COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 1 di 32 COMUNE DI GAVIRATE. Provincia di Varese CAPITOLATO SPECIALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 1 di 32 COMUNE DI GAVIRATE. Provincia di Varese CAPITOLATO SPECIALE"

Transcript

1 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 1 di 32 COMUNE DI GAVIRATE Provincia di Varese CAPITOLATO SPECIALE PER GESTIONE SERVIZI CIMITERIALI

2 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 2 di 32 SOMMARIO C A P O I NORME GENERALI PAG. 4 > 14 Art.1 Oggetto e contenuti economici dell appalto Art.2 Durata della appalto Art.3 - Svolgimento dei servizi, mezzi, personale, organizzazione Art.4 Responsabilità della Ditta Art.5 Denuncia degli inconvenienti ritrovamenti Art.6 Locali all interno dei cimiteri Art.7 Fornitura dati anagrafici trattamento dati personali Art.8 Vigilanza dell Amministrazione Comunale Art.9 Osservanza di leggi, regolamenti e contratti collettivi Art.10 Sicurezza del luogo di lavoro, danni anche a terzi Interferenze lavorative Art.11 Nuovi prezzi ed opere aggiuntive Art.12 Corrispettivo per l appalto e modalità di pagamento Art.13 Rapporti con gli Istituti di Credito Art.14 Aggiornamento/revisione dei prezzi Art.15 Cauzione provvisoria e definitiva Art.16 Penali e risoluzione del contratto Art.17 Divieto di sub-appalto Art.18 Cause di forza maggiore Art.19 Definizione delle controversie Art.20 Spese contrattuali C A P O II PRESTAZIONI A CANONE FORFETTARIO PAG. 14 > 17 Art.21 Sorveglianza Art.22 Pulizia Art.23 Manutenzione delle aree a verde e dei viali Art.24 Manutenzione ordinaria Art.25 Manutenzione straordinaria ed opere accessorie Art.26 Smaltimento rifiuti cimiteriali

3 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 3 di 32 C A P O III PRESTAZIONI A TARIFFA IN ESCLUSIVA PAG. 18 > 25 Art.27 Inumazioni e tumulazioni Norma generale Art.28 Inumazioni e tumulazioni Descrizione dei servizi Art.29 Esumazioni ed estumulazioni Norma generale Art.30 Esumazioni ed estumulazioni Descrizione dei servizi C A P O IV PRESTAZIONI NON IN REGIME DI ESCLUSIVITA' PAG. 25 Art.31 Lavori e manutenzione su manufatti privati Art.32 Servizio di pulizia e decoro manufatti Art.33 Corrispettivo per i servizi C A P O V RAPPORTI ECONOMICI TRA SOCIETÀ E COMUNE PAG. 26 Art.34 Canone forfettario di manutenzione Art.35 Tariffe per servizi a corrispettivo C A P O VI SERVIZIO LAMPADE VOTIVE ELETTRICHE PAG. 29 > 32 Art Impianto illuminazione votiva Art. 37 Manutenzione e aggiornamento impianto Art. 38 Norme di costruzione impianto Art. 39 Norme di gestione Art. 40 Rapporto tra Impresa ed utenti Art. 41 Illuminazione cappelle centrali, monumenti ai caduti in guerra e personalità benemerite Art Esecuzione e controllo lavori Art. 43 Tariffa di allacciamento Art. 44 Canone di abbonamento Art. 45 Importi da versare al Comune

4 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 4 di 32 C A P O I NORME GENERALI ART. 1 - OGGETTO E CONTENUTI ECONOMICI DELL APPALTO Oggetto dell appalto, è la gestione di tutti i cimiteri comunali e inerenti prestazioni, da effettuarsi parzialmente in regime di esclusiva. Risultano compresi nell appalto i seguenti servizi: A) Compensati a canone forfettario 1. PULIZIA 2. SORVEGLIANZA 3. OPERE DI GIARDINAGGIO 4. OPERE DI ORDINARIA MANUTENZIONE 5. SMALTIMENTO DEI RIFIUTI CIMITERIALI E RACCOLTA DIFFERENZIATA B) Compensati a tariffa 6. INUMAZIONI E TUMULAZIONI 7. ESTUMULAZIONI ED ESUMAZIONI 8. SERVIZIO LAMPADE VOTIVE ELETTRICHE C) Manutenzione straordinaria o assimilata con compensi a misura Il servizio globale sara finalizzato a garantire la piena fruibilità alla cittadinanza, in condizioni di decoro, sicurezza e qualità operativa, delle aree/manufatti dedicate ai Defunti ed ai Caduti e degli inerenti servizi gestionali. Sulla base di detti principi di globalita ed elevata qualita, assunti quale riferimento fondamentale, le varie articolazioni del servizio saranno svolte, verificate e compensate, secondo la descrizione funzionale, le modalità e le prescrizioni operative del presente capitolato. La presente concessione è riferita ai cimiteri esistenti (Gavirate centro, Voltorre ed Oltrona al Lago, riportati nelle planimetrie agli atti) nonché ai Monumenti ai Caduti presenti nel territorio del Comune, come meglio specificato in seguito, nonche area vecchio cimitero in viale Verbano angolo via Buzzi ( ora sede monumento caduti Nassiriya)

5 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 5 di 32 I contenuti economici presunti dell appalto sono: > A CARICO DEL COMUNE PRESTAZIONI A Per canone forfettario di manutenzione (CAPO II e Art. 34) B Per servizi a tariffa (art. 35) IMPORTO COMPLESSIVO PRESUNTO DEI SERVIZI A CARICO DEL COMUNE IMPORTO PRESUNTO ANNUALE IMPORTO PRESUNTO NEL TRIENNIO , ,00 NOTE Soggetto a ribasso d asta 9.400, ,00 Soggetto a ribasso d asta , ,00 > A CARICO DEI PRIVATI C Per prestazioni a tariffa in regime di esclusiva (CAPO III e art. 35) , ,00 D Per servizio lampade votive in regime di esclusiva (CAPO VI artt ) , ,00 Soggetto a ribasso d asta IMPORTO COMPLESSIVO PRESUNTO DEI SERVIZI A CARICO DEI PRIVATI , ,00 TUTTI GLI IMPORTI SONO AL NETTO DI IVA. ART. 2 - DURATA DELL APPALTO L appalto avrà la durata di anni 3 (TRE) con decorrenza 1 gennaio 2011, salvo affidamento disposto nelle more della stipulazione. Ai sensi dell art. 57 c.5 lettera b) del D.Lvo n. 163/2006, ad esclusiva discrezione dell Amministrazione questa può proporre all appaltatore il rinnovo del servizio per pari durata ed alle stesse condizioni riconoscendo esclusivamente l adeguamento ISTAT. L appaltatore non vanta alcun diritto né aspettativa giuridicamente tutelata in ordine al rinnovo. Nel caso in cui il contratto non venga rinnovato, la Ditta è tenuta sui richiesta del Comune, inviata almeno 30 gg. dalla scadenza del contratto, a proseguire il rapporto per un massimo di 120 gg. necessari per l effettuazione della nuova procedura di gara d appalto, alle medesime condizioni, modalità e prezzi fissati nel contratto. Ai sensi della Legge n. 724 art. 44 c.2 è vietato il rinnovo tacito del contratto. La Concessione si intende estesa ipso iure a favore della Impresa Concessionaria, per gli eventuali futuri ampliamenti dei Cimiteri e nei Cimiteri Comunali/Monumenti di nuova costruzione.

