ALLEGATO 5 CAPITOLATO TECNICO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ALLEGATO 5 CAPITOLATO TECNICO"

Transcript

1 ALLEGATO 5 CAPITOLATO TECNICO GARA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI CONDUZIONE DELL INFRASTRUTTURA ICT E LO SVILUPPO DI PROGETTI DI IT INNOVATION IN AMBITO INFRATRUTTURALE E TECNOLOGICO DELL INAIL - ID 1 di 92

2 INDICE 1. PREMESSA Acronimi Definizioni INTRODUZIONE OBIETTIVI DELLA FORNITURA IL CONTESTO DI RIFERIMENTO Centri elaborazione dati (CED) Contesto operativo Processi gestionali Contesto tecnologico DEFINIZIONE DELLA FORNITURA Oggetto Durata LOTTO 1 - SERVIZI OPERATIVI ED ESECUZIONE DEI PROGETTI DI IT INNOVATION Conduzione infrastruttura ICT Sviluppo ed evoluzione dell infrastruttura ICT Conduzione tecnica Attività specifiche di Processo Manutenzione HW Conduzione, gestione e manutenzione impianti Impianti e macchine oggetto di manutenzione totale ed integrale Gestione impianti elettrici Conduzione impianti elettrici Gestione impianti di climatizzazione Manutenzione impianti antincendio Manutenzione reti Ulteriori specifiche del servizio Personale del Fornitore Implementazione e gestione del sistema informativo Responsabilità del Fornitore Prezzi per le attività di manutenzione aventi ad oggetto adeguamenti, modifiche ed integrazioni degli impianti Esecuzione di Progetti di IT innovation Modalità di esecuzione e organizzazione dei servizi del Lotto Modello e sedi di erogazione dei servizi remunerati a canone Organizzazione dei servizi remunerati a canone di 92

3 4.4.3 Orario dei servizi remunerati a canone Modello e sedi di erogazione dei servizi erogati in modalità progettuale LOTTO 2 SERVIZI DI SUPPORTO SPECIALISTICO ICT Supporto al governo delle operazioni IT Supporto alle strutture gestionali Supporto al System Test Supporto al controllo operativo sui servizi Supporto specialistico ai progetti Supporto specialistico su tecnologie, sistemi e reti Supporto agli studi architetturali e ai progetti tecnologici Supporto ai progetti applicativi Supporto alla definizione/revisione dei processi Supporto della Service Control Room Gestione della Service Control Room Modello e sedi di erogazione dei servizi di supporto specialistico ICT Modalità di esecuzione e organizzazione dei servizi del Lotto STRUMENTI A SUPPORTO DELL OPERATIVITÀ Strumenti resi disponibili dall Amministrazione Strumenti resi disponibili dal Fornitore Strumenti per la rilevazione degli Indicatori di Qualità generali e di intervento Strumenti per il Calcolo degli scostamenti DIMENSIONAMENTO Dimensionamento massimo Lotto Conduzione dell infrastruttura ICT Conduzione impianti Esecuzione di Progetti di IT innovation Interventi fuori orario Dimensionamento massimo Lotto Supporto al governo delle operazioni IT e supporto specialistico ai progetti Gestione Service Control Room MODALITA DI ESECUZIONE DELLA FORNITURA Premessa Intera fornitura Modalità continuativa a canone Composizione del canone per la remunerazione dei servizi Remunerazione dei servizi di conduzione ICT Remunerazione dei servizi di conduzione impianti Modalità Continuativa a consumo di 92

4 8.5 Modalità progettuale Gestione della fornitura Attività di inizio e fine fornitura Affiancamento di inizio fornitura Trasferimento del know-how Risorse impegnate nell erogazione dei servizi Profili professionali Referenti della fornitura Referenti operativi Prodotti della fornitura Modalità di consegna dei prodotti Vincoli temporali sulle consegne Aggiornamento della documentazione Assenza di virus Strumenti di documentazione DIREZIONE DEI LAVORI Modalità di autorizzazione e approvazione dei documenti Monitoraggio delle attività contrattuali Rilievi Rilevazione della Customer Satisfaction Modalità di accettazione dei prodotti Modalità di svolgimento Interruzione del collaudo Verifiche di conformità GESTIONE DELLA QUALITÀ Assicurazione Qualità Indicatori di Qualità Indici di prestazione Indicatori di qualità aggiuntivi Revisione degli Indicatori di Qualità Strumenti per la misurazione e rendicontazione degli Indicatori di qualità Periodo transitorio GARANZIA di 92

