Il rischio da movimenti ripetitivi: alcuni casi studio e analisi delle criticità

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il rischio da movimenti ripetitivi: alcuni casi studio e analisi delle criticità"

Transcript

1 Trieste settembre Il rischio da movimenti ripetitivi: alcuni casi studio e analisi delle criticità Maria Angela Gogliettino INAIL F.V.G. - CONTARP (Consulenza Tecnica Accert. Rischi e Prevenzione) Autori: Laura De Filippo e M. Angela Gogliettino

2 Introduzione Il rischio da movimenti ripetitivi è presente in una molteplicità di lavorazioni Denuncia di MALATTIA PROFESSIONALE: fino a metà 8 (D.M. 9//8): indagine per dimostrare la presenza del rischio (in assenza di presunzione legale del nesso)

3 Ruolo della CONTARP Sino ad oggi la CONTARP FVG ha valutato circa 6 casi di malattie da sovraccarico biomeccanico arti superiori e rachide da movim.. man. carichi e movimenti ripetuti analisi accurata della documentazione effettuazione di un sopralluogo l azienda (riprese video) presso

4 Analisi delle criticità maggioranza di aziende di piccole dimensioni diverse mansioni /compiti nell arco del turno (variabilità) Crisi 9 calo ore giornaliere lavorate e riduzione del ritmo produttivo, mentre in precedenza era il contrario (molte ore, elevati ritmi)

5 Analisi delle criticità Difficoltà di reperire dati organizzativi precisi Documenti di valutazione dei rischi (8/8) che sottovalutano o non valutano il rischio specifico per gli arti superiori da movimenti ripetuti

6 Presentazione di alcuni casi-studio studio I casi sono relativi a malattie professionali da movimenti ripetuti I casi approfonditi riguardano solo lavoratrici Calcolo del valore di checklist OCRA intrinseco

7 IL METODO OCRA Si compone di due strumenti: INDICE OCRA CHECKLIST OCRA Entrambi utilizzano gli stessi criteri di analisi e gli stessi fattori di rischio MA con diverso livello di dettaglio Recupero Frequenza Forza Posture Complementari

8 LA CHECKLIST OCRA E il metodo più rapido per la valutazione del rischio da movimenti ripetitivi Utile strumento di screening per la mappatura del rischio delle postazioni L indice è correlato alla percentuale attesa di patologici per fasce di rischio Consente azioni preventive tramite l analisi per fattori

9 LA CHECKLIST OCRA Per valore INTRINSECO di CHECKLIST OCRA si intende la valutazione di ciascun compito come se fosse l unico l svolto per tutto il turno, ovvero: Circa min netti di lavoro ripetitivo Pausa mensa di almeno 3 min Due pause di almeno 8 minuti (recupero )

10 Nella valutazione con C.L. OCRA attenzione a : azioni tecniche con presenza di carichi (in grip > 3 Kg e in pinch > Kg) valutazione dell uso di forza (questionario di Borg) presenza di posture incongrue (che superano il 5% del range articolare per almeno /3 del tempo) presenza di stereotipia (ripetizione delle stesse azioni tecniche o ciclo molto breve)

11 LE FASCE DI RISCHIO OCRA Fascia di rischio Ottimale Indice OCRA,5 Checklist OCRA 5, Misure preventive Nessuna Accettabile,6, 5, 7,5 Nessuna Molto lieve Lieve Medio Elevato,3 3,5 3,6,5,6 9, > 9, 7,6,,,,,5 >,5 Riduzione rischio se possibile Riduz.. rischio sorv.. sanitaria - formaz. informaz. Riduz.. rischio sorv.. sanitaria - formaz. informaz Riduz.. rischio sorv.. sanitaria - formaz. informaz

12 I CASI STUDIO TUTTI CARATTERIZZATI DA : PRESENZA DI RISCHIO ASSENZA DI VALUTAZIONE

13 Produzione di componenti per sedie: Addetto alla cernita/controllo qualità pezzi Checklist OCRA intrinseco Recupero Azioni/min (frequenza) Forza Spalla Gomito Polso Mano-Dita Stereotipia Complementari Punteggio checklist OCRA DX SX Media frequenza delle azioni, mani in pinch per quasi tutto il ciclo, elevata stereotipia, complementare per ritmo imposto con zona polmone

14 Produzione lampade e sistemi di illuminazione: Addetto all inserimento di terminali Checklist OCRA intrinseco Recupero Azioni/min (frequenza) Forza Spalla Gomito Polso Mano-Dita Stereotipia Complementari Punteggio checklist OCRA DX SX Elevata frequenza delle azioni, presa in pinch per quasi tutto il tempo di ciclo ed elevata stereotipia.

15 Verniciatura e assemblaggio di elementi per auto e moto: addetto alla filettatura Checklist OCRA intrinseco Recupero Azioni/min (frequenza) Forza Spalla Gomito Polso Mano-Dita Stereotipia Complementari Punteggio checklist OCRA DX 5 3, SX, Media frequenza di azioni, postura del gomito destro, mani in pinch, complementare da uso di strumenti vibranti.

16 Produzione di rubinetteria: addetto alla macchina multiutensile Checklist OCRA intrinseco Recupero Azioni/min (frequenza) Forza Spalla Gomito Polso Mano-Dita Stereotipia Complementari Punteggio checklist OCRA DX 6 8, SX 8 9, Media frequenza di azioni, uso di forza nel serraggio, complementare da uso di guanti

17 Impagliatura di sedie: addetto alla copertura angoli Checklist OCRA intrinseco Recupero Azioni/min (frequenza) Forza Spalla Gomito Polso Mano-Dita Stereotipia Complementari Punteggio checklist OCRA DX 9 SX Alta frequenza di azioni a dx, postura delle mani in pinch, complementare per strumento vibrante

18 Impagliatura di sedie: addetto al fissaggio punto centrale sottocompito (ago e filo) Checklist OCRA intrinseco Recupero Azioni/min (frequenza) Forza Spalla Gomito Polso Mano-Dita Stereotipia Complementari Punteggio checklist OCRA DX 9 3,5 6,5 SX 5 7,5 7,5 Alta frequenza di azioni a dx, postura delle mani in pinch (a sx per quasi tutto il ciclo), stereotipia per ciclo breve ( sec)

19 Impagliatura di sedie: addetto al fissaggio punto centrale sottocompito (pressa) Checklist OCRA intrinseco Recupero Azioni/min (frequenza) Forza Spalla Gomito Polso Mano-Dita Stereotipia Complementari Punteggio checklist OCRA DX 6,5,5 SX 6,5,5 Alta frequenza di azioni, postura delle mani in pinch, stereotipia per ciclo breve ( sec)

20 Nel documento di valutazione dei rischi, la valutazione deve essere seguita dalla programmazione delle azioni di prevenzione: meccanizzazione (eliminazione del rischio) ausiliazione (riduzione del rischio attraverso misure tecniche e organizzative) uso condizionato della forza manuale (misure correttive in relazione agli elementi di riferimento dell all. XXXIII del D.Lgs. 8/8)

21 Le norme tecniche di riferimento : ISO 8- Ergonomics - Manual handling - Lifting and carrying; ISO 8- Ergonomics - Manual handling - Pushing and polling; ISO 8-3 Ergonomics - Manual handling of low loads at high frequency; handling - UNI EN 5- Sicurezza del macchinario; prestazione fisica umana, movimentazione manuale di macchinario e di parti componenti il macchinario.

