COMUNE DI MEZZOLOMBARDO IL LAVORO S.C.S. onlus IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE E LEG. RAPPRESENTANTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI MEZZOLOMBARDO IL LAVORO S.C.S. onlus IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE E LEG. RAPPRESENTANTE"

Transcript

1 Esente dall'imposta di bollo ai sensi dell'art. 27 bis del D.P.R n. 642 (Onlus). Rep. n. atti privati CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO COMUNALE DI MEZZOLOMBARDO Parti contraenti: - IL LAVORO società cooperativa sociale O.N.L.U.S., in seguito indicata come concessionario, con sede in Bresimo (TN) frazione Fontana Nuova n 7, rappresentata dal signor, nato a Trento il 26/11/1971, in qualità di presidente- P.I.: Comune di Mezzolombardo, in seguito indicato come Amministrazione o Comune, rappresentato dal Segretario generale dr. Luciano Ferrari, ai sensi dell articolo 35 c. 6 dello Statuto comunale, autrorizzato alla stipula del presente atto con deliberazione della Giunta Comunale n. di data Tra le parti si stipula e conviene: Articolo 1 - Oggetto. 1. Il Comune di Mezzolombardo, affida in concessione a IL LAVORO società cooperativa sociale O.N.L.U.S., con sede in Bresimo (TN) frazione Fontana Nuova n 7, che a mezzo del suo legale rappresentante accetta, lo svolgimento dei servizi presso il cimitero comunale di Mezzolombardo, di cui al comma La presente convenzione disciplina gli obblighi che il concessionario assume nei confronti del Comune per lo svolgimento di servizi cimiteriali di cui agli articoli 21 e 22 del Regolamento comunale in materia, da ultimo modificato con deliberazione del Consiglio comunale n. 24 dd , che si intende come qui integralmente richiamato anche se non materialmente allegato. 3. Ai sensi della suddetta normativa, nonchè del Regolamento di Polizia Mortuaria D.P.R. 1

2 , n. 285 e s.m.i., della L.P. n. 10 dd e relativo regolamento di attuazione Decreto del Presidente della Provincia dd , n /Leg., i servizi che la ditta è chiamata a svolgere sono quelli in seguito riportati. - ai sensi dell articolo 21: a) la collocazione delle ossa nell'ossario comune; b) la collocazione delle ceneri nel cinerario comune; c) la collocazione delle salme, o dei resti mortali, nel famedio; - ai sensi dell articolo 22: a) l'inumazione in tombe di famiglia; b) l inumazione in campo comune, e campo di mineralizzazione; c) la tumulazione in edicola o cappella di famiglia ed in loculo; d) l'inumazione di salma estratta da loculo; e) l'esumazione, ordinaria o straordinaria, sia da tombe di famiglia che da campo comune; f) l'estumulazione ordinaria o straordinaria, sia da edicola o cappella di famiglia che da loculo; g) la raccolta delle ossa nelle tombe private in occasione delle inumazioni e tumulazioni; h) la collocazione delle cassette ossario nelle cellette dell'ossario a pagamento; i) la collocazione delle urne cinerarie nelle cellette del cinerario a pagamento; l) la collocazione di cassette ossario o di urne cinerarie nelle tombe private ad inumazione o a tumulazione. Articolo 2 - Richiamo alle norme vigenti. 1. Per quanto non diversamente disciplinato dal presente titolo, trovano integrale applicazione le vigenti leggi e regolamenti di polizia mortuaria, nonchè le disposizioni del regolamento comunale servizi funebri e cimiteriali in vigore, nonché ogni eventuale modificazione ed integrazione disposta dall Amministrazione comunale e quelle dovute in 2

3 adempimento di intervenute modificazioni normative. 2. Si intendono integralmente richiamate le disposizioni normative e regolamentari in materia di Polizia mortuaria, organizzazione dei servizi cimiteriali e ogni altra disposizione diretta a disciplinare le modalità di effettuazione dei servizi medesimi (Regolamento di Polizia Mortuaria D.P.R , n. 285 e s.m.i., L.P. n. 10 dd e relativo regolamento di attuazione Decreto del Presidente della Provincia dd , n /Leg.; Regolamento Comunale Servizi Funebri e Cimiteriali, approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 66 dd e successivamente modificato, con Deliberazione Consiglio Comunale n. 24 dd ), comprese le normative relative la sicurezza e salute sul lavoro di cui alla legge 3 agosto 2007, n. 123 e s.m.i. e D. Lgs , n. 81 e s.m.i. e la gestione dei rifiuti. Articolo 3 - Obblighi del Concessionario. 1. Il concessionario ha l obbligo di eseguire le prestazioni oggetto della presente convenzione con la diligenza professionale e la serietà richiesta per la peculiare tipologia del servizio reso, entro il termine stabilito dall Amministrazione (ai sensi dell art. 12, c. 2 del vigente Regolamento comunale Servizi Funebri e Cimiteriali), ed indicato dal competente servizio comunale per lo svolgimento della cerimonia funebre. 2. Il concessionario dovrà essere sempre reperibile a uno o più recapiti telefonici e fax per eventuali contatti da parte del Comune, attraverso l ufficio competente alla gestione del cimitero. 3. Il servizio, quando richiesto, dovrà essere reso anche nelle giornate festive e prefestive e con qualsiasi condizione atmosferica. 4. Il concessionario provvede direttamente alle attrezzature e a tutti i materiali necessari, salvo quanto diversamente stabilito, e risponde in proprio, nell ambito del rischio d impresa, per eventuali danni arrecati direttamente o a titolo di responsabilità indiretta o 3

4 oggettiva ai sensi della vigente normativa, nonché per ogni danno arrecato a terzi, sollevando al riguardo l Amministrazione comunale da ogni responsabilità. 5. Il concessionario assume in proprio l obbligo di osservare e far osservare le vigenti normative in materia di sicurezza e salute sui luoghi di lavoro, con particolare riferimento al D. Lgs , n. 81 e s.m.i., e a predisporre tutti i relativi elaborati previsti dalle leggi in materia; il tutto a sua propria responsabilità e cura, sollevando ampiamente l Amministrazione comunale da ogni responsabilità ed incombenza in merito. Qualsiasi attività dell Impresa dovrà essere eseguita in piena autonomia garantendo l assenza di interferenza con qualunque soggetto (dipendenti del Comune, custode cimiteriale, utenti ed altri soggetti presenti a vario titolo nel cimitero). In caso di lavori per i quali si può prevedere una qualsiasi forma di interferenza con altra ditta incaricata dal Comune o con dipendenti comunali, verrà redatto un apposito verbale di valutazione dei rischi e di misure da adottare. 6. Il concessionario è tenuto a presentare all Amministrazione comunale copia della garanzia assicurativa per danni arrecati a terzi ovvero ai beni del Comune, con un massimale di almeno euro ,00. Resta inteso che Il concessionario risponde civilmente e penalmente per ogni aspetto legato al servizio di cui alla presente convenzione, sollevando l Amministrazione comunale da ogni e qualsiasi responsabilità, compresi aspetti legati alla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. 7. Il concessionario è obbligata a provvedere all organizzazione dello spazio per l esecuzione delle operazioni cimiteriali, all interno dei campi, compreso l accesso ai medesimi, in particolare per quanto riguarda lo sgombero della neve e lo spargimento del sale e sabbia ove necessario, fermo restando che l Amministrazione comunale provvederà con proprio personale e mezzi o con personale esterno appositamente incaricato, allo sgombro neve e spargimento sale e sabbia nelle vie di accesso al cimitero, nei vialetti e 4

