GUIDA AL DEPOSITO delle domande di registrazione nazionale di

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GUIDA AL DEPOSITO delle domande di registrazione nazionale di"

Transcript

1 Ufficio Marchi e Brevetti GUIDA AL DEPOSITO delle domande di registrazione nazionale di MARCHIO (MODULO C) Il deposito di domande di registrazione di marchio d impresa ed eventuali istanze di modificazione alla domanda originaria possono essere effettuate presso la Camera di Commercio di Biella. DOVE RIVOLGERSI: Ufficio Brevetti e Marchi Via Aldo Moro, 15 1 piano Tel / Fax Centralino Sito WEB APERTURA AL PUBBLICO: Per il deposito: dalle ore 9.00 alle ore di ogni giorno feriale, sabato escluso Per informazioni: mattino dal lunedì al venerdì: pomeriggio del martedì e del giovedì: La realizzazione della presente guida è a cura dell Ufficio Brevetti e Marchi della Camera di Commercio di Biella e completamente consultabile sul sito

2 INDICE Riferimenti normativi pag. 3 Che cos è un marchio d impresa pag. 3 Marchi di impresa Collettivi pag. 3 Requisiti per la registrazione pag. 3 Diritti derivanti dalla registrazione pag. 4 Titolarità del marchio pag. 5 Priorità pag. 6 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO pag. 6 Rappresentanza pag. 6 Deposito telematico pag. 6 Ricerche di anteriorità pag. 7 Documentazione da presentare pag. 8 Avvertenze pag. 8 Tasse di registrazione, diritti di segreteria e marche da bollo pag. 9 Modulo C pag. 10 Foglio aggiuntivo pag. 12 Istruzioni per la compilazione del Modulo C pag. 13 Istruzioni per la compilazione del foglio aggiuntivo del Modulo C pag. 16 Fac-simile del marchio pag. 16 Tabella delle Classi di Prodotti/Servizi (Classificazione di Nizza 9a edizione) pag. 17 Nota bene pag. 20 Fac-Simile delega di firma del depositante pag. 21 2

3 RIFERIMENTI NORMATIVI Decreto legislativo 10 febbraio 2005, n CODICE DELLA PROPRIETA INDUSTRIALE CHE COSA È UN MARCHIO D IMPRESA Il marchio d impresa è un segno distintivo che serve a contraddistinguere i prodotti ovvero i servizi che un impresa produce e/o mette in commercio. Possono costituire marchi d impresa i segni suscettibili di essere rappresentati graficamente, in particolare le parole, compresi i nomi di persona, i disegni, le lettere, le cifre, i suoni, la forma del prodotto o della confezione di esso, o le combinazioni o le tonalità cromatiche, purché siano atti a distinguere i prodotti o i servizi di una impresa da quelli di altre imprese. MARCHI DI IMPRESA COLLETTIVI Il marchio collettivo è concesso ad un soggetto, persona fisica o giuridica, ente o associazione, che svolga la funzione di garantire l origine, la qualità, la natura di un prodotto o di un servizio. Il titolare di un marchio collettivo ha la facoltà di concedere l uso dei marchi stessi a produttori e commercianti, nel rispetto delle disposizioni di uno statuto o di un regolamento d uso, che devono prevedere l effettuazione di controlli e le sanzioni per le violazioni dei disciplinari di produzione. Il marchio collettivo è diverso dal marchio d impresa, poiché non svolge una funzione distintiva dei prodotti o dei servizi di un impresa da quelli di altre imprese, bensì una funzione garantistica di determinate qualità dei prodotti o dei servizi, che il titolare del marchio collettivo si obbliga a verificare, con opportuni controlli sulle merci o sui servizi dei produttori o dei commercianti ai quali ne sia stato concesso l uso. Il marchio collettivo, contrariamente a quello individuale, può contenere indicazioni relative alla provenienza geografica o ad altre caratteristiche qualitative, proprio perché esso deve garantire un complesso di qualità, spesso collegato a fattori storici, geografici o ambientali. La possibilità di inserire riferimenti geografici non deve tuttavia dar luogo a situazioni di ingiustificato privilegio o comunque non deve recare pregiudizio allo sviluppo di analoghe iniziative nella regione. I regolamenti concernenti l uso dei marchi collettivi, i controlli e le relative sanzioni, devono essere allegati alla domanda di registrazione. Le eventuali modificazioni regolamentari dovranno essere comunicate all'ufficio Italiano Brevetti e Marchi. REQUISITI PER LA REGISTRAZIONE novità: è l assenza sul mercato di prodotti o servizi contraddistinti da segno uguale o simile. La novità peraltro non difetta qualora il marchio precedente sia scaduto da oltre due anni (tre se trattasi di un marchio collettivo) o sia decaduto per non uso ultraquinquennale; capacità distintiva: è la capacità di distinguere un prodotto o servizio da quello di altri; liceità: è la conformità alla legge, all ordine pubblico e al buon costume. 3

4 NON POSSONO COSTITUIRE OGGETTO DI REGISTRAZIONE: gli stemmi e gli altri segni considerati nelle convenzioni internazionali vigenti in materia, nei casi ed alle condizioni menzionati nelle convenzioni stesse, nonché i segni contenenti simboli, emblemi e stemmi che rivestano un interesse pubblico, a meno che l autorità competente non ne abbia autorizzato la registrazione; i segni idonei ad ingannare il pubblico, in particolare sulla provenienza geografica, sulla natura o sulla qualità dei prodotti o servizi; i ritratti delle persone senza il consenso delle medesime, i nomi di persona diversi da quello del richiedente, se il loro uso sia tale da ledere la fama ed il decoro di chi ha il diritto di portare tali nomi; se notori, i nomi di persona, i segni usati in campo artistico, letterario, scientifico, politico o sportivo, le denominazioni e le sigle di manifestazioni e quelle di enti ed associazioni non aventi finalità economiche, nonché gli emblemi caratteristici di questi, senza il consenso dell avente diritto; i segni che possono costituire una violazione di un altrui diritto d autore, di proprietà industriale o di altro diritto esclusivo; un segno uguale o simile all altrui marchio, adottato come ditta, denominazione o ragione sociale, insegna, nome a dominio aziendale, se a causa dell identità o dell affinità dell attività d impresa possa determinarsi un rischio di confusione per il pubblico che può consistere anche in un rischio di associazione fra i due segni. i segni costituiti esclusivamente dalle denominazioni generiche di prodotti o servizi o da indicazioni descrittive che ad essi si riferiscono; i segni costituiti esclusivamente dalla forma imposta al prodotto dalla natura; i segni divenuti di uso comune nel linguaggio corrente o negli usi costanti del commercio; DIRITTI DERIVANTI DALLA REGISTRAZIONE Il titolare del marchio registrato ha diritto di farne uso esclusivo per contraddistinguere i propri prodotti o servizi. Ha altresì il diritto di vietare ai terzi, salvo il proprio consenso, di usare nell attività economica, un marchio identico o simile al proprio, per la stessa classe di prodotti o servizi o per classi affini, se a causa dell identità o somiglianza, possa determinarsi un rischio di confusione per il pubblico, che può consistere anche in un rischio di associazione tra i due segni. I diritti esclusivi sul marchio sono conferiti con la registrazione, mentre gli effetti decorrono dalla data di deposito della domanda durata La registrazione dura dieci anni a partire dalla data di deposito della domanda e può essere rinnovata per ulteriori periodi di 10 anni rinnovazione La domanda di rinnovazione di marchio d'impresa deve essere fatta dal titolare o dal suo avente causa. 4

5 La domanda, accompagnata dal versamento delle tasse dovute, deve essere depositata entro gli ultimi dodici mesi precedenti alla data di scadenza del decennio in corso. Trascorso tale periodo, la domanda di rinnovazione può essere presentata nei sei mesi successivi al mese di scadenza con l'applicazione di una soprattassa di 34,00. uso del marchio il marchio decade se non ne viene fatto un uso effettivo, da parte del titolare o con il suo consenso, per i prodotti o servizi per i quali è stato registrato, entro cinque anni dalla registrazione. TITOLARITÀ DEL MARCHIO La titolarità di un marchio nazionale può essere in capo a una pluralità di soggetti, non essendo vincolato il deposito all esistenza di una figura giuridica. Pertanto possono essere titolari di un marchio: persona fisica o giuridica Può ottenere una registrazione per marchio d impresa chiunque (persona fisica, ditta individuale, società, associazione, ecc. ) lo utilizzi, o si proponga di utilizzarlo, nella fabbricazione o commercio di prodotti o nella prestazione di servizi della propria impresa o di imprese di cui abbia il controllo o che ne facciano uso con il suo consenso. enti pubblici Anche le amministrazioni dello Stato, delle regioni, delle province e dei comuni possono ottenere registrazioni di marchio. soggetti individuali o collettivi che garantiscono la qualità di prodotti o servizi Possono essere richiesti anche marchi collettivi da parte di soggetti, individuali o collettivi, che svolgano la funzione di garantire la natura, la qualità o l origine di determinati prodotti o servizi; possono essere perciò usati da più persone o imprese che si assoggettano all osservanza di determinati standard di qualità e ai relativi controlli. stranieri La registrazione di marchi d impresa è concessa anche agli stranieri che siano: - cittadini di uno Stato facente parte della Convenzione di Parigi per la protezione della proprietà industriale, ovvero della Organizzazione mondiale del commercio - cittadini di uno Stato che non fa parte delle suddette convenzioni, a condizione che siano domiciliati o abbiano uno stabilimento industriale o commerciale effettivo sul territorio di uno Stato facente parte della Convenzione Unione di Parigi - cittadini di Stati non facenti parte delle citate convenzioni, se lo Stato a cui il cittadino appartiene accorda ai cittadini italiani reciprocità di trattamento. 5

6 PRIORITA' Chi deposita in Italia un marchio che sia stato registrato in precedenza in uno Stato estero, facente parte di una Convenzione internazionale ratificata dall Italia, che riconosce il diritto di priorità, può rivendicare che la domanda italiana produca i suoi effetti dalla data di deposito della domanda estera. Il termine di priorità previsto dalla Convenzione Unione di Parigi, per i marchi, è di sei mesi. Quando si rivendichi la priorità di un deposito originariamente fatto in altro stato agli effetti delle Convenzioni Internazionali vigenti, si devono indicare nella domanda gli estremi relativi, ed inoltre si deve allegare copia della domanda prioritaria, con relativa traduzione in italiano, da cui si rilevino il nome del richiedente e la data in cui il deposito è avvenuto. ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO I depositi delle domande di registrazione dei marchi d impresa possono essere effettuati presso una qualunque delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura, situate sul territorio nazionale, a prescindere dalla sede o residenza del depositante. All'atto del deposito della domanda di registrazione verrà rilasciato il relativo numero di protocollo, che determinerà la posizione con la quale la domanda di registrazione verrà annotata anche nei relativi registri tenuti all'ufficio Italiano Brevetti e Marchi. Gli interessati, nella loro corrispondenza diretta con detto Ufficio, dovranno sempre fare riferimento a tale numero. Per ottenere la registrazione di un marchio d'impresa di primo deposito o di rinnovazione, è necessario presentare domanda su apposito modulo predisposto dal Ministero delle Attività Produttive (MODULO C) presso la Camera di Commercio. Rappresentanza Nessuno è tenuto a farsi rappresentare da un mandatario abilitato nelle procedure di fronte all Ufficio Italiano Brevetti e Marchi; le persone fisiche e giuridiche possono agire per mezzo di un loro dipendente anche se non abilitato, o per mezzo di un dipendente di altra società collegata. Il mandato può essere conferito soltanto a mandatari iscritti in apposito Albo nazionale tenuto dal Ministero delle Attività Produttive, oppure ad un Avvocato iscritto nel suo Albo Professionale. DEPOSITO TELEMATICO Dal 1 giugno 2006 è possibile effettuare il deposito delle domande di brevetto e di marchio in modalità telematica ai sensi del DM del 10 aprile Per effettuare il deposito telematico è necessario essere utenti Telemaco. TELEMACO è un servizio che consente, oltre all accesso alle banche dati marchi e brevetti nazionali, con estrazione delle relative visure, anche di trasmettere via internet le domande di marchio e brevetto all UIBM, tramite la Camera di Commercio, utilizzando la Firma Digitale personale del richiedente o del mandatario, nel caso in cui ne sia stato nominato uno. Per accedere al servizio Telemaco, occorre sottoscrivere il contratto Telemaco Pay, il cui originale dovrà essere trasmesso alla Camera di Commercio di Biella. L'avvenuta attivazione verrà comunicata attraverso l'invio di un messaggio con l'indicazione della user-id e password di accesso al sito internet Al primo accesso, dopo l attivazione, l'utente dovrà provvedere a versare tramite carta di credito, un fondo "prepagato" totalmente utilizzabile per richiedere i servizi Telemaco. I diritti di segreteria verranno trattenuti direttamente da tale credito. 6

7 RICERCHE DI ANTERIORITÀ E possibile, oltre che consigliabile, prima di effettuare il deposito del marchio, verificare se lo stesso risulta già presente negli archivi dei marchi depositati / registrati. Per effettuare tale ricerca si può consultare il sito (per ricerche nazionali) oppure il sito (per ricerche di marchi comunitari). Per la consultazione dei database contenenti i marchi internazionali (e quindi potenzialmente con estensione al territorio italiano), è possibile usufruire dei servizi forniti dai Punti di Informazione brevettuale delle Camere di Commercio di Torino e Cuneo. Inoltre è possibile, con l assistenza dell ufficio, effettuare la ricerca su base nazionale attraverso il programma Simba, al costo di 3,00 per ricerca effettuata. 7

8 DOCUMENTI DA PRESENTARE PER LA REGISTRAZIONE DI UN MARCHIO Documenti, tasse e diritti obbligatori: 1. MODULO C (composto dal foglio 1/2 e dal foglio 2/2) (+eventuali moduli "C" aggiuntivi); n.1 originale + 4 copie dello stesso; 2. ATTESTAZIONE DI VERSAMENTO delle tasse da pagarsi secondo la sotto specificata tabella sul c/c postale n intestato Agenzia delle Entrate Centro Operativo di Pescara, indicando quale causale del versamento: marchio primo deposito/rinnovazione. Il bollettino dovrà essere reperito alle Poste e compilato in ogni sua parte a cura del richiedente, in quanto non esistono bollettini prestampati; 3. DIRITTI DI SEGRETERIA; Documenti eventuali da presentare solo in casi particolari: 1. LETTERA D INCARICO o Procura - sono necessari solo quando sia nominato un mandatario abilitato. In questo caso dovranno essere versati 34,00 unitamente alle altre tasse per il deposito; 2. DELEGA FIRMA DEPOSITANTE (solo nel caso in cui la persona che deposita la domanda sia diversa da quella che ha firmato la domanda); 3. COPIA REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO (solo nel caso di domanda di registrazione di marchio collettivo da parte di Associazioni, Enti o Consorzi Il Regolamento deve contenere le disposizioni relative all uso del marchio collettivo, i controlli e le relative sanzioni). AVVERTENZE Tutta la modulistica va compilata informaticamente ovvero con macchina da scrivere, senza correzioni o cancellazioni, con scrittura esclusivamente di colore nero o blu, solamente sulla faccia anteriore di singoli fogli formato A4. Il modulo C, in formato cartaceo, può essere ritirato presso l Ufficio Marchi e Brevetti della Camera di Commercio di Biella. Il modulo è anche disponibile in formato PDF, sul sito internet della Camera di Commercio, al seguente indirizzo: e può essere compilato informaticamente; il testo inserito non può essere salvato e pertanto occorre controllare il testo inserito e stampare il modulo prima di chiuderlo. Non sono accettati moduli compilati a mano o copie riprodotte in fronte/retro. 8

9 TASSE, DIRITTI DI SEGRETERIA E BOLLI TASSE Sul c.c.p. n , intestato all Agenzia delle Entrate, Centro operativo di Pescara; è obbligatorio presentare l attestazione di versamento. TASSE PER MARCHIO ITALIANO DI IMPRESA Primo deposito (validità 10 anni): 1. Tassa di registrazione comprensiva di una classe: euro 101,00 2. Per ogni classe aggiunta: euro 34,00 [ Esempio: domanda per marchio relativo con tre classi di prodotti/servizi: 101,00 (domanda + 1 classe) + 34,00 (per 2 a classe aggiuntiva) + 34,00 (per 3 a classe aggiuntiva) = Totale 169,00 ] Rinnovazione (validità successivi 10 anni): 1. Tassa di rinnovazione comprensiva di una classe: euro 67,00 2. Per ogni classe aggiunta: euro 34,00 La registrazione può essere rinnovata per lo stesso marchio e per periodi di dieci anni entro gli ultimi dodici mesi di scadenza del decennio in corso, trascorso il quale la registrazione può essere rinnovata nei sei mesi successivi al mese di scadenza, con l'applicazione di una tassa per ritardato pagamento di 34,00. TASSE PER MARCHIO ITALIANO COLLETTIVO Primo deposito (validità 10 anni): per una o più classi: euro 337,00 Rinnovazione (validità successivi 10 anni): 1. Tassa di rinnovazione per una o più classi: euro 202,00 2. Per il ritardo nella rinnovazione: euro 34,00 (entro il semestre successivo alla scadenza) TASSA AGGIUNTIVA PER ISTANZA PRESENTATA DA MANDATARIO E previsto, in allegato all istanza, il deposito della lettera d incarico (ovvero della riserva di lettera d incarico ); in tal caso le tasse di cui sopra devono essere maggiorate di euro 34,00. Nel bollettino deve essere indicata la causale del versamento: Deposito domanda per marchio d impresa a nome [NOME DEL RICHIEDENTE]. DIRITTI DI SEGRETERIA E MARCHE DA BOLLO I diritti di segreteria vanno pagati in contanti all ufficio oppure versati sul c/c postale n intestato a Camera di Commercio di Biella, utilizzando un modello a tre sezioni: 1. Euro 40,00 per il deposito di ogni istanza; 2. Euro 3,00 per la copia autentica della domanda (se richiesta). Le marche da bollo devono essere preventivamente acquistate nelle rivendite autorizzate; occorre una marca da 14,62 per ogni istanza (massimo 4 facciate) + una marca 14,62 se si desidera ricevere la copia autentica della domanda (massimo 4 facciate). 9

10 10

11 11

12 12

13 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI MARCHIO (MODULO C ) Il modulo "C" si compone di due pagine, Modulo C (1/2) e Modulo C (2/2), che devono essere compilate entrambe obbligatoriamente. Il modulo deve essere scritto a macchina o computer, senza errori e cancellature, e deve essere presentato in originale firmato in entrambe le pagine. Qualora il numero dei richiedenti, la descrizione del marchio, le classi di prodotti/servizi non possano essere contenuti nel modulo C, si dovranno utilizzare i fogli aggiuntivi modulo C da compilare con le medesime regole generali, sempre in un originale firmato. Il modulo "C" viene impiegato per due distinti tipi di richiesta: - Primo deposito del Marchio - Rinnovazione del Marchio. Nel campo Tipo occorre indicare: - [P] per il primo deposito - [R] per la rinnovazione del marchio senza modifiche né cessioni; - [S] per la rinnovazione del marchio senza modifiche ma con cessioni; La registrazione può essere rinnovata per lo stesso marchio e per periodi di dieci anni entro gli ultimi dodici mesi di scadenza del decennio in corso, trascorso il quale la registrazione può essere rinnovata nei sei mesi successivi al mese di scadenza, con l'applicazione di una tassa per ritardato pagamento di 34,00. Paragrafo A. RICHIEDENTE [CAMPO OBBLIGATORIO] In questo paragrafo obbligatorio occorre indicare le informazioni che si riferiscono al/ai richiedente/i della titolarità del marchio. Cognome e Nome o Denominazione [A1] : - se persona fisica indicare prima il cognome e poi il nome per esteso, senza titoli o abbreviazioni; - se ditta o persona giuridica indicare la denominazione per esteso, come risulta dai documenti ufficiali, senza apportare alcuna alterazione. Natura Giuridica [A2] : - se persona fisica indicare [PF], - se ditta o persona giuridica [PG]. Codice fiscale Partita IVA [A3]: - se il richiedente è italiano indicare il codice fiscale oppure, in mancanza di questo, indicare la partita IVA - se il richiedente è estero lasciare il campo in bianco Indirizzo completo [A4] : - se il richiedente è italiano indicare la Via, il Comune e la Provincia di residenza o della sede legale; 13

14 - se il richiedente è estero indicare la Via, la Città e lo Stato di residenza o sede legale. Paragrafo B. RECAPITO [CAMPO OBBLIGATORIO IN ASSENZA DEL MANDATARIO] Nel campo contraddistinto con il codice [B0] occorre riportare una delle due seguenti lettere: - [D] se il recapito corrisponde al domicilio eletto dal/i richiedente/i; - [R] se viene nominato un rappresentante del/dei richiedente/i presso l Ufficio Italiano Brevetti e Marchi che non sia un mandatario abilitato presso l U.I.B.M. iscritto all Albo dei Consulenti in Proprietà Industriale (es. Avvocato iscritto all Albo di categoria, dipendente della ditta richiedente o dipendente di altra società collegata). Cognome e Nome o Denominazione [B1]: - se nel campo [B0] è stata scritta la lettera [D] e vi è un solo richiedente, non occorre compilare questo campo; - se nel campo [B0] è stata scritta la lettera [D] e vi sono più richiedenti, occorre compilare questo campo con il cognome e poi il nome della persona fisica o denominazione della ditta a cui verranno indirizzate le eventuali comunicazioni dell Ufficio Italiano Brevetti e Marchi. Indirizzo [B2]: indicare sempre l indirizzo ( Via, piazza, e numero civico) presso cui dovranno essere inviate le eventuali comunicazioni dell Ufficio Italiano Brevetti e Marchi CAP/ Località / Provincia [B3]: indicare il Codice di Avviamento Postale, la località (Frazione, Comune, ) e la Provincia relativi all indirizzo. Paragrafo C. MARCHIO [CAMPO OBBLIGATORIO] Descrizione [C1] : E obbligatorio indicare il marchio e descriverne brevemente gli aspetti caratterizzanti, ove non si tratti esclusivamente di marchio denominativo. Oltre ad indicare la denominazione del marchio e la sua descrizione, è necessario indicare, tra parentesi, il tipo di marchio, come segue: (verbale) quando è costituito solo da lettere o numeri arabi o romani in caratteri di stampa normali; (figurativo) quando è costituito da elementi grafici o figurativi accompagnato o meno da elementi verbali (se il marchio è a colori specificare figurativo a colori ) (tridimensionale) Colori indicati nella Descrizione [C2]: Indicare il/i colore/i come da descrizione, compresi il bianco ed il nero, nel caso in cui tali colori costituiscono caratteristica del marchio stesso. Paragrafo E. CLASSI [CAMPO OBBLIGATORIO] Indicare i prodotti/servizi che il marchio è destinato a contraddistinguere, divisi nelle classi 14

15 della Classificazione di Nizza; Totale Classi [E0]: indicare il numero totale delle classi utilizzate Cod. Classe [E1]: indicare il codice numerico della classe utilizzata Descrizione [E2]: è necessario riportare analiticamente l elenco dei prodotti e servizi che il marchio è destinato a contraddistinguere. Se è rivendicata tutta la classe occorre indicare l intestazione completa della classe interessata, mentre se il marchio protegge solo alcuni prodotti o servizi appartenenti alla classe, occorre indicare soltanto questi. Per tale descrizione è possibile utilizzare, in sequenza, le righe contraddistinte dal codice [E2], lasciando in bianco il campo contraddistinto dal codice [E1]; se le righe non sono sufficienti, proseguire con il "foglio aggiuntivo del modulo C";2. paragrafo E Paragrafo F. PRIORITA : campo facoltativo, da compilare solo se si rivendica un precedente deposito di marchio estero; Paragrafo H. RINNOVAZIONE: campo facoltativo, da compilare solo se si deve rinnovare un marchio precedentemente depositato; Paragrafo I. MANDATARIO DEL RICHIEDENTE PRESSO L UIBM: campo facoltativo, da compilare solo se la domanda e presentata tramite mandatario iscritto all albo presso l UIBM; Paragrafo L. ANNOTAZIONI SPECIALI: in questo paragrafo è possibile inserire una o più annotazioni speciali, quali ad esempio: 1) < i titolari partecipano ai diritti sul marchio nelle seguenti misure: nome percentuale %, nome.. percentuale %..,.>, e/o 2) < si presenta domanda per marchio collettivo al sensi..>, e/o 3) < >. Paragrafo M. DOCUMENTAZIONE ALLEGATA O CON RISERVA DI PRESENTAZIONE: 1. Attestato di Versamento: indicare l importo espresso in lettere della tassa versata; 2. Applicare un esemplare del marchio nell'apposito spazio riservato. Foglio Aggiuntivo per i seguenti Paragrafi: barrare con una [X] la casella immediatamente a destra della lettera del paragrafo per indicare che questo continua sui fogli aggiuntivi. Del presente atto si chiede copia autentica? (Si/No): Scrivere nell apposita casella [Si] se si chiede una copia autentica, altrimenti scrivere [No]. Data: indicare la data di compilazione del presente modulo. Firma Del/Dei Richiedente/i: apporre la firma di ciascun richiedente titolare (o, per le società, del legale rappresentante o amministratore) o del mandatario abilitato su ciascun foglio. 15

16 Il modulo può essere presentato anche da persona diversa dal richiedente, purché munita di apposita delega (unitamente a copia del documento di identità del delegante), che firmerà in qualità di depositante. FOGLIO AGGIUNTIVO MODULO C ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE Il Foglio aggiuntivo modulo C deve essere utilizzato nel caso in cui gli spazi previsti nel modulo C per i richiedenti, la descrizione del marchio, le classi e le priorità non siano sufficienti. I campi vanno compilati con le medesime regole indicate per il modulo C. A destra della dicitura: Foglio Aggiuntivo N. indicare il numero progressivo di fogli aggiuntivi compilati iniziando con il numero 1. A destra della dicitura: Di Totali: indicare il numero totale di fogli aggiuntivi compilati. Ciascun foglio aggiuntivo deve essere firmato dal/dai richiedente/i. FAC-SIMILE DEL MARCHIO Il fac-simile del marchio, da incollare sul Modulo C deve avere dimensioni massime preferibili di cm 7 X 7 e non inferiori ai 15 mm di lato e riprodotto in bianco e nero con procedimento di stampa, su carta bianca comune, (non rigata, non placcata, non in cartoncino, escluse la carta velina, oleata, il cellophane, le riduzioni cianografiche, eliografiche, fotografiche, ecc.) oppure, quando si intenda rivendicare come elemento distintivo il colore, riprodotto a colori. 16

17 TABELLA DELLE CLASSI DI PRODOTTI / SERVIZI Classificazione di Nizza - Nona edizione PRODOTTI Classe 1 Prodotti chimici destinati all'industria, alle scienze, alla fotografia, all'agricoltura, all'orticoltura e alla silvicoltura; resine artificiali allo stato grezzo, materie plastiche allo stato grezzo; concimi per i terreni; composizioni per estinguere il fuoco; preparati per la tempera e la saldatura dei metalli; prodotti chimici destinati a conservare gli alimenti; materie concianti; adesivi (materie collanti) destinati all'industria. Classe 2 Colori, vernici, lacche; prodotti preservanti dalla ruggine e dal deterioramento del legno; materie tintorie; mordenti; resine naturali allo stato grezzo; metalli in fogli e in polvere per pittori, decoratori, tipografi e artisti. Classe 3 Preparati per la sbianca e altre sostanze per il bucato; preparati per pulire, lucidare, sgrassare e abradere; saponi; profumeria, oli essenziali, cosmetici, lozioni per capelli; dentifrici. Classe 4 Oli e grassi industriali; lubrificanti; prodotti per assorbire, bagnare e legare la polvere; combustibili (comprese le benzine per motori) e materie illuminanti; candele e stoppini per illuminazione. Classe 5 Prodotti farmaceutici e veterinari; prodotti igienici per scopi medici; sostanze dietetiche per uso medico, alimenti per neonati; impiastri, materiale per fasciature; materiali per otturare i denti e per impronte dentarie; disinfettanti; prodotti per la distruzione degli animali nocivi; fungicidi, erbicidi. Classe 6 Metalli comuni e loro leghe; materiali per costruzione metallici; costruzioni trasportabili metalliche; materiali metallici per ferrovie; cavi e fili metallici non elettrici; serrami e chincaglieria metallica; tubi metallici; casseforti; prodotti metallici non compresi in altre classi; minerali. Classe 7 Macchine e macchine-utensili; motori (eccetto quelli per veicoli terrestri); giunti e organi di trasmissione (eccetto quelli per veicoli terrestri); strumenti agricoli tranne quelli azionati manualmente; incubatrici per uova. Classe 8 Utensili e strumenti azionati manualmente; articoli di coltelleria, forchette e cucchiai; armi bianche; rasoi. Classe 9 Apparecchi e strumenti scientifici, nautici, geodetici, fotografici, cinematografici, ottici, di pesata, di misura, di segnalazione, di controllo (ispezione), di soccorso (salvataggio) e d'insegnamento; apparecchi e strumenti per la conduzione, commutazione, trasformazione, accumulazione, regolazione o controllo dell'elettricità; apparecchi per la registrazione, la trasmissione, la riproduzione del suono o delle immagini; supporti di registrazione magnetica, dischi acustici; distributori automatici e meccanismi per apparecchi di prepagamento; registratori di cassa, macchine calcolatrici, corredo per il trattamento dell'informazione e gli elaboratori elettronici; estintori. 17

18 Classe 10 Apparecchi e strumenti chirurgici, medici, dentari e veterinari, membra, occhi e denti artificiali; articoli ortopedici; materiale di sutura. Classe 11 Apparecchi di illuminazione, di riscaldamento, di produzione di vapore, di cottura, di refrigerazione, di essiccamento, di ventilazione, di distribuzione d'acqua e impianti sanitari. Classe 12 Veicoli; apparecchi di locomozione terrestri, aerei o nautici. Classe 13 Armi da fuoco; munizioni e proiettili; esplosivi; fuochi d'artificio. Classe 14 Metalli preziosi e loro leghe e prodotti in tali materie o placcati non compresi in altre classi; gioielleria, pietre preziose; orologeria e strumenti cronometrici. Classe 15 Strumenti musicali. Classe 16 Carta, cartone e prodotti in queste materie, non compresi in altre classi; stampati; articoli per legatoria; fotografie; cartoleria; adesivi (materie collanti) per la cartoleria o per uso domestico; materiale per artisti; pennelli; macchine da scrivere e articoli per ufficio (esclusi i mobili); materiale per l'istruzione o l'insegnamento (tranne gli apparecchi); materie plastiche per l'imballaggio (non comprese in altre classi); caratteri tipografici; cliché. Classe 17 Caucciù, guttaperca, gomma, amianto, mica e prodotti in tali materie non compresi in altre classi; prodotti in materie plastiche semilavorate; materie per turare, stoppare e isolare; tubi flessibili non metallici. Classe 18 Cuoio e sue imitazioni, articoli in queste materie non compresi in altre classi; pelli di animali; bauli e valigie; ombrelli, ombrelloni e bastoni da passeggio; fruste e articoli di selleria. Classe 19 Materiali da costruzione non metallici; tubi rigidi non metallici per la costruzione; asfalto, pece e bitume; costruzioni trasportabili non metalliche; monumenti non metallici. Classe 20 Mobili, specchi, cornici; prodotti, non compresi in altre classi, in legno, sughero, canna, giunco, vimini, corno, osso, avorio, balena, tartaruga, ambra, madreperla, spuma di mare, succedanei di tutte queste materie o in materie plastiche. Classe 21 Utensili e recipienti per il governo della casa o la cucina (né in metalli preziosi, né in placcato); pettini e spugne; spazzole (ad eccezione dei pennelli); materiali per la fabbricazione di spazzole; materiale per pulizia; paglia di ferro; vetro grezzo o semilavorato (tranne il vetro da costruzione); vetreria, porcellana e maiolica non comprese in altre classi. Classe 22 Corde, spaghi, reti, tende, teloni, vele, sacchi (non compresi in altre classi); materiale d'imbottitura (tranne il caucciù o le materie plastiche); fibre tessili grezze. Classe 23 Fili per uso tessile. Classe 24 Tessuti e prodotti tessili non compresi in altre classi; coperte da letto e copritavoli. 18

19 Classe 25 Articoli di abbigliamento, scarpe, cappelleria. Classe 26 Merletti, pizzi e ricami, nastri e lacci; bottoni, ganci e occhielli, spille e aghi; fiori artificiali. Classe 27 Tappeti, zerbini, stuoie, linoleum e altri rivestimenti per pavimenti; tappezzerie in materie non tessili. Classe 28 Giochi, giocattoli; articoli per la ginnastica e lo sport non compresi in altre classi; decorazioni per alberi di Natale. Classe 29 Carne, pesce, pollame e selvaggina; estratti di carne; frutta e ortaggi conservati, essiccati e cotti; gelatine, marmellate, composte; uova, latte e prodotti derivati dal latte; oli e grassi commestibili. Classe 30 Caffè, tè, cacao, zucchero, riso, tapioca, sago, succedanei del caffè; farine e preparati fatti di cereali, pane, pasticceria e confetteria, gelati; miele, sciroppo di melassa; lievito, polvere per fare lievitare; sale, senape; aceto, salse (condimenti); spezie; ghiaccio. Classe 31 Prodotti agricoli, orticoli, forestali e granaglie, non compresi in altre classi; animali vivi; frutta e ortaggi freschi; sementi, piante e fiori naturali; alimenti per gli animali, malto. Classe 32 Birre; acque minerali e gassose e altre bevande analcoliche; bevande di frutta e succhi di frutta; sciroppi e altri preparati per fare bevande. Classe 33 Bevande alcoliche (tranne le birre). Classe 34 Tabacco; articoli per fumatori; fiammiferi. SERVIZI Classe 35 Pubblicità; gestione di affari commerciali; amministrazione commerciale; lavori di ufficio. Classe 36 Assicurazioni; affari finanziari; affari monetari; affari immobiliari. Classe 37 Costruzione; riparazione; servizi d'installazione. Classe 38 Telecomunicazioni. Classe 39 Trasporto; imballaggio e deposito di merci; organizzazione di viaggi. Classe 40 Trattamento di materiali. Classe 41 Educazione; formazione; divertimento; attività sportive e culturali. 11 Classe 42 Servizi scientifici e tecnologici e servizi di ricerca e progettazione ad essi relativi; servizi di analisi e di ricerche industriali; progettazione e sviluppo di hardware e software; servizi giuridici. Classe 43 19

20 Ristorazione (alimentazione); alloggi temporanei. Classe 44 Servizi medici; servizi veterinari; cure d'igiene e di bellezza per l uomo e gli animali; servizi di agricoltura, orticoltura e silvicoltura. Classe 45 Servizi personali e sociali resi da terzi destinati a soddisfare necessità individuali; servizi di sicurezza per la protezione di beni e persone. NOTA BENE Questa tabella è un estratto, riportante solo i titoli delle classi, della Classificazione di Nizza, ed ha lo scopo di consentire l inquadramento dei prodotti/servizi in una classe. In caso di prodotti/servizi di dubbia classificazione, sul sito della Camera di Commercio di Biella (www.bi.camcom.it), nella pagina relativa ai marchi, è presente anche la Classificazione di Nizza con note esplicative. Per prodotti/servizi non compresi nei titoli e ad essi non affini è possibile consultare il sito che consente di individuare dettagliatamente la classe di appartenenza dei prodotti o servizi collegati al marchio che si intende depositare. 20

21 DELEGA DI FIRMA ( da utilizzare nel caso in cui la persona che deposita la domanda di registrazione del marchio sia persona diversa dal richiedente ) Il sottoscritto titolare/legale rappresentante dell impresa CF/ P.IVA D E L E G A a depositare la documentazione relativa alla domanda di brevetto e a firmare il verbale di deposito presso la Camera di Commercio Il/la sig./sig.ra che firmerà come segue: firma del delegato Luogo e data firma del delegante 21

Classificazione Internazionale di Nizza 10 a edizione Aggiornata al 20 maggio 2014

Classificazione Internazionale di Nizza 10 a edizione Aggiornata al 20 maggio 2014 Classificazione Internazionale di Nizza 10 a edizione Aggiornata al 20 maggio 2014 Questa classificazione aiuta nell individuazione delle classi di prodotti e servizi in cui proteggere il marchio di Vostro

Dettagli

Classificazione di Nizza - Decima edizione (PRODOTTI: classi 1-34; SERVIZI: classi 35-45)

Classificazione di Nizza - Decima edizione (PRODOTTI: classi 1-34; SERVIZI: classi 35-45) PRODOTTI Classificazione di Nizza - Decima edizione (PRODOTTI: classi 1-34; SERVIZI: classi 35-45) 1. - Prodotti chimici destinati all'industria, alle scienze e fotografia, come anche all'agricoltura,

Dettagli

Classificazione di Nizza (10 ^ Edizione) (con le modifiche in vigore dal 20 Maggio 2014)

Classificazione di Nizza (10 ^ Edizione) (con le modifiche in vigore dal 20 Maggio 2014) PRODOTTI Classificazione di Nizza (10 ^ Edizione) (con le modifiche in vigore dal 20 Maggio 2014) T I T O L A Z I O N I D E L L E C L A S S I D I P R O D O T T I E D I S E R V I Z I Classe 1: Prodotti

Dettagli

Classe N. 2 Prodotti

Classe N. 2 Prodotti CLASSIFICAZIONE DI NIZZA Classe N. 1 Prodotti - Prodotti chimici destinati all'industria, alle scienze e fotografia, come anche all'agricoltura, all'orticoltura e alla silvicoltura; - resine artificiali

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DI NIZZA

CLASSIFICAZIONE DI NIZZA CLASSIFICAZIONE DI NIZZA Classe N. 1 Prodotti - Prodotti chimici destinati all'industria, alle scienze e fotografia, come anche all'agricoltura, all'orticoltura e alla silvicoltura; - resine artificiali

Dettagli

Classificazione di Nizza 9 edizione

Classificazione di Nizza 9 edizione +39.06.97602592 Classificazione di Nizza 9 edizione Classificazione Internazionale di prodotti e servizi per la registrazione del marchio di impresa A cosa Serve? Al momento di depositare una domanda di

Dettagli

Classificazione di Nizza

Classificazione di Nizza Classificazione di Nizza Nona edizione CLASSIFICAZIONE DEI GENERI DI PRODOTTI, MERCI E SERVIZI PER LA REGISTRAZIONE O RINNOVO DI MARCHI DI FABBRICA O DI SERVIZIO O S S E R V A Z I O N I G E N E R A L I

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI MARCHIO

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI MARCHIO ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI MARCHIO Normativa di riferimento: Decreto legislativo 10 febbraio 2005 n. 30 "CODICE DELLA PROPRIETA INDUSTRIALE". DECRETO 13 gennaio 2010 n.

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DI NIZZA 10a EDIZIONE

CLASSIFICAZIONE DI NIZZA 10a EDIZIONE CLASSIFICAZIONE DI NIZZA 10a EDIZIONE Classificazione Internazionale di Nizza dei Prodotti e Servizi per la registrazione del marchio di impresa A cosa Serve? Al momento di depositare una domanda di marchio

Dettagli

Classificazione di Nizza

Classificazione di Nizza Classificazione di Nizza Ottava edizione CLASSIFICAZIONE DEI GENERI DI PRODOTTI, MERCI E SERVIZI PER LA REGISTRAZIONE O RINNOVO DI MARCHI DI FABBRICA O DI SERVIZIO Classificazione di Nizza (Ottava edizione)

Dettagli

MARCHI E BRAND: COME IMPOSTARE UNA CORRETTA STRATEGIA DI TUTELA DELL IMMAGINE DELL IMPRESA

MARCHI E BRAND: COME IMPOSTARE UNA CORRETTA STRATEGIA DI TUTELA DELL IMMAGINE DELL IMPRESA MARCHI E BRAND: COME IMPOSTARE UNA CORRETTA STRATEGIA DI TUTELA DELL IMMAGINE DELL IMPRESA MARCHIO = DIFFERENZA MARCHIO = MEMORIA DEL PRODOTTO O DEL SERVIZIO 2 MARCHIO SEGNO DI APPARTENENZA GARANZIA DI

Dettagli

Guida al deposito Domanda di Marchio d Impresa

Guida al deposito Domanda di Marchio d Impresa Guida al deposito Domanda di Marchio d Impresa Ufficio Brevetti e Marchi Deposito: dal lunedì al venerdì ore 9,00-12,00 Centro Regionale Pat-Lib LISTA DELLE CLASSI DI PRODOTTI E DI SERVIZI Ogni primo deposito

Dettagli

FAX 06 47887779 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UNA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI MARCHIO D IMPRESA (C)

FAX 06 47887779 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UNA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI MARCHIO D IMPRESA (C) MINISTERO DELL0 SVILUPPO ECONOMICO DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI 00187 ROMA- VIA MOLISE N

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - PADOVA UFFICIO BREVETTI TELEFONO: 0498208236 / 143 / 235 e-mail : brevetti@pd.camcom.

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - PADOVA UFFICIO BREVETTI TELEFONO: 0498208236 / 143 / 235 e-mail : brevetti@pd.camcom. CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - PADOVA UFFICIO BREVETTI TELEFONO: 0498208236 / 143 / 235 e-mail : brevetti@pd.camcom.it ISTRUZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI REGISTRAZIONE

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI PRIMO DEPOSITO O DI RINNOVAZIONE PER MARCHIO

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI PRIMO DEPOSITO O DI RINNOVAZIONE PER MARCHIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI PRIMO DEPOSITO O DI RINNOVAZIONE PER MARCHIO MODULO C l. Istruzioni di carattere generale. La domanda e gli eventuali

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO BI BRINDISI UFFICIO BREVETTI E MARCHI TEL: 0831228219-221 222

CAMERA DI COMMERCIO BI BRINDISI UFFICIO BREVETTI E MARCHI TEL: 0831228219-221 222 CAMERA DI COMMERCIO BI BRINDISI UFFICIO BREVETTI E MARCHI TEL: 0831228219-221 222 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA DOMANDA di REGISTRAZIONE PER MARCHIO di IMPRESA DOVE PRESENTARE LA DOMANDA Chi intende

Dettagli

UFFICIO BREVETTI E MARCHI ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI DOMANDA DI REGISTRAZIONE PER MARCHIO D IMPRESA

UFFICIO BREVETTI E MARCHI ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI DOMANDA DI REGISTRAZIONE PER MARCHIO D IMPRESA UFFICIO BREVETTI E MARCHI ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI DOMANDA DI REGISTRAZIONE PER MARCHIO D IMPRESA Il marchio di impresa è un segno distintivo che serve a contraddistinguere i prodotti o i servizi

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA ISTRUZIONI PER LA REGISTRAZIONE DI UN MARCHIO D IMPRESA CHE COS E UN MARCHIO D IMPRESA Il marchio d impresa è un segno distintivo che serve a contraddistinguere

Dettagli

MARCHIO D IMPRESA NAZIONALE

MARCHIO D IMPRESA NAZIONALE 1 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA TRAPANI UFFICIO BREVETTI E MARCHI CORSO ITALIA, 26 TRAPANI - III PIANO TEL. 0923 876-264 e-mail: caterina.badalucco@tp.camcom.it E CONSIGLIABILE

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI DIVISIONE XIII MARCHI

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI DIVISIONE XIII MARCHI Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI DIVISIONE XIII MARCHI INFORMAZIONI GENERALI PER IL DEPOSITO DI UNA DOMANDA DI REGISTRAZIONE

Dettagli

A cura del Settore Proprietà Industriale-Centro Patlib della Camera di Commercio di Torino Via S. Francesco da Paola 24, 10123 Torino Tel.

A cura del Settore Proprietà Industriale-Centro Patlib della Camera di Commercio di Torino Via S. Francesco da Paola 24, 10123 Torino Tel. Guida al deposito di un marchio A cura del Settore Proprietà Industriale-Centro Patlib della Camera di Commercio di Torino Via S. Francesco da Paola 24, 10123 Torino Tel. 0115716932/4/8/9/96 e-mail:brevetti.marchi@to.camcom.it

Dettagli

REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO COMUNITARIO FORESTA ITALIANA CERTIFICATA CANSIGLIO BOSCO DA REME DI SAN MARCO. Articolo 1

REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO COMUNITARIO FORESTA ITALIANA CERTIFICATA CANSIGLIO BOSCO DA REME DI SAN MARCO. Articolo 1 REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO COMUNITARIO FORESTA ITALIANA CERTIFICATA CANSIGLIO BOSCO DA REME DI SAN MARCO Articolo 1 (Denominazione) L Azienda Regionale Veneto Agricoltura è titolare del marchio comunitario

Dettagli

Il campo Numero Elementi può essere compilato solo nel caso di Deposito Multiplo; occorre indicare il numero di elementi che compongono il deposito

Il campo Numero Elementi può essere compilato solo nel caso di Deposito Multiplo; occorre indicare il numero di elementi che compongono il deposito ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE PER DISEGNO O MODELLO E DEPOSITO MULTIPLO MODULO O l. Istruzioni di carattere generale La domanda gli eventuali

Dettagli

TEL. 0647055800 - FAX 06 47887779 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UNA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI MARCHIO D IMPRESA (MOD. MA-RI)

TEL. 0647055800 - FAX 06 47887779 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UNA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI MARCHIO D IMPRESA (MOD. MA-RI) MINISTERO DELL0 SVILUPPO ECONOMICO DIREZIONE GENERALE LOTTA CONTRAFFAZIONE - UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI 00187 ROMA- VIA MOLISE N 19 SALA DEL PUBBLICO/PATLIB 00187 ROMA -VIA S. BASILIO N 14 Indirizzo

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI DIVISIONE XIII MARCHI

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI DIVISIONE XIII MARCHI Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI DIVISIONE XIII MARCHI ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI DIVISIONE XIII MARCHI

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI DIVISIONE XIII MARCHI Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI DIVISIONE XIII MARCHI ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE

Dettagli

Guida registrazione marchio Uffici Brevetti Camere di commercio dell Emilia-Romagna

Guida registrazione marchio Uffici Brevetti Camere di commercio dell Emilia-Romagna Guida registrazione marchio Uffici Brevetti Camere di commercio dell Emilia-Romagna Redatto dal Gruppo Network Brevetti e Marchi di Unioncamere E.R. 1 Ultimo aggiornamento giugno 2013* * N.B.:la presente

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI PRIMO DEPOSITO O DI RINNOVAZIONE PER MARCHIO Aggiornate ad agosto 2014

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI PRIMO DEPOSITO O DI RINNOVAZIONE PER MARCHIO Aggiornate ad agosto 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI PRIMO DEPOSITO O DI RINNOVAZIONE PER MARCHIO Aggiornate ad agosto 2014 Le domande di brevetto per marchio d'impresa di primo deposito o

Dettagli

UFFICIO BREVETTI ISTRUZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI BREVETTI PER INVENZIONI INDUSTRIALI

UFFICIO BREVETTI ISTRUZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI BREVETTI PER INVENZIONI INDUSTRIALI CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI MILANO UFFICIO BREVETTI ISTRUZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI BREVETTI PER INVENZIONI INDUSTRIALI (D.Lgs. 10 Febbraio 2005, n 30 pubblicato

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI CLASSIFICAZIONE INTERNAZIONALE DEI PRODOTTI E DEI SERVIZI AI FINI DELLA REGISTRAZIONE

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI BRINDISI UFFICIO BREVETTI E MARCHI Tel: 0831228219-221 222

CAMERA DI COMMERCIO DI BRINDISI UFFICIO BREVETTI E MARCHI Tel: 0831228219-221 222 CAMERA DI COMMERCIO DI BRINDISI UFFICIO BREVETTI E MARCHI Tel: 0831228219-221 222 ISTRUZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI BREVETTO PER MODELLI INDUSTRIALI DI UTILITA DECRETO LEGISLATIVO 10 febbraio

Dettagli

INSTRUZIONI PER LA CONVALIDA DI UN BREVETTO EUROPEO IN ITALIA

INSTRUZIONI PER LA CONVALIDA DI UN BREVETTO EUROPEO IN ITALIA CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI BOLZANO B R E V E T T I E M A R C H I INSTRUZIONI PER LA CONVALIDA DI UN BREVETTO EUROPEO IN ITALIA AVVISI: Le domande ed istanze relative ai

Dettagli

INSTRUZIONI PER LA REGISTRAZIONE E RINNOVAZIONE DI UN MARCHIO NAZIONALE

INSTRUZIONI PER LA REGISTRAZIONE E RINNOVAZIONE DI UN MARCHIO NAZIONALE CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI BOLZANO B R E V E T T I E M A R C H I INSTRUZIONI PER LA REGISTRAZIONE E RINNOVAZIONE DI UN MARCHIO NAZIONALE AVVISI: Le domande ed istanze

Dettagli

INSTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI DOMANDE DI BREVETTO NAZIONALI

INSTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI DOMANDE DI BREVETTO NAZIONALI CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI BOLZANO B R E V E T T I E M A R C H I INSTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI DOMANDE DI BREVETTO NAZIONALI AVVISI: Le domande ed istanze relative ai

Dettagli

Istruzioni per il deposito di domande di privativa per nuove varietà vegetali

Istruzioni per il deposito di domande di privativa per nuove varietà vegetali MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DIPARTIMENTO PER L'IMPRESA E L'INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI Istruzioni per il deposito

Dettagli

ORARIO DI DEPOSITO: dal lunedì al venerdì - dalle ore 09.00 alle ore 12.00

ORARIO DI DEPOSITO: dal lunedì al venerdì - dalle ore 09.00 alle ore 12.00 ORARIO DI DEPOSITO: dal lunedì al venerdì - dalle ore 09.00 alle ore 12.00 - Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI

Dettagli

CLASSIFICAZIONE INTERNAZIONALE DEI PRODOTTI E DEI SERVIZI

CLASSIFICAZIONE INTERNAZIONALE DEI PRODOTTI E DEI SERVIZI CLASSIFICAZIONE INTERNAZIONALE DEI PRODOTTI E DEI SERVIZI AI FINI DELLA REGISTRAZIONE DEI MARCHI (CLASSIFICAZIONE DI NIZZA) DECIMA EDIZIONE PARTE II TITOLI DELLE CLASSI E NOTE ESPLICATIVE O R G A N I Z

Dettagli

CLASSIFICAZIONE INTERNAZIONALE DEI PRODOTTI E DEI SERVIZI

CLASSIFICAZIONE INTERNAZIONALE DEI PRODOTTI E DEI SERVIZI CLASSIFICAZIONE INTERNAZIONALE DEI PRODOTTI E DEI SERVIZI AI FINI DELLA REGISTRAZIONE DEI MARCHI (CLASSIFICAZIONE DI NIZZA) DECIMA EDIZIONE PARTE II TITOLI DELLE CLASSI E NOTE ESPLICATIVE O R G A N I Z

Dettagli

ATTENZIONE. Nella domanda vanno inseriti i numeri identificativi delle CLASSI dei prodotti e/servizi per le quali si chiede la registrazione.

ATTENZIONE. Nella domanda vanno inseriti i numeri identificativi delle CLASSI dei prodotti e/servizi per le quali si chiede la registrazione. CLASSIFICAZIONE INTERNAZIONALE DEI PRODOTTI E DEI SERVIZI AI FINI DELLA REGISTRAZIONE DEI MARCHI ATTENZIONE Nella domanda vanno inseriti i numeri identificativi delle CLASSI dei prodotti e/servizi per

Dettagli

UFFICIO BREVETTI E MARCHI http://www.ro.camcom.it (Tel. 0425/426540 o 426429 - Fax 0425/426541 Email: brevetti@ro.camcom.it)

UFFICIO BREVETTI E MARCHI http://www.ro.camcom.it (Tel. 0425/426540 o 426429 - Fax 0425/426541 Email: brevetti@ro.camcom.it) UFFICIO BREVETTI E MARCHI http://www.ro.camcom.it (Tel. 0425/426540 o 426429 - Fax 0425/426541 Email: brevetti@ro.camcom.it) ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI DOMANDE DI BREVETTO PER MARCHIO DI IMPRESA Normativa

Dettagli

CONTRATTO DI LICENZA D USO DI MARCHIO

CONTRATTO DI LICENZA D USO DI MARCHIO CONTRATTO DI LICENZA D USO DI MARCHIO Con il presente accordo (in seguito Contratto ) tra Il Comune di Premana, con sede Premana (LC), via.. in persona del rappresentante legale pro tempore Dr. ( in seguito

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLE DOMANDE DI BREVETTO PER MODELLO DI UTILITA

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLE DOMANDE DI BREVETTO PER MODELLO DI UTILITA ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLE DOMANDE DI BREVETTO PER MODELLO DI UTILITA Normativa di riferimento: DECRETO LEGISLATIVO 10 febbraio 2005 n. 30 "Codice della proprietà industriale"; DECRETO 13 gennaio

Dettagli

TEL 0647055800 - FAX 06 47887779 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UNA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI DISEGNO O MODELLO (DIS-RI)

TEL 0647055800 - FAX 06 47887779 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UNA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI DISEGNO O MODELLO (DIS-RI) MINISTERO DELL0 SVILUPPO ECONOMICO DIREZIONE GENERALE LOTTA CONTRAFFAZIONE- UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI 00187 ROMA- VIA MOLISE N 19 SALA DEL PUBBLICO/PATLIB 00187 ROMA -VIA S. BASILIO N 14 Indirizzo

Dettagli

TEL 06 47055800 - FAX 06 47887779 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UNA DOMANDA DI BREVETTO PER MODELLO DI UTILITA MU-RI

TEL 06 47055800 - FAX 06 47887779 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UNA DOMANDA DI BREVETTO PER MODELLO DI UTILITA MU-RI MINISTERO DELL0 SVILUPPO ECONOMICO DIREZIONE GENERALE LOTTA CONTRAFFAZIONE - UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI 00187 ROMA- VIA MOLISE N 19 SALA DEL PUBBLICO/PATLIB 00187 ROMA -VIA S. BASILIO N 14 Indirizzo

Dettagli

Guida registrazione marchio Uffici Brevetti Camere di commercio dell Emilia-Romagna

Guida registrazione marchio Uffici Brevetti Camere di commercio dell Emilia-Romagna Guida registrazione marchio Uffici Brevetti Camere di commercio dell Emilia-Romagna Redatto dal Gruppo Network Brevetti e Marchi di Unioncamere E.R. 1 Ultimo aggiornamento 08 maggio 2012 INDICE 1. INFORMAZIONI

Dettagli

Guida al deposito Domanda di Brevetto Nazionale per Modelli di Utilità

Guida al deposito Domanda di Brevetto Nazionale per Modelli di Utilità Guida al deposito Domanda di Brevetto Nazionale per Modelli di Utilità Ufficio Brevetti e Marchi Deposito: dal lunedì al venerdì ore 9,00-12,00 Centro Regionale Pat-Lib ISTRUZIONI PER LA DESCRIZIONE E

Dettagli

Ultimo aggiornamento giugno 2013*

Ultimo aggiornamento giugno 2013* Ultimo aggiornamento giugno 2013* * N.B.:la presente guida pubblicata dalla CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA è stata parzialmente modificata a seguito delle novità introdotte dal DECRETO 26/01/2015 1 INDICE

Dettagli

Guida al deposito Domanda di Brevetto Nazionale per Disegni e Modelli

Guida al deposito Domanda di Brevetto Nazionale per Disegni e Modelli Guida al deposito Domanda di Brevetto Nazionale per Disegni e Modelli Ufficio Brevetti e Marchi Deposito: dal lunedì al venerdì ore 9,00-12,00 Centro Regionale Pat-Lib ISTRUZIONI PER LA DESCRIZIONE E LE

Dettagli

DISCIPLINARE D'ATTUAZIONE DELL USO DEL MARCHIO TERRE DI SIENA

DISCIPLINARE D'ATTUAZIONE DELL USO DEL MARCHIO TERRE DI SIENA Allegato A, parte integrante e sostanziale della Delibera G.P. n 220 del 04.10.2005 Amministrazione provinciale di Siena DISCIPLINARE D'ATTUAZIONE DELL USO DEL MARCHIO TERRE DI SIENA Siena, ottobre 2005

Dettagli

Seminario di primo orientamento in tema di marchi e brevetti

Seminario di primo orientamento in tema di marchi e brevetti Seminario di primo orientamento in tema di marchi e brevetti Ascoli Piceno, 4 giugno 2013 Dott. Filippo Re Collaboratore Unioncamere Marche nel Progetto per la valorizzazione e la tutela dei titoli di

Dettagli

Guida registrazione marchio Uffici Brevetti Camere di commercio dell Emilia-Romagna

Guida registrazione marchio Uffici Brevetti Camere di commercio dell Emilia-Romagna Guida registrazione marchio Uffici Brevetti Camere di commercio dell Emilia-Romagna Redatto dal Gruppo Network Brevetti e Marchi di Unioncamere E.R. 1 Ultimo aggiornamento giugno 2014 INDICE 1. INFORMAZIONI

Dettagli

Allegato L 6 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI OGGETTI D'ARTE, DI CULTO E DI DECORAZIONE, CHINCAGLIERIA E BIGIOTTERIA

Allegato L 6 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI OGGETTI D'ARTE, DI CULTO E DI DECORAZIONE, CHINCAGLIERIA E BIGIOTTERIA Settori del commercio (Sezione G), secondo la classificazione delle attività ATECO 2002, ammessi alle agevolazioni ai sensi della normativa comunitaria. G 50 10 G 50 30 G 50 50 G 51 12 0 COMMERCIO DI AUTOVEICOLI

Dettagli

Introduzione. Trascrizioni Annotazioni Comunicazioni Varie Scioglimento Riserve

Introduzione. Trascrizioni Annotazioni Comunicazioni Varie Scioglimento Riserve Introduzione Le istanze connesse ai titoli di proprietà industriale, denominate anche seguiti brevettuali, vengono depositate successivamente alla domanda originaria. Sono necessarie in caso di trasferimenti

Dettagli

GUIDA AL DEPOSITO DI DOMANDE DI REGISTRAZIONE DI DISEGNI E MODELLI

GUIDA AL DEPOSITO DI DOMANDE DI REGISTRAZIONE DI DISEGNI E MODELLI GUIDA AL DEPOSITO DI DOMANDE DI REGISTRAZIONE DI DISEGNI E MODELLI ORARIO RICEZIONE ATTI: DAL LUNEDI AL VENERDI DALLE ORE 9.00 ALLE ORE 12.30 UFFICIO MARCHI E BREVETTI Camera di Commercio di Forlì-Cesena

Dettagli

INDICE 1. INTRODUZIONE PAG. 4 2. ISTANZE DI TRASCRIZIONE PAG. 7 3. ISTANZE DI ANNOTAZIONE PAG. 12 4. SCIOGLIMENTO RISERVE PAG. 18

INDICE 1. INTRODUZIONE PAG. 4 2. ISTANZE DI TRASCRIZIONE PAG. 7 3. ISTANZE DI ANNOTAZIONE PAG. 12 4. SCIOGLIMENTO RISERVE PAG. 18 Ultimo aggiornamento giugno 2013 INDICE 1. INTRODUZIONE PAG. 4 2. ISTANZE DI TRASCRIZIONE PAG. 7 3. ISTANZE DI ANNOTAZIONE PAG. 12 4. SCIOGLIMENTO RISERVE PAG. 18 5. UFFICIO BREVETTI E MARCHI ORARI E CONTATTI

Dettagli

Regolamento per la concessione dell'uso del Marchio del Parco Regionale dell Adda Sud

Regolamento per la concessione dell'uso del Marchio del Parco Regionale dell Adda Sud Regolamento per la concessione dell'uso del Marchio del Parco Regionale dell Adda Sud (Approvato dal Consiglio di Gestione con Delibera n. 37 del 12/06/2015) Premessa Il Parco Regionale dell Adda Sud,

Dettagli

LISTA DELLE CLASSI DI PRODOTTI E SERVIZI CON NOTE ESPLICATIVE

LISTA DELLE CLASSI DI PRODOTTI E SERVIZI CON NOTE ESPLICATIVE LISTA DELLE CLASSI DI PRODOTTI E SERVIZI CON NOTE ESPLICATIVE 7 CLASSIFICAZIONE DI NIZZA Osservazioni generali Le indicazioni di prodotti o di servizi che figurano nella lista delle classi costituiscono

Dettagli

Traduzione 1. (Stato 8 aprile 2003)

Traduzione 1. (Stato 8 aprile 2003) Traduzione 1 0.232.112.8 Accordo di Nizza sulla classificazione internazionale dei prodotti e dei servizi ai quali si applicano i marchi di fabbrica o di commercio riveduto a Stoccolma il 14 luglio 1967

Dettagli

Disegni e Modelli. (Istruzioni e modalità di deposito)

Disegni e Modelli. (Istruzioni e modalità di deposito) Disegni e Modelli (Istruzioni e modalità di deposito) Napoli, Corso Meridionale, 58 2 piano tel. 081-7607404 e-mail: ufficio.brevetti@na.camcom.it sito internet: www.na.camcom.it fax: 081-554755 1 DISEGNI

Dettagli

UFFICIO BREVETTI E MARCHI ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI DISEGNI E MODELLI

UFFICIO BREVETTI E MARCHI ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI DISEGNI E MODELLI UFFICIO BREVETTI E MARCHI ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI DISEGNI E MODELLI Chi intende ottenere una registrazione per disegni o modelli deve presentare apposita domanda presso

Dettagli

TEL 06 47055800 - FAX 06 47887779 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UNA DOMANDA DI BREVETTO PER INVENZIONE INDUSTRIALE MOD. INV-RI

TEL 06 47055800 - FAX 06 47887779 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UNA DOMANDA DI BREVETTO PER INVENZIONE INDUSTRIALE MOD. INV-RI MINISTERO DELL0 SVILUPPO ECONOMICO DIREZIONE GENERALE LOTTA CONTRAFFAZIONE - UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI 00187 ROMA- VIA MOLISE N 19 SALA DEL PUBBLICO/PATLIB 00187 ROMA -VIA S. BASILIO N 14 Indirizzo

Dettagli

REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO ITALIALLEVA

REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO ITALIALLEVA REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO ITALIALLEVA INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE pag. 3 2. TERMINI E DEFINIZIONI pag. 3 3. IL MARCHIO pag. 3 4. REGISTRAZIONE DEL MARCHIO pag. 8 5. FINALITÀ pag. 9 6. IL

Dettagli

MARCHIO D IMPRESA (Istruzioni e modalità di deposito)

MARCHIO D IMPRESA (Istruzioni e modalità di deposito) MARCHIO D IMPRESA (Istruzioni e modalità di deposito) Napoli, Corso Meridionale, 58 2 piano tel. 081-7607704 e-mail: ufficio.brevetti@na.camcom.it sito internet: www.na.camcom.it fax: 081-5547557 MARCHIO

Dettagli

COMUNE DI PEDAVENA Provincia di Belluno

COMUNE DI PEDAVENA Provincia di Belluno COMUNE DI PEDAVENA Provincia di Belluno REGOLAMENTO PER LA TUTELA DELL USO DELLA PROPRIA DENOMINAZIONE BIRRA DELLE DOLOMITI Approvato con delibera consiliare n. 32 del 02/10/2006 ART. 1 - SCOPO Ai sensi

Dettagli

PASSA AL TELEMATICO..È PIÙ CONVENIENTE RISPARMI TEMPO E DENARO

PASSA AL TELEMATICO..È PIÙ CONVENIENTE RISPARMI TEMPO E DENARO Corso Meridionale 58, 80143 Napoli Ufficio Marchi e Brevetti Tel 081 7607704 ufficio.brevetti@na.camcom.it PASSA AL TELEMATICO..È PIÙ CONVENIENTE RISPARMI TEMPO E DENARO Napoli, Corso Meridionale, 58 2

Dettagli

ANNOTAZIONI. Istruzioni e modalità di deposito

ANNOTAZIONI. Istruzioni e modalità di deposito ANNOTAZIONI Istruzioni e modalità di deposito Napoli, Corso Meridionale, 58 2 piano tel. 081-7607404 e-mail: ufficio.brevetti@na.camcom.it sito internet: www.na.camcom.it fax: 081-5547557 ISTANZE DI ANNOTAZIONE

Dettagli

GUIDA Il marchio comunitario (Diritti, costi e fasi del procedimento di registrazione)

GUIDA Il marchio comunitario (Diritti, costi e fasi del procedimento di registrazione) GUIDA Il marchio comunitario (Diritti, costi e fasi del procedimento di registrazione) Il marchio comunitario è un marchio unico valevole sull intero territorio dell Unione Europea. Il marchio comunitario

Dettagli

Vademecum Marchi e Brevetti

Vademecum Marchi e Brevetti INDICE 1. SCOPO 2 2. TERMINOLOGIA ED ABBREVIAZIONI 2 3. RIFERIMENTI NORMATIVI 2 4. MODULISTICA IN USO 2 5. REGISTRAZIONE MARCHIO DI IMPRESA 3 5.1.1 INFORMAZIONI GENERALI 3 5.1.2 MODALITÀ DI REGISTRAZIONE

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA UFFICIO BREVETTI E MARCHI - MODENA

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA UFFICIO BREVETTI E MARCHI - MODENA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA UFFICIO BREVETTI E MARCHI - MODENA ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI REGISTRAZIONE PER DISEGNO E MODELLO CHE COS E UN DISEGNO E MODELLO Estratto del

Dettagli

GUIDA PER LA REGISTRAZIONE INTERNAZIONALE DEI MARCHI

GUIDA PER LA REGISTRAZIONE INTERNAZIONALE DEI MARCHI SETTORE TUTELA DEL MERCATO E AMBIENTE Unità Organizzativa Regolazione del Mercato Tel. 0523/386227-218 - 230 brevetti@pc.camcom.it GUIDA PER LA REGISTRAZIONE INTERNAZIONALE DEI MARCHI La domanda per ottenere

Dettagli

(ISTRUZIONI E MODALITA DI DEPOSITO)

(ISTRUZIONI E MODALITA DI DEPOSITO) MODELLI di UTILITA (ISTRUZIONI E MODALITA DI DEPOSITO) Napoli, Corso Meridionale, 58 2 piano tel. 081-7607404 e-mail: ufficio.brevetti@na.camcom.it sito internet: www.na.camcom.it fax: 081-5547557 INFORMAZIONI

Dettagli

Disegni e Modelli. (Istruzioni e modalità di deposito)

Disegni e Modelli. (Istruzioni e modalità di deposito) Disegni e Modelli (Istruzioni e modalità di deposito) Napoli, Corso Meridionale, 58 2 piano tel. 081-7607404 e-mail: ufficio.brevetti@na.camcom.it sito internet: www.na.camcom.it fax: 081-554755 1 DISEGNI

Dettagli

ISTRUZIONI PER INDIVIDUARE LA DURATA DEL CORSO A CUI ISCRIVERE I LAVORATORI, DIRIGENTI, PREPOSTI E DATORI DI LAVORO CHE SVOLGONO IL RUOLO DI RSPP

ISTRUZIONI PER INDIVIDUARE LA DURATA DEL CORSO A CUI ISCRIVERE I LAVORATORI, DIRIGENTI, PREPOSTI E DATORI DI LAVORO CHE SVOLGONO IL RUOLO DI RSPP G.QUATTRO SERVIZI S.R.L. via San Rocco, 7 35028 Piove di Sacco (PD) C.F e P.IVA 0348078 02 81 N R.E.A. PD 315121 www.gquattroservizi.it Tel. 049970 127 3 Fax 049 97 117 28 E-mail: info@gquattroservizi.it

Dettagli

La tutela del marchio

La tutela del marchio La tutela del marchio INCREDIBOL! l Innovazione CREativa DI BOLogna Bologna, 9 giugno 2015 Avv. Raffaella Pellegrino 1 Requisiti validità (novità, capacità distintiva, liceità) Ricerche anteriorità Classi

Dettagli

MODULO per OPPOSIZIONE (1/ )

MODULO per OPPOSIZIONE (1/ ) MODULO per OPPOSIZIONE (1/ ) UNA MARCA DA BOLLO OGNI QUATTRO PAGINE MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE - UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI DIVISIONE

Dettagli

Allegato 2 - Individuazione macrocategorie di rischio e corrispondenze ATECO 2002_2007

Allegato 2 - Individuazione macrocategorie di rischio e corrispondenze ATECO 2002_2007 Allegato 2 - Individuazione macrocategorie di rischio e corrispondenze ATECO 2002_2007 Rischio BASSO (Datore di lavoro R.S.P.P. 16 ore - Formazione per i Dipendenti 4 ore modulo generale + 4 ore modulo

Dettagli

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) SETTEMBRE 2014

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) SETTEMBRE 2014 COMUNE DI PIACENZA D.O. Servizi alla Persona e al Cittadino Servizio Cittadino e Pari Opportunità U.O. Servizi Demografici e Statistici Ufficio Statistica e Censimenti Via Beverora, 57 29121Piacenza Tel.

Dettagli

Il marchio collettivo

Il marchio collettivo Il marchio collettivo Natura e definizione Il marchio collettivo è un segno distintivo che svolge principalmente la funzione di garantire particolari caratteristiche qualitative di prodotti e servizi di

Dettagli

Luogo di nascita: Comune.. Provincia (..) Stato... Residenza: Via/Piazza N... C.A.P. Comune Provincia (..)

Luogo di nascita: Comune.. Provincia (..) Stato... Residenza: Via/Piazza N... C.A.P. Comune Provincia (..) ALLEGATO 1 Spazio per apporre il timbro di protocollo Data Prot. Al Dipartimento di Prevenzione ASL 1 Imperiese I - Oggetto: Notifica di inizio attività ai fini della registrazione (art. 6 Reg. CE 852/2004)

Dettagli

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) DICEMBRE 2014

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) DICEMBRE 2014 COMUNE DI PIACENZA D.O. Servizi alla Persona e al Cittadino Servizio Cittadino e Pari Opportunità U.O. Servizi Demografici e Statistici Ufficio Statistica e Censimenti Via Beverora, 57 29121Piacenza Tel.

Dettagli

Lista delle classi, con note esplicative (9ª edizione). PRODOTTI

Lista delle classi, con note esplicative (9ª edizione). PRODOTTI Lista delle classi, con note esplicative (9ª edizione). PRODOTTI Classe 1 Prodotti chimici destinati all'industria, alle scienze, alla fotografia, all'agricoltura, all'orticoltura e alla silvicoltura;

Dettagli

Lista delle classi, con note esplicative (8ª edizione). PRODOTTI

Lista delle classi, con note esplicative (8ª edizione). PRODOTTI CLASSE 1 Prodotti chimici destinati all'industria, alle scienze, alla fotografia, all'agricoltura, all'orticoltura e alla silvicoltura; resine artificiali allo stato grezzo, materie plastiche allo stato

Dettagli

0.232.112.8. Traduzione 1. (Stato 16 giugno 2008)

0.232.112.8. Traduzione 1. (Stato 16 giugno 2008) Traduzione 1 0.232.112.8 Accordo di Nizza sulla classificazione internazionale dei prodotti e dei servizi ai quali si applicano i marchi di fabbrica o di commercio riveduto a Stoccolma il 14 luglio 1967

Dettagli

CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI E DIVISIONI

CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI E DIVISIONI CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI E DIVISIONI CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI E DIVISIONI 51 A AGRICOLTURA, SILVICOLTURA E PESCA 01 COLTIVAZIONI AGRICOLE E PRODUZIONE DI PRODOTTI ANIMALI, CACCIA E SERVIZI CONNESSI

Dettagli

CHE COS E UN DISEGNO E MODELLO ORNAMENTALE Estratto del R.D. 25/08/1940 n.1411

CHE COS E UN DISEGNO E MODELLO ORNAMENTALE Estratto del R.D. 25/08/1940 n.1411 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA UFFICIO BREVETTI E MARCHI - ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI REGISTRAZIONE PER DISEGNO E MODELLO ORNAMENTALE CHE COS E UN DISEGNO E MODELLO ORNAMENTALE

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE COMMERCIALI (L.R. 13/00, art. 4, comma 3-ter)

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE COMMERCIALI (L.R. 13/00, art. 4, comma 3-ter) G BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE COMMERCIALI ALLEGATO B CODICI ATECO AMMISSIBILI PER IL BANDO 2008 COMMERCIO ALL INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI, MOTOCICLI E DI

Dettagli

IDENTIFICAZIONE DIRETTA AI FINI IVA DI SOGGETTO NON RESIDENTE

IDENTIFICAZIONE DIRETTA AI FINI IVA DI SOGGETTO NON RESIDENTE Modello ANR/2 IDENTIFICAZIONE DIRETTA AI FINI IVA DI SOGGETTO NON RESIDENTE DICHIARAZIONE PER L IDENTIFICAZIONE DIRETTA, DI VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE (ove non

Dettagli

Lista delle classi, con note esplicative (9ª edizione)

Lista delle classi, con note esplicative (9ª edizione) CLASSE 1 Prodotti chimici destinati all'industria, alle scienze, alla fotografia, all'agricoltura, all'orticoltura e alla silvicoltura; resine artificiali allo stato grezzo, materie plastiche allo stato

Dettagli

MEDIAZIONE N. / COMUNICAZIONE PARTECIPAZIONE AL PRIMO INCONTRO

MEDIAZIONE N. / COMUNICAZIONE PARTECIPAZIONE AL PRIMO INCONTRO Alla Segreteria del della Camera di d commercio di Torino Organismo iscritto al n. 122 del Registro degli organismi di mediazione MEDIAZIONE N. / COMUNICAZIONE PARTECIPAZIONE AL PRIMO INCONTRO Persona

Dettagli

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC)

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) COMUNE DI PIACENZA D.O. Servizi alla Persona e al Cittadino Servizi al cittadino e Pari Opportunità Servizi Demografici e Statistici Ufficio Statistica e Censimenti Via Beverora, 57 29121Piacenza Tel.

Dettagli

Classificazione di Nizza (9ª edizione)

Classificazione di Nizza (9ª edizione) Classificazione di Nizza (9ª edizione) CLASSE 1 Prodotti chimici destinati all'industria, alle scienze, alla fotografia, all'agricoltura, all'orticoltura e alla silvicoltura; resine artificiali allo stato

Dettagli

Marchio nazionale, comunitario e internazionale

Marchio nazionale, comunitario e internazionale Alintec Scarl Via G. Durando 38/A 9 20158 Milano Tel. +39 02 2399.2961 Fax. + 39 02 2399.2960 info@alintec.it www.alintec.it Marchio nazionale, comunitario e internazionale Guide sulla Proprietà Industriale

Dettagli

Note esplicative sul modulo per l istanza di trasformazione di una registrazione internazionale ( RI ) che designa la CE

Note esplicative sul modulo per l istanza di trasformazione di una registrazione internazionale ( RI ) che designa la CE UFFICIO PER L ARMONIZZAZIONE NEL MERCATO INTERNO (UAMI) Marchi, disegni e modelli Note esplicative sul modulo per l istanza di trasformazione di una registrazione internazionale ( RI ) che designa la CE

Dettagli

Note esplicative sul modulo di domanda di marchio comunitario

Note esplicative sul modulo di domanda di marchio comunitario UFFICIO PER L ARMONIZZAZIONE NEL MERCATO INTERNO (UAMI) (marchi, disegni e modelli) Note esplicative sul modulo di domanda di marchio comunitario Osservazioni generali Uso del modulo Il modulo di domanda

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL MARCHIO

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL MARCHIO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL MARCHIO (modificato dall Assemblea dell Associazione R.E TE. Imprese Italia il 15 giugno 2011) Art. 1 OGGETTO E FINALITÀ Il presente regolamento disciplina l utilizzo del

Dettagli

DI PROVENIENZA E SITEMI DI CERTIFICAZIONE VOLONTARIA Avv. Monica Minelli

DI PROVENIENZA E SITEMI DI CERTIFICAZIONE VOLONTARIA Avv. Monica Minelli MARCHI GEOGRAFICI INDICAZIONI DI PROVENIENZA E SITEMI DI CERTIFICAZIONE VOLONTARIA Avv. Monica Minelli Santa Sofia, 5 maggio 2011 ore CEUB- Centro Residenziale Universitario Bertinoro Le diverse tipologie

Dettagli

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC)

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) COMUNE DI PIACENZA D.O. Servizi alla Persona e al Cittadino Servizio Cittadino U.O. Servizi Demografici e Statistici Ufficio Statistica e Censimenti Via Beverora, 57 29121Piacenza Tel. 0523.492591 Fax

Dettagli

L economia reale dal punto di osservazione della Camera di commercio. - Allegato statistico - A cura dell Ufficio Studi e Statistica

L economia reale dal punto di osservazione della Camera di commercio. - Allegato statistico - A cura dell Ufficio Studi e Statistica RAPPORTO 2010 L economia reale dal punto di osservazione della Camera di commercio - Allegato statistico - A cura dell Ufficio Studi e Statistica La demografia delle imprese Imprese registrate e attive

Dettagli

La demografia delle imprese

La demografia delle imprese La demografia delle imprese Imprese registrate e attive per divisioni di attività economica (ATECO 2007) alla fine dei trimestri 2011. Iscrizioni e cessazioni trimestrali nel 2011 SEZIONE E DIVISIONE DI

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI DOMANDE DI BREVETTO PER INVENZIONI INDUSTRIALI Aggiornate agosto 2014

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI DOMANDE DI BREVETTO PER INVENZIONI INDUSTRIALI Aggiornate agosto 2014 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI DOMANDE DI BREVETTO PER INVENZIONI INDUSTRIALI Aggiornate agosto 2014 Le domande di brevetto per invenzione industriale, possono essere presentate presso l'ufficio Italiano

Dettagli