TAVOLO SOCIALE DI ZONA 5 SOTTOGRUPPO DISABILI E FAMIGLIE Progetto Matrioska : depliant dei servizi dedicati a minori disabili e famiglie

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TAVOLO SOCIALE DI ZONA 5 SOTTOGRUPPO DISABILI E FAMIGLIE Progetto Matrioska : depliant dei servizi dedicati a minori disabili e famiglie"

Transcript

1 TAVOLO SOCIALE DI ZONA 5 SOTTOGRUPPO DISABILI E FAMIGLIE Progetto Matrioska : depliant dei servizi dedicati a minori disabili e famiglie 3. SERVIZI RIABILITATIVI 2. SERVIZI SOCIALI E CONSULTORIALI gestiti dal privato sociale 1. SERVIZI ISTITUZIONALI PROGETTO MATRIOSKA 4. ORIENTAMENTO E FORMAZIONE PROFESSIONALE E 6. SERVIZI RICREATIVI 5. SERVIZI EDUCATIVI Documento aggiornato al 10 Febbraio 2010

2 INDICE 1. SERVIZI ISTITUZIONALI PAG SERVIZI SOCIALI E CONSULTORIALI. PAG SERVIZI RIABILITATIVI PAG ORIENTAMENTO E FORMAZIONE PROFESSIONALE.. PAG SERVIZI EDUCATIVI.. PAG SERVIZI RICREATIVI dedicati anche a minori disabili.. PAG. 20 PREMESSA Il progetto Matrioska, promosso da Comune di Milano Consiglio di Zona 5 e Tavolo Sociale Zona 5, intende avviare una risposta allo specifico bisogno di minori disabili della fascia d età 6-14 anni e delle rispettive famiglie. Il nome del progetto Matrioska deriva da un caratteristico souvenir russo, composto da insieme di bambole che si compone di pezzi di diverse dimensioni realizzati in legno, ognuno dei quali è inseribile in uno di formato più grande. La scelta del suo nome è dunque per sottolineare l importanza che attorno al minore disabile e alla famiglia(rappresentate dalla bambola madre, quella più grande) si crei una rete di servizi(raffigurate dalle otto bambole che compongono la Matrioska) in grado di aiutare e supportare i minori disabili e le rispettive famiglie. FINALITA DEL DEPLIANT Due sono gli obiettivi della realizzazione di tale depliant: La conoscenza dei servizi, presenti nella zona 5 di Milano, rivolti a minori disabili e famiglie; L orientamento per le famiglie, le quali potranno utilizzare tale strumento per conoscere, ricercare e contattare i servizi più rispondenti ai propri bisogni. Le famiglie quindi consultando il libricino potranno trovare nomi di servizi, referenti, contatti telefonici/mail, indirizzi di ogni specifico servizio. Il presente depliant rappresenta un approfondimento dedicato a minori disabili e famiglie, in riferimento alla guida realtà del sociale pubblicata dal Consiglio di Zona 5. 2

3 NDD Zona5 Nucleo Distrettuale Disabili 1. SERVIZI ISTITUZIONALI DIBASE DEDICATI A MINORI CON DISABILITA Pag. 4 Via Barbino Milano Assistente sociale Nadia Capacchione Assistente sociale Marcella Criscenti Tel UONPIA UnitàOperativa di Neuropsichiatria dell Infanzia e Adolescenza Pag. 4 V.Le Tibaldi Milano Dott.ssa Montagna Tel Pag. 4 Via Barbino 8 Dott.ssa Vandoni Tel Milano Centro per la Cura e lo Studio dell'autismo e dei Disturbi Generalizzati dello Sviluppo( ex ctr piccoli). U.O. Neuropsichiatria Infantile dell'ospedale San Paolo Pag. 5 Via Vallarsa, Milano Coordinatrice del Servizio N.P.I. Dott.ssa Monica Saccani Coordinatrice Educativa Tiziana Sordi Tel Fax CTRH CentroTerritoriale Risorse Handicap Pag. 5 Via Tabacchi 15/a presso l Istituto Thouar Gonzaga Milano Professoressa Crocetta Calabrese Tel Fax

4 NDD Zona 5 Nucleo Distrettuale Disabili OBIETTIVI DEL SERVIZIO I Nuclei Distrettuali Disabili sono servizi del territorio che raccolgono le richieste dei cittadini disabili e delle rispettive famiglie, elaborano progetti e attivano interventi a seconda dei bisogni della persona interessata. DESTINATARI Si rivolgono alle persone con invalidità superiore al 45%(certificata dalla ASL), ad esclusione delle patologie psichiatriche con età sino ai 60 anni, e alle rispettive famiglie. LasegreteriadelNucleoDisabilidiZona5èapertadalleore8.30alle12.30edalle13.30alle16.30,dallunedìalvenerdì. Le assistenti sociali ricevono su appuntamento. UONPIA Unità Operativa di Neuropsichiatria dell Infanzia e Adolescenza OBIETTIVI DEL SERVIZIO E DESTINATARI Il Servizio dipende dall Ospedale San Paolo. Si tratta di una struttura operativa interdisciplinare, che si occupa della prevenzione,diagnosi, cura e riabilitazione delle patologie neurologiche e/o psichiatriche dell infanzia e adolescenza ( da 0 a 18 anni ) e di tutti i disordini dello sviluppo del bambino nelle sue varie linee di espressione (psicomotoria, linguistica, cognitiva,intellettiva e relazionale). Le prime visite sono svolte dal Neuropsichiatra Infantile, che si avvale, a seconda delle situazione, del contributo di altre figure professionali ( psicologo, terapisti della riabilitazione). Dopo la fase diagnostica, a seconda delle disponibilità, può essere attuato il percorso terapeutico, durante il quale, se necessario, gli Operatori si interfacciano con gli altri servizi coinvolti sul minore. MODALITA D ACCESSO L accesso è diretto( senza impegnativa) e la richiesta attuata telefonicamente da chi detiene la patria potestà. 4

5 Centro per la Cura e lo Studio dell'autismo e dei Disturbi Generalizzati dello Sviluppo (ex ctr piccoli) Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile dell'ospedale San Paolo DESTINATARI Accoglie minori della fascia d'età da 0 a 18 anni affetti da Autismo e Disturbi generalizzati dello Sviluppo diagnosi clinica e funzionale, riabilitazione, attività terapeutiche, counseling genitoriale, counseling alle scuole e altri servizi coinvolti : Giorni e Orari: dal lunedì al venerdì dalle 8,00 alle 18,00 Accesso gratuito tramite un servizio di tipo sanitario CTRH - Centro Territoriale Risorse per la Disabilità Ambito territoriale: Milano Centro-Sud ZONE OBIETTIVI DEL SERVIZIO Sostenere il processo di integrazione di tutti gli alunni in situazione di disabilità, fornire risposte concrete alle esigenze poste dalla presenza nelle classi di alunni in situazione di handicap grave, favorire la collaborazione e le sinergie tra le scuole con lo scambio di esperienze e strumenti, costituire un punto di riferimento per le famiglie, le persone in situazione di handicap, i dirigenti scolastici e gli insegnanti, gli operatori delle diverse istituzioni, delle Associazioni, del volontariato coinvolti nel processo di integrazione scolastica e sociale, favorire la collaborazione tra istituzioni associazioni no-profit e volontariato, promuovere la progettazione e la sperimentazione innovativa a favore degli alunni portatori di handicap. DESTINATARI: Tutti gli alunni delle scuole presenti nell ambito territoriale MILANO CENTRO-SUD ZONE 1-4-5, per un totale di 53 Istituti scolastici statali, di ogni ordine e grado. OPPORTUNITÀ OFFERTE Realizzazione di attività di informazione, diffusione, consulenza, studio e formazione nell area prioritaria dell integrazione scolastica ; Formazione sulle tematiche dell handicap a favore del personale scolastico, delle famiglie e di enti sul territorio; Supporto, con ruolo di consulenza, alle figure di riferimento dell integrazione nelle scuole, alle famiglie Scambio di significative esperienze, integrazione di specifiche competenze e diffusione delle buone prassi, di procedure, metodi e modulistica nell ambito organizzativo del settore handicap; Scambio di sussidi, attrezzature e ausili tra scuole anche in forme consortili con Enti e Associazioni, con possibilità di cessione degli stessi in comodato alle scuole.attivazione e gestione di banche dati territoriali in collaborazione con altre realtà istituzionali e associative; Promozione di attività di orientamento e ricerca anche in collaborazione con altri Enti e/o Agenzie MODALITÀ DI ACCESSO: Le scuole vi aderiscono attraverso un accordo di rete sottoscritto triennalmente. Tutti gli utenti possono accedervi rivolgendosi direttamente alla segreteria. 5

6 2. SERVIZI SOCIALI E CONSULTORIALI gestiti dal privato sociale CONSULTORIO FAMILIARE CONSORZIO SiR( solidarietà in rete) -ANFFAS MILANO ONLUS Pag. 6 Consultorio Familiare Via Carlo Bazzi Milano Dott.ssa Lina Rossi Tel segreteria Tel Fax Pag. 6 Servizio Sociale Via Carlo Bazzi Milano Dott.ssa Annalisa Giardiello Tel segreteria Tel Fax DESTINATARI IlConsultorio èapertoafamigliedidisabilienon. Iltipodidisabilitàdicuimaggiormentesioccupaèquellapsichica. Progetti di supporto alla famiglia con minori (consulenza socio-legale, interventi per la prevenzione del disagio socio-economico e socio-educativo, orientamento e ricerca di strutture che rispondano ai bisogni dell utenza); colloqui di sostegno psicologico; visite specialistiche ginecologiche; gruppi guidati da esperti rivolti ai genitori o ai ragazzi in età scolare; mediazione familiare per genitori con separazione in corso oseparati; punto di prossimità (pdp) sul tema dell amministrazione di sostegno. Il 1 appuntamento con l operatore di interesse viene fissato tramite la segreteria al numero Orari e giorni: Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.00 alle Aperto tutto l anno, escluse festività e Agosto. Accesso diretto gratuito. Per l accesso al servizio da parte delle famiglie con figli minori, fino a 18 anni. Referente : Dott.ssa Lina Rossi Presa in carico della famiglia con un minore disabile. Referente: Dott.ssa Annalisa Giardiello 6

7 3. SERVIZI RIABILITATIVI CONSORZIO SiR( solidarietà in rete) ANFFAS MILANO ONLUS - Riabilitazione Pag. 8 Via Carlo Bazzi Milano Dott.ssa Tiziana Pozzi (Direttore Sanitario) Tel Fax ISTITUTO DON CALABRIA- CENTRO PEPPINO VISMARA - Riabilitazione Pag. 8 Via Dei Missaglia Milano Dott. Guido Ronchi (Direttore Sanitario) Tel Fax

8 CONSORZIO SiR(Solidarietà in Rete) ANFFAS MILANO ONLUS - Riabilitazione DESTINATARI E un servizio rivolto a minori di età compresa tra 0-18 anni con disabilità intellettiva e/o relazionale( non neuromotoria) Trattamenti riabilitativi ambulatoriali individuali di neuropsicomotricità; logopedia (disturbi del linguaggio); terapia cognitiva (disturbi di apprendimento specifici); terapia occupazionale; psicoterapia; musicoterapia; monitoraggio sanitario specialistico; consulenza pedagogica dei casi in carico alle scuole. MODALITA D ACCESSO Giorni e Orari: Dal Lunedì al Venerdì dalle 8.15 alle Aperto tutto l anno, escluso il mese di Agosto Accesso gratuito con impegnativa del Pediatra o del Medico di Medicina Generale ( la famiglia deve sempre contattare la segreteria del servizio da cui riceverà tutte le informazioni utili per l accesso). ISTITUTO DON CALABRIA CENTRO PEPPINO VISMARA - Riabilitazione DESTINATARI: soggetti in età evolutiva e portatori di gravi patologie. Il modello riabilitativo si concretizza tramite la presa in carico del bambino/adolescente con la stesura di un progetto riabilitativo individualizzato (PRI) che viene concordato con la famiglia al termine di una prima fase in inquadramento diagnostico-riabilitativo con un medicospecialista del centro. Vengono svolte sedute di: Fisioterapia in stanza ed in piscina (fisioterapia in acqua), psicomotricità, logopedia, musicoterapia, Giorni e Orari: Dal Lunedì al Venerdì dalle 8.00 alle 18.30; Sabato dalle 8.00 alle Aperto tutto l anno, escluso il mese di Agosto. Accesso gratuito + eventuale ticket. Le famiglie possono accedere tramite un servizio di tipo sociale/ sanitario. 8

9 4. ORIENTAMENTO E FORMAZIONE PROFESSIONALE A. ORIENTAMENTO UFFICIO ORIENTAMENTO SCOLATICO COMUNE DI MILANO Pag. 10 Via Oglio 20, Milano Dott.ssa Tiziana Musciatti Tel CTRH -CentroTerritoriale Risorse Handicap Pag. 5 Via Tabacchi 15/a presso l Istituto Thouar Gonzaga Milano Professoressa Crocetta Calabrese Tel Fax CONSORZIO SiR ANFFAS sportello per studenti con disabilità centro scolastico puecher Pag. 10 Via Ulisse Dini Milano Dott. Lilio Tangi Tel Fax B. FORMAZIONE PROFESSIONALE CONSORZIOSiRANFFAS MILANO ONLUS Centro Formazione Professionale Pag. 10 Via Lorenzo Valla Milano Dott. Marco Coquio Tel Fax

10 4. A ORIENTAMENTO UFFICIO ORIENTAMENTO SCOLASTICO COMUNE DI MILANO OBIETTIVI Sportello di aggiornamento e consulenza per gli studenti delle scuole medie, per le loro famiglie, per i docenti. DESTINATARI si rivolge a minori con disabilità conclamata. Una rete di contatti e collaborazioni con: i dirigenti scolastici, i docenti, gli educatori; con l Ufficio Scolastico Provinciale; con particolare riferimento ai minori disabili, con le Scuole Snodo e con i tecnici e gli specialisti dei Servizi Sociosanitari (UONPIA, ServiziSociali...). Accesso previo contatto telefonico OBIETTIVI E DESTINATARI CONSORZIO SiR( Solidarieta in Rete) ANFFAS MILANO ONLUS Sportello per studenti con disabilità Centro Scolastico Puecher Sportello per studenti con disabilità con funzione di orientamento scolastico, consulenza sociale e supporto alle scuola per minori disabili. MODALITA DIACCESSO Giorni e Orari: Dal Lunedì al Venerdì 9.00/ /16.00 Accesso gratuito 4.B FORMAZIONE PROFESSIONALE CONSORZIO SiR (Solidarietà in Rete) ANFFAS MILANO ONLUS Centro Formazione Professionale OBIETTIVI Corsi triennali di qualifica per operatore della ristorazione, operatore dei servizi d impresa e operatore della manutenzionedel verde. DESTINATARI Si rivolge a ragazzi con disabilità in possesso del diploma di istruzione di 1 grado e minori di 18 anni. Il servizio si svolge durante l anno scolastico, da Settembre a Giugno. Si accede ad esso direttamente, tramite l asl, la scuola o il servizio sociale. E un servizio gratuito 10

11 5. SERVIZI EDUCATIVI DEDICATI A MINORI CON DISABILITA E FAMIGLIE 5.A INTERVENTI EDUCATIVI A DOMICILIO sono volti a fornire supporto alla famiglia nel carico della gestione quotidiana. Il minore viene affiancato nei diversi contesti di vita per favorirne l inserimento e/o la continuità di partecipazione in contesti integranti/socializzanti del territorio di appartenenza. L intervento si svolge presso il domicilio del minore e nei contesti socializzanti o terapeutici previsti dal P.E.I. A PICCOLI PASSI -I PERCORSI cooperativa sociale onlus Pag. 12 Via Carlo Bazzi Milano Dott. Luca Grossi Numero Verde per Info Tel Fax FABULA cooperativa sociale onlus Pag. 12 Via W. Tobagi 2 Dott. Massimo Festa Tel Fax Milano L IMPRONTA associazione onlus Pag. 12 Via Boifava 31/b Dott.ssa Roberta Fumagalli Tel Fax LO SCRIGNO cooperativa sociale onlus Pag. 12 Via Michele Saponaro Milano Dott.ssa Paola Umana Tel Fax

12 A PICCOLI PASSI I PERCORSI cooperativa sociale onlus LeCoop.APiccoliPassieIPercorsisonoentiaccreditatisullazona5e4delComunediMilano;offronoadomicilioeneicontestid'integrazione sociale previsti dal progetto, proposte educative ed assistenziali a favore di minori ed adulti disabili. Giorni e Orari: Dal lunedì alla domenica. Periodo: tutto l anno. Accesso gratuito tramite il servizio sociale di riferimento, previo progetto neuropsichiartria infantile; sono possibili anche prestazioni e servizi in forma privata. FABULA cooperativa sociale onlus OBIETTIVI DEL SERVIZIO Le attività proposte saranno finalizzate a rafforzare le capacità di apprendimento per l acquisizione di autonomia del minore autistico, a completamento di quanto effettuato in ambito scolastico e ospedaliero. Verrà, pertanto, favorito l adattamento del soggetto al suo ambiente in rapporto alle capacità emergenti o apprese a scuola. Il progetto prevede: Primo incontro conoscitivo, Incontro con neuropsichiatra di riferimento quando presente, Somministrazione PEP3 Profilo psicoeducativo III edizione, Trattamenti educativi personalizzati, Incontri di equipe con la famiglia, Supervisione continua del progetto AREE DI INTERVENTO: imitazione, percezione, abilità fine-motoria, abilità grosso motoria, coordinazione oculo-manuale, prestazioni cognitivo, abilità sociali, autonomia, integrazione. : Orari da concordare con la famiglia, tutto l'anno eccetto agosto. Accesso con pagamento dei costi effettivi. L IMPRONTA associazione onlus DESTINATARI E una risorsa specifica e specializzata, dedicata a minorenni della fascia d età 0-18 anni, con disagio socio-familiare e con disabilità. Gli interventi vengono attuati presso l abitazione della famiglia e/o nei contesti socializzanti e terapeutici previsti da progetto. L intervento si declina in virtù delle esigenze espresse dal nucleo familiare, nei giorni e negli orari concordati con la famiglia e l assistente sociale. Accesso al servizio mediato da Servizio Sociale: NDD, previo progetto neuropsichiartria infantile. LO SCRIGNO cooperativa sociale onlus La Cooperativa Sociale Lo Scrigno è ente accreditato sulla zona 5 e 4 per interventi socio-educativi a favore di disabili. GiornieOrari: Dallunedìalladomenicainoraridiurnieserali Periodo: tutto l anno Accesso gratuito, le famiglie possono accedere tramite un servizio sociale o sanitario o contattando direttamente la referente, previo progetto neuropsichiartria infantile. 12

13 5. B SERVIZI DIINTEGRAZIONE SCOLASTICA Finalità del servizio è l affiancamento educativo di alunni disabili per progetti di autonomia e di relazione con i pari. Gliinterventi educativi per i minori in difficoltà vengono svolti in stretta collaborazione con gli insegnanti di sostegno, ove presenti, e gli insegnanti di classe. Giorni e Orari: dal Lunedì al Sabato dalle 8.00 alle Periodo: Anno scolastico L intervento è richiesto dalla stessa scuola, è la scuola a richiedere l intervento, attraverso il contributo ricevuto dal Comune. FABULA cooperativa sociale onlus Via W. Tobagi Milano Dott. Massimo Festa Tel Fax L IMPRONTA associazione onlus Via Boifava 31/b Milano Dott. Danilo Cantarelli Tel Fax LO SCRIGNO cooperativa sociale onlus Via Michele Saponaro Milano Dott.ssa Adele Bellati Tel Fax

14 5.C CENTRI DIURNI L IMPRONTA associazione onlus Micronido Il gatto e la volpe Pag. 15 Via Fratelli Fraschini10, Milano Coordinatrice Federica Gatti Tel L IMPRONTA associazione onlus - Spazio gioco La Tartaruga - Pag. 16 Via Santa Teresa 30/a Coordinatrice Federica Gatti Tel Milano Fax L IMPRONTA associazione onlus -Centro socio educativo Matite Colorate Pag. 16 Via De Pretis Milano (in zona 6 ma accessibile anche a residenti della zona 5) Dott.ssa Alice Ardò Tel Fax

15 L IMPRONTA associazione onlus- Micronido il gatto e la volpe OBIETTIVI L'accoglienza è il valore fondamentale espresso dal nido, nel quale potranno essere accolti anche bambini con handicap o con altri problemi. L'obiettivo comunque sarà il benessere e l'integrazione del bimbo DESTINATARI Bambinida12a36mesi,privatamenteoinconvenzionecolComunediMilano. Lo stile educativo privilegerà il Gioco quale metodo educativo ideale, attraverso il quale, con l'aiuto della esperienza diretta e della relazione con adulti e coetanei,arrivare all apprendimento. La giornata tipo prevede: accoglienza, attività di gioco libero, laboratori strutturati di scoperte, di favola, di musica..., pranzo, riposo pomeridiano, merenda. Per info contattare la coordinatrice del progetto 15

16 L IMPRONTA associazione onlus Spazio gioco La tartaruga DESTINATARI Accoglie minori disabili della fascia d età 5-10 anni e bambini del territorio La possibilità di partecipare ad attività ludiche/ricreative con finalità educative. E una risorsa che si propone al contempo come specifica nell accoglienza di minori disabili della fascia di età delle elementari, ma anche integrata in quanto coinvolgente anche bambini senza problemi del territorio. La proposta educativa del progetto è fondata sul gioco e sull esperienza di incontro-relazione tra coetanei Ogni pomeriggio vengono proposte una o più attività differenti. Una delle attività proposte è specificamente dedicata a bambini con problemi di autismo. Giorni e Orari: Lunedì, Mercoledì,Venerdì Martedì e Giovedì apertura anticipata Una delle attività del Mercoledì sarà dedicata a minori autistici. Periodo dell anno: 11 mesi, agosto escluso. Accesso: Le famiglie possono accedere contattando direttamente la referente del progetto. L IMPRONTA associazione onlus Centro Socio-educativo Matite Colorate DESTINATARI Accoglie minori disabili della fascia d età anni, ad esclusione di coloro che presentano forti problematiche comportamentali o disturbi di tipo psichiatrico. Offre ai minori accolti attività diurne formativo-educative, ludiche e di integrazione. E una risorsa specifica e specializzata, dedicata a disabili minorenni, senza rinunciare alla sfida dell interazione/integrazione con coetanei non disabili. E un servizio non alternativo alla scuola, ma complementare ai suoi programmi e azioni. Viene definito un Piano Individualizzato di Intervento condiviso con la famiglia, il servizio sociale inviante, la scuola e con gli altri attori della rete attivata sul singolo minore disabile Giorni e Orari:Dal Lunedì al Venerdì dalle alle Aperto tutto l anno, escluso il mese di Agosto. Accesso: le famiglie possono accedere tramite un servizio sociale(nucleo Distrettuale Disabili) o sanitario. 16

17 5.D SERVIZI RESIDENZIALI L IMPRONTA - ASSOCIAZIONE ONLUS- Comunità Socio-Sanitaria Rondine Pag. 18 Via Del Mare Milano Dott. Manolo Moretti Tel Fax L IMPRONTA - ASSOCIAZIONE ONLUS Comunità diurna Rondine Pag. 18 Via Del Mare Milano Dott. Manolo Moretti Tel Fax

18 L IMPRONTA - ASSOCIAZIONE ONLUS Comunità Socio-Sanitaria Rondine DESTINATARI E un servizio di accoglienza residenziale( con permanenza notturna) rivolto a minori disabili con problematiche di tipo socio-familiare, dietàcompresatrai6ei18anni. Da Maggio 2009 la Comunità Rondine si è accreditata presso la Regione Lombardia come CSS Comunità Socio Sanitaria. Costituiscono le principali peculiarità della Comunità Rondine: Spirito di accoglienza del servizio- Presenza di un clima familiare- Integrazione nel territorio della Comunità- Visione della persona disabile come individuo con caratteristiche specifiche e uniche - Personalizzazione degli interventi mediante individuazione di una serie di obiettivi di tipo educativo e sociale da perseguirsi per ciascun individuo attraverso metodologie e strategie mirate e attuate nella vita quotidiana(progetto Educativo Individualizzato)- Flessibilità del servizio offerto Apertura 24 ore su 24. Accesso al servizio mediato dal Servizio Sociale. La data d avvio viene concordata con il Servizio Sociale inviante. L IMPRONTA - ASSOCIAZIONE ONLUS Comunità diurna Rondine DESTINATARI Accoglie minori disabili di età compresa tra i 6 e i 18 anni, in situazione di grave disagio socio-familiare, con interventi definiti di comunità diurna, caratterizzati dalla forte presa in carico senza permanenza notturna. La Comunità Diurna prevede: la cura del benessere della persona e progettazione del suo percorso di crescita e sviluppo cognitivo e relazionale, l attenzione agli aspetti di socializzazione ed integrazione del minore, la progettazione di attività ludico-educative culturali espressive e motorie dedicate ai minori disabili, la presa in carico degli aspetti di raccordo con la scuola, la gestione degli aspetti di igiene personale del minore disabile,la presa in carico diretta degli aspetti riabilitativi del minore (cura delle pratiche di avvio delle terapie, accompagnamento alle strutture di riabilitazione, lavoro di rete con gli specialisti ) Apertura settimanale, nei giorni infrasettimanali di chiusura scolastica il servizio è aperto in orario Proposta di accoglienza flessibile soprattutto per quanto riguarda le permanenze serali e l accoglienza durante i giorni di week end. Accesso al servizio su richiesta del SSDF in stretta connessione con il NDD territoriale 18

19 5.E PROGETTI SPERIMENTALI L IMPRONTA ASSOCIAZIONE ONLUS ISTITUTO DON CALABRIACENTRO PEPPINO VISMARA COOPERATIVA SOCIALE VIA LIBERA Progetto Intrecci Materni Pag. 19 Associazione Onlus L Impronta, Via Boifava31/b, Milano Istituto Don Calabria Centro Peppino Vismara, Via dei Missaglia117, Milano Assistente sociale Simona Tonani Pedagogista Daniela Frizzele Tel Fax Simona Tonani: Daniela Frizzele: L IMPRONTA ASSOCIAZIONE ONLUS-ISTITUTO DON CALABRIA CENTRO PEPPINO VISMARA- COOPERATIVA SOCIALE VIA LIBERA Progetto Intrecci materni OBIETTIVI DEL SERVIZIO dare sostegno alle mamme nel primo anno di vita del bambino DESTINATARI, mamme nel primo anno di vita del bambino con un attenzione specifica a madri che si trovano in situazione di fragilità socio-economica e\o familiare, madri straniere con problemi di integrazione e madri con figli disabili o con patologie di tipo medico. ATTIVITA DI GRUPPO: Gruppi di confronto fra madri guidati da una psicologa; Attività di Tempo per le famiglie; Corso di massaggio neonatale; Attività di movimento mamma-bambino; Attività di acquaticità mamma-bimbo; Momenti ricreativi e di socializzazione tra famiglie organizzate da madri solidali. INTERVENTI INDIVIDUALI DI SUPPORTO: Segretariato sociale : colloqui di ascolto e di orientamento in merito a pratiche amministrativo burocratiche e difficoltà riscontrate; Visite ostetriche domiciliari; Supporto alla figura materna dopo il parto ed in itinere fino all anno di vita del bambino attraverso incontri con figure professionali: psicologo e pedagogista; Servizio infermieristico e socio-assistenziale a domicilio rivolto a bambini disabili; Interventi educativi di sostegno a domicilio di bambini con disabilità e dei rispettivi nuclei familiari; Interventi per mamme straniere ad opera di un mediatore culturale. Giorni e Orari: Dal Lunedì al Venerdì. Periodo: Settembre-Luglio. Accesso: Le famiglie possono accedere contattando direttamente le referenti del progetto. 19

20 6. SERVIZI RICREATIVI FABULA cooperativa sociale onlus Pag. 21 Via W. Tobagi Milano Dott. Massimo Festa Tel Fax L IMPRONTA associazione onlus vacanze Pag. 22 Via Boifava 31/b Milano Coordinatrice Serena Cavallo Tel MUSICOPOLICITTA DELLE ARTI associazione Pag. 22 Via Boifava17 e 29/A Milano Dott.ssa Valentina Tarantino Tel oppure Fax 02/ SGM FORZAE CORAGGIO attività sportive Pag. 23 Via Gallura Milano Prof. Virna Duca Tel oppure Fax

21 FABULA cooperativa sociale onlus SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO I nostri educatori specificatamente formati in autismo forniscono un servizio di accompagnamento per bambini e ragazzi affetti da tale patologia. Il progetto si propone di favorire momenti di sollievo alle famiglie e viene svolto da educatori di comprovata esperienza e da educatori professionali. Le attività proposte vengono concordate durante un incontro di conoscenza con il bambino/ragazzo e la sua famiglia. Orari da concordare con la famiglia, tutto l'anno eccetto agosto. Accesso con pagamento dei costi effettivi. ATTIVITA' SPORTIVE Ci occupiamo dell organizzazione di attività ed eventi in ambito sportivo e motorio. I principi cardine della nostra cooperativa sono quelli di favorire la socializzazione e lo sviluppo psico-motorio del fanciullo ponendo particolare attenzione all integrazione di soggetti in situazione di difficoltà. Ci occupiamo inoltre della progettazione e dell attuazione di progetti personalizzati in ambito motorio cercando di adeguare al massimo l intervento socio/educativo. PALLAFABULOSA: La Cooperativa Sociale Fabula Onlus, avvalendosi della collaborazione del reparto di neuropsichiatria infantile dell ospedale San Paolo e dell associazione sportiva CGM basket Milano, organizza un corso di pallacanestro rivolto a ragazzi affetti da sindrome autistica. Il corso è rivolto a ragazzi dagli 11 ai 18. Giorni e Orari: Giovedì , Palestra Via Ravenna 15. Accesso con pagamento dei costi effettivi. VACANZE E WEEK-END: Proponiamo a bambini e ragazzi, affetti da disturbo dello spettro autistico, diverse attività: Giornate singole bowling, attività motoria, passeggiate, attività manuali e tanto altro Week-end e settimane in montagna e al lago, in strutture adeguate che rispettino le necessità dei ragazzi e permettano loro di divertirsi in piena sicurezza. Per trascorrere del tempo insieme, inventare cose, giocare e stare bene. Vacanze estive. Lunghi soggiorni estivi nel mese di agosto, tra riposo, divertimento e laboratori, senza dimenticare l'attenzione all'autonomia nel quotidiano, partendo dal semplice e necessario. Accesso con pagamento dei costi effettivi. CORSI PER RAGAZZI Corsi adattati alle esigenze dei partecipanti, utilizzando quando necessario strategie visive. Etologia : Un viaggio nel mondo del cane, dalle sue origini alla sua struttura sociale, per comprenderne il comportamento, la comunicazione e imparare a relazionarsi con lui nel modo più corretto e sicuro. L incontro, della durata di 2 ore, sarà arricchito da chiare immagini ed esempi pratici, adattati alle capacità dei ragazzi, alle diverse età e alla situazione. La lezione sarà tenuta da un medico veterinario,con il supporto di un educatore specializzato. Modellismo: Un laboratorio di modellismo statico di ambientazione fantasy, con la possibilità di recarsi in un noto negozio del settore dove esperti avvicineranno i ragazzi a questo hobby. Gli incontri prevedono l assemblaggio delle miniature, la pittura e un evento finale dove i modelli creati dai ragazzi saranno usati in un gioco da tavolo. Abilità manuali, creatività e divertimento che potrebbero diventare un piacevole e rilassante hobby. Educatori specializzati seguiranno tutti gli incontri, venendo incontro alle necessità dei ragazzi. Accesso con pagamento dei costi effettivi. 21

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e 2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e Gruppo percorsi assistenziali Partecipanti al gruppo - Unità Funzionale Salute Mentale Infanzia

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PREMESSA L integrazione è un processo di conoscenza di sé e dell altro, di collaborazione all interno della classe finalizzato a creare le migliori condizioni

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna Sono 33. Obiettivo: un CpF per ogni distretto sanitario. 10 sono in Romagna Aree di attività dei CpF: Informazione (risorse e servizi per bambini e genitori,

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Per la gestione del Servizio di Assistenza alla persona e Trasporto di soggetti portatori di handicap grave

CARTA DEI SERVIZI. Per la gestione del Servizio di Assistenza alla persona e Trasporto di soggetti portatori di handicap grave CARTA DEI SERVIZI Per la gestione del Servizio di Assistenza alla persona e Trasporto di soggetti portatori di handicap grave Provincia Reg. le di Catania 1 1. Premessa La presente Carta dei Servizi rappresenta

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Vademecum per il sostegno Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Gli strumenti della programmazione DIAGNOSI FUNZIONALE: descrive la situazione clinicofunzionale dello stato

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...4 3. DOVE LAVORA...5 4. CONDIZIONI DI LAVORO...6 5. COMPETENZE...7 CHE COSA DEVE ESSERE IN GRADO DI FARE...7 CONOSCENZE...10

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

LA NORMATIVA SULL INCLUSIONE SCOLASTICA: LA RISPOSTA DELLA SCUOLA AI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

LA NORMATIVA SULL INCLUSIONE SCOLASTICA: LA RISPOSTA DELLA SCUOLA AI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI: LA PROSPETTIVA IN BASE AL MODELLO ICF LA NORMATIVA SULL INCLUSIONE SCOLASTICA: LA RISPOSTA DELLA SCUOLA AI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI Ins. Stefania Pisano CTS I.C. Aristide

Dettagli

L ADOZIONE NELLA PROVINCIA DI TRENTO: LE PROBLEMATICHE DELLE FAMIGLIE E LE RISPOSTE DEI SERVIZI NEL PERIODO SUCCESSIVO AL PRIMO ANNO POST- ADOTTIVO.

L ADOZIONE NELLA PROVINCIA DI TRENTO: LE PROBLEMATICHE DELLE FAMIGLIE E LE RISPOSTE DEI SERVIZI NEL PERIODO SUCCESSIVO AL PRIMO ANNO POST- ADOTTIVO. L ADOZIONE NELLA PROVINCIA DI TRENTO: LE PROBLEMATICHE DELLE FAMIGLIE E LE RISPOSTE DEI SERVIZI NEL PERIODO SUCCESSIVO AL PRIMO ANNO POST- ADOTTIVO. Ricercatrice: Serena Bezzi Trento, gennaio 2009 - giugno

Dettagli

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri La documentazione Dall ICF alla DF al PDF al PEI La Diagnosi Funzionale (DF) 1. Utilizzo degli items di ICF nella definizione

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna A cura dell ABC Sardegna, ediz. rivista in ottobre 2005 L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna La Legge Nazionale 162/98 ha apportato modifiche alla legge quadro sull handicap L.104/1992, concernenti

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Sono Rosalba, socio-volontaria

Sono Rosalba, socio-volontaria PRIMAVERA 86 E PROGETTO CSERDI Rosalba Mancinelli Socia fondatrice e consigliere di amministrazione dell Organizzazione di volontariato Primavera 86. Pedagogista e insegnante Sono Rosalba, socio-volontaria

Dettagli

AUTISMO E SPORT: ASPETTI LUDICI ED EDUCATIVI. Dott.ssa Sara Ambrosetto Psicologa e Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale

AUTISMO E SPORT: ASPETTI LUDICI ED EDUCATIVI. Dott.ssa Sara Ambrosetto Psicologa e Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale AUTISMO E SPORT: ASPETTI LUDICI ED EDUCATIVI Dott.ssa Sara Ambrosetto Psicologa e Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale Che cos è lo sport? Lo sport viene definito come l'insieme delle attività, individuali

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Presentazione di un caso

Presentazione di un caso Presentazione di un caso Corso Tutor per l autismo (Vr) Roberta Luteriani Direzione Didattica (BS) Caso: Giorgio 8 anni! Giorgio è un bambino autistico verbalizzato inserito in seconda elementare. Più

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni)

presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni) presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni) Premessa: Sportivissimo a.s.d. è un associazione affiliata all ACSI e al CONI che intende promuovere

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP SCUOLA PRIMARIA PARITARIA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA via Camillo de Lellis, 4 35128 Padova tel. 049/8021667 fax 049/850617 e-mail: primaria@donboscopadova.it website: www.donboscopadova.it GRUPPO DI LAVORO

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

DALL INTEGRAZIONE ALL INCLUSIONE

DALL INTEGRAZIONE ALL INCLUSIONE DALL INTEGRAZIONE ALL INCLUSIONE IL PASSAGGIO da INTEGRAZIONE a INCLUSIONE NON si basa sulla misurazione della distanza da normalità/standard ma sul processo di piena partecipazione e sul concetto di EQUITA.

Dettagli

INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE

INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RCT/RCO Parma, ottobre 2013 2 INFORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE Ragione sociale Pedemontana Sociale - Azienda Territoriale per i Servizi alla

Dettagli

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI?

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI? FAQ: AREA DELLA PROGRAMMAZIONE (PDP) QUAL È LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO SUI DSA NELLA SCUOLA? Al momento è in vigore la Legge 170 che regola in modo generale i diritti delle persone con DSA non soltanto

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività:

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività: Insieme si può Arcigay Pistoia La Fenice dopo le varie attività svolte sul territorio pistoiese e zone limitrofe, ha valutato l opportunità di realizzare un progetto con la collaborazione di personale

Dettagli

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura Dip.to di Continuità Assistenziale - U.O.C. di Geriatria Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura 1^ ed. 6 maggio 2014 Centro Servizi alla Persona Fondazione Zanetti di Oppeano

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA:

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: BILANCIO E PROPOSTE Edizioni Erickson Presentano il Rapporto: Attilio Oliva Vittorio Nozza Andrea Gavosto Intervengono: Valentina Aprea Maria Letizia

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

ACCORDO e Protocollo Operativo per la realizzazione del SERVIZIO INTEGRATO TERRITORIALE su AFFIDO ed ADOZIONE

ACCORDO e Protocollo Operativo per la realizzazione del SERVIZIO INTEGRATO TERRITORIALE su AFFIDO ed ADOZIONE CASARANO COLLEPASSO MATINO PARABITA RUFFANO SUPERSANO TAURISANO AMBITO TERRITORIALE SOCIALE DI CASARANO PROVINCIA di LECCE Assessorato alle Politiche Sociali ACCORDO e Protocollo Operativo per la realizzazione

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA Il settore dell assistenza e dell aiuto domiciliare in Italia L assistenza domiciliare. Che cos è In Italia l assistenza domiciliare (A.D.)

Dettagli

RELAZIONE a.s. 2009-10

RELAZIONE a.s. 2009-10 per l'innovazione scolastica e l'handicap "Mario Tortello RELAZIONE a.s. 2009-10 a.s. 2009-10 Ampliamento patrimonio librario Aggiornamento sito Seminario Alunni con Disturbi Specifici di Apprendimento

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

ŀregione Lazio Progetto Dioniso

ŀregione Lazio Progetto Dioniso Progetto Dioniso Screening audiologico per la sordità neonatale Ogni anno nascono 3 bambini su mille con problemi gravi di sordità. Con un esame semplicissimo, di pochi secondi, non invasivo, non doloroso

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ Amministrazione Comunale Amministrazione Scolastica Zanica I.C. Zanica Commissione Inter-istituzionale La Commissione Inter-istituzionale è una commissione mista tecnico-politica

Dettagli

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 La Sol Levante nasce nel 1998 per dare una risposta alle esigenze delle persone, di ogni fascia d età, affette da disagio psichico e con problematiche in

Dettagli

PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO. UONPIA Varese, Busto A.

PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO. UONPIA Varese, Busto A. PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO UONPIA Varese, Busto A., Gallarate Mancanza di un sistema di monitoraggio nazionale Nel 201110.985

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA' SOCIALE E VOLONTARIATO

DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA' SOCIALE E VOLONTARIATO DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA' SOCIALE E VOLONTARIATO CIRCOLARE REGIONALE del 15/01/2014 - N 1 OGGETTO: PRIME INDICAZIONI ATTUATIVE DELLA DGR N. 1185/2013 CON SPECIFICO RIFERIMENTO ALLE DGR

Dettagli

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi Allegato B REGOLAMENTO PER LA PREDISPOSIZIONE E PER IL FINANZIAMENTO DELLE IMPEGNATIVE DI CURA DOMICILIARE PER PERSONE CON GRAVE DISABILITÀ PSICHICA ED INTELLETTIVA (ICDp) 1. Premessa La normativa nazionale

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

Presentazione Progetto Sport di Classe

Presentazione Progetto Sport di Classe Presentazione Progetto Sport di Classe a sostegno dell attività motoria e sportiva nella scuola 1 GOVERNANCE dello sport a scuola MIUR - CONI - Promuove il riconoscimento in ambito scolastico del valore

Dettagli

Carta dei Servizi Sociali e Sociosanitari

Carta dei Servizi Sociali e Sociosanitari Carta dei Servizi Sociali e Sociosanitari Comune della Spezia A cura del Centro di Responsabilità dei Servizi Sociosanitari del Comune della Spezia Assessorato alle Politiche Sociali, della Salute e della

Dettagli

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri Regione Veneto Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato Il Codice

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Indicazioni ai fini della stesura del PDP 1. Informazioni

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Che cos è il Bisogno Educativo Speciale? Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta

Dettagli

DELLA REGIONE DELL UMBRIA

DELLA REGIONE DELL UMBRIA Supplemento ordinario n. 1 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 59 del 27 dicembre 2006 Spedizione in abbonamento postale Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Potenza REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute TAVOLO NAZIONALE DI LAVORO SULL AUTISMO RELAZIONE FINALE Il Tavolo di lavoro sulle problematiche dell autismo, istituito su indicazione del Ministro della Salute, composto da rappresentanti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N.1

ISTITUTO COMPRENSIVO N.1 PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE ANNO SCOLASTICO 2013-2013 Sommario PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE... 1 Bisogni educativi speciali... 2 Sezione 1. Definizioni condivise... 3 I B.E.S. non sono una categoria...

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Project Work. La campagna di sensibilizzazione sull affido familiare

Project Work. La campagna di sensibilizzazione sull affido familiare Project Work La campagna di sensibilizzazione sull affido familiare Autori Barbara Gastaldin, Elisabetta Niccolai, Federica Lodolini Servizi ASP Seneca Distretto Pianura Ovest, Servizio Sociale Minori

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa Allegato 1. Carta dei servizi scolastici Patto educativo di corresponsabilita Premessa Il patto educativo di corresponsabilità ribadisce i contenuti presenti nella Carta dei Servizi dei P.O.F. precedenti.

Dettagli

Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali. Campagna per la promozione dell affidamento familiare

Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali. Campagna per la promozione dell affidamento familiare Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Campagna per la promozione dell affidamento familiare Il primo diritto che andrebbe assicurato ad ogni bambino è quello

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Istituto Comprensivo 1 F. GRAVA CONEGLIANO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012/ 2013 A pagina 2 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA MEDIA A pagina 9 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Pag. 1 di 5 REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Oggetto Art. 1 Il Servizio Art. 2 L Utenza Art. 3 La domanda di Accoglienza Art. 4 Il Processo di Accoglienza Art.

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

UNITA DI PSICOLOGIA CLINICA RIABILITATIVA CENTRO DIURNO Responsabile Dr Caterina Iocca. PROGETTO CENTRO DIURNO - PRESIDIO DI GIRIFALCO

UNITA DI PSICOLOGIA CLINICA RIABILITATIVA CENTRO DIURNO Responsabile Dr Caterina Iocca. PROGETTO CENTRO DIURNO - PRESIDIO DI GIRIFALCO UNITA DI PSICOLOGIA CLINICA RIABILITATIVA CENTRO DIURNO Responsabile Dr Caterina Iocca. PROGETTO CENTRO DIURNO - PRESIDIO DI GIRIFALCO PREMESSA Nelle finalità del progetto riabilitativo complessivo dell

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale 1. I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati, a richiesta, nei

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089 ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 04345204 0434520089 PROT. n. 199/B19 Pordenone, 15 gennaio 2014 Ai Sigg. Genitori Oggetto:

Dettagli

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo I corsi del C.A.S. in collaborazione con le Scuole Sci Monte Pora, Spiazzi, Vareno, 90 Foppolo e Alta Valle Brembana Stagione 2010-2011 Formula Località Giorno e Orario Livelli Età bus (*) White M. Pora

Dettagli