ALLEGATO 5 CAPITOLATO TECNICO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ALLEGATO 5 CAPITOLATO TECNICO"

Transcript

1 ALLEGATO 5 CAPITOLATO TECNICO GARA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI CONDUZIONE DELL INFRASTRUTTURA ICT E LO SVILUPPO DI PROGETTI DI IT INNOVATION IN AMBITO INFRATRUTTURALE E TECNOLOGICO DELL INAIL - ID 1 di 92

2 INDICE 1. PREMESSA Acronimi Definizioni INTRODUZIONE OBIETTIVI DELLA FORNITURA IL CONTESTO DI RIFERIMENTO Centri elaborazione dati (CED) Contesto operativo Processi gestionali Contesto tecnologico DEFINIZIONE DELLA FORNITURA Oggetto Durata LOTTO 1 - SERVIZI OPERATIVI ED ESECUZIONE DEI PROGETTI DI IT INNOVATION Conduzione infrastruttura ICT Sviluppo ed evoluzione dell infrastruttura ICT Conduzione tecnica Attività specifiche di Processo Manutenzione HW Conduzione, gestione e manutenzione impianti Impianti e macchine oggetto di manutenzione totale ed integrale Gestione impianti elettrici Conduzione impianti elettrici Gestione impianti di climatizzazione Manutenzione impianti antincendio Manutenzione reti Ulteriori specifiche del servizio Personale del Fornitore Implementazione e gestione del sistema informativo Responsabilità del Fornitore Prezzi per le attività di manutenzione aventi ad oggetto adeguamenti, modifiche ed integrazioni degli impianti Esecuzione di Progetti di IT innovation Modalità di esecuzione e organizzazione dei servizi del Lotto Modello e sedi di erogazione dei servizi remunerati a canone Organizzazione dei servizi remunerati a canone di 92

3 4.4.3 Orario dei servizi remunerati a canone Modello e sedi di erogazione dei servizi erogati in modalità progettuale LOTTO 2 SERVIZI DI SUPPORTO SPECIALISTICO ICT Supporto al governo delle operazioni IT Supporto alle strutture gestionali Supporto al System Test Supporto al controllo operativo sui servizi Supporto specialistico ai progetti Supporto specialistico su tecnologie, sistemi e reti Supporto agli studi architetturali e ai progetti tecnologici Supporto ai progetti applicativi Supporto alla definizione/revisione dei processi Supporto della Service Control Room Gestione della Service Control Room Modello e sedi di erogazione dei servizi di supporto specialistico ICT Modalità di esecuzione e organizzazione dei servizi del Lotto STRUMENTI A SUPPORTO DELL OPERATIVITÀ Strumenti resi disponibili dall Amministrazione Strumenti resi disponibili dal Fornitore Strumenti per la rilevazione degli Indicatori di Qualità generali e di intervento Strumenti per il Calcolo degli scostamenti DIMENSIONAMENTO Dimensionamento massimo Lotto Conduzione dell infrastruttura ICT Conduzione impianti Esecuzione di Progetti di IT innovation Interventi fuori orario Dimensionamento massimo Lotto Supporto al governo delle operazioni IT e supporto specialistico ai progetti Gestione Service Control Room MODALITA DI ESECUZIONE DELLA FORNITURA Premessa Intera fornitura Modalità continuativa a canone Composizione del canone per la remunerazione dei servizi Remunerazione dei servizi di conduzione ICT Remunerazione dei servizi di conduzione impianti Modalità Continuativa a consumo di 92

4 8.5 Modalità progettuale Gestione della fornitura Attività di inizio e fine fornitura Affiancamento di inizio fornitura Trasferimento del know-how Risorse impegnate nell erogazione dei servizi Profili professionali Referenti della fornitura Referenti operativi Prodotti della fornitura Modalità di consegna dei prodotti Vincoli temporali sulle consegne Aggiornamento della documentazione Assenza di virus Strumenti di documentazione DIREZIONE DEI LAVORI Modalità di autorizzazione e approvazione dei documenti Monitoraggio delle attività contrattuali Rilievi Rilevazione della Customer Satisfaction Modalità di accettazione dei prodotti Modalità di svolgimento Interruzione del collaudo Verifiche di conformità GESTIONE DELLA QUALITÀ Assicurazione Qualità Indicatori di Qualità Indici di prestazione Indicatori di qualità aggiuntivi Revisione degli Indicatori di Qualità Strumenti per la misurazione e rendicontazione degli Indicatori di qualità Periodo transitorio GARANZIA di 92

5 1. PREMESSA Il presente ha lo scopo di definire i requisiti minimi relativi alla fornitura dei servizi in oggetto, in quantità, qualità e livelli di servizio. Il Capitolato Tecnico si completa delle seguenti Appendici: Appendice 1: Descrizione del contesto tecnologico; Appendice 2: Descrizione dei profili professionali; Appendice 3: Indicatori di qualità della fornitura; Appendice 4: Elenco apparati hardware e prodotti software; Appendice 5: Contenuto dei prodotti; Appendice 6: Attività di manutenzione programmate sugli impianti; Appendice 7: Planimetrie e disegni impianti 1. Le condizioni di cui al presente documento, gli atti e i documenti ivi richiamati ed allegati, ancorché non materialmente allegati, costituiscono parte integrante e sostanziale del Contratto. 1.1 Acronimi GP ICT IT ITIL KB POC SCR Giorni Persona Information and Communication Technology Information Technology Information Technology Infrastructure Library Knowledge Base Proof of Concept Service Control Room Nota 1 : a causa del particolare tipo di contenuto (planimetrie in formato Autocad nativo e pdf) tale Appendice è disponibile solo in formato elettronico. 5 di 92

6 1.2 Definizioni Amministrazione: va inteso l Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro INAIL; Fornitore: se non diversamente indicato va inteso come l impresa aggiudicataria di ciascuno dei Lotti della fornitura; Fornitore Lotto 1: va intesa l Impresa aggiudicataria del Lotto 1; Fornitore Lotto 2: va intesa l Impresa aggiudicataria del Lotto 2; Intervento progettuale: va intesa un unità organica di lavoro in cui si scompongono i servizi erogati in modalità progettuale. Dal punto di vista del Fornitore, l intervento è assimilabile ad un progetto, la cui esecuzione è suddivisa nelle fasi, indicate dal ciclo di vita applicato, che richiedono la realizzazione di specifici prodotti; Piano di lavoro: si intende il piano dell intervento progettuale/progetto che il Fornitore dovrà produrre secondo le modalità definite dall Amministrazione; Impianti: vanno intesi gli impianti elettrici, di condizionamento, di allarme e antincendio come meglio specificato nel proseguo del documento. 6 di 92

7 1. INTRODUZIONE Il presente Capitolato ha l obiettivo di definire i requisiti dei servizi oggetto di fornitura per la conduzione dell Infrastruttura Informativa e degli impianti dell INAIL, la relativa manutenzione dell HW, la gestione di progetti di IT Innovation e l erogazione dei servizi di supporto connessi, compresa la gestione di una Service Control Room. L oggetto della fornitura è rappresentato dal complesso dei servizi e delle attività volti a garantire la piena fruibilità e operatività dei servizi ICT dell Amministrazione, a mantenerne la perfetta efficienza, a garantire agli utenti la disponibilità e le prestazioni dei servizi. In tale ambito si prevede, inoltre, di fornire all Amministrazione il supporto necessario per garantirne il costante allineamento all evoluzione tecnologica del mercato ICT e per rappresentare un ruolo di eccellenza nell informatica pubblica, candidandosi ad essere uno dei poli nel quale sarà possibile consolidare i Data Center di altre Pubbliche Amministrazioni, nonché un riferimento per nuove modalità di lavoro. 2. OBIETTIVI DELLA FORNITURA La presente gara è articolata su due Lotti ad aggiudicazione mutuamente esclusiva: Lotto 1 Conduzione infrastruttura ICT e impianti; Lotto 2 Servizi di Supporto specialistico ICT. dettagliatamente descritti nei successivi paragrafi. La gara si configura, relativamente al Lotto 1, come servizi continuativi retribuiti a canone per la conduzione dell infrastruttura ICT e degli impianti e un servizio di esecuzione dei progetti di IT Innovation, retribuito a corpo. Per quanto riguarda il Lotto 2, la gara si configura come servizi di supporto specialistico al governo delle operazioni IT e ai progetti di IT innovation nonché alla gestione della Service Control Room; ogni servizio di supporto specialistico verrà retribuito a corpo, con l unica eccezione della gestione degli eventi (nell ambito della gestione della Service Control Room) eseguita in modalità continuativa a consumo in giorni persona (GP). Gli obiettivi generali che l INAIL intende perseguire con la presente iniziativa sono di: affidare al Fornitore la conduzione della propria infrastruttura, con piena autonomia gestionale nell erogazione del servizio, responsabilizzandolo sul risultato; essere garantito, con specifiche clausole contrattuali, nell erogazione del servizio; 7 di 92

8 elevare la qualità e la flessibilità dei servizi operativi (Operation), attraverso una maggiore industrializzazione dei processi; richiedere un costante rinnovamento delle competenze in considerazione della rapida evoluzione delle tecnologie e delle frequenti opportunità di variazione del contesto tecnologico dell Amministrazione; svolgere le attività sulla base dei processi implementati dall Amministrazione in aderenza alle linee guida di ITIL v3 e avvalendosi degli strumenti previsti a supporto della specifica attività; nei casi di change degli ambienti critici utilizzare, ove richiesto dall Amministrazione, le linee guida dei principali fornitori di cui si avvale l Amministrazione stessa; individuare una flessibilità contrattuale con l obiettivo di permettere per l intera durata contrattuale di adeguare il Service Target alle esigenze dell Amministrazione; definire indicatori che valutino la capacità del Fornitore di semplificare/ridurre le componenti infrastrutturali; industrializzare le attività tecniche attraverso l individuazione di SLA e l introduzione di KPI di processo; affidare a un Fornitore terzo: la gestione della Service Control Room (SCR), in grado di integrare l attuale gestione reattiva degli incidenti con un modello operativo orientato alla gestione proattiva e predittiva degli eventi. il supporto nell individuazione e nel governo di progetti di IT innovation in maniera indipendente, trasparente e incondizionata dalla operatività e dalla gestione corrente dell infrastruttura. 2. IL CONTESTO DI RIFERIMENTO Il contesto descritto è quello di riferimento alla data di stesura del presente Capitolato Tecnico. Le informazioni aggiornate saranno fornite ad inizio fornitura. 2.1 Centri elaborazione dati (CED) I CED dove verranno erogati i servizi oggetto della fornitura sono attualmente così articolati (il tutto è in fase evolutiva): ROMA: DCOD Polo Tiburtino (sito primario); ROMA: DCOD Via Ferruzzi, 40; ROMA: DCOD Via Santuario Regina degli Apostoli 33. L Amministrazione si riserva la possibilità di costituire un ulteriore sito, collocato sempre nel 8 di 92

9 territorio nazionale, ove collocare il sito di Disaster Recovery. Per quanto riguarda, invece, il sito di Via Ferruzzi è in fase di valutazione la possibilità di un trasferimento in altra struttura, comunque in Roma. In tal caso, tutti i servizi citati nel presente capitolato per la conduzione dell infrastruttura, dovranno essere trasferiti presso il nuovo sito, mentre per quanto riguarda la conduzione dell impiantistica l Amministrazione si riserva la possibilità di richiederne l erogazione anche nel nuovo sito. In quest ultima ipotesi il Fornitore aggiudicatario dell appalto dovrà supportare INAIL nella gestione delle necessarie attività di moving, con l obiettivo di non avere impatti sull operatività dell Istituto. 2.2 Contesto operativo I servizi oggetto dell appalto si inquadrano in un contesto operativo complesso che prevede una forte interazione e sinergia tra i vari attori impegnati nell erogazione di servizi informatici. L Amministrazione sta implementando i processi sulla base delle linee guida di ITIL v3. In particolare, il personale impegnato nell erogazione dei servizi di ciascun Lotto, oltre a relazionarsi con il personale dell Amministrazione, dovrà interagire e collaborare con i team dell aggiudicatario dell altro Lotto nonché con i team impegnati nell erogazione di servizi aggiudicati con altre procedure di gara, quali ad esempio: team applicativi, ossia impegnati nell erogazione di servizi di Sviluppo, Manutenzione evolutiva, adeguativa, correttiva e assistenza di software; team dedicati al test standardizzato, ossia impegnati nei test prestazionali, di sicurezza, usabilità, etc. 2.3 Processi gestionali Attualmente sono in corso di implementazione i seguenti processi definiti secondo le best practice ITIL v3: Incident Management; Request Fulfilment; Service Asset & Configuration Management; Problem Management; Change Management; Release & Deployment Management; Capacity Management. In fase di avvio della fornitura verrà fornito l elenco aggiornato dei processi implementati alla 9 di 92

10 data e la relativa descrizione dei processi/procedure, il Fornitore è tenuto all erogazione dei servizi in conformità ai processi, alle procedure ed alle responsabilità in essi definite nonché ad adottare gli strumenti che l Amministrazione ritiene opportuni. Inoltre, l Amministrazione si riserva di introdurre ulteriori processi ITIL, oltre a quelli specificati, ovvero di introdurre detti processi anche in un contesto organizzativo diverso da quello specificato. 2.4 Contesto tecnologico Per la descrizione dell attuale contesto tecnologico ed applicativo si faccia riferimento all Appendice DEFINIZIONE DELLA FORNITURA 3.1 Oggetto L oggetto della fornitura è rappresentato dal complesso dei servizi e delle attività volti a garantire la piena fruibilità e operatività dei servizi ICT dell Amministrazione, a mantenerne la perfetta efficienza, a garantire agli utenti la disponibilità e le prestazioni dei servizi. In tale ambito si prevede, inoltre, di fornire all Amministrazione il supporto necessario per garantirne il costante allineamento all evoluzione tecnologica del mercato ICT e per rappresentare un ruolo di eccellenza nell informatica pubblica, candidandosi ad essere uno dei poli, nel quale sarà possibile consolidare i Data Center di altre pp.aa, nonché un riferimento per nuove modalità di lavoro. Di seguito è fornito l elenco ed una descrizione di massima di ogni servizio richiesto, assumendo come normalmente note al Fornitore le attività di carattere tecnico necessarie al raggiungimento degli obiettivi del servizio, secondo la già citata suddivisione in due Lotti. Con l aggiudicatario della gara INAIL stipulerà apposito contratto con il quale verrà regolamentato l affidamento dei seguenti servizi: Lotto 1 - Servizi operativi e Progetti di IT innovation a) Conduzione infrastruttura ICT; b) Conduzione, gestione e manutenzione impianti; c) Progetti di IT innovation; Lotto 2 - Supporto specialistico ICT: a) Supporto al governo delle operazioni IT; 10 di 92

11 b) Supporto specialistico ai progetti; c) Service Control Room. Tutti i prodotti/servizi sopra indicati devono rispettare le caratteristiche minime stabilite nel Capitolato Tecnico, pena l esclusione dalla procedura di gara. I suddetti Lotti prevedono i servizi di seguito elencati e descritti nel presente Capitolato. Tabella 1 Sintesi dei servizi oggetto di fornitura Macroservizio Servizio Lotto 1 Conduzione infrastruttura ICT Sviluppo ed evoluzione dell'infrastruttura ICT Conduzione tecnica Attività specifiche di processo Manutenzione HW Conduzione, gestione e manutenzione impianti Progetti di IT innovation Supporto alle strutture gestionali Lotto 2 Supporto al governo delle operazioni IT Supporto specialistico ai progetti Service Control Room Supporto al system test Supporto al controllo operativo sui servizi Supporto specialistico su tecnologie, sistemi e reti Supporto agli studi architetturali e ai progetti tecnologici Supporto ai progetti applicativi Supporto alla definizione/revisione dei processi Supporto alla Service Control Room Gestione degli eventi Gestione e manutenzione catene tecnologiche Reportistica e monitoraggio 3.2 Durata Per ciascun Lotto di fornitura la durata massima prevista è fissata in 36 mesi, a partire dalla Data di inizio attività, che sarà comunicata secondo le modalità indicate nel Contratto. 11 di 92

12 4. LOTTO 1 - SERVIZI OPERATIVI ED ESECUZIONE DEI PROGETTI DI IT INNOVATION 4.1 Conduzione infrastruttura ICT Sviluppo ed evoluzione dell infrastruttura ICT Per Sviluppo ed evoluzione dell Infrastruttura ICT si intende il complesso delle attività operative necessarie alla messa in produzione di nuovi apparati, sistemi e/o ambienti elaborativi e alla loro integrazione nell Infrastruttura ICT ovvero ad apportare cambiamenti dell Infrastruttura non riconducibili ad attività di ordinaria gestione e manutenzione; nel presente servizio è inclusa anche la dismissione dei vecchi apparati. L infrastruttura può comprendere il Mainframe, i server distribuiti, il software di base, middleware, DBMS, application server, gli apparati di rete, i dispositivi di storage e backup e comunque tutte le apparecchiature necessarie al corretto funzionamento dei servizi ovunque disposte nell infrastruttura di proprietà di INAIL negli stabili di sua proprietà o di terzi ovvero noleggiata da terzi anche in cloud. Finalità del servizio è la realizzazione, ovvero installazione, test ed avviamento dell infrastruttura tecnologica, sulla base di Specifiche Tecniche e/o Funzionali prodotte e/o approvate dall Amministrazione. Tra le varie attività da eseguire sono compresi: il disegno dei sistemi ed il loro dimensionamento; l installazione e l interconnessione degli apparati di rete, l integrazione tra i diversi componenti dell infrastruttura, con contestuale configurazione; l installazione e la configurazione dei sistemi, del firmware, del software di base e del middleware e l integrazione tra i diversi componenti della fornitura; la migrazione di prodotti SW già presenti nel contesto tecnologico dell Amministrazione ovvero l aggiornamento alle versioni di recente rilascio di prodotti di mercato; la migrazione dei Sistemi Operativi, del middleware, dei server e dei client, per il mantenimento delle versioni ufficialmente supportate e per l adeguamento dei sistemi alle esigenze di integrazione ed alle compatibilità applicative; la dismissione dei vecchi apparati comprensiva delle attività legate alla rottamazione (trasporto compreso) e cancellazione/distruzione dei dati. Fanno inoltre parte dell evoluzione dei sistemi le seguenti attività: il supporto al capacity management delle infrastrutture informatiche; il supporto alla definizione di piani di disponibilità e continuità operativa delle 12 di 92

13 infrastrutture; il supporto alla definizione dei processi di service management; il supporto alla gestione sistemi per attività che richiedano competenze specifiche; il supporto specialistico per gli aspetti tecnologici relativi allo sviluppo applicativo. Fanno inoltre parte dello sviluppo sistemi le seguenti attività: analisi dell impatto implementativo; analisi del rischio; analisi dei costi e dei benefici; definizione delle modalità di realizzazione; definizione dei metodi di collaudo; definizione dei metodi di installazione; documentazione funzionale; procedure operative; rilascio della soluzione implementata alla gestione (esercizio); aggiornamento delle configurazioni. Al Fornitore può essere richiesta la predisposizione di ambienti prototipali da rendere disponibili per proof of concept (POC) o piccole sperimentazioni, con cui verificare le caratteristiche principali della soluzione prima del suo inserimento nell ambiente operativo, sull Infrastruttura dell Amministrazione. Dopo la verifica delle funzionalità del prototipo si eseguono le installazioni nell ambiente di destinazione finale. Tutte le attività sopra descritte prevedono l aggiornamento e/o la predisposizione della documentazione a supporto (dettaglio dell installazione, delle configurazioni e delle procedure di gestione, di salvataggio della configurazione, script di start/stop dei prodotti, dipendenze con altri server ecc ). Il Fornitore dovrà predisporre la documentazione a supporto per ciascuna delle attività sopra descritte e che l Amministrazione riterrà opportuno far redigere Conduzione tecnica Per Conduzione tecnica si intende il complesso delle attività riconducibili all ordinaria gestione e manutenzione dell infrastruttura garantendone il funzionamento e l efficienza. 13 di 92

14 Gli obiettivi della conduzione tecnica sono: garantire la disponibilità dei sistemi e l esecuzione delle attività schedulate; assicurare un continuo controllo sullo stato dei sistemi e dei collegamenti, individuare criticità o malfunzionamenti ed intraprendere le azioni necessarie; prevenire, gestire e risolvere tutti i problemi che comportano interruzione o degrado del servizio all utenza; ottimizzare l utilizzo dello storage in termini di razionalizzazione degli accessi e garantire la disponibilità, la salvaguardia ed l integrità dei dati; garantire l efficienza dei sistemi rispetto all utilizzo delle risorse hardware e software; controllare l impatto sulla tecnologia esistente e garantire l adeguamento degli ambienti elaborativi a fronte dell immissione in esercizio di modifiche correttive e/o evolutive di applicazioni esistenti; monitorare e verificare i consumi effettivi delle eventuali infrastrutture e servizi in cloud. Nei paragrafi successivi si dà evidenza degli ambiti in cui il Fornitore dovrà operare: - Conduzione sistemi e reti; - Monitoraggio servizi; - Attività di processo CONDUZIONE SISTEMI E RETI PRESA IN CARICO DI NUOVI SERVIZI E DI NUOVE TECNOLOGIE L attività è finalizzata alla presa in carico di nuovi servizi, sistemi, procedure operative e di tutti gli elementi base oggetto dei servizi di gestione (sistemi, apparati HW, prodotti SW e firmware). Il Fornitore è responsabile di effettuare tutte le attività necessarie per l avviamento e per la presa in carico sia nei casi in cui le attività realizzative siano state effettuate dal Fornitore stesso sia nei casi in cui le attività realizzative siano state effettuate da terze parti (es. vendor). Il Fornitore è responsabile: di eseguire le procedure definite dall Amministrazione per la messa in produzione delle infrastrutture; 14 di 92

15 di eseguire le procedure definite all interno del processo di Service Asset & Configuration Management per l identificazione dei nuovi Elementi di Configurazione; dell implementazione delle politiche di software Distribution relativamente al parco tecnologico dell INAIL; della verifica, valutazione ed eventuale integrazione della documentazione prevista dall Amministrazione; gestione della software distribution GESTIONE AMBIENTI ELABORATIVI Le attività sono volte a mantenere un ambiente di elaborazione stabile e tale da garantire il soddisfacimento dei requisiti operativi. Più in dettaglio, le attività consistono nell integrazione dei prodotti di terze parti con le componenti del sistema operativo, comprendendo le attività di aggiornamento, test di funzionalità e distribuzione del software utilizzato, nel rispetto dell evoluzione tecnologica dei sistemi, degli standard di mercato e dei livelli di servizio contrattuali. Le attività sono volte a mantenere un ambiente di elaborazione stabile e tale da garantire il soddisfacimento dei requisiti operativi. Più in dettaglio, le attività consistono nell integrazione dei prodotti di terze parti con le componenti del sistema operativo, comprendendo le attività di aggiornamento, test di funzionalità e distribuzione del software utilizzato, nel rispetto dell evoluzione tecnologica dei sistemi, degli standard di mercato e dei livelli di servizio contrattuali. La gestione degli ambienti elaborativi prevede in particolare: l installazione, personalizzazione, distribuzione, manutenzione e test del sistema operativo, dei sottosistemi e dei prodotti del middleware (Web Server, Application Server, Data Server, Mainframe, ecc.); la definizione ed attuazione delle procedure di automazione operativa (script di avvio/arresto, controllo dei servizi, trasferimento automatico di dati, ecc..); le configurazioni necessarie all integrazione di prodotti software (configurazioni dei prodotti relativi all ambiente, alla sicurezza, alla connettività, all autenticazione attraverso servizi di gestione centralizzata delle utenze, alla comunicazione tra diversi layer tecnologici, ad es. Application server e Data Base server, ecc..); coordinamento degli interventi di manutenzione HW; verifica periodica delle fonti di pubblicazione dei bollettini di sicurezza per le tecnologie in uso presso INAIL ed esecuzione periodica dell aggiornamento dei sistemi per la rimozione delle vulnerabilità di sicurezza (installazione patch, windows update, 15 di 92

16 modifiche alla configurazione dei servizi, ecc...) in accordo con le misure di prevenzione degli incidenti definite da INAIL. A tal proposito, si precisa che INAIL consentirà l utilizzo delle utenze di accesso ai network dei vendor di cui è in possesso, con cui il Fornitore potrà consultare informazioni relative alla sicurezza. Tuttavia, il Fornitore dovrà accedere a bollettini pubblici e/o informazioni ottenute attraverso propri canali, a complemento della citata attività; coordinamento ed esecuzione di tutte le attività legate alla conduzione dei siti di disaster recovery/business continuity sia nella normale conduzione (compreso l allineamento dei dati fra i vari siti ove richiesto), sia a fronte dei test periodici e a fronte di dichiarazioni di disastro da parte dell INAIL. In generale, il Fornitore è tenuto farsi parte proattiva nel proporre e analizzare modifiche agli apparati gestiti, al fine di mantenerli allineati alle ultime fix, release e versioni del software installato GESTIONE APPARATI DI RETE Si richiede che il Fornitore effettui le attività di gestione, configurazione e tuning degli apparati di rete presso i CED dell Istituto ad eccezione dei router geografici che sono a carico del gestore della connettività SPC, e degli apparati LAN che, come specificato successivamente, sono a carico di altro Fornitore. In caso in cui l Amministrazioni sottoscriva accordi di peering, il fornitore dovrà assicurare la configurazione e la gestione dei router, degli apparati di interconnessione geografica e dei protocolli necessari per il peering. Il Fornitore deve garantire la continuità di esercizio delle reti anche a fronte di problemi particolarmente complessi. Di seguito, sono elencate a titolo esemplificativo e non esaustivo le attività richieste: la pianificazione e l esecuzione delle attività di configurazione degli apparati affidati; la razionalizzazione dell infrastruttura di rete attiva e passiva, sulla base di quanto concordato con l Amministrazione; il test e il collaudo degli apparati di rete; la tracciatura e l indirizzamento delle attività di gestione nonché la produzione di reportistica e di statistiche di accesso ai sistemi; l implementazione e la gestione dei sistemi di problem determination e di analisi degli output a supporto delle applicazioni che utilizzino l infrastruttura di rete (es. sniffer, sonde); 16 di 92

17 la collaborazione nelle fasi realizzative dei progetti infrastrutturali e/o applicativi che utilizzano l infrastruttura di rete. Attualmente, per quanto riguarda la rete LAN (rif. Appendice 1), l Amministrazione si avvale del servizio di supporto on site acquisito tramite Convenzione Consip, pertanto non è da considerare incluso nel presente servizio fino a tutto il Successivamente a tale data, la gestione e manutenzione della rete LAN rientrerà nel presente servizio nel caso non venga rinnovata la suddetta convenzione Consip GESTIONE DELLE PROCEDURE BATCH Le procedure batch si articolano in: batch applicativo, schedulato a seguito di richiesta effettuata dalle varie aree applicative; batch tecnico, che riguarda essenzialmente il salvataggio dei dati e la memorizzazione dei dati di sistema, utilizzati per la produzione di report statistici mensili. Il Fornitore ha la responsabilità del buon esito del batch tecnico per tutti i prodotti installati, compresi quelli di automazione. Inoltre, il Fornitore ha la responsabilità, a fronte di errori di esecuzione del batch applicativo, di fornire il supporto per verificare eventuali cause riconducibili all infrastruttura. Il Fornitore dovrà avvalersi del software messo a disposizione dell INAIL per il monitoraggio e la produzione dei report statistici, riportato nell Appendice GESTIONE DELLA DISPONIBILITÀ Per tutti i sistemi per i quali sia stato configurato un meccanismo di alta affidabilità (per esempio cluster, bladespare, cluster Weblogic, Oracle RAC, ridondanza di connessioni fisiche ecc...), sulla base della periodicità concordata o a fronte di un change complesso su uno specifico sistema, il Fornitore deve produrre un piano che descriva le modalità di test, i risultati attesi, e eseguire il test secondo la tempistica concordata con l Amministrazione GESTIONE DELLO STORAGE L attività si sostanzia principalmente nel: controllare l utilizzo dei dischi e delle Virtual Tape Library (VTL), per assicurare la disponibilità di spazio; gestire lo spazio sui dischi e le VTL; 17 di 92

OGGETTO DELLA FORNITURA...4

OGGETTO DELLA FORNITURA...4 Gara d appalto per la fornitura di licenze software e servizi per la realizzazione del progetto di Identity and Access Management in Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. CAPITOLATO TECNICO Indice 1 GENERALITÀ...3

Dettagli

Allegato 2: Prospetto informativo generale

Allegato 2: Prospetto informativo generale Gara a procedura ristretta accelerata per l affidamento, mediante l utilizzo dell Accordo Quadro di cui all art. 59 del D.Lgs. n. 163/2006, di Servizi di Supporto in ambito ICT a InnovaPuglia S.p.A. Allegato

Dettagli

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING Il servizio, fornito attraverso macchine server messe

Dettagli

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI:

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI: IL PRESIDENTE VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l art. 8, comma 2, ai sensi del quale l Autorità stabilisce le norme sulla propria

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA CONDUZIONE

Dettagli

C O M U N E D I G A L L I P O L I A r e a d e l l e P o l i t i c h e t e r r i t o r i a l i e d I n f r a s t r u t t u r a l i

C O M U N E D I G A L L I P O L I A r e a d e l l e P o l i t i c h e t e r r i t o r i a l i e d I n f r a s t r u t t u r a l i APPALTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL SISTEMA INFORMATICO COMUNALE BANDO DEL 16/05/2013 QUESITO N. 35 inviato alla casella di posta elettronica indicata sul bando in data 15/07/2013 Facendo riferimento

Dettagli

Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione. ALLEGATO IV Capitolato tecnico

Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione. ALLEGATO IV Capitolato tecnico Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione ALLEGATO IV Capitolato tecnico ISTRUZIONI PER L ATTIVAZIONE A RICHIESTA DEI SERVIZI DI ASSISTENZA SISTEMISTICA FINALIZZATI ALLA PROGETTAZIONE E

Dettagli

Allegato B DOCUMENTO DI SLA (Service Level Agreement) Colf&Badanti Web

Allegato B DOCUMENTO DI SLA (Service Level Agreement) Colf&Badanti Web Allegato B DOCUMENTO DI SLA (Service Level Agreement) Colf&Badanti Web 1 INDICE 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO 3 2. SLA RELATIVO ALLA INFRASTRUTTURA PRIMARIA 3 2.1. Dati di targa... 3 2.2. Banda virtuale

Dettagli

Contratto Quadro Realizzazione di portali e servizi

Contratto Quadro Realizzazione di portali e servizi 1 Contratto Quadro Realizzazione di portali e servizi on line Lotto 4 - ID 1403 Roma, 11 aprile 2016 2 Indice 1. Servizi disponibili 2. Progettazione, Sviluppo, MEV di portali, siti e applicazioni web

Dettagli

Allegato Tecnico Database As A Service

Allegato Tecnico Database As A Service Allegato Tecnico Database As A Service Nota di lettura 1 Descrizione del servizio 1.1 Definizioni e acronimi 1.2 Oracle DATABASE AS A SERVICE 1.3 Attivazione del servizio Configurazione Network Configurazione

Dettagli

Direzione Centrale Sistemi Informativi

Direzione Centrale Sistemi Informativi Direzione Centrale Sistemi Informativi Missione Contribuire, in coerenza con le strategie e gli obiettivi aziendali, alla definizione della strategia ICT del Gruppo, con proposta al Chief Operating Officer

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA GESTIONE

Dettagli

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO ARTICOLAZIONE DEL DIPARTIMENTO Il Dipartimento Informativo e Tecnologico è composto dalle seguenti Strutture Complesse, Settori ed Uffici : Struttura Complessa Sistema

Dettagli

Architettura del sistema

Architettura del sistema 18/06/15 I N D I C E 1 INTRODUZIONE... 2 2 DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI... 2 3 PROGETTO DI MASSIMA... 3 3.1 REQUISITI DELLA SOLUZIONE... 4 4 LA SOLUZIONE... 4 4.1 IL NUCLEO CENTRALE... 5 4.1.1 La gestione

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO PER LA CONDUZIONE

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO PER LA GESTIONE

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO GARA PER L ACQUISIZIONE DI UN SISTEMA DI SICUREZZA ANTIVIRUS CENTRALIZZATO PER IL MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE

CAPITOLATO TECNICO GARA PER L ACQUISIZIONE DI UN SISTEMA DI SICUREZZA ANTIVIRUS CENTRALIZZATO PER IL MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Allegato 5 CAPITOLATO TECNICO GARA PER L ACQUISIZIONE DI UN SISTEMA DI SICUREZZA ANTIVIRUS CENTRALIZZATO PER IL MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE 1 INDICE 1 Introduzione... 3 2 Oggetto della Fornitura...

Dettagli

Pubblicazione informazioni integrative e correttive

Pubblicazione informazioni integrative e correttive Gara per la fornitura dei servizi di assistenza tecnica e manutenzione per i sistemi dipartimentali e per gli impianti LAN ubicati presso gli uffici centrali e periferici della Regione Basilicata. CIG:

Dettagli

Allegato 5. Definizione delle procedure operative

Allegato 5. Definizione delle procedure operative Allegato 5 Definizione delle procedure operative 1 Procedura di controllo degli accessi Procedura Descrizione sintetica Politiche di sicurezza di riferimento Descrizione Ruoli e Competenze Ruolo Responsabili

Dettagli

I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno

I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno In questi ultimi anni gli investimenti

Dettagli

The ITIL Foundation Examination

The ITIL Foundation Examination The ITIL Foundation Examination Esempio di Prova Scritta A, versione 5.1 Risposte Multiple Istruzioni 1. Tutte le 40 domande dovrebbero essere tentate. 2. Le risposte devono essere fornite negli spazi

Dettagli

Specifica del Servizio Network Operation Center

Specifica del Servizio Network Operation Center Specifica del Servizio Network Operation Center Tipo Documento: Specifica Qualified Exchange Network Scopo del Documento: Il presente documento si prefigge di descrivere la soluzione della SC- QXN relativa

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma)

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Appalto per l Affidamento del Servizio di MANUTENZIONE, MONITORAGGIO E CONDUZIONE DEI SERVIZI DI SERVER FARM dell Azienda Sanitaria Locale Roma H compresa la realizzazione di due progetti IT finalizzati

Dettagli

Le aree funzionali ed i processi

Le aree funzionali ed i processi Le aree funzionali ed i processi Gestione Operativa ITIL Information Technology Infrastructure Library (ITIL) è un insieme di linee guida ispirate dalla pratica (Best Practice) nella gestione dei servizi

Dettagli

Allegato Tecnico al Contratto di Appalto di Servizi Informatici tra ACAM SPA e ACAM CLIENTI SPA. Allegato A2 Servizi APPLICATION MANAGEMENT SERVICE

Allegato Tecnico al Contratto di Appalto di Servizi Informatici tra ACAM SPA e ACAM CLIENTI SPA. Allegato A2 Servizi APPLICATION MANAGEMENT SERVICE Allegato Tecnico al Contratto di Appalto di Servizi Informatici tra ACAM SPA e ACAM CLIENTI SPA Allegato A2 Servizi APPLICATION MANAGEMENT SERVICE 1 Introduzione 1.1 Premessa 1. Il presente Allegato A2

Dettagli

Servizi. Gennaio 2013. Corylus S.p.A. (Gruppo IVU S.p.A.)

Servizi. Gennaio 2013. Corylus S.p.A. (Gruppo IVU S.p.A.) Servizi Gennaio 2013 Corylus S.p.A. (Gruppo IVU S.p.A.) Sede Legale: Via La Spezia, 6 00182 Roma Sede Operativa: Via Tre Cannelle, 5 00040 Pomezia (RM) - Tel. +39.06.91997.1 - Fax +39.06.91997.241 - sales@scorylus.it

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013

CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013 CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013 1 Oggetto della fornitura Il presente Capitolato ha per

Dettagli

Aggiornate alle richieste pervenute al 31.03.2009. Pubblicata in data 03.0.4.2009

Aggiornate alle richieste pervenute al 31.03.2009. Pubblicata in data 03.0.4.2009 Aggiornate alle richieste pervenute al 31.03.2009. Pubblicata in data 03.0.4.2009 Regione Calabria - BANDO SIAR - Chiarimenti e risposte ai quesiti 45 46 E possibile utilizzare, per la gestione del SIAR,

Dettagli

Servizio di IT Asset Inventory e Management

Servizio di IT Asset Inventory e Management Servizio di IT Asset Inventory e Management Dexit S.r.l. Sede legale: via G. Gilli, 2-38121 Trento (TN) Tel. 0461/020500 Fax 0461/020599 Cap.Soc. Euro 700.000,00 - Codice Fiscale, P.IVA, Registro Imprese

Dettagli

NT-5. Norma Tecnica. per la manutenzione sulle infrastrutture in fibra ottica

NT-5. Norma Tecnica. per la manutenzione sulle infrastrutture in fibra ottica NT-5 Norma Tecnica per la manutenzione sulle infrastrutture in fibra ottica Abstract Questo documento contiene le modalità tecniche per lo svolgimento delle attività di manutenzione degli impianti. Definisce

Dettagli

SOC le ragioni che determinano la scelta di una struttura esterna

SOC le ragioni che determinano la scelta di una struttura esterna SOC le ragioni che determinano la scelta di una struttura esterna Indice Scopo Servizi SOC Descrizione Servizi Modello di Erogazione Risorse / Organizzazione Sinergia con altri servizi Conclusioni 2 Scopo

Dettagli

Progetto NAC (Network Access Control) MARCO FAGIOLO

Progetto NAC (Network Access Control) MARCO FAGIOLO Progetto NAC (Network Access Control) MARCO FAGIOLO Introduzione Per sicurezza in ambito ICT si intende: Disponibilità dei servizi Prevenire la perdita delle informazioni Evitare il furto delle informazioni

Dettagli

Elementi del progetto

Elementi del progetto Elementi del progetto Premessa Il CLOUD degli Enti Locali rende disponibile quanto necessario per migrare le infrastrutture informatiche oggi attive nei CED dei singoli Enti: Server in forma di Virtual

Dettagli

MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI

MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI DeltaDator garantirà un servizio di manutenzione correttiva, di manutenzione adeguativa e di manutenzione evolutiva.

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

ALLEGATO 4 SINTESI DEI CONTRATTI OGGETTO DI MONITORAGGIO

ALLEGATO 4 SINTESI DEI CONTRATTI OGGETTO DI MONITORAGGIO ALLEGATO 4 SINTESI DEI CONTRATTI OGGETTO DI MONITORAGGIO CONDUZIONE, GESTIONE ED EVOLUZIONE TECNOLOGICA DEI SISTEMI E DELLE PIATTAFORME CENTRALI E PERIFERICHE INPDAP L area d intervento comprende le seguenti

Dettagli

Normalizzazione del Sistema Informativo dell Istituto FORNITURA DI PRODOTTI SOFTWARE IBM PER IL SISTEMA INFORMATIVO DELL INPDAP

Normalizzazione del Sistema Informativo dell Istituto FORNITURA DI PRODOTTI SOFTWARE IBM PER IL SISTEMA INFORMATIVO DELL INPDAP INPDAP Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Gara per la fornitura di prodotti software per il Sistema Informativo dell INPDAP Normalizzazione del Sistema Informativo

Dettagli

Allegato 4 elementi inerenti l informatizzazione

Allegato 4 elementi inerenti l informatizzazione Allegato 4 elementi inerenti l informatizzazione SOFTWARE PER LA GESTIONE DEL MAGAZZINO DEGLI AUSILI TERAPEUTICI 1. INFRASTRUTTURA... 2 2. CARATTERISTICHE DEL SOFTWARE... 2 3. ELABORAZIONI... 3 4. TEMPI

Dettagli

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Sede legale: via Valverde n. 42-37122 Verona - tel. 045/8075511 Fax 045/8075640 ALLEGATO 1.1 1 Premessa L Azienda ha implementato negli anni una rete di comunicazione tra le proprie

Dettagli

Allegato 1 CIG 58703795FF PROCEDURA DI AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER SERVICE MASHUP AND DELIVERY CAPITOLATO TECNICO

Allegato 1 CIG 58703795FF PROCEDURA DI AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER SERVICE MASHUP AND DELIVERY CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA DI AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER SERVICE MASHUP AND DELIVERY CAPITOLATO TECNICO SOMMARIO 1 Oggetto della Fornitura... 3 2 Composizione della Fornitura... 3 2.1 Piattaforma

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE DI SISTEMA TITOLO DOCUMENTO

SPECIFICHE TECNICHE DI SISTEMA TITOLO DOCUMENTO DIREZIONE EMITTENTE CONTROLLO DELLE COPIE Il presente documento, se non preceduto dalla pagina di controllo identificata con il numero della copia, il destinatario, la data e la firma autografa del Responsabile

Dettagli

! "! " #$% & "! "&% &&

! !  #$% & ! &% && ! "! " #$% & "! "&% && '( " )* '+,-$..$ / 0 1 2 ' 3 4" 5 5 &4&6& 27 &+ PROFILO PROFESSIONALE ESPERTO DATABASE E APPLICATIVI Categoria D Gestisce ed amministra le basi dati occupandosi anche della manutenzione

Dettagli

2) Domanda Strutture logistiche per laboratorio e Magazzino

2) Domanda Strutture logistiche per laboratorio e Magazzino Gara a procedura aperta per l affidamento di servizi di supporto tecnico-informatico agli u- tenti dei sistemi informativi gestionali di ENAV S.p.A. CHIARIMENTI A seguito di richiesta di chiarimenti ed

Dettagli

SISTEMA DI LOG MANAGEMENT

SISTEMA DI LOG MANAGEMENT SIA SISTEMA DI LOG MANAGEMENT Controllo degli accessi, monitoring delle situazioni anomale, alerting e reporting Milano Hacking Team S.r.l. http://www.hackingteam.it Via della Moscova, 13 info@hackingteam.it

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LE TELECOMUNICAZIONI

TECNICO SUPERIORE PER LE TELECOMUNICAZIONI ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LE TELECOMUNICAZIONI STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

D ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE DEL PROGETTO ORGANIZZATIVO, CRITERI E MODALITÀ DI VALUTAZIONE

D ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE DEL PROGETTO ORGANIZZATIVO, CRITERI E MODALITÀ DI VALUTAZIONE PROCEDURA DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DEL GIOCO DEL LOTTO AUTOMATIZZATO E DEGLI ALTRI GIOCHI NUMERICI A QUOTA FISSA Allegato D ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE

Dettagli

Ministero della Giustizia

Ministero della Giustizia Ministero della Giustizia DIPARTIMENTO DELL ORGANIZZAZIONE GIUDIZIARIA, DEL PERSONALE E DEI SERVIZI DIREZIONE GENERALE PER I SISTEMI INFORMATIVI AUTOMATIZZATI POLISWEB Specifiche tecniche Versione 4.1

Dettagli

Comune di Nola Provincia di Napoli. Regolamento di gestione utenti e profili di autorizzazione per trattamenti elettronici

Comune di Nola Provincia di Napoli. Regolamento di gestione utenti e profili di autorizzazione per trattamenti elettronici Comune di Nola Provincia di Napoli Regolamento di gestione utenti e profili di autorizzazione per trattamenti elettronici Sommario Articolo I. Scopo...2 Articolo II. Riferimenti...2 Articolo III. Definizioni

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE

CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE 1- Premessa 2- Tipologia della prestazione 3- Consistenza apparati di rete e macchine server 4- Luoghi di espletamento

Dettagli

Utilizzo del Dizionario delle Forniture ICT per la costruzione di capitolati

Utilizzo del Dizionario delle Forniture ICT per la costruzione di capitolati Utilizzo del Dizionario delle Forniture ICT per la costruzione di capitolati Linee guida sulla qualità dei beni e servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della PA Marco Gentili Conoscere

Dettagli

LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI

LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI Gruppo di monitoraggio INAIL Abstract È illustrata l esperienza INAIL di monitoraggio di contratti di servizi informatici in cui è prevista l assistenza

Dettagli

Acquisizione di prodotti e servizi Parte 1

Acquisizione di prodotti e servizi Parte 1 Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi A5_1 V1.0 Acquisizione di prodotti e servizi Parte 1 Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti,

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Allegato 1 Specifiche tecniche ambiente CNPADC. Giugno 2013

Allegato 1 Specifiche tecniche ambiente CNPADC. Giugno 2013 Allegato 1 Specifiche tecniche ambiente CNPADC Giugno 2013 Sommario 1 PREMESSA... 3 2 COMPONENTE TECNOLOGICA DEL SERVIZIO... 3 3 COMPONENTE APPLICATIVA DEL SERVIZIO... 5 3.1 Infrastruttura tecnologica,

Dettagli

Descrizione della piattaforma software MPS Monitor

Descrizione della piattaforma software MPS Monitor Descrizione della piattaforma software MPS Monitor MPS Monitor è il più completo sistema di monitoraggio remoto e di gestione integrata ed automatizzata dei dati e degli allarmi relativi ai dispositivi

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE

TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

Service Control Room «Il monitoraggio integrato dei Servizi Digitali» 04/12/2014

Service Control Room «Il monitoraggio integrato dei Servizi Digitali» 04/12/2014 Service Control Room «Il monitoraggio integrato dei Servizi Digitali» 04/12/2014 1. Il contesto INAIL 2. Perché una Service Control Room 3. Il modello di funzionamento definito 4. I primi risultati del

Dettagli

ITIL Best Practices: dall Operation al Service Management L esperienza TIM

ITIL Best Practices: dall Operation al Service Management L esperienza TIM ITIL Best Practices: dall Operation al Service Management L esperienza TIM 30 Novembre 2005 Sandra Foglia, Francesco Muscuso 1 d i gi t a l IBM d i g i t a l Data General Il contesto: IT Operations Area

Dettagli

Software. Engineering

Software. Engineering Software Engineering Agenda Scenario nel quale matura la necessità di esternalizzare Modalità conrattuali, ambito, livelli di servizio Modalità di governo del contratto e di erogazione dei servizi Metodologia

Dettagli

GARA A PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI MANUTENZIONE

GARA A PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI MANUTENZIONE ALLEGATO 2 GARA A PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI MANUTENZIONE EVOLUTIVA, GESTIONE APPLICATIVA, MANUTENZIONE ADEGUATIVA, ASSISTENZA AGLI UTENTI E

Dettagli

use ready 2 La soluzione open source enterprise preconfigurata per l'it Asset Management www.cmdbuild.org Tecnoteca Srl

use ready 2 La soluzione open source enterprise preconfigurata per l'it Asset Management www.cmdbuild.org Tecnoteca Srl 1 ready 2 use La soluzione open source enterprise preconfigurata per l'it Asset Management www.cmdbuild.org Tecnoteca Srl tecnoteca@tecnoteca.com www.tecnoteca.com CMDBuild ready2use 2 CMDBuild ready2use

Dettagli

Hoox S.r.l. Company profile aziendale. Autore : Hoox S.r.l. Data : Anno 2013

Hoox S.r.l. Company profile aziendale. Autore : Hoox S.r.l. Data : Anno 2013 Hoox S.r.l. Company profile aziendale Autore : Hoox S.r.l. Data : Anno 2013 Chi siamo Hoox è una società di servizi ICT (Information and Communication Technology) orientata alla progettazione, realizzazione

Dettagli

un rapporto di collaborazione con gli utenti

un rapporto di collaborazione con gli utenti LA CARTA DEI SERVIZI INFORMATICI un rapporto di collaborazione con gli utenti La prima edizione della Carta dei Servizi Informatici vuole affermare l impegno di Informatica Trentina e del Servizio Sistemi

Dettagli

Gestione Unica Utenti End User Support and Application Management Services

Gestione Unica Utenti End User Support and Application Management Services A COSA SERVE Fornisce supporto a 360 agli Utenti Gestione ottimizzata dell intero «ciclo di vita» degli asset informatici dalla acquisizione alla dismissione, eliminando l impatto della complessità tecnologica

Dettagli

GESTIONE DELLA RETE INFORMATICA

GESTIONE DELLA RETE INFORMATICA Documento Sistema di Gestione Qualità ISO 9001:2000 Area Settore/ Servizio Processo Rev. Data STA EDP P01 02 Novembre 10 GESTIONE DELLA RETE INFORMATICA TIPO DI PROCEDURA: di supporto AREA DI RIFERIMENTO:

Dettagli

ALLEGATO 4 AL CAPITOLATO TECNICO. Requisiti di qualità specifici della fornitura

ALLEGATO 4 AL CAPITOLATO TECNICO. Requisiti di qualità specifici della fornitura CONSIP S.p.A. ALLEGATO 4 AL CAPITOLATO TECNICO Requisiti di qualità specifici della fornitura Capitolato relativo all affidamento dei servizi di Sviluppo, Manutenzione, Assistenza e Servizi intellettivi

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 INDICE IL SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ Requisiti generali Responsabilità Struttura del sistema documentale e requisiti relativi alla documentazione Struttura dei

Dettagli

ESAME CISA 2003: 3. Protezione del patrimonio dati e degli asset aziendali (25%) 4. Ripristino in caso di calamità e continuità operativa (10%)

ESAME CISA 2003: 3. Protezione del patrimonio dati e degli asset aziendali (25%) 4. Ripristino in caso di calamità e continuità operativa (10%) ESAME CISA 2003: 1. Gestione, pianificazione ed organizzazione SI (11%) 2. Infrastrutture tecniche e prassi operative (13%) 3. Protezione del patrimonio dati e degli asset aziendali (25%) 4. Ripristino

Dettagli

SOLUTIVA S.R.L. SOLUZIONI E SERVIZI INFORMATICI

SOLUTIVA S.R.L. SOLUZIONI E SERVIZI INFORMATICI SOLUTIVA S.R.L. SOLUZIONI E SERVIZI INFORMATICI 1 di 8 INDICE I Valori di Solutiva pag. 3 La Mission Aziendale pag. 4 La Manutenzione Hardware pag. 5 Le Soluzioni Software pag. 6 Il Networking pag. 7 I

Dettagli

Urbi DR-ASP. Descrizione servizio di DR per ASP. Aprile 2012

Urbi DR-ASP. Descrizione servizio di DR per ASP. Aprile 2012 Urbi DR-ASP Aprile 2012 Descrizione servizio di DR per ASP PA DIGITALE Spa Documento Riservato Ultima Revisione luglio 2012 E fatto divieto la copia, la riproduzione e qualsiasi uso di questo P.1/3 Premessa...

Dettagli

Allegato 2 Modello offerta tecnica

Allegato 2 Modello offerta tecnica Allegato 2 Modello offerta tecnica Allegato 2 Pagina 1 Sommario 1 PREMESSA... 3 1.1 Scopo del documento... 3 2 Architettura del nuovo sistema (Paragrafo 5 del capitolato)... 3 2.1 Requisiti generali della

Dettagli

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS Allegato 1 Sono stati individuati cinque macro-processi e declinati nelle relative funzioni, secondo le schema di seguito riportato: 1. Programmazione e Controllo area ICT 2. Gestione delle funzioni ICT

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Acquisizione Beni e Servizi

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Acquisizione Beni e Servizi Acquisizione Beni e Servizi Indice dei contenuti 1. SCHEDA SERVIZIO ACQUISIZIONE BENI E SERVIZI...3 1.1. TIPOLOGIA... 3 1.2. SPECIFICHE DEL SERVIZIO... 3 1.2.1 Descrizione del servizio... 3 1.2.2 Obblighi

Dettagli

Il Community Cloud per il Sistema Pubblico Trentino. Roma, 27 marzo 2014

Il Community Cloud per il Sistema Pubblico Trentino. Roma, 27 marzo 2014 Il Community Cloud per il Sistema Pubblico Trentino Roma, 27 marzo 2014 Informatica Trentina: società di sistema Società a capitale interamente pubblico per la diffusione di servizi ICT al comparto pubblico

Dettagli

CONTRATTO TIPO DI MANUTENZIONE SOFTWARE

CONTRATTO TIPO DI MANUTENZIONE SOFTWARE CONTRATTO TIPO DI MANUTENZIONE SOFTWARE Clausola tipo 1 Definizioni L Assistenza telefonica e/o online ha ad oggetto un servizio di call center di helpline via telefonica e/o telematica (via email o web

Dettagli

ALLEGATO GMR - Gestione e Manutenzione Reti

ALLEGATO GMR - Gestione e Manutenzione Reti AZIENDA OSPEDALIERA SAN CARLO Via Potito Petrone 85100 Potenza - Tel. 0971-61 11 11 Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 ALLEGATO GMR - PROCEDURA APERTA PER LA GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO

Dettagli

NORME ATTUATIVE. del Regolamento di Utilizzo dei Servizi Informatici e di Rete Università degli Studi di Brescia

NORME ATTUATIVE. del Regolamento di Utilizzo dei Servizi Informatici e di Rete Università degli Studi di Brescia NORME ATTUATIVE del Regolamento di Utilizzo dei Servizi Informatici e di Rete Università degli Studi di Brescia Sommario Art. 1 - Oggetto e ambito di applicazione... 2 Art. 2 - Definizioni... 2 Art. 3

Dettagli

REALIZZAZIONE SALA CED

REALIZZAZIONE SALA CED REALIZZAZIONE SALA CED CAPITOLATO TECNICO SOMMARIO 1 Realizzazione sala CED 2 Specifiche minime dell intervento 1. REALIZZAZIONE SALA CED L obiettivo dell appalto è realizzare una Server Farm di ultima

Dettagli

COME MISURARE UN SERVICE DESK IT

COME MISURARE UN SERVICE DESK IT OSSERVATORIO IT GOVERNANCE COME MISURARE UN SERVICE DESK IT A cura di Donatella Maciocia, consultant di HSPI Introduzione Il Service Desk, ovvero il gruppo di persone che è l interfaccia con gli utenti

Dettagli

Chiarimenti. Oggetto : Gara europea per l appalto del Progetto per la realizzazione di una Sala Integrazione e Testing

Chiarimenti. Oggetto : Gara europea per l appalto del Progetto per la realizzazione di una Sala Integrazione e Testing Funzione Acquisti Oggetto : Gara europea per l appalto del Progetto per la realizzazione di una Sala Integrazione e Testing Chiarimenti Con riferimento alla gara in oggetto ed in relazione alle richieste

Dettagli

Si informa che su richiesta effettuata tramite la mail: appalti@fondazionemilano.eu è possibile poter concordare la data per un sopralluogo.

Si informa che su richiesta effettuata tramite la mail: appalti@fondazionemilano.eu è possibile poter concordare la data per un sopralluogo. Procedura aperta sottosoglia per l affidamento del Servizio di gestione sistemistica, application management e sviluppo dei Servizi informativi di Scuole Civiche di Milano fdp GARA 8/2013 CIG 50973588E2

Dettagli

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi REGIONE BASILICATA Contratto di prestazione di servizi PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE

Dettagli

BtoWeb QS Caratteristiche e funzionalità: BtoWeb QS

BtoWeb QS Caratteristiche e funzionalità: BtoWeb QS www.btoweb.it L unione tra il know-how gestionale e organizzativo maturato in oltre 12 anni di consulenza e l esperienza nell ambito dell informatizzazione dei processi ha consentito a Sinergest lo sviluppo

Dettagli

Allegato D Assistenza tecnica personalizzata Assistenza personalizzata

Allegato D Assistenza tecnica personalizzata Assistenza personalizzata Allegato D Assistenza tecnica personalizzata Il servizio di assistenza tecnica personalizzata consiste nel controllo centralizzato del sistema di fonia dell Università, attraverso la supervisione dello

Dettagli

Comune di Spoleto QUESITI E RISPOSTE. Quesito n. 1 Per partecipare alla gara è necessario il possesso della certificazione ISO 20000:2005?

Comune di Spoleto QUESITI E RISPOSTE. Quesito n. 1 Per partecipare alla gara è necessario il possesso della certificazione ISO 20000:2005? Procedura aperta per fornitura chiavi in mano di una suite applicativa gestionale Web based completamente integrata e comprensiva dei relativi servizi di assistenza e manutenzione QUESITI E RISPOSTE Quesito

Dettagli

Cloud Service Area. www.elogic.it. Ci hanno scelto: elogic s.r.l. - Via Paolo Nanni Costa, 30 40133 Bologna - Tel. 051 3145611 info@elogic.

Cloud Service Area. www.elogic.it. Ci hanno scelto: elogic s.r.l. - Via Paolo Nanni Costa, 30 40133 Bologna - Tel. 051 3145611 info@elogic. Cloud Service Area Private Cloud Managed Private Cloud Cloud File Sharing Back Up Services Disaster Recovery Outsourcing & Consultancy Web Agency Program Ci hanno scelto: elogic s.r.l. - Via Paolo Nanni

Dettagli

ALLEGATO AL CONTRATTO DI FORNITURA DEL SERVIZIO LEGALMAIL

ALLEGATO AL CONTRATTO DI FORNITURA DEL SERVIZIO LEGALMAIL ALLEGATO AL CONTRATTO DI FORNITURA DEL SERVIZIO LEGALMAIL.1. Introduzione Legalmail è un servizio di posta elettronica che garantisce un elevato grado di affidabilità e sicurezza. Esso consente al Cliente

Dettagli

WYS. WATCH YOUR SYSTEMS in any condition

WYS. WATCH YOUR SYSTEMS in any condition WYS WATCH YOUR SYSTEMS in any condition WYS WATCH YOUR SYSTEMS La soluzione WYS: prodotto esclusivo e team di esperienza. V-ision, il team di Interlinea che cura la parte Information Technology, è dotato

Dettagli

Gestione degli Access Log degli Amministratori di Sistema La soluzione per ottemperare agli obblighi del Garante Privacy

Gestione degli Access Log degli Amministratori di Sistema La soluzione per ottemperare agli obblighi del Garante Privacy Gestione degli Access Log degli Amministratori di Sistema La soluzione per ottemperare agli obblighi del Garante Privacy http://www.bludis.it/prodotti/manageengine/event_log/pagine/default.aspx Pag. 1

Dettagli

USO OTTIMALE DI ACTIVE DIRECTORY DI WINDOWS 2000

USO OTTIMALE DI ACTIVE DIRECTORY DI WINDOWS 2000 VERITAS StorageCentral 1 USO OTTIMALE DI ACTIVE DIRECTORY DI WINDOWS 2000 1. Panoramica di StorageCentral...3 2. StorageCentral riduce il costo totale di proprietà per lo storage di Windows...3 3. Panoramica

Dettagli

SERVIZIO DI MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

SERVIZIO DI MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA SERVIZIO DI MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA C. E. D. (Centro Elaborazione Dati) Il Responsabile (P.I. Filippo Romano)

Dettagli

Nuove disposizioni di vigilanza prudenziale per le banche La gestione delle utenze amministrative e tecniche: il caso UBIS

Nuove disposizioni di vigilanza prudenziale per le banche La gestione delle utenze amministrative e tecniche: il caso UBIS Nuove disposizioni di vigilanza prudenziale per le banche La gestione delle utenze amministrative e tecniche: il caso UBIS Alessandro Ronchi Senior Security Project Manager La Circolare 263-15 aggiornamento

Dettagli

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT. Paolo Salvaneschi A6_5 V1.0. Security Management

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT. Paolo Salvaneschi A6_5 V1.0. Security Management Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi A6_5 V1.0 Security Management Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti, per studio personale

Dettagli

VALUTARE, QUALIFICARE E MONITORARE I FORNITORI

VALUTARE, QUALIFICARE E MONITORARE I FORNITORI VALUTARE, QUALIFICARE E MONITORARE I FORNITORI Rev. Data Causale Redazione Verifica Approvazione 00 Xx/xx/xxxx Prima emissione INDICE SCOPO DELLA PROCEDURA RESPONSABILITÀ CAMPO DI APPLICAZIONE MODALITÀ

Dettagli

Allegato. Servizio Hosting Virtual DataCenter di Regione Lombardia. per l ENTE UCL Asta del Serio

Allegato. Servizio Hosting Virtual DataCenter di Regione Lombardia. per l ENTE UCL Asta del Serio Allegato Servizio Hosting Virtual DataCenter di Regione Lombardia per l ENTE UCL Asta del Serio Contesto Il percorso condotto da Regione Lombardia (RL) per la razionalizzazione dei CED degli ENTI si inserisce

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 2

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 2 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 2 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici IT

Dettagli

Symantec Network Access Control Starter Edition

Symantec Network Access Control Starter Edition Symantec Network Access Control Starter Edition Conformità degli endpoint semplificata Panoramica Con è facile iniziare a implementare una soluzione di controllo dell accesso alla rete. Questa edizione

Dettagli

GARA N. 1004 ACCORDO QUADRO TRIENNALE PER L AGGIORNAMENTO TECNOLOGICO E LO SVILUPPO DELLE APPLICAZIONI INFORMATICHE GSE (SINTESI DELL APPALTO)

GARA N. 1004 ACCORDO QUADRO TRIENNALE PER L AGGIORNAMENTO TECNOLOGICO E LO SVILUPPO DELLE APPLICAZIONI INFORMATICHE GSE (SINTESI DELL APPALTO) GARA N. 1004 ACCORDO QUADRO TRIENNALE PER L AGGIORNAMENTO TECNOLOGICO E LO SVILUPPO DELLE APPLICAZIONI INFORMATICHE GSE (SINTESI DELL APPALTO) Pagina 1 di 5 INDICE 1. I SERVIZI RICHIESTI...3 2. AGGIORNAMENTO

Dettagli