Università degli Studi di Verona

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Università degli Studi di Verona"

Transcript

1 Al piano terra, nell atrio del Palazzo di Lettere e Filosofia (Chiostro S. Francesco), in via S. Francesco 22 (37129 Verona). Siamo aperti: tutte le mattine, dal lunedì al venerdì (ore 10,00-13,00) CENTRO SERVIZI PER STUDENTI DISABILI tel. 045/ fax 045/ DELEGATO DEL RETTORE PER LA DISABILITÀ Prof. Franco Larocca tel. 045/ Università di Verona - Ufficio Comunicazione - Chiara Antonioli Ti aspettiamo! Università degli Studi di Verona Carta dei servizi del C entro S ervizi per Studenti Disabili

2 Carta dei Servizi Il Centro Servizi per Studenti Disabili dell Università di Verona è attivo dall anno Ha abbracciato sin dall inizio le disposizioni legislative in materia di integrazione universitaria e le Linee guida della Conferenza Nazionale dei Delegati dei Rettori per la Disabilità. Nei primi otto anni di vita ha raggiunto un elevato livello di autonomia, efficienza, specificità dei servizi e del personale, allo scopo di supportare le necessità didattiche degli studenti disabili che, al pari di tutti gli altri studenti, rivendicano il diritto di accesso al mondo accademico quale occasione privilegiata di formazione culturale ed umana. L Università di Verona accoglie tali esigenze, riconoscendo l importanza dell autonomia dei giovani come valore formativo e non solo strumentale, e la profonda rilevanza educativa del processo di socializzazione dell individuo attraverso l ampliamento delle esperienze e delle occasioni di incontro e relazione degli individui, soprattutto di quelli svantaggiati. Dalla metà degli anni 90 l Ateneo scaligero ha delegato le funzioni di coordinamento, supervisione e monitoraggio delle attività e dei servizi a favore degli studenti disabili al Prof. Franco Larocca, docente di Pedagogia Speciale per l handicap nonchè delegato del Rettore per le problematiche connesse all handicap, che opera in sinergia con i docenti referenti di Facoltà degli studenti disabili in seno alla Commissione Disabilità. La Carta dei Servizi, di seguito illustrata, è il vademecum degli studenti disabili dell Università di Verona per l accesso ai servizi loro riservati. Ne descrive la tipologia e le modalità di richiesta, alle quali si chiede di attenersi per poter garantire a tutti servizi individualizzati, efficienti e tempestivi. Un sincero ringraziamento all attuale Rettore, Prof. Alessandro Mazzucco, e al Direttore Amministrativo, Dott. Antonio Salvini, che hanno voluto e saputo rispondere alle esigenze della minoranza degli studenti disabili, superando i vincoli imposti dal principio di soddisfazione dei bisogni della maggioranza, nel credo condiviso di una humanitas che riconosce nella diversità una ricchezza.

3 Tutti i servizi descritti sono erogati compatibilmente con le risorse umane e finanziarie annualmente assegnate al centro servizi per studenti disabili Art.1 Finalità e Principi Generali Il Centro Servizi per Studenti Disabili dell Università degli Studi di Verona, nasce nel 2000 per assicurare l accesso e l integrazione nell università di tutti gli studenti con disabilità. I servizi offerti si uniformano alle disposizioni della legge 104/92 Legge quadro per l assistenza, l integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate e della successiva integrazione L. 17/1999 di cui si riportano i punti essenziali: predisposizione di sussidi tecnici e didattici specifici, realizzati anche attraverso convenzioni con enti esterni; supporto didattico mediante appositi servizi di tutorato specializzato, istituiti dalle università nei limiti del proprio bilancio e delle risorse disponibili; trattamento individualizzato per il superamento degli esami universitari, previa intesa con il docente della materia e con l ausilio del servizio di tutorato; impiego di specifici mezzi tecnici in relazione alla tipologia di handicap; possibilità di svolgere prove equipollenti su proposta del servizio di tutorato specializzato e in accordo con i docenti; istituzione di un servizio di consulenza pedagogica specifico. 2 3 Art.2 Calendario e orario Il Centro Servizi per Studenti Disabili è aperto al pubblico tutto l anno dal lunedì al venerdì, dalle ore alle ore 13.00, salvo diverse disposizioni comunicate tempestivamente sulla pagina web del Centro, via mail e attraverso affissione di avvisi nelle bacheche adiacenti al Centro. Per ricevimenti di carattere personale si consiglia di fissare un appuntamento. L Aula Studio annessa al Centro è aperta continuativamente dal lunedì al venerdì dalle ore alle ore 19.30, il sabato su prenotazione dalle ore alle ore Art.3 Utenti dei servizi L insieme dei soggetti al quale è riconosciuto il diritto di usufruire dei servizi erogati dal Centro Servizi per Studenti Disabili è costituito da tutti gli studenti regolarmente iscritti presso l Università di Verona (Corsi di Laurea di primo e secondo livello, Corsi di laurea a ciclo unico previsti dal DL. n.509/99, Master, Dottorati di ricerca, Scuole di Specializzazione), aventi un accertata invalidità permanente in conseguenza della quale sia ad essi totalmente o parzialmente impossibile partecipare alla vita universitaria in modo autonomo. La priorità nell elargizione dei servizi viene data agli studenti con percentuale di invalidità superiore al 66%. Possono fare riferimento al Centro anche studenti affetti da una invalidità temporanea. Le loro richieste verranno valutate in ordine di priorità e accolte solo nel caso in cui vi siano risorse disponili. Possono inoltre rivolgersi alla struttura anche gli studenti stranieri diversamente abili iscritti a programmi di mobilità internazionale (SOCRATES-ERASMUS) svolti presso l Università di Verona. La loro idoneità alla fruizione dei servizi verrà valutata dagli operatori del Centro Servizi per Studenti Disabili, in collaborazione con le strutture paritarie presenti presso gli atenei di provenienza. Per gli studenti con disabilità iscritti in sedi decentrate i servizi saranno forniti compatibilmente con la possibilità di reperimento di personale e strutture in loco. Nel caso di situazioni particolari, come ad esempio periodi lunghi di ricovero ospedaliero o disabilità temporanee, tali da pregiudicare il regolare svolgimento della carriera accademica, si provvederà alla valutazione dei singoli casi.

4 Art. 4 Lo staff Il personale di ruolo della struttura è costituito da: Delegato del Rettore per le problematiche connesse all handicap; Commissione Disabilità (un docente referente per ogni Facoltà; i nominativi sono presenti sul sito dell Università, nella sezione Centro Servizi per studenti disabili); Responsabile amministrativo; Assistente amministrativo; Responsabile tecnico. La struttura si avvale anche di risorse mediante assegnazione annuale: Studenti a contratto; Volontari; Tirocinanti provenenti da tutte le Facoltà dell ateneo; Tutor specializzati; Operatori del Servizio Civile Nazionale. Art. 5 Servizi erogati Tutti i servizi sono erogati in base alla tipologia della disabilità, se coerenti con i piani di studio e solo ed esclusivamente per attività istituzionali riconducibili all ambito della didattica. Accompagnamento a lezione, agli esami, ai colloqui con i docenti, nei luoghi in cui si svolge la vita universitaria; accompagnamento al bagno mediante Operatori Socio Sanitari; servizio di interpretariato con LIS per studenti non udenti; tutorato specializzato per il supporto allo studio universitario; aiuto nel contatto con i docenti per personalizzare le modalità di esame; assistenza durante l espletamento delle prove d esame in ingresso e in itinere; aiuto nell espletamento di attività burocratiche all ingresso e in itinere; trattamento del materiale didattico; reperimento di materiali didattici, contatto coi docenti per gli studenti in sede e fuori sede; mobilità internazionale degli studenti disabili e partecipazione con tutor ai corsi estivi intensivi; attrezzature tecniche e informatiche specifiche (sintesi vocali, videoingranditori, barra braille, etc.); selezione e personalizzazione di stage e tirocini formativi; programmazione di percorsi formativi mirati all utilizzo di strumenti o ausili, rivolti a studenti con specifiche necessità; 4 5 aiuto nell inserimento lavorativo dei laureati disabili; consultazione e prestito di materiali sulla disabilità; sportello Help Ascolto; badge per il parcheggio interno; percorsi di continuità con le scuole superiori; Universamente, la voce degli studenti disabili nell ambito del portale FUORI AULA degli studenti dell Università di Verona. Art. 6 Modalità di richiesta e di erogazione dei servizi Tutti i servizi devono essere richiesti su iniziativa specifica degli aventi diritto, utilizzando preferibilmente i moduli disponibili sul sito alla voce Studenti/Centro servizi per studenti disabili e facendoli pervenire al Centro Servizi per Studenti Disabili a mano, mediante mail, fax o tramite terza persona (in questo caso con delega redatta in forma scritta, accompagnata dalla fotocopia del documento di identità del delegante e del delegato). I servizi sono erogati compatibilmente con le risorse umane e finanziarie assegnate annualmente. Lo studente disabile, la cui richiesta di accompagnamento o di assistenza viene accolta, è tenuto a utilizzare il servizio che gli viene fornito. La mancata fruizione del servizio per tre volte, senza giustificato motivo, ne comporterà la sospensione immediata. Accompagnamento La richiesta deve essere inoltrata con almeno una settimana di anticipo rispetto all inizio di ogni semestre, trimestre o quadrimestre di lezione. Sarà compito del Centro definire gli accompagnamenti con mezzi pubblici, attrezzati o a piedi a seconda della tipologia di disabilità e della percentuale di invalidità. Per l accompagnamento degli studenti con disabilità è utilizzato personale individuato fra gli studenti 150 ore, gli operatori del Servizio Civile Nazionale, i volontari e i tirocinanti. Trasporto Il servizio è rivolto a studenti con disabilità motoria, attraverso l uso di mezzi attrezzati e di studenti con deficit visivo. Di seguito la scaletta di priorità relativa alla motivazione della richiesta di trasporto: esami (vedi anche le voci Aiuto nel contatto con i docenti per personalizzazione delle modalità di esame e Assistenza durante l espletamento delle prove d esame ); lezioni, laboratori, seminari; accompagnamento a colloqui e ricevimento docenti; accompagnamento per pratiche burocratiche nelle strutture dell Ateneo.

5 Il Centro Servizi per Studenti Disabili accoglie solamente le richieste di trasporto implicanti spostamenti interni al Comune di Verona, da e verso i luoghi qui indicati: strutture universitarie; luoghi di stazionamento dei mezzi pubblici di trasporto; mense e strutture aventi funzioni equiparabili; alloggi degli studenti. Gli operatori del Centro valuteranno la possibilità di soddisfare eventuali richieste con percorrenza extra-urbana, sulla base di criteri stabiliti a loro totale discrezionalità. Il servizio deve essere richiesto con almeno 15 giorni di anticipo rispetto all inizio della lezioni. In caso di particolare e giustificata urgenza (giudicata con totale discrezionalità dagli operatori del Centro) allo studente potrà essere accordato il servizio in convenzione con l Unione Radiotaxi di Verona, richiedendolo anche il giorno stesso. Accompagnamento al bagno È un servizio realizzato in collaborazione con l ASL 20 di Verona. Consiste nell assegnazione, previa richiesta, di un Operatore/trice Socio Sanitario per l accompagnamento al bagno. Il servizio va richiesto all inizio di ogni semestre con almeno due settimane di anticipo. Servizio di Interpretariato per studenti non udenti Il servizio di Interpretariato per studenti non udenti è erogato per le seguenti finalità: frequenza delle lezioni; espletamento delle prove d esame; colloqui con i docenti, seminari, conferenze ed ogni attività inerenti la partecipazione alla vita universitaria. In caso di mancato utilizzo dell interprete senza preavviso, per un numero superiore a 3 lezioni all interno del calendario del corso, il servizio viene momentaneamente sospeso. La scelta del personale deputato al servizio, assunto a contratto, è effettuata dal responsabile del Centro Servizi per Studenti Disabili, previa valutazione delle necessità degli studenti richiedenti. Il servizio va richiesto direttamente al Centro Servizi per Studenti Disabili all inizio dell anno accademico. Tutorato specializzato per l integrazione allo studio universitario Per favorire il diritto allo studio degli studenti disabili si è ritenuto opportuno attivare iniziative di tutorato specifico, finalizzate prevalentemente a sostenere la fase iniziale 6 7 del percorso di studio con modalità di supporto individualizzate. Il tutorato viene assegnato previa valutazione da parte del Delegato del Rettore le problematiche connesse all handicap. Le modalità di erogazione prevedono che le attività di tutorato specializzato: siano erogate su richiesta individuale di ciascuno studente disabile e in seguito a un incontro con il Delegato del Rettore per la disabilità; siano orientate al superamento di esami che presentino effettive difficoltà o per la preparazione della tesi di laurea; siano prevalentemente fornite agli studenti iscritti al primo anno. Le condizioni di erogazione prevedono la realizzazione di un programma di studio semestrale relativo ai corsi e agli esami da sostenere e da concordare con il Centro Servizi per Studenti Disabili, sulla base del piano di studi statutario o comunque del piano di studi presentato presso la segreteria del Corso di Laurea prescelto. Il servizio di tutorato è svolto con l ausilio di studenti senior appositamente selezionati e formati, con competenze disciplinari specifiche nelle materie richieste dagli studenti disabili, o mediante contratti con esperti esterni di provata competenza e affidabilità. Aiuto nel contatto con i docenti per personalizzazione delle modalità di esame Nel caso di disabilità che precludano il normale svolgimento delle prove d esame e qualora lo studente con disabilità lo richieda, è compito del personale del Centro Servizi per Studenti Disabili supportare il contatto con il docente interessato, allo scopo di concordare i possibili provvedimenti da adottare (ad esempio: tutor che scriva sotto dettatura, tempi aggiuntivi, ausili informatici, definizione del programma d esame, etc.). La richiesta di intervento deve pervenire al Centro almeno due settimane prima della data fissata per l esame. Assistenza durante l espletamento delle prove d esame in ingresso e in itinere Qualora lo studente con disabilità lo richieda, è compito del Centro Servizi per Studenti Disabili fornire il personale e/o la strumentazione necessaria a supporto dell espletamento delle prove di esame. La richiesta di intervento deve pervenire al Centro almeno due settimane prima della data fissata per l esame.

6 Aiuto nell espletamento di attività burocratiche all ingresso e in itinere Qualora lo studente con disabilità non sia in grado di recarsi autonomamente presso gli uffici amministrativi dell Ateneo, sarà cura del Centro Servizi per Studenti Disabili fornire assistenza e accompagnamento, senza peraltro sostituirsi al medesimo. Trattamento materiale didattico Presso il Centro Servizi per Studenti Disabili è stato istituito un servizio destinato al trattamento del materiale didattico. I servizi messi a disposizione sono: conversione dei testi in formato elettronico; produzione di testi in braille; registrazione e sbobinatura audiocassette; fotocopie ingrandite; fornitura dei testi delle lezioni in formato elettronico, prodotti attraverso l impiego della stenotipia. Si precisa che, generalmente, il tempo di attesa per la realizzazione del materiale in formato alternativo è di circa un mese (variabile in relazione anche al numero di pagine, al contenuto e al formato richiesto). Tale materiale può essere trattato autonomamente (presso le strutture del Centro) o mediante convenzioni con centri specializzati. Reperimento di materiali didattici, contatto coi docenti per gli studenti in sede e a distanza Qualora lo studente con disabilità abbia difficoltà nel reperire gli appunti di lezione, sarà cura del personale del Centro Servizi per Studenti Disabili chiedere la collaborazione dei compagni di corso, ricorrendo, se necessario, all intermediazione del docente. Mobilità internazionale degli studenti disabili e partecipazione con tutor ai corsi estivi intensivi Gli studenti con disabilità che desiderano partecipare ai programmi di mobilità internazionale (SOCRATES-ERASMUS) possono fruire dell assistenza del personale del Centro Servizi per Studenti Disabili, che lavora in sinergia con l Ufficio Relazioni Internazionali. La partecipazione è subordinata comunque alla selezione prevista per la totalità degli studenti, come indicato dal bando di concorso a valenza annuale. L assistenza offerta per la partecipazione ai corsi estivi intensivi presso la sede di Canazei è esclusivamente di natura didattica. Non è contemplato alcun servizio di assistenza alla persona, demandato alle ULSS locali o svolto da persone di fiducia dello studente. 8 9 Attrezzature tecniche e informatiche specifiche Presso il Centro Servizi per Studenti Disabili è stata allestita un aula informatica attrezzata per le diverse tipologie di disabilità. Sono anche presenti alcuni ausili informatici e tecnologici a disposizione degli studenti che ne facciano richiesta. In casi particolari è possibile usufruire di tali ausili mediante forme di prestito temporaneo, previa compilazione dell apposita scheda fornita dal personale del Centro. Selezione e personalizzazione di stage e tirocini formativi Il Centro Servizi per Studenti Disabili svolge anche funzioni di orientamento al tirocinio e di selezione degli enti idonei all inserimento di persone con disabilità, in collaborazione con l Ufficio Stage e tirocini di Ateneo. Programmazione di percorsi formativi mirati all utilizzo di strumenti o ausili L autonomia della persona con disabilità si realizza anche attraverso l autonomia nel reperimento delle informazioni, soprattutto mediante i motori di ricerca e le risorse on line. A tale scopo il Centro Servizi per Studenti Disabili promuove corsi di alfabetizzazione informatica per studenti con deficit visivo, oltre a predisporre momenti di formazione all uso di apparecchi e ausili di altra natura. Inoltre realizza corsi di addestramento all uso delle risorse bibliografiche rivolti alla totalità degli studenti diversamente abili. Aiuto nell inserimento lavorativo dei laureati disabili Gli studenti con disabilità che lo desiderano possono usufruire dell assistenza del personale specifico presente presso il Centro Servizi per Studenti Disabili, per orientarsi nel mondo del lavoro. Ciò si realizza attraverso la collaborazione con il Servizio Collocamento Mirato della Provincia di Verona, i SIL (Servizio Integrazione Lavoro) delle ULSS della Provincia di Verona, i contatti con istituiti e aziende del territorio e con altre strutture dell Ateneo. Consultazione e prestito di materiali sulla disabilità Il Centro Servizi per Studenti Disabili raccoglie materiali di varia natura inerenti alla disabilità e li mette a disposizione dell utenza. Le tesi sono solo consultabili, mentre le monografie e i periodici possono essere presi a prestito per 20 giorni, eventualmente rinnovabili.

7 Sportello Help Ascolto È gestito da un esperto con competenze psico-pedagogiche e offre: ascolto e orientamento specialistico; riflessione sul proprio metodo di studio, suggerimenti utili a renderlo più efficiente; conoscenza di sé, delle proprie attitudini e riconoscimento dei propri limiti; incontri di gruppo; promozione dell autonomia. Gli incontri individuali devono essere prenotati presso il Centro Servizi per Studenti Disabili. Badge parcheggio Su richiesta è possibile ottenere in prestito per la durata di un anno accademico un badge per l accesso ai parcheggi riservati al personale universitario (Polo Zanotto, Chiostro di S. Maria delle Vittorie, Borgo Roma), dove sono allestiti alcuni spazi riservati alle persone con handicap, da utilizzarsi esclusivamente per lo svolgimento di attività in ambito universitario. In caso di uso non corretto il badge sarà ritirato. Essendo i badge disponibili in quantità limitata, la richiesta sarà valutata dagli operatori del Centro Servizi per Studenti Disabili e soddisfatta sino al loro esaurimento. Se non se ne prevede un uso continuativo, è comunque possibile accedere a tale servizio anche in occasioni contingenti, previa inoltro della richiesta con almeno una settimana di anticipo. Continuità con le scuole superiori In collaborazione con l Ufficio Orientamento di Ateneo nel mese di maggio il Centro Servizi per Studenti Disabili incontra gli studenti disabili del V anno delle Scuole superiori per illustrare i propri servizi. L iniziativa prevede: visita alle strutture universitarie; confronto con un esperto per conoscere in modo approfondito l offerta didattica; confronto con studenti disabili iscritti ad anni successivi; consegna di materiale informativo sull offerta formativa, i servizi dell Ateneo e nello specifico del Centro Servizi per Studenti Disabili Art. 7 Diritti degli studenti con disabilità La fruizione dei servizi è riservata agli studenti con disabilità secondo i parametri seguenti: iscritti ai corsi di laurea attivati in base agli ordinamenti precedenti il DM. N.509/99 (vecchi ordinamenti), iscritti ai corsi di laurea attivati ai sensi del DL. N.509/99 (laurea di primo livello), iscritti ai corsi di laurea specialistica attivati ai sensi del DL. N.509/99, iscritti ai corsi di laurea specialistica a ciclo unico, per la durata della carriera universitaria; iscritti a Master di primo e secondo livello, per la durata del corso; titolari di Dottorati di Ricerca, per la durata del Dottorato; iscritti a Scuole di Specializzazione, per la durata del corso; studenti stranieri (programma SOCRATES-ERASMUS), per la durata della borsa di studio. Art. 8 Obblighi degli studenti con disabilità Qualora uno studente con disabilità desideri fruire di benefici e servizi deve fornire la documentazione necessaria (certificato di invalidità rilasciato da apposita commissione dell ULSS di appartenenza) al Centro Servizi per Studenti Disabili. Successivamente deve: contribuire all organizzazione razionale degli accompagnamenti e dei trasporti comunicando i bisogni secondo quanto stabilito dall articolo 5 del presente documento; comunicare al Centro Servizi per Studenti Disabili eventuali speciali esigenze (non di tipo infermieristico o para-infermieristico o di assistenza alla persona, perché non sono di competenza dell Ateneo) al momento dell immatricolazione o almeno due settimane prima dell inizio dei corsi; rispettare le modalità e i tempi di erogazione dei servizi, impegnandosi a comunicare entro le 24 ore antecedenti l eventuale rinuncia.

8 Art. 9 Compiti del Centro Servizi per Studenti Disabili Gli operatori del Centro Servizi per studenti disabili di Ateneo si impegnano a: fornire i servizi previsti, secondo i parametri già descritti, per favorire l inclusione dello studente disabile in tutte le attività organizzate dall Ateneo per la totalità degli studenti; fornire allo studente con disabilità le informazioni in formato accessibile; conservare e mantenere la privacy sui dati forniti dallo studente con disabilità. Art. 10 Contatti con il Centro Servizi per Studenti Disabili Si trova in Via S. Francesco Verona. Per contattare gli operatori della struttura utilizzare i seguenti recapiti: telefono oppure fax mail: Per informazioni relative alle attività e ai progetti avviati consultare la pagina web / Studenti / Centro servizi per studenti disabili Attenzione Tutti i servizi che non sono esplicitamente citati nel presente documento non sono di competenza del Centro Servizi per Studenti Disabili e pertanto non sono erogati dallo stesso Tempi di richiesta dei servizi TIPOLOGIA DI SERVIZI Tempi di richiesta dei servizi in giorni Tempi di attesa Orientamento all ingresso e in itinere / / Prove individualizzate per esami e test di 15 giorni / ammissione Assistenza burocratica nella compilazione 7 giorni 7 giorni di pratiche per borse di studio, esonero tasse, alloggi, pratiche legate alla carriera universitaria Mobilità internazionale: / Variabili avviamento di tutte le pratiche, in collaborazione con l Ufficio Relazioni Internazionali, per i soggiorni di studio all estero degli studenti disabili; idem per la partecipazione ai corsi estivi/ invernali intensivi a Canazei Stage e tirocini: / Variabili contatti con Ufficio Stage e Tirocini; contatti con referenti SIL Attivazione contratti di tutorato specializzato / 60 giorni

9 TIPOLOGIA DI SERVIZI Tempi di richiesta Tempi di attesa Trattamento dei materiali didattici: / 30 giorni per studenti non vedenti (in formato elettronico, in braille); per studenti non udenti (stenotipia, sbobinatura audiocassette, trascrizione appunti in formato elettronico, fotocopie ingrandite) Assistenza tecnica agli studenti disabili 15 giorni nell utilizzo delle attrezzature speciali Organizzazione di corsi di formazione Variabili all uso delle attrezzature speciali Lezioni in Video conferenza Inizio semestre 30 giorni Segnalazione relative delle barriere / / architettoniche Accompagnamenti a lezione 7 giorni / Accompagnamenti al bagno 15 giorni / Accompagnamento agli esami 7 giorni / Trasporto 15 giorni / Interpretariato LIS Inizio semestre / Stenotipia Inizio semestre 15 giorni Appuntamenti Sportello Help Ascolto 7 giorni / Affissione materiale informativo nelle / / bacheche Badge parcheggio Inizio semestre / Prestito libri / / Sommario pag. 2 - Finalità e Principi Generali pag. 3 - Calendario e orario pag. 3 - Utenti dei servizi pag. 4 - Lo staff pag. 4 - Servizi erogati pag. 5 - Modalità di richiesta e di erogazione dei servizi pag Diritti degli studenti con disabilità pag Obblighi degli studenti con disabilità pag Compiti del Centro Servizi per Studenti Disabili pag Contatti con il Centro Servizi per Studenti Disabili pag Tempi di richiesta dei servizi

10 Note

11 Al piano terra, nell atrio del Palazzo di Lettere e Filosofia (Chiostro S. Francesco), in via S. Francesco 22 (37129 Verona). Siamo aperti: tutte le mattine, dal lunedì al venerdì (ore 10,00-13,00) CENTRO SERVIZI PER STUDENTI DISABILI tel. 045/ fax 045/ DELEGATO DEL RETTORE PER LA DISABILITÀ Prof. Franco Larocca tel. 045/ Università di Verona - Ufficio Comunicazione - Chiara Antonioli Ti aspettiamo! Università degli Studi di Verona Carta dei servizi del C entro S ervizi per Studenti Disabili

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA DIREZIONE AMMINISTRATIVA Servizio Disabilità Carta dei servizi Art. 1 Principi Generali Il Servizio Disabilità dell Università di Padova trova il suo fondamento operativo

Dettagli

Servizio accoglienza studenti con disabilità Carta dei Servizi (Approvata dal Consiglio di Amministrazione Adunanza Ordinaria Del 22 luglio 2011)

Servizio accoglienza studenti con disabilità Carta dei Servizi (Approvata dal Consiglio di Amministrazione Adunanza Ordinaria Del 22 luglio 2011) Servizio accoglienza studenti con disabilità Carta dei Servizi (Approvata dal Consiglio di Amministrazione Adunanza Ordinaria Del 22 luglio 2011) Art. 1 Principi generali Il Servizio Accoglienza Studenti

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. (Approvata dal Comitato di Ateneo nella sua riunione del 25.06.2009)

CARTA DEI SERVIZI. (Approvata dal Comitato di Ateneo nella sua riunione del 25.06.2009) UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA STRUTTURA PER L INTEGRAZIONE DEGLI STUDENTI DISABILI CARTA DEI SERVIZI (Approvata dal Comitato di Ateneo nella sua riunione del 25.06.2009) Art.1 - Principi e finalità

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI PER GLI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI. 1. Finalità e Principi Generali

CARTA DEI SERVIZI PER GLI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI. 1. Finalità e Principi Generali CARTA DEI SERVIZI PER GLI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI 1. Finalità e Principi Generali L Università degli Studi di Bari Aldo Moro, nell intento di promuovere pari opportunità di formazione e di studio,

Dettagli

Regolamento per la disciplina dei servizi a supporto degli studenti con disabilità e con disturbi specifici di apprendimento (DSA).

Regolamento per la disciplina dei servizi a supporto degli studenti con disabilità e con disturbi specifici di apprendimento (DSA). Regolamento per la disciplina dei servizi a supporto degli studenti con disabilità e con disturbi specifici di apprendimento (DSA). Titolo1 NORME GENERALI Art. 1 Principi generali e finalità del servizio

Dettagli

Università degli Studi di Milano-Bicocca Servizio Assistenza Disabili

Università degli Studi di Milano-Bicocca Servizio Assistenza Disabili SCHEDA DI PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE PRESSO L UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA Ente PARTE I 1. Ente proponente il progetto: UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA

Dettagli

Costruiamo la qualità dell integrazione

Costruiamo la qualità dell integrazione UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA Centro Servizi di Ateneo per Studenti Disabili Responsabile: Ch.mo Prof. Franco Larocca Delefato del Rettore per i problemi della disabilità (1994-2011) Costruiamo la qualità

Dettagli

Università degli Studi di Messina. Studenti diversamente abili e DSA

Università degli Studi di Messina. Studenti diversamente abili e DSA Università degli Studi di Messina Studenti diversamente abili e DSA Università degli Studi di Messina Servizio Disabilità e DSA Centro Supporto Ausili Tecnologici (CSAT) Delegato Rettorale Prof.ssa Alice

Dettagli

La Sapienza per tutti

La Sapienza per tutti 800410960 800410960 Numero verde N. Verde 800410960 Numero verde La Sapienza per tutti Servizi per gli studenti disabili 800410 Numero v 1 Indice La Sapienza per tutti Servizi per gli studenti disabili

Dettagli

IL RETTORE. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Area Didattica Servizio Orientamento Settore Servizi per gli studenti disabili e studenti con DSA

IL RETTORE. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Area Didattica Servizio Orientamento Settore Servizi per gli studenti disabili e studenti con DSA USG 246 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Area Didattica Servizio Orientamento Settore Servizi per gli studenti disabili e studenti con DSA Pubblicato in albo informatico il.9.11:l.9pl+ Decreto n. 4tuú

Dettagli

l attenzione alla disabilità: una questione di civiltà

l attenzione alla disabilità: una questione di civiltà l attenzione alla disabilità: una questione di civiltà Guido Maria Grasso missione aumentare il livello di consapevolezza di tutte le componenti dell università (soprattutto docenti) in modo che il rendimento

Dettagli

GUIDA PER GLI STUDENTI

GUIDA PER GLI STUDENTI Direzione per la Didattica e l Orientamento GUIDA PER GLI STUDENTI SERVIZI PER L INCLUSIONE E L APPRENDIMENTO UFFICIO DISABILITÀ E D.S.A. Pagina 2 INDICE Il S.I.A. Servizi per l Inclusione e l Apprendimento

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Linee guida per la conduzione delle prove di esame per studenti disabili o con DSA

Linee guida per la conduzione delle prove di esame per studenti disabili o con DSA Linee guida per la conduzione delle prove di esame per studenti disabili o con DSA 1. Scopo del documento Il presente documento è stato redatto sulla base delle nuove Linee guida messe a punto dalla Conferenza

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE ATTIVITA A FAVORE DEGLI STUDENTI CON DISABILITA DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TERAMO

REGOLAMENTO PER LE ATTIVITA A FAVORE DEGLI STUDENTI CON DISABILITA DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TERAMO REGOLAMENTO PER LE ATTIVITA A FAVORE DEGLI STUDENTI CON DISABILITA DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TERAMO PARTE I PRINCIPI GENERALI Articolo 1 OGGETTO Articolo 2 DESTINATARI DEGLI INTERVENTI PARTE II ORGANIZZAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE ATTIVITA A FAVORE DEGLI STUDENTI CON DISABILITA DELL UNIVERSITA DELLA CALABRIA

REGOLAMENTO PER LE ATTIVITA A FAVORE DEGLI STUDENTI CON DISABILITA DELL UNIVERSITA DELLA CALABRIA REGOLAMENTO PER LE ATTIVITA A FAVORE DEGLI STUDENTI CON DISABILITA DELL UNIVERSITA DELLA CALABRIA (Approvata dal Consiglio di Amministrazione Adunanza Ordinaria Del 22 luglio 2011) TITOLO I PARTE GENERALE

Dettagli

AVVISO SERVIZIO RISTORAZIONE A FASCE DIFFERENZIATE A. A. 2014/15

AVVISO SERVIZIO RISTORAZIONE A FASCE DIFFERENZIATE A. A. 2014/15 AVVISO SERVIZIO RISTORAZIONE A FASCE DIFFERENZIATE A. A. 2014/15 Il servizio ristorazione viene attualmente effettuato in gestione diretta (appalto alla PAP srl): a Teramo nella mensa universitaria centrale

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

Divisione Segreterie Studenti Area Studenti

Divisione Segreterie Studenti Area Studenti Divisione Segreterie Studenti Area Studenti Rep. 2130/2008 Prot. 27151 Anno Accademico 2008/2009 BANDO PER L AMMISSIONE FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE IL RETTORE VISTA La Legge 2 Agosto 1999, n. 264

Dettagli

Coordinatore educativo nei servizi per l infanzia a.a. 2011-2012

Coordinatore educativo nei servizi per l infanzia a.a. 2011-2012 Master di II livello Coordinatore educativo nei servizi per l infanzia a.a. 2011-2012 Obiettivi formativi Il Master si propone come un percorso altamente specializzato, finalizzato a formare professionisti

Dettagli

AVVISO FRUIZIONE SERVIZIO RISTORAZIONE A FASCE DIFFERENZIATE A. A. 2015/16

AVVISO FRUIZIONE SERVIZIO RISTORAZIONE A FASCE DIFFERENZIATE A. A. 2015/16 AVVISO FRUIZIONE SERVIZIO RISTORAZIONE A FASCE DIFFERENZIATE A. A. 2015/16 Il servizio ristorazione viene effettuato a Teramo: - presso la mensa centrale nel campus universitario, all interno del plesso

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE DIDATTICA E SERVIZI AGLI STUDENTI AREA FORMAZIONE POST LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE DIDATTICA E SERVIZI AGLI STUDENTI AREA FORMAZIONE POST LAUREAM UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE DIDATTICA E SERVIZI AGLI STUDENTI AREA FORMAZIONE POST LAUREAM GV/mldb Decreto Rettorale del 20/04/2005 Rep. n. 738-2005 Prot. n. 13730 Oggetto: Bando concernente

Dettagli

BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO IN STRATEGIC MARKETING MANAGEMENT (FAD) Anno Accademico 2005/2006

BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO IN STRATEGIC MARKETING MANAGEMENT (FAD) Anno Accademico 2005/2006 BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO IN STRATEGIC MARKETING MANAGEMENT (FAD) Anno Accademico 2005/2006 Indicazioni generali L Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, ai sensi

Dettagli

Università degli studi di Milano Bicocca Scuola di Scienze Corso di Laurea in Ottica e Optometria

Università degli studi di Milano Bicocca Scuola di Scienze Corso di Laurea in Ottica e Optometria Università degli studi di Milano Bicocca Scuola di Scienze Corso di Laurea in Ottica e Optometria Manifesto annuale degli studi ANNO ACCADEMICO 2013/2014 Offerta formativa Il Corso di Laurea in Ottica

Dettagli

CALENDARIO ACCADEMICO 2015/2016

CALENDARIO ACCADEMICO 2015/2016 CALENDARIO ACCADEMICO 2015/2016 Date e scadenze comuni Inizio dell Anno Accademico: 1 ottobre 2015. Inizio delle attività didattiche: 1 ottobre 2015. Per motivi di organizzazione ed efficacia della didattica,

Dettagli

Allegato al D.R. n.13653 del 3 agosto 2006

Allegato al D.R. n.13653 del 3 agosto 2006 Allegato al D.R. n.13653 del 3 agosto 2006 Procedura di valutazione della preparazione di base finalizzata all iscrizione ai corsi speciali di cui all art. 2, comma 1-c bis e comma 1 ter della Legge 143/2004,

Dettagli

Relazione sulle attività in favore degli studenti con disabilità Anno Accademico 2010-11

Relazione sulle attività in favore degli studenti con disabilità Anno Accademico 2010-11 Relazione sulle attività in favore degli studenti con disabilità Anno Accademico 2010-11 Pagina 1 di 7 La presente relazione è stata redatta dal Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi di Teramo

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI 0 INDICE...1 1 PREMESSA...2 2 RIFERIMENTI NORMATIVI...2 3 REFERENTI...2 4 SERVIZI OFFERTI...

ISTRUZIONE OPERATIVA STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI 0 INDICE...1 1 PREMESSA...2 2 RIFERIMENTI NORMATIVI...2 3 REFERENTI...2 4 SERVIZI OFFERTI... Pagina 1 di 5 0 INDICE 0 INDICE...1 1 PREMESSA...2 2 RIFERIMENTI NORMATIVI...2 3 REFERENTI...2 4 SERVIZI OFFERTI...3 5 ABBREVIAZIONI...5 Rev. Data Motivo Pagina 00 27/02/07 Emissione Tutte 01 21/02/08

Dettagli

REGOLAMENTO PER L INTEGRAZIONE E IL DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI STUDENTI DISABILI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA

REGOLAMENTO PER L INTEGRAZIONE E IL DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI STUDENTI DISABILI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA REGOLAMENTO PER L INTEGRAZIONE E IL DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI STUDENTI DISABILI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA Emanato con D.R. n. 686 del 29 novembre 2010 Entrato in vigore il 1 dicembre

Dettagli

Laurea Magistrale in. SCIENZE PEDAGOGICHE (classe LM-85) Anno Accademico 2014-2015. Bando per l accesso

Laurea Magistrale in. SCIENZE PEDAGOGICHE (classe LM-85) Anno Accademico 2014-2015. Bando per l accesso AREA SOCIETA Laurea Magistrale in SCIENZE PEDAGOGICHE (classe LM-85) Anno Accademico 2014-2015 Bando per l accesso Per immatricolarsi a questa laurea magistrale, TUTTI gli studenti interessati devono preventivamente

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN CHIMICA E TECNOLOGIA FARMACEUTICHE (CLASSE LM-13 FARMACIA E FARMACIA

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN PROGRAMMAZIONE E GESTIONE DEI SERVIZI EDUCATIVI E FORMATIVI (classe n.

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN PROGRAMMAZIONE E GESTIONE DEI SERVIZI EDUCATIVI E FORMATIVI (classe n. 1 REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN PROGRAMMAZIONE E GESTIONE DEI SERVIZI EDUCATIVI E FORMATIVI (classe n. 56/S) Art. 1 - Denominazione del Corso di Studio (CdS) e classe di appartenenza

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA DIREZIONE AMMINISTRATIVA Servizio Segreterie Studenti Avviso di selezione per l assegnazione di contratti per attività di tutorato (tutor junior) presso le Facoltà dell

Dettagli

AVVISO SERVIZIO MENSA A FASCE DIFFERENZIATE A.A. 2013/14

AVVISO SERVIZIO MENSA A FASCE DIFFERENZIATE A.A. 2013/14 AVVISO SERVIZIO MENSA A FASCE DIFFERENZIATE A.A. 2013/14 Il servizio mensa viene attualmente effettuato: a Teramo presso la mensa universitaria centrale in Coste S. Agostino, presso la nuova sede della

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara Università degli Studi di Ferrara Regolamento per il conferimento di Borse e Premi di studio nel campo della formazione con esclusione dei progetti comunitari o di internazionalizzazione Senato Accademico

Dettagli

N E W S L E T T E R Area Risorse Umane

N E W S L E T T E R Area Risorse Umane N E W S L E T T E R Area Risorse Umane SPECIALE DECRETI Numero 9 23 ottobre 2002 In questo numero: Decreto Dirigenziale n.317 del 7 ottobre 2002 Decreto Dirigenziale n. 318 del 7 ottobre2002 Questo numero

Dettagli

CALENDARIO ACCADEMICO 2014/2015

CALENDARIO ACCADEMICO 2014/2015 CALENDARIO ACCADEMICO 2014/2015 Date e scadenze comuni Inizio dell Anno Accademico: 1 ottobre 2014 (mercoledì). Inizio delle attività didattiche: 1 ottobre 2014 (mercoledì). Nel rispetto delle scadenze

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Titolo I - Istituzione ed attivazione Art. 1 - Informazioni generali 1. Il presente Regolamento didattico si riferisce al Corso di Laurea in Informatica,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA Tor Vergata

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA Tor Vergata UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA Tor Vergata Facoltà di Economia Master Universitario di I livello in Economia e Gestione in Sanità Direttore del Master: Prof Amalia Donia Sofio E attivato presso la Facoltà

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN FARMACIA (CLASSE LM-13 FARMACIA E FARMACIA INDUSTRIALE) Art. 1

Dettagli

Regolamenti ISIA Firenze

Regolamenti ISIA Firenze Regolamenti ISIA Firenze Regolamento di transizione dei corsi accademici di secondo livello di indirizzo specialistico Il Consiglio Accademico dell ISIA di Firenze VISTA la legge 21 dicembre 1999, n. 508,

Dettagli

Anno Accademico 2005/2006. 3 Corso di perfezionamento. Gestione di organizzazioni non profit e Progettazione sociale.

Anno Accademico 2005/2006. 3 Corso di perfezionamento. Gestione di organizzazioni non profit e Progettazione sociale. Università degli Studi di Bergamo Centro Servizi del Volontariato Anno Accademico 2005/2006 3 Corso di perfezionamento Gestione di organizzazioni non profit e Progettazione sociale Presentazione Giunto

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO PER L INTEGRAZIONE ED IL DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI

REGOLAMENTO DI ATENEO PER L INTEGRAZIONE ED IL DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI REGOLAMENTO DI ATENEO PER L INTEGRAZIONE ED IL DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI Emanato con D.R. n. 83 del 27 febbraio 2008 Entrata in vigore 13 marzo 2008 INDICE TITOLO I - CAMPO

Dettagli

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica I Facoltà di Medicina e Chirurgia Master di II Livello in Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica (Codice Corso di Studio da inserire nel bollettino di immatricolazione:

Dettagli

FAQ ORIENTAMENTO IN INGRESSO

FAQ ORIENTAMENTO IN INGRESSO FAQ ORIENTAMENTO IN INGRESSO 1. CHI SIAMO? 2. COME RAGGIUNGERCI? 3. COSA SONO I DIPARTIMENTI? 4. COS È L ORIENTAMENTO IN INGRESSO? 5. COSA SONO I C.F.U.? 6. COSA SONO I CORSI DI LAUREA DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

M A S T E R di II livello LA PROFESSIONALITÀ DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

M A S T E R di II livello LA PROFESSIONALITÀ DEL DIRIGENTE SCOLASTICO M A S T E R di II livello LA PROFESSIONALITÀ DEL DIRIGENTE SCOLASTICO 1. IL CORSO Il Master è un corso di alta formazione permanente e ricorrente e di preparazione professionale allo svolgimento delle

Dettagli

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Scienze della Formazione. Master Universitario interfacoltà di primo livello in

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Scienze della Formazione. Master Universitario interfacoltà di primo livello in Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Scienze della Formazione Master Universitario interfacoltà di primo livello in CONSULENZA GRAFOLOGICA PERITALE-GIUDIZIARIA E PROFESSIONALE Bando Anno

Dettagli

Università degli Studi di SienaInclusione oc Carta dei Servizi

Università degli Studi di SienaInclusione oc Carta dei Servizi Università degli Studi di SienaInclusione oc Carta dei Servizi Divisione orientamento e diritto allo studio Ufficio Accoglienza Disabili - Servizio DSA Indice 1. Cos è la Carta dei Servizi 2. L Ufficio

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO in Economia e Banking per la piccola e media impresa. Bando di ammissione A.A. 2009/2010

MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO in Economia e Banking per la piccola e media impresa. Bando di ammissione A.A. 2009/2010 MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO in Economia e Banking per la piccola e media impresa Bando di ammissione A.A. 2009/2010 Art. 1 1. L Università degli Studi di Cassino istituisce, per l a.a. 2009/2010,

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL Art.1 Ambito di applicazione 1.Il presente regolamento, emanato

Dettagli

Facoltà di Giurisprudenza REGOLAMENTO

Facoltà di Giurisprudenza REGOLAMENTO REGOLAMENTO del Corso di Laurea magistrale a ciclo Unico in Giurisprudenza ( Classe LMG /01 ) Anno Accademico di istituzione: 2006/2007 Art. 1. Organizzazione del corso di studio 1. È istituito presso

Dettagli

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO del Corso di Laurea in SCIENZE DELL ARCHITETTURA (Classe L - 17 ) Anno Accademico di istituzione: 2008-2009 Art. 1. Organizzazione del corso di

Dettagli

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e Sede U.C.S.C. Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013 CLASSE DI LAUREA DI APPARTENENZA: LM/SNT1 SCIENZE

Dettagli

Piano di Orientamento e Tutorato

Piano di Orientamento e Tutorato Università degli Studi di Siena Facoltà di Lettere e Filosofia Piano di Orientamento e Tutorato a.a. 2011-2012 2012 Il lavoro dei delegati di Facoltà all Orientamento, Prof.ssa Maria Rita Digilio (Delegato

Dettagli

FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE. CONCORSO DI AMMISSIONE AL VII MASTER di II LIVELLO in TUTELA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI UMANI A.A.

FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE. CONCORSO DI AMMISSIONE AL VII MASTER di II LIVELLO in TUTELA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI UMANI A.A. FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE CONCORSO DI AMMISSIONE AL VII MASTER di II LIVELLO in TUTELA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI UMANI A.A. 2008/2009 Codice corso di studio: 04526 Art. 1 (Campo tematico) La Facoltà

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA. Tor Vergata FACOLTÀ DI ECONOMIA MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN ECONOMIA E GESTIONE IMMOBILIARE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA. Tor Vergata FACOLTÀ DI ECONOMIA MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN ECONOMIA E GESTIONE IMMOBILIARE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA Tor Vergata FACOLTÀ DI ECONOMIA MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN ECONOMIA E GESTIONE IMMOBILIARE A.A. 2010/2011 Nell'anno accademico 2010/2011 è istituito ed attivato

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN LINGUE E CULTURE EUROPEE (CLASSE L-12 Mediazione linguistica) Art. 1 Premesse

Dettagli

D.R. N. 1002/14 IL RETTORE

D.R. N. 1002/14 IL RETTORE D.R. N. 1002/14 IL RETTORE Vista la Legge 9 maggio 1989, n. 168, istitutiva del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica; Vista la Legge n. 240 del 30 dicembre 2010; Visto lo

Dettagli

Regolamento del Sistema Bibliotecario dell Università. I. DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1

Regolamento del Sistema Bibliotecario dell Università. I. DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Regolamento del Sistema Bibliotecario dell Università I. DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 1. Il Sistema bibliotecario dell Università è costituito dalle biblioteche presenti nelle sedi dell ateneo, ed è strumento

