Identificazione ed analisi dei mercati dell accesso fisso DELIBERA 42/15/CONS

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Identificazione ed analisi dei mercati dell accesso fisso DELIBERA 42/15/CONS"

Transcript

1 Identificazione ed analisi dei mercati dell accesso fisso INTEGRAZIONE DELLA CONSULTAZIONE PUBBLICA

2 Verso gli obiettivi dell Agenda Digitale Una regolazione pro concorrenza e pro investimenti Un set di regole eque e certe per: creare un level playing field tra gli operatori incentivare la realizzazione delle reti in fibra, partendo dal fiber-to-the-cabinet (FTTC) come primo step verso il fiber-tothe-building/home (FTTB/H) favorire lo sviluppo di offerte di accesso all ingrosso alternative a quelle di Telecom Italia Un focus sulla qualità dei servizi e delle reti Remedies aggiornati e potenziati per: ridurre i disservizi e migliorare la qualità della rete promuovere una concorrenza basata sulla qualità e non solo sul prezzo incentivare i consumatori a migrare dal rame alla fibra

3 Una nuova consultazione pubblica Per tenere conto del mutato quadro regolamentare Modello di costo aggiornato, secondo la metodologia raccomandata dalla Commissione Europea Test di proporzionalità dell equivalence of input e revisione della disciplina sugli obblighi di non discriminazione Per tenere conto del mutato contesto di mercato Stima della domanda e degli investimenti aggiornati sulla base del processo di infrastrutturazione in corso e del Piano del Governo Due scenari regolamentari: il primo segue una logica prudenziale e una visione più statica del mercato, l altro ipotizza una prospettiva maggiormente dinamica Si propone di estendere il ciclo regolamentare al 2017 con decorrenza dal 2014.

4 I due scenari a consultazione SCENARIO DI CONTINUITÀ Partendo dalle dinamiche oggi in essere, si ipotizza uno sviluppo graduale del mercato e della concorrenza al In continuità con il precedente ciclo di analisi dei mercati, si prevede un regime di regolazione unico e indifferenziato a livello nazionale, finalizzato a promuovere lo sviluppo di reti in fibra alternative a quelle di Telecom Italia. SCENARIO EVOLUTIVO Il mercato rilevante è nazionale, ma i remedies sono differenziati sulla base delle differenti condizioni competitive. Si distingue tra: Aree A, caratterizzate da assenza o limitata realizzazione di investimenti nella rete di accesso a banda ultra-larga Aree B, caratterizzate dalla presenza di almeno 2 reti in fibra che coprono almeno il 66% dei cabinet.

5 Lo Scenario di Continuità Gli obblighi in capo a Telecom sono confermati, in continuità con il precedente ciclo di remedies obbligo di accesso al subloop in tutte le aree di centrale obbligo di fornire il WLR solo nelle aree dove l ULL non è disponibile canoni orientati al costo per tutti i servizi wholesale e integrati con i nuovi remedies introdotti dalla delibera 747/13/CONS obbligo di fornire la colocazione al cabinet obbligo di implementare il vectoring multioperatore Viene inoltre introdotto l obbligo di dare accesso al subloop per consentire a soggetti terzi di fornire le attività di attivazione e manutenzione delle linee.

6 Lo Scenario Evolutivo Obblighi di controllo dei prezzi differenziati in base alle condizioni competitive AREE A AREE B tutti i canoni sono orientati al costo bitstream non orientato al costo, ULL sottoposto a price cap Introduzione di nuove misure regolamentari obbligo di dare accesso al subloop per consentire a soggetti terzi di fornire le attività di attivazione e manutenzione delle linee proposta di razionalizzazione delle Offerte di Riferimento Nuove tempistiche per la migrazione dai servizi in rame ai servizi in fibra

7 La metodologia di costo In piena coerenza con la metodologia raccomandata dalla Commissione I prezzi sono calcolati tramite un modello che definisce i costi di un operatore efficiente, assumendo la coesistenza (overlay) della rete in rame e della rete in fibra e il riutilizzo di alcune componenti di rete. Parametri aggiornati sulla base dei dati più recenti disponibili domanda e roll out stimati sulla base del livello di infrastrutturazione attuale, dei piani di investimento degli operatori e del piano del Governo costo del capitale (WACC) pari a 9,18%, aggiornato secondo la metodologia adottata dalla delibera n. 747/13/CONS

8 I canoni dei servizi wholesale al 2017 SCENARIO DI CONTINUITA SCENARIO EVOLUTIVO Territorio nazionale Aree A Aree B 8,69 Local loop unbundling 8,69 9,40 5,45 Subloop unbundling (*) 4,11 14,53 Bitstream naked 14,53 Trattativa commerciale 16,87 VULA 16,04 16,04 11,15 Wholesale line rental 11,15 n.a. *Valore intermedio che tiene conto del minor grado di infrastrutturazione in reti NGA delle Aree A In entrambi gli scenari, i prezzi del servizio VULA possono essere soggetti a sconti a volume o contratti di periodo laddove approvati preventivamente dall Autorità.

9 L aggiornamento del modello di equivalence Test di proporzionalità dell equivalence of input Costi troppo elevati a fronte di benefici incerti: l EoI risulta non proporzionato né per i servizi in rame, né per i servizi NGA L equivalence of output, potenziato ed aggiornato, è il modello più efficace per garantire la non discriminazione Revisione del modello di equivalence of output Nuovi KPI e KPO per la parità d accesso e la qualità dei servizi Nuovi obblighi per un equivalence di accesso alle informazioni Un Organo di Vigilanza ancora più autonomo, a supporto di AGCOM SLA e penali aggiornati periodicamente e differenziati tra i servizi, per meglio rispondere alle esigenze del mercato 9

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA N. 55/15/CIR CONSULTAZIONE PUBBLICA CONCERNENTE L APPROVAZIONE DELLE OFFERTE DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA S.P.A. PER L ANNO 2014 RELATIVE AI SERVIZI BITSTREAM SU RETE IN RAME E AI SERVIZI

Dettagli

COMMISSIONE EUROPEA. Egregio professor Cardani,

COMMISSIONE EUROPEA. Egregio professor Cardani, COMMISSIONE EUROPEA Egregio professor Cardani, Bruxelles, 8.5.2014 C(2014) 3195 final Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) Via Isonzo 21/b I-00198 Roma Italia All attenzione del Prof. Angelo

Dettagli

Modello di costo BU-LRIC per la valutazione dei prezzi dei servizi di accesso alla rete in rame e alla rete NGA di Telecom Italia SOMMARIO

Modello di costo BU-LRIC per la valutazione dei prezzi dei servizi di accesso alla rete in rame e alla rete NGA di Telecom Italia SOMMARIO Allegato C alla delibera n. 623/15/CONS Modello di costo BU-LRIC per la valutazione dei prezzi dei servizi di accesso alla rete in rame e alla rete NGA di Telecom Italia SOMMARIO 1 INTRODUZIONE... 2 2

Dettagli

DELIBERA N. 238/13/CONS

DELIBERA N. 238/13/CONS DELIBERA N. 238/13/CONS CONSULTAZIONE PUBBLICA CONCERNENTE L IDENTIFICAZIONE ED ANALISI DEI MERCATI DEI SERVIZI DI ACCESSO ALLA RETE FISSA (MERCATI NN. 1, 4 E 5 FRA QUELLI INDIVIDUATI DALLA RACCOMANDAZIONE

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA N. 69/14/CIR APPROVAZIONE DELL OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA PER L ANNO 2013 RELATIVA AI SERVIZI BITSTREAM NGA, SERVIZIO VULA E RELATIVI

Dettagli

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 4/06/CONS. a. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 4/06/CONS. a. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 4/06/CONS a. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE b. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: 1. l ambito di

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA VALUTAZIONE DELLA REPLICABILITÀ DELLE OFFERTE AL DETTAGLIO A BANDA ULTRALARGA SU FIBRA OTTICA DELL OPERATORE NOTIFICATO

LINEE GUIDA PER LA VALUTAZIONE DELLA REPLICABILITÀ DELLE OFFERTE AL DETTAGLIO A BANDA ULTRALARGA SU FIBRA OTTICA DELL OPERATORE NOTIFICATO LINEE GUIDA PER LA VALUTAZIONE DELLA REPLICABILITÀ DELLE OFFERTE AL DETTAGLIO A BANDA ULTRALARGA SU FIBRA OTTICA DELL OPERATORE NOTIFICATO Premessa L Autorità, ai sensi di quanto previsto all art. 30 della

Dettagli

ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE Allegato B alla delibera n. 380/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: a) l ambito dell intervento regolamentare proposto, con particolare

Dettagli

ALLEGATO B2 ALLA DELIBERA N. 34/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ALLEGATO B2 ALLA DELIBERA N. 34/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE ALLEGATO B2 ALLA DELIBERA N. 34/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE 1 ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: a. l ambito dell

Dettagli

DELIBERA N. /13/CONS

DELIBERA N. /13/CONS DELIBERA N. /13/CONS MODIFICHE ALLA DELIBERA N. 476/12/CONS E APPROVAZIONE DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE E TECNICHE DELL OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA PER L ANNO 2013 RELATIVA AI SERVIZI DI ACCESSO

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA N. 136/14/CIR CONSULTAZIONE PUBBLICA CONCERNENTE L APPROVAZIONE DELLE CONDIZIONI TECNICHE ED ECONOMICHE DELL OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA PER L ANNO 2014 RELATIVA AL SERVIZIO WHOLESALE

Dettagli

DELIBERA N. 747/13/CONS

DELIBERA N. 747/13/CONS DELIBERA N. 747/13/CONS MODIFICHE ALLA DELIBERA N. 476/12/CONS E APPROVAZIONE DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE E TECNICHE DELL OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA PER L ANNO 2013 RELATIVA AI SERVIZI DI

Dettagli

Gli interventi dell Autorità

Gli interventi dell Autorità Gli interventi dell Autorità 3 3. Gli interventi dell Autorità 3.1. Le reti e i servizi di comunicazione elettronica 3.1.1. Le analisi dei mercati Modello BU-LRIC per la determinazione delle tariffe dei

Dettagli

DELIBERA N. /13/CONS

DELIBERA N. /13/CONS DELIBERA N. /13/CONS APPROVAZIONE DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE E TECNICHE DELL OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA PER L ANNO 2013 RELATIVA AI SERVIZI BITSTREAM SU RETE IN RAME (MERCATO 5) L AUTORITA

Dettagli

ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE Allegato C alla delibera n. 417/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: 1. l ambito di intervento, con particolare riferimento alle

Dettagli

SERVICE LEVEL AGREEMENT SERVIZIO WHOLESALE LINE RENTAL DI TELECOM ITALIA 2014

SERVICE LEVEL AGREEMENT SERVIZIO WHOLESALE LINE RENTAL DI TELECOM ITALIA 2014 SERVICE LEVEL AGREEMENT SERVIZIO WHOLESALE LINE RENTAL DI TELECOM ITALIA 2014 (sottoposta ad AGcom per approvazione) 31 Ottobre 2013 Tutti i diritti riservati INDICE 1 SCOPO... 3 2 SLA DI PROVISIONING...

Dettagli

Offerta di Riferimento di Telecom Italia 2015. Servizio di Accesso NGAN. (Mercato 4)

Offerta di Riferimento di Telecom Italia 2015. Servizio di Accesso NGAN. (Mercato 4) Offerta di Riferimento di 2015 (Mercato 4) (sottoposta ad AGCom per approvazione) 31 ottobre 2014 1 / 23 INDICE 1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 5 1.1 Normativa comunitaria... 5 1.2 Normativa nazionale...

Dettagli

ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE Allegato B alla delibera n. 642/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: a) l ambito dell intervento regolamentare proposto, con particolare

Dettagli

DELIBERA N 59/12/CIR

DELIBERA N 59/12/CIR DELIBERA N 59/12/CIR APPROVAZIONE DELL OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA PER L ANNO 2012 RELATIVA AI SERVIZI WHOLESALE LINE RENTAL (WLR) NON A NETWORK CAP L AUTORITÀ 2012; NELLA riunione della Commissione

Dettagli

DCO 10/10 LINEE GUIDA PER L ORGANIZZAZIONE DI UN

DCO 10/10 LINEE GUIDA PER L ORGANIZZAZIONE DI UN DCO 10/10 LINEE GUIDA PER L ORGANIZZAZIONE DI UN SISTEMA DI MONITORAGGIO DEI MERCATI DELLA VENDITA AL DETTAGLIO DELL ENERGIA ELETTRICA E DEL GAS NATURALE Osservazioni e proposte ANIGAS Milano, 10 giugno

Dettagli

Delibera n. 314/09/CONS

Delibera n. 314/09/CONS Delibera n. 314/09/CONS Identificazione e analisi dei mercati dell accesso alla rete fissa (mercati n. 1, 4 e 5 fra quelli individuati dalla Raccomandazione 2007/879/CE L Autorita NELLA sua riunione del

Dettagli

INDAGINE CONOSCITIVA SULLA CONCORRENZA STATICA E DINAMICA NEL MERCATO DEI SERVIZI DI ACCESSO E SULLE PROSPETTIVE DI INVESTIMENTO NELLE RETI DI

INDAGINE CONOSCITIVA SULLA CONCORRENZA STATICA E DINAMICA NEL MERCATO DEI SERVIZI DI ACCESSO E SULLE PROSPETTIVE DI INVESTIMENTO NELLE RETI DI INDAGINE CONOSCITIVA SULLA CONCORRENZA STATICA E DINAMICA NEL MERCATO DEI SERVIZI DI ACCESSO E SULLE PROSPETTIVE DI INVESTIMENTO NELLE RETI DI TELECOMUNICAZIONI A BANDA LARGA E ULTRA-LARGA SOMMARIO EXECUTIVE

Dettagli

Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni INDAGINE CONOSCITIVA SULLA CONCORRENZA STATICA E DINAMICA NEL MERCATO DEI SERVIZI DI ACCESSO E SULLE PROSPETTIVE DI INVESTIMENTO NELLE RETI DI TELECOMUNICAZIONI A BANDA LARGA E ULTRA-LARGA EXECUTIVE SUMMARY

Dettagli

Codice Comportamentale (Delibera 718/08/CONS)

Codice Comportamentale (Delibera 718/08/CONS) Codice Comportamentale (Delibera 718/08/CONS) Release 3 Gennaio 2010 Pagina 1 di 11 Indice Premessa...3 Obiettivi e Valori...4 Azioni...6 Destinatari. 8 Responsabilità....9 Sanzioni...11 Pagina 2 di 11

Dettagli

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 45/ 06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 45/ 06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 45/ 06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: 1. l ambito di intervento, con particolare riferimento alle

Dettagli

SERVICE LEVEL AGREEMENT SERVIZI DI ACCESSO DISAGGREGATO ALL INGROSSO ALLE RETI E SOTTORETI METALLICHE DI TELECOM ITALIA 2015 (MERCATO 4)

SERVICE LEVEL AGREEMENT SERVIZI DI ACCESSO DISAGGREGATO ALL INGROSSO ALLE RETI E SOTTORETI METALLICHE DI TELECOM ITALIA 2015 (MERCATO 4) SERVICE LEVEL AGREEMENT SERVIZI DI ACCESSO DISAGGREGATO ALL INGROSSO ALLE RETI E SOTTORETI METALLICHE DI TELECOM ITALIA 2015 (MERCATO 4) (sottoposto ad approvazione di AGCom) 11 DICEMBRE 2014 Tutti i diritti

Dettagli

INDAGINE CONOSCITIVA SULLA CONCORRENZA STATICA E DINAMICA NEL MERCATO DEI SERVIZI DI ACCESSO E SULLE PROSPETTIVE DI INVESTIMENTO NELLE RETI DI

INDAGINE CONOSCITIVA SULLA CONCORRENZA STATICA E DINAMICA NEL MERCATO DEI SERVIZI DI ACCESSO E SULLE PROSPETTIVE DI INVESTIMENTO NELLE RETI DI INDAGINE CONOSCITIVA SULLA CONCORRENZA STATICA E DINAMICA NEL MERCATO DEI SERVIZI DI ACCESSO E SULLE PROSPETTIVE DI INVESTIMENTO NELLE RETI DI TELECOMUNICAZIONI A BANDA LARGA E ULTRA-LARGA SOMMARIO EXECUTIVE

Dettagli

DELIBERA N. 604/13/CONS

DELIBERA N. 604/13/CONS DELIBERA N. 604/13/CONS APPROVAZIONE DELLE LINEE GUIDA PER LA VALUTAZIONE DELLA REPLICABILITÀ DELLE OFFERTE AL DETTAGLIO A BANDA ULTRALARGA SU FIBRA OTTICA L AUTORITÀ NELLA riunione del Consiglio del 28

Dettagli

ALLEGATO A. Proposta di impegni

ALLEGATO A. Proposta di impegni ALLEGATO A Proposta di impegni Premesse Gli obiettivi I presenti impegni ( Impegni ) offerti da Telecom Italia S.p.A. ( Telecom ) sono volti a integrare e rafforzare le disposizioni della Delibera n. 152/02/CONS

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle unicazioni (*) - Aggiornamento al 31 marzo 2014 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

Allegato D alla Delibera n. 238/13/CONS. 1. Introduzione

Allegato D alla Delibera n. 238/13/CONS. 1. Introduzione Allegato D alla Delibera n. 238/13/CONS Valutazione dell impatto regolamentare dell introduzione di nuove tecniche trasmissive, quale il vectoring, nello sviluppo di reti di nuova generazione 1. Introduzione

Dettagli

Lo sviluppo delle reti di telecomunicazioni

Lo sviluppo delle reti di telecomunicazioni CAMERA DEI DEPUTATI Commissione IX (Trasporti e Telecomunicazioni) Lo sviluppo delle reti di telecomunicazioni Audizione di Telecom Italia S.p.A. Franco Bernabé (Presidente) (Roma, 16 luglio 2013) Onorevole

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA N. LINEE GUIDA PER LE CONDIZIONI DI ACCESSO WHOLESALE ALLE RETI A BANDA ULTRA LARGA DESTINATARIE DI CONTRIBUTI PUBBLICI L AUTORITÀ NELLA riunione di Consiglio del 7 aprile 2016; VISTA la legge

Dettagli

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 33/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 33/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 33/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: a) l ambito dell intervento

Dettagli

Banda Ultra Larga Sardegna. Piero Berritta Assessorato degli affari generali, personale e riforma della regione

Banda Ultra Larga Sardegna. Piero Berritta Assessorato degli affari generali, personale e riforma della regione Banda Ultra Larga Sardegna Piero Berritta Assessorato degli affari generali, personale e riforma della regione D.G. Affari Generali e Società dell Informazione Servizio Infrastrutture Tecnologiche per

Dettagli

Contabilità Regolatoria dei Mercati e dei Servizi di rete fissa dell esercizio 2010. Principi e criteri di Separazione Contabile e

Contabilità Regolatoria dei Mercati e dei Servizi di rete fissa dell esercizio 2010. Principi e criteri di Separazione Contabile e Contabilità Regolatoria dei Mercati e dei Servizi di rete fissa dell esercizio 2010 Principi e criteri di Separazione Contabile e Allegato alla lettera Adempimenti di Telecom Italia degli obblighi contabili

Dettagli

Raggiungere gli obbiettivi Europei 2020 della banda larga in Italia: prospettive e sfide

Raggiungere gli obbiettivi Europei 2020 della banda larga in Italia: prospettive e sfide Raggiungere gli obbiettivi Europei 2020 della banda larga in Italia: prospettive e sfide Rapporto alla Presidenza del Consiglio Commissario Francesco Caio Team Esperti: Scott Marcus & Gerard Pogorel Roma,

Dettagli

Banda ultralarga: 6 miliardi per il nuovo piano

Banda ultralarga: 6 miliardi per il nuovo piano Banda ultralarga: 6 miliardi per il nuovo piano - 5 marzo 2015 - Il Consiglio dei Ministri ha approvato la Strategia italiana per la banda ultralarga e per la crescita digitale 2014-2020. Le due strategie

Dettagli

Memorandum Of Understanding. Italia Digitale. Sviluppo dell infrastruttura per Reti a Banda Ultra Larga

Memorandum Of Understanding. Italia Digitale. Sviluppo dell infrastruttura per Reti a Banda Ultra Larga Memorandum Of Understanding Italia Digitale Sviluppo dell infrastruttura per Reti a Banda Ultra Larga 1 Oggetto Il presente Memorandum of Understanding (nel seguito MOU ) ha come oggetto la definizione

Dettagli

POI ENERGIE RINNOVABILI E RISPARMIO ENERGETICO 2007-2013 (POI)

POI ENERGIE RINNOVABILI E RISPARMIO ENERGETICO 2007-2013 (POI) POI ENERGIE RINNOVABILI E RISPARMIO ENERGETICO 2007-2013 (POI) Avanzamento Attività Organismo Intermedio Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per gli incentivi alle imprese D.G.I.A.I Linee

Dettagli

SCHEMA DI PROVVEDIMENTO REGOLAMENTAZIONE DEI SERVIZI DI ACCESSO ALLE RETI DI NUOVA GENERAZIONE

SCHEMA DI PROVVEDIMENTO REGOLAMENTAZIONE DEI SERVIZI DI ACCESSO ALLE RETI DI NUOVA GENERAZIONE Allegato B alla Delibera n. 301/11/CONS SCHEMA DI PROVVEDIMENTO REGOLAMENTAZIONE DEI SERVIZI DI ACCESSO ALLE RETI DI NUOVA GENERAZIONE Allegato B alla Delibera n. 301/11/CONS 7 NELLA sua riunione di Consiglio

Dettagli

Lo sviluppo sostenibile della rete di accesso FTTC/FTTH a banda ultra larga nella trasparenza della qualità del servizio

Lo sviluppo sostenibile della rete di accesso FTTC/FTTH a banda ultra larga nella trasparenza della qualità del servizio Lo sviluppo sostenibile della rete di accesso FTTC/FTTH a banda ultra larga nella trasparenza della qualità del servizio Alberto Calcagno Roma, 12 giugno 2013 Il mondo always on e la broadband equation

Dettagli

Gli interventi dell Autorità

Gli interventi dell Autorità 2 Gli interventi dell Autorità 2. Gli interventi dell Autorità 2.1. La consultazione pubblica sulla separazione della rete e l evoluzione verso le Next Generation Networks (NGN) Nell ambito del primo ciclo

Dettagli

Gli interventi dell Autorità

Gli interventi dell Autorità Gli interventi dell Autorità 3 3. Gli interventi dell Autorità 3.1. Le analisi dei mercati di comunicazione elettronica L Autorità, nel corso degli ultimi 12 mesi, ha concluso il secondo ciclo delle analisi

Dettagli

Executive Summary RISERVATO

Executive Summary RISERVATO Executive Summary Il presente documento intende fornire la posizione condivisa delle Società Scriventi in merito alle Linee Guida che il Comitato NGN ha il compito di definire in ottemperanza alla delibera

Dettagli

DELIBERA N. 643/12/CONS

DELIBERA N. 643/12/CONS DELIBERA N. 643/12/CONS MODIFICHE ALLA DELIBERA N. 578/10/CONS IN RELAZIONE AI CANONI WHOLESALE LINE RENTAL (WLR) PER SERVIZI POTS E ISDN PER L ANNO 2012 L AUTORITÀ NELLA riunione del Consiglio del 20

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 06321/2012 REG.PROV.COLL. N. 05117/2010 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Terza Ter) ha pronunciato

Dettagli

La centralità del Pricing per una gestione evoluta della Customer Experience. ABI Dimensione Cliente 2014 Roma, 8 Aprile 2014

La centralità del Pricing per una gestione evoluta della Customer Experience. ABI Dimensione Cliente 2014 Roma, 8 Aprile 2014 La centralità del Pricing per una gestione evoluta della Customer Experience ABI Dimensione Cliente 2014 Roma, 8 Aprile 2014 Agenda Il contesto di mercato La centralità del Pricing Come sfruttare le potenzialità

Dettagli

Lo sviluppo delle reti di telecomunicazioni

Lo sviluppo delle reti di telecomunicazioni SENATO DELLA REPUBBLICA Commissioni VIII e X (Lavori Pubblici, Comunicazioni - Industria, Commercio, Turismo) Lo sviluppo delle reti di telecomunicazioni Audizione di Telecom Italia S.p.A. Franco Bernabé

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 09740/2011 REG.PROV.COLL. N. 01271/2011 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Terza Ter) ha pronunciato

Dettagli

Relazione annuale 2015 sull attività svolta e sui programmi di lavoro

Relazione annuale 2015 sull attività svolta e sui programmi di lavoro Relazione annuale 2015 sull attività svolta e sui programmi di lavoro www.agcom.it www.agcom.it RELAZIONE ANNUALE 2015 sull attività svolta e sui programmi di lavoro Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Dettagli

CONNECTING INNOVATION

CONNECTING INNOVATION CONNECTING INNOVATION New Digital Government Summit 2015 25 novembre 2015 Federico Protto CEO Retelit S.p.A. 1 LA «TERZA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE».così l Economist il 21 aprile del 2012 ha definito il passaggio

Dettagli

Il Piano di Sviluppo di Telecom Italia

Il Piano di Sviluppo di Telecom Italia GRUPPO TELECOM ITALIA Il Piano di Sviluppo di Telecom Italia Focus sulla Qualità per il Cliente Finale Roma, 12 Giugno 2013 Telecom Italia/Technology GIUSEPPE ROBERTO OPILIO Sommario 1. Introduzione 2.

Dettagli

Strategia per la banda ultralarga e crescita digitale

Strategia per la banda ultralarga e crescita digitale Martedì 3 marzo 2015 1 / 25 Strategia per la banda ultralarga e crescita digitale Presidenza del Consiglio dei Ministri, AgID, Ministero dello Sviluppo Economico Infrastrutture: dove siamo L Italia è il

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA N. 575/15/CONS CONSULTAZIONE PUBBLICA CONCERNENTE LINEE GUIDA PER LE CONDIZIONI DI ACCESSO WHOLESALE ALLE RETI A BANDA ULTRA LARGA DESTINATARIE DI CONTRIBUTI PUBBLICI L AUTORITÀ NELLA riunione

Dettagli

Spettabile AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS ED I SERVIZI IDRICI Piazza Cavour 5 20121, MILANO

Spettabile AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS ED I SERVIZI IDRICI Piazza Cavour 5 20121, MILANO Spettabile AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS ED I SERVIZI IDRICI Piazza Cavour 5 20121, MILANO Direzione Infrastrutture infrastrutture@autorita.energia.it Milano, 13 febbraio 2015 Oggetto: DCO

Dettagli

Il Piano Industriale

Il Piano Industriale LE CARATTERISTICHE DEL PIANO INDUSTRIALE 1.1. Definizione e obiettivi del piano industriale 1.2. Requisiti del piano industriale 1.3. I contenuti del piano industriale 1.3.1. La strategia realizzata e

Dettagli

Offerta di Riferimento. di Telecom Italia. Servizi trasmissivi a capacità dedicata

Offerta di Riferimento. di Telecom Italia. Servizi trasmissivi a capacità dedicata Offerta di Riferimento di 2011 (Circuiti Terminating, Flussi di Interconnessione e Raccordi Interni di Centrale) 29 ottobre 2010 INDICE 1 Normativa di riferimento...6 1.1 Normativa comunitaria... 6 1.2

Dettagli

L AUTORITÀ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI 20-1-2010

L AUTORITÀ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI 20-1-2010 DELIBERAZIONE 16 dicembre 2009. Individuazione degli obblighi regolamentari cui sono soggette le imprese che detengono un signiþ cativo potere di mercato nei mercati dell accesso alla rete Þ ssa (mercati

Dettagli

La copertura delle reti a Banda Larga dal Digital Divide alle reti NGAN Salvatore Lombardo. Novembre 2012

La copertura delle reti a Banda Larga dal Digital Divide alle reti NGAN Salvatore Lombardo. Novembre 2012 La copertura delle reti a Banda Larga dal Digital Divide alle reti NGAN Salvatore Lombardo Novembre 2012 Agenda Digitale Europea 2 La missione Estendere le opportunità di accesso alla banda larga, in tutte

Dettagli

RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA 2004.

RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA 2004. RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA 2004. Presentazione del Presidente dell Autorità. Roma, 6 luglio 2004. Orientamenti per l azione futura. Considerate la dinamica e la complessità

Dettagli

I servizi Bitstream e la saturazione della rete trasmissiva locale Situazione al 30 giugno 2012 Introduzione

I servizi Bitstream e la saturazione della rete trasmissiva locale Situazione al 30 giugno 2012 Introduzione I servizi Bitstream e la saturazione della rete trasmissiva locale Situazione al 30 giugno 2012 Introduzione Tra i temi che hanno visto impegnato l Organo di vigilanza nelle sue attività di verifica, ha

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle unicazioni (*) - Aggiornamento al 30 giugno 2014 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA N. 258/14/CONS CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MERITO ALL ESECUZIONE DELLE SENTENZE DEL CONSIGLIO DI STATO N. 1837/13, N. 1645/2013 E N. 1856/2013 RELATIVE

Dettagli

Roma, 26 maggio 2016. Gruppo Telecom Italia

Roma, 26 maggio 2016. Gruppo Telecom Italia Roma, 26 maggio 2016 Gruppo Telecom Italia Telecom Italia, l impresa italiana che investe di più in Italia ~3,9 Società quotate: investimenti in Italia, anno 2015 dati in miliardi di euro ~2,5 ~1,9 ~1,3

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 4 DICEMBRE 2014 597/2014/R/COM AVVIO DI PROCEDIMENTO PER L ADOZIONE DI PROVVEDIMENTI IN MATERIA DI METODOLOGIE E CRITERI PER LA DETERMINAZIONE E AGGIORNAMENTO DEL TASSO DI REMUNERAZIONE DEL

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Consultazione pubblica sugli aspetti regolamentari relativi all'assetto della rete di accesso fissa ed alle prospettive delle reti di nuova generazione a larga

Dettagli

La regolamentazione dei servizi di assistenza clienti nel settore delle comunicazioni elettroniche

La regolamentazione dei servizi di assistenza clienti nel settore delle comunicazioni elettroniche Direzione Tutela dei Consumatori Dott. Sergio Del Grosso La regolamentazione dei servizi di assistenza clienti nel settore delle comunicazioni elettroniche 1 di 20 Cosa incide sulla customer satisfaction?

Dettagli

Realizzare la Rete in Fibra per l Italia

Realizzare la Rete in Fibra per l Italia Realizzare la Rete in Fibra per l Italia Guardare al futuro e portare l Italia tra i Paesi leader nei servizi a anda Larga ammodernando un infrastruttura strategica per il Paese Garantire ai cittadini,

Dettagli

Tavolo Tecnico Interassociativo per. Comuni

Tavolo Tecnico Interassociativo per. Comuni Tavolo Tecnico Interassociativo per la Tavolo Standardizzazione Tecnico Interassociativo dei Fondi per la standardizzazione dei fondi Comuni Presentazione delle LINEE GUIDA INTERASSOCIATIVE PER LA STANDARDIZZAZIONE

Dettagli

2014 Relazione. Annuale ATTIVITÀ E RISULTATI 2013

2014 Relazione. Annuale ATTIVITÀ E RISULTATI 2013 2014 Relazione Annuale ATTIVITÀ E RISULTATI 2013 Indice 1. EXECUTIVE SUMMARY Breve resoconto delle principali attività svolte nel 2013 e del contenuto della Relazione pag 4 2. LA GOVERNANCE DELLA RETE

Dettagli

TERZO PILASTRO DI BASILEA 2 - INFORMATIVA AL PUBBLICO al 31 dicembre 2011

TERZO PILASTRO DI BASILEA 2 - INFORMATIVA AL PUBBLICO al 31 dicembre 2011 TERZO PILASTRO DI BASILEA 2 - INFORMATIVA AL PUBBLICO al 31 dicembre 2011 La disciplina prudenziale per gli intermediari finanziari iscritti nell elenco speciale di cui all art. 107 TUB (Intermediari ex

Dettagli

REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA UFFICIO SOCIETÀ DELL INFORMAZIONE

REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA UFFICIO SOCIETÀ DELL INFORMAZIONE REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA UFFICIO SOCIETÀ DELL INFORMAZIONE Bando pubblico per lo sviluppo della rete a Banda Larga nelle aree a fallimento di mercato finalizzato al superamento

Dettagli

Il Programma di razionalizzazione della spesa per beni e servizi della P.A.

Il Programma di razionalizzazione della spesa per beni e servizi della P.A. Il Programma di razionalizzazione della spesa per beni e servizi della P.A. Seminario sulle Convenzioni CONSIP in ambito ICT 28 Novembre 2003 Palazzo del Consiglio Regionale Sala Sinni Agenda 1. Apertura

Dettagli

OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA 2013 SERVIZI DI ACCESSO DISAGGREGATO ALL INGROSSO ALLE RETI E SOTTORETI METALLICHE (MERCATO 4)

OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA 2013 SERVIZI DI ACCESSO DISAGGREGATO ALL INGROSSO ALLE RETI E SOTTORETI METALLICHE (MERCATO 4) OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA 2013 SERVIZI DI ACCESSO DISAGGREGATO ALL INGROSSO ALLE RETI E SOTTORETI METALLICHE (MERCATO 4) (sottoposta ad AGcom per approvazione) 31 OTTOBRE 2012 Tutti i diritti

Dettagli

Attuazione della direttiva MiFID (2004/39/CE)

Attuazione della direttiva MiFID (2004/39/CE) Attuazione della direttiva MiFID (2004/39/CE) Aspetti essenziali La MiFID è una direttiva di armonizzazione massima che disciplina gli intermediari e i mercati finanziari Intermediari Si introduce un nuovo

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA Doc. XVIII n. 59 RISOLUZIONE DELLA 8ª COMMISSIONE PERMANENTE (Lavori pubblici, comunicazioni) (Estensore BUTTI) approvata nella seduta pomeridiana del 20 ottobre

Dettagli

Gruppo 4: Gelmi Martina, Morelato Francesca, Parisi Elisa. La mia scuola ha un sito Web

Gruppo 4: Gelmi Martina, Morelato Francesca, Parisi Elisa. La mia scuola ha un sito Web Gruppo 4: Gelmi Martina, Morelato Francesca, Parisi Elisa La mia scuola ha un sito Web Presentazione del corso Contenuti e obiettivi del corso Imparare a lavorare con le metodologie dell ingegneria del

Dettagli

Obiettivi. Patti Territoriali

Obiettivi. Patti Territoriali Obiettivi realizzare infrastrutture in fibra ottica nelle aree svantaggiate rispetto alla disponibilità di infrastrutture di telecomunicazioni, secondo i principi di precompetitività e salvaguardia del

Dettagli

Osservazioni della Concessionaria del Servizio Pubblico Radiotelevisivo italiano Rai-Radiotelevisione italiana Spa

Osservazioni della Concessionaria del Servizio Pubblico Radiotelevisivo italiano Rai-Radiotelevisione italiana Spa Proposta di revisione della Comunicazione della Commissione Europea del 2001 relativa all applicazione delle norme sugli aiuti di Stato al servizio pubblico di radiodiffusione 4 novembre 2008 Osservazioni

Dettagli

Traduzione non ufficiale

Traduzione non ufficiale Traduzione non ufficiale Proposta di RACCOMANDAZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO sulla costituzione del Quadro europeo delle Qualifiche per l apprendimento permanente (testo con attinenza all

Dettagli

LA RETE DI FASTWEB PG. 3

LA RETE DI FASTWEB PG. 3 Palermo 01/04/2014 AGENDA 2 LA RETE DI FASTWEB 40.000 Km di cavi in fibra ottica posati dal 2000 ad oggi per costituire la propria rete i grandi progetti come basi dello sviluppo al Sud nel 2010 il Progetto

Dettagli

DELIBERA N. 628/07/CONS

DELIBERA N. 628/07/CONS DELIBERA N. MERCATO DELLA TERMINAZIONE DI CHIAMATE VOCALI SU SINGOLE RETI MOBILI (MERCATO N. 16 FRA QUELLI IDENTIFICATI DALLA RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE EUROPEA N. 2003/311/CE): VALUTAZIONE AI SENSI

Dettagli

NOTIZIARIO PARLAMENTO, GOVERNO ED AUTHORITIES agosto 2014

NOTIZIARIO PARLAMENTO, GOVERNO ED AUTHORITIES agosto 2014 NOTIZIARIO PARLAMENTO, GOVERNO ED AUTHORITIES agosto 2014 Decreto Sblocca Italia 29 agosto 2014: misure agevolate per gli operatori investenti nelle reti con banda ultralarga nelle aree a fallimento di

Dettagli

Avanzamento attività Piano Banda Ultra Larga Regione Piemonte

Avanzamento attività Piano Banda Ultra Larga Regione Piemonte Avanzamento attività Piano Banda Ultra Larga Regione Piemonte Incontro con Operatori Maggio 2016 Obiettivi del Piano Nazionale BUL e obiettivi comunitari - Copertura ad almeno 100 Mbps fino all 85% della

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Relazione annuale 2014 sull attività svolta e sui programmi di lavoro

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Relazione annuale 2014 sull attività svolta e sui programmi di lavoro Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Relazione annuale 2014 sull attività svolta e sui programmi di lavoro 15 luglio 2014 1 INDICE Il settore delle comunicazioni in Italia I servizi tlc I servizi

Dettagli

A428 - WIND-FASTWEB/CONDOTTE TELECOM ITALIA Provvedimento n. 24339

A428 - WIND-FASTWEB/CONDOTTE TELECOM ITALIA Provvedimento n. 24339 A428 - WIND-FASTWEB/CONDOTTE TELECOM ITALIA Provvedimento n. 24339 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 9 maggio 2013; SENTITO il Relatore Presidente Giovanni Pitruzzella;

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle unicazioni (*) - Aggiornamento al 31 dicembre 2013 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

Accreditamento e Sistemi di Qualità nella Formazione Professionale

Accreditamento e Sistemi di Qualità nella Formazione Professionale Accreditamento e Sistemi di Qualità nella Formazione Professionale Letizia De Dominicis Direttrice Focus srl Linda Zampacorta, Responsabile Sistemi Qualità Focus srl Pescara, 27 novembre 2013 Chi è Focus

Dettagli

Impianto multiservizio e regolamentazione simmetrica dell accesso

Impianto multiservizio e regolamentazione simmetrica dell accesso Impianto multiservizio e regolamentazione simmetrica dell accesso Umberto Iolli Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni Staff del Commissario Antonio Preto Bologna, 14 ottobre 2015 Sommario Focus

Dettagli

CAPITOLO III. La strategia dell Autorità e le attività programmatiche

CAPITOLO III. La strategia dell Autorità e le attività programmatiche 2015 CAPITOLO III La strategia dell Autorità e le attività programmatiche Introduzione Nell ultimo biennio, l Autorità ha avviato un percorso volto a valorizzare e migliorare i processi di valutazione

Dettagli

Allegato 1 allo schema di provvedimento RELAZIONI DI TRASFERIMENTO INTERNO FRA I SERVIZI

Allegato 1 allo schema di provvedimento RELAZIONI DI TRASFERIMENTO INTERNO FRA I SERVIZI Allegato 1 allo schema di provvedimento RELAZIONI DI TRASFERIMENTO INTERNO FRA I SERVIZI Mercato 4: servizi Full Unbundling e Unbundling dati A1. Il Conto Economico e il Rendiconto di Capitale per i servizi

Dettagli

Offerta di Riferimento. di Telecom Italia. Servizi di Colocazione. (Mercato 4)

Offerta di Riferimento. di Telecom Italia. Servizi di Colocazione. (Mercato 4) Offerta di Riferimento di 2015: Servizi di Colocazione Offerta di Riferimento di 2015 Servizi di Colocazione (Mercato 4) (sottoposta ad AGCom per approvazione) 31 ottobre 2014 1 / 123 Offerta di Riferimento

Dettagli

Bollettino. Settimanale. Anno XXIII - n. 20

Bollettino. Settimanale. Anno XXIII - n. 20 Bollettino Settimanale Anno XXIII - n. 20 Pubblicato sul sito www.agcm.it 27 maggio 2013 SOMMARIO INTESE E ABUSO DI POSIZIONE DOMINANTE 5 A428 - WIND-FASTWEB/CONDOTTE TELECOM ITALIA Provvedimento n. 24339

Dettagli

COMUNICATO STAMPA QUADRO DEGLI INTERVENTI

COMUNICATO STAMPA QUADRO DEGLI INTERVENTI COMUNICATO STAMPA QUADRO DEGLI INTERVENTI L Autorità interviene con due provvedimenti in materia di servizio universale nelle comunicazioni elettroniche Il Consiglio dell Autorità per le garanzie nelle

Dettagli

Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture

Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture TRASFORMARE LE COMPAGNIE ASSICURATIVE Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture Costruire la compagnia digitale? L approccio DDway alla trasformazione dell IT Un percorso

Dettagli

DOTE UNICA LAVORO Occupati in Lombardia!

DOTE UNICA LAVORO Occupati in Lombardia! DOTE UNICA LAVORO Occupati in Lombardia! Dote Unica Lavoro rappresenta il nuovo modello generale di politiche attive del lavoro di Regione Lombardia. Dote Unica Lavoro riunisce i diversi interventi di

Dettagli

Trentino Territorio dell Innovazione

Trentino Territorio dell Innovazione DIPARTIMENTO INNOVAZIONE, RICERCA E I.C.T. Trentino Territorio dell Innovazione Presentazione sintetica dei progetti della Provincia Autonoma Trento in relazione alla banda larga e ultralarga La vision

Dettagli

Il processo di definizione e gestione del Risk Appetite nelle assicurazioni italiane. Renzo G. Avesani, Presidente CROFI

Il processo di definizione e gestione del Risk Appetite nelle assicurazioni italiane. Renzo G. Avesani, Presidente CROFI Il processo di definizione e gestione del Risk Appetite nelle assicurazioni italiane Renzo G. Avesani, Presidente CROFI Milano, 10 07 2013 1. Che cosa è il Risk Appetite? 2. Il processo di Risk Appetite

Dettagli

DELIBERA N. 9/13/CIR

DELIBERA N. 9/13/CIR DELIBERA N. 9/13/CIR APPROVAZIONE DELL OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA PER L ANNO 2012 RELATIVA AI SERVIZI DI ACCESSO NGAN (INFRASTRUTTURE DI POSA LOCALI, TRATTE DI ADDUZIONE, FIBRE OTTICHE PRIMARIE

Dettagli