(a cura del responsabile nazionale)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "(a cura del responsabile nazionale)"

Transcript

1 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Preventivo per l'anno 005 AGILE Rapp. Naz.: Guido Barbiellini Rappresentante nazionale: Struttura di appartenenza: Posizione nell'i.n.f.n.: Guido Barbiellini TS INFORMAZIONI GENERALI Rivelazione di Raggi Gamma di origine cosmica. Astrofisica delle Particelle. Linea di ricerca Satelliti in orbita equatoriale. Laboratorio ove si raccolgono i dati Sigla dello esperimento assegnata dal laboratorio CERN Acceleratore usato Fascio (sigla e caratteristiche) Processo fisico studiato Apparato strumentale utilizzato T11 (CERN) Fasci di test elettroni, protoni e pai Misure dei flussi e studio dei processi fisici di produzione di raggi gamma cosmici tra 10 MeV e 50 GeV. Tracciatore al silicio.calorimetro tracciante basato sulla tecnica dello ioduro di cesio.anticoincidenza con scintillatori plastici. Sezioni partecipanti all'esperimento RM, Trieste, Roma1, Pavia, Milano Istituzioni esterne all'ente partecipanti Agenzia Spaziale Italiana, IASF Milano, IASF Bologna, IASF Roma, Gruppo di supporto con 1 Univ. estere, NASA, CEA, NRL Durata esperimento 3 anni di progetto, costruzione e lancio dell'apparato + 3 anni di presa dati Mod EC. 1 (a cura del responsabile nazionale)

2 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Preventivo per l'anno 005 Struttura RM AGILE Resp. loc.: Aldo Morselli VOCI DI SPESA PREVENTIVO LOCALE DI SPESA PER L'ANNO 005 IMPORTI DESCRIZIONE DELLA SPESA Parziali Totale Compet. di cui Riunioni di Collaborazione e contatti con le industrie 4,0 6 mesi uomo test DAQ presso Laben di Milano 1,0 16,0 In KEuro A cura della Comm.ne Scientifica Nazionale Contatti scientifici gruppi EGRET, SWIFT e GLAST Test CERN persone *0giorni+ viaggi ,0 9,0 15,0 Metabolismo lavoro in sezione Test in laboratorio sottosistemi del DAQ Contributo preparazione test a Frascati Payload Configuration Control: Definizione e compilazione del database della storia delle configurazioni dell'on boar processor. (vedi allegato ) 5,0 8,0 15,0 80,0 108,0 Consorzio Ore CPU Spazio Disco Cassette Altro biprocessori XEON, storage da 1.5 TB, 1 schermo per la preparazione all'analisi Scheda acquisizione della National Instruments 10,0,0 1,0 Sono previsti interventi e/o impiantistica che ricadono sotto la disciplina della legge Merloni? Breve descrizione dell'intervento: Mod EC./EN. Totale di cui 151,0 0,0 (a cura del responsabile locale)

3 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Preventivo per l'anno 005 Struttura RM AGILE Resp. loc.: Aldo Morselli ALLEGATO MODELLO EC Mod EC./EN. a Pagina 1 (a cura del responsabile locale)

4 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Preventivo per l'anno 005 Struttura RM AGILE Resp. loc.: Aldo Morselli ALLEGATO MODELLO EC Mod EC./EN. a Pagina (a cura del responsabile locale)

5 Memorandum Agile Payload Configuration Control Dobbiamo conservare per sempre tutte la storia delle configurazioni dell on board processor (dati di eeprom e ram). La storia comprende: - Tutte le configurazioni attive, inizialmente predefinite per l orbita. - Tutte le config. predefinite e non attive. - Tutte le riichieste di cambio config. (con dati e time stamp) sia attivazione di config. predefinite sia creazione di una nuova configurazione. Vanno conservati sia i parametri che le look up table nuove. - Tutte le acknowledge dal Ground Segment (GS) che certificano di aver inviato i relativi telecomandi in uplink (con time stamp relativo). - Tutte le acknowledge (da telemetria) in downlink da payload per telecomando eseguito (con esatto timestamp di arttivaz. Nuova configurazione). In input abbiamo al sistema abbiamo: - La nuova configurazione (elaborata dal team) da inviare - Il file da GS (di istruz. ricevute e telecomandi inviati in uplink) - Lo stream di telemetria per identificare il momento di attivazione della configurazione. Il sistema di input prevede un flow gestito da operatori, con interfaccia web. Il flow prevede degli step di approvazione che, per semplificare, potrebbero essere : a) configurazione proposta b) configurazione approvata e automaticamente inviata al GS (potrebbero emergere esigenze di flow più ricchi. Es. Config. Preautorizzate). Da interfaccia web deve essere possibile monitorare il flow della configurazione: - proposta - approvazione e invio - ack da GS - ack da payload e la storia delle configurazioni passate. Al momento dell invio al GS il sistema di gestione delle configurazioni (oltre ad aggiornare il DB) utilizza l interfaccia richiesta dal GS (es. Mail con attach firmata e con protocollo). I dati che vengono da telemetria e sono necessari per il DB PCC (per il time stamp di attivazione della nuova configurazione) possono essere storati localmente in questo sistema (assieme al DB configurazioni) per un tempo limitato (max tempo di correlaz per pattern matching: gg c.a. 1TB) per ottimizzazione delle configurazioni, per ulteriori analisi e trigger di ultimo livello. NOTA sarebe opportuno/necessario per dare un senso ai dati di telemetria aggiungere nel nostro db locale di analisi e ottimizzazione i dati di navigazione e puntamento. I parametri potranno avere un formato ascii e per le LUT saranno in formato FITS. Tutti i flow di autenticazione saranno certificati con password e firme e protocollati con time stamp e digest id.

6 Stime tempi e costi IPOTESI A: Attività Tempo solare Costi Nergal DB PCC, comprende 3 mesi euro attività a milano con Laben e analisi telemetria per soli tag per PCC e solo input configurazioni Interfacce per accesso a 1 mese euro DB configurazioni e operazioni, generazione mail verso GS Controllo workfolow mesi euro (autorizzazioni, firma e protocolli) DB locale con API 3 mesi euro strutturate telemetria e dati navigazione e puntamento TOTALE 9 mesi euro IPOTESI B: Attività Tempo solare Costi Nergal DB PCC, comprende,5 mesi euro acquisizione tag per PCC e solo input configurazioni Interfacce per accesso a DB 1,5 mesi euro configurazioni e operazioni, generazione mail verso GS, con membership autenticazione Semplice storage locale 1 mese euro telemetria e dati navigazione e puntamento TOTALE 5 mesi euro Infrastrutture H/W Server e storage (circa 1TB) Tutto l H/W del sistem PCC deve essere fault tolerant. Tutte le interfacce devono essere open standard (http sql...) Il software può essere basato su open source.

