COMUNE DI TRICASE Provincia di Lecce

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI TRICASE Provincia di Lecce"

Transcript

1 COMUNE DI TRICASE Provincia di Lecce Settore Ambiente, SIT, Espropriazioni, Manutenzioni, Energia Piazza Pisanelli Tricase Tel Fax AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEI CIMITERI COMUNALI DEL CAPOLUOGO E DELLE FRAZIONI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO All. 3 Tricase, lì 20 ottobre 2011 Il Responsabile del Settore Ing. Guido Girasoli

2 INDICE AVVERTENZA... 3 CAPO I - NORME GENERALI ART OGGETTO DELL APPALTO... 3 ART CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO... 3 ART SERVIZI IN APPALTO... 4 ART OSSERVANZA DI NORME E REGOLAMENTI... 4 ART SERVIZI COMPLEMENTARI E AGGIUNTIVI... 5 ART CONSISTENZA AREA CIMITERIALE E QUANTIFICAZIONE DELLE PRESTAZIONI... 5 ART INIZIO DEL SERVIZIO E DURATA DELL APPALTO... 6 ART AMMONTARE DEL SERVIZIO... 6 ART REQUISITI DI PARTECIPAZIONE... 7 ART OBBLIGO DI SOPRALLUOGO... 8 ART PROCEDURA DI GARA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE... 9 ART MODALITA DI PAGAMENTO... 9 ART ANTICIPAZIONI... 9 ART REVISIONE DEL CANONE... 9 ART SUB-APPALTO ART OBBLIGHI E RESPONSABILITA DELL APPALTATORE ART NOMINA DIRETTORE TECNICO ART PERSONALE IMPIEGATO NEI SERVIZI IN APPALTO ART MANSIONI DEL PERSONALE IN SERVIZIO ART REPERIBILITA STRAORDINARIA ART ONERI E SPESE A CARICO DELL AFFIDATARIO DEI SERVIZI ART SICUREZZA SUL LAVORO ART FORME DI COLLABORAZIONE ART ATTREZZATURE E LOCALI ALL INTERNO DEL CIMITERO ART UTENZE CIMITERIALI CAPO II - NORME TECNICHE DI CUSTODIA, MANUTENZIONE E PULIZIA ART SERVIZIO DI CUSTODIA E SORVEGLIANZA DEL CIMITERO ART PULIZIA DEI CIMITERI ART MANUTENZIONE DEL VERDE ART MANUTENZIONE ORDINARIA DEL CIMITERO CAPO III - NORME TECNICHE GESTIONE OPERAZIONI CIMITERIALI ART TENUTA DEI REGISTRI CIMITERIALI E RAPPORTI CON L UTENZA ART NORME GENERALI PER INUMAZIONI, TUMULAZIONI, ESUMAZIONI, ESTUMULAZIONI ART MATERIALI E ATTREZZATURE ART INUMAZIONE IN CAMPO COMUNE ART ESUMAZIONE ORDINARIA DA CAMPO COMUNE ART ESUMAZIONE CON RICOMPOSIZIONE RESTI MORTALI ART ESUMAZIONE CON IMPOSSIBILITA DI PROCEDERE PER INCOMPLETA MINERALIZZAZIONE ART ESUMAZIONE STRAORDINARIA ART TUMULAZIONE DI SALME IN LOCULI ART TUMULAZIONE DI SALME IN TOMBE - DI FAMIGLIA O ASSOCIAZIONI - INTERRATE ART TUMULAZIONE IN CAPPELLA PRIVATA ART TUMULAZIONE RESTI O CENERI IN CELLETTE ART ESTUMULAZIONI ORDINARIE DA LOCULO

3 ART ESTUMULAZIONE CON IMPOSSIBILITA DI PROCEDERE PER INCOMPLETA MINERALIZZAZIONE ART ESTUMULAZIONE DI SALME IN TOMBE DI FAMIGLIA INTERRATE ART ESTUMULAZIONE IN CAPPELLA PRIVATA ART TRASLAZIONE DI FERETRI DA LOCULO AD ALTRO LOCULO O CAPPELLA ART RICOGNIZIONE DI LOCULO ART RISANAMENTO DI LOCULI E TOMBE PER ROTTURA CASSE ART RACCOLTA E SMALTIMENTO RIFIUTI CIMITERIALI CAPO IV - VIGILANZA E ONERI E OBBLIGHI DIVERSI ART VIGILANZA, CONTROLLO E DIRETTIVE DELL' AMMINISTRAZIONE COMUNALE ART GARANZIE ART PENALITA ART CESSIONE DEL CREDITO ART CESSIONE DEL CONTRATTO ART ESECUZIONE D UFFICIO ART RISOLUZIONE DEL CONTRATTO ART RECESSO DEL CONTRATTO ART RISCHI LEGATI ALL ESECUZIONE DEI SERVIZI E COPERTURA ASSICURATIVA ART CONTROVERSIE ART SPESE ART TUTELA DELLA PRIVACY E RISERVATEZZA

4 AVVERTENZA Tutto quanto di seguito riportato è da intendesi riferito sia ai cimiteri del Capoluogo che ai cimiteri delle frazioni di Depressa e Lucugnano, anche laddove sia scritto, genericamente, "il cimitero". Ove dovessero rilevarsi incongruenze fra quanto riportato nel presente Capitolato e negli altri allegati progettuali relativi all'appalto, prevarrà la formulazione più favorevole all'amministrazione Comunale. CAPO I NORME GENERALI ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato d oneri ha per oggetto l affidamento del servizio di gestione dei cimiteri del Comune di Tricase, comprendente i servizi cimiteriali di tumulazione, estumulazione, esumazione, inumazione e traslazione nonché la guardiania e la manutenzione ordinaria dei cimiteri. ART. 2 - CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO I servizi oggetto del presente appalto sono da considerarsi ad ogni effetto servizi pubblici, costituiscono attività di pubblico interesse sottoposti alla normativa vigente (D.Lgs. 267/2000), come tali per nessuna ragione potranno essere sospesi od abbandonati, salvo scioperi od altri casi di forza maggiore previsti per legge; in caso di sciopero dovrà essere data tempestiva comunicazione, anche telefonica, alle Amministrazioni comunali per consentire eventuali interventi sostitutivi. Non saranno considerati causa di forza maggiore, e quindi saranno sanzionabili ai sensi del presente capitolato, gli scioperi del personale dipendenti da cause direttamente imputabili alla ditta appaltatrice quali, a titolo di esempio, la ritardata o mancata corresponsione delle retribuzioni o il mancato rispetto di quanto disposto dal C.C.N.L. L appaltatore è tenuto all osservanza di tutte le leggi e le disposizioni vigenti e future in materia, sia a livello nazionale che regionale, nonché dei Regolamenti Comunali per il servizio in esame e sue successive modifiche ed integrazioni. In caso di abbandono o sospensione ed in genere per ogni inosservanza degli obblighi e delle condizioni del presente Capitolato, le Amministrazioni Comunali potranno sostituirsi senza formalità di sorta all impresa Appaltatrice per l esecuzione d ufficio del servizio, con rivalsa delle spese sulla stessa, e ciò indipendentemente dalle sanzioni a questa applicabili e l eventuale risarcimento dei danni. Per l esecuzione d ufficio degli interventi le Amministrazioni potranno avvalersi di qualsiasi impresa, debitamente autorizzata, che non sia l Appaltatrice. 3