5 sulle scale interne. 8. Il concessionario è tenuto a rispettare le norme in materia di smaltimento di ogni tipo di rifiuto e dunque ad effettuare il completo smaltimento dei medesimi, provenienti dalle attività svolte, secondo le disposizioni e le modalità stabilite. Articolo 4 Adempimenti del Comune e responsabilità. 1. L ufficio comunale competente all atto della richiesta della prestazione cimiteriale, e su richiesta specifica del concessionario, fornirà tutte le informazioni in suo possesso in merito allo stato della sepoltura per quanto di propria conoscenza; l Amministrazione comunale è in ogni caso sollevata da qualsiasi responsabilità in caso di situazioni impreviste ed imprevedibili o comunque non a conoscenza della medesima a causa di carenza di informazioni in proprio possesso. La rimozione di elementi lapidei dalle tombe sarà a carico del titolare della sepoltura. 2. Il Comune effettua la consegna, nello stato in cui si trovano, degli eventuali beni e materiali per lo svolgimento del servizio cimiteriale in proprio possesso, e che la ditta affidataria del servizio dichiara di aver preso in visione. L Amministrazione comunale viene espressamente esonerata da qualsiasi responsabilità derivante dall indebito o inappropriato utilizzo del materiale fornito e il concessionario del servizio si obbliga a rimborsare in proprio il valore del materiale deteriorato per negligenza o imprudenza o imperizia ovvero a sostituirlo a proprie spese nonché a risarcire il danno arrecato con il loro utilizzo nei confronti di terzi. 3. Particolari disposizioni ed obblighi concernenti le prestazioni da effettuare in 4. occasione di cerimonie funebri sono contenute nell art L Amministrazione comunale metterà a disposizione del concessionario, per la custodia di materiali ed attrezzature, il deposito attrezzi collocato in adiacenza all edificio destinato a cella mortuaria all interno del cimitero (lato nord), p.ed C.C. 5

6 Mezzolombardo, con divieto di depositare sostanze pericolose e/o infiammabili ed ogni e qualsiasi tipo di rifiuto. 4. E a carico del Comune la fornitura delle cassettine ossario in zinco, cassoni in zinco, croci di legno, ed eventuali altri materiali e/o attrezzature da concordare. Il concessionario è tenuto a comunicare con congruo anticipo all ufficio comunale competente per la gestione del cimitero la necessità di provvedere all acquisto dei citati materiali. In caso di mancanza degli stessi al momento della necessità, è a carico del concessionario attivarsi tempestivamente a proprie spese per procurarseli, compresi ogni onere e provvista per dare il richiesto servizio completo. 5. Il materiale si intende affidato in custodia e sotto la responsabilità del concessionario del servizio, al quale verranno forniti adeguati spazi per il suo deposito. 6. Il Comune ha facoltà di disporre, a suo insindacabile giudizio di propria iniziativa, ogni e qualsiasi controllo sullo svolgimento delle operazioni cimiteriali attraverso il proprio ufficio competente o il custode cimiteriale. 7. Il Comune è espressamente esonerato da qualsivoglia responsabilità nella gestione del servizio, la cui conduzione e direzione rimane nella piena disponibilità e responsabilità del concessionario, sia in termini civili che penali, per danni a persone e cose con particolare riferimento in quest ultimo caso, a lapidi, monumenti ed arredi funerari. Articolo 5 Prestazioni relative a funerali. 1. Il Comune di Mezzolombardo è tenuto a comunicare alla ditta ogni singolo intervento entro 36 ore dall istanza di svolgimento dell attività cimiteriale (sepoltura) da parte dell utenza interessata. Tale richiesta sarà effettuata dall ufficio comunale competente, tramite fax o telefono, presso uno o più recapiti telefonici che saranno indicati dal concessionario. 2. Il concessionario potrà intervenire sulla tomba ed eseguire gli interventi dopo 6

7 aver ottenuto le necessarie indicazioni e prescrizioni da parte dell ufficio cimiteriale del Comune sulla dislocazione della salma. La ditta concessionaria dovrà attivarsi immediatamente a propria cura e spese, una volta ricevuta la richiesta di intervento, per il reperimento di tutte le informazioni ed elementi necessari sulle caratteristiche della sepoltura ed eventuali difficoltà tecniche che si potrebbero incontrare nell esecuzione dei lavori. 3. La rimozione di elementi lapidei dalle tombe sarà a carico del titolare della tomba medesima, secondo quanto previsto dal Regolamento cimiteriale comunale. Articolo 6 Tariffa. Il concessionario si obbliga a praticare nei confronti dei soggetti che richiedono i servizi oggetto della presente convenzione i corrispettivi approvati con deliberazione della Giunta comunale n. 260 del riportati nella tabella allegata - che rimangono fissi per la durata della presente convenzione. Il corrispettivo sarà fatturato dal concessionario direttamente al privato richiedente che provvederà al pagamento della fattura. Articolo 7 Durata. 1. La presente convenzione decorre dal 1 gennaio 2015 e ha durata di 1 (uno) anno, fatto salvo quanto previsto nel successivo articolo 8, per i casi di recesso e risoluzione del rapporto contrattuale. 2. La convenzione scade senza necessità di alcuna comunicazione e potrà essere rinnovata solo a seguito di specifico provvedimento. E vietata la proroga tacita. Articolo 8 - Risoluzione e revoca del servizio. 1. Il concessionario potrà recedere dal servizio dandone comunicazione con preavviso di almeno 90 giorni naturali e consecutivi. 2. Il Comune potrà risolvere la convenzione in ogni tempo, con effetto anche immediato, 7