7 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Preventivo per l'anno 005 AGILE Rapp. Naz.: Guido Barbiellini PREVENTIVO GLOBALE DI SPESA PER L'ANNO 005 Struttura Missioni interne Missioni estere Materiale di consumo A CARICO DELL' I.N.F.N. Trasporti e facchinaggi Spese di calcolo Affitti e manutenzione Materiale inventariabile Costruzione apparati TOTALE Compet. In KEuro A carico di altri Enti MI:DTZ PV RM1 RM TS 14,0 0,0 4,5 16,0 35,0 5,0 17,0 7,5 15,0 15,0 10,0 5,0 7,0 9,0 3,5 108,0 5,0 94,0 9,5 6,0 1,0 40,0 33,5 5,0 15,5 151,0 184,0 10,0 7,0 5,0 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 TOTALI 89,5 59,5 4,0 19,5 67,5 436,0 4,0 NB. La colonna A carico di altri enti deve essere compilata obbligatoriamente Mod EC./EN. 4 (a cura del responsabile nazionale)

8 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Preventivo per l'anno 005 AGILE Rapp. Naz.: Guido Barbiellini A) ATTIVITA' SVOLTA FINO A GIUGNO 004 test sul modello ingegneristico semplificato (SEM) di tipo termico, vibrazionale e funzionale: i test sono stati completati a inizio anno. Si stanno ancora testando le schede della PDHU (Payload Data Handling Unit) e quelle di frontend del tracker (FTB, Frontend and Trigger Board) costruzione del tracciatore da volo: la produzione e' a rodaggio; circa meta` degli ibridi di frontend sono stati equipaggiati con ASIC e testati. Le ladder corrispondenti a 6 vassoi sono state assemblate e misurate e sono in attesa di montaggio sugli ibridi. Il montaggio del lato bottom del vassoio 1 e` stato completato con successo (il vassoio e` attualmente in presa dati di cosmici in configurazione di autotrigger) confermando la procedura di assemblaggio. Tre sistemi di test dedicati realizzati tramite VME sono funzionanti (due in camera pulita e uno per la camera termo vuoto). Sono stati rispettati tutti i requisiti meccanici di allineamento previsti nella fase di design. linea di calibrazione: in attesa di un riscontro da parte del CERN per il 005 (non e` ancora arrivata conferma dell'assenza dei fasci di test), si sta procedendo con lo sviluppo della linea di photon tag presso la BTF di Frascati. Sono state effettuate simulazioni dedicate che hanno permesso di capire la configurazione dei rivelatori all'interno dell'ultimo magnete di bending e quella dei bersagli attivi per il processo di bremssthralung degli elettroni. I prototipi dei rivelatori sono gia` in casa. analisi dati: attualmente sono in produzione i DST dei testbeam effettuati negli anni scorsi. I dati permetteranno di mettere a punto i programmi on board e a terra e di testare il simulatore di payload. Tali programmi saranno la base di quelli forniti al centro dati di AGILE. B) ATTIVITA' PREVISTA PER L'ANNO 005 completamento della costruzione del tracciatore assemblaggio, integrazione e verifica del funzionamento del payload calibrazione (durata prevista: un mese) integrazione del payload con il satellite finalizzazione del centro dati e dei ruoli dei vari Istituti all'interno della fase II di AGILE lancio (periodo previsto: seconda meta` del 005) periodo di commissioning dopo il lancio analisi dati Anno finanziario C) FINANZIAMENTI GLOBALI AVUTI NEGLI ANNI PRECEDENTI In keuro Missioni interne 15,5,0 19,0 4,0 50,0 Missioni estere 9,5 38,0 41,0 39,0 58,5 Materiale di consumo 44,5 64,5 1,5 41,0 76,5 Trasporti e facchinaggi Spese di calcolo Affitti e manutenzione Materiale inventariabile 15,5 100,5 13,5 11,0 8,5 Costruzione apparati 3,5 9,0 TOTALE 15,0 5,0 98,5 115,0,5 TOTALE 130,5 06,0 48,0 79,0 1,5 876,0 Mod EC. 5 (a cura del rappresentante nazionale)

9 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Preventivo per l'anno 005 AGILE Rapp. Naz.: Guido Barbiellini ANNI FINANZIARI Materiale Missioni Missioni di interne estere consumo 89,5 40,0 5,0 15,0 101,5 15,0 10,0 5,0 PREVISIONE DI SPESA Piano finanziario globale di spesa Trasporti e facchinaggi Spese di calcolo Affitti e manutenzione 19,5 67,5 0,0 10,0 10,0 In KEuro Materiale Costruzione TOTALE inventariabile apparati Compet. 478,0 75,0 45,0 30,0 TOTALI 169,5 131,5 19,5 0,0 0,0 0,0 107,5 0,0 68,0 Mod EC./EN. 6 (a cura del responsabile nazionale)

10 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Preventivo per l'anno 005 Struttura RM AGILE Resp. loc.: Aldo Morselli N RICERCATORE Cognome e Nome Froysland Tom Vidar Morselli Aldo Picozza Piergiorgio Pittori Carlotta Tavani Marco Numero totale dei ricercatori Ricercatori Full Time Equivalent COMPOSIZIONE DEL GRUPPO DI RICERCA Qualifica Affer. al % N TECNOLOGI Qualifica Dipendenti Incarichi Dipendenti Incarichi gruppo Cognome e Nome Ass. Ruolo Art. 3 RicercaAssoc. Ruolo Art. 3 Tecnol. AsRic Basili Alessandro AsRic Ric. 40 Minori Mauro AsRic P.O. 40 AsRic 70 Numero totale dei Tecnologi C.N.R 40 Tecnologi Full Time Equivalent SERVIZI TECNICI Denominazione 5.9 mesi uomo N TECNICI Cognome e Nome Qualifica Dipendenti Incarichi Ruolo Art. 15 Collab. tecnica 1 3 Bidoli Vittorio Buttaro Vincenzo Reali Enzo CTer. Numero totale dei Tecnici Tecnici Full Time Equivalent Annotazioni: Univ. Assoc. tecnica C.Osp. % % Osservazioni del direttore della struttura in merito alla disponibilità di personale e attrezzature Mod EC./EN. 7 (a cura del responsabile locale)

11 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Preventivo per l'anno 005 AGILE Rapp. Naz.: Guido Barbiellini Data completamento MILESTONES PROPOSTE PER IL 005 Descrizione 0/01/005 Completamento della costruzione e dei test funzionali del tracciatore a silicio 30/09/005 Completamento della calibrazione del payload 31/1/005 Lancio del satellite Mod EC./EN. 8 (a cura del responsabile nazionale)

12 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Preventivo per l'anno 005 ARGO YBJ Rapp. Naz.: Benedetto D'Ettorre Piazzoli Fisica Astroparticellare Rappresentante nazionale:benedetto D'Ettorre Piazzoli Struttura di appartenenza: NA Posizione nell'i.n.f.n.: INFORMAZIONI GENERALI Linea di ricerca YANGBAJING (Tibet) Laboratorio ove si raccolgono i dati Sigla dello esperimento assegnata dal laboratorio ARGO YBJ Acceleratore usato Fascio (sigla e caratteristiche) Processo fisico studiato. Ricerca sorgenti dei raggi cosmici, fisica gamma ray burst, misura rapporto protone/antiprotone al TeV, fisica dell'eliosfera Apparato strumentale utilizzato Sezioni partecipanti all'esperimento Istituzioni esterne all'ente partecipanti Durata esperimento Rivelatore di RPC (6500 m) Catania, Lecce, Napoli, Pavia, Roma II, Roma III, Torino IHEP Pechino,Università cinesi 8 anni Mod EC. 1 (a cura del responsabile nazionale)

13 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Preventivo per l'anno 005 Struttura RM ARGO YBJ Resp. loc.: Roberto Cardarelli VOCI DI SPESA PREVENTIVO LOCALE DI SPESA PER L'ANNO 005 DESCRIZIONE DELLA SPESA Riunioni di collaborazione; contatti con le ditte fornitrici; 7,0 IMPORTI Parziali Totale Compet. di cui In KEuro A cura della Comm.ne Scientifica Nazionale 7,0 7 missioni a YBJ per montaggio esperimento (5. ke ciascuna) 3 missioni a Pechino per riunioni generali della collaborazione (1.6 ke ciascuna) 36,5 5,0 41,5 Metabolismo + Gas per il funzionamento del cluster locale Componenti elettronici e meccanici per la creazione di un piccolo laboratorio a YBJ 15,0 1,0 16,0 Consorzio Ore CPU Spazio Disco Cassette Altro Attrezzatura per laboratorio di supporto a YBJ Misuratore di grounding Generatore di segnali Tornietto e sega a nastro 1,5 3,0 3,0 7,5 400 Pannelli di strisce per la lettura del segnale 4000 Circuiti stampati schede FE e relativo montaggio,per equipaggiare i pannelli di lettura segnale Montaggio di 400 pannelli Completamento DCS 4 Sensori (parziale) per controllo umidita' ambientale e del gas di funzionamento. Crate di spare per il DCS Lettura singole di camera: 10 km piattina 16 poli (5.0); connettori e montaggio cavi (1.0); elettronica per la gestione dei conteggi (5.0) Prototipo in scala ridotta del sistema di ricircolo del gas Sistema di ricircolo del gas Sono previsti interventi e/o impiantistica che ricadono sotto la disciplina della legge Merloni? Breve descrizione dell'intervento: Mod EC./EN. 4,0 63,0 13,0 0,0 6,0 6,0 11,0 10,0 90,0 Totale 61,0 90,0 di cui 333,0 90,0 (a cura del responsabile locale)

14 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Preventivo per l'anno 005 Struttura RM ARGO YBJ Resp. loc.: Roberto Cardarelli ALLEGATO MODELLO EC Mod EC./EN. a Pagina 1 (a cura del responsabile locale)

15 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Preventivo per l'anno 005 Struttura RM ARGO YBJ Resp. loc.: Roberto Cardarelli ALLEGATO MODELLO EC Mod EC./EN. a Pagina (a cura del responsabile locale)

16 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Preventivo per l'anno 005 ARGO YBJ Rapp. Naz.: Benedetto D'Ettorre Piazzoli PREVENTIVO GLOBALE DI SPESA PER L'ANNO 005 Struttura Missioni interne Missioni estere Materiale di consumo A CARICO DELL' I.N.F.N. Trasporti e facchinaggi Spese di calcolo Affitti e manutenz. Materiale inventariabile Costruzione apparati In KEuro TOTALE Compet. A carico di altri Enti CT LE NA PV RM RM3 TO:DTZ 3,0 5,0 0,0 15,0 7,0 1,0 13,0 4,0 44,5 89,0 5,0 41,5 34,0 5,0 1,0 5,0 133,5 3,0 16,0 15,0 1,0 3,0 3,0 3,0 1,0 31,5 3,0 7,5 64,5 18,5 5,0 97,0 155,5 171,0 04,5 90,0 8,0 186,5 49,5 46,0 43,0 36,0 57,5 37,0 90,0 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 TOTALI 104,0 83,0 174,5 3,0 6,0 137,0 5,0 68,0 90,0 135,5 17,0 NB. La colonna A carico di altri enti deve essere compilata obbligatoriamente Mod EC./EN. 4 (a cura del responsabile nazionale)

17 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Preventivo per l'anno 005 ARGO YBJ Rapp. Naz.: Benedetto D'Ettorre Piazzoli A) ATTIVITA' SVOLTA FINO A GIUGNO 004 I test svolti a YBJ e a Roma hanno mostrato che il danneggiamento del Front End era dovuto ad una inadeguata protezione rispetto a segnali molto elevati presenti sugli elettrodi di pick up. I 6 CLUSTER di test con elettronica protetta hanno funzionato correttamente. Le modifiche apportate al layout degli RPC sono riportate nel documento inviato al CSN per la riunione del 7 8 giugno 004. Attività svolta. Modifica di circa 0 RPC secondo nuovo Loyout (YBJ) Assemblaggio di 16 RPC alla G.T. e spedizione a YBJ Installazione di 16 CLUSTER a YBJ attualmente in acquisizione Cablaggio definitivo della Central Station, della rete locale e della Control Room Run di test e calibrazione a Roma e Napoli Assemblaggio di 84 Local Station (in corso) Assemblaggio dei canali di Lettura analogica (in corso) per 10 CLUSTER Modifica a completamento degli RPC a YBJ Certificazione e installazione di circa 600 RPC Cablaggio del sistema analogico sino a un totale di 48 CLUSTER B) ATTIVITA' PREVISTA PER L'ANNO 005 Anno finanziario C) FINANZIAMENTI GLOBALI AVUTI NEGLI ANNI PRECEDENTI In keuro Missioni interne 3,8 8,4 38, 49,0 79,0 80,5 Missioni estere 18,1 6,0 137,4 17,0 161,5 04,0 Materiale di consumo 41,3 49,1 8,6 59,0 84,0 79,0 Trasporti e facchinaggi 15,5 1,7 19,5 19,0 9,5 Spese di calcolo Affitti e manutenz. Materiale inventariabile 51,7 59,4 148,8 1, 145,5 88,0 Costruzione apparati 1175,6 405,5 533,6 65,7 375,0 569,0 TOTALE 1310,5 619,9 96,3 953,4 864,0 1030,0 TOTALE 98,9 755,0 395,0 85, 494,6 3711,4 5740,1 Mod EC. 5 (a cura del rappresentante nazionale)

18 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Preventivo per l'anno 005 ARGO YBJ Rapp. Naz.: Benedetto D'Ettorre Piazzoli ANNI FINANZIARI PREVISIONE DI SPESA Piano finanziario globale di spesa Materiale Missioni Missioni di interne estere consumo 104,0 104,0 83,0 83,0 06,5 50,0 Trasporti e facchinaggi 6,0 6,0 Spese di calcolo Affitti e manutenz. In KEuro Materiale Costruzione TOTALE inventariabile apparati Compet. 14,0 70,0 718,0 00,0 1479,5 933,0 TOTALI 08,0 566,0 456,5 5,0 0,0 0,0 1,0 918,0 41,5 Mod EC./EN. 6 (a cura del responsabile nazionale)

19 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Preventivo per l'anno 005 Struttura RM ARGO YBJ Resp. loc.: Roberto Cardarelli COMPOSIZIONE DEL GRUPPO DI RICERCA N RICERCATORE Cognome e Nome Aielli Giulio Camarri Paolo Cardarelli Roberto I Ric Cavaliere Alfonso Colafrancesco Sergio D'Elia Valerio Gou Quambu Liberti Barbara Palummo Lucrezia Santonico Rinaldo Qualifica Affer. al % N TECNOLOGI Qualifica Dipendenti Incarichi Dipendenti Incarichi gruppo Cognome e Nome Ass. Ruolo Art. 3 Ricerca Assoc. Ruolo Art. 3 Tecnol. AsRic AsRic Numero totale dei Tecnologi P.O. P.O. Osserv. Dott. Bors. AsRic AsRic Tecnologi Full Time Equivalent Qualifica TECNICI N Dipendenti Incarichi Cognome e Nome 1 3 Chiostri Vincenzo Di Stante Luigi Pastori Enrico Ruolo Art. 15 Collab. tecnica CTer. Univ. Univ. Assoc. tecnica % 0 0 % Numero totale dei ricercatori Ricercatori Full Time Equivalent SERVIZI TECNICI Denominazione 10 5 mesi uomo Numero totale dei Tecnici Tecnici Full Time Equivalent Annotazioni: Osservazioni del direttore della struttura in merito alla disponibilità di personale e attrezzature Mod EC./EN. 7 (a cura del responsabile locale)

20 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Preventivo per l'anno 005 ARGO YBJ Rapp. Naz.: Benedetto D'Ettorre Piazzoli MILESTONES PROPOSTE PER IL 005 Data completamento 31/1/ cluster installati 70 in data taring 48 cluster equipaggiati con lettura analogica Descrizione Mod EC./EN. 8 (a cura del responsabile nazionale)

21 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Preventivo per l'anno 005 AUGER Rapp. Naz.: Giorgio Matthiae Rappresentante nazionale: Struttura di appartenenza: Posizione nell'i.n.f.n.: Giorgio Matthiae RM Raggi cosmici di altissima energia INFORMAZIONI GENERALI Linea di ricerca Osservatorio Sud nella Pampa Amarilla presso la cittadina di Malargue (Provincia di Mendoza, Argentina). Laboratorio ove si raccolgono i dati Sigla dello esperimento assegnata dal laboratorio AUGER Acceleratore usato Fascio (sigla e caratteristiche) Processo fisico studiato Apparato strumentale utilizzato Sezioni partecipanti all'esperimento Produzione di raggi cosmici di energia superiore a 10**18 ev Matrice di rivelatori di superficie e rivelatori di luce di fluorescenza dell'azoto atmosferico. AQ, CT, LE, LNGS, MI, NA, RM, TO Istituzioni esterne all'ente partecipanti Partecipano i seguenti paesi: Argentina, Australia, Brasile, Francia, Germania, Italia, Messico, Polonia, Repubblica Ceca, Slovenia, Spagna, UK e USA. Durata esperimento E' necessario ancora circa un anno per il completamento dell'osservatorio. Oltre 10 anni per la presa dati. Mod EC. 1 (a cura del responsabile nazionale)

22 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Preventivo per l'anno 005 Struttura RM AUGER Resp. loc.: Giorgio Matthiae VOCI DI SPESA PREVENTIVO LOCALE DI SPESA PER L'ANNO 005 IMPORTI DESCRIZIONE DELLA SPESA Parziali Totale Compet. di cui Contatti con gli altri gruppi e riunioni in Italia 9,0 In KEuro A cura della Comm.ne Scientifica Nazionale 9,0 Installazione e commissioning 9 camere (9 m.u.)+hv/lv (1 m.u.) (10 m.u. con 8.kEuro/m.u.) 7 turni di presa dati (un turno comprende 0 giorni effettivi di luna nuova al costo di 5.5 keuro) meeting della Collaborazione per 3 persone (3.5 keuro per meeting e per persona) meeting di analisi per persone (1.5 keuro per meeting e per persona) 8,0 38,5 1,0 6,0 147,5 Metabolismo ( keuro/fisico eq.) Consumi sul sito ( keuro/fisico eq.) 11,4 11,4,8 Trasporti sul sito ( keuro/m.u. di installazione o presa dati per team di 3 persone) Trasporto fotomoltiplicatori dei prototipi dall'argentina alla Photonis. Trasporto fototubi ricondizionati Photonis Roma Photonis per test ( camere a 1.8 keuro/camera) Consorzio Ore CPU Spazio Disco Cassette Altro 9,0 4,0 3,6 16,6 Operating costs 005. L'importo non e' stato ancora definito dal management di Auger. Una stima approssimata indica circa 100 kusd, corrispondenti ad 80 keuro al cambio attuale. Ricondizionamento fototubi dei due prototipi. Il lavoro consiste nella rimozione dei flying leads, sostituzione con nuovi piu' lunghi e saldatura delle nuove basi fornite dal gruppo di Milano. Per t Finanziamento aggiuntivo per sanare il deficit del progetto. L'attuale richiesta completa il contributo richiesto dalla Collaborazione Auger all'italia. Sono previsti interventi e/o impiantistica che ricadono sotto la disciplina della legge Merloni? Breve descrizione dell'intervento: Mod EC./EN. 80,0 1,0 50,0 Totale 34,0 di cui 537,9 0,0 (a cura del responsabile locale)

23 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Preventivo per l'anno 005 Struttura RM AUGER Resp. loc.: Giorgio Matthiae ALLEGATO MODELLO EC Attivita' prevista nel 005 Completamento installazione delle camere nel terzo edificio di fluorescenza (Los Morados). Test e commissioning delle camere. Test dei fotomoltiplicatori ricondizionati provenienti dalle camere prototipo Proseguimento analisi sviluppo longitudinale degli sciami Messa a punto del data base per gli specchi e i fotomoltiplicatori+basi dei telescopi Inizio installazione delle camere nel quarto edificio di fluorescenza (Loma Amarilla) Mod EC./EN. a Pagina 1 (a cura del responsabile locale)

24 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Preventivo per l'anno 005 Struttura RM AUGER Resp. loc.: Giorgio Matthiae ALLEGATO MODELLO EC Mod EC./EN. a Pagina (a cura del responsabile locale)

25 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Preventivo per l'anno 005 AUGER Rapp. Naz.: Giorgio Matthiae PREVENTIVO GLOBALE DI SPESA PER L'ANNO 005 Struttura Missioni interne Missioni estere Materiale di consumo A CARICO DELL' I.N.F.N. Trasporti e facchinaggi Spese di calcolo Affitti e manutenz. Materiale inventariabile Costruzione apparati In KEuro TOTALE Compet. A carico di altri Enti AQ CT LE LNGS MI NA RM TO TO:SD 10,0 16,0 6,0 8,5 6,0 9,0 7,0 10,0 46,0 108,0 3,5 44,0 70,0 150,5 104,0 86,0 14,0 37,0 4,5 6,5 0,0 18,8 4,0 19,0 3,0 17,5,0 4,0 5,0 16,6 16,0 14,0 1,5,5 85,0 17,5 4,0 7,0 35,0 3,0 71,0 75,5 63,5 36,0 140,0 70,0 163,0 546,9 174,0 00,0 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 TOTALI 9,5 63,0 143,8 78,1 1,5 57,0 453,0 1668,9 NB. La colonna A carico di altri enti deve essere compilata obbligatoriamente Mod EC./EN. 4 (a cura del responsabile nazionale)

26 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Preventivo per l'anno 005 AUGER Rapp. Naz.: Giorgio Matthiae A) ATTIVITA' SVOLTA FINO A GIUGNO 004 Installazione e commissioning All'inizio di luglio e' stata completata l'installazione dei telescopi di fluorescenza nei due primi edifici, Los Leones e Coihueco. Sono quindi attualmente operativi 1 telescopi di fluorescenza, la meta' del totale previsto (milestone 31/08/004 passata). Entro settembre sara' ultimato il terzo edificio di fluorescenza, Los Morados, in cui l'installazione dei telescopi potra' iniziare entro l'anno. Il materiale necessario, responsabilita' dei gruppi Italiani (filtri, camere, fotomoltiplicatori, sistema HV/LV e specchi Lidar) e' gia' sul posto. Procede l'installazione dei rivelatori di superficie. Sono state installate 450 tanks di cui 350 complete di elettronica e operative (milestone 31/03/004 passata). E' in corso la produzione e test del sistema di alta tensione e delle basi dei fotomoltiplicatori. E' stato eseguito il test iniziale del sistema Lidar Raman sul sito (milestone 30/04/004 passata). Il test ha dato esito positivo consentendo l'acquisizione sui canali Raman N e O ed ha messo in evidenza che sia il sistema ottico sia il DAQ possono essere migliorati. Pertanto il commissioning richiede un ulteriore turno per upgrading entro il prossimo autunno, con presa dati utile per l'analisi. E' stato realizzato un sistema portatile di test e debugging dei fotomoltiplicatori dei telescopi da usare sul sito. E' stato sviluppato il software del database contenente le informazioni sugli specchi e sui fotomoltiplicatori+basi dei telescopi. Simulazioni. Sono state eseguite simulazioni dell'efficienza di trigger del rivelatore di fluorescenza e determinazioni dell'apertura. Sono state simulate le condizioni che producono il rumore di fondo nei telescopi. E' iniziata una simulazione sistematica di sciami prodotti da primari di varia massa ed energia. Sono stati inoltre simulati sciami quasi orizzontali prodotti da neutrini. Analisi dati. Ha fatto notevoli progressi l'attivita' del gruppo DPA (Data and Processing Analysis) che ha il compito di coordinare l'analisi dei dati preparando un comune strumento di calcolo, il cosiddetto "Framework di base" che sara' a disposizione di tutti i gruppi. E' proseguita da parte dei gruppi Italiani l'attivita' di analisi che e' concentrata essenzialmente sui dati dei telescopi e sulla calibrazione dei rivelatori di superficie. E' stato proposto l'uso della tecnica delle reti neurali per uno studio sistematico del profilo longitudinale degli sciami, come osservato dai telescopi di fluorescenza, allo scopo di determinare la composizione in massa dei primari. B) ATTIVITA' PREVISTA PER L'ANNO 005 Installazione e commissioning Completamento dell'installazione nel terzo edificio di fluorescenza (Los Morados) di tutte le componenti di responsabilita' dei gruppi Italiani (filtri, camere con fotomoltiplicatori e concentratori di luce, sistema di HV e LV) per i 6 telescopi e commissioning. Commissioning del Lidar di Los Morados e del Lidar/Raman. Inizio dell'installazione dei telescopi nel quarto edificio (Loma Amarilla). Completamento della produzione e test del sistema di HV e LV dei telescopi di fluorescenza. Completamento della produzione e test delle basi dei fotomoltiplicatori del rivelatore di superficie. Simulazione e analisi Proseguira' a ritmo sostenuto l'attivita' di simulazione ed analisi in particolare sugli argomenti gia' studiati nel 004. Strategia di analisi. I gruppi Italiani hanno definito la strategia di analisi per il futuro. Un documento che descrive in dettaglio le finalita', i requisiti e le scelte tecniche e' gia' stato presentato alla Commissione nel giugno scorso (e' inoltre allegato ai preventivi). Si ritiene necessario, allo scopo di rendere omogenea l'attivita' di analisi e per ragioni logistico organizzative, centralizzare le risorse di calcolo in un "Cluster Nazionale Auger" presso i Laboratori del Gran Sasso. Inoltre l'attivita' di analisi con reti neurali richiede un server dedicato presso la Sezione di Napoli. Finora i gruppi Italiani della collaborazione Auger non hanno avuto fondi per risorse di calcolo che si rendono ora necessarie per mantenere l'impegno dei gruppi Italiani nell'analisi al livello avuto nella progettazione, costruzione, installazione e commissioning dell'apparato. Il Cluster Auger presso i LNGS sara' gestito dal Servizio di Calcolo dei LNGS, che fornisce la sistemazione nei suoi locali macchine, l'installazione e l'aggiornamento del sistema operativo, la periodica verifica hardware e il backup dei dati. L'aggiornamento del software di Auger sara' responsabilita' del gruppo Auger di L'Aquila LNGS. Prevediamo che il Cluster Nazionale Auger divenga operativo nella prima meta' del 005.

27 Nel 005 entrera' a far parte della collaborazione un gruppo della Sezione di Lecce. L'attivita' di questo nuovo gruppo sara' essenzialmente basata sullo studio del comportamento dei rivelatori di superficie (calibrazione, stabilita', fondi etc.) in collaborazione con il gruppo di Torino_SD che gia' da tempo si occupa di questi problemi. Anno finanziario C) FINANZIAMENTI GLOBALI AVUTI NEGLI ANNI PRECEDENTI In keuro Missioni interne 6,1 5,8 18,0 31,5 37,5 Missioni estere 1,3 49,0 87,7 138,0 41,5 Materiale di consumo 15,4 49,5 33,0 65,0 14,0 Trasporti e facchinaggi 8, 10,3 16,0 6,0 Spese di calcolo Affitti e manutenz. Materiale inventariabile 38, 85,7 79,0 170,0 Costruzione apparati 41,3 9,9 1133,4 346,0 381,5 TOTALE 75,1 63,6 1368,1 675,5 980,5 TOTALE 118,9 58,5 86,9 60,5 37,9 1995,1 336,8 Mod EC. 5 (a cura del rappresentante nazionale)

28 Maggio 004 Esperimento AUGER Documento sul calcolo per la Commissione II INTRODUZIONE La costruzione dell Osservatorio Auger che sara costituito di un rivelatore di fluorescenza (FD) composto da 4 telescopi e un rivelatore di superficie (SD) composto da 1600 elementi (tanks), procede speditamente e, se saranno superate alcune difficolta di finanziamento, si prevede il complemento per la fine del 005. E quindi necessario fissare fin da ora la strategia generale sull analisi da parte dei gruppi Italiani i quali hanno avuto responsabilita rilevanti nella progettazione dell apparato sperimentale e hanno attualmente responsabilita altrettanto importanti nella costruzione e installazione dei rivelatori e nell organizzazione dell analisi. In linea quindi con il forte coinvolgimento avuto finora dai gruppi Italiani nel progetto, si ritiene necessario proporre alla Commissione II una strategia di analisi basata su un congruo supporto di mezzi di calcolo che permetta ai gruppi Italiani di partecipare alla prossima fase di gestione dei dati ed analisi con rilevanza analoga a quella avuta finora. Questo documento definisce la strategia di analisi che era stata accennata in un precedente documento inviato alla Commissione nel Gennaio 003. ORGANIZZAZIONE DELL ANALISI IN AUGER L'esperimento Auger prevede che i dati raw vengano quotidianamente trasferiti verso siti mirror, ubicati a Lione, Fermilab e Buenos Aires. Da questi siti mirror, i dati vengono poi prelevati dai gruppi dei diversi istituti per la ricostruzione e l'analisi. I siti mirror fungono anche da sorgente di sciami simulati che vengono conservati nello storage dei mirror in apposite librerie a disposizione degli utenti. Attualmente la libreria degli sciami a Lione occupa circa 14 TB. Estrapolando dall esperienza attuale all Osservatorio completo e possibile ottenere una stima realistica del volume totale di dati previsto. Consideriamo sia per il FD che per il SD, gli eventi forniti dal trigger T3 che sono trasferiti al mirror di Lione. FD : il numero di eventi al mese per telescopio e circa 10 3 per un volume di 150 MB. Quindi in un anno e per 4 telescopi ci si aspetta di ottenere circa 3x10 5 eventi per un volume totale di 45 GB. Il volume di dati di calibrazione con il laser della Central Laser Facility sara pari a circa 3. GB per mese e cioe 40 GB in un anno. Quindi il volume totale di dati del FD ammontera a circa 100 GB per anno. 1

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Fisica delle Particelle: esperimenti. Fabio Bossi (LNF-INFN) fabio.bossi@lnf.infn.it

Fisica delle Particelle: esperimenti. Fabio Bossi (LNF-INFN) fabio.bossi@lnf.infn.it Fisica delle Particelle: esperimenti Fabio Bossi (LNF-INFN) fabio.bossi@lnf.infn.it Il processo scientifico di conoscenza Esperimento Osservazione quantitativa di fenomeni riguardanti alcune particelle

Dettagli

La fisica delle particelle nello Spazio Andrea Vacchi

La fisica delle particelle nello Spazio Andrea Vacchi La fisica delle particelle nello Spazio Andrea Vacchi Alle sei di mattina del 7 agosto 1912 da un campo presso la città austriaca di Aussig si levò in volo un pallone che trasportava tre uomini, uno di

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI s.d.i. automazione industriale ha fornito e messo in servizio nell anno 2003 il sistema di controllo

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

Oscilloscopi serie WaveAce

Oscilloscopi serie WaveAce Oscilloscopi serie WaveAce 60 MHz 300 MHz Il collaudo facile, intelligente ed efficiente GLI STRUMENTI E LE FUNZIONI PER TUTTE LE TUE ESIGENZE DI COLLAUDO CARATTERISTICHE PRINCIPALI Banda analogica da

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic.

Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic. Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic.it è un sistema integrato completo di tutti i moduli per eseguire

Dettagli

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM Barriera optoelettronica di misurazione LGM Misurare con intelligenza - nuove dei materiali in tutti i mercati La nuova Serie LGM di

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE > MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE WorkNC V21 multicore 64 bits : Benefici di WorkNC Aumento generale della produttività, grazie alle nuove tecnologie multi-core, 64 bit e Windows 7 Calcolo di

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti!

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! L innovazione ad un prezzo interessante Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! Exacta+Optech Labcenter SpA Via Bosco n.21 41030 San Prospero (MO) Italia Tel: 059-808101 Fax: 059-908556 Mail:

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

Guida al backup. 1. Introduzione al backup. Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi. Backup su nastro media ideale

Guida al backup. 1. Introduzione al backup. Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi. Backup su nastro media ideale 1. Introduzione al backup Guida al backup Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi Con l aumentare dei rischi associati a virus, attacchi informatici e rotture hardware, implementare

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version Sistemi di Rivelazione Incendio FAS-420-TM rivelatori di fumo ad FAS-420-TM rivelatori di fumo ad Per il collegamento alle centrali di rivelazione incendio FPA 5000 ed FPA 1200 con tecnologia LSN improved

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l.

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. Babel S.r.l. - P.zza S. Benedetto da Norcia 33, 00040 Pomezia (RM) www.babel.it

Dettagli

Controllori a Logica Programmabile. Cos è un PLC? Cenni storici. Cenni storici. Cenni storici. Definizione dallo Standard IEC 61131

Controllori a Logica Programmabile. Cos è un PLC? Cenni storici. Cenni storici. Cenni storici. Definizione dallo Standard IEC 61131 Controllori a Logica mabile Nella presente lezione vedremo le caratteristiche principali del controllore a logica programmabile (in inglese, mable Logic Controller, o PLC). In particolare, ci soffermeremo

Dettagli

L Azienda non è mai stata cosi vicina.

L Azienda non è mai stata cosi vicina. L Azienda non è mai stata cosi vicina. AlfaGestMed è il risultato di un processo di analisi e di sviluppo di un sistema nato per diventare il punto di incontro tra l Azienda e il Medico Competente, in

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

USI ENERGETICI DELL IDROGENO E DELL IDROMETANO: L ESPERIENZA DEL GRUPPO SOL

USI ENERGETICI DELL IDROGENO E DELL IDROMETANO: L ESPERIENZA DEL GRUPPO SOL USI ENERGETICI DELL IDROGENO E DELL IDROMETANO: L ESPERIENZA DEL GRUPPO SOL Ing. Maurizio Rea (Gruppo SOL) ECOMONDO - Sessione Tecnologie di Produzione Rimini, 3 Novembre 2010 IL GRUPPO SOL Profilo aziendale

Dettagli

ma: serve a qualcosa?

ma: serve a qualcosa? ma: serve a qualcosa? ma: serve a qualcosa? Michael Faraday (1791-67): a proposito dei suoi studi sull induzione elettromagnetica, rispose al Primo Ministro Sir Robert Peel: I know not, but I wager that

Dettagli

Redatto da Product Manager info@e4company.com. Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com

Redatto da Product Manager info@e4company.com. Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com Redatto da Product Manager info@e4company.com Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com 2 SOMMARIO 1 INTRODUZIONE... 4 2 SOLUTION OVERVIEW... 5 3 SOLUTION ARCHITECTURE... 6 MICRO25... 6 MICRO50...

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

CINECA - NOTE TECNICHE per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) PARTE I e II*

CINECA - NOTE TECNICHE per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) PARTE I e II* CINECA - NOTE TECNICHE per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) PARTE I e II* Indice 1. Informazioni generali 2. Parte I: obiettivi, gestione e risorse del Dipartimento

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino TITOLO ESPERIENZA: Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino PRODOTTI UTILIZZATI: OBIETTIVO: AUTORE: RINGRAZIAMENTI: Interfacciare e controllare un modello di nastro trasportatore

Dettagli

AUTOMAZIONE DI FABRICA IDENTIFICAZIONE DEI CODICI 1D E 2D LETTORI PORTATILI DI CODICI DATA MATRIX

AUTOMAZIONE DI FABRICA IDENTIFICAZIONE DEI CODICI 1D E 2D LETTORI PORTATILI DI CODICI DATA MATRIX AUTOMAZIONE DI FABRICA IDENTIFICAZIONE DEI CODICI 1D E 2D LETTORI PORTATILI DI CODICI DATA MATRIX ADATTATO PER QUALSIASI APPLICAZIONE DISPOSITIVI PORTATILI DI PEPPERL+FUCHS SICUREZZA INTRINSECA I lettori

Dettagli

Modulo di assunzione di responsabilità per l'acquisizionee il mantenimentodi uno spazio Web presso il Centro Servizi Informatici

Modulo di assunzione di responsabilità per l'acquisizionee il mantenimentodi uno spazio Web presso il Centro Servizi Informatici Modulo di assunzione di responsabilità per l'acquisizionee il mantenimentodi uno spazio Web presso il Centro Servizi Informatici Art. 1 Oggetto Il presente modulo di assunzione di responsabilità (di seguito

Dettagli

Prof. Ing. Alberto Pistocchi, Ing Davide Broccoli. Ing Stefano Bagli, PhD. Ing Paolo Mazzoli. Torino, 9-10 Ottobre 2013. Italian DHI Conference 2013

Prof. Ing. Alberto Pistocchi, Ing Davide Broccoli. Ing Stefano Bagli, PhD. Ing Paolo Mazzoli. Torino, 9-10 Ottobre 2013. Italian DHI Conference 2013 Implementazione di un modello dinamico 3D densità a dipendente all'interno di un sistema Web-GIS per la gestione e il monitoraggio della qualità delle acque di falda per un comparto di discariche Prof.

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1

SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1 SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1 Introduzione SmartCard: Carta intelligente Evoluzione della carta magnetica Simile a piccolo computer : contiene memoria (a contatti elettrici)

Dettagli

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP LABORATORI INDUSTRIA COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI HP SERVIZIO CLIENTI CSM Maxi la Gamma MAXI HP Una soluzione per ogni esigenza Versione su Basamento Particolarmente indicato per installazioni

Dettagli

La dinamica delle collisioni

La dinamica delle collisioni La dinamica delle collisioni Un video: clic Un altro video: clic Analisi di un crash test (I) I filmati delle prove d impatto distruttive degli autoveicoli, dato l elevato numero dei fotogrammi al secondo,

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Listino Gennaio 2001 pag. 1 Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Profilo aziendale Chi è il Gruppo Queen.it Pag. 2 Listino connettività Listino Connettività RTC Pag. 3 Listino Connettività

Dettagli

Progettazione di sistemi Embedded

Progettazione di sistemi Embedded Progettazione di sistemi Embedded Corso introduttivo di progettazione di sistemi embedded A.S. 2013/2014 proff. Nicola Masarone e Stefano Salvatori Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di

Dettagli

UML Component and Deployment diagram

UML Component and Deployment diagram UML Component and Deployment diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania I diagrammi UML Classificazione

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza AN001 Centro di Ateneo di Documentazione - Polo Villarey - Facoltà

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

TURBINE MP ROTATOR STATICI VALVOLE PROGRAMMATORI SENSORI SISTEMI CENTRALIZZATI MICRO. Sistema di controllo centrale

TURBINE MP ROTATOR STATICI VALVOLE PROGRAMMATORI SENSORI SISTEMI CENTRALIZZATI MICRO. Sistema di controllo centrale IMMS 3.0 TURBINE MP ROTATOR STATICI VALVOLE PROGRAMMATORI SENSORI SISTEMI CENTRALIZZATI MICRO Sistema di controllo centrale Aprite la finestra sul vostro mondo Il software di monitoraggio e gestione dell

Dettagli

[HOSTING] Shared (S) Entry (S) Professional (S) VPS (S) [CF] Cold Fusion9 9,00 39,00 79,00

[HOSTING] Shared (S) Entry (S) Professional (S) VPS (S) [CF] Cold Fusion9 9,00 39,00 79,00 [HOSTING] Shared (S) Entry (S) Professional (S) VPS (S) [CF] Cold Fusion9 9,00 39,00 79,00 [CF] Domain & Space - Dominio di 2 Liv. (.IT,.COM) 1 1 1 - Dominio di 3 Liv. (mapping IIS/Apache) 1 10 100 - Disk

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

La soluzione open source per l'it Asset Management: CMDB, workflow, interoperabilità www.cmdbuild.org

La soluzione open source per l'it Asset Management: CMDB, workflow, interoperabilità www.cmdbuild.org 1 La soluzione open source per l'it Asset Management: CMDB, workflow, interoperabilità www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com www.tecnoteca.com Il progetto CMDBuild CMDBuild è nato nel

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1 Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5 9356197 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION, dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto SU-5 è conforme alle

Dettagli

ESEMPI APPLICATIVI. esempi di progettazione ed installazione

ESEMPI APPLICATIVI. esempi di progettazione ed installazione lighting management ESEMPI APPLICATIVI esempi di progettazione ed installazione 2 INDICE LIGHTING MANAGEMENT ESEMPI APPLICATIVI 04 L offerta di BTICINO 05 ORGANIZZAZIONE DELLA GUIDA CONTROLLO LOCALE -

Dettagli

Dell Smart-UPS 1500 3000 VA

Dell Smart-UPS 1500 3000 VA Dell Smart-UPS 100 000 VA 0 V Protezione interattiva avanzata dell'alimentazione per server e apparecchiature di rete Affidabile. Razionale. Efficiente. Gestibile. Dell Smart-UPS, è l'ups progettato da

Dettagli

IMMS-CI-HW. Interfaccia programmatore (CI) IMMS. Istruzioni per l installazione IMMS. Controller. Interface. AC From Transformer 24 VAC REM 24 VAC SEN

IMMS-CI-HW. Interfaccia programmatore (CI) IMMS. Istruzioni per l installazione IMMS. Controller. Interface. AC From Transformer 24 VAC REM 24 VAC SEN CI 4 Comm. IMMS-CI-HW Interfaccia programmatore (CI) IMMS POWER From Transformer 24 V 24 V Ground To REM Istruzioni per l installazione To SmartPort Sensor 1 Sensor 2 Sensor 3 From Sensors Sensor Common

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

SUPERCONDUTTIVITÀ. A cura di: Andrea Sosso I.N.RI.M. (IEN)

SUPERCONDUTTIVITÀ. A cura di: Andrea Sosso I.N.RI.M. (IEN) SUPERCONDUTTIVITÀ A cura di: Andrea Sosso I.N.RI.M. (IEN) Il fenomeno della superconduttività è stato osservato per la prima volta nel 1911 dal fisico olandese Heike Kamerlingh Onnes dell'università de

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI FUNZIONANTE SU RETE LonWorks (ANSI/EIA 709, EN 14908) E CONFORME ALLE DIRETTIVE LonMark DI INTEROPERABILITA.

SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI FUNZIONANTE SU RETE LonWorks (ANSI/EIA 709, EN 14908) E CONFORME ALLE DIRETTIVE LonMark DI INTEROPERABILITA. APICE s.r.l. SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI FUNZIONANTE SU RETE LonWorks (ANSI/EIA 709, EN 14908) E CONFORME ALLE DIRETTIVE LonMark DI INTEROPERABILITA. Descrizione del sistema Luglio 2006 SISTEMA DI CONTROLLO

Dettagli

La corrente elettrica

La corrente elettrica PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE Fondo Sociale Europeo "Competenze per lo Sviluppo" Obiettivo C-Azione C1: Dall esperienza alla legge: la Fisica in Laboratorio La corrente elettrica Sommario 1) Corrente elettrica

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale Freight&Shipping www.sp1.it marittimo AEREO VIA TERRA dogana magazzino doganale business intelligence SP1, il Freight & Shipping entra spedito nel futuro SP1 è un nuovo applicativo web. Non si installa

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 NB: alcune domande hanno risposta multipla: si richiede di identificare TUTTE le risposte corrette.

Dettagli

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Ufficio del Responsabile Unico della Regione Sicilia per il Cluster Bio-Mediterraneo

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Manuale di Istruzioni. HI 931002 Simulatore 4-20 ma

Manuale di Istruzioni. HI 931002 Simulatore 4-20 ma Manuale di Istruzioni HI 931002 Simulatore 4-20 ma w w w. h a n n a. i t Gentile Cliente, grazie di aver scelto un prodotto Hanna Instruments. Legga attentamente questo manuale prima di utilizzare la strumentazione,

Dettagli

Piacenza Liceo Respighi 17 e 24 marzo 2015

Piacenza Liceo Respighi 17 e 24 marzo 2015 Piacenza Liceo Respighi 17 e 24 marzo 2015 Paolo Montagna, Paolo Vitulo Dipartimento di Fisica Università di Pavia INFN Sezione di Pavia paolo.montagna@unipv.it, it paolo.vitulo@unipv.it http://fisica.unipv.it/fisnucl/

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Solo il meglio sotto ogni profilo!

Solo il meglio sotto ogni profilo! Solo il meglio sotto ogni profilo! Perfetto isolamento termico per finestre in alluminio, porte e facciate continue Approfittate degli esperti delle materie plastiche Voi siete specialisti nella produzione

Dettagli

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Sistemi di Rivelazione Incendio FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Per il collegamento a centrali di rivelazione incendio

Dettagli

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei secondo il produttore di Storage Qsan Milano, 9 Febbraio 2012 -Active Solution & Systems, società attiva sul mercato dal 1993, e da sempre alla

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Equilibrio Termico tra Due Corpi

Equilibrio Termico tra Due Corpi Equilibrio Termico tra Due Corpi www.lepla.eu OBIETTIVO L attività ha l obiettivo di fare acquisire allo sperimentatore la consapevolezza che: 1 il raggiungimento dell'equilibrio termico non è istantaneo

Dettagli