FONDO NON AUTOSUFFICIENZA DGR 740/2013 AVVISO PUBBLICO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI A SOSTEGNO DI DISABILI GRAVI E ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FONDO NON AUTOSUFFICIENZA DGR 740/2013 AVVISO PUBBLICO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI A SOSTEGNO DI DISABILI GRAVI E ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI"

Transcript

1 FONDO NON AUTOSUFFICIENZA DGR 740/2013 AVVISO PUBBLICO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI A SOSTEGNO DI DISABILI GRAVI E ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI PREMESSA Vista la quota del Fondo Nazionale per le Non Autosufficienze anno 2013 assegnata all Ambito di Como ex DGR 740/2013, l Assemblea Territoriale dei Sindaci ha deliberato di destinare ,80 al finanziamento di progetti di assistenza a favore di anziani fragili o non autosufficienti e di disabili gravi. ART. 1 OBIETTIVO In attuazione alla DGR 740/2013, l Ufficio di Piano di Como promuove, per l anno 2014, un avviso pubblico per il finanziamento di progetti a sostegno di disabili gravi e gravissimi, nonché di anziani in condizioni di non autosufficienza. In particolare, secondo quanto previsto dal Piano Attuativo Regionale di cui all allegato A) della DGR 740/2013, le risorse disponibili saranno finalizzate alla permanenza della persona non autosufficiente anziana e persona con disabilità al proprio domicilio, sia valorizzando i compiti che già la famiglia svolge, offrendo ad essa una rete di supporto e aiuto, in un ottica sussidiaria, sia tutelando la salute delle persone fragili, non autosufficienti e/o con patologie cronico-degenerative, che, in ragione anche della crisi economica in atto, sono in situazione di povertà che non consente adeguata assistenza e cura. ART. 2 OGGETTO E LIMITI DI FINANZIAMENTO Saranno oggetto di finanziamento con il presente avviso: - prestazioni dell assistente personale familiare e/o domiciliare (valore massimo mensile del contributo: 400,00); - interventi per consentire la vita indipendente di soggetti d età compresa tra 18 e 64 anni (valore massimo mensile del contributo: 800,00). Non potranno essere prese in considerazione domande di finanziamento relativamente a prestazioni di cui sopra già assicurate da contributi di altri enti pubblici o privati. In caso di progetti a favore della vita indipendente già parzialmente finanziati da altri enti pubblici o privati, potranno essere ammessi contributi integrativi fino a un massimo di 400,00 mensili. Le prestazioni di cui sopra dovranno essere previste da un Piano di Assistenza Individuale redatto secondo le indicazioni del citato Programma Operativo Regionale. Come previsto dalla Circolare Regionale n. 1 del , i contributi di cui sopra potranno essere cumulati a quelli erogati dall ASL ai sensi della medesima DGR 740/2013 esclusivamente a favore di: - persone con gravissima disabilità (così come definite dalle lettere a) e c) della misura B1 DGR 740/2013) per le quali sia indicato l avvio di un progetto per la vita indipendente; - persone affette da malattie del motoneurone, ivi compresa la SLA, già beneficiarie, alla data di approvazione della DGR 740/2013, degli interventi di cui alla DGR 4139/2012 (livelli C e D). In tali casi, il finanziamento di cui al presente bando potrà essere finalizzato esclusivamente per remunerare prestazioni rese da assistente personale/badante regolarmente assunto/a. Potranno essere finanziati interventi attuati o da attuare dopo il e fino al

2 ART. 3 BENEFICIARI Potranno beneficiare dei contributi di cui al presente avviso - anziani di età uguale o superiore a 65 anni in condizione di non autosufficienza (a tal fine, si intendono non autosufficienti le persone che hanno subito una perdita permanente, parziale o totale, dell autonomia delle abilità fisiche, psichiche, sensoriali, cognitive e relazionali con conseguente incapacità di compiere gli atti essenziali della vita quotidiana senza l aiuto determinante di altre persone, considerando i fattori ambientali e personali; - disabili gravi di età compresa tra 0 e 64 anni (si intendono disabili gravi le persone che dipendono, in toto o in parte, da un accudente per vedere assicurate funzioni vitali, primarie e la vita di relazione) Possono accedere ai finanziamenti di cui al presente avviso soltanto persone in possesso di certificato di invalidità al 100% e con ISEE uguale o inferiore a ,26/anno (a quest ultimo fine, sarà preso in considerazione l ISEE del nucleo certificato dallo stato di famiglia). Costituisce requisito indispensabile per l assegnazione del contributo la residenza del beneficiario in uno dei comuni afferenti all Ambito Territoriale di Como (Como, Albese con Cassano, Bellagio, Brunate, Cavallasca, Cernobbio, Lezzeno, Lipomo, Maslianico, Montano Lucino, Montorfano, San Fermo della Battaglia, Senna Comasco, Tavernerio, Brienno, Carate Urio, Laglio, Moltrasio, Blevio, Faggeto Lario, Nesso, Pognana Lario, Torno, Veleso, Zelbio). I requisiti di cui sopra dovranno essere posseduti al momento della presentazione della domanda di contributo ai Servizi Sociali del comune di residenza. ART. 4 RISORSE DISPONIBILI Per il raggiungimento dell obiettivo di cui al presente avviso sono disponibili risorse pari a ,80. ART. 5 MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE I possessori dei necessari requisiti di accesso al contributo possono farne richiesta ai Servizi Sociali del proprio comune di residenza presentando la seguente documentazione: - copia della carta d identità del richiedente e della persona per cui viene richiesto il contributo (se diverso dal richiedente); - valutazione medica redatta sulla base della scala A.D.L. di cui all all. 2; - certificazione di invalidità; - certificazione ISEE del nucleo familiare di appartenenza in corso di validità; - copia di eventuale contratto di assunzione di assistente personale/badante. Le domande di contributo, redatte sulla base del fac-simile allegato al presente avviso (all. 1) e documentate come sopra indicato, dovranno essere trasmesse, ad opera dei Comuni riceventi, all Ufficio di Coordinamento del Piano di Zona di Como, unitamente ai seguenti ulteriori allegati: - progetto di assistenza individuale di cui all all. 4; - valutazione sociale della persona, redatta dall Assistente Sociale del comune di residenza sulla base della scheda di cui all all. 3. ART. 6 TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE Le domande di cui al presente avviso potranno essere presentate ai Servizi Sociali del comune di residenza a partire dalla pubblicazione e fino al trentesimo giorno successivo ad essa. I Comuni dell Ambito dovranno trasmettere all Ufficio di Piano di Como le domande correlate della documentazione necessaria entro i quindici giorni successivi allo scadere del suddetto termine. ART. 7 AMMISSIONE AL FINANZIAMENTO Le domande pervenute all Ufficio di Piano saranno valutate sulla base dei punteggi indicati dagli all. 2, 3 e 5. 2

3 La Commissione valutatrice, dopo aver escluso quelle eventualmente prive dei requisiti di cui all art. 3, ammetterà le restanti domande al finanziamento in base ai principi di seguito enunciati e fino all esaurimento dei fondi disponibili. Le domande ammissibili saranno inserite in una graduatoria redatta in ordine decrescente secondo il punteggio complessivamente assegnato a ciascuna domanda. Ad ogni domanda sarà attribuito un punteggio pari alla somma dei punti assegnati nella scheda di valutazione sociale, in quella medica e in base alla scheda di valutazione del livello ISEE di cui all all. 5. A parità di punteggio, sarà data priorità in graduatoria al titolare di ISEE più basso (calcolato sulla base dei parametri vigenti alla data di pubblicazione del presente avviso) e, a parità di ISEE, sarà preferito il richiedente più anziano. I contributi saranno assegnati in ordine di priorità sulla base della graduatoria e sulla base delle richieste avanzate, comunque, entro i limiti di cui all art. 2 e fino a concorrenza dei fondi disponibili. Le decisioni assunte dalla Commissione valutatrice saranno comunicate ai Servizi Sociali dei Comuni dell Ambito, che avranno l onere di informarne i beneficiari del rispettivo territorio. ART. 8 MODALITA DI EROGAZIONE DEL FINANZIAMENTO L Ufficio di Piano erogherà i fondi assegnati per il finanziamento degli interventi di assistenza familiare/domiciliare o di vita indipendente direttamente ai beneficiari, con cadenza trimestrale. ART. 9 CONTROLLI L Ufficio di Piano si riserva di effettuare controlli sulla veridicità delle dichiarazioni rese dai richiedenti il finanziamento in ordine al possesso dei requisiti richiesti. In caso di dichiarazioni false o mendaci, fatte salve responsabilità penali e/o amministrative ad esse connesse, il beneficiario di contributi decadrà dagli stessi e dovrà restituire quanto eventualmente già percepito. ART. 10 RICORSI Contro le decisioni della Commissione valutatrice, i richiedenti possono presentare ricorso alla Giunta Esecutiva del Piano di Zona entro 15 giorni dalla comunicazione resa ai Servizi Sociali comunali. Il ricorso deve pervenire all Ufficio di Piano di Como attraverso i Servizi Sociali del Comune di residenza del ricorrente. Sul ricorso proposto, la Giunta si esprime in via definitiva entro 30 giorni dalla ricezione dello stesso. ART. 11 PRIVACY L Ufficio di Piano di Como si impegna a trattare i dati personali e sensibili comunicati dai richiedenti il voucher soltanto in finzione degli scopi di cui al presente avviso e, comunque, nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela della privacy (L. 675/1996 Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, D.Lgs. 196/2003 Codice in materia di protezione dei dati personali ). ART. 12 INFORMAZIONI Ulteriori informazioni e/o chiarimenti possono essere richiesti presso i Servizi Sociali del comune di residenza. Como,. Il Direttore dell Ufficio di Piano Ambito territoriale di Como Dott.ssa Franca Gualdoni 3

4 All. 1 MODULO PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTO EX D.G.R. 740/2013 Al Sig. Sindaco del Comune di Settore Via Il/la sottoscritto/a (cognome) (nome) nato/a a ( ) il, residente nel Comune di, via/piazza n, tel. n, codice fiscale per se stesso CHIEDE per il sig./sig.ra (cognome) (nome) nato/a a ( ) il, residente nel Comune di, via/piazza n, codice fiscale di cui è (indicare il rapporto di parentela - o altro tipo di rapporto): in qualità di (barrare la categoria di appartenenza): anziano / disabile l assegnazione di un contributo per compensare (barrare le opzioni d interesse): prestazioni dell assistente personale familiare e/o domiciliare interventi a favore della vita indipendente A tal fine, consapevole della propria responsabilità in caso di dichiarazioni mendaci, dichiara che la persona per cui viene richiesto il contributo: 1. è in possesso di attestazione ISEE in corso di invalidità del proprio nucleo familiare convivente (quale risultante da certificato dello stato di famiglia) pari a. 4

5 2. è stata riconosciuta invalido civile al 100%: senza indennità di accompagnamento con indennità di accompagnamento 3. (barrare l eventuale caso di pertinenza): non gode di misure economiche di carattere assistenziale già assegnate da enti pubblici o privati (salvi quelli di cui al punto successivo); gode di misure economiche di carattere assistenziale a favore della vita indipendente già assegnate da enti pubblici o privati; gode di contributi ASL ex DGR 740/2013 (a sostegno della gravissima disabilità ovvero di contributi a favore delle persone affette da malattie del motoneurone di livello di gravità superiori a 2) e chiede un contributo esclusivamente finalizzato a compensare la remunerazione di prestazioni rese da assistente personale/badante regolarmente assunto/a con contratto.. (di cui allega copia); 4. vive in nucleo familiare, come da stato di famiglia, composto da: Nome e Cognome Parentela rispetto al richiedente Età al momento della domanda Percettore di reddito (si/no) 5. le coordinate bancarie/postali, su cui accreditare il contributo richiesto, sono: Intestatario/i Banca/Posta Agenzia IBAN. 5

6 Allega, altresì, ai fini di cui alla presente domanda: Copia Carta Identità del richiedente; Copia Carta identità del beneficiario; Copia contratto badante/assistente familiare; Isee del nucleo familiare in corso di validità; Certificazione di invalidità. (Luogo e data) In fede 6

7 All. 2 SCALA DI A.D.L. SIG./SIG.RA NATO IL FUNZIONE LIVELLO DI AUTONOMIA PUNTEGGIO PUNTEGGIO ATTRIBUITO DEAMBULAZIONE Completa indipendenza 0 Indipendente con ausilio 1 Assistenza parziale e/o supervisione 2 Assistenza costante 3 Impossibile anche con assistenza 4 TRASFERIMENTI Completa indipendenza 0 Indipendente con ausilio 1 Assistenza parziale 2 Assistenza costante ma collabora con chi lo 3 aiuta Completa dipendenza 4 ABBIGLIAMENTO Completamente indipendente 0 Indipendente con ausilio 1 Richiede assistenza parziale 2 Assistenza completa ma collabora con chi lo 3 aiuta Completamente dipendente 4 ALIMENTAZIONE Completamente indipendente 0 Indipendente con ausilio 1 Richiede assistenza parziale 2 Assistenza totale con conservazione della 3 deglutizione Completa dipendenza con assenza della deglutizione 4 SCALE Completa indipendenza 0 Indipendente con ausilio 1 Necessita di assistenza 2 Dipendente totalmente, deve essere sollevato e trasportato 3 CONTROLLO Controllo totale 0 7

8 SFINTERICO Occasionale incontinenza 1 Saltuaria incontinenza diurna e abituale 2 incontinenza notturna Abituale incontinenza doppia 3 IGIENE Completamente indipendente 0 Indipendente con ausilio 1 Assistenza parziale in compiti particolari 2 Assistenza completa, ma collabora con chi lo 3 aiuta Completamente dipendente 4 TOTALE /26 Il Medico Curante 8

9 All. 3 SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SIG./SIG.RA NATO IL Indicatori di fragilità Valutazione sociale Punteggio Punteggio attribuito INDIVIDUALE GRADO DI INVALIDITA' Invalidità al 100% senza accompagnamento 2 Invalidità al 100% con accompagnamento 3 ETA' 0-17 anni 1 da 65 a 74 anni 1 da 75 anni in poi anni 2 TOTALE INDIVIDUALE SUPPORTI SOCIALI Servizi e assistenza Assenza di servizi comunali di assistenza domiciliare 2 Assenza di contributi comunali per frequenza centri diurni 2 SITUAZIONE SOCIO FAMILIARE NUCLEO FAMILIARE Solo 3 Con coniuge autosufficiente e/o figli 2 Con altri parenti/conviventi 1 Presenza di familiari conviventi con invalidità superiore a 66% 1 RELAZIONI SOCIALI Autonomia relazione limitata al vicinato 1 Autonomia relazionale limitata alla famiglia e alla residenza 2 Isolamento sociale 3 TOTALE RETE FAMILIARE E SOCIALE TOTALE COMPLESSIVO 9

10 All. 4 PROGETTO DI ASSISTENZA INDIVIDUALE AREA DI RIFERIMENTO: Anziani Disabili ANAGRAFICA DESTINATARIO: Cognome Nome Nato/a a ( ) il, residente a Via / Piazza n, tel. RETE DEI FAMILIARI ENTRO IL 3 CHE DICHIARANO IN ORDINE DI PRIORITA' LA DISPONIBILITA' ALL'ASSISTENZA: Cognome e nome Data di nascita Professione Grado di parentela FAMILIARE/PERSONA CHE ASSICURA L'ASSISTENZA: COGNOME NOME DATA LUOGO DI NASCITA RESIDENZA TELEFONO 10

11 GRADO DI PARENTELA SOTTOSCRIZIONE IMPEGNO CARE GIVER: Cognome e nome Data di nascita Professione Grado di parentela PRESTAZIONI GARANTITE Cura della persona (igiene personale, vestizione, alzata e messa a letto etc..) Preparazione / Assunzione pasti Somministrazione farmaci Vita di relazione Governo della casa Monitoraggio / Controllo BADANTE/ASSISTENTE FAMILIARE: Il Familiare Cognome e nome Data di nascita Residenza Data di assunzione DESCRIZIONE DELLA SITUAZIONE E DEFINIZIONE DEL BISOGNO RILEVATO: 11

12 PROPOSTA DI INTERVENTO: Assegnazione di un contributo complessivo pari a. per compensare (barrare le opzioni d interesse) prestazioni del caregiver familiare/ assistente familiare o domiciliare interventi a favore della vita indipendente da intendersi così ripartito: Tipologia intervento Importo mensile Periodo All. 5 SCHEDA DI VALUTAZIONE ISEE L Assistente Sociale Fascia Punteggio Da 0 a 8.050,74 3 Da 8.050,75 a 9.915,12 2 Da 9.915,13 a ,50 1 Da ,51 a ,

AZIENDA SOCIALE COMUNI INSIEME

AZIENDA SOCIALE COMUNI INSIEME AZIENDA SOCIALE COMUNI INSIEME Comuni di Bregnano, Cadorago, Carbonate, Casnate con Bernate, Cassina Rizzardi, Cirimido, Fenegrò, Fino Mornasco, Grandate, Limido Comasco, Locate Varesino, Lomazzo, Luisago,

Dettagli

DISTRETTO SOCIO SANITARIO D3 COMUNE DI RAVANUSA (Provincia di Agrigento) Assistenza domiciliare anziani e disabili

DISTRETTO SOCIO SANITARIO D3 COMUNE DI RAVANUSA (Provincia di Agrigento) Assistenza domiciliare anziani e disabili DISTRETTO SOCIO SANITARIO D3 COMUNE DI RAVANUSA (Provincia di Agrigento) ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI E ALLA PERSONA Uffici Servizi Sociali Si avvisa la cittadinanza che sarà avviato il Progetto

Dettagli

Valle Imagna Villa d Almè Azienda Territoriale per i Servizi alla Persona

Valle Imagna Villa d Almè Azienda Territoriale per i Servizi alla Persona Valle Imagna Villa d Almè Azienda Territoriale per i Servizi alla Persona Azienda Speciale Consortile BUONO SOCIALE A SOSTEGNO DI FAMIGLIE/RETI DI SOLIDARIETA CHE SI PRENDONO CURA, NEL CONTESTO DOMICILIARE,

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ATTRIBUZIONE DELL ASSEGNO DI CURA A PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI

AVVISO PUBBLICO PER L ATTRIBUZIONE DELL ASSEGNO DI CURA A PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI PIANO SOCIALE DI ZONA Ambito Territoriale Alto Tavoliere Capofila: Comune di San Severo Apricena - Chieuti - Lesina - Poggio Imperiale San Paolo di Civitate - Serracapriola - Torremaggiore AVVISO PUBBLICO

Dettagli

Il/la sottoscritto/a (cognome) (nome) nato/a il. residente a prov c.a.p. via n. recapito telefonico cell. e-mail

Il/la sottoscritto/a (cognome) (nome) nato/a il. residente a prov c.a.p. via n. recapito telefonico cell. e-mail Allegato 1.A DOMANDA DI ACCESSO AGLI INTERVENTI IN FAVORE DI PERSONE CON GRAVE DISABILITA' E PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ATTIVATI DAL PIANO DI ZONA DI CORTEOLONA ai sensi della D.G.R. Lombardia n.

Dettagli

ARSAGO SEPRIO - BESNATE - CARDANO AL CAMPO CASORATE SEMPIONE - FERNO GOLASECCA LONATE POZZOLO - SOMMA LOMBARDO - VIZZOLA TICINO

ARSAGO SEPRIO - BESNATE - CARDANO AL CAMPO CASORATE SEMPIONE - FERNO GOLASECCA LONATE POZZOLO - SOMMA LOMBARDO - VIZZOLA TICINO INTERVENTI PREVISTI DALLA DGR 740 DEL 27/09/2013 APPROVAZIONE DEL PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE IN MATERIA DI GRAVI E GRAVISSIME DISABILITA DI CUI AL FONDO NAZIONALE PER LE NON AUTOSUFFICIENZE ANNO 2013

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ACCESSO AL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI (S.A.D.)

AVVISO PUBBLICO PER L ACCESSO AL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI (S.A.D.) AVVISO PUBBLICO PER L ACCESSO AL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI (S.A.D.) In attuazione del II Piano di intervento servizi di cura per gli anziani del Piano di Azione e Coesione,

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DI BUONO SOCIALE PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI E DISABILI GRAVI

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DI BUONO SOCIALE PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI E DISABILI GRAVI CAT. VII/12/26 UFFICIO DI PIANO AMBITO TERRITORIALE DISTRETTO 7 Ente Capofila: Comune di Rozzano Al Comune di ROZZANO Servizi Sociali DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DI BUONO SOCIALE PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI

Dettagli

All Ufficio di Piano Ambito Territoriale Sociale di Nardò. tramite il Segretariato Sociale- PUA del Comune di

All Ufficio di Piano Ambito Territoriale Sociale di Nardò. tramite il Segretariato Sociale- PUA del Comune di DOMANDA PER L AMMISSIONE AL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E/O AL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA IN FAVORE DI PERSONA ANZIANA NON AUTOSUFFICIENTE E PERSONE CON DISABILITA E LORO FAMIGLIE

Dettagli

PERIODO 1 LUGLIO 2015 31 DICEMBRE 2015

PERIODO 1 LUGLIO 2015 31 DICEMBRE 2015 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI VOUCHER PER L ACQUISTO DI PRESTAZIONI SOCIO ASSISTENZIALI DI POTENZIAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE, A FAVORE DI PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI Richiamati: PERIODO

Dettagli

17 MARZO 2014/ 15 APRILE 2014 CRITERI PER L EROGAZIONE DI BUONI SOCIALI A FAVORE DI PERSONE CON DISABILITA GRAVE E PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI

17 MARZO 2014/ 15 APRILE 2014 CRITERI PER L EROGAZIONE DI BUONI SOCIALI A FAVORE DI PERSONE CON DISABILITA GRAVE E PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI 17 MARZO 2014/ 15 APRILE 2014 CRITERI PER L EROGAZIONE DI BUONI SOCIALI A FAVORE DI PERSONE CON DISABILITA GRAVE E PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ART. 1 OGGETTO e FINALITA Il presente documento disciplina

Dettagli

CONSORZIO PER L INTEGRAZIONE E L INCLUSIONE SOCIALE DELL AMBITO TERRITORIALE SOCIALE DI MAGLIE <<<<>>>>

CONSORZIO PER L INTEGRAZIONE E L INCLUSIONE SOCIALE DELL AMBITO TERRITORIALE SOCIALE DI MAGLIE <<<<>>>> Comune Comune di Comune di Comune di Comune di Comune di Comune di Comune di Comune di Comune di Comune di Comune di Maglie Bagnolo del Cannole Castrignano Corigliano Cursi Giurdignano Melpignano Muro

Dettagli

BANDO A SPORTELLO (DAL 16.03.2015 AL 30.10.2015 O FINO AD ESAURIMENTO FONDI)

BANDO A SPORTELLO (DAL 16.03.2015 AL 30.10.2015 O FINO AD ESAURIMENTO FONDI) INTERVENTI PREVISTI DALLA DGR 2883 DEL 12/12/2014 PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE IN MATERIA DI GRAVI DISABILITA E NON AUTOSUFFICIENZA DI CUI AL FONDO NAZIONALE PER LE NON AUTOSUFFICIENZE ANNO 2014. ULTERIORI

Dettagli

Comune di Montefiascone Provincia di Viterbo

Comune di Montefiascone Provincia di Viterbo Comune di Montefiascone Provincia di Viterbo ENTE CAPOFILA del DISTRETTO SOCIO-SANITARIO VT/1 [Comuni di Acquapendente, Bagnoregio, Bolsena, Capodimonte, Castiglione in Teverina, Civitella d Agliano, Farnese,

Dettagli

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE 1 ALLEGATO C Comune di ASUR AREA VASTA Unità Multidisciplinare per l età DICHIARAZIONE DI IMPEGNO PER L ASSISTENZA DOMICILIARE INDIRETTA AL DISABILE IN SITUAZIONE DI PARTICOLARE GRAVITA Io sottoscritto

Dettagli

BUONO VOUCHER SOCIO-ASSISTENZIALE

BUONO VOUCHER SOCIO-ASSISTENZIALE UFFICIO DI PIANO AMBITO TERRITORIALE DISTRETTO 7 Ente Capofila: Comune di Rozzano AL COMUNE DI. SERVIZIO SOCIALE DOMANDA DI ASSEGNAZIONE BUONO VOUCHER SOCIO-ASSISTENZIALE RICHIEDENTE (beneficiario o parente)

Dettagli

BANDO PER L EROGAZIONE DI VOUCHER RIVOLTI A FAMIGLIE CON FIGLI 0 36 MESI CHE FREQUENTANO SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA.

BANDO PER L EROGAZIONE DI VOUCHER RIVOLTI A FAMIGLIE CON FIGLI 0 36 MESI CHE FREQUENTANO SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA. BANDO PER L EROGAZIONE DI VOUCHER RIVOLTI A FAMIGLIE CON FIGLI 0 36 MESI CHE FREQUENTANO SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA. Premessa Sul territorio del Distretto n.5 Sebino sono più di 180 i bambini che frequentano

Dettagli

c. valore dell ISEE del nucleo familiare superiore ad 30.000 - quota di compartecipazione: /h 18,89;

c. valore dell ISEE del nucleo familiare superiore ad 30.000 - quota di compartecipazione: /h 18,89; ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DELL AMBITO TERRITORIALE SOCIALE MAGLIE AVVISO PUBBLICO PER L AMMISSIONE AL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (SAD) INTEGRAZIONE GRADUATORIA Con deliberazione del Coordinamento

Dettagli

Modulo per la richiesta di contributo economico ex DGR 740/2013 Misura B2

Modulo per la richiesta di contributo economico ex DGR 740/2013 Misura B2 Modulo per la richiesta di contributo economico ex DGR 740/2013 Misura B2 Buono / Voucher per il mantenimento in famiglia di persone non autosufficienti IL RICHIEDENTE Sig./a sesso M F Cod. Fiscale nato/a

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER INTERVENTI DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

AVVISO PUBBLICO PER INTERVENTI DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI AVVISO PUBBLICO PER INTERVENTI DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI IL CAPO DELL AREA AMMINISTRATIVA DEL COMUNE DI MUSSOMELI CAPOFILA DEL DISTRETTO SOCIO SANITARIO In attuazione del Piano di Azione e Coesione

Dettagli

PRIORITA AI FINI DELL ASSEGNAZIONE

PRIORITA AI FINI DELL ASSEGNAZIONE AVVISO PUBBLICO Premesso che - La delibera della Giunta Comunale n. 32. del 09/10/2013 prevede l istituzione di un fondo per il prestito d onore sociale, anche al fine di contrastare fenomeni di usura,

Dettagli

CONTRIBUTO PER IL CONCORSO ALLE SPESE DEL PERSONALE DEDICATO ALL ASSISTENZA FAMILIARE

CONTRIBUTO PER IL CONCORSO ALLE SPESE DEL PERSONALE DEDICATO ALL ASSISTENZA FAMILIARE Si informano i cittadini che sono stati approvati i criteri per l assegnazione del CONTRIBUTO PER IL CONCORSO ALLE SPESE DEL PERSONALE DEDICATO ALL ASSISTENZA FAMILIARE Requisiti per l accesso: 1. anziani

Dettagli

ALLEGATO A - DOMANDA DI ASSEGNAZIONE BUONO SOCIALE CAREGIVER FAMILIARE FAMILIARI CHE ASSISTONO

ALLEGATO A - DOMANDA DI ASSEGNAZIONE BUONO SOCIALE CAREGIVER FAMILIARE FAMILIARI CHE ASSISTONO ALLEGATO A - DOMANDA DI ASSEGNAZIONE BUONO SOCIALE CAREGIVER FAMILIARE FAMILIARI CHE ASSISTONO 1 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA In relazione a quanto disposto dall art. 47 D.P.R. n 445

Dettagli

NUOVI CRITERI PER L EROGAZIONE DELL ASSEGNO DI CURA SOCIO-ASSISTENZIALE RIVOLTO AD ANZIANI E DISABILI

NUOVI CRITERI PER L EROGAZIONE DELL ASSEGNO DI CURA SOCIO-ASSISTENZIALE RIVOLTO AD ANZIANI E DISABILI Allegato alla Delibera N. 9 del 27/05/2011 NUOVI CRITERI PER L EROGAZIONE DELL ASSEGNO DI CURA SOCIO-ASSISTENZIALE RIVOLTO AD ANZIANI E DISABILI CAPO I - CRITERI OMOGENEI DI ACCESSO ALL INTERVENTO Art.

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANCHE INTEGRATA

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANCHE INTEGRATA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANCHE INTEGRATA ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina gli interventi relativi al Servizio di Assistenza

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE SOCIALE DI GALLIPOLI

AMBITO TERRITORIALE SOCIALE DI GALLIPOLI AMBITO TERRITORIALE SOCIALE DI GALLIPOLI COMUNI DI: GALLIPOLI ALEZIO ALLISTE MELISSANO RACALE - SANNICOLA TAVIANO - TUGLIE AVVISO PUBBLICO PER L AMMISSIONE AL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

Dettagli

PERIODO 1 LUGLIO 2015 31 DICEMBRE 2015

PERIODO 1 LUGLIO 2015 31 DICEMBRE 2015 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI VOUCHER PER L ACQUISTO DI PRESTAZIONI SOCIO ASSISTENZIALI DI POTENZIAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE, A FAVORE DI PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI Richiamati: PERIODO

Dettagli

COMUNE DI NISCEMI Provincia di Caltanissetta Ripartizione Servizi Sociali tel/fax 0933/881310

COMUNE DI NISCEMI Provincia di Caltanissetta Ripartizione Servizi Sociali tel/fax 0933/881310 COMUNE DI NISCEMI Provincia di Caltanissetta Ripartizione Servizi Sociali tel/fax 933/883 SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE SOCIO-ASSISTENZIALE (ADA) IN FAVORE DI ANZIANI ULTR65ENNI NON AUTOSUFFICIENTI

Dettagli

DOMANDA PER LA RICHIESTA DELL'INTERVENTO A FAVORE DI ANZIANI IN CONDIZIONI DI NON AUTOSUFFICIENZA CHE HANNO COMPIUTO SETTANTACINQUE ANNI

DOMANDA PER LA RICHIESTA DELL'INTERVENTO A FAVORE DI ANZIANI IN CONDIZIONI DI NON AUTOSUFFICIENZA CHE HANNO COMPIUTO SETTANTACINQUE ANNI MODELLO 1 DOMANDA PER LA RICHIESTA DELL'INTERVENTO A FAVORE DI ANZIANI IN CONDIZIONI DI NON AUTOSUFFICIENZA CHE HANNO COMPIUTO SETTANTACINQUE ANNI Dichiarazione sostitutiva di certificazione resa ai sensi

Dettagli

- il Piano di Zona 2012-2014 dell Ambito Distrettuale n. 4 Valle Trompia;

- il Piano di Zona 2012-2014 dell Ambito Distrettuale n. 4 Valle Trompia; ALLEGATO A BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI VOUCHER FINALIZZATI A SOSTENERE LE FAMIGLIE NELLA FRUIZIONE DI SERVIZI ESTIVI A FAVORE DI MINORI DI ETA COMPRESA TRA GLI 0 E I 13 ANNI; PERIODO GIUGNO LUGLIO 2014

Dettagli

MODULO RICHIESTA BUONO MENSILE. Richiesta di buono mensile per le seguenti patologie:

MODULO RICHIESTA BUONO MENSILE. Richiesta di buono mensile per le seguenti patologie: MODULO RICHIESTA BUONO MENSILE (ai sensi delle DGR 740 del 27/09/201 e della Circolare Regionale n. 1 del 15.01.2014) Spett.le ASL di Brescia D.G.D. n. Richiesta di buono mensile per le seguenti patologie:

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DEL BUONO SOCIALE MIRATO AL SOSTEGNO DEL LAVORO DI CURA PRESTATO DA ASSISTENTI FAMILIARI

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DEL BUONO SOCIALE MIRATO AL SOSTEGNO DEL LAVORO DI CURA PRESTATO DA ASSISTENTI FAMILIARI UFFICIO DI PIANO Piano di Zona per i Servizi Sociali Distretti di Casalpusterlengo Lodi Sant Angelo Lodigiano Tel.: 0371 409332 Fax: 0371 409453 E-mail:ufficiodipiano@comune.lodi.it DOMANDA DI ASSEGNAZIONE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO N. 5/2009 PER L AMMISSIONE AL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA (ADI) PER ANZIANI/DISABILI NON AUTOSUFFICIENTI

AVVISO PUBBLICO N. 5/2009 PER L AMMISSIONE AL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA (ADI) PER ANZIANI/DISABILI NON AUTOSUFFICIENTI Città di Casarano Provincia di Lecce Ufficio del Piano di Zona n. 4 Casarano Collepasso Matino Parabita Ruffano Supersano Taurisano Tel. 0833 502428 Fax 0833 514243 e-mail ufficiodipiano@confinesociale.it

Dettagli

INTERVENTI A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITA GRAVE E PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI

INTERVENTI A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITA GRAVE E PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI Ufficio Centrale Piano di Zona Distretto Socio-Sanitario di Corteolona Ente Capofila Città di Belgioioso Provincia di Pavia Comuni di: Albuzzano, Badia Pavese, Belgioioso, Chignolo Po, Copiano, Corteolona,

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER INTERVENTI DI ASSISTENZA DOMICILIARE IN FAVORE DI ANZIANI E DIVERSAMENTE ABILI

AVVISO PUBBLICO PER INTERVENTI DI ASSISTENZA DOMICILIARE IN FAVORE DI ANZIANI E DIVERSAMENTE ABILI AVVISO PUBBLICO PER INTERVENTI DI ASSISTENZA DOMICILIARE IN FAVORE DI ANZIANI E DIVERSAMENTE ABILI In attuazione del Piano Sociale di Zona 2014-2016; IL DIRETTORE DEL CONSORZIO Del Decreto di approvazione

Dettagli

AVVISO di RIAPERTURA DEI TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

AVVISO di RIAPERTURA DEI TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE AVVISO di RIAPERTURA DEI TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE BANDO PUBBLICO BUONO SOCIALE PER FAMIGLIE CON FIGLI 0-13 ANNI PER L ACCESSO AI SERVIZI INTEGRATIVI Fondo Intesa Famiglia Azione 2 Giugno

Dettagli

COMUNE DI GENZANO DI ROMA (Provincia di Roma) Via Italo Belardi, 81-00045 Tel. 06/ 93711 Fax. 06/ 9364816 www.comune.genzanodiroma.roma.

COMUNE DI GENZANO DI ROMA (Provincia di Roma) Via Italo Belardi, 81-00045 Tel. 06/ 93711 Fax. 06/ 9364816 www.comune.genzanodiroma.roma. COMUNE DI GENZANO DI ROMA (Provincia di Roma) Via Italo Belardi, 81-00045 Tel. 06/ 93711 Fax. 06/ 9364816 www.comune.genzanodiroma.roma.it REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI,

Dettagli

MODULO PER LA RICHIESTA DI BUONO SOCIALE 2010 A FAVORE DI PERSONE DISABILI

MODULO PER LA RICHIESTA DI BUONO SOCIALE 2010 A FAVORE DI PERSONE DISABILI Ufficio di Coordinamento del Piano di Zona Distretto socio-sanitario di Como MODULO PER LA RICHIESTA DI BUONO SOCIALE 2010 A FAVORE DI PERSONE DISABILI AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI (tramite l Ufficio

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BARI AVVISO PUBBLICO

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BARI AVVISO PUBBLICO ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BARI Visto: AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DELLE AVVOCATE E DEGLI AVVOCATI CHE USUFRUISCONO DI STRUMENTI DI FLESSIBILITA E RICHIEDONO L ACCESSO AL FONDO PER IL SOSTEGNO ALLA

Dettagli

MISURE A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITA GRAVE E PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI

MISURE A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITA GRAVE E PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI MISURE A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITA GRAVE E PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI In attuazione della deliberazione di Giunta Regionale di Regione Lombardia n.2883/2014 azione B2, i comuni dell Abbiatense

Dettagli

COMUNE DI PULA Provincia di Cagliari

COMUNE DI PULA Provincia di Cagliari COMUNE DI PULA Provincia di Cagliari BANDO DI SELEZIONE CRITERI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AMMISSIONE AL PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI CONTRASTO DELLE POVERTA ANNUALITA 2013.

Dettagli

Ambito di Seriate. Regolamento per l erogazione del Buono Anziani per cittadini residenti nei Comuni dell Ambito di Seriate

Ambito di Seriate. Regolamento per l erogazione del Buono Anziani per cittadini residenti nei Comuni dell Ambito di Seriate Ambito di Seriate Seriate, Albano S.Alessandro, Bagnatica, Brusaporto, Cavernago, Costa di Mezzate, Grassobbio, Montello, Pedrengo, Scanzorosciate, Torre de Roveri Regolamento per l erogazione del Buono

Dettagli

COMUNE DI GIARDINELLO Provincia di Palermo

COMUNE DI GIARDINELLO Provincia di Palermo COMUNE DI GIARDINELLO Provincia di Palermo REPERTORIO GENERALE N.72 DEL 27/01/2014 DETERMINAZIONE N.48 DEL 27/01/2014 Oggetto: Approvazione avviso per la concessione del Bonus Socio Sanitario a nuclei

Dettagli

REGIONE UMBRIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE. 02/03/2005 n. 376. LA GIUNTA REGIONALE

REGIONE UMBRIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE. 02/03/2005 n. 376. LA GIUNTA REGIONALE REGIONE UMBRIA OGGETTO: ATTUAZIONE DELL'ART.3 L.24/2004 'ASSEGNO DI CURA PER L'ASSISTENZA A DOMICILIO DI ANZIANI GRAVEMENTE NON AUTOSUFFICIENTI. APPROVAZIONE REQUISITI DI ACCESSO, MODALITA' DI EROGAZIONE

Dettagli

Alla data di scadenza del presente bando (30/05/2014), la persona anziana assistita deve: a) aver compiuto i 65 anni di età;

Alla data di scadenza del presente bando (30/05/2014), la persona anziana assistita deve: a) aver compiuto i 65 anni di età; AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA DEI DESTINATARI DELL ASSEGNO DI CURA PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI. ANNUALITA 2014/2015 - Deliberazione della Giunta Regionale

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI TITOLI SOCIALI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI TITOLI SOCIALI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI TITOLI SOCIALI Art. 1 Oggetto del regolamento Il presente regolamento disciplina, all interno di un sistema integrato di interventi e servizi sociali di competenza dei comuni

Dettagli

DOMANDA DI ACCESSO ALL ASSEGNO DI CURA PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ANNO 2009 (Delibera di Giunta Regionale n. 985 del 15 giugno 2009)

DOMANDA DI ACCESSO ALL ASSEGNO DI CURA PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ANNO 2009 (Delibera di Giunta Regionale n. 985 del 15 giugno 2009) Timbro di arrivo al protocollo dell Ente Allegato 1 All Ente capofila dell ATS n.17 Comunità Montana V. Mazzini n. 29 62027 San Severino M. (MC) DOMANDA DI ACCESSO ALL ASSEGNO DI CURA PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI

Dettagli

AVVISO PUBBLICO. D.A. n.2753/2015 INTERVENTO FINALIZZATO ALLA PERMANENZA O RITORNO IN FAMIGLIA DI PERSONE ANZIANE NON AUTOSUFFICIENTI

AVVISO PUBBLICO. D.A. n.2753/2015 INTERVENTO FINALIZZATO ALLA PERMANENZA O RITORNO IN FAMIGLIA DI PERSONE ANZIANE NON AUTOSUFFICIENTI COMUNE DI CASTELTERMINI Provincia di Agrigento -------------------- AREA P.O. N.2 SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI AVVISO PUBBLICO D.A. n.2753/2015 INTERVENTO FINALIZZATO ALLA PERMANENZA O RITORNO IN FAMIGLIA

Dettagli

BANDO REGIONALE PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI ACCESSO ALL ASSEGNO DI CURA DESTINATO AI RELIGIOSI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI

BANDO REGIONALE PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI ACCESSO ALL ASSEGNO DI CURA DESTINATO AI RELIGIOSI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI Sistema Integrato di Interventi e Servizi Sociali Comuni di: Auditore, Belforte all Isauro, Carpegna, Frontino, Lunano, Macerata Feltria, Mercatino Conca, Montecerignone, Montecopiolo, Monte Grimano T.,

Dettagli

Ambito di Seriate. Regolamento per l erogazione del Buono Disabili per cittadini residenti nei Comuni dell Ambito di Seriate

Ambito di Seriate. Regolamento per l erogazione del Buono Disabili per cittadini residenti nei Comuni dell Ambito di Seriate Ambito di Seriate Seriate, Albano S.Alessandro, Bagnatica, Brusaporto, Cavernago, Costa di Mezzate, Grassobbio, Montello, Pedrengo, Scanzorosciate, Torre de Roveri Regolamento per l erogazione del Buono

Dettagli

ISTANZA PER USUFRUIRE DEI BENEFICI PER ASSISTENZA AI FAMILIARI IN SITUAZIONE DI GRAVITà

ISTANZA PER USUFRUIRE DEI BENEFICI PER ASSISTENZA AI FAMILIARI IN SITUAZIONE DI GRAVITà ISTANZA PER USUFRUIRE DEI BENEFICI PER ASSISTENZA AI FAMILIARI IN SITUAZIONE DI GRAVITà Bologna Il/la sottoscritto/a (nome e cognome) Codice fiscale telefono indirizzo mail in servizio presso questa Istituzione

Dettagli

Servizi Sociali II Ambito Politiche di affiancamento e di supporto alle famiglie

Servizi Sociali II Ambito Politiche di affiancamento e di supporto alle famiglie Allegato A Città di Alghero Provincia di Sassari Servizi Sociali II Ambito Politiche di affiancamento e di supporto alle famiglie DOMANDA PER LA CONCESSIONE DEL CONTRIBUTO INTEGRATIVO PER IL PAGAMENTO

Dettagli

ACCORDO CON REGIONE LOMBARDIA DEL 26 SETT. A FAVORE DELLE PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI GRAVI E GRAVISSIME

ACCORDO CON REGIONE LOMBARDIA DEL 26 SETT. A FAVORE DELLE PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI GRAVI E GRAVISSIME ACCORDO CON REGIONE LOMBARDIA DEL 26 SETT. A FAVORE DELLE PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI GRAVI E GRAVISSIME IL TESTO DELL ACCORDO Giudizio poli;co Innanzitutto va detto che il metodo di coinvolgimento delle

Dettagli

MODALITA SPERIMENTALI PER L ACCESSO E L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE MEDIANTE VOUCHER SOCIALE

MODALITA SPERIMENTALI PER L ACCESSO E L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE MEDIANTE VOUCHER SOCIALE Piano di zona dei Comuni dell Abbiatense per il sistema integrato di interventi e servizi sociali Legge 328/2000 MODALITA SPERIMENTALI PER L ACCESSO E L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE

Dettagli

DOMANDA DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DI FORNITURA PASTI A DOMICILIO

DOMANDA DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DI FORNITURA PASTI A DOMICILIO AL 6 SETTORE DEL COMUNE DI ALBIGNASEGO (PD) Via Milano, 7 35020 Albignasego (PD) DOMANDA DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DI FORNITURA PASTI A DOMICILIO Il/La sottoscritto/a nato/a il / / a residente ad Albignasego

Dettagli

COMUNE DI FOSSO Provincia di Venezia REGOLAMENTO SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE

COMUNE DI FOSSO Provincia di Venezia REGOLAMENTO SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE COMUNE DI FOSSO Provincia di Venezia REGOLAMENTO SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. DEL ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1. Il presente regolamento disciplina il servizio

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER INTERVENTI DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA INDIRETTA, RIVOLTI A PERSONE AFFETTE DA MALATTIA DI ALZHEIMER

AVVISO PUBBLICO PER INTERVENTI DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA INDIRETTA, RIVOLTI A PERSONE AFFETTE DA MALATTIA DI ALZHEIMER COMUNE DI CIVITAVECCHIA CAPOFILA DISTRETTO RMF1 COMUNE DI CERVETERI CAPOFILA DISTRETTO RMF2 COMUNE DI BRACCIANO CAPOFILA DISTRETTO RMF3 COMUNE DI FORMELLO CAPOFILA DISTRETTO RMF4 AVVISO PUBBLICO PER INTERVENTI

Dettagli

COMUNE DI SENIGALLIA AVVISO PUBBLICO ASSEGNO DI CURA PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ANNUALITA 2015-2016

COMUNE DI SENIGALLIA AVVISO PUBBLICO ASSEGNO DI CURA PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ANNUALITA 2015-2016 COMUNE DI SENIGALLIA AVVISO PUBBLICO ASSEGNO DI CURA PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ANNUALITA 2015-2016 Ai sensi della deliberazione della Giunta Regionale n. 328 del 20.04.2015 sono destinatari dell

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PREVISTI DAL REGOLAMENTO DEL FONDO DI SOLIDARIETA CONTRO LA CRISI ANNO 2010

BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PREVISTI DAL REGOLAMENTO DEL FONDO DI SOLIDARIETA CONTRO LA CRISI ANNO 2010 BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PREVISTI DAL REGOLAMENTO DEL FONDO DI SOLIDARIETA CONTRO LA CRISI ANNO 2010 Il presente bando di concorso - approvato con determinazione del sottoscritto

Dettagli

Valle Imagna Villa d Almè Azienda Territoriale per i Servizi alla Persona

Valle Imagna Villa d Almè Azienda Territoriale per i Servizi alla Persona Valle Imagna Villa d Almè Azienda Territoriale per i Servizi alla Persona Per conformità alla norma UNI EN ISO 9001:2008 Body accredited by ACCREDIA Azienda Speciale Consortile Cert.n. 6359 BANDO PER L

Dettagli

ALLEGATO A RICHIESTA ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI E SOCIOSANITARI EROGATI DALLA SDS

ALLEGATO A RICHIESTA ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI E SOCIOSANITARI EROGATI DALLA SDS ALLEGATO A RICHIESTA ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI E SOCIOSANITARI EROGATI DALLA SDS Protocollo: n Data Alla Via Togliatti, 29/45 50032 Borgo San Lorenzo Dichiarazione Sostitutiva di Certificazione (Art.

Dettagli

INFORMATIVA AI CITTADINI

INFORMATIVA AI CITTADINI INFORMATIVA AI CITTADINI per le persone fragili Regione Lombardia ha definito modalità e strumenti di intervento, in particolare a favore di: - persone in condizione di dipendenza vitale - persone portatrici

Dettagli

CITTÀ DI POTENZA Unità di Direzione Servizi Sociali - Via P. Lacava, n. 2-85100 Potenza

CITTÀ DI POTENZA Unità di Direzione Servizi Sociali - Via P. Lacava, n. 2-85100 Potenza CITTÀ DI POTENZA Unità di Direzione Servizi Sociali - Via P. Lacava, n. 2-85100 Potenza AVVISO PUBBLICO IL SINDACO rende noto che, ai sensi e per effetto della Delibera di Giunta Comunale n. d Ord. 63

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE N.28 Comuni San Giorgio a Cremano e San Sebastiano al Vesuvio

AMBITO TERRITORIALE N.28 Comuni San Giorgio a Cremano e San Sebastiano al Vesuvio Allegato alla Determina n. 18 del 20.05.2015 AVVISO PUBBLICO PER L EROGAZIONE DEGLI ASSEGNI DI CURA A VALERE SUL FONDO PER LA NON AUTOSUFFICIENZA ANNO 2013 A FAVORE DI PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI PIANO

Dettagli

PLUS Distretto socio-sanitario di Iglesias ( Comuni di Buggerru, Domusnovas, Fluminimaggiore, Gonnesa, Iglesias, Musei, Villamassargia).

PLUS Distretto socio-sanitario di Iglesias ( Comuni di Buggerru, Domusnovas, Fluminimaggiore, Gonnesa, Iglesias, Musei, Villamassargia). PLUS Distretto socio-sanitario di Iglesias ( Comuni di Buggerru, Domusnovas, Fluminimaggiore, Gonnesa, Iglesias, Musei, Villamassargia). Home Care Premium gestione ex I gestione ex INPDAP- ha promosso

Dettagli

COMUNE DI POSITANO REGOLAMENTO ASSISTENZA DOMICIALIARE AGLI ANZIANI (approvato con delibera di G.C. n. 73 del 19/07/05) Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

COMUNE DI POSITANO REGOLAMENTO ASSISTENZA DOMICIALIARE AGLI ANZIANI (approvato con delibera di G.C. n. 73 del 19/07/05) Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO COMUNE DI POSITANO REGOLAMENTO ASSISTENZA DOMICIALIARE AGLI ANZIANI (approvato con delibera di G.C. n. 73 del 19/07/05) Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento disciplina il servizio di

Dettagli

Consorzio Intercomunale di Servizi C.I. di S.

Consorzio Intercomunale di Servizi C.I. di S. Consorzio Intercomunale di Servizi C.I. di S. REGOLAMENTO MISURE DI SOSTEGNO ALLA DOMICILIARITA DI PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI Approvato con Deliberazione dell Assemblea Consortile n. 13 del 22-12-2014

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Adottato con deliberazione del Consiglio comunale n. 11 del 16 febbraio 2006 INDICE: Art. 1 Finalità del servizio Art. 2 Destinatari del servizio

Dettagli

Progetto VOUCHER FRIENDLY

Progetto VOUCHER FRIENDLY Progetto VOUCHER FRIENDLY AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE E L EROGAZIONE DI VOUCHER DI SERVIZIO PER LA CONCILIAZIONE TRA TEMPI DI VITA E DI LAVORO. 1. OBIETTIVI E FINALITÀ L obiettivo prioritario dell

Dettagli

CONTRIBUTO ECONOMICO A SOSTEGNO DELLA DOMICILIARITÀ IN LUNGOASSISTENZA

CONTRIBUTO ECONOMICO A SOSTEGNO DELLA DOMICILIARITÀ IN LUNGOASSISTENZA ALLEGATO A) ISTITUZIONE DEL CONTRIBUTO ECONOMICO A SOSTEGNO DELLA DOMICILIARITÀ IN LUNGOASSISTENZA A FAVORE DI PERSONE CON DISABILITÀ NON AUTOSUFFICIENTI DI ETA INFERIORE A 65 ANNI. La Regione Piemonte

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO PRESTITO D ONORE

REGOLAMENTO SERVIZIO PRESTITO D ONORE REGOLAMENTO SERVIZIO PRESTITO D ONORE Premesso che : La delibera del Consiglio Comunale n. 9 del 19/02/2014 prevede l istituzione di un fondo per il PRESTITO D ONORE a favore di cittadini o famiglie residenti

Dettagli

BANDO LINEA D INTERVENTO 3)

BANDO LINEA D INTERVENTO 3) COMUNI DI VALLEDORIA E VIDDALBA Comune di Valledoria C.so Europa 07039 (SS) Tel. 079 582565 Provincia di Sassari Servizio Associato Socio - Culturale Comune di Viddalba Via G.M. Angioy, 5 07030 (SS) Tel.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL BUONO SOCIALE DISABILI

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL BUONO SOCIALE DISABILI SETTEMBRE 2008 AMBITO TERRITORIALE DISTRETTO 5 REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL BUONO SOCIALE DISABILI Relazione tecnica Il presente regolamento è lo strumento realizzato dai Comuni del Distretto 5 per

Dettagli

AVVISO PUBBLICO CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA PARTECIPAZIONE A MASTER NON UNIVERSITARI

AVVISO PUBBLICO CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA PARTECIPAZIONE A MASTER NON UNIVERSITARI REGIONE BASILICATA REPUBBLICA ITALIANA AVVISO PUBBLICO CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA PARTECIPAZIONE A MASTER NON UNIVERSITARI Il presente Avviso Pubblico fa riferimento alle seguenti fonti normative

Dettagli

Città di Vigevano. Settore Politiche Sociali S.I.L. e Servizio Disabilità

Città di Vigevano. Settore Politiche Sociali S.I.L. e Servizio Disabilità Città di Vigevano Settore Politiche Sociali S.I.L. e Servizio Disabilità Prot. AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA DI SOGGETTI ATTI A SVOLGERE LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO CON

Dettagli

MISURA B1 - PERSONE CON DISABILITA GRAVISSIMA

MISURA B1 - PERSONE CON DISABILITA GRAVISSIMA Piano operativo per l attuazione degli interventi in materia di gravi e gravissime disabilità o anziani non autosufficienti previsti dalla DGR n. 740/2013 Regione Lombardia con DGR n. 740 del 27/09/2013

Dettagli

ASL MI 1 DISTRETTO n. 3 CORSICO

ASL MI 1 DISTRETTO n. 3 CORSICO ASL MI 1 DISTRETTO n. 3 CORSICO Bando per l assegnazione del FONDO PER LA NON AUTOSUFFICIENZA 2015 a persone con disabilità grave e gravissima residenti nei comuni di Assago, Buccinasco, Cesano Boscone,

Dettagli

DISCIPLINARE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE SOCIO ASSISTENZIALE IN FAVORE DI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI NON IN ADI/CDI

DISCIPLINARE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE SOCIO ASSISTENZIALE IN FAVORE DI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI NON IN ADI/CDI PIANO SOCIALE DI ZONA ARACNE - AMBITO B3 DISCIPLINARE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE SOCIO ASSISTENZIALE IN FAVORE DI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI NON IN ADI/CDI (a valere sulle

Dettagli

LINEA D INTERVENTO 1 SOSTEGNO ECONOMICO E PROGETTI PERSONALIZZATI DI AIUTO

LINEA D INTERVENTO 1 SOSTEGNO ECONOMICO E PROGETTI PERSONALIZZATI DI AIUTO COMUNE DI ZEDDIANI Provincia di Oristano Via Roma, 103 - CAP 09070 AVVISO PUBBLICO LINEA D INTERVENTO 1 SOSTEGNO ECONOMICO E PROGETTI PERSONALIZZATI DI AIUTO IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO VISTE: la deliberazione

Dettagli

CONSORZIO SERVIZI SOCIALI DELL OLGIATESE

CONSORZIO SERVIZI SOCIALI DELL OLGIATESE CRITERI E MODALITÀ DI ASSEGNAZIONE DEI VOUCHER A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITA' GRAVE E PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI (D.G.R. N. 2883 DEL 12.12.2014) 1 Definizione del Voucher Il Voucher a favore

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Comune di Nuoro Ente Capofila REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ART 1 Oggetto del regolamento. Il presente regolamento disciplina, nell ambito dei principi dell ordinamento e nel rispetto

Dettagli

COMUNE DI CERMENATE (CO) anno 2014

COMUNE DI CERMENATE (CO) anno 2014 COMUNE DI CERMENATE (CO) anno 2014 BANDO PUBBLICO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI A PERSONE E FAMIGLIE IN PERIODI DI FORTE DISAGIO LAVORATIVO Il Comune di Cermenate, nell'ambito dei programmi

Dettagli

COMUNE DI PACECO PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI REGOLAMENTO COMUNALE ASSISTENZA DOMICILIARE

COMUNE DI PACECO PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI REGOLAMENTO COMUNALE ASSISTENZA DOMICILIARE COMUNE DI PACECO PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI REGOLAMENTO COMUNALE ASSISTENZA DOMICILIARE Approvato con delibera n. 16 adottata dal Commissario Straordinario nella seduta del 13.09.2007 Articolo 1 -

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELL ASSEGNO DI ASSISTENZA PER ANZIANI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELL ASSEGNO DI ASSISTENZA PER ANZIANI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELL ASSEGNO DI ASSISTENZA PER ANZIANI Art. 1 - FINALITA In accordo con gli indirizzi nazionali fissati dal Piano nazionale degli interventi e dei servizi sociali 2001-2003

Dettagli

Il... residente in... Via... n... C.F... tel...

Il... residente in... Via... n... C.F... tel... AUegatoAl DOMANDA PER LA RICIDESTA DELL'INTERVENTO A FAVORE DI ANZIANI IN CONDIZIONE DI NON AUTOSUFFICIENZA CHE HANNO COMPIUTO SETTANTACINQUE ANNI Dichiarazione sostitutiva di certificazione resa ai sensi

Dettagli

BANDO PUBBLICO VOUCHER SOCIALE PER L ACCESSO AI SERVIZI DI CONCILIAZIONE. Periodo Gennaio 2015 Giugno 2015

BANDO PUBBLICO VOUCHER SOCIALE PER L ACCESSO AI SERVIZI DI CONCILIAZIONE. Periodo Gennaio 2015 Giugno 2015 Area Distretto e Ufficio di Piano A S L L e c c o Premesso che: BANDO PUBBLICO VOUCHER SOCIALE PER L ACCESSO AI SERVIZI DI CONCILIAZIONE Periodo Gennaio 2015 Giugno 2015 La D.g.r. n. 1081 del 12/12/2013

Dettagli

CITTA DI QUARRATA. Premessa

CITTA DI QUARRATA. Premessa Bando per l'erogazione di contributi a sostegno di progetti individuali per persone fisiche volti allo sviluppo di attività lavorativa Anno 2013 Premessa Il Comune di Quarrata assume la presente iniziativa

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE PER DISABILI GRAVI E GRAVISSIMI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE PER DISABILI GRAVI E GRAVISSIMI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE PER DISABILI GRAVI E GRAVISSIMI ART. 1 DEFINIZIONE DEI SERVIZI OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento disciplina il Servizio di

Dettagli

REGOLAMENTO DETERMINANTE I CRITERI PER ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER INTEGRAZIONE RETTA NELLE CASE PROTETTE PUBBLICHE E/O PRIVATE CONVENZIONATE

REGOLAMENTO DETERMINANTE I CRITERI PER ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER INTEGRAZIONE RETTA NELLE CASE PROTETTE PUBBLICHE E/O PRIVATE CONVENZIONATE REGOLAMENTO DETERMINANTE I CRITERI PER ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER INTEGRAZIONE RETTA NELLE CASE PROTETTE PUBBLICHE E/O PRIVATE CONVENZIONATE Approvato con deliberazione C.C. 180/04.09.2002 Pagina 1

Dettagli

Compilare in stampatello DOMANDA DI AMMISSIONE ALL ASILO NIDO

Compilare in stampatello DOMANDA DI AMMISSIONE ALL ASILO NIDO Compilare in stampatello Al Comune di Mira DOMANDA DI AMMISSIONE ALL ASILO NIDO Il/la sottoscritto/a nato/a a il residente a via n tel. abitazione cellulare indirizzo e-mail in qualità di : padre madre

Dettagli

CITTÀ DI BISIGNANO MEDIA VALLE DEL CRATI AVVISO PUBBLICO PER I SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE

CITTÀ DI BISIGNANO MEDIA VALLE DEL CRATI AVVISO PUBBLICO PER I SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE CITTÀ DI BISIGNANO (PROVINCIA DI COSENZA) Cap. 87043 Tel. (0984) 951071 Fax (0984) 951178 C.F. e P.I. 00275260784 PEC: comune.bisignano.servsociali.istruzione@pec.it DISTRETTO SOCIO-ASSISTENZIALE MEDIA

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DI DALMINE PER L ATTUAZIONE DEL PIANO DI ZONA DEL SISTEMA INTEGRATO DI INTERVENTI E SERVIZI SOCIALI

AMBITO TERRITORIALE DI DALMINE PER L ATTUAZIONE DEL PIANO DI ZONA DEL SISTEMA INTEGRATO DI INTERVENTI E SERVIZI SOCIALI All ente erogatore dell assistenza educativa del CRE di DOMANDA DI ASSISTENTE EDUCATORE PER LA FREQUENZA CENTRO RICREATIVO ESTIVO (in attuazione della Decreto Regionale n.1961 del 6 marzo 2013) (modulo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI E PRESTAZIONI IN CAMPO SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI E PRESTAZIONI IN CAMPO SOCIALE COMUNE DI PATU Provincia di Lecce - Regolamento Comunale REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI E PRESTAZIONI IN CAMPO SOCIALE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 2 del 12/03/2014

Dettagli

Il sottoscritto/a nato a il residente a nell interesse del/della predetto/a Sig./ra nato a il residente in Via/Piazza

Il sottoscritto/a nato a il residente a nell interesse del/della predetto/a Sig./ra nato a il residente in Via/Piazza MODULO DI RICHIESTA EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO ECONOMICO A SOSTEGNO DELLA DOMICILIARITA PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI (D.G.R. n. 39-11190 del 6 aprile 2009) Il sottoscritto/a nato a il residente a nell

Dettagli

RIAPERTURA TERMINI TIPOLOGIA B)

RIAPERTURA TERMINI TIPOLOGIA B) Comune di Morcone prot. n. 4139/13 del 09.04.2013 RIAPERTURA TERMINI TIPOLOGIA B) AVVISO PUBBLICO DELL AMBITO TERRITORIALE B4 PER L ATTRIBUZIONE DI VOUCHER SOCIALI A FINALITA MULTIPLA (Regolamento approvato

Dettagli

Regolamento di Attuazione del Voucher CONCILIANDO

Regolamento di Attuazione del Voucher CONCILIANDO Unione Europea Fondo Sociale Europeo Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ASSESSORATO DELL IGIENE, SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE Direzione Generale delle Politiche Sociali Servizio Attuazione

Dettagli

SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE DEL COMUNE DI BIBBIANO

SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE DEL COMUNE DI BIBBIANO CARTA DEI SERVIZI: SCHEDA INFORMATIVA DEL SERVIZIO SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE DEL COMUNE DI BIBBIANO Pagina 1 di 10 Rev.0- maggio 2014 Il servizio di assistenza domiciliare del Comune di BIBBIANO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DELL ASSEGNO DI CURA SOCIO-ASSISTENZIALE RIVOLTO AD ANZIANI E DISABILI

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DELL ASSEGNO DI CURA SOCIO-ASSISTENZIALE RIVOLTO AD ANZIANI E DISABILI Distretto Sociale Sud-Est Milano Carpiano Cerro al Lambro Colturano Dresano Melegnano San Donato Milanese San Giuliano Milanese San Zenone al Lambro Vizzolo Predabissi REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DELL

Dettagli

Il Responsabile del Settore Politiche Sociali ed Educative del Comune di Urbino (quale ente capofila dell ATS IV)

Il Responsabile del Settore Politiche Sociali ed Educative del Comune di Urbino (quale ente capofila dell ATS IV) AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI ACCESSO ALL ASSEGNO DI CURA PER PERSONE ANZIANE NON-AUTOSUFFICIENTI ASSISTITE IN FAMIGLIA (Delibera Giunta Regionale n. 6 del 09.01.2012) ANNO 2015

Dettagli

L.R. 23.11.2012, N. 57 INTERVENTI REGIONALI PER LA VITA INDIPENDENTE LINEE GUIDA

L.R. 23.11.2012, N. 57 INTERVENTI REGIONALI PER LA VITA INDIPENDENTE LINEE GUIDA REGIONE ABRUZZO L.R. 23.11.2012, N. 57 INTERVENTI REGIONALI PER LA VITA INDIPENDENTE LINEE GUIDA Art. 1 - Obiettivi e finalità 1. Per "vita indipendente", nell'ambito delle presenti linee-guida, si intende

Dettagli