GRIGLIE DI VALUTAZIONE PER DISCIPLINA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GRIGLIE DI VALUTAZIONE PER DISCIPLINA"

Transcript

1 LETTERE ITALIANE SCRITTO Primo Biennio GRIGLIE DI VALUTAZIONE PER DISCIPLINA INDICATORI DESCRITTORI PUNTEGGIO Correttezza formale Conoscenza dell argomento e del contesto di riferimento Capacità logico-critiche ed espressive PUNTEGGIO TOTALE Correttezza del testo a) molto scorretta b) con frequenti errori c) con alcuni errori d) corretta ma non adeguata e) pienamente adeguata Sviluppo della traccia a) alcune parti del tema sono fuori traccia/non sono state sviluppate b) appena sufficiente/mediocre c) sufficiente (sviluppa tutti i punti) d) discreto (sviluppa adeguatamente tutti i punti) e) pieno (sviluppa esaurientemente tutti i punti) Organizzazione della struttura del tema a) il tema è disorganico (argomenti casualmente disposti) b) il tema è parzialmente strutturato c) il tema è sufficientemente strutturato d) il tema è discretamente strutturato e) il tema è organicamente strutturato Capacità di approfondimento e di riflessione a) non dimostra capacità di riflessione/critica b) mediocre capacità di riflessione/critica c) sufficiente capacità di riflessione/critica d) dimostra una valida capacità di riflessione/critica e) presenta diversi spunti di approfondimento critico personale e riflessioni fondate /20

2 Secondo biennio/ultimo anno Tipologia A Analisi del testo indicatori descrittori N B M A lettura/decodifica del testo aspetti contenutistici analisi del testo elaborazione critica, riflessioni, approfondimenti morfosintassi e lessico aspetti formali sviluppo argomentativo Tipologia B1 Saggio breve indicatori N B M A conformità e congruenza dello stile e del registro linguistico del saggio con la tipologia della pubblicazione e del destinatario qualità della analisi dei dati forniti e loro corretta utilizzazione corretta e pertinente utilizzazione delle citazioni, dei documenti, dei riferimenti, delle testimonianze che accompagnano le indicazioni di lavoro correttezza morfosintattica e capacità comunicativa originalità delle argomentazioni e della elaborazione Tipologia B2 Articolo di giornale indicatori N B M A conformità e congruenza dello stile e del registro linguistico del pezzo con la tipologia del destinatario modalità della trattazione dei dati e dei documenti di supporto e loro corretta e pertinente utilizzazione ai fini della informazione correttezza morfosintattica e capacità comunicativa originalità dell elaborazione caratterizzazione del registro e dello stile Tipologia C e D Tema storico e di ordine generale indicatori descrittori N B M A punteggiatura, ortografia, morfosintassi Competenze linguistiche proprietà lessicale Conoscenze mono e pluridisciplinari correttezza e pertinenza dei contenuti Capacità elaborative logico-critiche e creative sviluppo delle argomentazioni originalità della elaborazione Legenda N = Nullo B = Basso M =Medio A = Alto TIPOLOGIA SCELTA VOTO IN QUINDICESIMI VOTO IN DECIMI

3 Punteggio in quindicesimi Punteggio in decimi ½ 4 4 ½ 5 5 ½ 6 6 ½ 7-7 ½ 8 8 ½ ½- 10 LATINO SCRITTO Primo Biennio INDICATORI VALORI Nullo Basso Medio Alto Completezza della traduzione 0 0,5 1 2 Conoscenze morfo-sintattiche 0 0,5 1 2 Comprensione e interpretazione del testo 0 0,5 1 2 Proprietà lessicale 0 0,5 1 2 Pertinenza della traduzione 0 0,5 1 2 Altro: Punteggio totale: /10

4 LATINO ORALE Primo Biennio Voto Indicatore Indicatore Indicatore Indicatore Indicatore Espone una o più regole della morfosintassi oggetto della lezione del giorno in modo Espone una o più regole della morfosintassi relative al programma già svolto in modo Sa tradurre ed interpretare brevi frasi e/o parti di un testo in lingua frutto del lavoro svolto a casa in modo Conosce il lessico oggetto di studio in modo Conosce tempi forme modi verbali e loro resa in italiano e v.s in modo 1-2 Nullo Nullo Nullo Nullo Nullo 3 Inaccettabile e confusfuso Inaccettabile e con- Confuso, dimostrando Scarso Scarso scarse conoscenze e capacità di analisi 4 Non pertinente Non pertinente Parziale, dimostrando diffuse lacune morfosintattiche 5 Incompleta, e poco chiara, non sempre pertinente 6 Accettabile con lessico semplice, dimostrando di saperla/le riconoscere e /o applicare su un esercizio di semplice livello 7 Chiara e pertinente dimostrando di saperla/le riconoscere e applicare su esercizio di medio livello 8 Chiara e coerente con lessico nel complesso appropriato dimostrando di saperla/le riconoscere e/o applicare( anche se guidato,) su esercizio di medio livello 9 Corretta e coerente con lessico appropriato e specifico della disciplina dimostrando sicura applicazione pratica su esercizio di medio livello 10 Corretta e esaustiva con lessico appropriato e specifico della disciplina, dimostrando sicura applicazione pratica anche se guidata su esercizio di alto Incompleta e lacunosa e /o non pertinente Accettabile con lessico semplice dimostrando di saperla/le riconoscere e /o applicare su esercizio di semplice livello Chiara e pertinente dimostrando di saperla/le riconoscere e applicare su esercizio di medio livello Chiara e coerente con lessico nel complesso appropriato dimostrando di saperla/le riconoscere e/o applicare(anche se guidato), su esercizio di medio livello Corretta e coerente con lessico appropriato e specifico della disciplina dimostrando sicura applicazione pratica su esercizio di medio livello Limitato e frammentario Limitato e frammentario Incompleto e lacunoso Parziale Parziale Accettabile, non sempre autonomo, dimostrando sufficienti conoscenze e capacità di analisi, comprensione e traduzione Adeguato e nel complesso coerente dimostrando adeguate conoscenze e capacità di analisi, comprensione e traduzione Corretto e nel complesso autonomo, dimostrando buone conoscenze e sapendo individuare e riformulare in lingua italiana le nozioni morfosintattiche, lessicali e semantiche con applicazione e- splicita delle modalità di ricodifica Corretto e autonomo dimostrando buone conoscenze e sapendo individuare e riformulare in lingua italiana le nozioni morfosintattiche, lessicali e semantiche con applicazione esplicita delle modalità di ricodifica e delle scelte opportune tra le varie possibilità e- spressive Esauriente ed autonomo dimostrando efficaci competenze traduttive Sufficiente Adeguato Apprezzabile per la conoscenza della varietà dei linguaggi Consapevole e apprezzabile per la rielaborazione della conoscenze lessicali anche sul piano etimologico e interlinguistico Corretto specifico e approfondito Sufficiente Discreto Corretta e esaustiva con lessico appropriato e specifico della disciplina dimostrando sicura applicazione pratica, anche se guidata, su esercizio di alto livel- livello lo Buono Distinto Ottimo

5 LATINO SCRITTO E ORALE Secondo biennio/ultimo anno Tipologia: trattazione sintetica, quesiti a risposta aperta, traduzione e analisi di testi già tradotti e commentati in classe INDICATORI DESCRITTORI PUNTI 1. COMPETENZA LINGUISTICA ( TRADUZIONE ) 2. CAPACITÀ DI ANALISI TESTUA- LE a) individuazione dei nuclei tematici e concettuali b) individuazione degli aspetti formali funzionali al significato del testo Il punteggio viene assegnato in relazione al numero e alla tipologia degli errori. - individuazione lacunosa dei nuclei tematici e concettuali ; - individuazione sostanzialmente corretta, ma superficiale; - individuazione fondamentalmente corretta; 0,5-4 0, ,5 * 1,5 3,5 - individuazione corretta e consapevole individuazione lacunosa; 0,5 0,5 - individuazione di elementi poco coerenti con il significato; individuazione fondamentalmente corretta e sufficientemente funzionale al significato; 1,5 1,5 3. CONOSCENZE STORICO-LETTERARIE (collegamenti intra ed extratestuali; contestualizzazione) Punteggio totale - individuazione corretta e consapevole conoscenze lacunose 0,5 2,5 - conoscenze superficiali conoscenze adeguate sui contenuti fondamentali 1,5 3,5 - conoscenze approfondite 2 4 /10 *nella seconda colonna sono indicati i punteggi da attribuire nel caso in cui la verifica non preveda la verifica delle competenze linguistiche (indicatore 1) ITALIANO, STORIA e GEOGRAFIA, SCIENZE UMANE ORALE Primo Biennio VO- CONOSCENZE COMPETENZE ABILITÀ TO 1-2 Nulle Nulle Nulle 3 non possiede le conoscenze essenziali terminologia inadeguata e esposizione divaga e non è in grado di argomentare

6 4 Ha conoscenze molto frammentarie 5 possiede poche conoscenze essenziali; preparazione carente ed esclusivamente mnemonica 6 solo conoscenze essenziali 7 conoscenze essenziali discrete e complete 8 conoscenze complete e precise 9-10 conoscenze complete e dettagliate incoerente e confusa Individua le coordinate spazio-temporali e utilizza le fonti con difficoltà. Non sa effettuare collegamenti. Espone in modo confuso e inappropriato tende a divagare e non è in grado di argomentare in modo logico preparazione mnemonica, ma se guidato dimostra di avere assimilato i contenuti. Espone in modo sufficientemente corretto risponde in modo pertinente, argomentando in maniera appropriata seppur con qualche aiuto. Uso dei termini essenziali corretto e esposizione abbastanza chiara si attiene alle domande e le svolge con autonomia ed in modo esauriente. uso dei termini corretto e esposizione chiara opera collegamenti e riferimenti tra le discipline. uso dei termini corretto ed esposizione chiara e coerente Interpreta i dati in modo confuso e scorretto. Uso del lessico ed interpretazione dei dati inadeguata se guidato espone l argomento in maniera adeguata Se guidato espone l argomento in maniera coerente Applica conoscenze anche a problemi complessi Elabora personalmente attraverso analisi ed opportune sintesi

7 ITALIANO, STORIA, FILOSOFIA, SCIENZE UMANE ORALE Secondo biennio/ultimo anno VO- CONOSCENZE COMPETENZE ABILITÀ TO Manifesta impreparazione o ignora i temi trattati a causa delle numerose assenze o per pregresse lacune cognitive. Non accertabili nel caso di mancato colloquio. Non riesce ad esporre gli argomenti trattati. 4 Conoscenze sommarie e Uso limitato e confuso dei frammentarie e linguaggio contenti e mancata acquisizione del linguaggio inadeguato. disciplinare. 5 Conoscenze limitate e superficiali. Difficoltà nella concettualizzazione dei temi trattati. 6 Conoscenze essenziali e generiche non del tutto complete 7 Possiede conoscenze chiare che mostra di aver compreso e sa esporre con linguaggio corretto ma non articolato 8 9 Ha conoscenze complete, chiare, articolate ed approfondite con padronanza del linguaggio tecnico specifico. Le conoscenze sono chiare, corrette ed approfondite, la comprensione è organica ed elaborata con processi di analisi personale. Il linguaggio specialistico risulta coerente, articolato e Elenca mnemonicamente le nozioni mostrando povertà di lessico. Appropriazione dei saperi di base con un uso generalmente coerente ai contesti dei contenuti acquisiti e- spressi con un linguaggio disciplinare essenziale ma corretto. Sa adoperare lessico e metodologie disciplinari specifiche nei compiti richiesti ma con imprecisioni Applica autonomamente le conoscenze acquisite anche in altri contesti con buone abilità di interpretazione ed elaborazione. Applica la metodologia e le conoscenze in compiti complessi senza errori Non accertabili nel caso di mancato colloquio. Non è in grado di condurre un discorso coerente sugli argomenti tema del colloquio. Incapacità ad applicare le poche conoscenze acquisite. Mancata comprensione dei temi e argomenti proposti. Applica in modo frammentario le conoscenze e competenze acquisite. La capacità di analisi è limitata e confusa Effettua analisi non approfondite, se guidato sintetizza le conoscenze, argomenta negli aspetti essenziali Analisi complessa ma con aiuto; argomenta con pertinenza ma con qualche incertezza; opera collegamenti coerenti Ha buone capacità di analisi e sintesi; ha acquisito autonomia nella sintesi, argomenta con pertinenza e sicurezza. Possiede padronanza nel cogliere gli elementi di un insieme e di stabilire tra di essi relazioni, organizza e critica in modo autonomo e completo

8 ben compreso. 10 Le conoscenze sono ampie, chiare, corrette ed approfondite, la comprensione è organica ed elaborata con processi di analisi personale. Il linguaggio specialistico risulta coerente e articolato Sa applicare con sicurezza, autonomia e capacità delle conoscenze acquisite. E- segue compiti complessi applicando le conoscenze in nuovi contesti e con contributi personali. Si e- sprime con un lessico senza errori e imprecisioni Applicazione consapevole ed autonoma delle competenze acquisite. Comprensione dei temi proposti con capacità di analisi e di sintesi condotte in termini pluridisciplinari. Originalità di costruzione di percorsi tematici. GRIGLIA DI VALUTAZIONE SECONDA PROVA SCRITTA SCIENZE UMANE Sostanziale pertinenza e completezza nell aderenza alla traccia Completa e precisa Conoscenze dei contenuti e capacita rielaborative Elabora i contenuti in modo preciso e completo, con un argomentazione sicura Sviluppo organico e consequenziale Articolato, coerente e approfondito Linguaggio disciplinare Punteggio assegnato n/10 Punteggio assegnato n/15 Chiaro e appropriato Completa, ma con qualche imprecisione Elabora i contenuti in modo abbastanza preciso e con informazioni puntuali, corredato di dati e approfondimenti in misura discreta Coerente e abbastanza efficace Nel complesso appropriato nonostante qualche imprecisione Non del tutto completa Elabora in una forma semplice e chiara, con contenuti pertinenti, ma non sempre adeguatamente selezionati, precisi e/o corretti Abbastanza coerente, ma piuttosto rigido nell articolazione dell argomentazione In genere chiaro, con imprecisioni e a volte ripetitivo Superficiale e incompleta Illustra l argomento in modo incerto, con limitati elementi informativi o poco pertinenti, con diffuse imprecisioni e/o scorrettezze Spesso poco coerente o incoerente, con limitate connessioni logiche Incerto, ripetitivo e poco appropriato Scarsa o fuori Espone gli argomenti Confuso e disorgani- Assenza o

9 tema in modo errato e con carenze di informazioni co, privo di logica argomentativa riconoscibile quasi di linguaggio tecnico INGLESE E SPAGNOLO SCRITTO Primo biennio INDICATORI Comprensione scritta Produzione scritta Uso strutture grammaticali Uso funzioni linguistiche Uso strutture lessicali Ortografia Punteggio totale VOTO* PUNTEGGIO DELLA VERIFICA (in percentuale) VOTO * corrisponde alla media dei voti relativi agli indicatori INDICAZIONE DEI LIVELLI IN BASE ALLA PERCENTU- ALE DEGLI ERRORI Nullo 0 29% Gravemente insufficiente 30 39% % Insufficiente 50 59% Sufficiente 60 69% Buono 70 79% % Ottimo 90 98% % CORRISPONDENZA PUNTEGGIO OTTE- NUTO / VOTO

10 INGLESE E SPAGNOLO SCRITTO Secondo Biennio/Ultimo anno Tipologia: trattazione sintetica INDICATORI DESCRITTORI PUNT. 15 PUNT. 10 Conoscenze Pertinenza dei contenuti Trattazione inesistente o assolutamente non pertinente Trattazione approssimativa Trattazione rispondente all argomento Trattazione centrata, coerente, adeguata Trattazione completa, approfondita Adeguatezza Conoscenze nulle o quasi dei contenuti Conoscenze sommarie Conoscenze esaurienti ed adeguate Conoscenze complete, chiare Competenze Capacità Correttezza linguistica Chiarezza, coerenza dei contenuti Originalità e capacità di sintesi Conoscenze articolate ed approfondite Gravissime scorrettezze Linguaggio non sempre corretto ed appropriato Linguaggio con lievi imperfezioni Linguaggio curato e corretto Linguaggio appropriato alla disciplina Argomentazioni molto confuse o inadeguate Argomentazioni alquanto confuse e non del tutto coerenti Non sempre coesa la risposta, ma corretta nei contenuti Argomentazioni chiare e consequenziali Argomentazioni chiare, coerenti, approfondite Impostazione totalmente o molto confusa Impostazione scolastica con difficoltà nella sintesi Impostazione adeguata con discrete capacità di sintesi Impostazione personale e rielaborata, ottima capacità di sintesi Impostazione personale, eccellenti capacità critiche e di sintesi totale totale

11 Tipologia: quesiti a risposta aperta DESCRITTORI PUNTEGGIO IN QUINDICESIMI PUNTEGGIO IN DECIMI Risposta non data o errata Risposta imprecisa, confusa, scorretta, con modeste capacità di sintesi Risposta parzialmente pertinente, poco esauriente, 9 5 con imperfezioni e sufficiente capacità di sintesi Risposta complessivamente aderente alla richiesta, con lievi imperfezioni e sufficiente capacità di sintesi Risposta pertinente, completa e corretta con buone o ottime capacità di sintesi rielaborativa Risposta pertinente, completa, corretta con ottima capacità di sintesi e rielaborazione personale INGLESE E SPAGNOLO ORALE Primo Biennio Decimi CONOSCENZE COMPETENZE CAPACITA 3 Ha conoscenze del tutto lacunose dei contenuti / dimostra carenze gravi nell uso della morfosintassi Espressione del tutto inadeguata; produzione incomprensibile 4 Ha conoscenze frammentarie dei contenuti / ha scarsa conoscenza della morfosintassi 5 Ha conoscenze imprecise e incomplete / non controlla della morfosintassi 6 Ha conoscenze corrette, essenziali ma non approfondite / controlla la morfosintassi, pur con qualche errore 7 Si esprime in modo appropriato alla situazione comunicativa / produce testi usando un linguaggio adeguato 8 Conosce in modo approfondito / dimostra ampia padronanza della morfosintassi 9 Ha conoscenze ampie e articolate / dimostra solida padronanza Si espone in maniera confusa e scorretta / produce testi non comprensibili Si esprime in modo non adeguato alla situazione comunicativa / produce testi con lacune consistenti Si esprime in modo comprensibile / produce testi essenzialmente corretti, tali da non pregiudicare la comunicazione Conosce in modo abbastanza approfondito / dimostra sostanziale padronanza della morfosintassi Si esprime con efficacia / produce testi usando un linguaggio ricco e appropriato Utilizza con sicurezza gli strumenti espressivi / produce testi artico- Non è in grado di comprendere semplici testi / non sa interagire Comprende con difficoltà / non è in grado di interagire in modo autonomo Riconosce solo alcuni elementi fondamentali / interagisce con difficoltà. Riconosce gli elementi fondamentali di un testo / interagisce, pur con qualche errore Riconosce elementi e dettagli abbastanza precisamente / interagisce in modo chiaro Riconosce con sicurezza elementi fondamentali e dettagli di testi / interagisce con solida padronanza Comprende testi e situazioni anche complessi / interagisce con

12 della morfosintassi lati in contesti e situazioni nuove autonomia 10 Ha conoscenze ampie e articolate che usa con sicurezza / dimostra piena padronanza della morfosintassi Utilizza con sicurezza e autonomia gli strumenti espressivi / produce testi articolati e originali in contesti e situazioni nuove Comprende testi e situazioni complessi / interagisce in modo sicuro, con autonomia INGLESE E SPAGNOLO ORALE Secondo biennio/ultimo anno Decimi CONOSCENZE 1-3 Estese lacune nella conoscenza degli argomenti 4 Conoscenza molto lacunosa dei contenuti 5 Conoscenza frammentaria e superficiale dei contenuti 6 Conoscenza dei contenuti fondamentali 7 Conoscenza adeguata dei contenuti COMPETENZE /efficacia comunicativa Molti e gravi errori che rendono il messaggio indecifrabile Scarsa conoscenza anche della lingua di base Scarsa correttezza morfosintattica rende il messaggio incomprensibile Lessico non appropriato e scarso Errori consistenti che rendono il messaggio confuso Frequenti scorrettezze Alcuni errori non gravi (si auto corregge) Alcune scorrettezze Errori poco frequenti. Qualche scorrettezza ABILITA Non è in grado di comprendere semplici testi / non sa interagire Comprende con difficoltà / non è in grado di interagire in modo autonomo Idee esposte in modo meccanico e mnemonico/interagisce con difficoltà. Idee principali con tentativi di rielaborazione non sempre efficaci/ interagisce, pur con qualche errore Idee chiare e rielaborate / interagisce in modo chiaro 8 Conoscenza buona dei contenuti 9 Conoscenze ampie ed approfondite Strutture corrette con uso appropriato dei connettivi Padronanza della terminologia specifica Strutture corrette con uso Appropriato dei connettivi Linguaggio articolato ricco e preciso Idee esposte in modo organizzato / interagisce con padronanza Buono uso delle diverse funzioni comunicative, adeguato al contesto ed alle intenzioni/ interagisce con autonomia

13 10 Conoscenze ampie ed approfondite, con approfondimenti personali Strutture corrette con uso Appropriato dei connettivi Linguaggio articolato ricco e preciso, capace di a- dattarsi al contesto Coglie autonomamente relazioni, effettua collegamenti significativi / interagisce in modo sicuro, con autonomia

14 MATEMATICA-FISICA-INFORMATICA SCRITTO E ORALE Descrittore Acquisizione del linguaggio specifico Gravemente insufficiente 1 voto < 4 Insufficiente 4 voto < 6 Sufficiente 6 voto < 7 Buono 7 voto 8 Ottimo 8 voto 10 Acquisizione dei contenuti Capacità operative Metodo di lavoro Completezza dello svolgimento Spiegazione delle voci: 1. Acquisizione del linguaggio specifico: capacità di esprimere concetti sia utilizzando il linguaggio naturale che quello simbolico 2. Acquisizione dei contenuti: conoscenza di definizioni, teoremi, regole e procedure di calcolo 3. Capacità operative: abilità nell utilizzare definizioni, teoremi, regole e procedure di calcolo 4. Metodo di lavoro: abilità nell analisi del testo, nella impostazione e nell esecuzione del compito. Misura anche l originalità della strategia usata 5. Completezza dello svolgimento: considera lo svolgimento effettivo in relazione alle richieste. Questa voce è utilizzata nel caso di prove piuttosto articolate. Criteri di misurazione: insuffi- gravemente ciente insufficiente sufficiente buono ottimo Mancata comprensione delle richieste / procedimento risolutivo completamente errato o esercizio non affrontato Parziale comprensione del testo / svolgimento del punto affrontato con presenza di errori concettuali Sostanziale comprensione del testo / svolgimento del punto affrontato con presenza di errori non concettuali Completa comprensione del testo / svolgimento del punto affrontato con presenza di lievi errori formali Piena comprensione del testo / svolgimento risolutivo corretto e completo. Descrittore Criterio di Sufficienza (prova orale e scritta) Acquisizione del linguaggio specifico Acquisizione dei contenuti Capacità operative Comprende la richiesta, uso semplice, ma corretto, del linguaggio specifico Conoscenze sostanzialmente corrette dei saperi minimi e di alcuni contesti particolari (storici, collegamenti con altre discipline ) Lo studente è in grado di affrontare situazioni problematiche. Commette lievi errori non concettuali e comunque, in caso di errore, sa correggersi. Metodo di lavoro e completezza Il lavoro prodotto è coerente. Lo studente dimostra di essere in grado di affrontare tutta la richiesta nei suoi temi essenziali anche se il lavoro finale risulta in qualche parte superficiale.

15 GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA SECONDA PROVA DELL ESAME DI STATO COMPLETEZZA DELLA RISPOSTA PROBLEMA QUESITI TOTALE Peso 1 0,2 0,2 0,2 0,2 0,2 2 Punti C Efficaci 6 PROCEDIMENTI IMPIEGATI E STRATEGIE RISOLUTI- VE Adeguati 5 Corretti 4 Non sempre corretti 3 Inadeguati 2 Efficace e completa 3 SPIEGAZIONE DEL PROCEDIMENTO Adeguata 2,5 Sufficiente 2 Incompleta 1,5 Inadeguata 1 Accurata 1 CORRETTEZZA FORMALE E DI CALCOLO Generalmente accurata 0,8 Accettabile 0,6 Con lievi imprecisioni 0,4 Con gravi imprecisioni 0,2 TOTALE 10 T PUNTEGGIO COMPLESSIVO 20 P C T PUNTI VOTO

16 GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA TERZA PROVA DELL ESAME DI STATO INDICATORI DESCRITTORI PUNTEGGIO Conoscenze Completa possesso delle nozioni necessarie a comprendere e inquadrare il quesito 6 Adeguata conoscenza degli elementi teorici relativi al quesito 5 Sufficiente 4 Parziale 2-3 Lacunosa 0-1 Competenze utilizzo delle nozioni nella trattazione dell argomento correttezza formale e proprietà di linguaggio Completa 6 Adeguata 5 Sufficiente 4 Parziale 2-3 Lacunosa 0-1 Abilità organizzazione, sintesi e collegamento delle conoscenze particolare Completa efficacia ed originalità nell esposizione 3 Adeguata 2 Sufficiente 2 Parziale 1 Lacunosa 0

17 DISEGNO E STORIA DELL'ARTE Secondo Biennio/Ultimo anno Voto 9/10 Ottimo / Eccellente Nelle prove grafiche evidenzia ottima padronanza delle procedure e risolve i problemi proposti con rapidità,esattezza, completezza e originalità. In Storia dell' Arte denota conoscenza completa, approfondita e rielaborata personalmente degli argomenti trattati. Comprende e sa analizzare criticamente i temi di volta in volta affrontati, ne sa penetrare autonomamente la complessità, cogliendo relazioni tra aree tematiche diverse. Espone in forma brillante, corretta, con lessico ricco e appropriato Voto 8 Buono Nelle prove grafiche evidenzia buona padronanza delle procedure e risolve i problemi proposti con esattezza e completezza, mettendo a frutto la corretta assimilazione del metodo. In Storia dell' Arte denota sicurezza nella costruzione di procedure descrittive e conoscenza completa e approfondita degli argomenti trattati. Sa operare autonomamente confronti e attuare collegamenti interdisciplinari. Espone con chiarezza e capacità di sintesi, precisione lessicale e sicuro possesso della terminologia specifica. Voto 7 Discreto Nelle prove grafiche denota applicazione abbastanza corretta del metodo e perviene all'esecuzione dei problemi proposti con sostanziale correttezza, nonostante alcune sviste e improprietà nell' esecuzione grafica. In Storia dell'arte evidenzia discreta abilità nell'impostare una procedura descrittiva e conoscenza abbastanza esauriente dei contenuti che sa contestualizzare correttamente, cogliendone i nessi tematici e i collegamenti pertinenti. Sa esporre gli argomenti studiati con una certa sicurezza, in forma chiara e corretta e con lessico appropriato. Voto 6 Sufficienza Nelle prove grafiche evidenzia una sufficiente padronanza del metodo e assimilazione dei concetti, sebbene la soluzione dei problemi proposti sia tendenzialmente incompleta e con sviste nell'esecuzione grafica. In Storia dell' Arte denota accettabile capacità nella costruzione di una procedura descrittiva e conoscenza sostanzialmente corretta degli argomenti trattati, per lo meno nelle loro linee essenziali. Sa esporre gli argomenti studiati in forma semplice e lineare, anche se sporadico e non autonomo risulta il ricorso alla terminologia specifica. Voto 4/5 Insufficiente Nelle prove grafiche perviene a soluzione scorretta del problema assegnato, evidenziando altresì gravi improprietà nell'uso del metodo e/o nell'esecuzione grafica. In Storia dell'arte denota conoscenza frammentaria o superficiale dei contenuti che non riesce a contestualizzare correttamente. Espone in modo approssimativo, con linguaggio poco rigoroso e conoscenza limitata della terminologia specifica. Voto 1/2/3 Gravemente insufficiente Nelle prove grafiche perviene a soluzione gravemente scorretta e lacunosa del problema assegnato, evidenziando vistosi gravi carenze nell'ambito della conoscenza e dell'applicazione. In Storia dell'arte evidenzia e- stese lacune nella conoscenza degli argomenti in un quadro confuso. Tende a fraintendere la consegna ed incontra gravi difficoltà ad esporre in modo consequenziale e lessicalmente accettabile le conoscenze richieste.

18 SCIENZE Decimi CONOSCENZE COMPETENZE CAPACITA 1-3 Mancanza di acquisizione delle conoscenze. 4-5 Conoscenze sommarie e frammentarie limitate a pochi argomenti, lessico inadeguato 5 Conoscenze espresse con terminologia approssimata 6 Conoscenze espressa con terminologia corretta e con lessico semplice. 7 Conoscenze di base adeguate ed espresse con un lessico che denuncia comprensione. 8 Conoscenze adeguate, chiare e complete. 9 Conoscenze complete, chiare, articolate e approfondite. 10 Conoscenze complete, approfondite,articolate ed arricchite da contributi personali. Uso confuso dei contenuti, mancata acquisizione del linguaggio disciplinare,appropriazione dei saperi dispersiva e superficiale. Uso superficiale e frammentario dei contenuti acquisiti, uso semplicistico e scorretto del linguaggio disciplinare, appropriazione dei saperi dispersiva. Uso mnemonico dei contenuti acquisiti, uso impreciso del linguaggio disciplinare, appropriazione dei saperi di base. Uso generalmente coerente ai contesti dei contenuti acquisiti espressi con un linguaggio disciplinare essenziale Uso organico ma essenziale dei contenuti disciplinari, uso del linguaggio disciplinare essenziale ma preciso, appropriazione dei saperi non sempre logica. Uso delle conoscenze disciplinari articolato ed organico, utilizzo del linguaggio tecnico preciso, appropriazione logica dei saperi. Riconoscimento di relazioni nell ambito disciplinare, uso delle conoscenze articolato ed organico, utilizzo del linguaggio tecnico preciso, appropriazione dei saperi organica e rielaborata. Riconoscimento di relazioni nell ambito disciplinare e pluridisciplinare, rielaborazione personale delle conoscenze acquisite, utilizzo del linguaggio tecnico puntuale, appropriazione dei saperi organica e rielaborata. Mancata applicazione delle poche competenze acquisite, mancata comprensione dei temi proposti, analisi e sintesi mancanti. Applicazione delle competenze acquisite frammentaria e confusa, confusione nella comprensione dei temi proposti, individuazione non chiara di analisi e sintesi. Applicazione meccanica delle competenze acquisite, comprensione parziale dei temi proposti, presenza di analisi e sintesi discontinue. Applicazione parziale delle competenze acquisite, comprensioni di temi semplici proposti, analisi e sintesi inscritte in contenuti disciplinari di base. Applicazione imprecisa delle competenze acquisite, comprensione dei temi proposti, analisi e sintesi inscritte in contenuti disciplinari di base. Applicazione consapevole delle competenze acquisite, comprensione dei temi proposti, analisi e sintesi inserite in contesti ampi. Applicazione consapevole ed autonoma delle competenze acquisite, comprensione dei temi proposti, analisi e sintesi condotte in termini pluridisciplinari. Applicazione consapevole, autonoma ed approfondita delle competenze acquisite, comprensione dei temi proposti, analisi e sintesi corrette e rielaborate in maniera personale.

19 RELIGIONE Gli elementi che concorrono all'attribuzione del voto sono, oltre al profitto, anche la partecipazione, l impegno, il progresso, la frequenza. VOTO CONOSCENZE COMPETENZE CAPACITÀ Non sufficiente: Non conosce gli argomenti trattati. Sufficiente: Molto: Essenziali e non approfondite Corrette e articolate Applica saltuariamente le conoscenze in compiti semplici. Commette errori anche gravi nell esecuzione. Presenta gravi difficoltà espressive. Applica le conoscenze acquisite ed esegue compiti semplici senza fare errori. Ha una accettabile proprietà di linguaggio. Sa applicare i contenuti, ma commette qualche imprecisione. Espone in modo chiaro e appropriato Non riesce a mettere in relazione le conoscenze. Effettua sintesi parziali ed imprecise anche se guidato. Effettua analisi e sintesi essenziali, non approfondite. Necessita di essere guidato e sollecitato per effettuare valutazioni più approfondite. Effettua analisi e sintesi complete, con qualche incertezza e con l aiuto del docente. Effettua valutazioni autonome parziali e non approfondite. Moltissimo: Complete e personalizzate. Possiede ottime competenze linguistiche, che utilizza per esprimere in modo appropriato le proprie conoscenze. Coglie gli elementi di un insieme, stabilisce relazioni, organizza autonomamente le conoscenze. Effettua valutazioni personali.

GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA VERIFICA DI ITALIANO - 1 BIENNIO Anno scolastico 2013/14

GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA VERIFICA DI ITALIANO - 1 BIENNIO Anno scolastico 2013/14 1 GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA VERIFICA DI ITALIANO - 1 BIENNIO Anno scolastico 2013/14 LINGUA: correttezza morfo-sintattica//competenza lessicale e stilistica Numerosi e ripetuti errori in ambito ortografico

Dettagli

Liceo delle Scienze Umane Sofonisba Anguissola PRIMA PROVA SCRITTA

Liceo delle Scienze Umane Sofonisba Anguissola PRIMA PROVA SCRITTA PRIMA PROVA SCRITTA CANDIDATO CLASSE DATA INDICATORI DESCRITTORI PUNTI Livello espressivo trascurato, con errori e improprietà lessicali Correttezza generale, sia pure con qualche lieve errore 2 CORRETTEZZA

Dettagli

Le griglie utilizzate per la correzione della terza prova sono due, una per inglese l altra per le prove delle altre discipline.

Le griglie utilizzate per la correzione della terza prova sono due, una per inglese l altra per le prove delle altre discipline. Le griglie utilizzate per la correzione della terza prova sono due, una per inglese l altra per le prove delle altre discipline. 1 Griglie di valutazione della I prova scritta ANALISI DEL TESTO più che

Dettagli

ALLEGATO 1 ANNO SCOLASTICO 20013/14 F.S. AREA 1 GRIGLIE DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO :

ALLEGATO 1 ANNO SCOLASTICO 20013/14 F.S. AREA 1 GRIGLIE DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO : ALLEGATO 1 ANNO SCOLASTICO 20013/1 F.S. AREA 1 GRIGLIE DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO : GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE DELLE PROVE ORALI

Dettagli

GRIGLIA DI VALUTAZIONE VERIFICHE SCRITTE (PRIMO BIENNIO)

GRIGLIA DI VALUTAZIONE VERIFICHE SCRITTE (PRIMO BIENNIO) GRIGLIA DI VALUTAZIONE VERIFICHE SCRITTE (PRIMO BIENNIO) Indicatori Descrittori Esiti Organizzazione testuale Rispetto delle consegne Uso del registro linguistico complessivo adeguato alla tipologia testuale

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO Voti RAGGIUNGIMENTO OBIETTIVI DESCRITTORI Fino a 3 Del tutto insufficiente Assenza di conoscenze. Errori ortografici e morfo-sintattici numerosi e gravi. 4

Dettagli

GRIGLIA DI CORREZIONE

GRIGLIA DI CORREZIONE ISTITUTO D ISTRUZIONE SECONDARIA ITCG-LC San Marco Argentano a.s. 0/5 GRIGLIA DI CORREZIONE TIOLOGIA A (Analisi del testo) Candidato/a: Classe: Indicatori Comprensione Sintesi Analisi Commento Interpretazione

Dettagli

Griglie. di valutazione. disciplinari. Scuola Primaria

Griglie. di valutazione. disciplinari. Scuola Primaria Griglie di valutazione disciplinari Scuola Primaria 3 VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA Il recente Regolamento per la valutazione scolastica Dpr n. 122 del 2009 intende coordinare le diverse norme in questo

Dettagli

Indicatori Livello 1 (9-10) Livello 2 (7-8) Livello 3 (5-6) Livello 4 (4-5) Livello 5 (2-4) lessico

Indicatori Livello 1 (9-10) Livello 2 (7-8) Livello 3 (5-6) Livello 4 (4-5) Livello 5 (2-4) lessico ALLEGATO 1 Griglia di valutazione per lo scritto - biennio Indicatori Livello 1 (9-10) Livello 2 (7-8) Livello (5-6) Livello (-5) Livello 5 (2-) Lessico Ottimo Buono Uso essenziale del Difficoltà nel Uso

Dettagli

ALLEGATO 1 Griglia di valutazione per lo scritto - biennio

ALLEGATO 1 Griglia di valutazione per lo scritto - biennio ALLEGATO 1 Griglia di valutazione per lo scritto - biennio Indicatori Livello 1 (9-10) Livello 2 (7-8) Livello 3 (5-6) Livello 4 (4-5) Livello 5 (2-4) Lessico Ottimo Buono Uso essenziale del lessico Difficoltà

Dettagli

TRIENNIO. SECONDA PROVA (tema o testo di comprensione/produzione) Griglia di valutazione della seconda prova: Tema in lingua straniera (quindicesimi)

TRIENNIO. SECONDA PROVA (tema o testo di comprensione/produzione) Griglia di valutazione della seconda prova: Tema in lingua straniera (quindicesimi) LINGUE STRANIERE TRIENNIO SECONDA PROVA (tema o testo di comprensione/produzione) Griglia di valutazione della seconda prova: Tema in lingua straniera (quindicesimi) Aderenza alla traccia completa parziale

Dettagli

ITALIANO Primo Biennio [approvato nella riunione di Dipartimento 16 Settembre 2015]

ITALIANO Primo Biennio [approvato nella riunione di Dipartimento 16 Settembre 2015] ITALIANO Primo Biennio [approvato nella riunione di Dipartimento 16 Settembre 2015] Il biennio della scuola secondaria di secondo grado costituisce una continuazione coerente dell educazione linguistica

Dettagli

GRIGLIA DI VALUTAZIONE COMPITO DI ITALIANO BIENNIO

GRIGLIA DI VALUTAZIONE COMPITO DI ITALIANO BIENNIO GRIGLIA DI VALUTAZIONE COMPITO DI ITALIANO BIENNIO Indicatori Descrittori Livelli di valutazione Punteggio parziale Contenuto Aderenza alla traccia Ampia, Sufficiente, con poche divagazioni 0, Correttezza

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE E.FERMI SEDE: VIA MAZZINI, 172/2-40139 BOLOGNA

LICEO SCIENTIFICO STATALE E.FERMI SEDE: VIA MAZZINI, 172/2-40139 BOLOGNA LICEO SCIENTIFICO STATALE E.FERMI SEDE: VIA MAZZINI, 172/2-40139 BOLOGNA Telefono: 051/4298511 - Fax: 051/392318 - Codice fiscale: 80074870371 Sede Associata: Via Nazionale Toscana, 1-40068 San Lazzaro

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI NELLA SCUOLA PRIMARIA

CRITERI DI VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI NELLA SCUOLA PRIMARIA CRITERI DI VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI NELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO CLASSI PRIME E SECONDE VOTI COMPETENZE -ha ottime capacità di ascolto; riconosce, scrive e legge correttamente parole\frasi in

Dettagli

VALUTAZIONE: OBIETTIVI e GRIGLIA DI CORRISPONDENZA. Obiettivi trasversali formativi/comportamentali dei Consigli delle Classi prime e seconde

VALUTAZIONE: OBIETTIVI e GRIGLIA DI CORRISPONDENZA. Obiettivi trasversali formativi/comportamentali dei Consigli delle Classi prime e seconde ALLEGATO2 VALUTAZIONE: OBIETTIVI e GRIGLIA DI CORRISPONDENZA Obiettivi trasversali formativi/comportamentali dei Consigli delle Classi prime e seconde Impegno a) Negativo Non rispetta le scadenze Non esegue

Dettagli

VOTO In riferimento a: conoscenze, abilità, competenze disciplinari

VOTO In riferimento a: conoscenze, abilità, competenze disciplinari GRIGLIE DI VALUTAZIONE DELLE VERIFICHE E VALUTAZIONI QUADRIMESTRALI E DEL COMPORTAMENTO DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA: ANNO SCOLASTICO 2012/2013. L introduzione della scala numerica ha fatto sì che

Dettagli

ALLEGATO 1 Griglia di valutazione per i lavori scritti - Ginnasio

ALLEGATO 1 Griglia di valutazione per i lavori scritti - Ginnasio ALLEGATO 1 Griglia di valutazione per i lavori scritti - Ginnasio Indicatori Livello 1 (9-10) Livello 2 (7-8) Livello 3 (5-6) Livello 4 (4-5) Livello 5 (2-4) Lessico Ottimo Buono Uso essenziale del Difficoltà

Dettagli

GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) STUDENTE... SUFFICIENTE Punti 10.

GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) STUDENTE... SUFFICIENTE Punti 10. GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) IN (min. 5- max. 7,5) DISCRETO BUONO E (max 5) Analisi dei livelli e degli elementi del testo incompleta incompleta

Dettagli

Griglie di Verifica e Valutazione a.s. 2012-2013 Pag. 1

Griglie di Verifica e Valutazione a.s. 2012-2013 Pag. 1 GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLE VERIFICHE ORALI (0/0) Conoscenze Colloquio Descrittori Punteggio Punteggio assegnato Completi ed approfonditi Contenuti (max punti) Precisi, Organizzati Appropriati, Essenziali

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Dipartimento di Materia: ITALIANO

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Dipartimento di Materia: ITALIANO Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca L.G.S. C. Beccaria Via Linneo 5-20145 Milano C.M. MIPC040008 C.F. 80125550154 Tel: 02 344815 Fax: 02 3495034 email istituzionale: mipc040008@istruzione.it

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO N 1 ETTORE PAIS SSMM027002 - C.F. 91015270902 - tel. 0789/25420 Via A. Nanni - 07026 OLBIA A.S.

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO N 1 ETTORE PAIS SSMM027002 - C.F. 91015270902 - tel. 0789/25420 Via A. Nanni - 07026 OLBIA A.S. SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO N 1 ETTORE PAIS SSMM02002 - C.F. 91520902 - tel. 089/25420 Via A. Nanni - 002 OLBIA A.S. 2014/15 CRITERI ESSENZIALI PER LE PROVE SCRITTE E PER IL COLLOQUIO ORALE PER L

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SPAGNOLO A.S. 2014-2015. Griglie di valutazione approvate dal Dipartimento. valide per entrambi gli indirizzi LL e LES

DIPARTIMENTO DI SPAGNOLO A.S. 2014-2015. Griglie di valutazione approvate dal Dipartimento. valide per entrambi gli indirizzi LL e LES Griglie di valutazione approvate dal Dipartimento valide per entrambi gli indirizzi LL e LES 1 GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLE PROVE OGGETTIVE Il voto viene attribuito secondo una scala che va da 1 a 10 dove

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE*

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE* Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca L.G.S. C. Beccaria Via Linneo 5-20145 Milano C.M. MIPC040008 C.F. 80125550154 Tel: 02 344815 Fax: 02 3495034 email istituzionale: mipc040008@istruzione.it

Dettagli

Griglie di Valutazione disciplinari

Griglie di Valutazione disciplinari Istituto Comprensivo 1 di Taormina via Dietro Cappuccini n. telefono 0942 628612 n. fax 0942 628641/0942-897077 Griglie di Valutazione disciplinari Anno Scolastico 2014/ 15 Approvazione definitiva: Collegio

Dettagli

PROGRAMMAZIONE SECONDO BIENNIO LINGUA e C IVILTA INGLESE

PROGRAMMAZIONE SECONDO BIENNIO LINGUA e C IVILTA INGLESE PROGRAMMAZIONE SECONDO BIENNIO LINGUA e C IVILTA INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO LINGUA Lo studente dovrà acquisire competenze linguistico-comunicative corrispondenti al Livello B2 del Quadro Comune

Dettagli

APPENDICE AL POF GRIGLIE DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE

APPENDICE AL POF GRIGLIE DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE APPENDICE AL POF GRIGLIE DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE ANNO SCOLASTICO 0 /03 GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA PROVA DI RELIGIONE ( in quindicesimi - sufficienza 0 ) INDICATORI DESCRITTORI PUNTEGGIO CONOSCENZA

Dettagli

Griglie. di valutazione. disciplinari. Scuola Secondaria. di 1 Grado

Griglie. di valutazione. disciplinari. Scuola Secondaria. di 1 Grado Griglie di valutazione disciplinari Scuola Secondaria di 1 Grado 21 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO ITALIANO - VALUTAZIONE PROVE SCRITTE Indicatori I. PRESENTAZIONE GRAFICA II. USO DELLA LINGUA III. CONTENUTO

Dettagli

VERBALE del CONSIGLIO di CLASSE della classe.. sez. PRESENTI: ASSENTI: Presiede Verbalizza

VERBALE del CONSIGLIO di CLASSE della classe.. sez. PRESENTI: ASSENTI: Presiede Verbalizza VERBALE del CONSIGLIO di CLASSE della classe.. sez. TRIENNIO Il giorno... alle ore... nei locali del Liceo Scientifico Statale R. Caccioppoli, si è riunito il Consiglio di Classe per procedere alla programmazione

Dettagli

APPENDICE AL POF GRIGLIE DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE

APPENDICE AL POF GRIGLIE DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE APPENDICE AL POF GRIGLIE DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE ANNO SCOLASTICO 04 /05 GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA PROVA DI RELIGIONE ( in quindicesimi - sufficienza 0 ) INDICATORI DESCRITTORI PUNTEGGIO CONOSCENZA

Dettagli

PROVE D ESAME DI STATO PER L ALUNN

PROVE D ESAME DI STATO PER L ALUNN PROVE D ESAME DI STATO PER L ALUNN :.. classe 3 sez. A.S... Come deciso dal Consiglio di classe l alunno eseguirà le prove scritte d esame di italiano, di matematica ed elementi di scienze e tecnologia

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO. Scuola: Liceo D. Alighieri. INDIRIZZO: Linguistico RELAZIONE FINALE

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO. Scuola: Liceo D. Alighieri. INDIRIZZO: Linguistico RELAZIONE FINALE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO Scuola: Liceo D. Alighieri INDIRIZZO: Linguistico RELAZIONE FINALE DISCIPLINA: Italiano CLASSE:IV A DOCENTE: Marcella Ferrini Obiettivi

Dettagli

FUNZIONE FIRMA FUNZIONE FIRMA. RdQ Prof.ssa Exarchacu Paraskevi DS DATA. Autore Codice Titolo e Percorso Pagina

FUNZIONE FIRMA FUNZIONE FIRMA. RdQ Prof.ssa Exarchacu Paraskevi DS DATA. Autore Codice Titolo e Percorso Pagina I.I.S. Istituto Istruzione Superiore A.Volta LIBRETTO delle GRIGLIE di VALUTAZIONE PROPOSTO APPROVATO FUNZIONE FIRMA FUNZIONE FIRMA RdQ Prof.ssa Exarchacu Paraskevi DS DATA Il presente documento è stato

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi)

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO Prof. DI

Dettagli

CRITERI ESSENZIALI PER LE PROVE SCRITTE E PER IL COLLOQUIO ORALE PER L ESAME DI STATO CONCLUSIVO DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE

CRITERI ESSENZIALI PER LE PROVE SCRITTE E PER IL COLLOQUIO ORALE PER L ESAME DI STATO CONCLUSIVO DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO IC CS V D. MILANI - DE MATERA Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado ad Indirizzo Musicale Via De Rada - 87100 Cosenza tel. 0984 71856 fax 0984-71856 - cod.mecc. CSIC8AL008

Dettagli

GRIGLIE DI VALUTAZIONE ESAMI DI STATO

GRIGLIE DI VALUTAZIONE ESAMI DI STATO GRIGLIE DI VALUTAZIONE ESAMI DI STATO a cura di Salvatore Madaghiele SCHEDA DI VALUTAZIONE DELLA PRIMA PROVA SCRITTA: ITALIANO N. Candidato Classe Sesso: M F Data di nascita: Tema scelto: A B1 n. B2 n.

Dettagli

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO Competenze d ingresso Gli alunni, al termine del percorso formativo del biennio,

Dettagli

ALLEGATO N. 5 bis GRIGLIE DI VALUTAZIONE

ALLEGATO N. 5 bis GRIGLIE DI VALUTAZIONE ALLEGATO N. 5 bis GRIGLIE DI VALUTAZIONE 1 ITALIANO ORALE BIENNIO CONOSCENZE COMPETENZE OTTIMO (9-10) Conoscenze articolate, approfondite e con apporti personali. Capacità di giudizio critico originale

Dettagli

TABELLE DI VALUTAZIONE SCUOLA SECONDARIA

TABELLE DI VALUTAZIONE SCUOLA SECONDARIA TABELLE DI VALUTAZIONE SCUOLA SECONDARIA o COMPORTAMENTO o LETTERE (ITALIANO, STORIA, GEOGRAFIA) o MATEMATICA E SCIENZE o PRIMA E SECONDA LINGUA COMUNITARIA o TECNOLOGIA o EDUCAZIONE MUSICALE o SCIENZE

Dettagli

I.I.S Niccolò Machiavelli Pioltello

I.I.S Niccolò Machiavelli Pioltello Pagina 1 di 6 Materia Lingua e cultura greca Anno Scolastico 2015-2016 secondo biennio Componenti del Consiglio di Materia: Docente Prof.ssa Lucia Piga (Coordinatore di Materia) Prof.ssa Enrica Piano Prof.ssa

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 1. PRIMO BIENNIO 1. PRIMO BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 DISCIPLINA : LINGUA

Dettagli

MATERIA: TEDESCO 2^ lingua CLASSI: PRIME TERZE QUINTE. INDIRIZZI: Relazioni Internazionali per il Marketing - Amministrazione Finanza e marketing

MATERIA: TEDESCO 2^ lingua CLASSI: PRIME TERZE QUINTE. INDIRIZZI: Relazioni Internazionali per il Marketing - Amministrazione Finanza e marketing Mod. DIP/FUNZ 1 - TRIENNIO MATERIA: TEDESCO 2^ lingua CLASSI: PRIME TERZE SECONDE QUARTE QUINTE INDIRIZZI: Relazioni Internazionali per il Marketing - Amministrazione Finanza e marketing Nodi concettuali

Dettagli

LA VALUTAZIONE. Valutazione degli apprendimenti

LA VALUTAZIONE. Valutazione degli apprendimenti LA VALUTAZIONE Valutazione degli apprendimenti Le verifiche hanno da sempre la duplice funzione di controllare il grado di apprendimento degli allievi e la validità dell azione educativa e didattica. Infatti,mentre

Dettagli

Dipartimento di Scienze filosofiche Criteri di misurazione e di valutazione

Dipartimento di Scienze filosofiche Criteri di misurazione e di valutazione Dipartimento di Scienze filosofiche Criteri di misurazione e di valutazione Il Dipartimento di Scienze filosofiche (Filosofia, Storia, Scienze umane, scienze sociali, Religione) riconferma anche per il

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE ENNIO QUIRINO VISCONTI Anno scolastico 2013-2014 CRITERI DI VALUTAZIONE E GRIGLIE

LICEO GINNASIO STATALE ENNIO QUIRINO VISCONTI Anno scolastico 2013-2014 CRITERI DI VALUTAZIONE E GRIGLIE 1 LICEO GINNASIO STATALE ENNIO QUIRINO VISCONTI Anno scolastico 2013-2014 CRITERI DI VALUTAZIONE E GRIGLIE 2 MATERIE LETTERARIE, LATINO E GRECO NEL GINNASIO ELEMENTI DI VALUTAZIONE: 1) Progressi ottenuti

Dettagli

DISCIPLINA TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI DOCENTI MARCO TEODORO

DISCIPLINA TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI DOCENTI MARCO TEODORO http://suite.sogiscuola.com/documenti_web/vris017001/documenti/9.. 1 di 6 21/11/2013 10.58 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO PROFESSIONALE SERVIZI COMMERCIALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014

Dettagli

SCHEMA UNITA DIDATTICA

SCHEMA UNITA DIDATTICA Titolo modulo: Differential calculus Unità didattica n. 2 dal titolo: Differentiation Ore previste per questa unità didattica: SCHEMA UNITA DIDATTICA Eventuali note sulla pianificazione e realizzazione:

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA PRODUZIONE SCRITTA : FINE SCUOLA PRIMARIA

CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA PRODUZIONE SCRITTA : FINE SCUOLA PRIMARIA CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA PRODUZIONE SCRITTA : FINE SCUOLA PRIMARIA Aderenza alla traccia e alla ortografica morfo-sintattica lessicale Coerenza e struttura Originalità del testo e stile dei 5 5/6

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE

CRITERI DI VALUTAZIONE Istituto Comprensivo Nelson Mandela Roma CRITERI DI VALUTAZIONE Criteri di valutazione per la scuola dell infanzia pag. 2 Criteri di valutazione disciplinare scuola primaria pag. 4 Criteri di valutazione

Dettagli

1. CONOSCENZE (elenco dei contenuti disciplinari) 2. COMPETENZE (sapere i contenuti disciplinari proposti)

1. CONOSCENZE (elenco dei contenuti disciplinari) 2. COMPETENZE (sapere i contenuti disciplinari proposti) 1 di 6 09/12/2013 12.23 PROGRAMMAZIONE CLASSE QUINTA TECNICO MATERIA: TEDESCO (2^Lingua straniera) ANNO SCOLASTICO:2013/2014 1. CONOSCENZE (elenco dei contenuti disciplinari) Revisione e completamento

Dettagli

VALUTAZIONE DELL ALUNNO

VALUTAZIONE DELL ALUNNO LA VALUTAZIONE VALUTAZIONE DELL ALUNNO In seguito all introduzione del voto decimale nella scuola, ripristinato dal tanto discusso e contestato decreto Gelmini, si è sviluppato, nelle scuole, un ampio

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... RELAZIONI INTERNAZIONALI

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... RELAZIONI INTERNAZIONALI 1 di 6 26/01/2015 11.38 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINTO ANNO TECNICO RELAZIONI INTERNAZIONALI 1. QUINTO ANNO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINTO ANNO TECNICO RELAZIONI INTERNAZIONALI

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA EDUCATIVA DI AREA LATINO TRIENNIO a.s. 2007 2008

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA EDUCATIVA DI AREA LATINO TRIENNIO a.s. 2007 2008 LICEO SCIENTIFICO F. LUSSANA BERGAMO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA EDUCATIVA DI AREA LATINO TRIENNIO a.s. 2007 2008 PREMESSA Questa programmazione si ispira ai seguenti criteri: 1. riconsiderare il ruolo dello

Dettagli

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Inglese, francese, tedesco, spagnolo

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Inglese, francese, tedesco, spagnolo LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Inglese, francese, tedesco, spagnolo Indirizzi Classico e Linguistico BIENNIO (Li, L2), (L3 l a e 2 a liceo) OBIETTIVI GENERALI (L1, L2, L3 e sezioni classiche) Obiettivo

Dettagli

PIANO EDUCATIVO E DIDATTICO DI ISTITUTO

PIANO EDUCATIVO E DIDATTICO DI ISTITUTO Allegato 8 PIANO EDUCATIVO E DIDATTICO DI ISTITUTO Scuola Primaria PERCORSI FORMATIVI E CRITERI DI VALUTAZIONE Il Piano Educativo e Didattico d Istituto (P.E.D.) è la programmazione dei percorsi formativi

Dettagli

LA VALUTAZIONE DELLA SCUOLA PRIMARIA

LA VALUTAZIONE DELLA SCUOLA PRIMARIA LA VALUTAZIONE DELLA SCUOLA PRIMARIA VALUTAZIONE FORMATIVA Riguarda la valutazione periodica che scandisce il ritmo del curricolo definito dai consigli di classe e ha lo scopo di misurare l effettivo progresso

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECO... PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECO... PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO https://suite.sogiscuola.com/documenti_web/vris017001/documenti/.. 1 di 5 26/01/2015 14.06 PER IL TURISMO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SECONDO BIENNIO PER IL TURISMO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SECONDO BIENNIO

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA CLASSE I

SCUOLA PRIMARIA CLASSE I SCUOLA PRIMARIA CLASSE I ITALIANO INDICATORI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO STANDARD PER LA VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE Ascoltare e comprendere Leggere e comprendere Comunicare oralmente Mantenere l attenzione

Dettagli

Documento per la valutazione degli studenti

Documento per la valutazione degli studenti Documento per la valutazione degli studenti A.S. 201/201 La valutazione e' espressione dell'autonomia professionale propria della funzione docente, nella sua dimensione sia individuale che collegiale,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio ISTITUTO COMPRENSIVO ALBANO - RMICGB00T via Virgilio n. 2-0001 Albano Laziale (Roma) Centralino: 0/320.12 Fax: 0/321.2 @: RMICGB00T@istruzione.it, RMICGB00T@pec.istruzione.it C.F.: 000 GRIGLIE E TABELLE

Dettagli

Inglese I Lingua - Francese II Lingua - Tedesco III Lingua

Inglese I Lingua - Francese II Lingua - Tedesco III Lingua DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE Inglese I Lingua - Francese II Lingua - Tedesco III Lingua Modalità di verifica e criteri di valutazione MODALITA DI VERIFICA BIENNIO Le verifiche, frequenti e diversificate,

Dettagli

PROGRAMMA DIDATTICO E PATTO FORMATIVO A.S. 2010-2011 MATERIA: DISEGNO E PROGETTAZIONE. Prof. MORARA MARCO

PROGRAMMA DIDATTICO E PATTO FORMATIVO A.S. 2010-2011 MATERIA: DISEGNO E PROGETTAZIONE. Prof. MORARA MARCO PROGRAMMA DIDATTICO E PATTO FORMATIVO A.S. 2010-2011 CLASSE: 1Bcat MATERIA: DISEGNO E PROGETTAZIONE Prof. MORARA MARCO 1. LIVELLI DI PARTENZA. 1.1. Composizione La classe si compone di 15 studenti (2 femmine

Dettagli

Padova, 2 novembre 2011 Agli alunni di classe quinta Ai docenti di classe quinta e, p.c., Ai docenti dell Istituto

Padova, 2 novembre 2011 Agli alunni di classe quinta Ai docenti di classe quinta e, p.c., Ai docenti dell Istituto ISTITUTO MAGISTRALE STATALE AMEDEO DI SAVOIA DUCA D AOSTA LICEO SCIENZE UMANE LICEO SCIENZE UMANE(Ec/S o c ) LICEO SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO LICEO DELLE SCIENZE SOCIALI Via del Santo, n. 57-35123 PADOVA tel.

Dettagli

Sezione associata XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX a. s. 2014-2015 classe PROGRAMMAZIONE ANNUALE. Sezione / indirizzo. Livelli di partenza

Sezione associata XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX a. s. 2014-2015 classe PROGRAMMAZIONE ANNUALE. Sezione / indirizzo. Livelli di partenza Sezione associata XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX a. s. 2014-2015 classe PROGRAMMAZIONE ANNUALE II AFM Sezione / indirizzo XXXXXXXXXXXXXXX ITE XXXXXXXXXXXXXXXX docente materia ore settimanali di lezione Rigari

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING 1 di 6 26/01/2015 10.43 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING ANNO SCOLASTICO: 2014/2015 1. PRIMO BIENNIO DISCIPLINA: Diritto/Economia DOCENTI:Giuliano

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTALE LICEO CICERONE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTALE LICEO CICERONE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTALE LICEO CICERONE CLASSI Indirizzo di studio materia I BIENNIO Liceo Linguistico, delle Scienze Umane e delle Scienze Umane opz Economico Soc Scienze motorie e sportive

Dettagli

LICEO CLASSICO ORDINAMENTALE

LICEO CLASSICO ORDINAMENTALE LICEO CLASSICO ORDINAMENTALE LETTERE AL GINNASIO Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, oltre a raggiungere i risultati di apprendimento comuni, dovranno: aver raggiunto una conoscenza adeguata

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO CLASSE TERZA

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO CLASSE TERZA 1 di 5 04/12/2013 100 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO PER IL TURISMO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 SECONDO BIENNIO DISCIPLINA DIRITTO E LEGISLAZIONE TURISTICA MODINA DOCENTI

Dettagli

Piano di Lavoro. Di Matematica. Secondo Biennio

Piano di Lavoro. Di Matematica. Secondo Biennio SEZIONE TECNICA A.S. 2014 2015 Piano di Lavoro Di Matematica Secondo Biennio DOCENTE CENA LUCIA MARIA CLASSI 4 BM Libri di testo: Bergamini-Trifone-Barozzi Mod.U verde Funzioni e limiti Mod.V verde Calcolo

Dettagli

Liceo Scientifico Nomentano PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Lingua e cultura latina secondo biennio e ultimo anno a.s. 2015-2016 Abilità dello studente

Liceo Scientifico Nomentano PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Lingua e cultura latina secondo biennio e ultimo anno a.s. 2015-2016 Abilità dello studente Liceo Scientifico Nomentano PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Lingua e cultura latina secondo biennio e ultimo anno a.s. 2015-2016 Competenze Abilità dello studente A Padroneggiare gli strumenti espressivi

Dettagli

VALUTAZIONE: CRITERI EGRIGLIE

VALUTAZIONE: CRITERI EGRIGLIE VALUTAZIONE: CRITERI EGRIGLIE LETTERE BIENNIO ITALIANO CRITERI di VALUTAZIONE CRITERI PER LA SUFFICIENZA SCRITTO Un elaborato di italiano si può considerare sufficiente se risponde alle seguenti caratteristiche:

Dettagli

PROVE SCRITTE all ESAME di STATO. (Tipologia, durata, criteri di correzione)

PROVE SCRITTE all ESAME di STATO. (Tipologia, durata, criteri di correzione) Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca LICEO P. NERVI G. FERRARI P.zza S. Antonio 017 Morbegno (So) Indirizzi: Artistico, Linguistico, Scientifico, Scientifico - opz. Scienze applicate

Dettagli

CORSO DI ITALIANO CLASSE PRIMA

CORSO DI ITALIANO CLASSE PRIMA CORSO DI ITALIANO CLASSE PRIMA UdA n.1 - LEGGERE, COMPRENDERE E INTERPRETARE TESTI 1. Comprendere e analizzare narrativi, descrittivi, espositivi e poetici 2. Riconoscere e classificare diversi tipi di

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING 1 di 8 26/01/2015 10.42 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING ANNO SCOLASTICO: 2014/2015 1. PRIMO BIENNIO DISCIPLINA: INFORMATICA DOCENTI:

Dettagli

DIPARTIMENTO DI MATERIA COMPETENZE/CONOSCENZE MINIME PER IL RECUPERO DELL INSUFFICIENZA E CRITERI DI VALUTAZIONE E CORREZIONE DELLE PROVE

DIPARTIMENTO DI MATERIA COMPETENZE/CONOSCENZE MINIME PER IL RECUPERO DELL INSUFFICIENZA E CRITERI DI VALUTAZIONE E CORREZIONE DELLE PROVE Pagina di 4 ANNO SCOLASTICO 0/03 DIPARTIMENTO DI: INDIRIZZO: Materie letterarie Liceo scientifico BIENNIO TRIENNIO RIUNIONE DEL 9 aprile 03 Orario di inizio 4,30 orario di conclusione 6,00 PRESENTI: ASSENTI:

Dettagli

Programmazione del dipartimento di Scienze motorie e sportive

Programmazione del dipartimento di Scienze motorie e sportive Programmazione del dipartimento di Scienze motorie e sportive Premessa L elaborazione della programmazione annuale impone al Dipartimento di Scienze motorie e sportive una serie di riflessioni sugli obbiettivi

Dettagli

DOCUMENTO STILATO DALLA COMMISSIONE DELL AREA 1 (HANDICAP) La valutazione degli alunni disabili

DOCUMENTO STILATO DALLA COMMISSIONE DELL AREA 1 (HANDICAP) La valutazione degli alunni disabili DOCUMENTO STILATO DALLA COMMISSIONE DELL AREA 1 (HANDICAP) La valutazione degli alunni disabili La valutazione degli alunni disabili, intesa sia come verifica dei risultati, sia come valutazione dei processi

Dettagli

Griglia di valutazione per le prove scritte di Italiano

Griglia di valutazione per le prove scritte di Italiano 1 Griglia di valutazione per le prove scritte di Italiano Rispetto della traccia e della tipologia testuale 10 9 8 7 6 5 4 Seguita in maniera pertinente e completa in tutte le sue richieste Seguita in

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA I.I.S. FEDERICO II DI SVEVIA LICEO SCIENTIFICO - OPZIONE SCIENZE APPLICATE - MELFI - PIANO DI LAVORO ANNUALE LINGUA E LETTERATURA ITALIANA CLASSE V AA A.S. 2015/2016 PROF.SSA VIOLANTE RIZZO FINALITÀ SPECIFICHE

Dettagli

IIS MUSSOMELI- CAMPOFRANCO DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE PROGRAMMAZIONE MODULARE ANNO SCOLASTICO 2014/15

IIS MUSSOMELI- CAMPOFRANCO DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE PROGRAMMAZIONE MODULARE ANNO SCOLASTICO 2014/15 IIS MUSSOMELI- CAMPOFRANCO DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE PROGRAMMAZIONE MODULARE ANNO SCOLASTICO 2014/15 In relazione a quanto evidenziato nel Piano Programmatico di Coordinamento vengono individuati

Dettagli

QUINTE. Nodi concettuali essenziali della disciplina (saperi essenziali)

QUINTE. Nodi concettuali essenziali della disciplina (saperi essenziali) Mod. DIP/FUNZ 1 - TRIENNIO MATERIA: RELAZIONI INTERNAZIONALI CLASSI: PRIME TERZE SECONDE QUARTE QUINTE INDIRIZZI : RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING Nodi concettuali essenziali della disciplina

Dettagli

1. Competenze trasversali

1. Competenze trasversali 1 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. CENA SEZIONE TECNICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI MATEMATICA DOCENTI: PROF. ANGERA GIANFRANCO CLASSE V U TUR Secondo le linee guida, il corso

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO

SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO Via Pertini, 1 73020 UGGIANO LA CHIESA (LE) tel 036 17370 fax 036 14535 LEIC4300C@istruzione.it www.comprensivouggiano.it codice

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTO SCIENZE MOTORIE LICEO CICERONE POLLIONE ANNO SCOLASTICO 2015-16

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTO SCIENZE MOTORIE LICEO CICERONE POLLIONE ANNO SCOLASTICO 2015-16 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTO SCIENZE MOTORIE LICEO CICERONE POLLIONE ANNO SCOLASTICO 2015-16 I BIENNIO (CLASSI 1^ E 2^) Competenze disciplinari Specifiche 1) Conoscere e utilizzare il proprio corpo

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi)

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO Prof. ANNALISA

Dettagli

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE a.s. 2015/16 CLASSE 1AC Indirizzo di studio Liceo Classico Docente Disciplina Tiziana Soressi Latino

Dettagli

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE ITALIANO

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE ITALIANO CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE ITALIANO Livello di base non raggiunto Non ha raggiunto tutte le competenze minime previste nel livello di base Riconosce ed utilizza le strutture linguistiche di base Comprende

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. FALCONE E P. BORSELLINO Data Sigla compilatore Pag 1di 4

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. FALCONE E P. BORSELLINO Data Sigla compilatore Pag 1di 4 LICEO SCIENTIFICO STATALE G. FALCONE E P. BORSELLINO Data Sigla compilatore Pag 1di 4 CLASSE: PROVA ORALE SOMMATIVA TERMINOLOGIA SPECIFICACORRETTA 1. prova nulla, non risponde 2. preparazione inaccettabile

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. GALILEI PIEVE A NIEVOLE

ISTITUTO COMPRENSIVO G. GALILEI PIEVE A NIEVOLE ISTITUTO COMPRENSIVO G. GALILEI PIEVE A NIEVOLE PIANIFICAZIONE MODULI DI APPRENDIMENTO classe I sezione DISCIPLINA: LINGUA STRANIERA INSEGNANTE: ANNO SCOLASTICO COMPOSIZIONE DELLA CLASSE: MASCHI: FEMMINE:

Dettagli

CURRICOLO DI ITALIANO CLASSE PRIMA

CURRICOLO DI ITALIANO CLASSE PRIMA CURRICOLO DI ITALIANO CLASSE PRIMA TRAGUARDI DI COMPETENZA NUCLEI FONDANTI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Sa usare la comunicazione orale e scritta per collaborare e interagire positivamente con gli altri

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO - MINEO

ISTITUTO COMPRENSIVO - MINEO CURRICOLO di GEOGRAFIA INDICATORI CLASSE PRIMA NELLO SPAZIO Riconoscere ed indicare la posizione di oggetti nello spazio vissuto rispetto a punti di riferimento. Utilizzare correttamente gli organizzatori

Dettagli

Alunn. Sezione CLASSE PRIMA

Alunn. Sezione CLASSE PRIMA CLASSE PRIMA INDICATORE 1: - Nel corso del primo quadrimestre l'alunn@ [a] - ha mostrato difficoltà nell' allacciare rapporti con i compagni. [b] - ha incontrato alcune difficoltà ad inserirsi. [c] - non

Dettagli

METODI E STRATEGIE DIDATTICHE

METODI E STRATEGIE DIDATTICHE METODI E STRATEGIE DIDATTICHE METODOLOGIA Nel nostro modello progettuale l analisi di partenza viene assunta come ipotesi. Essa si fonda sul triangolo paritario della scuola alunno/insegnante/saperi. La

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE CLASSE PRIMA COMPETENZE (1)

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE CLASSE PRIMA COMPETENZE (1) http://suite.sogiscuola.com/documenti_web/vris017001/documenti/9.. 1 di 8 15/11/2013 154 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE ANNO SCOLASTICO

Dettagli

INDIRIZZI : AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING-SISTEMI INFORMATIVI- RELAZIONI INTERNAZIONALI SCIENZE BANCARIE FINANZIARIE E ASSICURATIVE

INDIRIZZI : AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING-SISTEMI INFORMATIVI- RELAZIONI INTERNAZIONALI SCIENZE BANCARIE FINANZIARIE E ASSICURATIVE Mod. DIP/FUNZ 1 - TRIENNIO MATERIA: INGLESE CLASSI: PRIME TERZE SECONDE QUARTE QUINTE INDIRIZZI : AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING-SISTEMI INFORMATIVI- RELAZIONI INTERNAZIONALI SCIENZE BANCARIE FINANZIARIE

Dettagli

Circolare n. 74 Reggio Emilia, 6 dicembre 2006

Circolare n. 74 Reggio Emilia, 6 dicembre 2006 ISTITUTO TECNICO STATALE GEOMETRI BLAISE PASCAL AD INDIRIZZO SPERIMENTALE (B.U.S.-T.C.S.) Via Makallè, 12 42100 Reggio Emilia - codice fiscale: 91008310350 Telefono: 0522 512351 - Fax: 0522 516741 E-mail:

Dettagli

QUINTE INDIRIZZI : RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING

QUINTE INDIRIZZI : RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING Mod. DIP/FUNZ 1 - TRIENNIO MATERIA: DIRITTO CLASSI: PRIME TERZE SECONDE QUARTE QUINTE INDIRIZZI : RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING Nodi concettuali essenziali della disciplina (Saperi essenziali)

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Programmazione disciplinare biennio

DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Programmazione disciplinare biennio Livelli di competenza A= Esperto (Livello 1) B= Competente (Livello 2) C= Principiante (Livello 3) ASSE LINGUAGGI DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Programmazione disciplinare biennio FORMAT UNITARIO

Dettagli

$%%' #$#% & ! " !( " ' #%%)*+$$ & '! " -(,%.+$%*$ ' / #.*$%)$.$ &. $$ & - $$ ' 0 + ' /. 1 *$$ ' *$, 2 3'4 3

$%%' #$#% & !  !(  ' #%%)*+$$ & '!  -(,%.+$%*$ ' / #.*$%)$.$ &. $$ & - $$ ' 0 + ' /. 1 *$$ ' *$, 2 3'4 3 !" #$!%$ #&$ ($&)*$! " $%%' #$#% & ' ## &!( " ' #%%)*+$$ &!" ', * -*,,$* & -(,%.+$%*$ ' / #.*$%)$.$ &. $$ & - $$ ' 0 + ' /. 1! "! " '! " 2 3'4 3 *$$ ' %.$$ *$,,*0$$#$ ** %%%)*%#, *$$* &+",$,#$!%$ %,$*,*$*%%

Dettagli

Standard per la determinazione delle competenze Classe2^ - Scuola Primaria

Standard per la determinazione delle competenze Classe2^ - Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA INFANZIA-PRIMARIA-SECONDARIA DI I GRADO Via Leopardi 002 Certaldo (Firenze) - tel. 011223-0112 - 0131 - fax. 0131 E-mail:FIIC200@istruzione.it - sito web: www.ic-certaldo.it

Dettagli