P R O G R A M M A Z I O N E D I S C I P L I N A R E DI GEOGRAFIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Anno scolastico 2012/2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "P R O G R A M M A Z I O N E D I S C I P L I N A R E DI GEOGRAFIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Anno scolastico 2012/2013"

Transcript

1 CLASSE PRIMA P R O G R A M M A Z I O N E D I S C I P L I N A R E DI GEOGRAFIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Anno scolastico 2012/2013 DATI IDENTIFICATIVI U.A 1 GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA L alunno utilizza opportunamente carte geografiche, fotografie e immagini dallo spazio, grafici,dati statistici per comunicare efficacemente informazioni spaziali sull ambiente che lo circonda. Sa orientarsi nello spazio e interpretare gli elementi convenzionali dei diversi tipi di carte geografiche.elabora concetti e formula ipotesi secondo un metodo scientifico. L alunno conosce: *le coordinate geografiche *i punti cardinali e gli strumenti di orientamento *le caratteristiche delle carte geografiche *i vari tipi di carte in base alla scala *le carte tematiche *le principali rappresentazioni grafiche Gli strumenti della geografia:foto,carte,grafici. *definire le coordinate geografiche *indicare il numero di paralleli e meridiani e individuare e definire quelli fondamentali * proporre un esempio di orientamento utilizzandole coordinate geografiche *indicare i punti cardinali e la loro direzione *interpretare le principali rappresentazioni grafiche *leggere una carta geografica servendosi della legenda 2. MEDIAZIONE DIDATTICA METODI:Lettura di diversi tipi di carta e generalizzazione della simbologia; analisi di uno stesso ambiente rappresentato per mezzo di una fotografia aerea o da satellite;raccolta di immagini di paesaggi e loro classificazione; lezione di raccordo dell insegnante. colloquio individuale; discussione collettiva; test oggettivo.. Tecnologia:riduzione in scala di un ambiente noto. 1

2 DATI IDENTIFICATIVI U.A. 2 IL CONTINENTE EUROPA ( CARATTERISTICHE FISICO-ANTROPICHE, CLIMI ED AMBIENTI ) L alunno è in grado di conoscere e localizzare i principali elementi geografici, fisici e antropici dell Europa. Riconosce e comprende le relazioni esistenti tra fenomeni geografici, economia, insediamento, ecologia. Elabora concetti e formula ipotesi secondo un metodo scientifico. CONOSCENZE SAPERE: L allievo conosce: Il significato di paesaggio naturale e paesaggio umanizzato I fattori e gli elementi del clima e la differenza I climi e le regioni bioclimatiche dell Europa e dell Italia. Il ruolo delle attività umane nella trasformazione dell ambiente La rilevanza dei rischi ambientali dovuta a un errato uso del territorio. ABILITA SAPER FARE: Leggere carte geografiche e grafici, ricavandone informazioni. Mettere in relazione un testo e un grafico Ricavare dal capitolo le informazioni necessarie per illustrare un problema o un fenomeno Associare una serie di eventi in nessi causa effetto. : Il territorio: orografia ed idrografia Il tempo, il clima Gli ambienti I paesaggi agrari e urbani 2. MEDIAZIONE DIDATTICA METODI: lezione frontale; analisi di grafici e carte tematiche; esame del testo e individuazione delle informazioni principali; esercizi di fine unità e mappa concettuale VERIFICA E VALUTAZIONE Interrogazioni orali, discussione collettiva, test - Orientamento - Educazione ambientale - Scienze: ambiente e problemi connessi, ecosistemi, acque, clima 2

3 DATI IDENTIFICATIVI U.A. 3 LA POPOLAZIONE EUROPEA UNITARIO DA PROMUOVERE L alunno impara a mettere in relazione quanto apprende con i problemi presenti nell'ambiente in cui vive. Prende coscienza dei grandi movimenti di popolazione, delle differenze linguistiche e religiose, del nazionalismo e dei problemi ad esso legati. Con l'aiuto dell'insegnante e dei compagni, attraverso discussioni guidate, prende coscienza della risorsa rappresentata da una società multietnica. L alunno conosce: l'attuale distribuzione della popolazione europea le diverse fasi di popolamento europeo l'emigrazione transoceanica la differenza tra immigrazione ed emigrazione le difficoltà d'inserimento degli immigrati Popolazione e lavoro Le tendenze demografiche attuali Le attività economiche e il lavoro L'Italia e le migrazioni Gli indicatori economico-sociali Le differenze sociali e il welfare leggere carte geografiche e grafici e ricavarne informazioni mettere in relazione un testo scritto con carte e grafici ricavare dal capitolo le informazioni necessarie per illustrare un problema o un tema assegnato associare una serie di eventi in nessi causa-effetto 2. MEDIAZIONE DIDATTICA METODI: Analisi di grafici e carte tematiche; lezione frontale; esame del testo e individuazione delle informazioni richieste; mappa concettuale e/o schemi riassuntivi; esercizi a fine unità. Colloquio individuale, discussione collettiva, test oggettivi. Convivenza civile: immigrazione extracomunitaria 3

4 DATI IDENTIFICATIVI U.A. 4 L ITALIA (STUDIO DI ALCUNE REGIONI RAPPRESENTATIVE) UNITARIO DA PROMUOVERE L alunno è in grado di conoscere e localizzare i principali elementi geografici, fisici e antropici delle regioni studiate. Riconosce e comprende le relazioni esistenti fra fenomeni geografici, economia, insediamento, ecologia. Partendo dall ambiente in cui vive ed opera concretamente, riesce a comprendere che un territorio è il risultato di trasformazioni dovute a una pluralità di cause. Conoscendo gli organismi di decentramento dello Stato e i motivi dell autonomia regionale, comprende quanto sia importante superare gli individualismi pur difendendo la propria autonomia. Elabora concetti e formula ipotesi secondo un metodo scientifico. L alunno conosce: il significato di regione gli ambienti fisici e bioclimatici di ciascuna regione il ruolo di ciascun settore produttivo nell economia della regione la distribuzione della popolazione in rapporto all economia e alle vie di comunicazione gli organismi di decentramento dello stato le regioni autonome a statuto speciale Alcune regioni geografiche. leggere carte geografiche e grafici e ricavarne informazioni mettere in relazione un testo scritto con carte e grafici ricavare dal capitolo le informazioni necessarie per illustrare un problema o un tema assegnato 2. MEDIAZIONE DIDATTICA METODI: Analisi di grafici e carte tematiche; lezione frontale; esame del testo e individuazione delle informazioni richieste; mappa concettuale e/o schemi riassuntivi; esercizi a fine unità. Colloquio individuale, discussione collettiva, test oggettivi. Scienze, ambienti e problemi connessi, ecosistemi, acque, clima, Ed. ambientale Storia e Ed. civica: I poteri dello Stato, gli Enti locali Arte e Immagine: struttura di un centro urbano e monumenti. 4

5 CLASSE SECONDA DATI IDENTIFICATIVI U.A. 1 L ECONOMIA E LA SOCIETA EUROPEA: TIPI DI ECONOMIA UNITARIO DA PROMUOVERE L alunno si orienta nello spazio operando confronti tra realtà geografiche diverse, per comprendere le peculiarità della civiltà europea, le somiglianze e le differenze tra la nostra e le altre civiltà. Individua e comprende gli elementi tipici di un ambiente naturale ed umano inteso come sistema ecologico. Utilizza con competenza termini specifici del linguaggio disciplinare. L alunno conosce il significato di: Economia Divisione del lavoro, Economia di mercato, Economia socialista, Leggi di mercato, ISU, Tasse e fisco, Conosce i servizi forniti dallo Stato. Comprendere e usare l apparato testuale e paratestuale del manuale Leggere ed interpretare carte geografiche e grafici ricavandone informazioni Mettere in relazione un testo e un grafico Ricavare dal capitolo le informazioni necessarie per illustrare un problema o un fenomeno Associare una serie di eventi in nessi causaeffetto L economia L Unione Europea 2. MEDIAZIONE DIDATTICA METODI: Analisi di grafici e carte tematiche; lezione frontale; esame del testo e individuazione delle informazioni principali; esercizi di fine unità e mappa concettuale. Colloquio orale individuale, discussione collettiva, test. I NTERDISCIPLINARITA Storia, Ed. civica, Convivenza civile 5

6 DATI IDENTIFICATIVI GEOGRAFIA ^ U.A. 2 I SETTORI DELL ECONOMIA E LE FONTI ENERGETICHE L alunno si orienta nello spazio operando confronti tra realtà geografiche diverse, per comprendere le peculiarità della civiltà europea, le somiglianze e le differenze tra la nostra e le altre civiltà. Individua sulla carta la distribuzione dello spazio economico europeo evidenziando le aree in cui sono rispettivamente più sviluppati il settore primario, secondario, e terziario. Coglie gli aspetti più significativi dell argomento e ne mette in relazione gli elementi caratterizzanti. Conosce le fonti di energia e le problematiche ad esse connesse, sa operare le opportune classificazioni. Utilizza con competenza termini specifici del linguaggio disciplinare. CONOSCENZE SAPERE: L allievo conosce: I settori economici La classificazione e le caratteristiche di ciascuno. La distribuzione sul territorio. Le fonti di energia tradizionali e alternative. I sistemi di produzione. ABILITA SAPER FARE: Comprendere e usare l apparato testuale e paratestuale del manuale. Leggere ed interpretare carte geografiche e grafici ricavandone informazioni. Mettere in relazione un testo ed un grafico Ricavare dal capitolo le informazioni necessarie per illustrare un problema o un fenomeno Associare un serie di eventi i nessi causa effetto. ONTENUTI: I settori dell economia. L energia Le nuove tecnologie 2. MEDIAZIONE DIDATTICA METODI: lezione frontale; analisi di grafici e carte tematiche; esame del testo e individuazione delle informazioni principali; esercizi di fine unità e mappa concettuale; VERIFICA E VALUTAZIONE Colloquio individuale, discussione collettiva, test - Scienze: tecnologia - Convivenza civile - Storia ed educazione civica: - Educazione ambientale 6

7 DATI IDENTIFICATIVI U.A. 3 STATI E DIRITTI IN EUROPA FORME DI GOVERNO E RAPPORTI INTERNAZIONALI L alunno si orienta nello spazio operando confronti tra realtà geografiche diverse per comprendere le peculiarità della civiltà europea, le somiglianze e le differenze tra la nostra e le altre civiltà. Conosce gli elementi essenziali degli ordinamenti comunitari ed internazionali e le loro funzioni e riflette sui propri diritti-doveri di cittadino. Utilizzando carte varie, schemi, tabelle, grafici presenta il risultato del suo studio riguardo alle forme di governo presenti in Europa, all organizzazione degli Stati, ai rapporti tra i diversi paesi, ai diritti-doveri dei cittadini. Utilizza con competenza termini specifici del linguaggio disciplinare. - L alunno conosce: le caratteristiche degli Stati europei e la loro formazione l ordinamento degli Sati, i principali partiti, le elezioni, la composizione del parlamento i diritti dei cittadini le situazioni di violazione la terminologia specifica - comprendere e usare l apparato testuale e paratestuale del manuale. leggere e interpretare carte geografiche e grafici ricavandone informazioni mettere in relazione un testo e un grafico ricavare dal capitolo le informazioni necessarie per illustrare un problema o un fenomeno. associare una serie di eventi in nessi causaeffetto Stati e diritti in Europa Caratteristiche degli Stati europei e loro formazione L ordinamento degli Stati europei I diritti dei cittadini Unità europea e organismi sovranazionali 2. MEDIAZIONE DIDATTICA METODI: Analisi di grafici e carte tematiche, lezione frontale, esame del testo e individuazione delle informazioni principali, esercizi di fine unità e mappa concettuale VERIFICA E VALUTAZIONE Colloquio orale individuale, discussione collettiva, test Storia, Ed. civica, Ed. alla Convivenza civile 7

8 DATI IDENTIFICATIVI U.A 4 L ORIGINE DELL UNIONE EUROPEA E LE SUE DIVERSE FORME ISTITUZIONALI UNITARIO DA PROMUOVERE L alunno si orienta nello spazio operando confronti tra realtà geografiche diverse, per comprendere le peculiarità della civiltà europea, le somiglianze e le differenze tra la nostra e le altre civiltà. Individua le radici della civiltà europea ed analizza brevemente la storia dell Europa. Ripercorre le tappe che dall Europa hanno portato alla formazione dell Unione Europea. Localizza sulla carta tutti i paesi membri della UE per poi formarsi una corretta carta mentale. Conosce gli elementi essenziali degli ordinamenti comunitari ed internazionali ele loro funzioni e riflette sui propri diritti doveri di cittadino. Utilizza con competenza termini specifici del linguaggio disciplinare. L alunno conosce: le tappe che hanno portato alla nascita dell UE gli organi che assicurano il funzionamento le caratteristiche principali della sua politica l Euro e i problemi ad esso connessi gli altri organismi sovranazionali la posizione dell Europa nel quadro mondiale comprendere ed usare l apparato testuale e paratestuale del manuale leggere e interpretare carte geografiche e grafici ricavandone informazioni mettere in relazione un testo e un grafico ricavare dal capitolo le informazioni necessarie per illustrare un problema o un fenomeno associare una serie di eventi in nessi causa effetto. L Unione Europea Dalla CECA alla UE Il governo dell Unione Europea Difficoltà interne L Euro Organismi sovranazionali L Europa nel quadro mondiale 2. MEDIAZIONE DIDATTICA METODI: Analisi di grafici e carte tematiche, lezione frontale, esame di stato e individuazione delle informazioni principali, esercizi di fine unità e mappa concettuale. Colloquio orale individuale, discussione collettiva, test. INTERDISCIPLINARITÀ Storia, Ed. Civica, Convivenza civile, seconda lingua, Inglese 8

9 DATI IDENTIFICATIVI U.A. 5 EUROPA: STUDIO DI ALCUNI STATI RAPPRESENTATIVI UNITARIO DA PROMUOVERE L'alunno si orienta nello spazio operando confronti tra realtà geografiche diverse, per comprendere le peculiarità della civiltà europea, le somiglianze e le differenze tra la nostra e le altre civiltà. Individua e comprende gli elementi tipici di un ambiente naturale ed umano inteso come sistema ecologico. Si orienta nello spazio, legge e interpreta una carta fisica, politica o tematica. Intrepreta il rapporto dialettico fra l'uomo e l'ambiente. Consulta in modo autonomo il manuale e altri strumenti disciplinari per ricavare informazioni sugli stati europei. Utilizza con competenza termini specifici del linguaggio disciplinare. L'alunno conosce: le coordinate geografiche, i punti cardinali e gli strumenti di orientamento le macro regioni europee le principali informazioni (posizione, aspetto fisico, clima, ambienti, storia, popolazione, urbanizzazione, economia, società e cultura) di alcuni Stati europei più rappresentativi L'alunno sa: comprendere e usare l'apparato testuale e paratestuale del manuale leggere e interpretare carte geografiche e grafici ricavandone informazioni mettere in relazione un testo e un grafico ricavare dal capitolo le informazioni necessarie per illustrare un problema e un fenomeno associare una serie di eventi in nessi causa effetto produrre testi orali ragionevolmente ben costruiti sia a livello linguistico sia di costruzione progressiva dell'informazione Le regioni europee Gli Stati della UE Gli Stati europei più rappresentativi 2. MEDIAZIONE DIDATTICA METODI: Analisi di grafici e carte tematiche, lezione frontale, esame del testo e individuazione delle informazioni principali, esercizi dii fine unità e mappa concettuale..colloquio orale individuale, discussione collettiva, test INTERDISCIPLINARITÀ Storia, Ed. civica, Ed. alla Convivenza civile 9

10 CLASSE TERZA DATI IDENTIFICATIVI U.A 1 LA TERRA L alunno sviluppa atteggiamenti di curiosità, attenzione e rispetto della realtà naturale, di riflessione sulle proprie conoscenze ed esperienze, di interesse per i problemi e per l indagine scientifica. l alunno conosce: la conformazione della crosta terrestre la teoria della tettonica a zolle i fenomeni ad essa collegati (orogenesi, vulcanesimo, terremoti) le loro conseguenze sull ambiente e sull uomo La Terra Utilizza in modo appropriato termini specifici del linguaggio disciplinare comprendere e usare l apparato testuale e paratestuale del manuale leggere e interpretare carte geografiche e grafici ricavandone informazioni mettere in relazione un testo e un grafico ricavare dal capitolo le informazioni necessarie per illustrare un problema o un fenomeno associare una serie di eventi in nessi causa- effetto 2. MEDIAZIONE DIDATTICA METODI: Analisi di grafici, carte tematiche e planisferi; lezione frontale; esame del testo e individuazione delle informazioni principali; esercizi di fine unità e mappa concettuale. Colloquio orale individuale, discussione collettiva, test scritti e/o orali Scienze, Tecnologia 10

11 DATI IDENTIFICATIVI U.A 2 GLI AMBIENTI DELLA TERRA L alunno osserva legge e analizza sistemi territoriali vicini e lontani Utilizza opportunamente concetti geografici (ad es.: ubicazione, localizzazione, regione, paesaggio, ambiente, territorio, sistema, antropo-fisico.), carte geografiche, fotografie e immagini dallo spazio, grafici, dati statistici per comunicare efficacemente informazioni sull ambiente Si orienta nello spazio operando confronti tra realtà geografiche diverse, per comprendere le realtà specifiche dell ambiente europeo, le somiglianze e le differenze con gli ambienti extraeuropei L alunno conosce: gli elementi e i fattori del clima le caratteristiche dell atmosfera che determinano i fenomeni climatici gli ambienti climatici dei paesi extraeuropei i problemi ambientali che oggi minacciano la vita sulla terra ABILITA - SAPER FARE: comprendere e usare l apparato testuale e paratestuale del manuale leggere e interpretare carte geografiche e grafici ricavandone informazioni mettere in relazione un testo e un grafico ricavare dal capitolo le informazioni necessarie per illustrare un problema o un fenomeno associare una serie di eventi in nessi causa-effetto Gli ambienti della Terra 2. MEDIAZIONE DIDATTICA METODI: Analisi di grafici e carte tematiche; lezione frontale; esame del testo e individuazione delle informazioni principali; esercizi di fine unità e mappa concettuale.. Colloquio orale individuale, discussione collettiva, test scritti e/o orali Storia, Italiano, Scienze, Tecnologia, Orientamento 11

12 DATI IDENTIFICATIVI U.A 3 L UOMO SULLA TERRA L alunno osserva legge e analizza sistemi territoriali vicini e lontani Utilizza opportunamente concetti geografici (ad es.: ubicazione, localizzazione, regione, paesaggio, ambiente, territorio, sistema antropofisico.), carte geografiche, fotografie, grafici, dati statistici per comunicare efficacemente informazioni Sa aprirsi al confronto con l altro, attraverso la conoscenza dei diversi contesti ambientali e socio culturali, superando stereotipi e pregiudizi Il ragazzo conosce : i più significativi temi geo-antropici contemporanei le dinamiche della popolazione i paesi ricchi e la situazione dei paesi del terzo mondo la distribuzione della popolazione le differenze fisiche, le culture, le etnie, le lingue le principali religioni politeiste e monoteiste il concetto di società multietnica e multiculturale le principali cause di conflitti ABILITA - SAPER FARE: leggere carte geografiche e grafici e ricavarne informazioni mettere in relazione un testo scritto con carte e grafici ricavare dal capitolo le informazioni necessarie per illustrare un problema o un tema assegnato associare una serie di eventi in nessi causa-effetto sa utilizzare informazioni quantitative relative a fatti e fenomeni geografici e ricavarne valutazioni d ordine qualitativo L uomo sulla Terra 2. MEDIAZIONE DIDATTICA METODI: Analisi di grafici e carte tematiche; lezione frontale; esame del testo e individuazione delle informazioni richieste; mappa concettuale e/o schemi riassuntivi; esercizi a fine unità. Colloquio orale individuale, discussione collettiva, test scritti e/o orali Storia 12

13 DATI IDENTIFICATIVI U.A 4 LE ATTIVITA ECONOMICHE L alunno osserva legge e analizza sistemi territoriali vicini e lontani Utilizza opportunamente concetti geografici, carte geografiche, carte tematiche, fotografie, grafici, dati statistici per comunicare efficacemente informazioni Valuta i possibili effetti delle decisioni e delle azioni dell uomo sui sistemi territoriali L alunno conosce: il concetto di sviluppo e sottosviluppo le differenze economiche esistenti tra le diverse regioni del pianeta e all interno dei singoli stati alcuni problemi attuali quali la fame bel mondo, l indebitamento dei paesi poveri la condizione femminile Le attività economiche: settore primario, secondario, terziario ABILITA - SAPER FARE: comprendere e usare l apparato testuale e paratestuale del manuale leggere e interpretare carte geografiche e grafici ricavandone informazioni mettere in relazione un testo e un grafico ricavare dal capitolo le informazioni necessarie per illustrare un problema o un fenomeno associare una serie di eventi in nessi causa-effetto. Usare il linguaggio specifico 2. MEDIAZIONE DIDATTICA METODI: Analisi di grafici e carte tematiche; lezione frontale; esame del testo e individuazione delle informazioni principali; esercizi di fine unità e mappa concettuale Colloquio orale individuale, discussione collettiva, test scritti e/o orali Storia, tecnologia, scienze 13

14 DATI IDENTIFICATIVI U.A 5 IL MONDO E LA GLOBALIZZAZIONE L alunno osserva legge e analizza sistemi territoriali vicini e lontani Sa aprirsi al confronto con l altro, attraverso la conoscenza dei diversi contesti ambientali e socio-culturali, superando stereotipi e pregiudizi Valuta i possibili effetti delle decisioni e delle azioni dell uomo sui sistemi territoriali L alunno conosce: i fenomeni politici che riguardano alcune regioni extraeuropee la divisione politica della terra le ultime colonie le varie forme di governo le grandi potenze mondiali le principali organizzazioni internazionali le guerre e i focolai di guerra Il mondo globalizzato: globalizzazione, sviluppo e sottosviluppo ABILITA - SAPER FARE: comprendere e usare l apparato testuale e paratestuale del manuale leggere e interpretare carta geografica e grafici ricavandone informazioni mettere in relazione un testo e un grafico ricavare dal capitolo le informazioni necessarie per illustrare un problema o un fenomeno associare una serie di eventi in nessi causa-effetto Usare il linguaggio specifico 2. MEDIAZIONE DIDATTICA METODI: Analisi di grafici e carte tematiche; lezione frontale; esame del testo e individuazione delle informazioni principali; esercizi di fine unità e mappa concettuale Colloquio orale individuale, discussione collettiva, test scritti e/o orali Storia, tecnologia, scienze 14

15 DATI IDENTIFICATIVI U.A 6 I CONTINENTI E I PRINCIPALI PAESI EXTRAEUROPEI CONOSCENZE SAPERE, l alunno conosce: L alunno osserva legge e analizza le coordinate geografiche, i punti cardinali e Caratteristiche generali sistemi territoriali vicini e lontani gli strumenti di orientamento dell Africa, dell Asia, delle E in grado di conoscere localizzare i principali oggetti geografici fisici (monti, fiumi, laghi, )e antropici, (città, porti, aeroporti, infrastrutture ) le macro regioni extraeuropee le principali informazioni (posizione, aspetto fisico, clima, ambienti, storia, popolazione, urbanizzazione, economia, società e cultura) di alcuni stati extraeuropei più rappresentativi Americhe, dell Oceania Studio di alcuni paesi più rappresentativi. Sa aprirsi al confronto con l altro, ABILITA - SAPER FARE: attraverso la conoscenza dei diversi contesti ambientali e socio-culturali, superando stereotipi e pregiudizi comprendere e usare l apparato testuale e paratestuale del manuale leggere e interpretare carte geografiche e Valuta i possibili effetti delle decisioni e grafici ricavandone informazioni delle azioni dell uomo sui sistemi territoriali mettere in relazione un testo e un grafico ricavare dal capitolo le informazioni necessarie per illustrare un problema o un fenomeno associare una serie di eventi in nessi causaeffetto. produrre testi orali ragionevolmente ben costruiti sia a livello linguistico sia di costruzione progressiva dell informazione Usare il linguaggio specifico 2. MEDIAZIONE DIDATTICA METODI: Analisi di grafici e carte tematiche; lezione frontale; esame del testo e individuazione delle informazioni principali; esercizi di fine unità e mappa concettuale Colloquio orale individuale, discussione collettiva, test scritti e/o orali Storia, tecnologia, scienze LE DOCENTI DI LETTERE: Affinita Angela, Boer Maria, Bortolin Maria Cristina, Foglia Francesca, Ganis Maria, Manzione Anna Stella, Piovesan Francesca, Ricco Margherita. 15

GEOGRAFIA: TERZO BIENNIO. classe V scuola primaria e classe I scuola secondaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE

GEOGRAFIA: TERZO BIENNIO. classe V scuola primaria e classe I scuola secondaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE GEOGRAFIA: TERZO BIENNIO classe V scuola primaria e classe I scuola secondaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE Leggere l organizzazione di un territorio, utilizzando il linguaggio, gli strumenti e i principi

Dettagli

CURRICOLO TRIENNALE DI GEOGRAFIA

CURRICOLO TRIENNALE DI GEOGRAFIA CURRICOLO TRIENNALE DI GEOGRAFIA La geografia contribuisce a fornire gli strumenti per formare persone autonome e critiche, che siano in grado di assumere decisioni responsabili nella gestione del territorio

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA ELEMENTARE E MEDIA DI BISUSCHIO CURRICULUM VERTICALE DI GEOGRAFIA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA ELEMENTARE E MEDIA DI BISUSCHIO CURRICULUM VERTICALE DI GEOGRAFIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA ELEMENTARE E MEDIA DI BISUSCHIO Anno scolastico 2010/2011 CURRICULUM VERTICALE DI GEOGRAFIA SCUOLA DELL INFANZIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Collocare nello spazio

Dettagli

GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA

GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE L alunno si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici, punti cardinali e coordinate

Dettagli

PROF. Silvia Tiribelli. MATERIA: Geografia CLASSE I E

PROF. Silvia Tiribelli. MATERIA: Geografia CLASSE I E PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. Silvia Tiribelli MATERIA: Geografia CLASSE I E DATA DI PRESENTAZIONE: 30/11/2013 FINALITÀ E OBIETTIVI FORMATIVI DELLA DISCIPLINA La geografia

Dettagli

GEOGRAFIA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

GEOGRAFIA SECONDARIA DI PRIMO GRADO GEOGRAFIA PRIMARIA GEOGRAFIA L ALUNNO SI ORIENTA NELLO SPAZIO CIRCOSTANTE E SULLE CARTE GEOGRAFICHE, UTILIZZANDO RIFERIMENTI TOPOLOGICI E PUNTI CARDINALI. UTILIZZA IL LINGUAGGIO DELLA GEO-GRAFICITÀ PER

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI GEOGRAFIA. Anno scolastico 2014-2015

PROGRAMMAZIONE DI GEOGRAFIA. Anno scolastico 2014-2015 PROGRAMMAZIONE DI GEOGRAFIA Anno scolastico 2014-2015 Seconda classe FINALITA' GENERALI 1) Forte legame con la storia 2) Sviluppare la capacità di comprendere le relazioni che intercorrono tra le caratteristiche

Dettagli

CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO GEOGRAFIA CLASSE PRIMA 1. Orientarsi sulle carte e orientare le carte a grande scala in base ai punti cardinali, anche con l utilizzo della bussola, e a punti di riferimento fissi. 2. Orientarsi nelle

Dettagli

CURRICOLO DI GEOGRAFIA della scuola primaria

CURRICOLO DI GEOGRAFIA della scuola primaria CURRICOLO DI GEOGRAFIA della scuola primaria CURRICOLO DI GEOGRAFIA al termine della classe prima della scuola primaria...2 CURRICOLO DI GEOGRAFIA al termine della classe seconda della scuola primaria...3

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MEZZOLOMBARDO PIANI DI STUDIO D ISTITUTO GEOGRAFIA

ISTITUTO COMPRENSIVO MEZZOLOMBARDO PIANI DI STUDIO D ISTITUTO GEOGRAFIA Biennio: PRIMO (classe prima e seconda scuola primaria) COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE Traguardi di sviluppo della competenza a fine biennio 1. Leggere l organizzazione di un territorio, utilizzando il

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA

CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA CURRICOLO VERTICALE DI ELABORAZIONE A.S. 2010/2011 INDICE GENERALE CLASSE PRIMA... 3 CLASSE SECONDA... 7 CLASSE TERZA... 11 CLASSE QUARTA... 14 CLASSE QUINTA... 19 CLASSE I SSPG... 24 II e III SSPG...

Dettagli

CURRICOLO STORIA, GEOGRAFIA, CITTADINANZA

CURRICOLO STORIA, GEOGRAFIA, CITTADINANZA 1 CURRICOLO STORIA, GEOGRAFIA, CITTADINANZA 2 Competenza 1 al termine della scuola dell Infanzia Il tempo della propria esistenza Formula riflessioni e considerazioni relative a se stesso. Sviluppa il

Dettagli

GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA. GEOGRAFIA - CLASSI PRIME Scuola Primaria. GEOGRAFIA CLASSI SECONDE Scuola Primaria

GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA. GEOGRAFIA - CLASSI PRIME Scuola Primaria. GEOGRAFIA CLASSI SECONDE Scuola Primaria GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici

Dettagli

CURRICOLO GEOGRAFIA OBIETTIVI E COMPETENZE

CURRICOLO GEOGRAFIA OBIETTIVI E COMPETENZE CURRICOLO GEOGRAFIA OBIETTIVI E COMPETENZE CLASSE OBIETTIVI COMPETENZE PRIMA Osservare, descrivere e rappresentare la propria posizione nello spazio in relazione a punti di riferimento utilizzando gli

Dettagli

PROF. Silvia Tiribelli MATERIA: GEOGRAFIA CLASSE: II E

PROF. Silvia Tiribelli MATERIA: GEOGRAFIA CLASSE: II E PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. Silvia Tiribelli MATERIA: GEOGRAFIA CLASSE: II E DATA DI PRESENTAZIONE: 30/11/2013 FINALITÀ E OBIETTIVI FORMATIVI DELLA DISCIPLINA La geografia

Dettagli

PIANI DI STUDIO D'ISTITUTO ISTITUTO COMPRENSIVO BASSA ANAUNIA SCUOLA MEDIA DI DENNO A.S. 2012-2013 GEOGRAFIA_CLASSE PRIMA

PIANI DI STUDIO D'ISTITUTO ISTITUTO COMPRENSIVO BASSA ANAUNIA SCUOLA MEDIA DI DENNO A.S. 2012-2013 GEOGRAFIA_CLASSE PRIMA PIANI DI STUDIO D'ISTITUTO ISTITUTO COMPRENSIVO BASSA ANAUNIA SCUOLA MEDIA DI DENNO A.S. 2012-2013 GEOGRAFIA_CLASSE PRIMA Competenza 1 Leggere l organizzazione di un territorio, utilizzando il linguaggio,

Dettagli

FINALITA. 1 Dalle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola nazionale dell infanzia e del primo ciclo d istruzione, passim.

FINALITA. 1 Dalle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola nazionale dell infanzia e del primo ciclo d istruzione, passim. FINALITA La geografia è la scienza che studia l'umanizzazione del nostro pianeta e, quindi, i processi attivati dalle collettività nelle loro relazioni con la natura. Tali processi nel corso del tempo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CASTELMELLA. sdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnm CURRICOLO DI GEOGRAFIA

ISTITUTO COMPRENSIVO CASTELMELLA. sdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnm CURRICOLO DI GEOGRAFIA qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfg hjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwe rtyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjkl zxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyu iopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcv

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA (Campi di esperienza: La conoscenza del mondo, Il corpo e il movimento)

CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA (Campi di esperienza: La conoscenza del mondo, Il corpo e il movimento) CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA (Campi di esperienza: La conoscenza del mondo, Il corpo e il movimento) ANNI TRE Traguardi per lo sviluppo delle competenze. (alla fine del triennio)

Dettagli

Indice Tabella. Area di apprendimento Geografia Scuola Primaria Area di apprendimento Geografia Scuola Secondaria

Indice Tabella. Area di apprendimento Geografia Scuola Primaria Area di apprendimento Geografia Scuola Secondaria Indice Tabella Area di apprendimento Geografia Scuola Primaria Area di apprendimento Geografia Scuola Secondaria Area di apprendimento --- Geografia --------Scuola Primaria Traguardi per lo sviluppo delle

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LOREDANA CAMPANARI

ISTITUTO COMPRENSIVO LOREDANA CAMPANARI ISTITUTO COMPRENSIVO LOREDANA CAMPANARI Via Monte Pollino, 45-00015 Monterotondo (RM) CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA A.S. 2013/2014 CURRICOLO GEOGRAFIA Ambito disciplinare GEOGRAFIA CLASSE PRIMA PRIMARIA

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA sono da rivedere alcuni aspetti del curricolo di Istituto SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA

CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA sono da rivedere alcuni aspetti del curricolo di Istituto SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA sono da rivedere alcuni aspetti del curricolo di Istituto SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria. L alunno

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO REPUBBLICA ITALIANA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI Via Giovanni XXIII, n. 64-38065 MORI Cod. Fisc. 94024510227 - Tel. 0464-918669 Fax 0464-911029 www.icmori.it e-mail: segr.ic.mori@scuole.provincia.tn.it

Dettagli

GEOGRAFIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

GEOGRAFIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L'alunno si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici e punti cardinali;

Dettagli

PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE

PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE SCUOLA PRIMARIA SECONDARIA PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE DISCIPLINA AREA ANTROPOLOGICA CLASSI QUINTE LINEE DI COLLEGAMENTO CON IL POF (1)..... PROGETTI.... PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE CLASSE V A-B-C-D DISCIPLINA

Dettagli

GEOGRAFIA Classe 1 a ORIENTAMENTO LINGUAGGIO DELLA GEO-GRAFICITÀ PAESAGGIO

GEOGRAFIA Classe 1 a ORIENTAMENTO LINGUAGGIO DELLA GEO-GRAFICITÀ PAESAGGIO Concetti topologici (dentro, fuori, avanti, dietro, sinistra, destra...), concetto di confine GEOGRAFIA Classe 1 a ORIENTAMENTO Sapersi muovere nello spazio conosciuto (casa, scuola) usando concetti topologici.

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO GEOGRAFIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Paesaggio Capire che cos è la geografia e di che cosa si occupa. Saper distinguere tra geografia fisica e umana. Capire il mondo in cui viviamo attraverso le

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istiituto Comprensiivo Don Lorenzo Miillanii Scuola dell Infanzia Primaria Secondaria di I grado anche

Dettagli

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA GEOGRAFIA - TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE si orienta nello spazio conosciuto colloca elementi dell ambiente conosciuto secondo criteri spaziali si orienta nello spazio

Dettagli

GEOGRAFIA : quadro sinottico delle COMPETENZE PER CIASCUN GRADO SCOLASTICO. Scuola primaria

GEOGRAFIA : quadro sinottico delle COMPETENZE PER CIASCUN GRADO SCOLASTICO. Scuola primaria GEOGRAFIA : quadro sinottico delle COMPETENZE PER CIASCUN GRADO SCOLASTICO Scuola dell infanzia Individua le posizioni di oggetti e persone nello spazio. Segue un percorso correttamente sulla base di indicazioni

Dettagli

qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd

qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd Scuola dell Infanzia qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd GEOGRAFIA qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd Istituto Comprensivo Castell Arquato qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd

Dettagli

Istituto Comprensivo 2 di Montesarchio A.S. 2014-2015 Curricolo Verticale di Geografia. GEOGRAFIA - SCUOLA INFANZIA Prerequisiti

Istituto Comprensivo 2 di Montesarchio A.S. 2014-2015 Curricolo Verticale di Geografia. GEOGRAFIA - SCUOLA INFANZIA Prerequisiti Istituto Comprensivo di Montesarchio A.S. 04-05 Curricolo Verticale di Geografia Competenze GEOGRAFIA - SCUOLA INFANZIA Prerequisiti Individuare su indicazioni le posizioni di oggetti e persone nello.

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MATERIA GEOGRAFIA CLASSE PRIMA INDIRIZZO AFM / TUR. DESCRIZIONE Unità di Apprendimento UdA n. 1 Titolo: FORMA E SUPERFICIE DELLA TERRA Interpretare il linguaggio cartografico. - I sistemi di riferimento

Dettagli

RUBRICA DI VALUTAZIONE (classi I II III) GEOGRAFIA

RUBRICA DI VALUTAZIONE (classi I II III) GEOGRAFIA 1 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE - ANDRIA 2 CD DON BOSCO SANTO - SM MANZONI DISTRETTO SCOLASTICO N.3 Piazza San Giovanni Bosco, 9-76123 ANDRIA (BT) BAIC86000B - CF. 90090920720 - Tel. 0883/246309 Fax 0883/566491

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE INTEGRATE PIANO DI STUDI DI GEOGRAFIA BIENNIO

DIPARTIMENTO DI SCIENZE INTEGRATE PIANO DI STUDI DI GEOGRAFIA BIENNIO ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ABBA - BALLINI Via Tirandi n. 3-25128 BRESCIA tel. 030/307332-393363 - fax 030/303379 www.abba-ballini.it email: info@abba-ballini.it DIPARTIMENTO DI SCIENZE INTEGRATE

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA DI RIFERIMENTO : GEOGRAFIA CLASSE PRIMA

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA DI RIFERIMENTO : GEOGRAFIA CLASSE PRIMA Fonti di legittimazione: Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio 18.12.2006 - Indicazioni Nazionali per il Curricolo 2012 SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA DI RIFERIMENTO : GEOGRAFIA CLASSE PRIMA

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo: ISTITUTO TECNICO Amministrazione Finanza e Marketing ISTITUTO TECNICO Sistemi Informativi

Dettagli

GEOGRAFIA DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: GEOGRAFIA DISCIPLINE CONCORRENTI:TUTTE

GEOGRAFIA DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: GEOGRAFIA DISCIPLINE CONCORRENTI:TUTTE GEOGRAFIA DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: GEOGRAFIA DISCIPLINE CONCORRENTI:TUTTE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE FISSATI DALLE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO 2012 TRAGUARDI ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

Dettagli

Geografia Competenze TRAGUARDI DELLE COMPETENZE

Geografia Competenze TRAGUARDI DELLE COMPETENZE Geografia Competenze TRAGUARDI DELLE COMPETENZE SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO - Individua le posizioni di oggetti e persone nello spazio, usando termini come avanti/dietro,

Dettagli

GRIGLIA N 1 - ORIENTAMENTO COMPETENZA/E CHIAVE DI CITTADINANZA DA PROMUOVERE. Imparare ad imparare. Progettare. Comunicare. Collaborare e partecipare.

GRIGLIA N 1 - ORIENTAMENTO COMPETENZA/E CHIAVE DI CITTADINANZA DA PROMUOVERE. Imparare ad imparare. Progettare. Comunicare. Collaborare e partecipare. IC SIGNA- Curricolo verticale di Geografia (in raccordo con le competenze previste dall UE e in ambito Nazionale al termine dell obbligo di istruzione) GRIGLIA N 1 - ORIENTAMENTO COMPETENZE DI BASE A CONCLUSIONE

Dettagli

secondo le Indicazioni del 2012(CLASSI QUARTE)

secondo le Indicazioni del 2012(CLASSI QUARTE) PIANO PROGRAMMATICO DI SVILUPPO DELLE UDA DI GEOGRAFIA secondo le Indicazioni del 2012(CLASSI QUARTE) NUMERO UDA TITOLO PERIODO ORIENTATIVO DI SVILUPPO UDA N. 1 Gli strumenti del geografo per la scoperta

Dettagli

CURRICOLO DI GEOGRAFIA. Scuola dell Infanzia Campo di esperienza: La conoscenza del mondo SPAZIO-NATURA

CURRICOLO DI GEOGRAFIA. Scuola dell Infanzia Campo di esperienza: La conoscenza del mondo SPAZIO-NATURA CURRICOLO DI GEOGRAFIA Scuola dell Infanzia Campo di esperienza: La conoscenza del mondo SPAZIO-NATURA - Indicatori topologici - Relazioni topologiche - Posizioni e direzioni - Punti di vista e posizioni

Dettagli

GEOGRAFIA. Disciplina di insegnamento: TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

GEOGRAFIA. Disciplina di insegnamento: TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Disciplina di insegnamento: GEOGRAFIA COMPETENZE (dal profilo dello studente) TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO REPUBBLICA ITALIANA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI Via Giovanni XXIII, n. 64-38065 MORI Cod. Fisc. 94024510227 - Tel. 0464-918669 Fax 0464-911029 www.icmori.it e-mail: segr.ic.mori@scuole.provincia.tn.it

Dettagli

Classe I Classe II Casse III Casse IV Classe V 2.1 Acquisire la. l'approccio senso percettivo e l'osservazione diretta.

Classe I Classe II Casse III Casse IV Classe V 2.1 Acquisire la. l'approccio senso percettivo e l'osservazione diretta. SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA Obiettivi di apprendimento 1 Orientamento 2 Carte mentali TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE (N.I.) 3 Linguaggio della geo graficità 4 Paesaggio 5 Regione 6 Territorio

Dettagli

Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Anno Scolastico 2010-2011 Contratto Formativo Individuale

Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Anno Scolastico 2010-2011 Contratto Formativo Individuale Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Anno Scolastico 2010-2011 Contratto Formativo Individuale Classe I Sez D Materia : Geografia Docente: Fabio IONNI 1.ANALISI DELLA CLASSE: Conoscenze Competenze Comportamento

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA

PROGETTAZIONE DIDATTICA Istituto Paritario Parrocchiale Maria Ausiliatrice - PROGETTAZIONE DIDATTICA Classe II sezione A PROGETTAZIONE DIDATTICA DI GEOGRAFIA Scuola secondaria di primo grado Anno scolastico 2013-2014 1. FINALITÀ

Dettagli

Orientarsi nello spazio. Utilizzare gli strumenti e il linguaggio propri della disciplina. Riconoscere gli elementi che caratterizzano il territorio

Orientarsi nello spazio. Utilizzare gli strumenti e il linguaggio propri della disciplina. Riconoscere gli elementi che caratterizzano il territorio COMPETENZA CHIAVE GEOGRAFIA Fonte di legittimazione Raccomandazione europea 18/12/2006 SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE L alunno si orienta nello spazio circostante, utilizzando

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 COMPETENZE CHIAVE Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 GEOGRAFIA - imparare a imparare - competenze

Dettagli

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA L alunno si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici e punti cardinali. Muoversi consapevolmente nello spazio circostante,

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA CLASSE 5^ - CRITERI VALUTAZIONE DI STORIA USO DELLE FONTI

SCUOLA PRIMARIA CLASSE 5^ - CRITERI VALUTAZIONE DI STORIA USO DELLE FONTI SCUOLA PRIMARIA CLASSE 5^ - CRITERI VALUTAZIONE DI STORIA USO DELLE FONTI LIVELLO / VOTO L'alunno riconosce con sicurezza ed in modo autonomo alcune tipologie di documenti dati: materiali, iconografici,

Dettagli

GEOGRAFIA. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO (dalle Indicazioni Nazionali) AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA

GEOGRAFIA. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO (dalle Indicazioni Nazionali) AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA GEOGRAFIA CLASSE 1 a TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DEL- LE COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO INDICATORI DI VALUTAZIONE (Stabiliti dal Collegio Docenti) AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA AL TERMINE DELLA

Dettagli

PROGETTAZIONE FORMATIVA ANNUALE PROGETTAZIONE ANNUALE DIDATTICA:

PROGETTAZIONE FORMATIVA ANNUALE PROGETTAZIONE ANNUALE DIDATTICA: PROGETTAZIONE FORMATIVA ANNUALE Docente Orsini Caterina Plesso Classe III Disciplina/Macroarea/Camp o d esperienza Scuola Secondaria di I grado C. Del Prete Sezione B Geografia Tavola di sintesi delle

Dettagli

DISCIPLINA: GEOGRAFIA SCUOLA SECONDARIA

DISCIPLINA: GEOGRAFIA SCUOLA SECONDARIA DISCIPLINA: GEOGRAFIA SCUOLA SECONDARIA Finalità: Abituare a osservare la realtà da punti di vista diversi in un approccio interculturale dal vicino al lontano. Conoscere e valorizzare il patrimonio culturale

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I. C.

MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I. C. MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I. C. Via D Avarna RMIC8FY006 - Distretto 24 - Via D Avarna 9/11 00151 Roma - C.F. 97714020589 Tel. /

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LOREDANA CAMPANARI Via Monte Pollino, 45-00015 Monterotondo (RM)

ISTITUTO COMPRENSIVO LOREDANA CAMPANARI Via Monte Pollino, 45-00015 Monterotondo (RM) ISTITUTO COMPRENSIVO LOREDANA CAMPANARI Via Monte Pollino, 45-00015 Monterotondo (RM) CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA A.S. 2012/2013 CURRICOLO GEOGRAFIA Ambito disciplinare GEOGRAFIA CLASSI PRIME 36 TRAGUARDI

Dettagli

A - ORIENTAMENTO COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI

A - ORIENTAMENTO COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI GEOGRAFIA CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA A - ORIENTAMENTO Riconosce e indica la propria posizione e quella di oggetti dati, nello spazio vissuto, rispetto a diversi punti di riferimento. a1) Riconoscere

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO A. MANZONI - POZZUOLO MARTESANA SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA. CLASSE PRIMA Competenze Abilità Conoscenze

ISTITUTO COMPRENSIVO A. MANZONI - POZZUOLO MARTESANA SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA. CLASSE PRIMA Competenze Abilità Conoscenze ISTITUTO COMPRENSIVO A. MANZONI - POZZUOLO MARTESANA SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA CLASSE PRIMA Competenze Abilità Conoscenze ORIENTAMENTO 1. Si muove consapevolmente nello spazio circostante, orientandosi

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA. Esplorare, conoscere gli spazi scolastici e orientarsi al loro interno. Effettuare brevi percorsi.

SCUOLA DELL INFANZIA. Esplorare, conoscere gli spazi scolastici e orientarsi al loro interno. Effettuare brevi percorsi. Campo d esperienza: LA CONOSCENZA DEL MONDO SCUOLA DELL INFANZIA COMPETENZE FINE SCUOLA DELL INFANZIA Riconoscere i segni predominanti della propria cultura di appartenenza e del territorio; conoscere

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

CLASSE PRIMA indirizzo AFM/TU

CLASSE PRIMA indirizzo AFM/TU CLASSE PRIMA indirizzo AFM/TU MODULO BIMESTRALE N.1:GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA Interpretare il linguaggio cartografico, rappresentare i modelli organizzativi dello spazio e dei fenomeni fisici e demografici

Dettagli

Curricolo di Geografia Scuola Primaria

Curricolo di Geografia Scuola Primaria Curricolo di Geografia Istituto Comprensivo Gandhi Prato Istituto Comprensivo Gandhi a.s. 2014/2015 Curricolo di Geografia Scuola Primaria TRAGUARDI DI COMPETENZA CLASSE QUINTA L alunno si orienta nello

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE GEOGRAFIA

CURRICOLO VERTICALE GEOGRAFIA CURRICOLO VERTICALE GEOGRAFIA Pag.1 GEOGRAFIA SCUOLA DELL INFANZIA Competenza chiave Europea CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE L alunno Individua le posizioni

Dettagli

Obiettivi di apprendimento Definire la posizione di elementi presenti nello spazio vissuto.

Obiettivi di apprendimento Definire la posizione di elementi presenti nello spazio vissuto. CURRICOLO DISCIPLINARE DI GEOGRAFIA CLASSE PRIMA Disciplina GEOGRAFIA Traguardi delle competenze (prescrittivi) L alunno si orienta circostante vissuto, cogliendone gli elementi e la relazioni. Obiettivi

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ALBANO

ISTITUTO COMPRENSIVO ALBANO ISTITUTO COMPRENSIVO ALBANO DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: DISCIPLINE CONCORRENTI: tutte TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE FISSATI DALLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO 2012 I traguardi sono

Dettagli

CURRICOLO DELL AMBITO STORICO - GEOGRAFICO

CURRICOLO DELL AMBITO STORICO - GEOGRAFICO ISTITUTO COMPRENSIVO OSSI-FLORINAS CURRICOLO DELL AMBITO STORICO - GEOGRAFICO L itinerario scolastico dai tre ai quattordici anni, pur abbracciando tre gradi di scuola caratterizzati ciascuno da una specifica

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI STORIA - SECONDO BIENNIO (4^- 5^)

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI STORIA - SECONDO BIENNIO (4^- 5^) PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI STORIA - SECONDO BIENNIO (4^- 5^) COMPETENZE 1.Comprendere il legame uomo/territorio, origine della cultura antropologica. 2. Riconoscere l importanza culturale e sociale delle

Dettagli

Scuola Primaria Statale Falcone e Borsellino

Scuola Primaria Statale Falcone e Borsellino ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI LOVERE VIA DIONIGI CASTELLI, 2 - LOVERE Scuola Primaria Statale Falcone e Borsellino PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE Le programmazioni didattiche sono state stese in base

Dettagli

CURRICOLO DI GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE / ATTIVITA

CURRICOLO DI GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE / ATTIVITA CURRICOLO DI GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA 1. Muoversi consapevolmente nello spazio circostante, orientandosi attraverso punti di riferimento, utilizzando gli indicatori topologici (avanti, dietro,

Dettagli

GEOGRAFIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

GEOGRAFIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA La Geografia studia i rapporti delle società umane tra loro e con il pianeta che le ospita. È disciplina di cerniera per eccellenza, poiché consente di mettere in relazione temi economici, giuridici,

Dettagli

CURRICOLO DI GEOGRAFIA

CURRICOLO DI GEOGRAFIA ISTITUTO COMPRENSIVO A. MANZONI POZZUOLO MARTESANA CURRICOLO DI GEOGRAFIA CLASSE PRIMA LINGUAGGIO Sa orientare una carta geografica facendo ricorso a punti di riferimento fissi., fotografie attuali e SCUOLA

Dettagli

Scuola primaria. Obiettivi di apprendimento. Orientamento

Scuola primaria. Obiettivi di apprendimento. Orientamento Geografia Scuola primaria classe 1^ Competenze chiave Traguardi per lo sviluppo della competenza Obiettivi di apprendimento Conoscenze Abilità Comunicazione nella madrelingua Competenze di base in campo

Dettagli

PIANO ANNUALE DI LAVORO

PIANO ANNUALE DI LAVORO Istituto Comprensivo via Latina 303 - Roma Piano annuale di lavoro MOD-102 Rev. 1 Data: 03/09/12 Totale pagine: 6 PIANO ANNUALE DI LAVORO Docenti Materia Classi Sezione a. s. Tutti Materie Letterarie Seconde

Dettagli

Curricolo di geografia Biennio scuola secondaria di primo grado Contenuti Obiettivi di apprendimento Attività messe in atto

Curricolo di geografia Biennio scuola secondaria di primo grado Contenuti Obiettivi di apprendimento Attività messe in atto Curricolo di geografia Biennio scuola secondaria di primo grado Contenuti Obiettivi di apprendimento Attività messe in atto Gli elementi dello spazio geografico: Ambiente naturale Ambiente antropizzato

Dettagli

GRIGLIA VALUTAZIONE PER DISCIPLINA GEOGRAFIA CLASSE 1 COMPETENZE CONOSCENZE E ABILITA DESCRITTORI di VOTO VOTO

GRIGLIA VALUTAZIONE PER DISCIPLINA GEOGRAFIA CLASSE 1 COMPETENZE CONOSCENZE E ABILITA DESCRITTORI di VOTO VOTO GRIGLIA VALUTAZIONE PER DISCIPLINA GEOGRAFIA CLASSE 1 Orientamento Conoscere il concetto di territorio, saper orientarsi sulla carta e nello spazio reale, leggere i vari tipi di carte, grafici, fotografie,

Dettagli

U. A. 1 GEOGRAFIA settembre-ottobre-novembre

U. A. 1 GEOGRAFIA settembre-ottobre-novembre --- U. A. 1 GEOGRAFIA settembre-ottobre-novembre ABILITÀ a. Orientarsi nello spazio e sulle carte geografiche utilizzando i punti cardinali. b. Interpretare la simbologia convenzionale delle carte. c.

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA Classe I Scuola Primaria

CURRICOLO VERTICALE GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA Classe I Scuola Primaria CURRICOLO VERTICALE GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA Classe I Scuola Primaria L alunno si orienta nello spazio circostante descrivendo, rappresentando, individuando relazioni tramite gli indicatori spaziali Collocare

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore Francesco Algarotti

Istituto d Istruzione Superiore Francesco Algarotti Istituto d Istruzione Superiore Istituto Tecnico Turistico MATERIA: disciplina alternativa alla RC CLASSE IV Sezione I A.S. 2014/15 L educazione un processo continuo Educazione e comunicazione La comunicazione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: GEOGRAFIA - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: GEOGRAFIA - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO COMPETENZE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA DISCIPLINA: GEOGRAFIA - CLASSE PRIMA L alunno si orienta nello spazio circostante utilizzando riferimenti topologici. ORIENTAMENTO Muoversi consapevolmente

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di Grotte di Castro

ISTITUTO COMPRENSIVO di Grotte di Castro anno scolastico 2012-2013 ISTITUTO COMPRENSIVO di Grotte di Castro Curricolo verticale di geografia Fare geografia fin dall infanzia è fondamentale perché l orizzonte territoriale dei bambini, poi dei

Dettagli

TRAGUARDI DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

TRAGUARDI DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI PETRITOLI CURRICOLO IN VERTICALE DISCIPLINA: GEOGRAFIA A.S. 2013/2014 SCUOLA PRIMARIA TRAGUARDI DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA Classe I L alunno si orienta nello

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO VIALE SAN MARCO CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA COMPETENZA EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE, IMPARARE A IMPARARE

ISTITUTO COMPRENSIVO VIALE SAN MARCO CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA COMPETENZA EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE, IMPARARE A IMPARARE ISTITUTO COMPRENSIVO VIALE SAN MARCO CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA COMPETENZA EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE, IMPARARE A IMPARARE SCUOLA DELL'INFANZIA ABILITA' CONOSCENZE COMPETENZE COMPITO AUTENTICO

Dettagli

STORIA E GEOGRAFIA NEL PRIMO BIENNIO

STORIA E GEOGRAFIA NEL PRIMO BIENNIO STORIA E GEOGRAFIA NEL PRIMO BIENNIO Storia: introduzione Considerata come fondamentale l acquisizione del senso storico, inteso come consapevolezza dell esistenza, nel tempo, di realtà sociali diverse,

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO GEOGRAFIA DELIBERATO ANNO SCOL 2015/2016

SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO GEOGRAFIA DELIBERATO ANNO SCOL 2015/2016 SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DELIBERATO ANNO SCOL 2015/2016 SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA 2. Illustrare graficamente un percorso. 1.ORIENTAMENTO 1.1 Muoversi consapevolmente nello spazio circostante. Riconoscere

Dettagli

GEOGRAFIA: PRIMO BIENNIO CLASSI 1 E 2 DELLA SCUOLA PRIMARIA

GEOGRAFIA: PRIMO BIENNIO CLASSI 1 E 2 DELLA SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA: PRIMO BIENNIO CLASSI 1 E 2 DELLA SCUOLA PRIMARIA LEGGERE L ORGANIZZAZIONE DI UN TERRITORIO, UTILIZZANDO IL Utilizzare i principali concetti topologici per orientarsi nello spazio; Utilizzare

Dettagli

CLASSE 1ª SCUOLA PRIMARIA

CLASSE 1ª SCUOLA PRIMARIA CLASSE 1ª SCUOLA PRIMARIA Organizzatori spaziali (dentro, fuori, sotto...) Localizzatori spaziali (vicino a, lontano da, in mezzo a...) La lateralizzazione Giochi in palestra Muoversi consapevolmente nello

Dettagli

STORIA. CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO indicazioni ministeriali e curricolo di Istituto

STORIA. CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO indicazioni ministeriali e curricolo di Istituto CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO e curricolo di Istituto TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA. L alunno/a conosce elementi significativi del passato del suo ambiente

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA DI BRA 1 CIRCOLO Progettazione annuale a.s. 2015/2016 CLASSI QUINTE Disciplina: GEOGRAFIA

DIREZIONE DIDATTICA DI BRA 1 CIRCOLO Progettazione annuale a.s. 2015/2016 CLASSI QUINTE Disciplina: GEOGRAFIA DIREZIONE DIDATTICA DI BRA 1 CIRCOLO Progettazione annuale a.s. 2015/2016 CLASSI QUINTE Disciplina: GEOGRAFIA Profilo d uscita L alunno: Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. Progettazioni didattiche disciplinari per gli alunni della classe II Disciplina: STORIA

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. Progettazioni didattiche disciplinari per gli alunni della classe II Disciplina: STORIA UNITÀ DI APPRENDIMENTO n 1 UNA NUOVA VISIONE DEL MONDO Durata prevista: SETTEMBRE - OTTOBRE Individuare e definire i caratteri fondamentali del nuovo periodo storico che ha inizio con l Umanesimo Cogliere

Dettagli

GEOGRAFIA I CLASSE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO E CONTENUTI

GEOGRAFIA I CLASSE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO E CONTENUTI GEOGRAFIA I CLASSE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO E CONTENUTI Ambito di competenza: Orientamento - Orientarsi nello spazio vicino, lontano e nella carta geografica - conoscere ed utilizzare i principali strumenti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO - MINEO

ISTITUTO COMPRENSIVO - MINEO CURRICOLO di GEOGRAFIA INDICATORI CLASSE PRIMA NELLO SPAZIO Riconoscere ed indicare la posizione di oggetti nello spazio vissuto rispetto a punti di riferimento. Utilizzare correttamente gli organizzatori

Dettagli

Piano didattico annuale. Materia: STORIA. Manutenzione e Assistenza Tecnica Annualità 2015-2016

Piano didattico annuale. Materia: STORIA. Manutenzione e Assistenza Tecnica Annualità 2015-2016 IISS Cigna-Baruffi-Garelli Programmazione individuale Piano didattico annuale Materia: STORIA Biennio Manutenzione e Assistenza Tecnica Annualità 2015-2016 Classe (docente) 1^B (Fabio Gallesio) Contesto

Dettagli

GEOGRAFIA CLASSE PRIMA

GEOGRAFIA CLASSE PRIMA CLASSE PRIMA L alunno/a si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici e punti cardinali. ORIENTAMENTO Collocare se stesso e gli oggetti in uno spazio

Dettagli

Geografia 5ª. PRIMO PERCORSO Le comunità territoriali organizzate (pag. 102-113) Antares 5 a. Programmazione. Percorsi - conoscenze - competenze

Geografia 5ª. PRIMO PERCORSO Le comunità territoriali organizzate (pag. 102-113) Antares 5 a. Programmazione. Percorsi - conoscenze - competenze VERSO I TRAGUARDI DI COMPETENZA Geografia 5ª si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici e punti cardinali; riconosce e denomina i principali oggetti

Dettagli

CURRICULO DI STORIA, GEOGRAFIA E STUDI SOCIALI - Scuola Primaria

CURRICULO DI STORIA, GEOGRAFIA E STUDI SOCIALI - Scuola Primaria CURRICULO DI, GEOGRAFIA E - Scuola Primaria CLASSE PRIMA Esame dei prerequisiti: i diversi concetti di tempo. Esperienze di vari concetti di tempo. Ricostruzione dei fatti del passato immediato. Suddivisioni

Dettagli

CURRICOLO CLASSI I II III IV - V SCUOLE PRIMARIE IC PORTO MANTOVANO

CURRICOLO CLASSI I II III IV - V SCUOLE PRIMARIE IC PORTO MANTOVANO ISTITUTO COMPRENSIVO di PORTO MANTOVANO (MN) Via Monteverdi 46047 PORTO MANTOVANO (MN) tel. 0376 398 781 e-mail: mnic813002@istruzione.it e-mail certificata: mnic813002@pec.istruzione.it sito internet:

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA. Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione

SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA. Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione Descrittori Classe 1 Descrittori Classe 2 Descrittori Classe 3 Descrittori Classe 4 Descrittori Classe 5 il

Dettagli

LICEO CLASSICO STATALE VITRUVIO POLLIONE FORMIA. a.s. 2014-2015 PIANO DI LAVORO ANNUALE STORIA E GEOGRAFIA. Docente : Giuliano Maria

LICEO CLASSICO STATALE VITRUVIO POLLIONE FORMIA. a.s. 2014-2015 PIANO DI LAVORO ANNUALE STORIA E GEOGRAFIA. Docente : Giuliano Maria LICEO CLASSICO STATALE VITRUVIO POLLIONE FORMIA a.s. 2014-2015 PIANO DI LAVORO ANNUALE STORIA E GEOGRAFIA Classe V sez. C Docente : Giuliano Maria Per gli OBIETTIVI GENERALI e la VALUTAZIONE, si fa riferimento

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA. Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione

SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA. Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione Descrittori Classe 1 Descrittori Classe 2 Descrittori Classe 3 Descrittori Classe 4 Descrittori Classe 5 1.1.1

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO OVEST 1 BRESCIA Viale C. Colombo, 30 25127 Brescia C.F.: 80050570177 Cod. Mecc.: BSIC885009 Tel. 030 310897 Fax 030 3730018

ISTITUTO COMPRENSIVO OVEST 1 BRESCIA Viale C. Colombo, 30 25127 Brescia C.F.: 80050570177 Cod. Mecc.: BSIC885009 Tel. 030 310897 Fax 030 3730018 ISTITUTO COMPRENSIVO OVEST 1 BRESCIA Viale C. Colombo, 30 25127 Brescia C.F.: 80050570177 Cod. Mecc.: BSIC885009 Tel. 030 310897 Fax 030 3730018 e-mail: ddbrescia5@provincia.brescia.it; bsic885009@istruzione.it

Dettagli