Utenza fragile: Persone Disabili. Dipartimento ASSI - U.O. Disabilità. ASL di Brescia - Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, Brescia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Utenza fragile: Persone Disabili. Dipartimento ASSI - U.O. Disabilità. ASL di Brescia - Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15-25124 Brescia"

Transcript

1 Utenza fragile: Persone Disabili Dipartimento ASSI - U.O. Disabilità ASL di Brescia - Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, Brescia

2 a cura di: Dott.ssa Fausta Podavitte Direttore del Dipartimento ASSI Dott.ssa Mariarosaria Venturini Responsabile U.O. Disabilità Viale Duca degli Abruzzi, 15 - edificio 4 Telefono fax Mail: 2

3 Introduzione Si è ritenuto utile riassumere in un unico documento, le informazioni più indicative relative ai servizi per disabili, seppur già rintracciabili sia sul sito dell ASL sia nella Carta dei Servizi. L auspicio è quello di renderle di ancor più facile consultazione per gli addetti ai lavori che, parte della rete, assumono anche il ruolo di segnalatori di bisogni e di partecipanti dell approccio multidimensionale. I servizi per i disabili sono organizzati in stretto collegamento tra loro, in modo da offrire la risposta più adeguata ai bisogni specifici di ogni persona. L obiettivo è di permettere alle persone disabili di rimanere il più possibile con la propria famiglia, garantendo loro una dignitosa qualità di vita. L'ASL di Brescia ha compiti specifici sia nell'area sanitaria che nell'ambito sociosanitario. Compete all'asl il riconoscimento delle diverse condizioni connesse alla disabilità; così pure la concessione dei benefici relativi, protesici ed economici. Attraverso l U.O. Disabilità l'asl individua e coordina specifiche azioni rivolte alle persone con disabilità a partire dalla nascita. Infatti attraverso la condivisione di progetti che vanno dalla diagnosi e valutazione funzionale, all'integrazione con altri soggetti istituzionali e non, per la promozione delle possibili potenzialità nella scuola e nella comunità, vengono promossi da un lato progetti personalizzati, dall'altro reti di interventi e servizi differenziati. 3

4 SIGLARIO DGD - Direzioni Gestionali Distrettuali UOI - Unità Operativa Integrata EOH - Equipe Operativa Handicap NSH - Nucleo Servizi Handicap ADI - Assistenza Domiciliare Integrata - Centri Diurni per persone con Disabilità CSS - Comunità alloggio Socio-Sanitarie per persone con disabilità RSD - Residenze Sanitario-Assistenziali per Disabili CAH - Comunità Alloggio Handicap CSE - Centri Socio-Educativi SFA - Servizi di Formazione all'autonomia SAD - Servizi di Assistenza Domiciliare 4

5 COMUNI AFFERENTI ALLE D.G.D. D.G.D. Distretto Comuni N. 1 N. 2 N. 3 N. 4 N. 5 N. 6 N. 1 BRESCIA CITTA N. 2 BRESCIA OVEST N. 3 BRESCIA EST N.4 VALLETROMPIA N. 5 SEBINO N. 6 MONTE ORFANO N. 7 OGLIO OVEST N. 8 BASSA BRESCIA OCCIDENTALE N. 9 BASSA BRESCIANA CENTRALE N. 10 BASSA BRESCIANA ORIENTALE N. 11 GARDA N.12 VALLESABBIA BRESCIA-COLLEBEATO BERLINGO - CASTEGNATO - CASTELMELLA - CELLATICA - GUSSAGO - OME - OSPITALETTO - RODENGO SAIANO - RONCADELLE - TORBOLE CASAGLIA - TRAVAGLIATO AZZANO MELLA - BORGOSATOLLO - BOTTICINO - CAPRIANO DEL COLLE - CASTENEDOLO - FLERO - MAZZANO - MONTIRONE - NUVOLENTO - NUVOLERA - PONCARALE - REZZATO - S. ZENO NAVIGLIO BOVEGNO - BOVEZZO - BRIONE - CAINO - COLLIO - CONCESIO - GARDONE V.T. - IRMA - LODRINO - LUMEZZANE - MARCHENO - MARMENTINO - NAVE - PEZZAZE - POLAVENO - SAREZZO - TAVERNOLE S.M. - VILLA CARCINA CORTE FRANCA - ISEO - MARONE - MONTEISOLA - MONTICELLI BRUSATI - PADERNO F.C. - PARATICO - PASSIRANO - PROVAGLIO D ISEO - SALE MARASINO - SULZANO - ZONE ADRO - CAPRIOLO - COLOGNE - ERBUSCO - PALAZZOLO S/O - PONTOGLIO CASTELCOVATI - CASTREZZATO - CAZZAGO S.M. - CHIARI - COCCAGLIO - COMEZZANO - CIZZAGO - ROCCAFRANCA - ROVATO - RUDIANO - TRENZANO - URAGO D OGLIO BARBARIGA - BORGO S. GIACOMO - BRANDICO - CORZANO - DELLO - LOGRATO - LONGHENA - MACLODIO - MAIRANO - ORZINUOVI - ORZIVECCHI - POMPIANO - QUINZANO D OGLIO - S. PAOLO - VILLA CHIARA ALFIANELLO - BAGNOLO MELLA - BASSANO BRESCIANO - CIGOLE - FIESSE - GAMBARA - GHEDI - GOTTOLENGO - ISORELLA - LENO - MANERBIO - MILZANO - OFFLAGA - PAVONE MELLA - PONTEVICO- PRALBOINO - S. GERVASIO - SENIGA - VEROLANUOVA -VEROLAVECCHIA ACQUAFREDDA - CALCINATO - CALVISANO - CARPENEDOLO - MONTICHIARI - REMEDELLO - VISANO BEDIZZOLE - CALVAGESE - DESENZANO D/G - GARDONE RIVIERA - GARGNANO - LIMONE S.G. - LONATO - MAGASA - MANERBA D.G. - MONIGA D.G. - PADENGHE - PUEGNAGO - POLPENAZZE - POZZOLENGO - SALO - S. FELICE DEL BENACO - SIRMIONE - SOIANO DEL LAGO - TIGNALE - TOSCOLANO MADERNO - TREMOSINE - VALVESTINO AGNOSINE - ANFO - BAGOLINO - BARGHE - BIONE - CAPOVALLE - CASTO - GAVARDO - IDRO - LAVENONE - MURA MUSCOLINE - ODOLO - PROVAGLIO V.S. - PAITONE - PERTICA ALTA - PERTICA BASSA - PRESEGLIE - PREVALLE - ROE VOLCIANO - SABBIO CHIESE - SERLE - TREVISO BRESCIANO - VALLIO TERME VESTONE VILLANUOVA S/C - VOBARNO 5

6 EOH - Equipe Operativa Handicap Il principio guida dell U.O. Disabilità in questi anni è stato il passaggio dal curare al prendersi cura, facendo emergere la necessità di interrelazione dei servizi e delle prestazioni di carattere sanitario, socio sanitario e assistenziale nell ottica della realizzazione del progetto di vita. In passato quando si parlava di disabilità ci si riferiva in particolare all età evolutiva, oggi parliamo di persone con disabilità da 0 a 65 anni. Questo in parte per il prolungarsi della vita della persona disabile grazie anche ai progressi della medicina, in parte perché sono sempre di più le persone adulte che diventano disabili a seguito di incidenti o gravi traumi. L U.O. Disabilità del Dipartimento ASSI dell ASL promuove interventi basati sulla presa in carico della persona con disabilità e della sua famiglia, avvalendosi, a livello distrettuale, delle Equipe Operative Handicap (E.O.H.), coordinate in ogni Direzione Gestionale Distrettuale (DGD) da uno psicologo, Responsabile dell Unità Operativa Integrata Area Disabilità. L E.O.H. si avvale di figure professionali quali lo Psicologo e l'assistente Sociale ed offre un servizio gratuito. Le persone con disabilità o i loro familiari, possono rivolgersi alle Equipe Operative Handicap per accedere alle seguenti prestazioni: - diagnosi e valutazione funzionale; - accompagnamento nella formulazione e realizzazione del progetto individuale; - affiancamento nei rapporti con la scuola ed altri servizi ed istituzioni; - consulenza sulla rete dei servizi dell area; - consulenza su problematiche relative alla disabilità; - informazione su leggi, normative e benefici in favore delle persone disabili. L'interessato può rivolgersi all'equipe Operativa Handicap del proprio Distretto di residenza, con accesso diretto negli orari di ufficio o su appuntamento in altri orari. 6

7 Distretto n. 1 - BRESCIA CITTA Responsabile U.O.I.: Dott.ssa Maria Lina Lo Russo Telefono: Sede: Brescia - Equipe Operativa Handicap Indirizzo: Viale Duca degli Abruzzi 15 Telefono: segreteria Assistenti Sociali: / / Psicologi: / / Fax: Distretto n. 2 - BRESCIA OVEST Responsabile U.O.I.: Dott.ssa Rosalia Rosso Telefono: Sede: Travagliato - Equipe Operativa Handicap Indirizzo: Via Rose 1 Telefono: Fax: Distretto n. 3 - BRESCIA EST Responsabile U.O.I.: Dott.ssa Rosalia Rosso Telefono: Sede: Castenedolo - Equipe Operativa Handicap Indirizzo: Via Matteotti 10 Telefono: Fax: Distretto n. 4 - VALLETROMPIA Responsabile U.O.I.: Dott.ssa Marilena Frizza Telefono: Sede: Gardone Val Trompia - Equipe Operativa Handicap Indirizzo: Via Zanardelli, 350 Telefono: Fax: Sede: Lumezzane - Equipe Operativa Handicap Indirizzo: Via Cavaliere U. Gnutti, 4 Telefono: Fax: Sede: Sarezzo - Equipe Operativa Handicap Indirizzo: Piazzale Europa, 16 Telefono: Fax:

8 Distretto n. 5 - SEBINO Responsabile U.O.I.: Dott.ssa Elvira Paderno Telefono: / Sede: Iseo - Equipe Operativa Handicap Indirizzo: Via Pusterla 14/d Telefono: Fax: Distretto n. 6 - MONTE ORFANO Responsabile U.O.I.: Dott.ssa Elvira Paderno Telefono: / Sede: Palazzolo sull'oglio - Equipe Operativa Handicap Indirizzo: Via Lungo Oglio Cesare Battisti 17 Telefono: Fax: Distretto n. 7: OGLIO OVEST Responsabile U.O.I.: Dott.ssa Elvira Paderno Telefono: / Sede: Chiari - Equipe Operativa Handicap Indirizzo: P.zza Martiri della Libertà, 25 Telefono: Fax: Sede: Rovato - Equipe Operativa Handicap Indirizzo: Via Lombardia, 33/A Telefono: Fax: Distretto n. 8 - BASSA BRESCIANA OCCIDENTALE Responsabile U.O.I.: Dott.ssa Giuseppina Prandi Telefono: Sede: Orzinuovi - Equipe Operativa Handicap Indirizzo: Via Marconi, 27 Telefono: Fax: Distretto n. 9 - BASSA BRESCIANA CENTRALE Responsabile U.O.I.: Dott.ssa Giuseppina Prandi Telefono: Sede: Leno - Equipe Operativa Handicap Indirizzo: P.zza Donatori di Sangue 1 Telefono: Fax:

9 Distretto n BASSA BRESCIANA ORIENTALE Referente U.O.I.: Dott.ssa Marisa Turganti Telefono: Sede: Montichiari - Equipe Operativa Handicap Indirizzo: Via Falcone, 18 Telefono: Fax: Distretto n GARDA Responsabile U.O.I.: Dott.ssa Daniela Cornado Telefono: Sede: Desenzano del Garda - Equipe Operativa Handicap Indirizzo: Complesso Polifunzionale Le Vele Edificio n. 5, Via Adua, 4 Telefono: (assistente sociale) -722 (psicologo) Fax: Sede: Salò - Equipe Operativa Handicap Indirizzo: Via Fantoni, 93 Telefono: /15/16 - Fax: Distretto n VALLESABBIA Responsabile U.O.I.: Dott.ssa Daniela Cornado Telefono: Sede: Gavardo - Equipe Operativa Handicap Indirizzo: Via Gosa, 83 Telefono: Fax: Sede: Nozza di Vestone - Equipe Operativa Handicap Indirizzo: Via Reverberi, 2 Telefono: Fax:

10 Sportelli informativi disabilità A livello centrale, nella U.O. Disabilità (Viale Duca degli Abruzzi 15, Brescia tel. 030/ /-45) è attivo un coordinamento degli sportelli informativi che ha compiti di raccolta e aggiornamento della normativa nazionale e internazionale, di materiale divulgativo e documentativo sulle diverse tematiche della disabilità, per una costante diffusione delle informazioni tra gli operatori delle Equipe Operative Handicap (EOH) del territorio. Inoltre sono operativi sportelli territoriali in ognuna delle 6 Direzioni Gestionali Distrettuali, con la presenza di un operatore sociale, finalizzati a dare informazioni sulle problematiche relative alla disabilità, con particolare riferimento ai temi dell autonomia e della vita indipendente. Gli sportelli garantiscono le seguenti funzioni: informare sulle normative, sui diritti, sui vari benefici, sui servizi presenti sul territorio; orientare la persona nella rete delle unità d'offerta; mantenere il raccordo con i servizi del territorio; raccogliere e mettere a disposizione documentazione; attivare operatori/equipe su richieste particolari. Attraverso l'utilizzo di posta elettronica e recapito telefonico dedicato (vedasi elenco), lo sportello si pone l'obiettivo di accogliere le richieste dei cittadini e orientare le diverse istanze attraverso informazioni mirate, avvalendosi di una rete di relazioni con diverse istituzioni pubbliche e private, aziende ospedaliere e terzo settore. Si tratta di un servizio gratuito. L'utente può contattare lo Sportello Informativo Disabilità tramite telefono, posta elettronica o recandosi direttamente presso lo sportello del proprio distretto di residenza. 10

11 Sportello Disabilità Direzione Gestionale Distrettuale n. 1 Sede: Brescia, Viale Duca degli Abruzzi 15 Orari: dal lunedì al venerdì dalle alle Telefono: 030/ All'attenzione Area Disabilità Sportello Disabilità Direzione Gestionale Distrettuale n. 2 Sede: Castenedolo, Via Matteotti 9 Orari: lunedì, giovedì e venerdì dalle alle martedì dalle alle mercoledì dalle alle Telefono: 030/ Sede: Travagliato, Via Rose 1 Orari: lunedì dalle 9.00 alle 10.00, mercoledì dalle alle martedì, giovedì e venerdì dalle 9.00 alle Telefono: 030/ Sportello Disabilità Direzione Gestionale Distrettuale n. 3 Sede: Sarezzo, P.le Europa 16 Orari: lunedì, martedì e venerdì dalle alle Telefono: 030/ Sede: Gardone Val Trompia, Via Zanardelli 350 Orari: giovedì dalle alle Telefono: 030/ Sede: Lumezzane, Villaggio Gnutti Orari: 1 e 3 mercoledì del mese dalle ore alle Telefono: 030/ Sportello Disabilità Direzione Gestionale Distrettuale n. 4 Sede: Rovato, Via Lombardia 33 Orari: lunedì dalle alle venerdì dalle 9.00 alle (dedicato alle Istituzioni Scolastiche del Territorio) Telefono: 030/ Sede: Palazzolo sull'oglio, Via Lungo Oglio C. Battisti 17 Orari: martedì Telefono: 030/ Sede: Chiari, P.zza Martiri Libertà 25 Orari: mercoledì dalle alle Telefono: 030/ Sede: Iseo, Via Pusterla 14/D Orari: lunedì dalle alle 15.15, giovedì dalle alle Telefono: 030/ All'attenzione della Responsabile Unità Operativa 11

12 Sportello Disabilità Direzione Gestionale Distrettuale n. 5 Sede: Montichiari, Via Falcone 18 Orari: martedì dalle 8.30 alle Telefono: 030/ Sede: Leno c/o Ospedale P.zza Donatori di Sangue 1 Orari: lunedì, mercoledì e giovedì dalle alle Telefono: 030/ Sede: Orzinuovi, Viale Marconi 27 Orari: venerdì dalle alle Telefono: 030/ Sportello Disabilità Direzione Gestionale Distrettuale n. 6 Sede: Salò, Via Fantoni 93 Orari: lunedì dalle alle venerdì dalle Telefono: 0365/ Sede: Desenzano del Garda, Complesso Polifunzionale Le Vele Edificio 5 Via Adua n. 4 Orari: lunedì dalle alle mercoledì dalle 9.00 alle Telefono: 030/ Sede: Gavardo, Via Gosa 83 Orari: lunedì e giovedì dalle 9.00 alle mercoledì dalle alle Telefono: 0365/ Sede: Nozza di Vestone, Via General Reverberi 2 Orari: martedì dalle alle giovedì dalle 9.00 alle Telefono: 0365/

13 Accertamento dell'alunno disabile per l'integrazione scolastica In base a quanto previsto dalla Legge finanziaria del 2002 n.289 art. 35 comma 7 e dal decreto applicativo n. 185 del 2006, l individuazione dell alunno disabile per l integrazione scolastica non avviene più tramite semplice certificazione del singolo specialista, ma attraverso l accertamento da parte di un Collegio istituito dall ASL. Di questo fanno parte un Neuropsichiatria dell Azienda Ospedaliera, uno Psicologo e un Assistente Sociale dell ASL. L ASL di Brescia ha istituito 6 Collegi di accertamento per l individuazione dell alunno con handicap, uno per ogni Direzione Gestionale Distrettuale. Il genitore/tutore potrà consegnare la domanda, corredata di certificato medico e relazione clinica redatta da uno specialista, presso la sede della Direzione Gestionale Distrettuale o presso il proprio Distretto di residenza, che provvederà ad inoltrarla al Collegio territorialmente competente. L Organismo di riesame, per la valutazione di eventuali ricorsi, è unico per tutta l ASL ed è composto dalle medesime figure professionali ma con operatori diversi da quelli facenti parte dei Collegi. Si riunisce qualora pervengano dalle famiglie richieste di riesame del verbale prodotto dal collegio di accertamento. Si tratta di un servizio gratuito. A seguito dell accertamento da parte del Collegio la documentazione è rilasciata direttamente al genitore/tutore, che la consegnerà alla scuola. Il tempo massimo per la produzione del verbale di accertamento è il 15 luglio di ogni anno per consentire alla scuola di definire l organico degli insegnanti di sostegno e i posti in deroga. L attività di valutazione clinica/funzionale rimane invece in capo agli operatori di riferimento, neuropsichiatria, psicologo o altro specialista. Gli stessi operatori seguono il percorso di integrazione scolastica della persona con disabilità. La relazione clinica, da allegare alla domanda di accertamento, deve evidenziare lo stato di gravità della disabilità, il quadro funzionale sintetico del minore e descrivere le maggiori problematiche nelle aree: cognitiva e neuropsicologica, sensoriale, motorio-prassica, affettivo-relazionale e comportamentale, comunicativa e linguistica, delle autonomie personali e sociali. Successivamente all accertamento gli operatori predispongono la diagnosi funzionale, consegnata alla scuola da parte del genitore/tutore, perché possa essere avviato il percorso ed attivati gli interventi necessari per consentire l integrazione scolastica dell alunno. 13

14 Collegio di Accertamento Direzione Gestionale Distrettuale n. 1 Distretto Brescia Città Sede: Brescia - Viale Duca degli Abruzzi 13 Telefono: Orari: dal lunedì al venerdì Collegio di Accertamento Direzione Gestionale Distrettuale n. 2 Distretti n. 2 Brescia Ovest e n. 3 Brescia Est Sede: Rezzato - Via F.lli Kennedy 115 Telefono: Orari: dal lunedì al venerdì , Collegio di Accertamento Direzione Gestionale Distrettuale n. 3 Distretto n. 4 Valletrompia Sede: Sarezzo - Piazzale Europa n. 16 Telefono: Orari: dal lunedì al venerdì Collegio di Accertamento Direzione Gestionale Distrettuale n. 4 Distretti n. 5 Sebino n. 6 Monte Orfano n. 7 Oglio Ovest Sede: Chiari - P.zza Martiri della Libertà 25 Telefono: Orari: dal lunedì al venerdì Collegio di Accertamento Direzione Gestionale Distrettuale n. 5 Distretti n. 8 Bassa Bresciana Occidentale n. 9 Bassa Bresciana Centrale n. 10 Bassa Bresciana Orientale Sede: Leno - P.zza Donatori di Sangue 1 Telefono: Orari: dal lunedì al venerdì , Collegio di Accertamento Direzione Gestionale Distrettuale n. 6 Distretti n. 11 Garda n. 12 Vallesabbia Sede: Salò - Via Fantoni 93 Telefono: Orari: dal lunedì al venerdì ORGANISMO DI RIESAME Unico per l A.S.L. presso la U.O. Disabilità Sede: Brescia - Viale Duca degli Abruzzi n Edificio n. 4 Telefono:

15 Accesso alla rete dei servizi La riforma dei servizi dell area della disabilità avvenuta negli ultimi anni, ha contribuito alla costruzione di un sistema articolato di servizi per la persona disabile, sia diurni che residenziali, appartenenti alla rete socio sanitaria che afferisce all ASL e alla rete socio assistenziale che afferisce agli Uffici di Piano/Comuni. Per l accesso ai servizi la persona con disabilità o la sua famiglia può rivolgersi alla Equipe Operativa Handicap del proprio Distretto Socio Sanitario o al proprio Comune di Residenza che attiverà il percorso per l individuazione del servizio più idoneo e l inserimento. Il Nucleo Servizi Handicap (NSH), oltre ad offrire consulenza alle unità di offerta socio-sanitarie per il loro funzionamento tecnico, organizzativo e qualitativo, supporta le Equipe Operative Handicap per l orientamento delle persone disabili alle unità d offerta sociosanitarie nel rispetto della libera scelta del cittadino. Il processo istituzionale di inserimento in un servizio diurno o residenziale dell area può essere sintetizzato nelle seguenti fasi: Fase di definizione dell Unità d offerta specifica: su richiesta della famiglia l EOH, congiuntamente con il servizio sociale del Comune di residenza della persona e con gli operatori del NSH (Assistente sociale o educatore) dell ASL e all operatore di riferimento per l Ufficio di Piano, verificano, sulla base della condizione clinica e sociale della persona, il servizio più adatto e viene espresso il parere di idoneità all inserimento. Fase di accompagnamento della famiglia al servizio e di inserimento: individuata l Unità di offerta più idonea, l operatore di riferimento dell E.O.H. o del servizio sociale del Comune, progetta e gestisce la fase di preinserimento presentando la persona e la sua famiglia al Responsabile del servizio scelto e concordando le modalità e i tempi per l inserimento. Gli operatori dell unità d offerta, dopo un periodo di osservazione, predispongono un progetto personalizzato e l équipe del distretto e/o il servizio sociale del Comune, rimane disponibile per verifiche nel tempo. I servizi presenti sul territorio si caratterizzano in modo peculiare rispetto alle prestazioni erogate e, pertanto, si rivolgono sempre più ad un utenza con caratteristiche specifiche. Per tale motivo, di seguito, si descrivono i servizi residenziali e semiresidenziali, con dettaglio delle prestazioni erogate, delle attività svolte, delle caratteristiche dell utenza a cui questi si rivolgono. 15

16 Rete dei Servizi Socio-Sanitari Nell ASL di Brescia alla rete dei servizi sociosanitari afferiscono: - tra i servizi diurni n. 29 Centri Diurni per persone con Disabilità (); - tra i servizi residenziali n. 20 Comunità alloggio Socio Sanitarie (CSS) e 6 Residenze Sanitarie assistenziali per Disabili (RSD); Il costo giornaliero, per la parte sanitaria, è a carico del Servizio Sanitario Regionale e per la parte alberghiera, definito dalla singola struttura, a carico dell'utente. Sono inoltre presenti n. 4 strutture riabilitative della rete socio-sanitaria. Centri Diurni per persone con Disabilità (). Il è un servizio sociosanitario semiresidenziale per disabili gravi, rivolto all accoglienza di persone disabili di età superiore a 18 anni e, di norma, sino ai 65 anni, la cui fragilità è compresa nelle cinque classi della scheda individuale disabile (S.I.Di). Si configura come struttura d appoggio alla vita familiare, con l obiettivo di aiutare la famiglia e di permetterle di mantenere al proprio interno la persona disabile. In via eccezionale, può accogliere persone minorenni. In questo caso devono coesistere le tre condizioni seguenti: - una specifica richiesta del genitore / tutore; - una valutazione della necessità di interventi di lungoassistenza da parte dell ASL di residenza e dell U.O. di Neuropsichiatria Infantile di riferimento o dello specialista di neuropsichiatria infantile dell Istituto di riabilitazione extra ospedaliera accreditato; - disponibilità dell Ente Gestore della struttura ad adeguare i propri interventi al minore. Il fornisce assistenza continua ed interventi socio-sanitari-educativi-riabilitativi ad alto grado di integrazione, mirati e personalizzati, tesi a favorire la cura personale, la qualità della vita e l integrazione sociale degli ospiti sia nel sia nel territorio di appartenenza. Il funziona per un minimo di 47 settimane annue, per almeno 35 ore settimanali. 16

17 DGD 1 Elenco Ente Gestore Denominazione Indirizzo Comune TEL accreditati Coop. La Mongolfiera Coop. La Mongolfiera Fo.B.A.P. Coop. Nikolajewka La Zebra a Pois La Mongolfiera Italo e Beatrice Gnutti 1 Italo e Beatrice Gnutti 2 Italo e Beatrice Gnutti 3 Italo e Beatrice Gnutti 4 Q.re Leonessa, 1 Brescia 030/ Villaggio Sereno Trav.XII, 166 Via Michelangelo, 405 Via Michelangelo, 405 Via Michelangelo, 405 Via Michelangelo, 405 Brescia 030/ Brescia 030/ Brescia 030/ Brescia 030/ Brescia 030/ Nikolajewka Via Nikolajewka, 15 Brescia 030/ Via Nikolajewka, 15 Brescia 030/ Padre Pifferetti DGD 2 Ente Gestore Denominazione Indirizzo Comune TEL Coop. Il Vomere Azienda Speciale Evaristo Almici Il Vomere Natale Elli accreditati Via dell'industria, 7 Travagliato 030/ Via Caduti di Piazza Loggia, 7/B Rezzato 030/ DGD 3 Ente Gestore Denominazione Indirizzo Comune TEL accreditati Coop. L Aquilone Coop. C.V.L. Coop. Futura V. Lombardi Il Cammino Futura Via Verdi, 28 Gardone V.T. 030/ Via S. Filippo Neri, 158 Via Scuole 13 Loc. Cortine Lumezzane 030/ Nave 030/

18 DGD 4 Ente Gestore Denominazione Indirizzo Comune TEL Coop. Il Germoglio Coop. La Nuvola di Marone di Paratico di Provaglio d'iseo di Palazzolo s/oglio di Rudiano Via Borgonuovo, 3 Via Tengattini 44 Via Caduto Bonetti, 14 Loc. Fantecolo Via Roncaglie 2/A Via XXV Aprile 12 accreditati Marone 030/ Paratico 030/ Provaglio d'iseo Palazzolo s/oglio 030/ / Rudiano 030/ DGD 5 Ente Gestore Denominazione Indirizzo Comune TEL Coop. L Oasi Coop. Sergio Lana Coop. Collaboriamo Coop. Il Gabbiano Coop. La Sorgente Oasi Sergio Lana Collaboriamo Il Gabbiano di Montichiari di Ponte S. Marco Via Ciocca 4 Via Marconi, 6/8 Via Calvisano 17 Via Abate Cremonesini 6/8 Via Matteotti, 21/B Via Romanelli 12 - Ponte S. Marco Quinzano d'oglio accreditati 030/ Ghedi 030/ Leno 030/ Pontevico 030/ Montichiari 030/ Calcinato 030/ DGD 6 Ente Gestore Denominazione Indirizzo Comune TEL accreditati ANFFAS Desenzano Fo.B.A.P. Comunità Montana Valle Sabbia 1 2 Villa Dalla Rosa di Idro di Villanuova s/clisi Via Durighello, 1 Rivoltella Via Durighello, 1 Rivoltella Via Roma 61 Desenzano del Garda Desenzano del Garda Toscolano Maderno 030/ / / Via S. Michele Idro 0365/ Via XXIV Maggio Villanuova s/clisi 0365/

19 Comunità alloggio Socio-Sanitarie per persone con disabilità (CSS). La Comunità alloggio Socio Sanitaria, struttura accreditata, accoglie persone adulte con grave disabilità prive di sostegno familiare e può essere scelta dall utente come sua dimora abituale. Le persone accolte nelle CSS usufruiscono di un voucher mensile di lungoassistenza per l acquisto delle prestazioni socio sanitarie garantite dalla Comunità, diversificato in tre livelli per complessità di intervento ed in base al grado di fragilità dell ospite. L assegnazione del voucher socio-sanitario di lungoassistenza rende comunque possibile, per il beneficiario, l accesso ad altre unità d offerta semiresidenziali del sistema socio-sanitario () o del sistema sociale (Centro Socio Educativo Servizio di Formazione all Autonomia). In caso di necessità assistenziali contingenti e riconducibili al sistema delle cure domiciliari (ADI, estemporanea etc.), inoltre, pur in presenza di voucher di lungoassistenza, può essere valutata dall ASL la possibilità di una contemporanea erogazione di tali prestazioni. L assegnazione del voucher, infatti, non comporta la cancellazione dei beneficiari dal SSR. Questi, pertanto, continueranno a ricevere tramite il SSR le prestazioni di medico di medicina generale, l assistenza farmaceutica, protesica e specialistica, ivi compresa la riabilitazione funzionale. Per ogni persona disabile inserita nella CSS, il Responsabile della Comunità con l Equipe Operativa Handicap, in collaborazione con il medico di medicina generale dell utente, visto il livello di fragilità della persona disabile, predispone il progetto individualizzato, nel quale vengono definite le tipologie di prestazioni da garantire (assistenza diretta alla persona, infermieristiche, riabilitative, socio-riabilitative) e la loro frequenza di erogazione. L organizzazione del servizio valorizza la quotidianità, per la valenza educativa che essa assume in un servizio residenziale per soggetti con autonomia ridotta. E nella quotidianità, pertanto, che si realizzano le attività con gli ospiti, finalizzate al raggiungimento degli obiettivi previsti in ogni progetto individualizzato. Le attività più significative sono: - attività educative volte al mantenimento e al potenziamento delle autonomie personali; - attività socio-relazionali; - attività integranti, animative e di tempo libero. 19

20 DGD 1 Elenco CSS Ente Gestore Denominazione Indirizzo Comune TEL accreditati Fo.B.A.P. CSS Casa Famiglia Boninsegna Via Divisione Acqui, 99 Brescia 030/ Associazione Comunità Mamré CSS Hebron Via Riccardi, 14 Brescia 030/ (+ 1 autorizzato) CSS Sichem Via Arici, 9 Brescia 030/ Coop. La Mongolfiera CSS La Mongolfiera Villaggio Sereno Trav.XII, 164 Brescia 030/ DGD 2 Ente Gestore Denominazione Indirizzo Comune TEL accreditati CSS Marco e Paolo Dioni Via Sale, 4 Gussago 030/ Fo.B.A.P. CSS Cavaliere Michele Salerno Via Sale, 4 Gussago 030/ Coop. La Rondine CSS Itaca Via Mazzini, 87 Mazzano 030/

21 DGD 3 Ente Gestore Denominazione Indirizzo Comune TEL accreditati Coop. C.V.L. CSS Memorial Dr. Felice Saleri "B" CSS Memorial Dr. Felice Saleri "A" Via S. Filippo Neri, 158/A Via S. Filippo Neri, 158/A Lumezzane 030/ Lumezzane 030/ Associazione Comunità Mamré CSS Sin Piazza Caduti, 19 Villa Carcina 030/ DGD 4 Ente Gestore Denominazione Indirizzo Comune TEL accreditati Associazione Comunità Mamré CSS Siloe Via Risorgimento Trav.VII, 1 Clusane Iseo 030/ Fondazione Bertinotti Formenti CSS Bertinotti Formenti Via A. De Gasperi, 15 Chiari 030/ DGD 5 Ente Gestore Denominazione Indirizzo Comune TEL accreditati Fondazione Enrico Nolli CSS Enrico e Laura Nolli Via Secondo Martinelli, 5/B Orzinuovi 030/ Coop. Il Gabbiano CSS Antigua Via Zanardelli, 4 Pontevico 030/ Coop. Collaboriamo CSS Monica Crescini Via Cotichetta, 7 Leno 030/

Assessorato al Lavoro. I SERVIZI PER LA DISABILITA http://sintesi.provincia.brescia.it. Centri per l'impiego Ufficio Collocamento Mirato

Assessorato al Lavoro. I SERVIZI PER LA DISABILITA http://sintesi.provincia.brescia.it. Centri per l'impiego Ufficio Collocamento Mirato Assessorato al Lavoro I SERVIZI PER LA DISABILITA http://sintesi.provincia.brescia.it Centri per l'impiego Ufficio Collocamento Mirato 1 IL LAVORO DELLE PERSONE DISABILI SERVIZI DEI CENTRI PER L IMPIEGO

Dettagli

UTENZA FRAGILE Famiglia e minori

UTENZA FRAGILE Famiglia e minori UTENZA FRAGILE Famiglia e minori Dipartimento ASSI - U.O. Famiglia Infanzia Età Evolutiva ASL di Brescia - Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15-25124 Brescia a cura di: Dott.ssa Fausta Podavitte Direttore

Dettagli

Utenza fragile: Anziani e non autosufficienti. Dipartimento ASSI - U.O. Anziani e Cure Domiciliari

Utenza fragile: Anziani e non autosufficienti. Dipartimento ASSI - U.O. Anziani e Cure Domiciliari Utenza fragile: Anziani e non autosufficienti Dipartimento ASSI - U.O. Anziani e Cure Domiciliari ASL di Brescia - Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15-25124 Brescia a cura di: Dott.ssa Fausta Podavitte

Dettagli

Direzione Regionale della Lombardia

Direzione Regionale della Lombardia Prot. 2010/57163 Direzione Regionale della Lombardia Attivazione della Direzione Provinciale di Competenza territoriale per la registrazione degli atti notarili e degli atti emessi dagli Ufficiali roganti

Dettagli

SALA DISCIPLINA - PIAZZA VITTORIO EMANUELE - BEDIZZOLE CENTRO CIVICO - PIAZZA ALDO MORO - BERLINGO SALA ASSEMBLEE - VIA SAN ZENONE - BERZO DEMO

SALA DISCIPLINA - PIAZZA VITTORIO EMANUELE - BEDIZZOLE CENTRO CIVICO - PIAZZA ALDO MORO - BERLINGO SALA ASSEMBLEE - VIA SAN ZENONE - BERZO DEMO comune sede seggio ADRO SEDE PD - VIA ROMA - ADRO AGNOSINE - BIONE SALA EX MUNICIPIO - VIA MARCONI - AGNOSINE IDRO-TREVISO SALA CONSILARE MUNICIPIO - VIA SCUOLE, 39 - IDRO ANFO-BAGOLINO-CAPOVALLE+VALVESTINO+MAGASA

Dettagli

Sedi periferiche per attivazione servizio ADI

Sedi periferiche per attivazione servizio ADI Sedi e numeri di telefono L Ente Erogatore ADI ASL di Brescia ha una sede principale presso il Distretto di Brescia in Viale Duca degli Abruzzi, 13. La Segreteria, sita al primo piano, opera con il seguente

Dettagli

SERVIZI PER LA RICERCA DEL LAVORO

SERVIZI PER LA RICERCA DEL LAVORO SERVIZI PER LA RICERCA DEL LAVORO ACLI SPORTELLO INFORMA LAVORO COSA FA Colloquio, compilazione di un questionario informativo, consegna di materiale informativo, aiuto a compilare curriculum vitae e lettera

Dettagli

NEL DOSSIER DELLA REGIONE I 65 COMUNI DANNEGGIATI DAL SISMA DEL 24 NOVEMBRE

NEL DOSSIER DELLA REGIONE I 65 COMUNI DANNEGGIATI DAL SISMA DEL 24 NOVEMBRE IL COMPUTO DEI DANNI NON È ANCORA DEFINITIVO, MA SUPERA DI GRAN LUNGA I DUECENTO MILIONI DI EURO NEL DOSSIER DELLA REGIONE I 65 COMUNI DANNEGGIATI DAL SISMA DEL 24 NOVEMBRE Nulla come la natura può dimostrare

Dettagli

ARCHIVIO DI STATO BRESCIA

ARCHIVIO DI STATO BRESCIA ARCHIVIO DI STATO DI BRESCIA Via G. Galilei, 44 (cod. post. 25.100); tel. 030/305204. Cotisistenza totale: bb. filze, voll., regg. e mappe 93.527; pergg. 17.332. Biblioteca: ~011. 12.267 e opuscoli 4.069.

Dettagli

PERIODO 1 LUGLIO 2015 31 DICEMBRE 2015

PERIODO 1 LUGLIO 2015 31 DICEMBRE 2015 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI VOUCHER PER L ACQUISTO DI PRESTAZIONI SOCIO ASSISTENZIALI DI POTENZIAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE, A FAVORE DI PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI Richiamati: PERIODO

Dettagli

In Breve. n. 8/2011. I servizi alla persona: le unità di offerta sociali e socio sanitarie in Lombardia. Informativa Breve. I servizi per gli anziani

In Breve. n. 8/2011. I servizi alla persona: le unità di offerta sociali e socio sanitarie in Lombardia. Informativa Breve. I servizi per gli anziani Servizio Studi e Valutazione Politiche regionali Ufficio Analisi Leggi e Politiche regionali Dicembre 2011 Informativa Breve In Breve 8/2011 I servizi per gli anziani I servizi per la disabilità I servizi

Dettagli

I CENTRI PER L EDUCAZIONE DEGLI ADULTI (EdA)

I CENTRI PER L EDUCAZIONE DEGLI ADULTI (EdA) I CENTRI PER L EDUCAZIONE DEGLI ADULTI (EdA) L'educazione degli adulti (EdA), originariamente concepita per combattere l'analfabetismo, si presenta oggi completamente rinnovata. I corsi EdA si rivolgono

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430. OPERAZIONI A PREMI: L occasione per brindare assieme

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430. OPERAZIONI A PREMI: L occasione per brindare assieme MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 OPERAZIONI A PREMI: L occasione per brindare assieme Ditta Promotrice: NIMIS S.r.l. Partita Iva e Codice fiscale: 03221660982

Dettagli

PERIODO 1 LUGLIO 2015 31 DICEMBRE 2015

PERIODO 1 LUGLIO 2015 31 DICEMBRE 2015 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI VOUCHER PER L ACQUISTO DI PRESTAZIONI SOCIO ASSISTENZIALI DI POTENZIAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE, A FAVORE DI PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI Richiamati: PERIODO

Dettagli

CALCIO BOVEZZO 1255 C.S.COMUNALE ERBA ART. BOVEZZO VIA DELLA LIBERTA' 030 2006435

CALCIO BOVEZZO 1255 C.S.COMUNALE ERBA ART. BOVEZZO VIA DELLA LIBERTA' 030 2006435 LOMBARDIA ** SECONDA CATEGORIA BRESCIA GIRONE: D CALCIO BOVEZZO 1255 C.S.COMUNALE ERBA ART. BOVEZZO VIA DELLA LIBERTA' 030 2006435 CALCISTICA VALTENESI 1971 CENTRO SPORT."U.S.POLPENAZZE" POLPENAZZE DEL

Dettagli

Famiglia e solidarietà sociale

Famiglia e solidarietà sociale 20 21 Famiglia e solidarietà sociale e dei prezzi in vigore. Le RSA sono diffuse su tutto il territorio regionale. Sul sito www.famiglia.regione.lombardia.it si può accedere a un area nella quale vengono

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA

CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA PRESENTAZIONE La Carta dei Servizi della Casa di Riposo Valsabbina Onlus è prevista dalla normativa vigente, rivolta agli utenti ed agli operatori, è

Dettagli

MAPPATURA PRINCIPALI SERVIZI PER ANZIANI IN REGIONE LOMBARDIA

MAPPATURA PRINCIPALI SERVIZI PER ANZIANI IN REGIONE LOMBARDIA MAPPATURA PRINCIPALI SERVIZI PER ANZIANI IN REGIONE LOMBARDIA PREMESSA Il presente documento è stato redatto in modo da offrire una panoramica dei principali servizi socio-sanitari e socio-assistenziali

Dettagli

ART. 3 INDIVIDUAZIONE E COMPITI DELLA STAZIONE APPALTANTE ART. 5 DELEGA ALLA STAZIONE APPALTANTE DELL ATTIVITA DI VALUTAZIONE DEGLI IMPIANTI

ART. 3 INDIVIDUAZIONE E COMPITI DELLA STAZIONE APPALTANTE ART. 5 DELEGA ALLA STAZIONE APPALTANTE DELL ATTIVITA DI VALUTAZIONE DEGLI IMPIANTI ATEM BRESCIA 4 SUD-OVEST CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO IN FORMA ASSOCIATA DELLA PROCEDURA DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE E LA SUCCESSIVA GESTIONE DEL CONTRATTO

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 0 del 10 dicembre 2009. Servizi Socio-Sanitari per la disabilità

Carta dei Servizi rev. 0 del 10 dicembre 2009. Servizi Socio-Sanitari per la disabilità Carta dei Servizi rev. 0 del 10 dicembre 2009 Servizi Socio-Sanitari AZIENDA ULSS N. 22 Bussolengo (VR) Unità Complessa Disabilità Direttore Dott. Gabriele Bezzan Funzionario Dott.ssa Liliana Menegoi Segreteria

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - BRESCIA

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - BRESCIA Pubblicato all'albo camerale dal 13/11/2015 al 19/11/2015 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - BRESCIA Brescia, 13 novembre 2015 DETERMINAZIONE N. 215/PRO: PUBBLICAZIONE DEI NOMINATIVI

Dettagli

AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA Istituzioni Assistenziali Riunite di Pavia CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA

AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA Istituzioni Assistenziali Riunite di Pavia CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA Istituzioni Assistenziali Riunite di Pavia CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA Principi Generali Finalità del servizio Il servizio di Assistenza Domiciliare

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE COMUNE DI CASALGRANDE PROVINCIA DI REGGIO EMILIA CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 50 del 28/06/2012 Premessa La Carta dei Servizi

Dettagli

FONDAZIONE ANT DELEGAZIONE DI BRESCIA CARTA DEI SERVIZI

FONDAZIONE ANT DELEGAZIONE DI BRESCIA CARTA DEI SERVIZI FONDAZIONE ANT DELEGAZIONE DI BRESCIA CARTA DEI SERVIZI Fondazione ANT Italia Onlus - Delegazione di Brescia Viale della Stazione 51-25122 Brescia, tel. 0303099423 fax 0303397112 WWW.ANT.IT/LOMBARDIA INDICE

Dettagli

CARTA DEL SERVIZIO CURE PALLIATIVE domiciliari ed Hospice ultima revisione agosto 2010

CARTA DEL SERVIZIO CURE PALLIATIVE domiciliari ed Hospice ultima revisione agosto 2010 Azienda provinciale per i Servizi Sanitari Distretto di Trento e Valle dei Laghi Rotaliana e Paganella - Cembra U.O. ASSISTENZA PRIMARIA Centro Servizi Sanitari Viale Verona 38123 Trento - CARTA DEL SERVIZIO

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO DEL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA SS-13-HO-XNO02 AMBITO TERRITORIALE DELLA PROVINCIA DI BRESCIA -

SISTEMA INFORMATIVO DEL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA SS-13-HO-XNO02 AMBITO TERRITORIALE DELLA PROVINCIA DI BRESCIA - AMBITO TERRITORIALE DELLA PROVINCIA DI BRESCIA - ORGANICO DI DIRITTO - ANNO SCOLASTICO 2013/14 PAG. 1 Legenda : D.EL.- indica il valore dei dati elementari D.G. - indica il numero dei Direttori dei Servizi

Dettagli

PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO DELLA PROVINCIA DI BRESCIA

PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO DELLA PROVINCIA DI BRESCIA PROVINCIA DI BRESCIA ASSESSORATO ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI, V.I.A. PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO DELLA PROVINCIA DI BRESCIA NORME TECNICHE D ATTUAZIONE Delibera di approvazione del Consiglio Provinciale

Dettagli

Si riportano alcune indicazioni generali sui principali interventi. Per informazioni potete rivolgervi alle sedi territoriali Cgil o Spi.

Si riportano alcune indicazioni generali sui principali interventi. Per informazioni potete rivolgervi alle sedi territoriali Cgil o Spi. Aiuti alle persone e alle famiglie in condizioni di fragilità - Misure concordate tra sindacato e Regione Lombardia.( a cura dipartimento welfare SPI Lombardia) Cgil, Cisl e Uil con i sindacati dei pensionati

Dettagli

2. MODALITA DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI

2. MODALITA DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI SERVIZI SOCIALI I Servizi Sociali del comune di Pontoglio riuniscono una serie articolata di servizi ed interventi, coordinati tra loro, rivolti ai cittadini residenti, di ogni età, con particolare riferimento

Dettagli

Fondazione don Ambrogio Cacciamatta onlus Residenza Sanitaria Assistenziale Casa Albergo Centro Diurno Integrato Assistenza Domiciliare Integrata

Fondazione don Ambrogio Cacciamatta onlus Residenza Sanitaria Assistenziale Casa Albergo Centro Diurno Integrato Assistenza Domiciliare Integrata Fondazione don Ambrogio Cacciamatta onlus Residenza Sanitaria Assistenziale Casa Albergo Centro Diurno Integrato Assistenza Domiciliare Integrata SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E CURE PALLIATIVE CARTA

Dettagli

Deliberazione di Giunta Comunale n. 80 del 02 dicembre 2010

Deliberazione di Giunta Comunale n. 80 del 02 dicembre 2010 Deliberazione di Giunta Comunale n. 80 del 02 dicembre 2010 OGGETTO: APPROVAZIONE DELLA BOZZA DI ACCORDO IN MERITO ALLA VALUTAZIONE DEGLI IMPIANTI E DEI BENI CONCESSI CON LA GESTIONE DEL SISTEMA DI DISTRIBUZIONE

Dettagli

Distretto di Carpi. Servizi socio-sanitari di sostegno al caregiver familiare 21 maggio 2011. Dr.ssa Rossana Cattabriga Dr. Giuseppe d'arienzo

Distretto di Carpi. Servizi socio-sanitari di sostegno al caregiver familiare 21 maggio 2011. Dr.ssa Rossana Cattabriga Dr. Giuseppe d'arienzo Distretto di Carpi Servizi socio-sanitari di sostegno al caregiver familiare 21 maggio 2011 Dr.ssa Rossana Cattabriga Dr. Giuseppe d'arienzo Settore Area Fragili U. O. Cure Primarie Area Disabili Area

Dettagli

SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E CURE PALLIATIVE CARTA DEI SERVIZI

SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E CURE PALLIATIVE CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E CURE PALLIATIVE 1. La Fondazione nella rete dei servizi. CARTA DEI SERVIZI La Fondazione Don Ambrogio Cacciamatta onlus gestisce in Iseo l omonima RSA, a Monticelli

Dettagli

SERVIZI DOMICILIARI C a r t a dei S e r v i z i. Giugno 2014. Sommario

SERVIZI DOMICILIARI C a r t a dei S e r v i z i. Giugno 2014. Sommario Sommario 1. Storia e futuro....1 2. La nostra mission e i nostri impegni La nostra tradizione è al servizio della persona 2 3. Riferimenti Normativi 3 4. L offerta dei servizi a domicilio..3 5. Voucher

Dettagli

CERCARE LAVORO COME CERCARE LAVORO NEL SETTORE PRIVATO

CERCARE LAVORO COME CERCARE LAVORO NEL SETTORE PRIVATO INFORMAGIOVANI COMUNE DI VEROLANUOVA Piazza libertà 39 25028 Verolanuova BS Tel.030/9365035 fax 030/9365032 E-mail: giovani@comune.verolanuova.bs.it Sito internet: www.comune.verolanuova.bs.it CERCARE

Dettagli

Osservatorio Settoriale sulle RSA 7 Convegno Annuale

Osservatorio Settoriale sulle RSA 7 Convegno Annuale «Da RSA a centro di servizi: una sfida da vincere» OSSERVATORIO SETTORIALE SULLE RSA 7 CONVEGNO ANNUALE RSA aperte al territorio nella prospettiva di Regione Lombardia Direzione Generale Famiglia, Solidarietà

Dettagli

Assemblea Ordinaria 2015 Trentennale d iscrizione 1985-2015

Assemblea Ordinaria 2015 Trentennale d iscrizione 1985-2015 Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Brescia Assemblea Ordinaria 2015 Trentennale d iscrizione 1985-2015 Amedeo BUCCELLENI Iscritto all albo degli Architetti

Dettagli

Area Persone con disabilità

Area Persone con disabilità Area Persone con disabilità Componente dell U. d. P. referente e responsabile d Area Nome e cognome Enrichetta La Ragione - Buono Rita - Samuele Guardascione Angela Ferrara Indirizzo e sede Via Vigna,

Dettagli

CITTÀ di GARDONE VAL TROMPIA (Provincia di Brescia) Cod. Fis. 00304530173 - Part. IVA 00553520982 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E AMMINISTRATIVI

CITTÀ di GARDONE VAL TROMPIA (Provincia di Brescia) Cod. Fis. 00304530173 - Part. IVA 00553520982 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E AMMINISTRATIVI CITTÀ di GARDONE VAL TROMPIA (Provincia di Brescia) Cod. Fis. 00304530173 - Part. IVA 00553520982 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E AMMINISTRATIVI Via Mazzini 2 25063 Gardone V.T. tel. 0308911583 int. fax

Dettagli

Regione Lombardia ed allarme demenze Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale, Volontariato e Pari Opportunità

Regione Lombardia ed allarme demenze Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale, Volontariato e Pari Opportunità Regione Lombardia ed allarme demenze Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale, Volontariato e Pari Opportunità Milano, 24 marzo 2015 IL CAMBIAMENTO DEL CONTESTO Gli anziani (dai 65 anni in su)

Dettagli

COMUNITA DELLA PIANURA BRESCIANA FONDAZIONE DI PARTECIPAZIONE

COMUNITA DELLA PIANURA BRESCIANA FONDAZIONE DI PARTECIPAZIONE CARTA DEL SERVIZIO COMUNITA DELLA PIANURA BRESCIANA FONDAZIONE DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA La Carta del Servizio è uno strumento che permette la trasparenza delle azioni e che favorisce la partecipazione

Dettagli

L ANZIANO FRAGILE E LA RETE PER LA CONTINUITA ASSISTENZIALE. I servizi territoriali LECCO, 01.10.2010

L ANZIANO FRAGILE E LA RETE PER LA CONTINUITA ASSISTENZIALE. I servizi territoriali LECCO, 01.10.2010 L ANZIANO FRAGILE E LA RETE PER LA CONTINUITA ASSISTENZIALE I servizi territoriali LECCO, 01.10.2010 II QUADRO DEMOGRAFICO Dal Rapporto 2010 sulla non autosufficienza in Italia In Italia le persone con

Dettagli

COMUNE DI ROCCABIANCA (PROVINCIA DI PARMA) Assessorato ai Servizi Sociali GUIDA INFORMATIVA SUI SERVIZI PER I CITTADINI ANZIANI DI ROCCABIANCA

COMUNE DI ROCCABIANCA (PROVINCIA DI PARMA) Assessorato ai Servizi Sociali GUIDA INFORMATIVA SUI SERVIZI PER I CITTADINI ANZIANI DI ROCCABIANCA COMUNE DI ROCCABIANCA (PROVINCIA DI PARMA) Assessorato ai Servizi Sociali GUIDA INFORMATIVA SUI SERVIZI PER I CITTADINI ANZIANI DI ROCCABIANCA Presentazione L organizzazione dei Servizi Sociali a favore

Dettagli

Università degli Studi di Brescia Diritto allo Studio

Università degli Studi di Brescia Diritto allo Studio Università degli Studi di Brescia Diritto allo Studio Servizi Offerti agli Studenti Anno Accademico 2013/2014 BORSA DI STUDIO SERVIZIO ABITATIVO SERVIZIO RISTORAZIONE NUMERO VERDE: 800-904081 Per appuntamento:

Dettagli

IL RICONOSCIMENTO DELL INVALIDITA E DELLA L. 104/92

IL RICONOSCIMENTO DELL INVALIDITA E DELLA L. 104/92 IL RICONOSCIMENTO DELL INVALIDITA E DELLA L. 104/92 L'invalidità è la difficoltà a svolgere alcune funzioni tipiche della vita quotidiana o di relazione a causa di una menomazione o di un deficit fisico,

Dettagli

Protocollo operativo A.D.I. (Assistenza Domiciliare Integrata) AUSL /BA2 - COMUNE DI BARLETTA

Protocollo operativo A.D.I. (Assistenza Domiciliare Integrata) AUSL /BA2 - COMUNE DI BARLETTA Barletta, 16/02/05 8.24 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida Piano Sociale dell Ambito Distrettuale di Barletta Anni 2005 2007 Protocollo operativo

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE I NTEGRATA

CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE I NTEGRATA CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE I NTEGRATA 1. FINALITA E OBIETTIVI Il servizio di Assistenza Domiciliare Integrata(ADI) si colloca nella rete dei servizi sociosanitari volti a garantire alle persone

Dettagli

MISURE DI SOSTEGNO ALLA DOMICILIARITÀ NEL RHODENSE

MISURE DI SOSTEGNO ALLA DOMICILIARITÀ NEL RHODENSE MISURE DI SOSTEGNO ALLA DOMICILIARITÀ NEL RHODENSE INDICE assegno di cura per anziani non autosufficienti... 3 assegno di cura per disabili non autosufficienti... 4 voucher sociale... 5 servizio assistenza

Dettagli

CENTRO DIURNO PER PERSONE CON DISABILITA (C.D.D.)

CENTRO DIURNO PER PERSONE CON DISABILITA (C.D.D.) CENTRO DIURNO PER PERSONE CON DISABILITA (C.D.D.) CENNI STORICI Il CSE (Centro Socio Educativo) di Piario, ora CDD (Centro Diurno per persone con Disabilità) è stato aperto nel 1982 su iniziativa degli

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DI AIUTO E SUPPORTO ALLA PERSONA

CARTA DEI SERVIZI DI AIUTO E SUPPORTO ALLA PERSONA Comune di Castel Maggiore (Provincia di Bologna) CARTA DEI SERVIZI DI AIUTO E SUPPORTO ALLA PERSONA INDICE - I servizi di aiuto e sostegno alla persona nel sistema locale dei servizi sociali a rete - I

Dettagli

COMUNE DI CISTERNA DI LATINA MEDAGLIA D ARGENTO AL VALOR CIVILE

COMUNE DI CISTERNA DI LATINA MEDAGLIA D ARGENTO AL VALOR CIVILE COMUNE DI CISTERNA DI LATINA MEDAGLIA D ARGENTO AL VALOR CIVILE DISTRETTO SOCIO SANITARIO APRILIA/CISTERNA REGOLAMENTO CASA FAMIGLIA PER DISABILI LA CASA DEI LILLA Allegato alla delibera di CC n.33 dell

Dettagli

DECRETO n. 303 del 23/05/2014

DECRETO n. 303 del 23/05/2014 ASL di Brescia Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 - www.aslbrescia.it - informa@aslbrescia.it Posta certificata: servizioprotocollo@pec.aslbrescia.it

Dettagli

1. DISABILI E FAMIGLIA

1. DISABILI E FAMIGLIA 1. DISABILI E FAMIGLIA COSA FA IL CISS OSSOLA PER LE PERSONE CON DISABILITA E LE LORO FAMIGLIE Contribuisce a garantire condizioni di benessere relazionale, ambientale e sociale che valorizzino le risorse

Dettagli

A2A RETI GAS. Il programma di sostituzione dei contatori gas alla luce delle nuove normative: benefici, sicurezza e comunicazione

A2A RETI GAS. Il programma di sostituzione dei contatori gas alla luce delle nuove normative: benefici, sicurezza e comunicazione A2A RETI GAS Il programma di sostituzione dei contatori gas alla luce delle nuove normative: benefici, sicurezza e comunicazione Brescia, 26 Giugno 2015 Sommario Nel corso di questa presentazione verranno

Dettagli

Regolamento Misura a favore delle persone con disabilità grave o comunque in condizione di non autosufficienza (Misura B2 - DGR 2883 del 12.12.

Regolamento Misura a favore delle persone con disabilità grave o comunque in condizione di non autosufficienza (Misura B2 - DGR 2883 del 12.12. Regolamento Misura a favore delle persone con disabilità grave o comunque in condizione di non autosufficienza (Misura B2 - DGR 2883 del 12.12.2014) 1. FINALITA Il presente regolamento è lo strumento di

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI Anno 2014

CARTA DEI SERVIZI Anno 2014 CENTRO DIURNO DISABILI di Reinserimento e Riabilitazione Sociale per persone con GRAVI CEREBROPATIE ACQUISITE CARTA DEI SERVIZI Anno 2014 Progettazione Cooperativa Sociale ONLUS Via Moroni, 6-24 066 Pedrengo

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA

CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA Ultima revisione: Aprile 2014 PARTE GENERALE 1. PRESENTAZIONE DELLA FONDAZIONE SCARPARI FORATTINI ONLUS L ente trae origine dalle disposizioni testamentarie

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CENTRO POLARIS PROGETTO RSA APERTA- CENTRO SEMIRESIDENZIALE

CARTA DEI SERVIZI CENTRO POLARIS PROGETTO RSA APERTA- CENTRO SEMIRESIDENZIALE CARTA DEI SERVIZI CENTRO POLARIS PROGETTO RSA APERTA- CENTRO SEMIRESIDENZIALE Prodotto da Smart Decò Srl FONDAZIONE FERRARIO VANZAGO Via Garibaldi, 1 - Vanzago Tel. centralino 029393011 Centro Polaris

Dettagli

Programmazione e governo della rete dei servizi socio sanitari e sociali Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato

Programmazione e governo della rete dei servizi socio sanitari e sociali Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato Programmazione e governo della rete dei servizi socio sanitari e sociali Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato Lecco 27 Febbraio 2014 IL CAMBIAMENTO DEL CONTESTO E LE REGOLE DI

Dettagli

Piano di Zona 2006-2008 AMBITO 1: BRESCIA - COLLEBEATO

Piano di Zona 2006-2008 AMBITO 1: BRESCIA - COLLEBEATO Newsletter dell Assessorato alle Attività Socio Assistenziali e alla Famiglia della Provincia di Brescia Supplemento de La Provincia il tuo Network periodico di informazione della Provincia di Brescia

Dettagli

INFORMATIVA AI CITTADINI

INFORMATIVA AI CITTADINI INFORMATIVA AI CITTADINI per le persone fragili Regione Lombardia ha definito modalità e strumenti di intervento, in particolare a favore di: - persone in condizione di dipendenza vitale - persone portatrici

Dettagli

Carta dei servizi Voucher/Credit

Carta dei servizi Voucher/Credit Fondazione Ospedale e Casa di Riposo Nobile Paolo Richiedei Via Richiedei 16 25064 Gussago Tel 030 2528.1 U.O. Medicina Riabilitativa Specialistica Riabilitazione Generale e Geriatrica Direttore Dott.ssa

Dettagli

Apertura del primo Hospice residenziale nella ASL di Brescia: cosa può dire una lista d attesa?

Apertura del primo Hospice residenziale nella ASL di Brescia: cosa può dire una lista d attesa? ASL BRESCIA DIREZIONE SOCIALE SERVIZIO ANZIANI-CURE DOMICILIARI Anno 2005 Apertura del primo Hospice residenziale nella ASL di Brescia: cosa può dire una lista d attesa? 1 Presentazione A poco più di un

Dettagli

CURARE A CASA Aspetti organizzativi clinici e relazionali di interesse per il Medico di Medicina Generale

CURARE A CASA Aspetti organizzativi clinici e relazionali di interesse per il Medico di Medicina Generale CURARE A CASA Aspetti organizzativi clinici e relazionali di interesse per il Medico di Medicina Generale Introduzione Reggio Emilia, 19 e 26 maggio 2010 Riferimenti normativi Accordo Collettivo Nazionale

Dettagli

QUADERNO2013 Campagna con papaveri Roccafranca

QUADERNO2013 Campagna con papaveri Roccafranca ASSESSORATO ALL AMBIENTE, ECOLOGIA, ATTIVITA ESTRATTIVE, ENERGIA Osservatorio Provinciale Rifiuti QUADER213 Campagna con papaveri Roccafranca Svasso maggiore a Punta Gro Desenzano Gregge al pascolo Rudiano

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : BRESCIA

SISTEMA INFORMATIVO MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : BRESCIA SMOW5A 15-05-14PAG. 1 SISTEMA INFORMATIVO MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : BRESCIA ELENCO DEI TRASFERIMENTI E PASSAGGI

Dettagli

Piano di Zona 2010-2013. La formazione per i volontari La rete sociale Servizi di Assistenza Domiciliare

Piano di Zona 2010-2013. La formazione per i volontari La rete sociale Servizi di Assistenza Domiciliare Piano di Zona 2010-2013 La formazione per i volontari La rete sociale Servizi di Assistenza Domiciliare I servizi di assistenza domiciliare Servizio di assistenza domiciliare territoriale a totale carico

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI BRESCIA: SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE - A.S. 2014 2015

UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI BRESCIA: SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE - A.S. 2014 2015 1 ACQUAFREDDA 2 ADRO 3 5 7 ARTOGNE 11 BAGOLINO 12 ADRO 4 AGNOSINE ANGOLO TERME 6 ANGOLO TERME 8 AZZANO MELLA 9 BAGNOLO MELLA 10 BAGOLINO BARBARIGA 13 BARBARIGA 14 BARGHE 15 BASSANO BRESCIANO SCUOLA DELL

Dettagli

3 - Requisiti di accesso L'accesso alla misura è vincolato alla contestuale presenza dei seguenti requisiti alla data di presentazione della

3 - Requisiti di accesso L'accesso alla misura è vincolato alla contestuale presenza dei seguenti requisiti alla data di presentazione della Allegato A AVVISO PUBBLICO per l'assegnazione di contributi ai sensi della L.R. N. 18 Norme a tutela dei coniugi separati o divorziati, in condizione di disagio, in particolare con figli minori Fondo anno

Dettagli

Associazione Nazionale Terza Età Attiva Solidale BRESCIA Volontari tra le gente per rispondere ai bisogni di TUTTI

Associazione Nazionale Terza Età Attiva Solidale BRESCIA Volontari tra le gente per rispondere ai bisogni di TUTTI Associazione Nazionale Terza Età Attiva Solidale BRESCIA Volontari tra le gente per rispondere ai bisogni di TUTTI Un ponte per superare la fragilità Da ANTEA ad ANTEAS S come S O L I D A R I E T A Abbiamo

Dettagli

GLI ADULTI GLI ADULTI. Domiciliarità Continuare a vivere nel proprio ambiente di vita, mantenendo la propria autonomia e evitando l'inserimento

GLI ADULTI GLI ADULTI. Domiciliarità Continuare a vivere nel proprio ambiente di vita, mantenendo la propria autonomia e evitando l'inserimento Carta BISOGNI BISOGNI GLI ADULTI GLI ADULTI Domiciliarità Continuare a vivere nel proprio ambiente di vita, mantenendo la propria autonomia e evitando l'inserimento in una struttura residenziale. Domiciliarità

Dettagli

CRITERI PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE E PER L ACCOGLIENZA DI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI IN CENTRO DIURNO

CRITERI PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE E PER L ACCOGLIENZA DI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI IN CENTRO DIURNO Comune di Padova CRITERI PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE E PER L ACCOGLIENZA DI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI IN CENTRO DIURNO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.

Dettagli

DISLESSIA: i percorsi alla luce delle nuove normative. Incontro con la Scuola

DISLESSIA: i percorsi alla luce delle nuove normative. Incontro con la Scuola DISLESSIA: i percorsi alla luce delle nuove normative Incontro con la Scuola Brescia 14 Marzo 2013 Dott.ssa Mariarosaria Venturini - Responsabile U.O. Disabilità Normative di riferimento DSA L.R. n. 4

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE. fra.. in materia di. Assistenza integrata alle persone Hiv positive

ACCORDO DI COLLABORAZIONE. fra.. in materia di. Assistenza integrata alle persone Hiv positive ACCORDO DI COLLABORAZIONE fra.. in materia di Assistenza integrata alle persone Hiv positive 1. PREMESSA L integrazione, la stretta collaborazione, la sinergie di risorse sono elementi essenziali per affrontare

Dettagli

COMUNE DI CISTERNA DI LATINA MEDAGLIA D ARGENTO AL VALOR CIVILE REGOLAMENTO CENTRO DIURNO DISABILI L AGORA

COMUNE DI CISTERNA DI LATINA MEDAGLIA D ARGENTO AL VALOR CIVILE REGOLAMENTO CENTRO DIURNO DISABILI L AGORA COMUNE DI CISTERNA DI LATINA MEDAGLIA D ARGENTO AL VALOR CIVILE REGOLAMENTO CENTRO DIURNO DISABILI L AGORA Allegato alla delibera di C.C. n.32 dell 11/05/07 1 ART.1 (Definizione) Il Centro diurno per disabili

Dettagli

1. Quali sono le procedure per aprire una struttura che presta servizi socioassistenziali? 3. Quali sono le strutture socioassistenziali per minori?

1. Quali sono le procedure per aprire una struttura che presta servizi socioassistenziali? 3. Quali sono le strutture socioassistenziali per minori? 1. Quali sono le procedure per aprire una struttura che presta servizi socioassistenziali? Le procedure per aprire una struttura socioassistenziale sono definite dalla normativa regionale. Il rappresentante

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE UNIONE DEI COMUNI DELL ALTO APPENNINO REGGIANO

CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE UNIONE DEI COMUNI DELL ALTO APPENNINO REGGIANO CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE UNIONE DEI COMUNI DELL ALTO APPENNINO REGGIANO 1)Finalità del servizio Il Servizio di Assistenza Domiciliare ha lo scopo di favorire il mantenimento al

Dettagli

MISURA B1 - PERSONE CON DISABILITA GRAVISSIMA

MISURA B1 - PERSONE CON DISABILITA GRAVISSIMA Piano operativo per l attuazione degli interventi in materia di gravi e gravissime disabilità o anziani non autosufficienti previsti dalla DGR n. 740/2013 Regione Lombardia con DGR n. 740 del 27/09/2013

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI TITOLI SOCIALI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI TITOLI SOCIALI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI TITOLI SOCIALI Art. 1 Oggetto del regolamento Il presente regolamento disciplina, all interno di un sistema integrato di interventi e servizi sociali di competenza dei comuni

Dettagli

ART. 1 OGGETTO ART. 2 FINALITA'

ART. 1 OGGETTO ART. 2 FINALITA' LINEE GUIDA DEI PERCORSI ASSISTENZIALI CHE FAVORISCANO L INTEGRAZIONE ED IL COORDINAMENTO DELLE FUNZIONI SOCIALI, SANITARIE ED EDUCATIVE NEL SETTORE DELLA DISABILITÀ ADULTA ART. 1 OGGETTO Con il presente

Dettagli

CONFERENZA STAMPA. L ASL di Brescia presenta un progetto rivolto ai malati oncologici terminali con il sostegno della Fondazione Berlucchi.

CONFERENZA STAMPA. L ASL di Brescia presenta un progetto rivolto ai malati oncologici terminali con il sostegno della Fondazione Berlucchi. DIREZIONE GENERALE SERVIZIO ATTIVITA SPERIMENTALI E MALATTIE RARE Servizio Comunicazione viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030/3838315 Fax 030/3838280 E-mail: servizio.comunicazione@aslbrescia.it

Dettagli

Interventi di prevenzione e promozione sociale

Interventi di prevenzione e promozione sociale Assistenziale aiuto e sostegno Sostegno psico-sociale Interventi integrativi e sostitutivi delle funzioni proprie del nucleo familiare Assistenza domiciliare Consultorio Mediazione familiare Tutela salute

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI BRESCIA: SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE - A.S. 2015 2016

UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI BRESCIA: SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE - A.S. 2015 2016 1 ACQUAFREDDA 2 ADRO 3 ADRO 4 AGNOSINE 5 ANGOLO TERME 6 ANGOLO TERME 7 ARTOGNE 8 AZZANO MELLA 9 BAGNOLO MELLA 10 BAGOLINO 11 BAGOLINO 12 BARBARIGA 13 BARBARIGA 14 BARGHE 15 BASSANO BRESCIANO UFFICIO SCOLASTICO

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DI SEREGNO. Modello gestionale ed operativo per l attuazione della DGR 740/2013

AMBITO TERRITORIALE DI SEREGNO. Modello gestionale ed operativo per l attuazione della DGR 740/2013 AMBITO TERRITORIALE DI SEREGNO Modello gestionale ed operativo per l attuazione della DGR 74/213 Finalità ed obiettivi della presa in carico integrata La finalità principe della presa in carico integrata

Dettagli

ASP Azienda di Servizi alla Persona Istituzioni Assistenziali Riunite di Pavia V.le Matteotti, 63 27100 Pavia. Carta dei Servizi

ASP Azienda di Servizi alla Persona Istituzioni Assistenziali Riunite di Pavia V.le Matteotti, 63 27100 Pavia. Carta dei Servizi ASP Azienda di Servizi alla Persona Istituzioni Assistenziali Riunite di Pavia V.le Matteotti, 63 27100 Pavia Carta dei Servizi ATTIVITA' DI ASSISTENZA DOMICILIARE PER GLI ASPETTI GERIATRICI DELLA DISABILITA'

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE AD ANZIANI ED HANDICAPPATI ADULTI

REGOLAMENTO SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE AD ANZIANI ED HANDICAPPATI ADULTI Allegato alla del. C.C. n. 101 del 27/11/2002 REGOLAMENTO SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE AD ANZIANI ED HANDICAPPATI ADULTI Art.1 FINALITA L assistenza domiciliare è un servizio teso a favorire la ripresa

Dettagli

SERVIZI SOCIALI A cura di Ivan Alborghetti Assessore alle Politiche sociali

SERVIZI SOCIALI A cura di Ivan Alborghetti Assessore alle Politiche sociali SERVIZI SOCIALI A cura di Ivan Alborghetti Assessore alle Politiche sociali Il settore dei servizi sociali comprende varie aree: anziani, handicap, minori, disagio. AREA ANZIANI L'assistenza alle persone

Dettagli

A.D.I. A.D.I. CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI. Fondazione Molina ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA

A.D.I. A.D.I. CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI. Fondazione Molina ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI Fondazione Molina A.D.I. ONLUS - Varese Indice delle sezioni: La storia La Fondazione Molina A.D.I. Principi fondamentali Obiettivi del servizio Accesso al servizio

Dettagli

DECRETO n. 560 del 30/10/2014

DECRETO n. 560 del 30/10/2014 ASL di Brescia Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 - www.aslbrescia.it - informa@aslbrescia.it Posta certificata: servizioprotocollo@pec.aslbrescia.it

Dettagli

CONTRATTO E REGOLAMENTO CENTRO DIURNO COOP. SOC. CAVA

CONTRATTO E REGOLAMENTO CENTRO DIURNO COOP. SOC. CAVA CONTRATTO E REGOLAMENTO CENTRO DIURNO COOP. SOC. CAVA Art. 1 Finalità Il Centro Diurno della Cooperativa sociale Cava è una struttura socio-sanitaria d accoglienza diurna destinata a persone anziane in

Dettagli

FIPAV - COMITATO PROVINCIALE BRESCIA Servizio Risultati Gare FIPAV - COMITATO PROVINCIALE BRESCIA

FIPAV - COMITATO PROVINCIALE BRESCIA Servizio Risultati Gare FIPAV - COMITATO PROVINCIALE BRESCIA FIPAV - COMITATO PROVINCIALE BRESCIA Servizio Risultati Gare Risultati e classifiche parziali campionati provinciali 23/3/2015-29/3/2015 FIPAV - COMITATO PROVINCIALE BRESCIA 1DFA Prima Divisione Femminile

Dettagli

COMUNI COMUNE DI BEREGUARDO COMUNE DI BIONE COMUNE DI BOTTICINO COMUNE DI BOVEZZO COMUNE DI BRENO COMUNE DI BRESCIA COMUNE DI BRIONE

COMUNI COMUNE DI BEREGUARDO COMUNE DI BIONE COMUNE DI BOTTICINO COMUNE DI BOVEZZO COMUNE DI BRENO COMUNE DI BRESCIA COMUNE DI BRIONE REFERENZE - Divisione sicurezza Il numero complessivo degli impianti di sicurezza progettati e installati è di oltre 8.500. Tali sistemi sono stati realizzati in ambito industriale, bancario, sia per privati

Dettagli

DISTRETTO SOCIO-SANITARIO RM G 6

DISTRETTO SOCIO-SANITARIO RM G 6 DISTRETTO SOCIO-SANITARIO RM G 6 ACCORDO DI PROGRAMMA TRA I COMUNI DI ARTENA, CARPINETO ROMANO, COLLEFERRO, GAVIGNANO, GORGA, LABICO, MONTELANICO, SEGNI, VALMONTONE, XVIII COMUNITA' MONTANA DEI MONTI LEPINI-AREA

Dettagli

Formulario per la presentazione delle proposte. TITOLO del TIRCINIO MUOVERSI PER CRESCERE: SPERIMENTARSI INFERMIERE NELLA RSA DI SPIAZZO II^ EDIZIONE

Formulario per la presentazione delle proposte. TITOLO del TIRCINIO MUOVERSI PER CRESCERE: SPERIMENTARSI INFERMIERE NELLA RSA DI SPIAZZO II^ EDIZIONE Provincia Autonoma di Trento Programma quadro per l integrazione e lo sviluppo delle sperimentazioni in materia di tirocini formativi inseriti in processi di mobilità geografica Formulario per la presentazione

Dettagli

COMUNE DI GAVARDO Provincia di Brescia

COMUNE DI GAVARDO Provincia di Brescia COMUNE DI GAVARDO Provincia di Brescia VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Originale N 19 del 04/02/2011 OGGETTO: GESTIONE ASSOCIATA DELLA PROCEDURA DI GARA E DEL RELATIVO AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO

Dettagli

GUIDA AL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA

GUIDA AL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA GUIDA AL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA Gentile Signora/Signore, Questa Guida vuole essere un pratico strumento per orientarla nel nostro Servizio di erogazione del Voucher Socio-Sanitario

Dettagli

MODELLO DI CONVENZIONE

MODELLO DI CONVENZIONE MODELLO DI CONVENZIONE In applicazione del Piano Sanitario Regionale 2003/2006 Un alleanza per la salute (D.A. n. 97 del 30.06.2003) e dell atto di indirizzo concernente Sistema dei servizi per gli anziani

Dettagli

Nomenclatore dei servizi

Nomenclatore dei servizi Nomenclatore dei servizi REGOLAMENTO REGIONALE 18 gennaio 2007, n. 4 e sue modifiche REGOLAMENTO REGIONALE 07 agosto 2008, n. 19 Legge Regionale 10 luglio 2006, n. 19 Disciplina del sistema integrato dei

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI FONDO NON AUTOSUFFICIENZA ANNO 2012

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI FONDO NON AUTOSUFFICIENZA ANNO 2012 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI FONDO NON AUTOSUFFICIENZA ANNO 2012 allegato alla deliberazione n. 211 del 21.3.2012 1 INDICE PREMESSA...4 1. ASSEGNO DI CURA...5 1.1 DESTINATARI...5

Dettagli

QUADRO DELLE REGOLE DEL SISTEMA SOCIO - SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA ED INDICATORI DELLA QUALITA DEI SERVIZI PER GLI ADULTI CON AUTISMO

QUADRO DELLE REGOLE DEL SISTEMA SOCIO - SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA ED INDICATORI DELLA QUALITA DEI SERVIZI PER GLI ADULTI CON AUTISMO QUADRO DELLE REGOLE DEL SISTEMA SOCIO - SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA ED INDICATORI DELLA QUALITA DEI SERVIZI PER GLI ADULTI CON AUTISMO Moderato Lucio Molgora Marco FONDAZIONE ISF 1 SERVIZI PER L

Dettagli