Pubblicate in data 5 luglio 2013

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Pubblicate in data 5 luglio 2013"

Transcript

1 Pubblicate in data 5 luglio 2013 Domanda N. 1: Qual è l attuale gestore dei servizi oggetto di affidamento? Risposta n.1: L attuale gestore è l ATI Bathor - Frassati Domanda N.2: E considerato analogo l oggetto della certificazione di qualità riportante la dicitura Progettazione ed erogazione dei servizi socio assistenziali ed educativi? Risposta n.2: SI Domanda N.3: I servizi analoghi da considerare, ai fini della partecipazione alla gara, possono essere rivolti a minori di qualsiasi età? Risposta n.3: SI Domanda N.4: Si richiede l elenco del personale attualmente in essere per i servizi ausiliari per il funzionamento del nido Don Minzoni, di assistenza scolastica e di assistenza al trasporto scolastico e dei centri ricreativi estivi. Risposta n.4: Il personale è il seguente: QUALIFICA MANSIONE LIVELLO ORE SCATTI SETT.LI ANZIANITA' Socia Lav. Tempo indeterm. Educatore D1 h. 33 n. 3 Socia Lav. Tempo indeterm. Educatore / Assistente Disabili D1 h. 24 == Socia Lav. Tempo indeterm. Assistente disabili D1 h. 32,5 n. 1 Socia Lav. Tempo indeterm. Assistente scolastico C1 h. 33 n. 4 Socia Lav. Tempo indeterm. Assistente disabili D1 h. 22,5 n. 2 Socia Lav. Tempo indeterm. Assistente disabili D1 h. 28 n. 3 Socia Lav. Tempo indeterm. Assistente scolastico D1 h. 27,5 n. 2 Socia Lav. Tempo indeterm. Educatore / Assistente Disabili D1 h. 22,5 == Socia Lav. Tempo indeterm. Educatore / Assistente Disabili D1 h. 18,5 == Socia Lav. Tempo indeterm. Assistente trasporto B1 h. 24,5 n. 3 Socia Lav. Tempo indeterm. Assistente disabili D1 h. 31,5 n. 2

2 Socia Lav. Tempo indeterm. Educatore Asilo nido D1 h. 32,5 n. 5 Socia Lav. Tempo indeterm. Assistente trasporto B1 h. 21 n. 1 Socia Lav. Tempo indeterm. Assistente disabili D1 h. 34 n. 1 Socia Lav. Tempo indeterm. Assistente disabili D1 h. 30,5 n. 5 Socia Lav. Tempo indeterm. Assistente scolastico D1 h. 32,5 n. 2 Socia Lav. Tempo indeterm. Assistente disabili C1 h. 37,5 n. 2 Socia Lav. Tempo indeterm. Educatore / Assistente Disabili D1 h. 25 n. 2 Socia Lav. Tempo indeterm. Educatore / Assistente Disabili D1 h. 24 == Socia Lav. Tempo indeterm. Educatore Asilo nido D1 h. 29,5 n. 5 Socia Lav. Tempo indeterm. Assistente disabili D1 h. 33,5 n. 3 Socia Lav. Tempo indeterm. Educatore Asilo nido D1 h. 27 n. 5 Socia Lav. Tempo indeterm. Educatore Asilo nido D1 h. 27 n. 5 Socia Lav. Tempo indeterm. Educatore / Assistente Disabili D1 h. 22 == Socia Lav. Tempo indeterm. Educatore D1 h. 25 n. 1 Socia Lav. Tempo indeterm. Educatore D1 h. 27,5 n. 2 Socia Lav. Tempo indeterm. Assistente trasporto B1 h. 30,5 n. 3 Socia Lav. Tempo indeterm. Educatore D2 full-time n. 3 Socia Lav. Tempo indeterm. Assistente disabili D1 h. 25 n. 2 Socia Lav. Tempo indeterm. Assistente disabili D1 h. 27 n. 1 Socia Lav. Tempo indeterm. Assistente trasporto B1 h. 20 n, 1 Socia Lav. Tempo indeterm. Educatore D1 h. 27,5 n. 1 Socia Lav. Tempo indeterm. Assistente disabili D1 h. 30 n. 2 Socia Lav. Tempo indeterm. Educatore Asilo nido D1 h. 32,5 n. 5 Socia Lav. Tempo indeterm. Educatore / Assistente Disabili D1 h. 33 n. 2 Socia Lav. Tempo indeterm. Educatore / Assistente Disabili D1 h. 25 n. 2 Tutto il personale sopraindicato ha il Contratto delle Cooperative Sociali. Mansione ore sett.li livello Contratto scatti Ausiliario 30 1 CCNL MULTISERVIZI Nido Nenni Ausiliario 27,5 3 CCNL MULTISERVIZI Nido Nenni Ausiliario 30 2 CCNL MULTISERVIZI Nido Nenni Ausiliario 27,5 3 CCNL MULTISERVIZI Nido Nenni Ausiliario 27,5 2 CCNL MULTISERVIZI Nido Nenni Ausiliario 27,5 3 CCNL MULTISERVIZI Nido Nenni Ausiliario 30 3 CCNL MULTISERVIZI Nido Nenni Assistente Disabili 22,5 D1 CCNL COOPERATIVE SOCIALI Nido Nenni 2 Educatore 27,5 D1 CCNL COOPERATIVE SOCIALI Nido Nenni 2 Educatore 25 D1 CCNL COOPERATIVE SOCIALI Nido Nenni 1 Educatore / Assistente Disabili 25 D1 CCNL COOPERATIVE SOCIALI Nido Nenni 2 Educatore / Assistente Disabili 25 D1 CCNL COOPERATIVE SOCIALI Nido Nenni 0

3 Domanda N. 5: Per ogni servizio citato di seguito si richiede: numero di personale, livello contrattuale, scatti di anzianità ed eventuali trattamenti di miglior favore. - Pulizia e ausilio dell attività di mensa asilo nido Don Minzoni - Integrazione scolastica bambini disabili - Assistenza al trasporto - Post scuola dell infanzia e pre/post scuola primaria - Gestione centri ricreativi estivi Risposta n. 5: Il personale impiegato attualmente che in virtù dell articolo 7 del capitolato dovrà essere assorbito, è quello indicato nella prima tabella riportata al precedente punto 4). La natura dei servizi che devono essere assicurati non consente di rispondere alle domande poste. L impiego indicato corrisponde alle attuali necessità riscontrate ed alle modalità attraverso le quali l attuale aggiudicatario ha ritenuto di farvi fronte; il monte ore indicato nel capitolato è puramente indicativo, non vincolante e finalizzato alla stima del valore del contratto. In ogni caso il corrispettivo spettante alla Ditta aggiudicataria sarà liquidato in funzione dell effettiva prestazione di servizio, prescindendo dal numero complessivo delle ore poste e/o delle utenze poste a base di calcolo dell appalto. Domanda N. 6: Storico dei km percorsi in un anno per l espletamento del servizio di integrazione scolastica ai bambini disabili. Risposta n. 6: Il dato non è stato rilevato e pertanto non è disponibile. Domanda N. 7: I tempi di spostamento sono inclusi nel monte ore di previsto per il servizio di integrazione scolastica? Risposta n. 7: L integrazione scolastica è realizzata nella sede naturale di lavoro costituita presso i plessi scolastici. I tempi necessari non sono inclusi nel monte ore indicato e, pertanto, non potranno essere posti a carico dell amministrazione. Domanda N. 8: Nel disciplinare di gara alla voce Contenuto della busta B Offerta tecnica tra gli argomenti da trattare mancano i servizi di INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEI BAMBINI DISABILI e L ASSISTENZA AL TRASPORTO: è una dimenticanza o non ne è richiesta la trattazione all interno della relazione tecnica d offerta? Risposta n. 8: Non sono volutamente indicati nella relazione tecnica.

