BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA"

Transcript

1 SETTORE AFFARI ISTITUZIONALI E LEGALI Servizio Legale - Contratti SETTORE TRASFORMAZIONI URBANE, RETI E MOBILITA Piazza della Resistenza n Sesto San Giovanni BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA In esecuzione della determinazione del Direttore del Settore Trasformazioni Urbane, Reti e Mobilità n. C1-60 del 26 luglio 2012 questa Amministrazione intende affidare in concessione ai sensi dell art. 3, comma 11, del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163, mediante procedura aperta, la: PROGETTAZIONE DEFINITIVA ED ESECUTIVA, ESECUZIONE DI LAVORI E GESTIONE DEI DUE CIMITERI COMUNALI 1. Informazioni generali Codice Identificativo Gara (CIG): CPV: Oggetto principale: Oggetti complementari: ; ; ; Oggetto della concessione Formano oggetto della concessione la progettazione definitiva, la progettazione esecutiva e l esecuzione di lavori di manutenzione straordinaria, di adeguamento normativo e di nuova costruzione nei due cimiteri comunali, sulla base del progetto preliminare predisposto dalla Stazione appaltante, nonché la gestione funzionale ed economica dei Cimiteri stessi. Nelle prestazioni a carico del Concessionario sono inoltre comprese la direzione e contabilità dei lavori, nonché il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione. Durata della concessione: La concessione ha durata di trenta anni decorrenti dalla stipulazione del contratto, ferme restando le facoltà di proroga, di risoluzione e di revoca ove ne ricorrano i presupposti di legge e del Capitolato speciale. Valore complessivo stimato della concessione: Ai sensi e per gli effetti dell art. 29 del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163, il valore complessivo stimato della concessione è di Euro , I.V.A. esclusa, dei quali: Euro , quale valore stimato dei servizi da rendere agli utenti, calcolato 1

2 sulla base dei flussi di cassa previsti in via presuntiva per il Concessionario; Euro , quale contributo massimo a carico del Comune al fine di assicurare al Concessionario il perseguimento dell equilibrio economico - finanziario degli investimenti e della connessa gestione. Importo complessivo dei lavori, quale risultante dal progetto preliminare: Euro ,89, I.V.A. esclusa, dei quali: - Euro ,89, quale importo dei lavori, di cui Euro ,57, quale costo per la sicurezza; - Euro ,00, quale ammontare delle spese di progettazione definitiva ed esecutiva, (esclusi I.V.A. e oneri professionali). Spese tecniche interne da rimborsare al Concedente Come previsto dall art. 4.7 del Capitolato speciale, nell arco di durata della concessione il Concessionario dovrà corrispondere al Comune la somma di Euro ,15 a titolo di rimborso delle spese sostenute o da sostenersi dall Amministrazione Comunale per i ruoli interni svolti e da svolgersi nella progettazione ed esecuzione dei lavori previsti nell ambito della concessione. Di tale somma, una quota di Euro ,34 dovrà essere pagata al Comune prima della stipulazione del contratto di concessione. Classificazione dei lavori: Ai sensi e per gli effetti degli articoli 108, 109 e 61 del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207 si indicano gli importi complessivi e le categorie e classifiche di lavori: Categoria prevalente Classifica Importo in Euro Incidenza percentuale OG 1: Edifici civili e industriali VIII ,35 64,06% Categorie ulteriori OG12: Opere ed impianti di bonifica e protezione ambientale OG2: Restauro e manutenzione dei beni immobili sottoposti a tutela ai sensi delle disposizioni in materia di beni culturali e ambientali V ,00 14,27% V ,59 11,96% OG 11: Impianti tecnologici IV ,95 4,61% OS24: Verde e arredo urbano IV ,00 5,10% Avvertenze: - Disposizione transitoria Poiché con D.L. 6 giugno 2012 n. 73 i termini previsti dall art. 357, commi 12, 14, 15, 16, 17, 22, 24 e 25 del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207 sono stati prorogati di 180 giorni, ai fini della predisposizione del presente bando si continuano ad applicare le disposizioni del D.P.R. 25 gennaio 2000 n. 34 e le categorie del relativo allegato A. Pertanto, ai fini della partecipazione alla gara la dimostrazione del possesso del requisito relativo alla categoria OG 11 avviene mediante presentazione delle 2

3 attestazioni di qualificazione rilasciate dalle SOA in vigenza del D.P.R. 25 gennaio 2000 n. 34, purchè in corso di validità anche alla data di entrata in vigore del D.P.R. 5 ottobre 2010 n Per le questioni relative alla qualificazione nel periodo transitorio, si richiama il Comunicato del Presidente dell Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture del 10 giugno Categorie scorporabili a qualificazione obbligatoria Si precisa che ai sensi dell ultimo capoverso delle premesse all Allegato A al D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207 e in conformità alle indicazioni riportate nella Tabella sintetica delle categorie contenuta nello stesso Allegato A, le lavorazioni di cui alle categorie generali nonché alle categorie specializzate per le quali è prescritta la qualificazione obbligatoria - in questo caso OG 2, OG 12, OG 11 e OS24 - non possono essere eseguite dalle imprese aggiudicatarie se prive delle relative adeguate qualificazioni. Pertanto il concorrente sprovvisto di tali qualificazioni dovrà dichiarare espressamente nell apposito spazio del modulo di dichiarazione allegato sotto A al bando - che le opere appartenenti alle categorie a qualificazione obbligatoria per le quali esso non è qualificato saranno affidate in subappalto a imprese in possesso della specifica qualificazione. Validazione del progetto: ai sensi dell art. 55 del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207 si precisa che la validazione del progetto preliminare posto a base di gara è avvenuta con atto del Responsabile del Procedimento in data 2 luglio Classi e categorie dei lavori ai fini della progettazione definitiva ed esecutiva: Ai sensi dell art. 264, comma 1, lett. c), del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207, si precisa che le classi e categorie dei lavori oggetto di progettazione definitiva ed esecutiva, individuate sulla base delle elencazioni contenute nella vigente tariffa professionale degli ingegneri ed architetti, approvata con L. 2 marzo 1949 n. 143 e aggiornata da ultimo con D.M. 4 aprile 2001, sono le seguenti: CLASSE CATEGORIA DESCRIZIONE DELLE OPERE IMPORTO LAVORI IMPORTO GLOBALE MINIMO IN EURO DEI LAVORI EFFETTUATI IN EURO , ,11 I b) Cimiteri di media importanza I g) Strutture in c.a , ,60 antisismiche I d) Edifici soggetti a , ,17 vincolo (*) I d) Giardini , ,00 III a) Impianti idrici , ,80 III b) Impianti meccanici , ,61 III c) Impianti elettrici , ,48 3

4 (*) Per tali opere il progettista deve essere necessariamente un architetto (v. art. 52 del Regio Decreto 23 ottobre 1925 n e T.A.R. Lazio, Roma, Sez. II, sentenza n del 17 agosto 2011). Ai sensi dell art. 264, comma 1, lett. d),del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207, si precisa che l ammontare presumibile del corrispettivo dei servizi di progettazione esecutiva da affidare è stato determinato sulla base delle percentuali ed aliquote di prestazioni parziali previste dalle tariffe professionali, in corrispondenza della classe, della categoria e degli importi dell intervento risultanti dai progetti redatti, nonché del livello di progettazione da redigere. Tale quota del corrispettivo è stata aumentata sulla base degli incrementi stabiliti dalle tariffe professionali per il rimborso delle spese. La quota del corrispettivo complessivo riferita alle prestazioni accessorie è stata determinata con riguardo ai correnti prezzi di mercato e con riferimento agli importi posti a base di gara. Criterio di aggiudicazione: criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell art. 83 del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163, valutata in base ai seguenti elementi: ELEMENTI DI VALUTAZIONE Subpunteggio massimo Punteggio massimo 1 ELEMENTI DI NATURA QUALITATIVA Progetto definitivo Soluzioni e migliorie 30, di cui: completezza degli elaborati del progetto definitivo Valore tecnico delle soluzioni proposte e integrazioni in merito ai lavori valore tecnico delle opere relative alle nuove costruzioni e agli adeguamenti degli edifici esistenti valore tecnico delle opere relative alle aree pertinenziali (aree verdi, percorsi pedonali, percorsi carrabili, recinzioni, ecc.) Valore tecnico delle soluzioni proposte in merito al programma dei lavori cronoprogramma dei lavori, nel rispetto di quanto previsto all art. 2.2-bis del capitolato speciale organizzazione generale e logistica di cantiere in riferimento al cronoprogramma offerto dei lavori Piano di gestione Soluzioni e migliorie 35, di cui: Piano delle attività: Verranno considerati i servizi accessori proposti, con particolare riferimento a quelli in miglioria a quanto prescritto dal capitolato descrittivo e prestazionale di gestione, valutate per: aspetti che favoriscano la più ampia accessibilità 3 dell utenza alle strutture, quali le fasce orarie di apertura accoglienza e ausili all utenza contenuti della Carta della qualità dei servizi Programma delle manutenzioni: verranno valutate le 4

5 attività di manutenzione ordinaria e programmata proposte, e le modalità di svolgimento delle manutenzioni straordinarie, fatte salve le prescrizioni minime indicate nel Capitolato descrittivo e prestazionale di gestione, con particolare riferimento: agli interventi manutentivi sulle strutture esistenti, sulle strutture nuove e sulle aree pertinenziali comprese le aree verdi agli interventi di pulizia degli ambienti, con riguardo alla frequenza degli interventi, alle fasce orarie di svolgimento, alla disponibilità del personale addetto durante l apertura dei cimiteri, all affidamento a personale interno o esterno alle modalità di controllo e supervisione delle attività manutentive, con riguardo alle modalità di tenuta del registro delle manutenzioni, di verifica delle scadenze, di tenuta delle certificazioni e dei rapporti di lavoro Piano delle risorse umane: verrà considerata la dotazione di personale messa a disposizione per l effettuazione di tutti i servizi, nel rispetto di quanto prescritto dal capitolato descrittivo e prestazionale di gestione, distinguendo i ruoli da ricoprire mediante la propria organizzazione interna o mediante ditte esterne, da valutare per: ricchezza delle figure professionali previste in organigramma, da valutarsi per numero di addetti e per presenza di figure specifiche addette alla manutenzione, alla gestione amministrativa, alla reception, ai servizi cimiteriali assunzione a tempo indeterminato di personale dipendente del precedente gestore impiegato in via esclusiva o prevalente presso i servizi cimiteriali di Sesto San Giovanni Piano di sicurezza: Verranno presi in considerazione i protocolli di autocontrollo e sicurezza e il documento di valutazione rischi, da valutare per: accuratezza del Piano di sicurezza e degli allegati obbligatori ELEMENTI DI NATURA QUANTITATIVA Ribasso sul contributo Numero di anni di erogazione del contributo Capitale sociale Ricavo globale risultante dal Piano Tariffario Canone annuo per ogni lampada votiva 5 Nella valutazione delle offerte i punteggi verranno espressi con tre cifre decimali, con arrotondamento all unità superiore qualora la quarta cifra decimale sia pari o superiore a cinque. L individuazione dell offerta economicamente più vantaggiosa verrà effettuata con il metodo aggregativo compensatore di cui all Allegato G del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207, attraverso l'utilizzo della seguente formula: 5

6 K(x)= _n[wi*v(x)i] nella quale: x è l offerta considerata; K(x) rappresenta il punteggio totale attribuito all'offerta x; n è il numero totale di elementi rispetto ai quali vengono fatte le valutazioni; Wi è il punteggio (peso) attribuito all'elemento di valutazione i-esimo; V(x)i è il coefficiente, espresso in valori centesimali, riferito all'offerta x e all'elemento di valutazione i-esimo. _n è la sommatoria. I coefficienti V(x)i saranno determinati: per quanto riguarda ognuno degli elementi di natura qualitativa (Progetto definitivo, Piano di gestione, e relative sottoarticolazioni) attraverso la media dei coefficienti, variabili tra zero ed uno, attribuiti da ciascun commissario in sedute riservate alle proposte dei concorrenti, determinati applicando il metodo del confronto a coppie delle singole proposte presentate dai concorrenti, seguendo le Linee guida di cui all Allegato G del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207; in particolare, al fine di non alterare i rapporti, stabiliti nel bando di gara, tra i pesi dei criteri di valutazione aventi natura qualitativa e quelli aventi natura quantitativa si procederà, per ogni criterio di valutazione di natura qualitativa, a normalizzare i valori delle medie dei coefficienti attribuiti ad ogni offerta dai commissari. La normalizzazione è effettuata assegnando per ognuno dei criteri di valutazione alla media di valore più alto il coefficiente pari a uno e alle altre medie coefficienti in proporzione lineare. Tale procedimento di normalizzazione sarà effettuato per ciascun sottocriterio al quale corrisponda un subpunteggio. N.B.: Nel caso in cui la documentazione costituente l offerta relativa agli elementi qualitativi presentata da un concorrente sia incompleta rispetto a uno o più degli elementi di valutazione, non consentendo pertanto alla Commissione di formulare un giudizio, al concorrente autore dell offerta incompleta verrà attribuito inderogabilmente il coefficiente zero in corrispondenza dell elemento di valutazione per il quale la documentazione è lacunosa, e conseguentemente allo stesso elemento non sarà attribuito alcun punteggio. Per quanto riguarda gli elementi di valutazione di natura quantitativa (Ribasso sul contributo, Numero di anni di erogazione del contributo, Capitale sociale, Ricavo globale risultante dal Piano tariffario, Canone annuo per ogni lampada votiva) attraverso interpolazione lineare tra il coefficiente pari ad uno, attribuito ai valori degli elementi offerti più convenienti per la stazione appaltante, e il coefficiente pari a zero, attribuito ai valori degli elementi offerti pari a quelli posti a base di gara. Luogo di esecuzione: Sesto San Giovanni. Termini di adempimento: per la consegna del progetto definitivo: 60 (sessanta) giorni naturali e consecutivi a decorrere dalla ricezione di apposito ordine di servizio emesso dal Responsabile del Procedimento ai sensi dell art. 169, comma 1, del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207; per la consegna del progetto esecutivo e per l ultimazione dei lavori: il termine sarà 6

7 quello risultante dal cronoprogramma facente parte dell offerta tecnica presentata in sede di gara. Modalità di finanziamento: il contributo in conto capitale a carico del Comune è finanziato con mezzi ordinari di bilancio. Regolamentazione: la concessione è regolata da apposito schema di contratto, dal capitolato speciale ed allegati capitolato descrittivo e prestazionale di gestione e capitolato descrittivo e prestazionale dei lavori. I pagamenti del contributo a carico del Comune saranno effettuati secondo le modalità previste all art. 4.3 del capitolato speciale. Data della gara: la prima seduta pubblica delle operazioni di gara si terrà presso il Palazzo Comunale il giorno 8 gennaio alle ore Precisazioni relative alle offerte Ai sensi dell art. 266, comma 3, lett. d), del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207, si precisa che saranno ammessi alla fase successiva di apertura dell offerta economica i concorrenti la cui offerta relativa agli elementi qualitativi abbia riportato un punteggio non inferiore al 60% (sessanta per cento) del punteggio massimo complessivamente attribuibile agli elementi di natura qualitativa. Si procederà ad aggiudicazione anche nel caso sia presente una sola offerta valida, purchè abbia conseguito nell offerta tecnica la soglia minima di punteggio di cui sopra. Ai sensi dell art. 81, comma 3, del D. Lgs. 12 aprile 2006 n.163 l Ente concedente si riserva la facoltà di non aggiudicare la concessione ad alcuno dei concorrenti qualora nessuna delle offerte presentate risulti conveniente o idonea in relazione all oggetto del contratto. Risulterà aggiudicatario il concorrente la cui offerta avrà ottenuto il punteggio complessivo più elevato. In caso di offerte che abbiano riportato uguale punteggio complessivo, la concessione verrà aggiudicata al concorrente la cui offerta abbia ottenuto il maggior punteggio relativamente all'offerta relativa agli elementi qualitativi. Qualora anche i punteggi attribuiti all offerta relativa agli elementi qualitativi dovessero risultare uguali, si procederà all aggiudicazione ai sensi dell art. 77 del R.D. n. 827 del 23 maggio Facoltà di revoca della procedura L Ente a concedente si riserva la facoltà di revocare in ogni momento l intera procedura di affidamento per sopravvenute ragioni di pubblico interesse o per la modifica delle circostanze di fatto o dei presupposti giuridici su cui tale procedura si fonda. 2. Società di progetto Dopo l'aggiudicazione l'aggiudicatario dovrà costituire, ai sensi dell'art. 156 del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163, una società di progetto in forma di società per azioni o a responsabilità limitata, anche consortile, avente un capitale minimo di Euro ,00. In caso di concorrente costituito da più soggetti, nell'offerta deve essere indicata la quota di partecipazione al capitale sociale di ciascun soggetto. 1 Data così prorogata con determinazione del Direttore del Settore Trasformazioni Urbane, Reti e Mobilità n. C1-94 del 18 ottobre

8 La società così costituita diventa la concessionaria subentrando nel rapporto di concessione all'aggiudicatario. 3. Sistemi di realizzazione dei lavori I lavori oggetto di concessione (compresi quelli di manutenzione così come indicati nel programma di manutenzione allegato al Piano di gestione offerto dall aggiudicatario) potranno essere realizzati, sempre e comunque nel rispetto delle norme relative alla qualificazione degli esecutori di lavori pubblici: direttamente dal concessionario; ai sensi dell art. 156, comma 2, del D. Lgs. 163/2006 i lavori si considerano eseguiti in proprio anche nel caso siano affidati direttamente dalla società di progetto ai propri soci, sempre che essi siano in possesso dei necessari requisiti; resta ferma la possibilità di affidare lavorazioni in subappalto nei limiti di legge; tramite affidamento dal concessionario a terzi mediante procedura ad evidenza pubblica ai sensi dell art. 142, comma 4, del D. Lgs 163/2006. Si applicano, in tale ipotesi, le disposizioni di cui alla Parte II, Titolo III, Capo II, Sezione IV dello stesso decreto, nonché le altre norme richiamate dal citato articolo. Il concorrente dovrà indicare nei documenti di partecipazione alla gara: la quota del valore globale dei lavori che intende eseguire direttamente, anche mediante i soci della società di progetto; la quota del valore globale dei lavori che intende affidare a terzi con procedura a evidenza pubblica; la quota del valore globale dei lavori che intende affidare in subappalto nei limiti di legge. 4. Sistemi di esecuzione dei servizi I servizi oggetto della concessione potranno essere eseguiti, sempre e comunque nel rispetto delle norme relative alla qualificazione degli esecutori di servizi pubblici, nei seguenti modi: a) relativamente ai servizi principali (gestione di tutte le operazioni cimiteriali; custodia e assistenza agli utenti dei due cimiteri; manutenzioni ordinarie, anche del verde; gestione dell'illuminazione votiva ed elettrica; pulizie, raccolta e smaltimento dei rifiuti cimiteriali): direttamente dal concessionario; ai sensi dell art. 156, comma 2, del D. Lgs 163/2006 i servizi si considerano prestati in proprio anche nel caso siano affidati direttamente dalla società di progetto ai propri soci, sempre che essi siano in possesso dei necessari requisiti; resta ferma la possibilità di affidare prestazioni in subappalto nei limiti di legge (30% dell importo complessivo dei servizi, ai sensi dell art. 118, comma 2, quarto periodo, del D. Lgs 163/2006); Il concorrente dovrà indicare nei documenti di partecipazione alla gara: quali tra i servizi principali intende eseguire direttamente, anche mediante i soci della società di progetto; quali tra i servizi principali intende affidare in subappalto nei limiti di legge. b) Relativamente ai servizi complementari di supporto (pulizie, raccolta e smaltimento dei rifiuti non cimiteriali; gestione amministrativa e contabile occorrente per il funzionamento di tutti i cimiteri; derattizzazione, disinfestazioni e sgombero neve; 8

9 vigilanza diurna e notturna, compresa la videosorveglianza; servizio di call center; trasporto degli utenti all interno del Cimitero Nuovo; completamento e aggiornamento informatizzato delle strutture cimiteriali e il censimento delle sepolture e delle lampade votive; servizi di rilevazione della customer satisfaction) l affidamento a soggetti terzi in possesso di idonea qualifica non costituisce subappalto ed è possibile previa semplice comunicazione al Comune, fermo restando il ruolo del Concessionario quale unico referente e responsabile verso il Comune per le suddette attività; al Comune comunque competono i poteri di verifica e controllo previsti per legge anche nei confronti dei soggetti subaffidatari. c) Relativamente ai servizi di progettazione, ad opera di tecnici abilitati: direttamente dal concessionario; ai sensi dell art. 156, comma 2, del D. Lgs 163/2006 i servizi si considerano prestati in proprio anche nel caso siano affidati direttamente dalla società di progetto ai propri soci, sempre che essi siano in possesso dei necessari requisiti. Ai sensi dell art. 91, comma 3, del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163, per le prestazioni relative alla progettazione esecutiva non è possibile avvalersi del subappalto se non per le attività indicate nello stesso articolo. Dovrà comunque essere osservato quanto previsto dall art. 118 del D. Lgs. 163/2006 (art. 252, comma 5, del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207). 5. Soggetti ammessi alla partecipazione Sono ammessi a partecipare alla procedura i soggetti di cui all art. 34 del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 che siano in possesso, come prescritto dall art. 53, comma 3, del D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163, dei requisiti per la progettazione previsti dal presente bando o che si avvalgano di un progettista qualificato alla realizzazione del progetto esecutivo da indicare nell offerta o eventualmente associato in raggruppamento temporaneo, come in seguito precisato. I raggruppamenti temporanei e i consorzi ordinari di concorrenti, anche se non ancora costituiti, sono ammessi a partecipare con le modalità di cui all art. 37 del decreto citato e a condizione che siano in possesso dei sottoindicati requisiti di partecipazione nelle misure precisate in seguito, ai sensi dell art. 92, commi , del D.P.R. 5 ottobre 2010 n Ai sensi dell art. 92, comma 5, del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207, se l'impresa singola o le imprese che intendano riunirsi in associazione temporanea hanno i requisiti per la partecipazione alla gara, possono associare (in c.d. cooptazione ) altre imprese qualificate anche per categorie ed importi diversi da quelli richiesti nel bando, a condizione che i lavori eseguiti da queste ultime non superino il 20 per cento dell'importo complessivo dei lavori e che l'ammontare complessivo delle qualificazioni possedute da ciascuna sia almeno pari all'importo dei lavori che saranno ad essa affidati. E fatto divieto ai concorrenti di partecipare alla gara in più di un raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti, ovvero di partecipare alla gara stessa anche in forma individuale qualora si sia partecipato alla medesima in raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti (art. 37, comma 7, del D. Lgs. n. 163/2006). A tal fine tutti i consorzi dovranno dichiarare con apposita attestazione, come previsto al punto 1), lettera c), del modello allegato A al bando, l elenco aggiornato dei soggetti consorziati. I consorzi stabili sono ammessi a partecipare con le modalità di cui all art. 36 del D. Lgs. n. 163/2006. E vietata la partecipazione a più di un consorzio stabile. 9

10 Si evidenzia che, a pena di esclusione, i consorzi di cui all art. 34, comma 1, lettere b) e c), del D. Lgs. n. 163/2006 dovranno indicare in sede di offerta, con apposita dichiarazione, come previsto nel modello allegato, i singoli consorziati per conto dei quali concorrono; a questi ultimi è fatto divieto di partecipare, in qualsiasi forma, alla medesima gara; in caso di violazione sono esclusi dalla gara sia il consorzio sia il consorziato; in caso di inosservanza di tale divieto si applica l art. 353 del Codice Penale (articoli 37, comma 7, secondo periodo, e 36, comma 5, primo periodo, del D. Lgs. n. 163/2006). E vietata l associazione in partecipazione. E altresì vietata qualsiasi modificazione alla composizione dei raggruppamenti temporanei e dei consorzi ordinari di concorrenti rispetto a quella risultante dall impegno presentato in sede di offerta (art. 37, comma 9, del D. Lgs. n. 163/2006). Ai sensi dell art. 38, comma 2, secondo periodo, lettera b), del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 (introdotto dall art. 3, comma 2, del D.L. 25 settembre 2009 n. 135) l Ente concedente potrà escludere dalla gara i concorrenti per i quali accerti che le relative offerte siano imputabili ad un unico centro decisionale, sulla base di univoci elementi. 6. Requisiti di partecipazione Per partecipare alla gara i concorrenti devono possedere i seguenti requisiti di ordine generale e di ordine speciale (tecnico-organizzativo ed economico-finanziario), da attestarsi attraverso le dichiarazioni contenute a seconda dei casi - nei modelli Allegato A.1.1, Allegato A.1.2 e Allegato A.1.3 al bando: Requisiti di ordine generale: 1) non trovarsi nelle condizioni previste dall art. 38 del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 quali cause di esclusione dalle procedure di affidamento degli appalti di lavori pubblici; ai sensi del comma 1-bis di tale articolo, introdotto dall art. 2, comma 19, lettera a), della Legge 15 luglio 2009 n. 94 e modificato dall art. 4, comma 2, lettera b), punto 2), del D.L. 13 maggio 2011 n. 70 convertito, con modificazioni, con Legge 12 luglio 2011 n. 106, le cause di esclusione previste dallo stesso art. 38 non si applicano alle aziende o società sottoposte a sequestro o confisca ai sensi dell'articolo 12-sexies del D.L. 8 giugno 1992 n. 306, convertito, con modificazioni, dalla Legge 7 agosto 1992 n. 356, o della Legge 31 maggio 1965 n. 575, ed affidate ad un custode o amministratore giudiziario, limitatamente a quelle riferite al periodo precedente al predetto affidamento, o finanziario; 2) non trovarsi nel periodo di emersione dal lavoro irregolare di cui all art. 1-bis, comma 14, della Legge 18 ottobre 2001 n. 383; Requisiti di ordine speciale (tecnico-organizzativo ed economico-finanziario): - Per la progettazione definitiva ed esecutiva: 3) che l attestazione di qualificazione SOA di cui al seguente punto 4) sia rilasciata per prestazioni di progettazione e costruzione (anziché per prestazioni di sola costruzione) per una classifica sufficiente a coprire la somma degli importi dei lavori, della sicurezza e della progettazione (in questo caso, una classifica non inferiore alla VIII (illimitato). 10

11 Il requisito di cui sopra al numero 3) può essere sostituito dal seguente: 3) avvalersi di un progettista qualificato alla realizzazione del progetto esecutivo individuato in sede di offerta o eventualmente associato in raggruppamento temporaneo. In entrambi tali casi il progettista dovrà avere i seguenti requisiti: a) non trovarsi nelle condizioni previste dall art. 38 del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 quali cause di esclusione dalle procedure di affidamento degli appalti di lavori pubblici; b) [per ciascun soggetto persona fisica che eseguirà la progettazione esecutiva, indipendentemente dalla natura giuridica del soggetto indicato o associato per la progettazione:] iscrizione nel relativo Albo professionale previsto dai vigenti ordinamenti ovvero abilitazione all esercizio della professione secondo le norme del paese dell Unione Europea di appartenenza; c) non trovarsi nelle condizioni previste dall art. 253 del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207 quali cause di esclusione dalle procedure di affidamento di servizi attinenti all architettura e all ingegneria; d) essere in regola con il versamento dei contributi previdenziali e assistenziali (art. 90, comma 7, ultimo periodo, del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163); e) non incorrere nei divieti di cui all art. 90, comma 8, del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163; f) l'esecuzione con buon esito, negli ultimi dieci anni anteriori alla data di pubblicazione del presente bando, di servizi di progettazione di cui all art. 252 del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207 con riferimento a lavori appartenenti alle seguenti categorie e classi per i seguenti importi minimi, pari a due volte gli importi dei lavori di ognuna delle suddette classi e categorie (art. 267, comma 3, del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207): CLASSE CATEGORIA DESCRIZIONE DELLE OPERE IMPORTO LAVORI IMPORTO GLOBALE MINIMO IN EURO DEI LAVORI EFFETTUATI IN EURO , ,11 I b) Cimiteri di media importanza I g) Strutture in c.a , ,60 antisismiche I d) Edifici soggetti a , ,17 vincolo (*) I d) Giardini , ,00 III a) Impianti idrici , ,80 III b) Impianti meccanici , ,61 III c) Impianti elettrici , ,48 (*) Per tali opere il progettista deve essere necessariamente un architetto (v. art. 52 del Regio Decreto 23 ottobre 1925 n e T.A.R. Lazio, Roma, Sez. II, sentenza n del 17 agosto 2011). Ai sensi dell art. 263, comma 2, del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207, i servizi valutabili ai fini del soddisfacimento del requisito sono quelli che nel decennio 11

12 antecedente la data di pubblicazione del presente bando di gara sono stati iniziati ultimati e approvati ovvero, in caso di servizi iniziati in epoca precedente, la parte di essi ultimata e approvata nello stesso periodo. g) [solo per le società di ingegneria di cui all art. 90, comma 1, lettera f), del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163:] essere in possesso dei requisiti di cui all art. 254 del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207; h) [solo per i raggruppamenti temporanei di cui all art. 90, comma 1, lettera g), del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163:] prevedere la presenza di un professionista abilitato da meno di cinque anni all esercizio della professione secondo le norme dello Stato membro dell Unione Europea in cui il professionista ha la residenza (art. 253, comma 5, del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207; i) [solo per le società di professionisti:] essere in possesso dei requisiti di cui all art. 255 del D.P.R. 5 ottobre 2010 n Nel caso l impresa concorrente indichi più progettisti in quanto il progettista singolo non possiede in proprio tutti i requisiti, questi devono necessariamente costituirsi in raggruppamento temporaneo tra loro, come risulta dall elenco dei soggetti a cui possono essere affidate prestazioni di progettazione contenuto nell art. 90, comma 1, D. Lgs. 12 aprile 2006 n Nel caso l impresa concorrente indichi per la progettazione un raggruppamento temporaneo tra progettisti, si dovrà procedere come segue: a) nel compilare l Opzione 2 del Modello Allegato A.1.1. al bando l impresa dovrà dichiarare che per la progettazione si avvarrà dei seguenti progettisti che si costituiranno, in caso di aggiudicazione, in raggruppamento temporaneo tra loro specificando i soggetti partecipanti; b) i progettisti che intendono costituirsi in raggruppamento temporaneo tra loro dovranno compilare e sottoscrivere la dichiarazione di cui al Modello Allegato A- ter, sottoscritta da tutti i raggruppati, con la quale essi esplicitano tale intento, precisano se il raggruppamento è di tipo orizzontale o verticale, specificano chi assume il ruolo di mandatario e chi quello di mandante e le quote (se orizzontale) o le prestazioni (se verticale) assunte da ciascuno, e si impegnano, per il caso di aggiudicazione, a conferire mandato collettivo speciale con rappresentanza ad uno di essi qualificato come mandatario; c) ognuno dei progettisti facenti parte del raggruppamento dovrà compilare e sottoscrivere la dichiarazione di cui al Modello Allegato A.1.3. per progettisti indicati da imprese. Sempre nel caso in cui l impresa concorrente indichi per la progettazione un raggruppamento temporaneo tra progettisti, il professionista abilitato da meno di cinque anni può essere inserito nel raggruppamento, alternativamente, secondo una delle seguenti modalità: o se è in possesso dei requisiti minimi - in qualità di vero e proprio partecipante (mandante), e in tal caso dovrà rendere tutte le dichiarazioni previste dal bando per i mandanti di raggruppamenti temporanei (e cioè quelle sopra specificate in questo stesso paragrafo); oppure in qualità di semplice collaboratore o dipendente, e in tal caso: a) nella dichiarazione di cui al Modello Allegato A-ter che i progettisti che intendono costituirsi in raggruppamento temporaneo tra loro devono presentare come sopra indicato, essi dovranno dichiarare il nominativo di tale professionista, la specificazione di quale rapporto di collaborazione o di 12

13 dipendenza lo lega ai progettisti partecipanti al raggruppamento e le attività che gli saranno affidate; b) al punto 20) del Modello Allegato A.1.2. al bando o del Modello Allegato A.1.3. al bando dovrà essere barrata la relativa casella, aggiungendo nell apposito spazio del modulo - il nominativo di tale professionista; c) il giovane professionista in tal modo designato dovrà compilare e sottoscrivere la dichiarazione di cui al Modello Allegato A.1.3. al bando, omettendo solo l Opzione 2 del punto 15.a), il punto 15.b) e la documentazione a comprova dei servizi di progettazione di cui all art. 252 del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207 prestati negli ultimi dieci anni anteriori alla data di pubblicazione del presente bando, predisposta secondo l Allegato O dello stesso decreto. - Per l esecuzione dei lavori: 4) attestazione di qualificazione per prestazioni di costruzione, rilasciata da una SOA regolarmente autorizzata, per la categoria OG 1 e per una classifica sufficiente a coprire la somma degli importi dei lavori e della sicurezza (in questo caso, una classifica non inferiore alla VIII (illimitato) ), salvo quanto sotto precisato nel paragrafo Misura del possesso dei requisiti per impresa singola/imprese riunite/consorzi e quanto sopra esposto nelle Avvertenze a pagina 2. N.B.: Ai sensi dell art. 76, comma 1, del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207, per il conseguimento della qualificazione nelle classifiche III, IV e V le imprese devono essere in possesso della certificazione di sistema di qualità di cui all'articolo 40, comma 3, lettera a), del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 conforme alle norme europee della serie Uni En Iso 9000, rilasciata da organismi accreditati ai sensi delle norme europee della serie Uni Cei En e della serie Uni Cei En Iso/Iec Pertanto saranno ammesse alla gara per le classifiche III, IV e V esclusivamente le imprese la cui attestazione SOA riporti l indicazione del possesso di tale certificazione: ai fini della dimostrazione di tale requisito non sono ammessi equipollenti, per cui in mancanza della suddetta indicazione nell attestazione SOA il concorrente verrà escluso dalla gara. 5) Il concorrente deve avere inoltre realizzato, nel quinquennio antecedente la data di pubblicazione del presente bando, una cifra d affari, ottenuta con lavori svolti mediante attività diretta e indiretta, non inferiore a 3 (tre) volte l importo di Euro ,89 a base di gara e quindi non inferiore a Euro ,67, trattandosi di lavori di importo superiore a quello di Euro convenzionalmente stabilito per la classifica VIII (art. 3, comma 5, del D.P.R. 25 gennaio 2000 n. 34). - Per la gestione (art. 95 del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207): 6) Fatturato medio annuo relativo alle attività svolte negli ultimi cinque anni antecedenti alla pubblicazione del bando non inferiore al dieci per cento dell investimento (pari a Euro ,00) previsto per l intervento, e quindi non inferiore a Euro ,70; 7) Capitale sociale non inferiore ad un ventesimo dell investimento previsto per l intervento, e quindi non inferiore a Euro ,85; 13

14 8) Svolgimento negli ultimi cinque anni di servizi affini a quello previsto dall intervento per un importo medio non inferiore al cinque per cento dell investimento previsto per l intervento, e quindi non inferiore a Euro ,85; 9) Svolgimento negli ultimi cinque anni di almeno un servizio affine a quello previsto dall intervento per un importo medio pari ad almeno il due per cento dell investimento previsto per l intervento, e quindi non inferiore a Euro ,94. In alternativa ai requisiti sopra previsti ai nn. 8) e 9), il concessionario può incrementare i requisiti previsti ai nn. 6) e 7), nella misura di 1,5 volte. Il requisito previsto dal n. 7), può essere dimostrato anche attraverso il patrimonio netto (art. 95, comma 2, D.P.R. 207/2010). Se il concorrente non esegue direttamente i lavori oggetto della concessione, deve essere in possesso esclusivamente dei requisiti per la gestione sopra previsti ai nn. 6), 7), 8) e 9) (art. 95, comma 3, D.P.R. 207/2010). Se il concorrente esegue direttamente solo in parte i lavori oggetto della concessione, deve essere in possesso dei requisiti di cui ai nn. 4) e 5) richiesti per l esecuzione dei lavori in misura adeguata all importo dei lavori che intende assumere direttamente. 7. Requisiti per l esecuzione delle opere relative agli impianti Si precisa che in fase di esecuzione della concessione il soggetto che eseguirà, a qualunque titolo, le lavorazioni relative agli impianti di cui all'art. 1, comma 2, del D.M. 22 gennaio 2008 n. 37 dovrà necessariamente essere in possesso della relativa abilitazione, da dimostrarsi prima dell inizio di tali opere esclusivamente nel seguente modo: - certificato di iscrizione nel Registro delle Imprese di cui all art. 8 della Legge 29 dicembre 1993 n. 580 o nell Albo delle Imprese Artigiane di cui alla Legge 8 agosto 1985 n. 443, recante l attestazione del possesso dei requisiti tecnico-professionali di cui di cui all'art. 4 del D.M. 22 gennaio 2008 n. 37 in capo all impresa o al responsabile tecnico preposto con atto formale, con riferimento agli impianti di cui alle lettere a) - c) - d) - e) f) g) dell art. 1, comma 2, del decreto citato. 8. Misura del possesso dei requisiti per impresa singola/imprese riunite/consorzi Fermo restando quanto sopra previsto in ordine ai requisiti per la progettazione definitiva ed esecutiva e per la gestione, la misura del possesso dei requisiti a seconda che il concorrente sia un impresa singola o un raggruppamento temporaneo o un consorzio è disciplinata come segue. - Per quanto riguarda l esecuzione dei lavori: L'impresa singola può partecipare alla gara qualora sia in possesso dell attestazione di qualificazione, rilasciata da una SOA regolarmente autorizzata, con riferimento alla categoria prevalente per una classifica adeguata rispetto all'importo totale dei lavori a 14

15 base di gara. In alternativa, l impresa singola deve essere in possesso dell attestazione di qualificazione, rilasciata da una SOA regolarmente autorizzata, con riferimento alla categoria prevalente e alle categorie scorporabili per una classifica adeguata rispetto ai rispettivi singoli importi. I requisiti relativi alle lavorazioni scorporabili non posseduti dall impresa devono da questa essere posseduti con riferimento alla categoria prevalente. Per i raggruppamenti temporanei di concorrenti, i consorzi ordinari di concorrenti e i soggetti che abbiano stipulato il contratto di gruppo europeo di interesse economico (Geie), di cui all'art. 34, comma 1, lettere d), e) e f) del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163, di tipo orizzontale, i requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi richiesti per l impresa singola devono essere posseduti dalla mandataria o da una impresa consorziata nella misura minima del 40%; la restante percentuale deve essere posseduta cumulativamente dalle mandanti o dalle altre imprese consorziate ciascuna nella misura minima del 10% di quanto richiesto all'intero raggruppamento. L impresa mandataria in ogni caso possiede i requisiti in misura maggioritaria. Pertanto la mandataria o un impresa consorziata deve essere in possesso dell attestazione di qualificazione, rilasciata da una SOA regolarmente autorizzata, con riferimento alla categoria prevalente per una classifica adeguata ad almeno il 40% di quanto richiesto all'intero raggruppamento; ciascuna delle mandanti deve essere in possesso dell attestazione di qualificazione SOA con riferimento alla categoria prevalente per una classifica adeguata ad almeno il 10% di quanto richiesto all'intero raggruppamento, fino a raggiungere il possesso, in capo all associazione temporanea di imprese o al consorzio, del 100% dei requisiti minimi di partecipazione, fermo restando che la quota di possesso dei requisiti della mandataria deve essere superiore a quella di ciascuna delle mandanti. Per i raggruppamenti temporanei di concorrenti, i consorzi ordinari di concorrenti e i soggetti che abbiano stipulato il contratto di gruppo europeo di interesse economico (Geie), di cui all'art. 34, comma 1, lettere d), e) e f) del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163, di tipo verticale, l attestazione di qualificazione, rilasciata da una SOA regolarmente autorizzata, richiesta per l impresa singola deve essere posseduta dalla mandataria o da una impresa consorziata nella categoria prevalente; nelle categorie scorporabili ciascuna mandante deve possedere l attestazione di qualificazione prevista per l importo dei lavori della categoria che intende assumere e nella misura indicata per l impresa singola. L attestazione di qualificazione relativa alle lavorazioni scorporabili non assunte da imprese mandanti è posseduta dalla impresa capogruppo con riferimento alla categoria prevalente. I lavori riconducibili alla categoria prevalente ovvero alle categorie scorporate possono essere assunti anche da imprese riunite in raggruppamento temporaneo di tipo orizzontale (art. 37, comma 6, del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163). Si applica, in ogni caso, la disposizione di cui all art. 61, comma 2, del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207 (incremento del quinto della classifica di appartenenza). Ai fini della verifica del possesso di adeguata qualificazione in capo agli operatori raggruppati, ciascun partecipante al raggruppamento o al consorzio ordinario costituito o da costituirsi deve dichiarare espressamente a pena di esclusione, nell apposito spazio di cui al modulo Allegato A al bando, le categorie di lavori che saranno da esso eseguite e in caso di raggruppamento di tipo orizzontale la sua quota di partecipazione al raggruppamento. Ai sensi dell art. 37, comma 13, del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163, i concorrenti riuniti in raggruppamento temporaneo devono eseguire le prestazioni nella percentuale corrispondente alla quota di partecipazione al raggruppamento. 15

16 - Per quanto riguarda la progettazione definitiva ed esecutiva: Per effetto del richiamo operato dall art. 90, comma 1, lettera g), del D. Lgs. 12 aprile 2006 n anche in caso di raggruppamento tra progettisti si applicano l art. 37 del Codice dei contratti e l art. 92 del Regolamento (D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207), che ai commi 2 e 3 prevede le misura minima del possesso dei requisiti per la mandataria e per le mandanti a seconda che si tratti di raggruppamento di tipo orizzontale o verticale, e al comma 6 precisa che quando il contratto ha per oggetto anche la progettazione la base di riferimento per il calcolo dei minimi richiesti è costituito dall ammontare delle spese di progettazione. La disciplina risultante dalle norme sopra citate si trova riportata in questo stesso paragrafo n. 8 con riferimento all esecuzione dei lavori. - Per quanto riguarda l esecuzione dei servizi: Qualora il concorrente sia un raggruppamento temporaneo di soggetti o un consorzio: i requisiti di partecipazione di ordine generale di cui sopra ai nn. 1) 2) devono essere posseduti singolarmente da ciascuno degli operatori economici raggruppati; i requisiti di ordine speciale di cui sopra ai nn. 6), 7), 8) e 9) devono essere posseduti complessivamente, fermo restando che ciascuno dei componenti del raggruppamento possegga una percentuale non inferiore al dieci per cento dei requisiti di cui ai nn. 6) e 7) (art. 95, comma 4, D.P.R. 207/2010). In ogni caso, i predetti requisiti di ordine speciale devono essere posseduti da ciascun partecipante al raggruppamento in misura adeguata alla sua quota di partecipazione. Ai fini della verifica del possesso di adeguata qualificazione in capo agli operatori raggruppati, ciascun partecipante al raggruppamento o al consorzio ordinario costituito o da costituirsi deve dichiarare espressamente, nell apposito spazio di cui al modulo Allegato E al bando, le categorie di servizi che saranno da esso eseguite e in caso di raggruppamento di tipo orizzontale la sua quota di partecipazione al raggruppamento. Ai sensi dell art. 37, comma 13, del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163, i concorrenti riuniti in raggruppamento temporaneo devono eseguire le prestazioni nella percentuale corrispondente alla quota di partecipazione al raggruppamento. 9. Avvalimento Ai sensi dell art. 49 del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163, il concorrente, singolo o consorziato o raggruppato ai sensi dell art. 34 dello stesso decreto, può soddisfare la richiesta relativa al possesso di attestazione SOA o al possesso degli altri requisiti di carattere economico, finanziario, tecnico, organizzativo avvalendosi dell attestazione SOA di un altro soggetto o dei requisiti di un altro soggetto. Nel caso in cui il concorrente intenda avvalersi di tale facoltà, esso deve produrre, oltre a copia dell eventuale attestazione SOA propria e dell impresa ausiliaria e a copia del certificato di iscrizione nel Registro delle Imprese rilasciato dalla C.C.I.A.A. (o relativa dichiarazione sostitutiva) sia per sè sia per l impresa ausiliaria, anche i seguenti documenti: a) una sua dichiarazione verificabile ai sensi dell art. 48 del D. Lgs. 163/2006, attestante la volontà di ricorrere all avvalimento dei requisiti necessari per la partecipazione alla gara, con specifica indicazione dei requisiti stessi e dell impresa ausiliaria; b) una sua dichiarazione circa il possesso da parte del concorrente medesimo dei requisiti generali di cui all art. 38 del D. Lgs. 163/2006 (redatta in conformità ai 16

17 modelli Allegato A.1.1 (fino al punto 17) e punto 25) e Allegato B al bando o compilata sugli stessi moduli); c) una dichiarazione sottoscritta da parte dell impresa ausiliaria attestante il possesso da parte di quest ultima dei requisiti generali di cui all art. 38 del D. Lgs. 163/2006, nonché il possesso dei requisiti tecnici e delle risorse oggetto di avvalimento (redatta in conformità ai modelli Allegato A.1.1 (fino al punto 17) e punto 25) e Allegato B al bando o compilata sugli stessi moduli, con aggiunta, di seguito o su foglio allegato, dell attestazione relativa al possesso dei requisiti tecnici e delle risorse oggetto di avvalimento); d) una dichiarazione sottoscritta dall impresa ausiliaria con cui quest ultima si obbliga verso il concorrente e verso la stazione appaltante a mettere a disposizione per tutta la durata della concessione le risorse necessarie di cui è carente il concorrente; e) una dichiarazione sottoscritta dall impresa ausiliaria con cui questa attesta che non partecipa alla gara in proprio o associata o consorziata ai sensi dell art. 34 del D. Lgs. 163/2006; f) in originale o copia autentica, il contratto in virtù del quale l impresa ausiliaria si obbliga nei confronti del concorrente a fornire i requisiti e a mettere a disposizione le risorse necessarie per tutta la durata della concessione, con analitica elencazione delle risorse messe in concreto a disposizione; in particolare, ai sensi dell art. 88 del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207, tale contratto deve riportare in modo compiuto, esplicito ed esauriente: oggetto: le risorse e i mezzi prestati in modo determinato e specifico; durata; ogni altro utile elemento ai fini dell'avvalimento; g) nel caso di avvalimento nei confronti di un impresa che appartiene al medesimo gruppo, in luogo del contratto di cui alla lettera f) l impresa concorrente può presentare una dichiarazione sostitutiva attestante il legame giuridico ed economico esistente nel gruppo, dal quale discendono i medesimi obblighi previsti dall art. 49, comma 5, del D. Lgs. 163/2006. Le predette dichiarazioni devono essere sottoscritte dai soggetti e con le modalità precisati nel paragrafo 12 nel riquadro Avvertenze per la sottoscrizione delle dichiarazioni a pagina 21 del presente bando. Nel caso di dichiarazioni mendaci, ferma restando l applicazione dell articolo 38, lettera h), del D. Lgs. 163/2006 nei confronti dei sottoscrittori, la stazione appaltante esclude il concorrente ed escute la garanzia. Trasmette inoltre gli atti all Autorità per le sanzioni di cui all articolo 6, comma 11, dello stesso decreto. Il concorrente e l impresa ausiliaria sono responsabili in solido nei confronti della stazione appaltante in relazione alle prestazioni oggetto del contratto. Gli obblighi previsti dalla normativa antimafia a carico del concorrente si applicano anche nei confronti del soggetto ausiliario. Il concorrente può avvalersi di una sola impresa ausiliaria per ciascuna categoria di qualificazione. Non è consentito, a pena di esclusione, che della stessa impresa ausiliaria si avvalga più di un concorrente, nè che partecipino alla medesima gara sia l impresa ausiliaria sia quella che si avvale dei requisiti. 17

18 10. Richiesta di chiarimenti I concorrenti possono richiedere chiarimenti sulla documentazione di gara e sulle condizioni contrattuali esclusivamente in forma scritta (per posta o via fax al n. 02/ ) ed entro il termine perentorio di ricezione delle ore del giorno 12 dicembre ; il Comune provvederà all invio delle risposte entro il 28 dicembre Tutte le richieste e le relative risposte, debitamente emendate in modo da garantire l'anonimato del richiedente, verranno messe a disposizione dei concorrenti, che hanno l onere di consultarle sul sito Internet del Comune. I concorrenti dovranno considerare valide le risposte ed ogni altra informazione o notizia solo se corredate dal visto del Responsabile del Procedimento, Dott. Ing. Carlo Nicola Casati, che è l'unica persona autorizzata a tal fine. 11. Subappalto Si applica la disciplina del subappalto contenuta negli articoli 118 e 37, comma 11, del D. Lgs. 163/2006 e nell art. 35, commi da 28 a 34, del D.L. 4 luglio 2006 n. 223, convertito in legge, con modificazioni, con L. 4 agosto 2006 n L aggiudicatario avrà l obbligo di trasmettere all Ente Appaltante copia delle fatture quietanzate relative ai pagamenti effettuati alle imprese subappaltatrici (comma 3 dell art. 118 del D. Lgs. 163/2006 cit.). Ai sensi dell art. 91, comma 3, del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163, per le prestazioni relative alla progettazione esecutiva non è possibile avvalersi del subappalto se non per le attività indicate nello stesso articolo. Dovrà comunque essere osservato quanto previsto dall art. 118 del D. Lgs. 163/2006 (art. 252, comma 5, del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207). N.B.: La dichiarazione di subappalto dovrà specificare se il subappalto ha per oggetto la sola esecuzione o anche le prestazioni di progettazione. Se con riferimento a una determinata categoria si subappalta la sola esecuzione, deve essere dimostrato il possesso, in capo all operatore economico concorrente, della qualificazione per la progettazione nella stessa categoria. Si precisa che ai sensi dell art. 37, comma 11, del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 per le lavorazioni relative a strutture, impianti e opere speciali di cui all art. 107, comma 2, del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207 il subappalto, ove consentito, non può essere, senza ragioni obiettive, suddiviso. In caso di subappalto entro il limite consentito del 30% (trenta per cento) dell importo di tali opere - di lavorazioni relative a strutture, impianti e opere speciali di importo superiore al 15% (quindici per cento) dell importo totale dei lavori la Stazione Appaltante provvede alla corresponsione diretta al subappaltatore dell importo delle prestazioni eseguite dallo stesso, nei limiti del contratto di subappalto; a tal fine l affidatario deve comunicare alla Stazione Appaltante la parte delle prestazioni eseguite 2 Data così modificata con determinazione del Direttore del Settore Trasformazioni Urbane, Reti e Mobilità n. C1-94 del 18 ottobre Data così modificata con determinazione del Direttore del Settore Trasformazioni Urbane, Reti e Mobilità n. C1-94 del 18 ottobre

19 dal subappaltatore, con la specificazione del relativo importo e con proposta motivata di pagamento. Il subappalto dei servizi principali di cui al paragrafo 4, lettera a), del bando è consentito entro il limite del 30% (trenta per cento) del costo (pari a Euro ) di tali servizi. Ai soli fini della costituzione di raggruppamenti temporanei di concorrenti di tipo verticale ai sensi dell art. 37, comma 2, del D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163, si indicano le categorie dei servizi da prestare, con il relativo importo: categoria principale Tutti i servizi compresi nella concessione ad eccezione di quelli appartenenti alle categorie secondarie sotto indicate: Euro ; categorie secondarie Manutenzioni: Euro ; Gestione illuminazione votiva: Euro Svincolo dall offerta Gli offerenti avranno facoltà di svincolarsi dalla propria offerta decorsi 180 (centoottanta) giorni dalla scadenza del termine fissato per la presentazione dell offerta stessa. 13. Modalità di partecipazione alla gara e documentazione richiesta. Le imprese interessate dovranno far pervenire all Ufficio Protocollo di questo Comune - Piazza della Resistenza n Sesto San Giovanni non più tardi delle ore del giorno 7 gennaio (oltre il quale termine non resterà valida alcuna offerta, anche se sostitutiva od aggiuntiva ad offerta precedente) un plico sigillato con ceralacca, sul quale dovrà chiaramente essere apposta l indicazione dell indirizzo del destinatario, della denominazione dell impresa mittente e dell oggetto della concessione, formulato come segue: PROCEDURA APERTA PER LA CONCESSIONE DELLA PROGETTAZIONE DEFINITIVA ED ESECUTIVA, ESECUZIONE DI LAVORI E GESTIONE DEI DUE CIMITERI COMUNALI Resta inteso che il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente, per cui non saranno accettati reclami ove, per qualsiasi motivo, il piego stesso non giunga all Ufficio Protocollo del Comune in tempo utile. Il suddetto plico o involucro esterno dovrà contenere i seguenti tre plichi, ciascuno sigillato e siglato come sopra descritto e contrassegnato con l apposizione delle seguenti diciture: 4 Data così prorogata con determinazione del Direttore del Settore Trasformazioni Urbane, Reti e Mobilità n. C1-94 del 18 ottobre

20 A DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA B - OFFERTA RELATIVA AGLI ELEMENTI QUALITATIVI C OFFERTA RELATIVA AGLI ELEMENTI QUANTITATIVI I predetti tre plichi dovranno contenere quanto segue. PLICO A DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA In tale plico devono essere inseriti i seguenti documenti: A.1) Dichiarazione/i dell operatore economico concorrente redatta/e in bollo in conformità del modello allegato sotto A.1.1 (se si tratta di impresa) o del modello allegato sotto A.1.2 (se si tratta di progettista associato in raggruppamento temporaneo con un impresa) o del modello allegato sotto A.1.3 (se si tratta di progettista indicato da un impresa). Si precisa che il concorrente potrà, a sua scelta, sia redigere ex novo la dichiarazione ricopiando il testo di cui al suddetto modello, sia compilare lo stesso modello allegato, omettendo (in caso di riscrittura) o depennando (in caso di compilazione del modulo) le parti che non lo riguardano. Ai sensi dell art. 267, commi 3 e 4, del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207, in caso di progettista associato o indicato da un impresa, alla dichiarazione di cui rispettivamente al modello allegato sotto A.1.2 o al modello allegato sotto A.1.3 devono essere allegati: a) il curriculum di tutti i professionisti che eseguiranno le prestazioni di progettazione, redatto secondo l Allegato N del decreto citato, b) la documentazione a comprova dei servizi di progettazione di cui all art. 252 del D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207 prestati negli ultimi dieci anni anteriori alla data di pubblicazione del presente bando, predisposta secondo l Allegato O dello stesso decreto. A.2) Dichiarazioni dei sottoindicati soggetti dell operatore economico concorrente redatte in carta semplice in conformità del modello allegato sotto B o compilate sullo stesso modulo. Dovrà essere presentata una distinta dichiarazione per ciascuno dei seguenti soggetti: - nel caso di impresa individuale, il titolare della stessa e il direttore tecnico quando questi sia persona diversa dal titolare; - nel caso di società in nome collettivo, tutti i soci e il direttore tecnico; - nel caso di società in accomandita, tutti gli accomandatari e il direttore tecnico; - per ogni altro tipo di società e per i consorzi, gli amministratori muniti di rappresentanza e il direttore tecnico e il socio unico persona fisica, o il socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci (in quest ultimo caso, se il socio di maggioranza è a sua volta una società, con riferimento a tale società la dichiarazione di cui si tratta non dovrà essere presentata, dovendosi intendere il relativo obbligo riferito solo ai soci di maggioranza persone fisiche, come precisato dell Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture con determinazione n. 1/2012 del 16 maggio 2012). - in caso di progettisti associati con imprese in raggruppamento temporaneo o da esse indicati, ciascun progettista 5. 5 Nel caso in cui il progettista sia una società di professionisti o una società di ingegneria, i soggetti obbligati a rendere la dichiarazione sono quelli indicati al punto A.2) in relazione ai diversi tipi di società. 20