6 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 6 di 32 ART. 3 SVOLGIMENTO DEI SERVIZI, MEZZI, PERSONALE ED ORGANIZZAZIONE La Ditta, nello svolgimento dei servizi previsti dalla presente concessione, è libera di organizzare i propri mezzi ed il personale, secondo criteri e modalità proprie, purchè prioritariamente finalizzate a garantire il servizio ed a migliorarne in prospettiva la qualità. In particolare: - i rapporti con l utenza dovranno essere impostati su criteri di cortesia, disponibilità, imparzialità e trasparenza. Le tariffe di tutte le prestazioni e relative modalità di pagamento dovranno essere rese note preventivamente con apposita tabella in libera visione; - l esecuzione di opere ed interventi dovrà essere sempre a perfetta regola d arte, con mano d opera adeguatamente qualificata, in tempi e modalità atti a ridurre al minimo i disagi per l utenza garantendo sempre condizioni di sicurezza e decoro, in particolare per gli spazi accessibili al pubblico; - per tutti gli interventi sarà cura della Società disporre di un responsabile, adeguatamente qualificato ed abilitato a tutti i contatti con i soggetti pubblici e privati interessati al servizio. Su detta capacità gestionale dovrà essere esibita adeguata documentazione al Comune, con ampia facoltà per quest ultimo di effettuare gli accertamenti e le verifiche che riterrà opportune. In particolare la Società dovrà indicare i nominativi di propri dipendenti o professionisti incaricati - adeguatamente qualificati anche professionalmente, responsabili dell esecuzione dei servizi, della qualità aziendale e della sicurezza. La ditta aggiudicataria dovrà costituire e mantenere per tutta la durata dell appalto, a tutti gli effetti, una sede operativa raggiungibile ad una distanza non superiore a 20 km effettivi dalla sede del Comune di Gavirate adeguatamente presidiata e dotata di mezzi di comunicazione (telefono, fax ed ) alla quale l Amministrazione concedente farà riferimento per ogni disposizione o contatto inerente il servizio. L impresa è tenuta ad effettuare il servizio mediante la propria organizzazione, con proprio personale regolarmente assunto e con mezzi propri o in disponibilità diretta. Qualora il tipo di lavoro necessario richieda personale o mezzi altamente specializzati o presenti un carattere di saltuarietà e di non ordinarietà, al fine di garantire il regolare svolgimento del Servizio, la ditta potrà essere autorizzata ad avvalersi di personale non dipendente (escluso sempre personale dipendente dal Comune), o di terze ditte specializzate, nel rispetto delle norme in materia di subappalti. In materia, con richiamo all art. 18 della L. 19/03/1990 n. 55, dovrà essere attuato già in sede di gara il procedimento di indicazione, nonché il successivo deposito dei contratti di subappalto. L Amministrazione concedente non instaurerà alcun rapporto diretto con eventuali subappaltatori. Tutte le responsabilità ed oneri inerenti impiego di mezzi o personale saranno a carico della ditta. L Impresa assume l'obbligo di dotare il proprio personale dipendente di tutti i macchinari, gli attrezzi manuali, le attrezzature protettive ed antinfortunistiche, i prodotti detergenti, i disinfettanti e quant altro possa servire all'espletamento dei compiti previsti dal presente capitolato. Tutti i mezzi d opera e le attrezzature utilizzate dovranno essere sempre mantenute in piena efficienza ed in ottimo stato di conservazione e manutenzione. Il personale addetto dovrà essere sempre riconoscibile ed indossare una divisa decorosa, uguale per tutti.

7 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 7 di 32 In rapporto ai suddetti requisiti di capacità e regolarità operativa/gestionale, prima dell inizio del servizio la ditta dovrà depositare in atti comunali: - certificazione rilasciata dagli Uffici competenti dalla quale risulti l ottemperanza alle norme della Legge n.68 Art certificato di regolarità contributiva (DURC) ex art. 3, comma 8) del D.Lgs. 494/1996 ART. 4 - RESPONSABILITA' DELLA DITTA La Ditta è sempre responsabile sia di fronte al Comune che ai terzi della gestione generale e di tutti i servizi assunti, i quali, per nessun motivo, salvo casi di forza maggiore debitamente constatati, potranno subire interruzioni. E' fatto obbligo alla Impresa di comunicare tempestivamente al Comune il nominativo del Rappresentante legale in carica e ogni eventuale variazione di ragione sociale, specificandone altresì i poteri anche in materia di liquidazione dei compensi economici. ART. 5 - DENUNCIA DEGLI INCONVENIENTI - RITROVAMENTI La Ditta ha l'obbligo di avvertire subito gli uffici comunali competenti, ove abbia conoscenza di inconvenienti, ad essa non imputabili, che impedissero il regolare svolgimento del servizio. Malgrado la segnalazione fatta, la Ditta deve, sempre nell'ambito della diligente esecuzione delle prestazioni che le competono, adoperarsi, per quanto possibile, affinché il servizio abbia il suo regolare decorso. Analoga tempestiva segnalazione al Comune dovrà essere effettuata in caso di rinvenimento di oggetti di interesse storico/archeologico o di elevato valore intrinseco disponendone adeguata tutela e custodia fino alla consegna al Comune stesso od ad altri soggetti dallo stesso indicati. ART. 6 - LOCALI ALL'INTERNO DEI CIMITERI Il Comune mette a disposizione gratuitamente, per tutta la durata dell appalto, un locale all'interno dei cimiteri utilizzabile dalla stessa quale magazzino degli attrezzi necessari allo svolgimento dei servizi. Detti vani con relativi prospetti ed accessori dovranno essere sempre mantenuti in stato decoroso e di buona conservazione e manutenzione, a cura e spese della stessa Impresa. ART. 7 - FORNITURA DATI ANAGRAFICI. TRATTAMENTO DATI PERSONALI Onde consentire all Impresa di rendere noti agli interessati i servizi offerti dal presente appalto, nonché per tutte le altre esigenze inerenti alla gestione della stessa, il Comune si impegna a fornire tempestivamente alla Impresa i nominativi dei titolari delle concessioni cimiteriali ed in generale tutte le notizie anagrafiche relative ai defunti e ai relativi familiari, che la stessa ritenesse necessario richiedere per l effettuazione dei servizi. L Impresa è impegnata, in materia di trattamento dei dati personali, al rigoroso rispetto delle disposizioni in materia, in particolare dovrà comunicare al Comune eventualmente in stralcio il proprio Piano della Sicurezza ex D. Lgs. 196/ per i dati personali e sensibili dei quali verrà a disporre nell ambito del Servizio.

8 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 8 di 32 ART. 8 - VIGILANZA DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE L'Amministrazione Comunale ha illimitata facoltà di ispezionare i luoghi cimiteriali e di verificare il rispetto di tutti gli obblighi derivanti del presente appalto, nonché di indicare le eventuali inottemperanze riscontrate. In caso di accertata carenza qualitativa od esecutiva del servizio, su debita preventiva contestazione, potranno essere applicate dall Amministrazione le penali specificate al successivo Art. 16, salvi più gravi provvedimenti. Di norma i contatti, le indicazioni e le prescrizioni dell'amministrazione con la ditta, necessari per la gestione del servizio, saranno mantenuti tramite l'ufficio Tecnico Comunale per quanto riguarda interventi tecnici in genere, mentre per gli aspetti del servizio inerenti la gestione corrente, con gli Uffici Demografici. Per interventi di ordine e sicurezza pubblica dovrà essere richiesto l intervento della Polizia Locale o delle Autorità di Forza Pubblica. Il coordinamento complessivo di detti rapporti sarà competenza del Funzionario Responsabile del Settore, indicato dal Comune con apposita comunicazione. ART. 9 - OSSERVANZA DI LEGGI, REGOLAMENTI E CONTRATTI COLLETTIVI L appalto è regolato, oltre che dalle norme del presente capitolato e dagli altri atti della procedura, per quanto non in contrasto con esse, ed in quanto compatibili, anche: > dalle norme previste dal D.L.vo n. 163/ ; dal regolamento di contabilità Generale dello Stato; dalla normativa in materia di esecuzione opere pubbliche, in particolare, per quanto applicabili, il Regolamento di cui al D.P.R. 554/1999 ed il Capitolato generale per l'appalto delle opere dipendenti dal Ministero dei Lavori Pubblici, (D.M. 145/2000) e successive modifiche e integrazioni; da tutte le leggi e norme vigenti sulla prevenzione infortuni ed sulla sicurezza; da tutte le norme di qualsiasi genere applicabili al presente appalto, con particolare riferimento al Regolamento di polizia mortuaria di cui al DPR n. 285 del ; dalle norme in materia di tutela ambientale e smaltimento dei rifiuti dalle norme tecniche in materia di impianti tecnologici, con particolare riguardo agli impianti elettrici ed alle misure di sicurezza e risparmio energetico. Inoltre, nell'esecuzione delle prestazioni di lavoro comprese nel servizio oggetto del presente appalto, l'impresa si impegna e obbliga ad applicare integralmente al personale dipendente tutte le norme contenute nei contratti collettivi nazionali di lavoro e negli accordi locali integrativi degli stessi in vigore per il tempo e nella località in cui si svolgono i lavori suddetti. In caso di subentro di Imprese per effetto di nuovi affidamenti per gara d appalto od equivalente, la subentrante dovrà offrire prelazione di assunzione ai dipendenti della Impresa precedentemente affidataria che risultassero prevalentemente adibiti ai servizi affidati, rispettandone qualifiche, trattamenti e livelli retributivi. In materia, si intendono richiamate le disposizioni dei CCNL delle categorie interessate.

9 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 9 di 32 ART SICUREZZA DEL LUOGO DI LAVORO - DANNI ANCHE A TERZI INTERFERNZE LAVORATIVE In ottemperanza e garantendo il rispetto della normativa vigente, ed in particolare del D. Lgs. del 9 aprile 2008 n. 81, la ditta assume ogni responsabilità inerente la sicurezza del luogo di lavoro per tutti i servizi, le opere e le forniture inerenti la presente concessione, nei confronti del personale impiegato. A tal fine entro un mese dalla aggiudicazione la Società dovrà adeguare il proprio Piano della Sicurezza, depositando presso l Amministrazione concedente copia degli elaborati inerenti tutte le attività svolte nell ambito della concessione. La Società assume altresì ogni responsabilità anche nei confronti dei terzi per danni che dovessero derivare, oltre che dall'attività svolta, dalla cattiva conservazione dei luoghi e delle opere esistenti in ambito cimiteriale imputabili, anche in via presuntiva, ad inosservanza degli obblighi derivanti dal presente Capitolato. Per gli aspetti civilistici di detta responsabilità la Società provvederà a stipulare apposita Polizza Assicurativa con massimale minimo di (seicentomilaeuro) e durata pari a quella della appalto, rinnovabile per il caso di proroga, depositandone copia presso l Amministrazione all atto della stipulazione del contratto. Dovranno infine essere osservate le seguenti prescrizioni : Il servizio appaltato deve svolgersi nel pieno rispetto di tutte le norme vigenti in materia di prevenzione degli infortuni e igiene del lavoro e in ogni caso in condizione di permanente sicurezza e igiene. L'appaltatore è obbligato a fornire alla Stazione appaltante, entro 30 giorni dall'aggiudicazione, l'indicazione dei contratti collettivi applicati ai lavoratori dipendenti e una dichiarazione in merito al rispetto degli obblighi assicurativi e previdenziali previsti dalle leggi e dai contratti in vigore. L appaltatore è obbligato ad osservare le misure generali di tutela di cui al D.lgs 81/2008, nonché le disposizioni dello stesso decreto applicabili alle lavorazioni previste nello svolgimento del servizio. L appaltatore dovrà, entro 10 giorni dall aggiudicazione, presentare la documentazione di cui all allegato XVII D. Lgs. 81/2008. Le eventuali disposizioni esecutive, prescrizioni tecniche o contestazioni dell'amministrazione Comunale saranno comunicate per iscritto dal Funzionario - Responsabile di Settore o suo delegato, nella forma di ordini di Servizio. L attività lavorativa appaltata non prevede alcun tipo di interferenza lavorativa da parte di personale del Committente Municipio di Gavirate. I dipendenti comunali incaricati alla vigilanza, non dovranno partecipare per nessun motivo alle lavorazioni. Il personale dell appaltatore che accede alle aree del Palazzo Comunale in Piazza Matteotti a Gavirate, Uffici Demografici-Servizi Stato Civile - Cimiteriali per il disbrigo delle pratiche amministrative non è esposto a rischi particolari in quanto le uniche attività lavorative che vengono svolte sono da imputarsi a semplici lavori da ufficio. ART. 11 NUOVI PREZZI ED OPERE AGGIUNTIVE Durante tutto il periodo di appalto, l Amministrazione Comunale potrà richiedere alla Società l esecuzione di lavori e l erogazione di servizi aggiuntivi a quelli previsti dal presente contratto salvo il quinto d obbligo - ovvero modificare le modalità e periodicità di erogazione degli stessi. Eventuali oneri o servizi aggiuntivi dovranno preventivamente essere concordati tra Comune e Società, con applicazione analogica delle prescrizioni in materia di nuovi prezzi previste dalla normativa sulle Opere pubbliche, con base il Prezziario Opere edilizie Regionale.