8 nel caso in cui venga accertata l esistenza di una colpa grave, di una grave negligenza, o la carenza di copertura assicurativa per danni arrecati a terzi o ai beni del concedente o la mancata tempestiva effettuazione dei risarcimenti dovuti al concedente o ai terzi. 3. Nel caso di cui al comma 2, il Comune è tenuto ad inviare al concessionario una lettera raccomandata con indicazione delle motivazioni che stanno alla base della richiesta, assegnando un termine non inferiore a 15 giorni per le giustificazioni e le controdeduzioni. Articolo 9 - Norme finali. 1. Fatta salva la competenza del TRGA per le controversie rientranti nella sua giurisdizione esclusiva, per eventuali controversie innanzi al giudice ordinario le parti determinano la competenza territoriale del foro di Trento. 2. Il ricorso all arbitrato è ammesso solo con il consenso di entrambe le parti. 3. Le spese contrattuali derivanti dalla stipula della presente convenzione sono a carico del concessionario. 4 Per il concedente Il Segretario generale dott.. Luciano Ferrari Per il concessionario Il presidente e leg. rappresentante 8

COMUNE DI CADREZZATE PROVINCIA DI VARESE - AREA TECNICA -

COMUNE DI CADREZZATE PROVINCIA DI VARESE - AREA TECNICA - CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI PERIODO 01 GIUGNO 2009 31 MAGGIO 2011. ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO Formano oggetto del seguente appalto le prestazioni relative a

Dettagli

COMUNE DI VALFLORIANA REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERIALE

COMUNE DI VALFLORIANA REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERIALE COMUNE DI VALFLORIANA PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERIALE Approvato con deliberazione consiliare nr. 20 dd. 22.09.2005, integrato con la deliberazione consiliare nr. 3 dd. 08.02.2010 e

Dettagli

C.C. n.15 del 9.06.2008: REGOLAMENTO COMUNALE DI ILLUMINAZIONE VOTIVA APPROVAZIONE. IL CONSIGLIO COMUNALE

C.C. n.15 del 9.06.2008: REGOLAMENTO COMUNALE DI ILLUMINAZIONE VOTIVA APPROVAZIONE. IL CONSIGLIO COMUNALE C.C. n.15 del 9.06.2008: REGOLAMENTO COMUNALE DI ILLUMINAZIONE VOTIVA APPROVAZIONE. IL CONSIGLIO COMUNALE Attesa la necessità di approvare un nuovo testo del Regolamento Comunale di Illuminazione Votiva,

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEI CIMITERI COMUNALI

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEI CIMITERI COMUNALI COMUNE DI VIONE PROVINCIA DI BRESCIA APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 41 DEL 26/11/2010 REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEI CIMITERI COMUNALI SOMMARIO Art. DESCRIZIONE

Dettagli

Tariffe relative ai servizi cimiteriali a domanda individuale.

Tariffe relative ai servizi cimiteriali a domanda individuale. Comune di Bracciano Tariffe relative ai servizi cimiteriali a domanda individuale. Tariffe relative ai diritti sui servizi a domanda individuale e sulle operazioni da effettuare nei cimiteri comunali;

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA Approvato con deliberazione di C.C. n.10 del 29.02.2000 Modificato con deliberazione di C.C. n. 11 del 29.05.2012 Integrato e modificato con deliberazione di C.C. n. 9

Dettagli

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico OGGETTO: ISTRUTTORIA PER LA DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE CIMITERIALI. IL RESPONSABILE DEL SETTORE PREMESSO che: Le tariffe di

Dettagli

Le operazioni di esumazione

Le operazioni di esumazione Le operazioni di esumazione Nota informativa allegata a: MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLE ESUMAZIONI Le operazioni di esumazione Nota informativa allegata a: MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLE ESUMAZIONI 1 PERCHÉ

Dettagli

C O M U N E DI CREMENAGA PROVINCIA DI VARESE

C O M U N E DI CREMENAGA PROVINCIA DI VARESE 1 Disciplina generale per la concessione di aree e loculi cimiteriali C O M U N E DI CREMENAGA PROVINCIA DI VARESE DISCIPLINA GENERALE PER LA CONCESSIONE DI AREE E LOCULI CIMITERIALI APPROVATO CON DELIBERAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI Approvato con Delibera C.C. n 59 del 28/11/2008 modificato con Delibera C.C. n 45 del 11/09/2012 e modificato con Delibera C.C. n

Dettagli

! " #!! $ % &$! ' ( " ' ) &* ' # # + + #! $ # % &*

!  #!! $ % &$! ' (  ' ) &* ' # # + + #! $ # % &* C.A.P. 09070 - Via Umberto I n. 16 - tel. 0783.410219 fax: 0783.411176 - P.I.: 00070490958! " #!! $ % &$! ' ( " ' ) &* ' # # + + #! $ # % &* Approvato con deliberazione C.C. n in data INDICE: Art.1 OGGETTO

Dettagli

9^ - 10^ - 11^ - 12^ fila 88,00 8 Concessione ventennale ossari/cinerari doppi

9^ - 10^ - 11^ - 12^ fila 88,00 8 Concessione ventennale ossari/cinerari doppi ALLEGATO A TARIFFE CONCESSIONI CIMITERIALI 2012 1 Concessione quarantennale di loculo di 1.610,00 punta. Dal corrispettivo della concessione sono escluse le operazioni di apertura loculo, l inserimento

Dettagli

CITTA DI CALATAFIMI SEGESTA

CITTA DI CALATAFIMI SEGESTA TESTO EMENDATO CITTA DI CALATAFIMI SEGESTA (Lìbero Consorzio di Trapani) REGOLAMENTO COMUNALE PER I SERVIZI CIMITERIALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 12=_ del MM/ZO^Ì^ Art. 1 DEFINIZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEL CIMITERO COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEL CIMITERO COMUNALE Comune di Calvenzano P.zza Vitt. Emanuele II, 6 Tel. 0363/860711 Fax. 0363/860799 REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEL CIMITERO COMUNALE Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione

Dettagli

C O M U N E D I A R C E N E Provincia di Bergamo CONVENZIONE

C O M U N E D I A R C E N E Provincia di Bergamo CONVENZIONE C O M U N E D I A R C E N E Provincia di Bergamo CONVENZIONE TRA IL COMUNE E L IMPRESA DI ONORANZE FUNEBRI PER PRESTAZIONI DI SERVIZI FUNEBRI ANNO 2012 Approvato con determinazione n. 427 del 20/12/2011

Dettagli

Prot. n. / Spett.le Comune di Lugo Piazza dei Martiri 1 48022 Lugo. nata a ( ) il (c.f.: ) CHIEDE

Prot. n. / Spett.le Comune di Lugo Piazza dei Martiri 1 48022 Lugo. nata a ( ) il (c.f.: ) CHIEDE Prot. n. / Spett.le Comune di Lugo Piazza dei Martiri 1 48022 Lugo OGGETTO: Istanza per illuminazione votiva. Con la presente istanza il sottoscritto nata a ( ) il (c.f.: ) residente a in Via (Tel.: )

