2 - Il divin Poeta ha perso le rime

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "2 - Il divin Poeta ha perso le rime"

Transcript

1 La MAGIA del Bosco di Rovereto 2 - Il divin Poeta ha perso le rime Fiaba di MAURO NERI - Illustrazioni di FULBER

2 La MAGIA del Bosco di Rovereto Molto e molto tempo fa Gellindo stava passando nei pressi del castello di Lizzana, poco distante dalla città di Rovereto, quando sentì qualcuno che piangeva al di là dell alto muro di cinta. I singhiozzi e i pianti, lo sapete bene anche voi, hanno uno strano effetto su Gellindo: se c è nei paraggi qualcuno che versa lacrime disperato, Ghiandedoro non lo trattiene più nessuno! E infatti, agile come tutti gli scoiattoli, il nostro amico s arrampicò fin sulla cima di un albero lì vicino e cominciò a urlare: Ehi, chi sta piangendo? Non aver paura: ci sono qua io per aiutarti! Adesso salto e vengo a vedere di persona! Quando Gellindo atterrò nel cortile interno del maniero, non vide niente di strano. C erano, è vero, tre fanciulle che danzavano nel giardino e anche un cavaliere che stava provando la spada appena acquistata duellando con la propria ombra proiettata sulla parete del palazzo centrale, ma nessuno di loro piangeva, nessuno era disperato, nessuno si strappava i capelli Lo scoiattolo risparmioso stava già per tornare sui suoi passi, quando l occhio gli cadde sulla fontana al centro del cortile: dietro la fontana vide un ombra strana, era la sagoma di un uomo inginocchiato a terra e con la fronte che toccava l erba. Ecco dov era il disperato che piangeva singhiozzando! Ohi me poverino, so rovinato! Non c è più speranza È la fine, la fine di tutto So triste, so distrutto, sono infelice! Gellindo s avvicinò alla fontana, saltò sull orlo della vasca e Ehilà, amico! Perché stai piangendo a quel modo? Lo sconosciuto in lacrime alzò la testa: aveva gli occhi rossi di pianto e lacrimoni inconsolabili rigavano le guance e il grosso naso acquilino. Indossava una veste rosso scuro e in testa portava uno strano berretto piegato all indietro. E tu chi sei, o piccolo scoiattolo, che mi guardi da lassù e e e No! No! No! Ecco, vedi? Non è possibile Ohi misero me! È meglio andarsene lontani, è molto meglio sparire dalla vista del mondo e diventar un granello di sabbia nel deserto Io mi chiamo Gellindo Ghiandedoro e tu? Qual è il tuo nome? Io so Dante il divino Dante Alighieri, il poeta sommo, il poeta massimo, il poeta il poeta ehm, il poeta Ma basta, suvvia! Non posso continuar così! Dev esserci un modo per guarir da questo male terribile! Allora stai piangendo perché sei malato! E quale sarebbe la tua malattia? Dante si mise a sedere nell erba, sistemò l abito e raddrizzò lo strano berretto in testa, s asciugò gli occhi e il volto con un fazzoletto e poi riprese a parlare: Te l ho già detto: io di mestiere fo il poeta! Uh, che bello! Poeta nel senso che scrivi poesie? Certo, son poeta perché scrivo le poesie più belle che mai siano state scritte in italiano, però adesso Adesso sei malato, questo l ho ca-

3

4 La MAGIA del Bosco di Rovereto pito. E che tipo di malattia ti sei preso? Mi sono ammalato di rimite! Gellindo aggrottò la fronte e si grattò il ciuffo di peli in cima alla testa: Io ho sentito ancora parlar di mal di pancia, di raffreddore, anche di mal di gola e perfino di morbillo, ma di questa rimite nessuno mi ha mai detto nulla! La rimite è la malattia più grave che possa capitare a un poeta. Ieri sera ho scritto la mia ultima poesia: m è venuta di getto, l ho scritta così, senza fatica, e i versi in rima si sono incatenati gli uni agli altri con la consueta facilità. Stamattina, invece, mi sono svegliato e E? E mi sono accorto che non riesco più a metter insieme nemmeno la rima più facile! Prima ho cercato la rima di Scoiattolo e non ho trovato nemmeno una parola che terminasse in àttolo! Poi ho provato anche con la parola Alighieri, ma è stato tutto inutile... Troppo difficile! In effetti un poeta senza rime è come un pittore senza colori, un dentista senza pinze, un panettiere senza farina, una lanterna senza luce. Gellindo ci pensò sopra e poi chiese: Stanotte ti è successo qualcosa di strano? Il poeta Alighieri rimase in silenzio per due lunghi minuti, chiuse gli occhi nello sforzo di pensare e poi alla fine scosse la testa: So solo che ho fatto un brutto sogno! Un sogno che riguarda le tue poesie, vero? Ma certo, adesso che me lo dici ricordo tutto! Ho sognato che un mostro, un orco, un tiranno senza cuore aveva rapito la mia bella Beatrice, che è la luce dei miei occhi e l ispiratrice di tutte le mie poesie, rinchiudendola in una cella sulla cima di una torre altissima, difesa da tre grossi cani feroci: Potrai liberare la tua amata mi aveva detto il malvagio, solo se riuscirai a trovare la rima alle parole che quelle belve ti sottoporranno! Cosa vuoi che sia, per un bravo poeta come te, trovar la rime anche alle parole più complicate? disse Gellindo. È quel che pensavo anch io, finché il primo grosso cane non m abbaiò contro urlando: Aiuola! È una parola complicatissima, aiuola: dunque, aiuola fa rima con con ruota? No, con ruota no allora ho provoto con aurora, aroma, profumo Gellindo tossicchiò imbarazzato: E il secondo cane? Il poeta Dante si girò a guardare il suo salvatore: La parola della seconda belva era Fiore: difficile trovare una rima per fiore, vero? Fiore fa rima con con sole? No, non fa rima con sole Fiore fa rima con signora, fanciulla, donzella Gellindo interruppe l amico: Suvvia, dimmi quel che ti ha detto il terzo cane! Alighieri chinò il capo imbarazzato e parlò sottovoce: La terza rima dovevo farla con una parola impossibile: Buongiorno! E allora ho provato: buongiorno fa rima con con buonasera? No, buonasera non c entra. Allora fa rima con mattino, sonno, letto

5 2 - Il divin Poeta ha perso le rime Dovete convenire anche voi che, per essere il sommo Poeta, quel Dante con le rime era veramente un disastro! Gellindo allora lo prese per mano e lo condusse al centro del giardino, proprio là dove le tre fanciulle stavano ballando al sole e il cavaliere stava per infilzare la sua ombra con la spada nuova di zecca. Potete fermarvi un attimo e aiutare il vostro poeta? disse lo scoiattolo, facendo accomodare Dante su un sedile di pietra. Perché, qual è il problema? chiese la ragazza vestita di azzurro. Il problema è che Dante s è ammalato di rimite sì, insomma: non è più capace di trovare una rima! Oh poverello disse la giovane vestita di giallo, dev essere terribile per un poeta non saper trovare più nemmeno una rima! E noi che possiamo fare? domandò la fanciulla vestita di verde. Possiamo trovare una parola semplice semplice rispose Gellindo, e vedere se Dante riesce a sbloccarsi e a risolvere il suo problema. Una parola semplice che conosco fece allora il giovane cavaliere è Velo! Va bene, proviamo disse lo scoiattolino risparmioso. Dante, sai dirci cosa fa rima con velo? L Alighieri socchiuse gli occhi e cominciò a pensare, sforzando le meningi, respirando a fondo e increspando le labbra: Velo velo velo fa rima con con Quello che hai sopra la testa, che cos è? lo aiutò la ragazza vestita di azzurro. Il poeta strabuzzò gli occhi e Sopra la testa ho un berretto! Va bene: e sopra il berretto che c è? insistette la ragazza vestita di giallo. Dante alzò gli occhi e disse: Sopra il mio berretto ci sono le fronde di quell albero! E sopra quell albero cosa c è? sospirò spazientita la ragazza vestita di verde. Dante ci pensò sopra un istante, guardò al di là dei merli delle mura e Cl i n k!... qualcosa scattò in lui, una luce si riaccese e gli occhi si spalancarono felici: Velo fa rima con Cielo! urlarono in coro le tre ragazze, il cavaliere e il povero Dante. E Cavallo fa rima con propose allora la giovane vestita di azzurro. Dante non ci pensò su nemmeno mezzo secondo e: Fa rima con stallo, ballo, callo, giallo e poi ancora: vassallo, gallo, corallo La ragazza vestita di giallo lo interruppe a fatica e: Adesso prova con Matita! Dante chiuse gli occhi e cominciò ad elencare: Matita fa rima con vita, sparita, condita, pepita, dita Il gioco delle rime sarebbe continuato fino a notte, se Gellindo non fosse intervenuto con decisione, riprendendo Dante per la mano e riaccompagnandolo alla fontana: Ora che sei finalmente guarito dalla rimite, devi riaddormentarti e riaffrontare le tre belve che tengono prigioniera la tua povera

6

7 2 - Il divin Poeta ha perso le rime Beatrice: solo liberandola dalla cella in cima alla torre potrai tornare a essere il grande poeta che eri prima! Dante si sdraiò sull erba, chiuse gli occhi e s addormentò in pochi secondi. Poi nel sonno cominciò a parlare Aiuola, cara la mia prima belva, fa rima con suola, lenzuola, scuola, mariuola ti basta? E adesso tocca a te, seconda belva: Fiore fa rima con signore, amore, motore, bollore, rossore Ne vuoi ancora? Biancore, calore, vapore, minore, maggiore E infine eccomi a te, ultima belva feroce: sappi che Buongiorno fa rima con ritorno, storno, corno, contorno Quand ebbe finito di pronunciare la terza rima, il poeta si svegliò di soprassalto, balzò in piedi e cominciò a danzare felice, urlando al cielo la sua allegria con una poesia inventata così, sui due piedi: Non sapevo più cos era la rima, non ero più il bel poeta di prima: ero l uomo del mondo il più infelice, perché avevan rapito Beatrice! Ma ho aperto all istante un bel barattolo ed è balzato fuori uno scoiattolo: il suo nome è Gellindo Ghiandedoro essergli amico è come trovar un tesoro! Il suo nome è Ghiandedoro Gellindo, gentile e dolce come il tamarindo! Ed è così che il buon Alighieri torna divin poeta com era ieri! Danzavano in tondo le fanciulle e cantava felice anche il cavaliere, nel giardino del castello di Lizzana, che da quel giorno venne chiamato Castel Dante. Il sommo Alighieri aveva ripreso a poetare con perizia, tanto che quel giorno stesso cominciò a scrivere il suo capolavoro, quella Divina Commedia che al mondo ancora oggi tutti leggono, studiano e amano. Insomma, adesso che conosciamo questa bella storia, possiamo ben dire che, senza l aiuto del nostro Gellindo, Dante oggi non sarebbe quel che è! fine

8

9 Per saperne di più di Silvia Vernaccini IERI I potenti Castelbarco In età feudale, ovvero nell Alto Medioevo, Rovereto dipendeva da Lizzana, un rapporto che è andato ben presto invertendosi così com è oggi evidente. Lizzana, infatti, posta sull antica via romana e poi imperiale che seguiva la Valle dell Adige (a Lizzanella c era l ospizio di Sant Antonio abate, oggi chiesa parrocchiale), era protetta anche dal grande castello che la sovrastava sulla collina e del quale ora rimane qualche mozzicone al cospetto della bianca mole dell Ossario di Castel Dante. Di fronte, sul versante opposto della valle, negli stessi anni il castello di Pradaglia controllava il guado sull Adige, fino a quando venne distrutto nel 1508 dalle truppe di Massimiliano I. A quell epoca la Vallagarina era dominata dai Castelbarco, potente famiglia di Barco presso Chiusole, frazione di Pomarolo: sono loro a subentrare per vie matrimoniali alla proprietà del castello di Lizzana nel 1265 e a impossessarsi di diversi territori attorno, oltre ché nel veronese, entrando così anche in contrasto con il Principe vescovo di Trento. Tra i suoi membri spicca Guglielmo di Castelbarco, che ricostruisce il preesistente fortilizio di Rovereto e fa circondare le case da solide mura. Investito «della signoria di Lizzana colla villa di Roveredo», fu anche Podestà di Verona e amico quindi dei suoi Signori, gli Scaligeri; di larghe vedute, capì subito la posizione strategica di Rovereto, allora borgo, che ebbe così subito una piazza del mercato (1292), la fiera degli animali e la possibilità di vendere il sale nella zona cinta da mura del borgo (via Maz- Ciò che rimane, oggi, del potente castello di Lizzana, è solo qualche brandello di muro.

