Misura delle performance dei processi con le metriche suggerite da COBIT e ITIL

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Misura delle performance dei processi con le metriche suggerite da COBIT e ITIL"

Transcript

1 Al servizio dei professionisti dell IT Governance Capitolo di Milano Misura delle performance dei processi con le metriche suggerite da COBIT e ITIL Valter Tozzini - ItSMF Italia Paola Belforte - ItSMF Italia Livorno, 24 maggio XXI Convegno Nazionale di Information Systems Auditing

2 Agenda Il Il gruppo di di lavoro ItSMF Italia sull IT Governance La La misurazione dei dei processi IT IT Le Le metrichedi di ITIL Le Le metriche di di COBIT Esempi di di applicazione del del modello Metodologia utilizzata per per definire il il modello 24 maggio

3 Agenda Il Il gruppo di di lavoro ItSMF Italia sull IT Governance La La misurazione dei dei processi IT IT Le Le metrichedi di ITIL Le Le metriche di di COBIT Esempi di di applicazione del del modello Metodologia utilizzata per per definire il il modello 24 maggio

4 Introduzione I risultati presentati sono relativi ad un attività svolta nell ambito del Gruppo di Lavoro di ItSMF Italia inerente l IT Governance, tavolo di lavoro sulle Metriche per la misurazione delle performance dei processi. Coordinatore del Gruppo: Valter Tozzini Componenti del Tavolo di lavoro: Paola Belforte (Focal Point) Simona Maraviglia Simona Tonella Andrea Marotta Eugenio Pozzi 24 maggio

5 Fonti utilizzate nel Gruppo di Lavoro I 5 domini dell IT Governance COBIT: Control Objectives for Information and related Technology Copyright Domini e COBIT : IT Governance Institute ITIL: Information Technology Infrastructure Library Copyright ITIL : Office of Government Commerce 24 maggio

6 I domini dell IT Governance STRATEGIC ALIGNMENT VALUE DELIVERY RESOURCE MANAGEMENT RISK MANAGEMENT PERFORMANCE MEASUREMENT ha l obiettivo di assicurare il collegamento del business con i piani IT nel definire, mantenere, validare la IT value proposition e di allineare le operations IT con quelle aziendali. riguarda il delivery della IT value proposition assicurando i benefici promessi, concentrandosi sull ottimizzazione dei costi e la resa del valore intrinseco dell IT riguarda l ottimizzazione degli investimenti IT e la corretta gestione delle risorse IT critiche: applicazioni, informazioni, infrastrutture e persone richiede una chiara e trasparente comprensione dei rischi significativi per l azienda, delle necessità di conformità e l attribuzione delle responsabilità nell organizzazione aziendale controlla la realizzazione della strategia, il completamento dei progetti, l utilizzo delle risorse, i processi ed i servizi. Si usano tecniche per la definizione di obiettivi misurabili al di là del tradizionale accounting 24 maggio

7 Il gruppo di lavoro ItSMF Italia sull IT Governance La certificazione BS15000 /ISO come driver per la valorizzazione dell'azienda e del suo IT Metriche per la misurazione delle performance dei processi secondo ITIL e COBIT L ITIL e il Ritorno dell'investimento (ROITIL) 24 maggio

8 Obiettivo del tavolo di lavoro sulle metriche L obiettivo del gruppo di studio è stato quello di formulare un modello di misurazione delle performance dei processi IT basato sui principali framework presenti in letteratura. Il modello definito, ispirato alle prospettive della Balanced Scorecard, ha permesso di coniugare il rigore metodologico dell approccio COBIT con il pragmatismo derivante dalle Best Practice ITIL. 24 maggio

9 Metodo di lavoro Ricerca documentazione Documentazione sui modelli in letteratura Survey effettuate da società di consulenza relative ad aziende che hanno adottato ITIL Analisi dei benefici raggiunti (qualitativi e quantitativi) Formulazione del modello Analisi modello Cobit Analisi modello ITIL Integrazione dei due modelli con metriche derivate dall esperienza Esercizio di applicazione del modello sui processi relativi ai servizi business critical 24 maggio

10 Metodologia utilizzata nella formulazione del modello L ambito dell analisi ha riguardato i principali processi di Service Management ITIL (Service Support, Service Delivery). La metodologia utilizzata per definire il modello si è basata sulle seguenti attività: Mappatura dei processi ITIL con i processi COBIT Analisi delle metriche di COBIT: Goals ai vari livelli (Business, IT, Process, Activity), Key Goal Indicators, Key Performance Indicators Analisi delle metriche di ITIL: Goals, Benefits, Key Performance Indicators Integrazione degli indicatori dei due modelli con gli indicatori derivati dall esperienza Costruzione dell alberatura dei goals e degli indicatori Mappatura dei goals rispetto ai processi e definizione delle viste di sintesi. 24 maggio

11 Agenda Il Il gruppo di di lavoro ItSMF Italia sull IT Governance La La misurazione dei dei processi IT IT Le Le metrichedi di ITIL Le Le metriche di di COBIT Esempi di di applicazione del del modello Metodologia utilizzata per per definire il il modello 24 maggio

12 Il contesto della misurazione delle performance dei processi Dall analisi di indagini effettuate da società di consulenza su un campione significativo di utilizzatori di ITIL a livello mondiale, emergono le seguenti indicazioni: L adozione dei processi ITIL è graduale, con un livello di maturità differente sui vari processi E molto sentita l esigenza di misurare i benefici dell adozione dei processi ITIL E molto diffusa la percezione di aver ottenuto dei miglioramenti delle performance IT Si riescono ad esplicitare alcuni benefici di tipo qualitativo Si ha maggiore difficoltà ad identificare benefici di tipo quantitativo ed a misurarli Le misurazioni sono definite principalmente per processo e sono più complete sui processi più maturi 24 maggio

13 Misurazione delle performance IT Un indagine Statistica Compass America, Feb. 2006: indagine effettuata su 70 società, appartenenti ad 11 nazioni, di cui l 82% ha avviato un programma di adozione di ITIL negli ultimi 18 mesi. 24 maggio

14 Agenda Il Il gruppo di di lavoro ItSMF Italia sull IT Governance La La misurazione dei dei processi IT IT Le Le metrichedi di ITIL Le Le metriche di di COBIT Esempi di di applicazione del del modello Metodologia utilizzata per per definire il il modello 24 maggio