4 Aggiornamento del 9 luglio 2013 Domanda N. 9: Chi sta gestendo i servizi in oggetto? Da quanto tempo? Siete soddisfatti? Risposta n. 9: L ATI Bathor - Frassati gestisce i servizi dal 1/2/2009 con generale gradimento. Domanda N. 10: Servizio di integrazione scolastica per alunni disabili è possibile avere il numero di utenti che hanno usufruito del servizio (suddiviso per ogni scuola)? Si ha già una stima degli utenti che usufruiranno del servizio l anno prossimo? Risposta n. 10: Nido Don Minzoni n. 1 Infanzia Don Croci n. 1 Infanzia V.le Papa Giovanni n. 3 Infanzia Via Colombo n. 5 Infanzia Via Galimberti n. 1 Primaria V.le Dell Uomo n. 9 Primaria Via Colombo n. 10 Primaria Via F.lli Di Dio n. 11 Primaria Marcallo n. 1 Primaria Figlie di Betlem n. 1 Secondaria 1 grado Via Legnano n. 8 Secondaria 1 grado Via Palestro n. 6 Secondaria 1 grado Via Vivaldi n. 2 Secondaria 1 grado Cuggiono n. 1 Per un totale di n. 60 utenti Si stima che gli utenti che usufruiranno del servizio il prossimo anno scolastico sia più o meno lo stesso numero. Domanda N. 11: Assistenza al trasporto è possibile avere il numero di utenti che hanno usufruito del servizio (suddiviso per ogni scuola)? Si ha già una stima degli utenti che usufruiranno del servizio l anno prossimo? Qual è il rapporto educativo (educatore/bambini) di riferimento? Risposta n. 11: Primaria Via Colombo n. 74 Primaria Via F.lli Di Dio n. 45 Primaria V.le Dell Uomo n. 117 Infanzia Via Colombo n. 31 Infanzia Via Galimberti n. 25 Infanzia V.le Papa Giovanni n. 36 Secondaria 1 grado Via Palestro n. 96

5 Secondaria 1 grado Via Legnano n. 28 Secondaria 1 grado Via Vivaldi n. 29 Si stima che gli utenti che usufruiranno del servizio il prossimo anno scolastico saranno circa lo stesso numero. Su ogni scuolabus e per ogni giro effettuato, è presente un assistente al trasporto. Domanda N. 12: CRE a chi sarà in carico il costo del pasto e della merenda da distribuire ai bambini? Nel caso fosse in carico alla vincitrice del suddetto appalto, è possibile conoscere l ammontare con e senza iva sia del pasto che della merenda (per ogni bambino)? Leggo che il trasporto sarà a carico dell Amministrazione, questo vale anche per il costo? Si conosce il numero di bambini che hanno usufruito del pre e del post? Chi si occuperà delle iscrizioni e della riscossione rette? Risposta n. 12: Il costo del pasto e della merenda è a carico della famiglia e attualmente la ditta che gestisce la ristorazione scolastica introita direttamente dagli utenti del servizio le rette. Il costo del trasporto sarà a carico dell Amministrazione che introiterà a sua volta le rette dagli utenti del servizio. I bambini che hanno usufruito del pre e del post scuola primaria e post scuola infanzia sono: Primaria V.le Dell Uomo PRE n. 77 POST n. 44 Primaria Via Colombo PRE n. 108 POST n. 83 Primaria Via F.lli Di Dio PRE n. 80 POST n. 52 Infanzia V.le Papa Giovanni POST n. 58 Infanzia Via Colombo POST n. 91 Infanzia Via Galimberti POST n. 65 Le iscrizioni vengono prese dalle segreterie scolastiche e poi trasmesse all ufficio istruzione del comune. Le rette della ristorazione scolastica attualmente vengono incassate direttamente dalla ditta che ha in appalto il servizio, quelle degli altri servizi le riscuote il comune. Domanda N. 13: PRE POST, ASSISTENZA TRASPORTO, INTEGRAZIONE SCOLASTICA le ore indirette (programmazione, relazioni, riunioni) sono previste all interno dei diversi monte ore? Sono comprese nella base d asta? A quanto ammontavano l anno scorso? Risposta n. 13: Le ore di programmazione non sono comprese nel monte ore. Il dato dell anno scorso non è stato rilevato.

6 Domanda N. 14: PUNTEGGIO il suddetto appalto prevede anche il servizio di integrazione scolastica, non trovo però questo dato all interno della definizione dei punteggi suddivisi per servizio (pag. 14 del disciplinare), tale servizio prevede un punteggio? Rientra nella relazione tecnica? Risposta n. 14: Vedi risposta n. 8 Domanda N. 15: CRE: chi sosterrà il costo dell assistenza disabili? E possibile conoscere il numero degli utenti/disabili in carico quest anno durante i due CRE, per quante ore sono presenti al CRE? Per l assistenza durante il trasporto pulmino degli utenti dei CRE quanti educatori sono previsti? Quanti utenti stanno usufruendo di questo servizio? E a quale rapporto educatore/bambino dobbiamo fare riferimento? Risposta n. 15: Il costo dell assistenza disabili è sostenuto dall Amministrazione Comunale. Il numero totale di utenti/disabili in carico quest anno presso i due CRE è di 10, che sono presenti per 10 ore al giorno. Gli utenti/disabili effettuano il tragitto verso il centro estivo (per i ragazzi delle scuole primarie e secondarie di 1 grado) che si trova nei boschi del Ticino, insieme agli educatori e a tutti gli altri bambini. Per la scuola dell infanzia al trasporto dei disabili provvede la famiglia. Il rapporto educatore/bambino è di 1 a 15 per il centro estivo Scuola dell Infanzia e di 1 a 20 per il centro estivo riservato ai ragazzi dai 6 ai 14 anni.

D3) Se sia possibile avere l elenco di arredi e attrezzature presenti nella struttura assegnata al CAG.

D3) Se sia possibile avere l elenco di arredi e attrezzature presenti nella struttura assegnata al CAG. QUESITI - RISPOSTE D1) Si chiede di conoscere se parti del servizio oggetto di gara sono di nuova costituzione ovvero se già gestiti, in tal caso si chiede di conoscere il nominativo della società che

Dettagli

C O M U N E D I B R I N D I S I

C O M U N E D I B R I N D I S I C O M U N E D I B R I N D I S I SETTORE AA.GG. - UFFICIO CONTRATTI ED APPALTI Brindisi,lì 11 settembre 2012 OGGETTO: Gara d appalto servizio di refezione scolastica. CIG: 44573322BA 1) Domanda Tra i requisiti

Dettagli

13 1 lav.coop. soc 13 lav.coop. soc 18 lav.coop. soc 7 lav.coop. soc 22 2 lav.coop. soc 26 4 lav.coop. soc EDUCATORE Categoria D2 CCNL

13 1 lav.coop. soc 13 lav.coop. soc 18 lav.coop. soc 7 lav.coop. soc 22 2 lav.coop. soc 26 4 lav.coop. soc EDUCATORE Categoria D2 CCNL SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE PERSONE DISABILI E/O IN SITUAZIONE DI SVANTAGGIO, COMUNITA LEGGERA, PROGETTO FAMIGLIA, ASSISTENZA E SOSTEGNO IN AMBITO SCOLASTICO AD ALUNNI DISABILI E/O A RISCHIO GRAVE

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI INFORMAZIONI COMPLEMENTARI ex art. 71, comma 2, del D.Lgs. n. 163 del 12 aprile 2006 Procedura aperta di carattere

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna COMUNE DI PIANO Provincia di Bologna ALLEGATO 7 SPECIFICHE TECNICHE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEI BAMBINI ED ALUNNI DISABILI, DEI SERVIZI INTEGRATIVI E DELL

Dettagli

Comune di Lavagna Città Metropolitana di Genova Servizi al Cittadino Servizi Sociali

Comune di Lavagna Città Metropolitana di Genova Servizi al Cittadino Servizi Sociali OGGETTO: GESTIONE INTEGRATA DEI SERVIZI SOCIALI DEI COMUNI FACENTI PARTE DELL AMBITO TERRITORIALE SOCIALE 57 (LAVAGNA E NE): ASSISTENZA DOMICILIARE E ASSISTENTE SOCIALE DI AMBITO QUESITO N. 1 In merito

Dettagli

COMUNE DI BAREGGIO PROVINCIA DI MILANO SERVIZI EDUCATIVI IN AMBITO SCOLASTICO, CENTRI ESTIVI E ASILO NIDO ALLEGATO AL CAPITOLATO SPECIALE

COMUNE DI BAREGGIO PROVINCIA DI MILANO SERVIZI EDUCATIVI IN AMBITO SCOLASTICO, CENTRI ESTIVI E ASILO NIDO ALLEGATO AL CAPITOLATO SPECIALE COMUNE DI BAREGGIO PROVINCIA DI MILANO SERVIZI EDUCATIVI IN AMBITO SCOLASTICO, CENTRI ESTIVI E ASILO NIDO ALLEGATO AL CAPITOLATO SPECIALE DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (D.U.V.R.I.)

Dettagli

COMUNE DI MONTICELLI D ONGINA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI MONTICELLI D ONGINA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI MONTICELLI D ONGINA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 31 del 29/11/2013 Indice Art. 1. Oggetto e finalità del servizio

Dettagli

Comune di Figline Valdarno (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA

Comune di Figline Valdarno (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Comune di Figline Valdarno (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 46 del 13.4.2010 ART. 1 FINALITA 1. Il servizio

Dettagli

Area 2 - Servizi alla Persona Assessorato alla scuola e istruzione CARTA DEI SERVIZI CENTRI RICREATIVI ESTIVI

Area 2 - Servizi alla Persona Assessorato alla scuola e istruzione CARTA DEI SERVIZI CENTRI RICREATIVI ESTIVI Area 2 - Servizi alla Persona Assessorato alla scuola e istruzione CARTA DEI SERVIZI CENTRI RICREATIVI ESTIVI CARTA DEI SERVIZI CENTRI RICREATIVI ESTIVI PAG. 1 di 6 Che cos è la Carta dei Servizi La Carta

Dettagli

COMUNE DI VIGNATE. Provincia di Milano

COMUNE DI VIGNATE. Provincia di Milano COMUNE DI VIGNATE Provincia di Milano Settore Servizi alla Persona Servizio supporto logistico alla pubblica istruzione alla prima infanzia, attività parascolastiche, trasporti scolastici, rapporti istituto

Dettagli

COMUNE DI CASTEL MAGGIORE (Bologna)

COMUNE DI CASTEL MAGGIORE (Bologna) COMUNE DI MAGGIORE (Bologna) ALLEGATO 4 SPECIFICHE TECNICHE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEI BAMBINI ED ALUNNI DISABILI, DEI SERVIZI INTEGRATIVI E DELL ACCOMPAGNAMENTO

Dettagli

Quesito n. 1. Risposta.

Quesito n. 1. Risposta. Quesito n. 1 Si chiede se i curricula personali e la relativa documentazione del personale incaricato del servizio (es. attestati di qualifica, attestati di partecipazione a corsi formativi, etc.) di cui

Dettagli

A.S.L. N 4 LANUSEI Via Piscinas n 5 08045 Lanusei Tel. 0782/490599/565 P.I. 00978060911 www.asllanusei.it

A.S.L. N 4 LANUSEI Via Piscinas n 5 08045 Lanusei Tel. 0782/490599/565 P.I. 00978060911 www.asllanusei.it A.S.L. N 4 LANUSEI Via Piscinas n 5 08045 Lanusei Tel. 0782/490599/565 P.I. 00978060911 www.asllanusei.it DIREZIONE AMMINISTRATIVA SERVIZIO ACQUISTI: DA/3 VF/gf Tel. 0782/490539-490542 - Fax 0782/40060

Dettagli

Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015

Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015 Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015 La facciata ristrutturata Comune di Castiglione d Adda Via Roma 130, 26823 - Castiglione d Adda Tel. 0377/900403 Fax.

Dettagli

UFFICIO: ISTRUZIONE SERVIZIO: TRASPORTO, REFEZIONE ED ASSISTENZA SCOLASTICA CENTRO DI GESTIONE DELLA LEGGE 7 AGOSTO 2006, N. 5. COSTO: N.

UFFICIO: ISTRUZIONE SERVIZIO: TRASPORTO, REFEZIONE ED ASSISTENZA SCOLASTICA CENTRO DI GESTIONE DELLA LEGGE 7 AGOSTO 2006, N. 5. COSTO: N. DETERMINAZIONE N. 1653 DEL REGISTRO GENERALE ASSUNTA IL GIORNO 23 dicembre 2014 UFFICIO: ISTRUZIONE SERVIZIO: TRASPORTO, REFEZIONE ED ASSISTENZA SCOLASTICA CENTRO DI GESTIONE DELLA LEGGE 7 AGOSTO 2006,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA COMUNE DI MARCIGNAGO Prov. Pavia REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 7 del 13.03.2006 INDICE ART.1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

LOTTO 1 - COOPERATIVA PROGEST

LOTTO 1 - COOPERATIVA PROGEST ASL TO3 di Collegno e Pinerolo (TO) Procedura aperta per l affidamento del servizio di gestione delle attività varie (n. 5 lotti) per utenti in carico al Dipartimento Funzionale di Salute Mentale della

Dettagli

PIANO PER L ATTUAZIONE DEL DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015

PIANO PER L ATTUAZIONE DEL DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015 PIANO PER L ATTUAZIONE DEL DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015 1 L azione amministrativa a favore della scuola: Servizio di trasporto scolastico Servizio di refezione scolastica Sostegno alle Scuole d Infanzia

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

COMUNE DI NOVARA Servizi Sociali Servizi Educativi Politiche Giovanili QUESITI

COMUNE DI NOVARA Servizi Sociali Servizi Educativi Politiche Giovanili QUESITI COMUNE DI NOVARA Servizi Sociali Servizi Educativi Politiche Giovanili GESTIONE DI INTERVENTI EDUCATIVI INDIVIDUALIZZATI E A DOMICILIO - Periodo 2014/2015. C.I.G. 5203435A64 QUESITI Domanda n. 01 Si chiede

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI INTEGRAZIONE SCOLASTICA DI BAMBINI ED ALUNNI DISABILI NELLE SCUOLE DEL TERRITORIO COMUNALE

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI INTEGRAZIONE SCOLASTICA DI BAMBINI ED ALUNNI DISABILI NELLE SCUOLE DEL TERRITORIO COMUNALE PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI INTEGRAZIONE SCOLASTICA DI BAMBINI ED ALUNNI DISABILI NELLE SCUOLE DEL TERRITORIO COMUNALE. CHIARIMENTI AL 22/08/2011 Quesito 1: Si chiede se il servizio

Dettagli

COMUNE DI PALESTRINA

COMUNE DI PALESTRINA COMUNE DI PALESTRINA CAPITOLATO SPECIALE DI ONERI PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA AI PORTATORI DI HANDICAP PRESSO LE SCUOLE DELL OBBLIGO NONCHE ASSISTENZA DOMICILIARE HANDICAPPATI E ANZIANI PRE SCUOLA E

Dettagli

GARA PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE SOCIO-ASSISTENZIALE ANZIANI E DISABILI (C.I.G.: 45553791AC)

GARA PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE SOCIO-ASSISTENZIALE ANZIANI E DISABILI (C.I.G.: 45553791AC) GARA PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE SOCIO-ASSISTENZIALE ANZIANI E DISABILI (C.I.G.: 45553791AC) Quesito n. 1 ricevuto in data 27 settembre 2012 1) Facendo seguito alla telefonata

Dettagli

MODALITA E FASI DELLA GESTIONE DELLE RISCOSSIONI

MODALITA E FASI DELLA GESTIONE DELLE RISCOSSIONI ALLEGATO H MODALITA E FASI DELLA GESTIONE DELLE RISCOSSIONI Allegato H Modalità e fasi della gestione delle riscossioni 1 GENNAIO-GIUGNO 2009 GESTIONE MEDIANTE BUONI-PASTO VENDUTI DALLE CARTOLERIE Il pagamento

Dettagli

ALLEGATO 1 FAC - SIMILE DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ISCRIZIONE ALLA CAMERA DI COMMERCIO

ALLEGATO 1 FAC - SIMILE DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ISCRIZIONE ALLA CAMERA DI COMMERCIO ALLEGATO 1 FAC - SIMILE DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ISCRIZIONE ALLA CAMERA DI COMMERCIO e OTTEMPERANZA ADEMPIMENTI REG.CE 852/2004. OGGETTO: Spett.le Comune di Piaggine Piazza Umberto I 84065 Piaggine

Dettagli

RISPOSTA 1) Personale della Camst per cucina e servizio nei refettori MONTE ORE SETTIMANALE ASILO NIDO SCUOLA NR OPERATORI MANSIONE LIVELLO

RISPOSTA 1) Personale della Camst per cucina e servizio nei refettori MONTE ORE SETTIMANALE ASILO NIDO SCUOLA NR OPERATORI MANSIONE LIVELLO RISPOSTE AI QUESITI PER OFFERTA APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA PER MINORI FREQUENTANTI LE SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIE E SECONDARIE DI I GRADO E L ASILO COMUNALE TRIENNIO

Dettagli

nat_ a il C.F. residente a in via n

nat_ a il C.F. residente a in via n SCHEDA A) Bollo da 14,62 ISTANZA DI PARTECIPAZIONE A PROCEDURA APERTA PER AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA DI I^ GRADO PLESSO SCOLASTICO di ESTERZILI

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA INDICE ART. 1 FINALITA DEL SERVIZIO ART. 2 MODALITA DI GESTIONE ART. 3 - DESTINATARI ART. 4 ACCESSO AL SERVIZIO ART. 5 PARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI AL COSTO DEL

Dettagli

COMUNE DI PISOGNE. Assessorato ai Servizi Scolastici

COMUNE DI PISOGNE. Assessorato ai Servizi Scolastici COMUNE DI PISOGNE Assessorato ai Servizi Scolastici PIANO DIRITTO ALLO STUDIO anno scolastico 2013/2014 1 POPOLAZIONE SCOLASTICA Anno scolastico 2013 2014 Scuole dell Infanzia Scuole Primarie Scuole Secondarie

Dettagli

COMUNE DI VIGNATE. Provincia di Milano

COMUNE DI VIGNATE. Provincia di Milano COMUNE DI VIGNATE Provincia di Milano Settore Servizi alla Persona Servizio supporto logistico alla pubblica istruzione alla prima infanzia, attività parascolastiche, trasporti scolastici, rapporti istituto

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE 2015-2018 CIG 6166091343. Risposte a quesiti * (aggiornamento: 22.04.

PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE 2015-2018 CIG 6166091343. Risposte a quesiti * (aggiornamento: 22.04. CONSORZIO SOCIO ASSISTENZIALE ALBA-LANGHE-ROERO PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE 2015-2018 CIG 6166091343 Risposte a quesiti * (aggiornamento: 22.04.2015) D1: Quale

Dettagli

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena)

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Determinazione nr. 376 Del 27/05/2015 Welfare Locale OGGETTO: PROCEDURA APERTA PER L'AFFIDAMENTO DI SERVIZI SOCIO-EDUCATIVO- ASSISTENZIALI. CODICE

Dettagli

COMUNE DI REGGELLO (Provincia di Firenze)

COMUNE DI REGGELLO (Provincia di Firenze) GARA D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI SCOLASTICI DI PRE SCUOLA E POST SCUOLA 4.09.20-30.06.204 CIG. 3570808D3 ALLEGATO DESCRIZIONE SERVIZI PRE E POST SCUOLA E SITUAZIONE A.S. 20/202

Dettagli

TARIFFE SERVIZI EDUCATIVI A.S. 2014/2015 (APPROVATE CON DELIBERAZIONE GC N. 150 del 9/9/14)

TARIFFE SERVIZI EDUCATIVI A.S. 2014/2015 (APPROVATE CON DELIBERAZIONE GC N. 150 del 9/9/14) TARIFFE SERVIZI EDUCATIVI A.S. 2014/2015 () ASILO NIDO pag. 2 CENTRO I INFANZIA pag. 4 SCUOLA DELL INFANZIA SEZ. PRIMAVERA pag. 6 PRE-POST ASILO pag. 8 MENSA SCOLASTICA pag. 9 ATTIVITA' INTEGRATIVE PRE

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DI INTERFERENZE (D.U.V.R.I.)

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DI INTERFERENZE (D.U.V.R.I.) Comune di Calcinaia Servizio Affari Generali e Legali DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DI INTERFERENZE (D.U.V.R.I.) DATA: COMMITTENTE: Comune di Calcinaia IMPRESA APPALTATRICE 1 OGGETTO: AFFIDAMENTO

Dettagli

ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013.

ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013. ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013. La scuola rappresenta un campo privilegiato per la formazione dei cittadini di domani.

Dettagli

C o m u n e d i S a r r o c h Provincia di Cagliari

C o m u n e d i S a r r o c h Provincia di Cagliari C o m u n e d i S a r r o c h Provincia di Cagliari SETTORE AMMINISTRATIVO PUBBLICA ISTRUZIONE AVVISO PUBBLICO AVVISO ESPLORATIVO PER MANIFESTAZIONE D INTERESSE PER LA PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA

Dettagli

ALL. B LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEL VOUCHER ALLA PERSONA PER L ACQUISIZIONE DI SERVIZI

ALL. B LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEL VOUCHER ALLA PERSONA PER L ACQUISIZIONE DI SERVIZI ALL. B LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEL VOUCHER ALLA PERSONA PER L ACQUISIZIONE DI SERVIZI Le presenti disposizioni hanno lo scopo di definire le modalità e le procedure per la gestione del voucher alla

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE ACCESSO E FRUIZIONE DEL SERVIZIO DI

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE ACCESSO E FRUIZIONE DEL SERVIZIO DI COMUNE DI SAN FERDINANDO PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA AREA AMMINISTRATIVA- DEMOGRAFICA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE ACCESSO E FRUIZIONE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA,

Dettagli

Città di Racconigi. Oggetto: relazione gestionale 2014 per l Area Servizi socio assistenziali e culturali

Città di Racconigi. Oggetto: relazione gestionale 2014 per l Area Servizi socio assistenziali e culturali Città di Racconigi Al Dottor Paolo FLESIA CAPORGNO Segretario Comunale In Sede Prot. n. Oggetto: relazione gestionale 2014 per l Area Servizi socio assistenziali e culturali In riferimento al Piano integrato

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERA G.C. 142 DEL 19/11/2007 TARIFFE E FASCE 2008

ALLEGATO ALLA DELIBERA G.C. 142 DEL 19/11/2007 TARIFFE E FASCE 2008 A. SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI E DISABILI Costo: 16,82 per ogni ora di servizio IMPORTO ORARIO 5 I.S.E.E. SUPERIORE A 15.500,01 80% 13,46 4 I.S.E.E. COMPRESO TRA 15.500,00 E 10.500,01 60%

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO COMUNALE DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO COMUNALE DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI TRIGOLO (Provincia di Cremona) Allegato alla delibera C.C. n. 33 del 28.08.2007 REGOLAMENTO DEL SERVIZIO COMUNALE DI MENSA SCOLASTICA IL SEGRETARIO COMUNALE IL SINDACO DOTT.SSA VINCENZA ZUMBOLO

Dettagli

PROVINCIA DI PISTOIA 2^ AREA Servizi Economico Finanziari Servizio Personale- Servizi Scolastici

PROVINCIA DI PISTOIA 2^ AREA Servizi Economico Finanziari Servizio Personale- Servizi Scolastici COMUNE DI SAN MARCELLO PISTOIESE PROVINCIA DI PISTOIA 2^ AREA Servizi Economico Finanziari Servizio Personale- Servizi Scolastici AVVISO PUBBLICO PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE DA PARTE DI COOPERATIVE

Dettagli

REGIONE MOLISE. Direzione Generale Area III. Servizio Politiche Sociali. POR FSE Molise. Obiettivo Competitività regionale e occupazione 2007-2013

REGIONE MOLISE. Direzione Generale Area III. Servizio Politiche Sociali. POR FSE Molise. Obiettivo Competitività regionale e occupazione 2007-2013 REGIONE MOLISE Direzione Generale Area III Servizio Politiche Sociali POR FSE Molise Obiettivo Competitività regionale e occupazione 2007-2013 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DELLA GIUNTA REGIONALE

Dettagli

COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia

COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia RELAZIONE TECNICO - ILLUSTRATIVA INQUADRAMENTO TERRITORIALE E SOCIO-ECONOMICO DEL CONTESTO DI RIFERIMENTO E ANALISI DELLA SITUAZIONE INIZIALE, DELLE ESIGENZE E BISOGNI

Dettagli

Comune di Ponte San Nicolò

Comune di Ponte San Nicolò Comune di Ponte San Nicolò SERVIZIO PUBBLICA ISTRUZIONE E SPORT Il Servizio è finalizzato a rendere effettivo il diritto allo studio, alla promozione e valorizzazione delle attività sportive, motorie e

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE TARIFFE NEI SERVIZI PER L'INFANZIA E SCOLASTICI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE TARIFFE NEI SERVIZI PER L'INFANZIA E SCOLASTICI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE TARIFFE NEI SERVIZI PER L'INFANZIA E SCOLASTICI Articolo 1 - Premessa I servizi rivolti all'infanzia e scolastici sono erogati dal Comune che individua in tale ambito

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA Comune di Azzano San Paolo Assessorato Pubblica Istruzione P.zza IV nov. Tel. 035/530130 Fax 035/530073 C.F./IVA n. 00681530168 REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione di C.C.

Dettagli

COMUNE DI MONTELANICO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI MONTELANICO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI MONTELANICO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n 22 dell 8/10/2013 1 INDICE TITOLO I CONTENUTI E FINALITA DEL

Dettagli

Comune di Cogliate Provincia di Monza e della Brianza

Comune di Cogliate Provincia di Monza e della Brianza PIANO DI INTERVENTO PER L ATTUAZIONE DEL DIRITTO ALLO STUDIO Relazione introduttiva ANNO SCOLASTICO 2013/2014 (Approvato con deliberazione di C.C. del..) Nel predisporre la presente proposta di approvazione

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI ATTIVITÀ EDUCATIVE E LUDICO RICREATIVE RIVOLTE AI MINORI RESIDENTI NEL COMUNE DI CALCINAIA. Art. 1 Oggetto dell appalto

CAPITOLATO D ONERI ATTIVITÀ EDUCATIVE E LUDICO RICREATIVE RIVOLTE AI MINORI RESIDENTI NEL COMUNE DI CALCINAIA. Art. 1 Oggetto dell appalto CAPITOLATO D ONERI ATTIVITÀ EDUCATIVE E LUDICO RICREATIVE RIVOLTE AI MINORI RESIDENTI NEL COMUNE DI CALCINAIA. Art. 1 Oggetto dell appalto Il presente capitolato ha per oggetto l appalto della gestione

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE G. QUARENGHI VIA DI VILLA SCARPELLINI - 00028 SUBIACO (RM) - DISTRETTO

Dettagli

BANDO di GARA per pubblico incanto

BANDO di GARA per pubblico incanto BANDO di GARA per pubblico incanto Per l affidamento del servizio di Ristorazione Scolastica presso le Scuole Materne del Comune di MONTE SANT ANGELO 1. OGGETTO: SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Il Comune

Dettagli

COMUNE DI SCALENGHE Provincia di Torino

COMUNE DI SCALENGHE Provincia di Torino COMUNE DI SCALENGHE Provincia di Torino Via Umberto I, 1 C.A.P. 10060 Tel. (011) 9861721 Fax (011) 9861882 Partita IVA 02920980014 - Codice fiscale 85003410017 http://www.comune.scalenghe.to.it e.mail:

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER L ATTIVITA DI TRASPORTO SCOLASTICO E ASSISTENZA AL TRASPORTO DI ALUNNI E STUDENTI DISABILI

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER L ATTIVITA DI TRASPORTO SCOLASTICO E ASSISTENZA AL TRASPORTO DI ALUNNI E STUDENTI DISABILI CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER L ATTIVITA DI TRASPORTO SCOLASTICO E ASSISTENZA AL TRASPORTO DI ALUNNI E STUDENTI DISABILI 1 INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 ART. 7 ART. 8 ART. 9 ART. 10

Dettagli

SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA

SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA Comune di CASTELLAMONTE Provincia di Torino REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 65 del 30 settembre 2009) 1 INDICE Art. 1 - Oggetto del regolamento,

Dettagli

COMUNE di BADESI PROVINCIA OLBIA-TEMPIO Area Servizi Sociali BANDO DI GARA ART. 1

COMUNE di BADESI PROVINCIA OLBIA-TEMPIO Area Servizi Sociali BANDO DI GARA ART. 1 COMUNE di BADESI PROVINCIA OLBIA-TEMPIO Area Servizi Sociali BANDO DI GARA Il responsabile dell Area Servizi Sociali rende noto che questo Comune intende procedere all appalto del servizio in oggetto:

Dettagli

- DATI TECNICI DELL APPALTO

- DATI TECNICI DELL APPALTO ALLEGATO A al Capitolato Generale COMUNE DI CORI OGGETTO: Procedura di gara aperta per l affidamento del servizio denominati Servizio Sociale Professionale, svolta così come regolato dall art. 55, comma

Dettagli

COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE. AREA 3 SERVIZI INTEGRATI ALLA PERSONA Provincia di Genova

COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE. AREA 3 SERVIZI INTEGRATI ALLA PERSONA Provincia di Genova COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE AREA 3 SERVIZI INTEGRATI ALLA PERSONA Provincia di Genova Documento unico di valutazione dei rischi interferenziali Art. 26 comma 3 D.L.vo 81/2008 Oggetto dell appalto:

Dettagli

Comune di Pieve a Nievole

Comune di Pieve a Nievole Comune di Pieve a Nievole (Provincia di Pistoia) SETTORE PUBBLICA ISTRUZIONE E INTERVENTI SOCIALI AVVISO PUBBLICO PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE DA PARTE DI COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B E LORO CONSORZI

Dettagli

COMUNE DI ARGELATO Provincia di Bologna

COMUNE DI ARGELATO Provincia di Bologna COMUNE DI ARGELATO Provincia di Bologna ALLEGATO 1 SPECIFICHE TECNICHE PER L AFFIDAMENTO ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL SERVIZIO BIBLIOTECARIO DI ARGELATO E FUNO PERIODO: 1 GENNAIO 2017-31 DICEMBRE 2018

Dettagli

AVVISO PER LA CORRESPONSIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DI FAMIGLIE CON NUMERO DI FIGLI PARI O SUPERIORE A QUATTRO

AVVISO PER LA CORRESPONSIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DI FAMIGLIE CON NUMERO DI FIGLI PARI O SUPERIORE A QUATTRO AVVISO PER LA CORRESPONSIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DI FAMIGLIE CON NUMERO DI FIGLI PARI O SUPERIORE A QUATTRO PREMESSA La Regione Liguria, in esecuzione della legge regionale 24 Maggio 2006, n. 12 e del

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI FALCADE (Provincia di Belluno) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA (TESTO DEFINITIVO APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 5 DEL 17.02.2005) ART. 1 - FINALITA... 2 ART. 2 -

Dettagli

S E R V I Z I D I U R N I P E R D I S A B I L I A N N O 2 0 1 4

S E R V I Z I D I U R N I P E R D I S A B I L I A N N O 2 0 1 4 I S E R V I Z I D I U R N I P E R D I S A B I L I La tariffa mensile per i servizi diurni per disabili adulti per la frequenza dei Centri Diurni Disabili comunali ed esterni, dei Centri Socio Educativi

Dettagli

C O M U N E D I M A N T O V A LA GIUNTA COMUNALE

C O M U N E D I M A N T O V A LA GIUNTA COMUNALE COPIA C O M U N E D I M A N T O V A SEGRETERIA GENERALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 43 Reg. Deliberazioni N. 10148/2013 di Prot. G. OGGETTO: Criteri minimi relativi alla regolarità

Dettagli

COMUNE DI RESCALDINA

COMUNE DI RESCALDINA CAPITOLATO SPECIALE PER L'APPALTO DI A) SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI ED ASSISTENZIALI: A.1 - Pre-post scuola A.2 - Assistenza scolastica, sostegno alla disabilità ed al disagio sociale A.3 - Aiuto allo studio;

Dettagli

C O M U N E D I C A L A T A B I A N O PROVINCIA DI CATANIA REGOLAMENTO SUL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

C O M U N E D I C A L A T A B I A N O PROVINCIA DI CATANIA REGOLAMENTO SUL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA C O M U N E D I C A L A T A B I A N O PROVINCIA DI CATANIA REGOLAMENTO SUL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA 1 I N D I C E ART. 1 - FINALITA ART. 2 - UTENZA ART. 3 - FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO ART. 4 - ACCESSO

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI COMO

REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI COMO R E G O L A M E N T O C O M U N A L E P E R I L T R A S P O R T O S C O L A S T I C O Adottato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 22 del 09/07/2007 Modificato con deliberazione di Consiglio Comunale

Dettagli

Gestione Associata dei Servizi Sociali TRASFERIMENTO SERVIZI FUNZIONE SERVIZI SOCIALI. - Relazione Tecnica -

Gestione Associata dei Servizi Sociali TRASFERIMENTO SERVIZI FUNZIONE SERVIZI SOCIALI. - Relazione Tecnica - TRASFERIMENTO - Relazione Tecnica - I servizi oggetto della funzione fondamentale dei servizi sociali Ai sensi art. 58 della Legge regionale 27 dicembre 2011, n. 68 Norme sul sistema delle autonomie locali,

Dettagli

COMMITTENTE: Amministrazione Comunale di Gioia Tauro

COMMITTENTE: Amministrazione Comunale di Gioia Tauro UFFICIO TECNICO COMUNALE SETTORE LAVORI PUBBLICI SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA PER GLI ANNI ----------------------------------------------------------- SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE AL DOCUMENTO UNICO

Dettagli

COMUNE DI BREBBIA PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI BREBBIA PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI BREBBIA PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 40 del 25.11.2013 INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART.

Dettagli

CITTA di GROTTAGLIE Provincia di Taranto

CITTA di GROTTAGLIE Provincia di Taranto SETTORE AFFARI GENERALI UFFICIO CONTRATTI ED APPALTI PROT. N. 15139 Racc. A MANO Spett.le Ditta Oggetto: Gara per l affidamento dell appalto per i lavaggi media e piccola cilindrata,parco veicoli a motore

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI SCOLASTICI 2007-2008

GUIDA AI SERVIZI SCOLASTICI 2007-2008 COMUNE DI IMPRUNETA GUIDA AI SERVIZI SCOLASTICI 2007-2008 Ufficio Relazioni con il Pubblico Piazza Buondelmonti, 41 Lunedì/martedì/giovedì/venerdì/sabato dalle 8.30 alle 12.30 Lunedì e giovedì dalle 15.00

Dettagli

ALLEGATO N 3 DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (D.U.V.R.I.)

ALLEGATO N 3 DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (D.U.V.R.I.) ALLEGATO N 3 DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (D.U.V.R.I.) (ART 26 DEL D.Lgs 81/08) Data:Aprile 2014 Il Documento è composto di n 13 pagine - pag.1 di pagine 13 1. Premessa Il

Dettagli

COMUNE DI CALUSO Provincia di Torino

COMUNE DI CALUSO Provincia di Torino COMUNE DI CALUSO Provincia di Torino COPIA SETTORE AMMINISTRATIVO E DEI SERVIZI ALLA PERSONA DETERMINAZIONE N. 40 del 18-05-2016 (art. 183, comma 9 del D.lgs. 18-08-2000 n. 267) OGGETTO : Servizio di ristorazione

Dettagli

CITTÀ DI ALBINO (Provincia di Bergamo) Area Servizi alla persona

CITTÀ DI ALBINO (Provincia di Bergamo) Area Servizi alla persona CITTÀ DI ALBINO (Provincia di Bergamo) Area Servizi alla persona AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE IN USO GRATUITO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA DI DESENZANO PER LA REALIZZAZIONE DI UN SERVIZIO RICREATIVO

Dettagli

***************************************

*************************************** CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI CREMONA E L ISTITUTO FIGLIE DEL SACRO CUORE DI GESU DI CREMONA PER LA GESTIONE DELL ASILO NIDO SACRO CUORE DI VIA G. DA CREMONA N. 19 IN CREMONA PER L ANNO SCOLASTICO 2014/2015.

Dettagli

ARTICOLO 1 OGGETTI E RIFERIMENTI ARTICOLO 2 DESTINATARI ARTICOLO 3 AMBITO DI APPLICAZIONE

ARTICOLO 1 OGGETTI E RIFERIMENTI ARTICOLO 2 DESTINATARI ARTICOLO 3 AMBITO DI APPLICAZIONE I.S.E.E. Comune di Caselette ARTICOLO 1 OGGETTI E RIFERIMENTI Il presente regolamento è finalizzato all individuazione delle condizioni economiche richieste per l accesso alle prestazioni comunali agevolate,

Dettagli

Comune di Morlupo Provincia di Roma REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

Comune di Morlupo Provincia di Roma REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Comune di Morlupo Provincia di Roma REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con delibera di consiglio comunale n 33 del 08.08.2007 INDICE Art. 1 Oggetto del servizio Art.

Dettagli

COMUNE DI CAMPOGALLIANO Provincia di Modena SCHEDA OFFERTA TECNICA

COMUNE DI CAMPOGALLIANO Provincia di Modena SCHEDA OFFERTA TECNICA ALLEGATO Sub A.2) COMUNE DI CAMPOGALLIANO Provincia di Modena SCHEDA OFFERTA TECNICA ALLEGATO sub A.2) 1 SCHEDA OFFERTA TECNICA PER L AFFIDAMENTO IN APPALTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA TRAMITE

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Adottato con delibera del Consiglio Comunale n. 18 del 21/07/2010 1/7 TITOLO PRIMO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA.. pag.3 Art. 1 - FINALITA' DEL SERVIZIO

Dettagli

COMUNE DI VITTUONE (Provincia di Milano) CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL CENTRO RICREATIVO DIURNO 2015 SCRITTURA PRIVATA

COMUNE DI VITTUONE (Provincia di Milano) CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL CENTRO RICREATIVO DIURNO 2015 SCRITTURA PRIVATA COMUNE DI VITTUONE (Provincia di Milano) CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL CENTRO RICREATIVO DIURNO 2015 SCRITTURA PRIVATA L anno duemilaquindici, addì del mese di., in Vittuone presso la

Dettagli

CONVENZIONE PER L ACQUISTO DI POSTI NELLE UNITA D OFFERTA SOCIO-EDUCATIVE PER LA PRIMA INFANZIA

CONVENZIONE PER L ACQUISTO DI POSTI NELLE UNITA D OFFERTA SOCIO-EDUCATIVE PER LA PRIMA INFANZIA CONVENZIONE PER L ACQUISTO DI POSTI NELLE UNITA D OFFERTA SOCIO-EDUCATIVE PER LA PRIMA INFANZIA L anno 2012, il giorno tre del mese di settembre, negli uffici comunali di Casorate Sempione, via De Amicis,

Dettagli

CITTÀ DI MANFREDONIA Primo Settore Affari Generali

CITTÀ DI MANFREDONIA Primo Settore Affari Generali GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA E IGIENE AMBIENTALE DI IMMOBILI COMUNALI ED AREE URBANE, NONCHE' GESTIONE BAGNI PUBBLICI, LAVORI MANUTENZIONE E PULIZIA FOGNA BIANCA,

Dettagli

CITTA DI ORBASSANO REGOLAMENTO DEL SERVIZIO MENSA A FAVORE DEL PERSONALE DIPENDENTE. Approvato con deliberazione G.C. del 22 dicembre 2015 n.

CITTA DI ORBASSANO REGOLAMENTO DEL SERVIZIO MENSA A FAVORE DEL PERSONALE DIPENDENTE. Approvato con deliberazione G.C. del 22 dicembre 2015 n. CITTA DI ORBASSANO REGOLAMENTO DEL SERVIZIO MENSA A FAVORE DEL PERSONALE DIPENDENTE Approvato con deliberazione G.C. del 22 dicembre 2015 n. 235 1 INDICE Art. 1 Finalità ed ambito di applicazione pag.

Dettagli

GARA DI APPALTO SERVIZIO DI PULIZIA Risposte alle richieste di chiarimento e ai quesiti posti dalle ditte interessate.

GARA DI APPALTO SERVIZIO DI PULIZIA Risposte alle richieste di chiarimento e ai quesiti posti dalle ditte interessate. GARA DI APPALTO SERVIZIO DI PULIZIA Risposte alle richieste di chiarimento e ai quesiti posti dalle ditte interessate. QUESITO N. 1 Vengono chiesti i seguenti chiarimenti : a) Nel capitolato è indicato

Dettagli

1 0 Fino a 7.580,00 10,00 1,50 40 2 7.580,01 12.000,00 25.00 2,50 75 3 12.000,01 15.457,99 55,00 2.50 105 4 15.458,00 20.000,00 65,00 2,50 115

1 0 Fino a 7.580,00 10,00 1,50 40 2 7.580,01 12.000,00 25.00 2,50 75 3 12.000,01 15.457,99 55,00 2.50 105 4 15.458,00 20.000,00 65,00 2,50 115 Servizio Prescuola scuola Primaria E. de Amicis. Il servizio riservato agli alunni della scuola Primaria E. De Amicis (per minimo di 15 iscritti), è in funzione dalle ore 07:15 fino all ora di apertura

Dettagli

COMUNE DI CREAZZO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI CREAZZO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI CREAZZO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA INDICE ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO ART. 2 MODALITA DI GESTIONE ART. 3 SERVIZIO A DOMANDA INDIVIDUALE ART. 4 CRITERI

Dettagli

Premesse. % assegnazione del Fondo sociale regionale 2007 FNPS = 0 55 0 < FNPS 20. % utilizzo FNPS 2005 20 < FNPS 40

Premesse. % assegnazione del Fondo sociale regionale 2007 FNPS = 0 55 0 < FNPS 20. % utilizzo FNPS 2005 20 < FNPS 40 CRITERI DI UTILIZZO DEL FONDO REGIONALE Anno 2007 Premesse La Regione Lombardia ha inserito i finanziamenti derivanti dal Fondo Sociale Regionale nel sistema di finanziamento complessivo dei Piani di Zona,

Dettagli

La Concessione dei contributi a favore delle scuole dell infanzia non statali è subordinata al possesso dei seguenti requisiti:

La Concessione dei contributi a favore delle scuole dell infanzia non statali è subordinata al possesso dei seguenti requisiti: Allegato alla Delib.G.R. n. 49/32 del 7.12.2011 L.R. 14. 5 2009 n.1, art.17. Criteri e modalità di concessione e rendicontazione dei contributi a favore delle scuole dell infanzia non statali ai sensi

Dettagli

PROGETTO DOPOSCUOLA ANNO SCOLASTICO 2015/2016. SCUOLA PRIMARIA S.Pertini SCUOLA SECONDARIA 1 G.Ghirardini Badia Polesine

PROGETTO DOPOSCUOLA ANNO SCOLASTICO 2015/2016. SCUOLA PRIMARIA S.Pertini SCUOLA SECONDARIA 1 G.Ghirardini Badia Polesine PROGETTO DOPOSCUOLA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SCUOLA PRIMARIA S.Pertini SCUOLA SECONDARIA 1 G.Ghirardini Badia Polesine TAM TAM Cooperativa Sociale Via G. Marconi n.978/b 45021 Badia Polesine (RO) Tel.3332736263

Dettagli

Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione

Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 26 del 25.09.2008 Articolo 1 Oggetto e finalità Il presente Regolamento disciplina il servizio di refezione scolastica che il Comune gestisce nell

Dettagli

Comune di Capoterra Provincia di Cagliari Servizio Pubblica Istruzione

Comune di Capoterra Provincia di Cagliari Servizio Pubblica Istruzione Comune di Capoterra Provincia di Cagliari Servizio Pubblica Istruzione BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA PER LE SCUOLE DELL INFANZIA E PRIMARIE DEL COMUNE

Dettagli

Settore Socio-Educativo. Assistenza domiciliare. Fattori della qualità. Competenza Professionalità degli operatori. Indicatori di qualità

Settore Socio-Educativo. Assistenza domiciliare. Fattori della qualità. Competenza Professionalità degli operatori. Indicatori di qualità Settore Socio-Educativo Fattori della qualità Indicatori di qualità Competenza Professionalità degli operatori Grado di soddisfazione degli utenti: 70% di soddisfazione del campione esaminato. Monitoraggio

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA 1 REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEL SERVIZIO Il servizio di refezione scolastica è realizzato dal Comune nell ambito delle proprie competenze. Il servizio

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEGLI INTERVENTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PERIODO 01.10.2011 30.06.2013. Art. 1 Oggetto dell appalto

CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEGLI INTERVENTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PERIODO 01.10.2011 30.06.2013. Art. 1 Oggetto dell appalto CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEGLI INTERVENTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PERIODO 01.10.2011 30.06.2013 Art. 1 Oggetto dell appalto Il presente capitolato ha per oggetto l appalto della gestione di

Dettagli

COMUNE DI CARNAGO. (Provincia di Varese) Regolamento per il servizio di refezione. scolastica Scuola Elementare E.Fermi

COMUNE DI CARNAGO. (Provincia di Varese) Regolamento per il servizio di refezione. scolastica Scuola Elementare E.Fermi COMUNE DI CARNAGO (Provincia di Varese) Regolamento per il servizio di refezione scolastica Scuola Elementare E.Fermi Approvato con deliberazione di C.C. n. 44 del 20.12.2005 e modificato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL TEMPO EXTRASCOLASTICO PER MINORI DISABILI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL TEMPO EXTRASCOLASTICO PER MINORI DISABILI SEDE LEGALE: Piazza dei Caduti, 21 _ 48100 RAVENNA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL TEMPO EXTRASCOLASTICO PER MINORI DISABILI Approvazione n 1/1446C.d.A. del Consorzio in data 23-02-07 Approvazione n G.C.

Dettagli

AVVISO. Ravenna, 6 aprile 2010

AVVISO. Ravenna, 6 aprile 2010 Comune di Ravenna Circoscrizione Prima Ravenna, 6 aprile 2010 AVVISO La Prima Circoscrizione intende organizzare per l anno 2010 un Centro Ricreativo Estivo agendo in collaborazione con Associazioni di

Dettagli