INTRODUCING LOLA. An inside and hands-on look to a distance musical performance and education A/V streaming system. WORKSHOP April 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INTRODUCING LOLA. An inside and hands-on look to a distance musical performance and education A/V streaming system. WORKSHOP 02-04 April 2012"

Transcript

1 INTRODUCING LOLA An inside and hands-on look to a distance musical performance and education A/V streaming system WORKSHOP April 2012 Conservatorio Giuseppe Tartini, Trieste (Italy)!!!!!

2 INDEX INDICE Workshop Programme!!!! p. 1 Programma del Workshop!!!! Understanding LOLA!!!! p. 4 Comprendere LOLA!!!!! p. 9 Speakers and musicians biographies!! p. 15 Biografie relatori e musicisti!!!! Programme welcome Videoconcert OUTSIDE ANOMALIES II!!!! p. 22 Programma Videoconcerto di benvenuto OUTSIDE ANOMALIES II!!!! Videomusical works notes and artists biographies! p. 24 Note opere videomusicali e biografie artisti!! Credits!!!!!! p. 32 Crediti!!!!!!

3 PROGRAMME Monday, April 2 nd Arrival and registration Welcome to the workshop, introduction! Mario Diego, Presidente del Conservatorio Tartini! Massimo Parovel, Direttore del Conservatorio Tartini! Roberto Cosolini, Sindaco della Città di Trieste! Maria Teresa Bassa Poropat, Presidente della Provincia di Trieste! Elio de Anna, Assessore alla Cultura, Sport, Relazioni Internazionali e! Comunitarie - Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia LOLA developing Team (Carlo Drioli, Nicola Buso, Claudio Allocchio and Paolo Pachini) The LOLA system: history, and a detailed insight view; technical, networking and artistic challenges and solutions. Il sistema LOLA: storia ed esame dettagliato; problematiche e soluzioni tecnologiche, di rete e artistiche. Sven Ubik (Network CESNET, Czech Republic) The MVTP-4k box and LOLA, a collaboration towards hi-end audio-video systems. I sistemi MVTP-4k box e LOLA, una collaborazione orientata verso sistemi audio-video ad alte prestazioni. Welcome concert OUTSIDE ANOMALIES II Audiovisual works by young artists of Tartini s Music and New Technologies Department Opere audiovisive di giovani artisti della Scuola di Musica e Nuove Tecnologie del Conservatorio Tartini Sala Victor de Sabata del Ridotto del Teatro Verdi - Trieste Gala dinner - Harris Grill, Piazza Unità d Italia - Trieste - 1 -

4 Tuesday, April 3 rd LOLA performing demo session I! Teresa Trevisan - Flavio Zaccaria, piano duo: works by J.S. Bach. " Laura Agostinelli - Sebastiano Frattini, violin duo: B. Bartòk duets Coffee break LOLA performing test session II!! Guest participants (under reservation)! Partecipanti esterni (su prenotazione) Buffet Lunch LOLA performing test session III! Guest participants (under reservation)! Partecipanti esterni (su prenotazione) Round table for reactions and comments (especially by the performers). Tavola rotonda per reazioni e commenti (specialmente da parte degli esecutori) Trip to the Miramare Castle Visita al Castello di Miramare Dinner for participants - Ristorante Il Barattolo, Ponterosso - Trieste - 2 -

5 Wednesday, April 4 th Thomas Solak (Royal Danish Academy of Music) Claudio Allocchio (GARR) (30 min) Legacy videoconferencing systems on general internet connections vs. a highly specialized system on research and education networks: pros, cons, and different experiences in distance music education.! Sistemi di videoconferenza tradizionali operanti su connessioni Internet! generiche vs. sistemi altamenti! specializzati operanti sulle reti! dell educazione e della ricerca: pro e contro; differenti esperienze! nell educazione musicale a distanza. John Chevers (DANTE) (30 min)! The GÉANT Network: Enabling European Collaboration. "! La rete GÉANT : rendere possibile la collaborazione su scala europea. Jeremy Cox (Association Européenne des Conservatoires) (30 min) The chance for a general coordination action and large scale optimization in the European music e-learning and e-performing scenario: the European musical academies perspective. L opportunità di un coordinamento generale e di una ottimizzazione su larga scala nello scenario del e-learning ed e-performing europeo: il punto di vista delle accademie musicali europee. Athina Zampara (European Commission) (30 min) The new challenge for advanced networks: the EU Institutions point of view. La nuova sfida per le reti avanzate: il punto di vista delle Istituzioni UE Coffee break Round table for perspectives discussion and conclusions. Tavola rotonda per discussione sulle prospettive e conclusioni

6 UNDERSTANDING THE LOLA (LOw LAtency) PROJECT Introduction LOLA project aims to enable real time musical performances where musicians are physically located in remote sites, connected by advanced network services, like the ones provided by the NRENs and GEANT and other International backbones. The project motivation comes directly from musicians who are currently engaged into many geographically distributed activities (Concerts, MasterClasses, Teaching, Recording Sessions, etc.) which require them a lot of travel and result in a big time waste. LOLA provides a tool which permits musicians to perform many more rehearsals before a concert, for example, giving them much more time to refine the performance before they join together for the event; they can engage in MasterClasses teaching students around the world even when they are located in distant sites, including the ability to perform together with the student during the lesson, and enabling many more students to participate without the need of travel; they can take part in recording sessions without the need to travel to the recording studio, etc. But LOLA provides also the ability to perform real concerts for the public, with distributed performers, and distributed audience, too. It thus opens a new fully unexplored performance scenario, with new challenges and new opportunities. LOLA is a project developed by Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini from Trieste (Italy) in collaboration with GARR, the Italian Research and Academic Network, and was conceived in 2005 after a demonstration of the first intercontinental viola MasterClass between the GARR National User s Conference in Pisa (Italy), and the New World Symphony music academy in Miami (USA). Apart from the Conservatorio Tartini site, which is connected to GARR backbone on a dark fiber, with a dedicated 1G lambda reserved for LOLA (provided by the Trieste Research Metropolitan Optical Network Lightnet ) the other remote site involved has been the IRCAM site in Paris, connected to RENATER also at 1Gb (general use). Other sites are on the way to participate in a wider experimentation of LOLA around European NRENs and Internet2. The project research and development team is composed by Massimo Parovel (Conservatorio Tartini Director and project supervisor), Paolo Pachini (project coordinator), Carlo Drioli (software development), Nicola Buso (audio engineering, musical advice and testing) from Conservatorio Tartini, and Claudio Allocchio (network engineering and testing) from GARR; Teresa Trevisan and Flavio Zaccaria (piano duo and piano teachers at Conservatorio Tartini) are the project field testers and music consultants, providing user s experience feedback and setting the user s requirements

7 Technical Challenges and Network Requirements The big initial challenge for LOLA was to create audio/video CODECs with a very low latency: existing CODECs were far beyond the acceptable latency of 60ms (round trip time RTT), which is the limit where human perception starts to detect a delay in sound and video. This study required a lot of investigation and field testing of different hardware and software solutions; most of existing developments, indeed, were optimized for non real time operations (recording) or for broadcasting (non interactive). Also the networking CODECs approach was conceived for slow, unreliable networks, resulting in higher latency, too. The solution was identified by applying to audio/video conferencing device designed for high speed robotic and industrial processing control, re-writing from scratch both the camera and audio control software. The networking packet drivers were also greatly re-engineered, focusing on a different target network: fast, reliable and bandwidth over provisioned. As a consequence, LOLA asks for a high set of end-to-end network features: Bandwidth: LOLA sends uncompressed audio/video data, grabbing them from the hardware and sending to the remote site over the network totally unprocessed. The amount of data sent depends on camera resolution, frame rate, and pixel depth: a 640x480 pixels, black & white, 30fps, 2x bit audio (minimal configuration) requires 94Mbps end-to-end; the color version, 60fps, is over 500Mbps, and increases even more with higher video resolutions and audio multi-channels. Reliability: video, and especially audio, badly tolerate data loss. LOLA does not implement any data loss recovery feature to save time, thus the network must provide a very reliable 0 packet loss performance for hours. Stability: as LOLA does not buffer audio/video information (even if it can use some buffers, to adapt to less optimal conditions), network jitter must be very stable (<3ms at 30fps, <6ms at 60fps). Routing: LOLA can work both at layer 2 (Ethernet circuit) and layer 3 (routed IP). As any hop, especially at layer 3, introduces latency, the network path shall minimize hops. When available, end-to end layer 2 or layer 1 optical circuits (lambdas) should be used, and they become a requirements at the high configuration settings; at minimal configuration LOLA can run on shared IP circuits. QoS: LOLA is able to use DIFFSERV when available, to get better network perormances. Security features: any action on network packets introduces latency; thus firewalls, packet filters, etc. shall be avoided on the end-to-end path. NAT: also NAT introduces latency, and shall be avoided

8 Geographical paths: the longest is the physical patch end-to-end, the largest is the network latency (a rule-of-the-thumb states ~ 1ms per 100Km on current multi-gigabit-style NRENs and backbones). Current NRENs and backbones do not (yet) consider shortest geographical path as a critical parameter in design. LOLA requires this to be considered, too. The above considerations clearly show that only advanced NRENs and backbones (GEANT, Internet2, etc.) can satisfy LOLA requirements. Indeed, the challenge to further reduce latency is now on the network side (shortest path, faster electronics, circuits-on-demand, etc.). The LOLA session between Trieste and Paris at the Network Performing Arts Production Workshop in November 2010 was done crossing the Conservatorio Tartini LAN, the Trieste Lightnet Metropolitan Optical Network, the GARR backbone, GEANT, the RENATER backbone, the IRCAM 1Gbps last mile and the IRCAM LAN. traceroute traceroute to ( ), 30 hops max, 40 byte packets 1 ru-afamtart-rc-ts1.ts1.garr.net ( ) ms ms ms 2 rc-ts1-rt-mi2.mi2.garr.net ( ) ms ms ms 3 rt-mi2-rt1-mi1.mi1.garr.net ( ) ms ms ms 4 garr.rt1.mil.it.geant2.net ( ) ms ms ms 5 as0.rt1.gen.ch.geant2.net ( ) ms ms ms 6 so rt1.par.fr.geant2.net ( ) ms ms ms 7 renater-gw.rt1.par.fr.geant2.net ( ) ms ms ms 8 te paris2-rtr-001.noc.renater.fr ( ) ms ms ms MPLS Label=16128 CoS=0 TTL=255 S=1 9 * * * 10 ircam-vl374-te1-4-paris2-rtr-021.noc.renater.fr ( ) ms ms ms 11 gw-dmz.rezo.ircam.fr ( ) ms ms ms Here is the network use (GARR backbone between Trieste and Milan), with LOLA in minimal configuration (Saturday, between 12:00 and 17:00): - 6 -