Dettagli

COMUNE DI PREDAIA PROVINCIA DI TRENTO

COMUNE DI PREDAIA PROVINCIA DI TRENTO COMUNE DI PREDAIA PROVINCIA DI TRENTO Via Simone Barbacovi, 4-38012 Frazione Taio Tel. 0463-468114 Fax 0463-468521 e-mail comune@comune.predaia.tn.it pec: comune@pec.comune.predaia.tn.it Decreto n. 84

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI COMUNALI

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI COMUNALI REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI COMUNALI Approvato con Deliberazione C.C. n. 21 del 9/6/2011 In vigore dal 3 luglio 2011 1 I N D I C E Art. 1 - Oggetto

Dettagli

COPIA Comune di Trescore Cremasco Provincia di Cremona

COPIA Comune di Trescore Cremasco Provincia di Cremona COPIA Comune di Trescore Cremasco Provincia di Cremona Determinazione del 16.04.2014 N Generale: 81 N Settoriale: 24 AREA AMMINISTRATIVA UFFICIO OGGETTO: APPALTO LAVORI CIMITERIALI. AFFIDAMENTO DIRETTO

Dettagli

Allegato A alla delibera del c.c. n. 56 del 29/11/2012

Allegato A alla delibera del c.c. n. 56 del 29/11/2012 Allegato A alla delibera del c.c. n. 56 del 29/11/2012 INDICE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Art. 2 DISPOSIZIONI GENERALI Art. 3 DURATA DELLE CONCESSIONI Art. 4 MODALITÀ DI ASSEGNAZIONE Art. 5 DIRITTO

Dettagli

Comune di Vetto Prov. di Reggio Emilia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEI CIMITERI DEL COMUNE

Comune di Vetto Prov. di Reggio Emilia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEI CIMITERI DEL COMUNE Comune di Vetto Prov. di Reggio Emilia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEI CIMITERI DEL COMUNE Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 40 del 30/11/2010 I N D I C

Dettagli

OGGETTO: servizio di derattizzazione e disinfestazione negli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste decorrenza dal.

OGGETTO: servizio di derattizzazione e disinfestazione negli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste decorrenza dal. SCHEMA DI CONTRATTO allegato sub E) OGGETTO: servizio di derattizzazione e disinfestazione negli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste decorrenza dal. IMPRESA: (denominazione e codice

Dettagli

DISCIPLINARE PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI ALL AFFIDAMENTO E ALLA DISPERSIONE DELLE CENERI TITOLO I : AFFIDO PERSONALE DELLE CENERI

DISCIPLINARE PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI ALL AFFIDAMENTO E ALLA DISPERSIONE DELLE CENERI TITOLO I : AFFIDO PERSONALE DELLE CENERI DISCIPLINARE PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI ALL AFFIDAMENTO E ALLA DISPERSIONE DELLE CENERI TITOLO I : AFFIDO PERSONALE DELLE CENERI 1. Condizioni L autorizzazione all affidamento personale delle

Dettagli

REGOLAMENTO ILLUMINAZIONE VOTIVA

REGOLAMENTO ILLUMINAZIONE VOTIVA REGOLAMENTO del Servizio di ILLUMINAZIONE VOTIVA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. del 1 ART. 1 Oggetto del regolamento Il presente Regolamento disciplina il servizio di illuminazione

Dettagli

COMUNE DI ADRANO REGOLAMENTO. del Servizio di ILLUMINAZIONE VOTIVA

COMUNE DI ADRANO REGOLAMENTO. del Servizio di ILLUMINAZIONE VOTIVA Pagina 1 di 5 COMUNE DI ADRANO Provincia di Catania REGOLAMENTO del Servizio di ILLUMINAZIONE VOTIVA Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 11 del 27/02/2010 Pagina 1 INDICE Pagina 2 di

Dettagli

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI CARONNO PERTUSELLA E LE IMPRESE FUNEBRI PER L ASSUNZIONE DEI SERVIZI FUNERARI ISTITUZIONALI.

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI CARONNO PERTUSELLA E LE IMPRESE FUNEBRI PER L ASSUNZIONE DEI SERVIZI FUNERARI ISTITUZIONALI. Comune di Caronno Pertusella P.zza Aldo Moro n 1-21042 Caronno Pertusella (VA) CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI CARONNO PERTUSELLA E LE IMPRESE FUNEBRI PER L ASSUNZIONE DEI SERVIZI FUNERARI ISTITUZIONALI.

Dettagli

COMUNE DI SAN PIETRO IN CERRO (Provincia di Piacenza) ---------------------------------------------

COMUNE DI SAN PIETRO IN CERRO (Provincia di Piacenza) --------------------------------------------- ORIGINALE N.36/2010 COMUNE DI SAN PIETRO IN CERRO (Provincia di Piacenza) --------------------------------------------- VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Adeguamento tariffe servizi

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI Adottato con Delibera di Consiglio Comunale N 60 del 30 luglio 2008 Articolo 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina i

Dettagli

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA Presidio Ospedaliero Nord S.MARIA GORETTI DI LATINA SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UNA RM 1,5 T, L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

COMUNE DI FORNACE PROVINCIA DI TRENTO. Verbale di deliberazione n. 30 della Giunta Comunale

COMUNE DI FORNACE PROVINCIA DI TRENTO. Verbale di deliberazione n. 30 della Giunta Comunale copia COMUNE DI FORNACE PROVINCIA DI TRENTO Verbale di deliberazione n. 30 della Giunta Comunale OGGETTO: Adeguamento tariffe per i servizi cimiteriali anno 2014. L anno duemilaquattordici addì ventisei

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA Comune di Morciano di Romagna Provincia di Rimini DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA NON PUBBLICA N. 164 IN DATA 23/12/2008 O G G E T T O APPROVAZIONE NUOVE TARIFFE DEI SERVIZI

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEI CIMITERI COMUNALI

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEI CIMITERI COMUNALI REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEI CIMITERI COMUNALI CAPO I NORME GENERALI ARTICOLO 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1. Il presente Regolamento disciplina il servizio per l illuminazione

Dettagli

COMUNE DI BOVA MARINA Provincia di Reggio Calabria REGOLAMENTO COMUNALE

COMUNE DI BOVA MARINA Provincia di Reggio Calabria REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI BOVA MARINA Provincia di Reggio Calabria REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA Approvato con deliberazione C.C. n. del INDICE Art.1 Oggetto del Regolamento Art.2 Forma

Dettagli

NUOVE TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI

NUOVE TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI Allegato E alla DGC n del CITTÀ DI GRUGLIASCO PROVINCIA DI TORINO NUOVE TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI CONCESSIONI LOCULI 40 anni 30 anni 20 anni LOCULI NUOVI 1ª fila dal basso 3.370,00 2.737,00 2.448,00

Dettagli

ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO. Rep. n /Atti Privati del 2011

ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO. Rep. n /Atti Privati del 2011 Filiale Emilia Romagna ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO Rep. n /Atti Privati del 2011 L anno 2011 addì del mese di, presso la sede dell Agenzia del Demanio Filiale Emilia Romagna

Dettagli

COMUNE DI RONZO-CHIENIS (Provincia di Trento) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DI UTILIZZO DEGLI SPAZI DELLA CASA SOCIALE - P.ED. 81 IN C.C.