5 ART. 3 - SERVIZI IN APPALTO I servizi in appalto riguardano l esecuzione di tutti i lavori e le forniture necessarie per la gestione dei servizi cimiteriali del Comune di Tricase, la guardiania e la manutenzione ordinaria del cimitero. Le prestazioni richieste, più dettagliatamente descritte negli articoli successivi, sono a titolo esemplificativo le seguenti: a) Controllo, pulizia, manutenzione ordinaria e opere di giardinaggio; b) Tenuta obbligatoria dei registri delle operazioni cimiteriali e controllo cimiteri; c) Inumazioni ed esumazioni in campo comune; d) Tumulazione ed estumulazione di salme in tombe e loculi sia pubblici che privati; e) Tumulazione o estumulazione di ossari o ceneri; f) Traslazione di salme all interno del cimitero; g) Ricognizioni e risanamento di loculi; h) Trasporto delle salme, dall ingresso al luogo di sepoltura; i) Raccolta e deposito in luogo appartato e secondo le prescrizioni delle norme vigenti in materia, dei rifiuti cimiteriali prodotti dalla propria attività, per il successivo carico e smaltimento a cura di ditta autorizzata allo svolgimento del servizio. La ditta aggiudicataria dovrà provvedere a propria cura e spese anche allo smaltimento dei rifiuti cimiteriali; j) Piccole opere di manutenzione ordinaria; La Ditta aggiudicataria dovrà garantire l'apertura e chiusura dei cimiteri comunali secondo i seguenti orari: da a orario 1 aprile 15 maggio maggio 31 agosto settembre 31 ottobre novembre 31 marzo Chiusura settimanale: LUNEDI' Gli orari sopra riportati sono comunque suscettibili di variazioni secondo le disposizioni dell'amministrazione Comunale. ART. 4 - OSSERVANZA DI NORME E REGOLAMENTI L impresa appaltatrice assume l obbligo dell osservanza di tutte le norme legislative attualmente vigenti o emanate nel corso dell appalto, ed in particolare quelle riguardanti il Regolamento di Polizia Mortuaria D.P.R. n 285/1990, lo smaltimento dei rifiuti, la prevenzione degli infortuni, la tutela della salute pubblica, l assunzione ed il trattamento economico, previdenziale ed assistenziale a favore del personale dipendente, nonché attenersi a regolamenti, ordinanze municipali già emanate o che potrebbero essere emanate, nel caso in cui le stesse abbiano correlazione con i servizi oggetto di appalto. Il Sindaco, in circostanze speciali, che richiedano eccezionali provvedimenti di difesa della salute pubblica, potrà emanare speciali norme di funzionamento del servizio assunto in appalto, senza che la ditta appaltatrice possa pretendere alcun compenso o indennizzo per l eventuale aggravio da ciò derivante. L osservanza di tutte le norme prescritte si intende estesa a tutti i provvedimenti normativi che potranno essere emanati durante l esecuzione del contratto. 4

6 Tutti gli obblighi ed oneri assicurativi, sanitari, antinfortunistici, assistenziali e previdenziali sono a carico della ditta appaltatrice, la quale esonera l Amministrazione Comunale da ogni responsabilità in proposito. ART. 5 - SERVIZI COMPLEMENTARI E AGGIUNTIVI L Amministrazione Comunale potrà affidare all Appaltatore la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria e/o l esecuzione di servizi aggiuntivi, non previsti dal presente capitolato, sempre che tali interventi rientrino nelle qualifiche della ditta appaltatrice; in tal caso il corrispettivo per l esecuzione di interventi verrà concordato tra le parti in contraddittorio sulla base di preventivi di spesa determinati da prezziari ufficiali di riferimento vigenti, ed in mancanza sulla base di prezzi di mercato applicati nella zona. L Amministrazione Comunale si riserva comunque la facoltà, a suo insindacabile giudizio, di affidare l esecuzione di interventi di manutenzione straordinaria e/o servizi aggiuntivi nei cimiteri comunali ad altre ditte, senza che per questo la ditta appaltatrice possa accampare pretesa alcuna, e restando in capo alla ditta appaltatrice l'obbligo di favorire l accesso nell area cimiteriale e di promuovere il coordinamento con l'altra ditta per eliminare eventuali rischi dovuti alle interferenze tra le attività così come previsto dal D.Lgs. n 81/08 e s.m.i. ART. 6 - CONSISTENZA AREA CIMITERIALE E QUANTIFICAZIONE DELLE PRESTAZIONI Si forniscono di seguito alcuni dati dimensionali e quantitativi che costituiscono un quadro conoscitivo della consistenza e delle caratteristiche del patrimonio cimiteriale del Comune di Tricase e dei servizi richiesti che permettano alle Ditte interessate di formulare una offerta economica congrua ed al Committente di determinare l importo di base dell appalto. Tali dati sono indicativi e non costituiscono motivo per la Ditta Appaltatrice per rivendicare compensi di alcun genere qualora le quantità effettivamente eseguite fossero diverse da quelle preventivate. a) Consistenza delle aree cimiteriali: Nel Comune di Tricase ci sono n 4 cimiteri, due nel Capoluogo, uno nella frazione di Lucugnano ed uno nella frazione di Depressa. Il cimitero del Capoluogo sito in piazza Cappuccini è inattivo dal 1987, anno in cui è stata effettuata l'ultima sepoltura. b) Numero delle operazioni cimiteriali del Comune di Tricase: Di seguito è riportata la media delle operazioni cimiteriali eseguite nel quadriennio 2007/2010: Operazione Totale nel periodo Media annua Tumulazioni Inumazioni 2 0,5 Estumulazioni Esumazioni 0 0 Ritumulazioni 19 4,8 Traslazioni Cremazioni 1 0,3 Il numero dei servizi svolti è puramente indicativo e non è vincolante per le parti contrattuali in quanto il reale quantitativo annuo potrà variare, sia in diminuzione che in aumento; pertanto il servizio dovrà essere svolto anche per quantitativi minori o maggiori ed impegnerà la ditta aggiudicataria alle stesse condizioni e senza nessuna altra pretesa o indennizzi. c) Il contingente minimo di personale per le attività oggetto del presente appalto dovrà essere composto da almeno due persone, una delle quali in possesso della qualifica di necroforo. 5

7 ART. 7 - INIZIO DEL SERVIZIO E DURATA DELL APPALTO La durata dell appalto in oggetto è di anni 4 (quattro) e mesi 4 (quattro), calcolata a decorrere dalla data presunta di affidamento del 01/01/2012; indipendentemente dall effettivo inizio del servizio, l'appalto terminerà comunque alla data del 30 aprile Ai sensi dell art.57, comma 5, lett. b), del D.Lgs n 163/2006, il Comune si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio, di richiedere la ripetizione dei servizi di cui al presente capitolato speciale d appalto, per un massimo di ulteriori 6 (sei) mesi, previa comunicazione scritta all impresa aggiudicataria da effettuarsi prima del trentesimo (30 ) giorno antecedente la scadenza dell appalto, alle medesime condizioni economiche e modalità di espletamento del servizio, qualora allo scadere del presente appalto non siano state completate le formalità relative al nuovo appalto e conseguente affidamento del servizio ad altra ditta. La Ditta aggiudicataria dovrà garantire l espletamento del servizio fino alla data di assunzione del servizio da parte della Ditta subentrante, per un periodo massimo di 6 (sei) mesi. Durante tale periodo di servizio transitorio rimangono ferme tutte le condizioni stabilite nel contratto e nel relativo capitolato. La Ditta appaltatrice non potrà ritardare l inizio della gestione di ogni servizio oltre 5 (cinque) giorni dalla data di consegna, pena la decadenza, de iure e de facto, dell appalto; La Ditta appaltatrice dovrà in tal caso risarcire i danni causati all Amministrazione Comunale in conseguenza del ritardo dell inizio del servizio; in quest ultimo caso l'amministrazione Comunale dovrà produrre idonea documentazione comprovante i danni subiti. Alla scadenza del contratto nessuna indennità, compenso o riscatto saranno dovuti alla Ditta appaltatrice. ART. 8 - AMMONTARE DEL SERVIZIO Per le prestazioni di cui al presente capitolato, verrà riconosciuto alla Ditta Appaltatrice un compenso (Allegato 2), come di seguito specificato: Descrizione Importi Totali a) esecuzione delle operazioni cimiteriali - è prevista la corresponsione di un compenso a misura a carico dell utenza privata, determinato applicando alla quantità effettiva delle prestazioni effettuate il prezzo unitario di cui all elenco prezzi (Allegato 1). Queste somme non sono soggette a ribasso d asta. Importo presunto annuo del servizio è stato stimato in: , ,00 b) custodia, manutenzione ordinaria, pulizie del cimitero e smaltimento rifiuti - è prevista la corresponsione di un compenso a corpo, a carico dell Amministrazione Comunale, sul quale la ditta partecipante dovrà valutare il ribasso dell offerta da produrre in sede di gara. Importo annuo del servizio da assoggettare al ribasso d asta: ,00 c) Oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso d asta: 6.000, ,00 IMPORTO ANNUO DEL SERVIZIO a) + b) + c) ,00 A titolo indicativo, data la particolarità del servizio ed ai soli fini della determinazione dell importo dell appalto, l importo complessivo presunto annuo dell appalto è pari ad ,00 (Centocinquemiladuecentonovanta/00), oltre I.V.A. L'importo a base d'asta, determinato su un periodo di quattro anni e quattro mesi, è pertanto pari ad ,67 6

8 Essendo il numero di operazioni previsto, ai fini del calcolo del costo del servizio, una stima suscettibile di aumenti o diminuzioni non preventivabili, la ditta appaltatrice accetta incondizionatamente la corresponsione degli importi a misura per gli oneri a carico degli utenti privati il cui importo totale sarà quindi determinato dalla moltiplicazione dei costi unitari indicati per il numero delle operazioni effettivamente svolte, senza che l appaltatore abbia niente a pretendere in caso di aumento o diminuzione del numero di operazioni effettivamente svolte. Per la cifra a carico del Comune il corrispettivo viene applicato a corpo e rimane quindi fisso ed invariabile per ogni eventualità. Il costo totale del servizio, diminuito del ribasso d asta sulla parte determinata a corpo (al netto della somma per oneri di sicurezza), si intende accettato dall affidatario in base a calcoli di sua propria e assoluta convenienza a tutto suo rischio e quindi agli effetti della liquidazione resta invariato e indipendente da qualsiasi eventualità che essa non abbia tenuto presente. Detto costo si intende comprensivo di tutte le spese per mezzi d opera, assicurazioni di ogni genere, forniture dei materiali e loro lavorazione, carico, trasporto e scarico di materiali, noli ecc. e quanto occorre per prestare il servizio compiuto a perfetta regola d arte, intendendosi compreso anche ogni compenso per tutti gli oneri che l affidatario dovesse sostenere a tale scopo, anche se non esplicitamente indicati nei vari articoli. La spesa posta a carico dell Amministrazione Comunale di cui alla lettera b) del primo capoverso del presente articolo, viene finanziata con fondi propri di bilancio del Committente. ART. 9 - REQUISITI DI PARTECIPAZIONE Possono partecipare alla gara, tutti i soggetti di cui all art. 34 del D.Lgs. 163/2006, sia singolarmente sia appositamente e temporaneamente raggruppati con le modalità stabilite dall art. 37 del D.Lgs 163/2006, dotati delle necessarie capacità economiche, finanziarie e tecniche, e in grado di fornire le garanzie previste dalla legge; tali soggetti dovranno inoltre essere in possesso dei seguenti requisiti: a) siano in possesso, alla data di scadenza per la presentazione delle offerte, dell iscrizione di cui all art. 39 del D.Lgs 163/2006 con l indicazione, nell oggetto sociale o nelle attività svolte, della gestione di Servizi Cimiteriali; b) non siano incorsi in una delle cause di esclusione di cui all art. 34 comma 2 e 38 comma 1 del D.Lgs. 163/2006; c) siano in possesso di una o più idonee dichiarazioni bancarie, ai sensi dell art. 41, comma 1, lett. a) del D.Lgs. n 163/2006 e s.m.i., rilasciate da almeno un istituto bancario o intermediario autorizzato ai sensi della Legge 385/1993, che dimostrino la capacita finanziaria dell impresa; d) abbiano realizzato direttamente, negli ultimi tre esercizi finanziari antecedenti la data di pubblicazione del bando, un fatturato globale non inferiore a ,00 (Euro centottantamila/00) IVA esclusa pari a circa l'84,5 % della quota parte del costo del servizio, riferita a tre anni, sulla quale l'impresa dovrà formulare la propria offerta in ribasso: ( ,00/anno * 3 anni = ,00); e) Siano in possesso di capacità tecnica e professionale attestata dall elenco dei principali servizi prestati negli ultimi tre anni, decorrenti dalla data fissata quale termine ultimo per la presentazione dell offerta, ai sensi dell art. 42, comma 1, lett. a) del D.Lgs. n 163/2006 e s.m.i., da cui risulti che il concorrente ha svolto regolarmente in modo continuativo e senza contenziosi con gli enti committenti, nell ultimo triennio, servizi analoghi a quello in fase di affidamento per un importo economico complessivo pari o superiore ad Euro ,00 (Euro centottantamila/00) IVA esclusa. (Deve intendersi per diretta la prestazione eseguita nel triennio come soggetto singolo oppure all interno di un raggruppamento a cui si sia partecipato per un importo corrispondente a quello richiesto per la qualificazione nella presente gara.); Si precisa che, in caso di raggruppamento o consorzio ordinario di concorrenti: 7

9 - il requisito di cui al precedente punto a) deve essere posseduto da tutte le imprese raggruppate o consorziate - il requisito di cui al precedente punto b) deve essere posseduto almeno dalla mandataria e dalle mandanti che assumano l esecuzione delle operazioni cimiteriali descritte all art. 32 della parte seconda del capitolato speciale d appalto, essendo sufficiente, per le ulteriori mandanti, il possesso dell iscrizione di cui all art. 39 del D.Lgs. 163/2006 per lo svolgimento di attività oggetto del presente appalto, ma non necessariamente per la gestione di servizi cimiteriali; - il requisito di cui al precedente punto c) deve intendersi posseduto se le imprese riunite o consorziate possiedono nel loro complesso almeno due dichiarazioni bancarie a dimostrazione della capacità finanziaria ed economica di cui all art.41 del D.Lgs. 163/2006, riferite ad imprese diverse, delle quali almeno una sia riferita alla mandataria. - Tutti i requisiti di cui ai precedenti punti d) ed e) devono essere posseduti nella misura minima del 60% da parte della mandataria e nella misura minima del 20% da parte di ciascuna mandante, fermo restando che, complessivamente, i requisiti posseduti dai componenti il raggruppamento o consorzio ordinario di concorrenti, devono raggiungere l importo richiesto per l ammissione dell Impresa singola. E fatto divieto ai concorrenti di partecipare alla gara in più di un raggruppamento temporaneo o consorzio, di cui all art. 34, com.1, lettere d) ed e) del D.Lgs. 163/06, ovvero di partecipare alla gara anche in forma individuale, qualora vi si partecipi già in raggruppamento o consorzio. I consorzi di cui all art. 34 comma 1 lett. b) e c) del D.Lgs 163/06 sono tenuti ad indicare in sede di offerta per quali consorziati il consorzio concorre. A questi ultimi è fatto divieto di partecipare in qualsiasi altra forma alla gara. La violazione dei sopraccitati divieti riferiti ai soggetti di cui all art. 34 comma 1 lettere b), c), d) ed e), comporterà l esclusione dalla gara del concorrente singolo e del raggruppamento o consorzio al quale partecipa. Con riferimento all art. 37, comma 9 del D.Lgs 163/06, è vietata l associazione in partecipazione e qualsiasi modificazione alla composizione dei raggruppamenti temporanei e dei consorzi ordinari di concorrenti rispetto a quella risultante dall impegno presentato in sede di offerta. Nel presente appalto trova applicazione l istituto dell avvalimento. f) Il soggetto che intende partecipare alla gara dovrà, inoltre, produrre la ricevuta di pagamento del contributo di 20,00 a favore dell Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici. Le modalità di versamento del contributo sono stabilite nella stessa deliberazione dell Autorità del g) L impresa aggiudicataria si obbliga ad assoggettarsi a quanto previsto dal protocollo d intesa ai fini della prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata e per il rafforzamento della legalità e della trasparenza nel settore dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture approvato con Deliberazione di G.M. n 123 del 29/04/2011. ART OBBLIGO DI SOPRALLUOGO Le imprese, per l ammissione alla gara, tra la documentazione richiesta per la partecipazione, devono presentare obbligatoriamente una dichiarazione, rilasciata dal Comune di Tricase, che svolge allo scopo le funzioni di Ente Appaltante nel procedimento di affidamento del Servizio, attestante l avvenuto sopralluogo presso i cimiteri comunali ove dovranno essere svolti i servizi in appalto. Il sopralluogo dovrà essere effettuato entro il terzo giorno utile antecedente la data di scadenza del bando, quest ultimo compreso. Pertanto ciascuna impresa partecipante dovrà fissare con l Ufficio Tecnico - Settore Ambiente, SIT, Espropriazioni, Manutenzioni, Energia (0833/ orario: lunedì, martedì, mercoledì giovedì e venerdì ore 10.00/ lunedì e giovedì ore 16.00/17.30) apposito appuntamento per eseguire il sopralluogo, accompagnato da un incaricato dell Amministrazione Comunale. 8