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA Poiché risulta che alla gara possono partecipare anche imprese in possesso di attestazione SOA per la sola costruzione indicando i progettisti si chiede quale

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto, durata ed importo dell appalto...

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

RISPOSTA Il disciplinare di gara non contiene alcuna prescrizione in ordine alla natura dell agenzia di recapito.

RISPOSTA Il disciplinare di gara non contiene alcuna prescrizione in ordine alla natura dell agenzia di recapito. Tra le modalità di presentazione è prevista anche mediante agenzia di recapito: deve essere autorizzata o possiamo mandare anche un semplice pony di agenzie di recapito private? Il disciplinare di gara

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 1 DISCIPLINARE DI GARA GARA EUROPEA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO R E G I O N E V E N E T O R E J O N V E N E T O P R O V I N C I A D I B E L L U N O P R O V I N Z I A D E B E L U N COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO CAP 32043 Corso Italia, 33 Tel. 0436 4291

Dettagli

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture BANDI-TIPO per l affidamento di lavori pubblici di importo superiore a 150.000 euro nei settori ordinari Documento di Consultazione

Dettagli

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE Al Comune di Lamporecchio Ufficio Tecnico Lavori Pubblici - Piazza Berni, 1-51035 Lamporecchio (PT) OGGETTO: CONCESSIONE DEI LAVORI DI COSTRUZIONE E GESTIONE DI UN IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO ALIMENTATO

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA SPECIALISTICA E DEI SERVIZI DI SVILUPPO, MANUTENZIONE ED EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI BUSINESS PROCESS MANAGEMENT (BPM) E DI BUSINESS

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti PROCEDURA APERTA n. 121/2009 Disciplinare di gara per l appalto, in quattro lotti, del servizio di pulizia, disinfezione ed

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto,

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale).

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). Allegato al MOD. PRES. Mod. DICH/14. DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). DELLA IMPRESA (denominazione e ragione sociale). SEDE LEGALE

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F.

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. 96154220584 BANDO PER ISTITUZIONE ELENCO IMPRESE DA INVITARE ALLE

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA AL COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 - OLGIATE MOLGORA (LC) GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C Il presente concorso è disciplinato dalla Direttiva 2004/18/CE. I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE La dichiarazione che segue deve essere resa dall Impresa concorrente completa

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE Allegato A) DOMANDA DI PARTECIPAZIONE (REDATTA AI SENSI DEL D.P.R. 28.12.2000, N. 445) ------ OGGETTO: CONTRATTO AI SENSI DELL ART. 153, COMMI 1-14, DEL D.LGS. N. 163/2006 (FINANZA DI PROGETTO) DI COSTRUZIONE

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta)

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta) AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale S. Carlo di Potenza Ospedale S. Francesco di Paola di Pescopagano Via Potito Petrone 85100 Potenza Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 DISCIPLINARE

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI.

Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI. Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI. Prot. n. 41227/app del 21/06/2007 PUBBLICO INCANTO (PROCEDURA APERTA) PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO DELLE OPERE

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012 Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE Direzione Generale per la regolazione e dei contratti pubblici Circolare prot. n.

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/19 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:218544-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva 2004/17/CE

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA

CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA [D.Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 e ss.mm.ii. (di seguito Codice)] Entrata in vigore delle ultime modifiche (D.Lgs. n. 153/2014): 26 novembre 2014 D.P.C.M. n. 193/2014 Regolamento

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 Disciplinare di gara pubblica per l affidamento dei servizi di trasporto funzionali all espletamento

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/10 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:228385-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

COMUNE DI FORCE. (Provincia Ascoli Piceno)

COMUNE DI FORCE. (Provincia Ascoli Piceno) COMUNE DI FORCE PROT. N. 5794 del 15 dicembre 2014 (Provincia Ascoli Piceno) BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE - AI SENSI DELL ART. 30 DEL D.LGS. 163/2006 - DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE

Dettagli

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE IN PROVINCIA DI COMO ED. 2009 Coordinamento del progetto: Osservatorio Territoriale per la provincia di Como per le Imprese di pulizia In collaborazione

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari CIG: 55637729E4 Procedura aperta per l affidamento del servizio di raccolta,

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI. (Aggiornato al 1 gennaio 2008)

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI. (Aggiornato al 1 gennaio 2008) Amministrazione Centrale Direzione Affari Contrattuali e Patrimoniali CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI (Aggiornato al 1 gennaio 2008)

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione ALBO FORNITORI POSTE ITALIANE S.P.A. CATEGORIA SERVIZI DI PULIZIA ED IGIENE AMBIENTALE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Pagina 1 di 20 INDICE 1. DISPOSIZIONI GENERALI...3 1.1. Premessa e ambito

Dettagli

STA ST Z A IO Z N IO E U

STA ST Z A IO Z N IO E U MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI PROVVEDITORATO INTERREGIONALE PER LE OPERE PUBBLICHE CAMPANIA MOLISE UFFICIO DIRIGENZIALE V UFFICIO TECNICO III UNITA OPERATIVA DI CASERTA Via Cesare Battisti

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione

Autorità Nazionale Anticorruzione Autorità Nazionale Anticorruzione VIGILANZA CONTRATTI PUBBLICI Revisione ed aggiornamento della determinazione del 7 luglio 2010, n. 5 Linee guida per l affidamento dei servizi attinenti all architettura

Dettagli

ISTRUZIONI MOD.COM6BIS

ISTRUZIONI MOD.COM6BIS ISTRUZIONI MOD.COM6BIS COMMERCIO ELETTRONICO 2 AVVERTENZE GENERALI SI AVVERTE CHE PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DEL MOD.COM6BIS, È NECESSARIA UNA PRELIMINARE ATTENTA LETTURA DELLA CIRCOLARE, ALLA QUALE

Dettagli

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO La Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio, da compilarsi in caso di Offerta Segreta o Offerta

Dettagli

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare COMUNE DI BARLETTA CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA N. 1/2009 Il Comune di Barletta, in esecuzione della Determinazione Dirigenziale n.

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

VERIFICA DEI PROGETTI DI OPERE PUBBLICHE AI FINI DELLA VALIDAZIONE CODICE DEGLI APPALTI E NUOVO REGOLAMENTO ATTUATIVO

VERIFICA DEI PROGETTI DI OPERE PUBBLICHE AI FINI DELLA VALIDAZIONE CODICE DEGLI APPALTI E NUOVO REGOLAMENTO ATTUATIVO VERIFICA DEI PROGETTI DI OPERE PUBBLICHE AI FINI DELLA VALIDAZIONE CODICE DEGLI APPALTI E NUOVO REGOLAMENTO ATTUATIVO RELATORE : ING. PAOLO MOLAIONI ING. PIETRO FRATINI 1) LE ORIGINI DELLA VERIFICA DEL

Dettagli