COMUNE DI RONZO-CHIENIS (Provincia di Trento) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DI UTILIZZO DEGLI SPAZI DELLA CASA SOCIALE - P.ED. 81 IN C.C. COMUNE DI RONZO-CHIENIS (Provincia di Trento) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DI UTILIZZO DEGLI SPAZI DELLA CASA SOCIALE - P.ED. 81 IN C.C. CHIENIS - Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n.

Dettagli

SERVIZI CIMITERIALI A RICHIESTA CIMITERO UNICO CAPOLUOGO. Descrizione opere compiute e relativi prezzi unitari

SERVIZI CIMITERIALI A RICHIESTA CIMITERO UNICO CAPOLUOGO. Descrizione opere compiute e relativi prezzi unitari Comune di Pieve di Cento P.zza Andrea Costa, n 17 Pieve di Cento - Provincia di Bologna - C.A.P. 40066 P.I. 00510801202 - C.F. 00470350372 - Tel. 051/6862681 - Fax 051/6862692 III Settore - Ufficio Tecnico

Dettagli

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato CONTRATTO FRA IL COMUNE DI GENOVA E... PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO A FAVORE DI MINORI E NUCLEI DI NAZIONALITÀ STRANIERA SEGUITI DALL UFFICIO CITTADINI SENZA TERRITORIO PERIODO...

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEI CIMITERI

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEI CIMITERI Allegato A alla deliberazione C.C. n. 18 del 28.9.2011 Il segretario comunale De Marco dott. Roberto COMUNE DI BORGHI Provincia di Forlì - Cesena REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEI

Dettagli

TARIFFARIO CIMITERIALE

TARIFFARIO CIMITERIALE TARIFFARIO CIMITERIALE SERVIZI CIMITERIALI a decorrere dall 1.10.2011 SERVIZI CIMITERIALI Tumulazione di feretro in loculo di testa (80 x 80) cm, ubicato in qualsiasi fila dalla 1^ alla 6^ TARIFFA (IVA

Dettagli

SCHEMA. DISCIPLINARE DI AUTORIZZAZIONE TRA LA CITTA DI BOLSENA E LA DITTA IPAS S.p.A. PER L INSTALLAZIONE E GESTIONE PUBBLICITARIA DI :

SCHEMA. DISCIPLINARE DI AUTORIZZAZIONE TRA LA CITTA DI BOLSENA E LA DITTA IPAS S.p.A. PER L INSTALLAZIONE E GESTIONE PUBBLICITARIA DI : SCHEMA DISCIPLINARE DI AUTORIZZAZIONE TRA LA CITTA DI BOLSENA E LA DITTA IPAS S.p.A. PER L INSTALLAZIONE E GESTIONE PUBBLICITARIA DI : N 02 PENSILINE DI ATTTESA BUS N 02 OROLOGI ANTICHIAZZATI N 05 CESTINI

Dettagli

Città di Tortona Provincia di Alessandria

Città di Tortona Provincia di Alessandria Città di Tortona Provincia di Alessandria REGOLAMENTO COMUNALE AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE LUCI VOTIVE

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE LUCI VOTIVE ---- -- - - REGOLAMENTO COMUNALE DELLE LUCI VOTIVE (Appro~l(I con la dcllberft,10:1 COI1IIIi110 Comw1IIIe 1001J) 123 d~1 30 PUf\II'\ Slodaeo On.le AdrilU1a Poli-Bortone A.'~ét'I!iQre rag Ange\o Tondo J)lretto~

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER IL CONFERIMENTO A DELLA TITOLARITA DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI MEDIANTE CONCESSIONE - C.I.G.

SCHEMA DI CONVENZIONE PER IL CONFERIMENTO A DELLA TITOLARITA DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI MEDIANTE CONCESSIONE - C.I.G. SCHEMA DI CONVENZIONE PER IL CONFERIMENTO A DELLA TITOLARITA DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI MEDIANTE CONCESSIONE - C.I.G. 5356508A3A L anno.., il giorno. del mese di.., TRA il Comune di Mogliano Veneto

Dettagli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli Città di Marigliano Comune di Marigliano Provincia di Napoli DETERMINAZIONE SETTORE III RESPONSABILE DEL SETTORE III: ing. A. Ciccarelli Registro Generale n. 1689 del 29.12.2014 Registro Settore n. 25

Dettagli

PREMESSO. A) che con delibera del 6 aprile 2000 l' Autorità per l'informatica nella Pubblica

PREMESSO. A) che con delibera del 6 aprile 2000 l' Autorità per l'informatica nella Pubblica CONVENZIONE TRA INFOCAMERE SCpA E CIRCUITO DI GARANZIA NAZIONALE PROFESSIONISTI E IMPRESE SRL PER LO SVOLGIMENTO DI ATTlVITA' DI UFFICIO DI REGISTRAZIONE E RILASCIO DI CERTIFICATI DIGITALI DI SOTTOSCRIZIONE

Dettagli

CONCESSIONE IN USO DELLA MALGA SAN PELLEGRINO. L'anno duemilaquindici, addi del mese di presso la sede

CONCESSIONE IN USO DELLA MALGA SAN PELLEGRINO. L'anno duemilaquindici, addi del mese di presso la sede REP. /a.p. COMUNE DI MOENA PROVINCIA DI TRENTO CONCESSIONE IN USO DELLA MALGA SAN PELLEGRINO L'anno duemilaquindici, addi del mese di presso la sede municipale di Moena, tra i Signori: 1. Il Segretario

Dettagli

Comune di S. Agata sul Santerno

Comune di S. Agata sul Santerno Comune di S. Agata sul Santerno Provincia di Ravenna REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEL CIVICO CIMITERO TESTO COORDINATO Approvato con delibera di Consiglio Comunale

Dettagli

TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI A PAGAMENTO

TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI A PAGAMENTO COPIA COMUNE DI ALBIANO VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 16 del Consiglio Comunale Oggetto: SERVIZI CIMITERIALI. APPROVAZIONE TARIFFE ANNO 2014 L anno duemilaquattordici, il giorno quattordici maggio alle ore

Dettagli

REGOLAMENTO. PER L UTILIZZO DELLE SALE DI PERTINENZA COMUNALE (SALA Consiliare e SALA Cav. F.Fontana)

REGOLAMENTO. PER L UTILIZZO DELLE SALE DI PERTINENZA COMUNALE (SALA Consiliare e SALA Cav. F.Fontana) C O M U N E D I A Z Z A T E Provincia di Varese REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE SALE DI PERTINENZA COMUNALE (SALA Consiliare e SALA Cav. F.Fontana) Approvato con delib. C.C. n. 18 del 10.03.2006 Pubblicato

Dettagli

Condizioni generali di Noleggio

Condizioni generali di Noleggio Condizioni generali di Noleggio 1. Oggetto del contratto Il Contratto ha per oggetto la fornitura del servizio di noleggio di articoli di puericultura e relativi accessori (di seguito Bene o Beni ) tra

Dettagli

COMUNE DI CUASSO AL MONTE REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA

COMUNE DI CUASSO AL MONTE REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA COMUNE DI CUASSO AL MONTE Provincia di Varese REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA Approvato con delibera del Consiglio comunale n. in data 1 TITOLO I DISPOSIZIONI DI CARATTERE GENERALE Art. 1 Oggetto

Dettagli

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI approvato con deliberazione di C.S. n. 50 del 19/3/2004 1 Art. 1 Oggetto Il presente

Dettagli

Schema di convenzione per l affidamento in gestione della palestra della scuola

Schema di convenzione per l affidamento in gestione della palestra della scuola Schema di convenzione per l affidamento in gestione della palestra della scuola L anno, nel giorno ( ) del mese di, presso la sede del Comune di Capannori (LU), con il presente atto da valere ad ogni effetto

Dettagli

schema di CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE AD USO STUDIO MEDICO SABBIONARA, STUDIO MEDICO N. 2

schema di CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE AD USO STUDIO MEDICO SABBIONARA, STUDIO MEDICO N. 2 COMUNE DI AVIO Provincia di Trento Rep. n. - Atti Privati soggetti a registrazione schema di CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE AD USO STUDIO MEDICO SABBIONARA, STUDIO MEDICO N. 2 omissis Tutto ciò premesso

Dettagli

i servizi cimiteriali i Servizi cimiteriali PoStuMi e le AutorizzAzioni

i servizi cimiteriali i Servizi cimiteriali PoStuMi e le AutorizzAzioni i servizi cimiteriali i Servizi cimiteriali PoStuMi e le AutorizzAzioni AGEC gestisce i servizi Cimiteriali dal 1999, impegnandosi a garantire un servizio di qualità, nel rispetto del decoro e della riservatezza.

Dettagli

COMUNE DI TRICASE TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI 2011

COMUNE DI TRICASE TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI 2011 COMUNE DI TRICASE TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI 2011 Seppellimento in terra di una salma e di un'urna cineraria Esumazione ordinaria e straordinaria Tumulazione in loculo Tumulazione di resti o ceneri

Dettagli

COMUNE DI MEDE (Provincia di Pavia) REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI IN REGIME DI MERCATO LIBERO

COMUNE DI MEDE (Provincia di Pavia) REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI IN REGIME DI MERCATO LIBERO COMUNE DI MEDE (Provincia di Pavia) REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI IN REGIME DI MERCATO LIBERO Approvato con deliberazione C.C. n 5 del 17/03/2014 Art. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. OGGETTO: Affidamento del servizio di. all' IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA)

SCHEMA DI CONTRATTO. OGGETTO: Affidamento del servizio di. all' IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA) SCHEMA DI CONTRATTO OGGETTO: Affidamento del servizio di. all' IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA) L anno DUEMILA... il giorno del mese di in una sala del Comune di Trieste. Premesso che:

Dettagli

L anno nel mese di il giorno.in Milano Via Vivaio, 1 TRA

L anno nel mese di il giorno.in Milano Via Vivaio, 1 TRA SCHEMA DI CONVENZIONE TIPO PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI AI DIPENDENTI DELLA CITTA' METROPOLITANA DI MILANO CON ESTINZIONE MEDIANTE L ISTITUTO DELLA DELEGAZIONE DI PAGAMENTO L anno nel mese di il giorno.in

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA (Provincia di Grosseto) COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA (Provincia di Grosseto) VERBALE delle DELIBERAZIONI della GIUNTA COMUNALE (DELIBERAZIONE N 34 del 13/02/2014) OGGETTO: TARIFFE LOCULI E AREE CIMITERIALI, LAMPADE VOTIVE,

Dettagli

C O M U N E D I C H I E V E Provincia di Cremona REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEL CIMITERO

C O M U N E D I C H I E V E Provincia di Cremona REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEL CIMITERO C O M U N E D I C H I E V E Provincia di Cremona REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEL CIMITERO Approvato con delibera Consiglio Comunale n. 49 del 29/11/2010 - Entrato in vigore il 01/01/2011

Dettagli

COMUNE DI PONTE LAMBRO

COMUNE DI PONTE LAMBRO COMUNE DI PONTE LAMBRO Provincia di Como UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO SERVIZIO LAMPADE VOTIVE APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE NR. 13 DEL 27 GENNAIO 2006 IN VIGORE DAL 01 GENNAIO 2006 INDICE

Dettagli

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI POSA LAPIDE MORTUARIA CON CONTORNI TOMBA Ai sensi dell art. 36 del Regolamento di Polizia Mortuaria

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI POSA LAPIDE MORTUARIA CON CONTORNI TOMBA Ai sensi dell art. 36 del Regolamento di Polizia Mortuaria li / /20 MARCA DA BOLLO 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI CLES COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI POSA LAPIDE MORTUARIA CON CONTORNI TOMBA Ai sensi dell art. 36 del Regolamento di Polizia Mortuaria Il/La

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO PROVINCIA DI GROSSETO Piazza del Plebiscito, 1 58015 Orbetello (GR)

COMUNE DI ORBETELLO PROVINCIA DI GROSSETO Piazza del Plebiscito, 1 58015 Orbetello (GR) COMUNE DI ORBETELLO PROVINCIA DI GROSSETO Piazza del Plebiscito, 1 58015 Orbetello (GR) Tel. 0564 861111 Fax 0564 860648 C.F. 82001470531 P.I. 00105110530 DETERMINAZIONE N 459 DEL 01/08/2012 U.O.Pianificazione

Dettagli

COMUNE DI LIVORNO. alla concessione della cappella denominata ex Fubini, posta all interno del

COMUNE DI LIVORNO. alla concessione della cappella denominata ex Fubini, posta all interno del COMUNE DI LIVORNO N del Repertorio CONVENZIONE ACCESSIVA alla concessione della cappella denominata ex Fubini, posta all interno del Cimitero Comunale La Cigna sul V.le Monumentale. L anno e questo di

Dettagli

DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE. Determinazione n. 106

DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE. Determinazione n. 106 O P E R A R O M A N I (Azienda Pubblica di Servizi alla Persona) Via Roma, 21 38060 - NOMI (TN) Costituita ai sensi della L.R. 21 settembre 2005, n. 7. DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE Determinazione n. 106

Dettagli

CITTÀ DI MORBEGNO Provincia di Sondrio

CITTÀ DI MORBEGNO Provincia di Sondrio CITTÀ DI MORBEGNO Provincia di Sondrio Deliberazione numero: 39 In data: 06/03/2014 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: APPROVAZIONE VARIAZIONI ALLE TARIFFE CIMITERIALI L'anno duemilaquattordici

Dettagli

COMUNE DI LEGNAGO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI O COLOMBARI E DI CELLE-OSSARIO NEI CIMITERI COMUNALI

COMUNE DI LEGNAGO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI O COLOMBARI E DI CELLE-OSSARIO NEI CIMITERI COMUNALI COMUNE DI LEGNAGO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI O COLOMBARI E DI CELLE-OSSARIO NEI CIMITERI COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 133 del 15.12.2005 1 REGOLAMENTO PER

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MOLTENO Provincia di Lecco ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 43 Reg. Delib. Oggetto: TARIFFE PER LE CONCESSIONI E I SERVIZI CIMITERIALI PER L'ANNO 2013. L'anno duemilatredici il

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISPERSIONE, AFFIDAMENTO E CONSERVAZIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISPERSIONE, AFFIDAMENTO E CONSERVAZIONE DELLE CENERI PROVINCIA DI SAVONA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISPERSIONE, AFFIDAMENTO E CONSERVAZIONE DELLE CENERI (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 24 del 28.11.2008) 1 Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI

REGOLAMENTO PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI COMUNE DI SAN PIETRO IN GUARANO (Prov. di COSENZA) IV SETTORE - SERVIZI CIMITERIALI Largo Municipio n 1 87047 San Pietro in Guarano (CS) Tel./Fax 0984.4725.24/44 E-mail: servizicimiteriali@comune.sanpietroinguarano.cs.it

Dettagli

Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente contratto disciplina la concessione del

Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente contratto disciplina la concessione del COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA CONCESSIONE DI SERVIZIO RELATIVA ALL AREA DI PARCHEGGIO PUBBLICO DI PIAZZA SASSI. Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente

Dettagli

CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO A TITOLO ONEROSO TRA

CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO A TITOLO ONEROSO TRA CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO A TITOLO ONEROSO TRA L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE (di seguito l UNIVERSITÀ ), con sede legale in Napoli, alla Via Ammiraglio F. Acton n. 38,

Dettagli

SERVIZI CIMITERIALI A RICHIESTA CIMITERO UNICO CAPOLUOGO. Descrizione opere compiute e relativi prezzi unitari

SERVIZI CIMITERIALI A RICHIESTA CIMITERO UNICO CAPOLUOGO. Descrizione opere compiute e relativi prezzi unitari Comune di Pieve di Cento P.zza Andrea Costa, n 17 Pieve di Cento - Provincia di Bologna - C.A.P. 40066 P.I. 00510801202 - C.F. 00470350372 - Tel. 051/6862681 - Fax 051/6862692 III Settore - Ufficio Tecnico

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI COMUNALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI COMUNALI REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 40 del 01.08.2014 REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI

Dettagli

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** SERVIZIO TUMULAZIONI ED ESTUMULAZIONI NEI CIMITERI DI GALATINA E FRAZIONI

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** SERVIZIO TUMULAZIONI ED ESTUMULAZIONI NEI CIMITERI DI GALATINA E FRAZIONI SERVIZIO TUMULAZIONI ED ESTUMULAZIONI NEI CIMITERI DI GALATINA E FRAZIONI IMPORTO PRESUNTIVO ANNUO 25.000,00 C A P I T O L A T O D O N E R I E D E L E N C O P R E Z Z I RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO IL

Dettagli

L anno il giorno del mese di, con la presente scrittura privata

L anno il giorno del mese di, con la presente scrittura privata CONTRATTO RELATIVO AL SERVIZIO DI PULIZIA, DI SANIFICAZIONE E SANITIZZAZIONE, DI FACCHINAGGIO, DI LOGISTICA E MOVIMENTAZIONE/DISTRIBUZIONE MERCI PRESSO I MAGAZZINI FARMACEUTICO ED ECONOMALE, DI PORTIERATO

Dettagli

COMUNE DI CAMPAGNA LUPIA

COMUNE DI CAMPAGNA LUPIA COMUNE DI CAMPAGNA LUPIA PROVINCIA DI VENEZIA Via Repubblica 34/36 C.A.P. 30010 Tel. 041/5145911 Fax 041/460017 REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELL ILLUMINAZIONE VOTIVA DEI CIMITERI COMUNALI Approvato

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI.

COMUNE DI GALLIATE REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. COMUNE DI GALLIATE REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. Approvato con deliberazione C.C. n. 47 del 27/11/2008

Dettagli

OGGETTO: AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI ELENCO PREZZI UNITARI

OGGETTO: AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI ELENCO PREZZI UNITARI OGGETTO: AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI ELENCO PREZZI UNITARI \\cluster\settore4\p_paoli\cimitero38\garaservizicimiteriali\2011 nuova gara\determina approvazione disciplinare\elenco

Dettagli

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE LATINA CONTRATTO DI APPALTO TRA PER

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE LATINA CONTRATTO DI APPALTO TRA PER AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE LATINA CONTRATTO DI APPALTO TRA Azienda Unità Sanitaria Locale Latina con sede legale in V.le P.L. Nervi Centro Direzionale Latinafiori/torre G2 04100 Latina codice fiscale

Dettagli

COMUNE DI VOGHIERA (PROVINCIA DI FERRARA) L'anno duemiladodici, addì ( ) del mese di, presso la

COMUNE DI VOGHIERA (PROVINCIA DI FERRARA) L'anno duemiladodici, addì ( ) del mese di, presso la COMUNE DI VOGHIERA (PROVINCIA DI FERRARA) SVOLGIMENTO DEI COMPITI E FUNZIONI DI RESPONSABILE ESTERNO DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP) PER L ANNO 2012 Rep. N. /2012 L'anno duemiladodici,

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER LA CREMAZIONE, L AFFIDAMENTO, LA CONSERVAZIONE E LA DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI

R E G O L A M E N T O PER LA CREMAZIONE, L AFFIDAMENTO, LA CONSERVAZIONE E LA DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI CITTA DI BORDIGHERA Provincia di Imperia R E G O L A M E N T O PER LA CREMAZIONE, L AFFIDAMENTO, LA CONSERVAZIONE E LA DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI Approvato con deliberazione

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI MOGGIO UDINESE PROVINCIA DI UDINE CONTRATTO DI CONCESSIONE TOMBA DI FAMIGLIA ART.