10 L incaricato dell Amministrazione Comunale rilascerà ricevuta dell avvenuta ricognizione, ricevuta che dovrà essere allegata in originale alla documentazione di gara, e riporterà nome dell impresa, nome del soggetto incaricato dall impresa, giorno del sopralluogo. In proposito si specifica che soggetti legittimati ad eseguire il sopralluogo per le imprese partecipanti sono esclusivamente il titolare o il legale rappresentante o il direttore tecnico dell impresa o gli altri soggetti indicati nel certificato della C.C.I.A.A., oppure una persona espressamente delegata dal titolare/legale rappresentante munito di delega, e dovranno essere muniti inoltre di documento di riconoscimento in corso di validità. Il soggetto che effettuerà il sopralluogo per un impresa non potrà effettuarlo per altre. Conseguentemente nessuna obiezione potrà sollevare per qualsiasi difficoltà che dovesse insorgere nel corso del servizio in relazione ad una pretesa ed eventuale imperfetta acquisizione di ogni elemento relativo alla natura, alla superficie e alle caratteristiche dei cimiteri comunali. ART PROCEDURA DI GARA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE Sarà esperita gara di evidenza pubblica, disciplinata dall art. 55, comma 1, del D.Lgs. n 163/2006 e s.m.i., con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell art. 83 del citato D.Lgs e con scadenza dell'affidamento il 30 aprile ART MODALITA DI PAGAMENTO I pagamenti all impresa aggiudicataria dei servizi posti a carico del Comune di Tricase (art. 8 lett. b) sono subordinati alla previa presentazione da parte della ditta appaltatrice di regolare fattura. Il pagamento del canone sarà effettuato in 12 (dodici) rate mensili posticipate ed entro 30 (Trenta) giorni dalla data di ricezione fattura assunta al protocollo, previa acquisizione del documento di regolarità contributiva della ditta appaltatrice (DURC) da parte della stessa Amministrazione Comunale. L eventuale ritardo del pagamento, da parte dell Amministrazioni Comunale, delle rate del canone di appalto, non farà sorgere per la Ditta Appaltatrice il diritto di abbandono o di riduzione parziale dei servizi, sotto pena della risoluzione del contratto con tutti i danni conseguenti patiti e patiendi da parte del Comune. Dal pagamento del canone mensile convenuto sarà detratto l importo delle eventuali spese sostenute dall Amministrazione per l esecuzione d ufficio di lavori necessari per assicurare il regolare espletamento dei servizi e delle ammende o pene pecuniarie applicate in caso di disservizi. Qualora l importo di dette prestazioni e ammende o pene fosse superiore al credito della Ditta Appaltatrice, la differenza verrà detratta dal canone dei mesi successivi, a partire dal primo, fino a totale recupero delle somme. Il Comune è libero di optare anche per altre soluzioni: invitare la Ditta Appaltatrice a versare le somme dovute, avvalersi della cauzione, ecc. ART ANTICIPAZIONI All Impresa non sarà riconosciuta alcuna anticipazione sull importo contrattuale inerente il servizio. ART REVISIONE DEL CANONE Il contratto, qualora ne ricorrano i presupposti, sarà sottoposto, su richiesta della Ditta Affidataria, a revisione dei prezzi ai sensi dell art. 115 del D.Lgs. n 163/2006. Il canone annuo a carico dell Amministrazione Comunale, i prezzi e le tariffe del presente appalto rimarranno fissi e invariabili per i primi due anni di svolgimento del servizio. La revisione degli stessi potrà avere effetto solo a partire dall inizio del terzo anno. Gli importi così revisionati rimarranno fissi e immutati per tutto l anno di riferimento. I calcoli revisionali devono fare esclusivo riferimento alla variazione su base annua per il periodo dicembre-dicembre dell anno precedente dell indice ISTAT relativo ai prezzi al consumo per le 9

11 famiglie di operai e impiegati (FOI); la variazione percentuale risultante dal suddetto indice alla fine del secondo anno di esercizio, determinerà i nuovi importi valevoli per il terzo anno e così via di anno in anno. ART SUB-APPALTO E fatto divieto alla ditta appaltatrice di subappaltare o di cedere a terzi l intera gestione del servizio regolata dal presente capitolato. Ai sensi e nel rispetto della normativa di cui all art. 118 del D.Lgs. n 163/2006 e s.m.i. e previo consenso da parte dell Amministrazione Comunale, potrà essere effettuato il subappalto fino alla quota massima del 30% dell importo del servizio del presente bando, alle seguenti condizioni: 1) che l Appaltatore abbia indicato in sede di gara i servizi o parti di servizi che intende subappaltare; 2) che l Appaltatore provveda a depositare presso il Comune di Tricase almeno venti giorni prima della data di effettivo inizio dell esecuzione delle prestazioni oggetto di subappalto la seguente documentazione: a) copia autentica del contratto di subappalto; b) certificazione attestante il possesso da parte del subappaltatore dei requisiti minimi generali e speciali richiesti dalla normativa vigente in materia di appalti di servizi. L eventuale inosservanza delle disposizioni sopraelencate e contenute nell autorizzazione, nonché delle prescrizioni di cui all art. 118 del D.Lgs. n 163/2006 costituirà causa di risoluzione del contratto, fermo restando il risarcimento degli eventuali danni che ne dovessero derivare. L autorizzazione al subappalto non esime l Appaltatore dalle responsabilità connesse alla regolare e puntuale esecuzione delle prestazioni oggetto di affidamento. In particolare l Appaltatore é responsabile dell osservanza delle norme in materia di contratti collettivi di categoria da parte del o dei subappaltatori nei confronti dei loro dipendenti per le prestazioni rese nell ambito del subappalto. ART OBBLIGHI E RESPONSABILITA DELL APPALTATORE La gestione dei servizi oggetto del presente Capitolato verrà effettuata dall appaltatore a proprio nome, per proprio conto ed a proprio rischio e pericolo, a mezzo di personale ed organizzazione propri. Grava sull Appaltatore ogni responsabilità civile, penale ed amministrativa inerente, direttamente o indirettamente, i servizi affidati in appalto derivanti dai danni comunque provocati nello svolgimento del servizio, ivi compresi incidenti accidentali che potessero essere arrecati al Comune, al personale e a terzi. L impresa appaltatrice inoltre ed in ogni caso si intenderà espressamente obbligata a tenere comunque sollevata ed indenne l Amministrazione Comunale da ogni qualsivoglia danno diretto ed indiretto che possa comunque e da chiunque derivare con ciò esonerando l Amministrazione Comunale ed i suoi obbligati da ogni e qualsiasi azione sia in via giudiziale che stragiudiziale da chicchessia instaurata. L impresa risponderà del furto o danneggiamento delle attrezzature e dotazioni comunali presenti nei cimiteri comunali; risponderà inoltre interamente per ogni difetto dei mezzi ed attrezzature impiegati nell espletamento dei servizi. L Impresa appaltatrice, oltre all osservanza di tutte le norme specificate nel presente Capitolato, avrà l obbligo di far osservare dal proprio personale tutte le disposizioni conseguenti a leggi, regolamenti e decreti, siano essi nazionali o regionali, in vigore ed emanati durante il periodo di appalto comprese le norme regolamentari e le ordinanze municipali, con particolare riferimento ai regolamenti di igiene e di polizia mortuaria. 10

SERVIZI CIMITERIALI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI LAURO (AV)

SERVIZI CIMITERIALI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI LAURO (AV) SERVIZI CIMITERIALI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI LAURO (AV) ARTICOLO 1 (Oggetto dell appalto) L'appalto ha per oggetto l esecuzione di tutte le prestazioni, le opere e le provviste occorrenti

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO COMUNE DI POTENZA U.D. AMBIENTE ENERGIA PARCHI CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO OGGETTO: ESECUZIONE DELLE OPERAZIONI CIMITERIALI PRESSO IL CIMITERO COMUNALE DI POTENZA. SPECIFICA INTERVENTI: apertura fosse,

Dettagli

COMUNE DI CADREZZATE PROVINCIA DI VARESE - AREA TECNICA -

COMUNE DI CADREZZATE PROVINCIA DI VARESE - AREA TECNICA - CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI PERIODO 01 GIUGNO 2009 31 MAGGIO 2011. ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO Formano oggetto del seguente appalto le prestazioni relative a

Dettagli

COMUNE DI PORTOFERRAIO Provincia di Livorno AREA 1

COMUNE DI PORTOFERRAIO Provincia di Livorno AREA 1 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI E LA MANUTENZIONE DEL CIMITERO COMUNALE biennio 2013-3014 Oggetto del presente capitolato sono le modalità di gestione e le condizioni

Dettagli

COMUNE DI FARRA DI SOLIGO PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI FARRA DI SOLIGO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI FARRA DI SOLIGO PROVINCIA DI TREVISO Prot. n. 17.613 AVVISO DI PRESELEZIONE OPERATORI ECONOMICI PER INVITO ALLA PROCEDURA PER L'AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI ( art. 57 del D. Lgs. 12.04.2006

Dettagli

SERVIZIO DI RITIRO CARTA E CARTONE PROVENIENTI DA RACCOLTA DIFFERENZIATA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

SERVIZIO DI RITIRO CARTA E CARTONE PROVENIENTI DA RACCOLTA DIFFERENZIATA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI RITIRO CARTA E CARTONE PROVENIENTI DA RACCOLTA DIFFERENZIATA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SOMMARIO Titolo I DISPOSIZIONI GENERALI... 3 Art. 1 - Oggetto dell'appalto, stima quantitativi e importo

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. n.7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la fornitura del servizio di assistenza domiciliare a favore degli

Dettagli

COMUNE DI TERNI DIREZIONE LL.PP. E MANUTENZIONI - PATRIMONIO UFFICIO GESTIONE SERVIZI CIMITERIALI

COMUNE DI TERNI DIREZIONE LL.PP. E MANUTENZIONI - PATRIMONIO UFFICIO GESTIONE SERVIZI CIMITERIALI COMUNE DI TERNI DIREZIONE LL.PP. E MANUTENZIONI - PATRIMONIO UFFICIO GESTIONE SERVIZI CIMITERIALI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (D.U.V.R.I.) (ART. 26 DEL D.LGS 81/2008) 1. PREMESSA

Dettagli

D. 30 163/2006-34, 20, D.L.

D. 30 163/2006-34, 20, D.L. Affidamento in Concessione dei servizi cimiteriali comunali, ai sensi dell art. 30 del D. Lgs. 163/2006 - Relazione ai sensi dell art. 34, comma 20, D.L. 179/2012 convertito in Legge 221/2012. Premesso

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione.

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione. QUADERNO D ONERI PER I SERVIZI DI SORVEGLIANZA ARMATA E DI TELESORVEGLIANZA MEDIANTE COLLEGAMENTO AL SISTEMA D ALLARME DEL MUSEO G. FATTORI PRESSO VILLA MIMBELLI E DELLA STRUTTURA ESPOSITIVA ATTIGUA EX

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO TRASPORTI FUNEBRI E ATTIVITA FUNEBRI ISTITUZIONALI. Articolo 1 Oggetto dell appalto

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO TRASPORTI FUNEBRI E ATTIVITA FUNEBRI ISTITUZIONALI. Articolo 1 Oggetto dell appalto CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO TRASPORTI FUNEBRI E ATTIVITA FUNEBRI ISTITUZIONALI Articolo 1 Oggetto dell appalto - L appalto ha per oggetto il Servizio di trasporto funebre e gli obblighi per la ditta

Dettagli

DI ROSIGNANO MARITTIMO Provincia di Livorno

DI ROSIGNANO MARITTIMO Provincia di Livorno DI ROSIGNANO MARITTIMO Provincia di Livorno Via dei Lavoratori, 21 57016 Rosignano Marittimo (LI) tel. 0039 0586/724434 fax 0586/724274 Capitolato Speciale d Appalto per la fornitura di gas GPL per le

Dettagli

COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo)

COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo) COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo) SCHEMA Concessione in esclusiva, dell uso di spazi pubblicitari su elementi di arredo urbano e segnaletica direzionale privata e pubblica nel territorio

Dettagli

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto dell Appalto è il Servizio di affissione

Dettagli

FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO

FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO L Impresa con sede legale in Via n C.F. n. P. I.V.A. nella persona del legale rappresentate nato a il, in appresso per brevità denominata APPALTATORE E L Impresa

Dettagli

CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A

CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A BASSO CONSUMO PER LE SCUDERIE JUVARIANE CODICE C.I.G... - CUP.. Importo netto:

Dettagli

(Provincia di Reggio Calabria)

(Provincia di Reggio Calabria) CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER SERVIZIO PUBBLICHE AFFISSIONI Art. 1 Oggetto dell appalto Costituisce oggetto del presente appalto l affidamento dell affissione di manifesti, avvisi e fotografie, di

Dettagli

Medicina del Lavoro, Sicurezza Aziendale e Formazione MILANO BERGAMO - BRESCIA VERONA www.progettoservizi.it - info@progettoservizi.

Medicina del Lavoro, Sicurezza Aziendale e Formazione MILANO BERGAMO - BRESCIA VERONA www.progettoservizi.it - info@progettoservizi. Questo documento è fornito da PROGETTO SERVIZI SRL. Medicina del Lavoro, Sicurezza Aziendale e Formazione MILANO BERGAMO - BRESCIA VERONA www.progettoservizi.it - info@progettoservizi.it Richiedi un preventivo

Dettagli

COMUNE DI AGRIGENTO. la nostra civiltà contro il pizzo e l usura. Settore III - Servizi Socio-assistenziali CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI AGRIGENTO. la nostra civiltà contro il pizzo e l usura. Settore III - Servizi Socio-assistenziali CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI AGRIGENTO Settore III - Servizi Socio-assistenziali la nostra civiltà contro il pizzo e l usura CAPITOLATO D ONERI Relativo all affidamento del servizio di assistenza igienico-personale ai soggetti

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI RECUPERO E/O SMALTIMENTO RIFIUTI INGOMBRANTI, RUP ED ALTRI RIFIUTI SPECIALI, DERIVANTI DA RACCOLTA DIFFERENZIATA NEL COMUNE DI CARDITO PER LA DURATA DI ANNI 1. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune

CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Il presente Capitolato tecnico disciplina l esecuzione dei servizi postali per la corrispondenza del Comune di Città di Castello comprendente il ritiro e la

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SEVIZIO DI GESTIONE, CONTROLLO E REVISIONE DEGLI ESTINTORI NEGLI IMMOBILI COMUNALI. Via Libertà n 74 C.F. 00337180905 Tel. 0789612911-13 pasquale.caboni@tiscali.it 1 ARTICOLO

Dettagli

COMUNE DI MANIACE (Provincia di Catania)

COMUNE DI MANIACE (Provincia di Catania) COMUNE DI MANIACE (Provincia di Catania) CAPITOLATO SPECIALE Relativo alla concessione in appalto del servizio di raccolta e trasporto rifiuti solidi urbani e smaltimento dei rifiuti solidi urbani assimilati

Dettagli

CITTA DI CASTENASO. Provincia di Bologna

CITTA DI CASTENASO. Provincia di Bologna CITTA DI CASTENASO Provincia di Bologna REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE E LA FRUIZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEL CIMITERO COMUNALE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Comune di Sinalunga (Prov. di Siena) REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERI

Comune di Sinalunga (Prov. di Siena) REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERI Comune di Sinalunga (Prov. di Siena) REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERI 1 S O M M A R I O Art. Descrizione Art. Descrizione 1 2 3 CAPO I NORME GENERALI Oggetto del Regolamento Norme applicabili alle concessioni

Dettagli

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa COMUNE DI PISA Direzione Finanze e Politiche Tributarie Ufficio Economato-Provveditorato U.O. Provveditorato Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di

Dettagli

Comunità Montana.. della provincia di

Comunità Montana.. della provincia di Comunità Montana.. della provincia di CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI MANUTENZIONE ORDINARIA DI. NEI COMUNI DI.. DELLA COMUNITA MONTANA.. Art. 1 - OGGETTO DEI LAVORI I lavori

Dettagli

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 Allegato 1 CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento da parte

Dettagli

Art. 1 Oggetto dei servizi. Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune.

