COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 1 di 32 COMUNE DI GAVIRATE. Provincia di Varese CAPITOLATO SPECIALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 1 di 32 COMUNE DI GAVIRATE. Provincia di Varese CAPITOLATO SPECIALE"

Transcript

1 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 1 di 32 COMUNE DI GAVIRATE Provincia di Varese CAPITOLATO SPECIALE PER GESTIONE SERVIZI CIMITERIALI

2 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 2 di 32 SOMMARIO C A P O I NORME GENERALI PAG. 4 > 14 Art.1 Oggetto e contenuti economici dell appalto Art.2 Durata della appalto Art.3 - Svolgimento dei servizi, mezzi, personale, organizzazione Art.4 Responsabilità della Ditta Art.5 Denuncia degli inconvenienti ritrovamenti Art.6 Locali all interno dei cimiteri Art.7 Fornitura dati anagrafici trattamento dati personali Art.8 Vigilanza dell Amministrazione Comunale Art.9 Osservanza di leggi, regolamenti e contratti collettivi Art.10 Sicurezza del luogo di lavoro, danni anche a terzi Interferenze lavorative Art.11 Nuovi prezzi ed opere aggiuntive Art.12 Corrispettivo per l appalto e modalità di pagamento Art.13 Rapporti con gli Istituti di Credito Art.14 Aggiornamento/revisione dei prezzi Art.15 Cauzione provvisoria e definitiva Art.16 Penali e risoluzione del contratto Art.17 Divieto di sub-appalto Art.18 Cause di forza maggiore Art.19 Definizione delle controversie Art.20 Spese contrattuali C A P O II PRESTAZIONI A CANONE FORFETTARIO PAG. 14 > 17 Art.21 Sorveglianza Art.22 Pulizia Art.23 Manutenzione delle aree a verde e dei viali Art.24 Manutenzione ordinaria Art.25 Manutenzione straordinaria ed opere accessorie Art.26 Smaltimento rifiuti cimiteriali

3 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 3 di 32 C A P O III PRESTAZIONI A TARIFFA IN ESCLUSIVA PAG. 18 > 25 Art.27 Inumazioni e tumulazioni Norma generale Art.28 Inumazioni e tumulazioni Descrizione dei servizi Art.29 Esumazioni ed estumulazioni Norma generale Art.30 Esumazioni ed estumulazioni Descrizione dei servizi C A P O IV PRESTAZIONI NON IN REGIME DI ESCLUSIVITA' PAG. 25 Art.31 Lavori e manutenzione su manufatti privati Art.32 Servizio di pulizia e decoro manufatti Art.33 Corrispettivo per i servizi C A P O V RAPPORTI ECONOMICI TRA SOCIETÀ E COMUNE PAG. 26 Art.34 Canone forfettario di manutenzione Art.35 Tariffe per servizi a corrispettivo C A P O VI SERVIZIO LAMPADE VOTIVE ELETTRICHE PAG. 29 > 32 Art Impianto illuminazione votiva Art. 37 Manutenzione e aggiornamento impianto Art. 38 Norme di costruzione impianto Art. 39 Norme di gestione Art. 40 Rapporto tra Impresa ed utenti Art. 41 Illuminazione cappelle centrali, monumenti ai caduti in guerra e personalità benemerite Art Esecuzione e controllo lavori Art. 43 Tariffa di allacciamento Art. 44 Canone di abbonamento Art. 45 Importi da versare al Comune

4 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 4 di 32 C A P O I NORME GENERALI ART. 1 - OGGETTO E CONTENUTI ECONOMICI DELL APPALTO Oggetto dell appalto, è la gestione di tutti i cimiteri comunali e inerenti prestazioni, da effettuarsi parzialmente in regime di esclusiva. Risultano compresi nell appalto i seguenti servizi: A) Compensati a canone forfettario 1. PULIZIA 2. SORVEGLIANZA 3. OPERE DI GIARDINAGGIO 4. OPERE DI ORDINARIA MANUTENZIONE 5. SMALTIMENTO DEI RIFIUTI CIMITERIALI E RACCOLTA DIFFERENZIATA B) Compensati a tariffa 6. INUMAZIONI E TUMULAZIONI 7. ESTUMULAZIONI ED ESUMAZIONI 8. SERVIZIO LAMPADE VOTIVE ELETTRICHE C) Manutenzione straordinaria o assimilata con compensi a misura Il servizio globale sara finalizzato a garantire la piena fruibilità alla cittadinanza, in condizioni di decoro, sicurezza e qualità operativa, delle aree/manufatti dedicate ai Defunti ed ai Caduti e degli inerenti servizi gestionali. Sulla base di detti principi di globalita ed elevata qualita, assunti quale riferimento fondamentale, le varie articolazioni del servizio saranno svolte, verificate e compensate, secondo la descrizione funzionale, le modalità e le prescrizioni operative del presente capitolato. La presente concessione è riferita ai cimiteri esistenti (Gavirate centro, Voltorre ed Oltrona al Lago, riportati nelle planimetrie agli atti) nonché ai Monumenti ai Caduti presenti nel territorio del Comune, come meglio specificato in seguito, nonche area vecchio cimitero in viale Verbano angolo via Buzzi ( ora sede monumento caduti Nassiriya)

5 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 5 di 32 I contenuti economici presunti dell appalto sono: > A CARICO DEL COMUNE PRESTAZIONI A Per canone forfettario di manutenzione (CAPO II e Art. 34) B Per servizi a tariffa (art. 35) IMPORTO COMPLESSIVO PRESUNTO DEI SERVIZI A CARICO DEL COMUNE IMPORTO PRESUNTO ANNUALE IMPORTO PRESUNTO NEL TRIENNIO , ,00 NOTE Soggetto a ribasso d asta 9.400, ,00 Soggetto a ribasso d asta , ,00 > A CARICO DEI PRIVATI C Per prestazioni a tariffa in regime di esclusiva (CAPO III e art. 35) , ,00 D Per servizio lampade votive in regime di esclusiva (CAPO VI artt ) , ,00 Soggetto a ribasso d asta IMPORTO COMPLESSIVO PRESUNTO DEI SERVIZI A CARICO DEI PRIVATI , ,00 TUTTI GLI IMPORTI SONO AL NETTO DI IVA. ART. 2 - DURATA DELL APPALTO L appalto avrà la durata di anni 3 (TRE) con decorrenza 1 gennaio 2011, salvo affidamento disposto nelle more della stipulazione. Ai sensi dell art. 57 c.5 lettera b) del D.Lvo n. 163/2006, ad esclusiva discrezione dell Amministrazione questa può proporre all appaltatore il rinnovo del servizio per pari durata ed alle stesse condizioni riconoscendo esclusivamente l adeguamento ISTAT. L appaltatore non vanta alcun diritto né aspettativa giuridicamente tutelata in ordine al rinnovo. Nel caso in cui il contratto non venga rinnovato, la Ditta è tenuta sui richiesta del Comune, inviata almeno 30 gg. dalla scadenza del contratto, a proseguire il rapporto per un massimo di 120 gg. necessari per l effettuazione della nuova procedura di gara d appalto, alle medesime condizioni, modalità e prezzi fissati nel contratto. Ai sensi della Legge n. 724 art. 44 c.2 è vietato il rinnovo tacito del contratto. La Concessione si intende estesa ipso iure a favore della Impresa Concessionaria, per gli eventuali futuri ampliamenti dei Cimiteri e nei Cimiteri Comunali/Monumenti di nuova costruzione.

6 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 6 di 32 ART. 3 SVOLGIMENTO DEI SERVIZI, MEZZI, PERSONALE ED ORGANIZZAZIONE La Ditta, nello svolgimento dei servizi previsti dalla presente concessione, è libera di organizzare i propri mezzi ed il personale, secondo criteri e modalità proprie, purchè prioritariamente finalizzate a garantire il servizio ed a migliorarne in prospettiva la qualità. In particolare: - i rapporti con l utenza dovranno essere impostati su criteri di cortesia, disponibilità, imparzialità e trasparenza. Le tariffe di tutte le prestazioni e relative modalità di pagamento dovranno essere rese note preventivamente con apposita tabella in libera visione; - l esecuzione di opere ed interventi dovrà essere sempre a perfetta regola d arte, con mano d opera adeguatamente qualificata, in tempi e modalità atti a ridurre al minimo i disagi per l utenza garantendo sempre condizioni di sicurezza e decoro, in particolare per gli spazi accessibili al pubblico; - per tutti gli interventi sarà cura della Società disporre di un responsabile, adeguatamente qualificato ed abilitato a tutti i contatti con i soggetti pubblici e privati interessati al servizio. Su detta capacità gestionale dovrà essere esibita adeguata documentazione al Comune, con ampia facoltà per quest ultimo di effettuare gli accertamenti e le verifiche che riterrà opportune. In particolare la Società dovrà indicare i nominativi di propri dipendenti o professionisti incaricati - adeguatamente qualificati anche professionalmente, responsabili dell esecuzione dei servizi, della qualità aziendale e della sicurezza. La ditta aggiudicataria dovrà costituire e mantenere per tutta la durata dell appalto, a tutti gli effetti, una sede operativa raggiungibile ad una distanza non superiore a 20 km effettivi dalla sede del Comune di Gavirate adeguatamente presidiata e dotata di mezzi di comunicazione (telefono, fax ed ) alla quale l Amministrazione concedente farà riferimento per ogni disposizione o contatto inerente il servizio. L impresa è tenuta ad effettuare il servizio mediante la propria organizzazione, con proprio personale regolarmente assunto e con mezzi propri o in disponibilità diretta. Qualora il tipo di lavoro necessario richieda personale o mezzi altamente specializzati o presenti un carattere di saltuarietà e di non ordinarietà, al fine di garantire il regolare svolgimento del Servizio, la ditta potrà essere autorizzata ad avvalersi di personale non dipendente (escluso sempre personale dipendente dal Comune), o di terze ditte specializzate, nel rispetto delle norme in materia di subappalti. In materia, con richiamo all art. 18 della L. 19/03/1990 n. 55, dovrà essere attuato già in sede di gara il procedimento di indicazione, nonché il successivo deposito dei contratti di subappalto. L Amministrazione concedente non instaurerà alcun rapporto diretto con eventuali subappaltatori. Tutte le responsabilità ed oneri inerenti impiego di mezzi o personale saranno a carico della ditta. L Impresa assume l'obbligo di dotare il proprio personale dipendente di tutti i macchinari, gli attrezzi manuali, le attrezzature protettive ed antinfortunistiche, i prodotti detergenti, i disinfettanti e quant altro possa servire all'espletamento dei compiti previsti dal presente capitolato. Tutti i mezzi d opera e le attrezzature utilizzate dovranno essere sempre mantenute in piena efficienza ed in ottimo stato di conservazione e manutenzione. Il personale addetto dovrà essere sempre riconoscibile ed indossare una divisa decorosa, uguale per tutti.

7 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 7 di 32 In rapporto ai suddetti requisiti di capacità e regolarità operativa/gestionale, prima dell inizio del servizio la ditta dovrà depositare in atti comunali: - certificazione rilasciata dagli Uffici competenti dalla quale risulti l ottemperanza alle norme della Legge n.68 Art certificato di regolarità contributiva (DURC) ex art. 3, comma 8) del D.Lgs. 494/1996 ART. 4 - RESPONSABILITA' DELLA DITTA La Ditta è sempre responsabile sia di fronte al Comune che ai terzi della gestione generale e di tutti i servizi assunti, i quali, per nessun motivo, salvo casi di forza maggiore debitamente constatati, potranno subire interruzioni. E' fatto obbligo alla Impresa di comunicare tempestivamente al Comune il nominativo del Rappresentante legale in carica e ogni eventuale variazione di ragione sociale, specificandone altresì i poteri anche in materia di liquidazione dei compensi economici. ART. 5 - DENUNCIA DEGLI INCONVENIENTI - RITROVAMENTI La Ditta ha l'obbligo di avvertire subito gli uffici comunali competenti, ove abbia conoscenza di inconvenienti, ad essa non imputabili, che impedissero il regolare svolgimento del servizio. Malgrado la segnalazione fatta, la Ditta deve, sempre nell'ambito della diligente esecuzione delle prestazioni che le competono, adoperarsi, per quanto possibile, affinché il servizio abbia il suo regolare decorso. Analoga tempestiva segnalazione al Comune dovrà essere effettuata in caso di rinvenimento di oggetti di interesse storico/archeologico o di elevato valore intrinseco disponendone adeguata tutela e custodia fino alla consegna al Comune stesso od ad altri soggetti dallo stesso indicati. ART. 6 - LOCALI ALL'INTERNO DEI CIMITERI Il Comune mette a disposizione gratuitamente, per tutta la durata dell appalto, un locale all'interno dei cimiteri utilizzabile dalla stessa quale magazzino degli attrezzi necessari allo svolgimento dei servizi. Detti vani con relativi prospetti ed accessori dovranno essere sempre mantenuti in stato decoroso e di buona conservazione e manutenzione, a cura e spese della stessa Impresa. ART. 7 - FORNITURA DATI ANAGRAFICI. TRATTAMENTO DATI PERSONALI Onde consentire all Impresa di rendere noti agli interessati i servizi offerti dal presente appalto, nonché per tutte le altre esigenze inerenti alla gestione della stessa, il Comune si impegna a fornire tempestivamente alla Impresa i nominativi dei titolari delle concessioni cimiteriali ed in generale tutte le notizie anagrafiche relative ai defunti e ai relativi familiari, che la stessa ritenesse necessario richiedere per l effettuazione dei servizi. L Impresa è impegnata, in materia di trattamento dei dati personali, al rigoroso rispetto delle disposizioni in materia, in particolare dovrà comunicare al Comune eventualmente in stralcio il proprio Piano della Sicurezza ex D. Lgs. 196/ per i dati personali e sensibili dei quali verrà a disporre nell ambito del Servizio.

8 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 8 di 32 ART. 8 - VIGILANZA DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE L'Amministrazione Comunale ha illimitata facoltà di ispezionare i luoghi cimiteriali e di verificare il rispetto di tutti gli obblighi derivanti del presente appalto, nonché di indicare le eventuali inottemperanze riscontrate. In caso di accertata carenza qualitativa od esecutiva del servizio, su debita preventiva contestazione, potranno essere applicate dall Amministrazione le penali specificate al successivo Art. 16, salvi più gravi provvedimenti. Di norma i contatti, le indicazioni e le prescrizioni dell'amministrazione con la ditta, necessari per la gestione del servizio, saranno mantenuti tramite l'ufficio Tecnico Comunale per quanto riguarda interventi tecnici in genere, mentre per gli aspetti del servizio inerenti la gestione corrente, con gli Uffici Demografici. Per interventi di ordine e sicurezza pubblica dovrà essere richiesto l intervento della Polizia Locale o delle Autorità di Forza Pubblica. Il coordinamento complessivo di detti rapporti sarà competenza del Funzionario Responsabile del Settore, indicato dal Comune con apposita comunicazione. ART. 9 - OSSERVANZA DI LEGGI, REGOLAMENTI E CONTRATTI COLLETTIVI L appalto è regolato, oltre che dalle norme del presente capitolato e dagli altri atti della procedura, per quanto non in contrasto con esse, ed in quanto compatibili, anche: > dalle norme previste dal D.L.vo n. 163/ ; dal regolamento di contabilità Generale dello Stato; dalla normativa in materia di esecuzione opere pubbliche, in particolare, per quanto applicabili, il Regolamento di cui al D.P.R. 554/1999 ed il Capitolato generale per l'appalto delle opere dipendenti dal Ministero dei Lavori Pubblici, (D.M. 145/2000) e successive modifiche e integrazioni; da tutte le leggi e norme vigenti sulla prevenzione infortuni ed sulla sicurezza; da tutte le norme di qualsiasi genere applicabili al presente appalto, con particolare riferimento al Regolamento di polizia mortuaria di cui al DPR n. 285 del ; dalle norme in materia di tutela ambientale e smaltimento dei rifiuti dalle norme tecniche in materia di impianti tecnologici, con particolare riguardo agli impianti elettrici ed alle misure di sicurezza e risparmio energetico. Inoltre, nell'esecuzione delle prestazioni di lavoro comprese nel servizio oggetto del presente appalto, l'impresa si impegna e obbliga ad applicare integralmente al personale dipendente tutte le norme contenute nei contratti collettivi nazionali di lavoro e negli accordi locali integrativi degli stessi in vigore per il tempo e nella località in cui si svolgono i lavori suddetti. In caso di subentro di Imprese per effetto di nuovi affidamenti per gara d appalto od equivalente, la subentrante dovrà offrire prelazione di assunzione ai dipendenti della Impresa precedentemente affidataria che risultassero prevalentemente adibiti ai servizi affidati, rispettandone qualifiche, trattamenti e livelli retributivi. In materia, si intendono richiamate le disposizioni dei CCNL delle categorie interessate.

9 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 9 di 32 ART SICUREZZA DEL LUOGO DI LAVORO - DANNI ANCHE A TERZI INTERFERNZE LAVORATIVE In ottemperanza e garantendo il rispetto della normativa vigente, ed in particolare del D. Lgs. del 9 aprile 2008 n. 81, la ditta assume ogni responsabilità inerente la sicurezza del luogo di lavoro per tutti i servizi, le opere e le forniture inerenti la presente concessione, nei confronti del personale impiegato. A tal fine entro un mese dalla aggiudicazione la Società dovrà adeguare il proprio Piano della Sicurezza, depositando presso l Amministrazione concedente copia degli elaborati inerenti tutte le attività svolte nell ambito della concessione. La Società assume altresì ogni responsabilità anche nei confronti dei terzi per danni che dovessero derivare, oltre che dall'attività svolta, dalla cattiva conservazione dei luoghi e delle opere esistenti in ambito cimiteriale imputabili, anche in via presuntiva, ad inosservanza degli obblighi derivanti dal presente Capitolato. Per gli aspetti civilistici di detta responsabilità la Società provvederà a stipulare apposita Polizza Assicurativa con massimale minimo di (seicentomilaeuro) e durata pari a quella della appalto, rinnovabile per il caso di proroga, depositandone copia presso l Amministrazione all atto della stipulazione del contratto. Dovranno infine essere osservate le seguenti prescrizioni : Il servizio appaltato deve svolgersi nel pieno rispetto di tutte le norme vigenti in materia di prevenzione degli infortuni e igiene del lavoro e in ogni caso in condizione di permanente sicurezza e igiene. L'appaltatore è obbligato a fornire alla Stazione appaltante, entro 30 giorni dall'aggiudicazione, l'indicazione dei contratti collettivi applicati ai lavoratori dipendenti e una dichiarazione in merito al rispetto degli obblighi assicurativi e previdenziali previsti dalle leggi e dai contratti in vigore. L appaltatore è obbligato ad osservare le misure generali di tutela di cui al D.lgs 81/2008, nonché le disposizioni dello stesso decreto applicabili alle lavorazioni previste nello svolgimento del servizio. L appaltatore dovrà, entro 10 giorni dall aggiudicazione, presentare la documentazione di cui all allegato XVII D. Lgs. 81/2008. Le eventuali disposizioni esecutive, prescrizioni tecniche o contestazioni dell'amministrazione Comunale saranno comunicate per iscritto dal Funzionario - Responsabile di Settore o suo delegato, nella forma di ordini di Servizio. L attività lavorativa appaltata non prevede alcun tipo di interferenza lavorativa da parte di personale del Committente Municipio di Gavirate. I dipendenti comunali incaricati alla vigilanza, non dovranno partecipare per nessun motivo alle lavorazioni. Il personale dell appaltatore che accede alle aree del Palazzo Comunale in Piazza Matteotti a Gavirate, Uffici Demografici-Servizi Stato Civile - Cimiteriali per il disbrigo delle pratiche amministrative non è esposto a rischi particolari in quanto le uniche attività lavorative che vengono svolte sono da imputarsi a semplici lavori da ufficio. ART. 11 NUOVI PREZZI ED OPERE AGGIUNTIVE Durante tutto il periodo di appalto, l Amministrazione Comunale potrà richiedere alla Società l esecuzione di lavori e l erogazione di servizi aggiuntivi a quelli previsti dal presente contratto salvo il quinto d obbligo - ovvero modificare le modalità e periodicità di erogazione degli stessi. Eventuali oneri o servizi aggiuntivi dovranno preventivamente essere concordati tra Comune e Società, con applicazione analogica delle prescrizioni in materia di nuovi prezzi previste dalla normativa sulle Opere pubbliche, con base il Prezziario Opere edilizie Regionale.