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI MOGGIO UDINESE PROVINCIA DI UDINE CONTRATTO DI CONCESSIONE TOMBA DI FAMIGLIA ART. REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI MOGGIO UDINESE PROVINCIA DI UDINE CONTRATTO DI CONCESSIONE TOMBA DI FAMIGLIA ART. 45 BIS REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA. L anno duemila, il giorno, del mese di,

Dettagli

all. sub. C COMUNE DI ALBIGNASEGO (Provincia di Padova) ATTO DI CONCESSIONE PER ANNI NOVANTANOVE DI UN AREA

all. sub. C COMUNE DI ALBIGNASEGO (Provincia di Padova) ATTO DI CONCESSIONE PER ANNI NOVANTANOVE DI UN AREA all. sub. C Imposta di bollo assolta con le modalità telematiche, ai sensi del D.M. 22 febbraio 2007, mediante Modello Unico Informatico (M.U.I.) per l'importo di 45,00". COMUNE DI ALBIGNASEGO (Provincia

Dettagli

REGOLAMENTO per l EROGAZIONE del SERVIZIO di ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE nel CIMITERO COMUNALE

REGOLAMENTO per l EROGAZIONE del SERVIZIO di ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE nel CIMITERO COMUNALE COMUNE DI RIGNANO GARGANICO Provincia di Foggia REGOLAMENTO per l EROGAZIONE del SERVIZIO di ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE nel CIMITERO COMUNALE Approvato con Deliberazione Consiliare n. 45 del 30.11.2013-1

Dettagli

C O M U N E di M O Z Z O

C O M U N E di M O Z Z O C O M U N E di M O Z Z O Provincia di Bergamo ORIGINALE DELIBERAZIONE N. 10 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Rilascio concessioni cimiteriali - Rideterminazione e ricognizione tariffe.

Dettagli

Schema di CONVENZIONE

Schema di CONVENZIONE Schema di CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI NEMBRO E LA SOCIETA SERIO SERVIZI AMBIENTALI S.R.L. PER LA REALIZZAZIONE DEI SEGUENTI IMPIANTI FOTOVOLTAICI: - IMPIANTO FOTOVOLTAICO SULLA SCUOLA PRIMARIA DEL CENTRO;

Dettagli

Regolamento. dei. contratti. cimiteriali

Regolamento. dei. contratti. cimiteriali COMUNE DI POIRINO Provincia di Torino Regolamento dei contratti cimiteriali Allegato A) alla Deliberazione del Consiglio comunale n. 34 in data 27.11.2002. 1 CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Tumulazioni

Dettagli

Comune di Spilamberto (Provincia di Modena)

Comune di Spilamberto (Provincia di Modena) Comune di Spilamberto (Provincia di Modena) Regolamento comunale relativo a cremazione, affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti Approvato con Deliberazione

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Acquisto di n. 1 mini escavatore da impiegare nei lavori di manutenzione delle strade SALERNO, 10 ottobre 2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO (ing. Bernardo Saja) Oggetto

Dettagli

COMUNE DI TIVOLI. Descrizione analitica dei servizi in appalto:

COMUNE DI TIVOLI. Descrizione analitica dei servizi in appalto: COMUNE DI TIVOLI Settore VIII Ufficio Piano Quadro Cimiteriale Capitolato Speciale d Appalto Servizi Funebri Cimiteriali di valenza biennale (24 mesi naturali e consecutivi) Allegato A1al Capitolato Generale

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE PER. IMMOBILE AD USO COMMERCIALE (art. 27 della legge n. 392 del 27 luglio 1978)

CONTRATTO DI LOCAZIONE PER. IMMOBILE AD USO COMMERCIALE (art. 27 della legge n. 392 del 27 luglio 1978) CONTRATTO DI LOCAZIONE PER IMMOBILE AD USO COMMERCIALE (art. 27 della legge n. 392 del 27 luglio 1978) L anno duemiladodici (2012), il giorno ( ) del mese di.., in Santa Fiora (GR), tra: Maurizio ONOFRI,

Dettagli

TRA. - l Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, Codice Fiscale n. 94164020482 e Partita Iva n. 05913670484, con sede

TRA. - l Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, Codice Fiscale n. 94164020482 e Partita Iva n. 05913670484, con sede CONTRATTO DI LOCAZIONE L anno duemila e questo dì del mese di in Firenze CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA FATTA IN TRE ORIGINALI TRA - l Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, Codice

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA DELL EMILIA

COMUNE DI ANZOLA DELL EMILIA COMUNE DI ANZOLA DELL EMILIA Provincia di Bologna Rep. n. SCHEMA DI CONTRATTO DI CONCESSIONE IN DIRITTO DI SUPERFICIE DI UN AREA IN LOCALITA PONTE SAMOGGIA EDIFICABILE PRODUTTIVA PER LA REALIZZAZIONE DI

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA CIMITERI CAPOLUOGO E FRAZIONE CORTEREGGIO

REGOLAMENTO SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA CIMITERI CAPOLUOGO E FRAZIONE CORTEREGGIO COMUNE DI SAN GIORGIO CANAVESE Provincia di Torino Tel. 0124-32.121 Fax. 0124-32.51.06 e-mail: municipio@comunesangiorgio.it REGOLAMENTO SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA CIMITERI CAPOLUOGO E FRAZIONE CORTEREGGIO

Dettagli

Prot. n.5130/c14q Brescia 07 novembre 2013 /le. Il Dirigente scolastico dell Istituto Istruzione Superiore di Stato Andrea Mantegna di Brescia

Prot. n.5130/c14q Brescia 07 novembre 2013 /le. Il Dirigente scolastico dell Istituto Istruzione Superiore di Stato Andrea Mantegna di Brescia Istituto di Istruzione Superiore di Stato Andrea Mantegna Sede legale Via Fura, 96 C.F. 98092990179-25125 Brescia Tel. 030.3533151 030.3534893 Fax 030.3546123 e-mail: iabrescia@provincia.brescia.it sito

Dettagli

COMUNE DI PORTO SANT ELPIDIO. Provincia di Fermo CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO ALLA SOC. COOP. A R.L.

COMUNE DI PORTO SANT ELPIDIO. Provincia di Fermo CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO ALLA SOC. COOP. A R.L. COMUNE DI PORTO SANT ELPIDIO Provincia di Fermo CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO ALLA SOC. COOP. A R.L. MARINA SERVICE DI PORTO SAN GIORGIO GESTIONE SERVIZIO DI SALVATAGGIO A MARE NELLE SPIAGGE LIBERE DEL

Dettagli

COMUNE DI PLOAGHE Provincia di Sassari

COMUNE DI PLOAGHE Provincia di Sassari CONCESSIONE LOCULI CIMITERIALI.doc - 1 - COMUNE DI PLOAGHE Provincia di Sassari REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI 1. Approvato con deliberazione del C.C. n 36 del 17.04.2003;

Dettagli