Art. 1 Oggetto dei servizi. Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune. CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi. Il presente Capitolato tecnico disciplina l esecuzione dei servizi postali per la corrispondenza del Comune di Città di Conversano, comprendente il ritiro

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE. Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO

CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE. Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO Il presente capitolato ha per oggetto l affidamento alla Società

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI

REGOLAMENTO PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI COMUNE DI SAN PIETRO IN GUARANO (Prov. di COSENZA) IV SETTORE - SERVIZI CIMITERIALI Largo Municipio n 1 87047 San Pietro in Guarano (CS) Tel./Fax 0984.4725.24/44 E-mail: servizicimiteriali@comune.sanpietroinguarano.cs.it

Dettagli

SERVIZIO DI RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO DI CANI CATTURATI O PER I QUALI NON E POSSIBILE LA RESTITUZIONE AI PROPRIETARI O L AFFIDAMENTO

SERVIZIO DI RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO DI CANI CATTURATI O PER I QUALI NON E POSSIBILE LA RESTITUZIONE AI PROPRIETARI O L AFFIDAMENTO SERVIZIO DI RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO DI CANI CATTURATI O PER I QUALI NON E POSSIBILE LA RESTITUZIONE AI PROPRIETARI O L AFFIDAMENTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Canile_Capitolato_rev2.doc Pagina

Dettagli

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1(

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( )2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( ART.1 OGGETTO Il presente appalto ha ad oggetto il servizio di somministrazione di lavoratori a termine,

Dettagli

COMUNE DI BORDIGHERA (IM)

COMUNE DI BORDIGHERA (IM) Allegato n. 5 alla determinazione dirigenziale n. 173 R.G. del 23/03/2015 COMUNE DI BORDIGHERA (IM) APPALTO DEI SERVIZI CIMITERIALI CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 OGGETTO E LOCALIZZAZIONE DELL APPALTO L appalto

Dettagli

CITTA DI POTENZA Unità di Direzione Istruzione

CITTA DI POTENZA Unità di Direzione Istruzione CITTA DI POTENZA Unità di Direzione Istruzione CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AFFIDAMENTO IN GESTIONE DEL SERVIZIO DI INTEGRA- ZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI ISCRITTI ALLE SCUOLE DELL

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DEI TRASPORTI FUNEBRI

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DEI TRASPORTI FUNEBRI Provincia di Cuneo REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DEI TRASPORTI FUNEBRI CAPO I CLASSIFICAZIONE DEL TRASPORTO FUNEBRE ART. 1 (Definizione di trasporto funebre) Per trasporto funebre si intende il

Dettagli

Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico SERVIZIO DI VIGILANZA E VERIFICA ACCESSI PER L ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO DI PADOVA * * * * * * CAPITOLATO

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER IL CONFERIMENTO A DELLA TITOLARITA DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI MEDIANTE CONCESSIONE - C.I.G.

SCHEMA DI CONVENZIONE PER IL CONFERIMENTO A DELLA TITOLARITA DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI MEDIANTE CONCESSIONE - C.I.G. SCHEMA DI CONVENZIONE PER IL CONFERIMENTO A DELLA TITOLARITA DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI MEDIANTE CONCESSIONE - C.I.G. 5356508A3A L anno.., il giorno. del mese di.., TRA il Comune di Mogliano Veneto

Dettagli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli Città di Marigliano Comune di Marigliano Provincia di Napoli DETERMINAZIONE SETTORE III RESPONSABILE DEL SETTORE III: ing. A. Ciccarelli Registro Generale n. 1689 del 29.12.2014 Registro Settore n. 25

Dettagli

COMUNE DI SEGARIU Provincia del Medio Campidano Via Municipio 11- Telefono 070/9303923 Telefax 070/9302306 Servizi Finanziari

COMUNE DI SEGARIU Provincia del Medio Campidano Via Municipio 11- Telefono 070/9303923 Telefax 070/9302306 Servizi Finanziari 1 COMUNE DI SEGARIU Provincia del Medio Campidano Via Municipio 11- Telefono 070/9303923 Telefax 070/9302306 Servizi Finanziari DISCIPLINALE PER L AFFIDAMENTO IN LOCAZIONE DI UN CAPANNONE PER ESSERE ADIBITO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE CIG: 56362951C6

CAPITOLATO SPECIALE CIG: 56362951C6 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PARRUCCHIERE PER DONNA E PER UOMO ALL INTERNO DELL AZIENDA SPECIALE CASA SERENA DI CILAVEGNA PER UN PERIODO DI ANNI TRE MEDIANTE CONCESSIONE DI SERVIZIO.

Dettagli

SETTORE POLIZIA MUNICIPALE E AMBIENTE Ufficio Polizia Amministrativa Piazza V. Veneto, 23 Tel. 080/4628300 Fax 080/4681139

SETTORE POLIZIA MUNICIPALE E AMBIENTE Ufficio Polizia Amministrativa Piazza V. Veneto, 23 Tel. 080/4628300 Fax 080/4681139 Comune di Triggiano SETTORE POLIZIA MUNICIPALE E AMBIENTE Ufficio Polizia Amministrativa Piazza V. Veneto, 23 Tel. 080/4628300 Fax 080/4681139 CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANTENIMENTO,

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO

COMUNE DI ROSSANO VENETO COMUNE DI ROSSANO VENETO Piazza Marconi 4-36028 ROSSANO VENETO (Vicenza) tel. 0424-547120-4-6 C.F. 00261630248 Fax: 0424-84935 e-mail: llpp@comune.rossano.vi.it * * * * * * * * * * * UFFICIO TECNICO LL.PP.

Dettagli

ALLEGATO 2 - MODULO DI DICHIARAZIONE Da inserire nella Busta 1)

ALLEGATO 2 - MODULO DI DICHIARAZIONE Da inserire nella Busta 1) ALLEGATO 2 - MODULO DI DICHIARAZIONE Da inserire nella Busta 1) Fac simile allegato alle norme di partecipazione da compilarsi a cura dell impresa/e partecipante/i. AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA APERTA

Dettagli

COMUNE DI MEZZOLOMBARDO IL LAVORO S.C.S. onlus IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE E LEG. RAPPRESENTANTE

COMUNE DI MEZZOLOMBARDO IL LAVORO S.C.S. onlus IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE E LEG. RAPPRESENTANTE Esente dall'imposta di bollo ai sensi dell'art. 27 bis del D.P.R.26.10.1972 n. 642 (Onlus). Rep. n. atti privati CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO COMUNALE DI MEZZOLOMBARDO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Il Coordinamento delle Confraternite della Diocesi di Cerignola Ascoli Satriano, con sede in Cerignola, Via Addolorata n. 12, Tel. 0885/417501 (Presidente Dr. Vito Colangione

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE APPALTO DI SERVIZI DI CONFERIMENTO RIFIUTI CER 150106

CAPITOLATO SPECIALE APPALTO DI SERVIZI DI CONFERIMENTO RIFIUTI CER 150106 CAPITOLATO SPECIALE APPALTO DI SERVIZI DI CONFERIMENTO RIFIUTI CER 150106 CAPITOLO I Natura ed oggetto dell appalto Art. 1 - Oggetto dell appalto L appalto ha per oggetto la selezione e valorizzazione

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Servizio Sanitario Nazionale Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Il presente Capitolato Speciale ha per

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 4 DEL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO, SECONDO LA NORMATIVA VIGENTE, DEI

Dettagli

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Prot. n. 000961/2015 Tolentino, li 11/03/2015 BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA a) Stazione appaltante: COSMARI Srl - Località Piane di Chienti - 62029 Tolentino (MC) - tel. 0733/203504 - fax 0733/204014

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CARICO,TRASPORTO E RECUPERO/RICICLO DI RIFIUTI METALLO CODICE CER 20.01.40. CAPITOLATO TECNICO

CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CARICO,TRASPORTO E RECUPERO/RICICLO DI RIFIUTI METALLO CODICE CER 20.01.40. CAPITOLATO TECNICO CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CARICO,TRASPORTO E RECUPERO/RICICLO DI RIFIUTI METALLO CODICE CER CAPITOLATO TECNICO Pagina 1 di 8 Art. 1 - Oggetto dell appalto L appalto ha per oggetto

Dettagli

COMUNE DI CORVINO SAN QUIRICO

COMUNE DI CORVINO SAN QUIRICO COMUNE DI CORVINO SAN QUIRICO Provincia di Pavia SERVIZIO TERRITORIO E AMBIENTE BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA APPALTO PER L ESECUZIONE DEI SERVIZI ATTINENTI ALLE SALME NEL CIMITERO COMUNALE ANNI

Dettagli

COMUNE DI SESTO ED UNITI

COMUNE DI SESTO ED UNITI COMUNE DI SESTO ED UNITI Provincia di Cremona Gestione RSA Casa Soggiorno Nolli-Pigoli Allegato alla delibera G.C. n. 184 del 27.10.2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010 BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010 ENTE APPALTANTE: Comune di Cusano Milanino Piazza Martiri di

Dettagli

CAPITOLATO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE NEL COMUNE DI VILLADOSE

CAPITOLATO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE NEL COMUNE DI VILLADOSE CAPITOLATO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE NEL COMUNE DI VILLADOSE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto il SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (d ora in avanti: SAD)

Dettagli

www.ater.vr.it., protocolloatervr@legalmail.it.

www.ater.vr.it., protocolloatervr@legalmail.it. A.T.E.R. Azienda Territoriale per l Edilizia Residenziale della Provincia di VERONA Piazza Pozza 1/c,d,e - 37123 VERONA telefono 045-8062411 telefax 045-8062432 E-mail: info@ater.vr.it www.ater.vr.it.,

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO. SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE AL DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI D.lgs. 81/2008 e s.m.i.

COMUNE DI CARMIANO. SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE AL DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI D.lgs. 81/2008 e s.m.i. COMUNE DI CARMIANO Provincia di Lecce allegato C) al Capitolato SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA A.S. 2015/2016 SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE AL DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI

Dettagli

Documentazione di gara

Documentazione di gara Comune di Santa Maria a Monte Provincia di Pisa SETTORE 3 OGGETTO ALLESTIMENTO DEGLI SPAZI ESPOSITIVI ALL INTERNO DEL PROGETTO DI VALORIZZAZIONE DEL CENTRO STRORICO E RECUPERO DELL AREA DELLA ROCCA CON

Dettagli

COMUNE DI CUSANO MILANINO PROVINCIA DI MILANO

COMUNE DI CUSANO MILANINO PROVINCIA DI MILANO COMUNE DI CUSANO MILANINO PROVINCIA DI MILANO SETTORE TUTELA AMBIENTALE CAPITOLATO D ONERI PER IL SERVIZIO DI TRATTAMENTO/RECUPERO RIFIUTI URBANI E ASSIMILATI - FRAZIONE VERDE PRODOTTI NEL TERRITORIO COMUNALE

Dettagli

C o m u n e d i B a r i

C o m u n e d i B a r i C o m u n e d i B a r i DISCIPLINARE DI GARA Servizi assicurativi polizze rischi: incendio, furto, rca/ard/infortuni, responsabilità civile patrimoniale dell ente, tutela legale, dal 1 gennaio 2012 al

Dettagli

CIMITERO COMUNALE Servizi Cimiteriali TRIENNIO 2009 2012

CIMITERO COMUNALE Servizi Cimiteriali TRIENNIO 2009 2012 COMUNE DI PRAIANO Provincia di Salerno CIMITERO COMUNALE Servizi Cimiteriali TRIENNIO 2009 2012 CAPITOLATO D ONERI ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO La ditta aggiudicataria dei servizi di seppellimento, di custodia

Dettagli

Art. 1 Oggetto Art. 2 Autorizzazione alla cremazione Art. 3 Identità delle ceneri Art. 4 Feretri per la cremazione

Art. 1 Oggetto  Art. 2 Autorizzazione alla cremazione Art. 3 Identità delle ceneri Art. 4 Feretri per la cremazione PROVINCIA DI CUNEO INDICE Art. 1 Oggetto Art. 2 Autorizzazione alla cremazione Art. 3 Identità delle ceneri Art. 4 Feretri per la cremazione Art. 5 Insufficienza sepolture. Cremazioni Art. 6 Caratteristiche

Dettagli

CAPITOLATO CONTRATTUALE

CAPITOLATO CONTRATTUALE COMUNE DI PRATO CAPITOLATO CONTRATTUALE SERVIZIO DI NOLEGGIO CON MANUTENZIONE DI MACCHINE FOTOCOPIATRICI PER GLI UFFICI COMUNALI Area Risorse Finanziarie Servizio Patrimonio Amministrativo Via Del Ceppo

Dettagli

AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035.

AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035. AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035.399050 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE

Dettagli

COMUNE DI LANUSEI BANDO DI GARA

COMUNE DI LANUSEI BANDO DI GARA COMUNE DI LANUSEI Provincia dell Ogliastra AREA DEI SERVIZI TECNICI Ufficio Lavori pubblici Prot. N. 6138 Lanusei, 31/05/2011 AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL CIMITERO COMUNALE CUP I29E11000630004

Dettagli

Prot. n. 575 Ns. Rif. /UT/LLPP/BS/Brogin Patrizia Noventa Vic., 12.1.2015

Prot. n. 575 Ns. Rif. /UT/LLPP/BS/Brogin Patrizia Noventa Vic., 12.1.2015 - CENTRALE UNICA DI COMMITTENZA tra i COMUNI DI NOVENTA VICENTINA, ALBETTONE e CAMPIGLIA DEI BERICI Provincia di Vicenza Sede in Piazza IV Novembre 1 36025 Noventa Vicentina Tel. 0444 788518 fax 0444 788540

Dettagli

FRA 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO

FRA 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO CONTRATTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DELLA CCIAA DI LODI PER IL PERIODO - 01/01/2011-31/12/2013 CIG 06218796C7 FRA Camera di Commercio di Lodi, P.IVA 11125130150

Dettagli

COMUNE DI CERES SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO A.S. 2013/2014 FOGLIO PATTI E CONDIZIONI

COMUNE DI CERES SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO A.S. 2013/2014 FOGLIO PATTI E CONDIZIONI COMUNE DI CERES SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO A.S. 2013/2014 FOGLIO PATTI E CONDIZIONI Art. 1 Oggetto del servizio e durata Il servizio ha per oggetto il trasporto degli alunni della scuola elementare

Dettagli

COMUNE DI LAURO. (Provincia di Avellino) CAPITOLATO SPECIALE. Art. 1 Oggetto del contratto

COMUNE DI LAURO. (Provincia di Avellino) CAPITOLATO SPECIALE. Art. 1 Oggetto del contratto COMUNE DI LAURO (Provincia di Avellino) CAPITOLATO SPECIALE Art. 1 Oggetto del contratto 1) Il contratto ha per oggetto il servizio di trasporto con uno scuolabus di proprietà comunale che viene assegnato

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE COMPRENSIVO DEL CALCOLO DELLA SPESA E DEL PROSPETTO ECONOMICO PER L ACQUISIZIONE DEL SERVIZIO

CAPITOLATO SPECIALE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE COMPRENSIVO DEL CALCOLO DELLA SPESA E DEL PROSPETTO ECONOMICO PER L ACQUISIZIONE DEL SERVIZIO Municipio Roma XII Direzione Servizi Territoriali alla Persona e alla Collettività Servizio Sociale ALLEGATO A CAPITOLATO SPECIALE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE COMPRENSIVO DEL CALCOLO DELLA SPESA E DEL

Dettagli

ART. 3 (PREZZI A BASE DI GARA) I prezzi a base di gara, con riferimento ai quale i concorrenti dovranno presentare l offerta sono i seguenti:

ART. 3 (PREZZI A BASE DI GARA) I prezzi a base di gara, con riferimento ai quale i concorrenti dovranno presentare l offerta sono i seguenti: FOGLIO CONDIZIONI PER I SERVIZI DI RECUPERO E TRASPORTO SALME ED I SERVIZI FUNEBRI PER PERSONE INDIGENTI E BISOGNOSE PERIODO 01.11.2010 30.09.2013 CON POSSIBILITA DI RINNOVO PER ANALOGO PERIODO. ART. 1

Dettagli

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI ANZIO Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI Art. 1 - OGGETTO L appalto ha per oggetto il servizio di prelievo

Dettagli

S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A

S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A Allegato 5 DISCIPLINARE DI INCARICO PROFESSIONALE DI COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI LAVORI EX D.LGS. 81/2008 E S.M.I. PER LE OPERE DI RIORDINO

Dettagli

FOGLIO CONDIZIONI. C.F. 82005660061 - P.I. 01628780064 - Cap.Soc. 7.000.000,00 i.v.

FOGLIO CONDIZIONI. C.F. 82005660061 - P.I. 01628780064 - Cap.Soc. 7.000.000,00 i.v. FOGLIO CONDIZIONI ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO La scrivente Società intende affidare l incarico per il servizio di carico - trasporto avvio a recupero, presso impianto/i di compostaggio, della frazione

Dettagli

RETTIFICA BANDO DI GARA

RETTIFICA BANDO DI GARA AREA TECNICA SETTORE 7 URBANISTICA E AMBIENTE PEC: edilizia@pec.comune.roggianogravina.cs.it Via Bufaletto n 18-87017 Roggiano Gravina Tel. 0984/501538 Fax 0984/507389 C.F. 00355760786 Prot. 3418 del 17/04/

Dettagli

Provincia di Firenze. Premesso che:

Provincia di Firenze. Premesso che: Oggetto: Affidamento in Concessione dei servizi cimiteriali comunali, ai sensi dell art. 30 del D. Lgs. 163/2006 - Relazione ai sensi dell art. 34, comma 20, D.L. 179/2012 convertito in Legge 221/2012.

Dettagli

APPALTO PER MESSA A DIMORA PIANTE ED IMPIANTO DI IRRIGAZIONE--

APPALTO PER MESSA A DIMORA PIANTE ED IMPIANTO DI IRRIGAZIONE-- ACAM Ambiente S.p.A. SPECIFICHE TECNICHE Progetto per la realizzazione di dune in area destinata a verde pubblico a seguito delle modifiche introdotte al progetto in sanatoria CDR in località Saliceti

Dettagli

SOMMA DISPONIBILE 24.590,16 OLTRE I.V.A. ART. 1) DESCRIZIONE DEL SERVIZIO

SOMMA DISPONIBILE 24.590,16 OLTRE I.V.A. ART. 1) DESCRIZIONE DEL SERVIZIO COMUNE DI PALERMO Area AMMIN ISTRATIVA DELLA R IQUALIF ICAZIONE URBANA E DELLE INFRASTRUTTURE Ufficio Contratti ed Approvvigionamenti Via Roma, 209 90133 Palermo T e l. 0 9 1 7 4 0 3 5 9 2 - m a i l :

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO CME

REGOLAMENTO INTERNO CME REGOLAMENTO INTERNO CME Modena, 19 dicembre 2012 Regolamento interno CME 19 dicembre 2012 Pagina 1 di 13 REGOLAMENTO INTERNO DEL CME PREMESSA Il presente Regolamento interno viene istituito allo scopo

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

COMUNE DI GOLFO ARANCI PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Affidamento dell incarico esterno di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) anni 2015 2016 ai sensi dell art. 81 del D.Lgs. 81/2008. CIG ZDC1420648 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Art.

Dettagli

COMUNE DI VEDANO OLONA

COMUNE DI VEDANO OLONA 1 COMUNE DI VEDANO OLONA Provincia di Varese SERVIZIO TECNICO Tel. 0332/867790 Fax 0332/867749 e-mail ambiente@comune.vedano-olona.va.it http://www.comune.vedano-olona.va.it SCHEMA DI CONVENZIONE PER L

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO Art. 1 - OGGETTO Art. 2 - COMUNICAZIONI Art. 3 - DECORRENZA E DURATA DELLA FORNITURA Art. 4 - DEPOSITI

Dettagli

Convenzione per la concessione in uso e gestione della Piscina Comunale Scoperta di via Solferino. Anni 2012-2018

Convenzione per la concessione in uso e gestione della Piscina Comunale Scoperta di via Solferino. Anni 2012-2018 Convenzione per la concessione in uso e gestione della Piscina Comunale Scoperta di via Solferino. Anni 2012-2018 Il Comune di Novara in persona del Dirigente competente Dr. Marco Brusati,, nato a Bellinzago

Dettagli

COMUNE DI ROCCA PRIORA (Provincia di Roma)

COMUNE DI ROCCA PRIORA (Provincia di Roma) COMUNE DI ROCCA PRIORA (Provincia di Roma) APPALTO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA PER LE SCUOLE PUBBLICHE DELL INFANZIA, ELEMENTARI E MEDIE NEL TERRITORIO DEL COMUNE

Dettagli

MODALITÀ DI ESECUZIONE DEL CONTRATTO ED OBBLIGHI DEL PROFESSIONISTA

MODALITÀ DI ESECUZIONE DEL CONTRATTO ED OBBLIGHI DEL PROFESSIONISTA CAPITOLATO speciale di appalto per Servizi di domiciliazione e sostituzione di udienza dinanzi alla Corte di Cassazione ed alle altre giurisdizioni superiori con sede in Roma ed agli altri organi giurisdizionali

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CONSORZIO INTERCOMUNALE PRIULA Comune di Quinto di Treviso CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI La Carta dei servizi è lo strumento che permette agli utenti il controllo sull erogazione dei servizi anche in termini

Dettagli

Allegato A alla delibera del c.c. n. 56 del 29/11/2012

Allegato A alla delibera del c.c. n. 56 del 29/11/2012 Allegato A alla delibera del c.c. n. 56 del 29/11/2012 INDICE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Art. 2 DISPOSIZIONI GENERALI Art. 3 DURATA DELLE CONCESSIONI Art. 4 MODALITÀ DI ASSEGNAZIONE Art. 5 DIRITTO

Dettagli

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI ART.1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto del presente documento sono le clausole amministrative relative al contratto di appalto per la fornitura di prodotti alimentari surgelati per le esigenze delle mense

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Potenza Centro Direzionale Zona Industriale 85050 TITO SCALO (PZ) Tel.0971/659111 Fax 0971/485881 Sito internet: www.consorzioasipz.it E-mail: asi@consorzioasipz.it

Dettagli

COMUNE DI SANREMO DISCIPLINARE DI GARA PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 01.01.2016-31.12.

COMUNE DI SANREMO DISCIPLINARE DI GARA PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 01.01.2016-31.12. COMUNE DI SANREMO DISCIPLINARE DI GARA PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 01.01.2016-31.12.2020 (CINQUE ANNI) Art. 1 OGGETTO E VALORE DEL SERVIZIO Il Servizio di Tesoreria comprendente

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB VARESE Viale Milano 25 211100 VARESE http://www.varese.aci.it - Sezione Bandi di gara

AUTOMOBILE CLUB VARESE Viale Milano 25 211100 VARESE http://www.varese.aci.it - Sezione Bandi di gara AUTOMOBILE CLUB VARESE Viale Milano 25 211100 VARESE http://www.varese.aci.it - Sezione Bandi di gara BANDO DI GARA (scadenza presentazione offerte: 12 novembre 2012- ore 12,00) L Automobile Club Varese,

Dettagli

CITTA DI GRAVINA IN PUGLIA

CITTA DI GRAVINA IN PUGLIA CITTA DI GRAVINA IN PUGLIA Provincia di Bari COMANDO POLIZIA MUNICIPALE Servizio: Randagismo -Iigiene Urbana- Verde Pubblico Via Tagliamento - tel. 080/3267463 - Fax :080/3267672 CAPITOLATO SPECIALE D

Dettagli

COMUNE DI CARBONIA PROVINCIA DI CARBONIA - IGLESIAS. BANDO DI GARA Servizi/Forniture

COMUNE DI CARBONIA PROVINCIA DI CARBONIA - IGLESIAS. BANDO DI GARA Servizi/Forniture COMUNE DI CARBONIA PROVINCIA DI CARBONIA - IGLESIAS BANDO DI GARA Servizi/Forniture PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE IMPIANTI ANTINTRUSIONE. GESTIONE DEL SERVIZIO DI VIGILANZA

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER I SERVIZI INERENTI AL TRATTAMENTO DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI LIVORNO

CAPITOLATO D APPALTO PER I SERVIZI INERENTI AL TRATTAMENTO DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI LIVORNO CAPITOLATO D APPALTO PER I SERVIZI INERENTI AL TRATTAMENTO DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI LIVORNO Durata : biennale dal 01 FEBBRAIO 2007 al 31 GENNAIO 2009 Rinnovabile per ulteriori due anni. PRESCRIZIONI

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN MARIGNANO PROVINCIA DI RIMINI

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN MARIGNANO PROVINCIA DI RIMINI COMUNE DI SAN GIOVANNI IN MARIGNANO PROVINCIA DI RIMINI ALLEGATO A CAPITOLATO D ONERI PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEL CIMITERO COMUNALE CAPOLUOGO E DEL CIMITERO COMUNALE PIANVENTENA

Dettagli

SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO AA.SS. 2009 2010, 2010-2011 e 2011-2012 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO AA.SS. 2009 2010, 2010-2011 e 2011-2012 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO AA.SS. 2009 2010, 2010-2011 e 2011-2012 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO ALUNNI SCUOLA DELL INFANZIA E DELLA SCUOLA PRIMARIA DI CRVICO

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione.

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione. QUADERNO D ONERI PER I SERVIZI DI SORVEGLIANZA ARMATA E DI TELESORVEGLIANZA MEDIANTE COLLEGAMENTO AL SISTEMA D ALLARME DEL MUSEO G. FATTORI PRESSO VILLA MIMBELLI E DELLA STRUTTURA ESPOSITIVA ATTIGUA EX

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA N. 9/09 CIG. N. 0331526FE4. 1. Ente appaltante: Comune di Cagliari - Servizio Appalti - Via Roma

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA N. 9/09 CIG. N. 0331526FE4. 1. Ente appaltante: Comune di Cagliari - Servizio Appalti - Via Roma COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA N. 9/09 CIG. N. 0331526FE4 1. Ente appaltante: Comune di Cagliari - Servizio Appalti - Via Roma 145-09124 Cagliari. Sito internet: www.comune.cagliari.it.

Dettagli