LINEE GUIDA PER L ASSISTENTE SPECIALISTICO ALL INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LINEE GUIDA PER L ASSISTENTE SPECIALISTICO ALL INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI."

Transcript

1 LINEE GUIDA PER L ASSISTENTE SPECIALISTICO ALL INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI. Il progetto educativo e di integrazione scolastica degli alunni disabili nelle scuole pubbliche committenti del Consorzio Tiresia prevede le seguenti figure tra loro cooperanti: Gli insegnanti di classe e l insegnante di sostegno che hanno la responsabilità programmatoria e educativa nella realizzazione degli interventi fissati nel P.E.I. (Piano educativo individualizzato) Il collaboratore scolastico che, ai sensi delle disposizioni del Contratto nazionale scuola e della Contrattazione integrativa di Istituto, ha compiti specifici di aiuto materiale per la mobilità e i bisogni igienici. L Assistente specialistico all integrazione L Assistente specialistico all integrazione opera per l integrazione dell alunno disabile all interno delle attività scolastiche. L attività suddetta si svolgerà all interno dell ambiente scolastico o durante le attività esterne programmate dalla scuola, quali gite ed uscite scolastiche, oltre alle attività formative del territorio ove previste dal P.E.I.

2 In particolare: coopera come figura professionale complementare alla realizzazione di attività funzionali al progetto didattico/educativo; collabora all attivazione, con gli insegnanti di sostegno, di interventi educativi rivolti a favorire la comunicazione, la relazione, l autonomia e i processi di apprendimento; attiva interventi di assistenza di base (es. cura dell igiene personale), obbligatoriamente con l aiuto del personale ATA qualora gli stessi siano previsti nella scheda di certificazione handicap quali competenze di base mancanti ma acquisibili con specifici interventi volti allo sviluppo dell autonomia personale. collabora con gli insegnanti e il personale della scuola, per l'effettiva partecipazione dell alunno in situazione di handicap a tutte le attività scolastiche, ricreative e formative previste dal Piano dell Offerta Formativa. Al fine di definire adeguatamente lo svolgimento delle attività, l assistente specialistico all integrazione partecipa: agli incontri previsti per la formulazione del P.E.I. ma esclusivamente per presa visione; agli incontri di programmazione del team docente e/o dei consigli di classe nonché del Collegio dei docenti e del Gruppo

3 di Lavoro Handicap (G.L.H.) quando espressamente si programmano attività ed interventi che coinvolgono il disabile; agli incontri di verifica con le Assistenti Sociali del territorio ove essi siano previsti. L orario di servizio L articolazione dell orario di servizio dell assistente specialistico all integrazione viene concordata all inizio dell anno scolastico con il Coordinatore della scuola che il Dirigente scolastico ha nominato, prendendo prioritariamente in considerazione le esigenze dell alunno, nonché i bisogni organizzativi della scuola. Nella stesura dell orario si farà attenzione a non prevedere compresenze con l insegnante di sostegno, fatta esclusione per progetti o attività particolari previste nel P.E.I. Al fine di garantire la più ampia flessibilità nel processo di integrazione delle diverse competenze professionali che si adoperano per l integrazione degli alunni disabili, l orario di servizio degli assistenti specialistici all integrazione potrà mantenere forma provvisoria fino alla nomina degli insegnanti di sostegno, al completamento del team docente ed all orario definitivo stabilito dal Dirigente scolastico. L orario definitivo di servizio dell assistente specialistico all integrazione verrà comunicato formalmente dal Responsabile del Consorzio Tiresia non appena lo stesso orari sarà disponibile e, comunque, per un numero di ore all interno del

4 budget economico messo a disposizione da parte della Provincia di Roma per la scuola presso cui si svolgerà l attività. 3.2 Uscite/gite scolastiche In caso di uscite/gite scolastiche di uno o più giorni, uscite didattiche occasionali, organizzate dalle Istituzioni Scolastiche, che prevedono la presenza dell assistente specialistico all integrazione in accompagnamento all allievo disabile, è demandato al Coordinatore della scuola l invio della richiesta scritta al Consorzio Tiresia. Si ricorda che le spese di viaggio, vitto alloggio ed eventuali ingressi derivanti dalla partecipazione dell assistente specialistico all integrazione sono a carico totale ed esclusivo della scuola. 3.3 Esami Su motivata e preventiva richiesta del Dirigente scolastico, si può autorizzare l assistente specialistico all integrazione ad assistere l alunno disabile nello svolgimento degli esami. 3.4 Assenza dell assistente L assenza deve essere tempestivamente comunicata al Coordinatore della scuola ed al Responsabile del Consorzio Tiresia. 3.5 Assenze dell alunno disabile

5 In caso di assenza dell alunno disabile, l assistente specialistico all integrazione non abbandona la sede scolastica rendendosi però disponibile, nelle ore spettanti a quella giornata, a svolgere il servizio su richiesta del Coordinatore della scuola; In caso di forzata e prolungata assenza dell alunno dalla scuola (malattia ), si procede come sopra descritto. L assistente specialistico all integrazione deve intendersi come risorsa aggiuntiva della didattica. Il Coordinatore della scuola, in base a personali valutazioni, può procede all assegnazione degli alunni disabili agli assistenti specialistici in servizio nella scuola. Tale assegnazione non deve mai intendersi come esclusiva. L assistente specialistico all integrazione deve comunque essere sempre a disposizione di tutti gli alunni disabili iscritti alla scuola e che hanno diritto al servizio. 3.6 Responsabilità Il Consorzio Tiresia dispone di idoneo contratto assicurativo di Responsabilità Civile esonerando le Istituzioni scolastiche da ogni responsabilità solo per eventuali danni agli alunni o a terzi derivati dall espletamento del servizio. 3.7 Formazione Nell anno scolastico 2009/10, al fine di garantire una formazione di base sufficientemente omogenea, il Consorzio Tiresia organizza corsi di formazione per tutti gli assistenti specialistici all integrazione