Dettagli

Art.2 - Domanda di ammissione -

Art.2 - Domanda di ammissione - Avviso ammissione Master - Anno accademico 2013/2014 Art.1 Ammissione - Per l'anno accademico 2013/2014 è indetta la procedura per l ammissione al master. La scheda, contenente gli elementi utili per l

Dettagli

UNIVERSITA DEL SALENTO

UNIVERSITA DEL SALENTO UNIVERSITA DEL SALENTO Relazione sulle attività in favore degli studenti con disabilità Anno 2010 NUCLEO DI VALUTAZIONE DI ATENEO Il Nucleo di Valutazione Prof.ssa Laura Tundo Presidente Prof. Andrea Dadone

Dettagli

Master Post Laurea Auditing e Controllo Interno Formazione Avanzata Economia BANDO DI CONCORSO

Master Post Laurea Auditing e Controllo Interno Formazione Avanzata Economia BANDO DI CONCORSO BANDO DI CONCORSO Ottobre 2009 Ottobre 2010 Art. 1 Istituzione master Presso la Facoltà di Economia dell Università di Pisa è istituito, ai sensi dell art. 4 dello Statuto, e attivato per l anno accademico

Dettagli

CONVENZIONE TRA AGENZIA DELLE ENTRATE - DIREZIONE REGIONALE DEL LAZIO E UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA DI VITERBO

CONVENZIONE TRA AGENZIA DELLE ENTRATE - DIREZIONE REGIONALE DEL LAZIO E UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA DI VITERBO DIREZIONE Viterbo, REGIONALE LAZIO CONVENZIONE TRA AGENZIA DELLE ENTRATE - DIREZIONE REGIONALE DEL LAZIO E UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA DI VITERBO PER : TIROCINIO FORMATIVO STUDENTI ; RICONOSCIMENTO

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO MULTIMODALE PER LA DIDATTICA L UNIVERSITÀ SEDI OFFERTA FORMATIVA TUTOR ASSISTENZA TECNICA DIDATTICA PRIMA DELL ISCRIZIONE

SISTEMA INTEGRATO MULTIMODALE PER LA DIDATTICA L UNIVERSITÀ SEDI OFFERTA FORMATIVA TUTOR ASSISTENZA TECNICA DIDATTICA PRIMA DELL ISCRIZIONE L UNIVERSITÀ L Università degli Studi Guglielmo Marconi, riconosciuta con D.M. 1 marzo 2004, è la prima Università aperta (Open University) che unisce metodologie di formazione a distanza con le attività

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI SCIENZE STORICHE, FILOSOFICO-SOCIALI, DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN SONIC ARTS (in modalità didattica

Dettagli

Settore per gli studenti con titolo straniero

Settore per gli studenti con titolo straniero Settore per gli studenti con titolo straniero a.a. 2014/2015 1 Settore per gli studenti con titolo straniero Possono rivolgersi a noi: I cittadini forniti di titolo straniero Adempimenti dei cittadini

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO. (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011)

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO. (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011) REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011) TITOLO I MASTER UNIVERSITARI DI PRIMO E DI SECONDO LIVELLO

Dettagli

Management delle aziende sanitarie

Management delle aziende sanitarie ANNO ACCADEMICO 2009-2010 BANDO DI CONCORSO Hsfhjgh.jvn.xcbvmn-lòkjbfdgjwà

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO LA PROFESSIONALITA DEL DOCENTE E DEL DIRIGENTE SCOLASTICO Bando di ammissione A.A. 2007-2008 art. 1 L Università degli Studi di Cassino attiva per l a.a. 2007/2008 il

Dettagli

International Relation Office

International Relation Office International Relation Office BANDO PER BORSE DI STUDIO ALL ESTERO AI FINI DELLA PREDISPOSIZIONE DELLA TESI DI LAUREA MAGISTRALE ANNO ACCADEMICO 2015/2016 I EDIZIONE Finalità L Università degli Studi di

Dettagli

IL RETTORE DECRETA. Foggia, 10/07/2013. Protocollo n. 18157-I/7. Rep. A.U.A. n. 294-2013

IL RETTORE DECRETA. Foggia, 10/07/2013. Protocollo n. 18157-I/7. Rep. A.U.A. n. 294-2013 Protocollo n. 1157-I/7 Foggia, 10/07/2013 Rep. A.U.A. n. 294-2013 Area Didattica, Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso

Dettagli

SEZIONE III - Corsi di Aggiornamento, Perfezionamento e di Formazione professionale. SEZIONE I Disposizioni generali. Art.

SEZIONE III - Corsi di Aggiornamento, Perfezionamento e di Formazione professionale. SEZIONE I Disposizioni generali. Art. Regolamento per l istituzione e la gestione dei Master universitari di I e di II livello, dei Corsi di aggiornamento, perfezionamento e di formazione professionale SEZIONE I- Disposizioni generali SEZIONE

Dettagli

Carta dei Servizi per lo Studente. a.a. 2014/2015

Carta dei Servizi per lo Studente. a.a. 2014/2015 Carta dei Servizi per lo Studente a.a. 2014/2015 INDICE ART. 1 PRINCIPI GENERALI E FINALITÀ... 3 ART. 2 CONTRATTO CON GLI STUDENTI... 3 ART. 3 TUTELA DEI DATI PERSONALI... 3 ART. 4 MATERIALE DIDATTICO...

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN CFO- DIREZIONE AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE Seconda Edizione

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN CFO- DIREZIONE AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE Seconda Edizione REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN CFO- DIREZIONE AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE Seconda Edizione Articolo 1 «E istituito presso l Università Carlo Cattaneo -

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA E MANAGEMENT DELLA PREVIDENZA. COMPLEMENTARE (Master PrevManagement)

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA E MANAGEMENT DELLA PREVIDENZA. COMPLEMENTARE (Master PrevManagement) BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA E MANAGEMENT DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE (Master PrevManagement) Università degli Studi della Tuscia DEIM Anno Accademico 2014-2015

Dettagli

Master in Finanza e Controllo di Gestione Formazione Avanzata Economia

Master in Finanza e Controllo di Gestione Formazione Avanzata Economia BANDO DI CONCORSO Anno Accademico 2009/2010 Art. 1 Istituzione del master Presso la Facoltà di Economia dell Università di Pisa è istituito, ai sensi dell art. 4 dello Statuto e attivato per l Anno Accademico

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI seconda parte - iscrizioni e funzionamento

MANIFESTO DEGLI STUDI seconda parte - iscrizioni e funzionamento 2 CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA JACOPO TOMADINI UDINE MANIFESTO DEGLI STUDI seconda parte - iscrizioni e funzionamento anno accademico 2013/2014 emanato con decreto del direttore n. 131 del 16/10/2013

Dettagli

Master di I livello in. Obiettivi formativi

Master di I livello in. Obiettivi formativi Master di I livello in Pedagogia e metodologia montessoriana - servizi educativi 0-3 anni - scuola dell infanzia - scuola elementare a.a. 2011-2012 Obiettivi formativi Il Master di primo livello in Pedagogia

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI MASTER UNIVERSITARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI MASTER UNIVERSITARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI MASTER UNIVERSITARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE Emanato con decreto rettorale n. 9 del 12 novembre 2013 N.B. - Sostituisce

Dettagli

Affisso il 20 maggio 2015 Scade il 5 giugno 2015 IL DIRETTORE

Affisso il 20 maggio 2015 Scade il 5 giugno 2015 IL DIRETTORE Affisso il 20 maggio 2015 Scade il 5 giugno 2015 BANDO PER IL CONFERIMENTO DI CONTRATTI PER CICLI DI ESERCITAZIONI DI COLLABORAZIONE A SUPPORTO DELLA DIDATTICA AI SENSI DELL ART. 76 DELLO STATUTO DELL

Dettagli

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2015/2016

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2015/2016 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA DIPARTIMENTO DIIES Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2015/ 1 Premessa L offerta formativa del DIIES dell Università degli Studi

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Ottavio Gravina De Cruyllas

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Ottavio Gravina De Cruyllas PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI L importanza di un protocollo di accoglienza L adozione di un Protocollo di Accoglienza consente di attuare in modo operativo le indicazioni stabilite

Dettagli

ENTE CARATTERISTICHE PROGETTO

ENTE CARATTERISTICHE PROGETTO SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA NELLE ATTIVITA PREVISTE DELL ART.1, DELLA LEGGE 27 DICEMBRE 2002, N. 288 E DALL ART.0, DELLA LEGGE 27 DICEMBRE 2003, N. 289. ENTE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA IUSS Ferrara 1391

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA IUSS Ferrara 1391 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA IUSS Ferrara 1391 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO PER SOGGIORNI ALL ESTERO DI DOTTORANDI ISCRITTI AL XXVII E XXVIII CICLO DI DOTTORATO CON SEDE

Dettagli

Carta dei Servizi. Centro per l Integrazione Attiva e Partecipata CInAP

Carta dei Servizi. Centro per l Integrazione Attiva e Partecipata CInAP Carta dei Servizi Centro per l Integrazione Attiva e Partecipata CInAP 1 INDICE 1. STRUTTURA ORGANIZZATIVA DEL CENTRO p. 4 1.1 Organi del centro p. 4 1.2 Referenti per le disabilità p. 4 1.3 Unità operative

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI seconda parte - iscrizioni e funzionamento

MANIFESTO DEGLI STUDI seconda parte - iscrizioni e funzionamento CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA JACOPO TOMADINI UDINE MANIFESTO DEGLI STUDI seconda parte - iscrizioni e funzionamento anno accademico 2014/2015 emanato con decreto del direttore n. 1 del 7/11/2014 corsi

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER IL CONFERIMENTO DI N 5 BORSE DI COLLABORAZIONI PART TIME A SUPPORTO DEL PROGETTO PACE

BANDO DI CONCORSO PER IL CONFERIMENTO DI N 5 BORSE DI COLLABORAZIONI PART TIME A SUPPORTO DEL PROGETTO PACE BANDO DI CONCORSO PER IL CONFERIMENTO DI N 5 BORSE DI COLLABORAZIONI PART TIME A SUPPORTO DEL PROGETTO PACE RISERVATO A STUDENTI ISCRITTI AD UN CORSO DELL AREA DELL INGEGNERIA A. A. 2013/2014 (allegato

Dettagli

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/2015

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/2015 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA DIPARTIMENTO DIIES Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/ 1 Premessa L offerta formativa del DIIES dell Università degli Studi

Dettagli

Articolo 1 Riferimento normativo e obiettivi formativi

Articolo 1 Riferimento normativo e obiettivi formativi Prot. n. 1002 /D1 Bando per l ammissione al corso biennale di Diploma Accademico di secondo livello in DESIGN DEI SISTEMI Anno Accademico 2011/2012 (Delibera n. 217 del Consiglio Accademico del 30.06.11)

Dettagli

Art. 2 Requisiti per l ammissione

Art. 2 Requisiti per l ammissione MODALITÀ DI AMMISSIONE E ISCRIZIONE AI MASTER DI 1 LIVELLO IN ALTO APPRENDISTATO PER PANETTIERI E PIZZAIOLI E IN ALTO APPRENDISTATO PER MASTRI BIRRAI ANNO ACCADEMICO 2015/2016 Art. 1 Indicazioni di carattere

Dettagli

Università degli Studi di Catania

Università degli Studi di Catania Università degli Studi di Catania BANDO COLLABORAZIONE PART-TIME STUDENTI ANNO ACCADEMICO 2011-2012 ATTIVITA DI SUPPORTO AL FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE UNIVERSITARIE ATENEO D. R. 4285 DEL 07/10/2011

Dettagli

Programma di tirocinio della Scuola Superiore dell'economia e delle Finanze - Università Italiane

Programma di tirocinio della Scuola Superiore dell'economia e delle Finanze - Università Italiane Programma di tirocinio della Scuola Superiore dell'economia e delle Finanze - Università Italiane I Bando 202, per 33 posti presso le sedi Scuola Superiore dell'economia e delle Finanze SSEF I Programmi

Dettagli

La durata dei corsi è di 3 anni, con inizio il 1 novembre 2014 e termine il 31 ottobre 2017.

La durata dei corsi è di 3 anni, con inizio il 1 novembre 2014 e termine il 31 ottobre 2017. SERVIZIO FORMAZIONE ALLA RICERCA BANDO DI CONCORSO PER 15 BORSE DI DOTTORATO RISERVATE A CANDIDATI STRANIERI PER L AMMISSIONE AI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA- XXX CICLO SCADENZA: 9 GIUGNO 2014 Art. 1

Dettagli

Art.2 - Domanda di ammissione -

Art.2 - Domanda di ammissione - Avviso ammissione Master - Anno accademico 2013/2014 Art.1 Ammissione - Per l'anno accademico 2013/2014 è indetta la procedura per l ammissione al master. La scheda, contenente gli elementi utili per l

Dettagli

Scuola di Scienze Umane, Sociali e del patrimonio culturale. Avviso di ammissione, anno accademico 2016-2017

Scuola di Scienze Umane, Sociali e del patrimonio culturale. Avviso di ammissione, anno accademico 2016-2017 Scuola di Scienze Umane, Sociali e del patrimonio culturale Avviso di ammissione, anno accademico 2016-2017 Corsi di Laurea con prova di accertamento obbligatoria Archeologia Classe L-1 - Classe delle

Dettagli

QUICKSTART PER GLI STUDENTI DEL PRIMO ANNO. Orientarsi tra i servizi offerti per i Corsi di Laurea. Anno Accademico 2013-14

QUICKSTART PER GLI STUDENTI DEL PRIMO ANNO. Orientarsi tra i servizi offerti per i Corsi di Laurea. Anno Accademico 2013-14 Dipartimento di Ingegneria dell Informazione e Scienze Matematiche Via Roma, 56 Siena www.diism.unisi.it QUICKSTART PER GLI STUDENTI DEL PRIMO ANNO Orientarsi tra i servizi offerti per i Corsi di Laurea

Dettagli

Modena e Reggio Emilia 2014/2015

Modena e Reggio Emilia 2014/2015 SEDE TERRITORIALE DI Modena e Reggio Emilia 2014/2015 Bando per la concessione di: Borse di studio Servizi residenziali Servizi ristorativi Contributi di mobilità internazionale Interventi straordinari

Dettagli

ALL. D.D. n. Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Orientamento, Stage e Placement Settore Orientamento e Tutorato

ALL. D.D. n. Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Orientamento, Stage e Placement Settore Orientamento e Tutorato ALL. D.D. n. Prot n. del Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Orientamento, Stage e Placement Settore Orientamento e Tutorato SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO DI ATTIVITÀTUTORIALI, DIDATTICO- INTEGRATIVE,

Dettagli

Università degli Studi di Sassari. REGOLAMENTO DIDATTICO Tirocinio Formativo Attivo (TFA) classi A445 e A446

Università degli Studi di Sassari. REGOLAMENTO DIDATTICO Tirocinio Formativo Attivo (TFA) classi A445 e A446 REGOLAMENTO DIDATTICO Tirocinio Formativo Attivo (TFA) classi A445 e A446 Art. 1 Attivazione Presso il Dipartimento di Scienze Umanistiche e Sociali per l A.A. 2014/2015 è attivato, in conformità a quanto

Dettagli

Programma di tirocinio della Scuola Superiore dell'economia e delle Finanze - Università Italiane

Programma di tirocinio della Scuola Superiore dell'economia e delle Finanze - Università Italiane Programma di tirocinio della Scuola Superiore dell'economia e delle Finanze - Università Italiane II Bando 202, per posti presso le sedi Scuola Superiore dell'economia e delle Finanze SSEF I Programmi

Dettagli