10 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 10 di 32 Analogamente, potrà essere concordato l inserimento di nuove voci tariffarie atte a meglio definire talune prestazioni di servizio, sempre ricorrendo a intermediazione tra le voci tariffarie vigenti, utilizzate quale base e riferimento, trattandosi di tariffe pubbliche soggette a speciale procedura di approvazione. Nessuna modifica a patti o disposizioni contrattuali potrà essere attivata su iniziativa della impresa, se non esplicitamente approvata dal Comune. Fermo il rispetto della normativa in materia, sulla base di progetto comunale o di proposta progettuale della Società, debitamente approvata dal Comune e da eventuali altre Autorità competenti, potranno essere affidati alla Società/Impresa concessionaria l esecuzione/integrazione di opere o impianti inerenti il servizio ed eccedenti la manutenzione ordinaria, che resta ad intero carico dell impresa. I relativi oneri economici una volta debitamente contabilizzati e liquidati, saranno pagati dal Comune con le modalita previste per le Opere Pubbliche, salvo quanto all art. 12. Per gli impianti comunali inerenti il servizio lampade votive si rinvia alle norme specifiche in materia di conservazione e manutenzione, ordinaria e straordinaria. ART CORRISPETTIVO PER L APPALTO E MODALITÀ DI PAGAMENTO L importo corrisposto dal Comune all impresa appaltante è pari alla somma dei corrispettivi per la prestazione dei servizi a forfait di cui all art. 34 e dei corrispettivi per le prestazioni dei servizi a tariffa di cui all art.35, su entrambi i quali verrà applicato il ribasso d asta offerto in sede di gara. Tale ribasso dovrà essere applicato anche alle prestazioni dei servizi a tariffa di cui all art. 35 a carico dei privati Il corrispettivo per i servizi di cui all'art. 34 (manutenzione, pulizia, ecc) verrà fatturato dalla Società al Comune mensilmente in via anticipata, al netto del predetto ribasso. I corrispettivi per i singoli servizi a carico del Comune di cui all'art. 35 (Corrispettivi per prestazioni a misura), ed eventualmente artt. 25 e 30.5, verranno fatturati mensilmente in via posticipata, su debita contabilizzazione in contraddittorio. Entrambi dovranno essere liquidati alla Società appaltante dal Comune entro 30 giorni dal ricevimento della fattura. I pagamenti avverranno esclusivamente mediante bonifico bancario al conto corrente dedicato, anche in via non esclusiva, che l aggiudicatario ha l onere di accendere presso una banca o presso Poste Italiane Spa ai sensi e per gli effetti dell art. 3 della Legge n. 136/2010. Il contratto deve essere munito, altresì, della clausola risolutiva espressa da attivarsi in tutti i casi in cui le transazioni sono state eseguite senza avvalersi di banche o della Società Poste Italiane Spa. Tutti gli importi fatturati saranno assoggettati alle norme IVA vigenti al momento della fatturazione. Per i servizi a tariffa effettuati in esclusiva per conto di cittadini terzi e per il servizio lampade votive elettriche, l impresa provvederà annualmente al deposito presso il Comune di tabulato analitico comprendente lo stato della fatturazione all utenza, con indicazione di tutti i corrispettivi introitati nel corso dell anno. Detto tabulato dovrà pervenire entro il mese di gennaio dell anno successivo, con applicazione, in caso di ritardo, delle penali previste dall art. 16.

11 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 11 di 32 ART. 13 RAPPORTI CON GLI ISTITUTI DI CREDITO La Società è fin d'ora autorizzata a cedere i propri crediti derivanti dal presente contratto, che si dichiarano fin d'ora certi, liquidi ed esigibili, a società, enti od istituti finanziari, sia pubblici che privati, sia in Italia che all'estero, sempre rispondendo in prima persona delle obbligazioni sia nei confronti del Comune, sia nei confronti dei privati. ART. 14 AGGIORNAMENTO/REVISIONE DEI PREZZI Tutti i corrispettivi dovuti alla Società appaltante, sia da parte del Comune che dei privati, così come determinati a seguito di ribasso d asta, non potranno essere assoggettati a revisione per tutta la durata del contratto. ART. 15 CAUZIONE PROVVISORIA E DEFINITIVA I soggetti concorrenti, all atto della presentazione dell offerta, devono predisporre e trasmettere idonea cauzione provvisoria pari al 2% dell importo complessivo del servizio come qualificato nel bando di gara costituita alternativamente: > da fideiussione bancaria o assicurativa o rilasciata dagli intermediari finanziari iscritti nell elenco speciale di cui all art.107 del D.Lgs. 1/09/1993 n. 385 aventi i requisiti previsti dall art.145, comma 50 della Legge n. 388/2000, con validità di almeno 180 gg dalla data di scadenza per la presentazione delle offerte fissate dal bando di gara. La cauzione provvisoria viene incamerata dall Amministrazione nel caso in cui il concorrente aggiudicatario non proceda alla stipula del contratto entro i termini previsti, fatta salva ogni ulteriore azione a tutela dei propri interessi anche con risarcimento dei maggiori danni. In caso di aggiudicazione il concorrente è tenuto a prestare una cauzione definitiva pari al 10% dell importo contrattuale. I concorrenti in possesso della certificazione di qualità UNI EN ISO 9001/2000 potranno usufruire della riduzione del 50% dell importo della cauzione provvisoria e definitiva in caso di aggiudicazione allegando relativo certificato in originale o copia conforme. La cauzione definitiva può essere costituita tramite valuta legale, titoli di stato, libretti di risparmio vincolati a favore del Comune di Gavirate o mediante fideiussione bancaria o polizza assicurativa degli Istituti di credito e di primaria compagnia di assicurazione ai sensi della L.10/06/1982 n. 348, escutibili a prima richiesta senza alcun obbligo di fornire spiegazioni o altri adempimenti da parte dell Amministrazione. Detta cauzione si intende prestata a garanzia dell adempimento di tutte le obbligazioni del contratto o del risarcimento dei danni derivanti dall eventuale inadempimento delle obbligazioni stesse, nonché del rimborso delle somme eventualmente pagate in più alla Concessionaria rispetto a quanto effettivamente spettante, salva comunque la risarcibilità del maggior danno. Il Comune avrà il diritto di avvalersi della cauzione: - per l eventuale spesa sostenuta per la integrazione di opere o servizi in caso di interventi d ufficio o di risoluzione del contratto disposta in danno dell Impresa; - per provvedere al pagamento a terzi per le inadempienze della Società originate dal mancato rispetto di norme e prescrizioni di contratti collettivi in materia di retribuzione, tutela, protezione, assicurazione, assistenza e sicurezza dei lavoratori dipendenti dalla società o comunque interessati dalla gestione cimiteriale.

12 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 12 di 32 L appaltatore ha l obbligo, a proprie spese ed iniziativa, di prorogare la cauzione oltre il termine di validità della stessa ogni qualvolta, per una causa qualsiasi, si prevede che venga a ritardare il momento in cui può cessare ogni obbligo da parte dell appaltatore il quale deve dare dimostrazione all Amministrazione dell ottenuta proroga. La cauzione definitiva deve avere validità temporale pari a tutta la durata del contratto ed avere efficacia sino al momento dello svincolo della Stazione Appaltante. Qualora l Amministrazione intervenga sulla cauzione definitiva escutendola in tutto o in parte, l Appaltatore è obbligato a reintegrarla entro 30 gg. dalla data della relativa comunicazione da parte dell Amministrazione. In ogni caso la cauzione definitiva resta vincolata fino al termine del contratto e fino alla data del verbale del certificato di regolare adempimento. Copia conforme della polizza di assicurazione costituisce allegato al contratto di appalto. ART. 16 PENALI E RISOLUZIONE DEL CONTRATTO Salvo che il fatto non costituisca più grave reato contemplato da Leggi o Regolamenti penali e quando non costituisca infrazione al T.U.L.S. R.D , n e succ. m/i. le violazioni alle prescrizioni contenute nel presente capitolato sono punite con penali di importo minimo di 100,00 (cento) e massimo di 3000,00 (tremila) previa contestazione, con determinazione del Responsabile di Settore competente, avendo riferimento al valore esecutivo della prestazione omessa o ritardata senza adeguata motivazione, addizionato di un onere del 23%. La ritardata consegna/deposito degli elaborati contabili di cui all art. 12, come pure dei rilievi ed inventari di manufatti ed impianti di illuminazione votiva e di eventuali tavole di aggiornamento sarà sanzionato con una penale giornaliera di importo non inferiore a 50 (cinquanta). Ritardi oltre il trimestre, senza adeguata giustificazione, saranno considerati grave inadempienza contrattuale. E fatta salva la facoltà per il Comune concedente di disporre per l esecuzione d ufficio delle prestazioni carenti o mancanti, con addebito di tutte le spese sopportate comprensive delle prestazioni tecniche ed amministrative. Per la valutazione di esecuzioni carenti o parziali nelle opere manutentive/gestionali saranno tenuti in conto le componenti di corrispettivo forfettario indicate nella tabella di cui all Art. 34. Il recupero delle penali e di tutti gli oneri per interventi d ufficio avverrà per compensazione sui crediti maturati per i corrispettivi delle prestazioni eseguite regolarmente o per rivalsa sulla cauzione. 1. Il Comune Ente appaltate ha facoltà di risolvere il contratto mediante semplice lettera raccomandata con messa in mora di 15 giorni, senza necessità di ulteriori adempimenti, nei seguenti casi: a) frode nell'esecuzione del servizio oggetto del contratto; b) inadempimento alle disposizioni della stazione appaltante riguardo al servizio oggetto del contratto o quando risulti accertato il mancato rispetto delle ingiunzioni o diffide fattegli, nei termini imposti dagli stessi provvedimenti; c) manifesta incapacità o inidoneità, anche solo legale, nell esecuzione dei lavori; d) inadempienza accertata alle norme di legge sulla prevenzione degli infortuni, la sicurezza sul lavoro e le assicurazioni obbligatorie del personale; e) sospensione del servizio da parte dell appaltatore senza giustificato motivo; f) inefficienza nello svolgimento del servizio, senza giustificato motivo, in misura tale da pregiudicarne lo svolgimento nei modi previsti dall appalto;

13 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 13 di 32 g) subappalto abusivo, associazione in partecipazione, cessione anche parziale del contratto o violazione di norme sostanziali regolanti il subappalto; h) non rispondenza del servizio fornito alle specifiche di contratto e allo scopo dell appalto; 2. Il contratto è altresì risolto in caso di perdita da parte dell'appaltatore, dei requisiti per l'esecuzione dei lavori, quali il fallimento o la irrogazione di misure sanzionatorie o cautelari che inibiscono la capacità di contrattare con la pubblica amministrazione. 3. Nei casi di rescissione del contratto o di esecuzione di ufficio, la comunicazione della decisione assunta dal Comune è fatta all'appaltatore nella forma dell'ordine di servizio o della raccomandata con avviso di ricevimento, con la contestuale indicazione della data alla quale avrà luogo l'accertamento dello stato di consistenza dei lavori. 4. In relazione a quanto sopra, alla data comunicata dal Comune appaltante si fa luogo, in contraddittorio fra il direttore dei lavori e l'appaltatore o suo rappresentante ovvero, in mancanza di questi, alla presenza di due testimoni, alla redazione dello stato di consistenza dei lavori, all'inventario dei materiali, delle attrezzature dei e mezzi d opera esistenti in cantiere, nonché, nel caso di esecuzione d ufficio, all accertamento di quali di tali materiali, attrezzature e mezzi d opera debbano essere mantenuti a disposizione del Comune per l eventuale riutilizzo e alla determinazione del relativo costo. 5. Nei casi di rescissione del contratto e di esecuzione d'ufficio, come pure in caso di fallimento dell' appaltatore, i rapporti economici con questo o con il curatore sono definiti, con salvezza di ogni diritto e ulteriore azione del Comune appaltante, ponendo a carico dell appaltatore inadempiente l eventuale maggiore costo derivato dalla ripetizione della gara di appalto eventualmente andata deserta, necessariamente effettuata con importo a base d asta opportunamente maggiorato e l eventuale maggiore onere per il Comune per effetto del mancato servizio conseguente alla mancata tempestiva utilizzazione delle opere alla data prevista dal contratto originario. ART DIVIETO DI SUB-APPALTO E' fatto espresso divieto alla Società di sub-appaltare in tutto o in parte i servizi oggetto del presente appalto, ad altra Impresa. Art. 18 CAUSE DI FORZA MAGGIORE Costituiscono causa di forza maggiore tutti gli eventi eccezionali che non siano imputabili alla Concessionaria, neppure in termini di prevedibilità ispirata alla massima diligenza tecnica ed organizzativa. In particolare, sono considerate cause di forza maggiore, comportanti la possibilità per la Società di non rispettare in tutto o in parte gli obblighi di servizio: - gli scioperi nazionali - gli scioperi aziendali qualora derivino da mancato accordo tra le parti su punti demandati - dal CCNL di categoria a trattativa territoriale - evenienze naturali, quali uragani, eccesso di nevicate, terremoti, ecc.

14 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 14 di 32 ART.19 DEFINIZIONE DELLE CONTROVERSIE Qualunque controversia dovesse insorgere sulla interpretazione, esecuzione o risoluzione del presente contratto fra le parti firmatarie, dovrà essere deferita ad un Collegio Arbitrale presso la Camera Arbitrale della Camera di Commercio di Varese, operante nei termini del corrispondente Regolamento che si intende interamente richiamato ed accettato, con la finalità di un arbitrato rituale e la pronuncia di un lodo suscettibile di efficacia esecutiva ex art. 825 del Codice di procedura civile. Il Collegio sarà costituito da tre Arbitri, dei quali due nominati uno ciascuno dalle Parti, ed uno nominato dalla Camera Arbitrale presso la Camera di Commercio di Varese. Foro competente in via esclusiva, è quello di Varese. ART. 20 SPESE CONTRATTUALI Tutte le spese inerenti il presente contratto sono a carico dell aggiudicatario. C A P O II PRESTAZIONI A CANONE FORFETTARIO ART. 21 SORVEGLIANZA L Impresa non è incaricata del Servizio di custodia, il quale verrà svolto da personale Comunale. In ogni caso, nell ambito delle proprie competenze ed esclusivamente quando è presente nei singoli Cimiteri per svolgere le proprie attività e senza con ciò assumere alcune responsabilità vigilerà affinché, sia da parte dei visitatori, sia da parte di personale eventualmente addetto ai lavori privati, venga mantenuto un contegno corretto e decoroso, avvertendo tempestivamente la Polizia Locale, ove ne apparisse necessario l intervento. ART PULIZIA La Società dovrà provvedere a tenere pulite le aree cimiteriali. Con riferimento alla prescrizione generale di cui all Art.1 di alta qualità del servizio, le frequenze degli interventi di cui in appresso dovranno essere tali da assicurare sempre la perfetta conservazione di luoghi, impianti e servizi. Su queste basi la cadenza minima dovrà essere se non diversamente indicato - almeno settimanale e comunque adeguatamente potenziata e finalizzata nei periodi o in caso di eventi comportanti alta affluenza di pubblico. Fermo il principio generale di cui sopra, gli interventi minimi necessari sono: pulizia con raccolta dei rifiuti stessi mediante spazzatura, con scope o mezzi meccanici, di tutte le zone pavimentate entro le mura perimetrali dei cimiteri; pulizia dei servizi igienici, posti all'interno dei cimiteri con rimozione di eventuali ragnatele, lavaggio dei pavimenti, delle piastrelle, lavatura delle tazze, degli orinatoi e dei lavelli, spolveratura delle porte interne ed esterne; svuotamento di tutti i contenitori adibiti alla raccolta dei rifiuti, pulizia dei punti di raccolta, raccolta dei vasi, recipienti di plastica, stracci, carta, cellophane, ceri lasciati in abbandono nascosti fra il verde esistente e riversamento degli stessi negli appositi contenitori posti nei vialetti inghiaiati o asfaltati, rispettando la raccolta differenziata;