5 1. PREMESSA Il presente ha lo scopo di definire i requisiti minimi relativi alla fornitura dei servizi in oggetto, in quantità, qualità e livelli di servizio. Il Capitolato Tecnico si completa delle seguenti Appendici: Appendice 1: Descrizione del contesto tecnologico; Appendice 2: Descrizione dei profili professionali; Appendice 3: Indicatori di qualità della fornitura; Appendice 4: Elenco apparati hardware e prodotti software; Appendice 5: Contenuto dei prodotti; Appendice 6: Attività di manutenzione programmate sugli impianti; Appendice 7: Planimetrie e disegni impianti 1. Le condizioni di cui al presente documento, gli atti e i documenti ivi richiamati ed allegati, ancorché non materialmente allegati, costituiscono parte integrante e sostanziale del Contratto. 1.1 Acronimi GP ICT IT ITIL KB POC SCR Giorni Persona Information and Communication Technology Information Technology Information Technology Infrastructure Library Knowledge Base Proof of Concept Service Control Room Nota 1 : a causa del particolare tipo di contenuto (planimetrie in formato Autocad nativo e pdf) tale Appendice è disponibile solo in formato elettronico. 5 di 92

6 1.2 Definizioni Amministrazione: va inteso l Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro INAIL; Fornitore: se non diversamente indicato va inteso come l impresa aggiudicataria di ciascuno dei Lotti della fornitura; Fornitore Lotto 1: va intesa l Impresa aggiudicataria del Lotto 1; Fornitore Lotto 2: va intesa l Impresa aggiudicataria del Lotto 2; Intervento progettuale: va intesa un unità organica di lavoro in cui si scompongono i servizi erogati in modalità progettuale. Dal punto di vista del Fornitore, l intervento è assimilabile ad un progetto, la cui esecuzione è suddivisa nelle fasi, indicate dal ciclo di vita applicato, che richiedono la realizzazione di specifici prodotti; Piano di lavoro: si intende il piano dell intervento progettuale/progetto che il Fornitore dovrà produrre secondo le modalità definite dall Amministrazione; Impianti: vanno intesi gli impianti elettrici, di condizionamento, di allarme e antincendio come meglio specificato nel proseguo del documento. 6 di 92

7 1. INTRODUZIONE Il presente Capitolato ha l obiettivo di definire i requisiti dei servizi oggetto di fornitura per la conduzione dell Infrastruttura Informativa e degli impianti dell INAIL, la relativa manutenzione dell HW, la gestione di progetti di IT Innovation e l erogazione dei servizi di supporto connessi, compresa la gestione di una Service Control Room. L oggetto della fornitura è rappresentato dal complesso dei servizi e delle attività volti a garantire la piena fruibilità e operatività dei servizi ICT dell Amministrazione, a mantenerne la perfetta efficienza, a garantire agli utenti la disponibilità e le prestazioni dei servizi. In tale ambito si prevede, inoltre, di fornire all Amministrazione il supporto necessario per garantirne il costante allineamento all evoluzione tecnologica del mercato ICT e per rappresentare un ruolo di eccellenza nell informatica pubblica, candidandosi ad essere uno dei poli nel quale sarà possibile consolidare i Data Center di altre Pubbliche Amministrazioni, nonché un riferimento per nuove modalità di lavoro. 2. OBIETTIVI DELLA FORNITURA La presente gara è articolata su due Lotti ad aggiudicazione mutuamente esclusiva: Lotto 1 Conduzione infrastruttura ICT e impianti; Lotto 2 Servizi di Supporto specialistico ICT. dettagliatamente descritti nei successivi paragrafi. La gara si configura, relativamente al Lotto 1, come servizi continuativi retribuiti a canone per la conduzione dell infrastruttura ICT e degli impianti e un servizio di esecuzione dei progetti di IT Innovation, retribuito a corpo. Per quanto riguarda il Lotto 2, la gara si configura come servizi di supporto specialistico al governo delle operazioni IT e ai progetti di IT innovation nonché alla gestione della Service Control Room; ogni servizio di supporto specialistico verrà retribuito a corpo, con l unica eccezione della gestione degli eventi (nell ambito della gestione della Service Control Room) eseguita in modalità continuativa a consumo in giorni persona (GP). Gli obiettivi generali che l INAIL intende perseguire con la presente iniziativa sono di: affidare al Fornitore la conduzione della propria infrastruttura, con piena autonomia gestionale nell erogazione del servizio, responsabilizzandolo sul risultato; essere garantito, con specifiche clausole contrattuali, nell erogazione del servizio; 7 di 92

