L annuncio del pastorale di servizio Nati da una volontà dello Spirito Santo"

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L annuncio del pastorale di servizio Nati da una volontà dello Spirito Santo""

Transcript

1 ANNO IX NUMERO II LUGLIO 2014 Gruppo Nostra Signora delle Divine Vocazioni Canicattì L annuncio del pastorale di servizio Nati da una volontà dello Spirito Santo" di Melina Scibetta U n altro anno sta per concludersi, e come pastorale di servizio è tempo di tirare le somme. Ci accorgiamo di essere sempre mancanti, che pur volendo fare di più, riusciamo ad attuare in parte i nostri progetti. Ma subito la Grazia del Signore ci viene incontro, rassicurandoci; Lui veglia su di noi e ci conduce. La cosa più importante è essere in cammino, anche se a volte lenti, zoppicanti... ma in cammino, consapevoli di essere sempre benedetti. Quest'anno è stato segnato, e passerà alla storia per l'evento senza precedenti, realizzatosi a Roma, in occasione della trentasettesima convocazione nazionale: la visita di papa Francesco. É bello poter dire: "Io c'ero! Io ho vissuto quell'emozione, che rimarrà per sempre nel mio cuore, mentre da quell'ora sale un rendimento di grazie al Signore, per tanta benevolenza. Risuona ancora nel nostro cuore la voce di Papa Francesco, quanta delicatezza, in quella voce, e quanto forte il messaggio che ci ha consegnato mentre come musica si diffondeva nel cuore dell'assemblea. " Voi siete nati da una volontà dello Spirito Santo, come corrente di grazia nella Chiesa e per la Chiesa". Siamo un popolo in movimento, un popolo mosso dallo Spirito Santo, esortandoci a tornare alle fonti, alle origini, papa Francesco, ricolloca il RnS, al suo posto iniziale, per come lo Spirito Santo lo ha suscitato, alla luce del cammino già fatto. Si è rivolto a tutte le realtà presenti, sacerdoti, giovani, famiglie, disabili, anziani, perché nessuno si senta escluso dall'amore di Dio, e nessuno si senta esonerato dall'annunciarlo e testimoniarlo con la vita. Nessuno dica più: Sono giovane! Sono malato! Ho famiglia! Sono anziano! Sono sacerdote!.. Tutti chiamati e abilitati dallo Spirito Santo a realizzare quanto dice il profeta: Sali su un alto monte e grida tu che rechi liete notizie in Sion, alza la voce e non temere! Alziamo la voce e annunciamo che anche per questo tempo travagliato da tanti mali e immerso nella confusione, c'è possibilità di salvezza, c'è Gesù. Proclamiamo la sua Signoria gridando con la voce e con la vita, rivedendo il nostro impegno all'interno del Rinnovamento, a cominciare dal nostro essere responsabili se è vissuto alla luce di Gesù, che Sta in mezzo a noi come Colui che serve. Chiamati a prendere sempre più coscienza di essere solo servitori. Interrogarci sul nostro essere corrente di grazia, nella Chiesa e per la Chiesa, se siamo fedeli a ciò, favorendo e collaborando perché ogni cuore sia raggiunto da questa Grazia. Per favore, non ingabbiate lo Spirito Santo! Attenti a non perdere la libertà che lo Spirito Santo ci donato! Aspetto da voi un evangelizzazione con la Parola di Dio, che annuncia che Gesù è vivo e ama tutti gli uomini. Che diate testimonianza di ecumenismo spirituale con fratelli e sorelle di altre chiese e comunità cristiane. Avvicinatevi ai poveri, ai bisognosi, per toccare nella loro carne la carne ferita di Gesù. Cercate l'unità nel Rinnovamento perché l'unità viene dallo Spirito Santo, la divisione viene dal demonio! Fuggite le lotte interne, per favore! Fra voi non ce ne siano! Adorate Dio il Signore! Cercate la santità nella vita nuova nello Spirito Santo. Siate dispensatori della grazia di Dio! Uscite nelle strade a evangelizzare! Ricordate che la chiesa è nata in uscita. La pausa estiva, non sia un fermarci, ma tempo di ascolto del movimento interiore dello Spirito Santo in noi, come frutto di tanta grazia, e impegnarsi ad assecondarlo. Coraggio, la Chiesa è con noi nella figura di Papa Francesco, a testa alta andiamo avanti! Coraggio popolo tutto del paese, dice il Signore, e al lavoro, perché io sono con voi, il mio Spirito sarà con voi, non temete! Alleluia! 1

2 L Il grido dell evangelizzazione di Melina Naccarato ʼevangelizzazione è il grido dellʼanima abitata dallo Spirito Santo. Il primo dono che fa lo Spirito Santo ad ogni anima, dice Papa Francesco è il dono di se stesso che è amore e ti fa innamorare di Gesù, che ti cambia la vita. Non è un grido qualunque, ma è il grido come dice Isaia 40, 9 Sali su un alto monte, tu che rechi liete notizie in Sion; alza la voce con forza, tu che rechi liete notizie in Gerusalemme. Alza la voce, non temere; annunzia alle città di Giuda: Ecco il vostro Dio! Eʼ il grido dellʼanima che incontra lʼamore del Dio vivente in Gesù risorto, come la Samaritana che va e grida a tutti : ho incontrato il Messia, o come Maria Maddalena dopo avere incontrato Gesù risorto va e grida: Ho visto il risorto. Eʼ il grido dellʼanima che scopre che quel Dio che pensava fosse morto, può invece parlare, amare, operare per lui e con lui, Egli può infiammare il suo cuore con la Sua Parola viva come ha infiammato il cuore dei discepoli di Emmaus: non ci ardeva forse il cuore nel petto mentre conversava con noi (Lc 24,31) e tornarono a Gerusalemme gridando : Davvero il Signore è risorto. Lʼevangelizzazione è raccontare ciò che di meraviglioso Dio ha fatto nella tua vita e della tua vita. Nellʼultima convocazione nazionale del RnS, Papa Francesco insiste e dice: uscite nelle strade a evangelizzare, annunciando il vangelo, poiché la Chiesa è nata in uscita, il giorno di Pentecoste. È nel giorno di Pentecoste che Pietro abitato dallo Spirito Santo grida che la salvezza viene da Gesù morto e risorto. Gesù stesso, dopo la sua risurrezione parlando ai suoi discepoli dice che nel Suo nome saranno predicati a tutte le genti la conversione e il perdono dei peccati (Lc 24,47). E ancora andate e annunziate il vangelo ad ogni creatura (Marco 16, 15). Non è dunque un invito, ma un comando che risuona ancora oggi attraverso la sua Parola. Allʼinizio del mio cammino nel RnS un canto ha riempito il mio cuore, e diceva così: ti canterò Signor un cantico dʼamor. Ma prima che io cantassi il suo amore, lo Spirito Santo mi ha fatto sentire e capire quanto Dio Padre mi ama e con il suo amore mi consola, mi libera, mi dà forza e culla il mio cuore. Solo quando facciamo esperienza dellʼamore grande del Padre e della sua salvezza dataci per mezzo di Gesù Cristo, possiamo rispondere al suo comando di andare e annunciare ovunque ci troviamo che solo il Suo amore ci salva. Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito, perché chiunque crede in Lui non muoia, ma abbia la vita eterna. Dio non ha mandato il Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo si salvi per mezzo di Lui (Gv 3,16). Annunciare che hai sperimentato questo Amore vivo che salva, è quel grido che diventa straziante se tace, perché il desiderio che lo Spirito Santo suscita è più forte della ragione che tante volte vuole farlo tacere. Permettiamo dunque allo Spirito Santo di abitare la nostra anima perché cambi in meglio la nostra vita, Egli che è il Signore che dà la vita ci conceda quel grido benefico che si racchiude in GESUʼ Eʼ IL SIGNORE. ALLELUIA 2

3 I Vizi capitali sono Sette; 1- Superbia,2-Avarizia,3-Lussuria,4- Ira,5-Gola,6-Invidia,7-Accidia. Si dicono capitali perché danno origine a tutti gli altri vizi. Vogliamo provare a conoscerli meglio questi vizi? Vogliamo guardarli e guardarci dentro, con occhio distaccato e critico, sì, perché parlando di vizi, istintivamente ne parliamo come di cose che non ci appartengono, e che sono cose altrui, che noi conosciamo come per sentito dire. Vogliamo trovare il modo per vincere tali virtù impazzite? Perché di questo si tratta, cioè, i vizi sono virtù impazzite. Esempio: immaginiamo una cipolla. Essa è composta di tante sfoglie, quando se ne toglie una, se ne trova un altra, cosi avviene per i vizi che sanno ben nascondersi, ma vanno scoperti e chiamati per nome per poterli combattere con le virtù opposte. A volte il vizio sta nella cattiva distribuzione delle forze, per esempio la fermezza è una qualità positiva, ma può trasformarsi in cocciutaggine. Il vizio non è semplice sbaglio, ma è una costante. Poiché il vizio è una virtù in crisi è necessario procedere con metodo, affinché possa esserci una ripresa di tale virtù. I vizi hanno risvolti negativi su di noi e sugli altri. A parlarne per primo ad Occidente, fu Papa Gregorio Magno verso la fine del VI secolo, ne parlò come un esercito ben nutrito e armato che combatte contro di noi una vera e propria battaglia. Alla testa di tale esercito sta la SUPERBIA, regina di tutti i mali (Sir10,13). La Superbia è un vizio che non si vede se non attraverso le sue filiazioni, si annida all interno dell animo ma finisce per gonfiarlo a tal punto che trabocca all esterno in un ostentazione vuota e inutile. Il Superbo, nella sua mente ingrandisce i propri meriti e si gonfia come un pallone; crede di essere qualche cosa di grande e perciò guarda dall alto in basso, studiando i mezzi per eccellere sempre. Sua figlia primogenita è la Vanagloria seguita dall Orgoglio. Chi ha il vizio della Superbia non si limita a lodarsi; è anche portato a disprezzare gli altri. E smanioso di comparire, il fine del suo operare è l appagamento dell orgoglio, con la stima e l approvazione altrui. Ricordiamo gli Scribi e i Farisei, uomini superbi anche se molto osservanti, i quali furono riprovati da Gesù per il loro modo di agire; le loro opere erano fatte per riscuotere la lode degli uomini e non per dare gloria a Dio. Il Vangelo è ricco di parabole che hanno lo scopo di abbattere la superbia e d insegnare l umiltà, Gesù dice : Chi di voi vuol essere il primo, sia l ultimo. E ancora, Imparate da me, che Sono mite e umile di cuore ecc... (Mt 11,29). San Giovanni Bosco confessa lui stesso di aver sentito nell animo fin dalla fanciullezza una forte inclinazione allo spirito di superbia. Subito si mise all opera e riuscì vittorioso fino ad esclamare: Ho dovuto propormi di prendere per il collo la mia superbia, metterla sotto i piedi e calpestarla. S. Agostino dice: La superbia è il peccato di Lucifero e di Adamo, chi vuole andare al di là della propria natura è superbo, crede di essere ciò che non è e la sua anima diventa principio a se stessa. TUTTI SIAMO TOCCATI DALLA SUPERBIA. Esiste pure la Superbia spirituale; il credersi buono, anzi più buono degli altri e il disprezzare il prossimo perché peccatore. Questo genere di Superbia dispiace moltissimo a Dio, il quale conosce la miseria di ciascuno e sa che senza il SUO AIUTO non può farsi niente di buono. La lotta contro la Superbia parte da una corretta stima di sé; si impara a conoscersi, capirsi, accogliersi positivamente, nonostante i propri lati negativi, ad accettarsi, a far pace con se stessi, a guardarsi con benevolenza, come ci guarda Dio nonostante le nostre miserie. Ci si valorizza, non per esaltarsi, ma per riconoscere con gratitudine il valore che Dio ci ha dato:- Siamo Discendenza Reale e Stirpe Santa. Maria di Nazareth, riconosce la grazia di Dio scesa in Lei e dice Ha guardato l umiltà della Sua serva grandi cose ha fatto in me L Onnipotente (Lc 46,55). Signore, Tu mi scruti e mi conosci, sai quando seggo e quando mi alzo. Penetri da lontano i miei pensieri, mi scruti quando cammino e quando riposo. Ti sono note tue le mie vie (Sal138). Preghiera Signore Gesù, aiutami a scoprire e vincere questo vizio di Superbia che reca danno alla mia anima, ma soprattutto, ruba la Lode e la Gloria che appartiene SOLO a TE che SEI IL SIGNORE! Con il salmista voglio dirti : Anche dall orgoglio salva il Tuo servo perché su di me non abbia potere; allora sarò irreprensibile, sarò puro dal grande peccato. (Sl 18,14) La superbia di Clara Calafatello GRAZIE SIGNORE GESU, ONORE E POTEN- ZA AL TUO SANTO NOME. AMEN!!! 3

4 Sì, solo oggi, solo per oggi ce la posso fare! Oggi abbiamo visto cose prodigiose (Lc 5,26) Ogni giorno l'uomo vive sperando e nell'attesa si rivolge a Dio che tutto trasforma in fede. Quando non si ricorre a Dio la casa dell uomo è disabitata, deserta e il cuore si trasforma in luogo di sciacalli e predoni senza Dio. E bello il paragone di san Paolo : voi siete il campo di Dio, l edificio di Dio" (1Cor 3,9). Dunque, l uomo è un edificio Spirituale ; una casa dove si evidenzia il piano superiore e l occhio una finestra aperta sul mondo. di Salvatore Roccaro Da quella finestra si affaccia e il suo sguardo giunge lontano, arriva a toccare orizzonti dove il futuro sembra che chiami, e dove la dimensione contemplativa dell esistenza si mescola all azione e al turbinare dei giorni misti di fatiche, delusioni e speranze. Ed è proprio da quella casa che deve partire il primo significato cristiano è da quell edificio dove abbiamo celebrato feste e versato lacrime, dove si vivono drammi di figlio prodigo o di Caino che si arma ancora una volta, dove l amore sembra finito e ci si separa fino a perdere il senno e la salute è da quella casa dove dalla finestra del proprio cuore sembra non entri più nemmeno un raggio capace di portare luce e illuminare ogni angolo nascosto e buio che deve partire il primo valore cristiano così da decidersi per una svolta decisiva e nuova al proprio modo di essere. E' la Chiesa che ci incoraggia "nessuna tenebra di errore e di peccato può eliminare totalmente nell'uomo la luce di Dio Creatore. Nella profondità del suo cuore permane sempre la nostalgia della verità assoluta e la sete di giungere alla pienezza della sua conoscenza" (veritatis splendor). Sta lì infatti, come roccia, la Parola di Dio che sostiene e illumina la casa: Gesù alzò lo sguardo e gli disse: scendi subito, perché oggi devo fermarmi a casa tua (Lc 19, 5).... A ciascun giorno basta la sua pena. (Mt 6, 34). Così, nonostante la scalata si presenti ardua, è l oggi che conta. E per quanto un impresa possa sembrare impossibile, oggi diventa il giorno del sì! Oggi è un giorno nuovo, oggi possiamo scendere per dare una svolta decisiva alla nostra esistenza e accogliere con gioia l'offerta di migliorare, di cambiare rotta. Sì, solo oggi, solo per oggi possiamo cambiare vita; solo oggi ce la possiamo fare! Un itinerario a lunga scadenza, è soggetto a fragilità e debolezze, può provocare stanchezza, ripensamenti e fallimenti, ma oggi è il presente! Qui e adesso non è impossibile, ci siamo! non dobbiamo attendere, non occorrono progetti a lungo termine, oggi, in questa dimensione la scadenza è immediata ce la possiamo fare, subito possiamo raccoglierne i frutti : Oggi la salvezza è entrata in questa casa, oggi il Figlio dell uomo è venuto a cercare e a salvare ciò che era perduto (Lc 19, 9-10). Se nel cuore dell'uomo non c'è posto per Dio... ogni impresa sembra irraggiungibile, impossibile e sarà come una terra arida, senza acqua, priva di vita. Ma quando l'acqua arriva al collo e si è costretti a guardare soltanto in alto quello è il momento di decidersi quella è l'ora!.. giù non si può più guardare, è in quel momento che si può sperimentare l oggi e così gustare la tenerezza di Dio! 4

5 E nell oggi che la fede si alimenta e come sorgente irriga il cuore, ristora l'anima di ogni delizia. E nell oggi che l uomo diventa la casa della preghiera; casa riempita di quel vento impetuoso che irrompe e rigenera, riscalda e da vita, fa credere e sperare e sperando fa amare e amando riceve quella lingua di fuoco che gli permette di affacciarsi e proclamare la Signoria di Cristo Gesù. Così, giorno dopo giorno, nel nome di Gesù, possiamo e dobbiamo indossare l'intera armatura dello Spirito e tenendo in mano la spada della Parola ci confermeremo nella fede e proclameremo: Signore Gesù, oggi, solamente oggi voglio svuotare il sacco e gettare ai tuoi piedi tutte le cose che mi separano da te. Signore Gesù, oggi, solo per oggi desidero spogliarmi dalle cattive abitudini e ritornare a te. Signore Gesù, oggi, solo per oggi desidero rinunziare a satana, padre di menzogna, accusatore dei figli di Dio, nemico della mia gioia. Signore Gesù, oggi, solo per oggi voglio rinunziare ai suoi inganni, alle sue seduzioni e alle sue opere. Signore Gesù, oggi, solamente oggi desidero consegnarmi interamente a Te, al vivo amore che hai per me. Signore Gesù, oggi, solo oggi, mi abbandono e consacro a te la mia vita, la mia famiglia, la mia parrocchia. Signore Gesù, io ci sto! Giorno dopo giorno disponi di me secondo il tuo Cuore, ogni giorno ti dirò : sì Signore, solo per oggi perché oggi ce la posso fare! Alleluia! Mercoledì Serata di Fraternità Cortile Santa Chiara Buon onomastico a tutti i fratelli che portano il nome di Carmelo, Carmela, Melina. LA STORIELLA DEL TAVOLINO In una famiglia con tanti bambini, il nonno si sporcava la faccia a tavola quando erano tutti riuniti a mangiare la zuppa. Il padre, infastidito, decise di comprare un piccolo Giorno 26 Luglio tavolo per isolare il genitore e non farlo più desinare col auguri a tutti i nonni resto della famiglia. Un giorno, il padre, rincasando, trovò il figlio intento a giocare col legno. «Cosa fai?», gli chiese. «Un tavolino per te, papà, per quando tu diventi vecchio come il nonno». Questo aneddoto, ci fa capire che i nonni sono un tesoro. La Lettera agli ebrei, il capitolo duodecimo ci dice: Ricordatevi dei vostri capi, che vi hanno predicato, quelli che vi hanno predicato la Parola di Dio. E considerando il loro esito, imitatene la fede. La memoria dei nostri antenati ci porta all imitazione della fede». La vecchiaia spesso porta sofferenze e malattie «ma la sapienza che hanno i nostri nonni è l eredità che noi dobbiamo ricevere. Un popolo che non custodisce i nonni, un popolo che non rispetta i nonni, non ha futuro, perché non ha memoria». Da un omelia di Papa Francesco 5

6 Il giorno di Pentecoste di Maria Antonietta Lo Verme la Chiesa. C è una grande differenza: a Babele tutti parlavano la stessa lingua ma a partire da un certo momento nessuno capisce più l altro, devono abbandonare l opera e dividersi; a Pentecoste, invece, parlano tutti lingue diverse eppure si intendono come se tutti parlassero un unica lingua. Mentre stava compiendosi il giorno della Pentecoste, si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. Venne all improvviso dal cielo un fragore, quasi un vento che si abbatte impetuoso, e riempì tutta la casa dove stavano. Apparvero loro lingue come di fuoco, che si dividevano, e si posarono su ciascuno di loro, e tutti furono colmati di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue, nel modo in cui lo Spirito dava loro il potere di esprimersi ( Atti 2,1-4) Il capitolo 2 degli Atti si apre con un annotazione temporale carica di significato teologico, che tradotta letteralmente suona mentre il giorno di Pentecoste stava per compiersi. La menzione del verbo compiersi potrebbe a prima vista far pensare al compimento della solenne festività ebraica, invece annuncia il ben più importante compimento della promessa del Risorto. Si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. Chi sono questi tutti? Sicuramente il primo destinatario del dono dello Spirito Santo è proprio il piccolo gruppo di discepoli, al quale, e non per caso, sono unite Maria ed alcune donne. La frase si trovavano tutti insieme nello stesso luogo esprime comunione e soprattutto unanimità di cuore. Il gruppo dei discepoli, al quale si è aggiunto Mattia insieme a Maria ed alle donne, stretto in una comunione profonda, attende nella preghiera il dono promesso dal Signore risorto. E un tema assai caro all apostolo Luca quello di una preghiera compiuta nella più perfetta intimità e di un modo di vivere che non tiene conto né dei vincoli di parentela né dei ruoli sociali o culturali. Ciò che conta è l adesione a Gesù ed al Suo progetto di vita. E solo questo che deve caratterizzare ogni comunità cristiana. Nel passo in esame troviamo anche un rinvio a Genesi 11 ed all episodio della Torre di Babele. Con la Pentecoste avviene qualcosa che rovescia l avvenimento di Babele: da quest ultimo ebbe origine la divisione, l incomunicabilità, la discordia; dalla Pentecoste l unità, l armonia e la comunione. Anche qui si sta costruendo un edificio, una torre: Colpisce come l'evento più grande della storia del mondo-insieme con l'incarnazione e la risurrezione di Cristo- viene descritto nel modo più semplice e sobrio. E' lo stile di Dio operare cose grandiose con il minimo di mezzi e di parole. San Luca descrivendo l'avvenimento della Pentecoste ha voluto stabilire un parallelismo con la teofania del Sinai usando gli stessi simboli dell'uragano e del fuoco. In Esodo 19 viene narrato l'evento costitutivo del popolo eletto: Dio dà una legge, il decalogo, e sulla base di questa legge, stabilisce un'alleanza con il popolo che diviene così un "popolo regale e sacerdotale". Sant' Agostino in un discorso di Pentecoste dice ai fedeli: "chi non rimarrebbe colpito da questa coincidenza e insieme da questa differenza? Cinquanta giorni si contano dalla celebrazione della Pasqua in Egitto, fino al giorno in cui Mosè ricevette la legge in tavole scritte dal dito della mano di Dio; e similmente compiuti i cinquanta giorni dall' immolazione della nuova Pasqua che è Cristo, il Dito di Dio, cioè lo Spirito Santo viene sui fedeli tutti radunati insieme. Cosa vuol dire questo? E chiaro: che lo Spirito Santo è la nuova legge del cristiano, la legge scritta non più su tavole di pietra, ma su tavole di carne. Lo Spirito Santo è la legge nuova che agisce attraverso l'amore. E' il comandamento nuovo di Cristo, è un dono, una grazia, una capacità nuova che viene infusa in noi e che ci permette di amare Dio e il prossimo. Noi nasciamo con un cuore vecchio, un cuore pieno di desideri carnali e di concupiscenze. L uomo desidera prestigio, potere, denaro. Allora, ecco che Dio gli sbarra la strada con i suoi Comandamenti. Ma quando viene lo Spirito Santo, ecco il miracolo! Egli mostra all uomo un Suo diverso volto: quello di Padre buono che non ha risparmiato il Suo Figlio; un Dio che gli è favorevole, che è suo alleato. L uomo capisce che Dio gli ha dato i Comandamenti per il suo bene; nel suo cuore sboccia un sentimento nuovo: quello del figlio che grida Abbà Padre!. Questo significa essere rigenerati e rinati dallo Spirito. I rinati dallo Spirito sono coloro a cui è stato tolto il cuore di pietra dello schiavo e dati il cuore di carne del figlio. Questo avviene nel giorno di Pentecoste, ancora oggi!!! Alleluja!!! 6

7 T Formazione giovani RnS: Maria di Esmeralda Rizzo ra le tante tematiche portate avanti in questi ultimi sei mesi dai giovani del RnS, mi preme descrivere quelle trattate durante il mese di maggio. Questo mese è stato dedicato a Maria, gli incontri in tutto quattro, hanno avuto come protagonista Lei, la madre di Gesù. Al primo incontro il tema era il Sì di Maria; Maria è un Amen personificato a Dio, la parola di Maria è la parola dell umanità intera. Maria si offre a Dio come una pagina bianca sulla quale Lui può scrivere tutto ciò che vuole. Maria concepì Cristo prima nel cuore poi nel grembo, ogni anima che crede concepisce e genera il verbo di Dio nel proprio cuore. Il secondo incontro era il Magnificat; Il Magnificat è il salmo della donna che genera vita; della misericordia e della benedizione che da Abramo giunge alle generazioni future; ci trasmette lo stupore e ci educa alla fede di Maria, credente gioiosa. Un salmo al femminile, non solo perché sgorga dalla bocca di Maria, ma perché ha per protagoniste due donne: Maria ed Elisabetta, due madri, senza nessun'altra presenza che non sia quella del mistero di Dio pulsante nel grembo. La prima opera di Maria dopo l annuncio è un viaggio. Quando apri la tua vita a Dio, non puoi più avere dimore. Dio è una forza che fa partire. La fede è quasi una scuola di vela: io, la vela; Dio il vento. È l urgenza di chi ha passioni. Dice il salmo: beato l uomo che ha sentieri nel cuore (Sl 84). Che ha mete e traguardi. Come li ha Maria, coraggiosa, autonoma, intraprendente. Il terzo incontro era imperniato sulle origini del Rosario. Il Rosario è una delle preghiere più belle ed importanti, che nel corso dei secoli, a partire dagli inizi del secondo millennio, hanno conosciuto una maggiore diffusione nell Occidente cristiano. Attraverso di essa tanti cristiani hanno risposto all esigenza interiore di una preghiera contemplativa, capace di condurre il cuore alla comunione con il Signore nella semplicità e nella purezza. Il quarto incontro era su Maria Madre di Dio, Maria che ci dona Gesù e Gesù che sotto la Croce ci dona Maria. Se lasciamo entrare Maria nella nostra vita, nel nostro io, nei nostri pensieri più intimi, nella libertà, nei nostri affetti, se ci lasciamo plasmare dalla Piena di Spirito Santo Lei, Maria ci aiuterà a diventare Santi e immacolati, secondo il progetto di Dio. Questa è la nostra identità. Mamma! Lascia, o Maria, che oggi ti chiami così, che torni a balbettare questa parola dolcissima, assaporando la gioia di saperti vicina, mamma, veramente mamma. Ecco sotto la Croce vogliamo sentire le parole di Gesù Figlio, ecco tua madre, vogliamo sentirci avvolti dall Amore materno di Maria. Le catechesi sono state davvero toccanti e nell ultimo incontro dopo la catechesi al momento della condivisione tutti hanno collaborato attraverso un disegno, una poesia, una preghiera alla costruzione di un cartellone mettendo in evidenza quello che più li ha colpiti. Grazie Gesù!!! 7

8 E...dopo aver meditato Maria donna dei nostri giorni di Don Tonino Bello... ATTESA di Gioele Pelonero Pugni reclinati e sguardo fisso a terra quasi per vedere anche il suolo in guerra. Un attimo di luce... un brivido e una voce un palpito di vento mentre tutto tace. Sguardo che si estende, anima che tende, cuore che risuscita un attimo e si fonde. DONNA DI PARTE Mariadonnaneutrale hairesopossibileiltuoamoreabissale, dallapartedelpovero tiseivolutaschierare perfarsìchetuttitipossanoimitare. Haiesaltatoideboliconlearmi dell amoredistruggendocosì ognioppressione; perfarediquestaterraunprogetto celestialedoveogniuomodeveaspirare peressereliberodaognimale. MARIA DONNA DEL POPOLO O Maria, madre del popolo SalvatoreGiardina nonostante Dio ti avesse innalzata, partecipando alle gioie e ai dolori della gente, che portavi nel cuore. Guidaci nell umiltà e nella semplicità, Riso di vittoria, danza la mia storia! Ormai sono arrivato alle porte della gloria. Tu sei rimasta immutata, DONNA FERIALE Ave o donna del cielo e della terra Che anche tu vivesti su questa nuda terra, tu che sei la madre della povertà. Francesco Cacciato Ingiustizie, dolori, e angosce sopportasti Per amore di Dio che ti ha creato, aiutaci a vivere la vita come tu facesti. Occhi verso l'alto, raggi di letizia... mani dritte in cielo dove tutto inizia. Sale un nuovo canto per quello che è accaduto perché l'olio santo è ciò che ho ricevuto. Vedo un'altra mano che sta accanto alla mia splende sorridente il viso di Maria. aiutaci a riscoprire il fascino delle giornate normali: Fa che i nostri sguardi siano messaggi, i nostri sorrisi siano abbracci di pace, e i nostri gesti regali di gioia. MARIA DONNA VERA O Maria donna vera, di te si è compiaciuto Iddio e ti ha fatta grande fra tutte le donne. O Maria, vera donna pura come colomba, dolce e fragile all apparenza, ma dentro solida e tenace. Donna feriale per diventare poi celestiale Porgi a noi la tua mano regale e, portaci al tuo figlio Gesù per amarlo come hai fatto tu. Vera donna che non ha amato stupire la folla, ma solamente il suo Creatore. Vera donna che non si concede ma si dona. Vera donna del silenzio, il tuo cuor custodisce ogni dolor. Selenia Giardina Prato fiorito il tuo dolce cuore, o Maria, tra gioie e dolor lodi il tuo Creator. Iddio si servì di te, umile donna realizzando in terra, ciò che il ciel sperava. Veronica Giardina Caporedattore Lina Curto Pelle Redazione Gioachino Di Bella Consiglio di redazione Pastorale di servizio Aiuto redazione Carmelo Buscemi Antonino Amato 8

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA Solennità SALUTO La grazia e la pace nella santa Chiesa di Dio siano con tutti voi. E con il tuo spirito. L. Oggi la nostra comunità è in festa, ricordando

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina .. mettendoci da parte vostra ogni impegno, aggiungete alla vostra fede (2 Pietro 1:5) Natale Mondello 14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina Dio ha un piano per

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore I. B 3 Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore 1 2 Preghiera per un bimbo appena nato Signore, ci hai dato la gioia di un figlio:

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa 28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa Nata a Firenze nel 1401, fu sposa in età giovanissima e madre di un figlio divenuto successivamente anch esso frate e santo: il beato Giovanni Battista.

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 Nicolas Poussin L istituzione dell Eucaristia, 1640, Musée du Louvre, Paris Nella Sinagoga di Cafarnao, Gesù parlò dell Eucarestia LECTIO SUL VANGELO DELLA SOLENNITÀ DEL

Dettagli

PREGHIERA PER IL SINODO

PREGHIERA PER IL SINODO PREGHIERA PER IL SINODO Sac. Il Signore sia con voi Tutti: E con il tuo spirito Voce Guida: siamo qui radunati, come papa Francesco ha chiesto a tutti i fedeli, per accompagnare con la nostra preghiera

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI

MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI 5 febbraio S. AGATA, VERGINE E MARTIRE Patrona principale della città di Capua PREGHIERE: dal comune delle Vergini Al Dio tre volte santo, rivolgiamo

Dettagli

Introduzione. Guida: Fratelli e sorelle.

Introduzione. Guida: Fratelli e sorelle. DIOCESI DI VIGEVANO 2 Introduzione Guida: Fratelli e sorelle. Questa veglia ci mette in sintonia con tutta la Chiesa nel condividere l ascolto della Parola e la preghiera, ed ancor più ci aiuta a riscoprire

Dettagli

IN PREGHIERA CON IL B. ALBERTO MARVELLI

IN PREGHIERA CON IL B. ALBERTO MARVELLI IN PREGHIERA CON IL B. ALBERTO MARVELLI PER L UNITÀ DEI CRISTIANI Rimini, Chiesa di Sant Agostino 31 gennaio ore 17.30 Che tutti siano una cosa solaǁ (Giovanni 17, 21). In comunione con la Chiesa, insieme

Dettagli

Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39

Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39 1 Oleggio 08/02/2009 V Domenica del Tempo Ordinario Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39 Il compito dell evangelizzazione. Giobbe fa esperienza di

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

VEGLIA DI PREGHIERA A MARIA

VEGLIA DI PREGHIERA A MARIA VEGLIA DI PREGHIERA A MARIA CON MARIA IN ATTESA DELLA PENTECOSTE Canto; NOME DOLCISSIMO GUIDA: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Ti salutiamo o Maria, piena di grazia, il Signore

Dettagli

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI INTRODUZIONE La preghiera non è solo elevazione dell anima a Dio ma è anche relazione

Dettagli

Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà

Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Tipologia Obiettivi Linguaggio suggerito Setting Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Una celebrazione

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII CARTA di FONDAZIONE Testo approvato dal Pontificio Consiglio per i Laici il 25 marzo 2004 1) Il carisma della Comunità

Dettagli

VESPRI PARROCCHIA SAN GIUSEPPE DA COPERTINO. 18 settembre INTRODUZIONE

VESPRI PARROCCHIA SAN GIUSEPPE DA COPERTINO. 18 settembre INTRODUZIONE PARROCCHIA SAN GIUSEPPE DA COPERTINO 18 settembre INTRODUZIONE VESPRI V. O Dio, vieni a salvarmi. R. Signore, vieni presto in mio aiuto.. Alleluia INNO San Giuseppe onoriamo: la sua virtù sublime l'ordine

Dettagli

SAN TOMMASO DEI BATIUTI

SAN TOMMASO DEI BATIUTI rr;;;:.-~ J/(::il. 10 ~m. "'~"'. TO O H "NT U. CAPPELLANIA OSPEDALE SAN TOMMASO DEI BATIUTI PORTOGRUARO 19 Settelnbre Benedizione Cappella 2014 San Giovanni Paolo II BENEDIZIONE DELL'ACQUA E ASPERSIONE

Dettagli

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>>

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>> Salmo 119:28 > Cari fratelli e care sorelle in Cristo, Il grido di sofferenza del Salmista giunge fino a noi! Il grido di sofferenza

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World LOCUZIONI AL MONDO Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World 2 Sommario 1. La decisione della SS. Trinità al tuo

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

Che cos'è la preghiera? Quando pregava Gesù? Qual è la via della nostra preghiera? Quali momenti sono più indicati per la preghiera?

Che cos'è la preghiera? Quando pregava Gesù? Qual è la via della nostra preghiera? Quali momenti sono più indicati per la preghiera? Catechismo della Chiesa Cattolica Pregare oggi e perché Che cos'è la preghiera? Quando pregava Gesù? Qual è la via della nostra preghiera? Quali momenti sono più indicati per la preghiera? Quali sono le

Dettagli

Lo Spirito riempì tutta la casa

Lo Spirito riempì tutta la casa Veglia di preghiera per il Sinodo della famiglia Pentecoste 2015 Lo Spirito riempì tutta la casa Introduzione 1L. Dal Magistero del nostro Arcivescovo La famiglia è la via maestra e la prima, insostituibile

Dettagli

18 FEBBRAIO SANTA GELTRUDE COMENSOLI. Vergine. Fondatrice delle suore Sacramentine di Bergamo ANTIFONA D INGRESSO

18 FEBBRAIO SANTA GELTRUDE COMENSOLI. Vergine. Fondatrice delle suore Sacramentine di Bergamo ANTIFONA D INGRESSO 18 FEBBRAIO SANTA GELTRUDE COMENSOLI Vergine Fondatrice delle suore Sacramentine di Bergamo La spiritualità della Santa, centrata in Gesù presente nell Eucaristia, e la sua santità di vita, sono forte

Dettagli

Iniziamola con il segno della Croce: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Iniziamola con il segno della Croce: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. È un cam m ino di preghiera m olto presente nella tradizione della Chiesa: essa aiuta i credenti a far m em oria della passione del Salvatore per rendere presente il suo am ore salvifico nella loro vita

Dettagli

EUCARISTIA, DONO DI AMORE

EUCARISTIA, DONO DI AMORE EUCARISTIA, DONO DI AMORE Voce guida La nostra processione, quest'anno, sarà accompagnata dalla lettera enciclica di Benedetto XVI, sul tema dell'amore di Dio come fondamento e sviluppo della nostra vita

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

www.parrocchiamadonnaloreto.it

www.parrocchiamadonnaloreto.it www.parrocchiamadonnaloreto.it Prima di Natale, ci sono quattro settimane che sono molto speciali settimane che prendono il nome di Avvento, perche caratterizzate dall Attesa. Qualcuno potrebbe dire: attesa

Dettagli

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA ARCIDIOCESI DI MILANO Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA Milano, Basilica di Sant Eustorgio 25 settembre 2011 ARCIDIOCESI DI MILANO

Dettagli

Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari

Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari Anzitutto voglio dare il mio saluto cordiale ed affettuoso a questa cara comunità di Gorle che già mi accoglie da diversi anni, quindi esprimo la mia riconoscenza

Dettagli

SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI

SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI Pontificia Basilica Collegiata S. MARIA DELL ELEMOSINA Parrocchia Matrice Santuario Mariano Biancavilla SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI Omelia del Prev. Agrippino Salerno 22-06-2014 Cari fratelli e sorelle!

Dettagli

VITTORIA SUL ACCUSATORE DEI FRATELLI 2

VITTORIA SUL ACCUSATORE DEI FRATELLI 2 (Da Revisionare) Apocalisse 12:7 E ci fu una battaglia nel cielo: Michele e i suoi angeli combatterono contro il dragone. Il dragone e i suoi angeli combatterono, 8 ma non vinsero, e per loro non ci fu

Dettagli

Duomo di Milano, 13 aprile 2013 INCONTRO MINISTRI STRAORDINARI DELLA COMUNIONE. Lectio e meditatio

Duomo di Milano, 13 aprile 2013 INCONTRO MINISTRI STRAORDINARI DELLA COMUNIONE. Lectio e meditatio Duomo di Milano, 13 aprile 2013 INCONTRO MINISTRI STRAORDINARI DELLA COMUNIONE Lectio e meditatio Lc 22,19-27 Il Signore Gesù poi prese il pane, rese grazie, lo spezzò e lo diede loro dicendo: «Questo

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

Lampada ai miei passi, Signore, è la Tua Parola.

Lampada ai miei passi, Signore, è la Tua Parola. Lampada ai miei passi, Signore, è la Tua Parola. Veglia di Pentecoste Comunità Parrocchiale di San Camillo de Lellis Sabato 1 8 maggio 2013 C: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo T: Amen

Dettagli

Maggio ogni giorno con Maria

Maggio ogni giorno con Maria Maggio ogni giorno con Maria Maria, Maestra di contemplazione: i misteri della luce Il Rosario con San Giovanni Paolo II [BRUNA FREGNI] Proposta ispirata alla lettera apostolica sul Rosario di papa Giovanni

Dettagli

12 maggio 2013 Liturgia delle ore della Terza Settimana. 47a Giornata mondiale per le comunicazioni sociali

12 maggio 2013 Liturgia delle ore della Terza Settimana. 47a Giornata mondiale per le comunicazioni sociali sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 12 maggio 2013 Liturgia delle ore della Terza Settimana Ascensione del Signore / c 47a Giornata mondiale per le comunicazioni

Dettagli

Guidati dall' "Evangelii gaudium" di Papa Francesco

Guidati dall' Evangelii gaudium di Papa Francesco Azione Cattolica Italiana Associazione Diocesana di SanSevero Momento di Preghiera- Meditazione delle associazioni parrocchiali in preparazione della XVAssemblea Elettiva Diocesana Guidati dall' "Evangelii

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

s a b a t o 2 5 a p r i l e III settimana di Pasqua - Proprio

s a b a t o 2 5 a p r i l e III settimana di Pasqua - Proprio Introduzione S. Marco evangelista (festa) s a b a t o 2 5 a p r i l e III settimana di Pasqua - Proprio la preghiera Alleluia! O Dio vieni a salvarmi! Signore vieni presto in mio aiuto. Gloria al Padre

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO Annuncio della Pasqua (forma orientale) EIS TO AGHION PASCHA COMUNITÀ MONASTICA DI BOSE, Preghiera dei Giorni, pp.268-270 È la Pasqua la Pasqua del Signore, gridò lo

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

RITI di CONCLUSIONE. Padre nostro che sei nei cieli

RITI di CONCLUSIONE. Padre nostro che sei nei cieli BENEDIZIONE Il celebrante benedice le mamme, che tengono in braccio il loro bambino, quindi i papà e tutti i presenti, dicendo: Dio onnipotente, che per mezzo del suo Figlio, nato dalla vergine Maria,

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

IN ATTESA DEL DONO DELLO SPIRITO SANTO

IN ATTESA DEL DONO DELLO SPIRITO SANTO Parrocchia della B.V. del Carmine Udine IN ATTESA DEL DONO DELLO SPIRITO SANTO Incontro di riflessione e preghiera VENERDÌ 23 MAGGIO 2014 PRESENTAZIONE DELL INCONTRO Ci troviamo insieme stasera per prepararci

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Oleggio 01/11/2005 Festa di Tutti i Santi Ap 7,2-4.9-14 Sal 23, 1-6 1 Gv 3, 1-3 Dal vangelo secondo Matteo 5, 1-12 a

Oleggio 01/11/2005 Festa di Tutti i Santi Ap 7,2-4.9-14 Sal 23, 1-6 1 Gv 3, 1-3 Dal vangelo secondo Matteo 5, 1-12 a Oleggio 01/11/2005 Festa di Tutti i Santi Ap 7,2-4.9-14 Sal 23, 1-6 1 Gv 3, 1-3 Dal vangelo secondo Matteo 5, 1-12 a Preghiera iniziale Ci mettiamo alla presenza del Signore e apriamo il nostro cuore alla

Dettagli

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008 Religione Cattolica Classe A.S. 007/008 O.S.A. U.A. O.F. Contenuti Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Nuova scuola, nuovi compagni, io in crescita insieme agli altri Le bellezze della natura sono

Dettagli

Lo studio della Bibbia è benefico

Lo studio della Bibbia è benefico Lo studio della Bibbia è benefico Tanti anni fa, un capitano ancorò la sua nave nel porto di un'esotica isola del Pacifico Meridionale. A veva sentito dire che gli indigeni, un tempo cannibali, ora accoglievano

Dettagli

LA FAMIGLIA CHE EDUCA

LA FAMIGLIA CHE EDUCA LA FAMIGLIA CHE EDUCA Messaggio alle famiglie - Pasqua 2009 Diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola L educazione delle virtù umane è alla base dell educazione cristiana Il senso dell autorità La famiglia

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 per l Omelia domenicale a cura dell Arcivescovo Mons. Vincenzo Bertolone XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 Non più sofferenza ma amore Introduzione La parabola discendente di queste due

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

RELIGIONE CATTOLICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti

Dettagli

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15)

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) SIATE SANTI COME IL PADRE VOSTRO è SANTO (Mt 5, 48) (Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) Ci siamo riuniti nel cuore della città di Roma per fare un pellegrinaggio,

Dettagli

4ª Domenica di Pasqua (A) Gesù, Buon Pastore Sono venuto affinché tutti abbiano vita, e vita in abbondanza! Giovanni 10,1-10

4ª Domenica di Pasqua (A) Gesù, Buon Pastore Sono venuto affinché tutti abbiano vita, e vita in abbondanza! Giovanni 10,1-10 Sulla strada di Emmaus a cura dei Carmelitani IV Domenica di Pasqua (Anno A) (13/04/2008) Vangelo: Gv 10,1-10 4ª Domenica di Pasqua (A) Gesù, Buon Pastore Sono venuto affinché tutti abbiano vita, e vita

Dettagli

Porto dentro di me una grande sollecitudine, ed è una sollecitudine per voi

Porto dentro di me una grande sollecitudine, ed è una sollecitudine per voi Card. Stanisław Ryłko Presidente Pontificio Consiglio per i Laici Città del Vaticano GIOVANNI PAOLO II: AMICO DEI GIOVANI Porto dentro di me una grande sollecitudine, ed è una sollecitudine per voi 1.

Dettagli

ORAZIONALE PER LA PREGHIERA DEI FEDELI secondo il rito della santa Chiesa di Milano

ORAZIONALE PER LA PREGHIERA DEI FEDELI secondo il rito della santa Chiesa di Milano PONTIFICIO ISTITUTO AMBROSIANO DI MUSICA SACRA ORAZIONALE PER LA PREGHIERA DEI FEDELI secondo il rito della santa Chiesa di Milano T E M P O DI P A S Q U A Ciclo feriale - Questi formulari per la preghiera

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

Viviamo nell era della

Viviamo nell era della PREGHIERA E CATECHESI Nell attesa della venuta di Gesù, ogni giorno c è un per te Una proposta di preghiera personale per ogni giorno di Avvento Viviamo nell era della comunicazione «continua». Il ne è

Dettagli

Testimonianze: Vivere la sessualità secondo il disegno di Dio

Testimonianze: Vivere la sessualità secondo il disegno di Dio X Forum Internazionale dei Giovani - Rocca di Papa (Roma), 24-28 marzo 2010 Testimonianze: Vivere la sessualità secondo il disegno di Dio Fabian Lair, Austria PREMESSA Viviamo in un mondo in cui tutto

Dettagli

7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI

7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI Ricordami Sempre 7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI FORMATI 9 x 13 cm APERTO 9 x 13 cm CHIUSO FORMATI FORMATI 10 x 15 cm APERTO FORMATI 10 x 15 cm CHIUSO ARTE 001_AR 002_AR 003_AR ARTE 004_AR ARTE

Dettagli

L AGNELLO E I SETTENARI DEI SIGILLI E DELLE TROMBE

L AGNELLO E I SETTENARI DEI SIGILLI E DELLE TROMBE Parrocchia Maria Ss. Assunta - LIBRO DELL APOCALISSE L AGNELLO E I SETTENARI DEI SIGILLI E DELLE TROMBE (cc 4-11) 1 Schema di Ap. 1-16 1 16 1. Prologo (cap. 1): Introduzione: intento: rivelazione contenuto:

Dettagli

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore. ... stanno arrivando... cosa????... le vacanze!!! Inserto N. 2 2008 Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Dettagli

SCUOLA DI PREGHIERA 7 SEMINARIO Scifì Parrocchia Sant Alfio 16/12//08

SCUOLA DI PREGHIERA 7 SEMINARIO Scifì Parrocchia Sant Alfio 16/12//08 SCUOLA DI PREGHIERA 7 SEMINARIO Scifì Parrocchia Sant Alfio 16/12//08 DISCERNIMENTO PERSONALE : In quale membro della chiesa di Cristo ti riconosci? Catechesi tenuta da Padre Francesco Broccio Lode! Lode!

Dettagli

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO 20 ANNIVERSARIO EVANGELIUM VITAE 25 MARZO 2015... 1) Oggi ricordiamo il Sì di Maria alla vita, quella vita che prodigiosamente sbocciò nel suo grembo immacolato. Mentre ricordiamo

Dettagli

Preghiera per la Fede Paolo VI

Preghiera per la Fede Paolo VI Preghiera per la Fede Paolo VI Signore, io credo: io voglio credere in Te. O Signore, fa che la mia fede sia piena, senza riserve, e che essa penetri nel mio pensiero, nel mio modo di giudicare le cose

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Che cos è l AFFIDAMENTO A MARIA?

Che cos è l AFFIDAMENTO A MARIA? Che cos è l AFFIDAMENTO A MARIA? Concetti fondamentali dell insegnamento cattolico Consacrare significa rendere sacro, far passare una persona, una cosa, dalla parte del sacro, del Santo: dalla parte di

Dettagli

Mercoledì 15 aprile 2009

Mercoledì 15 aprile 2009 Mercoledì 15 aprile 2009 EVANGELIZZAZIONE E CONSOLIDAMENTO - Uno dei problemi maggiori non è tanto evangelizzare, quanto fare in modo che le persone che hanno accettato Gesù come personale Salvatore rimangano

Dettagli