9 Apart from the technical issues above, during some of the tests it became clear that current GEANT backbone can run into bandwidth allocation conflicts for different applications. Here is another traffic graph showing LHC data transfers competing with LOLA streaming data, over the GARR-GEANT access link (Monday): Thus, LOLA also required some bandwidth reservation (1Gbps) / traffic shaping in order to sustain its network requirements. Musical requirements and challenges LOLA aims to reproduce the remote presence (audio and video) of the musician on the remote site, but at the same time it must be minimally invasive of the environment where the musicians perform. Thus, technically it requires a very careful sound capturing and reproduction system (surround); when reproducing the remote instrument, the biggest challenge is to make it sound as a real acoustic instrument being played there, together with the real instruments on site. Also the presence, look and feel of the sound image of the remote musician must fit into the local environment as if he/she was there, from the expected position, the expected size, etc. The technical installations shall also be transparent to the environment (one of the existing challenges is that video cables cannot be too long to work at the required low latency for example). Another musical challenge is the sound environment where musicians play together; they always adapt their interpretation to the sound ambience (reverberation, echos, volume, etc.) of the site where they are. When merging together two (or more) sites with LOLA, we create a totally new mixed environment, where the sound (but also spatial) response in one site must keep into consideration also the situation on the other(s) site(s). The more experiment we do with LOLA, the more new challenges and opportunities are discovered

10 The future work in progress LOLA is work in progress, and also its requirements on the network are evolving. Even if it can run in minimal configuration on shared production networks like the NRENs and GEANT, it is an evident potential customer of bandwidth on demand and circuit on demand services, as it can easily have a schedule for reharshals, concerts, MasterClasses, etc. even without a permanent dedicated network infrastructure. Using the LOLA system will more and more ask for optimized geographical and network paths between sites, too. As current development with color, higher resolutions in images and sound (multi-channels) goes into production, also the network requirements will consequently increase. Other fields of application LOLA can be used in any other environment where real time audio/video collaboration and presence is required: from other performing arts (dance, theater, etc) to medical applications (remote control of equipment), to remote audio/video data collections where real time is essential and who knows the rest - 8 -

11 COMPRENDERE IL PROGETTO LOLA (LOw LAtency) Introduzione Il progetto LOLA ha come obiettivo quello di rendere possibili esecuzioni musicali a distanza con musicisti collocati fisicamente in luoghi distanti fra loro, ma connessi tramite servizi di rete avanzati tipo quelli forniti dalle dorsali internazionali delle reti della ricerca (NRENs), GARR, GEANT e altre. La necessità del progetto discende direttamente dalle esigenze dei musicisti che vengono normalmente coinvolti in molte attività geograficamente distribuite (Concerti, MasterClass, Insegnamento, Sessioni di Registrazione, ecc.), attività che obbligano a molti spostamenti e producono il risultato di una notevole perdita di tempo. LOLA costituisce invece, per esempio, uno strumento che permette ai musicisti di realizzare un maggiore numero prove in vista di un concerto, assicurando loro molto più tempo per rifinire l esecuzione prima di ritrovarsi assieme per l evento. Ancora, i musicisti possono impegnarsi in MasterClass insegnando a studenti sparsi nel mondo anche se gli studenti sono collocati in località lontane fra loro, offrendo in più la possibilità di suonare con lo studente durante la lezione e permettendo a molti più studenti di partecipare senza bisogno di raggiungere fisicamente il docente. I musicisti possono inoltre prender parte a sessioni di registrazione senza doversi recare nello studio di registrazione, e così via. Ma LOLA offre anche la possibilità di eseguire veri concerti per il pubblico, con esecutori, ma anche gruppi di uditori distribuiti in luoghi diversi. Per questo il sistema apre scenari performativi inediti e completamente inesplorati, con nuove stimolanti sfide e opportunità. LOLA é un progetto sviluppato dal Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini di Trieste in collaborazione col GARR, la Rete Italiana della Ricerca e dell Università, ed é stato concepito nel 2005 dopo una dimostrazione svolta in occasione della prima MasterClass Internazionale di Viola a distanza, tenuta collegando la Conferenza Nazionale degli Utenti GARR a Pisa con la New World Symphony Music Academy a Miami (USA). Oltre al sito del Conservatorio Tartini, connesso alla dorsale GARR su fibra ottica con una lambda dedicata da 1Gb riservata a LOLA e fornita da Lightnet (la Rete Ottica Metropolitana per la Ricerca della città di Trieste), l altro sito remoto coinvolto nella prima dimostrazione pubblica é stato quello dell IRCAM di Parigi, connesso a RENATER ugualmente a 1Gb (per uso generale). Altri siti sono in procinto di partecipare nel quadro di una più ampia sperimentazione di LOLA attraverso le NRENs europee ed Internet2 negli Stati Uniti

12 Il team di ricerca e sviluppo del progetto é composto, da parte del Conservatorio Tartini, da Massimo Parovel (direttore del Conservatorio e supervisore del progetto), Paolo Pachini (coordinatore del progetto), Carlo Drioli (sviluppatore del software), Nicola Buso (audio engineering, testing e consulenza musicale) e, da parte del GARR, da Claudio Allocchio (network engineering e testing). Teresa Trevisan e Flavio Zaccaria (duo pianistico e docenti di pianoforte al Conservatorio Tartini) sono i tester del progetto sul campo e i consulenti musicali che forniscono un riscontro d esperienza e stabiliscono i requisiti dal punto di vista dell utente. Sfide tecniche e requisiti di rete. Per LOLA la grande sfida iniziale é stata quella di creare dei CODEC A/V (audio/ video) a bassissima latenza: i CODEC esistenti erano largamente al di là della soglia di latenza accettabile di 60ms (round trip time = RTT), che rappresenta il limite al di sopra del quale la percezione umana inizia a rilevare un ritardo nel suono e nel video. Questa ricerca ha richiesto molte investigazioni e verifiche sul campo per esplorare differenti soluzioni hardware e software. La maggior parte delle implementazioni esistenti, in ogni caso, erano ottimizzate per operazioni in tempo differito (registrazione) o per broadcasting (non interattivo). Anche l approccio ai CODEC per il networking era concepito per reti lente e non affidabili, con l identico risultato di causare un alta latenza. La soluzione é stata trovata applicando al conferencing A/V strumenti disegnati per il controllo ad alta velocità di processamenti robotici e industriali, riscrivendo da capo il software sia per il controllo della telecamera che del device audio. Anche i driver di impacchettamento dei dati per la rete sono stati profondamente re-ingegnerizzati, focalizzandosi verso un target di rete differente: veloce, affidabile e dall ampiezza di banda ridondante. Come conseguenza LOLA richiede un insieme di caratteristiche di rete, da terminale a terminale, di alto livello: Ampiezza di banda: LOLA invia dati A/V non compressi, catturandoli dall hardware e spedendoli senza alcun processamento al sito remoto attraverso la rete. L ammontare dei dati inviati dipende dalla risoluzione, frequenza dei fotogrammi e profondità in pixel della telecamera: a 640x480 pixel di risoluzione, in bianco e nero, con 30 fps (fotogrammi al secondo), 2 canali audio a khz e pixel di 24 bit (configurazione minima), LOLA richiede 94Mbps da terminale a terminale. La versione a colori, a 60fps, richiede più di 500Mbps che crescono ulteriormente con risoluzioni video più alte e audio multicanale

13 Affidabilità: il video e specialmente l audio tollerano malamente la perdita di dati. LOLA, per risparmiare tempo di calcolo, non implementa alcuna funzione di ricostruzione dei dati persi, per questo la rete deve fornire per ore e ore una performance molto affidabile a 0 perdita di pacchetti. Stabilità: dato che LOLA non usa un vero sistema di memoria tampone per gestire l informazione A/V (anche se delle piccole compensazioni di memoria tampone possono essere usate per adattarsi a condizioni meno ottimali) il jitter di rete deve essere molto stabile (<3ms a 30fps, <6ms a 60fps). Routing: LOLA può lavorare sia a livello 2 (circuito Ethernet) che a livello 3 (routed IP). Dato che ogni salto (hop), specialmente a livello 3, introduce latenza, il percorso di rete deve minimizzare i salti. É preferibile che, quando disponibili, vengano utilizzati circuiti ottici (lambda) da terminale a terminale; i circuiti ottici sono comunque un requisito indispensabile delle impostazioni di configurazione per le massime prestazioni, mentre nella configurazione minima LOLA può funzionare su circuiti IP condivisi. QoS: LOLA é in grado di usare DIFFSERV quando disponibile per ottenere migliori prestazioni di rete. Caratteristiche di sicurezza: ogni azione sui pacchetti di rete introduce latenza; per questo elementi come firewall, filtri di pacchetto, ecc. devono essere evitati nel percorso da terminale a terminale. NAT: anche il NAT introduce latenza e perciò deve essere evitato. Percorsi geografici: più lungo é il collegamento fisico da terminale a terminale più é grande la latenza della rete (un regoletta stabilisce che viene aggiunto 1ms per ogni 100Km sugli attuali NRENs e dorsali tipo multi-gigabit). Gli attuali NRENs e dorsali non considerano (per ora) il più breve percorso geografico come un parametro critico del loro disegno. LOLA invece richiede che venga preso in considerazione anche questo aspetto. Le precedenti considerazioni mostrano chiaramente che solo gli NRENs e le dorsali avanzate (GEANT, ecc.) possono soddisfare i requisiti di LOLA. Inoltre la sfida a ridurre ulteriormente la latenza é trasferita adesso nel dominio della rete (percorsi più corti, elettronica più rapida, circuiti on demand, ecc.). La sessione di LOLA tra Trieste e Parigi, in occasione del Workshop Network Performing Arts Production del November 2010, é stata effettuata attraversando la LAN del Conservatorio Tartini, la Rete Ottica Metropolitana Lightnet di Trieste, la dorsale GARR, GEANT, la dorsale RENATER, l ultimo miglio a 1Gbps dell IRCAM e, infine, la LAN dell IRCAM

14 traceroute traceroute to ( ), 30 hops max, 40 byte packets 1 ru-afamtart-rc-ts1.ts1.garr.net ( ) ms ms ms 2 rc-ts1-rt-mi2.mi2.garr.net ( ) ms ms ms 3 rt-mi2-rt1-mi1.mi1.garr.net ( ) ms ms ms 4 garr.rt1.mil.it.geant2.net ( ) ms ms ms 5 as0.rt1.gen.ch.geant2.net ( ) ms ms ms 6 so rt1.par.fr.geant2.net ( ) ms ms ms 7 renater-gw.rt1.par.fr.geant2.net ( ) ms ms ms 8 te paris2-rtr-001.noc.renater.fr ( ) ms ms ms MPLS Label=16128 CoS=0 TTL=255 S=1 9 * * * 10 ircam-vl374-te1-4-paris2-rtr-021.noc.renater.fr ( ) ms ms ms 11 gw-dmz.rezo.ircam.fr ( ) ms ms ms Questo é l utilizzo della rete (dorsale GARR tra Trieste e Milano), con LOLA nella sua configurazione minima (giornata di sabato, tra le ore 12 e 17): Oltre alle implicazioni tecniche sopramenzionate, durante alcuni dei test é risultato chiaro che l attuale dorsale GEANT può portare, per applicazioni concorrenti, a conflitti nell allocazione della larghezza di banda. Questo é un altro grafico di traffico che mostra i trasferimenti di dati di LHC mentre sono in competizione con i dati di streaming di LOLA, sul link di accesso GARR-GEANT (nella giornata di lunedì): Perciò anche LOLA, per riuscire a sostenere i suoi requisiti di rete, ha richiesto larghezza di banda riservata (1Gbps) oppure lo shaping del traffico

15 Requisiti e problematiche musicali Il sistema LOLA cerca di ricreare la presenza (con l audio e il video) del musicista collocato nella postazione remota, ma allo stesso tempo deve essere il meno possibile invasivo degli ambienti dove suonano i musicisti. Per questo, dal punto di vista tecnico, viene richiesta una captazione e riproduzione del suono (con sistema surround) molto accurata; nel riprodurre lo strumento remoto la più grande sfida é quella di farlo percepire come un vero strumento acustico che viene suonato sul posto assieme agli altri realmente presenti. In questo senso la presenza, il look and feel dell immagine sonora del musicista remoto devono adattarsi anche all ambiente locale, come se lui/lei fossero lì nella posizione e nella dimensione che ci si attende, ecc. Persino le installazioni tecnologiche dovrebbero essere trasparenti rispetto all ambiente (una delle problematiche esistenti, ad esempio, é che, per riuscire a lavorare alla bassa latenza richiesta, i cavi video non possono essere troppo lunghi). Un ulteriore problematica musicale é rappresentata dall acustica dell ambiente nel quale i musicisti suonano assieme, dato che essi sono da sempre abituati ad adattare la loro interpretazione all ambienza sonora della sala in cui sono collocati (i.e. riverberazione, echi, volume, ecc.). Quando due (o più) ambienti vengono mischiati assieme tramite LOLA, noi creiamo un ambiente misto completamente nuovo, nel quale la risposta acustica (ma anche spaziale) di una sala deve tenere in considerazione anche la situazione dell altra(e) sala(e). Più avanziamo con le sperimentazioni di LOLA, più vengono alla luce nuove sfide e opportunità. Il futuro work in progress LOLA é un work in progress e anche i suoi requisiti di rete sono in evoluzione. Sebbene possa funzionare in configurazione minima su reti di produzione condivise, come le NRENs e GEANT, essa é con ogni evidenza un potenziale cliente di servizi di larghezza di banda e di circuiti on demand, visto pure che l attività supportata può facilmente svilupparsi attraverso una programmazione accurata di prove, concerti, MasterClass e quant altro perfino senza una infrastruttura di rete dedicata permanente. L utilizzo del sistema LOLA richiederà inoltre sempre di più la presenza fra i siti di percorsi geografici e di rete ottimizzati. Quando infine entreranno in funzione gli sviluppi in corso del sistema, riguardanti il colore e le risoluzioni più elevate sia dell immagine che del suono (audio multicanale), si innalzeranno per conseguenza anche i requisiti di rete

16 Altri campi di applicazione LOLA può essere usata in qualsiasi altro contesto nel quale sia richiesta la compresenza e la collaborazione audiovisiva in tempo reale: dalle altre arti performative (danza, teatro, ecc.), alle applicazioni mediche (controllo remoto di strumentazione), alla raccolta di dati A/V ove sia essenziale il tempo reale...e chi sa quanti altri ancora... LOLA 2008 Project Production Conservatorio di Musica G. Tartini - Trieste Project Implementation Paolo Pachini, general coordination Carlo Drioli, programming Nicola Buso, testing and musical advice Claudio Allocchio (Consortium GARR), testing and networking advice Massimo Parovel, conception and supervision

17 SPEAKERS and MUSICIANS BIOGRAPHIES!!!!!! BIOGRAFIE RELATORI e MUSICISTI!!!!! Claudio Allocchio studied astrophysics and particle physics, but also music (piano). In 1985 he started his computer networking activities at CERN and then returned to Trieste (1988). Among the founders of GARR NREN, he managed the COSINE mail gateway services (early 90s) and the Italian Naming Authority (.it regulator). Since 1991, he is a member of the application area directorate at IETF. He is the GARR senior technical director for advanced applications and security areas. Claudio Allocchio ha studiato astrofisica e fisica delle particelle, ma anche musica (pianoforte). Nel 1985 ha iniziato la sue attività di ricercatore sulle reti di calcolo al CERN; nel 1988 é ritornato a Trieste. Tra i fondatori della NREN del GARR, ha gestito i servizi di mail gateway di COSINE (allʼinizio degli anni ʼ90) e lʼautorità Italiana per il Naming (regolatore.it ). Dal 1991 é membro del direttorio dellʼarea applicazioni allo IETF. Eʼ senior technical director del GARR per lʼarea applicazioni avanzate e sicurezza. Nicola Buso. After a diploma in pianoforte (Aiello) and a degree in philosophy (Perissinotto, Tarca), Nicola Buso received his diploma in electronic music (Vidolin) and a PhD in musicology (Orcalli). He has attended Masterclasses on composition (Dalla Vecchia, Guarnieri, Lachenmann, Ligeti) and conducting (Descev). He had published papers in nationals journals (Aut Aut, Diastema, Quaderni del laboratorio Mirage, Musica/tecnologia) as well internationals journals (DAI public, Enschede; Journal of the A. Schönberg Center, Wien); as sound director he held several concerts at Asolo, Bologna, Pesaro, Ravenna, Roma, Treia (Macerata), Venezia, A Coruña, Buenos Aires, Strasbourg; his compositions have been performed in Bologna, Brescia, Firenze, L'Aquila, Milano, Treviso, Venezia, Verona, Bydgoszczy, Berlin, Köln, Leipzig, Boston, New York. Presently he collaborates with the Archivio Luigi Nono in Venice, with the ensemble L'arsenale, and he teaches electronic music at the Conservatorio G. Tartini of Trieste. Nicola Buso. Conseguito il diploma in pianoforte (Aiello), Nicola Buso si diploma in musica elettronica (Vidolin), si laurea in filosofia (Perissinotto, Tarca) e ottiene il dottorato in musicologia (Orcalli). Ha seguito masterclasses di composizione (Dalla Vecchia, Guarnieri, Lachenmann, Ligeti) e direzione d'orchestra (Descev). Ha pubblicato articoli in riviste nazionali (Aut Aut, Diastema, Quaderni del laboratorio Mirage, Musica/ tecnologia) e internazionali (DAI public, Enschede; Journal of the A. Schönberg Center, Wien); ha curato regie del suono a Asolo, Bologna, Pesaro, Ravenna, Roma, Treia (Macerata), Venezia, A Coruña, Buenos Aires, Strasburgo; sue composizioni sono state eseguite a Bologna, Brescia, Firenze, L'Aquila, Milano, Treviso, Venezia, Verona, Bydgoszczy, Berlino, Colonia, Lipsia, Boston, New York. Collabora con l'archivio Luigi Nono (Venezia), con l'ensemble L'arsenale. Insegna musica elettronica presso il conservatorio G. Tartini di Trieste. John Chevers is Chief Business Development Officer at DANTE, where he has worked since He is responsible for the relationship between DANTE and its partners in the pan-european GÉANT network and also for liaison with large international research projects using the infrastructure. John completed a BSc in Physics at Queen Mary and Westfield College followed by an MSc in Optoelectronics at University College London and Supélec, France. His PhD from the University of Strathclyde used time-resolved fluorescence spectroscopy to study the formation of sol-gel glasses and was completed in Subsequently he worked at Marconi Optical Components and Bookham Technology developing optoelectronic modules for the telecom industry

18 John Chevers é ʻChief Business Development Officerʼ presso DANTE, struttura dove lavora sin dal Eʼ responsabile delle relazioni tra DANTE e i suoi partenr nella rete pan-europea GÉANT e anche per il coordinamento con i progetti internazionali di ricerca su larga scala che usano lʼinfrastruttura. Jonh ha completato un BSc in Fisica al ʻQueen Mary and Westfield Collegeʼ, seguito da un MSc in Optoelettronica presso le Università di Londra e di Supélec (France). Nella sua ricerca di PhD, completata nel 2000 presso la Università di Strathclyde, ha utilizzato la spettrografia a fluorescenza risolta nel tempo per studiare la formazione di lenti sol-gel. In seguito John ha lavorato presso la ʻMarconi Optical Components and Bookham Technologyʼ dedicandosi allo sviluppo di moduli optoelettronici per lʼindustria delle telecomunicazioni. Jeremy Cox has been Chief Executive of the European Association of Conservatoires (AEC) since January Prior to joining the AEC, Jeremy had more than ten years experience as Dean of the Royal College of Music in London, with overall responsibility for learning, teaching and research in that institution. Jeremy read Music at Oxford University and completed his Doctorate there in His specialist field is the songs of Francis Poulenc. While at Oxford, he sang in the Chapel Choir of New College and subsequently performed with a number of specialist chamber choirs, including the ʻClerkes of Oxenfordʼ. Alongside his work in a range of Music departments and institutions across the UK, including three years in Scotland, he pursued an active career as a singer and conductor and occasionally turned his hand to composition, mainly for voice and chamber ensembles. Jeremy has been closely involved in European developments in higher music education since the start of the Bologna Process and was the chief architect of the AECʼs ʻPolifoniaʼ Learning Outcomes that are now widely used as reference points across the European higher music education sector. He has written AEC guides on Curriculum Design & Development and on Admissions & Assessment, and has worked as an expert advisor for the AEC and for the Tuning Process in Europe and Australia. He is a strong believer in the role that a low latency audio-visual streaming system can play in the development of auditioning, learning, teaching and assessment practices for conservatoires in the 21 st Century. Jeremy Cox é capo esecutivo della Associazione Europea dei Conservatori (AEC) dal Gennaio Prima di arrivare al AEC jeremy ha maturato più di dieci anni di esperienza come Decano del Royal College of Music di Londra, con la responsabilità complessiva per lʼapprendimento, lʼinsegnamento e la ricerca di quellʼistituzione. Jeremy ha studiato musica allʼuniversità di Oxford, dove ha completato il suo Dottorato nel Il suo campo di specializzazione sono le liriche di Francis Poulenc. Durante la permanenza ad Oxford, cantava nel Chapel Choir of New College ed in seguito ha fatto parte di numerose formazioni specializzate nella musica corale da camera, tra cui i Clerkes of Oxenford. A fianco del suo lavoro in diversi dipartimenti di Musica e istituzioni attraverso il Regno Unito, tra cui tre anni in Scozia, ha proseguito una intensa carriera come cantante e direttore e occasionalmente si é anche cimentato nella composizione, principalmente per voce e insiemi da camera. Jeremy si é fortemente impegnato negli sviluppi europei dellʼeducazione musicale superiore sin dallʼinizio del processo di Bologna ed é stato il principale architetto del progetto Polifonia Learnign Outcomes dellʼaec, ormai largamente usato come standard di riferimento nellʼalta formazione musicale europea. Ha scritto le Guide dellʼaec per il Curriculum Desig & Development e per lʼ Admission & Assessment, ha lavorato come consulente esperto per lʼaec e per il Tuning Process in Europa e Australia. Crede fortemente nel ruolo che un sistema di streaming audio/video a bassa latenza può svolgere nello sviluppo delle pratiche di audizione, apprendimento, insegnamento e valutazione nei Conservatori del XXI secolo

19 Carlo Drioli is an Assistant Professor at the Department of Mathematics and Computer SCience of the University of Udine. He received the Laurea degree in Electronic Engineering and the Ph.D. Degree in Electronic and Telecommunications Engineering from the University of Padova, in 1996 and 2003, respectively. From 1996 to 2001, he has been a researcher with the Centro di Sonologia Computazionale (CSC) of the University of Padova, in the field of sound and voice analysis and processing. From 2001 to 2002, he was a visiting researcher at the Royal Institute of Technology (KTH), Stockholm, Sweden, with the support of the European Community through a Marie Curie Fellowship. In he was with the Department of Phonetics and Dialectology of the Institute of Cognitive Sciences and Technology of the Italian National Research Council (ISTC-CNR), where he pursued research on voice processing and emotional speech synthesis. From 2005 to 2011 he joined the University of Verona, Department of Computer Science, as a research assistant and adjunct professor. Since 2008 he has a collaboration with the Tartini Music Conservatory of Trieste and Consortium GARR, for the development of LOLA, a low latency audio/video streaming system oriented to distributed musical performaces. His current research interests are in the fields of multimedia signal processing, sound and voice coding by means of physical modeling, speech analysis and synthesis. Carlo Drioli é Ricercatore presso il Dipartimento di Matematica e Informatica dell'università degli Studi di Udine. Ha conseguito la Laurea in Ingegneria Elettronica e il Dottorato di ricerca in Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni presso l'università di Padova, nel 1996 e 2003 rispettivamente. Dal 1996 al 2001, Ë stato ricercatore presso il Centro di Sonologia Computazionale (CSC) dell'università di Padova, nel campo dell'analisi ed elaborazione del suono e della voce. Dal 2001 al 2002 é stato visiting researcher presso il Royal Institute of Technology (KTH), Stoccolma, Svezia, con il sostegno della Comunità europea attraverso una borsa Marie Curie. Nel ha lavorato presso il Dipartimento di Fonetica e Dialettologia dell'istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del Consiglio Nazionale delle Ricerche italiano (ISTC-CNR), dove ha svolto una ricerca sullʼelaborazione del parlato e sulla sintesi vocale emotiva. Dal 2005 al 2011 e' stato presso l'università di Verona, Dipartimento di Informatica, in qualità di assistente di ricerca e professore a contratto. Dal 2008 collabora con il Conservatorio G. Tartini di Trieste ed il Consortium GARR per lo sviluppo di LOLA, un sistema per lo streaming audio/video a bassa latenza orientato alla performance musicale a distanza. I suoi attuali interessi di ricerca sono nel campo dellʼelaborazione dei segnali multimediali, della codifica di audio e voce per mezzo di modelli fisici, dell'analisi e della sintesi vocale. Paolo Pachini is active as an instrumental and electroacoustic composer since His compositions have been performed in Italy and abroad in contests like Festival Nuova Consonanza (Rome), Teatro Carlo Felice (Genoa), Festival Archipel (Geneva) and Festival Wien Modern. In 1996 he won the CEMAT Quarant anni nel duemila prize with the composition Due inverni identici. Since 2000 he is also active as a video-artist. In this domain he realized the video-opera An Index of Metals (music by Fausto Romitelli, production Fondation Royaumont - Paris, Ensemble ICTUS - Bruxelles, premiere Paris 2003); the video scenography for the musical theater action Un avatar del Diavolo (music by Roberto Doati, production La Biennale di Venezia, premiere Venezia 2005); the video-opera Descrizione del Diluvio (music by Mauro Lanza, production Fondation Royaumont - Paris, La Monnaie - Bruxelles, GRAME - Lyon, premiere Lyon 2008); the video-opera Chute(s), a triptych on the idea of the Fall (musics by Raphael Cendo, Martin Matalon, Michael Jarrell, production musikfabrik - Köln, GRAME - Lyon, Fondation Royaumont - Paris, premiere Paris 2009). In and he has been Artiste-Professeur Invité at le Fresnoy - Studio National des Arts Contemporains of Tourcoing (Lille, Francia). Since 2001 he is professor of Integrated Audiovisual Composition at the School of Music and New Technologies of the Tartini Conservatory in Trieste. For the Tartini he is also coordinating the project LOLA, dedicated to the development of very low latency streaming systems for remote musical production and performance applications

20 Paolo Pachini é attivo come compositore sia strumentale che elettroacustico dal Sue composizioni sono state eseguite in Italia e all estero in contesti quali Il Festival di Nuova Consonanza (Roma), il Teatro Carlo Felice (Genova), il Festival Archipel (Ginevra) e il Festival Wien Modern. E stato vincitore nel 1996 del premio CEMAT Quarant anni nel duemila con la composizione Due inverni identici. Dal 2000 é attivo anche come videoartista. In tale veste ha realizzato la video-opera An Index of Metals (musica di Fausto Romitelli, commissione Fondation Royaumont - Parigi, Ensemble ICTUS - Bruxelles, prima esecuzione Parigi 2003); le videoscenografie dell azione di teatro musicale Un avatar del Diavolo (musica di Roberto Doati, commissione La Biennale di Venezia, prima esecuzione Venezia 2005); la videoopera Descrizione del Diluvio (musica di Mauro Lanza, commissione Fondation Royaumont - Parigi, La Monnaie - Bruxelles, GRAME - Lione, prima esecuzione Lione 2008); la video-opera Chute(s), tre quadri sull idea di caduta (musiche di Raphael Cendo, Martin Matalon, Michael Jarrell, commissione GRAME - Lione, Fondation Royaumont - Parigi, musikfabrik - Colonia, prima esecuzione Parigi 2009). Nel e nel é stato Artiste-Professeur Invité presso le Fresnoy - Studio National des Arts Contemporains di Tourcoing (Lille, Francia). Dal 2001 é professore di Composizione Audiovisiva Integrata presso la Scuola di Musica e Nuove Tecnologie del Conservatorio Tartini di Trieste. Per il Tartini coordina inoltre il progetto LOLA, dedicato alla realizzazione di sistemi di streaming a bassa latenza per applicazioni di produzione e performance musicale a distanza. Thomas Solak, born 1964 in Denmark, began his musical career as organist in He was employed by Vindinge Church from and at St. Lawrence Church from During these periods, he has also worked as a soloist and chamber musician at numerous concerts at home and abroad, among other things in collaboration with trumpeter Martin Corfix. In 1985 he was admitted to the Royal Danish Academy of Music in piano as major subject. In 1993 he went from music teacher exam as a pianist and music teaching diploma in music theory. Since 1992, Thomas Solak was employed as a teacher of music theory courses at the Royal Danish Academy of Music, Music School Ishøj MGK, and in a period of two years at the University of Copenhagen, Department of Musicology. As a composer and arranger, he has wide experience and has been especially productive in church music and in musical productions and rhythmically-improvised music. Since 1995, Thomas Solak worked extensively with computer-aided instruction and in collaboration with composer Erik Højsgaard led a two-year development project at the Royal Danish Academy of Music. Thomas Solak, nato nel 1964 in Danimarca, ha iniziato la sua carriera musicale come organista nel Ha collaborato con la Chiesa Vindinge tra il 1979 e il 1989 e con la Chiesa St. Lawrence dal 1989 al Durante questi periodi ha anche lavorato come solista e musicista da camera in numerosi concerti in patria e allʼestero, tra le altre cose in collaborazione col trombettista Martin Corfix. Nel 1985 é stato ammesso alla Royal Danish Academy of Music nella classe di pianoforte. Nel 1993 ha sostenuto lʼesame come insegnante di pianoforte e il diploma dʼinsegnamento per la teoria musicale. SIn dal 1992 Thomas Solak ha lavorato come docente di corsi di teoria musicale alla Royal Danish Academy of Music, alla Music School Ishøj MGK e per due anni allʼuniversità di Copenhagen, Dipartimento di Musicologia. Come compositore e arrangiatore, Thomas ha una vasta esperienza ed é stato attivo specialmente nel campo della musica da chiesa e nella produzione di musical e musica improvvisata. Sin dal 1995 ha lavorato intensamente nel campo dellʼistruzione musicale coadiuvata da computer e, sempre in questo settore, ha condotto in collaborazione con il compositore Erik Højsgaard un progetto di sviluppo di due anni alla Royal Danish Academy of Music

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Microsoft Innovation Center Roma Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Il MIC Roma Cos è Uno dei risultati dei protocolli di intesa tra il Ministero della Pubblica Amministrazione e l

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI. Cisco Networking Academy CISCO NETWORKING ACADEMY.

ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI. Cisco Networking Academy CISCO NETWORKING ACADEMY. Profilo ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI CISCO NETWORKING ACADEMY Educazione e tecnologia sono due dei più grandi equalizzatori sociali. La prima aiuta le persone

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO:

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO: Due mondi, due culture, due storie che si incontrano per dare vita a qualcosa di unico: la scoperta di ciò che ci rende unici ma fratelli. Per andare insieme verso EXPO 2015 Tutt altra storia Il viaggio

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 MADE IN ITALY SOL - Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2013 Sol è un sistema basato interamente sull interpretazione di innovativi principi di calcolo

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy Culture Programme 2007- -2013 Nuoro, 9 Novembre 2010 Marzia Santone-CCP Italy Intro From a cultural point of view Perché l UE si interessa alla cultura? Fattori simbolici L Unità nella Diversità L UE caratterizzata

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione L Impresa Estesa come motore dell Innovazione VOIP e RFID Andrea Costa Responsabile Marketing Clienti Enterprise 0 1. Innovazione: un circolo virtuoso per l Impresa Profondità e latitudine (l azienda approfondisce

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ DCPL07 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica e I Congresso della Società Italiana di Neuroetica - SINe UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE

CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE REGOLAMENTO 2015 ART. 1. IL CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE 2015 A CARATTERE INTERNAZIONALE SI SVOLGERA ATTRAVERSO VARIE TAPPE IN TUTTA ITALIA DA AGOSTO A NOVEMBRE. LE TAPPE

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema Res User Meeting 2014 con la partecipazione di Scriviamo insieme il futuro Paolo Ferrandi Responsabile Tecnico Research for Enterprise Systems Federico Bonelli Engineer Process mining & Optimization Un

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles OLIVIERI Azienda dinamica giovane, orientata al design metropolitano, da più di 80 anni produce mobili per la zona giorno e notte con cura artigianale. Da sempre i progetti Olivieri nascono dalla volontà

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Corsi di General English

Corsi di General English Corsi di General English 2015 A Londra e in altre città www.linglesealondra.com Cerchi un corso di inglese a Londra? Un soggiorno studio in Inghilterra o in Irlanda? I nostri corsi coprono ogni livello

Dettagli

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS TEMPO PRESENTE In italiano non vi sono differenze particolari tra le due frasi: MANGIO UNA MELA e STO MANGIANDO UNA MELA Entrambe le frasi si possono riferire

Dettagli

STRUMENTI FINANZIARI ALTERNATIVI E DECORRELATI PER LA GESTIONE DEGLI ATTIVI

STRUMENTI FINANZIARI ALTERNATIVI E DECORRELATI PER LA GESTIONE DEGLI ATTIVI INVITO Associazione Italiana Private Banking 17 APRILE 2008 STRUMENTI FINANZIARI ALTERNATIVI E DECORRELATI PER LA GESTIONE DEGLI ATTIVI UNIVERSITA CATTOLICA LARGO GEMELLI, 1 DEL SACRO CUORE Ore 09.00 Ore

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN Nazionalità Italiana Data di nascita 28 gennaio 1969 Titolo di studio Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il politecnico

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso White Paper In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso Executive Summary Una volta stabilito il notevole impatto positivo che la Unified Communication (UC) può avere sulle aziende,

Dettagli

FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO

FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO VERSO UN CODICE DEONTOLOGICO DEL DOCENTE Paolo Rigo paolo.rigo@istruzione.it ALCUNE SEMPLICI

Dettagli