE

(Via) (nr.) (barr.) (Scala) (Piano) (int.) (Località) (CAP) (Comune) (Prov) (tel.) (Fax) (e-mail) (Foglio) (Particella) (Subalterno) CHIEDE L0175/A-0 COMUNE DI MONTEMILETTO MARCHE DA BOLLO PROVINCIA DI AVELLINO PROTOCOLLO GENERALE 14,62 Spett.le Settore/Ufficio del Comune di MONTEMILETTO Oggetto: Autorizzazione paesaggistica ai sensi del D.Lgs

Dettagli

All'Inpdap - sede di. Prov. UN PRESTITO PLURIENNALE GARANTITO. Importo richiesto:

All'Inpdap - sede di. Prov. UN PRESTITO PLURIENNALE GARANTITO. Importo richiesto: io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Io sottoscritto/ Cod. 02020101 Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

Sistemi di fissaggio Knauf 07/2011. Sistemi di fissagio Knauf. Fissaggio semplice di carichi perpendicolari

Sistemi di fissaggio Knauf 07/2011. Sistemi di fissagio Knauf. Fissaggio semplice di carichi perpendicolari Sistemi i fissaggio Knauf 07/2011 Sistemi i fissagio Knauf Fissaggio sempice i carichi perpenicoari Cucine Forster Sistemi i fissaggio Knauf quari e scaffai Questo opuscoo iustra come fissare iversi carichi

Dettagli

DUOSTEEL GD. Canne Fumarie Doppia Parete Grandi Diametri Coibentazione 50 mm. Canne fumarie in acciaio Inox

DUOSTEEL GD. Canne Fumarie Doppia Parete Grandi Diametri Coibentazione 50 mm. Canne fumarie in acciaio Inox Cnne Fumrie Doppi Prete Grndi Dimetri Coientzione 50 mm Cnne fumrie in cciio Inox Cnne fumrie Doppi Prete Grndi Dimetri INDICE 1 Elemento diritto mm 500... pg. 3 2 Elemento diritto mm 1000... pg. 3 3 Elemento

Dettagli

Allegato 1 RELAZIONE TECNICA RELATIVA ALLE FASI DI CANTIERIZZAZIONE

Allegato 1 RELAZIONE TECNICA RELATIVA ALLE FASI DI CANTIERIZZAZIONE - Progettzione impinti recupero e smltimento rifiuti - Consulenz mbientle - Sviluppo prtiche utorizztive - Prtiche Albo Gestori Rifiuti - Perizie Tecniche utomezzi - Consulenz A.D.R., Sicurezz sul lvoro,

Dettagli

ALLEGATO A - IL REGIME DELLE AUTORIZZAZIONI -

ALLEGATO A - IL REGIME DELLE AUTORIZZAZIONI - ALLEGATO A - IL REGIME DELLE AUTORIZZAZIONI - Intervento Manutenzione ordinaria (articolo 6, comma 1, lettera a: articolo 3, comma 1, lettera a) Libero Titolo Eliminazione di barriere architettoniche che

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA2015

CERTIFICAZIONE UNICA2015 CERTIICZIONE UNIC05 CERTIICZIONE I CUI LL RT. 4, COMMI 6-ter e 6-quater, EL.P.R. LUGLIO 998, n., RELTIV LL NNO 04 TI NGRICI TI RELTIVI L TORE I LVORO, ENTE PENSIONISTICO O LTRO SOSTITUTO IMPOST TI RELTIVI

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015

BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015 BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015 Art. 1 - FINALITA E OGGETTO Il presente ndo disciplin le modlità per l'ssegnzione

Dettagli

LE RETTIFICHE DI STORNO

LE RETTIFICHE DI STORNO Cpitolo 11 LE RETTIFICHE DI STORNO cur di Alfredo Vignò Le scritture di rettific di fine esercizio Sono composte l termine del periodo mministrtivo per inserire nel sistem vlori stimti e congetturti di

Dettagli

lotto di terreno strade, corsi d acqua territorio aperto

lotto di terreno strade, corsi d acqua territorio aperto PROTOCOLLO GENERALE Comune di Faenza RELAZIONE PAESAGGISTICA SEMPLIFICATA (1) SCHEDA PER LA PRESENTAZIONE DELLA RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA PER LE OPERE IL CUI IMPATTO PAESAGGISTICO E VALUTATO

Dettagli

COMMERCIO PRODOTTI PER MEZZO DI APPARECCHI AUTOMATICI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA'

COMMERCIO PRODOTTI PER MEZZO DI APPARECCHI AUTOMATICI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' COM 5 EMII-ROMGN COMMERCIO PRODOTTI PER MEZZO DI PPRECCHI UTOMTICI SEGNZIONE CERTIFICT DI INIZIO TTIVIT' COMUNE DI i sensi del D.gs 114/1998 (artt. 17 e 26 comma 5). Il sottoscritto Cognome......... Nome........

Dettagli

www.osram.it/lampadeled La luce LED incontra le tue esigenze Scopri la nuova gamma delle lampade LED OSRAM La luce è OSRAM

www.osram.it/lampadeled La luce LED incontra le tue esigenze Scopri la nuova gamma delle lampade LED OSRAM La luce è OSRAM www.osram.it/ampaee La uce LED incontra e tue esigenze Scopri a nuova gamma ee ampae LED OSRAM La uce è OSRAM Lampae LED OSRAM Innovazione & tren Una nuova gamma i prootti: tutti i vantaggi concreti ea

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA2016

CERTIFICAZIONE UNICA2016 CERTIICZIONE UNIC201 CERTIICZIONE I CUI LL RT., COMMI -ter e -quater, EL.P.R. 22 LUGLIO 1998, n. 322, RELTIV LL NNO TI NGRICI fiscale Cognome o enominazione Nome 1 2 3 TI RELTIVI L TORE I LVORO, ENTE PENSIONISTICO

Dettagli

TIPOLOGIA INTERVENTO TITOLO ABILITATIVO RIFERIMENTO NORMATIVO DESCRIZIONE INTERVENTO COSTI. D.P.R. 380/01 art. 6 modificato dall'art. 5 L.

TIPOLOGIA INTERVENTO TITOLO ABILITATIVO RIFERIMENTO NORMATIVO DESCRIZIONE INTERVENTO COSTI. D.P.R. 380/01 art. 6 modificato dall'art. 5 L. TIPOLOGIA INTERVENTO TITOLO ABILITATIVO RIFERIMENTO NORMATIVO DESCRIZIONE INTERVENTO COSTI ordinaria manutenzione D.P.R. 380/01 art. 6 e L.R. 12/05 art. 27 gli interventi edilizi che riguardano le opere

Dettagli

ALLEGATO A CANONI, TARIFFE E PENALITA

ALLEGATO A CANONI, TARIFFE E PENALITA CONCESSIONE DI SERVIZI PER LA GESTIONE INTEGRALE DEL CIMITERO COMUNALE E LAVORI ACCESSORI 2014/2043 ALLEGATO A CANONI, TARIFFE E PENALITA 1. CANONI CONCESSIONE SEPOLTURE... 2 2. TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI...

Dettagli

INFORMAZIONI AL CONSUMATORE SUI PREZZI DEI CARBURANTI INDICAZIONI OPERATIVE + FORMULARIO

INFORMAZIONI AL CONSUMATORE SUI PREZZI DEI CARBURANTI INDICAZIONI OPERATIVE + FORMULARIO COMUNE DI CESENA COMUNE DI MONTIANO Corpo Intercomunle di Polizi Municiple Reprto Tutel del Consumtore e del Territorio Nucleo Polizi Commercile e Annonri Corso Cvour n. 103-47521 Cesen - Tel: 0547.354811

Dettagli

Siano α(x), β(x) due funzioni continue in un intervallo [a, b] IR tali che. α(x) β(x).