8 elevare la qualità e la flessibilità dei servizi operativi (Operation), attraverso una maggiore industrializzazione dei processi; richiedere un costante rinnovamento delle competenze in considerazione della rapida evoluzione delle tecnologie e delle frequenti opportunità di variazione del contesto tecnologico dell Amministrazione; svolgere le attività sulla base dei processi implementati dall Amministrazione in aderenza alle linee guida di ITIL v3 e avvalendosi degli strumenti previsti a supporto della specifica attività; nei casi di change degli ambienti critici utilizzare, ove richiesto dall Amministrazione, le linee guida dei principali fornitori di cui si avvale l Amministrazione stessa; individuare una flessibilità contrattuale con l obiettivo di permettere per l intera durata contrattuale di adeguare il Service Target alle esigenze dell Amministrazione; definire indicatori che valutino la capacità del Fornitore di semplificare/ridurre le componenti infrastrutturali; industrializzare le attività tecniche attraverso l individuazione di SLA e l introduzione di KPI di processo; affidare a un Fornitore terzo: la gestione della Service Control Room (SCR), in grado di integrare l attuale gestione reattiva degli incidenti con un modello operativo orientato alla gestione proattiva e predittiva degli eventi. il supporto nell individuazione e nel governo di progetti di IT innovation in maniera indipendente, trasparente e incondizionata dalla operatività e dalla gestione corrente dell infrastruttura. 2. IL CONTESTO DI RIFERIMENTO Il contesto descritto è quello di riferimento alla data di stesura del presente Capitolato Tecnico. Le informazioni aggiornate saranno fornite ad inizio fornitura. 2.1 Centri elaborazione dati (CED) I CED dove verranno erogati i servizi oggetto della fornitura sono attualmente così articolati (il tutto è in fase evolutiva): ROMA: DCOD Polo Tiburtino (sito primario); ROMA: DCOD Via Ferruzzi, 40; ROMA: DCOD Via Santuario Regina degli Apostoli 33. L Amministrazione si riserva la possibilità di costituire un ulteriore sito, collocato sempre nel 8 di 92

9 territorio nazionale, ove collocare il sito di Disaster Recovery. Per quanto riguarda, invece, il sito di Via Ferruzzi è in fase di valutazione la possibilità di un trasferimento in altra struttura, comunque in Roma. In tal caso, tutti i servizi citati nel presente capitolato per la conduzione dell infrastruttura, dovranno essere trasferiti presso il nuovo sito, mentre per quanto riguarda la conduzione dell impiantistica l Amministrazione si riserva la possibilità di richiederne l erogazione anche nel nuovo sito. In quest ultima ipotesi il Fornitore aggiudicatario dell appalto dovrà supportare INAIL nella gestione delle necessarie attività di moving, con l obiettivo di non avere impatti sull operatività dell Istituto. 2.2 Contesto operativo I servizi oggetto dell appalto si inquadrano in un contesto operativo complesso che prevede una forte interazione e sinergia tra i vari attori impegnati nell erogazione di servizi informatici. L Amministrazione sta implementando i processi sulla base delle linee guida di ITIL v3. In particolare, il personale impegnato nell erogazione dei servizi di ciascun Lotto, oltre a relazionarsi con il personale dell Amministrazione, dovrà interagire e collaborare con i team dell aggiudicatario dell altro Lotto nonché con i team impegnati nell erogazione di servizi aggiudicati con altre procedure di gara, quali ad esempio: team applicativi, ossia impegnati nell erogazione di servizi di Sviluppo, Manutenzione evolutiva, adeguativa, correttiva e assistenza di software; team dedicati al test standardizzato, ossia impegnati nei test prestazionali, di sicurezza, usabilità, etc. 2.3 Processi gestionali Attualmente sono in corso di implementazione i seguenti processi definiti secondo le best practice ITIL v3: Incident Management; Request Fulfilment; Service Asset & Configuration Management; Problem Management; Change Management; Release & Deployment Management; Capacity Management. In fase di avvio della fornitura verrà fornito l elenco aggiornato dei processi implementati alla 9 di 92