10 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 10 di 32 Analogamente, potrà essere concordato l inserimento di nuove voci tariffarie atte a meglio definire talune prestazioni di servizio, sempre ricorrendo a intermediazione tra le voci tariffarie vigenti, utilizzate quale base e riferimento, trattandosi di tariffe pubbliche soggette a speciale procedura di approvazione. Nessuna modifica a patti o disposizioni contrattuali potrà essere attivata su iniziativa della impresa, se non esplicitamente approvata dal Comune. Fermo il rispetto della normativa in materia, sulla base di progetto comunale o di proposta progettuale della Società, debitamente approvata dal Comune e da eventuali altre Autorità competenti, potranno essere affidati alla Società/Impresa concessionaria l esecuzione/integrazione di opere o impianti inerenti il servizio ed eccedenti la manutenzione ordinaria, che resta ad intero carico dell impresa. I relativi oneri economici una volta debitamente contabilizzati e liquidati, saranno pagati dal Comune con le modalita previste per le Opere Pubbliche, salvo quanto all art. 12. Per gli impianti comunali inerenti il servizio lampade votive si rinvia alle norme specifiche in materia di conservazione e manutenzione, ordinaria e straordinaria. ART CORRISPETTIVO PER L APPALTO E MODALITÀ DI PAGAMENTO L importo corrisposto dal Comune all impresa appaltante è pari alla somma dei corrispettivi per la prestazione dei servizi a forfait di cui all art. 34 e dei corrispettivi per le prestazioni dei servizi a tariffa di cui all art.35, su entrambi i quali verrà applicato il ribasso d asta offerto in sede di gara. Tale ribasso dovrà essere applicato anche alle prestazioni dei servizi a tariffa di cui all art. 35 a carico dei privati Il corrispettivo per i servizi di cui all'art. 34 (manutenzione, pulizia, ecc) verrà fatturato dalla Società al Comune mensilmente in via anticipata, al netto del predetto ribasso. I corrispettivi per i singoli servizi a carico del Comune di cui all'art. 35 (Corrispettivi per prestazioni a misura), ed eventualmente artt. 25 e 30.5, verranno fatturati mensilmente in via posticipata, su debita contabilizzazione in contraddittorio. Entrambi dovranno essere liquidati alla Società appaltante dal Comune entro 30 giorni dal ricevimento della fattura. I pagamenti avverranno esclusivamente mediante bonifico bancario al conto corrente dedicato, anche in via non esclusiva, che l aggiudicatario ha l onere di accendere presso una banca o presso Poste Italiane Spa ai sensi e per gli effetti dell art. 3 della Legge n. 136/2010. Il contratto deve essere munito, altresì, della clausola risolutiva espressa da attivarsi in tutti i casi in cui le transazioni sono state eseguite senza avvalersi di banche o della Società Poste Italiane Spa. Tutti gli importi fatturati saranno assoggettati alle norme IVA vigenti al momento della fatturazione. Per i servizi a tariffa effettuati in esclusiva per conto di cittadini terzi e per il servizio lampade votive elettriche, l impresa provvederà annualmente al deposito presso il Comune di tabulato analitico comprendente lo stato della fatturazione all utenza, con indicazione di tutti i corrispettivi introitati nel corso dell anno. Detto tabulato dovrà pervenire entro il mese di gennaio dell anno successivo, con applicazione, in caso di ritardo, delle penali previste dall art. 16.

11 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 11 di 32 ART. 13 RAPPORTI CON GLI ISTITUTI DI CREDITO La Società è fin d'ora autorizzata a cedere i propri crediti derivanti dal presente contratto, che si dichiarano fin d'ora certi, liquidi ed esigibili, a società, enti od istituti finanziari, sia pubblici che privati, sia in Italia che all'estero, sempre rispondendo in prima persona delle obbligazioni sia nei confronti del Comune, sia nei confronti dei privati. ART. 14 AGGIORNAMENTO/REVISIONE DEI PREZZI Tutti i corrispettivi dovuti alla Società appaltante, sia da parte del Comune che dei privati, così come determinati a seguito di ribasso d asta, non potranno essere assoggettati a revisione per tutta la durata del contratto. ART. 15 CAUZIONE PROVVISORIA E DEFINITIVA I soggetti concorrenti, all atto della presentazione dell offerta, devono predisporre e trasmettere idonea cauzione provvisoria pari al 2% dell importo complessivo del servizio come qualificato nel bando di gara costituita alternativamente: > da fideiussione bancaria o assicurativa o rilasciata dagli intermediari finanziari iscritti nell elenco speciale di cui all art.107 del D.Lgs. 1/09/1993 n. 385 aventi i requisiti previsti dall art.145, comma 50 della Legge n. 388/2000, con validità di almeno 180 gg dalla data di scadenza per la presentazione delle offerte fissate dal bando di gara. La cauzione provvisoria viene incamerata dall Amministrazione nel caso in cui il concorrente aggiudicatario non proceda alla stipula del contratto entro i termini previsti, fatta salva ogni ulteriore azione a tutela dei propri interessi anche con risarcimento dei maggiori danni. In caso di aggiudicazione il concorrente è tenuto a prestare una cauzione definitiva pari al 10% dell importo contrattuale. I concorrenti in possesso della certificazione di qualità UNI EN ISO 9001/2000 potranno usufruire della riduzione del 50% dell importo della cauzione provvisoria e definitiva in caso di aggiudicazione allegando relativo certificato in originale o copia conforme. La cauzione definitiva può essere costituita tramite valuta legale, titoli di stato, libretti di risparmio vincolati a favore del Comune di Gavirate o mediante fideiussione bancaria o polizza assicurativa degli Istituti di credito e di primaria compagnia di assicurazione ai sensi della L.10/06/1982 n. 348, escutibili a prima richiesta senza alcun obbligo di fornire spiegazioni o altri adempimenti da parte dell Amministrazione. Detta cauzione si intende prestata a garanzia dell adempimento di tutte le obbligazioni del contratto o del risarcimento dei danni derivanti dall eventuale inadempimento delle obbligazioni stesse, nonché del rimborso delle somme eventualmente pagate in più alla Concessionaria rispetto a quanto effettivamente spettante, salva comunque la risarcibilità del maggior danno. Il Comune avrà il diritto di avvalersi della cauzione: - per l eventuale spesa sostenuta per la integrazione di opere o servizi in caso di interventi d ufficio o di risoluzione del contratto disposta in danno dell Impresa; - per provvedere al pagamento a terzi per le inadempienze della Società originate dal mancato rispetto di norme e prescrizioni di contratti collettivi in materia di retribuzione, tutela, protezione, assicurazione, assistenza e sicurezza dei lavoratori dipendenti dalla società o comunque interessati dalla gestione cimiteriale.

12 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 12 di 32 L appaltatore ha l obbligo, a proprie spese ed iniziativa, di prorogare la cauzione oltre il termine di validità della stessa ogni qualvolta, per una causa qualsiasi, si prevede che venga a ritardare il momento in cui può cessare ogni obbligo da parte dell appaltatore il quale deve dare dimostrazione all Amministrazione dell ottenuta proroga. La cauzione definitiva deve avere validità temporale pari a tutta la durata del contratto ed avere efficacia sino al momento dello svincolo della Stazione Appaltante. Qualora l Amministrazione intervenga sulla cauzione definitiva escutendola in tutto o in parte, l Appaltatore è obbligato a reintegrarla entro 30 gg. dalla data della relativa comunicazione da parte dell Amministrazione. In ogni caso la cauzione definitiva resta vincolata fino al termine del contratto e fino alla data del verbale del certificato di regolare adempimento. Copia conforme della polizza di assicurazione costituisce allegato al contratto di appalto. ART. 16 PENALI E RISOLUZIONE DEL CONTRATTO Salvo che il fatto non costituisca più grave reato contemplato da Leggi o Regolamenti penali e quando non costituisca infrazione al T.U.L.S. R.D , n e succ. m/i. le violazioni alle prescrizioni contenute nel presente capitolato sono punite con penali di importo minimo di 100,00 (cento) e massimo di 3000,00 (tremila) previa contestazione, con determinazione del Responsabile di Settore competente, avendo riferimento al valore esecutivo della prestazione omessa o ritardata senza adeguata motivazione, addizionato di un onere del 23%. La ritardata consegna/deposito degli elaborati contabili di cui all art. 12, come pure dei rilievi ed inventari di manufatti ed impianti di illuminazione votiva e di eventuali tavole di aggiornamento sarà sanzionato con una penale giornaliera di importo non inferiore a 50 (cinquanta). Ritardi oltre il trimestre, senza adeguata giustificazione, saranno considerati grave inadempienza contrattuale. E fatta salva la facoltà per il Comune concedente di disporre per l esecuzione d ufficio delle prestazioni carenti o mancanti, con addebito di tutte le spese sopportate comprensive delle prestazioni tecniche ed amministrative. Per la valutazione di esecuzioni carenti o parziali nelle opere manutentive/gestionali saranno tenuti in conto le componenti di corrispettivo forfettario indicate nella tabella di cui all Art. 34. Il recupero delle penali e di tutti gli oneri per interventi d ufficio avverrà per compensazione sui crediti maturati per i corrispettivi delle prestazioni eseguite regolarmente o per rivalsa sulla cauzione. 1. Il Comune Ente appaltate ha facoltà di risolvere il contratto mediante semplice lettera raccomandata con messa in mora di 15 giorni, senza necessità di ulteriori adempimenti, nei seguenti casi: a) frode nell'esecuzione del servizio oggetto del contratto; b) inadempimento alle disposizioni della stazione appaltante riguardo al servizio oggetto del contratto o quando risulti accertato il mancato rispetto delle ingiunzioni o diffide fattegli, nei termini imposti dagli stessi provvedimenti; c) manifesta incapacità o inidoneità, anche solo legale, nell esecuzione dei lavori; d) inadempienza accertata alle norme di legge sulla prevenzione degli infortuni, la sicurezza sul lavoro e le assicurazioni obbligatorie del personale; e) sospensione del servizio da parte dell appaltatore senza giustificato motivo; f) inefficienza nello svolgimento del servizio, senza giustificato motivo, in misura tale da pregiudicarne lo svolgimento nei modi previsti dall appalto;

13 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 13 di 32 g) subappalto abusivo, associazione in partecipazione, cessione anche parziale del contratto o violazione di norme sostanziali regolanti il subappalto; h) non rispondenza del servizio fornito alle specifiche di contratto e allo scopo dell appalto; 2. Il contratto è altresì risolto in caso di perdita da parte dell'appaltatore, dei requisiti per l'esecuzione dei lavori, quali il fallimento o la irrogazione di misure sanzionatorie o cautelari che inibiscono la capacità di contrattare con la pubblica amministrazione. 3. Nei casi di rescissione del contratto o di esecuzione di ufficio, la comunicazione della decisione assunta dal Comune è fatta all'appaltatore nella forma dell'ordine di servizio o della raccomandata con avviso di ricevimento, con la contestuale indicazione della data alla quale avrà luogo l'accertamento dello stato di consistenza dei lavori. 4. In relazione a quanto sopra, alla data comunicata dal Comune appaltante si fa luogo, in contraddittorio fra il direttore dei lavori e l'appaltatore o suo rappresentante ovvero, in mancanza di questi, alla presenza di due testimoni, alla redazione dello stato di consistenza dei lavori, all'inventario dei materiali, delle attrezzature dei e mezzi d opera esistenti in cantiere, nonché, nel caso di esecuzione d ufficio, all accertamento di quali di tali materiali, attrezzature e mezzi d opera debbano essere mantenuti a disposizione del Comune per l eventuale riutilizzo e alla determinazione del relativo costo. 5. Nei casi di rescissione del contratto e di esecuzione d'ufficio, come pure in caso di fallimento dell' appaltatore, i rapporti economici con questo o con il curatore sono definiti, con salvezza di ogni diritto e ulteriore azione del Comune appaltante, ponendo a carico dell appaltatore inadempiente l eventuale maggiore costo derivato dalla ripetizione della gara di appalto eventualmente andata deserta, necessariamente effettuata con importo a base d asta opportunamente maggiorato e l eventuale maggiore onere per il Comune per effetto del mancato servizio conseguente alla mancata tempestiva utilizzazione delle opere alla data prevista dal contratto originario. ART DIVIETO DI SUB-APPALTO E' fatto espresso divieto alla Società di sub-appaltare in tutto o in parte i servizi oggetto del presente appalto, ad altra Impresa. Art. 18 CAUSE DI FORZA MAGGIORE Costituiscono causa di forza maggiore tutti gli eventi eccezionali che non siano imputabili alla Concessionaria, neppure in termini di prevedibilità ispirata alla massima diligenza tecnica ed organizzativa. In particolare, sono considerate cause di forza maggiore, comportanti la possibilità per la Società di non rispettare in tutto o in parte gli obblighi di servizio: - gli scioperi nazionali - gli scioperi aziendali qualora derivino da mancato accordo tra le parti su punti demandati - dal CCNL di categoria a trattativa territoriale - evenienze naturali, quali uragani, eccesso di nevicate, terremoti, ecc.

14 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 14 di 32 ART.19 DEFINIZIONE DELLE CONTROVERSIE Qualunque controversia dovesse insorgere sulla interpretazione, esecuzione o risoluzione del presente contratto fra le parti firmatarie, dovrà essere deferita ad un Collegio Arbitrale presso la Camera Arbitrale della Camera di Commercio di Varese, operante nei termini del corrispondente Regolamento che si intende interamente richiamato ed accettato, con la finalità di un arbitrato rituale e la pronuncia di un lodo suscettibile di efficacia esecutiva ex art. 825 del Codice di procedura civile. Il Collegio sarà costituito da tre Arbitri, dei quali due nominati uno ciascuno dalle Parti, ed uno nominato dalla Camera Arbitrale presso la Camera di Commercio di Varese. Foro competente in via esclusiva, è quello di Varese. ART. 20 SPESE CONTRATTUALI Tutte le spese inerenti il presente contratto sono a carico dell aggiudicatario. C A P O II PRESTAZIONI A CANONE FORFETTARIO ART. 21 SORVEGLIANZA L Impresa non è incaricata del Servizio di custodia, il quale verrà svolto da personale Comunale. In ogni caso, nell ambito delle proprie competenze ed esclusivamente quando è presente nei singoli Cimiteri per svolgere le proprie attività e senza con ciò assumere alcune responsabilità vigilerà affinché, sia da parte dei visitatori, sia da parte di personale eventualmente addetto ai lavori privati, venga mantenuto un contegno corretto e decoroso, avvertendo tempestivamente la Polizia Locale, ove ne apparisse necessario l intervento. ART PULIZIA La Società dovrà provvedere a tenere pulite le aree cimiteriali. Con riferimento alla prescrizione generale di cui all Art.1 di alta qualità del servizio, le frequenze degli interventi di cui in appresso dovranno essere tali da assicurare sempre la perfetta conservazione di luoghi, impianti e servizi. Su queste basi la cadenza minima dovrà essere se non diversamente indicato - almeno settimanale e comunque adeguatamente potenziata e finalizzata nei periodi o in caso di eventi comportanti alta affluenza di pubblico. Fermo il principio generale di cui sopra, gli interventi minimi necessari sono: pulizia con raccolta dei rifiuti stessi mediante spazzatura, con scope o mezzi meccanici, di tutte le zone pavimentate entro le mura perimetrali dei cimiteri; pulizia dei servizi igienici, posti all'interno dei cimiteri con rimozione di eventuali ragnatele, lavaggio dei pavimenti, delle piastrelle, lavatura delle tazze, degli orinatoi e dei lavelli, spolveratura delle porte interne ed esterne; svuotamento di tutti i contenitori adibiti alla raccolta dei rifiuti, pulizia dei punti di raccolta, raccolta dei vasi, recipienti di plastica, stracci, carta, cellophane, ceri lasciati in abbandono nascosti fra il verde esistente e riversamento degli stessi negli appositi contenitori posti nei vialetti inghiaiati o asfaltati, rispettando la raccolta differenziata;

15 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 15 di 32 pulizia dell'area attorno agli stessi contenitori dopo la raccolta dei rifiuti; raccolta delle corone di fiori appassiti e relativi fusti; pulizia e riassetto dei vialetti inghiaiati con raschiatura, rastrellatura e sistemazione del ghiaietto ogni qualvolta se ne ravvisa la necessità, esclusa la fornitura dello stesso; pulizia nei mesi di gennaio, aprile, ottobre di tutte le zone pavimentate coperte, fuori e sotto terra, con rimozione delle ragnatele, spolveratura delle pareti libere, delle lapidi di guerra, degli steli e dei monumenti spazzatura e lavatura dei pavimenti con idonei detergenti a mano o con mezzi meccanici; pulizia della camera mortuaria ogni qualvolta se ne ravvisa la necessità, con rimozione di eventuali ragnatele, spazzatura e lavatura dei pavimenti e spolveratura delle pareti e dell'arredo esistente. pulizia semestrale dei locali adibiti a ricovero dei mezzi d'opera e dei veicoli con rimozione delle ragnatele, spazzatura e raccolta dei rifiuti. Sono a carico della Impresa tutti gli oneri di attrezzatura, fornitura di detersivi e quanto occorra per le operazioni suddette. Chiunque esegua presso i cimiteri lavori per conto del Comune o di privati, è tenuto a provvedere alla rimozione dei materiali di risulta ed al ripristino allo stato originario dei luoghi interessati dai lavori. L'Amministrazione Comunale riconosce all Impresa il diritto ad ottenere il pagamento delle opere di rimozione e di ripristino e di agire in surroga nei confronti dei terzi che abbiano sporcato, abbandonato rifiuti, residui di opere murarie, ecc. Il Comune si impegna, su richiesta della stessa Società, a revocare eventuali concessioni, incarichi od autorizzazioni a svolgere lavori presso i cimiteri, a quei terzi che persistano nello sporcare, abbandonare rifiuti, materiali di risulta, senza provvedere alla pulizia, alla rimozione ed al ripristino allo stato originario dei luoghi. Anche nelle ipotesi di cui ai due precedenti commi del presente articolo, l'amministrazione Comunale provvede al prelievo ed allo smaltimento dei rifiuti raccolti. Nel caso di rottura di casse nei colombari, conseguentemente ad esplosione da gas putrefattivi, la Società dovrà provvedere all'immediata pulizia di tutte le superfici interessate mediante lavaggio con soluzioni disinfettanti. Nel caso di rottura di casse in cappelle, sepolcreti e tombe private, le spese di pulizia e di disinfezione sono a carico dei relativi titolari. ART MANUTENZIONE DELLE AREE A VERDE E DEI VIALI La ditta dovrà provvedere: - alla manutenzione delle aree cimiteriali a verde pubblico, mediante rasatura periodica dei prati, falciatura ed estirpazione delle erbe infestanti nascenti sia sul suolo che sugli interstizi dei manufatti pubblici, potatura delle siepi, e loro eventuale estirpazione; - all estirpazione delle erbe e pulizia dei monumenti dei caduti di Oltrona al Lago, Voltorre e di Gavirate centro, oltre ai Viali delle Rimembranze, nonchè per Gavirate capoluogo il nuovo ingresso da via E. Fermi;

16 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 16 di 32 - alla pulizia dell area ex cimitero di V.le Verbano angolo via Buzzi, sede del monumento ai caduti di Nassiriya prevedendo un intervento ogni 2 mesi da Ottobre a Marzo ed un intervento mensile da Aprile a Settembre. Restano a carico dell'amministrazione Comunale le opere relative alla potatura od estirpazione di alberi di alto fusto ed a tutte le ripiantumazioni. Nella esecuzione degli interventi dovrà essere usata particolare diligenza per evitare inconvenienti all utenza, a manufatti, alberature ed opere non comprese. Non potranno essere effettuati spargimenti o somministrazioni di sostanze erbicide o comunque tossiche per il suolo e l ambiente. La Società dovrà assicurare e garantire tempestivo intervento - in caso di necessità di sgombero della neve nei viali principali dei Cimiteri e spargimento del sale in caso di ghiaccio. La fornitura di sale sarà a carico del Comune ART MANUTENZIONE ORDINARIA L Impresa è tenuta ad eseguire, in maniera continuativa per tutta la durata dell appalto tutte le opere di manutenzione ordinaria e riparazione necessarie a mantenere i manufatti, oltre che in buono stato di conservazione e decoro, idonei all'uso loro ascritto, nonché conformi alle disposizioni sulla sicurezza. In particolare sarà garantita la manutenzione ordinaria, compresa riverniciatura e sostituzione delle parti ad usura, dei seguenti manufatti di proprietà Comunale: Recinzioni, chiusure e scale in ferro, comprese serrature di cancelli e porte Impianti di adduzione ed erogazione acqua Impianti idraulici, sanitari e impianti di scarico acque Impianti elettrici e di illuminazione Manufatti edili Pulizia e verifica di efficienza e sicurezza dei carrelli montaferetri, ad integrazione delle verifiche periodiche disposte dal Comune tramite specialisti. Per la definizione e qualificazione delle opere comprese nell onere esecutivo forfettario (mantenimento/gestione o manutenzione ordinaria), si farà riferimento all art. 3 del D.P.R. n. 380/2001 (ex art. 31 L. 457/1978), nonché, per quanto applicabili, alle prescrizioni di Codice Civile ed alle precisazioni giurisdizionali in materia. Entro il primo anno di gestione del servizio, la società dovrà provvedere d intesa col Responsabile del Servizio, (nelle competenze di cui all Art. 8) all adeguamento dello stato dei siti, ai livelli minimi qualitativi prescritti, senza alcun onere aggiuntivo rispetto al canone stabilito. In tal sede, per le opere/manufatti interessati dai servizi di cui al presente Capo ed esclusi quindi gli impianti per lampade votive, potranno essere disposti anche interventi di manutenzione straordinaria a carico del Concedente con le modalità di cui all articolo seguente. ART. 25 MANUTENZIONE STRAORDINARIA ED OPERE ACCESSORIE Saranno a carico del Comune, che vi provvederà autonomamente, salvo il possibile coordinamento esecutivo, gli interventi di manutenzione straordinaria o di ampliamento e nuova costruzione.

17 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 17 di 32 In caso di urgenza, o qualora l Ufficio Tecnico Comunale lo ritenga necessario ed opportuno, potranno essere affidati all Impresa interventi di manutenzione straordinaria o assimilati, su ordine scritto dello stesso Ufficio e contabilizzati in base al Prezziario Opere Pubbliche della Regione Lombardia, in vigore al momento dell esecuzione delle opere commissionate, con applicazione sugli stessi del ribasso emerso in sede di gara rispetto agli importi base per prestazioni a corrispettivo. Gli importi di detti interventi saranno contabilizzati separatamente, senza assoggettamento a revisione. La Società sarà tenuta ad eseguire le prestazioni sopradette, nei termini esposti, fino al limite di 1/5 dell importo contrattuale. ART. 26 SMALTIMENTO RIFIUTI CIMITERIALI L Impresa nell osservanza della legislazione vigente, dovrà provvedere alle seguenti operatività: separazione dei pezzi di zinco o di piombo che devono essere condotte al recupero previa disinfezione o lavaggio con soluzioni di detergenti e disinfettanti e, se non asportati immediatamente per il recupero, possono essere stoccati separatamente, nelle aree predisposte per lo stoccaggio; sminuzzamento dei rifiuti speciali cimiteriali; fornitura di cartoni monouso con confezionamento dei rifiuti triturati, previa disinfezione degli stessi, in appositi contenitori, secondo le direttive legislative; stoccaggio provvisorio dei contenitori (pieni) chiusi e sigillati in idonea area, nell attesa dell invio agli impianti; le ossa umane ed ogni alta parte di cadavere rinvenibile nelle operazioni di esumazione ed estumulazione devono essere destinate esclusivamente agli ossari comuni, agli ossari privati o ai forni crematori; conferimento all impianto di incenerimento con automezzi autorizzati. Tale trasporto dovrà essere eseguito da ditta titolata ad esercitare il servizio di trasporto per conto terzi di rifiuti speciali ai sensi della normativa vigente. In ogni caso i materiali di risulta non dovranno essere accantonati al di fuori del Cimitero. Con l accettazione del presente capitolato la Società dovrà a nome e per conto dell Amministrazione comunale, provvedere a tutti gli adempimenti burocratici relativi alle operazioni quali, la compilazione e sottoscrizione della scheda descrittiva del rifiuto, compilazione del formulario di identificazione, tenuta del registro di carico e scarico, presentazione del M.U.D. e qualsiasi altro obbligo previsto dalla Legge per i rifiuti cimiteriali. La scelta dell impianto di termodistruzione e la pianificazione dei trasporti ad esso sono di totale pertinenza dell Impresa che s impegnerà, nel più breve tempo possibile, ad eseguire lo smaltimento al fine di abbreviare lo stoccaggio.

18 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 18 di 32 C A P O III PRESTAZIONI A TARIFFA IN ESCLUSIVA ART INUMAZIONI E TUMULAZIONI - NORMA GENERALE L Impresa provvederà a fornire l assistenza necessaria per il ricevimento dei feretri presso i cimiteri ed accompagnarli sino al luogo della sepoltura, accertandosi, sulla base delle indicazioni fornite dall Ufficio comunale preposto a mezzo fax, della loro esatta destinazione ed eseguendo tutte le operazioni di inumazione o tumulazione, come descritte ai successivi Artt Dette descrizioni si intendono come prescrizione esecutiva minima, fermo restando l obbligo generale del Impresa ad una esecuzione completa, diligente ed esaustiva di quanto occorrente senza che derivino oneri accessori per l utente. Per i lavori in tombe interrate, si intende prima profondità di scavo fino a mt, 1,60. Per tutti i lavori/manufatti aventi dimensioni ridotte in quanto riferiti a bambini (meno di 10 anni), alla tariffa dovrà essere applicata una riduzione del 40%. Qualora un privato richieda alla Impresa in qualsiasi momento, l'esecuzione di opere ulteriori o speciali rispetto a quelle sopra indicate e, quindi non eseguibili in regime di esclusività, si applicherà il successivo Art. 31. ART INUMAZIONI E TUMULAZIONI DESCRIZIONE DEI SERVIZI E' compito della Impresa provvedere ai seguenti servizi: 28.1 INUMAZIONI IN CAMPO COMUNE Eseguita mediante scavo a mano Scavo eseguito a mano, riquadramento pareti e fondo dello scavo Inumazione del feretro Reinterro dello scavo eseguito a mano con terreno a margine dello stesso Carico del materiale di risulta su autocarro Pulizia e sistemazione dell'area Trasporto e smaltimento a recupero/discarica del terreno in eccedenza con autocarro Eseguita mediante scavo a macchina Scavo eseguito a macchina fino al raggiungimento della quota di posizionamento del feretro Riquadramento eseguito a mano delle pareti e del fondo dello scavo Inumazione del feretro Reinterro dello scavo eseguito a mano con terreno a margine dello stesso Carico del materiale di risulta su autocarro Pulizia e sistemazione dell'area Trasporto e smaltimento a recupero/discarica del terreno in eccedenza con autocarro COSTRUZIONE DI TOMBE Costruzione di tombe prefabbricate con scavo a mano Scavo eseguito a mano fino al raggiungimento della quota di posa di n. 1/2 cassoni prefabbricati in C.A. compreso di riquadramento delle pareti e del fondo dello scavo

19 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 19 di 32 Fornitura di N. 1/2 cassoni Messa in opera dei cassoni prefabbricati in C.A. Carico del materiale di risulta su autocarro Pulizia e sistemazione dell'area Trasporto e smaltimento a recupero/discarica del terreno in eccedenza con autocarro Costruzione di tombe prefabbricate con scavo a macchina. Scavo eseguito a macchina fino al raggiungimento della quota di posizionamento di n. 1/2 cassoni prefabbricato in C.A. Riquadramento eseguito a mano delle pareti e del fondo dello scavo Fornitura di n. 1/2 cassoni prefabbricati in C.A. Messa in opera dei cassoni prefabbricati in C.A. con l'ausilio di scavatore Carico del materiale di risulta su autocarro Pulizia e sistemazione dell'area Trasporto e smaltimento a recupero/discarica del terreno in eccedenza con autocarro TUMULAZIONE In tombe esistenti eseguita mediante scavo a mano Scavo eseguito a mano fino al raggiungimento della tomba esistente Riquadramento eseguito a mano delle pareti e del fondo dello scavo Apertura del cassone mediante rimozione della lastra in C.A. prefabbricata o demolizione della muratura Tumulazione del feretro Chiusura del cassone mediante lastra prefabbricata o mediante realizzazione di muro in mattoni Reinterro dello scavo eseguito a mano con terreno a margine dello stesso Carico del materiale di risulta su autocarro Pulizia e sistemazione dell'area Trasporto e smaltimento a recupero/discarica del terreno in eccedenza con autocarro Fornitura di materiale edile vario In tombe esistenti eseguita mediante scavo a macchina Scavo eseguito a macchina fino al raggiungimento della tomba esistente Riquadramento eseguito a mano delle pareti e del fondo dello scavo Apertura del cassone mediante rimozione della lastra in C.A. prefabbricata o demolizione della muratura Tumulazione del feretro Chiusura del cassone mediante lastra prefabbricata o mediante realizzazione di muro in mattoni Reinterro dello scavo eseguito a mano con terreno a margine dello stesso Carico del materiale di risulta su autocarro Pulizia e sistemazione dell'area Trasporto e smaltimento a recupero/discarica del terreno in eccedenza con autocarro Fornitura di materiale edile vario In colombaro frontale Eventuale montaggio di ponteggio per la tumulazione in file superiori alla seconda Rimozione della lastra di chiusura del colombaro Tumulazione del feretro

20 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 20 di 32 Chiusura del colombaro mediante lastra prefabbricata o mediante realizzazione di muro in mattoni Formazione di intonaco sulla chiusura del colombaro o sigillatura della lastrina prefabbricata Posa in opera della lastra di marmo di chiusura Pulizia e sistemazione dell'area Fornitura di materiale edile vario In ossario Rimozione della lastra di chiusura dell'ossario Tumulazione dei resti mortali Chiusura della celletta ossario mediante lastra prefabbricata o mediante realizzazione di muro in mattoni Posa in opera della lastra di marmo di chiusura Pulizia e sistemazione dell'area Fornitura di materiale edile vario In tomba di famiglia Sollevamento della lastra di chiusura della tomba Rimozione della lastra di chiusura del colombaro Tumulazione del feretro Chiusura del colombaro mediante lastra prefabbricata o mediante realizzazione di muro in mattoni Formazione di intonaco sulla chiusura del colombaro o sigillatura della lastrina prefabbricata Posa in opera della lastra di marmo di chiusura Pulizia e sistemazione dell'area Fornitura di materiale edile vario In cappella privata Eventuale montaggio di ponteggio per la tumulazione in file superiori alla seconda Rimozione della lastra di chiusura del colombaro Tumulazione del feretro Chiusura del colombaro mediante lastra prefabbricata o mediante realizzazione di muro in mattoni Formazione di intonaco sulla chiusura del colombaro o sigillatura della lastrina prefabbricata Posa in opera della lastra di marmo di chiusura Pulizia e sistemazione dell'area Fornitura di materiale edile vario In fossa comune di ossa reperite al di fuori degli interventi sopradescritti, per disposizione del Comune, compreso ogni onere derivante. ART ESUMAZIONI ED ESTUMULAZIONI - NORMA GENERALE Le esumazioni ed estumulazioni verranno eseguite nel rispetto delle norme sanitarie vigenti, potranno essere effettuate solo nei periodi dell'anno previsti (mesi da ottobre ad aprile) ed alla presenza del dirigente sanitario della A.S.L. o di un suo delegato, quando richiesto dalla Legge.

COMUNE DI CADREZZATE PROVINCIA DI VARESE - AREA TECNICA -

COMUNE DI CADREZZATE PROVINCIA DI VARESE - AREA TECNICA - CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI PERIODO 01 GIUGNO 2009 31 MAGGIO 2011. ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO Formano oggetto del seguente appalto le prestazioni relative a

Dettagli

SERVIZI CIMITERIALI CAPITOLATO D ONERI

SERVIZI CIMITERIALI CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI SATRIANO DI LUCANIA Prov. POTENZA Ufficio Tecnico SERVIZI CIMITERIALI CAPITOLATO D ONERI e STIMA DEI COSTI Satriano di Lucania, giugno 2012. IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Geom. Pasquale Laviano.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO C O M U N E DI C E C I N A (Provincia di Livorno) Settore Opere Pubbliche e Patrimonio Servizi Cimiteriali CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Cecina, lì 22.01.2009 p. Il Dirigente del Settore Arch. Renato Gori

Dettagli

CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO DELL APPALTO PER

CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO DELL APPALTO PER COMUNE DI VEDANO OLONA Provincia di VARESE CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO DELL APPALTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO CIMITERIALE COMUNALE PER IL PERIODO 01/04/2014 31/03/2017 1 SOMMARIO CAPO I art.1 Oggetto

Dettagli

SERVIZI CIMITERIALI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI LAURO (AV)

SERVIZI CIMITERIALI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI LAURO (AV) SERVIZI CIMITERIALI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI LAURO (AV) ARTICOLO 1 (Oggetto dell appalto) L'appalto ha per oggetto l esecuzione di tutte le prestazioni, le opere e le provviste occorrenti

Dettagli

COMUNE DI BORDIGHERA (IM)

COMUNE DI BORDIGHERA (IM) Allegato n. 5 alla determinazione dirigenziale n. 173 R.G. del 23/03/2015 COMUNE DI BORDIGHERA (IM) APPALTO DEI SERVIZI CIMITERIALI CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 OGGETTO E LOCALIZZAZIONE DELL APPALTO L appalto

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN MARIGNANO PROVINCIA DI RIMINI

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN MARIGNANO PROVINCIA DI RIMINI COMUNE DI SAN GIOVANNI IN MARIGNANO PROVINCIA DI RIMINI ALLEGATO A CAPITOLATO D ONERI PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEL CIMITERO COMUNALE CAPOLUOGO E DEL CIMITERO COMUNALE PIANVENTENA

Dettagli

C I T T Á D I C A V E

C I T T Á D I C A V E C I T T Á D I C A V E PROVINCIA DI ROMA I DIPARTIMENTO SERVIZIO CIMITERIALE COMUNALE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA GESTIONE E LA MANUTENZIONE DEL CIMITERO COMUNALE timbro e firma 1 Capitolato Speciale

Dettagli

(Provincia di Reggio Calabria)

(Provincia di Reggio Calabria) CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER SERVIZIO PUBBLICHE AFFISSIONI Art. 1 Oggetto dell appalto Costituisce oggetto del presente appalto l affidamento dell affissione di manifesti, avvisi e fotografie, di

Dettagli

COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo)

COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo) COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo) SCHEMA Concessione in esclusiva, dell uso di spazi pubblicitari su elementi di arredo urbano e segnaletica direzionale privata e pubblica nel territorio

Dettagli

SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO AA.SS. 2009 2010, 2010-2011 e 2011-2012 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO AA.SS. 2009 2010, 2010-2011 e 2011-2012 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO AA.SS. 2009 2010, 2010-2011 e 2011-2012 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO ALUNNI SCUOLA DELL INFANZIA E DELLA SCUOLA PRIMARIA DI CRVICO

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZI CIMITERIALI COMUNE DI SAN ZENONE AL LAMBRO

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZI CIMITERIALI COMUNE DI SAN ZENONE AL LAMBRO COMUNE DI SAN ZENONE AL LAMBRO Provincia di Milano CAPITOLATO D APPALTO SERVIZI CIMITERIALI COMUNE DI SAN ZENONE AL LAMBRO ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO I servizi che il Comune affida alla Appaltatrice da

Dettagli

PROVINCIA DI BENEVENTO

PROVINCIA DI BENEVENTO PROVINCIA DI BENEVENTO CAPITOLATO SPECIALE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PISTA CICLABILE DI C.DA ACQUAFREDDA ART. 1 - OGGETTO DELLA CONCESSIONE La concessione ha per oggetto la gestione della

Dettagli

N Ordine LAVORI E PROVVISTE U.M PREZZI

N Ordine LAVORI E PROVVISTE U.M PREZZI N Ordine LAVORI E PROVVISTE U.M PREZZI 1 Esumazione adulti con Cassone: - rimozione di eventuali alberi, arbusti e quant'altro si rendesse necessario per consentire la - smaltimento del monumento in pietra,

Dettagli

FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO

FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO L Impresa con sede legale in Via n C.F. n. P. I.V.A. nella persona del legale rappresentate nato a il, in appresso per brevità denominata APPALTATORE E L Impresa

Dettagli

AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035.

AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035. AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035.399050 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE

Dettagli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli Città di Marigliano Comune di Marigliano Provincia di Napoli DETERMINAZIONE SETTORE III RESPONSABILE DEL SETTORE III: ing. A. Ciccarelli Registro Generale n. 1689 del 29.12.2014 Registro Settore n. 25

Dettagli

COMUNE DI GUIDONIA MONTECELIO DISCIPLINARE DI GESTIONE DEL CIMITERO COMUNALE

COMUNE DI GUIDONIA MONTECELIO DISCIPLINARE DI GESTIONE DEL CIMITERO COMUNALE COMUNE DI GUIDONIA MONTECELIO DEL CIMITERO COMUNALE 1 INDICE 1. SERVIZI PREVISTI... 3 2. OPERAZIONI CIMITERIALI... 3 2.1. ORGANIZZAZIONE DEL PERSONALE - MANSIONI DEL PERSONALE IN SERVIZIO PRESSO IL CIMITERO...

Dettagli

COMUNE DI MEZZOLOMBARDO IL LAVORO S.C.S. onlus IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE E LEG. RAPPRESENTANTE

COMUNE DI MEZZOLOMBARDO IL LAVORO S.C.S. onlus IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE E LEG. RAPPRESENTANTE Esente dall'imposta di bollo ai sensi dell'art. 27 bis del D.P.R.26.10.1972 n. 642 (Onlus). Rep. n. atti privati CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO COMUNALE DI MEZZOLOMBARDO

Dettagli

FOGLIO CONDIZIONI. C.F. 82005660061 - P.I. 01628780064 - Cap.Soc. 7.000.000,00 i.v.

FOGLIO CONDIZIONI. C.F. 82005660061 - P.I. 01628780064 - Cap.Soc. 7.000.000,00 i.v. FOGLIO CONDIZIONI ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO La scrivente Società intende affidare l incarico per il servizio di carico - trasporto avvio a recupero, presso impianto/i di compostaggio, della frazione

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER IL CONFERIMENTO A DELLA TITOLARITA DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI MEDIANTE CONCESSIONE - C.I.G.

SCHEMA DI CONVENZIONE PER IL CONFERIMENTO A DELLA TITOLARITA DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI MEDIANTE CONCESSIONE - C.I.G. SCHEMA DI CONVENZIONE PER IL CONFERIMENTO A DELLA TITOLARITA DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI MEDIANTE CONCESSIONE - C.I.G. 5356508A3A L anno.., il giorno. del mese di.., TRA il Comune di Mogliano Veneto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO COMUNE DI POTENZA U.D. AMBIENTE ENERGIA PARCHI CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO OGGETTO: ESECUZIONE DELLE OPERAZIONI CIMITERIALI PRESSO IL CIMITERO COMUNALE DI POTENZA. SPECIFICA INTERVENTI: apertura fosse,

Dettagli

COMUNE DI SAVA AREA PATRIMONIO E LAVORI PUBBLICI SERVIZI CIMITERIALI

COMUNE DI SAVA AREA PATRIMONIO E LAVORI PUBBLICI SERVIZI CIMITERIALI COMUNE DI SAVA (PROVINCIA DI TARANTO) AREA PATRIMONIO E LAVORI PUBBLICI SERVIZI CIMITERIALI CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI FORNITURA LASTRE DI MARMO PER LAPIDI E FORNITURA

Dettagli

COMUNI DI CARVICO E VILLA D ADDA

COMUNI DI CARVICO E VILLA D ADDA COMUNI DI CARVICO E VILLA D ADDA (Provincia di Bergamo) Gestione associata COMUNE DI VILLA D ADDA Provincia di Bergamo COMUNE DI CARVICO Provincia di Bergamo CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la fornitura del servizio di assistenza domiciliare a favore degli

Dettagli

CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO - PISCINA COMUNALE DI SUNA

CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO - PISCINA COMUNALE DI SUNA CITTÀ DI VERBANIA Provincia del Verbano Cusio Ossola CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO - PISCINA COMUNALE DI SUNA CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO PISCINA COMUNALE

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE OGGETTO: CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PISCINA COMUNALE UBICATA NELLA CITTADELLA SPORTIVA DEI MONTI ROSSI

SCHEMA DI CONVENZIONE OGGETTO: CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PISCINA COMUNALE UBICATA NELLA CITTADELLA SPORTIVA DEI MONTI ROSSI SCHEMA DI CONVENZIONE OGGETTO: CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PISCINA COMUNALE UBICATA NELLA CITTADELLA SPORTIVA DEI MONTI ROSSI Art. 1 - OGGETTO DELLA CONCESSIONE Il Comune di Nicolosi,

Dettagli

COMUNE DI MEDE (Provincia di Pavia) REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI IN REGIME DI MERCATO LIBERO

COMUNE DI MEDE (Provincia di Pavia) REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI IN REGIME DI MERCATO LIBERO COMUNE DI MEDE (Provincia di Pavia) REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI IN REGIME DI MERCATO LIBERO Approvato con deliberazione C.C. n 5 del 17/03/2014 Art. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA SPORTIVA COMUNALI DI V.LE RIMEMBRANZE.

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA SPORTIVA COMUNALI DI V.LE RIMEMBRANZE. SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA SPORTIVA COMUNALI DI V.LE RIMEMBRANZE. Art. 1 - OGGETTO E DURATA 1. La presente convenzione ha per oggetto la concessione dell uso

Dettagli

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto dell Appalto è il Servizio di affissione

Dettagli

COMUNE DI BODIO LOMNAGO Provincia di Varese

COMUNE DI BODIO LOMNAGO Provincia di Varese COMUNE DI BODIO LOMNAGO Provincia di Varese SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA Cimitero di Viale dei Caduti Cimitero di Via Bartolomeo Baj CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Articolo 1 Oggetto dell appalto è

Dettagli

Comune di Latina Provincia di Latina ***

Comune di Latina Provincia di Latina *** Comune di Latina Provincia di Latina *** REGOLAMENTO DEL SERVIZIO CIMITERIALE DI TUMULAZIONE, INUMAZIONE, ESTUMULAZIONE, ESUMA- ZIONE INDICE DEGLI ARGOMENTI PREMESSA SEZIONE 1 Modalità di gestione del

Dettagli

PARTE TERZA - SCHEMA DI CONTRATTO Tra la Provincia di Pavia (di seguito Stazione Appaltante o Committente ) e [ ] (di seguito la Società o il

PARTE TERZA - SCHEMA DI CONTRATTO Tra la Provincia di Pavia (di seguito Stazione Appaltante o Committente ) e [ ] (di seguito la Società o il PARTE TERZA - SCHEMA DI CONTRATTO Tra la Provincia di Pavia (di seguito Stazione Appaltante o Committente ) e [ ] (di seguito la Società o il Fornitore ) Si conviene e si stipula quanto segue: 1. OGGETTO

Dettagli

Comune di Castelnovo ne Monti

Comune di Castelnovo ne Monti ALLEGATO A AL CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI NEL CAPOLUOGO E NELLE FRAZIONI DESCRIZIONE DEI SERVIZI E DELLE ATTIVITÀ A SERVIZIO SEPOLTURE ED ATTIVITA CONNESSE A1 -

Dettagli

CIMITERO COMUNALE Servizi Cimiteriali TRIENNIO 2009 2012

CIMITERO COMUNALE Servizi Cimiteriali TRIENNIO 2009 2012 COMUNE DI PRAIANO Provincia di Salerno CIMITERO COMUNALE Servizi Cimiteriali TRIENNIO 2009 2012 CAPITOLATO D ONERI ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO La ditta aggiudicataria dei servizi di seppellimento, di custodia

Dettagli

La ditta venditrice dovrà assicurare la garanzia e l assistenza dei mezzi tramite una officina autorizzata entro 15 km. dalla sede comunale.

La ditta venditrice dovrà assicurare la garanzia e l assistenza dei mezzi tramite una officina autorizzata entro 15 km. dalla sede comunale. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO RELATIVO ALLA FORNITURA DI n 1 MINIBUS ELETTRICO, CHIAVI IN MANO, PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO PERSONE ALL INTERNO DEL CIMITERO CIVICO MONUMENTALE 1. ENTE APPALTANTE Comune

Dettagli

Servizi Cimiteriali periodo 1.4.2011-31.3.2014. Elenco offerta prezzi unitari

Servizi Cimiteriali periodo 1.4.2011-31.3.2014. Elenco offerta prezzi unitari Città di Portogruaro Provincia di Venezia Area Tecnica Settore Manutenzioni Servizi Cimiteriali periodo 1.4.2011-31.3.2014 Elenco offerta prezzi unitari Data 3.11.2010 Il Responsabile del Procedimento

Dettagli

OPERA PIA PUBBLICA ASSISTENZA 05100 TERNI P.zza S. Pietro, 4 Tel. E Fax 0744 428150 421403 e-mail oppaterni@libero.it

OPERA PIA PUBBLICA ASSISTENZA 05100 TERNI P.zza S. Pietro, 4 Tel. E Fax 0744 428150 421403 e-mail oppaterni@libero.it OPERA PIA PUBBLICA ASSISTENZA 05100 TERNI P.zza S. Pietro, 4 Tel. E Fax 0744 428150 421403 e-mail oppaterni@libero.it www.oppaterni.com P.IVA 00526840558 cod. fisc. 80000070559 CAPITOLATO TECNICO Art.

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO DI BROKER DI ASSICURAZIONE

DISCIPLINARE D INCARICO DI BROKER DI ASSICURAZIONE DISCIPLINARE D INCARICO DI BROKER DI ASSICURAZIONE L anno duemilaquattordici (2014), il giorno del mese di con la presente scrittura privata da valere ad ogni effetto di legge, TRA Il comune di Campotosto

Dettagli

Capitolato Speciale di Appalto relativo all affidamento del servizio di Brokeraggio assicurativo del Comune di San Giustino

Capitolato Speciale di Appalto relativo all affidamento del servizio di Brokeraggio assicurativo del Comune di San Giustino Capitolato Speciale di Appalto relativo all affidamento del servizio di Brokeraggio assicurativo del Comune di San Giustino ART.1 - OGGETTO DELL APPALTO E CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO Il Comune di San

Dettagli

COPIA Comune di Trescore Cremasco Provincia di Cremona

COPIA Comune di Trescore Cremasco Provincia di Cremona COPIA Comune di Trescore Cremasco Provincia di Cremona Determinazione del 16.04.2014 N Generale: 81 N Settoriale: 24 AREA AMMINISTRATIVA UFFICIO OGGETTO: APPALTO LAVORI CIMITERIALI. AFFIDAMENTO DIRETTO

Dettagli

CAPITOLATO SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

CAPITOLATO SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CIG 4665283950 Indice Art.1 - OGGETTO ART.2 COSTI ASSICURATIVI ART.3 - PRESTAZIONI Art. 4 - POLIZZA ASSICURATIVA A GARANZIA DELLA RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE

Dettagli

COMUNE DI PORTOFERRAIO Provincia di Livorno AREA 1

COMUNE DI PORTOFERRAIO Provincia di Livorno AREA 1 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI E LA MANUTENZIONE DEL CIMITERO COMUNALE biennio 2013-3014 Oggetto del presente capitolato sono le modalità di gestione e le condizioni

Dettagli

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 INDICE Art. 1 - Ambito di applicazione e principi generali Art. 2 - Decorrenza e durata del

Dettagli

COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DIPARTIMENTO II Ufficio AMBIENTE Telefono 0771.469227 Fax 0771.469265

COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DIPARTIMENTO II Ufficio AMBIENTE Telefono 0771.469227 Fax 0771.469265 COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DIPARTIMENTO II Ufficio AMBIENTE Telefono 0771.469227 Fax 0771.469265 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO RICOVERO, MANTENIMENTO E CURA DI CANI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE CIG 543712162F

CAPITOLATO SPECIALE CIG 543712162F CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE BUONI PASTO ELETTRONICI IN FAVORE DEI DIPENDENTI DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO SALERNO ENERGIA CIG 543712162F Art. 1 Oggetto

Dettagli

FORNITURA BUONI PASTO. L anno 2012, il giorno del mese di, TRA

FORNITURA BUONI PASTO. L anno 2012, il giorno del mese di, TRA Contratto n. /2012 FORNITURA BUONI PASTO L anno 2012, il giorno del mese di, TRA.. con sede legale in vi., partita IVA, in persona del legale rappresentante., in seguito denominata Committente E con sede

Dettagli

Ufficio Gare, Contratti e Acquisti CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO

Ufficio Gare, Contratti e Acquisti CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO Art. 1 Finalità Il presente capitolato ha per oggetto l affidamento, da parte della Bari Multiservizi S.p.a. (in seguito, per semplicità, denominata società),

Dettagli

CONTRATTO PER LA GESTIONE DELLE ATTIVITA : CORSI DI LINGUA ITALIANA PER STRANIERI, MEDIAZIONE LINGUISTICA, SOSTEGNO AD ALUNNI STRANIERI IN AMBITO

CONTRATTO PER LA GESTIONE DELLE ATTIVITA : CORSI DI LINGUA ITALIANA PER STRANIERI, MEDIAZIONE LINGUISTICA, SOSTEGNO AD ALUNNI STRANIERI IN AMBITO REP. n. del CONTRATTO PER LA GESTIONE DELLE ATTIVITA : CORSI DI LINGUA ITALIANA PER STRANIERI, MEDIAZIONE LINGUISTICA, SOSTEGNO AD ALUNNI STRANIERI IN AMBITO SCOLASTICO, CONSULENZA LEGALE PER CITTADINI

Dettagli

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA (SERSE) PER IL. L'anno duemilaundici, addì ( ) del mese di

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA (SERSE) PER IL. L'anno duemilaundici, addì ( ) del mese di REP. n. del CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA (SERSE) PER IL PERIODO 01.03.2012-31.12.2014 - C.I.G. [ ]. L'anno duemilaundici, addì ( ) del mese di presso la Sede

Dettagli

COMUNE DI CUSANO MILANINO PROVINCIA DI MILANO

COMUNE DI CUSANO MILANINO PROVINCIA DI MILANO COMUNE DI CUSANO MILANINO PROVINCIA DI MILANO SETTORE TUTELA AMBIENTALE CAPITOLATO D ONERI PER IL SERVIZIO DI TRATTAMENTO/RECUPERO RIFIUTI URBANI E ASSIMILATI - FRAZIONE VERDE PRODOTTI NEL TERRITORIO COMUNALE

Dettagli

www.ater.vr.it., protocolloatervr@legalmail.it.

www.ater.vr.it., protocolloatervr@legalmail.it. A.T.E.R. Azienda Territoriale per l Edilizia Residenziale della Provincia di VERONA Piazza Pozza 1/c,d,e - 37123 VERONA telefono 045-8062411 telefax 045-8062432 E-mail: info@ater.vr.it www.ater.vr.it.,

Dettagli

COMUNE DI CORVINO SAN QUIRICO

COMUNE DI CORVINO SAN QUIRICO COMUNE DI CORVINO SAN QUIRICO Provincia di Pavia SERVIZIO TERRITORIO E AMBIENTE BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA APPALTO PER L ESECUZIONE DEI SERVIZI ATTINENTI ALLE SALME NEL CIMITERO COMUNALE ANNI

Dettagli

COMUNE DI GRAVINA DI CATANIA PROVINCIA DI CATANIA

COMUNE DI GRAVINA DI CATANIA PROVINCIA DI CATANIA CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO ART. 1 - OGGETTO DELL INCARICO L incarico ha per oggetto lo svolgimento del servizio di brokeraggio assicurativo di cui al D. Lgs n.209/2005. Le

Dettagli

FRA 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO

FRA 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO CONTRATTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DELLA CCIAA DI LODI PER IL PERIODO - 01/01/2011-31/12/2013 CIG 06218796C7 FRA Camera di Commercio di Lodi, P.IVA 11125130150

Dettagli

COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali

COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE (Cimiteri di Legnago e Vigo-Vangadizza) ALLEGATO B) ATTIVITA DI GESTIONE Cap. 37045

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI)

SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI) SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI) Tra il Comune di RHO (di seguito, Comune ), in persona

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 4 DEL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO, SECONDO LA NORMATIVA VIGENTE, DEI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI COMUNE DI NOVARA AREA PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO DELLA CITTÀ Servizio Lavori Pubblici CAPITOLATO SPECIALE D ONERI MANUTENZIONE AUTOMEZZI COMUNALI ANNO 2013 Agosto 2012 Aggiornamento. Novembre FUNZIONARIO

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEI VEICOLI DEL COMITATO REGIONALE CRI DELLA TOSCANA CIG: 28951999C9

Dettagli

PROVINCIA DI LIVORNO

PROVINCIA DI LIVORNO Allegato B PROVINCIA DI LIVORNO CATITOLATO SPECIALE D APPALTO Art.1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio di sorveglianza presso la sede distaccata degli uffici della

Dettagli

COMUNE DI TRIGOLO Provincia di Cremona

COMUNE DI TRIGOLO Provincia di Cremona COMUNE DI TRIGOLO Provincia di Cremona Allegato alla determina del R.F. n. 63 del 02.11.2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO OGGETTO: Fornitura del servizio di pulizie degli uffici e della palestra comunali

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA P.Iva/C.F. 00344340500

CAPITOLATO SPECIALE. COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA P.Iva/C.F. 00344340500 PROCEDURA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO INERENTE LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DEL COMUNE DI CON ONERI DI ALLESTIMENTO E MANUTENZIONE CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 OGGETTO DELLA CONCESSIONE

Dettagli

CAPITOLATO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN LOCAZIONE DI UN LOCALE POSTO IN VIA AGRETTI. Articolo 2 Scopo della locazione

CAPITOLATO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN LOCAZIONE DI UN LOCALE POSTO IN VIA AGRETTI. Articolo 2 Scopo della locazione C O M U N E D E L L A S P E Z I A C.d.R. PATRIMONIO CAPITOLATO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN LOCAZIONE DI UN LOCALE POSTO IN VIA AGRETTI ARTICOLO 1 OGGETTO DELLA LOCAZIONE Oggetto della locazione è il locale

Dettagli

SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZAASSICURATIVA (BROKERAGGIOASSICURATIVO) CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO

SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZAASSICURATIVA (BROKERAGGIOASSICURATIVO) CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO Provincia Regionale di Catania Ufficio Provveditorato-Economato (codice fiscale 00397470873) SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZAASSICURATIVA (BROKERAGGIOASSICURATIVO) CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO ART.

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO ART. 1 - OGGETTO E PRESTAZIONI OGGETTO DELL INCARICO

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO ART. 1 - OGGETTO E PRESTAZIONI OGGETTO DELL INCARICO CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO ART. 1 - OGGETTO E PRESTAZIONI OGGETTO DELL INCARICO L incarico ha per oggetto l affidamento di consulenza e

Dettagli

I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA

I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA PROCEDURA APERTA FINALIZZATA ALLʹAFFIDAMENTO DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO

Dettagli

ALLEGATO B) Codice CIG 2472764D64

ALLEGATO B) Codice CIG 2472764D64 ALLEGATO B) CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE IN GESTIONE DEL SERVIZIO PER LA DISTRIBUZIONE DEL MATERIALE DEL PARCO E DEI PRODOTTI DEL CIRCUITO CARTA QUALITA - Codice CIG 2472764D64 L anno 2011 il giorno

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI E SCHEMA DI CONTRATTO

CAPITOLATO D ONERI E SCHEMA DI CONTRATTO CAPITOLATO D ONERI E SCHEMA DI CONTRATTO INDIVIDUAZIONE DI UN OPERATORE ECONOMICO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE E DELLA RELATIVA MANUTENZIONE DI UNA FLOTTA DI BICICLETTE A PEDALATA ASSISTITA

Dettagli

ELENCO PREZZI. Comune di Scansano Provincia di Grosseto. Servizio di gestione dei cimiteri del Comune di Scansano OGGETTO: Comune di Scansano

ELENCO PREZZI. Comune di Scansano Provincia di Grosseto. Servizio di gestione dei cimiteri del Comune di Scansano OGGETTO: Comune di Scansano Comune Scansano Provincia Grosseto pag. 1 ELENCO PREZZI OGGETTO: Servizio gestione dei cimiteri del Comune Scansano COMMITTENTE: Comune Scansano Scansano, 23/04/2010 IL TECNICO arch. Robrto Bucci PriMus

Dettagli

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato ha per oggetto l appalto del servizio professionale di consulenza

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CIG 50773444D0 OGGETTO DELL'INCARICO L affidamento ha per oggetto lo svolgimento del servizio di brokeraggio assicurativo professionale,

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

Città di Melegnano. (Provincia di Milano) Area Opere Pubbliche, Patrimonio Pubblico ed Ambiente PROJECT FINANCING

Città di Melegnano. (Provincia di Milano) Area Opere Pubbliche, Patrimonio Pubblico ed Ambiente PROJECT FINANCING Città di Melegnano (Provincia di Milano) Area Opere Pubbliche, Patrimonio Pubblico ed Ambiente PROJECT FINANCING CAPITOLATO PRESTAZIONALE E SCHEMA TECNICO PER REDAZIONE DEL PIANO ECONOMICO FINANZIARIO

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE

AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE (Cimiteri di Cologna Veneta,San Andrea, San Sebastiano e Spessa) ALLEGATO B) ATTIVITA DI GESTIONE ATTIVITA DI GESTIONE COMPLESSI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Il Coordinamento delle Confraternite della Diocesi di Cerignola Ascoli Satriano, con sede in Cerignola, Via Addolorata n. 12, Tel. 0885/417501 (Presidente Dr. Vito Colangione

Dettagli

Responsabile del Procedimento Dott. Alberto VANELLI

Responsabile del Procedimento Dott. Alberto VANELLI Giardini della Reggia di Venaria Reale Fornitura e installazione di pergolati e strutture in legno per esterni CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Responsabile del Procedimento Dott. Alberto VANELLI 1 INDICE

Dettagli

CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68

CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68 CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68 FRA Camera di Commercio di Lodi, con sede in Lodi via Haussmann, 15 (cap. 26900) P.IVA 11125130150, nella persona del Segretario Generale f.f.,

Dettagli

CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI E DEL SERVIZIO DI CUSTODIA E MANUTENZIONE VERDE CIMITERI COMUNALI

CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI E DEL SERVIZIO DI CUSTODIA E MANUTENZIONE VERDE CIMITERI COMUNALI CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI E DEL SERVIZIO DI CUSTODIA E MANUTENZIONE VERDE CIMITERI COMUNALI CAPO PRIMO OGGETTO DELL APPALTO Art. 1 - Oggetto dell appalto L appalto

Dettagli

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI ART.1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto del presente documento sono le clausole amministrative relative al contratto di appalto per la fornitura di prodotti alimentari surgelati per le esigenze delle mense

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE Art. 1 Oggetto della fornitura Art. 2 Importo dell appalto Art. 3 Caratteristiche della fornitura Art. 4 Criteri di aggiudicazione Art. 5 Termini e luoghi

Dettagli

Documentazione di gara

Documentazione di gara Comune di Santa Maria a Monte Provincia di Pisa SETTORE 3 OGGETTO ALLESTIMENTO DEGLI SPAZI ESPOSITIVI ALL INTERNO DEL PROGETTO DI VALORIZZAZIONE DEL CENTRO STRORICO E RECUPERO DELL AREA DELLA ROCCA CON

Dettagli

Servizio di somministrazione lavoro temporaneo

Servizio di somministrazione lavoro temporaneo CAMERA DI COMMERCIO DI ORISTANO AFFIDAMENTO Servizio di somministrazione lavoro temporaneo Capitolato prestazionale - Indice Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10 Art.

Dettagli

CENTRALE UNICA DI COMMITTENZA COMUNE DI PESCASSEROLI & COMUNE DI BARREA

CENTRALE UNICA DI COMMITTENZA COMUNE DI PESCASSEROLI & COMUNE DI BARREA CENTRALE UNICA DI COMMITTENZA COMUNE DI PESCASSEROLI & COMUNE DI BARREA REGIONE ABRUZZO PROVINCIA DI L AQUILA C.A.P. 67032 Cod. Fisc. 00142680669 Tel. 0863.911421/911422 Fax. 0863.911440 e-mail ufficiotecnico@comune.pescasseroli.aq.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI TRASPORTO FUNEBRE Adottato con deliberazione del Consiglio comunale n. 53 del 13 ottobre 2003 ART. 1 ESERCIZIO DEI TRASPORTI FUNEBRI NEL TERRITORIO COMUNALE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI. Fornitura professionale di manodopera a termine OGGETTO. Area 02 Organizzazione e sviluppo COMMITTENTE/CONTRAENTE

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI. Fornitura professionale di manodopera a termine OGGETTO. Area 02 Organizzazione e sviluppo COMMITTENTE/CONTRAENTE CAPITOLATO SPECIALE D ONERI OGGETTO Fornitura professionale di manodopera a termine COMMITTENTE/CONTRAENTE RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Area 02 Organizzazione e sviluppo Dott.ssa Marte Guglielmi DEFINIZIONI

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO SPAZIO FAMIGLIA BUBU SETTETE

CAPITOLATO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO SPAZIO FAMIGLIA BUBU SETTETE CAPITOLATO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO SPAZIO FAMIGLIA BUBU SETTETE periodo: NOVEMBRE 2014/MAGGIO 2015 e NOVEMBRE 2015/ MAGGIO 2016 (CIG n. ZF6110FF72) 1 1. Oggetto dell appalto

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione.

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione. QUADERNO D ONERI PER I SERVIZI DI SORVEGLIANZA ARMATA E DI TELESORVEGLIANZA MEDIANTE COLLEGAMENTO AL SISTEMA D ALLARME DEL MUSEO G. FATTORI PRESSO VILLA MIMBELLI E DELLA STRUTTURA ESPOSITIVA ATTIGUA EX

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI INUMAZIONI, ESUMAZIONI ED ESTUMULAZIONI DA EFFETTUARSI NEL CIMITERO DEL COMUNE DI GENZANO DI ROMA

CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI INUMAZIONI, ESUMAZIONI ED ESTUMULAZIONI DA EFFETTUARSI NEL CIMITERO DEL COMUNE DI GENZANO DI ROMA COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA III AREA TECNICA CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI INUMAZIONI, ESUMAZIONI ED ESTUMULAZIONI DA EFFETTUARSI NEL CIMITERO DEL COMUNE DI GENZANO

Dettagli

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1(

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( )2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( ART.1 OGGETTO Il presente appalto ha ad oggetto il servizio di somministrazione di lavoratori a termine,

Dettagli

DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO D'ONERI CAPITOLATO D ONERI per L AFFIDAMENTO DELL INCARICO del SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO per l'istituto BATTISTI di COGLIATE per la DURATA di ANNI UNO ART. 1 - OGGETTO L appalto ha

Dettagli

COMUNE DI GAVIRATE Provincia di Varese

COMUNE DI GAVIRATE Provincia di Varese COMUNE DI GAVIRATE Provincia di Varese CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEGLI IMMOBILI E DELLE RETI DI PROPRIETA COMUNALE OPERE DA IMPRENDITORE EDILE ANNI 2010 2011-2012 UFFICIO

Dettagli

COMUNE DI SAN PRISCO CONTRATTO DI APPALTO DEL SERVIZIO DI ESECUZIONE OPERAZIONI. L anno duemila il giorno del mese di,

COMUNE DI SAN PRISCO CONTRATTO DI APPALTO DEL SERVIZIO DI ESECUZIONE OPERAZIONI. L anno duemila il giorno del mese di, COMUNE DI SAN PRISCO (PROVINCIA DI CASERTA) Rep. N. CONTRATTO DI APPALTO DEL SERVIZIO DI ESECUZIONE OPERAZIONI CIMITERIALI - PER UN PERIODO DI ANNI DUE. CIG:_54816332A7. L anno duemila il giorno del mese

Dettagli

C O M U N E di S U R B O

C O M U N E di S U R B O C O M U N E di S U R B O (Provincia di Lecce) Prot. CAPITOLATO SPECIALE D ONERI GARA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI PRESSO IL CIMITERO COMUNALE DI SURBO PER IL BIENNIO 2007-2009 ART. 1 OGGETTO

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI USSASSAI PROVINCIA OGLIASTRA. Oggetto: CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI USSASSAI PROVINCIA OGLIASTRA. Oggetto: CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI USSASSAI PROVINCIA OGLIASTRA Oggetto: CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO TRIENNALE DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DEGLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO DELLE

Dettagli

Comune di Laterza Provincia di Taranto

Comune di Laterza Provincia di Taranto CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA GESTIONE IN CONCESSIONE A TERZI DEL SERVIZIO DI CONDUZIONE E CUSTODIA DELLE ATTREZZATURE E CAMPO DI CALCETTO SITO ALL INTERNO DEL Art. 1 OGGETTO PARCO URBANO PAPA GIOVANNI

Dettagli

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 Allegato 1 CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento da parte

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA PRESTAZIONE DEL NOLEGGIO A LUNGO TERMINE DI VEICOLI SENZA CONDUCENTE E DEI SERVIZI ACCESSORI (C.I.G.

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA PRESTAZIONE DEL NOLEGGIO A LUNGO TERMINE DI VEICOLI SENZA CONDUCENTE E DEI SERVIZI ACCESSORI (C.I.G. SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA PRESTAZIONE DEL NOLEGGIO A LUNGO TERMINE DI VEICOLI SENZA CONDUCENTE E DEI SERVIZI ACCESSORI (C.I.G. 5199718F05) TRA la società Deval S.p.A. a s.u. (partita IVA e codice fiscale

Dettagli