Ambasciata d Italia. Bollettino della Comunità Scientifica in Australasia CANBERRA. Dicembre Ufficio dell Addetto Scientifico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ambasciata d Italia. Bollettino della Comunità Scientifica in Australasia CANBERRA. Dicembre 2003. Ufficio dell Addetto Scientifico"

Transcript

1 Bollettino della Comunità Scientifica in Australasia Ufficio dell Addetto Scientifico

2 Settembre 2003

3 Bollettino della Comunità Scientifica in Australasia Proudly sponsored by: University of Canberra I

4 II

5 Introduzione Come introduzione a questo numero del Bollettino, ho il piacere di presentarvi il discorso di Sua Eccellenza l Ambasciatore Dino Volpicelli, pronunciato durante la cerimonia di apertura della Conferenza FEAST Networking for Excellence del 13 Novembre Tale discorso contiene numerosi temi interessanti per tutti. Discorso di Sua Eccellenza l Ambasciatore Dino Volpicelli Sin dalle sue origini, la Comunità Europea ha sempre incoraggiato la cooperazione scientifica. Da Archimede a Galileo, da Copernico ad Einstein, l Europa ha prodotto grandi scienziati nel corso dei secoli, nonostante la nostra riluttanza nel promuovere le loro scoperte! Nel Giugno 2002, il 6 Programma Quadro per la Ricerca e lo Sviluppo Tecnologico è stato inaugurato con un budget di 17.5 miliardi di Euro. Considerando che il primo Programma Quadro svoltosi dal 1984 al 1988 contava un budget di 3.75 miliardi di Euro, potete notare quanto le cose siano migliorate e quanto seriamente l Unione Europea si impegna nella Ricerca. Il 6 Programma Quadro è lo strumento primario per realizzare i progetti dello Spazio Europeo della Ricerca, che rappresenta la dichiarazione d intenti (vision statement) dell Europa per il futuro della scienza. Tale dichiarazione d intenti e stata sviluppata durante il Consiglio di Lisbona nel Marzo 2000, dove l Unione Europea si è posta l obiettivo di diventare la società della conoscenza più competitiva e dinamica nel mondo, con uno sviluppo economico sostenibile accompagnato da un miglioramento quantitativo e qualitativo a livello di occupazione, favorendo quindi una maggiore coesione sociale. A Barcellona, nel 2002, il Consiglio Europeo ha nuovamente ribadito che le spese per la R&S e l innovazione nell Unione dovrebbero aumentare fino a raggiungere il 3% del PIL entro il 2010; due terzi di questo nuovo investimento dovrebbero provenire dal settore privato. Attualmente l UE investe circa 1.9% del suo PIL nella Ricerca e Sviluppo e nella Tecnologia. Appare evidente che l Europa è in continuo mutamento. Negli ultimi due decenni abbiamo assistito ad una serie di notevoli passi avanti nell integrazione economica, fra cui la nascita del Mercato Comune ed ovviamente la moneta comune. Ora l Europa è impegnata nel processo di creazione della propria Costituzione. Il prossimo anno l UE si espanderà, accogliendo 10 nuove nazioni portando a 25 il numero degli Stati Membri, con una popolazione superiore a 450 milioni di persone. La Commissione prevede che l allargamento potrebbe aumentare la crescita annuale del GDP dei nuovi stati dal 1.3% al 2.1%, mentre la crescita del GDP degli Stati Membri sarà pari a 0.7%. Si stima che la ricerca e la tecnologia rappresenteranno tra il 25% ed il 50% della crescita economica e ciò pone lo sviluppo tecnologico e della ricerca fra le priorità politiche sull agenda economica. Le politiche della ricerca, sviluppo ed innovazione sono al momento completamente aperte al processo di globalizzazione; al giorno d oggi non è più concepibile parlare di scienza a livello dei singoli stati. La scienza e la tecnologia sono attività globali ed il III

6 loro sviluppo è costantemente influenzato dall informazione e dalle conoscenze presenti nel mondo. Varie analisi suggeriscono che l Unione Europea è oggi altamente competitiva a livello internazionale. Tuttavia dobbiamo guardare al nostro futuro. L innovazione tecnologica crea le professioni del domani, e la ricerca crea quelle dei giorni successivi. Lo Spazio Europeo della Ricerca mira a rimodellare i rapporti fra i diversi enti istituzionali della ricerca nell UE a livello della Comunità, degli stati membri e a livello regionale al fine di promuovere un quadro delle politiche complessivo più coerente. Esso mira a reinventare il panorama europeo della Ricerca, ridefinendo i ruoli di ciascun membro (comprese le autorità pubbliche ed gli operatori privati) e rinnovando i processi e le politiche che sostengono gli sforzi della ricerca. Così facendo, si spera che possa nascere un nuovo processo di collaborazione fra tutti coloro che sono coinvolti. In questo contesto, l Europa non è una Fortezza. Al contrario, essa è aperta al mondo. A tale proposito, abbiamo come obiettivo la costruzione di reti e progetti integrati su larga scala. Il punto chiave non è allargare la ricerca a ogni settore e disciplina per raggiungere un primato scientifico e tecnologico in specifiche aree della ricerca, ma è superare la frammentazione della ricerca europea creando una rete che colleghi la notevole quantità di risorse e competenze necessarie per promuovere la leadership europea. Lo Spazio Europeo della Ricerca vuole dare la possibilità ai Ricercatori Europei di accedere alle conoscenze ed alla tecnologia prodotte in altre parti del mondo. Intende altresì unire le risorse S&T dell UE con quelle del resto del mondo, per condurre assieme iniziative che offrano delle risposte ai problemi globali. Vuole inoltre promuovere attività S&T sulla base di un equa collaborazione e si propone di formare un Europa che attragga maggiormente gli scienziati di tutto il mondo, in modo da diventare un punto di riferimento pienamente riconosciuto. La cooperazione fra Europa ed Australia si è sviluppata nel corso degli anni. Con il Quarto Programma Quadro sono stati approvati circa 34 progetti nell ambito di diverse discipline, per un ammontare pari a circa 40 milioni di euro. Con il Quinto Programma Quadro sono stati approvati approssimativamente 46 progetti per un valore di circa 100 milioni di euro. Tre di questi progetti erano in collaborazione con la Nuova Zelanda. Con il primo Bando del VI Programma Quadro ci sono stati più di 130 progetti in collaborazione con l Australia e quindi auspichiamo una sempre maggiore partnership fra i due Paesi. Ma cosa possiamo fare per ampliare questa collaborazione? L Europa è il partner scientifico più importante per l Australia, attraverso progetti sia bilaterali che multilaterali. Nel 2000, la Commissione Europea e le missioni diplomatiche che rappresentano l Unione Europea in Australia, in collaborazione con il Department of Education, Science and Training (DEST) e con le maggiori Agenzie S&T australiane hanno costituito il Forum for European Australian Science and Technology cooperation, noto come FEAST. FEAST si propone di valorizzare e migliorare l attuale cooperazione S&T multilaterale e bilaterale fra Europa ed Australia attraverso l identificazione delle priorità ed accrescendo la qualità, la quantità e le prospettive di azioni future. Il primo evento, che ha avuto luogo nel Maggio del 2001, è stata una conferenza dal titolo Enhancing Research through Collaboration and Linkages. L evento di oggi, intitolato Networking for Excellence, è la naturale continuazione del primo. Networks of Excellence è un nuovo strumento del Sesto Programma Quadro (FP6), ideato per IV

7 rafforzare le competenze in particolari aree della ricerca, riunendo ricercatori e risorse di tutte le discipline e settori. A tale proposito, le priorità dell Europa per quanto riguarda S&T non sono diverse da quelle dell Australia o di altri paesi: innanzitutto la capacità di agevolazione della tecnologia per creare uno stile di vita sano in un ambiente sostenibile e sicuro, predisponendo e rafforzando tutti i settori della società; in secondo luogo un approccio salutare, consistente e saggio. A tale scopo, le priorità dell Australia in materia di Ambiente, Salute, Materiali Intelligenti ed Australia Sicura, sono in sintonia con quattro delle sette priorità del FP6, ovvero Scienze Naturali, Genomica e Biotecnologia, Nanotecnologie e Sviluppo Sostenibile. Ma il punto chiave di tutte le collaborazioni é il networking. Questa Conferenza ci offre quindi l opportunità di riflettere sull importanza del networking non solo nell ambito delle nostre discipline, bensì in altri settori e soprattutto in altri paesi, al fine di raggiungere un approccio realmente globale verso le sfide affrontate oggigiorno dalle nostre società. Per concludere consentitemi di condividere con voi due esempi di networking che si sono dimostrate particolarmente efficaci per la cooperazione S&T fra i nostri due continenti. ARIA (The Association for Research between Italy and Australasia) e FEAST FRANCE. Queste organizzazioni, che inizialmente hanno avuto successo a livello locale, si sono poi diffuse a macchia d olio per raggiungere i vari angoli del globo. Così come si comportano i capillari nel corpo umano, allo stesso modo fanno le organizzazioni scientifiche nel mondo, trasportando il sangue vitale rappresentato dalla conoscenza e dall esperienza per affrontare le sfide di questo secolo e di quelli futuri. Nel corso degli ultimi tre anni, l esperimento FEAST in Australia ha prodotto risultati evidenti e concreti nella promozione della collaborazione S&T fra i nostri due continenti. Sono a conoscenza del fatto che un progetto simile si sta sviluppando in Canada ed in India e dovremmo essere tutti orgogliosi del successo di questa organizzazione a cui tutti noi abbiamo contribuito. Vi auguro di assistere ad una conferenza informativa e produttiva durante questi due giorni. Nicola Sasanelli Addetto Scientifico V

8 Introduction As introduction to this issue of the Bollettino, it is my pleasure to present the speech of His Excellency Ambassador Dino Volpicelli, that was given at the opening session of the FEAST Conference Networking for Excellence on November 13, The speech has a rich source of interesting themes for everybody. Speech by the His Excellency Ambassador Dino Volpicelli From its earliest beginnings the European Community has always encouraged cooperation in scientific issues. From Archimedes to Galileo, Copernicus to Einstein, Europe has produced great scientists across the ages, although we have not always been so keen to promote their findings! In June 2002, the 6th Framework Programme for Research and Technological Development was announced with a budget of 17.5 billion Euro. Considering that the first Framework Programme which ran from had a budget of 3.75 billion euro, you can see how far we have come and how serious the European Union is about its commitment to Research. The 6th Framework Programme is the primary tool to carry out the work of the European Research Area, Europe s vision statement for the future of science. This vision grew out of the Lisbon Council in March 2000 where the European Union set itself the goal to become the most competitive and dynamic knowledge society in the world, capable of sustainable economic development, accompanied by a quantitative and qualitative improvement in the level of employment, thereby supporting a greater social cohesion. And again in Barcelona in 2002 the European Council agreed that overall spending on R&D and innovation in the Union should be increased with the aim of reaching 3% of GDP by 2010; two-thirds of this new investment is expected to come from the private sector. Currently the EU spends about 1.9% of its GDP on Research Technology and Development. It can be observed that Europe remains in a state of flux. Over the last two decades it has taken a number of remarkable steps towards the integration of its economies including the completion of the Single Market and of course the single currency. Now it is in the process of creating its own Constitution. Next year the EU will enlarge to include a further 10 countries increasing its Member States to 25 and its population to more than 450 Million people. The Commission estimates that enlargement could increase the yearly growth in GDP of the Accession countries by between 1.3% and 2.1% but will increase the growth in GDP of existing Member States by 0.7%. Research and technology have been estimated to account for between 25% and 50% of economic growth and this puts research and technology development policy as a top political priority on the economic agenda. Research, development and innovation policies are now fully open to the globalisation process; it is no longer conceivable today to talk of science at a country level. Science and technology are global activities and their development is constantly shaped by information and knowledge flowing across the world. Analysis suggests that the VI

9 European Union is today broadly competitive at the international level. But we need to have our eyes on the future. Technological innovation creates the jobs of tomorrow, and research creates those of the day after tomorrow. The European Research Area aims to reshape the relationships between the different institutional research actors in the EU at a Community level as well as at member states and regional levels - so as to promote a more coherent policy framework overall. It aims to re-invent the European research landscape, in re-defining the roles of each of the players (including public authorities and private operators) and reconfigure the processes and policies that underpin the research effort. In so doing, it is hoped that a new partnership process will arise among all those involved. In this context, Europe is not a Fortress. It is open to the world. To this end, we are aiming to build networks and integrated projects on a large scale. The focus is on integrating research across all sectors and disciplines to achieve scientific and technological excellence on specific research topics. Our goal is to overcome the fragmentation of European research by networking together the critical mass of resources and expertise needed to promote European leadership. The European Research Area seeks to enable European Researchers to access knowledge and technology produced elsewhere in the world; to harness the S&T resources of the EU and the rest of the world to work together in initiatives to provide responses to global problems. It seeks to promote S&T activities on the basis of an equitable partnership and it seeks to make Europe more attractive to scientists all over the world so that it becomes a fully recognizable centre of reference. Cooperation between Europe and Australia has grown over the years. Under the 4th Framework Programme there were approximately 34 approved projects at full or sub contractual level across several different disciplines amounting to about 40 million euro. Under the 5th Framework Programme, there were approximately 46 approved projects with a value of approximately 100 million euro. Three of these projects were with New Zealand partners. Under the first Call for Proposal for the 6th Framework Programme there were over 130 projects with Australian partners and so we look forward to an ever increasing collaboration between us. But what can we do to further this collaboration? Europe is Australia's largest scientific partner, through both bilateral and multilateral projects. In 2000, the European Commission, the diplomatic missions representing the European Union in Australia, in association with DEST and the major Australian S&T Agencies formed the Forum for European Australian Science and Technology cooperation, affectionately known as FEAST. FEAST aims to highlight and improve existing multilateral and bilateral S&T cooperation between Europe and Australia through identifying priorities and enhancing the quality, quantity and visibility of future action. The first event, held in May 2001, was a conference entitled Enhancing Research through Collaboration and Linkages. Today s event, entitled Networking for Excellence, is a natural follow on from that first one. Networks of Excellence are a new instrument under FP6 designed to strengthen excellence on particular research topics by bringing together researchers and resources from all disciplines and sectors. VII

10 European priorities in S & T are not so different from Australia s, or anyone else for that matter - the facilitation of technology to bring about a healthy lifestyle in a sustainable and safe environment enabling and empowering all sectors of society - the healthy wealthy and wise approach. To this end, the Australian priorities of Environment, Health, Clever Materials and a Secure Australia, sit very well with four of the 7 FP6 priorities - Life Sciences, Genomics and Biotechnology; Information Technologies, Nanotechnologies, and Sustainable Development. But the driving force for all collaboration is networking. Therefore this Conference offers us an opportunity to reflect on the importance of networking not just within our own disciplines but across sectors and more importantly across borders to achieve a truly global approach towards the challenges facing our societies today. Allow me in conclusion to share with you two examples of networking which have shown themselves to be particularly effective for S & T cooperation between our two continents. ARIA (The Association for Research between Italy and Australasia) and FEAST FRANCE. These networks which started off being successful locally, have spread out like ripples in a pond to reach across the globe. As capillaries are to the body, so scientific networks are to the world, carrying the lifeblood of knowledge and experience to meet the challenges of this and future centuries. In the course of these last three years, the FEAST experiment in Australia has produced clear and tangible results in the promotion of S & T collaboration between our two continents and has become a model for other countries. I understand that a similar project is being considered in Canada and in India and we should all be justly proud of the success of this organisation in which we have all played a part. I wish you all a very informative and productive conference during these two days. Nicola Sasanelli Addetto Scientifico VIII

11 INNOVATION ACCESS PROGRAMME INTERNATIONAL SCIENCE AND TECHNOLOGY The Department of Education, Science and Training has as its vision A better future for all Australians through learning, science and innovation. One programme that it delivers to achieve these goals in the area of science is the Innovation Access Programme International Science and Technology. The Innovation Access Programme aims to promote innovation and competitiveness by increasing Australian access to global research and technologies and facilitate their uptake by Australian researchers and firms, particularly Small to Medium Enterprises (SMEs). This program has several elements including: Competitive Grants for international research and development cooperation and related activities (this includes the European Union Framework Fund and support for international conferences) and Strategic Policy for bilateral and multilateral consultations and strategic fora. More information is available from: https://sciencegrants.dest.gov.au/iap/asp/availablefunding.asp Questions on these components of the Innovation Access Programme should be directed to: IX

12 X

13 Bollettino della Comunita Scientifica in Australasia Direttore responsabile: ing. Nicola Sasanelli Responsabile e coordinamento editoriale: dott.ssa Alessandra Iero Comitato di Redazione: dott. Bob Brockie dott. Michael Cantoni dott. Antonio Cerone dott.ssa Anna Maria Fioretti dott. Stefano Girola dott. Bruno Mascitelli dott.ssa Daniela Rubatto dott.ssa Marilena Salvo dott. Massimiliano Tani Traduzioni a cura di: Enrico Zorzella XI

14 Ambasciata d Italia in Canberra Ufficio dell Addetto Scientifico Comitato di Redazione 12 Grey Street DEAKIN ACT 2600 Tel. (+61) (2) Fax (+61) (2) ISSN Il si basa sul libero apporto dei ricercatori. Per tale motivo gli autori se ne assumono interamente la responsabilità. The is based on the free contribution of researchers. For this reason, the authors take on full responsibilities. XII

15 EVENTI Promossi dall ufficio Scientifico dell Ambasciata d Italia in Canberra 1-5 February 2004, Muramarang, NSW Italian-Australian Specialist Workshop on Plasma Treatment of Materials The workshop will be held within the Gaseous Electronics Meeting (GEM), to highlight research and cooperation on the processes that can involve the basic research (diagnostic, new materials) and industrial in many other sectors: textile, glass, anticorrosion, electronic, automobile components, prosthesis, valves, membranes and other devices for medical applications, aerospace, ships, mobile phones, optical ophthalmology. September 2004, Canberra Bilateral Workshop Australia-Italy on Bio-Security The workshop will explore the following themes: Improved crop protection systems based on biological control methods for safer low input production systems; Toxigenic fungi and their products in the food chain; Fungal Biodiversity; Molecular tools for contamination diagnosis; Improvement of the reliability and the speed of diagnosis is a key for safety of plants and plant products; Bio-Contaminants: analytical and detection methods; Mediterranean Australian trading of agro products: contamination problems and risks; Quarantine protocols; GMO co-existence analysis; Environmental risk and impact of the introduction of alien species; Characterization of genetic resources as a strategy for the preservation of plant biodiversity; Underutilized crop species in the management of sustainable agriculture; November 2004, Brisbane Workshop on marine parks in Italy and Australia: a comparison of research and management methods In Italy, Marine Protected Areas (MPA) have recently been the focus of a particular attention from both the scientific community and the environmental agencies, leading to the institution of a total of more than twenty national MPA, distributed along the entire peninsula. The first two marine protected areas were officially instituted in middle eighties, but the process undertook a strong accelerations during the nineties. This process has involved a considerable part of the Italian marine scientific community to deal with new and complex problems such as site identification, habitat, community and biodiversity assessment, as well as the appropriate methodologies to address them. In 2001, central environmental agencies have launched an interdisciplinary research project (AFRODITE) aimed at the study of the above mentioned problems in all the Italian MPAs. The results so far available have pointed out a number of scientific and management issues that deserve closer scrutiny. In this frame, it is considered of the XIII

16 utmost utility the confrontation and critical analysis of the Italian experience with that gained in other natural and social contexts. It is clear that Australia in one of the most promising grounds where to performe a confrontation and critical exercise, due to its well established MPA patrimony and the experience related to research, planning and management issues. December 2004, Melbourne Italian Australian workshop on environmental restoration and industrial archeology The workshop will aim to highlight tools and techniques for remediation of big contaminated sites, treatment of contaminants and restoration of the industrial sites. Many of these sites can be recovered and be part of cultural heritage as industrial archeology. XIV

17 Department of the Premier and Cabinet The Office of Science and Innovation Rich in natural resources, with vast open spaces, striking landscapes and a good climate, the State of Western Australia boasts a high quality of life due to its strong economy. With only 10% of Australia s total population, Western Australia (WA) contributes approximately 28% of the nation s exports (2002/03) and last year generated 11.1% ($77.5 million) of the nation s output. The State s economy is driven by mining and energy activities, which alone contribute 22% to Gross State Product. In order to enhance and sustain growth, the Government of Western Australia has moved to diversify its economic base by further development of science and innovation. The Government s commitment is evident in its nomination of the Premier as the State s first Minister for Science and an investment of $100 million over five years above pre -existing support as part of its InnovateWA policy statement of Lead by the Chief Scientist, and with independent guidance from the Premier s Science Council, the Office of Science and Innovation (OSI) provides active support to the Premier and Cabinet on policy formulation and decision making in relation to science and innovation. OSI was established in July 2002 as a division of the Department of The Premier and Cabinet. OSI s Phillip Murray refers readers to WA s science policy, InnovateWA, which is responsible for the delivery of enduring programs to build the State s science capability and attracting international science collaborations, details at and Chief Scientist, Dr Bruce Hobbs, believes investment in high impact research has many positive outcomes for the State of WA, including great opportunities for international collaboration. Already, major internationally beneficial discoveries have flowed from WA, such as that of Australian of the Year 2003 Prof. Fiona Stanley s research on folate and spina bifida. OSI s resources are applied to improving Western Australia s knowledge base and infrastructure. In 2003, the OSI supported the pro vision of $24.4 million over 5 years to the Scitech Discovery Centre which provides an interactive science portal for the community. State funds are also strategically invested into high impact research and innovation such as the Centres of Excellence (COE) in Science and Innovation and the new WA Major Research Facility Program. These target significant beneficial outcomes including new intellectual property, employment, growth in exports and expanded science capability. OSI s Dr Joseph Patroni advises the COEs supported by OSI include: AJ Parker CRC for Hydrometallurgy Australian Centre for Geomechanics Australian CRC for Renewable Energy Australian International Gravitational Observatory Centre for Exploration & Production Geophysics Centre for Global Metallogeny Centre for High-Throughput Agricultural Genetic Analysis XV

18 Australian Research Centre for Medical Engineering Australian Telecommunications CRC Centre of Excellence in Mass Spectometry Centre of Excellence in Natural Resource Management Centre for Sustainable Mine Lakes Centre for Organic Waste Management Centre for Water Research CRC for Biological Control of Pest Animals CRC for Coal in Sustainable Development CRC for Dry Land Salinity CRC for Landscape Environments & Mineral Exploration CRC for Predictive Mineral Discovery CRC for Sheep Environmental Technolo gy Centre International Environmental Technology Centre Nanostructural Analysis Network Organisation (CRC = National Cooperative Research Centre) Centre for Intelligent Process Operations & Management Centre for Land Rehabilitation Centre for Management of Arid Environments Centre for Marine Science & Technology National Networked Tele-Test Facility WA State Agricultural Biotechnology Centre WA Biomedical Research Institute WA Centre for Electromagnetic Compatibility Technology WA Centre in Industrial Optimisation WA Centre for Microscopy WA Centre for Petroleum Geology WA Centre for Semiconductor Optoelectronics & Microsystems WA Geotectonic Mapping Facility The latest COE is associated with the Australian International Gravitation Observatory and is developing close links with international collaborators including researchers of Universities of Pisa, Rome and INFN Frascati. See and OSI is working very closely with the CSIRO Australia National Telescope Facility (ATNF) Division in a concerted effort to attract the international Low Frequency Array (LOFAR) and the Square Kilometre Array (SKA) radio telescopes to WA. A joint LOFAR bid by OSI and CSIRO for the LOFAR project has been ranked first in the world based on science and technical grounds. A final decision on the location of LOFAR will be made in the first quarter of For more information OSI s Rob Gates refers readers to The SKA project is ten times the scope of the LOFAR project and if the bid for it is successful it will turn most of Australia into one enormous telescope with its base in WA. See The WA advantage in future astronomy research was also recognised by the European Space Agency when it commenced operating its first deep space ground station at New Norcia north of Perth in March Major new initiatives in marine science are also underway. The Intergovernmental Oceanographic Commission (IOC) of UNESCO, OSI and the Bureau of Meteorology are also collaborating to establish Indian/Pacific Oceans research activities in Perth. For more information please contact: Dr Bruce Hobbs, Chief Scientist and/or in Italian to Dr Joseph Patroni, Manager - Science Capability Development, Office of Science and Innovation Department of Premier and Cabinet, Government of Western Australia Governor Stirling Tower, 197 St. George s Terrace PERTH WA 6000 Tel: Fax: URL: XVI

19 THE VENETO REGION Veneto Region is one of the most dynamic areas in Italy and Europe. Its unemployment rate amounts to 3,7% while the European average rate is 7,5 %. The regional economy is based on a very special entrepreneurial attitude and, in consequence, on a large number of Small and Medium Enterprises: about companies, that is 1 company every 10 inhabitants Veneto Region produces about 15% of total Italian export while its GDP and population are near 8%. There are many industrial clusters such as: Textile & clothing, Wood & furniture, Shoes (elegant and sporty), Tanning industry, Electro-mechanics, Eyeglasses, Marble working, Gold and silver working, Artistic glass, Wine and Agro food, Industrial machinery, and many others. R&D and Innovation are basic for regional economic growth. To foster these factors Veneto Government set up Veneto Innovazione in Veneto Innovazione is the regional agency promoting the collaboration between Research and Enterprises. Its stockholders are the Veneto Region, the Regional Enterprise Unions, the Veneto Union of the Chambers of Commerce, and the four Veneto Universities. Veneto Innovazione is also in charge to promote and to co-ordinate the regional participation in the Sixth European Framework Programme on Research and Technological Development. So it will be considered very important to find international partnerships, both scientific and economic, with third countries in Australia and Asia. For further information please contact: VENETO INNOVAZIONE SPA c/o VEGA SCIENCE & TECHNOLOGY PARK Via della Libertà 5/12 REGIONE DEL VENETO SEGRETERIA REGIONALE AFFARI GENERALI Cannaregio, 168 Palazzo Sceriman MARGHERA VE - ITALIA VENEZIA - ITALIA Tel Tel / Fax Fax / XVII

20 THE VENETO RESEARCH & INNOVATION SYSTEM High educational system 4 Universities 2 in Venice, Padua, Verona; 24 Faculties Economics, Law, Medicine and Veterinary Medicine, Literature and Foreign Languages, Chemistry, Science & Mathematics, Pharmacy, Agricultural Science, Engineering, Architecture, Psychology, Political Sciences, Statistics; University Centres: Venice International University studies on management, learning, and environment. University Consortium for Chemistry in the Environment Consorzio Venezia Ricerche - projects on new materials, ICT, and cultural heritage. Consorzio Padova Ricerche - projects on industrial automation, ICT, and telecommunication. Science and Technology parks VEGA - Venice STP; Galileo - Padua STP; STAR - Verona SP. Industrial SMEs and handcrafts Associations Confindustria del Veneto; FederVeneto API; Confartigianato del Veneto; CNA Veneto. Public Research structures CNR - National Research Council; ENEA - Italian National Agency for New Technology, Energy& Environment; INFM - National Institute for the Physics of Matter; INFN - National Institute for Nuclear Physics; GLASS EXPERIMENTAL STATION. VENETO AGRICOLTURA Regional Agency for Innovation & Agriculture ARPAV - Regional Agency for Environment CORILA Centre for Venice Lagoon Innovation Centres Politecnico Calzaturiero for the shoe industry Certottica for the eyeglasses industry Ritex for Proofs for textile Thetis for marine technology Venezia Tecnologie Eurobic Dolomiti business innovation centre Eurobic Adriatico - business innovation centre Polesine Innovazione Tecnologia & Design for Rapid prototyping CERT for proofs on wood and textile for furniture Treviso Tecnologia Centro Produttività for patent searches Verona Innovazione for training courses Tecnopadova for design VENETO IS ALL THAT AND MUCH MORE XVIII

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA?

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA? HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE Cosa è l HTA? Marco Marchetti Unità di Valutazione delle Tecnologie Policlinico Universitario "Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore L Health

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects PRESENTATION Innovation plays a key role within the European political agenda and impacts

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non tutti lo conoscono Marco Marchetti L Health Technology Assessment La valutazione delle tecnologie sanitarie, è la complessiva e sistematica valutazione

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 Data: 23/04/2015 Ora: 17:45 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Pioneer Investments e Santander Asset Management: unite per creare un leader globale nell asset management

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD)

The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD) The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD) L. Stringhetti INAF-IASF Milano on behalf of the ASTRI Collaboration 1 1 Summary The ASTRI/CTA project The ASTRI Verification

Dettagli

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS Una società certificata di qualità UNI EN ISO 9001-2000 per: Progettazione ed erogazione di servizi di consulenza per l accesso ai programmi di finanziamento europei, nazionali e regionali. FIT Consulting

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

Guida per Auto Valutazione Secondo l EFQM GUIDA PER L APPLICAZIONE IONE DELLA METODOLOGIA DI AUTO VALUTAZIONE EFQM NEL PARTENARIATO

Guida per Auto Valutazione Secondo l EFQM GUIDA PER L APPLICAZIONE IONE DELLA METODOLOGIA DI AUTO VALUTAZIONE EFQM NEL PARTENARIATO GUIDA PER L APPLICAZIONE IONE DELLA METODOLOGIA DI AUTO VALUTAZIONE EFQM NEL PARTENARIATO 1 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. LA METODOLOGIA EFQM E IL QUESTIONARIO DI AUTO VALUTAZIONE... 4 3. LA METODOLOGIA

Dettagli

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Istruzioni per gli Autori Informazioni generali Aggiornamenti CIO è la rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi e pubblica articoli

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema Res User Meeting 2014 con la partecipazione di Scriviamo insieme il futuro Paolo Ferrandi Responsabile Tecnico Research for Enterprise Systems Federico Bonelli Engineer Process mining & Optimization Un

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION PSS Worldwide is one of the most important diver training agencies in the world. It was created thanks to the passion of a few dedicated diving instructors

Dettagli

Politecnico di Milano Scuola Master Fratelli Pesenti CONSTRUCTION INNOVATION SUSTAINABILITY ENGINEERING

Politecnico di Milano Scuola Master Fratelli Pesenti CONSTRUCTION INNOVATION SUSTAINABILITY ENGINEERING Innovazione nei contenuti e nelle modalità della formazione: il BIM per l integrazione dei diversi aspetti progettuali e oltre gli aspetti manageriali, gestionali, progettuali e costruttivi con strumento

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Terni, 12 Marzo 20115

COMUNICATO STAMPA. Terni, 12 Marzo 20115 COMUNICATO STAMPA Terni, 2 Marzo 205 TERNIENERGIA: Il CDA della controllata Free Energia approva il progetto di bilancio al 3 Dicembre 204 Il CEO Stefano Neri premiato a Hong Kong per la sostenibilità

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi Innovazioni di metodo Risultati attesi Risultati Azioni attesi Tempi

Dettagli

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles OLIVIERI Azienda dinamica giovane, orientata al design metropolitano, da più di 80 anni produce mobili per la zona giorno e notte con cura artigianale. Da sempre i progetti Olivieri nascono dalla volontà

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE AUDIZIONE PRESSO UFFICIO DI PRESIDENZA 7ª COMMISSIONE (Istruzione) SULL'AFFARE ASSEGNATO DISABILITÀ NELLA SCUOLA E CONTINUITÀ DIDATTICA DEGLI INSEGNANTI DI SOSTEGNO (ATTO N. 304)

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso A09 Enrico Fontana L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi Prefazione di Massimiliano Manzetti Presentazione di Nicola Rosso Copyright MMXV ARACNE editrice int.le S.r.l. www.aracneeditrice.it

Dettagli

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual.

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual. MANUALE GRANDE PUNTO A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even those that range from same brand name

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

È un progetto di Project by Comune di Numana Ideazione

È un progetto di Project by Comune di Numana Ideazione LA CALETTA È proprio nell ambito del progetto NetCet che si è deciso di realizzare qui, in uno dei tratti di costa più belli della Riviera del Conero, un area di riabilitazione o pre-rilascio denominata

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI. Cisco Networking Academy CISCO NETWORKING ACADEMY.

ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI. Cisco Networking Academy CISCO NETWORKING ACADEMY. Profilo ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI CISCO NETWORKING ACADEMY Educazione e tecnologia sono due dei più grandi equalizzatori sociali. La prima aiuta le persone

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

4 to 7 funds 8 to 15 funds. 16 to 25 funds 26 to 40 funds. 41 to 70 funds

4 to 7 funds 8 to 15 funds. 16 to 25 funds 26 to 40 funds. 41 to 70 funds 4 to 7 funds 8 to 15 funds 16 to 25 funds 26 to 40 funds 41 to 70 funds 53 Chi siamo Epsilon SGR è una società di gestione del risparmio del gruppo Intesa Sanpaolo specializzata nella gestione di portafoglio

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

MANUALE CASALINI M10. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale casalini m10 information in this manual.

MANUALE CASALINI M10. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale casalini m10 information in this manual. MANUALE CASALINI M10 A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even people who come from the same brand

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

Elementi di progettazione europea

Elementi di progettazione europea Elementi di progettazione europea Il partenariato internazionale Maria Gina Mussini - Project Manager Progetto Europa - Europe Direct - Comune di Modena La trasnazionalità dei progetti europei Ogni progetto

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 In merito alla nuova circolare del Sottosegretariato per il Commercio Estero del Primo Ministero della Repubblica di Turchia, la 2009/21, (pubblicata nella

Dettagli

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine 40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine Le puttane sanno condividere le parti più private e delicate del corpo con perfetti sconosciuti. Le puttane hanno accesso a luoghi inaccessibili. Le puttane

Dettagli