10 data e la relativa descrizione dei processi/procedure, il Fornitore è tenuto all erogazione dei servizi in conformità ai processi, alle procedure ed alle responsabilità in essi definite nonché ad adottare gli strumenti che l Amministrazione ritiene opportuni. Inoltre, l Amministrazione si riserva di introdurre ulteriori processi ITIL, oltre a quelli specificati, ovvero di introdurre detti processi anche in un contesto organizzativo diverso da quello specificato. 2.4 Contesto tecnologico Per la descrizione dell attuale contesto tecnologico ed applicativo si faccia riferimento all Appendice DEFINIZIONE DELLA FORNITURA 3.1 Oggetto L oggetto della fornitura è rappresentato dal complesso dei servizi e delle attività volti a garantire la piena fruibilità e operatività dei servizi ICT dell Amministrazione, a mantenerne la perfetta efficienza, a garantire agli utenti la disponibilità e le prestazioni dei servizi. In tale ambito si prevede, inoltre, di fornire all Amministrazione il supporto necessario per garantirne il costante allineamento all evoluzione tecnologica del mercato ICT e per rappresentare un ruolo di eccellenza nell informatica pubblica, candidandosi ad essere uno dei poli, nel quale sarà possibile consolidare i Data Center di altre pp.aa, nonché un riferimento per nuove modalità di lavoro. Di seguito è fornito l elenco ed una descrizione di massima di ogni servizio richiesto, assumendo come normalmente note al Fornitore le attività di carattere tecnico necessarie al raggiungimento degli obiettivi del servizio, secondo la già citata suddivisione in due Lotti. Con l aggiudicatario della gara INAIL stipulerà apposito contratto con il quale verrà regolamentato l affidamento dei seguenti servizi: Lotto 1 - Servizi operativi e Progetti di IT innovation a) Conduzione infrastruttura ICT; b) Conduzione, gestione e manutenzione impianti; c) Progetti di IT innovation; Lotto 2 - Supporto specialistico ICT: a) Supporto al governo delle operazioni IT; 10 di 92

11 b) Supporto specialistico ai progetti; c) Service Control Room. Tutti i prodotti/servizi sopra indicati devono rispettare le caratteristiche minime stabilite nel Capitolato Tecnico, pena l esclusione dalla procedura di gara. I suddetti Lotti prevedono i servizi di seguito elencati e descritti nel presente Capitolato. Tabella 1 Sintesi dei servizi oggetto di fornitura Macroservizio Servizio Lotto 1 Conduzione infrastruttura ICT Sviluppo ed evoluzione dell'infrastruttura ICT Conduzione tecnica Attività specifiche di processo Manutenzione HW Conduzione, gestione e manutenzione impianti Progetti di IT innovation Supporto alle strutture gestionali Lotto 2 Supporto al governo delle operazioni IT Supporto specialistico ai progetti Service Control Room Supporto al system test Supporto al controllo operativo sui servizi Supporto specialistico su tecnologie, sistemi e reti Supporto agli studi architetturali e ai progetti tecnologici Supporto ai progetti applicativi Supporto alla definizione/revisione dei processi Supporto alla Service Control Room Gestione degli eventi Gestione e manutenzione catene tecnologiche Reportistica e monitoraggio 3.2 Durata Per ciascun Lotto di fornitura la durata massima prevista è fissata in 36 mesi, a partire dalla Data di inizio attività, che sarà comunicata secondo le modalità indicate nel Contratto. 11 di 92

12 4. LOTTO 1 - SERVIZI OPERATIVI ED ESECUZIONE DEI PROGETTI DI IT INNOVATION 4.1 Conduzione infrastruttura ICT Sviluppo ed evoluzione dell infrastruttura ICT Per Sviluppo ed evoluzione dell Infrastruttura ICT si intende il complesso delle attività operative necessarie alla messa in produzione di nuovi apparati, sistemi e/o ambienti elaborativi e alla loro integrazione nell Infrastruttura ICT ovvero ad apportare cambiamenti dell Infrastruttura non riconducibili ad attività di ordinaria gestione e manutenzione; nel presente servizio è inclusa anche la dismissione dei vecchi apparati. L infrastruttura può comprendere il Mainframe, i server distribuiti, il software di base, middleware, DBMS, application server, gli apparati di rete, i dispositivi di storage e backup e comunque tutte le apparecchiature necessarie al corretto funzionamento dei servizi ovunque disposte nell infrastruttura di proprietà di INAIL negli stabili di sua proprietà o di terzi ovvero noleggiata da terzi anche in cloud. Finalità del servizio è la realizzazione, ovvero installazione, test ed avviamento dell infrastruttura tecnologica, sulla base di Specifiche Tecniche e/o Funzionali prodotte e/o approvate dall Amministrazione. Tra le varie attività da eseguire sono compresi: il disegno dei sistemi ed il loro dimensionamento; l installazione e l interconnessione degli apparati di rete, l integrazione tra i diversi componenti dell infrastruttura, con contestuale configurazione; l installazione e la configurazione dei sistemi, del firmware, del software di base e del middleware e l integrazione tra i diversi componenti della fornitura; la migrazione di prodotti SW già presenti nel contesto tecnologico dell Amministrazione ovvero l aggiornamento alle versioni di recente rilascio di prodotti di mercato; la migrazione dei Sistemi Operativi, del middleware, dei server e dei client, per il mantenimento delle versioni ufficialmente supportate e per l adeguamento dei sistemi alle esigenze di integrazione ed alle compatibilità applicative; la dismissione dei vecchi apparati comprensiva delle attività legate alla rottamazione (trasporto compreso) e cancellazione/distruzione dei dati. Fanno inoltre parte dell evoluzione dei sistemi le seguenti attività: il supporto al capacity management delle infrastrutture informatiche; il supporto alla definizione di piani di disponibilità e continuità operativa delle 12 di 92

13 infrastrutture; il supporto alla definizione dei processi di service management; il supporto alla gestione sistemi per attività che richiedano competenze specifiche; il supporto specialistico per gli aspetti tecnologici relativi allo sviluppo applicativo. Fanno inoltre parte dello sviluppo sistemi le seguenti attività: analisi dell impatto implementativo; analisi del rischio; analisi dei costi e dei benefici; definizione delle modalità di realizzazione; definizione dei metodi di collaudo; definizione dei metodi di installazione; documentazione funzionale; procedure operative; rilascio della soluzione implementata alla gestione (esercizio); aggiornamento delle configurazioni. Al Fornitore può essere richiesta la predisposizione di ambienti prototipali da rendere disponibili per proof of concept (POC) o piccole sperimentazioni, con cui verificare le caratteristiche principali della soluzione prima del suo inserimento nell ambiente operativo, sull Infrastruttura dell Amministrazione. Dopo la verifica delle funzionalità del prototipo si eseguono le installazioni nell ambiente di destinazione finale. Tutte le attività sopra descritte prevedono l aggiornamento e/o la predisposizione della documentazione a supporto (dettaglio dell installazione, delle configurazioni e delle procedure di gestione, di salvataggio della configurazione, script di start/stop dei prodotti, dipendenze con altri server ecc ). Il Fornitore dovrà predisporre la documentazione a supporto per ciascuna delle attività sopra descritte e che l Amministrazione riterrà opportuno far redigere Conduzione tecnica Per Conduzione tecnica si intende il complesso delle attività riconducibili all ordinaria gestione e manutenzione dell infrastruttura garantendone il funzionamento e l efficienza. 13 di 92

14 Gli obiettivi della conduzione tecnica sono: garantire la disponibilità dei sistemi e l esecuzione delle attività schedulate; assicurare un continuo controllo sullo stato dei sistemi e dei collegamenti, individuare criticità o malfunzionamenti ed intraprendere le azioni necessarie; prevenire, gestire e risolvere tutti i problemi che comportano interruzione o degrado del servizio all utenza; ottimizzare l utilizzo dello storage in termini di razionalizzazione degli accessi e garantire la disponibilità, la salvaguardia ed l integrità dei dati; garantire l efficienza dei sistemi rispetto all utilizzo delle risorse hardware e software; controllare l impatto sulla tecnologia esistente e garantire l adeguamento degli ambienti elaborativi a fronte dell immissione in esercizio di modifiche correttive e/o evolutive di applicazioni esistenti; monitorare e verificare i consumi effettivi delle eventuali infrastrutture e servizi in cloud. Nei paragrafi successivi si dà evidenza degli ambiti in cui il Fornitore dovrà operare: - Conduzione sistemi e reti; - Monitoraggio servizi; - Attività di processo CONDUZIONE SISTEMI E RETI PRESA IN CARICO DI NUOVI SERVIZI E DI NUOVE TECNOLOGIE L attività è finalizzata alla presa in carico di nuovi servizi, sistemi, procedure operative e di tutti gli elementi base oggetto dei servizi di gestione (sistemi, apparati HW, prodotti SW e firmware). Il Fornitore è responsabile di effettuare tutte le attività necessarie per l avviamento e per la presa in carico sia nei casi in cui le attività realizzative siano state effettuate dal Fornitore stesso sia nei casi in cui le attività realizzative siano state effettuate da terze parti (es. vendor). Il Fornitore è responsabile: di eseguire le procedure definite dall Amministrazione per la messa in produzione delle infrastrutture; 14 di 92

15 di eseguire le procedure definite all interno del processo di Service Asset & Configuration Management per l identificazione dei nuovi Elementi di Configurazione; dell implementazione delle politiche di software Distribution relativamente al parco tecnologico dell INAIL; della verifica, valutazione ed eventuale integrazione della documentazione prevista dall Amministrazione; gestione della software distribution GESTIONE AMBIENTI ELABORATIVI Le attività sono volte a mantenere un ambiente di elaborazione stabile e tale da garantire il soddisfacimento dei requisiti operativi. Più in dettaglio, le attività consistono nell integrazione dei prodotti di terze parti con le componenti del sistema operativo, comprendendo le attività di aggiornamento, test di funzionalità e distribuzione del software utilizzato, nel rispetto dell evoluzione tecnologica dei sistemi, degli standard di mercato e dei livelli di servizio contrattuali. Le attività sono volte a mantenere un ambiente di elaborazione stabile e tale da garantire il soddisfacimento dei requisiti operativi. Più in dettaglio, le attività consistono nell integrazione dei prodotti di terze parti con le componenti del sistema operativo, comprendendo le attività di aggiornamento, test di funzionalità e distribuzione del software utilizzato, nel rispetto dell evoluzione tecnologica dei sistemi, degli standard di mercato e dei livelli di servizio contrattuali. La gestione degli ambienti elaborativi prevede in particolare: l installazione, personalizzazione, distribuzione, manutenzione e test del sistema operativo, dei sottosistemi e dei prodotti del middleware (Web Server, Application Server, Data Server, Mainframe, ecc.); la definizione ed attuazione delle procedure di automazione operativa (script di avvio/arresto, controllo dei servizi, trasferimento automatico di dati, ecc..); le configurazioni necessarie all integrazione di prodotti software (configurazioni dei prodotti relativi all ambiente, alla sicurezza, alla connettività, all autenticazione attraverso servizi di gestione centralizzata delle utenze, alla comunicazione tra diversi layer tecnologici, ad es. Application server e Data Base server, ecc..); coordinamento degli interventi di manutenzione HW; verifica periodica delle fonti di pubblicazione dei bollettini di sicurezza per le tecnologie in uso presso INAIL ed esecuzione periodica dell aggiornamento dei sistemi per la rimozione delle vulnerabilità di sicurezza (installazione patch, windows update, 15 di 92

16 modifiche alla configurazione dei servizi, ecc...) in accordo con le misure di prevenzione degli incidenti definite da INAIL. A tal proposito, si precisa che INAIL consentirà l utilizzo delle utenze di accesso ai network dei vendor di cui è in possesso, con cui il Fornitore potrà consultare informazioni relative alla sicurezza. Tuttavia, il Fornitore dovrà accedere a bollettini pubblici e/o informazioni ottenute attraverso propri canali, a complemento della citata attività; coordinamento ed esecuzione di tutte le attività legate alla conduzione dei siti di disaster recovery/business continuity sia nella normale conduzione (compreso l allineamento dei dati fra i vari siti ove richiesto), sia a fronte dei test periodici e a fronte di dichiarazioni di disastro da parte dell INAIL. In generale, il Fornitore è tenuto farsi parte proattiva nel proporre e analizzare modifiche agli apparati gestiti, al fine di mantenerli allineati alle ultime fix, release e versioni del software installato GESTIONE APPARATI DI RETE Si richiede che il Fornitore effettui le attività di gestione, configurazione e tuning degli apparati di rete presso i CED dell Istituto ad eccezione dei router geografici che sono a carico del gestore della connettività SPC, e degli apparati LAN che, come specificato successivamente, sono a carico di altro Fornitore. In caso in cui l Amministrazioni sottoscriva accordi di peering, il fornitore dovrà assicurare la configurazione e la gestione dei router, degli apparati di interconnessione geografica e dei protocolli necessari per il peering. Il Fornitore deve garantire la continuità di esercizio delle reti anche a fronte di problemi particolarmente complessi. Di seguito, sono elencate a titolo esemplificativo e non esaustivo le attività richieste: la pianificazione e l esecuzione delle attività di configurazione degli apparati affidati; la razionalizzazione dell infrastruttura di rete attiva e passiva, sulla base di quanto concordato con l Amministrazione; il test e il collaudo degli apparati di rete; la tracciatura e l indirizzamento delle attività di gestione nonché la produzione di reportistica e di statistiche di accesso ai sistemi; l implementazione e la gestione dei sistemi di problem determination e di analisi degli output a supporto delle applicazioni che utilizzino l infrastruttura di rete (es. sniffer, sonde); 16 di 92

17 la collaborazione nelle fasi realizzative dei progetti infrastrutturali e/o applicativi che utilizzano l infrastruttura di rete. Attualmente, per quanto riguarda la rete LAN (rif. Appendice 1), l Amministrazione si avvale del servizio di supporto on site acquisito tramite Convenzione Consip, pertanto non è da considerare incluso nel presente servizio fino a tutto il Successivamente a tale data, la gestione e manutenzione della rete LAN rientrerà nel presente servizio nel caso non venga rinnovata la suddetta convenzione Consip GESTIONE DELLE PROCEDURE BATCH Le procedure batch si articolano in: batch applicativo, schedulato a seguito di richiesta effettuata dalle varie aree applicative; batch tecnico, che riguarda essenzialmente il salvataggio dei dati e la memorizzazione dei dati di sistema, utilizzati per la produzione di report statistici mensili. Il Fornitore ha la responsabilità del buon esito del batch tecnico per tutti i prodotti installati, compresi quelli di automazione. Inoltre, il Fornitore ha la responsabilità, a fronte di errori di esecuzione del batch applicativo, di fornire il supporto per verificare eventuali cause riconducibili all infrastruttura. Il Fornitore dovrà avvalersi del software messo a disposizione dell INAIL per il monitoraggio e la produzione dei report statistici, riportato nell Appendice GESTIONE DELLA DISPONIBILITÀ Per tutti i sistemi per i quali sia stato configurato un meccanismo di alta affidabilità (per esempio cluster, bladespare, cluster Weblogic, Oracle RAC, ridondanza di connessioni fisiche ecc...), sulla base della periodicità concordata o a fronte di un change complesso su uno specifico sistema, il Fornitore deve produrre un piano che descriva le modalità di test, i risultati attesi, e eseguire il test secondo la tempistica concordata con l Amministrazione GESTIONE DELLO STORAGE L attività si sostanzia principalmente nel: controllare l utilizzo dei dischi e delle Virtual Tape Library (VTL), per assicurare la disponibilità di spazio; gestire lo spazio sui dischi e le VTL; 17 di 92

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica

Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica Termini del servizio La funzione dell Help Desk è quella di assicurare il mantenimento delle caratteristiche ottimali di funzionamento della

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Release Management Obiettivi Obiettivo del Release Management è di raggiungere una visione d insieme del cambiamento nei servizi IT e accertarsi che tutti gli aspetti di una release (tecnici e non) siano

Dettagli

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia. Prot. 1377 Cagliari, 13/03/2013 > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.eu ORDINE D ACQUISTO N. 39/2013 RIF. DET. A CONTRARRE N. 31

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

1.1 ITIL e la gestione dei servizi IT

1.1 ITIL e la gestione dei servizi IT Via Turati 4/3, 16128 Genova Tel. 348/4103643 Fax 010/8932429 ITIL (Information Technology Infrastructure Library) 1.1 ITIL e la gestione dei servizi IT In un mercato in cui il successo delle aziende è

