Programma triennale dei LL.PP ed elenco annuale ^ modifica. COMUNE di RICCIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Programma triennale dei LL.PP. 2011 2013 ed elenco annuale 2011 1^ modifica. COMUNE di RICCIONE"

Transcript

1 Programma triennale dei LL.PP ed elenco annuale ^ modifica COMUNE di RICCIONE Art. 128 del Decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE (G.U. n. 100 del 2 maggio 2006) 1^ MODIFICA APPROVATO con DELIBERA C.C. n 59 del Il Dirigente responsabile del Programma Triennale dei Lavori Pubblici Ing. Ivo Castellani L Assessore ai LL.PP. e Q.U. Maurizio Pruccoli Settore Infrastrutture, Q.U.e Controllo del Territorio Pag.1 di 19

2 SOMMARIO 1) PREMESSA pag. 3 2) STUDIO PRELIMINARE pag. 3 3) INDIVIDUAZIONE DEGLI IMPORTI DISPONIBILI pag. 4 PER LA REALIZZAZIONE DELLE OPERE Tabella A Quadro delle risorse finanziarie disponibili pag. 4 Tabella B1 Quadro degli investimenti pag. 7 Tabella B2 Quadro invest. con indicazione finanziamenti pag. 8 Notazioni sulla Tab. B1 pag. 10 4) STUDI DI FATTIBILITA e PROGETTI PRELIMINARI pag. 12 5) PROGRAMMA TRIENNALE LL.PP. ed pag. 12 ELENCO ANNUALE ALLEGATO C pag. 13 In colore rosso sono riportate le modifiche rispetto al piano approvato (delibera C.C. n 11/2011) NB: Il presente programma triennale è stato redatto sulla base delle presunte disponibilità economico-finanziarie dell A.C. e, pertanto, viene garantita la fonte finanziaria degli investimenti e dei lavori (impegni di spesa). Si precisa tuttavia che l effettivo avvio di ogni singolo intervento dovrà essere subordinato al preventivo accertamento della tempestività dei pagamenti delle somme dovute dall Amministrazione (art. 9, comma 1, punto a) L. 102/09). Quanto sopra nel rispetto del patto di stabilità. Settore Infrastrutture, Q.U.e Controllo del Territorio Pag.2 di 19

3 1) PREMESSA Il quadro normativo che regola la redazione, adozione ed approvazione del Programma triennale dei Lavori Pubblici e dell elenco annuale 2010 è il seguente: Art. 128 del D.Lgs.163/2006 e succ. modifiche ed integrazioni Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE; Art. 13 del DPR 554/99 (Regolamento di attuazione della legge quadro); Decreto Min. LL.PP (Modalità di avvio della programmazione dei lavori pubblici); Decreto Min. LL.PP (Modalità e schemi tipo per la redazione del programma triennale e dell elenco annuale dei lavori) successivamente sostituito dal Decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti del 09 giugno 2005 (Procedura e schemi-tipo per la redazione e la pubblicazione del programma triennale, dei suoi aggiornamenti annuali e dell elenco annuale dei lavori pubblici); Lo scrivente è stato nominato responsabile per la predisposizione della proposta del programma triennale e dell elenco annuale, con deliberazione di G.C. n 157 del ) STUDIO PRELIMINARE A) Lo studio è stato elaborato in collaborazione, in particolare, dei dirigenti dei Settori Servizi Finanziari (verifica delle risorse finanziarie disponibili), Patrimonio (possibilità di vendita di beni comunali non essenziali e loro presunto valore) nonché degli altri dirigenti che hanno evidenziato le esigenze dei diversi settori. Elementi di partenza per la predisposizione del Programma Triennale dei LL.PP. sono stati: - Documento contenente le linee programmatiche per il mandato amministrativo, a seguito delle elezioni amministrative del 6 e 7 giugno 2009 (Delibera di C.C. n 3 del ). - Piano triennale degli investimenti (Delibera di C.C. n 11 del ); B) In relazione al primo documento, occorre distinguere il Piano Triennale degli Investimenti dal Piano Triennale dei Lavori Pubblici. Con il primo si attivano le spese (finanziabili, di regola, con mutui, Boc, vendita del patrimonio immobiliare, oneri di urbanizzazione, contributi erogati da altri Enti) necessarie per: a) Programma triennale dei Lavori Pubblici di cui all'art.128 del D.Lgs. 12 aprile 2006, n (opere eseguite direttamente dal Comune); b) Altri interventi di spesa per investimenti effettuati dal Comune (es: acquisto di arredi, attrezzature, veicoli, apparecchiature informatiche, ecc.); c) Finanziamento ad altri Enti pubblici che provvedono essi stessi ad effettuare l'opera pubblica 2 Tale articolazione, è quella utilizzata nelle delibere di CC di approvazione del Piano Triennale degli Investimenti. 1 già art.14 della Legge Merloni (L.109/94 e s.m.i.) 2 ad esempio la Geat per la realizzazione di opere di manutenzione straordinaria, ecc. Settore Infrastrutture, Q.U.e Controllo del Territorio Pag.3 di 19

4 3) INDIVIDUAZIONE DEGLI IMPORTI DISPONIBILI PER LA REALIZZAZIONE DELLE OPERE DEL PROGRAMMA TRIENNALE DEI LAVORI PUBBLICI Condizione indispensabile affinché un'opera venga inserita nel Programma, è che vengano indicati i mezzi finanziari stanziati sullo stato di previsione o sul proprio bilancio o disponibili in base a contributi già stanziati di altri Enti (Art.128 c.9 del D.Lgs. 163/2006). Tale condizione non era richiesta prima dell'entrata in vigore del Decreto del Ministero dei Lavori Pubblici che definisce gli schemi tipo a cui le diverse amministrazioni devono riferirsi a partire dall'anno Tale Decreto è stato ultimamente sostituito dal D.M. delle Infrastrutture e dei Trasporti del Anteriormente a tale data, le Amministrazioni inserivano, di regola, una molteplicità di opere (coincidenti con quelle dell intera legislatura) per importi nettamente superiori a quelli effettivamente finanziabili, riservandosi di effettuare successivamente, in corso d anno, la scelta di quali realizzare. Il Piano Triennale degli Investimenti prossimo, quello relativo al , dovrà prevedere stanziamenti per gli importi, la cui finanziabilità sia espressamente indicata. Si considerino le risorse finanziarie disponibili, così come risultano nella Tabella A. Tabella A Quadro delle Risorse finanziarie disponibili a) Indebitamento b) Vendita patrimonio immobiliare c) Contributi Regione-Provincia-ecc d) Oneri urbanizzazione e) Monetizzazione parcheggi f) Cessione loculi cimiteria li TOTALE NB: vedasi le seguenti specificazioni relative ai diversi punti a) f). Settore Infrastrutture, Q.U.e Controllo del Territorio Pag.4 di 19

5 a) Indebitamento: si ipotizza l indebitamento riportato in tabella; b) Entrate derivanti dal Patrimonio immobiliare: si ipotizza il seguente quadro: 1 ANNO 2011 Diritto superficie parcheggi in p.le Curiel Casa colonica vicino A Bar Giardini via Milano Ristorante Oberdan di v.le Michelangelo Bar Katia chioschi in p.le Fabbri Colonia Bertazzoni Aree in v.le Napoli ANNO Colonia Bertazzoni Lotti Zona artigianale Fabbricati in via Formia ANNO Rosticceria Chiosquito via Michelangelo N.B.: L importo relativo alla Colonia Bertazzoni è ipotizzato: verrà precisato dopo idonea stima valutativa. c) Contributi Regione - Provincia Enti vari, ecc.: si ipotizzano nel 2011 così suddivisi: un contributo della Regione per il porto di , un contributo della Provincia di RN per il bike sharing di , un contributo da imprese private per incentivi relativi ai P.F. di , un contributo della Provincia di RN per diritto allo studio servizi mensa, trasporto, sussidi handicap di , un contributo della Regione per acquisto dispositivo telefonico per operatore non vedente di , un contributo della Regione per verifiche tecniche interventi di adeguamento e miglioramento sismico di ed un contributo della Regione per l impiantistica sportiva di ; inoltre per gli anni 2012 e d) Oneri urbanizzazione: a seguito dell approvazione di diversi piani particolareggiati d iniziativa privata ed entrata in vigore del PSC e del POC, si ipotizzano nel 2011 ed per gli anni 2012 e e) Monetizzazione parcheggi: si ipotizzano per ciascun anno. f) Cessione loculi cimiteriali: si ipotizzano nel Prima di individuare l importo delle somme utilizzabili per la realizzazione di opere pubbliche, dagli importi risultanti in Tabella A occorre detrarre gli importi per investimenti risultanti dalle seguenti voci: - Altri interventi di spesa effettuati dal Comune (es: acquisto di arredi, attrezzature, veicoli, apparecchiature informatiche, pagamento aree espropriate, ecc.); - Finanziamento ad altri Enti pubblici che provvedono ad effettuare essi stessi l'opera pubblica (es: la Geat per la realizzazione di opere di manutenzione straordinaria, ecc.). Settore Infrastrutture, Q.U.e Controllo del Territorio Pag.5 di 19

6 Nella seguente Tabella B1 vengono indicati anche il capitolo di spesa (per una migliore interconnessione con il bilancio) nonché, nell'ultima colonna, anche i Settori/Servizi Responsabili del Procedimento. Nella successiva Tabella B2 vengono indicate anche le fonti del finanziamento, relativamente al solo anno 2011 (BOC, alienazioni o altro). Settore Infrastrutture, Q.U.e Controllo del Territorio Pag.6 di 19

7 Tabella B1 Quadro degli investimenti Cap/Art A.2011 A.2012 A.2013 Sett./Serv. Resp.Proc. A) ATTIVITA' (vedi Tabella "A") B) PASSIVITA' (impegni da assumere) 1 Pagamento per acquisizione immobili e procedure Uff. Legale espropriative 2 Acquisizione aree per edilizia convenzionata o pubblica Qual.Ambient. 3 Acquisto 10 alloggi al Borgo delle Noci Serv.Persona 4 Acquisto aree Patrimonio 5 Acquisti di arredi e di attrezzature varie 60715/ / vari 6 Acquisto arredi ed attrezzature Centro Arboreto Cicchetti Qual.Ambient. 7 Acquisti di attrezzature per Pol.Muncipale e videosorv Polizia Munic. 8 Arredi e attrezzature scolastiche Serv.Persona 9 Arredi per Biblioteca, museo e Centro giovani Fontanelle Tur.Sport Cult. 10 Sviluppo rete informatica / Sist. Inform. 11 Incarichi esterni di progettazione Infrastrutture 12 Interventi di manutenz. straord. Geat opere stradali Patrimonio 13 Interventi di manutenz. straord. Geat patrimonio / Patrimonio 14 Manutenz. straord. ed acquisto giochi parchi Geat Qual.Ambient. 15 Interventi per ripascimento arenile (pulizia e vagliatura sabbia) Qual.Ambient. 16 Interventi di escavazione porto (finanz. Regione) Qual.Ambient. 17 Smaltimento fanghi dragaggio porto canale Qual.Ambient. 18 Acquisto attrezzature ed interventi politica buon vicinato Patrimonio 19 Spostamento elettrodotti ed incentivazione di tutti i sistemi Qual.Ambient. tecnologici volti al risparmio energetico 20 Spese per pratiche condono edilizio Pianificaz. 21 Contribuzione per realizzaz. edifici e servizi adibiti al culto Pianificaz. 22 Contrib. straord. Gran Premio Moto GP a Riviera di Rimini, Tur.Sport Cult. R.S.M. 23 Contributo ad Hera per rinnovo tecnologico impianti Bilancio illuminazione pubblica fino al 2013 CC 23/ Contributo straordinario ad associaz. Centro 21 per Serv.Persona ristrutturazione fabbricato in via Limentani 25 Contributo per opere urbanizz. PPIP v.le Piemonte Patrimonio 26 Contributo per interventi di urbanizz. "Agenzia Promozione e Bilancio sviluppo attività Produttive" - Apea Raibano 27 Trasferimento di capitale all'agenzia TRAM per realizzazione Bilancio Trasporto Rapido Costiero Totale B) PASSIVITA' Risorse disponibili per OO.PP. A) - B) a detrarre per artt. 241 e 243 D.Lgs. 163/2006 (accordi Infrastrutture bonari ed arbitrati) 29 RESTANO per OO.PP. nel NB: si veda la Tabella B2 seguente dove sono indicate anche le fonti di finanziamento (BOC, alienazioni o altro) relativamente al solo anno Settore Infrastrutture, Q.U.e Controllo del Territorio Pag.7 di 19

8 Programma triennale dei LL.PP ed elenco annuale ^ modifica Quadro degli investimenti con indicazione dei finanziamenti (ANNO 2011) Cap/Art A.2011 Finanziamento Tabella B2 A) ATTIVITA' (vedi Tabella "A") B) PASSIVITA' (impegni da assumere) 1 Pagamento per acquisizio ne immobili e procedure espropria tive Acquisto 10 alloggi al Borgo delle Noci Acquisto aree Acquisti di arredi e di attrezzature varie 60715/ / Acquisto arredi ed attrezzature Centro Arboreto Cicchetti Acquisti di attrezzature per Pol.Muncipale e videosorv Arredi e attrezzature scolastiche Arredi per Biblioteca, museo e Centro giovani Fontanelle Sviluppo rete informatica / Incarichi esterni di progettazione Interventi di manutenz. straord. Geat opere stradali Interventi di manutenz. straord. Geat patrimonio / Manutenz. straord. ed acquisto giochi parchi Geat Interventi per ripascimento arenile (pulizia e vagliatura sabbia) Interventi di escavazione porto (finanz. Regione) Smaltimento fanghi dragaggio porto canale Acquisto attrezzature ed interventi politica buon vicinato Spostamento elettrodotti ed incentivazione di tutti i sistemi tecnologici volti al risparmio energetico 20 Spese per pratiche condono edilizio Contribuzione per realizzaz. edifici e servizi adibiti al culto Oneri Acquisizione aree per edilizia convenzionata o pubblica Oneri Monetizzazione parcheggi Oneri Contrib. Prov.le Contrib. Reg.le Contrib. Prov.le Contributo da privati Cessione loculi cimiteriali Contrib. Reg.le Specificazione Settore Infrastrutture, Q.U.e Controllo del Territorio Pag.8 di 19

9 Programma triennale dei LL.PP ed elenco annuale ^ modifica Quadro degli investimenti con indicazione dei finanziamenti (ANNO 2011) Cap/Art A.2011 Tabella B2 Finanziamento Specificazione 22 Contrib. straord. Gran Premio Moto GP a Riviera di Rimini, R.S.M Contributo ad Hera per rinnovo tecnologico impianti illuminazione pubblica Contributo straordinario ad associazione Centro 21 per ristrutturazione fabbricato in via Limentani 25 Contributo per opere urbanizzazione PPIP v.le Piemonte Contributo per interventi di urbanizzazione "Agenzia Promozione e sviluppo attività Produttive" - Apea Raibano 27 Trasferimento di capitale all'agenzia TRA M per la realizzazione del Trasporto Rapido Costiero Totale B) PASSIVITA' Risorse disponibili per OO.PP. A) - B) a detrarre per artt. 241 e 243 D.Lgs. 163/ (accordi bonari ed arbitrati) 29 RESTANO per OO.PP. nel Oneri Oneri Indebitamento Indebitamento (Cassa DD.PP.) Settore Infrastrutture, Q.U.e Controllo del Territorio Pag.9 di 19

10 Programma triennale dei LL.PP ed elenco annuale ^ modifica NOTAZIONI sulla Tabella B1 (voci principali) Voce 1) Voce 2) Voce 3) Voce 4) Voce 5) Voce 7) Voce 10) Voce 12) Voce 13) Voce 14) Pagamento per acquisizioni immobili e per procedure espropriative: viene prevista una cifra di nel 2011 per il pagamento di cause dell Ufficio Legale, di nel 2012 ed nel Acquisizione aree per edilizia convenzionata o pubblica: viene prevista una cifra pari a nel 2011 per spese di esproprio aree di proprietà Sig.ri Papini in via Berlinguer per la realizzazione di n 32 alloggi di edilizia residenziale pubblica. Acquisto n 10 alloggi a Borgo delle Noci: rientra nel Bando Regionale case per l affitto e prima casa di proprietà e viene inserito nel 2011; Acquisto aree: sono aree non strettamente connesse alla realizzazione delle opere pubbliche. Si prevedono nel di cui per indennizzo acquisizione Grande Cocomero al Castello degli Agolanti da Coop.va sociale Riccione Solidale, per acquisizione area in v.le Bellini, per acquisizione area dal Demanio per p.le A.Moro, per acquisizione area dalle RFI per p.le V.Veneto, per acquisizione area dal Demanio per p.le Giovanni XXIII ed per acquisizione altre aree da definire. Acquisti di arredi e di attrezzature varie: vengono utilizzati per le esigenze dei diversi settori di competenza. Si prevedono nel 2011 di cui per acquisto attrezzature per bike sharing con un contributo provinciale ed per acquisto dispositivo telefonico per operatore non vedente con un contributo regionale, di negli anni 2012 e 2013; Acquisti di attrezzature per Polizia Municipale e videosorveglianza: si prevedono nel 2011 ed negli anni 2012 e 2013; Sviluppo rete informatica: vengono utilizzati per le esigenze strumentali dei diversi settori e lo sviluppo di azioni di innovazione rispetto a progettualità specifiche relative all avvio di servizi on-line, allo sviluppo di progetti di de materializzazione ed al miglioramento di strumenti di comunicazione. Si prevedono nel 2011, negli anni 2012 e 2013; Interventi di manutenzione straordinaria alle strade ed ai marciapiedi da parte di GEAT: come da convenzione con GEAT alla quale sono stati affidati, oltre agli interventi di ordinaria manutenzione, anche parte di quelli di natura straordinaria, vengono erogati nel 2011 ed negli anni 2012 e Interventi di manutenzione straordinaria al patrimonio comunale da parte di GEAT: si prevedono, per interventi di manutenzione straordinaria, negli anni 2012 e 2013; Manutenzione straordinaria ed acquisto giochi parchi da parte di Geat: si prevedono, per interventi di manutenzione straordinaria ed acquisto di nuovi giochi per ciascun anno; Settore Infrastrutture, Q.U.e Controllo del Territorio Pag.10 di 19

11 Voce 15) Voce 16) Interventi di ripascimento arenile (vagliatura sabbia): sono previsti nel 2011 ed negli anni 2012 e 2013 per le operazioni di vagliatura della sabbia proveniente dagli scavi nei cantieri edili e suo trasporto sul litorale nonché interventi straordinari sull arenile (pulizia e ripascimento); Interventi di escavazione porto: sono previsti per ciascun anno derivanti da un contributo erogato dalla Regione, trattasi di partita di giro vedasi punto c) di pag.5; Voce 18) Acquisto attrezzature ed interventi di Politica buon vicinato: si prevedono nel 2011 ed negli anni 2012 e 2013; Voce 21) Contributo per realizzazione edifici e servizi adibiti al culto: si prevedono nel 2011 ed nel 2012 e 2013; si tratta di una quota parte di oneri di urbanizzazione vincolati per legge alla realizzazione di edifici adibiti al culto; Voce 22) Voce 23) Voce 24) Voce 25) Voce 26) Voce 27) Contributo straordinario Gran Premio Moto GP a Riviera di Rimini, R.S.M.: si prevedono nel 2011 derivanti dall accordo sottoscritto con la Provincia di Rimini (delibera C.C. n 120 del ) che prevede un importo a carico del Comune di Riccione di a partire dall anno 2007 indicizzati in alto del 5% all anno a partire dal secondo anno e fino al 2011 (fine della durata del contratto); Contributo ad Hera per rinnovo tecnologico degli impianti di pubblica illuminazione: è prevista una spesa di per ciascun anno; Contributo straordinario ad associazione Centro 21 per ristrutturazione fabbricato in via Limentani: è prevista una somma di nel 2011 quale contributo per la ristrutturazione del fabbricato in via Limentani che verrà utilizzato quale centro ricreativo diurno dall associazione Onlus, denominata Centro 21, per il progetto a sostegno di persone diversamente abili; Contributo per opere urbanizzazione PPIP v.le Piemonte: viene inserito l importo di nel 2011 per pagamento lavori in corso; Contributo per interventi di urbanizzazione Agenzia Promozione e sviluppo attività Produttive Apea Raibano: viene inserito l importo di nel 2011 derivante dall accordo di programma sottoscritto dal Sindaco in data per la realizzazione della zona industriale di Raibano. Verranno finanziati con mutuo. Trasferimento di capitale all agenzia TRAM per la realizzazione del Trasporto Rapido Costiero: viene inserito l importo di nel 2011 derivante dalla delibera di G.C. n 234 del Settore Infrastrutture, Q.U.e Controllo del Territorio Pag.11 di 19

12 4) STUDI DI FATTIBILITÀ E PROGETTI PRELIMINARI Individuate le risorse disponibili per la realizzazione dei lavori pubblici negli anni , è stato effettuato, avendo a base l ultimo Piano Triennale degli investimenti, una valutazione di quali opere mantenere e di quali altre, la necessità od opportunità di realizzazione delle quali si è evidenziata successivamente, inserire ex novo. Costituiscono supporto alla presente relazione gli studi di fattibilità di tutti i lavori inseriti negli anni 2012 e 2013 (ad eccezione delle opere di manutenzione escluse per legge), nonché i progetti preliminari delle opere dell'elenco annuale 2011 (approvati dalla Giunta Comunale), ad eccezione di quelle di importo minore a (art.128 del Decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163) per i quali occorre lo studio di fattibilità. Il tutto alla data di approvazione del Piano Triennale da parte del Consiglio Comunale. 5) PROGRAMMA TRIENNALE LL.PP. ed ELENCO ANNUALE Il programma triennale dei lavori pubblici relativo al triennio e l elenco annuale delle opere da realizzare nel 2011 risultano dall Allegato C Taluni aspetti ritenuti significativi, relativamente alle singole opere, vengono illustrati nello stesso allegato. Il Dirigente responsabile del Programma Triennale dei Lavori Pubblici Ing. Ivo Castellani Si allega: Allegato C - Programma triennale dei Lavori pubblici ed elenco lavori annuali relativo all'anno Settore Infrastrutture, Q.U.e Controllo del Territorio Pag.12 di 19

13 COMUNE di RICCIONE 1^ MODIFICA APPROVATO con DELIBERA C.C. n 59 del Il Dirigente responsabile del Programma Triennale dei Lavori Pubblici Ing. Ivo Castellani L Assessore ai LL.PP. e Q.U. Maurizio Pruccoli Settore Infrastrutture, Q.U.e Controllo del Territorio Pag.13 di 19

14 Al fine di una migliore comprensione delle opere pubbliche che verranno prossimamente realizzate, si indicano di seguito le opere già finanziate alla data del 31 dic. 10 e quelle che sono state finanziate con la vendita di azioni Hera, come disposto dalla 2 a modifica al PT (Delibera di C.C. n 50 del ). a) OPERE già finanziate al 31 dic. '10 importo complessivo 1) Sottopasso ciclo-pedonale in corrispondenza del cimitero vecchio 2) Viabilità in adiacenza di Vle Berlinguer e rotatoria all'uscita del casello dell'autostrada A14 (1 stralcio) 3) Prolungamento Vle XIX Ottobre attraverso area sottostazione elettrica FS (1 stralcio) 4) Incrocio Vle Cassino/SS ) Pista ciclabile v.le Jonio ) Realizzazione di pista ciclabile in v.le Veneto stralcio da v.le Brescia a v.le Bergamo 7) Interventi nei Parchi del Colle dei Pini e del Viale Abruzzi b) OPERE già finanziate con alienaz. azioni Hera a) importo complessivo 1) A.U. in v.le Ceccarini (area Palacongressi) 2 str. P.le Ceccarini 2) Rotatoria v.le Berlinguer/SS.16 e prolungamento v.le Berlinguer in adiacenza a v.le Massaua 3) Interventi di manutenzione straordinaria stradale ) Potenziamento manutenzione del verde di cui per realizzazione giardino pubblico in v.le Belluno adiacente a cavalcavia di via Udine finanziati con HERA ) Manutenzione straordinaria impianti sportivi finanziati con HERA b) a) + b) = Settore Infrastrutture, Q.U.e Controllo del Territorio Pag.14 di 19

15 Al fine di completare la visione sulle opere pubbliche in città, si evidenziano le opere in project financing in corso di realizzazione, quelle di cui è in corso la procedura amministrativa di individuazione del concessionario e quelle inserite nel presente Programma Triennale N Oggetto Importo a) Project Financing in corso di esecuzione (sett.'11) 1 Palazzetto dello Sport da realizzarsi al posto dell'attuale pattinodromo P.F. - Riqualificazione dello Stadio del Nuoto di Riccione con realizzazione di una nuova vasca esterna e nuovi servizi 3 (*) Parcheggio interrato nel Lungomare della Repubblica (p.le Roma-p.le S. Martino) (*) Parcheggio interrato nel p.le S. Martino a) (*) da completare aspetti amministrativi b) Project Financing in corso procedura amm.va (sett.'11) 1 Parcheggio interrato ed A.U.nel Lungomare della Costituzione da v.le Zandonai (escluso) a p.le Azzarita 2 Pontile marino in corrispondenza di p.le Roma integrato da palco per manifestazioni b) c) Project Financing e Leasing "in costruendo" inseriti nel Programma Triennale Leasing in costruendo - Costruzione della Caserma per i carabinieri P.F. - Parcheggio interrato nella p.zza Unità P.F. Parcheggio interrato nel p.le Giovanni XXIII c) a) + b) + c) = Settore Infrastrutture, Q.U.e Controllo del Territorio Pag.15 di 19

16 LEGENDA FINANZIAMENTI INDEBITAMENTO = Prestiti per emissione di Mutui o BOC; ONERI URBANIZZAZIONE = Oneri di urbanizzazione, concessioni edilizie, condono edilizio, vendita di loculi, ecc. PRIVATI = Interventi con il concorso di capitali privati, fra i quali la Concessione di costruzione e gestione, Project finance (promotore finanziario, così come definito dall art. 153 del D.Lgs. n 163/2006), L.122/89, STU, ecc. ALIENAZIONI = Vendita immobili e partecipazioni azionarie REGIONE - PROVINCIA = Finanziamento regionale e provinciale Tipologia opera 01=Nuova costruzione 03=Recupero 04=Ristrutturazione 07=Manutenz. Straordinaria 08=Completamento 09=Ampliamento 99=Altro Priorità 1 = massima priorità; 2 = media priorità; 3 = minima priorità. 2 per tutte le opere NOTE Progetto (est/int); viene indicato se il progetto è svolto, internamente all Amm.ne Com.le o da professionista esterno individuato a norma di legge. Cap/Art; viene indicato il capitolo in cui viene finanziata l opera, che trova corrispondenza nel bilancio dell anno in corso. N.B. Non sono compresi nel presente Piano i lavori e le opere pubbliche di competenza dei seguenti Enti: GEAT - TRAM - AUSL - Consorzio di bonifica, ecc. Settore Infrastrutture, Q.U.e Controllo del Territorio Pag.16 di 19

17 Programma triennale dei LL.PP ed elenco annuale ^ modifica PIANO TRIENNALE e LISTA ANNO 2011 All. "C" num. Tipo ELENCO DEI LAVORI Elenco A.2011 A.2012 A.2013 Progetto (int/est) Finanz. Pubbl. (Anno 2011) Finanz. Privato Capitolo spesa OPERE STRADALI (Codice 01) 1 01 Rotatoria SS16/bretella V. Venezia ed allargamento V est./int Venezia fino a V. Empoli (1 str.) 2 01 Rotatoria SS16/bretella V. Venezia ed allargamento V est./int Venezia fino a V. Empoli (2 str.) 3 01 P.F. Parcheggio interrato nella p.zza Unità - (a totale est carico dei privati) nel P.F. Parcheggio interrato nel P.le Giovanni XXIII - (a totale est carico dei privati) nel 2012 DISTRIBUZIONE ENERGIA ELETTRICA (cod.06) 5 04 Realizzazione della nuova illuminazione pubblica nel v.le int Castrocaro EDILIZIA SOCIALE E SCOLASTICA (Cod. 08) 6 03 Sistemazione casa nel Parco delle Magnolie int Leasing in costruendo Costruzione della caserma per i est carabinieri - (a totale carico dei privati) nel 2011 Settore Infrastrutture, Q.U.e Controllo del Territorio Pag.17 di 19

18 Programma triennale dei LL.PP ed elenco annuale ^ modifica num. Tipo ELENCO DEI LAVORI Elenco A.2011 A.2012 A.2013 Progetto (int/est) Finanz. Pubbl. (Anno 2011) Finanz. Privato Capitolo spesa OPERE DI PROTEZIONE AMBIENTALE (Cat. 11) 8 01 Boulevard dei Paesaggi - percorso ciclo-pedonale e verde est ambito 1 tratto tra v.le Torino e v.le Puglia 9 01 Boulevard dei Paesaggi - percorso ciclo-pedonale e verde est ambito 2 tratto tra v.le Venezia e v.le Piemonte Boulevard dei Paesaggi - percorso ciclo-pedonale e verde est ambito 3 tratto tra v.le Tortona e v.le D'Annunzio Boulevard dei Paesaggi - percorso ciclo-pedonale e verde est ambito 4 tratto tra v.le Veneto e area ex Fornace di v.le Murano Boulevard dei Paesaggi - percorso ciclo-pedonale e verde est ambito 5 area lungo il Rio Melo in prossimità della ex Fornace di via Massaua SPORT E SPETTACOLO (Cat. 12) 13 1 P.F. Riqualificazione dello Stadio del Nuoto di Riccione est con realizzazione di una nuova vasca esterna e nuovi servizi - (a totale carico dei privati) nel 2011 Settore Infrastrutture, Q.U.e Controllo del Territorio Pag.18 di 19

19 Programma triennale dei LL.PP ed elenco annuale ^ modifica num. Tipo ELENCO DEI LAVORI Elenco A.2011 A.2012 A.2013 Progetto (int/est) Finanz. Pubbl. (Anno 2011) Finanz. Privato Capitolo spesa LAVORI DI MANUTENZIONE MANUT. OPERE STRADALI (Codice 01) Interventi di manutenzione straordinaria stradale int (nel 2011 verranno impiegati per il 3 stralcio della Pista ciclabile in Via Veneto, per la pista ciclopedonale lungo v.le Vespucci da v.le S.Martino a v.le Michelangelo ed altri interventi) MANUT. OPERE PROT. AMBIENTALE (Codice 11) Potenziamento manutenzione del verde int MANUT. OPERE MARITTIME e FLUVIALI (Cod.04) Sostituzione banchine al porto canale int MANUT. OPERE SPORT E SPETTACOLO (Cod.12) Manutenzione straordinaria impianti sportivi int Contrib. Reg.le MANUT. ALTRA EDILIZIA PUBBLICA (Cod.09) Nel 2011; a) adeguamento normativo antincendio scuola int./est Paese ; b) sistemazione centro giovani a Fontanelle ; c) sistemazione area esterna e Contrib. Reg.le parcheggio castello Agolanti ; d) residenza Pullé ; e) altri interventi ; f) Adeguamento sismico scuola via Ionio Nel 2011: a) b) c) d) e) f) A TOTALE importo opere dal n 1 al 18 (finanz.pubbl.) Settore Infrastrutture, Q.U.e Controllo del Territorio Pag.19 di 19

SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE AAAA/AAAA DELL AMMINISTRAZIONE QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI

SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE AAAA/AAAA DELL AMMINISTRAZIONE QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE AAAA/AAAA QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI TIPOLOGIE RISORSE Entrate aventi destinazione vincolata per legge Entrate acquisite mediante contrazione di

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2013

CONTO DEL BILANCIO 2013 CONTO DEL BILANCIO 03 IMPEGNI PER SPESE CORRENTI I N T E R V E N T I C O R R E N T I Personale Acquisto di beni di Consumo e/o di Materie Prime Prestazioni di servizi Utilizzo di Beni di terzi Trasferimenti

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2013/2015 DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNE DI ALCAMO

SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2013/2015 DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNE DI ALCAMO SCHEDA : PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 0/05 DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNE DI ALCAMO QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI ARCO TEMPORALE DI VALIDITÀ DEL PROGRAMMA TIPOLOGIE RISORSE Disponibilità finanziaria

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 Funzion 9 0 3 Servizio. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0 Segreteria

Dettagli

Programma dei Lavori Pubblici

Programma dei Lavori Pubblici Dipartimento 2 Programmazione Economica e Finanziaria Coord.to, controllo e monitoraggio programma LL.PP. Finanziamenti Pubblici. Relazioni Istituzionali Programma dei Lavori Pubblici 2014 2016 Relazione

Dettagli

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 Nuovo Piano Casa Regione Lazio Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 AMBITO DI APPLICAZIONE (Art. 2) La Legge si applica agli edifici: Legittimamente realizzati

Dettagli

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0 Numer o Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 Previsione 2012 Previsione 2013 1 16/08/2011 E 1011060 E 75-0 1011060: ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IRPEF

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2013

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2013 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 203 Funzion Servizi. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Servizi 0. 02 Segreteria generale,personale e organizzazione Servizi 0. 03

Dettagli

Gli oneri concessori

Gli oneri concessori Laboratorio di di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Modulo di Estimo Integrazione al costo di produzione: gli oneri concessori Proff. Coll. Renato Da Re Federica Di Piazza Gli oneri concessori

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2007

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2007 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 007 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 9 0 3 5.00 7.00.00 Servizio

Dettagli

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione Proposta di iniziativa popolare concernente il programma di recupero urbano laurentino e l'inserimento del Fosso della Cecchignola nella componente primaria della rete ecologica e destinazione dell'intera

Dettagli

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 1010203 240/21 SPESE MANUTENZIONE IMMOBILI ED 17.424,61 17.424,61 17.424,61 IMPIANTI UFFICI COMUNALI 1010203 400/10 SPESE PER

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2012

CONTO DEL BILANCIO 2012 CONTO DEL BILANCIO 0 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 7.640,44 750,00 8.66,48 5.343,90

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

3. Determinazione dei servizi a domanda individuale e relativi costi di gestione

3. Determinazione dei servizi a domanda individuale e relativi costi di gestione 1. Approvazione addendum al contratto di concessione della progettazione, realizzazione e gestione di impianti fotovoltaici asserviti ad immobili di proprietà del Comune di Casapinta 2. Verifica quantità

Dettagli

DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 404 PARTE PRIMA L E G G I - R E G O L A M E N T I DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Art. 2 (Finalità) 1. La Regione con la promozione della progettazione di qualità ed il ricorso alle procedure concorsuali,

Dettagli

Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali

Regolamento per l assegnazione dei contributi per edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi e per centri civici e sociali Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali attrezzature culturali e sanitarie." (Deliberazioni del Consiglio

Dettagli

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 500 spazi sportivi scolastici e 500 impianti di base, pubblici e privati «1000 Cantieri per lo Sport»

Dettagli

B I L A NC I O DI PR E V I SI ONE 2008

B I L A NC I O DI PR E V I SI ONE 2008 T itolo 1 Spese correnti 01 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo 01. 04 Gestione delle entrate tributarie e servizi fiscali 01. 01. 04. 01 Personale 01. 01. 04. 03 Prestazioni

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01608/033 Servizio Suolo e Parcheggi CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01608/033 Servizio Suolo e Parcheggi CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01608/033 Servizio Suolo e Parcheggi CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 252 approvata il 15 aprile 2015 DETERMINAZIONE: ACQUISTO DI N. 42

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO AP/ap Determinazione n. DD-2015-391 esecutiva dal 06/03/2015 Protocollo Generale n. PG-2015-22551 del 05/03/2015

Dettagli

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO COMUNALE per la disciplina della concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l attribuzione di vantaggi economici 1 CAPO

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica VARIANTE CONNESSA A S.U.A. IN ZONA C3 DEL VIGENTE PRG RELAZIONE E NORME DI ATTUAZIONE IL DIRIGENTE SETTORE TERRITORIO (Ing. Gian Paolo TRUCCHI) IL PROGETTISTA (Arch.

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE Modello da compilarsi a cura del dichiarante, direttore lavori e impresa esecutrice opere Sportello per l Edilizia COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA Sede di Venezia - San Marco 4023

Dettagli

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Progr.Num. 1388/2013 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Questo giorno lunedì 30 del mese di settembre dell' anno 2013 si è riunita nella residenza di la Giunta regionale con l'intervento dei Signori:

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 0 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 38.83,47.000,00 75.86,00

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2014

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2014 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 04 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0,00 980,00 9.007,00

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 6.40,57.44,00 38.640,43

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO

COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO OGGETTO : PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO PER L AREA D1 DELLA ZONA P1.8 DEL P.R.G.C. RIF. CATASTALI : FOGLIO 26 MAPP.NN.232(ex36/a), 233(ex37/a, 112, 130, 136, 171,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 13 maggio 2013 - Delibera n. 35 INDICE: Articolo

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

Comune di Sant'Agata sul Santerno

Comune di Sant'Agata sul Santerno CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA SERVIZI GENERALI RESPONSABILE: RAMBELLI STEFANO 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie Area Servizi Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito RISOLUZIONE N. 69/E Roma, 16 ottobre 2013 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica Art. 2, comma 5, d.l. 25 giugno 2008, n. 112 IVA - Aliquota agevolata - Opere di urbanizzazione primaria

Dettagli

PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO

PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO 10 ANNI DI PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO IN ITALIA INDICE DEI CONTENUTI 1 INDICE Introduzione Definizioni e procedure di PPP PARTE PRIMA 1. IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE 2. IL MERCATO DEL PARTENARIATO

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

Erogazione di altri benefici

Erogazione di altri benefici N. Operazione Esecutore Note/moduli/ attrezzature connessi alla borsa di studio borsa servizi 1 Mobilità Internazionale: Il bando di concorso per la borsa di studio prevede che l Azienda conceda integrazioni

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA ARGOMENTI DA TRATTARE: DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa COMUNE DI LARI Provincia di Pisa DETERMINAZIONE N. 519 Numerazione servizio 201 Data di registrazione 17/12/2009 COPIA Oggetto : DECRETO DI ESPROPRIO RELATIVO A PROCEDIMENTO ESPROPRIATIVO PER PUBBLICA

Dettagli

SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2013/2015 DELL'AMMINISTRAZIONE PROVINCIA DI SIENA

SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2013/2015 DELL'AMMINISTRAZIONE PROVINCIA DI SIENA CHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2013/2015 DELL'AMMINITRAZIONE PROVINCIA DI IENA QUADRO DELLE RIORE DIPONIBILI ARCO TEMPORALE DI VALIDITÀ DEL PROGRAMMA TIPOLOGIE RIORE Disponibilità finanziaria

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa Allegato B COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa SETTORE 2 GESTIONE DEL TERRITORIO E DEL PATRIMONIO U.O. URBANISTICA EDILIZIA Modifica all Appendice 2 Schede norma dei comparti di trasformazione

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

COMUNE DI ABBIATEGRASSO

COMUNE DI ABBIATEGRASSO Delibera N. 35 del 14/02/2013 COMUNE DI ABBIATEGRASSO Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: PROMOZIONE APPROFONDIMENTI SULL'EDILIZIA SOCIALE AI FINI DELL' AGGIORNAMENTO DEL P.G.T.. L'anno

Dettagli

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA ai sensi degli articoli 41 e 42 L.R. 11.03.2005 n.12 e successive modifiche ed integrazioni

Dettagli

INCENTIVI PER ATTIVITA DI PROGETTAZIONE E DI PIANIFICAZIONE

INCENTIVI PER ATTIVITA DI PROGETTAZIONE E DI PIANIFICAZIONE II Commissario delegato per la ricostruzione - Presidente della Regione Abruzzo STRUTTURA TECNICA DI MISSIONE Azioni di supporto ai Comuni colpiti dal sisma del 6 aprile 2009 INCENTIVI PER ATTIVITA DI

Dettagli

Comune di TORINO DI SANGRO (CH) INDICE GENERALE INDICE GENERALE...1 1.0 PREMESSA...3

Comune di TORINO DI SANGRO (CH) INDICE GENERALE INDICE GENERALE...1 1.0 PREMESSA...3 INDICE GENERALE INDICE GENERALE...1 1.0 PREMESSA...3 1.1 Il QUADRO NORMATIVO...5 1.2 COSA E UN PIANO DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE...8 2.0 LA CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO

Dettagli

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA STUDI DI MICROZONAZIONE SISMICA: TEORIA ED APPLICAZIONI AOSTA, Loc. Amérique Quart (AO), 18-19 Ottobre 2011 Assessorato OO.PP., Difesa Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica - Servizio Geologico ATTIVITA

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli

Provincia di Belluno Attività in materia energetica

Provincia di Belluno Attività in materia energetica Provincia di Belluno Attività in materia energetica - Piano Energetico Ambientale Provinciale - Contributo Energia su PAT/PATI - Progetti europei arch. Paola Agostini Servizio pianificazione e gestione

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Tabella di sintesi elaborata dagli uffici senza alcun valore normativo. COOPERATIVE SOCIALI iscritte alla sezione A dell Albo.

Tabella di sintesi elaborata dagli uffici senza alcun valore normativo. COOPERATIVE SOCIALI iscritte alla sezione A dell Albo. CAPO II INVESTIMENTI Acquisto, costruzione, ristrutturazione, ammodernamento ed ampliamento di immobili aziendali Art. 9 comma 1 200.000,00) 200.000,00) Fino al 50% 200.000,00) se LEASING: fino al 40%

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Avvertenze: il testo vigente qui pubblicato è stato redatto dal Settore Legislativo dell'a.g.c. 01 della Giunta Regionale al solo fine di facilitare la lettura delle disposizioni della legge, integrata

Dettagli

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE In relazione all attività di gestione svolta nell anno 2011, si riportano i dati riguardanti le undici aree cimiteriali di Roma Capitale: Verano, Flaminio, Laurentino,

Dettagli

F N dell'area edificata in settori a pericolosità geologica elevata individuata nella "Carta di Sintesi" 25 27 B LOCALITA'

F N dell'area edificata in settori a pericolosità geologica elevata individuata nella Carta di Sintesi 25 27 B LOCALITA' LOALITA' Aa NTRO STORIO I b γ Ab NTRO STORIO I Ac NTRO STORIO I a LASS I IONITA' URANISTIA IR. 7/LAP ascia fluviale ex PS PRSRIZIONI INTGRATIV RISPTTO Presenza di tratti stradali, convoglianti le acque

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione).

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione). DECRETO MINISTERIALE 2 aprile 1968, n. 1444 (pubblicato nella g. u. 16 aprile 1968, n. 97). Limiti inderogabili di densità edilizia, di altezza, di distanza fra i fabbricati e rapporti massimi tra spazi

Dettagli

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE DELIBERAZIONE DELLA DGR n 896 del 24/06/2003 Pubblicata sul Bur n 62 del 11/07/2003 2 OGGETTO: Legge n.447/1995 Legge quadro sull inquinamento acustico e legge regionale 14 novembre 2001, n.28 Norme per

Dettagli

ALLEGATO N. 1 ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI

ALLEGATO N. 1 ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI ALLEGATO N. 1 (aggiornato G.U.R.I. N. 96 26/04/2014) ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI (Barrare la categoria di specializzazione SOA) Categorie opere generali (ex D.P.R.

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA RUMOROSE

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA RUMOROSE REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA RUMOROSE (L.R. n 89/98 art 2.2, D.R. n 77/2000 Parte 3 e L. 447/95) Il Dirigente GEOL. ROBERTO FERRARI Approvato con deliberazione del C.C. n. 14 del 13/02/2008 1 TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

COSTO SERVIZI EROGATI - ANNO 2013

COSTO SERVIZI EROGATI - ANNO 2013 - ANNO 2013 TIPOLOGIA DEI A DEI (*) PERSONA LE A STAFF 1 - GIURICO ISTITUZIONALE Servizio sportello per il cittadino Organizzazione e guida alle opere d'arte presenti nelle sale della sede. Concessione

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

Articolo 3, comma 3- Viene così riformulato Il Contrassegno è predisposto per una validità di cinque anni. Approvato unanime.

Articolo 3, comma 3- Viene così riformulato Il Contrassegno è predisposto per una validità di cinque anni. Approvato unanime. 1 2 3 Preso atto, inoltre, che la I Commissione consiliare permanente - Affari Generali e Istituzionali con verbale del 29 settembre 2011, qui allegato, ha espresso parere favorevole, sulla proposta in

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n.

Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n. Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n. 613 di data 12 novembre 1992 è stata affidata in concessione

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici Indicazione delle dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell automazione dell ufficio Segreteria SS.DD. - Affari Generali Anagrafe, Stato Civile, Elettorale Segreteria,

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali.

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali. Regolamento d uso del verde Adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 17.7.1995 con deliberazione n. 173 di Reg. Esecutiva dal 26.10.1995. Sanzioni approvate dalla Giunta Comunale nella seduta del

Dettagli

II - COMPETENZE DELLA REGIONE E DEGLI ENTI LOCALI IN MATERIA DI TUTELA DELL'AMBIENTE DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO

II - COMPETENZE DELLA REGIONE E DEGLI ENTI LOCALI IN MATERIA DI TUTELA DELL'AMBIENTE DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO Legge Regionale n 12 del 20/03/1998 Disposizioni in materia di inquinamento acustico emanata da: Regione Liguria e pubblicata su: Bollettino. Uff. Regione n 6 del 15/04/1998

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli