IL METANO è ARRIVATO IN SARDEGNA. n.48

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL METANO è ARRIVATO IN SARDEGNA. n.48"

Transcript

1 Periodico di comunicazione aziendale n.48 anno XIII - n.1 Marzo 2015 Spedizione in abbonamento postale 70% Regime Libero - Direzione Commerciale Business - Modena + Inserto Redazionale IL METANO è ARRIVATO IN SARDEGNA Lo stabilimento lattiero caseario della Cooperativa Assegnatari Associati Arborea è la prima realtà sarda a usufruire del GNL, che genera energia termica ed elettrica a costi concorrenziali DIAGNOSI ENERGETICA, GRANDE OPPORTUNITA PER LE IMPRESE Avviata una campagna per conoscere e gestire i flussi e consumi di energia delle imprese, uno strumento strategico per la competitività CPL PREMIA L EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Assegnato il Primo Premio Giacomo Venturi per l innovazione e l efficienza energetica nelle Pubbliche Amministrazioni dell Emilia Romagna

2 Siamo lieti di annunciare la versione digitale di CNews. PER ANDROID Disponibile su Google Play PER IOS Disponibile su App Store dal mese di giugno 2015 CPL CONCORDIA è associata a Partner Periodico trimestrale di Comunicazione Aziendale di CPL CONCORDIA Group Anno XIII - n. 1 Marzo 2015 Registrato al Tribunale di Modena il 26/05/2003 con il n 1673 La tiratura di questo numero è stata di 5200 copie Chiuso in Redazione il 23 marzo 2015 Direttore Responsabile FRANCESCO MANICARDI Redazione GABRIELE BATTISTI SAURO CORSI MARCO DAL DOSSO MARIO GUARNIERI EMANUELE MALAVASI Grafica e impaginazione Gabriele Greco - Ufficio Comunicazione CPL CONCORDIA Marco Maini - KINA SNC Stampa TIPOLITO SALVIOLI - salvioli.it Hanno collaborato a questo numero: PAOLO BARBIERI MATTIA CENTOSCUDI SAURO CORSI MARCO DAL DOSSO COSTANZO GAMBINO BRUNO GRISPINO MARIO GUARNIERI ANGELO GUERRIERI NICOLA LAVERGHETTA ANDREA MANNI NICOLA MORGESE MILVIO ORRU SAMUELE PENZO ROBERTO ROSATI EUGENIO TISCI STEFANO TONDELLI In copertina Il deposito di gas naturale liquefatto (GNL) in serbatoio criogenico che alimenta l impianto di cogenerazione a servizio dell azienda casearia sarda Assegnatari Associati Arborea (Foto Milvio Orrù, per gentile concessione - Archivio Ufficio Comunicazione) Editore CPL CONCORDIA Soc. Coop. Via A. Grandi, Concordia s/secchia (MO) Tel Fax Indirizzo internet: Mail: CNews online - Attiva il lettore QRCode sul tuo smartphone e accedi alla pagina dedicata di CNews sul sito di CPL CONCORDIA.

3 EDITORIALE Un 2015 all insegna delle novità Nuova organizzazione, nuove sfide e un nuovo piano triennale per uno sviluppo sostenibile di CPL CONCORDIA. Il nostro gruppo, partendo dalla solida base di 116 anni di attività, ha la necessità di cogliere questo momento non soffermandosi sui risultati raggiunti negli scorsi anni ma continuando ad innovare per dare continuità alla propria crescita Mario Guarnieri (47 anni) - Presidente di CPL CONCORDIA Quello che stiamo vivendo è un momento storico di grandi cambiamenti. Tutti gli indicatori macroeconomici ci dicono che la situazione è paragonabile a quello che in astronomia viene definito come allineamento di pianeti, una concomitanza unica mai verificatasi negli scorsi anni. Il calo del prezzo del petrolio, l abbassamento del tasso di cambio euro/dollaro, l immissione di grande liquidità sul mercato (Quantitative Easing), bassi tassi di interesse possono rappresentare premesse favorevoli all avvio di un positivo ciclo economico che tuttavia rischia di non diventare duraturo se non sarà accompagnato dalle giuste riforme da parte dei governi: maggiori investimenti in Ricerca e Sviluppo, accorciamento dei tempi della giustizia, flessibilità nel mercato del lavoro, solo per enunciarne alcuni. In questo contesto che, dopo anni di crisi, può diventare una fase di grandi opportunità, si muove la nostra impresa che, partendo dalla solida base di 116 anni di attività, ha la necessità di cogliere questo momento non soffermandosi sui risultati raggiunti negli scorsi anni ma continuando ad innovare per dare continuità alla propria crescita. Da queste premesse nascono la nuova organizzazione che abbiamo deciso di attuare alcuni mesi fa - organizzazione già illustrata con competenza dal Direttore Generale Operativo Claudio Bonettini nell editoriale del numero scorso di C-news - e il piano triennale che abbiamo recentemente approvato in Consiglio di Amministrazione. I capisaldi che abbiamo perseguito nella costruzione di quest ultimo sono i seguenti: Incremento sostenibile del fatturato nelle attività che in questo momento stanno crescendo come lo smart meter (i contatori intelligenti per la misurazione e correzione del gas con trasmissione a distanza dei dati), ma anche il billing e l outsourcing nella fatturazione dell Information & Communication Technologies, la cogenerazione e le attività correlate di manutenzione, l efficientamento energetico degli impianti e delle strutture, ambito in cui da tempo lavoriamo per diffondere le diagnosi energetiche per le grandi aziende energivore. Di notevole importanza per l incremento del portfolio lavori i contratti legati ai CONSIP Energia recentemente aggiudicati. Sguardo attento ai parametri economico-finanziari, che saranno costantemente monitorati attraverso l implementazione di nuovi strumenti di Business Intelligence che dovranno garantire un importante Cruscotto Direzionale sull andamento della Posi- 3

4 CNews n marzo duemilaquindici zione Finanziaria in rapporto alla marginalità della gestione caratteristica della cooperativa. Ricerca continua del miglioramento nei processi e nei risultati, efficienza nell utilizzo delle risorse umane, controllo dei costi, incremento della produttività, selezione di opportunità che garantiscano marginalità, correlate al livello di investimenti e quindi all utilizzo di risorse finanziarie mirate, nell ambito della Gestione Calore, dell Illuminazione Pubblica, della Distribuzione gas e di altri settori capital intensive. Consolidamento della presenza di CPL all estero nei paesi in cui siamo più stabilmente da lungo tempo, in Africa, in Asia, in Europa dove abbiamo già consuntivato risultati di rilievo con gli impianti energetici di cogenerazione a servizio della città polacca di Pila o dello stabilimento produttivo di Honda Automobile in Thailandia.

5 CNews n. 48 Marzo duemilaquindici In questo numero AREA BUSINESS 06 Il metano in Sardegna è già realtà ad Arborea 10 Tutti i componenti dell impianto a GNL di Arborea 12 Ad Arezzo un ASL più verde con la cogenerazione 16 Innovazione ad ampio raggio per Roma e Provincia 18 Ciclo idrico, opportunità per cittadini e imprese 20 Isera smart, il comune intelligente 21 Il Synfon dà energia alla Puglia 22 Un eremo benedettino di classe A 24 In Toscana nuova manutenzione per le reti gas di Estra SPAZIO MARKETING 25 Diagnosi energetica, da obbligo a grande opportunità 26 BILLING 2.0 attira le società di vendita energia 29 Il nuovo DIGAS 2013 per operatori della distribuzione gas SUCCEDE IN AZIENDA 30 Efficienza energetica nelle Amministrazioni? Ecco come si fa 33 La Banda Larga diffonde lo sviluppo RSI 34 Un bilancio che guarda al futuro MONDO COOP 37 L uomo con la lanterna illumina anche noi 39 Un vero leader e la sua umanità 5

6 Il metano in Sardegna è già realtà ad Arborea! Lo stabilimento lattiero caseario della Cooperativa Assegnatari Associati Arborea è la prima realtà sarda a usufruire del metano grazie ad un innovativo impianto a GNL (Gas Naturale Liquefatto) che genera energia termica ed elettrica a costi concorrenziali per le proprie necessità industriali. L approvvigionamento sarà curato da Polargas, società attiva nella commercializzazione e trasporto GNL

7 Una panoramica del deposito GNL realizzato ex novo a servizio dell azienda Arborea, completo di vaporizzatori, manufatto di contenimento in cemento armato e vasca volano termico. Un mezzo di trasporto della flotta Polargas specializzato nel trasporto e approvigionamento del GNL. Milvio Orrù (35 anni) - Responsabile di Commessa Area Sardegna Giovedì 29 gennaio 2015 è stato un giorno particolare per la Sardegna. Il primo rifornimento di gas metano in forma criogenica è sbarcato sull isola al porto di Cagliari via traghetto dalla Spagna. Polargas s.r.l. ha fatto arrivare due cisterne di GNL (Gas Naturale Liquefatto) con provenienza Sagunto (Valencia) e direzione Arborea, sede dello stabilimento lattiero caseario della Assegnatari Associati Arborea Soc. Coop. Agricola. è stato il primo rifornimento al serbatoio costruito all interno della proprietà della rinomata cooperativa sarda, per contribuire alle necessità energetiche, elettriche e termiche della stessa. Il progetto è in itinere dal 2010 e, dopo un calvario autorizzativo di inesplicabile difficoltà e durata, ha finalmente trovato il suo sbocco con l autorizzazione rilasciata dal SUAP del Comune di Arborea nel dicembre Un anno intenso, il 2014, speso per la progettazione esecutiva e la costruzione di un impianto complesso e articolato che ha visto finalmente un decisivo progresso nel primo rifornimento. Nei giorni scorsi si sono svolte, in modo diretto e conseguente, le operazioni di messa a regime del cogeneratore, di avvio della caldaia con il nuovo vettore energetico, di regolazione dei circuiti di recupero dell energia termica. L energia elettrica prodotta dalla cogenerazione sarà in gran parte utilizzata dallo stabilimento, con eventuale cessione dell eccedenza nella rete pubblica; l energia termica recuperata (dai fumi e dai fluidi di raffreddamento del motore) sarà sfruttata interamente all interno dello stabilimento. La potenza termica recuperata dal motore e in parte dai fumi ammonta a 791 kwt (639 kwt dal motore e 152 kwt dal recupero fumi) utilizzati per la produzione di acqua calda; vengono inoltre recuperati ulteriori 416 kwt utilizzati per la produzione di vapore a 10 10,5 bar in quantità pari a 610 kg/h (con parziale recupero potenza termica nei gas esausti). I consumi annui previsti a regime dalla Cooperativa Assegnatari Associati Arborea si aggirano intorno ai 4 milioni di metri cubi di gas (allo stato gassoso). Il GNL ad Arborea è un iniziativa di sicuro interesse regionale (e per alcuni versi anche nazionale), che ha raggiunto il suo compimento e può essere un grande segnale d incoraggiamento per il rilancio economico della Sardegna. Un messaggio chiaro a tutte le aziende energivore e agli abitanti stessi dell isola: finalmente c è la possibilità di avere un vettore energetico pulito, sicuro ed economicamente concorrenziale. Il metano si può portare in Sardegna, è una realtà, poiché Polargas lo sta già facendo! Anche la stessa metanizzazione capillare dei vari bacini delle reti gas - in evidente affanno da anni per le note vicende legate all accantonamento del progetto del metanodotto africano GALSI - potrebbero usufruire di queste iniziative per riprendere connotati di fattibilità economica (ormai perduti) che ne permetterebbero il completamento oggi non scontato. 7

8 CNews n marzo duemilaquindici Occorrono, però, ulteriori passi avanti in questo senso e serve dotare la Sardegna di qualche deposito costiero che, sfruttando strutture già esistenti, permetta di far approdare navi gasiere di portata adeguata per lo scarico di quantità di metano più significative ed economicamente ancora più concorrenziali. E necessario consentire ai privati di riconvertire le strutture esistenti e di costruire dei depositi nelle loro strette vicinanze. E decisivo poter contare sull impegno delle Autorità competenti per l ottenimento dei permessi necessari, nel rispetto delle normative, ma in tempi contenuti e adeguati al progresso tecnologico in corso. Le risorse del privato ci sono, ma è indispensabile una grossa collaborazione per non scoraggiare questo tipo di investimenti con le solite interminabili lungaggini burocratiche. La Sardegna, attraverso le lungimiranti iniziative dei propri imprenditori, è presente e pronta a combattere per affermarsi economicamente su un mercato sempre più concorrenziale e avaro di risorse. Polargas ha dimostrato che il metano non è una chimera, le istituzioni Regionali si sono dette a favore di questo tipo di iniziative e sono pronte ad incoraggiarne altre. Avanti, allora, cosa stiamo aspettando? La Cooperativa Arborea è il principale polo produttivo del comparto lattiero-vaccino in Sardegna. Il complesso della nuova centrale di cogenerazione (a sx) che ospita al suo interno un motore alimentato esclusivamente a gas metano per la produzione elettrica e termica.

9 UN SERBATOIO CRIOGENICO DA 100 METRI CUBI Il nuovo deposito di gas naturale liquefatto ha il suo centro nel serbatoio criogenico metallico fisso da 100 m 3, corrispondente ad una capacità massima di circa 45 tonnellate di GNL, con temperature interne variabili tra -160 C e -140 C. 9

10 FOCUS ON Tutti i componenti dell impianto a GNL di Arborea Riassumiamo le principali caratteristiche costruttive del progetto realizzato: nuovo deposito di gas naturale liquefatto (GNL) in serbatoio criogenico metallico fisso ad asse orizzontale da 100 m 3, corrispondente ad una capacità massima di circa 45 tonnellate di GNL (densità 450 kg/m 3 ), alla pressione compresa tra 1 e 8 bar rispettivamente per temperature interne variabili tra -160 C e -140 C, completo di attrezzatura fissa di rifornimento da autocisterna e di vaporizzatori per la trasformazione del combustibile da liquido a gas ad una temperatura prossima a quella ambiente; nuova cabina di riduzione della pressione del gas naturale e nuova rete industriale di distribuzione interna all insediamento a pressione inferiore a 0,5 bar, a partire dal deposito GNL fino ai servizi energetici interni allo stabilimento, comprendenti il nuovo impianto di cogenerazione e la centrale termica esistente (precedentemente alimentata esclusivamente ad olio combustibile); nuovo cogeneratore alimentato esclusivamente a gas naturale - per la produzione combinata di energia elettrica (1.063 kwe) ed energia termica in forma di vapore e acqua calda (1.207 kwt) - necessario a soddisfare parte dei fabbisogni termici ed elettrici dello stabilimento; installazione di tubazioni di distribuzione dell acqua calda dalla nuova centrale di cogenerazione alle utenze interne allo stabilimento e installazione delle relative stazioni di scambio termico, al fine di sfruttare l energia termica fornita dal cogeneratore distribuita tramite acqua calda alla temperatura di circa 90 C; allacciamento elettrico della centrale di cogenerazione alla rete elettrica interna di distribuzione in media tensione; adeguamento della centrale termica esistente che ospita i generatori di calore (precedentemente alimentati ad olio combustibile) per permetterne l alimentazione anche a gas naturale, con precedenza all alimentazione del generatore di vapore principale di potenza 10,5 MW già dotato di bruciatore idoneo per funzionamento sia a gas naturale che ad olio combustibile; realizzazione ex novo delle strutture in cemento armato attinenti gli interventi previsti: basamento dell impianto di cogenerazione, manufatto di contenimento GNL, vasca volano termico, basamento dei serbatoi di olio lubrificante, basamento degli impianti ausiliari recupero termico. L impianto di riduzione del gas e le tubazioni di distribuzione sono state dimensionate per il trasporto massimo prevedibile di 1.420Nm 3 /h di gas. Gli utilizzatori sono costituiti dalla centrale di cogenerazione che preleva 242Nm 3 /h e dalla centrale termica esistente che ha un prelievo massimo pari a 955Nm 3 /h, per complessivi 1.197Nm 3 /h (1.264Sm 3 /h).

11 Caratteristiche Vantaggi densità NON è INFIAMMABILE Il GNL allo stato liquido non è infiammabile, mentre allo stato gassoso lo diventa solamente se miscelato con l aria, ma nell ambito di un ristretto rapporto di diluizione (5% 15%) La massa volumica è in genere compresa fra 430 e 470 Kg/ m 3, in dipendenza anche dalla temperatura. l importanza del freddo Quantità molto piccole di liquido producono grandi volumi di gas: da un metro cubo di metano allo stato liquido si generano 600 metri cubi allo stato gassoso. Il GNL è estremamente freddo: alla pressione atmosferica ed in funzione della composizione il punto di ebollizione del GNL è di circa -160 C. A questa temperatura il vapore è più denso dell aria, quindi un eventuale fuoriuscita occasionale tende a depositarsi al suolo ma riscaldandosi diventa più leggero dell aria già alla temperatura di -80 C, disperdendosi quindi nell atmosfera senza creare pericolosi accumuli. potere calorifico superiore Il GNL, in quanto sottoposto a processo di liquefazione, ha potere calorifico inferiore pari a circa 11 kwt/nm 3, e quindi superiore a quello del gas naturale estratto e distribuito in fase gassosa che è pari a circa 9,5 kwt/nm 3. pericolosità ridotta da liquido a gas L analisi del rischio ha evidenziato che gli eventi incidentali ipotizzabili presentano caratteristiche di pericolosità inferiori a quelle dei depositi di GPL. INDIPENDENZA DAL GASDOTTO GALSI Il metano liquido non richiede l esistenza del metanodotto in quanto viene trasportato via nave e su gomma. SOSTENIBILITà AMBIENTALE Il gas metano è il combustibile fossile più rispettoso dell ambiente. è un alternativa importante per combattere i problemi ambientali causati dall inquinamento atmosferico, basti pensare che i veicoli che utilizzano il metano producono l 80% in meno di emissioni nocive. Per questo il metano è una fonte di energia che può rendere compatibile il progresso, economico e industriale, con la preservazione dell ambiente. RISPARMIO ECONOMICO Il GNL è altamente competitivo dal punto di vista della convenienza economica rispetto agli altri combustibili in uso sul territorio sardo, in particolare il GPL in bombole ad uso cucina e riscaldamento e il gasolio ad uso industriale. Per questo potrebbe diventare un importante volàno per rilanciare l economia dell isola in seria difficoltà dopo la crisi degli ultimi anni. SICUREZZA Il metano è il più sicuro fra i combustibili fossili. stoccaggio e trasporto sicuri Le connotazioni del trasporto e le condizioni generali dello stoccaggio sono specifiche e si differenziano da quelle del GPL per la minor pericolosità del prodotto nonché per il fatto che stoccaggio e trasporto avvengono in serbatoi isolati sottovuoto a doppia intercapedine nonché a minor pressione. 11

12 Ad Arezzo un ASL più verde con la cogenerazione All interno del progetto Ospedale Verde dell ASL8 inaugurato il cogeneratore dell Ospedale San Donato di Arezzo: ridurrà i costi per l energia elettrica di 600 mila euro all anno e del 30% le emissioni di CO 2 nell aria. Realizzati e previsti altri interventi di efficientamento energetico che hanno meritato un finanziamento dal Ministero dell Ambiente

13 L impianto di cogenerazione realizzato in 6 mesi a servizio dell Ospedale San Donato di Arezzo. Oltre al risparmio economico, i benefici ambientali sono quantificabili in un taglio di 1450 tonnellate di Co 2 annue. Bruno Grispino (34 anni) - Responsabile di Commessa Area Toscana Tra le 16 aziende della Regione Toscana, l Azienda USL 8 di Arezzo assiste più di persone distribuite in circa famiglie residenti nei 39 comuni della provincia di Arezzo. La distribuzione territoriale dei servizi offerti è suddivisa in 5 zone distretto, ognuna servita da un Presidio Ospedaliero fra i quali quello di Arezzo rappresenta - con circa 500 posti letto e un volume lordo riscaldato superiore ai m 3 - quello più importante ed energivoro. E in questo contesto e con queste premesse che l Azienda sanitaria aretina attua politiche virtuose di ottimizzazione energetica atte ad aumentare il livello dei servizi offerti e al contempo a ridurre il relativo impatto economico. E lo fa attraverso un contratto settennale di Servizio Energia, gestito da CPL CONCORDIA dall ottobre 2011, nel quale, oltre alla manutenzione e conduzione degli impianti di riscaldamento e climatizzazione, sono previste opere di riqualificazione impiantistica e realizzazione di impianti di produzione elettrica (fotovoltaici e di cogenerazione). Nel rispondere alle esigenze energetiche ed economiche della committenza, CPL ha proposto, oltre a un elevato livello qualitativo nell espletamento del Servizio Energia e ad interventi di riqualificazione energetica concentrati principalmente all interno delle centrali termiche e frigorifere, la realizzazione di impianti di cogenerazione alimentati a gas metano da installarsi nei principali presidi ospedalieri. In questo ambito CPL ha provveduto alla progettazione definitiva ed esecutiva dell impianto di cogenerazione a servizio dell Ospedale San Donato di Arezzo e alla sua realizzazione tra i mesi di marzo e agosto 2014 all interno dell area tecnica del presidio ospedaliero. L impianto di cogenerazione è costituito da due container insonorizzati che alloggiano, oltre al gruppo Jenbacher 320 alimentato a gas metano da 1063 kw di potenza elettrica massima, il locale di pompaggio, il locale quadri elettrici e il locale di trasformazione di media tensione. Completano l impianto il canale di evacuazione dei gas combusti e la canna fumaria alta circa 11 metri autostenuta con struttura a traliccio. L energia elettrica prodotta da questo impianto, pari a circa 6,2 GWh/anno, sarà quasi totalmente autoconsumata dalla struttura ospedaliera, massimizzando così i benefici economici dell investimento dell Azienda USL 8, mentre l energia termica sarà vettoriata tramite tubazioni di acqua calda alla vicina centrale termica contribuendo così alla riduzione dei consumi di gas metano per il riscaldamento della struttura, attualmente pari a circa m 3 /anno. L impianto è inoltre dotato di un sistema di termoregolazione e telecontrollo all avanguardia, progettato, realizzato e collaudato dal personale di CPL, capace di mantenere i livelli di efficienza energetica dell impianto ai massimi livelli. Dal punto di vista ambientale i benefici sono quantificabili in un taglio di circa tonnellate di CO 2 /anno, mentre l efficienza energetica complessiva dell Ospedale di Arezzo aumenterà di circa il 25%. Data la collocazione prettamente urbana dell impianto, in fase di progettazione ed esecuzione è stata prestata particolare attenzione agli aspetti ambientali dovuti all installazione del nuovo impianto di produzione elettrica e termica. Tra le misure adottate per la riduzione dell impatto ambientale spicca l utilizzo di un sistema SCR per l abbattimento degli ossidi di azoto nei gas combusti, oltre a una maggiorazione delle prestazioni acustiche rispetto a quelle inizialmente previste. Completano il quadro delle opere di ottimizzazione energetica, a servizio del presidio ospedaliero aretino, la riqualificazione della centrale termica di potenza complessiva pari a circa 10 MWt (attualmente in corso), l installazione di 2 gruppi frigoriferi da 764 kwf ad alta efficienza e l impianto fotovoltaico da 47 kwe realizzati rispettivamente nel 2013 e nel Le attività sono state coordinate e realizzate, per quanto attiene alle lavorazioni eseguite nel cantiere dell Ospedale di Arezzo, dal personale di CPL CONCORDIA attualmente impiegato nell espletamento delle attività del Servizio Energia. Il gruppo, composto da 12 persone tra impiegati e operai, la maggior parte dei quali residenti nel territorio aretino, ha contribuito in maniera determinante alla buona riuscita delle lavorazioni. CPL, oltre che al proprio personale dell area toscana, ha affidato in regime di subappalto alcune lavorazioni specialistiche privile- 13

14 CNews n marzo duemilaquindici giando, ove possibile, le imprese del territorio. Si può dire quindi che l impianto di cogenerazione dell Ospedale di Arezzo è stato realizzato da persone del territorio aretino a favore del territorio aretino il quale, attraverso l Azienda Ospedaliera, beneficerà degli effetti economici e ambientali di questa importante installazione. Come dipendente e socio di CPL CONCORDIA Soc. Coop., ma anche come cittadino della città di Arezzo, sento di dover ringraziare tutte le persone che, dalla progettazione alla realizzazione e alla messa in servizio, hanno contribuito con impegno, dedizione ma soprattutto con grande competenza e professionalità alla buona riuscita dell opera. L installazione dei gruppi frigoriferi da 764 kwf ad alta efficienza realizzata nel 2013 nel quadro delle opere di ottimizzazione energetica del presidio ospedaliero aretino. Al taglio del nastro hanno presenziato, fra gli altri (da sx), il Consigliere Regionale Lucia De Robertis, l Assessore alla Salute della Regione Toscana Luigi Marroni, l Assessore Comunale Paolo Fulini, il Direttore Generale dell AUSL 8 Enrico Desideri.

15 FOCUS ON Ecco il progetto Ospedale Verde La Asl aretina, unica in Italia, ha ottenuto un finanziamento di 3 Milioni di Euro a fondo perduto dal Ministero dell Ambiente per l efficientamento energetico Si chiama Ospedale Verde. Un progetto che la Asl 8 ha studiato, redatto e che porterà entro l autunno del 2016 ad investimenti per cinque milioni e mezzo, producendo risparmi economici per minori consumi energetici per un milione e mezzo l anno, e una riduzione del 30% delle emissioni di CO 2 nell aria. Il 6 febbraio scorso l assessore alla Salute della Regione Toscana Luigi Marroni ha inaugurato il pezzo più pesante del progetto: il cogeneratore di energia elettrica e termica per l Ospedale San Donato di Arezzo. L impianto è molto complesso ha spiegato il direttore generale della Asl 8 Enrico Desideri - ma è basato su un concetto semplice: autoprodurre l energia elettrica necessaria a far funzionare l ospedale con un motore a combustione interna, anziché acquistarla da rete ENEL, ed utilizzare il calore sprigionato dal motore per riscaldare l ospedale. Con questo impianto ha detto Daniele Giorni, Energy Manager della Asl 8 adesso produciamo internamente sei milioni di kwh, pari al 50% del consumo annuo di energia elettrica dell ospedale, aumentando del 25% l efficienza energetica, con un taglio di emissioni di CO 2 di tonnellate annue e una riduzione dei costi di gestione di euro ogni anno. Quella di Arezzo è l unica Azienda Sanitaria in Italia che si è aggiudicata un finanziamento a fondo perduto di tre milioni di euro erogato dal Ministero dell Ambiente e destinato all efficientamento energetico di immobili pubblici. La costruzione di questo impianto, eseguita da CPL CON- CORDIA sotto la Direzione Lavori dell Ing. Valdarnini, - ha dichiarato Gilberto Cristofoletti, Direttore Area Tecnica dell Asl - è terminata la scorsa estate e al 31 gennaio 2015 il cogeneratore ha già funzionato ore, autoproducendo kwh di Energia Elettrica, recuperando kwh di Energia Termica, a fronte di un consumo di gas metano pari a mc, in perfetta linea quindi con le previsioni progettuali. L impianto di cogenerazione realizzato da CPL CONCORDIA costituisce un progresso importante per l efficienza energetica ed economico-ambientale dell Ospedale San Donato, ha spiegato Giuseppe Sellitto, Sales Area Manager di CPL CON- CORDIA. Si tratta di una realizzazione che migliora il servizio a vantaggio di tutta la provincia aretina, territorio in cui la nostra azienda è presente da oltre 25 anni con una propria sede operativa e addetti locali, 12 dei quali impegnati nel Servizio Energia per l AUSL. Prossimo obiettivo del progetto Ospedale Verde : l impianto di cogenerazione di energia elettrica e termica presso l Ospedale del Valdarno, simile a quello inaugurato oggi, ma di minore dimensione.

16 CNews n marzo duemilaquindici Innovazione ad ampio raggio per Roma e Provincia Il nuovo servizio Integrato Energia riguarderà 108 istituti scolastici superiori con l attiva partecipazione degli studenti in una competizione a risparmio energetico. Fra le innovazioni di rilevo, l installazione di misuratori/registratori di temperatura e consumi (data-logger) integrati in un sistema di telecontrollo remoto che ne consentirà il monitoraggio continuo Nicola La Verghetta (36 anni) - Responsabile Commessa Area Roma Si presenta come una nuova esaltante sfida per CPL CON- CORDIA il progetto di Servizio Integrato Energia avviato lo scorso autunno all insegna dell efficienza e del risparmio energetico. L aggiudicazione dell appalto, del valore complessivo di circa 35 milioni di Euro, comporterà un impegno sistematico di sette anni durante i quali la cooperativa provvederà alla gestione energetica e funzionale, oltre che alla manutenzione, degli impianti tecnologici di 108 complessi scolastici superiori distribuiti sul territorio di Roma e Provincia. Il servizio principale riguarda la climatizzazione invernale degli edifici centrali termiche per 71 MW di potenza e un volume complessivo riscaldato di circa 2,2 milioni di metri cubi - tra i quali spiccano i primi tre Istituti Superiori sorti in Italia: il Liceo Classico Ennio Quirino Visconti (che occupa parte dello Storico Collegio Romano voluto da Ignazio di Loyola nel 1549 e sito nell omonima piazza), l Istituto Industriale Carlo Cattaneo nel Quartiere Testaccio e il Liceo C. Cavour in via Delle Carine. Oltre al Servizio Energia con la fornitura di tutti i combustibili, l appalto integrato prevede la gestione e la manutenzione ordinaria e straordinaria di tutti i principali elementi impiantistici, quali: impianti elettrici, sia in media che bassa tensione, fonti luminose, antincendio, antintrusione, idrico-sanitari, elevatori, di depurazione e di videosorveglianza. Gli obiettivi di efficienza energetica che CPL si prefigge sono ambiziosi e prevedono un risparmio complessivo di circa TEP (tonnellate equivalenti di petrolio), calcolato come somma dei risparmi previsti puntualmente in tutte le scuole oggetto dell appalto, e un investimento complessivo del valore di circa 3 milioni di euro. Il conseguimento di un obiettivo così rilevante passa attraverso interventi ad ampio raggio, come l isolamento delle pareti tramite la realizzazione di cappotti termici, delle coperture tramite la posa di guaine isolanti, la sostituzione degli infissi con tipologie a bassa trasmittanza, l installazione di nuovi generatori di calore ad alta efficienza. Dove possibile sarà eseguita la conversione delle centrali a combustibile liquido (gasolio) in centrali a combustibile gassoso (metano) e l installazione di pannelli solari termici e fotovoltaici, di valvole termostatiche, di erogatori per doccia a basso flusso, la sostituzione di lampade ad incandescenza con lampade led fino all installazione di rilevatori di presenza all interno dei bagni per l accensione delle lampade. Un importante innovazione per una gestione efficiente consiste anche nell installazione di misuratori/registratori di temperatura esterna e di quella degli ambienti interni, dei consumi elettrici, idrici, di combustibile e di energia termica, tutti denominati in gergo data-logger. Tali misuratori saranno integrati in un sistema di telecontrollo remoto che ne consentirà il monitoraggio continuo e, per gli impianti di climatizzazione, la regolazione finalizzata al mantenimento della temperatura di comfort richiesta. Rilevante anche l estrazione e l integrazione di tutti i tipi di dati rilevati e la loro esportazione in tempo reale all interno del Sistema Informativo CPL; il Sistema Informativo sarà accessibile 24 ore

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici 12 Giugno 2014 Stefano Bonfanti Product Manager - Cillichemie Italiana S.r.l. L azienda n.2 Sedi n.47 Agenti

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare CIRCOLARE Alla Conferenza delle regioni e delle province autonome All

Dettagli

POWERED BY SUN LEAF ROOF

POWERED BY SUN LEAF ROOF POWERED BY SUN LEAF ROOF DALLA COPERTURA COME PROTEZIONE... [...] essendo sorto dopo la scoperta del fuoco un principio di comunità fra uomini [...] cominciarono in tale assembramento alcuni a far tetti

Dettagli

I CONSUMI ED IL RENDIMENTO

I CONSUMI ED IL RENDIMENTO I CONSUMI ED IL RENDIMENTO E buona prassi che chiunque sia interessato a realizzare un impianto di riscaldamento, serio, efficiente ed efficace, si rivolga presso uno Studio di ingegneria termotecnica

Dettagli

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti biogas a rifiuti 2/3 Gli impianti biogas a rifiuti La tecnologia Schmack Biogas per la digestione anaerobica della FORSU La raccolta differenziata delle

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri Mercoledì 22 gennaio 2014 Sala Rosa del palazzo della Regione Piazza Dante - Trento EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO Maurizio Fauri Efficienza energetica e Certificati Bianchi Introduzione Anomalie

Dettagli

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti gli utilizzi tecnici dell acqua in un edificio ACQUA FREDDA SANITARIA

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager Workshop Tecnico Efficientamento energetico nelle strutture ospedaliere e residenziali sanitarie Area Science Park Padriciano, Trieste 29 aprile 2015 L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena:

Dettagli

LIBRETTO DI CENTRALE

LIBRETTO DI CENTRALE 1 LIBRETTO DI CENTRALE OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE SUPERIORE O UGUALE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412) Conforme al modello pubblicato

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio ALLEGATO E (Allegato I, comma 15) RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

Ing. Raffaele Merola Engineering Environmental Technologies - Energy from biomass PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA SYNGAS DA BIOMASSA

Ing. Raffaele Merola Engineering Environmental Technologies - Energy from biomass PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA SYNGAS DA BIOMASSA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA SYNGAS DA BIOMASSA 1 PRESENTAZIONE GENERALE 1. GENERALITÀ La presente relazione è relativa alla realizzazione di un nuovo impianto di produzione di energia elettrica.

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM V e VI: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Beneficiari Riferimenti normativi Finalità dello strumento Regime transitorio Impianti, alimentati da fonti rinnovabili diverse da quella

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico DECRETO 11 marzo 2008. Attuazione dell articolo 1, comma 24, lettera a) della legge 24 dicembre 2007, n. 244, per la definizione dei valori limite di fabbisogno di energia primaria annuo e di trasmittanza

Dettagli

Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione

Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione Come arriva l'energia a casa Siamo talmente abituati ad avere tutta l energia che vogliamo, che è ormai inconcepibile anche solo pensare di farne

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

Solare Pannelli solari termici

Solare Pannelli solari termici Solare Pannelli solari termici Il Sole: fonte inesauribile... e gratuita Il sole, fonte energetica primaria e origine di tutti gli elementi naturali, fonte indiscussa dell energia pulita, libera, eterna,

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE

DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE 1) PREMESSA...2 2) DESCRIZIONE DEL TERMINALE...2 2.1) RICEZIONE...3 2.2) STOCCAGGIO...3 2.3) RIGASSIFICAZIONE...4 2.4) RECUPERO BOIL-OFF GAS (BOG)...4

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Diamo importanza all affidabilità Paradigma è: Solare Bollitori / Accumuli inerziali gma Biomassa Termoregolazioni GARANZIA adi ANNI Solare

Diamo importanza all affidabilità Paradigma è: Solare Bollitori / Accumuli inerziali gma Biomassa Termoregolazioni GARANZIA adi ANNI Solare I prodotti Paradigma Paradigma Italia: l azienda ecologicamente conseguente Paradigma Italia nasce nel 1998 dall esperienza e affidabilità della casa madre tedesca, azienda leader nella distribuzione di

Dettagli

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA Scheda 6 «Agricoltura e Agroenergie» ALTRE MODALITA GREEN JOBS Formazione e Orientamento LA COMPONENTE TERMICA DELL ENERGIA Dopo avere esaminato con quali biomasse si può produrre energia rinnovabile è

Dettagli

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13 Facility management Energy services Engineering General Contracting COMPANY PROFILE Settembre 13 20834 Nova Milanese (MB) 1. Storia e mission FSI Servizi Integrati è una società di servizi giovane, di

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

Dal kw risorse per la competitività

Dal kw risorse per la competitività Dal kw risorse per la competitività Soluzioni di efficienza e ottimizzazione energetica dalla PMI alla grande impresa Salvatore Pinto AD Presidente Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Da fornitore a partner

Dettagli

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 CARTA SEMPLICE FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 ALL A.S.L. N. CN2 ALBA BRA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro Via Vida

Dettagli

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico COMUNICATO Energia: da aprile ancora in calo la bolletta elettricità, -1,1%, e forte riduzione per il gas -4,0% sull anno risparmi per 75 euro

Dettagli

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo.

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo. Chi abita in una zona ventosa può decidere di sfruttare il vento per produrre energia elettrica per gli usi domestici. In modo simile al fotovoltaico godrà di incentivi per la realizzazione, ma prima è

Dettagli

Cos'è e come funziona una discarica.

Cos'è e come funziona una discarica. Cos'è e come funziona una discarica. La discarica di rifiuti è un luogo dove vengono depositati in modo non differenziato i rifiuti solidi urbani e tutti i rifiuti provenienti dalle attività umane. La

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

2 Qual è il termine ultimo per passare alla misurazione netta? 3 Quali obblighi ha il produttore in relazione al passaggio alla misurazione netta?

2 Qual è il termine ultimo per passare alla misurazione netta? 3 Quali obblighi ha il produttore in relazione al passaggio alla misurazione netta? Pagina 1 di 7 FAQ passaggio dalla misurazione lorda a quella netta Con la revisione dell Ordinanza sull energia (OEn) e la sua entrata in vigore con effetto al 1 gennaio 2010 è stata introdotta, nell ambito

Dettagli

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI)

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) Domande frequenti inerenti la Relazione Energetico - Ambientale e la conformità delle pratiche edilizie alla normativa di settore. Aggiornamento al

Dettagli

La L a c c o o m mb b u u st s i t o i n o ne ne 1

La L a c c o o m mb b u u st s i t o i n o ne ne 1 1 La sostanza combustibile può essere: Solida Liquida o Gassosa. I combustibili utilizzati negli impianti di riscaldamento sono quelli visti precedentemente cioè: Biomasse Oli Combustibili di vario tipo

Dettagli

Idrogeno - Applicazioni

Idrogeno - Applicazioni Idrogeno - Applicazioni L idrogeno non è una fonte di energia, bensì un mezzo per accumularla, un portatore di energia che potrà cambiare in futuro molti settori della nostra vita e, con la cella a combustibile,

Dettagli

V A D E M E C U M Energia dal legno

V A D E M E C U M Energia dal legno V A D E M E C U M Energia dal legno Ordinazioni: Energia legno Svizzera 6670 Avegno Tel. 091 796 36 03 Fax 091 796 36 04 info@energia-legno.ch www.energia-legno.ch Holzenergie Schweiz Neugasse 6, 8005

Dettagli

Federesco. Le Energy Service Company. La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese

Federesco. Le Energy Service Company. La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese Federesco Le Energy Service Company La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese Seminario Strumenti, opportunità e potenzialità dell efficienza energetica a supporto del sistema locale

Dettagli

La bolletta dimagrisce

La bolletta dimagrisce La bolletta dimagrisce Bolletta più leggera e più equa per le Pmi La spesa energetica delle imprese Il costo dell energia è un importante fattore di competitività per le imprese; La spesa per l energia

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

Art.5 Piani regionali.

Art.5 Piani regionali. Norme per l attuazione del Piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia (legge 9/1/1991 n 10) TITOLO I Norme

Dettagli

Bilancio Consolidato e Separato

Bilancio Consolidato e Separato Bilancio Consolidato e Separato 9 Gruppo Hera il Bilancio consolidato e d esercizio Introduzione Relazione sulla gestione capitolo 1 RELAZIONE SULLA GESTIONE Gruppo Hera Bilancio Consolidato e Separato

Dettagli

FONTI ENERGETICHE IN SICILIA

FONTI ENERGETICHE IN SICILIA PROGETTO COMENIUS FONTI ENERGETICHE IN SICILIA Energia Solare Energia da gas Energia Eolica Energia da biomassa Energia Termica Energia da carbone Energia Idrica Energia Geotermica Centrale idroelettrica

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA 2004 INDICE Libretto di impianto pag. 3 Scheda 1 4 Scheda 2 5 Scheda 3 6 Scheda 4 7 Scheda 5 9 Scheda 6 10 Scheda 7 11 Scheda

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE DISTRIBUITE e SMART GRID problematiche e opportunità

RISORSE ENERGETICHE DISTRIBUITE e SMART GRID problematiche e opportunità 25 Gennaio 2012, Roncegno Terme Workshop: la micro-cogenerazione con celle a combustibile SOF e i progetti in corso in Italia RISORSE ENERGETIHE DISTRIBUITE e SMART GRID problematiche e opportunità Omar

Dettagli

SPECIALE TECNICO. Soluzioni per una casa a basso consumo energetico. A cura di Roberto Salustri

SPECIALE TECNICO. Soluzioni per una casa a basso consumo energetico. A cura di Roberto Salustri SPECIALE TECNICO Soluzioni per una casa a basso consumo energetico A cura di Roberto Salustri NOVEMBRE 2014 QUALENERGIA.IT SPECIALE TECNICO / NOV 2014 ABSTRACT Soluzioni per una casa a basso consumo energetico

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 L'edificio oggetto dell'intervento, si trova a Bolzano in via Dalmazia ai numeri 60, 60A e 62 E' stato costruito nei primi anni '50

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico ERETO 11 marzo 2008 coordinato con ecreto 26 gennaio 2010 (modifiche in rosso, in vigore dal 14 marzo 2010; attenzione: le modifiche sono riportate al solo scopo di facilitare la lettura del decreto; in

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

In Olanda serricoltori come broker di borsa

In Olanda serricoltori come broker di borsa ORTICOLTURA In Olanda serricoltori come broker di borsa Le importazioni a basso prezzo di energia dalla Germania hanno reso poco redditizia la vendita alla rete, i coltivatori monitorano le quotazioni

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 6 luglio 2010 Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 L Istat presenta un quadro sintetico del sistema energetico italiano nel 2009 e con riferimento all ultimo decennio. L analisi

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata Cosa può fare l Istituto per le Energie Rinnovabili dell EURAC? E quando? Il team di EURAC è in grado di: gestire

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

Le risorse energetiche e il futuro delle rinnovabili

Le risorse energetiche e il futuro delle rinnovabili Le risorse energetiche e il futuro delle rinnovabili Prof. Paolo Redi Solar Energy Italia S.p.A. Prato Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni- Facolt dingegneria Universit di Firenze Dopo la crisi

Dettagli

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE PROF.. GIIANCARLO ROSSII PARTE SECONDA 1 INTRODUZIONE TIPOLOGIE

Dettagli

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici RISCALDATORI DI ACQUA IBRIDI LOGITEX LX AC, LX AC/M, LX AC/M+K Gamma di modelli invenzione brevettata Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici Catalogo dei prodotti Riscaldatore dell acqua Logitex

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici saeg Impianti fotovoltaici che manda calore e luce che giungono ai nostri sensi e ne risplendono le terre - Inno al SOLE FONTE DI TUTTA L ENERGIA SULLA TERRA calor lumenque profusum perveniunt nostros

Dettagli

La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità. I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere.

La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità. I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere. La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere Obiettivi

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA VINCERE LA SFIDA DEL CLIMA E DARE SICUREZZA ENERGETICA AL PAESE RISPARMIARE ENERGIA E PUNTARE SULLE RINNOVABILI DUE NECESSITA CHE SI TRASFORMANO IN OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

Dettagli

VERDE COMPRA DALL IMPRESA SI TOTALE KG CO2-2.600. Kg CO2-200 -300-200 -800-1.100

VERDE COMPRA DALL IMPRESA SI TOTALE KG CO2-2.600. Kg CO2-200 -300-200 -800-1.100 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Province di: Cagliari Carbonia Iglesias Medio Campidano Nuoro Ogliastra Olbia Tempio Oristano Sassari ACQUA

Dettagli

Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio

Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio «La questione non è ciò che guardate, bensì ciò che vedete.» Henry David Thoreau, scrittore e filosofo statunitense Noi mettiamo in discussione l'esistente. Voi usufruite

Dettagli

ADVANCE Easy Moving. Il pellet diventa facile! Il primo SISTEMA COMPLETO per l alimentazione di caldaie a combustibile derivato da biomasse

ADVANCE Easy Moving. Il pellet diventa facile! Il primo SISTEMA COMPLETO per l alimentazione di caldaie a combustibile derivato da biomasse ADVANCE Easy Moving www.advanceeasymoving.com Il pellet diventa facile! Caldaia sempre alimentata... senza pensarci! Il primo SISTEMA COMPLETO per l alimentazione di caldaie a combustibile derivato da

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

LE FONTI ENERGETICHE.

LE FONTI ENERGETICHE. LE FONTI ENERGETICHE. Il problema La maggior parte dell'energia delle fonti non rinnovabili è costituita dai combustibili fossili quali carbone, petrolio e gas naturale che ricoprono l'80% del fabbisogno

Dettagli

IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI

IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI di Gaetano Cacciola 1 Secondo il World Energy Outlook (WEO) 2007, dell Agenzia Internazionale dell Energia, l aumento dei consumi

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

Metodologie per la misura, il campionamento delle emissioni di ossidi di azoto prodotte dagli impianti termici civili.

Metodologie per la misura, il campionamento delle emissioni di ossidi di azoto prodotte dagli impianti termici civili. REGIONE PIEMONTE BU12 20/03/2014 Codice DB1013 D.D. 12 marzo 2014, n. 52 Metodologie per la misura, il campionamento delle emissioni di ossidi di azoto prodotte dagli impianti termici civili. Con D.C.R.

Dettagli