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI All.1 al Disciplinare di Gara CAPITOLATO TECNICO Procedura aperta di carattere comunitario, ai sensi dell

Dettagli

agility made possible

agility made possible SOLUTION BRIEF CA IT Asset Manager Come gestire il ciclo di vita degli asset, massimizzare il valore degli investimenti IT e ottenere una vista a portfolio di tutti gli asset? agility made possible contribuisce

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente: DETERMINAZIONE n 597 del 23/01/2012 Proposta: DPG/2012/462 del 13/01/2012 Struttura proponente: Oggetto: Autorità emanante:

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO CONSIP S.p.A. APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO Manuale d uso del programma Base Informativa di Gestione (BIG), utilizzato per la raccolta delle segnalazioni ed il monitoraggio delle attività di gestione

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

In Consiglio regionale della Toscana i buoni consigli di ITIL Consiglio Regione Toscana

In Consiglio regionale della Toscana i buoni consigli di ITIL Consiglio Regione Toscana In Consiglio regionale della Toscana i buoni consigli di ITIL Consiglio Regione Toscana Equivale a livello regionale al Parlamento nazionale E composto da 65 consiglieri Svolge il compito di valutare /

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

Servizio HP Hardware Support Exchange

Servizio HP Hardware Support Exchange Servizio HP Hardware Support Exchange Servizi HP Il servizio HP Hardware Support Exchange offre un supporto affidabile e rapido per la sostituzione dei prodotti HP. Studiato in modo specifico per i prodotti

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it ***

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it *** Oggetto: Accordo Quadro con più operatori economici sul quale basare l aggiudicazione di appalti specifici, ai sensi e per gli effetti dell art. 2, comma 225, L.n. 191/2009, per l affidamento dei Servizi

Dettagli

A vele spiegate verso il futuro

A vele spiegate verso il futuro A vele spiegate verso il futuro Passione e Innovazione per il proprio lavoro La crescita di Atlantica, in oltre 25 anni di attività, è sempre stata guidata da due elementi: la passione per il proprio lavoro

Dettagli

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 NethSecurity Firewall UTM 3 NethService Unified Communication & Collaboration 6 NethVoice Centralino VoIP e CTI 9 NethMonitor ICT Proactive Monitoring 11 NethAccessRecorder

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione Processi (di sviluppo del) software Fase di Analisi dei Requisiti Un processo software descrive le attività (o task) necessarie allo sviluppo di un prodotto software e come queste attività sono collegate

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Data: Ottobre 2012 Firewall pfsense Mail Server Zimbra Centralino Telefonico Asterisk e FreePBX Fax Server centralizzato Hylafax ed Avantfax

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI Security for Virtual and Cloud Environments PROTEZIONE O PRESTAZIONI? Già nel 2009, il numero di macchine virtuali aveva superato quello dei

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e'

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il continuous improvement ed e' ITIL v3 ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e' giusto che lo applichi anche a se' stessa... Naturalmente una

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE

QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE Centro Nazionale per l informatica nella Pubblica Amministrazione Allegato 2a alla lettera d invito QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE GARA A LICITAZIONE PRIVATA PER L APPALTO DEI SERVIZI DI

Dettagli

Balance GRC. Referenze di Progetto. Settembre 2013. Pag 1 di 18 Vers. 1.0. BALANCE GRC S.r.l.

Balance GRC. Referenze di Progetto. Settembre 2013. Pag 1 di 18 Vers. 1.0. BALANCE GRC S.r.l. Balance GRC Referenze di Progetto Settembre 2013 Pag 1 di 18 Vers. 1.0 Project Management Anno: 2012 Cliente: ACEA SpA Roma Durata: 1 anno Intervento: Gestione dei progetti riguardanti l implementazione

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

May Informatica S.r.l.

May Informatica S.r.l. May Informatica S.r.l. Brochure Aziendale Copyright 2010 May Informatica S.r.l. nasce con il preciso scopo di dare soluzioni avanzate alle problematiche legate all'information Technology. LA NOSTRA MISSIONE

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana 1. Definizioni 1.1 I termini con la lettera iniziale maiuscola impiegati nelle presenti Condizioni Generali Parte II si intendono usati salvo diversa

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA Prova Finale GESTIONE DELLA TRANSIZIONE SECONDO LO STANDARD ITIL ITIL SERVICE TRANSITION

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli