GLI STUDENTI TRENTINI E IL LORO FUTURO Trento, 6 marzo 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GLI STUDENTI TRENTINI E IL LORO FUTURO Trento, 6 marzo 2015"

Transcript

1 GLI STUDENTI TRENTINI E IL LORO FUTURO Trento, 6 marzo 2015 Nella scuola oggi e nella società domani ANTONIO SCHIZZEROTTO FBK-IRVAPP e Università di Trento

2 Uno sguardo sull istruzione secondaria in Trentino (1) Stime, e pertinenti errori standard, della probabilità associata alla scelta dell indirizzo di scuola secondaria di II grado, secondo alcune caratteristiche individuali Indirizzo di Scuola secondaria di II grado Caratteristiche individuali Formazione Prof. Istituti tecnici Licei Probabilità Err. std Probabilità Err. std Probabilità Err. std Genere Maschi 0,301 0,004 0,508 0,005 0,191 0,004 Femmine 0,262 0,004 0,244 0,004 0,494 0,004 Età 14 anni 0,310 0,003 0,370 0,004 0,320 0, anni 0,481 0,010 0,285 0,009 0,234 0, anni 0,713 0,016 0,162 0,013 0,125 0,012 Luogo di nascita Italia 0,284 0,003 0,375 0,003 0,341 0,003 Estero 0,262 0,009 0,389 0,012 0,349 0,011 Istruzione dei genitori Licenza media 0,380 0,008 0,367 0,009 0,253 0,008 Qualifica prof. 0,324 0,007 0,398 0,008 0,278 0,007 Diploma 0,238 0,005 0,412 0,006 0,350 0,005 Laurea 0,162 0,007 0,332 0,009 0,506 0,008 Punteggio invalsi (III media) Basso 0,922 0,007 0,066 0,006 0,013 0,001 Medio 0,445 0,005 0,345 0,005 0,210 0,004 Alto 0,047 0,003 0,360 0,008 0,594 0,009 Fonte: Elaborazioni FBK-IRVAPP su dati Anagrafe studenti

3 Uno sguardo sull istruzione secondaria in Trentino (2) Distribuzione degli studenti quindicenni secondo l area geografica, il livello e l indirizzo della scuola secondaria di iscrizione. Anno Valori percentuali Ambito territoriale Scuola secondaria di primo grado Istituti professionale e formazione professionale (a) Istituti tecnici Provincia di Trento 0,5 23,0 32,4 44, Provincia di Bolzano 1,2 34,0 30,5 34, Nord-Est 2,6 24,1 31,6 41, Nord-Ovest 1,3 20,9 30,4 47, Centro 2,7 19,1 29,9 48, Mezzogiorno 2,1 17,7 27,8 52, Italia 2,1 20,0 29,5 48, Fonte: Elaborazioni di FBK-IRVAPP su dati PISA 2012 (a) Nelle province di Trento e Bolzano questa categoria comprende pressoché unicamente gli iscritti a corsi di Formazione Professionale Licei N

4 Uno sguardo sull istruzione secondaria in Trentino (3) Andamento nel tempo della scelta dell'indirizzo formativo nella scuola secondaria di secondo grado. Valori percentuali FP Ist.professionali Ist.Tecnici Licei Fonte: Elaborazioni FBK-IRVAPP su dati PaT Anagrafe studenti

5 Uno sguardo sull istruzione secondaria in Trentino (4) Competenze in matematica e in lettura dei quindicenni secondo l area geografica di residenza e l indirizzo della scuola secondaria di iscrizione. Punteggi PISA. Anno 2012 Competenze linguistiche Competenze matematiche Licei Istituti tecnici Istituti e Istituti e Istituti formazione Licei formazione tecnici professionale (a) professionale Provincia di Trento Provincia di Bolzano Nord-Est Nord-Ovest Centro Mezzogiorno Italia Fonte: Elaborazioni FBK-IRVAPP su dati PISA 2012 (a) Nelle province di Trento e Bolzano questa categoria comprende pressoché unicamente gli iscritti a corsi di Formazione Professionale

6 Abbandono scolastico Quota di giovani che abbandonano prematuramente gli studi, per area geografica di residenza. Valori percentuali Ambito territoriale Prov. Trento 12,2 11,8 9,6 12,0 Prov. Bolzano 21,0 22,5 18,2 19,5 Nord-Est 16,0 15,4 15,2 14,7 Nord-Ovest 19,3 18,0 16,8 15,8 Centro 13,5 14,8 15,8 14,7 Mezzogiorno 22,9 22,3 21,2 21,1 Italia 19,2 18,8 18,2 17,6 Fonte: Istat, (a) Il tasso di abbandono è dato dal rapporto tra il numero di soggetti di età anni che non hanno alcun titolo di studio superiore alla licenza media e il totale di soggetti della stessa fascia d età

7 La prosecuzione degli studi a livello universitario Variazioni del tasso percentuale di prosecuzione degli studi a livello universitario da parte dei maturi trentini nel periodo e di quelli italiani nel 2004 e nel 2007 Variazioni tra gli anni precedenti e seguenti la crisi economica dell influenza esercitata dalla classe sociale d origine sulle probabilità di immatricolazione all università dei maturi trentini.75 1 Pre-crisi ( ) Post-crisi ( ) * * Dirigenti/Professionisti Impiegati Autonomi Operai Fonte: Elaborazioni FBK-IRVAPP su dati Indagine FBK-IRVAPP sui maturi in provincia di Trento e su dati Indagine Istat sui percorsi di studio e di lavoro dei diplomati

8 I ritorni occupazionali dell istruzione nel breve periodo (1) Probabilità di far parte della popolazione attiva (occupati o disoccupati) sul totale degli individui in età anni probabilità Licenza Media Diploma 2-3 anni Maturità professionale-tecnico Licei Scient Class Altro diploma Laurea Stime di probabilità derivate da un modello logistico che controlla sesso, età, cittadinanza, tempo trascorso dalla fine degli studi Fonte: Elaborazioni FBK-IRVAPP su dati Istat Rilevazione Continua delle Forze di Lavoro

9 I ritorni occupazionali dell istruzione nel breve periodo (2) Probabilità di essere occupati anziché disoccupati sul totale degli individui attivi in età anni Domanda di competenza linguistica proveniente dal mondo delle imprese Conoscenza lingua straniera % Richiesta 60,3 Non richiesta 39,7 Fonte: Excelsior, previsione assunzioni 2014, Trentino Licenza Media Diploma 2-3 anni Maturità professionale-tecnico Licei Scient Class Altro diploma Laurea Stime di probabilità derivate da un modello logistico che controlla sesso, età, cittadinanza, tempo trascorso dalla fine degli studi Fonte: Elaborazioni FBK-IRVAPP su dati Istat Rilevazione Continua delle Forze di Lavoro

10 I ritorni occupazionali dell istruzione nel breve periodo (3) Probabilità degli individui in età compresa tra 16 e 27 anni di essere occupati come dipendenti a tempo indeterminato Licenza Media Diploma 2-3 anni Maturità Laurea Stime di probabilità derivate da un modello logistico multinomiale che controlla sesso, età, cittadinanza, tempo trascorso dalla fine degli studi Fonte: Elaborazioni FBK-IRVAPP su dati Istat Rilevazione Continua delle Forze di Lavoro

11 I ritorni dell istruzione nel medio periodo (1) Partecipazione al mercato del lavoro secondo il titolo di studio Probabilità degli individui in età compresa tra 35 e 65 anni di far parte della forza lavoro nel 2012 Titolo di studio probabilità intervallo confidenza 95% Obbligo Qualifica Diploma Laurea Probabilità degli individui in età compresa tra 35 e 65 anni di essere occupati anziché disoccupati al 2012 Titolo di studio probabilità intervallo confidenza 95% Obbligo Qualifica Diploma Laurea Stime di probabilità derivate da modelli logistici che controllano sesso, età, cittadinanza, durata della carriera Fonte: Elaborazioni FBK-IRVAPP su dati Indagine sulle condizioni di vita delle famiglie trentine, 2012

12 I ritorni dell istruzione nel medio periodo(2) Relazione di impiego dell'ultima occupazione secondo il titolo di studio Probabilità degli individui in età compresa tra 35 e 65 anni di essere un dipendente a tempo determinato Titolo di studio probabilità intervallo confidenza 95% Obbligo Qualifica Diploma Laurea Probabilità degli individui in età compresa tra 35 e 65 anni di essere un dipendente a tempo indeterminato Titolo di studio probabilità intervallo confidenza 95% Obbligo Qualifica Diploma Laurea Probabilità degli individui in età compresa tra 35 e 65 anni di essere un lavoratore autonomo Titolo di studio probabilità intervallo confidenza 95% Obbligo Qualifica Diploma Laurea Stime di probabilità derivate da un modello logistico multinomiale che controlla sesso, età, cittadinanza, durata della carriera Fonte: Elaborazioni FBK-IRVAPP su dati Indagine sulle condizioni di vita delle famiglie trentine,

13 I ritorni dell istruzione nel medio periodo(3) Destini occupazionali secondo il titolo di studio Probabilità degli individui in età compresa tra 35 e 65 anni di giungere in classe superiore (imprenditori, liberi professionisti, dirigenti) Titolo di studio probabilità intervallo confidenza 95% Obbligo Qualifica Diploma Laurea Probabilità degli individui in età compresa tra 35 e 65 anni di giungere in classe media (impiegati direttivi, di concetto, quadri) Titolo di studio probabilità intervallo confidenza 95% Obbligo Qualifica Diploma Laurea Probabilità degli individui in età compresa tra 35 e 65 anni di diventare un lavoratore autonomo Titolo di studio probabilità intervallo confidenza 95% Obbligo Qualifica Diploma Laurea Probabilità degli individui in età compresa tra 35 e 65 anni di giungere in classe operaia Titolo di studio probabilità intervallo confidenza 95% Obbligo Qualifica Diploma Laurea Stime di probabilità derivate da un modello logistico multinomiale che controlla sesso, età, cittadinanza, durata della carriera. Fonte: Indagine sulle condizioni di vita delle famiglie,

14 I ritorni dell istruzione nel medio periodo (4) Valore mediano della distribuzione dei redditi disponibili individuali, uomini anni obbligo o meno qualifica diploma laurea Fonte: Elaborazioni FBK-IRVAPP su dati Indagine sulle condizioni di vita delle famiglie trentine, anni 2007 (redditi 2005)-2013 (redditi 2011)

15 I ritorni dell istruzione nel medio periodo (5) Valore mediano della distribuzione dei redditi disponibili individuali, donne anni obbligo o meno qualifica diploma laurea Fonte: Elaborazioni FBK-IRVAPP su dati Indagine sulle condizioni di vita delle famiglie trentine, anni 2007 (redditi 2005)-2013 (redditi 2011)

16 I ritorni dell istruzione nel medio periodo (6) Omo/eterogamia educativa Coorte mariti: nati prima del 1950 Titolo di studio Titolo di studio della moglie del marito Elementari Medie Diploma Laurea Totale Totale Elementari 67,0 22,1 10,5 0,5 100,0 30,1 Medie 22,5 40,5 34,9 2,2 100,0 30,9 Diploma 8,8 37,2 46,7 7,3 100,0 31,1 Laurea 1,7 8,5 42,4 47,5 100,0 7,9 Totale 30,0 31,4 31,8 6,8 100,0 (1.494) Coorte mariti: nati dopo il 1950 Titolo di studio della moglie Titolo di studio del marito Elementari Medie Diploma Laurea Totale Totale Elementari 30,0 35,0 25,0 10,0 100,0 2,3 Medie 4,0 33,2 54,8 8,0 100,0 28,6 Diploma 0,6 17,6 65,9 16,0 100,0 56,7 Laurea 0,9 2,8 36,1 60,2 100,0 12,4 Totale 2,3 20,6 58,1 19,0 100,0 (873) Fonte: Elaborazioni FBK-IRVAPP su dati Indagine sulle condizioni di vita delle famiglie trentine,

17 I ritorni dell istruzione nel medio periodo (7) Indice di asimmetria delle coppie nel lavoro familiare per titolo di studio dei partner Titolo di studio Indice della donna Obbligo 76,0 Diploma 73,0 Laurea 68,7...dell'uomo Obbligo 75,7 Diploma 71,5 Laurea 71,1 Nota: Dati riferiti a coppie con donna di anni ed entrambi i partner occupati, Italia Fonte: Istat - Indagine Multiscopo sulle Famiglie, 2008

18 I ritorni dell istruzione nel medio periodo (8) Determinanti della salute percepita in Italia nel 2011 Titolo di studio Probabilità di dichiarare uno stato di salute buono o molto buono Obbligo Rif. Diploma 0,07 *** Laurea 0,12 *** N Nota: Stime riferite alla popolazione con età superiore a 50 anni e derivate da un modello di regressione lineare multilivello che include effetti random di regione ed effetti fissi connessi alla posizione occupazionale, alla situazione economica, allo status matrimoniale e genitoriale, al sesso e all età degli intervistati,. * p <.1, ** p <.05, *** p <.01 Fonte: elaborazioni FBK-IRVAPP su dati SHARE 2011

19 I ritorni dell istruzione nel medio periodo (9) Rischi relativi di mortalità, Italia AL MASSIMO SCUOLA ELEMENTARE SCUOLA MEDIA DIPLOMA Uomini Donne Nota: riferimento laurea Fonte: Marinacci et al., 2011 Nota: Rischi relativi aggiustati per età

20 I ritorni dell istruzione nel medio periodo (10) Livelli di fiducia interpersonale per titolo di studio (% di persone che concordano con l'affermazione che "gran parte della gente è degna di fiducia") Titolo di studio Elementari 14,8 15,0 Medie 19,1 17,7 Diploma 24,9 23,3 Laurea 35,5 31,6 Nota: Dati riferiti a persone di età superiore ai 15 anni, Italia Fonte: Istat - Indagine Multiscopo sulle Famiglie (anni vari)

21 I ritorni dell istruzione nel medio periodo (11) Livello di soddisfazione per la vita (punteggi medi) per titolo di studio Titolo di studio Elementari 6,9 6,4 Medie 7,2 6,8 Diploma 7,3 6,9 Laurea 7,4 7,2 Nota: Il grado di soddisfazione è misurato con una scala che varia da 0 a 10. Dati riferiti a persone di età superiore ai 15 anni, Italia Fonte: Istat - Indagine Multiscopo sulle Famiglie, anni vari

Esperienza universitaria dei diplomati dell istruzione tecnica e professionale. Milano, 29 maggio 2013 Davide Cristofori (ALMALAUREA)

Esperienza universitaria dei diplomati dell istruzione tecnica e professionale. Milano, 29 maggio 2013 Davide Cristofori (ALMALAUREA) Esperienza universitaria dei diplomati dell istruzione tecnica e professionale Milano, 29 maggio 2013 Davide Cristofori (ALMALAUREA) Indice Laureati 2012 per tipo di diploma I gruppi disciplinari di laurea

Dettagli

5DOPO IL DIPLOMA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I DIPLOMATI E IL LAVORO LA FAMIGLIA DI ORIGINE

5DOPO IL DIPLOMA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I DIPLOMATI E IL LAVORO LA FAMIGLIA DI ORIGINE 5DOPO IL DIPLOMA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I DIPLOMATI E IL LAVORO LA FAMIGLIA DI ORIGINE 5.1 DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ 82 Sono più spesso le donne ad intraprendere gli studi universitari A partire

Dettagli

ORIENTAMENTO PROFESSIONALE E POST-DIPLOMA: incontri con i laureati e i mestieri della conoscenza. Centro per l Impiego di Empoli, maggio 2012

ORIENTAMENTO PROFESSIONALE E POST-DIPLOMA: incontri con i laureati e i mestieri della conoscenza. Centro per l Impiego di Empoli, maggio 2012 ORIENTAMENTO PROFESSIONALE E POST-DIPLOMA: incontri con i laureati e i mestieri della conoscenza Centro per l Impiego di Empoli, maggio 2012 IL MERCATO DEL LAVORO IN ITALIA -1 Alcune definizioni: 2 Tasso

Dettagli

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI AGENZIA DEL LAVORO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L IMPIEGO 1. LA CONDIZIONE GIOVANILE SUL MERCATO DEL LAVORO IN PROVINCIA DI TRENTO

Dettagli

In accordo con la legge in materia di programmazione (art.26 della legge provinciale n. 4 del 1996), la presente pubblicazione contiene l undicesimo

In accordo con la legge in materia di programmazione (art.26 della legge provinciale n. 4 del 1996), la presente pubblicazione contiene l undicesimo In accordo con la legge in materia di programmazione (art.26 della legge provinciale n. 4 del 1996), la presente pubblicazione contiene l undicesimo Rapporto sulla situazione sociale ed economica del Trentino

Dettagli

4I LAUREATI E IL LAVORO

4I LAUREATI E IL LAVORO 4I LAUREATI E IL LAVORO 4 I LAUREATI E IL LAVORO Meno disoccupati tra i laureati oltre i 35 anni La formazione universitaria resta un buon investimento e riduce il rischio di disoccupazione: la percentuale

Dettagli

Giovani, scuola e crisi in Piemonte. Progetto giovani carla nanni

Giovani, scuola e crisi in Piemonte. Progetto giovani carla nanni Giovani, scuola e crisi in Piemonte Progetto giovani carla nanni I giovani in obbligo di istruzione/formativo Descrizione della partecipazione dei giovani in obbligo di istruzione e formazione prima e

Dettagli

LE PRIORITÀ E GLI STRUMENTI DEL SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE LA STRUTTURA DEL RAV Tivoli, 10 marzo 2015

LE PRIORITÀ E GLI STRUMENTI DEL SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE LA STRUTTURA DEL RAV Tivoli, 10 marzo 2015 LE PRIORITÀ E GLI STRUMENTI DEL SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE LA STRUTTURA DEL RAV Tivoli, 10 marzo 2015 LA STRUTTURA DEL RAV 1 Contesto e risorse 2 3 4 5 Esiti Processi Il Processo di Autovalutazione

Dettagli

I diplomati e lo studio Anno 2007

I diplomati e lo studio Anno 2007 12 novembre 2009 I diplomati e lo studio Anno 2007 Direzione centrale comunicazione ed editoria Tel. + 39 06 4673 2243-2244 Centro di informazione statistica Tel. + 39 06 4673 3106 Informazioni e chiarimenti

Dettagli

Focus I giovani e il mercato del lavoro

Focus I giovani e il mercato del lavoro Focus I giovani e il mercato del lavoro Per trovare lavoro conviene proseguire gli studi dopo il diploma Nel 2008 77 giovani (25-34 anni) su 100 lavorano o cercano un lavoro (tasso di attività); al sono

Dettagli

Inserimento professionale dei diplomati universitari

Inserimento professionale dei diplomati universitari 22 luglio 2003 Inserimento professionale dei diplomati universitari Indagine 2002 Nel corso degli ultimi anni l Istat ha rivisitato e notevolmente ampliato il patrimonio informativo sull istruzione e la

Dettagli

Le trasformazioni del vivere: il lavorare delle donne

Le trasformazioni del vivere: il lavorare delle donne Le trasformazioni del vivere: il lavorare delle donne Alberto Zuliani Presidente dell Istat UNO Il percorso formativo Licenza media si iscrivono al 1 anno delle superiori 133 Qualifica professionale 1.000

Dettagli

Leggere le migrazioni: analisi delle fonti statistiche

Leggere le migrazioni: analisi delle fonti statistiche Leggere le migrazioni: analisi delle fonti statistiche Deborah Erminio Synesis Ricerca sociale, monitoraggio e valutazione E-mail: synesis@fastwebnet.it I migranti: chi dovremmo contare? Come conteggiamo

Dettagli

Le competenze degli adulti nell ambito delle iniziative PON 2007/2013: modelli di rilevazione e strumenti diagnostici

Le competenze degli adulti nell ambito delle iniziative PON 2007/2013: modelli di rilevazione e strumenti diagnostici Le competenze degli adulti nell ambito delle iniziative PON 2007/2013: modelli di rilevazione e strumenti diagnostici Bagheria 16 settembre 2008 Monitoraggio Nazionale EdA a.s. 2006/07 GestioneProgetti

Dettagli

Le caratteristiche dei laureati al loro ingresso all università

Le caratteristiche dei laureati al loro ingresso all università 2. Le caratteristiche dei laureati al loro ingresso all università Nella popolazione dei laureati si manifesta una sovrarappresentazione dei figli delle classi avvantaggiate dal punto di vista socioculturale.

Dettagli

ASSET BUILDING: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AL PROBLEMA DELL ACCESSIBILITÀ ECONOMICA DELL UNIVERSITÀ?

ASSET BUILDING: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AL PROBLEMA DELL ACCESSIBILITÀ ECONOMICA DELL UNIVERSITÀ? Sala Convegni IresPiemonte Via Nizza 18 Torino 25 Novembre 2015 CRISI ECONOMICA E BARRIERE ALL ACCESSO UNIVERSITARIO: COME INTERVENIRE? ASSET BUILDING: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AL PROBLEMA DELL ACCESSIBILITÀ

Dettagli

4I LAUREATI E IL LAVORO

4I LAUREATI E IL LAVORO 4I LAUREATI E IL LAVORO 4 I LAUREATI E IL LAVORO La laurea riduce la probabilità di rimanere disoccupati dopo i 35 anni L istruzione si rivela sempre un buon investimento a tutela della disoccupazione.

Dettagli

Premessa Convenzione Veneto Lavoro - Università di Padova. Costruzione di LALLA

Premessa Convenzione Veneto Lavoro - Università di Padova. Costruzione di LALLA Convegno Dati e indicatori possibili sull inserimento lavorativo e professionale Relazione: L utilizzo del SILV (sistema informativo lavoro del Veneto) per l analisi degli esiti occupazionali dei laureati

Dettagli

Prof. Antonio Schizzerotto Università degli Studi di Milano

Prof. Antonio Schizzerotto Università degli Studi di Milano Prof. Antonio Schizzerotto Università degli Studi di Milano Grafici di supporto all intervento al Seminario Conoscenza per lo sviluppo: il ruolo della scuola e dei processi di apprendimento nelle politiche

Dettagli

UN ANALISI EMPIRICA DEI PERCORSI FORMATIVI DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI : L ABBANDONO DEGLI STUDI

UN ANALISI EMPIRICA DEI PERCORSI FORMATIVI DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI : L ABBANDONO DEGLI STUDI UN ANALISI EMPIRICA DEI PERCORSI FORMATIVI DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI : L ABBANDONO DEGLI STUDI Roberto Zotti XIV INDAGINE ALMALAUREA SUL PROFILO DEI LAUREATI Napoli, 22 maggio 2012 UN ANALISI EMPIRICA

Dettagli

Le caratteristiche dei laureati al loro ingresso all università

Le caratteristiche dei laureati al loro ingresso all università 2. Le caratteristiche dei laureati al loro ingresso all università Nella popolazione indagata si manifesta una sovrarappresentazione dei laureati provenienti da contesti familiari avvantaggiati dal punto

Dettagli

Investimento in formazione e inserimento nel mercato del lavoro

Investimento in formazione e inserimento nel mercato del lavoro Investimento in formazione e inserimento nel mercato del lavoro Le Linee guida per la formazione nel 2010 e il rilancio dei contratti a contenuto formativo Roma, 6 maggio 2010 Emmanuele Massagli Ricercatore

Dettagli

La vita quotidiana di separati e divorziati in Italia

La vita quotidiana di separati e divorziati in Italia 10 maggio 2004 La vita quotidiana di separati e in Italia Media 2001-2002 Ogni anno le indagini Multiscopo condotte dall Istat rilevano i comportamenti e gli aspetti più importanti della vita quotidiana

Dettagli

INVESTIRE PER CRESCERE STATI GENERALI DELL EDITORIA 2006 ROMA 21-22 SETTEMBRE

INVESTIRE PER CRESCERE STATI GENERALI DELL EDITORIA 2006 ROMA 21-22 SETTEMBRE INVESTIRE PER CRESCERE STATI GENERALI DELL EDITORIA 2006 ROMA 21-22 SETTEMBRE Rendimenti privati e sociali dell istruzione Piero Cipollone Banca d Italia, Servizio Studi Doi: 10.1389/SG2006_Cipollone_Slide

Dettagli

Esame dei documenti di bilancio per il triennio 2015-2017. Dossier 2 Le madri e le difficoltà di conciliazione tra lavoro e famiglia

Esame dei documenti di bilancio per il triennio 2015-2017. Dossier 2 Le madri e le difficoltà di conciliazione tra lavoro e famiglia Esame dei documenti di bilancio per il triennio 2015-2017 Dossier 2 Le madri e le difficoltà di conciliazione tra lavoro e famiglia Audizione del Presidente dell Istituto nazionale di statistica, Giorgio

Dettagli

4 I LAUREATI E IL LAVORO

4 I LAUREATI E IL LAVORO 4I LAUREATI E IL LAVORO 4 I LAUREATI E IL LAVORO La laurea riduce la probabilità di rimanere disoccupati dopo i 30 anni L istruzione si rivela sempre un buon investimento a tutela della disoccupazione.

Dettagli

Figura 1 - Numero lavoratori delle imprese attive in alcune tipologie contrattuali per macrosettore - Anno 2013 (a) (valori medi annui)

Figura 1 - Numero lavoratori delle imprese attive in alcune tipologie contrattuali per macrosettore - Anno 2013 (a) (valori medi annui) Allegato statistico Audizione dei rappresentanti dell Istituto nazionale di statistica Roberto Monducci e Linda Laura Sabbadini 11 a Commissione "Lavoro, previdenza sociale" del Senato della Repubblica

Dettagli

Il differenziale retributivo in Europa

Il differenziale retributivo in Europa Il differenziale retributivo in Europa Il differenziale retributivo di genere gender pay gap, misura la differenza relativa alle retribuzioni delle donne e degli uomini, ovvero il risultato delle discriminazioni

Dettagli

I dottori di ricerca a Milano

I dottori di ricerca a Milano I dottori di ricerca a Milano Leve del 2004 e 2006 Condizione occupazionale e caratteristiche sociodemografiche Finanziamento FAR 2014 dell Università di Milano Bicocca per l indagine I dottori di ricerca

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Segretariato Generale I GIOVANI IN ITALIA

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Segretariato Generale I GIOVANI IN ITALIA Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Segretariato Generale I GIOVANI IN ITALIA Luglio 2010 1 Rapporto curato da: G. Coccia gcoccia@lavoro.gov.it B. Rossi brossi@lavoro.gov.it Sul sito http://www.lavoro.gov.it

Dettagli

Uno sguardo sull istruzione: Indicatori dell OCSE 2012

Uno sguardo sull istruzione: Indicatori dell OCSE 2012 SCHEDA PAESE Uno sguardo sull istruzione: Indicatori dell OCSE 2012 PRINCIPALI CONCLUSIONI ITALIA I tassi d iscrizione all università sono aumentati dopo che l Italia ha introdotto una nuova struttura

Dettagli

Un modello di microsimulazione a popolazione dinamica per la stima degli effetti distributivi della riforma pensionistica

Un modello di microsimulazione a popolazione dinamica per la stima degli effetti distributivi della riforma pensionistica Un modello di microsimulazione a popolazione dinamica per la stima degli effetti distributivi della riforma pensionistica Massimo Baldini, Carlo Mazzaferro, Marcello Morciano Università degli studi di

Dettagli

Il ruolo del genere nella costruzione sociale delle disuguaglianze di salute

Il ruolo del genere nella costruzione sociale delle disuguaglianze di salute Il ruolo del genere nella costruzione sociale delle disuguaglianze di salute Giuseppe Costa Gruppo di lavoro Equità nella salute e sanità della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni Progetto

Dettagli

SETTIMANA DELL ORIENTAMENTO

SETTIMANA DELL ORIENTAMENTO I numeri dell istruzione SETTIMANA DELL ORIENTAMENTO, Fiera della Pesca 27-30 ottobre 2009 MARCHE DIPLOMATI PER 100 PERSONE DI 19 ANNI ANNO SCOLASTICO 2006/2007 95,0 78,8 69,0 94,2 89,4 94,6 84,0 79,9

Dettagli

L abbandono degli studi universitari.

L abbandono degli studi universitari. L abbandono degli studi universitari. Il caso Università degli Studi di Salerno XIV Indagine AlmaLaurea sul Profilo dei Laureati Laurearsi in tempo di crisi Come valorizzare gli studi universitari Dott.ssa

Dettagli

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie La Svizzera nel raffronto europeo La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie Neuchâtel, 2007 Il sistema universitario svizzero La Svizzera dispone di un sistema universitario

Dettagli

Povertà e mercato del lavoro Prof.ssa Enrica Morlicchio

Povertà e mercato del lavoro Prof.ssa Enrica Morlicchio Povertà e mercato del lavoro Prof.ssa Enrica Morlicchio Dipartimento di Scienze Sociali Università degli Studi di Napoli Federico II enrica.morlicchio@unina.it La riduzione dell occupazione nella crisi

Dettagli

Mappa indicatori per Rapporto di Autovalutazione

Mappa indicatori per Rapporto di Autovalutazione Mappa indicatori per Rapporto di Autovalutazione Novembre 2014 INDICE della MAPPA INDICATORI 1 Contesto... 2 1.1 Popolazione scolastica... 2 1.2 Territorio e capitale sociale... 3 1.3 Risorse economiche

Dettagli

Le coppie che chiedono l adozione di un bambino

Le coppie che chiedono l adozione di un bambino 1 febbraio 2005 Le coppie che chiedono l adozione di un bambino Anno 2003 L Istat diffonde i risultati dell indagine sulle domande di adozione, condotta per la prima volta nel 2003 presso i 29 tribunali

Dettagli

Fare autovalutazione L utilizzo dei dati a supporto del sistema di valutazione

Fare autovalutazione L utilizzo dei dati a supporto del sistema di valutazione SEMINARIO L AVVIO DEL SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE: PRESENTAZIONE DEL FORMAT DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE Fare autovalutazione L utilizzo dei dati a supporto del sistema di valutazione Gianna Barbieri

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

I laureati in ingegneria chimica: : cosa ci dicono i dati AlmaLaurea?

I laureati in ingegneria chimica: : cosa ci dicono i dati AlmaLaurea? I laureati in chimica: : cosa ci dicono i dati AlmaLaurea? Prof. Francesco Ferrante Comitato scientifico di AlmaLaurea L istruzione è cosa ammirevole ma ogni tanto ci farebbe bene ricordare che non si

Dettagli

Fonte: Ufficio scolastico territoriale di Rimini per le scuole statali e Segreterie scolastiche per le scuole ed enti non statali Elaborazione :

Fonte: Ufficio scolastico territoriale di Rimini per le scuole statali e Segreterie scolastiche per le scuole ed enti non statali Elaborazione : 1 Fonte: Ufficio scolastico territoriale di Rimini per le scuole statali e Segreterie scolastiche per le scuole ed enti non statali Elaborazione : Provincia di Rimini / Ufficio Scuola 2 LA SCUOLA RIMINESE:

Dettagli

LE CARATTERISTICHE SOCIO-DEMOGRAFICHE DELLA VALLE D AOSTA

LE CARATTERISTICHE SOCIO-DEMOGRAFICHE DELLA VALLE D AOSTA LE CARATTERISTICHE SOCIO-DEMOGRAFICHE DELLA VALLE D AOSTA Sono numerose le evidenze scientifiche in cui si dimostra che le persone che godono di una posizione sociale privilegiata, che hanno un titolo

Dettagli

DEPRESSIONE POST PARTUM Chi è a rischio?

DEPRESSIONE POST PARTUM Chi è a rischio? DEPRESSIONE POST PARTUM Chi è a rischio? Maria Elena Gattoni, Laura Andreoni e Antonio Giampiero Russo Osservatorio Epidemiologico e Registri Specializzati DIPARTIMENTO GOVERNANCE ASL Milano 1 Definizione

Dettagli

Il profiling nella Garanzia Giovani in Italia

Il profiling nella Garanzia Giovani in Italia SEMINARIO INTERNAZIONALE MODELLI AVANZATI DI PROFILING Roma 24 Giugno, 2014 Sala Biagi - Via Guidubaldo del Monte, 60 Il profiling nella Garanzia Giovani in Italia Maurizio Sorcioni Staff di Statistica

Dettagli

LE MATRICOLE DI MEDICINA. Come si preparano al test di ammissione

LE MATRICOLE DI MEDICINA. Come si preparano al test di ammissione 1 LE MATRICOLE DI MEDICINA Come si preparano al test di ammissione OBIETTIVI E IMPIANTO DI RICERCA Doxa e Alpha Test hanno condotto uno studio, per capire come si sono preparati gli studenti del primo

Dettagli

Donne in Italia e nel Sud. Statistiche in breve

Donne in Italia e nel Sud. Statistiche in breve Donne in Italia e nel Sud Statistiche in breve DEMOGRAFIA 1. numero medio di figli per donna (199 11) 2. speranza di vita alla nascita (6 11) 3. speranza di vita a 6 anni (6 11) LAVORO 4. tasso occupazione

Dettagli

Focus Il passaggio dalla scuola secondaria di secondo grado all Università (Aprile 2013)

Focus Il passaggio dalla scuola secondaria di secondo grado all Università (Aprile 2013) Focus Il passaggio dalla scuola secondaria di secondo grado all Università Diplomati Anno Scolastico 2011/2012 Immatricolati Anno Accademico 2012/2013 (Aprile 2013) La presente pubblicazione fa riferimento

Dettagli

ASSE IV CAPITALE UMANO

ASSE IV CAPITALE UMANO ASSE IV CAPITALE UMANO 1.PERCORSI FORMATIVI E SERVIZI SUCCESSIVI AL CONSEGUIMENTO DELL OBBLIGO Attività SCOLASTICO FINO A 16 ANNI, RIVOLTI ALL ACQUISIZIONE DI UNA QUALIFICA 2. PERCORSI FORMATIVI ANCHE

Dettagli

IL VALORE ECONOMICO DELLA SCELTA UNIVERSITARIA Massimo Anelli e Giovanni Peri UC Davis e FRDB. 11 Dicembre 2013

IL VALORE ECONOMICO DELLA SCELTA UNIVERSITARIA Massimo Anelli e Giovanni Peri UC Davis e FRDB. 11 Dicembre 2013 IL VALORE ECONOMICO DELLA SCELTA UNIVERSITARIA Massimo Anelli e Giovanni Peri UC Davis e FRDB 11 Dicembre 2013 Laurea, Salario e Carriera Quali corsi di Laurea sono associati a migliori salari? Quali corsi

Dettagli

Assessorato al Lavoro e alle Attività di Orientamento per il mercato del lavoro

Assessorato al Lavoro e alle Attività di Orientamento per il mercato del lavoro Assessorato al Lavoro e alle Attività di Orientamento per il mercato del lavoro Obiettivo della esposizione Fornire (attingendo alle diverse fonti) le principali informazioni sulle dinamiche occupazionali

Dettagli

Le transizioni nel mercato del lavoro in AD-SILC

Le transizioni nel mercato del lavoro in AD-SILC Le transizioni nel mercato del lavoro in AD-SILC Michele Raitano Sapienza Università di Roma e Fondazione Giacomo Brodolini In collaborazione con Elena Fabrizi, Università di Teramo e Fondazione Giacomo

Dettagli

I PERCORSI DI STUDIO E DI LAVORO DEI DIPLOMATI

I PERCORSI DI STUDIO E DI LAVORO DEI DIPLOMATI 27 dicembre 2012 Indagine 2011 sui diplomati del 2007 I PERCORSI DI STUDIO E DI LAVORO DEI DIPLOMATI Nel 2011 è occupato il 45,7% dei diplomati che hanno conseguito il titolo nel 2007; di questi, otto

Dettagli

7ISTRUZIONE E FORMAZIONE

7ISTRUZIONE E FORMAZIONE 7ISTRUZIONE E FORMAZIONE Nell anno scolastico 2012/2013 gli studenti iscritti nelle scuole di diverso grado e ordine sono quasi nove milioni, circa 17.500 in meno rispetto al precedente anno. Gli alunni

Dettagli

Equità ed Efficacia nella Scuola Italiana

Equità ed Efficacia nella Scuola Italiana Equità ed Efficacia nella Scuola Italiana Dalle pari opportunità d accesso alle pari opportunità di apprendimento Gianfranco De Simone gianfranco.desimone@fga.it Milano, 1 dicembre 2010 Perché la scuola

Dettagli

Tavola 5.1 Alunni iscritti nelle scuole statali, anno 2007/08 e 2006/07 Infanzia Primaria Sec. I grado Sec. II grado Totale PROVINCIA

Tavola 5.1 Alunni iscritti nelle scuole statali, anno 2007/08 e 2006/07 Infanzia Primaria Sec. I grado Sec. II grado Totale PROVINCIA 5 ISTRUZIONE In questo capitolo sono presentati i dati sull istruzione scolastica ed universitaria, i dati provengono dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca, che ora accorpa il

Dettagli

La compilazione del RAV: una riflessione condivisa Milazzo 8 giugno 2015

La compilazione del RAV: una riflessione condivisa Milazzo 8 giugno 2015 Proviamo a vedere quali sono gli obiettivi finali del RAV: Migliorare gli apprendimenti, assumendo decisioni adeguate; Rendicontare le scelte compiute; Promuovere strategie innovative attraverso la partecipazione

Dettagli

I giovani nel contesto socio-economico della regione Marche

I giovani nel contesto socio-economico della regione Marche I giovani nel contesto socio-economico della regione Marche Analisi estratta dal Capitolo 5 (La valutazione strategica) del Rapporto di valutazione 2012 realizzato da FGB e IRS nell ambito delle Attività

Dettagli

Marche. I numeri dell istruzione. Settimana dell Orientamento Ancona, Quartiere fieristico 25-28 novembre 2008

Marche. I numeri dell istruzione. Settimana dell Orientamento Ancona, Quartiere fieristico 25-28 novembre 2008 I numeri dell istruzione 8 742 53 4 8 2 9 4 3 8 6 0 21 Settimana dell Orientamento Ancona, Quartiere fieristico 25-28 novembre 2008 ISCRITTI AL V ANNO DELLA SCUOLA SUPERIORE ANNO SCOLASTICO 2006/2007 Totale

Dettagli

Focus Gli immatricolati nell anno accademico 2014/2015. Approfondimento: Il percorso universitario dei diplomati 2010.

Focus Gli immatricolati nell anno accademico 2014/2015. Approfondimento: Il percorso universitario dei diplomati 2010. Focus Gli immatricolati nell anno accademico 2014/2015 Approfondimento: Il percorso universitario dei diplomati 2010 (Maggio 2015) La presente pubblicazione fa riferimento a dati elaborati a Marzo 2015.

Dettagli

Rapporto 2014. Osservatorio sull istruzione e sulla formazione professionale in Piemonte. Sisform Piemonte

Rapporto 2014. Osservatorio sull istruzione e sulla formazione professionale in Piemonte. Sisform Piemonte Sisform Piemonte OSSERVATORIO SUL SISTEMA FORMATIVO PIEMONTESE Rapporto 2014 Osservatorio sull istruzione e sulla formazione professionale in Piemonte Un po di storia Sisform nasce nel 1999 quando la Regione

Dettagli

I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA

I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA Contributo di Laura Chies Esperta dell Agenzia e Dises - Università di Trieste e di Chiara Donati e Ilaria Silvestri Servizio statistica e affari

Dettagli

Le competenze degli adulti (16-65 anni) in Italia. Primi risultati nazionali dall Indagine PIAAC

Le competenze degli adulti (16-65 anni) in Italia. Primi risultati nazionali dall Indagine PIAAC Le competenze degli adulti (16-65 anni) in Italia. Primi risultati nazionali dall Indagine PIAAC Le competenze degli adulti (16-65 anni): l Italia nello scenario internazionale I risultati dell indagine

Dettagli

Tab. 1 Iscritti al test/iscritti/immatricolati. Tab. 2 Provenienza geografica degli immatricolati al 1 anno [n e %]

Tab. 1 Iscritti al test/iscritti/immatricolati. Tab. 2 Provenienza geografica degli immatricolati al 1 anno [n e %] Corso di Studio: Laurea in Ingegneria Edile-Architettura Classe: LM- Architettura e Ingegneria Edile-Architettura Sede: Pavia RAPPORTO DI RIESAME INIZIALE 21 APPENDICE AL RAPPORTO DI RIESAME -21 Tab. 1

Dettagli

L incontro fra domanda e offerta di lavoro e i servizi per l impiego

L incontro fra domanda e offerta di lavoro e i servizi per l impiego L incontro fra domanda e offerta di lavoro e i servizi per l impiego D.ssa Tiziana Rosolin Servizi ai cittadini e modernizzazione Amministrativa: fatti e numeri sul che cambia FORUM P.A. 12 Maggio 24 L

Dettagli

La borsa di studio in Piemonte:

La borsa di studio in Piemonte: La borsa di studio in Piemonte: l impatto sulle performance accademiche dei beneficiari Federica Laudisa, Laura Maneo Giugno 2012 Le domande dell indagine Quanti studenti mantengono la borsa nel corso

Dettagli

Analisi della formazione e del mercato del lavoro per i laureati in Ingegneria in Italia

Analisi della formazione e del mercato del lavoro per i laureati in Ingegneria in Italia Analisi della formazione e del mercato del lavoro per i laureati in Ingegneria in Italia Silvia Ghiselli - Responsabile Indagini e Ricerche Roma, 15 aprile 2015 Alcuni confronti internazionali Popolazione

Dettagli

Conoscenza per lo sviluppo: il ruolo della scuola e dei processi di apprendimento nelle politiche di sviluppo e coesione

Conoscenza per lo sviluppo: il ruolo della scuola e dei processi di apprendimento nelle politiche di sviluppo e coesione Conoscenza per lo sviluppo: il ruolo della scuola e dei processi di apprendimento nelle politiche di sviluppo e coesione 7 Luglio 2005 Hotel Quirinale Via Nazionale, 7 Roma Sessione 1: Istruzione, sviluppo

Dettagli

Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini

Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini L educazione e l apprendimento lungo tutto l arco della vita svolgono un ruolo capitale nello sviluppo

Dettagli

PROMOTORE FINANZIARIO STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione?

PROMOTORE FINANZIARIO STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? PROMOTORE FINANZIARIO STATISTICHE Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? Laureati La principale facoltà che prepara i PROMOTORI FINANZIARI è Economia, con i

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE Enrico FERMI Brindisi

LICEO SCIENTIFICO STATALE Enrico FERMI Brindisi Corsista Studente Nome Cognome SESSO : uomo donna CITTADINANZA Italia Altri paesi UE Paesi europei non UE Paesi non UE del Mediterraneo Paesi africani non del Mediterraneo Paesi asiatici non del Mediterraneo

Dettagli

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE L istruzione a Firenze La diffusione dell istruzione tra le varie classi della popolazione non soltanto misura l efficacia del sistema scolastico di un dato sistema sociale, ma fornisce anche una misura

Dettagli

Tabella per l'analisi dei risultati

Tabella per l'analisi dei risultati Vai a... UniCh Test V_Statistica_Eliminatorie Quiz V_Statistica_Eliminatorie Aggiorna Quiz Gruppi visibili Tutti i partecipanti Info Anteprima Modifica Risultati Riepilogo Rivalutazione Valutazione manuale

Dettagli

Istruzione e formazione

Istruzione e formazione CAPITOLO 02 Istruzione e formazione Per vivere di più e meglio L istruzione, la formazione e il livello di competenze influenzano il benessere delle persone e aprono opportunità altrimenti precluse. L

Dettagli

EUROPA 2020 Crescere in coesione PROMUOVERE IL SUCCESSO SCOLASTICO, LE PARI OPPORTUNITÀ E L INCLUSIONE SOCIALE: SVILUPPO DI RETI CONTRO LA

EUROPA 2020 Crescere in coesione PROMUOVERE IL SUCCESSO SCOLASTICO, LE PARI OPPORTUNITÀ E L INCLUSIONE SOCIALE: SVILUPPO DI RETI CONTRO LA EUROPA 2020 Crescere in coesione PROMUOVERE IL SUCCESSO SCOLASTICO, LE PARI OPPORTUNITÀ E L INCLUSIONE SOCIALE: SVILUPPO DI RETI CONTRO LA DISPERSIONE SCOLASTICA E CREAZIONE DI PROTOTIPI INNOVATIVI 1 EUROPA

Dettagli

Il Valore Economico dalla Scelta Universitaria

Il Valore Economico dalla Scelta Universitaria 19 novembre 2013 Il Valore Economico dalla Scelta Universitaria Studio su Scuola, Università e Lavoro dei giovani Milanesi tra il 1985 e il 2011 Autori: Massimo Anelli e Giovanni Peri (UC Davis) Introduzione

Dettagli

F1. INDICATORI DI SINTESI SULLA PARTECIPAZIONE SCOLASTICA E LA CONDIZIONE EDUCATIVA DELLA POPOLAZIONE

F1. INDICATORI DI SINTESI SULLA PARTECIPAZIONE SCOLASTICA E LA CONDIZIONE EDUCATIVA DELLA POPOLAZIONE F1. INDICATORI DI SINTESI SULLA PARTECIPAZIONE SCOLASTICA E LA CONDIZIONE EDUCATIVA DELLA POPOLAZIONE A fronte di un apparato informativo nazionale in fase di rielaborazione (in particolare per quanto

Dettagli

Immatricolati 18 60 51 34 Iscritti al 1 anno 18 54 31 28

Immatricolati 18 60 51 34 Iscritti al 1 anno 18 54 31 28 APPENDICE AL RAPPORTO DI RIESAME CDLM COMPUTER ENGINEERING -2014 Tab. 1 Iscritti/Immatricolati al 1 anno TIPOLOGIA ISCRIZIONE 2010/11 2011/12 2013/14 Immatricolati 18 60 51 34 Iscritti al 1 anno 18 54

Dettagli

I destinatari del programma Youth Guarantee in Abruzzo

I destinatari del programma Youth Guarantee in Abruzzo I destinatari del programma Youth Guarantee in Abruzzo Aggiornamento dei dati al 2013 (16 aprile 2014, ver. 0.3) APRILE 2014 Azione di Sistema Welfare to Work per le politiche di reimpiego 2012-2014 Area

Dettagli

Rapporto AlmaDiploma sulla condizione occupazionale e formativa dei diplomati di scuola secondaria superiore ad uno, tre e cinque anni dal diploma

Rapporto AlmaDiploma sulla condizione occupazionale e formativa dei diplomati di scuola secondaria superiore ad uno, tre e cinque anni dal diploma Rapporto AlmaDiploma sulla condizione occupazionale e formativa dei diplomati di scuola secondaria superiore ad uno, tre e cinque anni dal diploma Cosa avviene dopo il diploma? Il nuovo Rapporto 2014 sulla

Dettagli

CORSO DI LAUREA (270/2004) - STATISTICA MATEMATICA E TRATTAMENTO INFORMATICO DEI DATI - IL CORSO DI STUDIO IN CIFRE: IMMATRICOLATI

CORSO DI LAUREA (270/2004) - STATISTICA MATEMATICA E TRATTAMENTO INFORMATICO DEI DATI - IL CORSO DI STUDIO IN CIFRE: IMMATRICOLATI CORSO DI LAUREA (270/2004) - STATISTICA MATEMATICA E TRATTAMENTO INFORMATICO DEI DATI - IL CORSO DI STUDIO IN CIFRE: IMMATRICOLATI 2011/2012 2012/2013 2013/2014 Iscritti I anno I volta Iscritti totali

Dettagli

Roma 20 maggio 2015 ore 10.30. Camera dei deputati Sala della Regina Piazza di Montecitorio

Roma 20 maggio 2015 ore 10.30. Camera dei deputati Sala della Regina Piazza di Montecitorio Roma 20 maggio 2015 ore 10.30 Camera dei deputati Sala della Regina Piazza di Montecitorio La domanda estera sostiene l economia PIL E COMPONENTI DELLA DOMANDA IN ITALIA Variazioni congiunturali percentuali

Dettagli

1. POPOLAZIONE ASSISTIBILE

1. POPOLAZIONE ASSISTIBILE La parte dedicata alla popolazione assistibile contiene le principali informazioni di carattere demografico sulla popolazione residente in Provincia di Bolzano: struttura della popolazione e sua distribuzione

Dettagli

Focus Il passaggio dalla scuola secondaria di secondo grado all Università (febbraio 2012)

Focus Il passaggio dalla scuola secondaria di secondo grado all Università (febbraio 2012) Focus Il passaggio dalla scuola secondaria di secondo grado all Università Diplomati Anno Scolastico 2010/2011 Immatricolati Anno Accademico 2011/2012 (febbraio 2012) La presente pubblicazione fa riferimento

Dettagli

www.statigeneralidelleditoria.it

www.statigeneralidelleditoria.it www.statigeneralidelleditoria.it Stati generali dell editoria 2008 Più cultura, più lettura, più Paese: scommettere sui giovani Scommettere sui giovani La sintesi della ricerca Iard La lettura dei libri

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

Reggio Calabria. I numeri del comune. Abitanti* 184.937 559.759 Superficie (km 2 ) 239,04 3.210,37 Densità (ab. per km 2 ) 773,66 174,36

Reggio Calabria. I numeri del comune. Abitanti* 184.937 559.759 Superficie (km 2 ) 239,04 3.210,37 Densità (ab. per km 2 ) 773,66 174,36 Rapporto Urbes Il benessere equo e sostenibile nelle città Reggio Calabria I numeri del comune Capoluogo Abitanti*.97 9.79 Superficie (km ) 9,.,7 Densità (ab. per km ) 77, 7, * al.. Numero Addetti unità

Dettagli

I determinanti dell assenteismo legati a salute e condizioni di lavoro in Italia

I determinanti dell assenteismo legati a salute e condizioni di lavoro in Italia I determinanti dell legati a salute e condizioni di lavoro in Italia Giuseppe Costa, Angelo d Errico, Francesca Vannoni, Tania Landriscina, Roberto Leombruni Università Torino e ASL TO3 del Piemonte Centri

Dettagli

Rapporto AlmaDiploma sulla condizione occupazionale e formativa dei diplomati di scuola secondaria superiore a uno, tre e cinque anni dal diploma

Rapporto AlmaDiploma sulla condizione occupazionale e formativa dei diplomati di scuola secondaria superiore a uno, tre e cinque anni dal diploma Rapporto AlmaDiploma sulla condizione occupazionale e formativa dei diplomati di scuola secondaria superiore a uno, tre e cinque anni dal diploma Cosa avviene dopo il diploma? Il nuovo Rapporto 2013 sulla

Dettagli

Quali sono gli effetti del percorso di formazione PON M@tabel?

Quali sono gli effetti del percorso di formazione PON M@tabel? Quali sono gli effetti del percorso di formazione PON M@tabel? Valutazione di una innovazione didattica mediante esperimento controllato Ottobre 2009 UNIONE EUROPEA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA

Dettagli

I SERVIZI DI INTEMEDIAZIONE PUBBLICI

I SERVIZI DI INTEMEDIAZIONE PUBBLICI N.57 MARZO 2014 I SERVIZI DI INTEMEDIAZIONE PUBBLICI E PRIVATI AUTORIZZATI OVERVIEW Analizzare i canali attraverso cui i lavoratori trovano un, costituisce un esercizio di grande interesse per la conoscenza

Dettagli

PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU. Osservatorio delle Politiche Sociali. Ambito Plus 21. Profilo demografico e sociale.

PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU. Osservatorio delle Politiche Sociali. Ambito Plus 21. Profilo demografico e sociale. PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU Osservatorio delle Politiche Sociali Ambito Plus 21 Profilo demografico e sociale Maggio 2012 La popolazione residente nel Plus 21 al 31 dicembre del 2010 era

Dettagli

RAPPORTO SULL OCCUPAZIONE DEI LAUREATI E DOTTORI DEL POLITECNICO DI MILANO

RAPPORTO SULL OCCUPAZIONE DEI LAUREATI E DOTTORI DEL POLITECNICO DI MILANO RAPPORTO SULL OCCUPAZIONE DEI LAUREATI E DOTTORI DEL POLITECNICO DI MILANO dicembre 2010 Il Presidente Prof. Bruno Dente Indice Rapporto 1. I laureati del Politecnico di Milano nel 2005-2008 e i dottori

Dettagli

Analisi socio-economica delle famiglie del Lazio

Analisi socio-economica delle famiglie del Lazio Riflettori sulle difficoltà delle famiglie: tra crisi ed opportunità Stati Generali del Sistema Acli del Lazio Analisi socio-economica delle famiglie del Lazio 18 aprile 2009 Cristina Morga Prima di iniziare

Dettagli

Incontro Gruppo RAV lettura dati INVALSI. Liceo Scientifico «A. Volta», 19 maggio 2015

Incontro Gruppo RAV lettura dati INVALSI. Liceo Scientifico «A. Volta», 19 maggio 2015 Incontro Gruppo RAV lettura dati INVALSI Liceo Scientifico «A. Volta», 19 maggio 2015 Rilevazione degli apprendimenti- Popolazione di riferimento I livelli scolari coinvolti : classi II e V della scuola

Dettagli

MANAGER DELLO SPORT STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione?

MANAGER DELLO SPORT STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? MANAGER DELLO SPORT STATISTICHE Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? Laureati La principale scuola che prepara i MANAGER DELLO SPORT è la SUISM (Scuola Universitaria

Dettagli

LE DETERMINANTI PER LE SCELTE FINANZIARIE DELLE

LE DETERMINANTI PER LE SCELTE FINANZIARIE DELLE LE DETERMINANTI PER LE SCELTE FINANZIARIE DELLE FAMIGLIE ITALIANE E IL RUOLO DELLA MICROFINANZA Domenica Federico, Antonella Notte Università della Calabria 1 Obiettivo Individuare i principali fattori

Dettagli

I NUMERI DELLE DONNE

I NUMERI DELLE DONNE 1. Scuola secondaria di I grado - Studenti iscritti per genere - Anno scolastico 2008/2009. Provincia di Milano (v.a.) 2. Scuola secondaria di II grado - Studenti iscritti per genere - Anno scolastico

Dettagli

La matematica nel passaggio dal primo al secondo ciclo: un esperienza di prova d ingresso comune per il primo anno della secondaria superiore.

La matematica nel passaggio dal primo al secondo ciclo: un esperienza di prova d ingresso comune per il primo anno della secondaria superiore. La matematica nel passaggio dal primo al secondo ciclo: un esperienza di prova d ingresso comune per il primo anno della secondaria superiore. XXX CONVEGNO UMI - CIIM BERGAMO 25-27 OTTOBRE 2012 Antonio

Dettagli