Siano α(x), β(x) due funzioni continue in un intervallo [a, b] IR tali che. α(x) β(x). OMINI NORMALI. efinizione Sino α(), β() due funzioni continue in un intervllo [, b] IR tli che L insieme del pino (figur 5. pg. ) α() β(). = {(, ) [, b] IR : α() β()} si chim dominio normle rispetto ll

Dettagli

COMUNE DI FERRARA ATTI DELLA GIUNTA. Verbale n 14. Prot. Gen.le n 8186. Seduta del giorno di Martedì 8 Febbraio 2011 (Ore 9,00)

COMUNE DI FERRARA ATTI DELLA GIUNTA. Verbale n 14. Prot. Gen.le n 8186. Seduta del giorno di Martedì 8 Febbraio 2011 (Ore 9,00) Verbale n 14 Prot. Gen.le n 8186 COMUNE DI FERRR TTI DELL GIUNT Seduta del giorno di Martedì 8 Febbraio 2011 (Ore 9,00) Sono intervenuti i Signori: MSSIMO MISTO DENN MRESCOTTI LUCINO MSIERI ROSSELL ZDRO

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Emana il seguente regolamento:

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Emana il seguente regolamento: SCHEMA DI DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA CONCERNENTE REGOLAMENTO DI MODIFICA DEL DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 9 LUGLIO 2010, N. 139, RECANTE PROCEDIMENTO SEMPLIFICATO DI AUTORIZZAZIONE

Dettagli

SPECIALE STRESS LAVORO-CORRELATO

SPECIALE STRESS LAVORO-CORRELATO SPECIALE STRESS LAVORO-CORRELATO MINI GUIDA ALLA VALUTAZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO Ambiente & Sicurezza sul Lavoro Pubblicazione iscritta al N. 485/85 el 29-10-1985 el Registro ella Stampa presso il Tribunale

Dettagli

Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 6 luglio 2011, n. 155. [Preambolo]

Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 6 luglio 2011, n. 155. [Preambolo] www.soluzioni24fisco.ilsole24ore.com Decreto legge 6 luglio 2011, n. 98 Gzzett Ufficile Repubblic Itlin 6 luglio 2011, n. 155 Disposizioni urgenti per l stbilizzzione finnziri. [Mnovr d'estte 2011] Convertito

Dettagli

RELAZIONE ASSEVERATA DEL PROGETTISTA resa ai sensi dell articolo 26, comma 1, della Legge Regionale 11.11.2009, n 19 Codice Regionale dell Edilizia

RELAZIONE ASSEVERATA DEL PROGETTISTA resa ai sensi dell articolo 26, comma 1, della Legge Regionale 11.11.2009, n 19 Codice Regionale dell Edilizia RELAZIONE ASSEVERATA DEL PROGETTISTA resa ai sensi dell articolo 26, comma 1, della Legge Regionale 11.11.2009, n 19 Codice Regionale dell Edilizia Il sottoscritto cognome e nome nato/a a provincia il

Dettagli

DUOSTEEL 25. Canne Fumarie Doppia Parete Coibentazione 25 mm. Canne fumarie in acciaio Inox

DUOSTEEL 25. Canne Fumarie Doppia Parete Coibentazione 25 mm. Canne fumarie in acciaio Inox Cnne Fumrie Doppi Prete Coibentzione 25 mm Cnne fumrie in cciio Inox CERTIFICAZIONI Cnne fumrie Doppi Prete INDICE 1 Elemento diritto mm 250... pg. 4 2 Elemento diritto mm 500... pg. 4 3 Elemento dritto

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO. RIQUALIFICAZIONE VIABILISTICA SEDI STRADALI DI MACHERIO E BAREGGIA (ai sensi dell art. 17 del D.P.R. 5 ottobre 2010, n.

PROGETTO ESECUTIVO. RIQUALIFICAZIONE VIABILISTICA SEDI STRADALI DI MACHERIO E BAREGGIA (ai sensi dell art. 17 del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. Comune di Mcherio Provinci di Monz e Brinz Allegto 3 PROGETTO ESECUTIVO RIQUALIFICAZIONE VIABILISTICA SEDI STRADALI DI MACHERIO E BAREGGIA (i sensi dell rt. 17 del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207) ELENCO

Dettagli

Lo diceva Douglas Adams ;) adesso è tempo di sofware libero

Lo diceva Douglas Adams ;) adesso è tempo di sofware libero Lo dicev Dougls Adms ;) desso è tempo di sofwre libero fvi (dot) mrzno (t) gmil (dot) com htps://ilnuovomondodiglte.fles.wordpress.com/2009/03/clessidr.jpg?w=461 L nostr btgli? Direi di no htps://encrypted-tbn0.gsttc.com/imges?q=tbn:and9gcr_ix0vzdxuon79_kcwvjbuvfidnritewyimyd56ppaloe6lsh4

Dettagli

COMUNE DI NUVOLENTO. Provincia di Brescia

COMUNE DI NUVOLENTO. Provincia di Brescia COMUNE DI NUVOLENTO Provinci di Bresci DOMANDA PER LA PARTECIPAZIONE AL BANDO PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER L ASSEGNAZIONE DI MINI ALLOGGI PROTETTI PRESSO IL CENTRO DIURNO IN VIA VITTORIO EMANUALE

Dettagli

io chiedo la pensione di vecchiaia

io chiedo la pensione di vecchiaia io chiedo l pensione di vecchii PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp sede di 01010101 Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

ALLEGATO A) Disciplinare del Fondo per la Progettazione degli Interventi Strategici

ALLEGATO A) Disciplinare del Fondo per la Progettazione degli Interventi Strategici ALLEGATO A) Disciplinre del Fondo per l Progettzione degli Interventi Strtegici 1. Finlità del fondo Al fine di rzionlizzre e ccelerre l spes per investimenti pubblici, con prticolre rigurdo ll relizzzione

Dettagli

DEBITI VERSO BANCHE 1 PREMESSA 2 CONTENUTO DELLA VOCE. Passivo SP D.4. Prassi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 2.

DEBITI VERSO BANCHE 1 PREMESSA 2 CONTENUTO DELLA VOCE. Passivo SP D.4. Prassi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 2. Cp. 49 - Debiti verso bnche 49 DEBITI VERSO BANCHE Pssivo SP D.4 Prssi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 1 PREMESSA I debiti verso bnche ricomprendono tutti quei debiti in cui l controprte è un

Dettagli

La solarità nelle varie zone italiane per il fotovoltaico

La solarità nelle varie zone italiane per il fotovoltaico Energia e Ambiente La soarità nee varie zone itaiane per i fotovotaico Modena 5 marzo 2008 Gianni Leanza Energia e Ambiente QUANTA ENERGIA ARRIVA DAL SOLE? Da Soe, si iberano enormi quantità di energia

Dettagli

Gestione economico aziendale

Gestione economico aziendale Gestione economico azienale La ue iligence fiscale i Marco Capra e Massimo Buongiorno Con il presente lavoro inauguriamo gli approfonimenti in orine ai ifferenti aspetti ella ue iligence. Come già esposto

Dettagli

Transazioni al di fuori della normale gestione. Emissione del Prestito Obbligazionario 02/11/2010. Analisi della trasparenza Giovanni Andrea Toselli

Transazioni al di fuori della normale gestione. Emissione del Prestito Obbligazionario 02/11/2010. Analisi della trasparenza Giovanni Andrea Toselli Università degli studi di Pvi Fcoltà di Economi.. 2010-20112011 Sezione 26 Anlisi dell trsprenz Giovnni Andre Toselli 1 Sezione 26 Trnszioni l di fuori dell normle gestione Operzioni sull struttur finnziri

Dettagli

l agenzia in f orma LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO aggiornamento

l agenzia in f orma LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO aggiornamento l genzi ggiornmento 2009 in f orm LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO l genzi in f orm ggiornmento 2009 LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO INDICE INTRODUZIONE 5 1. L AGEVOLAZIONE

Dettagli

A-1) VALORI DI COSTRUZIONI GENERALMENTE CLASSATE IN CAT.RIE D/1, D/7 e D/8.

A-1) VALORI DI COSTRUZIONI GENERALMENTE CLASSATE IN CAT.RIE D/1, D/7 e D/8. VALORI TABELLARI DA UTILIZZARSI PER LE STIME DI UNITA IMMOBILIARI RIENTRANTI NELLE CATEGORIE A DESTINAZIONE SPECIALE O PARTICOLARE PER LA PROVINCIA DI VERONA. (VALORI DI COSTRUZIONE A NUOVO RIFERITI AL

Dettagli

C O M U N E di M O Z Z O Provincia di Bergamo

C O M U N E di M O Z Z O Provincia di Bergamo C O M U N E di M O Z Z O Provinci di Bergmo ORIGIN DELIBERAZIONE N. 76 VERB DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUN OGGETTO: Impost comunle pubblicit' e pubbliche ffissioni - Anno 2015- Approvzione triffe.

Dettagli

[Preambolo] Livellamento remunerativo Italia-Europa

[Preambolo] Livellamento remunerativo Italia-Europa Decreto legge 6 luglio 2011, n. 98 Gzzett Ufficile 6 luglio 2011, n. 155 Disposizioni urgenti per l stbilizzzione finnziri. Convertito in legge, con modificzioni, dll'rt.1 L. 15.07.2011, n.111 con decorrenz

Dettagli

Scala di sicurezza, Palazzo della Ragione, Milano

Scala di sicurezza, Palazzo della Ragione, Milano Scl di sicurezz, Plzzo dell Rgione, Milno Er importnte che l scl fosse progettt in modo d essere legger, trsprente e visivmente utonom rispetto l contesto storico. In seguito ll intervento di conservzione

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA2015

CERTIFICAZIONE UNICA2015 CERTIICZIONE UNIC0 CERTIICZIONE I CUI LL RT. 4, COMMI 6-ter e 6-quater, EL.P.R. LUGLIO 8, n., RELTIV LL NNO 04 TI NGRICI TI RELTIVI L TORE I LVORO, ENTE PENSIONISTICO O LTRO SOSTITUTO IMPOST TI RELTIVI

Dettagli

All'Inpdap sede di. Prov. CHIEDO LA PENSIONE DI VECCHIAIA DA COMPILARE SE IL RICHIEDENTE OPTA PER LA LIQUIDAZIONE IN FORMA CONTRIBUTIVA

All'Inpdap sede di. Prov. CHIEDO LA PENSIONE DI VECCHIAIA DA COMPILARE SE IL RICHIEDENTE OPTA PER LA LIQUIDAZIONE IN FORMA CONTRIBUTIVA io chiedo l pensione di vecchii P R O T O C O L L O I N P D A P All'Inpdp sede di 0 1 0 1 0 1 0 1 Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento.

Dettagli

Università di Pisa Dipartimento di Economia e Management Anno accademico 2012-2013. Consiglio del 22/02/2013 Indice

Università di Pisa Dipartimento di Economia e Management Anno accademico 2012-2013. Consiglio del 22/02/2013 Indice Anno ccdemico 212-213 Consiglio del 22/2/213 Indice 1.1 - Approvzione verble dell sedut del 3/1/213... 5 2.1 - Comuniczioni... 5 3.1 - Rtific provvedimento d urgenz n. 4 del 12/2/213: rinnovo ssegno di

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Testo coordinto D.Lgs. 192/2005 DECRETO LEGISLATIVO 19 gosto 2005, n. 192: "Attuzione dell direttiv 2002/91/CE reltiv l rendimento energetico nell edilizi" Coordinto con il Decreto Legisltivo 29 dicembre

Dettagli

A Ftn,aEtE. PQArcQA architettura ecologica e risparmio energetico www. prooere, it info@prooere,it pag. I. Coso unifomigliare a Givoletto (TO)

A Ftn,aEtE. PQArcQA architettura ecologica e risparmio energetico www. prooere, it info@prooere,it pag. I. Coso unifomigliare a Givoletto (TO) A Ftn,EtE Edif izio ecologico ed o bosso consumo energetico Coso unifomiglire Givoletto (TO) P r ogett zione b iocf imotico ed orch ítettonico, direzíone lovori: Tng. Clemente Rebor - ProAere - Avigliono

Dettagli

Da 9.500,01 a 15.000,00 > 15.000,01 9.500,00 COSTO PASTO 1,15 2,30 3,45 4,60

Da 9.500,01 a 15.000,00 > 15.000,01 9.500,00 COSTO PASTO 1,15 2,30 3,45 4,60 Per l Anno Scolstico 2015/2016 l Deliber di Giunt Comunle n.25 del 16.04.2015 d oggetto: Determinzione dei criteri e ppliczione delle triffe dei servizi comunli introitti dl Comune nno 2015. Ricognizione

Dettagli

Pareti verticali Cappotto esterno

Pareti verticali Cappotto esterno Preti verticli Cppotto esterno L isolmento termico dei fbbricti dll esterno, comunemente detto cppotto, h vuto le sue prime ppliczioni lcuni decenni f e ncor oggi costituisce uno dei sistemi di isolmento

Dettagli

Bollo. Protocollo. Al Sig. SINDACO del Comune di 12030 GAMBASCA

Bollo. Protocollo. Al Sig. SINDACO del Comune di 12030 GAMBASCA (la compilazione del presente modulo potrà avvenire a mano o con sistema informatico, ma nel secondo caso dovranno essere visibili le modificazioni apportate) Bollo Protocollo Al Sig. SINDACO del Comune

Dettagli

DPR del 09.07.2010, n. 139 (G.U. 26.08.2010, n. 199)

DPR del 09.07.2010, n. 139 (G.U. 26.08.2010, n. 199) SCHEDA PER LA PRESENTAZIONE DELLA RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA PER LE OPERE IL CUI IMPATTO PAESAGGISTICO È VALUTATO MEDIANTE UNA DOCUMENTAZIONE SEMPLIFICATA DPR del 09.07.2010, n. 139 (G.U.

Dettagli

Parco Nazionale Arcipelago Toscano

Parco Nazionale Arcipelago Toscano Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Parco Nazionale Arcipelago Toscano ALLEGATO ALLA DELIBERA DI CONSIGLIO DIRETTIVO N. 27 DEL 12.07.2010 LINEE GUIDA PER L'ISTRUTTORIA DELLE

Dettagli

SICUREZZA ELETTRICA: LE NOVITÀ PER IL DATORE DI LAVORO SUGLI IMPIANTI E SULLE APPARECCHIATURE

SICUREZZA ELETTRICA: LE NOVITÀ PER IL DATORE DI LAVORO SUGLI IMPIANTI E SULLE APPARECCHIATURE Focus TU Articoo SICUREZZA ELETTRICA: LE NOVITÀ PER IL DATORE DI LAVORO SUGLI IMPIANTI E SULLE APPARECCHIATURE di Fausto Di Tosto, primo tecnoogo, Sezione Impianti e apparecchiature eettriche - ISPESL

Dettagli

PROBLEMATICHE LEGATE ALL ENERGIA

PROBLEMATICHE LEGATE ALL ENERGIA Fcoltà di Architettur Ing. Luc Srto Le regole per l efficienz l energetic livello nzionle e l più recente disciplin dell Regione Lombrdi. L certificzione energetic degli edifici: stto dell rte e prospettive

Dettagli

Sportello unico per l edilizia COMUNE DI THIENE TIMBRO DEL PROTOCOLLO DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA'

Sportello unico per l edilizia COMUNE DI THIENE TIMBRO DEL PROTOCOLLO DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA' responsabe del procedimento: Sportello unico per l edizia COMUNE DI THIENE TIMBRO DEL PROTOCOLLO responsabe dell istruttoria: protocollo particolare n DENUNCI DI INIZIO TTIVIT' i sensi dell'art. del D.lgs.

Dettagli

Formule specifiche per la determinazione dellavviamento nei trasferimenti dazienda di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre

Formule specifiche per la determinazione dellavviamento nei trasferimenti dazienda di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Formule specifiche per la eterminazione ellavviamento nei trasferimenti aziena i Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Lavviamento ha sempre costituito una fonte i controversie tra orientamento giurispruenziale,

Dettagli

Calcolo del costo unitario FASE 1

Calcolo del costo unitario FASE 1 ESERCIZIO Definizione el pino ei entri i osto e eterminzione el osto unitrio i prootto Clolo el osto unitrio FASE 1 Azien i prouzione: proue i eni,,, Il proesso prouttivo prevee 3 fsi o proessi prinipli:

Dettagli

l agenzia in f orma LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

l agenzia in f orma LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO l genzi ggiornmento 2009 in f orm LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO AIORNATA CON IL D.L. N. 185/2008 E DECRETO DEL MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DEL 6 AGOSTO 2009 l genzi in

Dettagli

Guida alle agevolazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica. - Luglio 2009 -

Guida alle agevolazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica. - Luglio 2009 - Guid lle gevolzioni fiscli per gli interventi di riqulificzione energetic - Appendice Guid lle gevolzioni fiscli per gli interventi di riqulificzione energetic - Luglio 2009 - APPENDICE Normtiv di legge,