22 Conclusioni Rischio per gli arti superiori: ancora oggi in buona parte sottovalutato INAIL come attore della prevenzione con attenzione per aziende piccole e micro e come punto di riferimento tecnico per la valutazione Prevenzione del rischio : unico modo per ridurre il fenomeno delle tecnopatie, i costi umani, sociali e produttivi derivanti

23 GRAZIE PER L ATTENZIONEL

VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA MOVIMENTI RIPETITIVI DEGLI ARTI SUPERIORI

VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA MOVIMENTI RIPETITIVI DEGLI ARTI SUPERIORI VALUTAZIONE DEL DA MOVIMENTI RIPETITIVI DEGLI ARTI SUPERIORI In fase di sopralluogo vengono utilizzate check-list, riprese cinematografiche, interviste ai lavoratori e colloqui con i responsabili per la

Dettagli

Nuove possibilità per la valutazione del rischio biomeccanico

Nuove possibilità per la valutazione del rischio biomeccanico Azienda Sanitaria Firenze Nuove possibilità per la valutazione del rischio biomeccanico Andrea Belli, Tecnico della Prevenzione San Casciano in Val di Pesa, 20 novembre 2013 Movimentazione manuale carichi

Dettagli

PRINCIPALI LAVORAZIONI A RISCHIO DA MOVIMENTI E SFORZI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI attività > 4 ore per turno

PRINCIPALI LAVORAZIONI A RISCHIO DA MOVIMENTI E SFORZI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI attività > 4 ore per turno PRINCIPALI LAVORAZIONI A RISCHIO DA MOVIMENTI E SFORZI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI attività > 4 ore per turno MONTAGGIO, ASSEMBLAGGIO, CABLAGGIO (materie plastiche, metalli preziosi, bigiotteria, metalmeccanica,

Dettagli

Intervenire sull organizzazione del lavoro

Intervenire sull organizzazione del lavoro Intervenire sull organizzazione del lavoro Sistema Ambiente ha un modulo per l esame delle condizioni più specificatamente ergonomiche. Il metodo consente la definizione di parametri oggettivi di misurazione

Dettagli

ESEMPIO DI STAMPA DVR. VALUTAZIONE RISCHIO DA MOVIMENTI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI (Titolo VI D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i.

ESEMPIO DI STAMPA DVR. VALUTAZIONE RISCHIO DA MOVIMENTI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI (Titolo VI D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i. DVR VALUTAZIONE RISCHIO DA MOVIMENTI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI (Titolo VI D. Lgs. 9 aprile 008, n. 81 e s.m.i.) VALUTAZIONE CON CHECKLIST OCRA Azienda: Azienda SPA Indirizzo: Via Roma, 1 Città: Milano

Dettagli

MOVIMENTI RIPETUTI DEL SEGMENTO MANO-BRACCIO E SINDROME DEL TUNNEL CARPALE: ANALISI DI DUE CASI AZIENDALI

MOVIMENTI RIPETUTI DEL SEGMENTO MANO-BRACCIO E SINDROME DEL TUNNEL CARPALE: ANALISI DI DUE CASI AZIENDALI MOVIMENTI RIPETUTI DEL SEGMENTO MANO-BRACCIO E SINDROME DEL TUNNEL CARPALE: ANALISI DI DUE CASI AZIENDALI RELATORE : PROF. DOTT. LUCA MARIA NERI STUDIO TECNICO PROF. NERI s.r.l. Via Borghi Mamo N. 15-40137

Dettagli

IL METODO OCRA Per la valutazione dei rischi da movimenti ripetitivi per gli arti superiori

IL METODO OCRA Per la valutazione dei rischi da movimenti ripetitivi per gli arti superiori 2008 IL METODO OCRA Per la valutazione dei rischi da movimenti ripetitivi per gli arti superiori Manuale teorico pratico professionale sul più diffuso metodo di analisi per la valutazione del rischio CTD

Dettagli

IL RISCHIO DA MOVIMENTI RIPETUTI IN ALCUNE IMPRESE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA

IL RISCHIO DA MOVIMENTI RIPETUTI IN ALCUNE IMPRESE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA IL RISCHIO DA MOVIMENTI RIPETUTI IN ALCUNE IMPRESE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA L. DE FILIPPO 1, M. A. GOGLIETTINO 1 1 INAIL - Direzione Regionale Friuli Venezia Giulia - Consulenza Tecnica Accertamento Rischi

Dettagli

VALUTAZIONE ERGONOMICA DI ATTIVITÀ CARATTERISTICHE DEL SETTORE EDILE

VALUTAZIONE ERGONOMICA DI ATTIVITÀ CARATTERISTICHE DEL SETTORE EDILE Progetto Studio VALUTAZIONE ERGONOMICA DI ATTIVITÀ CARATTERISTICHE DEL SETTORE EDILE Promosso da: ARS di Bergamo CPT di Bergamo INAIL di Bergamo Realizzato da: U.S.C. Medicina del Lavoro ErgoDesign In

Dettagli

Ergonomia e Produttività: i casi di successo di una corretta applicazione integrata con analisi costi/benefici in aziende italiane

Ergonomia e Produttività: i casi di successo di una corretta applicazione integrata con analisi costi/benefici in aziende italiane Ergonomia e Produttività: i casi di successo di una corretta applicazione integrata con analisi costi/benefici in aziende italiane A cura di MICHELE FANTI DIREZIONE TECNICA CENTRO ITALIANO DI ERGONOMIA

Dettagli

MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI

MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI CORSO DI FORMAZIONE 9 maggio 2013 Maria Teresa Riccio medico SPISAL MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI PROCEDURE STANDARDIZZATE PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI AI SENSI DELL ART. 29 d.lgs. N 81 Decreto Interministeriale

Dettagli

La nuova gestione del rischio da sovraccarico biomeccanico

La nuova gestione del rischio da sovraccarico biomeccanico La nuova gestione del rischio da sovraccarico biomeccanico Il sovraccarico biomeccanico rappresenta il rischio prevalente tra i rischi occupazionali, ciò determina conseguentemente che le malattie muscolo-scheletriche

Dettagli

Scuola di Specializzazione in Medicina del Lavoro CASO CLINICO Il giudizio di idoneità nei soggetti portatori di disturbi dell arto superiore

Scuola di Specializzazione in Medicina del Lavoro CASO CLINICO Il giudizio di idoneità nei soggetti portatori di disturbi dell arto superiore CASO CLINICO Il giudizio di idoneità nei soggetti portatori di disturbi dell arto superiore Dott. Stefano MARTIGNONE CASO CLINICO 1 M.O. 50 ANNI, MASCHIO, CONIUGATO CON 1 FIGLIO DIPLOMATO IN TELECOMUNICAZIONI

Dettagli

Mozzarelle ADDETTO ALLA GESTIONE DELLA MACCHINA IMPASTATRICE ADDETTO ALLA GESTIONE DELLA MACCHINA IMPASTATRICE

Mozzarelle ADDETTO ALLA GESTIONE DELLA MACCHINA IMPASTATRICE ADDETTO ALLA GESTIONE DELLA MACCHINA IMPASTATRICE Matteo Martini Storia dell azienda L azienda nasce nel 1920 e nel corso degli anni ha aumentato la gamma dei prodotti: alla produzione di crescenze e stracchini (anni '60) si è aggiunta quella di robiole

Dettagli

LA DIMENSIONE DEL PROBLEMA

LA DIMENSIONE DEL PROBLEMA LA DIMENSIONE DEL PROBLEMA 31% dei lavoratori sono adibiti costantemente ad attività comportanti movimenti ripetitivi degli arti superiori (46% per oltre la metà dell orario di lavoro). 15% dei lavoratori

Dettagli

- SALTUARIASALTUARIA-OCCASIONALE

- SALTUARIASALTUARIA-OCCASIONALE LA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI IN EDILIZIA LA VALUTAZIONE DEI RISCHI L art. 168 definisce per il DDL una sequenza di azioni PARTENDO DAL POSTO DI LAVORO: 1) Individuazione e valutazione ATTIVA ai

Dettagli

PATOLOGIA DELLA CUFFIA DEI ROTATORI

PATOLOGIA DELLA CUFFIA DEI ROTATORI PATOLOGIA DELLA CUFFIA DEI ROTATORI Nel 1972 Neer coniò il termine di impingement syndrome con il quale intendeva il conflitto meccanico primario dei tendini della cuffia dei rotatori e della borsa sottoacromiale

Dettagli

La valutazione del rischio di sovraccarico biomeccanico del rachide e degli arti superiori nella mensa aziendale di un ospedale.

La valutazione del rischio di sovraccarico biomeccanico del rachide e degli arti superiori nella mensa aziendale di un ospedale. La valutazione del rischio di sovraccarico biomeccanico del rachide e degli arti superiori nella mensa aziendale di un ospedale. Dr. Alberto Baratti Dr. Angela Merogno Servizio Medicina del Lavoro, A.S.L.

Dettagli

Compiti e obblighi del Medico Competente

Compiti e obblighi del Medico Competente DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA AREA DIPARTIMENTALE MONTAGNA U.O.C. Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro Il ruolo degli RLS nella prevenzione dei rischi di natura ergonomica e da sovraccarico

Dettagli

CONVEGNO LE MALATTIE PROFESSIONALI:

CONVEGNO LE MALATTIE PROFESSIONALI: ANMIL CONVEGNO SOSTENIAMOLI SUBITO LE MALATTIE PROFESSIONALI: FENOMENOLOGIA, TUTELE E PROSPETTIVE EVOLUTIVE ROMA, SALA CONVEGNI ANMIL 14 DICEMBRE 2011 GIUSEPPE CIMAGLIA 1 OCCUPATI/DENUNCIE 2010 AGRICOLTURA

Dettagli

Corso di formazione valido come Aggiornamento Per RSPP/ASPP e DdL-RSPP di tutti i macrosettori ATECO RLS CORSI DI ERGONOMIA:

Corso di formazione valido come Aggiornamento Per RSPP/ASPP e DdL-RSPP di tutti i macrosettori ATECO RLS CORSI DI ERGONOMIA: Corso di formazione valido come Aggiornamento Per RSPP/ASPP e DdL-RSPP di tutti i macrosettori ATECO RLS CORSI DI ERGONOMIA: TRAINO E SPINTA METODO NIOSH METODO OCRA 24 CREDITI (8 crediti ogni modulo)

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO n. 81 del 9 aprile 2008 Supplemento ordinario alla G.U. n 101 del 30 aprile 2008 cosidetto TESTO UNICO

DECRETO LEGISLATIVO n. 81 del 9 aprile 2008 Supplemento ordinario alla G.U. n 101 del 30 aprile 2008 cosidetto TESTO UNICO DECRETO LEGISLATIVO n. 81 del 9 aprile 2008 Supplemento ordinario alla G.U. n 101 del 30 aprile 2008 cosidetto TESTO UNICO ANNOTAZIONI RELATIVE AGLI ASPETTI : MOVIMENTI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI MOVIMENTAZIONE

Dettagli

CONFRONTO TRA I PRINCIPALI METODI DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO PROFESSIONALE DA SFORZI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI

CONFRONTO TRA I PRINCIPALI METODI DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO PROFESSIONALE DA SFORZI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI CONFRONTO TRA I PRINCIPALI METODI DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO PROFESSIONALE DA SFORZI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI G. Ricupero*, M. Della Pasqua** * INAIL - Direzione Regionale Emilia Romagna - Consulenza

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA MOVIMENTI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA MOVIMENTI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI Data 07-01-2010 Rev. N. 00 Pagina 1 di 23 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA MOVIMENTI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI AZIENDA SEDE E UNITA OPERATIVA ISTITUTO MAGISTRALE STATALE LEONARDO DA VINCI P.zza

Dettagli

Il rischio ergonomico in agricoltura: l esperienza della. Regione Puglia. G. Di Leone. Dipartimento di Prevenzione

Il rischio ergonomico in agricoltura: l esperienza della. Regione Puglia. G. Di Leone. Dipartimento di Prevenzione Dipartimento di Prevenzione Regione Puglia SPESAL AREA NORD Assessorato alle Politiche della Salute Il rischio ergonomico in agricoltura: l esperienza della Regione Puglia G. Di Leone 1 COLTURE PREVALENTI

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI MILANO - 2 DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE SERVIZIO PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO

AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI MILANO - 2 DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE SERVIZIO PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO PATOLOGIE DELL ARTO SUPERIORE DA TRAUMA CUMULATIVO IN ADDETTI A MOVIMENTI RIPETITIVI DI UNA LAVANDERIA INDUSTRIALE E DI UN AZIENDA DI STAMPAGGIO DI MATERIE PLASTICHE PREMESSA I disturbi a carico dell apparato

Dettagli

Progettazione di posto di lavoro con impiego di INDEVA - Intelligent DEVice for handling. Read more on www.indevagroup.com

Progettazione di posto di lavoro con impiego di INDEVA - Intelligent DEVice for handling. Read more on www.indevagroup.com Progettazione di posto di lavoro con impiego di INDEVA - Intelligent DEVice for handling Read more on www.indevagroup.com Movimentazione manuale dei carichi Le attività di movimentazione manuale dei carichi

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO

RELAZIONE TECNICA DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO RELAZIONE TECNICA DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO Ai sensi dell art. 168 del D.lgs. 81/08 e s.m.i. D.S.U. Toscana Sede Legale viale Gramsci n 36 50132 Firenze Attività oggetto dell

Dettagli

Dr.ssa Vincenza Giurlando Dr.ssa Nora Vitelli Dr.ssa Enrica D Agostino Servizio Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro

Dr.ssa Vincenza Giurlando Dr.ssa Nora Vitelli Dr.ssa Enrica D Agostino Servizio Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro Rischio da sovraccarico biomeccanico del rachide e degli arti superiori nella grande distribuzione alimentare: l analisi l della valutazione e gestione del rischio da parte dell ASL di Milano Dr.ssa Vincenza

Dettagli

LINEA GUIDA Pagina 1di 15

LINEA GUIDA Pagina 1di 15 LINEA GUIDA Pagina 1di 15 LINEE GUIDA PER L EFFETTUAZIONE DEL SOPRALLUOGO per rischi di sovraccarico biomeccanico (sb) da movimentazione manuale dei carichi (mmc), da movimenti e sforzi ripetuti (sbas)

Dettagli

GDO: alcuni dati di comparto Un confronto tra dati ISTAT e INAIL. Evoluzione del settore della GDO

GDO: alcuni dati di comparto Un confronto tra dati ISTAT e INAIL. Evoluzione del settore della GDO REGIONE DEL VENETO GDO: alcuni dati di comparto Un confronto tra dati ISTAT e INAIL Linee guida della Regione Veneto per l ergonomia alla FonteISTAT: CensimentoIndustriae Servizi 2011, datoimpresee risorseumane.

Dettagli

ing. Domenico Mannelli movimentazione manuale dei carichi nei cantieri e nelle attività estrattive

ing. Domenico Mannelli movimentazione manuale dei carichi nei cantieri e nelle attività estrattive ing. Domenico Mannelli movimentazione manuale dei carichi nei patologie professionali alla schiena Le condizioni di rischio da prendere in considerazione ai fini del riconoscimento dell origine professionale

Dettagli

LA GESTIONE DELLA SICUREZZA IN AZIENDA. Relatore: Ing. Antonio Zaritto Febbraio 2015

LA GESTIONE DELLA SICUREZZA IN AZIENDA. Relatore: Ing. Antonio Zaritto Febbraio 2015 LA GESTIONE DELLA SICUREZZA IN AZIENDA Relatore: Ing. Antonio Zaritto Febbraio 2015 1 Sicurezza aziendale Norme anni 50. Serie di norme assai dettagliate per i vari rischi che si incontrano nelle attività

Dettagli

La prevenzione e la gestione dei rischi da sovraccarico biomeccanico correlato al lavoro, degli arti superiori e del rachide

La prevenzione e la gestione dei rischi da sovraccarico biomeccanico correlato al lavoro, degli arti superiori e del rachide Corsi speciali di secondo livello : Anno 2014- SEDE CENTRALE-MILANO MILANO 2-3 OTTOBRE 2014 La prevenzione e la gestione dei rischi da sovraccarico biomeccanico correlato al lavoro, degli arti superiori

Dettagli

LA GESTIONE DEL RISCHIO DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO IN UNA AZIENDA SANITARIA. Ing. Emiliano Bazzan Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione

LA GESTIONE DEL RISCHIO DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO IN UNA AZIENDA SANITARIA. Ing. Emiliano Bazzan Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione LA GESTIONE DEL RISCHIO DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO IN UNA AZIENDA SANITARIA Ing. Emiliano Bazzan Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione PREMESSA LA PROBLEMATICA IN DISCUSSIONE NELL INCONTRO E

Dettagli

Il rischio da sovraccarico biomeccanico in agricoltura: dalla valutazione del rischio alle misure di prevenzione e buone prassi ergonomiche

Il rischio da sovraccarico biomeccanico in agricoltura: dalla valutazione del rischio alle misure di prevenzione e buone prassi ergonomiche AZIENDA ULSS 20 - VERONA Il rischio da sovraccarico biomeccanico in agricoltura: dalla valutazione del rischio alle misure di prevenzione e buone prassi ergonomiche A cura di: Manuela Peruzzi, Mario Gobbi,

Dettagli

SICUREZZA SUL LAVORO: SICUREZZA SUL L COME METTERSI IN REGOLA I RISCHI FISICI ED ERGONOMICI IN AGRICOLTURA

SICUREZZA SUL LAVORO: SICUREZZA SUL L COME METTERSI IN REGOLA I RISCHI FISICI ED ERGONOMICI IN AGRICOLTURA SICUREZZA SUL LAVORO: COME METTERSI IN REGOLA I RISCHI FISICI ED ERGONOMICI IN AGRICOLTURA Dott. Roberto BEDINI Ai fini del DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2008, n. 81 per agenti fisici si intendono: il RUMORE,

Dettagli

Dott.ssa Marina Daniela BANCHIO Scuola di Specializzazione in Medicina del Lavoro Università di Torino

Dott.ssa Marina Daniela BANCHIO Scuola di Specializzazione in Medicina del Lavoro Università di Torino Dott.ssa Marina Daniela BANCHIO Scuola di Specializzazione in Medicina del Lavoro Università di Torino S.S., M, 56 aa Inviato nel Novembre 2010 presso il nostro ambulatorio dal Medico Curante per valutazione

Dettagli

Schede di rischio da sovraccarico biomeccanico degli arti superiori nei comparti della piccola industria, dell artigianato e dell agricoltura

Schede di rischio da sovraccarico biomeccanico degli arti superiori nei comparti della piccola industria, dell artigianato e dell agricoltura Schede di rischio da sovraccarico biomeccanico degli arti superiori nei comparti della piccola industria, dell artigianato e dell agricoltura Edizione 2014 Volume II Pubblicazione realizzata da INAIL -

Dettagli

1. L ATTUALE LEGISLAZIONE PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI. D.Leg n. 81 del 9 aprile 2008 e s.m.i - ART 28, COMMA 1

1. L ATTUALE LEGISLAZIONE PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI. D.Leg n. 81 del 9 aprile 2008 e s.m.i - ART 28, COMMA 1 Rapporto fra il metodo Eaws (Ergo-Uas) per la valutazione del rischio da sovraccarico biomeccanico e il metodo OCRA, in riferimento agli standard serie EN 5 e serie ISO 8---. Daniela Colombini Enrico Occhipinti,

Dettagli

Progettare le postazioni di lavoro. Lean Production e ottimizzazione ergonomica

Progettare le postazioni di lavoro. Lean Production e ottimizzazione ergonomica Progettare le postazioni di lavoro. Lean Production e ottimizzazione ergonomica La gestione del rischio ergonomico e l ottimizzazione dei tempi di produzione. Bilanciare produttività ed ergonomia Bologna

Dettagli

La patologia muscolo-scheletrica (colonna vertebrale, arti) da sovraccarico lavorativo (movimentazione manuale carichi, movimenti ripetitivi)

La patologia muscolo-scheletrica (colonna vertebrale, arti) da sovraccarico lavorativo (movimentazione manuale carichi, movimenti ripetitivi) La patologia muscolo-scheletrica (colonna vertebrale, arti) da sovraccarico lavorativo (movimentazione manuale carichi, movimenti ripetitivi). L argomento della patologia da sovraccarico biomeccanico lavorativo

Dettagli

MODELLI DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

MODELLI DI VALUTAZIONE DEI RISCHI I PRODOTTI DI Modelli per la valutazione dei rischi, Kit, Linee guida, Modello di valutazione movimentazione manuale dei carichi (cod. 300.23) DIMOSTRATIVO MODELLI DI VALUTAZIONE DEI RISCHI Modello di

Dettagli

Orientamenti/Programmi della Regione Lombardia per la prevenzione delle malattie

Orientamenti/Programmi della Regione Lombardia per la prevenzione delle malattie Orientamenti/Programmi della Regione Lombardia per la prevenzione delle malattie muscoloscheletriche a cura di Enrico Occhipinti e Natale Battevi Milano 18 settembre Clinica del Lavoro www.snop.it LE MALATTIE

Dettagli

Qualche consiglio per la gestione dei rischi per i lavoratori

Qualche consiglio per la gestione dei rischi per i lavoratori Qualche consiglio per la gestione dei rischi per i lavoratori Intervento a cura di: Stefano Fontani Milano, 22 Aprile 2015 Un po di storia.. Nel 2008 prese l avvio il «Progetto Alberghi». Il fine era la

Dettagli

18/04/2014 TECHNICAL REPORT DI ISO

18/04/2014 TECHNICAL REPORT DI ISO RME TECNICHE EUROPEE (CEN), CONNESSE ALLA DIRETTIVA MACCHINE, PER LA PREVENZIONE DEI WMSDs STANDARD NUMERO PARAMETRI Interaction between task and work-place design EN 614-2 General requirements Anthropometric

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO

RELAZIONE TECNICA DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO RELAZIONE TECNICA DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO Ai sensi dell art. 168 del D.lgs. 81/08 e s.m.i. D.S.U. Toscana Sede Legale viale Gramsci n 36 50132 Firenze Attività oggetto dell

Dettagli

GRUPPO REGIONALE ERGONOMIA - PREVENZIONE PATOLOGIE MUSCOLOSCHELETRICHE CORRELATE COL LAVORO

GRUPPO REGIONALE ERGONOMIA - PREVENZIONE PATOLOGIE MUSCOLOSCHELETRICHE CORRELATE COL LAVORO Pagina 1 di 5 ALLEGATO 11 GUIDA AL SOPRALLUOGO NELLA GDO per rischi di sovraccarico biomeccanico (sb) da movimentazione manuale dei carichi (mmc), da movimenti e sforzi ripetuti (sbas) e da posture incongrue

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO

RELAZIONE TECNICA DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO RELAZIONE TECNICA DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO Ai sensi dell art. 168 del D.lgs. 81/08 e s.m.i. D.S.U. Toscana Sede Legale viale Gramsci n 36 50132 Firenze Attività oggetto dell

Dettagli

ORIENTAMENTI PER LA ADEGUATA PROGETTAZIONE E SISTEMAZIONE DEI POSTI DI LAVORO AL FINE DI CONTENERE IL RISCHIO DI POSTURE INCONGRUE

ORIENTAMENTI PER LA ADEGUATA PROGETTAZIONE E SISTEMAZIONE DEI POSTI DI LAVORO AL FINE DI CONTENERE IL RISCHIO DI POSTURE INCONGRUE ALLEGATO 1/g ORIENTAMENTI PER LA ADEGUATA PROGETTAZIONE E SISTEMAZIONE DEI POSTI DI LAVORO AL FINE DI CONTENERE IL RISCHIO DI POSTURE INCONGRUE Al fine di lavorare in posizioni corrette (degli arti superiori

Dettagli

Aggiornamenti sul metodo del NIOSH per compiti di sollevamento variabili (VLI) ENRICO OCCHIPINTI

Aggiornamenti sul metodo del NIOSH per compiti di sollevamento variabili (VLI) ENRICO OCCHIPINTI Aggiornamenti sul metodo del NIOSH per compiti di sollevamento variabili (VLI) ENRICO OCCHIPINTI MULTITASK ANALYSIS THE BOOK (GUIDE) : READY IN JULY 2012 ISO 12295 APPLICATION DOCUMENT ANNEX A LIFTING/CARRYING

Dettagli

1.1 LAVORI IN APPALTO... 4 1.2 INTEGRAZIONI... 4

1.1 LAVORI IN APPALTO... 4 1.2 INTEGRAZIONI... 4 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 LAVORI IN APPALTO... 4 1.2 INTEGRAZIONI... 4 2. INFORMAZIONI PRELIMINARI... 5 2.1 ANAGRAFICA AZIENDALE... 5 2.2 DESCRIZIONE DELL ATTIVITA... 6 2.3 DESCRIZIONE DEI LUOGHI E DEGLI

Dettagli

RIFERIMENTI LEGISLATIVI. Titolo VI - Capo I MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI Disposizioni generali Art. 167. Campo di applicazione

RIFERIMENTI LEGISLATIVI. Titolo VI - Capo I MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI Disposizioni generali Art. 167. Campo di applicazione RIFERIMENTI LEGISLATIVI Titolo VI - Capo I MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI Disposizioni generali Art. 167. Campo di applicazione Le norme del presente titolo si applicano alle attività lavorative di

Dettagli

Schema per la raccolta della sintomatologia

Schema per la raccolta della sintomatologia Società Italiana di Medicina del Lavoro e Igiene Industriale Linee guida per la formazione continua e l accreditamento del medico del lavoro: UE WMSDs Allegato 8 Schema per la raccolta della sintomatologia

Dettagli

LA CHECKLIST DI TORINO (CDT v. 3)

LA CHECKLIST DI TORINO (CDT v. 3) LA VALUTAZIONE PRELIMINARE DEL RISCHIO DI SOVRACCARICO BIOMECCANICO: LA CHECKLIST DI TORI (CDT v. 3) A. Baracco (1), M.P. Cavatorta (2), S. Di Cuia (1), A. Pollone (1), D. Zito (1), L. Ghibaudo (2), S.

Dettagli

Servizi ed Attività: Area Sicurezza

Servizi ed Attività: Area Sicurezza Servizi ed Attività: Area Sicurezza Studio di Psicologia, Consulenza e Formazione Lògogen Consulenza Impegnato prevalentemente nel fronte della Sicurezza ed Igiene del Lavoro offrendo tra l altro la figura

Dettagli

Numero 44 /2014 Le mansioni a rischio per patologie muscoloscheletriche nei dati INAIL ******

Numero 44 /2014 Le mansioni a rischio per patologie muscoloscheletriche nei dati INAIL ****** Numero 44 /2014 Le mansioni a rischio per patologie muscoloscheletriche nei dati INAIL Nei giorni scorsi è stato pubblicato dall INAIL il II volume delle Schede di rischio da sovraccarico biomeccanico

Dettagli

CHECK LIST PER LA VALUTAZIONE DI UNA CORRETTA IMPOSTAZIONE DEL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI IN PRESENZA DI

CHECK LIST PER LA VALUTAZIONE DI UNA CORRETTA IMPOSTAZIONE DEL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI IN PRESENZA DI CHECK LIST PER LA VALUTAZIONE DI UNA CORRETTA IMPOSTAZIONE DEL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI IN PRESENZA DI - MANSIONI CHE COMPORTANO MOVIMENTAZIONE MANUALE (SOLLEVAMENTO, ABBASSAMENTO, TRASPORTO,

Dettagli

SOVRACCARICO BIOMECCANICO

SOVRACCARICO BIOMECCANICO 1 Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Medicina Sperimentale Sezione di Igiene, Medicina del Lavoro e Medicina Legale Le patologie muscoloscheletriche lavoro-correlate da SOVRACCARICO

Dettagli

L'ANDAMENTO DELLE MALATTIE PROFESSIONALI (2006-2010) Gestione / Tipo di malattia 2006 2010

L'ANDAMENTO DELLE MALATTIE PROFESSIONALI (2006-2010) Gestione / Tipo di malattia 2006 2010 L'ANDAMENTO DELLE MALATTIE PROFESSIONALI (2006-2010) Fonte: archivi Banca Dati Statistica aggiornati al 30 aprile 2011 MALATTIE PROFESSIONALI manifestatesi nel periodo 2006-2010 e denunciate, per gestione

Dettagli

Movimenti Ripetuti dell arto superiore nel territorio della Azienda USL 2: patologie, soluzioni, contributo del RLS

Movimenti Ripetuti dell arto superiore nel territorio della Azienda USL 2: patologie, soluzioni, contributo del RLS Seminario RLS la salute sul lavoro: vecchi rischi, nuova attenzione Capannori (LU) Auditorium del Dipartimento della Prevenzione Azienda USL 2 Lucca 20 gennaio 2012 Movimenti Ripetuti dell arto superiore

Dettagli

CORRETTA POSTAZIONE DI LAVORO

CORRETTA POSTAZIONE DI LAVORO CORRETTA POSTAZIONE DI LAVORO Nelle pause di lavoro (ufficiali e non) evitare di rimanere seduti e di impegnare la vista (es. leggendo il giornale o navigando su Internet) Art.175 D.Lgs.81 - Pause stabilite

Dettagli

Schede di rischio da sovraccarico biomeccanico degli arti superiori nei comparti della piccola industria, dell artigianato e dell agricoltura

Schede di rischio da sovraccarico biomeccanico degli arti superiori nei comparti della piccola industria, dell artigianato e dell agricoltura Schede di rischio da sovraccarico biomeccanico degli arti superiori nei comparti della piccola industria, dell artigianato e dell agricoltura Edizione 2012 Pubblicazione realizzata da INAIL - Consulenza

Dettagli

Patologie lavoro correlate nei ricorsi avverso il giudizio del medico competente

Patologie lavoro correlate nei ricorsi avverso il giudizio del medico competente SALUTE E SICUREZZA Mancata denuncia delle malattie professionali Patologie lavoro correlate nei ricorsi avverso il giudizio del medico competente di Martire F. *, Marino M. ** * Coordinamento Medici Legali

Dettagli

MEDICO COMPETENTE E VISITE PERIODICHE

MEDICO COMPETENTE E VISITE PERIODICHE MEDICO COMPETENTE E VISITE PERIODICHE L esecuzione delle visite periodiche, nonché di quelle svolte su richiesta dei lavoratori, rimane uno dei compiti più qualificanti dell attività del medico competente.

Dettagli

DA UNA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE AD UNA GESTIONE CONDIVISA DEL RISCHIO. Dott. Giuseppe Sergi AUSL Piacenza

DA UNA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE AD UNA GESTIONE CONDIVISA DEL RISCHIO. Dott. Giuseppe Sergi AUSL Piacenza DA UNA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE AD UNA GESTIONE CONDIVISA DEL RISCHIO Dott. Giuseppe Sergi AUSL Piacenza DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE Donna di 40 anni, peso 56 kg, altezza 164 cm Mansione

Dettagli

RLS E GESTIONE DEL RISCHIO DA MOVIMENTAZIONE PAZIENTI

RLS E GESTIONE DEL RISCHIO DA MOVIMENTAZIONE PAZIENTI Chi Siamo? RLS E GESTIONE DEL RISCHIO DA MOVIMENTAZIONE PAZIENTI Siamo dipendenti pubblici che lavorano nella Fondazione Ca Granda Ospedale Policlinico di Milano in Clinica del Lavoro Dipartimento di Medicina

Dettagli

VALUTAZIONE DEL CARICO POSTURALE IN EDILIZIA. ESPERIENZA APPLICATIVA DEL METODO OWAS SU UN GRUPPO DI FERRAIOLI.

VALUTAZIONE DEL CARICO POSTURALE IN EDILIZIA. ESPERIENZA APPLICATIVA DEL METODO OWAS SU UN GRUPPO DI FERRAIOLI. VALUTAZIONE DEL CARICO POSTURALE IN EDILIZIA. ESPERIENZA APPLICATIVA DEL METODO OWAS SU UN GRUPPO DI FERRAIOLI. Vincenzo D Elia, Pasqualina Marinilli, Villiam Alberghini UOC PSAL - Azienda USL di Bologna

Dettagli

Metodo Ocra: messa a punto di una nuova procedura per l analisi di compiti multipli con rotazioni infrequenti.

Metodo Ocra: messa a punto di una nuova procedura per l analisi di compiti multipli con rotazioni infrequenti. Metodo Ocra: messa a punto di una nuova procedura per l analisi di compiti multipli con rotazioni infrequenti. Enrico Occhipinti, Daniela Colombini, Michele Occhipinti Unità di Ricerca EPM (Ergonomia della

Dettagli

Malattie professionali da agenti fisici: i dati, le tendenze.

Malattie professionali da agenti fisici: i dati, le tendenze. Malattie professionali da agenti fisici: i dati, le tendenze. Laura Filosa Consulenza Tecnica Accertamento Rischi e Prevenzione - INAIL MERCOLEDI 7 MARZO GIOVEDI 8 MARZO M. P. DA AGENTI FISICI Novità legislative

Dettagli

4. La tutela assicurativa INAIL

4. La tutela assicurativa INAIL 4. La tutela assicurativa INAIL L infortunio sul lavoro Che cos è l infortunio sul lavoro: l evento lesivo che produce danno al lavoratore la cui causa, sia violenta, cioè acuta, di forza efficiente e

Dettagli

Indagine sul rischio da sovraccarico biomeccanico dell arto superiore nell attività di mungitura degli ovini

Indagine sul rischio da sovraccarico biomeccanico dell arto superiore nell attività di mungitura degli ovini T. Marras 1, A. Baldasseroni 2, R. Tartaglia 2, G. Sau 3, J. Rosecrance 4, L. Murgia 5, A. Pazzona 5 1 SPRESAL-Asl Sassari; 2 CeRIMP - Firenze; 3 AOU-Sassari, 4 Dept. ERHS-Colorado State University; 5

Dettagli

B. Belviso*, F. Renzetti*, L. Trimarchi* * INAIL - Direzione Regionale Emilia Romagna-Consulenza Tecnica Accertamento Rischi e Prevenzione

B. Belviso*, F. Renzetti*, L. Trimarchi* * INAIL - Direzione Regionale Emilia Romagna-Consulenza Tecnica Accertamento Rischi e Prevenzione PATOLOGIE DELL ARTO SUPERIORE DA MOVIMENTI E SFORZI RIPETITIVI IN ADDETTI DI UNA AZIENDA MANIFATTURIERA B. Belviso*, F. Renzetti*, L. Trimarchi* * INAIL - Direzione Regionale Emilia Romagna-Consulenza

Dettagli

Esempi di di misure di di prevenzione

Esempi di di misure di di prevenzione Esempi di di misure di di prevenzione (tecniche organizzative e procedurali) proposte nelle Linee operative GDO Giorgio Zecchi SPSAL AUSL di RE Nel sopralluogo di vigilanza sulle misure di tutela occorre

Dettagli

DVR. Esempio di Stampa

DVR. Esempio di Stampa DVR MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI VALUTAZIONE AZIONI DI SPINTA, TRAINO E TRASPORTO MANUALE IN PIANO (Titolo VI D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 come modificato da D. Lgs. 106/09) Azienda: Azienda SPA

Dettagli

Esperienze di di intervento partecipato e definizione di di buone pratiche per la prevenzione dei dei WMSDs nella lavorazione del Parmigiano-Reggiano

Esperienze di di intervento partecipato e definizione di di buone pratiche per la prevenzione dei dei WMSDs nella lavorazione del Parmigiano-Reggiano DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA Gruppo Caseifici di Area Vasta delle Province di Reggio Emilia, Modena, Parma e Piacenza Quarto Seminario Internazionale La prevenzione e gestione del rischio da sovraccarico

Dettagli

Numero 28 /2015 Le malattie professionali e gli infortuni sul lavoro nell anno 2014 nelle statistiche INAIL

Numero 28 /2015 Le malattie professionali e gli infortuni sul lavoro nell anno 2014 nelle statistiche INAIL Numero 28 /2015 Le malattie professionali e gli infortuni sul lavoro nell anno 2014 nelle statistiche INAIL L'INAIL ha presentato i dati degli infortuni e delle malattie professionali relativi all'anno

Dettagli

SINTOMI PRINCIPALE:DOLORE AI MOVIMENTI DELLA SPALLA

SINTOMI PRINCIPALE:DOLORE AI MOVIMENTI DELLA SPALLA 1- NELLA SPALLA I TENDINI DELLA CUFFIA DEI ROTATORI TRANSITANO FRA DUE ZONE OSSEE PRIMA DI INSERIRSI SULL OMERO 2- FREQUENTI MOVIMENTI DEL BRACCIO PROVOCANO RIPETUTE COMPRESSIONI SUI TENDINI PROVOCANDONE

Dettagli

Movimentazione manuale dei carichi Movimenti ripetitivi

Movimentazione manuale dei carichi Movimenti ripetitivi MASTER SICUREZZA Relatore: ing. Riccardo Scalcon Vicenza 20 maggio 2010 Programma della giornata La movimentazione manuale dei carichi (MMC) e i movimenti ripetuti degli arti superiori Effetti sanitari

Dettagli

Prevenzione e gestione del mal di schiena nel personale sanitario: i dati della provincia di Verona

Prevenzione e gestione del mal di schiena nel personale sanitario: i dati della provincia di Verona Verona, 6 dicembre 2007 Prevenzione e gestione del mal di schiena nel personale sanitario: i dati della provincia di Verona Mario Gobbi - Spisal Ulss 20 Verona spisal@ulss20.verona.it http://prevenzione.ulss20.verona.it

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO VIBRAZIONI MANO BRACCIO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO VIBRAZIONI MANO BRACCIO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO VIBRAZIONI MANO BRACCIO Azienda Sede BLUCAR COMUNE DI SALERNO Indirizzo: Via Diaz 18 Datore di lavoro Rossi Paolo Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione De

Dettagli

LE NORME ISO E LA VDR DI SOVRACCARICO BIOMECCANICO DA MMC L APPROCCIO ERGONOMICO DELLA NORMA ISO 11228-1: L APPROCCIO ERGONOMICO NEI SISTEMI DI LAVORO

LE NORME ISO E LA VDR DI SOVRACCARICO BIOMECCANICO DA MMC L APPROCCIO ERGONOMICO DELLA NORMA ISO 11228-1: L APPROCCIO ERGONOMICO NEI SISTEMI DI LAVORO Corso di aggiornamento LE NORME ISO E LA VDR DI SOVRACCARICO BIOMECCANICO DA MMC L APPROCCIO ERGONOMICO DELLA NORMA ISO 11228-1: Giorgio Zecchi SPSAL Reggio Emilia L APPROCCIO ERGONOMICO NEI SISTEMI DI

Dettagli

RISTORAZIONE COLLETTIVA

RISTORAZIONE COLLETTIVA RISTORAZIONE COLLETTIVA Prevenzione dei rischi per l apparato muscolo-scheletrico e per la sicurezza Progetto ASL MILANO Valeria Rossi 23/07/2010 1 HO.RE.CA IN ITALIA dati ISTAT 2001 Codice e Descrizione

Dettagli

Sovraccarico Biomeccanico dell Arto Superiore

Sovraccarico Biomeccanico dell Arto Superiore Monza, marzo 2009 Sovraccarico Biomeccanico dell Arto Superiore Didattica Non Non Formale Studenti IV IV anno anno Medicina Vero è che più e meno eran contratti secondo ch'avien più e meno a dosso; e qual

Dettagli

I rischi riferibili alla Organizzazione del Lavoro - Ergonomia MOVIMENTAZIONE MANUALE DI CARICHI E MOVIMENTI RIPETITIVI

I rischi riferibili alla Organizzazione del Lavoro - Ergonomia MOVIMENTAZIONE MANUALE DI CARICHI E MOVIMENTI RIPETITIVI I rischi riferibili alla Organizzazione del Lavoro - Ergonomia MOVIMENTAZIONE MANUALE DI CARICHI E MOVIMENTI RIPETITIVI Normativa antecedente il D.Lgs. 81/08 L 635/34: L 977/67: L 1204/71: peso massimo

Dettagli

CORSO BASE SULLA SALUTE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO

CORSO BASE SULLA SALUTE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO LICEO SCIENTIFICO BERTRAND RUSSELL CLES (Tn) CORSO BASE SULLA SALUTE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO Modulo 3: Movimentazione Manuale Carichi secondo il D.Lgs. 81/2008 s.m. e l Accordo della Conferenza

Dettagli

Corso di formazione «La prevenzione dei rischi da SBAS» La cornice e i contenuti dell intervento

Corso di formazione «La prevenzione dei rischi da SBAS» La cornice e i contenuti dell intervento Corso di formazione «La prevenzione dei rischi da SBAS» La cornice e i contenuti dell intervento Livorno 12-13 dicembre 2013 Dott.ssa Roberta Consigli, Dipartimento di Prevenzione Azienda Usl n. 6 di Livorno

Dettagli

INDICE INDICE 1 CAPITOLO I - INTRODUZIONE 5 CAPITOLO II - I RISCHI DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO IN AGRICOLTURA 11 2.1 L

INDICE INDICE 1 CAPITOLO I - INTRODUZIONE 5 CAPITOLO II - I RISCHI DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO IN AGRICOLTURA 11 2.1 L INDICE INDICE 1 CAPITOLO I - INTRODUZIONE 5 CAPITOLO II - I RISCHI DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO IN AGRICOLTURA 11 2.1 L incidenza del fenomeno e l emergenza del problema 11 2.2 Le malattie professionali

Dettagli

CORSI RSPP/ASPP Mod. B sett. 3-4-5-6

CORSI RSPP/ASPP Mod. B sett. 3-4-5-6 Programma Generale corso RSPP mod. B Macrosettori: RSPP B (at. 3, edilizia, escavazione - 60 ore) RSPP B (at. 4, manifatturiero - 49 ore) RSPP B (at. 5, chimico - 69 ore) RSPP B (at. 6, trasporti - 26

Dettagli

CHECK LIST DI INDICATORI VERIFICABILI PER AZIENDE FINO A 30 LAVORATORI

CHECK LIST DI INDICATORI VERIFICABILI PER AZIENDE FINO A 30 LAVORATORI CHECK LIST DI INDICATORI VERIFICABILI PER AZIENDE FINO A LAVORATORI La valutazione dello stress correlato al lavoro, come per tutti gli altri rischi, deve essere effettuata dal datore di lavoro che ne

Dettagli

Testo Mirafiori ALLEGATO n. 7

Testo Mirafiori ALLEGATO n. 7 Testo Mirafiori ALLEGATO n. 7 DESCRIZIONE DEL SISTEMA ERGO-UAS Il sistema ERGO-UAS comporta la valutazione ergonomica del sovraccarico biomeccanico relativo a tutto il corpo, valutando il carico statico,

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS DA LAVORO CORRELATO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS DA LAVORO CORRELATO «DVR _ STRESS LAVORO CORRELATO» Pagina 1 di 9 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS DA LAVORO CORRELATO (Art. 28 comma 1 D. Lgs. 9 aprile 2008 n.81 così come modificato dal D.Lgs. 106/09) conforme

Dettagli

LE MALATTIE PROFESSIONALI A BERGAMO 2008-2012

LE MALATTIE PROFESSIONALI A BERGAMO 2008-2012 LE MALATTIE PROFESSIONALI A BERGAMO 2008-2012 BERGAMO Premessa L INAIL, acronimo di Istituto Nazionale Assicurazione Infortuni Lavoro, assicura non solo gli infortuni sul lavoro, ma anche contro le malattie

Dettagli

Allegato 1 Planimetria con layout aziendale

Allegato 1 Planimetria con layout aziendale Allegato 1 Planimetria con layout aziendale Allegato 2 Fotografia della macchina da rottamare Macchina da sostituire e rottamare Allegato 3 Fotografia della macchina da spostare Macchina da spostare Allegato

Dettagli

MALATTIE PROFESSIONALI

MALATTIE PROFESSIONALI MALATTIE PROFESSIONALI L Informazione aiuta la Prevenzione Il lavoro è parte della tua vita, non la tua malattia. Lavorare bene ti fa bene! Malattie Professionali Lesione dovuta a causa lenta che produce

Dettagli

Lo standard accettato per le macchine non marcate CE L allegato V del D. Lgs.. 81/08

Lo standard accettato per le macchine non marcate CE L allegato V del D. Lgs.. 81/08 Lo standard accettato per le macchine non marcate CE L allegato V del D. Lgs.. 81/08 Bologna - 4 maggio 2011 Ing. Mario Alvino Coordinatore Operativo CTS L Allegato V del Testo Unico tratta i requisiti

Dettagli

Progetto Sicurezza nelle microimprese metalmeccaniche ASL TO4

Progetto Sicurezza nelle microimprese metalmeccaniche ASL TO4 Progetto Sicurezza nelle microimprese metalmeccaniche ASL TO4 Sintesi dei risultati della fase di valutazione qualitativa A cura di M. Marino*, A. Bena*, E. Farina*, G. Spolti** * SCaDU Servizio Epidemiologia

Dettagli

L ambiente come elemento di rischio

L ambiente come elemento di rischio 13 marzo 2013 L ambiente come elemento di rischio Giorgio Zecchi Servizio PSAL Azienda USL di Reggio Emilia L ambiente come elemento di rischio - postazioni di lavoro non ergonomiche - spazi liberi di

Dettagli

Percorsi formativi Anno 2012. Unità di Ricerca EPM Ergonomia della Postura e del Movimento

Percorsi formativi Anno 2012. Unità di Ricerca EPM Ergonomia della Postura e del Movimento La prevenzione e la gestione dei rischi da sovraccarico biomeccanico e da stress correlato al lavoro. Valutazione dei rischi, sorveglianza sanitaria e progettazione ergonomica Percorsi formativi Anno 2012

Dettagli

Medicina del Lavoro DANIELA COLOMBINI, E. OCCHIPINTI* Simple tools; OCRA method; repetitive movements

Medicina del Lavoro DANIELA COLOMBINI, E. OCCHIPINTI* Simple tools; OCRA method; repetitive movements La Medicina del Lavoro Med Lav 2011; 102, 1: 000-000 La valutazione del rischio da sovraccarico biomeccanico degli arti superiori con strumenti semplificati: la minichecklist OCRA. Contenuti, campo applicativo

Dettagli