Nei panni del paziente

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Nei panni del paziente"

Transcript

1 P inchiesta Nei panni del paziente Pierluigi Altea C «Come ci vedono i nostri pazienti e cosa si aspettano da noi? E delle nostre qualità professionali, cosa apprezzano di più?». Le risposte a queste e ad altre domande in uno studio sul campo condotto da I-Dentivity, un network di odontoiatri che ha deciso di studiare con un metodo rigoroso il mercato per conoscerlo e governarlo. Ce lo siamo chiesto tutti, almeno una volta nella vita: chissà come ci vedono gli altri, cosa pensano di noi, delle nostre qualità e delle nostre attitudini personali e professionali Una curiosità improvvisa che può nascere in un momento di incertezza oppure un sano e autentico interesse, utile per capire come muoverci nel contesto in cui viviamo e operiamo. Indossare, anche solo per un attimo, gli occhiali dei nostri interlocutori ci può aiutare a conoscerci meglio, ma anche a comprendere i bisogni e le aspettative di chi ci sta accanto. Se nella vita privata questo equivale a coltivare rapporti umani un po più autentici, reali e non idealizzati, quelli che poi finiscono per deluderci, nel mondo professionale può significare garantirsi un maggior successo e affrontare con sicurezza i cambiamenti che la società odierna sembra riservare un po a tutti i settori. Nel mondo odontoiatrico c è chi questa esperienza di conoscenza di sé attraverso gli occhi dell altro l ha realizzata con rigore scientifico, scoprendo aspetti particolari della professione odontoiatrica che il mercato della salute sembrava ormai Mauro Foltran e Lorenzo Balsano 20

2

3 P inchiesta Dall efficacia del trattamento all efficienza della cura «È la clinica che si adatta al paziente o e il paziente che deve adattarsi alle conoscenze scientifiche?». È questa la domanda provocatoria che lo scorso febbraio Luigi Paglia e Claudio Gatti, medici - odontoiatri e Consiglieri dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli odontoiatri di Milano hanno posto all uditorio convenuto all Auditorium Don Alberione- Periodici San Paolo della stessa città per discutere sui problemi e le prospettive in odontoiatria. È forse necessaria una svolta, si sono chiesti i relatori, per dare un nuovo impulso ai professionisti, ma anche ai pazienti. «La sfida che ci attende», spiega Luigi Paglia, libero professionista, ma anche responsabile del reparto di Odontoiatria infantile presso l Istituto Stomatologico Italiano di Milano, «è quella di proporre modelli di odontoiatria che, pur muovendosi sullo scenario delle evidenze scientifiche, si uniformino anche alle necessità extra-cliniche dei pazienti che trattiamo, trasformando quindi il concetto di massima efficacia del trattamento, in quello di efficienza clinica della cura proposta». Per Paglia, questo significa proporre un odontoiatria meno accademica, scevra dalle più diverse e discutibili contaminazioni, capace di considerare il paziente nella sua interezza. Proprio quello che ha in mente anche Claudio Gatti, medicoodontoiatra libero professionista, nel riportare un caso clinico di oltre vent anni fa, affrontato con successo, spiega, «con metodiche ancora in uso, ma che oggi sono troppo spesso considerate superate dalle nuove applicazioni cliniche e tecnologiche che risultano però, di fatto, insostenibili per il paziente». avere cancellato o nascosto, certo anche per interesse. Nove studi odontoiatrici, dislocati tra le province di Cremona, Mantova, Venezia, Treviso e Belluno, capitanati da un direttore e coadiuvati da un esperto di comunicazione e marketing, si sono messi insieme per fare il punto della situazione. Capire come stanno davvero le cose nel mondo dell odontoiatria, che idea abbia il paziente del proprio odontoiatra, cosa apprezzi di più delle sue qualità e altro ancora, temi di cui si è parlato recentemente anche a Milano, in occasione di una giornata di studio organizzata dall Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Milano. Tra i relatori c era anche Lorenzo Balsano, odontoiatra libero professionista di Pandino, paese in provincia di Cremona, proprio uno dei soci fondatori di I-Dentivity, il network di odontoiatri lombardo-veneti che ha promosso una ricerca per valutare le aspettative del paziente odontoiatrico, in collaborazione con Mauro Foltran, formatore ed esperto di comunicazione e marketing, egli stesso socio fondatore. «Benvenuti nella nostra casa di cristallo» È bella e invitante l immagine che Lorenzo Balsano ha scelto per descrivere la sua nuova dimora, quella che da circa un anno divide con altri colleghi di area lombardo-veneta. Una convivenza non certo forzata, visto che ognuno, precisa Balsano, ha mantenuto la propria autonomia, tuttavia, condividendo con gli altri il meglio delle esperienze di ciascuno. «Abbiamo cominciato a frequentarci», racconta Balsano, «sviluppando un progetto comune: organizzare i nostri studi professionali legando il concetto di libera professione a quello di impresa, con un altra convinzione. La difesa del rapporto medico-paziente passa anche attraverso la tutela della libera professione, oggi in pericolo per come si sta muovendo il mercato e per i nuovi soggetti che stanno entrando in scena». Il riferimento è ovviamente alle catene di franchising, ai fondi integrativi e a tutto ciò che può frapporsi nel rapporto tra odontoiatra e paziente e indurre il professionista ad abbassare il livello qualitativo delle prestazioni. «Sono convinto», prosegue Balsano, «che l unico modo per contrastare la deriva della libera professione sia entrare nel governo di ciò che sta accadendo. Per farlo, prima di ogni altra cosa, dobbiamo comprendere il punto di vista del pazientecliente». Vestire i suoi panni per capire le sue esigenze, le stesse che ha ciascuno di noi quando, fa notare Balsano, nell acquistare un bene o un servizio diviene consumatore. Tuttavia, aggiunge l odontoiatra di Pandino, lo scenario è molto più complesso. «Sono aumentati i costi organizzativi e di gestione dello studio», ricorda, «ed è aumentata anche la concorrenza: a Pandino, 22

4

5 P inchiesta per esempio, un paese che conta solo 9 alla clinica, alla qualità delle cure che tenga mila abitanti, vent anni fa, quando avviai però conto delle reali esigenze del paziente il mio studio, erano pochi i dentisti che e non sia solo un esercizio intellettuale servivano anche le aree limitrofe, oggi sono e pratico di chi, conoscendo bene la cresciuti enormemente di numero, senza proprio disciplina, dispensi trattamenti di contare quelli che nel frattempo si sono eccellenza, ma insostenibili dal paziente. insediati dei paesi vicini». «Quella a cui puntiamo», spiega Balsano, «è Serve dunque attrezzarsi per affrontare il un attività clinica che, senza rinunciare alla nuovo scenario, proprio come hanno fatto qualità imposta anche dalla deontologia Balsano e i colleghi che oggi fanno parte di professionale, sappia tener conto dei costi I-Dentivity. per attuarla e della qualità percepita, non «Il nostro network», spiega, «non è nato ultimo anche della possibilità di inserirla in dal nulla: ciascuno di noi proviene un economia di scala». da altre esperienze, da percorsi di Obiettivi che si possono raggiungere, formazione nell ambito della leadership, spiega l odontoiatra, solo con strumenti e della gestione delle risorse e della metodi appropriati, impiegati però sempre comunicazione. da una prospettiva che ponga al centro Con I-Dentivity abbiamo però voluto di tutto il paziente, i suoi bisogni e le sue aggiungere qualcosa di nuovo al nostro aspettative. bagaglio, una figura professionale che ci «È a partire da un data-base aggiornato permettesse di uscire da quella dimensione dei nostri pazienti, cioè che contenga autoreferenziale che spesso caratterizza i tutte le informazioni necessarie a gruppi costituiti da soli dentisti». identificare con precisione la persona, Così, oltre a un direttore operativo del l indirizzo, i recapiti, ma anche la network, gli odontoiatri lombardo-veneti composizione del suo nucleo familiare, si sono appoggiati al socio professionista per esempio», suggerisce Balsano, «che della comunicazione che, grazie al suo possiamo mantenere i rapporti in essere punto di vista «altro» rispetto alla cultura odontoiatrica, ha potuto introdurre novità e sollecitare il gruppo a interrogarsi su questioni non convenzionali per un dentista. «Così organizzati», spiega Balsano, «ci siamo impegnati a individuare le esigenze e gli orientamenti del paziente. È un cambiamento culturale fondamentale per noi liberi professionisti. Stiamo cercando di attuarlo all interno della nostra casa di cristallo, come noi amiamo definirla: una costruzione trasparente che funge da centrale operativa e che ci permette di condividere valori ed esperienze, facendole circolare da uno studio all altro». Tuttavia, l aspetto centrale a cui nessuno degli odontoiatri coinvolti nel Figura 1 progetto intende rinunciare, è l attenzione con i nostri pazienti e pianificare strategie per allacciarne di nuovi». Sì, perché buone prestazioni cliniche, infatti, ormai è assodato, non bastano a fare dell odontoiatra un valido professionista e del suo studio una realtà attrattiva e capace di sostenersi sul mercato divenuto sempre più competitivo. «Dobbiamo imparare a osservare il nostro paziente», suggerisce Balsano, «cosa fa quando si trova in sala d attesa, cosa legge, cosa guarda, come si muove nell ambiente?». Elementi che, se ben interpretati, possono consigliare come migliorare lo studio. «Non basta misurare, com è nostra abitudine, le performance cliniche del nostro lavoro», sostiene infatti Balsano, «dobbiamo trovare e impiegare anche uno strumento di misurazione delle prestazioni relazionali dello staff odontoiatrico, quelle che giocano un ruolo fondamentale nel giudizio complessivo dato dal paziente al proprio dentista, come è emerso anche dalla nostra indagine». Per questo, tra le attività promosse dal network, oltre alla formazione sul versante 24

6

7 P inchiesta Figura 2 clinico, occupa un posto di rilievo anche l educazione alla comunicazione empatica, al marketing e al telemarketing per il personale di segreteria. «Negli incontri periodici che organizziamo tra noi membri del network», conclude Balsano, «portiamo i risultati delle nostre esperienze, così da poterli confrontare e imparare da chi è più avanti di noi, con l impegno di rimuovere le non conformità rilevate». Senza dimenticare mai chi mettere al centro. Figura 3 alla formulazione dei questionari che abbiamo poi somministrato a 560 pazienti, provenienti per il 50% dagli studi consorziati con I-Dentivity», spiega Mauro Foltran, «abbiamo condotto un analisi sulle dinamiche presenti all interno degli studi, un I risultati della ricerca Non lasciano dubbi i dati emersi dall Indagine di Mercato ideata e commissionata a un Istituto di Ricerche da Mauro Foltran (Presidente di HCS, società di consulenza attiva anche nel settore odontoiatrico dal 2006), in qualità di Socio, per I-Dentivity: per il paziente la relazione interpersonale rappresenta un aspetto importante nel rapporto con il proprio odontoiatra, quasi quanto la capacità clinica in senso stretto. Anche l aspetto economico, all interno di un certo range, per buona parte dei pazienti intervistati non è il vero ostacolo alle cure odontoiatriche. Ma come si è giunti a questo e agli altri risultati della ricerca? «Prima di arrivare Figura 4 26

8

9 inchiesta P INCHIESTA Le qualità relazionali insieme a quelle dello studio sembrano fare la differenza Figura 5 monitoraggio che è sfociato in una serie di interviste qualitative che hanno permesso di realizzare il questionario a domande chiuse». Come mostra la figura 1, il campione intervistato era costituito da persone con un età media intorno ai 47 anni (44,3% maschi, 55,7% femmine), riconducibili a un nucleo familiare titolare di due redditi e mediamente con meno di un figlio minore a carico (figura 2). «Il campione intervistato, pur non avendo dignità nazionale, perché solo di provenienza lombardo-veneta», precisa Foltran, «ha comunque una composizione interessante che permette di leggere i risultati, di cogliere gli orientamenti emersi dallo studio, anche al di là della zona geografica in cui è stata realizzata la ricerca». «Quando pensa al dentista come categoria professionale, lo pensa un po come fosse.». A questa domanda, l 80% degli intervistati risponde dicendo che il dentista è un medico specialista, confermando l autorevolezza di cui gode l odontoiatra nei confronti dei pazienti (figura 3). «Sulla base delle esperienze che lei ha avuto con i dentisti, provi a immaginare Figura 6 come vorrebbe fosse il suo dentista ideale. Quali sono le due qualità più importanti, che lei vorrebbe trovare in lui personalmente?». «È interessante osservare che se per il 50% delle persone a cui è stata sottoposta questa domanda siano di fondamentale importanza le qualità professionali dell odontoiatra (vedi figura 4), qualità peraltro date per scontate in un professionista», fa notare Foltran, «per una quota altrettanto rilevante sarebbero le qualità relazionali insieme a quelle dello studio a fare la differenza». 28

10

11 P inchiesta Figura 7 Proporzioni che si modificano a favore allo studio e ai collaboratori (figura 5). delle relazioni e della qualità complessiva «Abbiamo anche indagato», racconta dell ambulatorio odontoiatrico, Foltran, «quali fossero nel nostro campione quando la domanda è posta in rapporto le caratteristiche dello studio a cui il paziente prestasse maggior attenzione. Il grado di accoglienza dell ambiente, il livello tecnologico e l attenzione verso una buona relazione sembrerebbero i fattori decisivi (vedi figura 6). Ha un peso interessante anche la presenza degli specialisti di diverse aree, meno d impatto invece, la flessibilità degli orari e le dimensioni dello studio». Le ragioni che spingono un paziente a cambiare dentista sono riassunte nella figura 7. Il 55,9% degli intervistati (figura 8) ammette di aver scelto il proprio odontoiatra grazie alla segnalazione di una persona di fiducia, il 18%, invece, semplicemente perché ne aveva sentito parlare bene. «I dati della ricerca», aggiunge Foltran, «mostrano anche quanta importanza rivesta per i pazienti che nello studio, non necessariamente di grandi dimensioni, ci sia però la presenza di diversi specialisti, si respiri un aria tecnologica, ma soprattutto si abbia la sensazione di trovarsi in un luogo dinamico, in continua evoluzione». La ricerca promossa da I-Dentivity ha indagato anche altre questioni: come Figura 8 Figura 9 30

12

13 inchiesta P INCHIESTA «possibilità che il paziente non vede di buon occhio. Molto interessanti, invece, sono i dati relativi alla concorrenza. Di fronte alla necessità di affrontare una riabilitazione importante, circa un paziente su tre sostiene che prenderebbe in esame la possibilità di rivolgersi al pubblico o addirittura di compiere un viaggio all estero per sperimentare l odontoiatria low-cost» (figura10). Ci saranno tanti segmenti su cui lavorare: ciascuno sceglierà quello su cui riterrà valga la pena farlo Figura 10 valuterebbero i pazienti la possibilità di trovare in vendita, all interno dello studio, i prodotti consigliati dall odontoiatra per l igiene e la prevenzione, per esempio, Figura 11 ma anche il grado di coerenza di chi, insieme alle cure odontoiatriche, propone trattamenti di medicina estetica (figura 9). «Sono entrambe», spiega Foltran, Ma il dato più significativo, su cui varrebbe la pena riflettere, fa capire Foltran, è quest ultimo. «La maggior parte dei pazienti», prosegue, «giustifica gli elevati onorari degli odontoiatri, attribuendoli alle spese che i professionisti sostengono per la gestione dello studio, per l acquisto delle attrezzature e l aggiornamento professionale: la maggior parte, l 85% dei pazienti intervistati, questo il dato incoraggiante, nonostante tutto, sostiene che per un preventivo di 5 mila euro, un valore che abbiamo estrapolato dalle nostre interviste propedeutiche all indagine, farebbe riferimento al proprio odontoiatra, senza rivolgersi ad altri» (figura 11). Alla luce di tutto questo, come sarà dunque il mercato di domani secondo Mauro Foltran? «Molti hanno preannunciato la nascita di un mercato di massa», conlcude, «io credo invece che ci sarà una massa di mercati, tanti segmenti su cui si potrà lavorare: a ciascuno la scelta su quale valga la pena farlo». 32

Excellsium Leading Dental Clinics

Excellsium Leading Dental Clinics Excellsium Leading Dental Clinics La rete di Studi odontoiatrici d eccellenza L iniziativa odontoiatrica 2014 da non perdere Voce all odontoiatria di qualità La visione di Excellsium Proprio mentre il

Dettagli

PERCORSO DI MANAGEMENT DI STUDIO ODONTOIATRICO

PERCORSO DI MANAGEMENT DI STUDIO ODONTOIATRICO PERCORSO FORMATIVO PERCORSO DI MANAGEMENT DI STUDIO ODONTOIATRICO RIVOLTO ALL ODONTOIATRA, ALL IGIENISTA E AL TEAM DI STUDIO IN 4 GIORNATE (32 ORE) Con il patrocinio di Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri

Dettagli

IV. Pubblicità e Marketing

IV. Pubblicità e Marketing Pubblicità e marketing Il marketing Il marketing nella professione medica Grazie al decreto legge 223/2006 (detto anche decreto Bersani ), ai professionisti e alle strutture sanitarie è consentita la diffusione

Dettagli

CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO

CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO CLASSE QUARTA B G.Galilei VINCI INSEGNANTI: Melani Cinzia, Parri Donatella, Voli Monica, Anno Scolastico 2011-2012 COMPETENZE INTERESSATE: Raccogliere, organizzare

Dettagli

Controllo di gestione, ad ogni costo?

Controllo di gestione, ad ogni costo? Controllo di gestione, ad ogni costo? Come contrastare le difficoltà economiche senza rinunciare alla propria professionalità? Quanto incidono i costi fissi sulla gestione complessiva? Tra le soluzioni

Dettagli

GENERAZIONE dei BENI COMUNI Altri modi di abitare il mondo

GENERAZIONE dei BENI COMUNI Altri modi di abitare il mondo Educa 2012: invito ai giovani GENERAZIONE dei BENI COMUNI Altri modi di abitare il mondo 1. Il nucleo tematico Il nostro tempo è adesso, qui e ora. Il progetto è qui e ora, il futuro è qui e ora, l orizzonte

Dettagli

MEDIA EDUCAZIONE COMUNITA Ripensare i Media per l Educazione e il Benessere

MEDIA EDUCAZIONE COMUNITA Ripensare i Media per l Educazione e il Benessere MEDIA EDUCAZIONE COMUNITA a. Introduzione BAMBINI NON COMMERCIALI Il diritto a pensieri e spazi senza condizionamenti pubblicitari Le relazioni educative, all interno di una famiglia, per essere significative

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Scoprire il dialogo, riscoprire la scrittura

Scoprire il dialogo, riscoprire la scrittura Corso di formazione specialistica su dialogo, tecnologie e comunicazione globale promosso dalla rete nazionale di scuole Rete Dialogues (retedialogues.it) Scoprire il dialogo, riscoprire la scrittura INTRODUZIONE

Dettagli

Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana

Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana Il Progetto di Educazione Scientifica promosso dalla Regione Toscana ha coinvolto i docenti in un attività

Dettagli

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo)

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Dott.ssa GIULIA CANDIANI (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Innanzitutto due parole di presentazione: Altroconsumo è una associazione indipendente di consumatori, in cui io lavoro

Dettagli

News letter. I sistemi informativi in azienda: erogatori di prestazioni o fornitori di servizi? Editoriale

News letter. I sistemi informativi in azienda: erogatori di prestazioni o fornitori di servizi? Editoriale News letter Numero 7 15 gennaio 2010 Editoriale Sommario I sistemi informativi in azienda: erogatori di prestazioni o fornitori di servizi? Come sviluppare abilità per gestire i clienti interni in una

Dettagli

I N D I C E 1 [ INTRODUZIONE ] 2 [ IL PROCESSO DI INNOVAZIONE ] 3 [ L INNOVAZIONE DI MERCATO]

I N D I C E 1 [ INTRODUZIONE ] 2 [ IL PROCESSO DI INNOVAZIONE ] 3 [ L INNOVAZIONE DI MERCATO] INNOVAZIONE DI MERCATO E LEVA PER LA CRESCITA I N D I C E 1 [ INTRODUZIONE ] 2 [ IL PROCESSO DI INNOVAZIONE ] 3 [ L INNOVAZIONE DI MERCATO] 1. [ INTRODUZIONE ] Capacità d innovazione e adattamento ai numerosi

Dettagli

IL COACHING delle Ambasciatrici

IL COACHING delle Ambasciatrici IL COACHING delle Ambasciatrici European Commission Enterprise and Industry Coaching ambasciatrici WAI-Women Ambassadors in Italy, Ravenna, 20/05/2010 2 FASE 1 Le motivazioni e gli scopi FASE 2 L analisi

Dettagli

People strategy in Azione

People strategy in Azione People strategy in Azione Gentili Colleghi, La People Strategy di Bausch + Lomb illustra il modo di operare della nostra azienda quando si stratta di selezionare, far crescere, motivare e valorizzare la

Dettagli

Polo didattico per la formazione PNL e Coaching Divisione Ebook

Polo didattico per la formazione PNL e Coaching Divisione Ebook 1 Alla ricerca di se stessi Federica Cortina 2 Titolo Alla ricerca di se stessi Autore Federica Cortina Editore PNL e Coaching edizioni Sito internet www.pnlecoaching.it ATTENZIONE: Tutti i diritti sono

Dettagli

CHE COS E IL MENTORING

CHE COS E IL MENTORING CHE COS E IL MENTORING E un dato di fatto che il numero delle donne che lavorano è in sensibile aumento in ogni paese, ma nonostante questo, e malgrado molte donne rivestano posizioni anche altamente professionali,

Dettagli

Il bambino nella fascia tre-sei anni e il processo di costruzione della propria identità

Il bambino nella fascia tre-sei anni e il processo di costruzione della propria identità RELAZIONE WORKSHOP APPRENDERE A STARE IN GRUPPO DAI 3 AI 5 ANNI Esperienza nella scuola dell infanzia con il Cooperative Learning Ins. Mancinelli Cesarina I.C. Falconara Centro Due anni di formazione mi

Dettagli

5 CONSIGLI PER VENDERE MEGLIO L innovazione nella Forza Vendita - articolo a cura di Lorenzo Brollo Settembre 2014

5 CONSIGLI PER VENDERE MEGLIO L innovazione nella Forza Vendita - articolo a cura di Lorenzo Brollo Settembre 2014 5 CONSIGLI PER VENDERE MEGLIO L innovazione nella Forza Vendita - articolo a cura di Lorenzo Brollo Settembre 2014 Un appuntamento importante Vi racconto un aneddoto tratto dalla mia esperienza quotidiana:

Dettagli

Preventivo e finanziamento, due parole, un unica filosofia

Preventivo e finanziamento, due parole, un unica filosofia Preventivo e finanziamento, due parole, un unica filosofia Lo studio odontoiatrico è un impresa, dicono gli esperti, piaccia o no. Dunque, come tale, va gestita, anche attraverso una corretta analisi dei

Dettagli

ANALISI DATI DEL QUESTIONARIO

ANALISI DATI DEL QUESTIONARIO ANALISI DATI DEL QUESTIONARIO 1- Presso il Servizio in cui operi e previsto un progetto analogo? La maggior parte dei partecipanti ha risposto in maniera negativa. Al momento, solo presso il nostro Servizio

Dettagli

Dopo la formazione i mentori saranno consapevoli che

Dopo la formazione i mentori saranno consapevoli che Modulo 2 Le tecniche del mentor/tutor 2.5. Perché e in che modo le competenze pedagogiche sono importanti per i mentori che lavorano nella formazione professionale (VET) Tempistica Tempo totale 2 ore:

Dettagli

3 modulo STESURA DI UN DIARIO QUOTIDIANO chi-fa-cosa-quando in settimana e nei festivi

3 modulo STESURA DI UN DIARIO QUOTIDIANO chi-fa-cosa-quando in settimana e nei festivi 3 modulo STESURA DI UN DIARIO QUOTIDIANO chi-fa-cosa-quando in settimana e nei festivi L intento di questo modulo è di far lavorare sulla condivisione di responsabilità, ovvero di permettere ai bambini

Dettagli

Make it work! Guida rapida per integrare la mobilità virtuale nei tirocini internazionali

Make it work! Guida rapida per integrare la mobilità virtuale nei tirocini internazionali Make it work! Guida rapida per integrare la mobilità virtuale nei tirocini internazionali Cosa? I tirocini internazionali in azienda o stage, così come sono generalmente conosciuti, stanno acquisendo una

Dettagli

OSSERVAZIONI IN MERITO ALLA PARTECIPAZIONE NEI SISTEMI SOCIALI E SANITARI

OSSERVAZIONI IN MERITO ALLA PARTECIPAZIONE NEI SISTEMI SOCIALI E SANITARI OSSERVAZIONI IN MERITO ALLA PARTECIPAZIONE NEI SISTEMI SOCIALI E SANITARI - PER LA SENSIBILIZZAZIONE CONTRO LA VIOLENZA SUGLI ANZIANI - Basate sull articolo di Kathryn Roberts: Lungo la linea di divisione

Dettagli

REPORT DI SINTESI RELATIVO ALL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION ESEGUITA PRESSO LA SEDE AOU SASSARI

REPORT DI SINTESI RELATIVO ALL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION ESEGUITA PRESSO LA SEDE AOU SASSARI REPORT DI SINTESI RELATIVO ALL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION ESEGUITA PRESSO LA SEDE AOU SASSARI Settembre/Ottobre 2009 QUESTIONARIO: Analisi della soddisfazione del paziente sul servizio. U.O. coinvolte

Dettagli

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi 2 Pure Performance La nostra Cultura Alfa Laval è un azienda focalizzata sul cliente e quindi sul prodotto con una forte cultura

Dettagli

Gestione della stampa aziendale Non consentite a situazioni esistenti di ostacolare il vantaggio aziendale

Gestione della stampa aziendale Non consentite a situazioni esistenti di ostacolare il vantaggio aziendale Gestione della stampa aziendale Non consentite a situazioni esistenti di ostacolare il vantaggio aziendale La realtà della gestione della stampa nelle grandi aziende oggi In una tipica grande organizzazione,

Dettagli

Dott. PAOLO AMORI (Presidente ANDI)

Dott. PAOLO AMORI (Presidente ANDI) Dott. PAOLO AMORI (Presidente ANDI) Purtroppo noi scontiamo, in Italia, il fatto che l odontoiatria come branca autonoma rispetto alla medicina si sia affermata solo in anni recenti, e nel passato l odontoiatria

Dettagli

per le organizzazioni sanitarie Come migliorare le performance

per le organizzazioni sanitarie Come migliorare le performance per le organizzazioni sanitarie Come migliorare le performance Servizi per le organizzazioni sanitarie Sanitanova ha sviluppato una specifica area dedicata alla consulenza organizzativa, marketing, comunicazione

Dettagli

CARTA DEI DIRITTI E DEI DOVERI DEI DENTISTI E DEI PAZIENTI

CARTA DEI DIRITTI E DEI DOVERI DEI DENTISTI E DEI PAZIENTI N 32 Ottobre 2009 Commissione Odontoiatri Presidente Valerio Brucoli Segretario Ercole Romagnoli Componenti Dino Dini Claudio Gatti Luigi Paglia CARTA DEI DIRITTI E DEI DOVERI DEI DENTISTI E DEI PAZIENTI

Dettagli

Processi di comunicazione scuola-famiglia

Processi di comunicazione scuola-famiglia Processi di comunicazione scuola-famiglia Appunti Comunicare a scuola è il cuore della relazione scuola-famiglia, parti alleate di un progetto che -in particolare nella realtà attualenon sopporta solitudine:

Dettagli

giusta Fai la spesa Inchiesta

giusta Fai la spesa Inchiesta Fai la spesa giusta Qual è la politica etica del tuo supermercato? Cosa c è dietro alle promozioni? La nostra inchiesta traccia il profilo di sei grandi insegne. Coop è la migliore. 20 Altroconsumo 278

Dettagli

Gli anziani in lista. i servizi?

Gli anziani in lista. i servizi? 44 4 2012 ESPERIENZE li a partire dagli strumenti e dalle modalità operative rispetto a cui la cooperazione sociale ha sviluppato maggiori eccellenze. Accanto alla sfida storica della cooperazione sociale,

Dettagli

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA CONVERSAZIONE CLINICA Classe VA 1) Che cosa ti fa venire in mente la parola ''volontariato''? -Una persona che aiuta qualcuno in difficoltà. (Vittoria) -Una persona che si offre per aiutare e stare con

Dettagli

Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio

Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio Allegato 1 REVISIONE DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE DEL COMPARTO Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio SINTESI DEI COMPORTAMENTI ORGANIZZATIVI

Dettagli

LA COMUNICAZIONE: IDENTITA E TEMPO

LA COMUNICAZIONE: IDENTITA E TEMPO LA COMUNICAZIONE: IDENTITA E TEMPO SPAZIO DEL PRESENTE Come si percepiscono i Capi e le Comunità Capi. Una serie di pensieri emersi dalle chiacchierate fatte nelle Zone e nelle CoCa. [siamo in emergenza

Dettagli

Audizione presso la Commissione Industria del Senato della Repubblica. Ddl Concorrenza. Roma, 18 novembre 2015

Audizione presso la Commissione Industria del Senato della Repubblica. Ddl Concorrenza. Roma, 18 novembre 2015 Audizione presso la Commissione Industria del Senato della Repubblica Ddl Concorrenza Roma, 18 novembre 2015 Premessa: Andi è il Sindacato di categoria più rappresentativo del mondo odontoiatrico italiano,

Dettagli

cegalingroup.com STAY IN A SERVICE EXPERIENCE

cegalingroup.com STAY IN A SERVICE EXPERIENCE 2 3 Una filosofia del servizio dedicata esclusivamente agli hotel Pierantonio Pegoraro, Direttore Commerciale Cegalin Group 4 Cegalin Group da oltre vent anni si dedica al servizio di pulizie e restoring

Dettagli

SINTESI INTERVENTO UNA NUOVA FUNZIONE DEGLI UFFICI INFORMAZIONE GIANCARLO DALL ARA

SINTESI INTERVENTO UNA NUOVA FUNZIONE DEGLI UFFICI INFORMAZIONE GIANCARLO DALL ARA LABORATORIO PERMANENTE SULL INFORMAZIONE TRENTO TERZO INCONTRO, 21 giugno 2007 SINTESI INTERVENTO UNA NUOVA FUNZIONE DEGLI UFFICI INFORMAZIONE di GIANCARLO DALL ARA (RELAZIONE NON RIVISTA DAL RELATORE)

Dettagli

Questionario Service Standard CoC CTCY. Familiari

Questionario Service Standard CoC CTCY. Familiari Questionario Service Standard CoC CTCY Familiari QUESTIONARIO SUGLI STANDARD DELLE COMUNITA PER MINORI RIVOLTO AI FAMILIARI DEGLI UTENTI OSPITI Simone Bruschetta Catania, 2012 Versione ridotta per i familiari

Dettagli

IL PROGETTO DI M.B. Stralci dal documento di sintesi e progetto professionale. Allegato per esercitazione in gruppo nel 2 laboratorio - seconda parte

IL PROGETTO DI M.B. Stralci dal documento di sintesi e progetto professionale. Allegato per esercitazione in gruppo nel 2 laboratorio - seconda parte IL PROGETTO DI M.B. Stralci dal documento di sintesi e progetto professionale Allegato per esercitazione in gruppo nel 2 laboratorio - seconda parte La domanda iniziale La signora M.B. si è avvicinata

Dettagli

Osservatorio sull Efficienza Energetica 2013. Seconda edizione

Osservatorio sull Efficienza Energetica 2013. Seconda edizione Osservatorio sull Efficienza Energetica 2013 Seconda edizione CONFERENZA STAMPA Indagine presso le famiglie Torino, 13 settembre 2013 (Rif. 1621v112) Partner dell Osservatorio 2 Patrocinio 3 Cap.1 - Il

Dettagli

Attrattività, performance e potenzialità della Sicilia turistica

Attrattività, performance e potenzialità della Sicilia turistica Attrattività, performance e potenzialità della Sicilia turistica Ricerca di marketing sull attrattività turistica della Sicilia Presentazione dei risultati della ricerca Palermo, 11 luglio 2014 Obiettivi

Dettagli

Questionario di gradimento rivolto a Genitori e Studenti. a. s. 2014/15

Questionario di gradimento rivolto a Genitori e Studenti. a. s. 2014/15 Questionario di gradimento rivolto a Genitori e Studenti a. s. 2014/15 Il questionario genitori è stato somministrato durante il secondo colloquio quadrimestrale. Pertanto il campione esaminato è costituito

Dettagli

Questionario Studenti Analisi e Commento dei dati

Questionario Studenti Analisi e Commento dei dati Questionario Studenti Analisi e Commento dei dati 7 Area di indagine: Io e il fumo Analisi e commento dei dati All interno di questa prima area di indagine le asserzioni fra cui gli alunni erano chiamati

Dettagli

17-18 Maggio 2014 - Assemblea Nazionale straordinaria FIAB - Bologna

17-18 Maggio 2014 - Assemblea Nazionale straordinaria FIAB - Bologna 17-18 Maggio 2014 - Assemblea Nazionale straordinaria FIAB - Bologna CHIARIMENTI RELATIVI ALLA MOZIONE Verso una progressiva unificazione dell'identità federativa in Rete, attraverso i social network e

Dettagli

DALLE LINEE GUIDA. ALL'ORGANIZZAZIONE DEL CENTRO PER IL TRATTAMENTO DEL TABAGISMO: Strumenti di applicazione diagnostica e ricadute terapeutiche

DALLE LINEE GUIDA. ALL'ORGANIZZAZIONE DEL CENTRO PER IL TRATTAMENTO DEL TABAGISMO: Strumenti di applicazione diagnostica e ricadute terapeutiche DALLE LINEE GUIDA BORGOMANERO, 20.10.2012 ALL'ORGANIZZAZIONE DEL CENTRO PER IL TRATTAMENTO DEL TABAGISMO: Strumenti di applicazione diagnostica e ricadute terapeutiche Dr.ssa Gorizia Ariana ESPOSITO Psicologa,

Dettagli

Io e il cellulare con le tabelle pivot Rosa Marincola 1

Io e il cellulare con le tabelle pivot Rosa Marincola 1 Io e il cellulare con le tabelle pivot Rosa Marincola 1 Sunto: In questo lavoro descriverò un attività svolta in classe: la costruzione e somministrazione di un questionario intitolato: Io e il cellulare,

Dettagli

FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA

FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA Grazie. Dirò anche due cose su Venezia, impiegherò dieci minuti. Fatemi ricominciare riprendendo da dove ci siamo fermati questa mattina. E difficile per una persona che per

Dettagli

RILEVARE LA SODDISFAZIONE DEI DIPENDENTI

RILEVARE LA SODDISFAZIONE DEI DIPENDENTI RILEVARE LA SODDISFAZIONE DEI DIPENDENTI EMPLOYEE (PEOPLE) SATISFACTION Non bisogna mai dimenticare che i primi clienti di un organizzazione sono i collaboratori interni e che un indicatore molto importante

Dettagli

Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi

Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi Cammino 3-6 anni 13 gennaio 2015 Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi Premessa Prima di condividere con voi le idee che come equipe abbiamo pensato di

Dettagli

L obiettivo dei percorsi formativi inseriti in questo Catalogo è quello di fornire iter di apprendimento che rispondano alle esigenze di crescita

L obiettivo dei percorsi formativi inseriti in questo Catalogo è quello di fornire iter di apprendimento che rispondano alle esigenze di crescita PRESENTAZIONE Bluform, società affermata nell ambito della Consulenza e della Formazione aziendale, realizza percorsi formativi rivolti ai dirigenti ed ai dipendenti delle aziende che vogliono far crescere

Dettagli

LA LEADERSHIP INFERMIERISTICA NELLA GESTIONE DEI CONFLITTI SUL LAVORO: RICERCA SULLA REALTA DELL INTERAGIRE TRA IL PERSONALE INFERMIERISTICO

LA LEADERSHIP INFERMIERISTICA NELLA GESTIONE DEI CONFLITTI SUL LAVORO: RICERCA SULLA REALTA DELL INTERAGIRE TRA IL PERSONALE INFERMIERISTICO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA CORSO MASTER / COORDINAMENTO LA LEADERSHIP INFERMIERISTICA NELLA GESTIONE DEI CONFLITTI SUL LAVORO: RICERCA SULLA REALTA DELL INTERAGIRE

Dettagli

IL CHECK UP DEL PUNTO VENDITA

IL CHECK UP DEL PUNTO VENDITA Attilio Rossi, Emanuele Schmidt IL CHECK UP DEL PUNTO VENDITA Incrementare la redditività di grandi e medie superfici MANUALI/FrancoAngeli GUIDA OPERATIVA PER LO STORE MANAGER Attilio Rossi, Emanuele

Dettagli

Fundraising. Un altro welfare è possibile. Sintesi dell intervento introduttivo di Massimo Coen Cagli Direttore Scientifico della Scuola di Roma

Fundraising. Un altro welfare è possibile. Sintesi dell intervento introduttivo di Massimo Coen Cagli Direttore Scientifico della Scuola di Roma Fundraising. Un altro welfare è possibile Sintesi dell intervento introduttivo di Massimo Coen Cagli Direttore Scientifico della Scuola di Roma Premessa: il senso dell itinerario Fundraising un altro Welfare

Dettagli

Vuoi aumentare i ricavi e i clienti del tuo studio?

Vuoi aumentare i ricavi e i clienti del tuo studio? Vuoi aumentare i ricavi e i clienti del tuo studio? Abbiamo qualche idea per te! Scopri come fare... Lo sapevi che...... oggi la normativa consente di promuovere il proprio studio dentistico? Un opportunità

Dettagli

Il manuale è concentrato su questi articoli:

Il manuale è concentrato su questi articoli: Questo manuale è stato creato per aiutare i team leader e gli assistenti nel loro lavoro, dandoli una dritta specifica su alcuni dei loro doveri principali nel dirigere i propri gruppi di lavoro. La dirigenza

Dettagli

La voce dei donatori

La voce dei donatori La voce dei donatori Uno studio sul grado di soddisfazione e di efficienza percepita dai Donatori nei confronti dell organizzazione e delle attività dell Avis Comunale RE www.avis.re.it Gli obiettivi della

Dettagli

COMMISSIONE CONSILIARE III. Sanità e Assistenza. Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI

COMMISSIONE CONSILIARE III. Sanità e Assistenza. Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI COMMISSIONE CONSILIARE III Sanità e Assistenza Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI Argomento n. 4 all ordine del giorno: ITR N. 3113 Bando per l'accesso alla "Dote

Dettagli

Odontoiatria e medicina estetica, nel tempo della crisi Nuovi significati per la cura del sorriso

Odontoiatria e medicina estetica, nel tempo della crisi Nuovi significati per la cura del sorriso Odontoiatria e medicina estetica, nel tempo della crisi Nuovi significati per la cura del sorriso Sintesi dei risultati Milano, Novembre 2014 PREMESSA 2 Premessa AIOP, Accademia Italiana di Odontoiatria

Dettagli

Una sintesi della ricerca Parrocchie e internet. Paolo Mancini - Rita Marchetti 1

Una sintesi della ricerca Parrocchie e internet. Paolo Mancini - Rita Marchetti 1 Una sintesi della ricerca Parrocchie e internet Paolo Mancini - Rita Marchetti 1 Presentiamo di seguito alcuni dati tratti dalla ricerca Parrocchie e internet commissionata al Dipartimento Istituzioni

Dettagli

Lavorare dove inizia il futuro.

Lavorare dove inizia il futuro. Lavorare dove inizia il futuro. Volete una carriera con un futuro? Allora unitevi al team di Swiss Life. 2 Lavorare dove inizia il futuro. Swiss Life investe nel futuro dei suoi collaboratori. E voi? Chi

Dettagli

3.7 L affidabilità delle fonti

3.7 L affidabilità delle fonti 3.7 L affidabilità delle fonti Un altro aspetto indagato dal questionario riguarda i criteri con cui i giovani adulti valutano l affidabilità di una fonte informativa, in particolar modo quando riferita

Dettagli

INTERVISTA CON DON LAMBERTO PIGINI

INTERVISTA CON DON LAMBERTO PIGINI I PROTAGONISTI STORIE IMPRENDITORIALI lavorare con creatività INTERVISTA CON DON LAMBERTO PIGINI Dalla formazione all animazione, viaggio nell arcipelago del PiginiGroup: Eli, Rainbow, Eko, Tecnostampa,

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

STRANGE MUSIC HERO COME AVERE SUCCESSO SUONANDO UNO STRUMENTO STRANO DI PIETRO FESTA

STRANGE MUSIC HERO COME AVERE SUCCESSO SUONANDO UNO STRUMENTO STRANO DI PIETRO FESTA STRANGE MUSIC HERO COME AVERE SUCCESSO SUONANDO UNO STRUMENTO STRANO DI PIETRO FESTA PREFAZIONE DI MAURO VENTOLA Ci troviamo in un particolare momento storico, in cui dobbiamo affrontare una nuova grande

Dettagli

LA DIREZIONE DELLE RISORSE UMANE

LA DIREZIONE DELLE RISORSE UMANE E-book HRP 1_2013 LA DIREZIONE DELLE RISORSE UMANE Questo e-book è stato realizzato per esaudire la richiesta di molti partecipanti all evento V.I.P. Very Important Person. Ridiamo valore alle Persone

Dettagli

«Sono delle teste dure!» ma è proprio vero?

«Sono delle teste dure!» ma è proprio vero? «Sono delle teste dure!» ma è proprio vero? Consigli per motivare al comportamento sicuro sul lavoro Forse vi è già capitato di trovarvi nei panni di questo allenatore di hockey e di pensare che i vostri

Dettagli

Infermieristica della salute mentale. Corso di Laurea in infermieristica A.A. 2014/2015 Dr. Gianfranco Preiti

Infermieristica della salute mentale. Corso di Laurea in infermieristica A.A. 2014/2015 Dr. Gianfranco Preiti Infermieristica della salute mentale Corso di Laurea in infermieristica A.A. 2014/2015 Dr. Gianfranco Preiti Le competenze dell infermiere in psichiatria e all interno dell equipe multi professionale La

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Sviluppare il piano di internet marketing:

Sviluppare il piano di internet marketing: Sviluppare il piano di internet marketing: concretizzare gli obiettivi ponderando i costi e Academy Milano, 20 Ottobre 2005 d.ssa Barbara Bonaventura barbara.bonaventura@mentis.it Mentis innovazione e

Dettagli

IL bello di crescere

IL bello di crescere IL bello di crescere Zeta6a 8-11-2004 10:54 Pagina 1 L Associazione In.Famigliaia Costituita nel 1997 da un gruppo di genitori e di professionisti dell educazione, si propone di offrire un aiuto concreto

Dettagli

La salute si paga cara POVERTÀ E CURE MEDICHE

La salute si paga cara POVERTÀ E CURE MEDICHE POVERTÀ E CURE MEDICHE TROPPE SPESE Per molte famiglie le cure indispensabili rappresentano un peso economicamente insostenibile. PRESTITI Non molto diffuse le assicurazioni sanitarie, piuttosto nel bisogno

Dettagli

DOTT. GIOVANNI BONA IL MIGLIOR ALLEATO PER IL TUO SUCCESSO

DOTT. GIOVANNI BONA IL MIGLIOR ALLEATO PER IL TUO SUCCESSO DOTT. GIOVANNI BONA IL MIGLIOR ALLEATO PER IL TUO SUCCESSO PASSIONE PER IL PROPRIO LAVORO LlL Il Dott. Giovanni Bona non è solo il Direttore Scientifico di tutti i suoi studi dentistici; è l ideatore e

Dettagli

OBIETTIVO STRATEGICO 6

OBIETTIVO STRATEGICO 6 OBIETTIVO STRATEGICO 6 Cesare Giannetti operatore area sviluppo Croce Rossa Italiana Legnano (MI) La Strategia 2020 e il suo motto saving lives, changing minds Obiettivo 6 Agiamo con una struttura capillare,

Dettagli

PROFILO DEL VOSTRO MARKETING PLAN

PROFILO DEL VOSTRO MARKETING PLAN PROFILO DEL VOSTRO MARKETING PLAN PERCHÉ ELABORARE UN MARKETING PLAN? Il marketing plan è un componente essenziale del vostro business. Quando si avvia una nuova azienda o si lanciano prodotti o servizi

Dettagli

Anno scolastico 2015-16 Scuole dell Infanzia

Anno scolastico 2015-16 Scuole dell Infanzia Anno scolastico 2015-16 Scuole dell Infanzia Scuola dell Infanzia A.Gramsci Via Motrassino, 10 Scuola dell Infanzia H.C.Andersen Via Buozzi di fronte al Liceo Juvarra Scuola dell Infanzia G.Rodari via

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

UNA RICERCA ESPLORATIVA

UNA RICERCA ESPLORATIVA UNA RICERCA ESPLORATIVA ISTRUZIONE E CAPITALE SOCIALE Prof. Adriana Fazio Anno scolastico 2009/2010 1 Istruzione e capitale sociale Capitale sociale è una rete di relazioni caratterizzate da fiducia e

Dettagli

IV Forum Confcommercio sul Fisco

IV Forum Confcommercio sul Fisco IV Forum Confcommercio sul Fisco Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan al IV Forum Confcommercio sul Fisco Meno tasse, meno spesa Binomio per la ripresa Roma, 22

Dettagli

INDAGINE FABBISOGNI FORMATIVI. RESIDENZE SANITARIE ASSISTENZIALI e COOPERATIVE SOCIALI

INDAGINE FABBISOGNI FORMATIVI. RESIDENZE SANITARIE ASSISTENZIALI e COOPERATIVE SOCIALI INDAGINE FABBISOGNI FORMATIVI RESIDENZE SANITARIE ASSISTENZIALI e COOPERATIVE SOCIALI PROVINCIA DI PRATO Campi Bisenzio - FIRENZE 16 Dicembre 2013 Pagina 1 di 25 INDICE 1. PREMESSA... 3 2. INTRODUZIONE...

Dettagli

8 Il futuro dei futures

8 Il futuro dei futures Introduzione Come accade spesso negli ultimi tempi, il titolo di questo libro è volutamente ambiguo, ma in questo caso non si tratta solo di un espediente retorico: come spero si colga nel corso della

Dettagli

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Perché un Osservatorio sul turismo scolastico? L Osservatorio Touring sul turismo scolastico

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: Storia, Cittadinanza e Costituzione DISCIPLINE CONCORRENTI: tutte Le competenze

Dettagli

ACCOUNT MANAGEMENT nell ICT

ACCOUNT MANAGEMENT nell ICT ACCOUNT MANAGEMENT nell ICT Maturità di molte applicazioni su cliente, interlocutori sempre più tecnicamente preparati e esigenti, banalizzazione di know how e di processo nelle diverse offerte spingono

Dettagli

DIMENSIONI DELLA PROFESSIONALITA DEGLI INSEGNANTI

DIMENSIONI DELLA PROFESSIONALITA DEGLI INSEGNANTI DIMENSIONI DELLA PROFESSIONALITA DEGLI INSEGNANTI Nel corso del 2002-2003 un gruppo di insegnanti ricercatori si è riunito nella elaborazione di una indagine promossa dall Ufficio Scolastico Regionale

Dettagli

Indagine qualita percepita

Indagine qualita percepita Sistema di Gestione per la Qualità - Ospedale M. G. Vannini Report sulla qualità percepita OSPEDALE M. G. VANNINI Direttore Sanitario Dott.ssa Maura Moreschini Sistema qualità certificato UNI EN ISO 9001:2008

Dettagli

L importanza delle cose semplici. La natura come maestra, risorsa, stimolo Cesena, 10 Maggio 2014

L importanza delle cose semplici. La natura come maestra, risorsa, stimolo Cesena, 10 Maggio 2014 L importanza delle cose semplici. La natura come maestra, risorsa, stimolo Cesena, 10 Maggio 2014 Partendo da lontano: appunti di viaggio di Beatrice Vitali Berlino è così: c è sempre qualcuno scalzo c

Dettagli

PROGETTO CHIOCCIOL@.IT

PROGETTO CHIOCCIOL@.IT PROGETTO CHIOCCIOL@.IT Premessa: Secondo una ricerca condotta da Skuola.net, in Italia un giovane su tre (nella fascia di età che va dagli undici ai venti anni) sarebbe sempre connesso ai social network.

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOOSSERVAZIONE PROFESSIONALE

QUESTIONARIO DI AUTOOSSERVAZIONE PROFESSIONALE QUESTIONARIO DI AUTOOSSERVAZIONE PROFESSIONALE I FATTORI CHE ACCRESCONO L EFFICACIA DELL INSEGNAMENTO LE COMPETENZE DIDATTICHE Contrassegna con una X la casella prescelta per ogni indicatore L insegnante

Dettagli

EMAIL MARKETING E NEWSLETTER

EMAIL MARKETING E NEWSLETTER Registro 5 EMAIL MARKETING E NEWSLETTER Consigli sull uso strategico della posta elettronica TIPS&TRICKS DI ALESSANDRA FARABEGOLI INDEX 3 5 9 13 19 Introduzione Email marketing e dominio Il contenuto è

Dettagli

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Mi presento Mi chiamo Lisa Cappellazzo, ho 35 anni e son un insegnante

Dettagli

REDAELLI: UN PICCOLO/GRANDE PROGETTO

REDAELLI: UN PICCOLO/GRANDE PROGETTO N 13 Marzo 2008 Commissione Odontoiatri Presidente Valerio Brucoli Segretario Ercole Romagnoli Componenti Dino Dini Claudio Gatti REDAELLI: UN PICCOLO/GRANDE PROGETTO Inaugurato il 14 febbraio un ambulatorio

Dettagli

Report annuale 2014 Progetto CASA PANGEA Calcutta

Report annuale 2014 Progetto CASA PANGEA Calcutta Report annuale 2014 Progetto CASA PANGEA Calcutta Fondazione Pangea è impegnata in un programma a sostegno di donne e bambine con disabilità fisiche o mentali che vivono negli slum di Calcutta e nell area

Dettagli

Eccesso di una cosa buona

Eccesso di una cosa buona 1 Qualità autentiche Le qualità autentiche sono gli attributi che formano l essenza (il nucleo) di una persona; le persone sono impregnate da queste qualità, che pongono in una determinata luce tutte le

Dettagli

QUESTIONARIO 3: MATURITA ORGANIZZATIVA

QUESTIONARIO 3: MATURITA ORGANIZZATIVA QUESTIONARIO 3: MATURITA ORGANIZZATIVA Caratteristiche generali 0 I R M 1 Leadership e coerenza degli obiettivi 2. Orientamento ai risultati I manager elaborano e formulano una chiara mission. Es.: I manager

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

Clinica di Mestre. Brochure per festa 1

Clinica di Mestre. Brochure per festa 1 Clinica di Mestre Brochure per festa 1 La professionalità del tuo medico L eccellenza del nostro servizio Brochure per festa 2 LA FILOSOFIA LCO MISSIONE E VALORI I PUNTI DI FORZA I PROFESSIONISTI CHE OPERANO

Dettagli

Indagine qualita percepita

Indagine qualita percepita Sistema di Gestione per la Qualità - Ospedale M. G. Vannini Report sulla qualità percepita OSPEDALE M. G. VANNINI Direttore Sanitario Dott.ssa Maura Moreschini Sistema qualità certificato UNI EN ISO 9001:2008

Dettagli