6 con regolare contratto di lavoro con il Consorzio Tiresia stesso. Per il futuro l onere di una formazione continua rimane a carico del Consorzio Tiresia e non necessariamente le ore di formazione si devono ritenere ore retribuite. Ciò non esclude che le singole Istituzioni scolastiche predispongano iniziative di formazione rivolte a tutti gli operatori dell integrazione scolastica alle quali possono e debbono partecipare anche gli assistenti specialistici all integrazione. Il Presidente Dott. Nicola Cavallone

L'ASSISTENTE PER L'INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI:

L'ASSISTENTE PER L'INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI: Comune di Brescia Assessorato Pubblica Istruzione e Politiche Giovanili Piazza della Vittoria, 5 - Brescia Ufficio Integrazione Scolastica Tel. 0302978931/30/10 e-mail lmaffazioli@comune.brescia.it L'ASSISTENTE

Dettagli

L'OPERATORE PER L'INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI:

L'OPERATORE PER L'INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI: COMUNE DI BRESCIA SETTORE DIRITTO ALLO STUDIO, POLITICHE GIOVANILI, SPORT E RAPPORTI CON UNIVERSITA Piazzale Repubblica,1 - Brescia Ufficio Integrazione Scolastica Tel. 0302978931/30/10 e-mail pubblica.istruzione@comune.brescia.it

Dettagli

COMUNE DI PONTINIA CAPITOLATO D APPALTO PARTE SPECIALE ASSISTENZA SCOLASTICA SPECIALISTICA E DI BASE MINORI DISABILI

COMUNE DI PONTINIA CAPITOLATO D APPALTO PARTE SPECIALE ASSISTENZA SCOLASTICA SPECIALISTICA E DI BASE MINORI DISABILI COMUNE DI PONTINIA CAPITOLATO D APPALTO PARTE SPECIALE ASSISTENZA SCOLASTICA SPECIALISTICA E DI BASE MINORI DISABILI Nell ambito delle azioni previste dalla Legge 328/2000, volte ad assicurare l esistenza

Dettagli

L I C E O S C I E N T I F I C O S T A T A L E D A L E S S A N D R O BA G H E R I A

L I C E O S C I E N T I F I C O S T A T A L E D A L E S S A N D R O BA G H E R I A 55 risposte su 70 email inviate. 78 % Contesto e Risorse La struttura dell'edificio è considerata in modo positivo 98,1 % dei docenti. I laboratori sono adeguatamente attrezzati per il 66 % dei docenti.

Dettagli

GLI OPERATORI DELL INTEGRAZIONE SCOLASTICA

GLI OPERATORI DELL INTEGRAZIONE SCOLASTICA GLI OPERATORI DELL INTEGRAZIONE SCOLASTICA L'integrazione non è affare dell'insegnante di sostegno... è necessaria una assunzione collettiva di responsabilità da parte di tutti gli operatori, scolastici

Dettagli

Il Profilo Dinamico Funzionale (PDF)*

Il Profilo Dinamico Funzionale (PDF)* Il Profilo Dinamico Funzionale (PDF)* E' atto successivo alla Diagnosi Funzionale (a cura della NPI) e indica in via prioritaria, dopo un primo periodo di inserimento scolastico, il prevedibile livello

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per i servizi nel territorio Direzione generale per l organizzazione dei servizi nel territorio Ufficio IV Prot. n. 3390 Roma, 30

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Salita Santa Cristina, 88-09014 Carloforte (Ci)

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Salita Santa Cristina, 88-09014 Carloforte (Ci) Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Salita Santa Cristina, 88-09014 Carloforte (Ci) C. F. 90016560923 Cod. Min. CAIC82000T Tel. 0781/854078 Fax 0781/855471

Dettagli

ASSISTENZA EDUCATIVA SCOLASTICA A FAVORE DI MINORI DISABILI SCHEDA TECNICA PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO

ASSISTENZA EDUCATIVA SCOLASTICA A FAVORE DI MINORI DISABILI SCHEDA TECNICA PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO Allegato 2) ASSISTENZA EDUCATIVA SCOLASTICA A FAVORE DI MINORI DISABILI SCHEDA TECNICA PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO Premessa L Ambito di Garbagnate M.se intende avviare un processo di sperimentazione

Dettagli

CITTA DI ALBANO LAZIALE PROVINCIA DI ROMA

CITTA DI ALBANO LAZIALE PROVINCIA DI ROMA CITTA DI ALBANO LAZIALE PROVINCIA DI ROMA PROTOCOLLO D INTESA PER L ASSISTENZA SCOLASTICA AGLI ALUNNI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI ALBANO LAZIALE (RM) 1 PROTOCOLLO D'INTESA PER L INTEGRAZIONE SCOLASTICA

Dettagli

Scuola Secondaria di Primo Grado F. Montanari di Mirandola PIANO ANNUALE PER L INCLUSIVITA P.A.I. Anno scolastico 2014/2015

Scuola Secondaria di Primo Grado F. Montanari di Mirandola PIANO ANNUALE PER L INCLUSIVITA P.A.I. Anno scolastico 2014/2015 Scuola Secondaria di Primo Grado F. Montanari di Mirandola PIANO ANNUALE PER L INCLUSIVITA P.A.I. Anno scolastico 2014/2015 Nel piano annuale per l inclusività sono riassunti i principali dati inerenti

Dettagli

I Circolo Didattico S. G. Bosco Sestu Via Repubblica, 6 09028 Sestu Tel.070/260146 - Fax. 070/238632 - C.F. 80006380929 - C.M.

I Circolo Didattico S. G. Bosco Sestu Via Repubblica, 6 09028 Sestu Tel.070/260146 - Fax. 070/238632 - C.F. 80006380929 - C.M. I Circolo Didattico S. G. Bosco Sestu Via Repubblica, 6 09028 Sestu Tel.070/260146 - Fax. 070/238632 - C.F. 80006380929 - C.M. CAEE033002 e-mail: caee033002@istruzione.it pec: caee033002@pec.istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE. Regolamento. del gruppo di lavoro sull handicap. Regolamento GLHI. Ai sensi dell art. 15 c.

ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE. Regolamento. del gruppo di lavoro sull handicap. Regolamento GLHI. Ai sensi dell art. 15 c. ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE Regolamento Regolamento GLHI del gruppo di lavoro sull handicap Ai sensi dell art. 15 c. L 104/92 Approvato dal Consiglio di stituto in data 08/07/2013 1 Gruppo di Lavoro

Dettagli

PRINCIPI GENERALI PER L INTEGRAZIONE DI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

PRINCIPI GENERALI PER L INTEGRAZIONE DI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI ALL ISC 05 Ed 1 -Rev 1 del 08/2011 SISTEMA DI GESTIONE QUALITÀ CERTIFICATO N 5705/0 SECONDO LA NORMA ISO 9001:2008 PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA- INTEGRAZIONE ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI E SEDI ASSOCIATE Il

Dettagli

C I T T A D I T A O R M I N A PROVINCIA DI MESSINA Servizio di Solidarieta Sociale

C I T T A D I T A O R M I N A PROVINCIA DI MESSINA Servizio di Solidarieta Sociale C I T T A D I T A O R M I N A PROVINCIA DI MESSINA Servizio di Solidarieta Sociale CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI AIUTO DOMESTICO DISABILI GRAVI ASSISTENZA IGIENICO PERSONALE DISABILI GRAVI Art.1

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA EDUCATIVA SPECIALISTICA E REGOLAMENTO DEL LABORATORIO DEGLI APPRENDIMENTI

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA EDUCATIVA SPECIALISTICA E REGOLAMENTO DEL LABORATORIO DEGLI APPRENDIMENTI REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA EDUCATIVA SPECIALISTICA E REGOLAMENTO DEL LABORATORIO DEGLI APPRENDIMENTI SERVIZI DEDICATI AGLI ALUNNI IN SITUAZIONE DI HANDICAP Approvato con Deliberazione del Consiglio

Dettagli

IPPOCRATE SRL Versione 1.2 del 21.07.2011

IPPOCRATE SRL Versione 1.2 del 21.07.2011 IPPOCRATE SRL REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ASSISTENZA EDUCATIVA SCOLASTICA PER L AUTONOMIA E LA COMUNICAZIONE DI ALUNNI PORTATORI DI HANDICAP GRAVE FREQUENTANTI LE SCUOLE DEL COMUNE DI CIVITAVECCHIA (LEGGE

Dettagli

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Vademecum per il sostegno Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Gli strumenti della programmazione DIAGNOSI FUNZIONALE: descrive la situazione clinicofunzionale dello stato

Dettagli

I CARE Imparare Comunicare Agire in una Rete Educativa Piano Nazionale di formazione e ricerca

I CARE Imparare Comunicare Agire in una Rete Educativa Piano Nazionale di formazione e ricerca I CARE Imparare Comunicare Agire in una Rete Educativa Piano Nazionale di formazione e ricerca ANALISI ESPERIENZE PREGRESSE (da compilare on line entro il 30 marzo 2008) I CARE Imparare Comunicare Agire

Dettagli

L ASSISTENZA SPECIALISTICA AGLI STUDENTI CON DISABILITA GESTITA DAGLI ISTITUTI SECONDARI DI SECONDO GRADO GUIDA OPERATIVA

L ASSISTENZA SPECIALISTICA AGLI STUDENTI CON DISABILITA GESTITA DAGLI ISTITUTI SECONDARI DI SECONDO GRADO GUIDA OPERATIVA AREA ISTRUZIONE e FORMAZIONE PROFESSIONALE SERVIZIO PROGRAMMAZIONE SISTEMA EDUCATIVO e FORMAZIONE PROFESSIONALE L ASSISTENZA SPECIALISTICA AGLI STUDENTI CON DISABILITA GESTITA DAGLI ISTITUTI SECONDARI

Dettagli

PROCEDURA PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA

PROCEDURA PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA PROCEDURA PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA Redatto da Silvana Catania Verificato da Edi Oprandi Approvato da Stefano Pedrocchi Data:20/07/2015 Data 20/07/2015 Data:20/07/2015 INDICE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Laura Lanza - Baronessa di Carini Via Prano n. 72 90044 Carini (PA) C.M. PAIC861009 - C.F. 80056780820 Telefono 091/8661056- Fax 091/8689684- e-mail: paic861009@istruzione.it

Dettagli

Parte I analisi dei punti di forza e di criticità

Parte I analisi dei punti di forza e di criticità MINISTERO DELL ISTRUZIONE,DELL UNIVERTA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Istituto Comprensivo Via R. Paribeni Via R. Paribeni, 10 00013 Mentana (ROMA) e fax 06/9090078 e 06/9092689

Dettagli

C I T T A D I T A O R M I N A

C I T T A D I T A O R M I N A C I T T A D I T A O R M I N A PROVINCIA DI MESSINA Servizio di Solidarieta Sociale Oggetto: CONTRATTO PER I SERVIZI DI AIUTO DOMESTICO DISABILI GRAVI ASSISTENZA IGIENICO PERSONALE L anno duemila il giorno

Dettagli

Appalto per l affidamento del Servizio di Assistenza Scolastica

Appalto per l affidamento del Servizio di Assistenza Scolastica CITTA DI SOTTO IL MONTE GIOVANNI XXIII PROVINCIA DI BERGAMO Appalto per l affidamento del Servizio di Assistenza Scolastica Anno Scolastico 2013/2014 e 2014/2015 DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

Dettagli

Federazione Italiana per il Superamento dell Handicap Via Cerbara, 20 00147 Roma

Federazione Italiana per il Superamento dell Handicap Via Cerbara, 20 00147 Roma Federazione Italiana per il Superamento dell Handicap Via Cerbara, 20 00147 Roma (testo predisposto a cura di Salvatore Nocera, vicepresidente F I S H ) GRIGLIA DESCRITTORI LIVELLI DI QUALITA DELL INTEGRAZIONE

Dettagli

QUESTIONARIO DOCENTI Riepilogo (48 questionari compilati)

QUESTIONARIO DOCENTI Riepilogo (48 questionari compilati) QUESTIONARIO DOCENTI Riepilogo (48 questionari compilati) 1) Pensi alla sua istituzione scolastica, comprensiva delle diverse sedi e dei diversi gradi di scuola. Quanto è d accordo con le seguenti affermazioni?

Dettagli

Scuola ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASTEL DI SANGRO a.s.2013/2014. Piano Annuale per l Inclusione

Scuola ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASTEL DI SANGRO a.s.2013/2014. Piano Annuale per l Inclusione ISTITUTO COMPRENVO DI CASTEL DI SANGRO Via Nicola Mancini, 18 - tel. 0864/845904 Fa 0864/847474 Scuola ISTITUTO COMPRENVO DI CASTEL DI SANGRO a.s.2013/2014 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI di Castelfranco Emilia - Mo Via Guglielmo Marconi, 1 Tel 059 926254 - fax 059 926148 email: MOIC825001@istruzione.it Prot. n. NOTE ORGANIZZATIVE PER UNA CORRETTA GESTIONE

Dettagli

ESAME DI STATO ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI E DSA

ESAME DI STATO ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI E DSA ISTITUTO MAGISTRALE Tommaso Gullì" Corso Vittorio Emanuele, 69-89125 Reggio Calabria N.O. Liceo Delle Scienze Umane - Liceo S.U. Opzione Economico Sociale-Liceo Linguistico V.O. Liceo Socio - Psico-Pedagogico

Dettagli

PIANO ANNUALE DELL INCLUSIONE

PIANO ANNUALE DELL INCLUSIONE Gallarate (VA) - Via Bonomi, 4 Tel. 0331.795141 - Fax 0331.784134 sacrocuoregallarate@fastwebnet.it www.sacrocuoregallarate.it Scuola Secondaria di I grado PIANO ANNUALE DELL INCLUSIONE DEGLI ALUNNI CON

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA PER L'INTEGRAZIONE SCOLASTICA E SOCIALE DELLE PERSONE CON DISABILITA' PER LA PROVINCIA DI BELLUNO

ACCORDO DI PROGRAMMA PER L'INTEGRAZIONE SCOLASTICA E SOCIALE DELLE PERSONE CON DISABILITA' PER LA PROVINCIA DI BELLUNO ACCORDO DI PROGRAMMA PER L'INTEGRAZIONE SCOLASTICA E SOCIALE DELLE PERSONE CON DISABILITA' PER LA PROVINCIA DI BELLUNO Indicatori per la valutazione dell'applicazione dell'accordo di Programma Riferimento

Dettagli

Prot. n. 1445 C/4 Paterno, 24/07/2014

Prot. n. 1445 C/4 Paterno, 24/07/2014 Istituto Comprensivo di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado Via M. Pagano n. 03-85050 Paterno di Lucania (PZ) Tel. e Fax n. 0975341160 Cod. Mecc. PZIC836002 C.F. 80005610763 - e-mail:

Dettagli

PIANO ANNUALE PER L INCLUSIVITA ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASTENASO

PIANO ANNUALE PER L INCLUSIVITA ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASTENASO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CASTENASO PIANO ANNUALE PER L INCLUSIVITA ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASTENASO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 Nel piano annuale per l inclusività sono riassunti i principali dati

Dettagli

LINEE GUIDA PER L INSERIMENTO DEGLI ALUNNI DISABILI

LINEE GUIDA PER L INSERIMENTO DEGLI ALUNNI DISABILI MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PAOLO FRISI Via Giardino, 69 20077 Melegnano (MI) Scuole dell Infanzia

Dettagli

COMUNE DI PALERMO REGOLAMENTO RECANTE MODALITA E CRITERI PER L ASSISTENZA SPECIALISTICA AGLI ALUNNI DISABILI

COMUNE DI PALERMO REGOLAMENTO RECANTE MODALITA E CRITERI PER L ASSISTENZA SPECIALISTICA AGLI ALUNNI DISABILI COMUNE DI PALERMO REGOLAMENTO RECANTE MODALITA E CRITERI PER L ASSISTENZA SPECIALISTICA AGLI ALUNNI DISABILI TESTO APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI C.C. N 579 DEL 05/10/2012 E INTEGRATO DALLE MODIFICHE APPORTATE

Dettagli

Anno scolastico 2013/2014

Anno scolastico 2013/2014 Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Dante Alighieri di Angera Via Dante, 2 - Angera(VA) tel. 0331.930169 / 932928 - fax 0331.960127 e-mail: VAIC880006@istruzione.it

Dettagli

Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta

Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta Provv. _121 del 14\09\2015 Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta (L.r. 15/2015) già Provincia Regionale di Caltanissetta Codice Fiscale e Partita IVA: 00115070856 SETTORE 10 - SERVIZI SOCIALI E CULTURALI

Dettagli

BES : il quadro normativo NOVITA ASSOLUTA : Cosa si intende per BES? Chi sono i BES?

BES : il quadro normativo NOVITA ASSOLUTA : Cosa si intende per BES? Chi sono i BES? BES : il quadro normativo Cosa si intende per BES? Marzia Andreoni Ufficio Scolastico Regionale I BES comprendono un panorama di bisogni molto ampio non legati a cause specifiche e quindi non necessariamente

Dettagli

MIO FIGLIO VA A SCUOLA! Un percorso guida

MIO FIGLIO VA A SCUOLA! Un percorso guida Via Brogeda, 21 22100 Como Tel. 031.541180/Fax 031.532927 comprensivocomonord@tiscali.it MIO FIGLIO VA A SCUOLA! Un percorso guida A cura del Gruppo di Lavoro per l integrazione degli alunni diversamente

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Direzione Generale

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Direzione Generale MIUR.AOODRTO.REGISTRO UFFICIALE(U).0007133.29-05-2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio III Firenze, 29 maggio 2014 Ai Dirigenti Scolastici delle Scuole di ogni ordine

Dettagli

Allegato 2 FUNZIONI/ATTIVITÀ

Allegato 2 FUNZIONI/ATTIVITÀ SERVIZI ALLA FORMAZIONE Allegato 2 FUNZIONI/ATTIVITÀ FORMATORE Area di attività Analisi dei fabbisogni formativi; Progettazione interventi formativi; Erogazione azioni formative; Valutazione esiti apprendimento;

Dettagli

Prot. n. 2493/B35 Soriano nel Cimino, 8/10/2015

Prot. n. 2493/B35 Soriano nel Cimino, 8/10/2015 Ministero dell Istruzione, dell Università e della ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO DI SORIANO NEL CIMINO Viale Ernesto Monaci, 37-01038 SORIANO NEL CIMINO (VT) -

Dettagli

CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI M I N I S T E R O D E L L A P U B B L I C A I S T R U Z I O N E I S T I T U T O C O M P R E N S I V O D I S C U O L A I N F A N Z I A, P R I M A R I A E S E C. I G R A D O Via Michelangelo, 1-66038 SAN

Dettagli

A. MORO CERRO AL LAMBRO

A. MORO CERRO AL LAMBRO ISTITUTO COMPRENSIVO P. FRISI MELEGNANO SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO A. MORO CERRO AL LAMBRO Iscrizioni a.s. 2015/2016 1 La proposta didattica e formativa della Scuola Secondaria di Primo Grado per le

Dettagli

INCLUSIONE TUTTI UGUALI OGNUNO DIVERSO

INCLUSIONE TUTTI UGUALI OGNUNO DIVERSO INCLUSIONE Integrazione Alunni disabili DSA BES TUTTI UGUALI OGNUNO DIVERSO.LINEE GUIDA PER L INCLUSIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI CON DISABILITA LINEE GUIDA PER L INCLUSIONE SCOLASTICA L inclusione è un

Dettagli

Protocollo di accoglienza ed integrazione alunni con disabilità

Protocollo di accoglienza ed integrazione alunni con disabilità ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Alessandro Volta ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE / LICEO DELLE SCIENZE APPLICATE Protocollo di accoglienza ed integrazione alunni con disabilità (A.s. 2014 2015) 1 INDICE

Dettagli

PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO (P.E.I.)

PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO (P.E.I.) Integrazione Scolastica degli Alunni con Disabilità Istituzione Scolastica: PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO (P.E.I.) di ANNO SCOLASTICO: Data compilazione: L insegnante coordinatore di classe: L insegnante/i

Dettagli

INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI - Il diritto all integrazione: un nuovo modo di essere scuola. - Principi fondamentali: uguaglianza accoglienza integrazione L integrazione degli

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, BENI CULTURALI, INFORMAZIONE SPETTACOLO E SPORT SERVIZIO ISTRUZIONE

ASSESSORATO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, BENI CULTURALI, INFORMAZIONE SPETTACOLO E SPORT SERVIZIO ISTRUZIONE Allegato B ASSESSORATO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, BENI CULTURALI, INFORMAZIONE SPETTACOLO E SPORT SERVIZIO ISTRUZIONE Interventi a favore delle scuole pubbliche di ogni ordine e grado della Sardegna, per

Dettagli

L INDEX PER L INCLUSIONE

L INDEX PER L INCLUSIONE L INDEX PER L INCLUSIONE COS È L INCLUSIONE? INCLUSIONE VS INTEGRAZIONE INTEGRAZIONE E PARADIGMA «ASSIMILAZIONISTA» adattamento dell alunno disabile a un organizzazione scolastica che è strutturata fondamentalmente

Dettagli

- LINEE GUIDA PER L INCLUSIONE SOCIALE

- LINEE GUIDA PER L INCLUSIONE SOCIALE Allegato B - LINEE GUIDA PER L INCLUSIONE SOCIALE - LINEE GUIDA SULLA FORMAZIONE RIVOLTA A PERSONE DISABILI- PRELAVORATIVO e FORMAZIONE AL LAVORO (con indirizzo) NOTA BENE: per l accesso ai corsi lo stato

Dettagli

BANDO PUBBLICO IL DIRIGENTE SCOLASTICO

BANDO PUBBLICO IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prot. n. 126 C/13 Melfi, 9 gennaio 2015 BANDO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN ESPERTO ESTRANEO ALL AMMINISTRAZIONE DESTINATARIO DI INCARICO PER PRESTAZIONI PROFESSIONALI FINALIZZATE ALL INTEGRAZIONE

Dettagli

PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE A.S.2013/14

PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE A.S.2013/14 PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE A.S.2013/14 FINALITÀ 1. CRESCITA EDUCATIVA E CULTURALE DI TUTTI GLI STUDENTI, VALORIZZANDONE LE DIVERSITÀ E PROMUOVENDONE LE POTENZIALITÀ ATTRAVERSO TUTTE LE INIZIATIVE DI

Dettagli

& ' ( () ( ' ) ) * ' ' ' () + +, -..( /0 + ) ) ) ' + +, ) ( ' -- + +'. + )+ " ' '. --' + ' +, 1 + 2 ' +

& ' ( () ( ' ) ) * ' ' ' () + +, -..( /0 + ) ) ) ' + +, ) ( ' -- + +'. + )+  ' '. --' + ' +, 1 + 2 ' + ! " # $% & ' ( () ( ' ) ) * ' ' ' () + +, -..( /0 + ) ) ) ' + + /0+ /0, ) ( ' -- + +'. + )+ " ' '. --' + ' +, 1 + 2 ' +,'' 1 +3 ',- ( + $4 44 ' ). #( +' % - --) + " ) + ' -- 5 ' 1 -- ( ( 1 - &-- 6, + -'