10 zini e via Garibaldi). La chiesetta dedicata a San Tomaso Becket, sulla sponda del Leno, gli parve insufficiente e fece allora costruire la chiesa della Madonna del Carmine all altra estremità di Rovereto. Arrivò il XV secolo e Venezia, che aveva già occupato Verona, mirava a conquistare Trento attraverso la Vallagarina. Così, nel 1405 i Castelbarco concludono con Venezia un alleanza diplomatica, al contempo difensiva e offensiva, ma quando nel 1416 la Serenissima entra a Rovereto, Aldrighetto Castelbarco chiama in suo aiuto il Conte del Tirolo Federico Tascavuota, il quale accetta però il denaro della ricca Venezia e se ne torna a casa. Ma non fu un gran male, perché i vivaci veneziani stimolarono il risveglio economico e urbanistico della città: questi ampliarono infatti l abitato inglobando la Torre Civica eretta attorno al Trecento a difesa della porta urbica settentrionale (nel 1519 le furono inseriti orologio e campana, mentre successivamente venne eliminata la merlatura originaria) ed edificarono una nuova chiesa intitolata a San Marco, consacrata nel 1462, che un secolo dopo si staccherà dalla Pieve di Lizzana divenendo a sua volta parrocchia. Poi, però, inizia anche per la Repubblica di Venezia il declino: viene sconfitta nella famosa Battaglia di Calliano del 10 agosto 1487, anche se poi riesce comunque a continuare a governare ancora in Vallagarina fino al 1509, quando il castello e la città vengono definitivamente circondati dall esercito imperiale. Nel maniero dove soggiornò Dante Nella frazione di Lizzana, poco a sud di Rovereto, a copertura di un basso colle dove oggi s eleva l austero e solenne Ossario in memoria dei soldati caduti nella Prima guerra mondiale, sorgeva il Castello di Lizzana del quale rimane visibile (all interno dell area dell Ossario) solo un mozzicone di muraglia e una cisterna. Un tempo, però, anche grazie alla sua felice posizione, era tra i più estesi complessi del Trentino; nel giugno del 1014, infatti, quando l imperatore Arrigo II detto il Santo venne ospitato nel castello, pare vi potesse soggiornare con tutto il suo sèguito di migliaia di persone. Il castello come il dosso che lo ospita, sul finire dell Ottocento in piena stagione irredentista presero il nome di Castel Dante. La tradizione popolare, infatti, vuole che il poeta Dante Alighieri, agli inizi del Trecento (1302/03), fosse ospitato nel castello da Guglielmo di Castelbarco, suo feudatario e amico di Can Grande della Scala, della potente e nobile famiglia di Verona. Da una finestra del castello, osservando la frana postglaciale dei poco distanti Lavini (Slavini) di Marco, Dante avrebbe tratto ispirazione per descrivere lo scenario del settimo girone dell Inferno della Divina Commedia, là dove scontano la pena il Minotauro e gli uomini violenti. Era loco ov a scender / la riavenimmo, alpestro / qual è quella ruina che / nel fianco di qua da Trento, / l Adice percosse o per / tremoto o per sostegno / manco che da cima del monte / si mosse è il verso che trovate inciso su un pietrone visibile lungo la strada statale all altezza delle case di Marco. Certo è che sono molti i paesi e i castelli a vantare la presenza del sommo poeta, ad esempio il vicino Castello di Sabbionara d Avio, ma la storia è un altra cosa! Intanto qui all Ossario un vecchio rovere ricorda l emblema della città dal toponimo latino Roboretum ovvero bosco di roveri ma da quassù, la Rovereto che si delinea sotto di voi, è comprensibilmente ormai ben diversa da quella medioevale. Nella pagina seguente: l Ossario di Castel Dante.

11 OGGI Sacrario dei Caduti di Castel Dante Rovereto, Colle di Castel Dante tel chiuso lunedì e festivi; proprietà del Ministero della difesa L Ossario e gli Artiglieri Un solenne Ossario ( ), in memoria di oltre 20mila soldati italiani e austriaci, cecoslovacchi e ungheresi, noti e non, caduti durante la Prima guerra mondiale (le spoglie sono state qui traslate da vari cimiteri di guerra), s eleva sulle rovine dell antico castello di Lizzana. Si tratta di una costruzione a cilindro a due piani, sorta sul vecchio cimitero di guerra presente sul colle; al piano superiore si trovano l altare e le tombe di Damiano Chiesa e Fabio Filzi (con Cesare Battisti, sepolto nel mausoleo sul Doss Trento, sono riconosciuti come i tre eroi dell Irredentismo); al piano terra una lapide e una fiamma perenne ricordano le medaglie d oro della Legione Trentina. Il registro dei nomi dei soldati sepolti è consultabile in loco. È un luogo di silenzio, ma anche di confronto fra due mondi di guerre: quelle lontane delle investiture medioevali e quelle a noi più vicine dei conflitti mondiali dello scorso secolo. Al cancello d ingresso, infatti, si trovano le trincee dei fanti della Brigata Aquila che avevano qui conquistato la posizione nel dicembre Da qui, ancora, prende avvio la Strada degli Artiglieri, intitolata ai soldati della Prima guerra mondiale decorati di Medaglia d oro al valor militare; termina alla Baita degli Alpini da dove, in pochi minuti, un sentiero guida alla Grotta Damiano Chiesa, il martire roveretano accusato di appartenere al movimento irredentista durante la Grande Guerra. Un cannone da 149 mm al suo interno ne testimonia l uso come postazione: qui una lapide ricorda che nel Damiano Chiesa e gli artiglieri della 963ˆ compagnia combatterono fino allo spasimo contro l esercito austriaco. La strada, costruita negli anni Quaranta, reca incisi su lapidi in marmo i nomi degli Artiglieri e la quiete dell oggi pare quasi incredibile, se rapportata alla tragedia di quel lontano conflitto. Al termine della Strada degli Artiglieri si aprono i Lavini di Marco (vedere scheda del racconto Dino Lavinio ha il mal di denti ).

12 Una passeggiata a Vale la pena, e non è faticosa, la passeggiata circolare nota come Camminando nella Pace (1 km), che dal piazzale di Castel Dante guida alla Campana della Pace sul Colle di Miravalle facendovi incontrare cinque installazioni commemorative in tre lingue dedicate a uomini che si sono impegnati per la non violenza: Aldo Capitini, Mahatma Gandhi, Nelson Mandela, Martin Luter King, Giorgio La Pira. A sinistra: la Campana della Pace Maria Dolens. A destra: l installazione dedicata a Martin Luther King.

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Gellindo Ghiandedoro e la scopa della signora Fabene Befana

Gellindo Ghiandedoro e la scopa della signora Fabene Befana Gellindo Ghiandedoro e la scopa della signora Fabene Befana I RACCONTI DEL BOSCO DELLE VENTI QUERCE - FIABA DI MAURO NERI - ILLUSTRAZIONI DI FULBER Era proprio destino che quell anno dal cielo cadessero

Dettagli

Gellindo Ghiandedoro e il triste compleanno di Bellondina

Gellindo Ghiandedoro e il triste compleanno di Bellondina Gellindo Ghiandedoro e il triste compleanno di Bellondina I RACCONTI DEL BOSCO DELLE VENTI QUERCE - FIABA DI MAURO NERI - ILLUSTRAZIONI DI FULBER Quando al mattino Gellindo si sveglia al suono della prima

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Parco naturale La Mandria

Parco naturale La Mandria Parco naturale La Mandria La favola di Rosa Ciao bambini io sono Turcet, il topolino che vive qui al Castello! Quando ero piccolo mio Nonno Topone mi raccontò la storia del Re Vittorio Emanuele e della

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Il piccolo Arco Baleno viveva tutto solo sopra una nuvola. La sua nuvoletta aveva tutte le comodità: un letto con una grande coperta colorata, tantissimi

Dettagli

le #piccolecose che amo di te

le #piccolecose che amo di te Cleo Toms le #piccolecose che amo di te Romanzo Proprietà letteraria riservata 2016 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08605-9 Prima edizione: febbraio 2016 Illustrazioni: Damiano Groppi Questo libro

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi Concorso Nazionale di poesia città di Foligno Sezione Ragazzi LA VITA La vita è come un libro illustrato Dal quale spesso rimani affascinato A tal punto che resteresti incollato E vorresti sfogliarla tutta

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania Cara Arianna, ciao, io sono Federica D.L. e abito a Latina e frequento la scuola elementare dell IC Don

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE Urlo d amore Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE racconti brevi www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maria Antonietta Bafile Tutti i diritti riservati A tutti gli innamorati... A tutti gli amori assurdi

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

UN FIORE APPENA SBOCCIATO

UN FIORE APPENA SBOCCIATO UN FIORE APPENA SBOCCIATO "Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque creda in Lui non perisca, ma abbia vita eterna" (Giovanni 3:16). uesto verso racchiude tutto

Dettagli

Aiutato da due suoi amici della stessa età, Junior e Christian, Benjamin si procurò degli occhiali a raggi x in grado di vedere dentro le case e

Aiutato da due suoi amici della stessa età, Junior e Christian, Benjamin si procurò degli occhiali a raggi x in grado di vedere dentro le case e Natale a Sonabilandia Era la mattina di Natale e a Sonabilandia, un paesino dove tutti sono sempre felici, non c'era buon umore e in giro non si vedeva neanche un sorriso; questo perché in tutte le case

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

Giovani poeti crescono.

Giovani poeti crescono. Giovani poeti crescono. L amicizia Passa un aereo Passa un treno Ma cosa si portano sul loro sentiero? E un qualcosa di luminoso Sarà la notte che fugge via o forse solo la vita mia?. Ora ho capito che

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

Candela bianca. Silvia Angeli

Candela bianca. Silvia Angeli Candela bianca È successo ancora. Il buio della stanza mi chiama alla realtà. Abbandono riluttante le coperte calde, rifugio sicuro e accendo una candela bianca, con la sua fiamma dorata. È successo di

Dettagli

ANYWAY - IN NESSUN MODO

ANYWAY - IN NESSUN MODO ANYWAY - IN NESSUN MODO Non voglio sapere che devo morire Non avrò bisogno di sapere che devo provare Non imparerò mai come muovermi a tempo Non riesco a sentirlo in nessun modo Non terrò gli occhi aperti

Dettagli

La principessa dal dente smarrito

La principessa dal dente smarrito La principessa dal dente smarrito LA VALLE DELLE MILLE MELE - FIABA DI MAURO NERI - ILLUSTRAZIONI DI FULBER DISEGNO DA FARE IL SOGGETTO POTREBBE ESSERE LAMPURIO COL MAL DI DENTI Come mai quel visino così

Dettagli

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna 33 poesie una dedicata al calcio e una alla donna Salvatore Giuseppe Truglio 33 POESIE una dedicata al calcio e una alla donna www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Salvatore Giuseppe Truglio Tutti

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5 Ombra di Lupo Chiaro di Luna Tratto da Lupus in Fabula di Raffaele Sargenti Narrazione e Regia Claudio Milani Adattamento Musicale e Pianoforte Federica Falasconi Soprano Beatrice Palombo Testo Francesca

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Sulle orme del cuore

Sulle orme del cuore Sulle orme del cuore GAIA TORTI SULLE ORME DEL CUORE A chi leggerà queste righe. A chi aprirà il suo cuore leggendole. Alle mie amiche, che mi hanno sempre incoraggiato a scrivere. Alla mia famiglia.

Dettagli

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto 330 ELENA ARMILLEI musica e si univano miracolosamente. - - caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- - occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto - informare sullo stato di tua

Dettagli

VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA

VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO E. TOTI - Scuola statale dell Infanzia di Musile di Piave - A.S..2008-09 VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA Siete invitati alla nostra festa che si

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO

L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO di Giovannella Massari Sopra un prato verde chiaro l alberello se ne stava e guardandosi un po in giro, tristemente sospirava. Nessun albero lì intorno, su quel

Dettagli

Commemorazione degli adolescenti suicidi Raccolta di poesie di Giulia Venturini

Commemorazione degli adolescenti suicidi Raccolta di poesie di Giulia Venturini Commemorazione degli adolescenti suicidi Raccolta di poesie di Giulia Venturini 1 editoriale Ieri ho sofferto il dolore, non sapevo che avesse una faccia sanguigna, le labbra di metallo dure, una mancanza

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA

IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA Associazione culturale per la promozione del Teatro Musicale contemporaneo P.Iva 04677120265 via Aldo Moro 6, 31055 Quinto di Treviso - Tv IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA TERZA VERSIONE autore:

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

PERCORSO DANTESCO A VERONA

PERCORSO DANTESCO A VERONA PERCORSO DANTESCO A VERONA In giro per Verona sulle orme di Dante SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CAVALCHINI - MORO PIAZZA BRA Al tempo di Dante non esistevano i palazzi che vediamo ora, c'erano solo

Dettagli

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le risposte dei ragazzi, alcune delle quali riportate sotto, hanno messo in evidenza la grande diversità individuale nel concetto

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

IL VIAGGIO DI SCIANTAH di Kamil Kileny

IL VIAGGIO DI SCIANTAH di Kamil Kileny لش حن لطح ح ل ة ر كام ل ك يالني IL VIAGGIO DI SCIANTAH di Kamil Kileny traduzione italiana riga per riga, parola per parola curata da Pier Luigi Farri plfarri@vbscuola.it 1 Due buoni fratelli. Sciantah

Dettagli

Quando eravamo scimmie

Quando eravamo scimmie Quando eravamo scimmie Zio, è vero che tu insegni antro... non mi ricordo più come si chiama. Antropologia, sì è vero Chiara. Mi spieghi cos è? Che non è mica tanto chiaro. Sedetevi qui, anche tu, Elena.

Dettagli

La voce de "Gli Amici"

La voce de Gli Amici Gli Amici La voce de "Gli Amici" domenica 11 agosto 2002 La domenica con Gesù Tempo ordinario Domenica 11 agosto 2002 Gesù si ritira a pregare L'artista della settimana Carmela Parente La scuola della

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì!

Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì! Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì! Limerik di Ettore (nipotino grande) 9 PREFAZIONE È stata un emozione

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato.

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Traccia Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Per la preghiera: impariamo il canto per la celebrazione del perdono recitiamo insieme il Confesso e l Atto di dolore

Dettagli

(da La miniera, Fazi, 1997)

(da La miniera, Fazi, 1997) Che bello che questo tempo è come tutti gli altri tempi, che io scrivo poesie come sempre sono state scritte, che questa gatta davanti a me si sta lavando e scorre il suo tempo, nonostante sia sola, quasi

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

La rivelazione della Parola di Dio

La rivelazione della Parola di Dio Domenica, 26 settembre 2010 La rivelazione della Parola di Dio Salmo 119:130- La rivelazione delle tue parole illumina; rende intelligenti i semplici. Apro la bocca e sospiro, per il desiderio dei tuoi

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

I bambini e le bambine di classe 1^ B

I bambini e le bambine di classe 1^ B I bambini e le bambine di classe 1^ B Editrice Scuola Primaria Anna Frank Garlate a.s. 2013-2014 1 I bambini e le bambine di classe 1^ B IL FILO DELLE STORIE Editrice Scuola Primaria Anna Frank Garlate

Dettagli

Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi

Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi La grande quercia del bosco era molto vecchia. Nella corteccia del tronco e dei rami, i solchi lasciati dal tempo erano profondi. Non sapeva ancora quanto le

Dettagli

Ti voglio bene, mamma

Ti voglio bene, mamma F E S T A della... Ti voglio bene, mamma! Dettato Ti voglio bene mamma, quando mi sveglio e vedo il tuo viso che mi sorride. Ti voglio bene mamma, quando pranziamo insieme e poi mi aiuti a fare i compiti.

Dettagli

I colori dell autunno

I colori dell autunno I quaderni di Classe II A Scuola Secondaria di I Grado A. Zammarchi Castrezzato (BS) I colori dell autunno Haiku Poëtica Novembre 2009 Poëtica Classe II A - Scuola Secondaria di I Grado A. Zammarchi -

Dettagli

Auguri mamma! Festa della mamma 2014

Auguri mamma! Festa della mamma 2014 Festa della mamma 2014 Quest anno dedichiamo alla mamma un intero libro. Si tratta de L abbraccio di David Grossman, splendido nell edizione Mondadori illustrata da Michal Rovner. Il nostro libro si presenterà

Dettagli

La strada che non andava in nessun posto

La strada che non andava in nessun posto La strada che non andava in nessun posto All uscita del paese si dividevano tre strade: una andava verso il mare, la seconda verso la città e la terza non andava in nessun posto. Martino lo sapeva perché

Dettagli

IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni

IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni CANZONE: QUESTO VESTITO BELLISSIMO Giacobbe: Ecco, figlio qui per te una cosa certo che ti coprirà, ti scalderà, e poi sarà un pensiero mio per te. Ti farà pensare a me, al

Dettagli

La vita di LUCIA. raccontata ai fanciulli

La vita di LUCIA. raccontata ai fanciulli PRIMA PARTE La vita di LUCIA raccontata ai fanciulli Ciao, bambini. Io sono Lucia, Santa Lucia. Tra qualche giorno sarà la mia festa; chiaramente siete tutti invitati! Però, per prepararci meglio a questa

Dettagli

ADDORMENTARSI PERCHÉ NON SAPEVA CHE COSA FARE IL GIORNO DOPO. ALLA FINE SI RICORDÒ CHE MANCAVANO POCHI GIORNI AL PERIODO DURANTE IL QUALE

ADDORMENTARSI PERCHÉ NON SAPEVA CHE COSA FARE IL GIORNO DOPO. ALLA FINE SI RICORDÒ CHE MANCAVANO POCHI GIORNI AL PERIODO DURANTE IL QUALE CAPITOLO II DON ABBONDIO NON RIUSCÌ AD ADDORMENTARSI PERCHÉ NON SAPEVA CHE COSA FARE IL GIORNO DOPO. ALLA FINE SI RICORDÒ CHE MANCAVANO POCHI GIORNI AL PERIODO DURANTE IL QUALE NON SI POTEVANO CELEBRARE

Dettagli

POESIE PER IL POETA DELL ANNO SCUOLA SECONDARIA MONTERADO

POESIE PER IL POETA DELL ANNO SCUOLA SECONDARIA MONTERADO POESIE PER IL POETA DELL ANNO SCUOLA SECONDARIA MONTERADO FAMIGLIA Famiglia è un insieme di persone che riescono a scaldarti il cuore; ti aiutano a passare i momenti peggiori, sanno sempre che fare, sanno

Dettagli

Libretto B 6-8 anni. www.avventuresuimontipallidi.it 2015 Provincia autonoma di Trento. Ideazione, direzione artistica e illustrazioni di

Libretto B 6-8 anni. www.avventuresuimontipallidi.it 2015 Provincia autonoma di Trento. Ideazione, direzione artistica e illustrazioni di Ideazione, direzione artistica e illustrazioni di Valentina Gottardi / crisidellaprospettiva.com Libretto B 6-8 anni www.avventuresuimontipallidi.it 2015 Provincia autonoma di Trento Avventure sui Monti

Dettagli

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi)

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi) Elena Ana Boata Il viaggio di Anna Proprietà letteraria riservata. 2007 Elena Ana Boata 2007 Phasar Edizioni, Firenze. www.phasar.net I diritti di riproduzione e traduzione sono riservati. Nessuna parte

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

10 - E per finire... due storie di tigri indiane

10 - E per finire... due storie di tigri indiane I RACCONTI INDIANI DI GELLINDO GHIANDEDORO 10 - E per finire... due storie di tigri indiane FIABA DI MAURO NERI - ILLUSTRAZIONI DI FULBER I RACCONTI INDIANI DI GELLINDO GHIANDEDORO È vero che domattina

Dettagli

PROVA DI ITALIANO. Scuola Primaria. Classe Seconda. Rilevazione degli apprendimenti INVALSI. Anno Scolastico 2009 2010

PROVA DI ITALIANO. Scuola Primaria. Classe Seconda. Rilevazione degli apprendimenti INVALSI. Anno Scolastico 2009 2010 Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca INVALSI Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione PROVA ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

Dettagli

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19.

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19. Insegnante intervistata: 12 anni di insegnamento; al momento dell intervista insegna nelle classi II di una scuola primaria Durata intervista: 30 minuti 1. Ti chiederei gentilmente di pensare ad un bambino

Dettagli

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo.

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo. Estate_ Era una giornata soleggiata e piacevole. Né troppo calda, né troppo fresca, di quelle che ti fanno venire voglia di giocare e correre e stare tra gli alberi e nei prati. Bonton, Ricciolo e Morbidoso,

Dettagli

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato Due sequenze tratte da due film assai diversi e lontani nel tempo: Charlot soldato di Charlie Chaplin (1918) e L attimo fuggente di Peter

Dettagli

PROVE DI VERIFICA FINE ANNO SCOLASTICO

PROVE DI VERIFICA FINE ANNO SCOLASTICO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 CLASSE TERZA PROVE DI VERIFICA FINE ANNO SCOLASTICO Le prove saranno somministrate negli ultimi quindici giorni di Maggio. 1 Nome... data Pippi festeggia il suo compleanno Un

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Nel Principio. Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO

Evangelici.net Kids Corner. Nel Principio. Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO Il primo uomo di Barbara Wilmerton Haas Evangelici.net Kids Corner Nel Principio Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO In quattro giorni Dio creò tantissime cose.

Dettagli

Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù. Poesia della mia prima elementare

Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù. Poesia della mia prima elementare Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù Poesia della mia prima elementare Sebbene faccio la classe prima Non mi è difficile parlare in rima, teco l augurio che il cuor mi detta

Dettagli

Marco Marcuzzi. Pensieri IL SAMARITAN ONLUS

Marco Marcuzzi. Pensieri IL SAMARITAN ONLUS Marco Marcuzzi Pensieri IL SAMARITAN ONLUS PREFAZIONE Questi pensieri sono il frutto dell esperienza di vita e dell intuizione di un amico che ancora oggi coltiva con cura, pazienza e amore la sua anima.

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi Motivazione del gruppo Comincia l anno educativo per i bambini del nido. Alcuni bimbi entrano per la prima volta al nido e devono attraversare il periodo delicato

Dettagli

ΟΝΟΜΑΤΕΠΩΝΥΜΟ ΜΑΘΗΤΗ/ΤΡΙΑΣ: ΤΟ ΕΞΕΤΑΣΤΙΚΟ ΔΟΚΙΜΙΟ ΑΠΟΤΕΛΕΙΤΑΙ ΑΠΟ ΕΠΤΑ ( 7) ΣΕΛΙΔΕΣ

ΟΝΟΜΑΤΕΠΩΝΥΜΟ ΜΑΘΗΤΗ/ΤΡΙΑΣ: ΤΟ ΕΞΕΤΑΣΤΙΚΟ ΔΟΚΙΜΙΟ ΑΠΟΤΕΛΕΙΤΑΙ ΑΠΟ ΕΠΤΑ ( 7) ΣΕΛΙΔΕΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ 2011-2012 Μάθημα: Iταλικά Επίπεδο: 3 Διάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία:

Dettagli

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata ISIS F.S. NITTI Palomba Chiara 2D Alice si è ora svegliata La mia storia ha inizio sei anni fa,quando ho conosciuto quello che pensavo fosse l amore della mia vita. All inizio era tutto perfetto: c era

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

La mia Storia. nome. cognome. Istituto Comprensivo di Scuola Primaria di Classe II sez. By Maestra Luciana. Spazio riservato alla foto del bambino

La mia Storia. nome. cognome. Istituto Comprensivo di Scuola Primaria di Classe II sez. By Maestra Luciana. Spazio riservato alla foto del bambino La mia Storia nome Spazio riservato alla foto del bambino cognome Istituto Comprensivo di Scuola Primaria di Classe II sez. Questa è la copia del mio documento d identità: ( Spazio riservato alla copia

Dettagli

Maggio 2014 San Vito. Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane

Maggio 2014 San Vito. Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane Maggio 2014 San Vito Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane PRIMO INCONTRO In cerchio. Presentazione dell attività e delle regole Presentazione (sedute in cerchio). Mi chiamo.la favola/fiaba

Dettagli