15 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 15 di 32 pulizia dell'area attorno agli stessi contenitori dopo la raccolta dei rifiuti; raccolta delle corone di fiori appassiti e relativi fusti; pulizia e riassetto dei vialetti inghiaiati con raschiatura, rastrellatura e sistemazione del ghiaietto ogni qualvolta se ne ravvisa la necessità, esclusa la fornitura dello stesso; pulizia nei mesi di gennaio, aprile, ottobre di tutte le zone pavimentate coperte, fuori e sotto terra, con rimozione delle ragnatele, spolveratura delle pareti libere, delle lapidi di guerra, degli steli e dei monumenti spazzatura e lavatura dei pavimenti con idonei detergenti a mano o con mezzi meccanici; pulizia della camera mortuaria ogni qualvolta se ne ravvisa la necessità, con rimozione di eventuali ragnatele, spazzatura e lavatura dei pavimenti e spolveratura delle pareti e dell'arredo esistente. pulizia semestrale dei locali adibiti a ricovero dei mezzi d'opera e dei veicoli con rimozione delle ragnatele, spazzatura e raccolta dei rifiuti. Sono a carico della Impresa tutti gli oneri di attrezzatura, fornitura di detersivi e quanto occorra per le operazioni suddette. Chiunque esegua presso i cimiteri lavori per conto del Comune o di privati, è tenuto a provvedere alla rimozione dei materiali di risulta ed al ripristino allo stato originario dei luoghi interessati dai lavori. L'Amministrazione Comunale riconosce all Impresa il diritto ad ottenere il pagamento delle opere di rimozione e di ripristino e di agire in surroga nei confronti dei terzi che abbiano sporcato, abbandonato rifiuti, residui di opere murarie, ecc. Il Comune si impegna, su richiesta della stessa Società, a revocare eventuali concessioni, incarichi od autorizzazioni a svolgere lavori presso i cimiteri, a quei terzi che persistano nello sporcare, abbandonare rifiuti, materiali di risulta, senza provvedere alla pulizia, alla rimozione ed al ripristino allo stato originario dei luoghi. Anche nelle ipotesi di cui ai due precedenti commi del presente articolo, l'amministrazione Comunale provvede al prelievo ed allo smaltimento dei rifiuti raccolti. Nel caso di rottura di casse nei colombari, conseguentemente ad esplosione da gas putrefattivi, la Società dovrà provvedere all'immediata pulizia di tutte le superfici interessate mediante lavaggio con soluzioni disinfettanti. Nel caso di rottura di casse in cappelle, sepolcreti e tombe private, le spese di pulizia e di disinfezione sono a carico dei relativi titolari. ART MANUTENZIONE DELLE AREE A VERDE E DEI VIALI La ditta dovrà provvedere: - alla manutenzione delle aree cimiteriali a verde pubblico, mediante rasatura periodica dei prati, falciatura ed estirpazione delle erbe infestanti nascenti sia sul suolo che sugli interstizi dei manufatti pubblici, potatura delle siepi, e loro eventuale estirpazione; - all estirpazione delle erbe e pulizia dei monumenti dei caduti di Oltrona al Lago, Voltorre e di Gavirate centro, oltre ai Viali delle Rimembranze, nonchè per Gavirate capoluogo il nuovo ingresso da via E. Fermi;

16 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 16 di 32 - alla pulizia dell area ex cimitero di V.le Verbano angolo via Buzzi, sede del monumento ai caduti di Nassiriya prevedendo un intervento ogni 2 mesi da Ottobre a Marzo ed un intervento mensile da Aprile a Settembre. Restano a carico dell'amministrazione Comunale le opere relative alla potatura od estirpazione di alberi di alto fusto ed a tutte le ripiantumazioni. Nella esecuzione degli interventi dovrà essere usata particolare diligenza per evitare inconvenienti all utenza, a manufatti, alberature ed opere non comprese. Non potranno essere effettuati spargimenti o somministrazioni di sostanze erbicide o comunque tossiche per il suolo e l ambiente. La Società dovrà assicurare e garantire tempestivo intervento - in caso di necessità di sgombero della neve nei viali principali dei Cimiteri e spargimento del sale in caso di ghiaccio. La fornitura di sale sarà a carico del Comune ART MANUTENZIONE ORDINARIA L Impresa è tenuta ad eseguire, in maniera continuativa per tutta la durata dell appalto tutte le opere di manutenzione ordinaria e riparazione necessarie a mantenere i manufatti, oltre che in buono stato di conservazione e decoro, idonei all'uso loro ascritto, nonché conformi alle disposizioni sulla sicurezza. In particolare sarà garantita la manutenzione ordinaria, compresa riverniciatura e sostituzione delle parti ad usura, dei seguenti manufatti di proprietà Comunale: Recinzioni, chiusure e scale in ferro, comprese serrature di cancelli e porte Impianti di adduzione ed erogazione acqua Impianti idraulici, sanitari e impianti di scarico acque Impianti elettrici e di illuminazione Manufatti edili Pulizia e verifica di efficienza e sicurezza dei carrelli montaferetri, ad integrazione delle verifiche periodiche disposte dal Comune tramite specialisti. Per la definizione e qualificazione delle opere comprese nell onere esecutivo forfettario (mantenimento/gestione o manutenzione ordinaria), si farà riferimento all art. 3 del D.P.R. n. 380/2001 (ex art. 31 L. 457/1978), nonché, per quanto applicabili, alle prescrizioni di Codice Civile ed alle precisazioni giurisdizionali in materia. Entro il primo anno di gestione del servizio, la società dovrà provvedere d intesa col Responsabile del Servizio, (nelle competenze di cui all Art. 8) all adeguamento dello stato dei siti, ai livelli minimi qualitativi prescritti, senza alcun onere aggiuntivo rispetto al canone stabilito. In tal sede, per le opere/manufatti interessati dai servizi di cui al presente Capo ed esclusi quindi gli impianti per lampade votive, potranno essere disposti anche interventi di manutenzione straordinaria a carico del Concedente con le modalità di cui all articolo seguente. ART. 25 MANUTENZIONE STRAORDINARIA ED OPERE ACCESSORIE Saranno a carico del Comune, che vi provvederà autonomamente, salvo il possibile coordinamento esecutivo, gli interventi di manutenzione straordinaria o di ampliamento e nuova costruzione.

17 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 17 di 32 In caso di urgenza, o qualora l Ufficio Tecnico Comunale lo ritenga necessario ed opportuno, potranno essere affidati all Impresa interventi di manutenzione straordinaria o assimilati, su ordine scritto dello stesso Ufficio e contabilizzati in base al Prezziario Opere Pubbliche della Regione Lombardia, in vigore al momento dell esecuzione delle opere commissionate, con applicazione sugli stessi del ribasso emerso in sede di gara rispetto agli importi base per prestazioni a corrispettivo. Gli importi di detti interventi saranno contabilizzati separatamente, senza assoggettamento a revisione. La Società sarà tenuta ad eseguire le prestazioni sopradette, nei termini esposti, fino al limite di 1/5 dell importo contrattuale. ART. 26 SMALTIMENTO RIFIUTI CIMITERIALI L Impresa nell osservanza della legislazione vigente, dovrà provvedere alle seguenti operatività: separazione dei pezzi di zinco o di piombo che devono essere condotte al recupero previa disinfezione o lavaggio con soluzioni di detergenti e disinfettanti e, se non asportati immediatamente per il recupero, possono essere stoccati separatamente, nelle aree predisposte per lo stoccaggio; sminuzzamento dei rifiuti speciali cimiteriali; fornitura di cartoni monouso con confezionamento dei rifiuti triturati, previa disinfezione degli stessi, in appositi contenitori, secondo le direttive legislative; stoccaggio provvisorio dei contenitori (pieni) chiusi e sigillati in idonea area, nell attesa dell invio agli impianti; le ossa umane ed ogni alta parte di cadavere rinvenibile nelle operazioni di esumazione ed estumulazione devono essere destinate esclusivamente agli ossari comuni, agli ossari privati o ai forni crematori; conferimento all impianto di incenerimento con automezzi autorizzati. Tale trasporto dovrà essere eseguito da ditta titolata ad esercitare il servizio di trasporto per conto terzi di rifiuti speciali ai sensi della normativa vigente. In ogni caso i materiali di risulta non dovranno essere accantonati al di fuori del Cimitero. Con l accettazione del presente capitolato la Società dovrà a nome e per conto dell Amministrazione comunale, provvedere a tutti gli adempimenti burocratici relativi alle operazioni quali, la compilazione e sottoscrizione della scheda descrittiva del rifiuto, compilazione del formulario di identificazione, tenuta del registro di carico e scarico, presentazione del M.U.D. e qualsiasi altro obbligo previsto dalla Legge per i rifiuti cimiteriali. La scelta dell impianto di termodistruzione e la pianificazione dei trasporti ad esso sono di totale pertinenza dell Impresa che s impegnerà, nel più breve tempo possibile, ad eseguire lo smaltimento al fine di abbreviare lo stoccaggio.