15 Le metriche di ITIL: Goals, Benefits, KPI Processi ITIL Goals Illustrano gli obiettivi che possono essere raggiunti mediante l implementazione del processo Benefits Offrono una descrizione di tipo qualitativo dei principali benefici ottenibili dall adozione adozione del processo Key Performance Indicators Definiscono esempi concreti di misure di efficienza ed efficacia del processo, con indicazioni relative alla reportistica. 24 maggio

16 Agenda Il Il gruppo di di lavoro ItSMF Italia sull IT Governance La La misurazione dei dei processi IT IT Le Le metrichedi di ITIL Le Le metriche di di COBIT Esempi di di applicazione del del modello Metodologia utilizzata per per definire il il modello 24 maggio

17 Le metriche di COBIT 4.0 : Goals, KGI e KPI I Goals sono definiti a 4 livelli: Business Goals Riferiti alle prospettive Balanced Scorecard Processi Cobit Business Metric IT Metric Per processo IT Goals Process Goals Activity Goals Process Metric Key Goal Indicators (KGI) Identificano e misurano gli output dei processi, per indicare al management se i processi IT abbiano soddisfatto i requisiti di business Key Performance Indicators (KPI) Permettono di valutare quanto i processi siano performanti. 24 maggio

18 COBIT 4.0 Relazioni tra processi, Goals Processo DS5 Ensure Systems Security Goals e Metriche GOALS KGI & KPI 24 maggio

19 Considerazioni sulle metriche in ITIL e COBIT ITIL ITIL descrive i benefici di tipo qualitativo ottenibili dall adozione di ciascun processo ITIL definisce per ogni processo i Key Performance Indicators, derivati dalle Best Practice Gli indicatori di ITIL risultano più adattabili al contesto COBIT Cobit cerca di correlare la visione lato Business con la visione lato IT tramite un modello, in cui sono definiti gli obiettivi ai vari livelli Cobit cerca di correlare gli obiettivi ai vari livelli con le rispettive misure Gli indicatori di Cobit sono più strutturati e correlati con gli obiettivi Si è deciso di cercare di costruire un modello che permettesse di coniugare il rigore metodologico dell approccio COBIT con il pragmatismo derivante dalle Best Practice ITIL. 24 maggio

20 Agenda Il Il gruppo di di lavoro ItSMF Italia sull IT Governance La La misurazione dei dei processi IT IT Le Le metrichedi di ITIL Le Le metriche di di COBIT Esempi di di applicazione del del modello Metodologia utilizzata per per definire il il modello 24 maggio

21 Metodologia utilizzata per definire il modello Processi ITIL di Service Support e Service Delivery Mappatura Processi Cobit Goals Benefits KPI Goals KGI KPI Indicatori derivati dall esperienza Integrazione indicatori IT Goals IT KGI Alberatura goals Alberatura indicatori Goals vs processi Process Goals KGI Viste di sintesi Activity Goals KPI 24 maggio

22 Mappatura processi ITIL versus processi Cobit 1/3 Processo ITIL Processi Cobit Service Support Service Delivery Incident Management; funzione di Service Desk Problem Management Change Management Release Management Configuration Management Service Level Management Financial Management for IT Services Capacity Management Availability Management Service Continuity Management DS8 Manage service desk and incidents DS10 Manage problems AI6 Manage changes AI7 Install and accredit solutions and changes DS9 Manage the configuration DS1 Define and manage service levels DS2 Manage third-party services DS6 Identify and allocate costs PO5 Manage the IT investment DS3 Manage performance and capacity PO3 Determine technological direction DS3 Manage performance and capacity DS4 Ensure continuous service DS4 Ensure continuous service PO9 Assess and manage IT risks 24 maggio

23 Mappatura processi ITIL versus processi Cobit 2/3 Processo ITIL ICT Infrastructure Management Applic. Mgmt Security Mgmt Desing and Planning Deployment Operations Technical Support Application Management Security Management Processi Cobit PO1 Define a strategic IT Plan PO2 Define the information architecture PO3 Determine technological direction DS7 Educate and train users PO10 Manage projects DS11 Manage data DS12 Manage the physical environment DS13 Manage operations AI3 Acquire and maintain technology infrastructure AI4 Enable operation and use PO7 Manage IT human resources AI1 Identify automated solutions AI2 Acquire and maintain application software AI3 Acquire and maintain technology infrastructure AI4 Enable operation and use AI5 Procure IT resources AI2 Acquire and maintain application software AI4 Enable operation and use DS5 Ensure systems security 24 maggio

24 Mappatura processi ITIL versus processi Cobit 3/3 Processi Cobit non mappabili: ME1 Monitor and evaluate IT performance ME2 Monitor and evaluate internal control ME3 Ensure regulatory compliance ME4 Provide IT governance PO4 Define the IT processes, organisation and relationships PO6 Communicate management aims and direction PO8 Manage quality 24 maggio

25 Agenda Il Il gruppo di di lavoro ItSMF Italia sull IT Governance La La misurazione dei dei processi IT IT Le Le metrichedi di ITIL Le Le metriche di di COBIT Esempi di di applicazione del del modello Metodologia utilizzata per per definire il il modello 24 maggio

26 COBIT - Business Goals Prospettiva Finanziaria Prospettiva Cliente Prospettiva Processi interni Prospettiva Innovazione e apprendimento 24 maggio

27 COBIT -IT Goals 24 maggio

28 COBIT - Relazione tra Business Goals, IT Goals 24 maggio

29 COBIT - Relazione tra IT Goals, IT Processes Incident Mgmt Service Level Mgmt Release Mgmt 24 maggio

30 Migliorare l orientamento al cliente PROSPETTIVA CLIENTE Esempio di applicazione dal Business Goal all Activity Goal: Business Goal Migliorare l orientamento al cliente ed i servizi Business IT Process Activity Assicurare la soddisfazione degli utenti con l offerta di servizi e SLA % degli utenti soddisfatti che i servizi rispettino gli SLA concordati Assicurare la disponibilità richiesta per i servizi IT Incident Mgmt/Service Desk Garantire alti livelli di servizio di qualità e disponibilità in accordo con gli SLA esistenti SLA Mgmt Allineare i servizi erogati agli SLA concordati Incident Mgmt/Service Desk Rispondere alle richieste con accuratezza e tempestività % di Incidents gestiti entro lo SLA % of incidents riaperti % di servizi che raggiungono gli SLA Miglioramento nel raggiungimento dei livelli di servizio Tasso d abbandono Tempo medio di risoluzione, suddiviso per tipologia di impatto e per struttura di supporto Soddisfazione dell utente sul 1 livello di supporto LEGENDA: COBIT ITIL COBIT, ITIL Allineare la priorità di risoluzione degli Incident alle richieste del business % di Incidents chiusi dal 1 livello Effettuare reporting sul raggiungimento dei livelli di servizio Numero e severità delle violazioni degli SLA Gestire un Service Desk Numero di chiamate gestite all ora per gruppo di Service Desk 24 maggio

31 Ottenere informazioni utili ed affidabili per le decisioni strategiche - PROSPETTIVA INNOVAZIONE E APPRENDIMENTO Esempio di applicazione dal Business Goal all Activity Goal: Ottenere informazioni utili ed affidabili per le decisioni strategiche Business IT Process Activity Assicurare la trasparenza e la comprensione dei costi IT, benefici, strategia, policy e SLA % degli stakeholders e degli utenti soddisfatti che i servizi rispettino gli SLA concordati Diminuzione dei costi IT dei servizi che raggiungono gli SLA Assicurare l affidabilità delle transazioni di business e degli scambi di informazioni SLA Mgmt Stabilire una comprensione comune degli SLA richiesti SLA Mgmt Formalizzare e monitorare gli SLA ed i criteri di performance Release Mgmt Certificare che le applicazioni e le soluzioni tecnologiche siano adeguate agli scopi prefissati % di SLA misurati Numero e % di target di servizio raggiunti Numero e severità delle violazioni degli SLA Efficacia della gestione delle violazioni degli SLA Ricicli dopo l implementazione dovuti all inadeguatezza dei test di accettazione Formalizzare accordi in linea con i requisiti e le capacità di delivery Numero degli incontri annuali di revisione formale degli SLA con i Clienti Evidenza documentale della gestione delle azioni identificate durante le review Numero di giorni per l adeguamento di uno SLA dopo l accordo con il Clienter % di SLA, OLA che necessitano di revisione ed aggiornamento Stabilire una metodologia di test che assicuri test di accettazione adeguati prima del go live % di errori identificati durante la review di quality assurance dell installazione % dei sistemi che soddisfano i benefici attesi, misurati dal processo di postimplementation LEGENDA: COBIT ITIL COBIT, ITIL 24 maggio Misura delle performance dei processi con le metriche suggerite da COBIT e ITIL

32 Esempio di applicazione per processo: Service Desk & Incident Management Goals ed indicatori Goals & Benefits IT Goals Assicurare la soddisfazione degli utenti con l offerta di servizi e SLA Assicurare l utilizzo appropriato e le performance delle applicazioni e delle soluzioni tecnologiche Assicurare la disponibilità richiesta per i servizi IT Process Goals Ripristinare l operatività del servizio al più presto con il minimo impatto sulle operazioni di Business Ridurre l impatto degli Incident sul Business Garantire alti livelli di servizio di qualità e disponibilità in accordo con gli SLA esistenti Analizzare, documentare ed effettuare l escalation degli Incident in maniera adeguata Rispondere alle richieste con accuratezza e tempestività Eseguire con regolarità un analisi dei trend degli incident e delle richieste Activity Goals Migliore utilizzo delle risorse, con aumento dell efficienza Tracciare tutti gli Incident e Service Request Gestire un Service Desk Monitorare i trend ed effettuare il reporting Allineare la priorità di risoluzione degli Incident alle richieste del business Definire criteri chiari e procedure per l escalation Indicatori IT KGI Soddisfazione dell utente sul 1 livello di supporto % di Incidents gestiti entro lo SLA KGI % di Incidents chiusi dal 1 livello di Service Desk % of incidents riaperti Tasso di abbandono Tempo medio di risoluzione, suddiviso per tipologia di impatto Tempo medio di risposta alle richieste dai vari canali (telefonico, ,web) Costo medio per Incident KPI % di incidents e service requests tracciate mediante strumenti automatici Numero di giornate annuali di training per gruppo di Service Desk Numero di chiamate gestite all ora per gruppo di Service Desk % di Incidents con intervento on site Backlog delle richieste non risolte Incidents gestiti per postazione di Service Desk Numero e % di Incidents risolti da remoto, senza intervento on site LEGENDA: COBIT ITIL COBIT, ITIL 24 maggio

33 Esempio di applicazione per processo: Service Desk & Incident Management Viste di sintesi Viste di sintesi (Obiettivi di processo) KPI operativi 1 Liv. (KGI/KPI) KPI operativi 2 Liv. (KPI) Service Desk & Incident Management Accessibilità Efficacia Efficienza Tracciabilità attività 33 Tempo medio di risposta alle richieste dai vari canali (telefonico, ,web) Tasso di abbandono Tempo medio di risoluzione, suddiviso per tipologia di impatto e per struttura di supporto % of incidents riaperti Soddisfazione dell utente sul 1 livello di supporto % di Incidents gestiti entro lo SLA, suddivisi tra anomalie e Service Request e per struttura di supporto Costo medio per incident Numero chiamate per Incident, Service Request non tracciate % di incidents e service requests tracciate mediante strumenti automatici Frequenza di report relativi a trend analysis Numero di chiamate gestite all ora per gruppo di Service Desk Numero di giornate annuali di training per gruppo di Service Desk Incidents gestiti per postazione di Service Desk Backlog delle richieste non risolte % di Incidents chiusi dal 1 livello di Service Desk Numero e % di Incidents risolti da remoto, senza intervento on site % di Incidents con intervento on site LEGENDA: COBIT ITIL COBIT, ITIL EXTRA 24 maggio 2007

34 Esempio di KPI Incident Management VISTE DI SINTESI VISTE OPERATIVE 1 LIV. Efficienza 1 Liv. Efficienza Efficienza 2 Liv. Incident Mngt. Tempestività 1 Liv. Tempestività Tempestività 2 Liv. 24 maggio

35 Esempio di KPI Gestione Service Request VISTE DI SINTESI VISTE DI SINTESI PER CLIENTE Rich. Ord. Holding Rich. Ord. Cliente 1 Performance Service Request Richieste ordinarie Richieste straordinarie Rich. Ord. Cliente 2.. Rich. Ord. Cliente n Rich. Str. Holding Rich. Str. Cliente 1 Rich. Str. Cliente 2.. Rich. Str. Cliente n 24 maggio

La Governance come strumento di valorizzazione dell'it verso il business

La Governance come strumento di valorizzazione dell'it verso il business La Governance come strumento di valorizzazione dell'it verso il business Livio Selvini HP IT Governance Senior Consultant Vicenza, 24 novembre Hewlett-Packard Development Company, L.P. The information

Dettagli

Marco Salvato, KPMG. AIEA Verona 25.11.2005

Marco Salvato, KPMG. AIEA Verona 25.11.2005 Information Systems Governance e analisi dei rischi con ITIL e COBIT Marco Salvato, KPMG Sessione di studio AIEA, Verona 25 Novembre 2005 1 Information Systems Governance L'Information Systems Governance

Dettagli

La governance dei Servizi IT con COBIT, ITIL e ISO/IEC 20000

La governance dei Servizi IT con COBIT, ITIL e ISO/IEC 20000 La governance dei Servizi IT con COBIT, ITIL e ISO/IEC 20000 Autore: Maxime Sottini Consigliere itsmf Italia itsmf International IQC Officer CEO icons Innovative Consulting S.r.l. COBIT è un marchio registrato

Dettagli

The ITIL Foundation Examination

The ITIL Foundation Examination The ITIL Foundation Examination Esempio di Prova Scritta A, versione 5.1 Risposte Multiple Istruzioni 1. Tutte le 40 domande dovrebbero essere tentate. 2. Le risposte devono essere fornite negli spazi

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Introduzione ad ITIL. Information Technolgy Infrastructure Library. Che cos è ITIL. Una situazione critica. La sfida GOVERNO ICT GOVERNO ICT

Introduzione ad ITIL. Information Technolgy Infrastructure Library. Che cos è ITIL. Una situazione critica. La sfida GOVERNO ICT GOVERNO ICT Che cos è ITIL Sessione didattica su ITIL per Studenti di Ingegneria Informatica Politecnico di Torino Introduzione ad ITIL 17 Ottobre 2006 Information Technolgy Infrastructure Library COGITEK s.r.l. Via

Dettagli

Processi di Gestione dei Sistemi ICT

Processi di Gestione dei Sistemi ICT Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi A3_1 V1.1 Processi di Gestione dei Sistemi ICT Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti,

Dettagli

Catalogo Corsi. Aggiornato il 16/09/2013

Catalogo Corsi. Aggiornato il 16/09/2013 Catalogo Corsi Aggiornato il 16/09/2013 KINETIKON SRL Via Virle, n.1 10138 TORINO info@kinetikon.com http://www.kinetikon.com TEL: +39 011 4337062 FAX: +39 011 4349225 Sommario ITIL Awareness/Overview...

Dettagli

IS Governance. Francesco Clabot Consulenza di processo. francesco.clabot@netcom-srl.it

IS Governance. Francesco Clabot Consulenza di processo. francesco.clabot@netcom-srl.it IS Governance Francesco Clabot Consulenza di processo francesco.clabot@netcom-srl.it 1 Fondamenti di ISO 20000 per la Gestione dei Servizi Informatici - La Norma - 2 Introduzione Che cosa è una norma?

Dettagli

Lista delle descrizioni dei Profili

Lista delle descrizioni dei Profili Lista delle descrizioni dei Profili La seguente lista dei Profili Professionali ICT è stata definita dal CEN Workshop on ICT Skills nell'ambito del Comitato Europeo di Standardizzazione. I profili fanno

Dettagli

Certificazione ISO 20000:2005 e Integrazione con ISO 9001:2000 e ISO 27001:2005. Certification Europe Italia

Certificazione ISO 20000:2005 e Integrazione con ISO 9001:2000 e ISO 27001:2005. Certification Europe Italia Certificazione ISO 20000:2005 e Integrazione con ISO 9001:2000 e ISO 27001:2005 Certification Europe Italia 1 IT Service Management & ITIL Ä La IT Infrastructure Library (ITIL) definisce le best practice

Dettagli

Gestione Operativa e Supporto

Gestione Operativa e Supporto Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi A6_1 V1.0 Gestione Operativa e Supporto Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti, per

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 1

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 1 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 1 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici ITSM

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

IS Governance in action: l esperienza di eni

IS Governance in action: l esperienza di eni IS Governance in action: l esperienza di eni eni.com Giancarlo Cimmino Resp. ICT Compliance & Risk Management Contenuti L ICT eni: mission e principali grandezze IS Governance: il modello organizzativo

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

ITIL cos'è e di cosa tratta

ITIL cos'è e di cosa tratta ITIL cos'è e di cosa tratta Stefania Renna Project Manager CA Sessione di Studio AIEA, Verona, 25 novembre 2005 Agenda ITIL: lo standard de facto Il framework I benefici e le difficoltà Il percorso formativo

Dettagli

SURVEY DI itsmf SULLO STATO DELL IT SERVICE MANAGEMENT IN ITALIA Sintesi a cura di Francesco Castellana, consultant HSPI

SURVEY DI itsmf SULLO STATO DELL IT SERVICE MANAGEMENT IN ITALIA Sintesi a cura di Francesco Castellana, consultant HSPI ANALISI SURVEY DI itsmf SULLO STATO DELL IT SERVICE MANAGEMENT IN ITALIA Sintesi a cura di Francesco Castellana, consultant HSPI Descrizione dell indagine e del panel utilizzato L associazione itsmf Italia

Dettagli

Fattori critici di successo

Fattori critici di successo CSF e KPI Fattori critici di successo Critical Success Factor (CSF) Definiscono le azioni o gli elementi più importanti per controllare i processi IT Linee guida orientate alla gestione del processo Devono

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 4 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT Obiettivi del CobiT (Control Objectives

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

COME MISURARE UN SERVICE DESK IT

COME MISURARE UN SERVICE DESK IT OSSERVATORIO IT GOVERNANCE COME MISURARE UN SERVICE DESK IT A cura di Donatella Maciocia, consultant di HSPI Introduzione Il Service Desk, ovvero il gruppo di persone che è l interfaccia con gli utenti

Dettagli

Services Portfolio «Energy Management» Servizi per l implementazione dell Energy Management

Services Portfolio «Energy Management» Servizi per l implementazione dell Energy Management Services Portfolio «Energy Management» Servizi per l implementazione dell Energy Management 2015 Summary Chi siamo Il modello operativo di Quality Solutions Contesto di riferimento Framework Lo standard

Dettagli

Le aree funzionali ed i processi

Le aree funzionali ed i processi Le aree funzionali ed i processi Gestione Operativa ITIL Information Technology Infrastructure Library (ITIL) è un insieme di linee guida ispirate dalla pratica (Best Practice) nella gestione dei servizi

Dettagli

L importanza di ITIL V3

L importanza di ITIL V3 6HUYLFH'HOLYHU\DQG3URFHVV$XWRPDWLRQ L importanza di ITIL V3 IBM - IT Strategy & Architecture Claudio Valant Le Migliori Prassi (Best Practice) ITIL ƒ ƒ ƒ ƒ,7,/ VWDSHU,QIRUPDWLRQ7HFKQRORJ\,QIUDVWUXFWXUH

Dettagli

ITIL ( acura del Dottor Antonio Guzzo Responsabile CED del Comune di Praia a Mare)

ITIL ( acura del Dottor Antonio Guzzo Responsabile CED del Comune di Praia a Mare) ITIL ( acura del Dottor Antonio Guzzo Responsabile CED del Comune di Praia a Mare) ITIL è l acronimo di Information Technology Infrastructure Library e rappresenta un insieme di linee guida ispirate dalla

Dettagli

COBIT e ISO/IEC 27000

COBIT e ISO/IEC 27000 COBIT e ISO/IEC 27000 La governance della sicurezza IT con CobiT/ISO27000 M. Notari, A. Piamonte CobiT in sintesi Obiettivi di Business e Governance ME1 ME2 ME3 ME4 Monitor and evaluate IT performance.

Dettagli

CMDBuilDAY. La Governance dei Sistemi Informativi nelle aziende italiane. Rossella Macinante Practice Leader

CMDBuilDAY. La Governance dei Sistemi Informativi nelle aziende italiane. Rossella Macinante Practice Leader CMDBuilDAY La Governance dei Sistemi Informativi nelle aziende italiane Rossella Macinante Practice Leader 15 Aprile 2010 La ripresa nelle economie dei Paesi avanzati Valori % del PIL Mondo USA Giappone

Dettagli

Qualification Program in IT Service Management according to ISO/IEC 20000. Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009

Qualification Program in IT Service Management according to ISO/IEC 20000. Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009 Qualification Program in IT Service Management according to ISO/IEC 20000 Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009 1 Agenda Presentazione Le norme della serie ISO/IEC 20000 L IT Service Management secondo

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Seminari Eucip, Esercizio e Supporto di Sistemi Informativi

Seminari Eucip, Esercizio e Supporto di Sistemi Informativi Seminari Eucip, Esercizio di Sistemi Informativi Service Delivery and Support Dipartimento di Informtica e Sistemistica Università di Roma La Sapienza ITIL.1 Relazioni con il.2 Pianificazione.3 Gestione

Dettagli

La certificazione CISM

La certificazione CISM La certificazione CISM Firenze, 19 maggio 2005 Daniele Chieregato Agenda Ruolo del Security Manager Certificati CISM Domini Requisiti Ruolo del Security Manager La gestione della Sicurezza Informatica

Dettagli

La sicurezza secondo ITIL. Relazioni fra ITIL e la sicurezza Andrea Praitano Consigliere itsmf Italia

La sicurezza secondo ITIL. Relazioni fra ITIL e la sicurezza Andrea Praitano Consigliere itsmf Italia La sicurezza secondo ITIL Relazioni fra ITIL e la sicurezza Andrea Praitano Consigliere itsmf Italia Agenda itsmf Italia: cos è e che cosa fa; Cos è l IT Service Management; Introduzione a ITIL v3; Il

Dettagli

Qualifiche professionali per ITIL PRACTICES FOR SERVICE MANAGEMENT. Certificato ITIL Foundation in IT Service Management SYLLABUS

Qualifiche professionali per ITIL PRACTICES FOR SERVICE MANAGEMENT. Certificato ITIL Foundation in IT Service Management SYLLABUS Qualifiche professionali per ITIL PRACTICES FOR SERVICE MANAGEMENT Certificato ITIL Foundation in IT Service Management SYLLABUS Page 1 of 11 IL CERTIFICATO ITIL FOUNDATION IN IT SERVICE MANAGEMENT La

Dettagli

ITIL Best Practices: dall Operation al Service Management L esperienza TIM

ITIL Best Practices: dall Operation al Service Management L esperienza TIM ITIL Best Practices: dall Operation al Service Management L esperienza TIM 30 Novembre 2005 Sandra Foglia, Francesco Muscuso 1 d i gi t a l IBM d i g i t a l Data General Il contesto: IT Operations Area

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

1- Corso di IT Strategy

1- Corso di IT Strategy Descrizione dei Corsi del Master Universitario di 1 livello in IT Governance & Compliance INPDAP Certificated III Edizione A. A. 2011/12 1- Corso di IT Strategy Gli analisti di settore riportano spesso

Dettagli

Documentare, negoziare e concordare gli obiettivi di qualità e le responsabilità del Cliente e dei Fornitori nei Service Level Agreements (SLA);

Documentare, negoziare e concordare gli obiettivi di qualità e le responsabilità del Cliente e dei Fornitori nei Service Level Agreements (SLA); L economia della conoscenza presuppone che l informazione venga considerata come la risorsa strategica più importante che ogni organizzazione si trova a dover gestire. La chiave per la raccolta, l analisi,

Dettagli

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro ITIL Introduzione Contenuti ITIL IT Service Management Il Servizio Perchè ITIL ITIL Service Management life cycle ITIL ITIL (Information Technology Infrastructure Library) è una raccolta di linee guida,

Dettagli

Copyright SDA Bocconi Elisa Pozzoli - Gianluca Salviotti

Copyright SDA Bocconi Elisa Pozzoli - Gianluca Salviotti L adozione di COBIT come strumento di IS Governance. Stato dell arte, risultati e fattori critici di successo nelle esperienze analizzate. Elisa Pozzoli, Gianluca Salviotti Copyright SDA Bocconi Elisa

Dettagli

Il Project Management nell Implementazione dell'it Service Operations

Il Project Management nell Implementazione dell'it Service Operations Con il patrocinio di: Sponsorizzato da: Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 Il Project Management nell Implementazione dell'it Service Operations

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Gruppo Boehringer Ingelheim Italia ITIL: la consapevolezza del servizio che completa il manager

Gruppo Boehringer Ingelheim Italia ITIL: la consapevolezza del servizio che completa il manager Gruppo Boehringer Ingelheim Italia ITIL: la consapevolezza del servizio che completa il manager Ing. Filippo Ermini Ing. Andrea Pini Chi è Boehringer Ingelheim MONDO: Medicina umana e veterinaria Ingelheim

Dettagli

La governance dei Sistemi Informativi nelle aziende italiane. Rossella Macinante Practice Leader

La governance dei Sistemi Informativi nelle aziende italiane. Rossella Macinante Practice Leader La governance dei Sistemi Informativi nelle aziende italiane Rossella Macinante Practice Leader Firenze, 30 Giugno 2010 Previsioni sull andamento del PIL nei principali Paesi nel 2010-2011 Variazioni %

Dettagli

La certificazione ISO/IEC 20000-1:2005: casi pratici

La certificazione ISO/IEC 20000-1:2005: casi pratici La certificazione ISO/IEC 20000-1:2005: casi pratici L esperienza DNV come Ente di Certificazione ISO 20000 di Cesare Gallotti e Fabrizio Monteleone La ISO/IEC 20000-1:2005 (che recepisce la BS 15000-1:2002

Dettagli

Quattro passi verso la competenza

Quattro passi verso la competenza Quattro passi verso la competenza Incompetenza inconscia (non so di non sapere) Incompetenza conscia (so di non sapere) Competenza conscia (finalmente so di sapere) Competenza inconscia (non so di sapere)

Dettagli

L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti

L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti Federico Corradi Workshop SIAM Cogitek Milano, 17/2/2009 COGITEK s.r.l. Via Montecuccoli 9 10121 TORINO Tel. 0115660912 Fax. 0115132623Cod. Fisc.. E Part.

Dettagli

PROCESSI IT: Ottimizzazione e riduzione degli sprechi - Approccio Lean IT

PROCESSI IT: Ottimizzazione e riduzione degli sprechi - Approccio Lean IT CDC -Corte dei conti DGSIA Direzione Generale Sistemi Informativi Automatizzati SGCUS Servizio per la gestione del Centro Unico dei Servizi PROCESSI IT: Ottimizzazione e riduzione degli sprechi - Approccio

Dettagli

ZeroUno Executive Dinner

ZeroUno Executive Dinner L ICT per il business nelle aziende italiane: mito o realtà? 30 settembre 2008 Milano, 30 settembre 2008 Slide 0 I principali obiettivi strategici delle aziende Quali sono i primi 3 obiettivi di business

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Informazioni aziendali: il punto di vista del Chief Information Security Officer ed il supporto di COBIT 5 for Information Security

Informazioni aziendali: il punto di vista del Chief Information Security Officer ed il supporto di COBIT 5 for Information Security Informazioni aziendali: il punto di vista del Chief Information Security Officer ed il supporto di COBIT 5 for Information Security Jonathan Brera Venezia Mestre, 26 Ottobre 2012 1 Agenda Introduzione

Dettagli

La Certificazione ISO/IEC 27001. Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni

La Certificazione ISO/IEC 27001. Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni 2015 Summary Chi siamo Il modello operativo di Quality Solutions Introduzione alla ISO 27001 La metodologia Quality Solutions Focus on: «L analisi

Dettagli

ATLAS Reply. Modello, metodologia e servizi offerti

ATLAS Reply. Modello, metodologia e servizi offerti ATLAS Reply Modello, metodologia e servizi offerti Mission Atlas Reply nasce nel 2001 con questa mission: Allineare l IT alle necessità del business operando sull automazione dei processi, l efficacia

Dettagli

Overview su ITIL & ISO 20000. ing. Andrea Praitano ing. Claudio Restaino

Overview su ITIL & ISO 20000. ing. Andrea Praitano ing. Claudio Restaino ing. Andrea Praitano ing. Claudio Restaino Agenda Introduzione; Definizioni generali; ITIL nel mercato, richieste; Organizzazioni coinvolte; Modelli di miglioramento, Metodi e loro integrazione; ITIL:

Dettagli

Qualification Program in Information Security Management according to ISO/IEC 27002. Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009

Qualification Program in Information Security Management according to ISO/IEC 27002. Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009 Qualification Program in Information Security Management according to ISO/IEC 27002 Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009 1 Agenda Presentazione Le norme della serie ISO/IEC 27000 La sicurezza delle

Dettagli

Copyright SDA Bocconi Elisa Pozzoli - Gianluca Salviotti

Copyright SDA Bocconi Elisa Pozzoli - Gianluca Salviotti L adozione di COBIT come strumento di IS Governance. Stato dell arte, risultati e fattori critici di successo nelle esperienze analizzate. Elisa Pozzoli, Gianluca Salviotti Copyright SDA Bocconi Elisa

Dettagli

LINEA PROJECT MANAGEMENT

LINEA PROJECT MANAGEMENT LINEA PROJECT MANAGEMENT ITIL FOUNDATION V3 46.10.3 3 giorni Il corso, nell ambito della Gestione dei Servizi IT, mira a: 1. Comprendere Struttura e Processi di ITIL V3 - Information Technology Infrastructure

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

Progetto AURELIA: la via verso il miglioramento dei processi IT

Progetto AURELIA: la via verso il miglioramento dei processi IT Progetto AURELIA: la via verso il miglioramento dei processi IT Maurizio Coluccia Agenda BNL - BNP Paribas: IT Convergence Projects Il programma Il progetto Aurelia Il perimetro del progetto e le interfacce

Dettagli

Costi, ricavi IT e Audit. Fabio Nervegna Cell. 335-5377988 fabio.nervegna@altran.it

Costi, ricavi IT e Audit. Fabio Nervegna Cell. 335-5377988 fabio.nervegna@altran.it Costi, ricavi IT e Audit Fabio Nervegna Cell. 335-5377988 fabio.nervegna@altran.it 1 Premessa 2 Idea: la genesi 3 Le motivazioni 4 Descrizione tematica: idea e contesto, obiettivi 5 Approccio metodologico

Dettagli

Informazioni Aziendali: Il processo di valutazione dei Rischi Operativi legati all Information Technology

Informazioni Aziendali: Il processo di valutazione dei Rischi Operativi legati all Information Technology Informazioni Aziendali: Il processo di valutazione dei Rischi Operativi legati all Information Technology Davide Lizzio CISA CRISC Venezia Mestre, 26 Ottobre 2012 Informazioni Aziendali: Il processo di

Dettagli

Associazione Italiana Information Systems Auditors

Associazione Italiana Information Systems Auditors Associazione Italiana Information Systems Auditors Agenda AIEA - ruolo ed obiettivi ISACA - struttura e finalità La certificazione CISA La certificazione CISM 2 A I E A Costituita a Milano nel 1979 Finalità:

Dettagli

Business Continuity e ICT Governance. La metodologia ITIL. Sergio Cipri Segretario Generale itsmf Italia

Business Continuity e ICT Governance. La metodologia ITIL. Sergio Cipri Segretario Generale itsmf Italia Business Continuity e ICT Governance. La metodologia ITIL Sergio Cipri Segretario Generale itsmf Italia Cosa è ITIL ITIL è un insieme completo di indicazioni e di linee guida per organizzare ed erogare

Dettagli

IL PERFORMANCE MANAGEMENT

IL PERFORMANCE MANAGEMENT IT PROFESSIONAL SERVICES UNA SOLUZIONE PER IL PERFORMANCE MANAGEMENT for Enterprise Gestire il portfolio applicativo monitorando qualità, produttività e costi dello sviluppo applicativo Overview ARGOMENTI:

Dettagli

CATEGORIZZAZIONE PREVENTIVA di tutte le tipologie di richieste e dei dati necessari alla loro gestione Change Mgmt

CATEGORIZZAZIONE PREVENTIVA di tutte le tipologie di richieste e dei dati necessari alla loro gestione Change Mgmt Trouble Ticketing Contesto di riferimento I benefici del Trouble Ticketing Nell area Operations Support si collocano le varie fasi della gestione di un infrastruttura IT: a tale area è strettamente correlata

Dettagli

Cosa si intende per Sicurezza delle Informazioni? Quali sono gli obiettivi di un processo per la Sicurezza delle Informazioni?

Cosa si intende per Sicurezza delle Informazioni? Quali sono gli obiettivi di un processo per la Sicurezza delle Informazioni? Cosa si può fare? LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI Cosa si intende per Sicurezza delle Informazioni? La Sicurezza delle Informazioni nell impresa di oggi è il raggiungimento di una condizione dove i rischi

Dettagli

Il percorso delle aziende italiane verso l IT Governance. Rossella Macinante Practice Leader

Il percorso delle aziende italiane verso l IT Governance. Rossella Macinante Practice Leader Il percorso delle aziende italiane verso l IT Governance Rossella Macinante Practice Leader 11 Marzo 2009 Previsioni sull andamento dell economia nei principali Paesi nel 2009 Dati in % 3,4% 0,5% 1,1%

Dettagli

UNA SOLUZIONE PER IL PERFORMANCE MANAGEMENT

UNA SOLUZIONE PER IL PERFORMANCE MANAGEMENT IT PROFESSIONAL SERVICES UNA SOLUZIONE PER IL PERFORMANCE MANAGEMENT Gestire il portfolio applicativo monitorando qualità, produttività e costi dello sviluppo software Overview ARGOMENTI: Overview A chi

Dettagli

Esercizi per la redazione del Business Plan

Esercizi per la redazione del Business Plan Esercizi per la redazione del Business Plan Una società intende iniziare la sua attività l 1/1/2010 con un apporto in denaro di 20.000 euro. Dopo aver redatto lo Stato Patrimoniale iniziale all 1/1/2010

Dettagli

L Auditing dei Sistemi Informativi dei piani di Business Continuity

L Auditing dei Sistemi Informativi dei piani di Business Continuity Edizione italiana a cura di ALSI e Tecnoteca http://upgrade.tecnoteca.it L Auditing dei Sistemi Informativi dei piani di Business Continuity di Agatino Grillo Versione italiana, a cura dell autore, dell'articolo

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 2

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 2 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 2 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici IT

Dettagli

Le attività OASI per la sicurezza dei dati e dei sistemi, e per la compliance alle normative. Servizi Consulenza Formazione Prodotti

Le attività OASI per la sicurezza dei dati e dei sistemi, e per la compliance alle normative. Servizi Consulenza Formazione Prodotti Le attività OASI per la sicurezza dei dati e dei sistemi, e per la compliance alle normative Servizi Consulenza Formazione Prodotti L impostazione dei servizi offerti Le Banche e le altre imprese, sono

Dettagli

Incident Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Incident Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Incident Management Obiettivi Obiettivo dell Incident Management e di ripristinare le normali operazioni di servizio nel piu breve tempo possibbile e con il minimo impatto sul business, garantendo il mantenimento

Dettagli

ITIL: best practice per l IT

ITIL: best practice per l IT Slide 0.1 ITIL: best practice per l IT I processi e l approccio ( a cura di Stefania Renna CA) 24 Novembre 2005 Pag. 1 Slide 1.0 INDICE DELLA PRESENTAZIONE : 1. ITIL: Lo standard de facto 2. Il framework

Dettagli

SU MISURA PER IL TUO TEAM, PRESSO IL TUO UFFICIO Training On-site

SU MISURA PER IL TUO TEAM, PRESSO IL TUO UFFICIO Training On-site SU MISURA PER IL TUO TEAM, PRESSO IL TUO UFFICIO Training On-site La Tecnologia evolve velocemente ed anche gli esperti IT più competenti hanno bisogno di una formazione costante per tenere il passo Come

Dettagli

Software. Engineering

Software. Engineering Software Engineering Agenda Scenario nel quale matura la necessità di esternalizzare Modalità conrattuali, ambito, livelli di servizio Modalità di governo del contratto e di erogazione dei servizi Metodologia

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

Presentazione. agili e flessibili; costantemente aderenti al business model ed alla sua evoluzione geografica e temporale;

Presentazione. agili e flessibili; costantemente aderenti al business model ed alla sua evoluzione geografica e temporale; Presentazione Blu Consulting è una società di consulenza direzionale certificata ISO 9001:2008, fondata da Mauro Masciarelli nel 2009, specializzata nella revisione delle strategie di business, adeguamento

Dettagli

Severino Meregalli Head MIS Unit SDA Bocconi. SDA Bocconi - Severino Meregalli 1

Severino Meregalli Head MIS Unit SDA Bocconi. SDA Bocconi - Severino Meregalli 1 L adozione dei framework di IS Governance nella prospettiva del valore dei Sistemi Informativi: Il ruolo di COBIT SDA Bocconi AIEA Milano - ICT Ticino Manno, 27 Gennaio 2010 Severino Meregalli Head MIS

Dettagli

Realizzazione di un Network Operations Center (NOC) secondo best practices ITIL. Roberto Raguseo Roberto.raguseo@necs-servizi.it

Realizzazione di un Network Operations Center (NOC) secondo best practices ITIL. Roberto Raguseo Roberto.raguseo@necs-servizi.it Realizzazione di un Network Operations Center (NOC) secondo best practices ITIL Roberto Raguseo Roberto.raguseo@necs-servizi.it 1 Agenda Il Cliente oggetto dello studio La rete elettrica come Servizio

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

PROFILO AZIENDALE 2011

PROFILO AZIENDALE 2011 PROFILO AZIENDALE 2011 NET STUDIO Net Studio è un azienda che ha sede in Toscana ma opera in tutta Italia e in altri paesi Europei per realizzare attività di Consulenza, System Integration, Application

Dettagli

Information Security (ISO/IEC 27001) e IT Service Management (ISO/IEC 20000-1)

Information Security (ISO/IEC 27001) e IT Service Management (ISO/IEC 20000-1) Information Security (ISO/IEC 27001) e IT Service Management (ISO/IEC 20000-1) Analisi delle interdipendenze e delle opportunità di integrazione dei due standard secondo la ISO/IEC FDIS 27013 17/09/2012

Dettagli

L'evoluzione nella gestione dei Processi l IIM (Integrated IT Management)

L'evoluzione nella gestione dei Processi l IIM (Integrated IT Management) L'evoluzione nella gestione dei Processi l IIM (Integrated IT ) Claudio Sangiorgi IT Governance Solutions claudio.sangiorgi@it.compuware.com +39.02.66123.235 Sezione di Studio AIEA 25 Novembre 2005 Verona

Dettagli

ITSM Trasformation L iniziativa TelecomItalia. Ing. ConoFranco Miragliotta

ITSM Trasformation L iniziativa TelecomItalia. Ing. ConoFranco Miragliotta ITSM Trasformation L iniziativa TelecomItalia Ing. ConoFranco Miragliotta L azienda Gruppo Telecom Italia I numeri del Gruppo (al 31 dicembre 2007) 8 i Paesi in cui il Gruppo Telecom Italia è presente

Dettagli

Revisione dei processi in chiave ITIL

Revisione dei processi in chiave ITIL Il Sole 24 Ore S.p.A. pag. 1 Milano, Perché la revisione dei processi in chiave ITIL Esigenza: necessità di interagire in modo strutturato con un fornitore di servizi (Outsourcer) Creazione e gestione

Dettagli

ISO20000: il percorso di Poste Italiane verso la certificazione

ISO20000: il percorso di Poste Italiane verso la certificazione ISO20000: il percorso di Poste Italiane verso la certificazione Cristina Imperi Torino, 3 Luglio 2008 Il Profilo del Gruppo Poste Italiane 1 Poste Italiane è una delle realtà di servizi al cittadino e

Dettagli

IT governance & management. program

IT governance & management. program IT governance & management Executive program VI EDIZIONE / GENNAIO - maggio 2016 PERCHÉ QUESTO PROGRAMMA Nell odierno scenario competitivo l ICT si pone come un fattore abilitante dei servizi di business

Dettagli

Gestione Unica Utenti End User Support and Application Management Services

Gestione Unica Utenti End User Support and Application Management Services A COSA SERVE Fornisce supporto a 360 agli Utenti Gestione ottimizzata dell intero «ciclo di vita» degli asset informatici dalla acquisizione alla dismissione, eliminando l impatto della complessità tecnologica

Dettagli

Sicurezza, Rischio e Business Continuity Quali sinergie?

Sicurezza, Rischio e Business Continuity Quali sinergie? Sicurezza, Rischio e Business Continuity Quali sinergie? ABI Banche e Sicurezza 2016 John Ramaioli Milano, 27 maggio 2016 Agenda Ø Il contesto normativo ed organizzativo Ø Possibili sinergie Ø Considerazioni

Dettagli

ISO 27001:2005 ISMS Rischi ed Opportunità Nell approccio certificativo. INFOSECURITY - Verona - 2006 05 09 1

ISO 27001:2005 ISMS Rischi ed Opportunità Nell approccio certificativo. INFOSECURITY - Verona - 2006 05 09 1 ISO 27001:2005 ISMS Rischi ed Opportunità Nell approccio certificativo INFOSECURITY - Verona - 2006 05 09 1 INFOSECURITY - Verona - 2006 05 09 2 Fornitori Istituzioni Clienti Sicurezza delle Informazioni

Dettagli

TXT e-solutions. Passion for Quality. Marzo 2014

TXT e-solutions. Passion for Quality. Marzo 2014 TXT e-solutions Passion for Quality Marzo 2014 TXT e-solutions S.p.A. Fornitore Internazionale di prodotti e soluzioni software dedicati a Grandi Clienti Un azienda solida, con budget raggiunti e bilanci

Dettagli

Francesco Scribano GTS Business Continuity and Resiliency services Leader

Francesco Scribano GTS Business Continuity and Resiliency services Leader Francesco Scribano GTS Business Continuity and Resiliency services Leader Certificazione ISO 27001: l'esperienza IBM Certificazione ISO 27001: l'esperienza IBM Il caso di IBM BCRS Perchè certificarsi Il

Dettagli

La certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza ISO 17799 e BS 7799

La certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza ISO 17799 e BS 7799 Convegno sulla Sicurezza delle Informazioni La certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza ISO 17799 e BS 7799 Giambattista Buonajuto Lead Auditor BS7799 Professionista indipendente Le norme

Dettagli

Security Summit 2011. itsmf Italia. Chiara Mainolfi Consigliere itsmf Italia

Security Summit 2011. itsmf Italia. Chiara Mainolfi Consigliere itsmf Italia Security Summit 2011 itsmf Italia Chiara Mainolfi Consigliere itsmf Italia è un Associazione senza fini di lucro, costituita per promuovere lo scambio di esperienze ed informazioni sulla gestione dei Servizi

Dettagli

Direzione Centrale Sistemi Informativi

Direzione Centrale Sistemi Informativi Direzione Centrale Sistemi Informativi Missione Contribuire, in coerenza con le strategie e gli obiettivi aziendali, alla definizione della strategia ICT del Gruppo, con proposta al Chief Operating Officer

Dettagli

Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato. 1 Ottobre 2014, Roma

Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato. 1 Ottobre 2014, Roma Il Risk Management Integrato in eni Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato 1 Ottobre 2014, Roma Indice - Sviluppo del Modello RMI - Governance e Policy - Processo e Strumenti

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL C

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL C Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL C Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici IT

Dettagli