Il data warehouse dell Osservatorio Socio-demografico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il data warehouse dell Osservatorio Socio-demografico"

Transcript

1 Il data warehouse dell Osservatorio Socio-demografico Il Censimento continuo nel Comune di Modena CONVEGNO NAZIONALE Persone, popolazioni, numeri statistiche per le comunità locali Cagliari 16 e 17 settembre Palazzo Civico Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 1/12

2 Disegno del Sistema informativo statistico del Comune di Modena OSS_ ECONOMICO COMM OSS_ DEMOGRAFICO arricchimento stat tit_studio attività RI nonitor. Anziani DISUGUAGL. P&R OSS_ AMBIENTALE RSU OSS_ SINISTROSITA' i_strad ARTIG RUMORI i_dom PMI AUTOM m_crim TURISM REG_T M_LAV Oss_Prezzi CENS_IND&SERV CIAA_MO MIN_FINANZE CENS_POPOL&A BITAZ UNIVERITAì' MO_SI PRA_ACI HERA MIN_INT ANIA ASS_DATORIALIC INPS Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 2/12

3 Implementazione dell'osservatorio Demografico e degli e degli Osservatori derivati BD Centrali ANAGRAFE Sanità AG_ENTRATE DIMISSIONI OSPEDALIERE PRA CENSIMENTI ANAGRAFE ARRICCHITA CERTIFICATI ASSIST. PAARTO OSSERVATORIO DEMOGRAFICO ANAGRAFE SANITARIA Scuola_lavoro PROGNOSI PR. SOCCORSO ANAGRAFE STUDENTI SELEZIONE ECC. CENTRI IMPIEGO movimenti OSS_FAMIGLIA OSS_ANZIANI OSS_IMMIGRA- ZIONE Altro ASIA Altre fonti INVALSI MINISTERO P.I. INDAGINI SPECIFICHE MULTISCOPO ISTAT ALTRI RAPPORTI STATISTICI ECC. Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 3/12

4 ANAGRAFE 2009 ARCHIVIO STAT. IMPRESE ATTIVE IMPRENDITORI INDIVIDUALI ANAGRAFE REGIONALE STUDENTI AGGIORNAMENTO DATI ISTRUZIONE PUBBLICO REGISTRO AUTOMOBILISTICO VEICOLI POSSEDUTI REDDITI 2007 LIVELLO ECONOMICO CENSIMENTO POPOLAZIONE 2001 INDICAZIONE SU PROFESSIONE E TITOLO DI STUDIO AL 2001 ANAGRAFE 2009 PROFESSIONE E TITOLO DI STUDIO PER IMMIGRATI POST CENSIMENTO ANAGRAFE ARRICCHITA 2009 Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 4/12

5 Schema conferimento e interrogazione data warehouse ANAGRAFE POPOLAZIONE RESIDENTE 2009 GENERE ETA' LUOGO DI NASCITA CITTADINANZA COMPOSIZIONE DELLA FAMIGLIA NUMERO DI COMPONENTI LA FAMIGLIA GENERE DEL CAPO FAMIGLIA ETA' DEL CAPOFAMIGLIA AGENZIA ENTRATE ANNO IMPOSTA 2007 REDDITO IMPONIBILE ANAGRAFE POPOLAZIONE RESIDENTE 2009: IMMIGRATI DOPO IL 2001 TITOLO DI STUDIO PROFESSIONE ANAGRAFE POPOLAZIONE RESIDENTE 2009 GENERE ETA' LUOGO DI NASCITA CITTADINANZA TITOLO DI STUDIO PROFESSIONE COMPOSIZIONE DELLA FAMIGLIA NUMERO DI COMPONENTI LA FAMIGLIA REDDITO IMPONIBILE NUMERO DI AUTOVETTURE POSSEDUTE CILINDRATA MASSIMA TRA LE AUTOVETTURE POSSEDUTE GENERE DEL CAPO FAMIGLIA ETA' DEL CAPOFAMIGLIA REDDITO FAMILIARE NUMERO DI AUTO IN FAMIGLIA PUBBLICO REGISTRO AUTOMOBILISTICO NUMERO DI AUTOVETTURE POSSEDUTE CILINDRATA MASSIMA TRA LE AUTOVETTURE POSSEDUTE Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 5/12

6 L integrazione degli archivi: ANAGRAFE CENSIMENTO PRA - SIATEL GENERE maschio ETA' 41 LUOGO DI NASCITA Modena CITTADINANZA italiana TITOLO DI STUDIO diploma tecnico PROFESSIONE impiegato tecnico COMPOSIZIONE DELLA FAMIGLIA capofamiglia e coniuge NUMERO DI COMPONENTI LA FAMIGLIA 2 REDDITO IMPONIBILE NUMERO DI AUTOVETTURE POSSEDUTE 1 CILINDRATA MASSIMA TRA LE AUTOVETTURE POSSEDUTE 1400 GENERE DEL CAPO FAMIGLIA maschio ETA' DEL CAPOFAMIGLIA 41 REDDITO FAMILIARE NUMERO DI AUTO IN FAMIGLIA 2 Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 6/12

7 L integrazione degli archivi: ANAGRAFE CENSIMENTO PRA - SIATEL Nomi delle variabili anagrafe 2009 censimento 2001 Archivio di riferimento agenzia entrate 2007 pra 2009 SESSO maschio DATA DI NASCITA 01/01/1969 COMUNE DI NASCITA Modena PROVINCIA DI NASCITA Modena STATO ESTERO CODICE FISCALE BCCNRA69A01F257F CITTADINANZA italiana INDIRIZZO via xxxx n xx RAPPORTO DI PARENTELA capo famiglia DATA DI IMMIGRAZIONE NEL COMUNE COMUNE DI IM MIGRAZIONE PROVINCIA DI IMM IGRAZIONE STATO DI IM MIGRAZIONE STATO CIVILE coniugato PROFESSIONE metalmeccanico impiegato tecnico POSIZIONE NELLA PROFESSIONE impiegato RAMO DI ATTIVITA' ECONOM ICA industria TITOLO DI STUDIO licenza elementare diploma tecnico REDDITO IM PONIBILE NUM ERO DI AUTOVETTURE POSSEDUTE 1 CILINDRATA M ASSIMA TRA LE AUTOVETTURE POSSEDUTE 1400 anagrafe 2009 IMMIGRATI POST 2001 Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 7/12

8 Schema conferimento e interrogazione data warehouse PUBBLICO REGISTRO AUTOMOBILISTICO I/O CONTINUO REDDITI I/O ANNUALE ARCHIVIO STATISTICO IMPRESE ATTIVE ANAGRAFE ALTRE ANAGRAFE 2009 arricchita Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 8/12

9 Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 9/12

10 3333 Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 10/12

11 Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 11/12

12 Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 12/12

13 Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 13/12

14 Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 14/12

15 Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 15/12

16 ESEMPIO DW ANZIANI POPOLAZIONE ULTRASESSANTENNE RESIDENTE IN FAMIGLIA E IN CONVIVENZA PER TIPOLOGIA DEL NUCLEO E CLASSI DI ETA' AL 31/12/ CLASSI DI ETA' Anziano solo IN FAMIGLIA Anziano con anziano Anziano con altre età IN CONVIVENZA TOTALE e TOTALE Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 16/12

17 ESEMPIO DW ANZIANI POPOLAZIONE ULTRASETTANTACINQUENNE RESIDENTE IN FAMIGLIA E IN CONVIVENZA PER TIPOLOGIA FAMILIARE E CLASSI DI Età DEL COMPONENTE Più ANZIANO AL 15/05/ tipo di famiglia anziana Età massima dei componenti TOTALE e + IN STRUTTURA SOLO SOLO ANZIANI SOLO con badante CON COMPONENTI MENO ANZIANI Totale Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 17/12

18 ESEMPIO DW ANZIANI POPOLAZIONE ULTRASETTANTACINQUENNE RESIDENTE IN FAMIGLIA E IN CONVIVENZA PER TIPOLOGIA FAMILIARE E RETE DI ASSISTENZA AL 15/05/ tipo di famiglia anziana Età massima dei componenti TOTALE e + ALTRI CASI(COMPONENTI < 75,..) ANZIANI SOLI NO FIGLI ANZIANI SOLI SI FIGLI ANZIANO SOLO NO FIGLI ANZIANO SOLO SI FIGLI ASSISTITO COMUNE IN STRUTTURA Totale Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 18/12

19 ESEMPIO DW REDDITI VARIAZIONE DEL REDDITO NELLA PROFESSIONE A SECONDA DEL TITOLO DI STUDIO professione_ sino alla lic.elem. titolo di studio lic. qual. Media profess. inferiore dip. liceale dip. tecnico laurea tutte Dirigente Impiegato Lavoratore dipendente Lavoratore in proprio Imprenditore, libero professionista Coadiuvante disoccupato non occupato Ritirata dal lavoro Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 19/12

20 ESEMPIO DW REDDITI VARIAZIONE DEL REDDITO NELLA PROFESSIONE A SECONDA DELLA CILINDRATA MASSIMA TRA I VEICOLI POSSEDUTI professione_ sino a cilindrata massima e reddito medio Totale n individui Dirigente Impiegato Lavoratore dipendente Lavoratore in proprio Imprenditore, libero professionista Coadiuvante disoccupato non occupato Ritirata dal lavoro totale numero individui Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 20/12

21 ESEMPIO DW ISTRUZIONE Numero e % di alunni stranieri sul totale della popolazione scolastica per ordine di scuola nell'anno scolastico 2009/2010 ordine di scuola nazionalità totale % stranieri ITALIANA STRANIERA Primarie ,1 Scuola Materna ,9 Asilo nido ,8 Secondarie I grado ,2 Secondarie II grado ,6 Secondarie II grado serali ,2 totale ,1 ordine di scuola Primarie Scuola Materna Asilo nido Secondarie I grado Secondarie II grado Secondarie II grado serali totale studenti per cittadinanza e luogo di nascita ITALIANA STRANIERA ESTERO ITALIA totale ESTERO ITALIA totale ,7 82, ,9 10, ,7 80, , ,6 83, ,2 15, ,5 82, ,4 4, ,5 86, ,4 2, , ,2 100 Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 21/ , ,3 6,8 100

22 ESEMPIO DW ISTRUZIONE Esito finale nelle scuole superiori per nazionalità e luogo di nascita degli studenti nell'anno scolastico 2008/2009 NAZIONALITA' E LUOGO DI NASCITA PROMOSSO GIUDIZIO SOSPESO NON PROMOSSO totale ITALIANA STRANIERA totale MODENA ITALIA ESTERO MODENA ITALIA ESTERO ,5 20,9 10, ,4 23,1 16, ,4 27,2 24, ,3 37,3 17, ,5 28,3 28, , , ,8 22,3 13,9 100 Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 22/12

23 ESEMPIO DW IMPRESE E MERCATO DEL LAVORO Unità locali e addetti presenti a Modena per sezioni tipologia Censimento 2001 asia u.l asia u.l asia u.l unità locali addetti unità unità unità addetti addetti locali locali locali addetti a agricoltura c estrazione minerali d attività manifatturiere e produzione e distr gas acqua f costruzioni g commerico ingr dettaglio e auto h alberghi e ristoranti i traspori magazzinaggio comunicazioni j intermediazione monetaria k attività immobiliare, noleggio,informatica m istruzione n sanità e altri servizi sociali o altri servizi pubblici soc. e pers Totale Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 23/12

24 ESEMPIO DW IMPRESE E MERCATO DEL LAVORO addetti nelle unità locali del Commercio al dettaglio di Modena per sottosezioni asia u.l asia u.l asia u.l Commercio al dettaglio ul occ occ/u.l. ul occ occ/u.l. ul occ occ/u.l. Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati , , ,7 Comm. dettaglio prodotti alim.. bevande e tabacco , , Comm. dettaglio prod. farmaceutici. cosmetici , , ,7 Comm. dettaglio altri prodotti (no seconda mano) , , ,8 Commercio al dettaglio di articoli di seconda mano , , ,4 Commercio al dettaglio al di fuori dei negozi , , ,5 Riparazione di beni di consumo personali e per la casa , , ,6 totale , , ,4 Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 24/12

25 ESEMPIO DW IMPRESE E MERCATO DEL LAVORO Localizzazione div 28: fabbricaz. e lavoraz. di prodotti in metallo, escluse macchine ed impianti. Da ASIA 2004 Legenda Divisione 28 SCALA nessuna imp resa 1 impresa da 2 a 5 imprese da 6 a 10 imprese da 11 a 20 imprese Zona industriale Canaletto UL % UL Div ,3% Totale comune ,0% Zona industriale i Torrazzi Zona industriale Modena Est Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 25/12

26 ESEMPIO DW IMPRESE E MERCATO DEL LAVORO Modena Localizzazione degli studi legali. Da ASIA 2004 Legenda SCALA nessuna impresa 1 impresa da 2 a 5 imprese da 6 a 10 imprese da 11 a 20 imprese 21 e piu' imprese Il data-warehouse dell osservatorio socio-demografico 26/12

Conoscere l Umbria Annuario Statistico ed. 2008

Conoscere l Umbria Annuario Statistico ed. 2008 30 luglio 2008 Conoscere l Umbria Annuario Statistico ed. 2008 L Annuario statistico dell Umbria, giunto alla sua dodicesima edizione, è il frutto della proficua collaborazione tra l Ufficio regionale

Dettagli

Conoscere l Umbria Annuario statistico (edizione 2010)

Conoscere l Umbria Annuario statistico (edizione 2010) 20 ottobre 2010 Conoscere l Umbria Annuario statistico (edizione 2010) L Annuario statistico dell Umbria, giunto alla quattordicesima edizione, è il frutto della proficua collaborazione tra l Ufficio regionale

Dettagli

A cura del Soggetto Attuatore

A cura del Soggetto Attuatore SCHEDA ANAGRAFICA DEI CANDIDATI ALLA SELEZIONE (Informazioni richieste dal MIUR per analisi di realizzazione e di risultato dei progetti ammessi a cofinanziamento FSE a valere sull Avviso 4391/2001nell

Dettagli

Bologna e Firenze: due città a confronto. Luglio 2005

Bologna e Firenze: due città a confronto. Luglio 2005 Luglio 2005 Il territorio, l'ambiente e il clima e : Indice Il territorio L'ambiente e la climatologia Il profilo demografico della popolazione La popolazione residente e le famiglie Il movimento naturale

Dettagli

A.4 IL SISTEMA PRODUTTIVO

A.4 IL SISTEMA PRODUTTIVO A.4 IL SISTEMA PRODUTTIVO A.4.1 Le unità locali Le unità locali presenti sul territorio della provincia di Ferrara, al Censimento dell Industria e dei Servizi 2001, erano 32.101, in aumento, rispetto al

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Bollettino di statistica IV trimestre 2013 (ottobre-dicembre 2013)

COMUNICATO STAMPA Bollettino di statistica IV trimestre 2013 (ottobre-dicembre 2013) 16 Gennaio 2014 COMUNICATO STAMPA Bollettino di statistica IV trimestre 2013 (ottobre-dicembre 2013) L Ufficio Informatica, Tecnologia, Dati e Statistica comunica la sintesi dei principali aggiornamenti

Dettagli

ANALISI DELL OCCUPAZIONE FEMMINILE IN ITALIA

ANALISI DELL OCCUPAZIONE FEMMINILE IN ITALIA ANALISI DELL OCCUPAZIONE FEMMINILE IN ITALIA novembre 04 Introduzione In base ai dati dell VIII Censimento su Industria e Servizi dell ISTAT è stata condotta un analisi dell occupazione femminile nelle

Dettagli

Annuario statistico comunale Anno 2012

Annuario statistico comunale Anno 2012 Finalità raccogliere e sistematizzare dati di varia natura riguardanti il territorio; evidenziare le caratteristiche principali di aspetti della realtà cittadina nell'anno di riferimento; costruire serie

Dettagli

Sistema Informativo Excelsior

Sistema Informativo Excelsior Sistema Informativo Excelsior Sintesi dei principali risultati - 2011 SOMMARIO TAVOLE STATISTICHE Appendice 1 Corrispondenza tra la classificazione di attività economica ATECO 2007 e i settori EXCELSIOR

Dettagli

1) A quale Livello Acli appartieni? (una sola risposta) Punto famiglia Sportello immigrati Patronato altro: Nessuna risposta

1) A quale Livello Acli appartieni? (una sola risposta) Punto famiglia Sportello immigrati Patronato altro: Nessuna risposta Ricerca e azione sociale per favorire l inclusione delle persone in condizioni di marginalità o di disagio. Progetto, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ai sensi della legge

Dettagli

Multiscopo ISTAT Aspetti della vita quotidiana

Multiscopo ISTAT Aspetti della vita quotidiana ISTAT Multiscopo ISTAT Aspetti della vita quotidiana 2011 Codice SN109 ADPSS-SOCIODATA Archivio Dati e Programmi per le Scienze Sociali www.sociologiadip.unimib.it/sociodata E-mail: adpss.sociologia@unimib.it

Dettagli

Con la crisi la povertà assoluta è raddoppiata

Con la crisi la povertà assoluta è raddoppiata Con la crisi la povertà assoluta è raddoppiata Antonio Misiani In cinque anni la crisi economica ha causato la più forte contrazione dal dopoguerra del PIL (-6,9 per cento tra il 2007 e il 2012) e dei

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI 4 TRIMESTRE 2014 START-UP INNOVATIVE Elaborazioni a: 20 gennaio 2015 Principali evidenze A fine dicembre 2014 il numero di startup innovative

Dettagli

Leggere le migrazioni: analisi delle fonti statistiche

Leggere le migrazioni: analisi delle fonti statistiche Leggere le migrazioni: analisi delle fonti statistiche Deborah Erminio Synesis Ricerca sociale, monitoraggio e valutazione E-mail: synesis@fastwebnet.it I migranti: chi dovremmo contare? Come conteggiamo

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI 2 TRIMESTRE 2014 START-UP INNOVATIVE Elaborazioni a: Giugno 2014 Indice delle tavole Dati strutturali a periodicità semestrale 1 Numero e

Dettagli

Osservatorio economico locale del Comune di Follonica

Osservatorio economico locale del Comune di Follonica Osservatorio economico locale del Comune di Follonica Nota statistica su alcuni aspetti strutturali del sistema economico e produttivo del Comune di Follonica - 2010 Grosseto, Aprile 2011 INDICE INDICE...

Dettagli

Domanda di iscrizione. (Cognome e nome) (Corso/i) (Stato occupazionale)

Domanda di iscrizione. (Cognome e nome) (Corso/i) (Stato occupazionale) (Cognome e nome) (Corso/i) (Stato occupazionale) DOMANDA DI ISCRIZIONE - ANNO 2014/2015 1 DOMANDA DI ISCRIZIONE AL CORSO Codice Fiscale Cognome Nome Genere Maschio Femmina Nazionalità 1. Italiano 2. Comunitario

Dettagli

Comuni: 115 Superficie: 1770,57 Kmq Popolazione residente (1.1.2006): 348.367. Fonte: Comuni (dati aggiornati all 1.1.2006)

Comuni: 115 Superficie: 1770,57 Kmq Popolazione residente (1.1.2006): 348.367. Fonte: Comuni (dati aggiornati all 1.1.2006) Territorio La provincia di Cremona si estende a sud della Lombardia al confine con l Emilia Romagna. E completamente pianeggiante, appena digradante verso il Po, con un altitudine che oscilla mediamente

Dettagli

Conferenza programmatica PD Ferrara. Gruppo di lavoro LAVORO E IMPRESE

Conferenza programmatica PD Ferrara. Gruppo di lavoro LAVORO E IMPRESE Conferenza programmatica PD Ferrara Gruppo di lavoro LAVORO E IMPRESE QUADRO SOCIO ECONOMICO DI RIFERIMENTO A cura di Cds Centro ricerche Documentazione e Studi PARTIAMO DALL'OFFERTA DI LAVORO le forze

Dettagli

Il differenziale salariale tra italiani e stranieri pag. 2. L appartenenza di genere pag. 4. Il settore di impiego e le condizioni contrattuali pag.

Il differenziale salariale tra italiani e stranieri pag. 2. L appartenenza di genere pag. 4. Il settore di impiego e le condizioni contrattuali pag. Studi e ricerche sull economia dell immigrazione Le retribuzioni dei e i gap retributivi con gli italiani Anno 2011 Il differenziale salariale tra italiani e stranieri pag. 2 L appartenenza di genere pag.

Dettagli

Questionario Merito Creditizio Cliente

Questionario Merito Creditizio Cliente Questionario Merito Creditizio Cliente COGNOME NOME CODICE FISCALE DATA DI NASCITA LUOGO DI RESIDENZA INDIRIZZO TIPO DOCUMENTO NUMERO DOCUMENTO DATA RILASCIO DOCUMENTO DATA SCADENZA DOCUMENTO RECAPITO

Dettagli

FAMIGLIA E SOGGETTI SOCIALI

FAMIGLIA E SOGGETTI SOCIALI MOD. ISTAT/IMF-10/B1.03 SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Provincia INDAGINE STATISTICA MULTISCOPO SULLE FAMIGLIE FAMIGLIA E SOGGETTI SOCIALI 1 2... Comune... Sezione di Censimento...

Dettagli

INDAGINE STATISTICA MULTISCOPO SULLE FAMIGLIE

INDAGINE STATISTICA MULTISCOPO SULLE FAMIGLIE MOD. ISTAT/IMF-7/ABis.10 SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA INDAGINE STATISTICA MULTISCOPO SULLE FAMIGLIE ASPETTI DELLA VITA QUOTIDIANA ANNO 2010 1 2 3 Provincia...... Comune......

Dettagli

Programma di azioni sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro. Comitato di Programma 17 dicembre 2007

Programma di azioni sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro. Comitato di Programma 17 dicembre 2007 Programma di azioni sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro Comitato di Programma 17 dicembre 2007 OBIETTIVI DI UN PROGRAMMA DEL PIANO PER LA SALUTE - migliorare la salute del gruppo di popolazione a cui il

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 31/07/2015

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 31/07/2015 OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 01: aggiornamento al 31/0/01 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Diplomati tecnici e professionali a Prato

Diplomati tecnici e professionali a Prato Provincia di Prato Diplomati tecnici e professionali a Prato Esiti occupazionali e propensione a proseguire gli studi dei giovani pratesi con diploma tecnico e professionale Paolo Sambo (F.I.L. srl) Prato,

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Mod. ISTAT/P/90/E SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA (A cura del Comune) Provincia... Comune... RILEVAZIONE TRIMESTRALE DELLE FORZE DI LAVORO Numero generale progressivo: da

Dettagli

INVALSI: Servizio Nazionale di Valutazione 2015. Informazioni di contesto

INVALSI: Servizio Nazionale di Valutazione 2015. Informazioni di contesto INVALSI: Servizio Nazionale di Valutazione 2015 Informazioni di contesto Guida Operativa V2 Scuola primaria: classi seconde e quinte Scuola secondaria di primo grado: classi terze Scuola secondaria di

Dettagli

La situazione economica in Provincia di Treviso. e conseguenti proposte di iniziativa del PD cittadino

La situazione economica in Provincia di Treviso. e conseguenti proposte di iniziativa del PD cittadino La situazione economica in Provincia di Treviso (sintesi del Rapporto Annuale 2010 della CCIAA) e conseguenti proposte di iniziativa del PD cittadino 1. STRUTTURA DEMOGRAFICA DELLA POVINCIA: Al 01.01.2010,

Dettagli

INDAGINE STATISTICA MULTISCOPO SULLE FAMIGLIE

INDAGINE STATISTICA MULTISCOPO SULLE FAMIGLIE MOD. ISTAT/IMF-7/A.10 INFORMATIVA PER L INTERVISTATO Ogni anno l Istat conduce questa ricerca per capire i prolemi del vivere quotidiano, la soddisfazione sui principali servizi pulici: le file, l orario

Dettagli

Realizzazione a cura di Vittorio Rossin. Assessore alla Statistica Egidio Longoni. Dirigente dell Ufficio Statistica e Studi Eugenio Recalcati

Realizzazione a cura di Vittorio Rossin. Assessore alla Statistica Egidio Longoni. Dirigente dell Ufficio Statistica e Studi Eugenio Recalcati L informazione statistica Deve essere considerata Dalla Pubblica Amministrazione Come una risorsa essenziale per operare meglio E con trasparenza, in modo tale da essere Strumento di controllo sociale

Dettagli

Città di Bassano del Grappa Area 1^ - Area Risorse, Sviluppo Servizio Informativo Comunale Ufficio Statistica e Controllo di Gestione

Città di Bassano del Grappa Area 1^ - Area Risorse, Sviluppo Servizio Informativo Comunale Ufficio Statistica e Controllo di Gestione Città di Bassano del Grappa Area 1^ - Area Risorse, Sviluppo Servizio Informativo Comunale Annuario statistico Anno 2014 Contiene i risultati dei Censimenti Generali degli anni 2010 e 2011 15 Censimento

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI ISERNIA

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI ISERNIA CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 2 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI Elaborazioni a: Giugno 2015 Indice delle tavole Dati congiunturali a periodicità trimestrale Dinamismo

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 2 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI Elaborazioni a: Giugno 2015 Indice delle tavole Dati congiunturali a periodicità trimestrale Dinamismo

Dettagli

LA QUALITÀ DELLA VITA DELLE COLLETTIVITÀ STRANIERE: UNA RIFLESSIONE METODOLOGICA

LA QUALITÀ DELLA VITA DELLE COLLETTIVITÀ STRANIERE: UNA RIFLESSIONE METODOLOGICA LA QUALITÀ DELLA VITA DELLE COLLETTIVITÀ STRANIERE: UNA RIFLESSIONE METODOLOGICA Ivana Acocella Università di Firenze Definizione del termine livello di qualità della vita anche se procedimento induttivo

Dettagli

Avviso di Selezione Pubblica Iniziativa ORI 08 Attività 1

Avviso di Selezione Pubblica Iniziativa ORI 08 Attività 1 Programma operativo nazionale per le regioni dell obiettivo 1 - Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna - Ricerca scientifica, sviluppo tecnologico, alta formazione 2000-2006 Asse III

Dettagli

Dichiarazione di residenza con provenienza da altro comune. Indicare il comune di provenienza:

Dichiarazione di residenza con provenienza da altro comune. Indicare il comune di provenienza: DICHIARAZIONE DI RESIDENZA Dichiarazione di residenza con provenienza da altro comune. Indicare il comune di provenienza: Dichiarazione di residenza con provenienza dall estero. Indicare lo Stato estero

Dettagli

La Business Intelligence per la PA piemontese

La Business Intelligence per la PA piemontese La Business Intelligence per la PA piemontese GIULIANA BONELLO CSI PIEMONTE 0 Agenda Premessa Le basi dati della PA piemontese Le applicazioni di carattere decisionale della PA piemontese La piattaforma

Dettagli

Dichiarazione sostitutiva unica

Dichiarazione sostitutiva unica Dichiarazione sostitutiva unica valevole per la richiesta di prestazioni sociali agevolate o per l'accesso agevolato ai servizi di pubblica utilità (decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 109, come modificato

Dettagli

Dichiarazione di residenza con provenienza da altro comune. Indicare il comune di provenienza

Dichiarazione di residenza con provenienza da altro comune. Indicare il comune di provenienza ALLEGATO 1 DICHIARAZIONE DI RESIDENZA Dichiarazione di residenza con provenienza da altro comune. Indicare il comune di provenienza Dichiarazione di residenza con provenienza dall estero. Indicare lo Stato

Dettagli

Analisi e riflessioni sul sistema imprenditoriale provinciale. Annalisa Franceschetti Area Promozione Camera di Commercio di Macerata

Analisi e riflessioni sul sistema imprenditoriale provinciale. Annalisa Franceschetti Area Promozione Camera di Commercio di Macerata Analisi e riflessioni sul sistema imprenditoriale provinciale Annalisa Franceschetti Area Promozione Camera di Commercio di Macerata Andamento delle attività economiche Sedi di imprese e localizzazioni

Dettagli

AGGIORNAMENTO DEL PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE ANNO 2006 QUADRO CONOSCITIVO DALLA PROVINCIA DI PIACENZA

AGGIORNAMENTO DEL PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE ANNO 2006 QUADRO CONOSCITIVO DALLA PROVINCIA DI PIACENZA PROVINCIA DI PIACENZA AGGIORNAMENTO DEL PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE ANNO 2006 QUADRO CONOSCITIVO UN CONFRONTO TRA I PENDOLARI IN INGRESSO ED IN USCITA DALLA PROVINCIA DI PIACENZA Ottobre

Dettagli

I Giovani Imprenditori in cifre

I Giovani Imprenditori in cifre II Semestre 2014 I Giovani Imprenditori in cifre CNA GIOVANI IMPRENDITORI DELL EMILIA ROMAGNA 1 I giovani imprenditori associati alla CNA dell Emilia Romagna considerando titolari, soci e legali rappresentanti

Dettagli

CONTRIBUTI ORDINARI. La percentuale di contributo erogabile è fissata nella misura del 30% per i dirigenti e del 60% per il personale del comparto.

CONTRIBUTI ORDINARI. La percentuale di contributo erogabile è fissata nella misura del 30% per i dirigenti e del 60% per il personale del comparto. CRITERI GENERALI PER L UTILIZZO DEI FONDI DI CUI ALLA L.R. 54/1976, IN ORDINE AL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA ASSISTENZIALI A FAVORE DEL PERSONALE REGIONALE 1 - Spese mediche CONTRIBUTI ORDINARI Visite

Dettagli

Comune di Sinnai Provincia di Cagliari

Comune di Sinnai Provincia di Cagliari Comune di Sinnai Provincia di Cagliari Scheda di Auto - Valutazione del Bisogno Assistenziale in relazione alle Azioni di Contrasto alle povertà Anno 2012 (DELIBERA G.R. N 19/4 DEL 08.05.2012) DA COMPILARE

Dettagli

Il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro dell Economia e delle Finanze Il Ministro dell Economia e delle Finanze Visti i commi quarto, quinto, sesto, settimo e ottavo dell articolo 38 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, come sostituiti dall

Dettagli

Gennaio Ottobre 2015. Gennaio. lavoro. mezzo di trasporto 62. In itinere Senza. Con mezzo di SUL LAVORO DI. In itinere.

Gennaio Ottobre 2015. Gennaio. lavoro. mezzo di trasporto 62. In itinere Senza. Con mezzo di SUL LAVORO DI. In itinere. OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 31/10/ /2015 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro

Dettagli

Il comportamento economico delle famiglie straniere

Il comportamento economico delle famiglie straniere STUDI E RICERCHE SULL ECONOMIA DELL IMMIGRAZIONE Il comportamento economico delle straniere Redditi, consumi, risparmi e povertà delle straniere in Italia nel 2010 Elaborazioni su dati Banca d Italia Perché

Dettagli

Reddito e condizioni di vita in Lombardia e nella macroregione del Nord - Anno 2011

Reddito e condizioni di vita in Lombardia e nella macroregione del Nord - Anno 2011 Lombardia Statistiche Report N 0 / 17 febbraio 2014 Reddito e condizioni di vita in Lombardia e nella macroregione del Nord - Anno 2011 Sintesi Nel 2010 le famiglie residenti in Lombardia hanno percepito

Dettagli

TERZA PARTE E ESERCITAZIONE II

TERZA PARTE E ESERCITAZIONE II UNIVERSITÀ DI PISA FACOLTÀ DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE TECNICA URBANISTICA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA EDILE -ARCHITETTURA TECNICA URBANISTICA I Ing. VALERIO CUTINI CORSO DI LAUREA

Dettagli

IL LAVORO RIPARTE? POLO DI ECCELLENZA Osservatorio Provinciale del Mercato del Lavoro. 5 Rapporto dell Osservatorio Provinciale del Mercato del Lavoro

IL LAVORO RIPARTE? POLO DI ECCELLENZA Osservatorio Provinciale del Mercato del Lavoro. 5 Rapporto dell Osservatorio Provinciale del Mercato del Lavoro Provincia di LECCO POLO DI ECCELLENZA Osservatorio Provinciale del Mercato del Lavoro 5 Rapporto dell Osservatorio Provinciale del Mercato del Lavoro IL LAVORO RIPARTE? Marzo 2014 Il rapporto di ricerca

Dettagli

Dichiarazione di residenza con provenienza da altro comune... Indicare il comune di provenienza

Dichiarazione di residenza con provenienza da altro comune... Indicare il comune di provenienza Dichiarazione di residenza con provenienza da altro comune.... Indicare il comune di provenienza Dichiarazione di residenza con provenienza dall estero.... Indicare lo Stato estero di provenienza Dichiarazione

Dettagli

Oggetto/Procedimento Controlli Periodicità/frequenza Ente Canale. Controlli su primo e secondo classificato e imprese sorteggiate.

Oggetto/Procedimento Controlli Periodicità/frequenza Ente Canale. Controlli su primo e secondo classificato e imprese sorteggiate. Elenco controlli effettuati con acquisizione informazioni da Pubbliche Amministrazioni Riferimento normativo: art. 35, c. 3 del D.Lgs. n. 33/2013 (ultimo aggiornamento 30/06/2015) Ufficio responsabile:

Dettagli

Gennaio. Luglio L 2015 472 383. In occasione. di lavoro. di trasporto 65 In itinere. mezzo di trasporto 61. di lavoro Senza mezzo.

Gennaio. Luglio L 2015 472 383. In occasione. di lavoro. di trasporto 65 In itinere. mezzo di trasporto 61. di lavoro Senza mezzo. OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 31/0/ /2015 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI 1 TRIMESTRE 2015 STARTUP INNOVATIVE Elaborazioni a: 06 Aprile 2015 1 Principali evidenze A fine marzo 2015 il numero di startup innovative

Dettagli

Supplementi al Bollettino Statistico

Supplementi al Bollettino Statistico Supplementi al Bollettino Statistico Indagini campionarie I bilanci delle famiglie italiane nell anno 00 Nuova serie Anno XXII - 5 Gennaio 0 Numero 6 INDICE pag.. Introduzione... 7. La struttura della

Dettagli

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA DICHIARAZIONE DI RESIDENZA Dichiarazione di residenza con provenienza da altro comune. Indicare il comune di provenienza Dichiarazione di residenza con provenienza dall estero. Indicare lo Stato estero

Dettagli

- CARATTERISTICHE SOCIO-DEMOGRAFICHE DELL INTERVISTATO - (PER TUTTI)

- CARATTERISTICHE SOCIO-DEMOGRAFICHE DELL INTERVISTATO - (PER TUTTI) Soddisfazione per il servizio di distribuzione del GAS e del Teleriscaldamento (AES) Proposta di questionario telefonico Buongiorno. Sono un intervistatore/trice della XXXX. Stiamo effettuando una ricerca

Dettagli

Iscrizioni Asilo Nido 2011-2012

Iscrizioni Asilo Nido 2011-2012 Iscrizioni Asilo Nido 2011-2012 FOGLIO INFORMATIVO E ISTRUZIONI PER IL CALCOLO DELL ISEE Questa guida vuole agevolare la compilazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), la nuova dichiarazione

Dettagli

Benevento. Settembre 2013. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Benevento. Settembre 2013. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Benevento Settembre 213 Principali indicatori Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali La provincia nella regione Economia e competitività Indicatori strutturali Valore aggiunto e

Dettagli

S.PR.I.G SISTEMA PER LA PROGRAMMAZIONE INTEGRATA E IL GOVERNO DEL TERRITORIO. 22 ottobre 2008

S.PR.I.G SISTEMA PER LA PROGRAMMAZIONE INTEGRATA E IL GOVERNO DEL TERRITORIO. 22 ottobre 2008 S.PR.I.G SISTEMA PER LA PROGRAMMAZIONE INTEGRATA E IL GOVERNO DEL TERRITORIO 22 ottobre 2008 S.PR.I.G SISTEMA PER LA PROGRAMMAZIONE INTEGRATA E IL GOVERNO DEL TERRITORIO Ruolo di S.PR.I.G nell elaborazione

Dettagli

Corso di Economia Industriale

Corso di Economia Industriale Corso di Economia Industriale Obiettivo del Corso è lo studio di alcune delle strategie tipiche delle imprese, e delle loro conseguenze in termini di profitti e di benessere collettivo. L analisi è concentrata

Dettagli

IL CARICO FISCALE E CONTRIBUTIVO SUL LAVORO E SULLE FAMIGLIE

IL CARICO FISCALE E CONTRIBUTIVO SUL LAVORO E SULLE FAMIGLIE 27 settembre 2013 Anno 2010 IL CARICO FISCALE E CONTRIBUTIVO SUL LAVORO E SULLE FAMIGLIE Nel 2010, in base alle stime dell Indagine Istat Reddito e condizioni di vita (EU SILC), il costo medio del lavoro

Dettagli

1. Ragioneria Indirizzo tradizionale, amministrativo e mercantile

1. Ragioneria Indirizzo tradizionale, amministrativo e mercantile 1. Ragioneria Indirizzo tradizionale, amministrativo e mercantile Fanno parte di questo gruppo i seguenti titoli: Ragioniere Ragioniere, indirizzo amministrativo- Aziende che assumono I settori coinvolti

Dettagli

NOGA 2008 Nomenclatura generale delle attività economiche. Struttura

NOGA 2008 Nomenclatura generale delle attività economiche. Struttura NOGA 2008 Nomenclatura generale delle attività economiche Struttura Neuchâtel, 2008 La serie «Statistica della Svizzera» pubblicata dall Ufficio federale di statistica (UST) comprende i settori seguenti:

Dettagli

SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA. 14 Censimento generale della popolazione e Censimento generale delle abitazioni

SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA. 14 Censimento generale della popolazione e Censimento generale delle abitazioni definitivo recupero SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA 14 Censimento generale della popolazione e Censimento generale delle abitazioni 21 Ottobre 2001 (Legge 1 maggio 1999, n.

Dettagli

1 Tracciato record file scarichi Anagrafe trasmessi dai Comuni per TARES

1 Tracciato record file scarichi Anagrafe trasmessi dai Comuni per TARES 1 Tracciato record file scarichi nagrafe trasmessi dai Comuni per TRES N. Campo tipo Num Char dal al /N O/F escrizione nnotazioni 01 Codice ISTT Num 6 1 6 N O Codice del Comune che invia i dati Necessario

Dettagli

SIL Sardegna Applicativo dell Osservatorio del Mercato del Lavoro (OML)

SIL Sardegna Applicativo dell Osservatorio del Mercato del Lavoro (OML) SIL Sardegna Applicativo dell Osservatorio del Mercato del Lavoro (OML) Documento redatto dall Osservatorio regionale del mercato del lavoro quale contributo alla conferenza regionale per l occupazione

Dettagli

Statistiche al femminile impresa, previdenza, caratteristiche demografiche e conciliazione dei tempi

Statistiche al femminile impresa, previdenza, caratteristiche demografiche e conciliazione dei tempi Statistiche al femminile impresa, previdenza, caratteristiche demografiche e conciliazione dei tempi di Nicola Serio Udine 30 settembre 2014 Donne Impresa FVG Caratteristiche demografiche delle imprenditrici

Dettagli

CARATTERISTICHE STRUTTURALI E DURATA DELLA DISOCCUPAZIONE IN PROVINCIA DI CREMONA

CARATTERISTICHE STRUTTURALI E DURATA DELLA DISOCCUPAZIONE IN PROVINCIA DI CREMONA CARATTERISTICHE STRUTTURALI E DURATA DELLA DISOCCUPAZIONE IN PROVINCIA DI CREMONA A cura di Luigi Grossi*, Piero Ganugi**, Claudio Lucifora** *Università degli Studi di Parma ** Università Cattolica di

Dettagli

Comune di Sernio. Documento di Piano Tav. 1. Struttura e dinamica del sistema socioeconomico

Comune di Sernio. Documento di Piano Tav. 1. Struttura e dinamica del sistema socioeconomico Comune di Sernio Documento di Piano Tav. 1 Struttura e dinamica del sistema socioeconomico Aprile 2013 Indice 1. Caratteristiche della popolazione residente e condizione abitativa 2. Attività economiche,

Dettagli

Il rapporto è stato curato dalle strutture tecniche di Assolombarda, Cgil, Cisl e Uil. Hanno collaborato: Rinaldo Carnevali (Ufficio Studi Uil),

Il rapporto è stato curato dalle strutture tecniche di Assolombarda, Cgil, Cisl e Uil. Hanno collaborato: Rinaldo Carnevali (Ufficio Studi Uil), Il lavoro a Milano 2013 2 a Vito Milano Il rapporto è stato curato dalle strutture tecniche di Assolombarda, Cgil, Cisl e Uil. Hanno collaborato: Rinaldo Carnevali (Ufficio Studi Uil), Angela Signorelli

Dettagli

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA In questa analisi vengono presi in esame i dati relativi alle comunicazioni obbligatorie pervenute al Sistema Informativo Lavoro

Dettagli

Modelli Input/Output Teoria ed Applicazioni

Modelli Input/Output Teoria ed Applicazioni Corso di LOGISTICA TERRITORIALE www.uniroma2.it/didattica/lot_20112011 DOCENTE prof. ing. Agostino Nuzzolo Modelli Input/Output Teoria ed Applicazioni Introduzione Si deve all economista Wassily Leontief

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA per il calcolo dell ISEE modello MINI

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA per il calcolo dell ISEE modello MINI DSU MINI ISEE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA per il calcolo dell ISEE modello MINI La Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) è la dichiarazione necessaria per calcolare l ISEE (Indicatore della Situazione

Dettagli

1. IL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA

1. IL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA Il commercio nella provincia di Bologna - anno 2010 Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Bologna IL COMMERCIO NELLA PROVINCIA DI BOLOGNA - anno 2010 - Consistenza 1. IL COMMERCIO

Dettagli

L età anziana si distingue in almeno due grandi aree: gli anziani giovani (60-75 anni), e gli anziani anziani o grandi anziani (76 e oltre).

L età anziana si distingue in almeno due grandi aree: gli anziani giovani (60-75 anni), e gli anziani anziani o grandi anziani (76 e oltre). Quando si diventa anziani? Quando la carriera lavorativa termina e ci si ritira dalla vita attiva. Il pensionamento, quindi, è convenzionalmente l inizio dell età anziana. L età anziana si distingue in

Dettagli

CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI E DIVISIONI

CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI E DIVISIONI CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI E DIVISIONI CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI E DIVISIONI 51 A AGRICOLTURA, SILVICOLTURA E PESCA 01 COLTIVAZIONI AGRICOLE E PRODUZIONE DI PRODOTTI ANIMALI, CACCIA E SERVIZI CONNESSI

Dettagli

L apprendistato tra risultati raggiunti e prospettive di innovazione. XV Rapporto sull apprendistato in Italia

L apprendistato tra risultati raggiunti e prospettive di innovazione. XV Rapporto sull apprendistato in Italia L apprendistato tra risultati raggiunti e prospettive di innovazione XV Rapporto sull apprendistato in Italia 2015 1 Il XV Rapporto di monitoraggio sull apprendistato è stato realizzato attraverso una

Dettagli

CORSI: R.L.S. R.S.P.P.

CORSI: R.L.S. R.S.P.P. Prof. Francesco Di Cosmo info@studiodicosmo.it CORSI: R.L.S. R.S.P.P. 1 Corso R.L.S. (Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza) Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza è una persona eletta

Dettagli

Primo rapporto sulla coesione sociale

Primo rapporto sulla coesione sociale Primo rapporto sulla coesione sociale Anno 2010 Indice delle tavole I. CONTESTI I.1 QUADRO SOCIO-DEMOGRAFICO I.1.1 Struttura e dinamica della popolazione Tavola I.1.1.1 - Popolazione residente per sesso,

Dettagli

GAMBETTOLA IN CIFRE. maschi femmine totale maschi femmine totale maschi femmine totale maschi femmine totale

GAMBETTOLA IN CIFRE. maschi femmine totale maschi femmine totale maschi femmine totale maschi femmine totale movimenti della popolazione GAMBETTOLA IN CIFRE Per amministrare un territorio è necessario scegliere fra diverse soluzioni possibili quelle che meglio si adattano alle situazioni reali, così come emergono

Dettagli

4. ANALISI DEL CONTESTO. 4.1 Analisi del Contesto Esterno. In sintesi

4. ANALISI DEL CONTESTO. 4.1 Analisi del Contesto Esterno. In sintesi 4. ANALISI DEL CONTESTO 4.1 Analisi del Contesto Esterno In sintesi Macro-ripartizione: Centro Superficie: 9.401,38 Km 2 Comuni: 236 Abitanti: 1.553.138 % di stranieri residenti: 9,0 Indice di vecchiaia

Dettagli

CORSO GRATUITO DI SPAGNOLO BASE

CORSO GRATUITO DI SPAGNOLO BASE FORMAZIONE LINGUISTICA CORSO GRATUITO DI SPAGNOLO BASE AULA 3 PIANO ORARIO CORSO: TOTALE ORE CORSO: Martedì e Giovedì dalle ore 18:30 alle ore 21:30 36 ore MAGGIO 18/05/2010 dalle ore 18.30 alle ore 21.30

Dettagli

ARTICOLO 1 OGGETTI E RIFERIMENTI ARTICOLO 2 DESTINATARI ARTICOLO 3 AMBITO DI APPLICAZIONE

ARTICOLO 1 OGGETTI E RIFERIMENTI ARTICOLO 2 DESTINATARI ARTICOLO 3 AMBITO DI APPLICAZIONE I.S.E.E. Comune di Caselette ARTICOLO 1 OGGETTI E RIFERIMENTI Il presente regolamento è finalizzato all individuazione delle condizioni economiche richieste per l accesso alle prestazioni comunali agevolate,

Dettagli

Catalogo dei dati, dei metadati e delle relative banche dati in possesso dell'amministrazione comunale Ultimo aggiornamento: 19/06/2015

Catalogo dei dati, dei metadati e delle relative banche dati in possesso dell'amministrazione comunale Ultimo aggiornamento: 19/06/2015 Amministrazione trasparente Comune di Prato Catalogo dei dati, dei metadati e delle relative banche dati in possesso dell'amministrazione comunale Ultimo aggiornamento: 19/06/2015 Ambito di Elenco attività/servizi

Dettagli

NOTE DI COMMENTO AI DATI DEGLI INTERVENTI DELLA FONDAZIONE ANTIUSURA: DAL 1 GENNAIO AL 31 DICEMBRE 2006

NOTE DI COMMENTO AI DATI DEGLI INTERVENTI DELLA FONDAZIONE ANTIUSURA: DAL 1 GENNAIO AL 31 DICEMBRE 2006 NOTE DI COMMENTO AI DATI DEGLI INTERVENTI DELLA FONDAZIONE ANTIUSURA: DAL 1 GENNAIO AL 31 DICEMBRE 2006 Le persone che hanno usufruito degli interventi, sia con risorse proprie della Fondazione, e sia

Dettagli

MICROCREDITO PER L AVVIO D IMPRESA AVVISO PUBBLICO

MICROCREDITO PER L AVVIO D IMPRESA AVVISO PUBBLICO DIOCESI DI NOTO MICROCREDITO PER L AVVIO D IMPRESA AVVISO PUBBLICO Il Direttore dell Ufficio Diocesano della Pastorale Sociale e del Lavoro (UDPSL) della Diocesi di Ragusa premesso che: - la Diocesi di

Dettagli

Progetto Voglia di mutualismo

Progetto Voglia di mutualismo Progetto Voglia di mutualismo Questionario sulla domanda di mutualismo Versione PDF per l inoltro via fax. Se vuoi rispondere tramite mail all indirizzo staff@vita.it, scarica il questionario in formato

Dettagli

COMUNE DI ALTOPASCIO

COMUNE DI ALTOPASCIO COMUNE DI ALTOPASCIO PROVINCIA DI LUCCA SETTORE ATTIVITA SOCIALI E SCOLASTICHE DOMANDA DI ISCRIZIONE SERVIZI PRIMA INFANZIA Anno Educativo 2015/2016 Al Sig. Sindaco del Comune di Altopascio Io sottoscritto

Dettagli

La bozza di Accordo Stato- Regioni sui nuovi criteri di formazione degli RSPP ANDREA GIACOMINELLI

La bozza di Accordo Stato- Regioni sui nuovi criteri di formazione degli RSPP ANDREA GIACOMINELLI 1 La bozza di Accordo Stato- Regioni sui nuovi criteri di formazione degli RSPP ANDREA GIACOMINELLI La bozza di Accordo Stato-Regioni sui nuovi criteri di formazione degli RSPP Il nuovo Accordo Stato-Regioni

Dettagli

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA Allegato 1_UE DICHIARAZIONE DI RESIDENZA ALL UFFICIALE D ANAGRAFE DEL COMUNE DI NANNO DICHIARAZIONE DI RESIDENZA CON PROVENIENZA DA ALTRO COMUNE. Indicare il Comune di provenienza: DICHIARAZIONE DI RESIDENZA

Dettagli

Unione europea Fondo sociale europeo. Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI

Unione europea Fondo sociale europeo. Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI Unione europea Fondo sociale europeo Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR I fabbisogni occupazionali e formativi

Dettagli

4 ore (unico modulo didattico)

4 ore (unico modulo didattico) Viale Luca Gaurico 257-00143 ROMA P. IVA e C.F. 05580001005 RI. 188796/1998 REA C.C.I.A.A. n 904271 Capitale Sociale 10.328,00 i.v. Tel. 06.51962114 Fax 06.51965686 commerciale@gruppo-quasar.it amministrazione@gruppo-quasar.it

Dettagli

I consumi delle famiglie in Lombardia e nella macroregione del Nord - Anno 2012

I consumi delle famiglie in Lombardia e nella macroregione del Nord - Anno 2012 Lombardia Statistiche Report N 2 / 14 aprile 2014 I consumi delle famiglie in Lombardia e nella macroregione del Nord - Anno 2012 Sintesi La spesa media per consumi delle famiglie lombarde nel 2012 è di

Dettagli

AVVISO PERCORSO FORMATIVO PER. OPERATORE SOCIO SANITARIO L.R. 20/2001 riconosciuto dalla Regione del Veneto

AVVISO PERCORSO FORMATIVO PER. OPERATORE SOCIO SANITARIO L.R. 20/2001 riconosciuto dalla Regione del Veneto Ospedale Sacro Cuore Don Calabria AVVISO PERCORSO FORMATIVO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO L.R. 20/2001 riconosciuto dalla Regione del Veneto La Regione Veneto ha comunicato l imminente avvio dei nuovi

Dettagli

L Osservatorio Politiche del Comune di Reggio Emilia

L Osservatorio Politiche del Comune di Reggio Emilia L Osservatorio Politiche del Comune di Reggio Emilia Osservatorio politiche - Gli obiettivi - La metodologia - Gli indicatori di impatto - L implementazione delle banche dati - La georeferenziazione dei

Dettagli

Sardegna ANDAMENTO DELL ECONOMIA REGIONALE. Luglio 2008. Osservatorio regionale sul Leasing 2007

Sardegna ANDAMENTO DELL ECONOMIA REGIONALE. Luglio 2008. Osservatorio regionale sul Leasing 2007 Osservatorio regionale sul Leasing 2007 Luglio 2008 Sardegna ANDAMENTO DELL ECONOMIA REGIONALE L economia regionale ha registrato nel 2007 una crescita a ritmo sostenuto, pari al 4.2% valutato a prezzi

Dettagli

Circolare n. 4/2013 del 14 Gennaio 2013 Ai gentili Clienti loro sedi

Circolare n. 4/2013 del 14 Gennaio 2013 Ai gentili Clienti loro sedi Circolare n. 4/2013 del 14 Gennaio 2013 Ai gentili Clienti loro sedi OGGETTO: Redditometro: primi chiarimenti sulle modalità di applicazione Gentile Cliente, iniziano a pervenire i primi chiarimenti sull'applicazione

Dettagli

Oltre la crisi, insieme

Oltre la crisi, insieme Caritas/Migrantes Dossier Statistico Immigrazione 21 Rapporto 2011 Edizioni Idos, Roma Oltre la crisi, insieme Stranieri residenti a 150 anni dall Unità d Italia 1861 2010 incidenza 0,4% incidenza 7,5%

Dettagli