Dettagli

Diffrazione & struttura

Diffrazione & struttura Cimi fisi ei mterii Diffrzione & struttur Sergio Brutti Pini retiori prei Consierimo un generio pino retiore in un risto. Su te pino gie un motivo tomio (bse) regore e biimensione Te motivo srà ientio

Dettagli

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Automazione INFORMATICA INDUSTRIALE Appello COGNOME E NOME. 11 febbraio 2008 RIGA COLONNA MATRICOLA

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Automazione INFORMATICA INDUSTRIALE Appello COGNOME E NOME. 11 febbraio 2008 RIGA COLONNA MATRICOLA Politecnico i Milno Fcoltà i Ingegneri ell Automzione INFORMATICA INDUSTRIALE Appello COGNOME E NOME ebbrio 2008 RIGA COLONNA MATRICOLA Il presente plico pinzto, composto i quttro ogli (ronte/retro)eve

Dettagli

All'Inpdap - sede di. Prov.

All'Inpdap - sede di. Prov. io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02040801 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

SERVIZIO DISTRIBUZIONE GAS METANO PREZZARIO DELLE ATTIVITA' ACCESSORIE

SERVIZIO DISTRIBUZIONE GAS METANO PREZZARIO DELLE ATTIVITA' ACCESSORIE SERVIZIO DISTRIBUZIONE GAS METANO PREZZARIO DELLE ATTIVITA' ACCESSORIE PERIODO DI VALIDITA' I corrispettivi indicti nel presente prezzrio si intendono vlidi nel periodo dl 1 Gennio 2009 l 31 Dicemre 2009

Dettagli

SPESE LEGALI A CARICO DELLA PARTE SOCCOMBENTE

SPESE LEGALI A CARICO DELLA PARTE SOCCOMBENTE SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI PAGAMENTO DELLE SPESE LEGALI A CURA DELLA PARTE VINCITRICE E SUCCESSIVO RIMBORSO DAL SOCCOMBENTE DISTRAZIONE DELLE SPESE DIRET- TAMENTE ALLA PARTE SOCCOM- BENTE SPESE LEGALI

Dettagli

16,00 del Comune di. a il e residente in. n., codice fiscale. fax, cell., e-mail, e-mail P.E.C.,

16,00 del Comune di. a il e residente in. n., codice fiscale. fax, cell., e-mail, e-mail P.E.C., marca da bollo Al SETTORE TECNICO 16,00 del Comune di OGGETTO: Domanda di autorizzazione paesaggistica (semplificata) ai sensi dell art. 146 del D.Lgs. 22.01.2004 n. 42 e dell art. 2 del D.P.R. 09.07.2010

Dettagli

TITOLO I Principi generali. Art. 1 (Finalità)

TITOLO I Principi generali. Art. 1 (Finalità) Decreto legisltivo 19 gosto 2005, n. 192, Attuzione dell direttiv 2002/91/CE sul rendimento energetico in edilizi integrto con il Decreto legisltivo 29 dicembre 2006, n. 311, Disposizioni correttive ed

Dettagli

La redazione del primo bilancio d esercizio successivo alla trasformazione di una società di persone in società di capitali di Fabio Giommoni *

La redazione del primo bilancio d esercizio successivo alla trasformazione di una società di persone in società di capitali di Fabio Giommoni * La reazione el primo bilancio esercizio successivo alla trasformazione i una società i persone in società i capitali i Fabio Giommoni * La reazione el bilancio esercizio a parte i una società i capitali

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI 2014 COME OTTENERE GLI INCENTIVI SUGLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

DETRAZIONI FISCALI 2014 COME OTTENERE GLI INCENTIVI SUGLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI DETRAZIONI FISCALI 2014 COME OTTENERE GLI INCENTIVI SUGLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI 2 INTRODUZIONE Le detrzioni fiscli previste dll Legge di Stbilità 2014 L Legge di Stbilità

Dettagli

CIRCOLARE n. 1/2010 - Prot. n. 2010/4391

CIRCOLARE n. 1/2010 - Prot. n. 2010/4391 FONDO DI PREVIDENZA PER IL PERSONALE DEL MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE SETTORE FINANZE (www.fondoprevidenzfinnze.it) Vi Luigi Ziliotto, 31-00143 Rom (tel. 065439311; fx n. 065413684) CIRCOLARE

Dettagli

Il residente a in via n. CAP Codice Fiscale telefono. PEC o mail

Il residente a in via n. CAP Codice Fiscale telefono. PEC o mail COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO AREA TECNICA - SETTORE URBANISTICA Piazza Carlo Alberto, 48-37067 Valeggio sul Mincio (VR) Tel. 045/6339842-814 Fax 045/6370290 mail: anna.grazi@comune.valeggiosulmincio.vr.it

Dettagli

All'Inpdap - sede di. Prov.

All'Inpdap - sede di. Prov. io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02041001 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

COMUNE DI MALCESINE aggiornato a dicembre 2015

COMUNE DI MALCESINE aggiornato a dicembre 2015 COMUNE DI MALCESINE aggiornato a dicembre 2015 Si evidenzia che: PRONTUARIO DEGLI INTERVENTI EDILIZI E DEI TITOLI ABILITATIVI - Tutte le modifiche dell aspetto esteriore dello stato dei luoghi necessitano

Dettagli

Automobile Club d'italia

Automobile Club d'italia Automobile Club d'itli SCHDA DI SINTSI MODALITA' DI AUTNTICA PRMSSA L'rt. 7 L. 24812006 non specific le modlit8 d seguire per I'utentic delle sottoscrizioni, né richim lcun disciplin già esistente, qule

Dettagli

Testo coordinato del D.Lgs. n. 192/05. con tutte le modifiche legislative fino al Decreto rinnovabili (decreto 3.3.2011, n. 28)

Testo coordinato del D.Lgs. n. 192/05. con tutte le modifiche legislative fino al Decreto rinnovabili (decreto 3.3.2011, n. 28) Testo coordinto del D.Lgs. n. 192/05 con tutte le modifiche legisltive fino l Decreto rinnovbili (decreto 3.3.2011, n. 28) Copyright EDILCLIMA S.r.l. 2012 Vi Vivldi 7 28021 Borgomnero (NO) Tel. 0322.835816

Dettagli

LICEO STATALE "G. MAZZINI" 19122 LA SPEZIA (SP)

LICEO STATALE G. MAZZINI 19122 LA SPEZIA (SP) Esercizio finnzirio 22 Mod. N (rt. 19) RIEPILOGO ENTRATE Aggr. Voce Progrm mzione definitiv ccertte riscosse riscuotere Inizili (*) Riscossi riscuotere Sottovoce Avnzo di mministrzione utilizzto 104.893,29

Dettagli

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov.

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov. io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02010101 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di Primo Grado Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno...

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di Primo Grado Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno... VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA Suol Seonri i Primo Gro Clsse Prim Suol..........................................................................................................................................

Dettagli

FONDO DI PREVIDENZA PER IL PERSONALE DEL MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE. CIRCOLARE n. 1/2013

FONDO DI PREVIDENZA PER IL PERSONALE DEL MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE. CIRCOLARE n. 1/2013 Fondo di previdenz per il personle del Ministero dell Economi e delle Finnze - Circolre n. 1/2013 Prot. 2013/0006097 del 04/02/2013 1 FONDO DI PREVIDENZA PER IL PERSONALE DEL MINISTERO DELL ECONOMIA E

Dettagli

RICONFERMA DEI VINCOLI COMUNE DI MUGGIA. Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

RICONFERMA DEI VINCOLI COMUNE DI MUGGIA. Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Regione utonom Friuli Venezi Giuli Provinci di Trieste OMUNE DI MUGGI P.R.G.. Vrinte Generle n 15 in seguito ll decdenz dei vincoli preordinti ll esproprio, di cui ll rt. 36 dell L.52/91 prile 2001 Elborzione

Dettagli

Adempimenti e procedure

Adempimenti e procedure Aempimenti e proceure Fusioni i società: semplificazioni e aempimenti pratici i Roberto Moro Visconti * Il D.Lgs. n.123/12 (in G.U. n.180 el 3 agosto 2012) ha previsto una serie i semplificazioni proceurali

Dettagli