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO Tivoli -A.Baccelli- Scuola dell infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo grado

ISTITUTO COMPRENSIVO Tivoli -A.Baccelli- Scuola dell infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo grado ISTITUTO COMPRENVO Tivoli -A.Baccelli- Scuola dell infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo grado Piano Annuale per l Inclusività A.S. 2013/14 L I.C. Tivoli 2 A.Baccelli pone particolare attenzione

Dettagli

REGOLAMENTO CORSO SERALE

REGOLAMENTO CORSO SERALE REGOLAMENTO CORSO SERALE ISCRIZIONE L'iscrizione degli studenti al corso serale comporta obbligatoriamente il riconoscimento e la valutazione della loro situazione formativa, documentata all'atto dell'iscrizione,

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola)

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola) QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola) Docente di: scuola infanzia scuola primaria scuola secondaria I Professionalità dei docenti Programmazione e valutazione

Dettagli

ITC PIERO CALAMANDREI - PROTOCOLLO ACCOGLIENZA Alunni diversamente abili

ITC PIERO CALAMANDREI - PROTOCOLLO ACCOGLIENZA Alunni diversamente abili ITC PIERO CALAMANDREI - PROTOCOLLO ACCOGLIENZA Alunni diversamente abili Questo documento, approvato dal Consiglio d Istituto e deliberato dal Collegio dei Docenti, contiene informazioni, principi, criteri

Dettagli

REGISTRO DELLE ATTIVITA DI SOSTEGNO

REGISTRO DELLE ATTIVITA DI SOSTEGNO Scuola (denominazione) Indirizzo REGISTRO DELLE ATTIVITA DI SOSTEGNO ALUNNO CLASSE-SEZIONE MODULO/CLASSI ANNO SCOLASTICO / INDICE Intestazione Indice Agenda della scuola ai fini dell integrazione Operatori

Dettagli

Proposta di. QUESTIONARIO sullo stato dell integrazione scolastica degli alunni con disabilità

Proposta di. QUESTIONARIO sullo stato dell integrazione scolastica degli alunni con disabilità Proposta di QUESTIONARIO sullo stato dell integrazione scolastica degli alunni con disabilità 1 Premessa La proposta di Questionario sullo stato dell integrazione scolastica degli alunni con disabilità

Dettagli

AL PERSONALE ATA OGGETTO: SCRUTINI QUADRIMESTRALI

AL PERSONALE ATA OGGETTO: SCRUTINI QUADRIMESTRALI CIRC.N. 209 AI DOCENTI AL PERSONALE ATA OGGETTO: SCRUTINI QUADRIMESTRALI I Consigli di classe sono convocati, nella sola componente docenti, secondo il calendario allegato per procedere alle operazioni

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ANGELINI - PAVIA REGOLAMENTO PER VISITE GUIDATE E VIAGGI DI ISTRUZIONE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ANGELINI - PAVIA REGOLAMENTO PER VISITE GUIDATE E VIAGGI DI ISTRUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ANGELINI - PAVIA REGOLAMENTO PER VISITE GUIDATE E VIAGGI DI ISTRUZIONE DELIBERATO DAL CONSIGLIO DI ISTITUTO DEL 22 SETTEMBRE 2014 1 Nel deliberare i criteri di seguito ci si

Dettagli

Piano Annuale per l Inclusione. Anno scolastico 2014/2015

Piano Annuale per l Inclusione. Anno scolastico 2014/2015 Istituto Tecnico Statale Commerciale e per Geometri LUIGI EINAUDI Via Matilde Ceretti, 23 28845 Domodossola (VB) Piano Annuale per l Inclusione Anno scolastico 2014/2015 PREMESSE Finalità Il Piano dell

Dettagli

Scuola I. I. S P. Artusi FORLIMPOPOLI a.s. 2014/2015. Piano Annuale per l Inclusione

Scuola I. I. S P. Artusi FORLIMPOPOLI a.s. 2014/2015. Piano Annuale per l Inclusione Scuola I. I. S P. Artusi FORLIMPOPOLI a.s. 2014/2015 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA STATALE 3 CIRCOLO G. CAIATI

SCUOLA PRIMARIA STATALE 3 CIRCOLO G. CAIATI SCUOLA PRIMARIA STATALE 3 CIRCOLO G. CAIATI Analisi dei dati relativi al questionario di valutazione sulla qualità dell integrazione scolastica degli alunni con disabilità. Progetto ICF Dal modello ICF

Dettagli

53 Distretto Scolastico 84014 Nocera Inferiore ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE Guglielmo Marconi

53 Distretto Scolastico 84014 Nocera Inferiore ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE Guglielmo Marconi Prot. n. 4233 A/19 del 29 settembre 2015 Al Collegio dei Docenti e P.C. Al Consiglio di Istituto Ai Genitori Agli Alunni Al Personale A.T.A. ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

Dettagli

Luogo e data di nascita Roma, 5 Marzo 1983 Via Vittorio Veneto, 11-00060 Sant Oreste (RM) Telefono 0761 578301-320 6218133 Fax 0761 578443

Luogo e data di nascita Roma, 5 Marzo 1983 Via Vittorio Veneto, 11-00060 Sant Oreste (RM) Telefono 0761 578301-320 6218133 Fax 0761 578443 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome e cognome Elisa De Iulis Luogo e data di nascita Roma, 5 Marzo 1983 Indirizzo Via Vittorio Veneto, 11-00060

Dettagli

Corso annuale di Perfezionamento e di Aggiornamento Professionale (1500 ore 60 CFU) (Legge 19/11/1990 n. 341- art. 6, co. 2, lett.

Corso annuale di Perfezionamento e di Aggiornamento Professionale (1500 ore 60 CFU) (Legge 19/11/1990 n. 341- art. 6, co. 2, lett. Libera Università degli Studi San Pio V di Roma Anno Accademico 2009/2010 Corso annuale di Perfezionamento e di Aggiornamento Professionale (1500 ore 60 CFU) (Legge 19/11/1990 n. 341- art. 6, co. 2, lett.

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia UFFICIO IX AMBITO TERRITORIALE FOGGIA

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia UFFICIO IX AMBITO TERRITORIALE FOGGIA Circolare n. 8 Prot. 1739 Foggia, 28 marzo 2013 Ai Dirigenti Scolastici Scuole Ogni Ordine e Grado della Provincia LORO SEDI Ai docenti referenti per la disabilità Ai docenti referenti per i DSA delle

Dettagli

SERVIZI EDUCATIVI LA CARTA DEL SERVIZIO. Assistenza Scolastica agli alunni diversamente abili

SERVIZI EDUCATIVI LA CARTA DEL SERVIZIO. Assistenza Scolastica agli alunni diversamente abili SERVIZI EDUCATIVI LA CARTA DEL SERVIZIO Assistenza Scolastica agli alunni diversamente abili Che cos è e a cosa serve una Carta di Servizio La Carta di Servizio è il patto tra il soggetto che eroga un

Dettagli

4. ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE

4. ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE 4. ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE ACCOGLIENZA FORMATIVA Il progetto accoglienza attivo nel Liceo è il risultato della riflessione di un gruppo di lavoro multidisciplinare incaricato di delineare un quadro

Dettagli

Piano Annuale per l Inclusione

Piano Annuale per l Inclusione MINISTERO DELL ISTRUZIONE,DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Istituto Comprensivo Statale A. Vespucci Via Stazione snc, 89900 Vibo Valentia Marina Tel. 0963/572073 telefax 0963/577046 Cod. mecc. VVIC82600R

Dettagli

Regolamento d Istituto ALLEGATO H. Regolamento del G.L.I. (Gruppo di lavoro per l inclusione) d Istituto

Regolamento d Istituto ALLEGATO H. Regolamento del G.L.I. (Gruppo di lavoro per l inclusione) d Istituto Regolamento d Istituto ALLEGATO H Regolamento del G.L.I. (Gruppo di lavoro per l inclusione) d Istituto 2013-2014 I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U ZI O N E S E C O N D A R I A S U P E R I O

Dettagli

NORME COMUNI. Art. 1 Obiettivi del contratto integrativo

NORME COMUNI. Art. 1 Obiettivi del contratto integrativo MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO III ISTITUTO STATALE D ARTE Piazza dei Decemviri, 12 00175 Roma Telefono e fax 067480609 - E-mail: info@terzoisa.org Distretto

Dettagli

Traccia Programmatica Funzione D

Traccia Programmatica Funzione D Istituto di Istruzione Secondaria Superiore U. Mursia Carini Traccia Programmatica Funzione D INTEGRAZIONE ALUNNI DISABILI PAI BES ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROF. RANDAZZO SALVATORE PREFAZIONE Ogni azione

Dettagli

RELAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE 2013 PREMESSA

RELAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE 2013 PREMESSA Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO PIAZZA DE CUPIS PIAZZA CESARE DE CUPIS 20 00155 ROMA (RM) Codice Fiscale: 97713560585

Dettagli

TRA. I SINDACI DEI COMUNI DELL AMBITO TERRITORIALE DI MARIANO COMENSE: Arosio Cabiate Carugo Inverigo Lurago d Erba Mariano Comense

TRA. I SINDACI DEI COMUNI DELL AMBITO TERRITORIALE DI MARIANO COMENSE: Arosio Cabiate Carugo Inverigo Lurago d Erba Mariano Comense PROTOCOLLO DI INTESA PER L INCLUSIONE SCOLASTICA DI ALUNNE E ALUNNI DISABILI TRA I SINDACI DEI COMUNI DELL AMBITO TERRITORIALE DI MARIANO COMENSE: Arosio Cabiate Carugo Inverigo Lurago d Erba Mariano Comense

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Schema di regolamento recante Revisione dell assetto ordinamentale, organizzativo e didattico della scuola dell infanzia e del primo ciclo di istruzione ai sensi dell'articolo 64, comma 4, del decreto

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. 35020 Albignasego (PD)

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. 35020 Albignasego (PD) I criteri per le determinazioni del dirigente riferiti a l organizzazione degli uffici e le misure inerenti alla gestione dei rapporti di lavoro ex art. 5, comma 2, del Dlgs n. 165/2001 come novellato

Dettagli

1 PIANO D ISTITUTO PER LA FORMAZIONE E L AGGIORNAMENTO A.S. 2012/2013

1 PIANO D ISTITUTO PER LA FORMAZIONE E L AGGIORNAMENTO A.S. 2012/2013 I s t i t u t o P r o f e s s i o n a l e d i S t a t o p e r l I n d u s t r i a e l A r t i g i a n a t o CAVOUR-MARCONI Loc. Piscille Via Assisana, 40/d-06154 PERUGIA Tel. 075/5838322 Fax 075/32371

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO CUNEO a.s. 2015-16. Piano Annuale per l Inclusione

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO CUNEO a.s. 2015-16. Piano Annuale per l Inclusione DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO CUNEO a.s. 2015-16 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge 104/92

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ACCREDITAMENTO DEGLI ORGANISMI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE

LINEE GUIDA PER L ACCREDITAMENTO DEGLI ORGANISMI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE Allegato 2 LINEE GUIDA PER L ACCREDITAMENTO DEGLI ORGANISMI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE L accreditamento corrisponde al riconoscimento di idoneità dei soggetti che si candidano a gestire iniziative di

Dettagli

Linee di indirizzo per il servizio di assistenza specialistica negli istituti scolastici e formativi del secondo ciclo di istruzione

Linee di indirizzo per il servizio di assistenza specialistica negli istituti scolastici e formativi del secondo ciclo di istruzione Linee di indirizzo per il servizio di assistenza specialistica negli istituti scolastici e formativi del secondo ciclo di istruzione Anno scolastico 2014-2015 Provincia di Roma Dipartimento IX Servizio

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA per l integrazione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA per l integrazione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA per l integrazione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Commissione: Protocollo di Accoglienza per l integrazione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali BES A. S.

Dettagli

Piano per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Piano per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "DON LORENZO MILANI" Via Volpi 22-30174 Venezia loc. Gazzera tel/fax 915909 email veic845009@istruzione.it posta certificata: veic845009@pec.istruzione.it Piano per l inclusione

Dettagli

COMUNE DI CHIARAVALLE Provincia di Ancona

COMUNE DI CHIARAVALLE Provincia di Ancona COMUNE DI CHIARAVALLE Provincia di Ancona Centro socio-educativo riabilitativo diurno per disabili Arcobaleno PREFAZIONE La Carta dei Servizi del Centro socio-educativo riabilitativo diurno per disabili

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE F. De Sanctis Via Boschetto, 1

ISTITUTO D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE F. De Sanctis Via Boschetto, 1 ISTITUTO D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE F. De Sanctis Via Boschetto, 1 83054 -SANT ANGELO DEI LOMBARDI (AV) C.F. 91003710646 - AVPC010007@istruzione.it - AVIS014008 tel. 08271949141 Fax - 08271949142

Dettagli

VADEMECUM insegnante di sostegno - IPSSAR Tognazzi

VADEMECUM insegnante di sostegno - IPSSAR Tognazzi ACCOGLIENZA DELL INSEGNANTE DI SOSTEGNO TITOLARITA ORARIO SERVIZIO STESURA DEL P.D.F. (PROFILO DINAMICO FUNZIONALE) L insegnante di sostegno sarà accolto dal Dirigente Scolastico e dalla Funzione Strumentale

Dettagli

REGOLAMENTO USCITE DIDATTICHE

REGOLAMENTO USCITE DIDATTICHE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DON MILANI-SALA Via Della Stazione, 2-88100 - Catanzaro - Tel. e Fax 0961/753118 C.M. CZIC856002 C.F. 97061290793 czic856002@istruzione.it - czic856002@pec.istruzione.it web:www.icdonmilanicz.gov.it

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 0 del 10 dicembre 2009. Servizi Socio-Sanitari per la disabilità

Carta dei Servizi rev. 0 del 10 dicembre 2009. Servizi Socio-Sanitari per la disabilità Carta dei Servizi rev. 0 del 10 dicembre 2009 Servizi Socio-Sanitari AZIENDA ULSS N. 22 Bussolengo (VR) Unità Complessa Disabilità Direttore Dott. Gabriele Bezzan Funzionario Dott.ssa Liliana Menegoi Segreteria

Dettagli

DISCIPLINARE PER L ACCREDITAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

DISCIPLINARE PER L ACCREDITAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE DISCIPLINARE PER L ACCREDITAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE - SAD - Servizio di assistenza domiciliare - ADH - Servizio educativo domiciliare disabili - SED - Servizio educativo minori Art.

Dettagli

Quale legislazione per i bambini con ADHD?

Quale legislazione per i bambini con ADHD? Seminario regionale di approfondimento Livorno 14 dicembre 2013 L attenzione del bambino a scuola: contributi per la formazione e la didattica Quale legislazione per i bambini con ADHD? Dott.ssa Marianna

Dettagli

VALORE P.A. CORSI DI FORMAZIONE 2015

VALORE P.A. CORSI DI FORMAZIONE 2015 Direzione centrale Credito e Welfare Direzione regionale Piemonte VALORE P.A. CORSI DI FORMAZIONE 2015 REGIONE PIEMONTE PREMESSA Nell ambito delle prestazioni sociali previste in favore degli iscritti

Dettagli

Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità

Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità ISTITUTO COMPRENVO STATALE POLO EST LUMEZZANE a. s. 2014/2015 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: Infanzia Primaria Sec.I grado

Dettagli

Il saggio è tratto da Voci della Scuola 2003. Idee e proposte per l organizzazione e la didattica, Tecnodid Editrice, Napoli, 2002.

Il saggio è tratto da Voci della Scuola 2003. Idee e proposte per l organizzazione e la didattica, Tecnodid Editrice, Napoli, 2002. FLESSIBILITÀ Dino CRISTANINI Calendario scolastico Curricolo Individualizzazione Integrazione di sistemi Lavoro di classe Lavoro in piccolo gruppo Modulo Monte orario annuale Obiettivi specifici di apprendimento

Dettagli

ALLEGATO D PIANO ANNUALE DI INCLUSIONE (PAI) Scuola LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO - ROMA. a.s. 2014-2015. Piano Annuale per l Inclusione

ALLEGATO D PIANO ANNUALE DI INCLUSIONE (PAI) Scuola LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO - ROMA. a.s. 2014-2015. Piano Annuale per l Inclusione ALLEGATO D PIANO ANNUALE DI INCLUSIONE (PAI) Scuola LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO - ROMA a.s. 2014-2015 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione

Dettagli

Piano Annuale per l Inclusione

Piano Annuale per l Inclusione Cod. Mecc. RMIC8G001 Cod. Fisc. 97713920581 Distretto 25 Scuola I.C. PARCO della VITTORIA a.s. 2015/2016 Piano Annuale per l Inclusione Approvato dal Gruppo di Lavoro per l Inclusione in data 27/04/2015

Dettagli

Monitoraggio alunni con disabilità in provincia di Foggia a.s 2011/12

Monitoraggio alunni con disabilità in provincia di Foggia a.s 2011/12 Monitoraggio alunni con disabilità in provincia di Foggia a.s 2011/12 VIDEOCONFERENZA ORGANICO DI DIRITTO SOSTEGNO A.S. 2012/2013 FOGGIA 4 APRILE 2012 DISABILITA' 1 Monitoraggio alunni con disabilità in

Dettagli