Training Experience. FormaMentis. The Execution Compan y

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Training Experience. FormaMentis. The Execution Compan y"

Transcript

1 Training Experience / The Execution Compan y

2 2 T F

3 Execo propone una serie di esperienze formative di uno o due giorni che coniugano il vantaggio del confronto fra partecipanti provenienti da culture ed esperienze diverse alla qualità di un corso su misura. Proprio per questo le aule avranno un numero massimo di 6 partecipanti I corsi sono raggruppati secondo due aree: la sezione che segue nelle prossime pagine e che contiene i corsi che accompagnano le persone nel cambiamento, nei nuovi paradigmi, nel far nascere nuovi punti di vista & FormAzione, che troverete a rovescio dall altra parte del catalogo e che contiene le aree più operative indispensabili per lavorare nell attività quotidiana La personalizzazione dei contenuti dei corsi di formazione può prevede: effettuazione di un test online di Giunti O.S. legato alle tematiche del corso intervista telefonica prima dell intervento formativo con il docente per un allineamento finale Milano - Via Achille Mauri, 4 Roma - Via Don Pasquino Borghi, 172 3

4 Tutti i corsi possono essere erogati in azienda, adattandoli alle vostre esigenze Indice Corporate Mindfulness...5 I 10 passi per l eccellenza personale... 6 La Mappe Mentali...7 Mindset change...8 Execution: lo Zen e l arte di far accadere le cose...9 Self Organization...10 Principi di leadership risonante...11 Leadership Intuitiva...12 Situational Awareness...12 La trappola delle abitudini...13 Pillole formative Respiro consapevole...14 Ascolto, musica e comunicazione...14 La paura: un nemico-amico che può aiutarci...15 Autostima e visione di sé...15 Il teatro come metafora Improvvisa-mente...16 Che stress...16 Leadership Training...17 L intelligenza sistemica per un nuovo modello organizzativo...18 Insight drops Generation: come affrontare la discontinuità generazionale...20 Generare vision. Scenari e macrotrend...21 I nuovi desideri dei consumatori...22 Lo spirito d impresa. Dall organizzazione al coinvolgimento T F

5 CORPORATE MINDFULNESS Mindfulness significa piena consapevolezza. Con questo termine si indica la...consapevolezza che emerge attraverso il prestare attenzione allo svolgersi dell esperienza della nostra vita momento per momento: a) con intenzione b) nel momento presente c) in modo non giudicante (Jon Kabat-Zinn). Attraverso l auto-osservazione e sospendendo le abitudini è possibile comprendere in modo più profondo il proprio funzionamento mentale e le proprie reazioni emotive, migliorando di conseguenza anche le proprie prestazioni professionali. Attraverso l esercizio è infatti possibile: - accrescere la propria capacità di concentrazione (limitando la naturale tendenza a sfuggire nel passato o preoccuparsi per ciò che accadrà nell immediato futuro) - sviluppare tecniche di gestione dello stress - migliorare le proprie relazioni con gli altri e con se stessi. > Migliorare il controllo emotivo > Combattere lo stress > Accrescere la lucidità mentale > Pratiche di concentrazione e meditazione > Lezione su Consapevolezza e intelligenza emotiva Lezione interattiva, esercizi di respirazione, ascolto brani musicali. 1 giornata Costo: IVA Milano 2015: 16 settembre 17 novembre 2016: 9 febbraio 21 marzo 10 maggio 4 luglio Milano - Via Achille Mauri, 4 Roma - Via Don Pasquino Borghi, 172 5

6 I 10 PASSI PER L ECCELLENZA PERSONALE Versione Smart 10 passi per migliorare i propri risultati attraverso le competenze più importanti dal punto di vista aziendale: l assunzione di responsabilità, una visione consapevole dei propri obiettivi, una buona gestione della comunicazione, il lavoro di squadra e la gestione del tempo. > Conoscere maggiormente se stessi per gestire al meglio le relazioni e il lavoro > Acquisire una nuova consapevolezza del ruolo agito > Migliorare l ascolto attivo al fine di indirizzare le proprie azioni e adattarle ai propri obiettivi > Aumentare il rapporto di relazione fiduciaria all interno dei gruppi Lezione interattiva, esercitazioni, proiezioni di video e commento di brani musicali. > Conoscere se stessi > Saper definire gli obiettivi per se stessi nella vita personale e professionale > Operare scelte in linea con i propri valori e quelli dell azienda > Assumersi attivamente le responsabilità > Costruire la fiducia > Saper gestire le relazioni attraverso una corretta comunicazione > Saper lavorare in gruppo per vincere insieme > Saper gestire saggiamente il tempo e le priorità > Saper apprezzare le differenze > Prendersi cura della cosa più preziosa, ovvero di se stessi 1 giornata Costo: IVA Milano 2015: 28 settembre 18 novembre 2016: 26 gennaio 16 marzo 8 giugno Roma 2015: 18 settembre 2016: 15 gennaio 13 giugno 6 T F

7 LE MAPPE MENTALI Le Mappe Mentali sono la rappresentazione grafica del pensiero attraverso parole e immagini secondo una struttura in cui le associazioni sono ordinate gerarchicamente seguendo uno sviluppo radiale dal pensiero centrale. Si basano sulla capacità naturale della mente umana di associare idee e pensieri in maniera non lineare e servono ad elaborare le informazioni in modo non solo logico e razionale, ma anche globale, creativo, intuitivo, emotivo. > Miglioramento della creatività e delle capacità di problem solving > Produzione di idee originali e soluzioni nuove > Potenziamento del pensiero laterale > Miglioramento delle capacità di apprendimento > Efficacia nei processi aziendali e nei progetti di lavoro > Aumento della memoria e delle energie mentali > Miglioramento dell organizzazione e della gestione del tempo Lezione dialogata, laboratorio creativo con accompagnamento alla creazione di Mappe Mentali personalizzate nelle diverse situazioni personali e aziendali. 2 giornata Costo: IVA Milano 2015: 5-6 ottobre novembre 2016: marzo maggio > Teoria delle Mappe Mentali > Il funzionamento del cervello ed il pensiero associativo > Pensiero radiante e pensiero laterale > Creatività: fonti, processo, ostacoli > Come si crea una Mappa Mentale: struttura, sintesi, schema e grafica, colore > Parole chiave ed immagini > Utilizzo pratico delle Mappe Mentali > Le mappe per sviluppare creatività e problem solving > Le mappe per i brain storming ed il lavoro di squadra > Le mappe per presentazioni e riunioni (cenni sull utilizzo di Prezi) > Le mappe per la gestione della conoscenza distribuita > Le mappe ed il Project Management > Le mappe per la negoziazione > Mappe Mentali e cambiamento di Mindset > Mindset e struttura cognitiva > Mindset e consapevolezza > Le mappe e l albero dei valori Milano - Via Achille Mauri, 4 Roma - Via Don Pasquino Borghi, 172 7

8 MINDSET CHANGE La nostra crescita ed il potenziamento dei nostri talenti non dipendono da capacità innate, ma da potenzialità che si possono limitare o sviluppare nel tempo, a seconda di ciò che decidiamo di fare o di pensare, ovvero al nostro Mindset. Cambiare le nostre impostazioni mentali aiuta ad ampliare le nostre capacità di successo raggiungendo traguardi inaspettati. > Riconoscere il proprio Mindset > Modificare la propria forma mentale per essere più efficaci > Gestire il processo interpretativo per creare continuo apprendimento Lezione interattiva, creazione di autoesercitazioni personalizzate da utilizzare al termine del corso per mantenere il nuovo Mindset. > Concetto di Mindset > Le diverse forme di Mindset e le capacità che sviluppano > L origine del Mindset: famiglia, scuola, società > Il Mindset aziendale: leadership, talenti e lavoro di gruppo > Il Mindset nelle relazioni interpersonali > La natura del cambiamento di Mindset > Analisi del Mindset e consapevolezza > Creazione di un nuovo Mindset: visione e obiettivi > Protezione e mantenimento del nuovo Mindset 1 giornata Costo: IVA Milano 2015: 22 ottobre 17 dicembre 2016: 29 febbraio 8 aprile 27 giugno 8 T F

9 EXECUTION: LO ZEN E L ARTE DI FAR ACCADERE LE COSE La massima espressione della saggezza Zen si declina nel coltivare i tre atteggiamenti che permettono di far accadere le cose. La massima espressione dell execution si declina nel coltivare questi tre atteggiamenti nel contesto organizzativo. Da questo approccio nasce la possibilità di considerare l execution un aspetto culturale, che rappresenta il risultato di uno sforzo collettivo che porta un insieme di capacità e disponibilità individuali a raggiungere un obiettivo comune. Fornire nuove prospettive per: > sviluppare in azienda la capacità di fare > stimolare gli atteggiamenti per far accadere le cose > armonizzare attività individuali, obiettivi di gruppo e politiche aziendali complessive > acquisire una metodologia per rendere l execution sempre più efficace > Perché le cose non accadono? > La cultura del far accadere le cose > I tre atteggiamenti Zen: Acuità Sensoriale, Focalizzazione e Interdipendenza > Sankaku: i tre lati dell Execution aziendale > Koan: aforismi zen paradossali al servizio dell Execution La metodologia didattica utilizzata, ampiamente partecipativa e interattiva, ha lo scopo di favorire l applicazione nel proprio contesto lavorativo dei contenuti e delle attività zen svolte, lavorando prevalentemente sui Koan. Ai partecipanti, a corso concluso, può essere fornito un momento di coaching personalizzato. 1 giornata Costo: IVA Milano 2015: 21 settembre 10 novembre 2016: 3 febbraio 5 aprile 16 giugno Milano - Via Achille Mauri, 4 Roma - Via Don Pasquino Borghi, 172 9

10 SELF ORGANIZATION Essere efficaci professionalmente dipende dalle proprie competenze lavorative e dal ruolo aziendale che si ricopre e richiede la capacità di valutare l efficacia del proprio agire organizzativo. Saper agire su di sé per la propria realizzazione professionale, infatti, è la base per capire come auto osservarsi professionalmente, per valutare se ci si considera auto-efficaci come persone, se ci si sente stimati e ci si stima, quanto si è in grado di auto-controllarsi e di intercettare credenze negative e stressanti. Lavorare bene per se stessi e per la propria organizzazione richiede che si concilino sia i propri obiettivi sia quelli organizzativi, ma senza una buona e completa capacità di valutarsi come attore organizzativo si rischia di non arrivare ai risultati sperati. > Sviluppare la capacità di auto-osservare e valutare il proprio agire organizzativo e di ruolo > Individuare quali credenze si hanno rispetto al proprio agire e prendere le contromisure > Accrescere l efficacia della propria gestione delle emozioni e dei bugs mentali > Sviluppare la capacità di gestione dello stress rispetto alla propria rappresentazione interna Viene usata una metodologia attiva, con esercitazioni, questionari e momenti di co-counseling. Ai partecipanti, a corso concluso, può essere fornito un momento di coaching personalizzato. 1 giornata Costo: IVA Milano 2015: 22 settembre 11 novembre 2016: 4 febbraio 6 aprile 17 giugno > Il ruolo organizzazione e la sua percezione > L autovalutazione come strumento di verifica del proprio agire organizzativo > Il concetto di autoefficacia professionale > La visione ottimistica e pessimistica delle proprie azioni > Gli stili di attribuzione e il locus of control > Credenze, atteggiamenti e comportamenti stressogeni > Le 3 A: Auto-organizzazione, Autocontrollo e Autostima 10 T F

11 PRINCIPI DI LEADERSHIP RISONANTE Il nuovo leader è colui che conosce realmente se stesso ed è in grado di gestirsi sulla base di valori profondi. Deve inoltre imparare ad utilizzare la propria intelligenza emotiva e a gestire le emozioni dei propri collaboratori. La leadership risonante nasce come un tentativo di rendere il manager simile a un direttore d orchestra, capace per contagio di far risuonare e consonare tutti gli orchestrali. Essere consapevoli di sé, avere uno sguardo positivo verso il futuro e riuscire a comprendere gli altri sono le basi di questo corso fondamentale in un epoca in cui le aziende sono caratterizzate da un senso di pressione e alta velocità. È quindi necessario tornare a scoprire il valore di una nuova leadership, assertiva e coinvolgente. > Acquisire nuova consapevolezza dell essere leader oggi > Apprendere una modalità di leadership fondata su empatia ed emotività Lezione interattiva e in forma di dialogo, esercitazioni e giochi d aula. > Introduzione alla Mindfulness come strumento di consapevolezza > Come riconoscere e allenare l intelligenza emotiva > Come raggiungere una leadership rivoluzionaria ed efficace 1 giornata Costo: IVA Milano 2015: 16 ottobre 14 dicembre 2016: 2 febbraio 15 aprile 15 giugno Roma 2015: 2 novembre 4 dicembre 2016: 8 febbraio 8 aprile 23 maggio Milano - Via Achille Mauri, 4 Roma - Via Don Pasquino Borghi,

12 LEADERSHIP INTUITIVA in collaborazione con Le neuroscienze hanno scoperto che abbiamo almeno tre cervelli. Perciò è possibile iniziare ad usarli a nostro vantaggio e supportare il ragionamento logico con lo scanning intuitivo per essere più creativi, rapidi ed efficaci nell azione. Da questo approccio nasce la possibilità di un nuovo tipo di leadership in cui il cosiddetto sentimento agisce come booster dell efficacia. > Conoscere cos è davvero la mente e come funziona > Apprendere ad agire sulle 4 dimensioni della leadership > Apprendere a usare le sensazioni emotive come elemento di decisione > Imparare a coltivare il proprio potenziale intuitivo > Il corpo intelligente > La faccia nascosta della leadership > Cosa ci trasmette il feeling di una situazione > Come decodificare il messaggio della sensazione > Allenare l intuizione Aula non frontale con test, simulazioni, role playing. 1 giornata Costo: IVA Milano 2015: 15 settembre 3 novembre 2016: 26 gennaio 8 marzo 14 giugno SITUATIONAL AWARENESS in collaborazione con Nei contesti dinamici, un decision making sbagliato può nascere da una percezione della situazione troppo lenta o inadeguata. In queste situazioni, le regole apprese e l esperienza possono nascondere molte trappole. Ecco le regole per allenarsi a portare velocemente l attenzione ai fattori che fanno la differenza. > Sviluppare la propria consapevolezza del contesto nel decision making > Imparare a riconoscere i propri schemi automatici > Essere efficaci in situazioni dinamiche: team, front end, negoziazioni, change ed emergency management > I fattori costitutivi della Situational Awareness > Le trappole del buon senso e dell esperienza > Struttura delle routine percettive, emotive, cognitive > Come scegliere criteri realmente utili > Allenare l attenzione attiva Aula non frontale con simulazioni, filmati, role playing. 1 giornata Costo: IVA Milano 2015: 14 ottobre 17 novembre 2016: 2 febbraio 5 aprile 19 luglio 12 T F

13 LA TRAPPOLA DELLE ABITUDINI Cos è un abitudine? Quanto le abitudini condizionano le nostre azioni? Come si formano? Cos è il ciclo della routine? Come e perché anche a lavoro spesso le cattive abitudini ci impediscono di raggiungere i nostri obiettivi? È possibile cambiare un abitudine nociva con una più adeguata ed efficace? A queste domande è possibile rispondere con un percorso formativo che aiuta a riconoscere le cattive abitudini e ad attivarne subito di nuove e più gratificanti, pertanto vincenti nel lavoro e nella vita. > Comprendere come si forma un abitudine > Imparare a dismettere un abitudine inutile o nociva > Sostituire le vecchie con nuove e più efficaci abitudini > Psicologia dell abitudine > Il cerchio della routine > Abitudine e gratificazione > Dinamismo operativo > Le abitudini in azienda > Lezione interattiva > Utilizzo audio-video > Esercizi e giochi 1 giornata Costo: IVA Milano 2015: 19 ottobre 30 novembre 2016: 22 gennaio 5 aprile 27 maggio 5 luglio Roma 2015: 15 ottobre 2016: 25 gennaio 21 marzo 16 maggio Milano - Via Achille Mauri, 4 Roma - Via Don Pasquino Borghi,

14 PILLOLE FORMATIVE RESPIRO CONSAPEVOLE Tutti sanno che chi non respira è morto. Pochi hanno capito che più si respira più si è vivi. 3 ore serali Alexander Lowen Perché aumentare la propria competenza nella respirazione? Questa funzione che molti danno per scontata, è quella che non solo ci mantiene in vita, ma influenza in modo incredibile le nostre capacità cognitive, mnemoniche, comunicative e relazionali. Senza contare il fatto che migliora il metabolismo, la salute nel corpo, mantiene buono il nostro umore ed è uno degli strumenti più efficaci col quale superare ansia e stress. > Riconoscere i propri schemi respiratori e le connessioni che vi sono col personale modo di vivere e pensare > Imparare ad utilizzare in maniera autonoma una tecnica di respirazione semplice e di grande efficacia > Sperimentare la potenza del respiro nel corpo e nella mente Lezione interattiva, pratico-teorica per comprendere come e quando utilizzare la tecnica respiratoria esposta. > I benefici di una respirazione consapevole > L impatto del respiro sulla percezione della realtà > L analisi del respiro > Come gestire ansia, stress ed emozioni col respiro > Pratica: esercizi di scioglimento delle tensioni e Sessione di Respiro Consapevole 3 ore Costo: IVA Milano 2015: 22 settembre 19 ottobre 17 novembre 2016: 18 gennaio 16 febbraio 4 aprile 10 maggio 11 luglio ASCOLTO, MUSICA E COMUNICAZIONE Chi sa ascoltare non soltanto è simpatico a tutti, ma dopo un po finisce con l imparare qualcosa Wilson Mizner In ogni tipo di relazione, che sia familiare, d amicizia o lavorativa, uno dei presupposti fondamentali, affinché ci sia una comunicazione utile ed efficace, è la capacità di ascoltare gli altri e anche sé stessi. Si tratta di un abilità articolata e complessa che può migliorare qualsiasi contesto e ambiente, perché aiuta a capire e comprendere le esigenze nostre e altrui. Come diceva Carl Rogers: L incapacità dell uomo di comunicare è il risultato della sua incapacità di ascoltare davvero ciò che viene detto. Imparare ad ascoltare, ascoltando la musica può aiutarci ad espandere le nostre competenze comunicative e relazionali. > Ampliare le proprie percezioni sensoriali > Aumentare presenza, attenzione e cura nelle relazioni > Sviluppare la propria capacità empatica Lezione interattiva mediante l utilizzo di esercizi di ascolto musicale e role play. > Principi base di fisica acustica: cos è un suono? > Principi base della comunicazione > Attenzione alla voce e alle sue caratteristiche, come veicolo di significato > Cos è l empatia? > Cogliere le caratteristiche di brani musicali come metafora dell ascolto nelle relazioni 3 ore Costo: IVA Milano 2015: 23 settembre 20 ottobre 18 novembre 2016: 19 gennaio 17 febbraio 5 aprile 11 maggio 12 luglio 14 T F

15 Non cercare di diventare una persona di successo, ma piuttosto una persona di valore Albert Einstein LA PAURA: UN NEMICO-AMICO CHE PUÒ AIUTARCI Il coraggio è resistenza alla paura e dominio della paura, ma non assenza di paura Mark Twain Una delle emozioni più intense che possiamo attraversare è la paura. Spesso ci blocca e ci rende incapaci di riflettere, fare scelte coraggiose e agire. Tuttavia comprenderla rappresenta un occasione unica per conoscere meglio sé stessi, i limiti che ci si pone e quali sono le aree in cui manteniamo bloccate alcune fra le nostre più importanti risorse. > Riconoscere le proprie paure > Comprendere i messaggi che nascondono > Sviluppare strategie con le quali superarle Lezione teorico pratica. Esercizi di auto-osservazione, rottura di schemi, visualizzazioni creative. > Cos è la paura? > La paura della paura > Cosa avviene nel corpo e nella mente durante la paura? > Le paure più diffuse > I gradi della paura > Modalità per vincere, superare, nutrirsi della paura 3 ore Costo: IVA Milano 2015: 24 settembre 21 ottobre 19 novembre 2016: 20 gennaio 18 febbraio 6 aprile 12 maggio 13 luglio AUTOSTIMA E VISIONE DI SÉ Se io ho perso la fiducia in me stesso, ho l universo contro di me Ralph Waldo Emerson Esistono persone che ottengono risultati particolari, altre hanno la capacità di sentirsi a proprio agio nella maggior parte delle situazioni, alcune riescono a rimanere serene di fronte ad una critica o ad un insuccesso. Per quanto possa risultare strano, le convinzioni che abbiamo su noi stessi, i pensieri che formuliamo, il modo in cui ci definiamo e come ci immaginiamo plasmano il nostro modo di parlare, muoverci, la nostra postura e come ci relazioniamo con gli altri nei contesti più disparati. Non tutti nascono sicuri di sé, ma è possibile cambiare, riconoscere il proprio valore e scoprire che non posso, non riesco, non mi piaccio sono solo frasi che col tempo perdono utilità. > Ristrutturare convinzioni limitanti su sé stessi > Scoprire i propri punti di forza > Trasformare l autocritica in suggerimenti > Osservare sé stessi da altre prospettive > Rimodellare la propria immagine di sé Lezione teorico pratica. Esercizi di auto-osservazione, rottura di schemi, visualizzazioni creative e role play. > Cos è l autostima? > Come l autostima e la visione di sé influiscono sul nostro modo di vivere > La struttura dei pensieri coi quali ci definiamo > Cosa influisce sulla percezione di noi stessi > Strategie per aumentare l autostima 3 ore Costo: IVA Milano 2015: 29 settembre 22 ottobre 24 novembre 2016: 21 gennaio 23 febbraio 7 aprile 13 maggio 14 luglio Milano - Via Achille Mauri, 4 Roma - Via Don Pasquino Borghi,

16 IL TEATRO COME METAFORA IMPROVVISA-MENTE Imprevisti: andate sino al Largo Colombo, se passate dal via ritirate 500 euro. (Monopoli Hasbro, gioco da tavolo) Ciò che è sicuro e prevedibile ci rende sicuri nell illusione di poter mantenere il controllo della nostra esistenza, in verità nulla di ciò che ci accade è governabile a priori. Vivere è un costante adattamento a situazioni imprevedibili. Per questo improvvisare è un atto spesso inconsapevole ma che si può imparare a gestire. Lo scopo del workshop è aumentare la velocità di reazione verso eventi esterni, anche improvvisi, aumentando la capacità di problem solving. > Adattamento a situazioni inaspettate (azione e reazione) > Migliorare la capacità di ascolto e di presenza (qui e ora) Esercizi pratici con ausilio di accessori e musica. Abbigliamento comodo, ambiente informale con spazi ampi. > Prontezza. Allenamento all imprevedibile > Eliminazione dell ansia e gestione dell inatteso > Adattarsi a situazioni inaspettate (azione e reazione) > Migliorare la capacità di ascolto e di presenza (qui e ora) > Presa di consapevolezza che vivere è improvvisare > Uso di tecniche di improvvisazione teatrale 4 ore Costo: IVA Milano 2015: 5 ottobre 14 dicembre 2016: 8 febbraio 11 aprile 6 giugno CHE STRESS Se c è soluzione perché ti preoccupi? Se non c è soluzione perché ti preoccupi? (Aristotele) Gli attori sono maestri nel governare le proprie emozioni a favore del personaggio. Il training attoriale è lo strumento privilegiato per una consapevolezza matura delle dinamiche della vita. Attraverso l uso delle tecniche pedagogiche del teatro è possibile, in chiave metaforica, affrontare ogni aspetto della vita umana, poiché essa stessa è ispiratrice del racconto scenico Nato per ridurre lo stress, il workshop permette di mettersi in gioco senza giudicare e senza essere giudicati. È uno strumento per affrontare il lavoro con dedizione e serenità, instaurando un clima armonioso e collaborativo. Questo corso assolve agli oneri obbligatori del Decreto Legge 81/2008. > Combattere lo stress > Migliorare la propria emotività > Aumentare la propria capacità > Gestire le situazioni problematiche Lezione frontale con ausilio di proiettore digitale. Esercizi pratici con ausilio di accessori e musica. Abbigliamento comodo, ambiente informale con spazi ampi. > Spiegazione del significato di stress e delle sue più tipiche manifestazioni > Come riconoscere le situazioni stressanti e come affrontarle > L io all interno di un contesto stressante > Elementi per ridurre lo stress lavorativo e personale > Uso di tecniche di teatrali 4 ore Costo: IVA Milano 2015: 6 ottobre 15 dicembre 2016: 9 febbraio 12 aprile 7 giugno 16 T F

17 LEADERSHIP TRAINING Non sta a te recitare la parte del re, sta al tuo partner fare di te un re. (Thierry Debroux, attore) Durante una rappresentazione teatrale un gruppo di attori realizza un progetto comune con efficacia e precisione. Questo è il frutto di un lavoro lungo e complesso perfezionato durante le prove ma che prende il via nel training attoriale. L insieme delle tecniche e dei metodi teatrali è riproposto in questo workshop per ricreare in un gruppo di professionisti in altro settore lo stesso clima armonioso e prolifico che si ottiene a teatro. Un gruppo è forte se è costituito da elementi forti. Un buon leader genera entusiasmo, sviluppa e si mette dalla stessa parte del suo staff. Non impone, non fa paura e non usa le persone. Sa comunicare e sa leggere i feedback provenienti dai suoi collaboratori. > Sostenere la leadership del singolo, valorizzando il benessere del gruppo > Rendere i partecipanti più consapevoli delle proprie potenzialità e risorse, a supporto della propria azione superando gli ostacoli consci e inconsci > Migliorare le capacità di relazione e di comunicazione > Conoscere se stessi per conoscere gli altri > Dall io sono al noi siamo > I ruoli nei gruppi > I compiti personali e il target comune > Uso di tecniche di teatrali Esercizi pratici con ausilio di accessori e musica. Abbigliamento comodo, ambiente informale con spazi ampi. 4 ore Costo: IVA Milano 2015: 7 ottobre 16 dicembre 2016: 10 febbraio 13 aprile 8 giugno Milano - Via Achille Mauri, 4 Roma - Via Don Pasquino Borghi,

18 L INTELLIGENZA SISTEMICA PER UN NUOVO MODELLO ORGANIZZATIVO in collaborazione con Le metafore più diffuse per parlare di un organizzazione sono due: La macchina e L organismo. Pensare la prima significa privilegiare concetti come l efficienza, i costi, la prevedibilità, la gerarchia, il rendimento. Pensare la seconda vuol dire avere il focus su adattabilità, resilienza, evoluzione, comunicazione, interfaccia con il contesto di riferimento, interconnessione. Nel primo caso l intelligenza è imposta dall alto ed è esterna, nel secondo caso è distribuita, diffusa e imbricata nell organizzazione e nella sua nicchia ecologica. Quindi è sistemica. Portare intelligenza sistemica in un organizzazione vuol dire trasformare una macchina in un organismo. Nelle organizzazioni sta crescendo la consapevolezza dei limiti dei modelli di pensiero manageriale oggi prevalenti, basati su concetti riduzionisti e orientati quasi esclusivamente a massimizzare il risultato immediato. Il pensiero sistemico, che si è evoluto dalla cibernetica del dopoguerra, mette a disposizione del manager raffinati strumenti di analisi e di azione, e soprattutto un mindset di tipo nuovo, in grado di governare la complessità invece di rincorrerla. Questo corso di due giorni offre un efficace introduzione al pensiero organizzativo sistemico, per iniziare ad entrare in nuova e affascinante dimensione del management. > Acquisire gli strumenti per concepire un modello organizzativo basato su innovazione e cambiamento > Sviluppare capacità sistemiche per una nuova gestione manageriale quali: > flessibilità > capacità di creare connessioni > creatività > visione strategica Aula non frontale con test, simulazioni, role playing. > Premessa: abbandonare il problem solving e vivere più felici > Cos è un sistema complesso > Le regole di un sistema aperto > Strutture che apprendono > Intelligenza sistemica: comprensione e sviluppo > Dalla visione che classifica alla visione che connette > I vantaggi dell approccio sistemico per il management > Sistemica e Learning Organization > Sistemica e innovazione > Elementi di leadership sistemica > Il manifesto dei rinnegati di Half Moon Bay 2 giornate Costo: IVA Milano 2015: 30 settembre e 1 ottobre 5-6 novembre 2016: gennaio aprile giugno 18 T F

19 insight drops a cura di Giovanni Siri I quattro temi che seguono mirano a proporre ai decisori d Impresa argomenti che i cambiamenti in corso imporranno a breve all attenzione delle aziende. Si tratta di processi in corso la cui urgenza può non risultare immediatamente evidente ma che nel medio-lungo termine possono tramutarsi in fattori di rischio o di successo, a seconda che siano stati avvertiti per tempo o meno. Gestire positivamente la frattura generazionale, usare gli scenari come mappa mobile per muoversi nel cambiamento, sintonizzarsi con la nuova personalità e i nuovi desideri dei consumatori, utilizzare l interazione tra il corpo organizzativo e l anima culturale dell Impresa come fattore dinamico consente al manager di affrontare la non facile sfida di cercare il successo in un mondo fluido e cangiante. Questi incontri non hanno lo scopo di esaurire i loro rispettivi temi. Intendono invece rispondere convincentemente alla domanda perché questo tema è importante per me decisore aziendale? e indicare come si può delineare un percorso di formazione in ciascuna di queste aree. Giovanni Siri Professore ordinario di Psicologia, ha insegnato per anni Psicologia dei Consumi presso la libera Università IULM di Milano, al master Europeo di Comunicazione Aziendale presso Ca Foscari a Venezia e alla Università San Raffaele. In relazione alla psicologia dei consumi si è occupato dei mass media, del rapporto tra consumi e personalità, delle metodologie qualitative e da ultimo di trend e scenari. Ha svolto e svolge attività di analisi del consumatore e di consulenza nell ambito del posizionamento strategico di brand e nella comunicazione d impresa, tra gli altri in Ferrero, Young & Rubicam, McCann Erickson, Renault, Parmalat, Soremartec, Branca. Ha cooperato a lungo con Giampaolo Fabris sia in Università che con la società GPF & Associati e ha diretto per circa due decenni un proprio istituto di ricerca sul consumatore. Si occupa attualmente dei processi di generazione di vision e della trasformazione della vision in un efficace posizionamento d immagine e di valori negli Alcuni libri di Giovanni Siri Sogni e Bisogni, Lupetti, 1995 Io e Sé, Franco Angeli, 2001 La psiche del consumo, Franco Angeli, 2003 Psicologia del consumatore, McGraw-Hill, 2004 La ricerca sul consumatore, McGraw-Hill, 2006 Cercare il futuro, Guerini Associati, 2013 Sta stendendo un volume su Il marketing del desiderio, scenari e megatrend dei prossimi anni. uscirà 2016 Milano - Via Achille Mauri, 4 Roma - Via Don Pasquino Borghi,

20 GENERATION: COME AFFRONTARE LA DISCONTINUITÀ GENERAZIONALE Insight drops Il marketing rivolto al consumatore e il management del personale delle imprese si trova oggi confrontato con generazioni diverse tra loro come mai accaduto dalla metà del secolo scorso. Non è solo questione di età anagrafica ma di vere e proprie culture diverse, orientate da bisogni, sogni, desideri e aspettative realmente diversi tra loro non solo quantitativamente. Ogni generazione va compresa nelle sue peculiarità per poter efficacemente comunicare con essa, gestirne gli incentivi e gli stili di lavoro, coglierne i desideri per creare identificazione con i propri brand o la propria identità di impresa. > Acquisire il vocabolario dell approccio generazionale > Cogliere le principali differenze di personalità, stili di vita, stili di lavoro > Prendere consapevolezza della rilevanza delle differenze di genere all interno delle generations > Avviare una riflessione sui tool di conoscenza e sulle prassi operative richieste > Incontro di insight, con introduzione di concetti e esemplificazioni > Apertura di finestre di interazione per ciascun concetto-chiave > Scambio di analogie ed esperienze personali tra i partecipanti 4 ore Costo: IVA Milano 2015: 12 ottobre 2016: 19 gennaio 14 marzo 6 giugno > I boomers > La generazione X > La generazione Y o Millennials > La generazione Z > Maschile e Femminile trasversalmente alle generazioni > Ricadute su comunicazione, posizionamento, gestione del personale > Identificazione degli snodi critici di questi temi nella propria attività 20 T F

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

SPC Scuola di Process Counseling

SPC Scuola di Process Counseling SPC Scuola di Process Counseling In uno scenario professionale e sociale in cui la relazione è il vero bisogno di individui e organizzazioni, SPC propone un modello scientifico che unisce l attenzione

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE. Progetto di formazione

FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE. Progetto di formazione FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE Progetto di formazione Questo progetto si articola in due diversi interventi: - un corso/laboratorio per

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

ON LINE COACHING SCHOOL

ON LINE COACHING SCHOOL ON LINE COACHING SCHOOL ON LINE COACHING SCHOOL corso di coaching skills e avvio alla professione di coach Mentre si conclude la prima edizione, yucan.it e ICTF presentano il secondo corso online di avvio

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Suggestopedia Moderna teoria e pratica capitolo

Suggestopedia Moderna teoria e pratica capitolo capitolo Fattori Introduzione suggestopedici alla Suggestopedia La dessuggestione Moderna delle barriere di apprendimento pag. 7 Se vuoi costruire una nave, non raccogliere i tuoi uomini per preparare

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Scuola secondaria di primo grado: Educazione fisica

Scuola secondaria di primo grado: Educazione fisica Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva Scuola secondaria di primo grado: Educazione fisica Prof. CRONISTORIA DELLA DISCIPLINA DAL 1979

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE

Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE Quality Evolution Consulting Formazione Manageriale Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE 7 edizione Firenze 23 maggio 2015 Firenze 120 ore al sabato 23 maggio 2015 31 ottobre 2015 Agenzia Formativa

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

Gli strumenti per una didattica inclusiva

Gli strumenti per una didattica inclusiva STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Ottilia Gottardi CTI Monza Est Gli strumenti per una didattica inclusiva Ottilia Gottardi CTI Monza Est PRINCIPI della PEDAGOGIA INCLUSIVA Tutti possono imparare;

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento Scritture di movimenti Autori bambine e bambini dai 5 ai 6 anni IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento IL CORPO E LA SUA DANZA Incontri di studio per la formazione

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE)

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) Contenuti Michelene Chi Livello ottimale di sviluppo L. S. Vygotskij Jerome Bruner Human Information Processing Teorie della Mente Contrapposizione

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA

DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA Simone Scerri INTRODUZIONE Questa proposta è rivolta alle aziende con un numero pendenti superiore a 15, le quali sono tenute ad assumere

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING Gianna Maria Agnelli Psicologa Clinica e Psicoterapeuta Clinica del Lavoro "Luigi Devoto Fondazione IRCCS Ospedale

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli:

Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli: 2. IL PROCESSO DI VALUTAZIONE 2.1. Gli attori del processo di valutazione Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli: Direttore dell Agenzia delle Entrate.

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Enrico Ghidoni Arcispedale S.Maria Nuova, UOC Neurologia, Laboratorio di Neuropsicologia, Reggio Emilia La situazione psicologica dei bambini

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

Appunti lezione 1 anno Med 48 Educatori Professionale docente Cleta Sacchetti

Appunti lezione 1 anno Med 48 Educatori Professionale docente Cleta Sacchetti Appunti lezione 1 anno Med 48 Educatori Professionale docente Cleta Sacchetti 1 L educatore professionale nasce negli anni successivi alla seconda guerra mondiale Risponde alle esigenze concrete lasciate

Dettagli

MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME. AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione

MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME. AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione Percorsi didattico-educativi Sabato 7 febbraio 2009 Dr.ssa ANNA STROPPA psicologa e psicoterapeuta dell et età evolutiva GIUSE TIRABOSCHI

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED ANALYTICS WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it www.technologytransfer.it ADVANCED ANALYTICS

Dettagli

darioianes.itit 2005 Dario Ianes - www.darioianes.it

darioianes.itit 2005 Dario Ianes - www.darioianes.it Lavoro di rete e equipe educativa Nuove alleanze per il Piano Educativo Individualizzato e il Progetto di Vita Dario Ianes Centro Studi Erickson, Trento Università di Bolzano www.darioianes darioianes.itit

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

Dai giochi del far finta ai giochi di ruolo e di simulazione

Dai giochi del far finta ai giochi di ruolo e di simulazione Università degli Studi di Udine Dai giochi del far finta ai giochi di ruolo e di simulazione Dott. Davide Zoletto Facoltà di Scienze della Formazione Il gioco del far finta Rappresentazione della realtà:

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Grazie per il suo interesse alla nuova tecnologia voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Cristina Brambilla Telefono 348.9897.337,

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

CORSI BREVI. Catalogo formativo 2015. /FitzcarraldoFon

CORSI BREVI. Catalogo formativo 2015. /FitzcarraldoFon CORSI BREVI Catalogo formativo 2015 La svolge attività di formazione dal 1989 ed è stata tra i primi in Italia a introdurre percorsi formativi legati al management e al marketing culturale. L'offerta formativa

Dettagli