18 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 18 di 32 C A P O III PRESTAZIONI A TARIFFA IN ESCLUSIVA ART INUMAZIONI E TUMULAZIONI - NORMA GENERALE L Impresa provvederà a fornire l assistenza necessaria per il ricevimento dei feretri presso i cimiteri ed accompagnarli sino al luogo della sepoltura, accertandosi, sulla base delle indicazioni fornite dall Ufficio comunale preposto a mezzo fax, della loro esatta destinazione ed eseguendo tutte le operazioni di inumazione o tumulazione, come descritte ai successivi Artt Dette descrizioni si intendono come prescrizione esecutiva minima, fermo restando l obbligo generale del Impresa ad una esecuzione completa, diligente ed esaustiva di quanto occorrente senza che derivino oneri accessori per l utente. Per i lavori in tombe interrate, si intende prima profondità di scavo fino a mt, 1,60. Per tutti i lavori/manufatti aventi dimensioni ridotte in quanto riferiti a bambini (meno di 10 anni), alla tariffa dovrà essere applicata una riduzione del 40%. Qualora un privato richieda alla Impresa in qualsiasi momento, l'esecuzione di opere ulteriori o speciali rispetto a quelle sopra indicate e, quindi non eseguibili in regime di esclusività, si applicherà il successivo Art. 31. ART INUMAZIONI E TUMULAZIONI DESCRIZIONE DEI SERVIZI E' compito della Impresa provvedere ai seguenti servizi: 28.1 INUMAZIONI IN CAMPO COMUNE Eseguita mediante scavo a mano Scavo eseguito a mano, riquadramento pareti e fondo dello scavo Inumazione del feretro Reinterro dello scavo eseguito a mano con terreno a margine dello stesso Carico del materiale di risulta su autocarro Pulizia e sistemazione dell'area Trasporto e smaltimento a recupero/discarica del terreno in eccedenza con autocarro Eseguita mediante scavo a macchina Scavo eseguito a macchina fino al raggiungimento della quota di posizionamento del feretro Riquadramento eseguito a mano delle pareti e del fondo dello scavo Inumazione del feretro Reinterro dello scavo eseguito a mano con terreno a margine dello stesso Carico del materiale di risulta su autocarro Pulizia e sistemazione dell'area Trasporto e smaltimento a recupero/discarica del terreno in eccedenza con autocarro COSTRUZIONE DI TOMBE Costruzione di tombe prefabbricate con scavo a mano Scavo eseguito a mano fino al raggiungimento della quota di posa di n. 1/2 cassoni prefabbricati in C.A. compreso di riquadramento delle pareti e del fondo dello scavo

19 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 19 di 32 Fornitura di N. 1/2 cassoni Messa in opera dei cassoni prefabbricati in C.A. Carico del materiale di risulta su autocarro Pulizia e sistemazione dell'area Trasporto e smaltimento a recupero/discarica del terreno in eccedenza con autocarro Costruzione di tombe prefabbricate con scavo a macchina. Scavo eseguito a macchina fino al raggiungimento della quota di posizionamento di n. 1/2 cassoni prefabbricato in C.A. Riquadramento eseguito a mano delle pareti e del fondo dello scavo Fornitura di n. 1/2 cassoni prefabbricati in C.A. Messa in opera dei cassoni prefabbricati in C.A. con l'ausilio di scavatore Carico del materiale di risulta su autocarro Pulizia e sistemazione dell'area Trasporto e smaltimento a recupero/discarica del terreno in eccedenza con autocarro TUMULAZIONE In tombe esistenti eseguita mediante scavo a mano Scavo eseguito a mano fino al raggiungimento della tomba esistente Riquadramento eseguito a mano delle pareti e del fondo dello scavo Apertura del cassone mediante rimozione della lastra in C.A. prefabbricata o demolizione della muratura Tumulazione del feretro Chiusura del cassone mediante lastra prefabbricata o mediante realizzazione di muro in mattoni Reinterro dello scavo eseguito a mano con terreno a margine dello stesso Carico del materiale di risulta su autocarro Pulizia e sistemazione dell'area Trasporto e smaltimento a recupero/discarica del terreno in eccedenza con autocarro Fornitura di materiale edile vario In tombe esistenti eseguita mediante scavo a macchina Scavo eseguito a macchina fino al raggiungimento della tomba esistente Riquadramento eseguito a mano delle pareti e del fondo dello scavo Apertura del cassone mediante rimozione della lastra in C.A. prefabbricata o demolizione della muratura Tumulazione del feretro Chiusura del cassone mediante lastra prefabbricata o mediante realizzazione di muro in mattoni Reinterro dello scavo eseguito a mano con terreno a margine dello stesso Carico del materiale di risulta su autocarro Pulizia e sistemazione dell'area Trasporto e smaltimento a recupero/discarica del terreno in eccedenza con autocarro Fornitura di materiale edile vario In colombaro frontale Eventuale montaggio di ponteggio per la tumulazione in file superiori alla seconda Rimozione della lastra di chiusura del colombaro Tumulazione del feretro

20 COMUNE DI GAVIRATE Capitolato speciale servizi cimiteriali...pagina 20 di 32 Chiusura del colombaro mediante lastra prefabbricata o mediante realizzazione di muro in mattoni Formazione di intonaco sulla chiusura del colombaro o sigillatura della lastrina prefabbricata Posa in opera della lastra di marmo di chiusura Pulizia e sistemazione dell'area Fornitura di materiale edile vario In ossario Rimozione della lastra di chiusura dell'ossario Tumulazione dei resti mortali Chiusura della celletta ossario mediante lastra prefabbricata o mediante realizzazione di muro in mattoni Posa in opera della lastra di marmo di chiusura Pulizia e sistemazione dell'area Fornitura di materiale edile vario In tomba di famiglia Sollevamento della lastra di chiusura della tomba Rimozione della lastra di chiusura del colombaro Tumulazione del feretro Chiusura del colombaro mediante lastra prefabbricata o mediante realizzazione di muro in mattoni Formazione di intonaco sulla chiusura del colombaro o sigillatura della lastrina prefabbricata Posa in opera della lastra di marmo di chiusura Pulizia e sistemazione dell'area Fornitura di materiale edile vario In cappella privata Eventuale montaggio di ponteggio per la tumulazione in file superiori alla seconda Rimozione della lastra di chiusura del colombaro Tumulazione del feretro Chiusura del colombaro mediante lastra prefabbricata o mediante realizzazione di muro in mattoni Formazione di intonaco sulla chiusura del colombaro o sigillatura della lastrina prefabbricata Posa in opera della lastra di marmo di chiusura Pulizia e sistemazione dell'area Fornitura di materiale edile vario In fossa comune di ossa reperite al di fuori degli interventi sopradescritti, per disposizione del Comune, compreso ogni onere derivante. ART ESUMAZIONI ED ESTUMULAZIONI - NORMA GENERALE Le esumazioni ed estumulazioni verranno eseguite nel rispetto delle norme sanitarie vigenti, potranno essere effettuate solo nei periodi dell'anno previsti (mesi da ottobre ad aprile) ed alla presenza del dirigente sanitario della A.S.L. o di un suo delegato, quando richiesto dalla Legge.

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

COMUNE di CAMPAGNANO di ROMA

COMUNE di CAMPAGNANO di ROMA COMUNE di CAMPAGNANO di ROMA Provincia di Roma Tel. 06-9015601 Fax 06-9041991 P.zza C.Leonelli,15 c.a.p. 00063 www.comunecampagnano.it Settore 4 - Servizio 1 - Demografico, Statistico, Elettorale, Leva,

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI. (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto)

Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI. (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto) Comune di Soave Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto) ALLEGATO A) OPERE CIMITERIALI OPERAZIONI

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

La Direzione dei Lavori

La Direzione dei Lavori La Direzione dei Lavori L istituzione della Direzione lavori. Ai sensi dell art.10, comma 1, lett.l, del Reg., l istituzione dell ufficio di direzione dei lavori è promossa dal responsabile del procedimento

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura adottate dall'associazione olandese Grossisti di Prodotti di Floricoltura ( Vereniging van Groothandelaren in Bloemkwekerijproducten

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

COMUNE DI POMARANCE Provincia di Pisa SERVIZIO DI ESTUMULAZIONE PRESSO IL CIMITERO COMUNALE DI MONTECERBOLI. PERIZIA DI SPESA

COMUNE DI POMARANCE Provincia di Pisa SERVIZIO DI ESTUMULAZIONE PRESSO IL CIMITERO COMUNALE DI MONTECERBOLI. PERIZIA DI SPESA COMUNE DI POMARANCE Provincia di Pisa SERVIZIO DI ESTUMULAZIONE PRESSO IL CIMITERO COMUNALE DI MONTECERBOLI. PERIZIA DI SPESA Art. 1 Demolizione muratura loculo, smontaggio lapide con recupero delle eventuali

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

Task-Force e Servizi Integrati di accompagnamento sulle attività negoziali

Task-Force e Servizi Integrati di accompagnamento sulle attività negoziali Task-Force e Servizi Integrati di accompagnamento sulle attività negoziali FESR-ASSE II- Qualità degli ambienti scolastici (Avviso prot. AOODGAI n. 7667/15-06-2010) MANUALE DELLE PROCEDURE PER L ESECUZIONE

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Corso di laurea in Ingegneria Edile CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Anno Accademico 2011/2012 Definire: Obbiettivi della lezione Rischi Interferenziali - DUVRI e PSC Rischi Propri - POS Conoscere gli aspetti

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122 MINISTERO DELLA SALUTE UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE DELL ORGANIZZAZIONE E DEL BILANCIO UFFICIO VIII EX DGPOB LOTTO 2. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE In relazione all attività di gestione svolta nell anno 2011, si riportano i dati riguardanti le undici aree cimiteriali di Roma Capitale: Verano, Flaminio, Laurentino,

Dettagli

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011 CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i Arezzo, 06 maggio 2011 Dott. DAVIDDI Paolo STOLZUOLI Stefania Tecnici di Prevenzione Dipartimento della Prevenzione Azienda USL 8 - Arezzo

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

FONDAZIONE E.N.P.A.I.A. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER GLI ADDETTI E PER GLI IMPIEGATI IN AGRICOLTURA

FONDAZIONE E.N.P.A.I.A. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER GLI ADDETTI E PER GLI IMPIEGATI IN AGRICOLTURA CAPITOLATO SPECIALE Procedura aperta per l'affidamento del servizio di pulizia ordinaria della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven, 48 Roma. CIG 6220354E7E ARTICOLO 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COMUNE DI PECETTO TORINESE CAP 10020 - PROVINCIA DI TORINO Sede Municipale di via Umberto I n.3 Tel. 0118609218/9- Fax 0118609073 e mail:info@comune.pecetto.to.it Partita IVA 02085860019 - C.F. 90002610013

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI Provincia di Salerno Area Tecnica Assetto ed Utilizzazione del Territorio CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI ART.1

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi COSTRUZIONI Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi di Mauro Cappello Mauro Cappello GEOCENTRO/magazine pubblica, di Mauro Cappello, Ingegnere e Ispettore Verificatore

Dettagli

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine)

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) La figura giuridica del Direttore dei Lavori compare per la prima volta nel R.D. del 25.05.1895 riguardante il Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Allegato alla Deliberazione n. 1576 del 19/11/2012 REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Art. 1 OGGETTO E DESTINATARI Il presente regolamento

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica GARA D APPALTO PER LA STIPULA DI UN CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILIO E ATTREZZATURE IN DOTAZIONE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO IL CASTELLO DI MONTERIGGIONI. C a p o I C A RATTERISTI CHE DELL AP P ALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO IL CASTELLO DI MONTERIGGIONI. C a p o I C A RATTERISTI CHE DELL AP P ALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO IL CASTELLO DI MONTERIGGIONI C a p o I C A RATTERISTI CHE DELL AP P ALTO Art. 1 - OGGETTO 1. Il presente capitolato ha per oggetto lo svolgimento,

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE COMUNE DI RUFFANO - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Comunale

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA:

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: il Sig. nato a il residente a, codice fiscale, di seguito denominato parte locatrice E: il Sig. nato a il residente a, codice

Dettagli

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1)

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) Comune di Prato Servizio Risorse Umane Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) 1 Prova Scritta- Quiz con risposte esatte le risposte esatte sono sottolineate

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili RICHIAMO AL TESTO UNICO PER LA SICUREZZA D.lgs.vo 9 aprile 2008 n 81 Dott. Ing Luigi ABATE DPR N NN 37 3712 12 gennaio 1998 regolamento

Dettagli

STRUTTURA BUROCRATICA DEL COMUNE DI CASTELTERMINI

STRUTTURA BUROCRATICA DEL COMUNE DI CASTELTERMINI ALLEGATO A STRUTTURA BUROCRATICA DEL COMUNE DI CASTELTERMINI SEGRETARIO GENERALE Individuazione aree/p.o. e ripartizione dei servizi AREA - POSIZIONE ORGANIZZATIVA N.1 1) Servizio affari generali, servizio

Dettagli

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente STAZIONE UNICA APPALTANTE GUIDA ALLA CONVENZIONE AMBITO DI OPERATIVITA La si occupa dei seguenti appalti: lavori pubblici di importo pari o superiore ad 150.000,00 forniture e servizi di importo pari o

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

ORARIO DI LAVORO DEI LAVORATORI MOBILI NEL SETTORE TRASPORTI

ORARIO DI LAVORO DEI LAVORATORI MOBILI NEL SETTORE TRASPORTI ORARIO DI LAVORO DEI LAVORATORI MOBILI NEL SETTORE TRASPORTI Sommario: 5064.0 QUADRO GENERALE 5064.1 ORARIO DI LAVORO 5064.1.1 Durata dell'orario di lavoro settimanale 5064.1.2 Riposi intermedi 5064.1.3

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli