Aosta documenti romani e altro Patrizio Vichi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Aosta 1922-1924 documenti romani e altro Patrizio Vichi"

Transcript

1 Aosta documenti romani e altro Patrizio Vichi Attorno al 1920, Aosta, che faceva parte della provincia di Torino, contava 8420 abitanti. Mentre i cattolici del Partito popolare amministravano da tempo il comune e le Sinistre erano presenti in città da più di trent anni, il 30 dicembre 1920 si costituiva il Fascio di combattimento. Nel nuovo movimento confluivano forze che andavano dal Nazionalismo al Socialismo interventista, dal Futurismo anticlericale e repubblicano al Liberalismo monarchico. In effetti l aggettivo fascista, in quei primi anni, non aveva il significato negativo di oggi, ma era inteso dai più come ardentemente patriottico. I tratti unificanti di quelle diverse idealità sembrano essere stati: la gravissima crisi sociale seguita alla guerra, le pressanti istanze dei reduci da una vittoria, che si diceva mutilata per via dei trattati di pace ritenuti ingiusti verso l Italia, un rivendicato quanto esasperato mito del coraggio e del combattimento, il tutto manovrato dalla bramosia di potere dei capi. In realtà erano le grandi proprietà industriali e agrarie che, con i capitali bancari, finanziavano il movimento per battere la paura del Socialismo. Ad Aosta il Fascio di combattimento raccoglieva poche decine di persone 1 divise in due squadre di azione 2, per lo più ex combattenti, giovani operai e studenti, di cui avrebbe presto preso la guida il colonnello a riposo Giuseppe Cajo, direttore della filiale aostana del Banco di Roma. Tre mesi dopo la costituzione del Fascio di combattimento, il 28 marzo 1921, ci fu un violento contrasto che causò un omicidio. Un gruppo di fascisti aostani che ritornava dall inaugurazione del monumento ai caduti di Pont-Saint-Martin, giunto a Verrès, si scontrò con degli operai socialisti ed Enrico Delchoz, operaio, morì raggiunto da un colpo di pistola partito dall autocarro che trasportava i fascisti 3. Nell autunno del 1922 ebbero luogo la devastazione del circolo socialista di Aymavilles e l occupazione della Camera del lavoro di Aosta. Mentre la monarchia sabauda, non opponendosi alla marcia su Roma, con un colpo di stato decideva di consegnare a Benito Mussolini il governo dell Italia, anche ad Aosta, come nel resto della penisola, i mesi che seguirono furono densi di eventi determinanti per il consolidamento della presa del potere da parte del Partito fascista. Presa del potere che continuò a rafforzarsi con l uso sistematico della violenza da parte degli squadristi verso gli avversari politici. Ora però le aggressioni, oltre ad essere rivolte contro le Sinistre, venivano dirette anche contro le associazioni cattoliche del Partito popolare. Un indicazione contenuta in Prefetti e Fascismo nella Provincia di Aosta di Tullio Omezzoli 4, ha permesso di reperire, presso l Archivio centrale dello Stato di Roma, una serie di documenti che va dal dicembre 1922 al giugno 1924, riguardanti vicende politiche accadute ad Aosta. Mentre i contenuti di parte di quelle carte, tutte indirizzate al ministero dell interno, sono già conosciuti in Valle d Aosta, altri sono invece nuovi e permettono una lettura più approfondita di quel momento storico. 1 Le Mont-Blanc, 7 gennaio Riccarand E., Storia contemporanea della Valle d Aosta, , Aosta, Stylos, Le Duché d Aoste, 30 marzo Omezzoli T., Prefetti e Fascismo nella provincia di Aosta , Istituto storico della Resistenza in Valle d Aosta, Le Château, Aosta, 1999.

2 Il primo documento è del 2 dicembre 1922 ed è la copia del telegramma con cui il prefetto di Torino descrisse l attacco squadrista, avvenuto il 30 novembre 1922, contro Angelo Negri, studente liceale cattolico, a causa di alcune frasi scritte dallo stesso in un tema scolastico. MINISTERO DELL INTERNO Telegramma n Gabinetto del Ministro (Ufficio Cifra) Da Torino 2/12/922 N. 500 A telegramma odierno Appena ebbi notizia incidente avvenuto Aosta ho subito richiesto informazioni al Sottoprefetto. Questi riferisce che giovedì seguito incidente avvenuto terza classe liceale fra studente fascista Chabod Professore Italiano per frasi ritenute offensive pel Partito Fascista contenute nel tema svolgimento da uno studente Popolare, certo Bonda, alcuni fascisti, riunitisi con studenti all uscita della scuola, schiaffeggiarono, dopo breve diverbio, il Bonda. Intervenne Preside che fu violentemente apostrofato dai fascisti i quali pretendevano riprovasse frasi suddette. Intervenuto subito V.Commissario p.s. allontanava contendenti, Nessuna altra violenza né altri incidenti. Giornata stessa Sottoprefetto aveva colloqui col Preside Liceo e Direttorio Fascio onde ricondurre calma ambiente studentesco. Provveduto per tutela e vigilanza ordine pubblico. PREFETTO OLIVIERI [Il documento originale contiene diversi errori. La classe era la seconda e non la terza. Il cognome Chabod è scritto in modo illeggibile. Dalla relazione del preside risulta che non è stato necessario alcun intervento della polizia. Lo studente percosso non è Bonda, ma Angelo Negri.] In quella settimana di dicembre ebbero luogo altre gravi aggressioni. Lunedì 4, fu il sindaco di Aosta Jean Farinet, del Partito popolare, ad essere aggredito da dei giovani fascisti. Il giorno dopo, martedì 5, un gruppo di squadristi devastò il circolo cattolico. Compiuto quell assalto, la squadra si diresse in via Xavier de Maistre, penetrò nella sede dell Imprimerie catholique, e, nel corso dell incursione, venne gravemente ferito Jules Camos, dipendente della tipografia. In aggiunta a questi fatti, la direttrice della scuola normale femminile, Annette Bognier, che aveva rifiutato l ordine, datole da alcuni squadristi, di far cantare alle allieve l inno Giovinezza, aveva ricevuto la minaccia dell olio di ricino. Tutti questi episodi sono indicati nella copia del telegramma, che il sacerdote Joconde Stevenin, esponente del Partito popolare, spedì direttamente a Mussolini il 9 dicembre MINISTERO DELL INTERNO Telegramma n Gabinetto del Ministro (Ufficio Cifra) Da Torino 9/12/922 Da varie sere continuano, malgrado deplorazione dirigenti fasci, violenze da parte nuclei fascisti. Continuano canti osceni uscita popolo esercizi spirituali chiese, minaccia contro sacerdoti, direttrice convitto normale. Lunedì aggredivasi proditoriamente Sindaco Città, martedì devasta vasi circolo cattolico frantumandovi crocifisso, sfregiando ritratto Re; Giunta Municipale protesta presso S. V. invocando provvedimento data rilassatezza Polizia locale. STEVENIN Assessore Anziano Aosta 1

3 In data 10 gennaio 1923 un altro telegramma, di cui primo firmatario era Alfonso Chatrian, avvocato e deputato provinciale di Aosta, al quale seguivano altre personalità, fu inviato al ministero per protestare contro le provocazioni e le distribuzioni di olio di ricino da parte dei fascisti. Esattamente il giorno dopo, l 11 gennaio, evidentemente qualche impiegato postale aveva fatto la spia, all uscita dal tribunale l avvocato Chatrian venne costretto da alcuni squadristi a bere una abbondante dose di olio di ricino. Un altro significativo documento è quello del 25 gennaio 1923 che, ricollegandosi a quelle azioni squadristiche, fornisce indicazioni per individuare le responsabilità che, a monte, orientavano quelle aggressioni. Si tratta ancora di un telegramma che il prefetto di Torino invia al ministero. Il sottosegretario De Bono, sotto il telegramma, annota la risposta da inviare al prefetto. MINISTERO DELL INTERNO Telegramma n Gabinetto del Ministro (Ufficio Cifra) Da Torino 25/1/923 Ad Aosta dove fascisti liberali e Combattenti tengono viva agitazione contro Amministrazione Comunale ho dovuto Inviare Commissario per inchiesta. Vienemi molto autorevolmente riferito che ex Deputato Farinet sostenitore Amministrazione avrebbe ottenuto dalla Direzione Centrale Banco Roma trasloco altrove Colonnello Cajo addetto succursale e maggiore esponente Fascio Aosta. Provvedimento se adottato farebbe pessima impressione e sarebbe dannoso pel movimento fascista nella Valle d Aosta. Prego ove nulla osti voler intervenire per scongiurarlo. PREFETTO PALMIERI Prefetto Torino Colonnello Cajo resterà Aosta, necessita che egli moderi sua azione politica, poiché Banco desidera suoi funzionari si occupino loro banca essenzialmente senza creare imbarazzi. De Bono E difficile non pensare che l azione politica da moderare sia quella degli squadristi agli ordini del colonnello. Nel febbraio 1923 si tennero ad Aosta i processi per le violenze avvenute nel dicembre precedente. Tranne colui che aveva ferito Jules Camos, condannato a tre mesi di carcere, subito condonati, tutti i fascisti furono assolti per insufficienza di prove e per inesistenza di reato. Il 13 marzo seguente gli squadristi occuparono il municipio di Aosta, mettendo di fatto fine all amministrazione comunale del Partito popolare. Un elenco degli autori dell occupazione, a firma prefetto di Torino, è presente all archivio di Roma. In città, dopo un periodo di relativa calma, dovuto forse anche al richiamo del sottosegretario De Bono, la notte del 31 ottobre del 1923 accadde un fatto che avrebbe avuto gravissime ripercussioni. Un gruppo imprecisato di persone, si disse sei o sette, scavalcato il muro di cinta, penetrò nel cimitero di Sant Orso e si diede a danneggiare tombe, croci, lapidi. I giorni seguenti a quel 31 ottobre i giornali locali bollarono con parole di fuoco quel gesto profanatore 5. Il giorno dopo quella scorribanda al cimitero, giovedì 1 novembre, all inizio della notte si verificò un altro grave fatto. Leonardo Chabod, diciannovenne studente liceale, che abitava in Rue 5 Le Mont-Blanc 2 novembre 1923, Le Pays d Aoste 2 novembre 1923, La Doire Balthée 2 novembre 1923, Le Duché d Aoste 7 novembre

4 Humbert 1, rientrato a casa, dopo aver scritto una breve lettera testamento, si sparò con una pistola alla tempia destra, morendo sul colpo. 6 Elio Riccarand, per l Istituto storico della Resistenza in Valle d Aosta in Fascismo e Antifascismo in Valle d Aosta , ha pubblicato quella lettera. 7 Leonardo Chabod, nell anno scolastico , aveva frequentato il secondo anno del liceo classico, scuola che, in quegli anni, per l influenza esercitata da alcuni insegnanti, promuoveva una visione di italianità estremamente nazionalista. Leonardo, che aveva aderito al Fascio di Aosta sin dal 1921, faceva parte di una squadra di azione ed era poi anche stato nominato - non si sa per quali meriti - tenente della milizia fascista. A Roma, tra i documenti, si trova la relazione sui gravi fatti di Aosta, inviata dalla prefettura di Torino, il 6 novembre 1923, al ministero dell interno. PREFETTURA DI TORINO Torino 6/11/1923 Pregiomi riferire che la notte dal 31 Ottobre al 1 andante una squadra di 6 o 7 sconosciuti avvinazzati, entrati nel cimitero del Borgo di Aosta, ruppero varie lapidi, tombe, croci, causando danni che si aggirano sulle 20 mila lire. Il fatto ha prodotto molta impressione tra la popolazione di Aosta che accusa di ciò i fascisti. La notte sul 1 corrente verso le ore 24 nella propria abitazione si è suicidato il tenente dell avanguardia fascista Chabod Leonardo che ritiensi abbia partecipato all atto inconsulto di cui sopra. [A questo punto è precisato che Leonardo Chabod soffriva di una malattia nervosa.] L arma indaga per la scoperta degli autori e per l accertamento dei danni. IL PREFETTO (Palmieri) Il rapporto del funzionario non è certamente esauriente ed anzi, evidenziando la malattia nervosa, suggerisce una lettura di comodo dei fatti che più avanti si capirà meglio. Inoltre il prefetto, per banalizzare l accaduto, afferma che gli autori dei danneggiamenti erano 6 o 7 6 Le Duché d Aoste 7 novembre Riccarand E., Fascismo e Antifascismo in Valle d Aosta , Istituto storico della Resistenza in Valle d Aosta, Aosta,

5 sconosciuti avvinazzati. A parte il fatto che è alquanto difficile immaginare una frotta di ubriachi che scavalca, al buio, il muro del cimitero per danneggiare, non si sa per quale motivo, le tombe, è bizzarro affermare che erano appunto 6 o 7 se nessuno li ha visti. Poi, se erano tutti sconosciuti, da chi e perché viene fatto il nome di Leonardo. Al di là di tali ambiguità il documento è comunque la prova che l incursione era stata opera di una squadra fascista. Una squadra però che aveva agito senza l autorizzazione dei vertici del partito. La dirigenza del Fascio aostano prese infatti le distanze dal gesto facendo pubblicare, qualche giorno dopo, per dimostrare estraneità al fatto, un comunicato sui giornali 8. In realtà la reazione dei capi del partito, dovette arrivare subito, poche ore dopo l incursione. Si può immaginare un tumultuoso diverbio tra il tenente Chabod, gli squadristi e la dirigenza del Fascio. La conseguenza di quello scontro fu il suicidio di Leonardo. Le frasi della lettera scritta quella sera dallo sfortunato giovane ho errato, sono colpevole e devo, quindi, pagare necessariamente mi si impone la necessità di scomparire indicano che Leonardo alla decisione di uccidersi è stato in qualche modo spinto. Egli valuta il gesto di suicidarsi una vigliaccheria, ma dice che la sua coscienza glielo impone e lo chiama addirittura il mio dovere non potendo e non dovendo assolutamente sacrificare mia madre. E difficile non pensare ad un ricatto a cui è stato costretto a piegarsi. Anche le parole non incolpo nessuno e perdono tutti sottintendono che qualcuno da perdonare per il gesto che stava per compiere, c era. Le poco chiare circostanze del suicidio traspaiono anche dal giornale La Stampa di Torino che riportò così la notizia Il misterioso suicidio di un fascista 9. Qualche giorno dopo, parlando del funerale, lo stesso giornale scrisse che da Aosta avevano comunicato che quanto alle cause del suicidio, queste sono da ricercare unicamente in una grave malattia nervosa 10. Si voleva correggere il precedente articolo che, con l aggettivo misterioso e con l accenno a non voler sacrificare la madre, poteva suscitare dubbi. L avverbio unicamente poi, ricollegato alla precisazione sulla malattia nervosa, scritta dal prefetto di Torino, indica chiaramente la direzione che si era voluta far prendere alle indagini. Leonardo, nella lettera, parla sì della sua malattia nervosa, ma solo come ulteriore motivo per 8 La Doire Balthée, 9 novembre La Stampa, 7 novembre La Stampa, 10 novembre

6 accettare l ineluttabilità del gesto che sta per compiere. Il male di cui soffriva non fu la ragione della sua scelta. Nel 1919 il Manifesto dei Fasci di combattimento, ampiamente ispirato dal Futurismo, ideologia che mirava alla dissacrazione della società tradizionale rappresentata dalla monarchia e dalla chiesa, faceva dell anticlericalismo un punto fermo del programma. Nel 1921, con il nuovo statuto, il Partito fascista si lasciava alle spalle l opzione repubblicana e l anticlericalismo, ed anzi, per conquistare l appoggio dei cattolici nella sua ascesa al potere, mostrava disponibilità verso la chiesa causando la fuoriuscita dai Fasci di parte dei futuristi. Dopo la circolare del 1922 sull esposizione del crocifisso, il governo fascista nell ottobre del 1923, poco prima dell incursione nel cimitero di Sant Orso, aveva reso obbligatorio l insegnamento del catechismo nelle scuole elementari. Mentre in campo nazionale una parte del cattolico partito popolare aveva accettato di far parte del primo governo capeggiato da Benito Mussolini, in Valle d Aosta i vertici del Fascismo locale si erano adeguati al nuovo orientamento verso la chiesa cattolica. Perfino il fondatore della Ligue valdôtaine, il cattolico Anselme Réan, padre del banchiere Laurent Réan, la cui tomba di famiglia, è importante sottolinearlo, era stata danneggiata, nel dicembre del 1923, meno di due mesi dopo l incursione al cimitero, guidando una commissione di valdostani ad un incontro con Benito Mussolini a Roma, avrebbe appoggiato il nuovo corso politico fascista, uscendo dal Partito popolare. Per i capi del Fascismo aostano, nella speranza di allargare il consenso e quindi il potere in città, era evidentemente molto importante che l incontro di Roma non fosse turbato da azioni violente riconducibili ai fascisti. Non tutti i giovani squadristi però, formati ad un anticlericalismo tanto ideale quanto radicale, riuscivano ad accettare quei cambiamenti di rotta della politica fascista, da qui le reazioni, gli smarrimenti e la rabbia. L incursione al cimitero voleva essere e fu un gesto politico, non una sciocca bravata di giovinastri avvinazzati. La morte di Leonardo Chabod chiuse in sostanza il caso della devastazione del cimitero come dimostrato dall articolo de Le Pays d Aoste del 7 dicembre

7 Anche da un altro documento, sempre dell Archivio centrale dello Stato, si intuisce quella chiusura. PREFETTURA DI TORINO Torino, 4 Dicembre 1923 Risposta alla lettera 17/11/23 In risposta alla Ministeriale contro distinta, pregiomi partecipare che le più attive indagini fatte per identificare gli autori del danneggiamento al Cimitero di Aosta, son fin qui riuscite infruttuose. IL PREFETTO In realtà, quello studente diciannovenne, seguace del primo Fascismo ispirato dal Futurismo, fu una vittima del calcolo politico, della violenza di quegli adulti, di quei capi, che gli avevano insegnato ad usarla verso gli altri. Violenza che non si esaurì con la morte di Leonardo Chabod. Lino Binel nella sua Cronaca di un valdostano 11, riportando l episodio del cimitero, verosimilmente secondo una versione popolare, dice che contemporaneamente a quella incursione scomparve misteriosamente un uomo si chiamava Létey. In realtà il ventenne Alessandro Létey scomparve sabato 3 novembre 1923, il giorno stesso del funerale di Leonardo. Il 30 novembre fu il padre di Alessandro che fece pubblicare su Le Duché d Aoste quest annuncio. Alessandro Létey, secondo il racconto di Binel, faceva il lattaio nella fattoria proprio di fronte all ingresso del cimitero. Per questo la voce popolare aveva collegato la sua scomparsa alla profanazione delle tombe e forse non aveva torto. Per il suo lavoro Alessandro Létey si svegliava la notte per mungere le mucche e potrebbe essere stato involontario testimone dell atto di vandalismo. Alessandro, che abitava in via Sant Anselmo, per recarsi al lavoro passava regolarmente, davanti alla sede del Fascio 12 e quindi 11 Binel L., Cronaca di un valdostano, Istituto storico della Resistenza in Valle d Aosta, La prima sede del Fascio di Aosta, nel 1923, era in via Sant Orso, 1. Le Mont-Blanc, 21 gennaio

8 poteva conoscerne, almeno di vista, alcuni componenti. Riconobbe qualcuno quella notte? Da lui prese corpo la voce che gli autori del gesto erano i fascisti? Non lo si saprà mai con certezza. Si sa però che di lui, verosimilmente unico testimone nel processo che si sarebbe dovuto celebrare per quella devastazione, si perse ogni traccia da quel 3 novembre Nel 1972, nel corso di scavi archeologici attorno alla chiesa di San Lorenzo di Aosta, è venuto alla luce sotto un metro di terra, lo scheletro di una persona sepolta in posizione quasi seduta, o meglio, incastrata contro il muro della chiesa. Di quel rinvenimento rimangono oggi solo cinque fotografie presso gli archivi dell assessorato regionale istruzione e cultura 13. Da un analisi di quelle immagini, condotta in base ad una pubblicazione dell università di Parma e con indicazioni tecniche fornite dalla dottoressa Marina Tumiati, specialista in medicina legale presso l ospedale di Aosta, quello scheletro risulta essere compatibile con la figura di Alessandro Létey. Lo scheletro è quello di un uomo di un età che va indicativamente dai 18 ai 30 anni e la cui altezza è valutabile tra 1 metro e 68 e 1 metro e 72. Alessandro aveva 20 anni ed era alto 1 metro e 70. La morte, causata da un violentissimo colpo alla fronte, risalirebbe ad un periodo tra i 60 e i 100 anni fa, date in cui rientra il Inoltre la descrizione che si trova nel registro delle liste di leva, riporta che ad Alessandro, nella visita militare 14 di un anno prima della scomparsa, oltre alla ipertrofia tiroidea, era stata riscontrata una dentatura giudicata guasta come in effetti è quella dello scheletro di San Lorenzo a cui mancano gli incisivi superiori. L immagine presenta poi davanti al petto due oggetti non riferibili a parti ossee. L oggetto di destra non è riconoscibile, mentre quello di sinistra appare essere una campanella. La presenza di quella piccola campana è riconducibile alla devozione verso Sant Antonio abate, rappresentato spesso con una campanella, protettore delle stalle, degli animali e delle attività come quella che svolgeva appunto Alessandro. Oltre ad accennare a Létey, Lino Binel dice anche che ai danneggiamenti seguì una serie di suicidi fra gli autori, tutti individuati, dell inqualificabile misfatto. A dire il vero, non risulta, dai documenti fino ad oggi ritrovati, né la serie di suicidi, né l individuazione, a parte Leonardo Chabod, degli altri autori della profanazione. Forse Lino Binel, 13 Archivi dell assessorato istruzione e cultura della regione autonoma Valle d Aosta - fondo catalogo, beni storico artistici e architettonici. Casa del tiglio - T 3, foto Renato Perinetti - su concessione della regione autonoma Valle d Aosta. 14 Archivio storico di Torino, registro liste di leva, anno

9 compagno di scuola di Leonardo, che peraltro non nomina mai, oltre ad avere ricordi personali, si riferiva a voci popolari quando scriveva che i responsabili del gesto erano stati tutti individuati. All Archivio di Roma, dalla comunicazione del dicembre 1923 sulle inconcludenti indagini riguardanti la devastazione del cimitero, per trovare altre carte concernenti Aosta bisogna arrivare al giugno Lo scritto del 6 giugno, unico documento del 1924, è una lunga relazione del prefetto di Torino sulle dimostrazioni fasciste, secondo il funzionario ampiamente giustificate, contro il sacerdote Jean-Joconde Stevenin, direttore de Le Pays d Aoste che, dice il prefetto, continuava con persistenti provocazioni ad attaccare il governo nazionale, anche con il tacito appoggio del vescovo Giuseppe Calabrese. Il Fascismo aostano, dopo aver fatto calare il silenzio sulla devastazione del cimitero, su Leonardo Chabod e su Alessandro Létey, nel 1926, riuscirà anche a spegnere la voce del Le Pays d Aoste e, nel 1927, dopo che in tutta Italia l elezione dei sindaci verrà sostituita con la nomina governativa dei podestà, nominerà primo podestà di Aosta il colonnello Giuseppe Cajo. Gli originali dei documenti sono conservati a Roma presso L Archivio centrale dello Stato con la seguente segnatura: ministero dell interno direzione generale di pubblica sicurezza divisione affari generali e riservati anno 1923 b. 102, anno 1924 b

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia Gli ebrei nel medioevo L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia I rapporti tra ebrei e cristiani Gli ebrei entrarono nel turbine della storia, dopo la dissoluzione del loro stato, con

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Onore al carabiniere Antonio Bonavita Medaglia d'argento al Valor Militare

Onore al carabiniere Antonio Bonavita Medaglia d'argento al Valor Militare Onore al carabiniere Antonio Bonavita Medaglia d'argento al Valor Militare Giuseppe Massari ONORE AL CARABINIERE ANTONIO BONAVITA Medaglia d Argento al Valor Militare www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA.

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. Avere il sospetto o essere a conoscenza che una donna che conosciamo è vittima di violenza da parte del compagno/marito/amante/fidanzato (violenza intrafamiliare)

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della cultura UFC Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera realizzata per l Ufficio federale della cultura Luglio 2014 Rapport_I Indice

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

REGOLAMENTI E PATTI TRUFFA. COSÌ È NATO L EURO TEDESCO

REGOLAMENTI E PATTI TRUFFA. COSÌ È NATO L EURO TEDESCO 943 REGOLAMENTI E PATTI TRUFFA. R. Brunetta per Il Giornale 5 luglio 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 2 Di imbrogli,

Dettagli

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA con visita della Samaria e dei Monasteri della Palestina dal 28 Maggio al 4 Giugno 2015

Dettagli

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO ALL. D) REGOLA 5 Persone ammesse nel recinto di gioco 1) Per le gare organizzate dalla LNP, dalla Lega PRO e dalla Lega Nazionale Dilettanti in ambito nazionale sono ammessi

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Il Ministro della Pubblica Istruzione

Il Ministro della Pubblica Istruzione Prot. n. 30/dip./segr. Roma, 15 marzo 2007 Ai Direttori Generali Regionali Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Dettagli

Poco tempo dopo la sua costituzione, promossa dalle Generali nel 1890, l Anonima

Poco tempo dopo la sua costituzione, promossa dalle Generali nel 1890, l Anonima Boccasile e altri 110 L ANONImA GrANDINE NEGLI ANNI trenta Nella pagina a fronte, dall alto in senso orario: manifesto con disegno di Ballerio (1935); calendario murale e manifesto con illustrazione di

Dettagli

Cos'è e come si recita la Liturgia delle Ore

Cos'è e come si recita la Liturgia delle Ore Cos'è e come si recita la Liturgia delle Ore Tante volte mi è stato chiesto come si recita l Ufficio delle Ore (Lodi, Vespri, ecc.). Quindi credo di fare cosa gradita a tutti, nel pubblicare questa spiegazione

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

BIANCOENERO EDIZIONI

BIANCOENERO EDIZIONI RACCONTAMI BIANCOENERO EDIZIONI Titolo originale: The Strange Case of Dr. Jekyll and Mr. Hyde, 1886 Ringraziamo Giulio Scarpati che ha prestato la sua voce per questo progetto. Consulenza scientifica al

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

Regolamento di disciplina alunne/i

Regolamento di disciplina alunne/i Regolamento di disciplina alunne/i Premessa: La scuola, quale luogo di crescita civile e culturale della persona, rappresenta, insieme alla famiglia, la risorsa più idonea ad arginare il rischio del dilagare

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Pasian di Prato (UD) - Via Leonardo da Vinci, 23 - C.A.P. 33037 tel/fax: 0432 699954 e-mail: ddpasian@tin.it udic856004@istruzione.it udic856004@pec.istruzione.it

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE A.S. 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA

DOMANDA DI ISCRIZIONE A.S. 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO CRESPELLANO Via IV Novembre, 23 Valsamoggia (BO) 40056 Località - Crespellano Tel. 051/6722325 051/960592 Fax. 051/964154 - C.F. 91235100376 E-mail: boic862002@istruzione.it - iccrespellano@virgilio.it

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

Inizio della vita di Hyde e prime malefatte-si trasforma in Hyde

Inizio della vita di Hyde e prime malefatte-si trasforma in Hyde 1 STRUTTURA FABULA: Primi esperimenti del Dr Jekyll -Jekyll nasce nel 18.. Jekyll ha divergenze con Lanyon -Poole comincia a lavorare come maggiordomo da Jekyll nel 1860 circa Jekyll scopre la dualità

Dettagli

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE In relazione all attività di gestione svolta nell anno 2011, si riportano i dati riguardanti le undici aree cimiteriali di Roma Capitale: Verano, Flaminio, Laurentino,

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 PREAMBOLO Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, e dei loro diritti, uguali ed inalienabili,

Dettagli

La sentenza massonica di espulsione. Il Gran Maestro della Massoneria, con circolare n.54, così si esprimeva:

La sentenza massonica di espulsione. Il Gran Maestro della Massoneria, con circolare n.54, così si esprimeva: La sentenza massonica di espulsione Il Gran Maestro della Massoneria, con circolare n.54, così si esprimeva: Rispett. Maestri Venerabili, Cari Fratelli. Compio il mio dovere partecipandovi che il Tribunale

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Indice (cliccabile) Premessa Terziarizzazione Regole per la definizione degli organici di ciascun profilo o DSGA o Assistenti Tecnici

Dettagli

Decorati al Valor Militare

Decorati al Valor Militare Cantalice ai suoi figli Caduti per la Patria nella Grande Guerra 1915 1918 Decorati al Valor Militare Caporale BOCCHINI Felice di Luigi - del 146 Reggimento fanteria, nato a Cantalice il 15 ottobre 1895,

Dettagli

N on discuterò qui l idea di Patria in sé. Non mi piacciono queste

N on discuterò qui l idea di Patria in sé. Non mi piacciono queste L obbedienza non è più una virtù di Lorenzo Milani lavorare per la pace leggere scrivere TESTO INFORMATIVO- ESPOSITIVO livello di difficoltà Lorenzo Milani (Firenze, 1923-1967) Sacerdote ed educatore,

Dettagli

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.)

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) (A cura di Barbara Limonta e Giulia Scacco) INDICE Introduzione pag. 3 Efficacia della registrazione

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Il Regno dato a gente che ne produca i frutti (Mt 21,43)

Il Regno dato a gente che ne produca i frutti (Mt 21,43) Parrocchia S. M. Kolbe Viale Aguggiari 140 - Varese Il Regno dato a gente che ne produca i frutti (Mt 21,43) 1. PREGHIAMO INSIEME Salmo 80 (79) 1 Al maestro del coro. Su «Il giglio della testimonianza».

Dettagli

Cybermobbing: tutto ciò prevede la legge

Cybermobbing: tutto ciò prevede la legge Cybermobbing: tutto ciò prevede la legge Informazioni sul tema del cybermobbing e relativo quadro giuridico Una pubblicazione della polizia e della Prevenzione Svizzera della Criminalità (PSC) un centro

Dettagli

LA STORIA DI UN VIAGGIO ACCIDENTATO PER LE SCELTE DELLA POLITICA.

LA STORIA DI UN VIAGGIO ACCIDENTATO PER LE SCELTE DELLA POLITICA. DOV'ERA LA CGIL? Al quesito post ideologico che as silla il presidente del consiglio dei ministri, Matteo Renzi, tentiamo di dare una risposta per i fatti e non per l'ideologia. Era il 2009 e la CGIL scriveva

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1

Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1 Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1 Modificato dalle decisioni del Consiglio costituzionale

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

PROMOSSI ALLA GLORIA. Curtatone, non lontano dalla stazione Termini, ospite il pastore di origine svizzera Herman Parli, Francesco

PROMOSSI ALLA GLORIA. Curtatone, non lontano dalla stazione Termini, ospite il pastore di origine svizzera Herman Parli, Francesco Pagina 1 di 5 Francesco Toppi 1928-2014 di Eliseo Cardarelli PROMOSSI ALLA GLORIA Francesco Toppi 1928 2014 Il pastore Francesco Toppi era nato a Roma il 1 gennaio del 1928, da Gioacchino e Gina Gorietti,

Dettagli

L ACQUA A ERICE una storia di mala vita, ma anche una battaglia di civiltà Per maggiori informazioni visita il sito del Comune di Erice: www.comune.erice.tp.it OGGETTO: Attivazione iniziative emergenziali

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO Domande frequenti sul tirocinio forense

CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO Domande frequenti sul tirocinio forense Sezione generale 1. Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Torino ha adottato un regolamento specifico per i praticanti avvocati? Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Torino ha approvato con

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI 1 ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA del 12 ottobre 2014 PROVINCIA DI POTENZA VERBALE DELLE OPERAZIONI DELL UFFICIO ELETTORALE 2 VERBALE DELLE OPERAZIONI DELL UFFICIO ELETTORALE 1. INSEDIAMENTO DELL

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI Prot. Nr 11636 Vicenza, 25 settembre 2013 Cat.E8 Ai Sigg. Dirigenti Scolastici degli Istituti Superiori di II grado Statali e Paritari della Provincia di Vicenza e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI SCUOLA SECONDARIA STATALE DI PRIMO GRADO IGNAZIO VIAN Via Stampini 25-10148 TORINO - Tel 011/2266565 Fax 011/2261406 Succursale: via Destefanis 20 10148 TORINO Tel/Fax 011-2260982 E-mail: TOMM073006@istruzione.it

Dettagli

LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE REPORT ANNUALE - 2011 - ITALIA (Aprile 2011) Prof. Alessandra PIOGGIA INDICE 1. LA PRIVATIZZAZIONE 2. LE COMPETENZE

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

Guida per genitori, bambini e giovani

Guida per genitori, bambini e giovani Guida per genitori, bambini e giovani Conseils régionaux de préven on et de sécurité (CRPS) Italiano - luglio 2012 Département de la sécurité et de l environnement (DSE) Département de la forma on, de

Dettagli

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera (Legge sulla cittadinanza, LCit) 1 141.0 del 29 settembre 1952 (Stato 1 gennaio 2013) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera,

Dettagli

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum Principi base per un buon CV Il curriculum vitae è il resoconto della vostra vita professionale, e può essere il vostro rappresentante più fedele, a patto che sia fatto bene. Concentratevi sui punti essenziali

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

Dieci anni di lavoro, progetti, sviluppo. in Valle d Aosta e in Italia CVA. VALORE ENERGIA

Dieci anni di lavoro, progetti, sviluppo. in Valle d Aosta e in Italia CVA. VALORE ENERGIA Dieci anni di lavoro, progetti, sviluppo in Valle d Aosta e in Italia CVA. VALORE ENERGIA C V A M O S T R E Mostre in Centrale 2010 Doppio appuntamento a Maën A Valtournenche, in occasione dei dieci anni

Dettagli