Azienda della Mobilità S.p.A.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Azienda della Mobilità S.p.A."

Transcript

1 Azienda della Mobilità S.p.A. Regolamento tariffario e sanzioni amministrative Il regolamento tariffario contiene tutte le informazioni relative al sistema tariffario CSTP ed al corretto utilizzo dei titoli di viaggio.

2 Tariffe e titoli di viaggio Sistema Tariffario Aziendale CSTP Dal 1 settembre 2014 è partita ufficialmente la tariffazione aziendale CSTP, che consente di viaggiare solo a bordo degli autobus CSTP: gli utenti che non hanno necessità di utilizzare più vettori di trasporto e che utilizzano per i propri spostamenti solo i mezzi CSTP potranno viaggiare a tariffe agevolate e più basse con i titoli di viaggio aziendali rispetto al titolo di viaggio integrato, nei comuni serviti dall Azienda. Tante le novità per viaggiare a bordo dei bus CSTP: biglietto corsa singola (novità), giornaliero, abbonamento settimanale, mensile, annuale. La nuova tariffazione aziendale affiancherà quella attualmente in vigore del Consorzio Unicocampania. I nuovi titoli di viaggio CSTP sono disponibili presso le rivendite autorizzate abituali (bar, edicole, tabacchi, etc.) e a bordo bus con maggiorazione. Esistono diverse tipologie di biglietti (corsa singola, urbano, giornaliero) e di abbonamenti (settimanale, mensile, annuale), in particolare: FASCIA TERRITORIALE DI UTILIZZO Spostamenti nell'area urbana-suburbana di Salerno (Baronissi, Cava dè Tirreni, Fisciano, Pellezzano, Vietri sul Mare) Spostamenti solo area urbana in uno solo dei seguenti Comuni: Angri, Baronissi, Cava dè Tirreni, Fisciano, Mercato S. Severino, Olevano sul Tusciano, Pontecagnano Faiano, Salerno, Sarno, Scafati, Serre, Vietri sul Mare Spostamenti tra due Comuni dell'area extraurbana TITOLOGIA TITOLO CSTP SA CSTP U CSTP EXTRAURBANO DA 1 A 12 TIPOLOGIA CORSA SINGOLA GIORNALIERO SETTIMANALE MENSILE ANNUALE CSTP SA: SUBURBANO 1,10 3,30 11,60 27,50 206,30 CSTP U: SOLO URBANO 1,00 3,00 10,50 25,00 187,50 CSTP 1: EXTRAURBANO 1 1,20 30,00 210,00 CSTP 2: EXTRAURBANO 2 1,80 41,40 331,20 CSTP 3: EXTRAURBANO 3 2,20 50,60 404,80 CSTP 4: EXTRAURBANO 4 2,70 56,70 453,60 CSTP 5: EXTRAURBANO 5 3,10 65,10 520,80 CSTP 6: EXTRAURBANO 6 3,70 74,00 592,00 CSTP 7: EXTRAURBANO 7 4,20 84,00 672,00 CSTP 8: EXTRAURBANO 8 4,50 85,50 684,00 CSTP 9: EXTRAURBANO 9 4,80 91,20 729,60 CSTP 10: EXTRAURBANO 10 5,20 93,60 748,80 CSTP 11: EXTRAURBANO 11 6,40 108,80 870,40 CSTP 12: EXTRAURBANO 12 7,20 115,20 921,60 Tipologia titoli di viaggio CSTP CSTP SA Consente di viaggiare sui servizi CSTP nell'ambito urbano e suburbano di Salerno ed è relativa agli spostamenti all'interno dell'area stessa. CSTP U Consente di viaggiare sui servizi urbani CSTP in uno solo dei seguenti Comuni: Angri, Baronissi, Cava dè Tirreni, Fisciano, Mercato S. Severino, Olevano sul Tusciano, Pontecagnano Faiano, Salerno, Sarno, Scafati, Serre, Vietri sul Mare. NOTA: Limitatamente al Comune di Salerno, è possibile viaggiare con il titolo CSTP U corsa semplice di 1,00 anche sulle linee suburbane che effettuano servizio in ambito urbano, purchè gli spostamenti siano all interno dell area urbana cittadina; la suddetta eccezione vale solo ed esclusivamente per la tipologia di titolo di viaggio di corsa semplice.

3 CSTP EXTRAURBANO DA 1 A 12 Consente spostamenti tra due Comuni sui servizi extraurbani CSTP. Le classi tariffarie, da 1 a 12, variano in funzione del Comune di origine/destinazione dello spostamento da effettuare. Per la determinazione delle classi, consultare il motore di ricerca tariffe sul sito BIGLIETTI CSTP ACQUISTABILI A BORDO BUS CON MAGGIORAZIONE Al fine di facilitare ai viaggiatori il reperimento dei titolo di viaggio, la CSTP offre la possibilità di acquistare direttamente a bordo delle vetture i biglietti aziendali di corsa semplice con sovrapprezzo. Tali biglietti riportano chiaramente la dicitura acquisto a bordo e l'indicazione dell'importo finale già maggiorato che deve essere corrisposto dall'utente. Il nuovo servizio viene svolto dallo stesso personale di guida che, al contempo, verificherà anche ai passeggeri che salgono in vettura il possesso del titolo di viaggio. Ogni informazione relativa ai nuovi titoli di viaggio CSTP può essere richiesta direttamente presso i punti vendita autorizzati e le biglietterie aziendali, o telefonando al Numero Verde, gratuito solo da rete fissa e per chiamate dall'area metropolitana di Salerno; da fuori Salerno sono contattabili le utenze 089/ Per contatti via Per la consultazione dello schema tariffario, collegarsi al sito Titoli di viaggio CSTP Corsa SINGOLA Il titolo di corsa semplice vale "una sola corsa su un solo mezzo CSTP". Pertanto, se lo spostamento da effettuare richiede l'utilizzo di più di un mezzo CSTP, è necessario acquistare un titolo per ogni mezzo utilizzato. Ogni titolo dovrà essere idoneo alla tratta da percorrere. Da convalidare all'atto di intraprendere il viaggio. Biglietto GIORNALIERO nell'ambito della validità temporale e/o territoriale prefissata.tale titolo ha validità fino alle ore 24:00 del giorno di validazione. Biglietto SETTIMANALE nell'ambito della validità temporale e/o territoriale prefissata.tale titolo ha validità dalle ore del lunedì fino alle ore della domenica. Biglietto MENSILE nell'ambito della validità temporale e/o territoriale prefissata.tale titolo è utilizzabile per la durata di un mese solare. Abbonamento ANNUALE ORDINARIO nell'ambito della validità temporale e/o territoriale prefissata.tale titolo ha la validità di un anno e le caratteristiche di utilizzo dell'abbonamento mensile. N.B. - E obbligatorio convalidare il biglietto all'atto di intraprendere il viaggio. - Per mancanza o avaria delle apposite apparecchiature, convalidare a mano (indicando a penna, a seconda della tipologia del biglietto, la data, il comune di origine e di destinazione) Ogni informazione relativa ai nuovi titoli di viaggio CSTP può essere richiesta direttamente presso i punti vendita autorizzati e le biglietterie aziendali, o telefonando al Numero Verde,

4 gratuito solo da rete fissa e per chiamate dall'area metropolitana di Salerno; da fuori Salerno sono contattabili le utenze 089/ Per contatti via Per la consultazione dello schema tariffario, la determinazione delle classi tariffarie e delle fasce di validità, collegarsi al sito aziendale Documenti di viaggio All inizio del viaggio il viaggiatore deve essere in regola con le norme di utilizzo dei titoli di viaggio (biglietti, abbonamenti). Il cliente è tenuto ad acquistare il titolo di viaggio presso le biglietterie aziendali o nei punti vendita autorizzati. Dopo la salita a bordo il biglietto va convalidato nell apposita obliteratrice; il viaggiatore è tenuto a verificare l esattezza della timbratura e, in caso di errori, mancata timbratura, altre anomalie o eventuali guasti delle apparecchiature di convalida dei titoli di viaggio, le stesse vanno segnalate immediatamente al personale di bordo. Il biglietto va mantenuto integro e riconoscibile per tutta la durata del viaggio. Biglietti, abbonamenti ed ogni altro documento di viaggio devono essere esibiti a richiesta del personale ispettivo, di controllo e di verifica dell Azienda. Chiunque venga trovato sprovvisto del titolo di viaggio o con lo stesso irregolarmente validato sarà considerato trasgressore ed incorrerà nell'applicazione della sanzione amministrativa. Il viaggiatore che ritardi o non provveda alla convalida del biglietto è soggetto alle stesse sanzioni previste per coloro che viaggiano senza biglietto. Coloro che circolano sulle linee sprovvisti di regolare documento di viaggio devono corrispondere, oltre al prezzo della corsa, la sopratassa prevista dalla legge regionale. Il trasgressore, se maggiorenne, è tenuto ad esibire un regolare documento di riconoscimento per agevolare la propria identificazione da parte del personale di controlleria. In caso di mancata indicazione dei dati richiesti, di manomissione degli stessi o di mancata esibizione di valido documento d identità, il viaggiatore sarà considerato privo di biglietto. Mancato funzionamento della obliteratrice posta sull autobus: in tal caso, estrarre completamente il biglietto e reintrodurlo nuovamente. Se la macchina non convalida ancora, provvedere manualmente a tale operazione (indicando a penna, a seconda della tipologia del biglietto, la data, il comune di origine e destinazione dello spostamento e/o gli altri dati richiesti dal titolo di viaggio). In ogni caso, i Sigg. viaggiatori sono tenuti a segnalare immediatamente al personale di vettura eventuali avarie o manomissioni alla macchina obliteratrice. N.B. In virtù delle nuove tipologie di titoli di viaggio, per gli spostamenti extraurbani il possessore è tenuto ad indicare a penna comune di origine e destinazione dello spostamento, nominativo e data di nascita negli appositi spazi, in caso di abbonamento mensile o annuale. E altresì tenuto a esibire, a richiesta, un documento di riconoscimento. Ogni informazione relativa ai nuovi titoli di viaggio CSTP può essere richiesta direttamente presso i punti vendita autorizzati e le biglietterie aziendali, o telefonando al Numero Verde, gratuito solo da rete fissa e per chiamate dall'area metropolitana di Salerno; da fuori Salerno sono contattabili le utenze 089/ Per contatti via

5 Sanzioni amministrative L'attività di verifica dei titoli di viaggio è disciplinata in ambito regionale dalla Legge n. 13 del 13 agosto 1998, recante disposizioni in materia di Sanzioni amministrative pecuniarie a carico dei viaggiatori per mancanza o per irregolarità di titolo di viaggio e relative norme di applicazione. Chi può sanzionare La verifica dei titoli di viaggio viene effettuata dal personale di verifica, cui è stata riconosciuta la qualifica di Agente di Polizia Amministrativa con decreto di nomina del Presidente della Regione Campania. Ogni agente di polizia Amministrativa è munito di una tessera di riconoscimento numerata. Nell'esercizio delle loro funzioni gli agenti accertatori sono Pubblici Ufficiali. Sono abilitati a: richiedere l'esibizione del regolare titolo di viaggio richiedere il rilascio delle esatte generalità richiedere l'esibizione dei documenti di riconoscimento richiedere l'intervento delle Forze dell'ordine in caso di mancata identificazione sequestrare titoli di viaggio scaduti, alterarati, falsi o intestati a persona diversa dal possessore richiedere l'intervento delle forze dell'ordine per fare allontanare i viaggiatori che pregiudichino l'ordine o la sicurezza del servizio o che comunque rechino disturbo agli altri viaggiatori A carico di coloro trovati sprovvisti del titolo di viaggio, o con titolo di viaggio non regolarmente convalidato o non adeguato, la Legge Regionale n.13/98 prevede: Per i trasporti urbani sanzione amministrativa pari a cento volte l importo del biglietto dovuto, oltre il pagamento del prezzo del biglietto ed eventuali spese di notificazione. Per i trasporti extraurbani una sanzione amministrativa pari a cento volte il prezzo del biglietto riferito alla prima fascia chilometrica della vigente Legge Regionale, oltre il pagamento del prezzo del biglietto ordinario di tariffa extraurbana, calcolato dal capolinea di partenza per percorso già effettuato e che, dichiaratamente, il viaggiatore intende ancora effettuare, e delle eventuali spese di notifica. Applicabilità della sanzione amministrativa Il passeggero è soggetto al pagamento della sanzione amministrativa quando: non è in possesso del regolare titolo di viaggio; il titolo di viaggio non è stato oblitarato o è stato obliterato in maniera irregolare; la validità del titolo di viaggio è scaduta; il titolo di viaggio non è valido nell'ambito del percorso effettuato dal cliente o, laddove è prescritto, il percorso non è stato indicato sul titolo; il titolo di viaggio risulta alterato e/o contraffatto (abrasione rilevante, cancellazione, ecc.); l'abbonamento non è accompagnato da un valido documento di riconoscimento o non è debitamente compilato in ogni sua parte, laddove è prescritto; non è in grado di esibire ai competenti uffici aziendali, laddove previsto, l'abbonamento personale valido o la tessera di riconoscimento entro il termine prescritto di tre giorni successivi alla data della contestazione o notifica del verbale Pagamento sanzioni - E' ammesso solo il pagamento non contestuale, secondo le seguenti modalità, il trasgressore: 1. ha la facoltà, entro 30 giorni dalla data di consegna o di notificazione del processo verbale, di far pervenire scritti difensivi redatti su carta semplice alla Direzione CSTP di P.zza M. Luciani, 33, Salerno, o richiedere di essere sentito, a mezzo servizio postale o mediante consegna a mano; 2. può pagare la somma dovuta entro 60 giorni dalla data di consegna o notifica del verbale, laddove prevista:

6 - avvalendosi del bollettino di C/C postale precompilato che è allegato al verbale stesso, oppure compilando un apposito bollettino in bianco indicando il numero di C/C postale ed intestandolo a CSTP Azienda della Mobilità S.p.A. Servizio Tesoreria, indicando chiaramente nella causale di versamento, la data del verbale e il suo numero ; - presso la sede della direzione aziendale - Economato - sito in P.zza M.Luciani, 33 Salerno; l'ufficio è aperto al pubblico dalle ore alle nei giorni di martedì e giovedì. 3. trascorso il termine di 60 giorni dalla contestazione o dalla notifica del verbale, in caso di mancato pagamento della sanzione pecuniaria, verrà emessa un ordinanza ingiuntiva per il recupero del credito, che potrà essere maggiorato. La contestazione della violazione commessa da minori o incapaci è notificata sempre al responsabile degli stessi, ai sensi dell'art. 40 della L.R. 30/1998. L'utente che falsifichi i titoli di viaggio ovvero fornisca false dichiarazioni sulla propria identità è punito ai sensi di legge. Annullamento della sanzione per i possessori di abbonamento Qualora il viaggiatore, titolare di regolare abbonamento, abbia dimenticato di portare con sé il documento di viaggio e, quindi, non è in grado di esibirlo all agente accertante, la sanzione amministrativa non si applica, a condizione che entro i tre giorni successivi al rilevamento, lo stesso esibisca il relativo abbonamento, insieme all'originale/copia del verbale elevato e un valido documento di riconoscimento presso la Direzione della CSTP Azienda della Mobilità S.p.A. in P.zza M.Luciani, Salerno. La stessa procedura verrà seguita anche quando il passeggero è in possesso dell'abbonamento, ma è privo del documento di riconoscimento. Qualora la presentazione non avvenga nel termine previsto, si applicano di conseguenza le sanzioni ordinarie previste dalla Legge Regionale 13/1998. Normativa vigente L attività di verifica dei titoli di viaggio è disciplinato dalla Legge n 689 del 24 novembre 1981 in materia di Modifiche al sistema penale, nonché dal Decreto Legislativo del 30/12/ 99 n 507 in materia di depenalizzazione dei reati minori e riforma del sistema sanzionatorio, ai sensi dell art.1 della Legge n 205. In ambito regionale vige la Legge n 13 del 13 agosto 1998 recante disposizioni in materia di Sanzioni amministrative pecuniarie a carico dei viaggiatori per mancanza o per irregolarità di titolo di viaggio e relative norme di applicazione di cui si riportano i contenuti fondamentali e le innovazioni rispetto alla precedente Legge regionale n 9 del , quest ultima di recente abrogata dalla L.R. n 7/2000.

CONDIZIONI DI VIAGGIO

CONDIZIONI DI VIAGGIO del 1/12/215 Pagina 1 di 3 SOMMARIO del 1/12/215 Pagina 2 di 3 PREMESSA 3 ART. 1 OBBLIGO DI TRASPORTO.. 3 ART. 2 INFORMAZIONI DI VIAGGIO 3 ART. 3 NORME COMPORTAMENTALI E RESPONSABILITA DEL PASSEGGERO...

Dettagli

TARIFFA N. 14/CAMPANIA

TARIFFA N. 14/CAMPANIA TARIFFA N. 14/CAMPANIA La tariffa 14/CAMPANIA è valida per la determinazione dei prezzi di trasporto sui treni Regionali, Regionali Veloci e Metropolitani Trenitalia nella: area urbana di Napoli (Tariffa

Dettagli

Azienda della Mobilità S.p.A.

Azienda della Mobilità S.p.A. Azienda della Mobilità S.p.A. Regolamento tariffario e sanzioni amministrative Il regolamento tariffario contiene tutte le informazioni relative al sistema tariffario CSTP ed al corretto utilizzo dei titoli

Dettagli

DISCIPLINARE ATTUATIVO TARIFFARIO. Valido dal 1 Gennaio 2015

DISCIPLINARE ATTUATIVO TARIFFARIO. Valido dal 1 Gennaio 2015 DISCIPLINARE ATTUATIVO TARIFFARIO Valido dal 1 Gennaio 2015 SOMMARIO 1 Premessa... 3 2 Descrizione della Nuova Struttura Tariffaria...4 2.1 Classe Tariffaria URBANO NAPOLI... 6 2.2 Classe Tariffaria URBANO

Dettagli

Condizioni di trasporto e Tariffe

Condizioni di trasporto e Tariffe Condizioni di trasporto e Tariffe aggiornate al 10.02.14 Il trasporto Per accedere ai servizi di trasporto, il viaggiatore deve essere munito di un idoneo titolo di viaggio, che può acquistare presso le

Dettagli

CONDIZIONI PARTICOLARI 1.1 - BIGLIETTO ORDINARIO CON VALIDITÀ DI 90

CONDIZIONI PARTICOLARI 1.1 - BIGLIETTO ORDINARIO CON VALIDITÀ DI 90 TARIFFA N. 41/9/A La presente tariffa è valida per la determinazione dei prezzi di trasporto integrato nell area coincidente con il territorio del Comune di Genova, di cui all art. 69, 4 Per accedere al

Dettagli

Con validità 4 ORE dal momento della timbratura, sulla rete urbana di Torino (linee urbane e tratta urbana delle linee

Con validità 4 ORE dal momento della timbratura, sulla rete urbana di Torino (linee urbane e tratta urbana delle linee 1/6 TAB. 1 TARIFFE ORDINARIE RETE URBANA E SUBURBANA 1.1. BIGLIETTI ORDINARI RETE URBANA BIGLIETTO SINGOLO ORDINARIO URBANO (modifica validità da 70 minuti a 90 minuti) 1,50 Con validità 90 minuti dal

Dettagli

TARIFFA N. 40/3/BOLZANO La presente tariffa é valida per la determinazione dei prezzi di trasporto nell area provinciale di Bolzano

TARIFFA N. 40/3/BOLZANO La presente tariffa é valida per la determinazione dei prezzi di trasporto nell area provinciale di Bolzano TARIFFA N. 40/3/BOLZANO La presente tariffa é valida per la determinazione dei prezzi di trasporto nell area provinciale di Bolzano ABBONAMENTO PROVINCIALE TARIF. N. 40/3 BOLZANO Tariffa giornaliera extraurbana

Dettagli

AREA URBANA DI COMO. ASF AUTOLINEE s.r.l. Via Asiago, 16 22100 Como. Descrizione validità ed utilizzo del documento

AREA URBANA DI COMO. ASF AUTOLINEE s.r.l. Via Asiago, 16 22100 Como. Descrizione validità ed utilizzo del documento AREA URBANA DI COMO Definizione di servizio urbano (rete urbana), di servizio suburbano (rete suburbana) e di servizio di area urbana. Il servizio di trasporto pubblico del comune di Como è formato sia

Dettagli

Ticket disponibili: / Corsa singola. / Giornaliero / Settimanale. / Mensile / Annuale

Ticket disponibili: / Corsa singola. / Giornaliero / Settimanale. / Mensile / Annuale Nuovi biglietti e abbonamenti aziendali 2015 DA/PER NAPOLI URBANO NAPOLI BENEVENTO CASERTA EAV E NA 1 EAV E AC 1 EAV U NA EAV U BN EAV U CE 1,50 DAL COMUNE DI DAL COMUNE DI AL COMUNE DI AL COMUNE DI Extraurbani

Dettagli

TARIFFA N.39/18/TRENTO

TARIFFA N.39/18/TRENTO TARIFFA N.39/18/TRENTO La presente tariffa è valida per la determinazione dei prezzi di trasporto per viaggi di corsa semplice e andata e ritorno nell area provinciale di Trento. KM. 39/18/TN 1^ CL. TARIFFA

Dettagli

TARIFFA N. 40/6/EMILIA ROMAGNA

TARIFFA N. 40/6/EMILIA ROMAGNA TARIFFA N. 40/6/EMILIA ROMAGNA La presente tariffa è valida per la determinazione dei prezzi di abbonamento nell area regionale dell Emilia Romagna. TARIFFA N. 40/6/A TARIFFA N. 40/6/B ABBONAMENTO REGIONALE

Dettagli

1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi:

1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi: 8. RIMBORSI E INDENNITA 1. Rimborso 1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi: Per mancata effettuazione del viaggio

Dettagli

TARIFFA N. 40/19/B ABBONAMENTO MENSILE

TARIFFA N. 40/19/B ABBONAMENTO MENSILE TARIFFA N. 40/19/UMBRIA La presente tariffa è valida per la determinazione dei prezzi di abbonamento nell area regionale dell Umbria per tutti i canali di vendita escluso via internet. TARIFFA N. 40/19/A

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI TRASPORTO

CONDIZIONI GENERALI DI TRASPORTO CONDIZIONI GENERALI DI TRASPORTO AMMISSIONE AL SERVIZIO 1. Gli utenti del servizio di trasporto gestito da ATAF&Li-nea, per usufruire del servizio stesso, sono tenuti, ai sensi dell art. 25 della L.R.

Dettagli

REGOLAMENTO DI VETTURA

REGOLAMENTO DI VETTURA REGOLAMENTO DI VETTURA Indice: ART. 1: LE INFORMAZIONI ART.2: LA SALITA, IL VIAGGIO, LA DISCESA PER SALIRE DURANTE IL VIAGGIO PER SCENDERE ART. 3: DOCUMENTI DI VIAGGIO E VERIFICA NORME SPECIFICHE PER GLI

Dettagli

DOCUMENTI DI VIAGGIO REGIONALI (DGR 1204 del 29/12/2010 e DGR 3297 del 18/04/2012)

DOCUMENTI DI VIAGGIO REGIONALI (DGR 1204 del 29/12/2010 e DGR 3297 del 18/04/2012) DOCUMENTI DI VIAGGIO REGIONALI (DGR 1204 del 29/12/2010 e DGR 3297 del 18/04/2012) Regione Lombardia, per incentivare l'uso del trasporto pubblico ha istituito tre nuove tipologie di documenti agevolati,

Dettagli

ATM. Giovani. Studenti. per i. e per gli

ATM. Giovani. Studenti. per i. e per gli ATM per i Giovani e per gli Studenti Edizione gennaio 03 . ABBONARSI AI MEZZI ATM ATM, per rispondere alle diverse esigenze di mobilità, offre ai giovani e agli studenti una serie di agevolazioni sull

Dettagli

La presente tariffa è valida per la determinazione dei prezzi di trasporto integrato nell area coincidente con il territorio del Comune di Genova.

La presente tariffa è valida per la determinazione dei prezzi di trasporto integrato nell area coincidente con il territorio del Comune di Genova. TARIFFA N. 41/9/A La presente tariffa è valida per la determinazione dei prezzi di trasporto integrato nell area coincidente con il territorio del Comune di Genova. Nell'area coincidente con il territorio

Dettagli

COMUNE DI ALBANELLA REGOLAMENTO PER L ATTUAZIONE DEL DIVIETO DI FUMO NEI LOCALI SEDI DI LUOGHI DI LAVORO COMUNALI

COMUNE DI ALBANELLA REGOLAMENTO PER L ATTUAZIONE DEL DIVIETO DI FUMO NEI LOCALI SEDI DI LUOGHI DI LAVORO COMUNALI COMUNE DI ALBANELLA REGOLAMENTO PER L ATTUAZIONE DEL DIVIETO DI FUMO NEI LOCALI SEDI DI LUOGHI DI LAVORO COMUNALI Approvato con delibera di Consiglio comunale n. 12 in data 15.07.2005 Articolo 1 Oggetto

Dettagli

CAPO II VIAGGI CON TRENITALIA DEGLI ELETTORI RESIDENTI NEL TERRITORIO NAZIONALE

CAPO II VIAGGI CON TRENITALIA DEGLI ELETTORI RESIDENTI NEL TERRITORIO NAZIONALE CAPO II VIAGGI CON TRENITALIA DEGLI ELETTORI RESIDENTI NEL TERRITORIO NAZIONALE Per i viaggi degli elettori residenti nel territorio nazionale si rilasciano biglietti nominativi per viaggi di andata e

Dettagli

Carta dei Servizi VENETO. Padova Servizio extraurbano rovigo Servizio extraurbano rovigo Servizio urbano VERSIONE INTEGRALE ESTRATTO

Carta dei Servizi VENETO. Padova Servizio extraurbano rovigo Servizio extraurbano rovigo Servizio urbano VERSIONE INTEGRALE ESTRATTO VENETO Padova Servizio extraurbano rovigo Servizio extraurbano rovigo Servizio urbano VERSIONE INTEGRALE ESTRATTO Servizio Extraurbano di Padova DATI Km percorsi 13.141.764 Autobus 268 Età media del parco

Dettagli

REGIME TARIFFARIO PER I SERVIZI DI LINEA URBANI DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2006.

REGIME TARIFFARIO PER I SERVIZI DI LINEA URBANI DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2006. ALLEGATO A REGIME TARIFFARIO PER I SERVIZI DI LINEA URBANI DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2006. Gli importi tariffari sono stabiliti da ogni singola Azienda all interno delle forcelle

Dettagli

Offerta io viaggio - Lombardia

Offerta io viaggio - Lombardia Offerta io viaggio - Lombardia 1. Io Viaggio in famiglia - Spostamenti occasionali Offerta riservata ad un utenza familiare di tipo occasionale che permette ad un adulto in possesso di titolo di viaggio

Dettagli

Orari invernali 2013-2014. Orari invernali 2013-2014. dal 9 settembre 2013 al 7 giugno 2014. forlì. Linee Suburbane ed Extraurbane

Orari invernali 2013-2014. Orari invernali 2013-2014. dal 9 settembre 2013 al 7 giugno 2014. forlì. Linee Suburbane ed Extraurbane Orari invernali 2013-2014 Orari invernali 2013-2014 dal 9 settembre 2013 al 7 giugno 2014 ORARIO AUTObus forlì Linee Suburbane ed Extraurbane FC Notizie utili e norme di viaggio Orari alle fermate Nelle

Dettagli

COMUNE DI USTICA Provincia di Palermo DISCIPLINARE CONDIZIONI GENERALI DI VIAGGIO

COMUNE DI USTICA Provincia di Palermo DISCIPLINARE CONDIZIONI GENERALI DI VIAGGIO COMUNE DI USTICA Provincia di Palermo DISCIPLINARE CONDIZIONI GENERALI DI VIAGGIO Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale nr. 23 del 09.05.2011 1 CONDIZIONI GENERALI DI VIAGGIO Gli utenti dei

Dettagli

ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI

ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI EDIZIONE MARZO 015 ABBONARSI AI MEZZI ATM 1 ATM, per rispondere alle diverse esigenze di mobilità, offre ai giovani e agli studenti una serie di agevolazioni sull acquisto

Dettagli

AEROPORTO FVG COLLEGAMENTI

AEROPORTO FVG COLLEGAMENTI 2015 estate AEROPORTO FVG COLLEGAMENTI Orario in vigore dal 12 giugno al 12 settembre A.P.T. SpA Orario ESTATE TE 2015 in vigore dal 12 giugno al 12 settembre 2015 - pag. 63 Azienda Provinciale Trasporti

Dettagli

TARIFFA N. 41/13/PIEMONTE FORMULA e PIEMONTE TORINO INTEGRATO

TARIFFA N. 41/13/PIEMONTE FORMULA e PIEMONTE TORINO INTEGRATO TARIFFA N. 41/13/PIEMONTE FORMULA e PIEMONTE TORINO INTEGRATO La presente tariffa è valida per la determinazione dei prezzi di trasporto integrato (Trenitalia e GTT - ferroviari, automobilistici, extraurbani,

Dettagli

TARIFFA N. 40/8/LAZIO. La presente tariffa è valida per la determinazione dei prezzi di trasporto nella Regione Lazio

TARIFFA N. 40/8/LAZIO. La presente tariffa è valida per la determinazione dei prezzi di trasporto nella Regione Lazio TARIFFA N. 40/8/LAZIO La presente tariffa è valida per la determinazione dei prezzi di trasporto nella Regione Lazio TARIFFA n. 40/8/A ABBONAMENTO MENSILE INTEGRATO A ZONE ZONE DI VALIDITÀ PREZZI 1 ZONA

Dettagli

NORME DI COMPORTAMENTO DEGLI UTENTI PER IL SERVIZIO PUBBLICO DI TRASPORTO LINEA LECCE-NAPOLI

NORME DI COMPORTAMENTO DEGLI UTENTI PER IL SERVIZIO PUBBLICO DI TRASPORTO LINEA LECCE-NAPOLI NORME DI COMPORTAMENTO DEGLI UTENTI PER IL SERVIZIO PUBBLICO DI TRASPORTO LINEA LECCE-NAPOLI Le presenti CONDIZIONI GENERALI DI TRASPORTO si applicano ai servizi di trasporto di concessione Ministeriale

Dettagli

Tariffe servizio urbano di Bassano del Grappa

Tariffe servizio urbano di Bassano del Grappa ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DELL ENTE DI GOVERNO N. 2/2015 Tariffe servizio urbano di Bassano del Grappa TARIFFE IN VIGORE SUL SERVIZIO URBANO DI BASSANO DEL GRAPPA Valide dal 1 agosto 2015 Valori espressi

Dettagli

FAL E LE PERSONE CON DISABILITA

FAL E LE PERSONE CON DISABILITA FAL E LE PERSONE CON DISABILITA Le Ferrovie Appulo Lucane dedicano particolare attenzione alle esigenze delle persone con disabilità o a mobilità ridotta che desiderino viaggiare in treno o in autobus.

Dettagli

ISTRUZIONI GENERALI PER LE CONTRAVVENZIONI AL DIVIETO DI FUMO

ISTRUZIONI GENERALI PER LE CONTRAVVENZIONI AL DIVIETO DI FUMO ISTRUZIONI GENERALI PER LE CONTRAVVENZIONI AL DIVIETO DI FUMO Gli enti non statali (come le ASL, che dipendono dalle Regioni) richiedono il pagamento della sanzione e le relative spese di notifica secondo

Dettagli

Proposta di nuova struttura tariffaria regionale. ACaM

Proposta di nuova struttura tariffaria regionale. ACaM Proposta di nuova struttura tariffaria regionale ACaM Riferimenti normativi Benchmark nazionali Analisi dello schema attualmente in vigore Contenuti della proposta Quadro normativo di riferimento Normativa

Dettagli

ALL. 1 Allegato all OS. n. 31 /2012 del 11-04-2012 DISCIPLINA PER I VIAGGI DEGLI ELETTORI CAPO I AMBITO DI APPLICAZIONE

ALL. 1 Allegato all OS. n. 31 /2012 del 11-04-2012 DISCIPLINA PER I VIAGGI DEGLI ELETTORI CAPO I AMBITO DI APPLICAZIONE ALL. 1 Allegato all OS. n. 31 /2012 del 11-04-2012 DISCIPLINA PER I VIAGGI DEGLI ELETTORI CAPO I AMBITO DI APPLICAZIONE Per i viaggi degli elettori residenti nel territorio nazionale e di quelli residenti

Dettagli

Fondazione Ferrovie dello Stato Italiane. Condizioni Generali. per il trasporto delle persone e delle cose sui treni storici

Fondazione Ferrovie dello Stato Italiane. Condizioni Generali. per il trasporto delle persone e delle cose sui treni storici Fondazione Ferrovie dello Stato Italiane Condizioni Generali per il trasporto delle persone e delle cose sui treni storici La Fondazione Ferrovie dello Stato Italiane, alla luce del forte legame esistente

Dettagli

C I T T À D I T O R I N O MOZIONE N. 8. Approvata dal Consiglio Comunale in data 3 marzo 2014

C I T T À D I T O R I N O MOZIONE N. 8. Approvata dal Consiglio Comunale in data 3 marzo 2014 Consiglio Comunale 2013 05477/002 C I T T À D I T O R I N O MOZIONE N. 8 Approvata dal Consiglio Comunale in data 3 marzo 2014 OGGETTO: RIVALUTAZIONE GIURIDICA AGENTI DI CONTROLLO SU VETTURA E ASSISTENTI

Dettagli

VERBALE DI ACCERTAMENTO E CONTESTAZIONE DELLA VIOLAZIONE DEL DIVIETO DI FUMARE.

VERBALE DI ACCERTAMENTO E CONTESTAZIONE DELLA VIOLAZIONE DEL DIVIETO DI FUMARE. ALLEGATO A VERBALE DI ACCERTAMENTO E CONTESTAZIONE DELLA VIOLAZIONE DEL DIVIETO DI FUMARE. Verbale n.. / (anno) L'anno il giorno del mese di nei locali /area all aperto di pertinenza della scuola, alle

Dettagli

9.1. Il rimborso senza trattenute per rinuncia al viaggio per fatto imputabile a Trenitalia o per ordine dell autorità pubblica

9.1. Il rimborso senza trattenute per rinuncia al viaggio per fatto imputabile a Trenitalia o per ordine dell autorità pubblica 9. Il rimborso 9.1. Il rimborso senza trattenute per rinuncia al viaggio per fatto imputabile a Trenitalia o per ordine dell autorità pubblica 9.1.1. Il rimborso senza trattenute del biglietto di corsa

Dettagli

SCROVEGNI PARTNERS S.R.L.

SCROVEGNI PARTNERS S.R.L. CIRCOLARE Padova, 19 luglio 2009 Spettabili CLIENTI LORO SEDI Scheda di trasporto Dal 19 luglio 2009 è obbligatoria la "scheda di trasporto da compilare a cura del committente e conservare a bordo del

Dettagli

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI: I.C.I.

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI: I.C.I. COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI: I.C.I. E TARSU Approvato con Del CC n. 5 del 29.4.2011 TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Articolo 1 Norme generali

Articolo 1 Norme generali REGOLAMENTO DEL SERVIZIO TRASPORTO PUBBLICO URBANO INDICE Articolo 1 Norme generali Articolo 2 Posti riservati agli invalidi e portatori di handicap Articolo 3 Occupazione posti a sedere Articolo 4 Documenti

Dettagli

REGOLAMENTO RIMBORSO PER TRASPORTI URBANI / EXTRA URBANI PER I VOLONTARI DI EXPO 2015

REGOLAMENTO RIMBORSO PER TRASPORTI URBANI / EXTRA URBANI PER I VOLONTARI DI EXPO 2015 REGOLAMENTO RIMBORSO PER TRASPORTI URBANI / EXTRA URBANI PER I VOLONTARI DI EXPO 2015 1 SOMMARIO 1. I RIMBORSI PER VIAGGI URBANI... 3 1.1 DISPOSIZIONI GENERALI PER LA RICHIESTA DI RIMBORSO... 4 2. I RIMBORSI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TUTELA DELLA SALUTE CONTRO I DANNI DERIVANTI DAL FUMO NORME DI RIFERIMENTO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TUTELA DELLA SALUTE CONTRO I DANNI DERIVANTI DAL FUMO NORME DI RIFERIMENTO COMUNE di LARI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TUTELA DELLA SALUTE CONTRO I DANNI DERIVANTI DAL FUMO Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 11 del 02/04/2009 REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TUTELA DELLA

Dettagli

Prefettura - - Ufficio territoriale del del Governo di di Cosenza

Prefettura - - Ufficio territoriale del del Governo di di Cosenza Prot.n. 21334/2015Elett. Cosenza, 7 maggio 2015 AI SIGG. SINDACI E COMMISSARI DEI COMUNI: AI SIGG. SEGRETARI COMUNALI DEI COMUNI: AI SIGG. RESPONSABILI DEGLI UFFICI ELETTORALI DEI COMUNI: CAMPANA CASTROVILLARI

Dettagli

Comune di Legnaro Provincia di Padova

Comune di Legnaro Provincia di Padova Comune di Legnaro Provincia di Padova REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E RIMBORSO SPESE VIAGGIO SOSTENUTE DAI DIPENDENTI (Regolamento a latere del Regolamento sull Ordinamento Uffici e Servizi)

Dettagli

TARIFFA N. 41/8/LAZIO SISTEMA TARIFFARIO INTEGRATO METREBUS

TARIFFA N. 41/8/LAZIO SISTEMA TARIFFARIO INTEGRATO METREBUS TARIFFA N. 41/8/LAZIO SISTEMA TARIFFARIO INTEGRATO METREBUS La presente tariffa è valida per la determinazione dei prezzi di abbonamento e di corsa semplice nell ambito dei confini territoriali ed amministrativi

Dettagli

COMUNE DI CAMPAGNA LUPIA

COMUNE DI CAMPAGNA LUPIA COMUNE DI CAMPAGNA LUPIA PROVINCIA DI VENEZIA Via Repubblica 34/36 C.A.P. 30010 Tel. 041/5145911 Fax 041/460017 REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELL ILLUMINAZIONE VOTIVA DEI CIMITERI COMUNALI Approvato

Dettagli

NUOVO SISTEMA TARIFFARIO

NUOVO SISTEMA TARIFFARIO NUOVO SISTEMA TARIFFARIO 3 IL NUOVO SISTEMA TARIFFARIO ACTS Il nuovo Sistema Tariffario ACTS nasce dall esigenza di semplificare l attuale sistema di viaggio per offrire all area provinciale savonese un

Dettagli

ALL. 1 Allegato all OS. n. 31 /2012 del 11-04-2012 DISCIPLINA PER I VIAGGI DEGLI ELETTORI CAPO I AMBITO DI APPLICAZIONE Per i viaggi degli elettori residenti nel territorio nazionale e di quelli residenti

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE PAOLO SARPI

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE PAOLO SARPI Circolare 394 San Vito al Tagliamento, 5 aprile 2014 Oggetto: INFRAZIONE DEL DIVIETO DI FUMO A tutto il personale dell Istituto Agli studenti Alle famiglie All ALBO Nelle more dell approvazione, da parte

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI MEZZI DI TRASPORTO E MODALITÀ DI RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI MEZZI DI TRASPORTO E MODALITÀ DI RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI MEZZI DI TRASPORTO E MODALITÀ DI RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO Art. 1 Definizione di trasferta, attività di servizio e di rimborso spese 1. Per trasferta si intende l'attività

Dettagli

ANVU ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE POLIZIA LOCALE D ITALIA

ANVU ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE POLIZIA LOCALE D ITALIA ANVU ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE POLIZIA LOCALE D ITALIA "Art. 202 Pagamento in misura ridotta 1. Per le violazioni per le quali il presente codice stabilisce una sanzione amministrativa pecuniaria, ferma

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ACCESSO, CIRCOLAZIONE E SOSTA DEI VEICOLI ALL INTERNO DEL PARCHEGGIO FONTANAROSSA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ACCESSO, CIRCOLAZIONE E SOSTA DEI VEICOLI ALL INTERNO DEL PARCHEGGIO FONTANAROSSA AZIENDA METROPOLITANA TRASPORTI CATANIA S.p.A Via Sant Euplio, 168 95125 - Catania REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ACCESSO, CIRCOLAZIONE E SOSTA DEI VEICOLI ALL INTERNO DEL PARCHEGGIO FONTANAROSSA 1.

Dettagli

BALIN & ASSOCIATI. Autotrasporto: istituita la scheda di trasporto. Padova, 30 luglio 2009. Ai Clienti dello Studio LORO SEDI. Circolare n.

BALIN & ASSOCIATI. Autotrasporto: istituita la scheda di trasporto. Padova, 30 luglio 2009. Ai Clienti dello Studio LORO SEDI. Circolare n. BALIN & ASSOCIATI Umberto Balin Margherita Cabianca Enrico Cecchinato Consulente del Lavoro Francesca Gardellin Viviana Pigal Raffaella Martellani Massimo Coppola Dott.ssa Diana Pérez Corradini Dott. Alberto

Dettagli

Tariffe per i servizi di trasporto pubblico regionale e locale. Importi in euro.

Tariffe per i servizi di trasporto pubblico regionale e locale. Importi in euro. ALLEGATO A PARTE INTEGRANTE E SOSTANZIALE della D.G.R n. Tariffe per i servizi di trasporto pubblico regionale e locale. Importi in euro. Tabella 1: Tariffe Uniche regionali di Riferimento - TUR Tabella

Dettagli

Vediamo ora nel dettaglio le modalità di applicazione per ottenere l abbonamento gratuito di maggio.

Vediamo ora nel dettaglio le modalità di applicazione per ottenere l abbonamento gratuito di maggio. Dal 24 aprile ci si può rivolgere alle biglietterie di Trenitalia dell Emilia-Romagna per ottenere l abbonamento gratuito per il mese di maggio. Come si ricorderà la Regione, su proposta del Crufer (il

Dettagli

TITOLI DI VIAGGIO REGIONALI E PROVINCIALI

TITOLI DI VIAGGIO REGIONALI E PROVINCIALI TITOLI DI VIAGGIO REGIONALI E PROVINCIALI Io viaggio in famiglia TITOLI REGIONALI disponibile nelle seguenti tipologie: occasionale abbonamenti mensili Io viaggio Ovunque in Lombardia Disponibile nelle

Dettagli

TARIFFE IN VIGORE DAL 1 MAGGIO 2014

TARIFFE IN VIGORE DAL 1 MAGGIO 2014 TARIFFE IN VIGORE DAL 1 MAGGIO 2014 Il sistema tariffario di ATP si basa su zone identificate da un numero e da un nome che generalmente richiama la località principale della zona. Lo scatto tariffario

Dettagli

TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO

TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO L art. 174 del CDS disciplina, come ben sappiamo, la durata della guida degli autoveicoli adibiti al trasporto di persone o cose. Tale articolo, completamente rinnovato dalla

Dettagli

una tessera di accesso alla tariffa agevolata sulla rete urbana AMT / Trenitalia con decorrenza dal 01 /... / 20... 1ª emissione Rinnovo

una tessera di accesso alla tariffa agevolata sulla rete urbana AMT / Trenitalia con decorrenza dal 01 /... / 20... 1ª emissione Rinnovo Domanda di tessera di accesso alla Tariffa Agevolata per residenti nel Comune di Genova DISOCCUPATI Serie DIS N. TESSERA Il/La sottoscritto/a... consapevole del fatto che chiunque rilascia dichiarazioni

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO NOLEGGIO AUTOBUS CON CONDUCENTE

REGOLAMENTO SERVIZIO NOLEGGIO AUTOBUS CON CONDUCENTE REGOLAMENTO SERVIZIO NOLEGGIO AUTOBUS CON CONDUCENTE Art.1 Il presente regolamento disciplina le funzioni amministrative relative agli autoservizi pubblici non di linea, ed in particolare il servizio di

Dettagli

CITTA' DI SAN GIORGIO A CREMANO SETTORE POLIZIA MUNICIPALE

CITTA' DI SAN GIORGIO A CREMANO SETTORE POLIZIA MUNICIPALE CITTA' DI SAN GIORGIO A CREMANO SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Al Responsabile S.O.T. Funz. Attilio De Vita Al Responsabile S.O.S. Funz. Fabiana Briganti Al Responsabile Servizio Polizia Mortuaria Funz. Enrico

Dettagli

La scheda di trasporto : le istruzioni rese con la circolare dei Ministeri dei Trasporti e dell Interno del 17 luglio 2009

La scheda di trasporto : le istruzioni rese con la circolare dei Ministeri dei Trasporti e dell Interno del 17 luglio 2009 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 11 6 AGOSTO 2009 La scheda di trasporto : le istruzioni rese con la circolare dei Ministeri

Dettagli

INTEGRAZIONI ALLA NUOVA STRUTTURA TARIFFARIA REGIONALE

INTEGRAZIONI ALLA NUOVA STRUTTURA TARIFFARIA REGIONALE INTEGRAZIONI ALLA NUOVA STRUTTURA TARIFFARIA REGIONALE Documento finale emesso a seguito delle osservazioni pervenute dal Comitato di indirizzo e monitoraggio dei servizi di tpl istituito ai sensi dell

Dettagli

www.sanzioniamministrative.it

www.sanzioniamministrative.it SanzioniAmministrative. it Normativa Legge 15 dicembre 1990, n. 386 "Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari" (Come Aggiornata dal Decreto Legislativo 30 dicembre 1999, n. 507) Art. 1. Emissione

Dettagli

REGOLAMENTO OGGETTI SMARRITI

REGOLAMENTO OGGETTI SMARRITI COMUNE DI PIEVE A NIEVOLE Provincia di Pistoia CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE NUCLEO POLIZIA AMMINISTRATIVA REGOLAMENTO OGGETTI SMARRITI 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1: Art. 2: Art. 3: Art.

Dettagli

Traccia 1. 2. Chi conferisce la qualità di agente di pubblica sicurezza a norma della Legge 65/1986?

Traccia 1. 2. Chi conferisce la qualità di agente di pubblica sicurezza a norma della Legge 65/1986? Traccia 1 1. Il Sindaco ha competenza in materia di ordine e sicurezza pubblica? A) No; B) Si, ma solo nei Comuni con meno di 1.000 abitanti; C) Si: 2. Chi conferisce la qualità di agente di pubblica sicurezza

Dettagli

Comune di Somma Vesuviana cüéä Çv t w atñéä

Comune di Somma Vesuviana cüéä Çv t w atñéä Comune di Somma Vesuviana cüéä Çv t w atñéä IL SINDACO Dr. Raffaele Allocca IL SEGRETARIO GENERALE Dr. Maria Luisa Dovetto 1 S O M M A R I O ARTICOLO 1... pag.4 RIFERIMENTI NORMATIVI CAPO I PERSONALE ADDETTO

Dettagli

MODALITA DI RIMBORSO SPESE DI MISSIONE.

MODALITA DI RIMBORSO SPESE DI MISSIONE. MODALITA DI RIMBORSO SPESE DI MISSIONE. Per ottenere il rimborso delle spese di missione, i componenti delle Commissioni di Valutazione Comparativa, Commissioni di Dottorato di Ricerca (esame finale e

Dettagli

LE AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO NELLA PROVINCIA DI PRATO. Note informative

LE AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO NELLA PROVINCIA DI PRATO. Note informative LE AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO NELLA PROVINCIA DI PRATO Note informative Le agenzie di viaggio e turismo in Toscana sono disciplinate dal Testo Unico delle Leggi Regionali in materia di turismo approvato

Dettagli

CAI CENTRALE DI ALLARME INTERBANCARIA

CAI CENTRALE DI ALLARME INTERBANCARIA CAI CENTRALE DI ALLARME INTERBANCARIA Approfondimenti legislativi CAI Centrale d Allarme Interbancaria 1/5 Gli archivi informatici La Banca d Italia, con Regolamento del 29/01/2002, ha completato la normativa

Dettagli

La presente tariffa è valida per la determinazione dei prezzi di abbonamento nella Regione Lazio.

La presente tariffa è valida per la determinazione dei prezzi di abbonamento nella Regione Lazio. TARIFFA N. 40/8/LAZIO La presente tariffa è valida per la determinazione dei prezzi di abbonamento nella Regione Lazio. TARIFFA n. 40/8/A ABBONAMENTO MENSILE INTEGRATO A DI VALIDITÀ 1 ZONA 21,00 2 CONFINANTI

Dettagli

ISTITUTO TUMORI GIOVANNI PAOLO II

ISTITUTO TUMORI GIOVANNI PAOLO II ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE n. del REGOLAMENTO DELLA MISSIONE E DEL SERVIZIO FUORI SEDE Riferimenti normativi - Legge 18/12/1973 n. 836 e s.m.i. (trattamento economico di missione dei dipendenti dello

Dettagli

proposta di legge n. 78

proposta di legge n. 78 REGIONE MARCHE 1 CONSIGLIO REGIONALE proposta di legge n. 78 a iniziativa della Giunta regionale presentata in data 26 luglio 2001 MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 5 MAGGIO 1997, N. 27 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI

Dettagli

DETERMINAZIONE Prot n. 10007 Rep. N. 533 DEL 17 Ottobre 2014. Oggetto: disposizioni relative alle agevolazioni tariffarie nel TPL per l anno 2015.

DETERMINAZIONE Prot n. 10007 Rep. N. 533 DEL 17 Ottobre 2014. Oggetto: disposizioni relative alle agevolazioni tariffarie nel TPL per l anno 2015. Direzione Generale Servizio degli Appalti e gestione dei sistemi di trasporto DETERMINAZIONE Prot n. 10007 Rep. N. 533 DEL 17 Ottobre 2014 Oggetto: disposizioni relative alle agevolazioni tariffarie nel

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO URBANO

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO URBANO Comune di Desenzano del Garda REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO URBANO Approvato con deliberazione di C.C. n. 62 del 5/5/2000 S O M M A R I O ARTICOLO 1 - NORME GENERALI... 1 ARTICOLO 2 -

Dettagli

1. LE NOVITÀ SALIENTI DELLA RIFORMA DELL AUTOTRASPORTO DI COSE IN CONTO TERZI

1. LE NOVITÀ SALIENTI DELLA RIFORMA DELL AUTOTRASPORTO DI COSE IN CONTO TERZI TRASPORTO MERCI Roma, 14 luglio 2006 Circ. del Ministero dell'interno N. 300/A/1/52609/108/13/7 Il Decreto Legislativo 21.11.05, n. 286, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 9.1.06 n. 6, dando attuazione

Dettagli

Termini e Condizioni Particolari del Servizio. di noleggio con conducente

Termini e Condizioni Particolari del Servizio. di noleggio con conducente Termini e Condizioni Particolari del Servizio di noleggio con conducente 1 Premessa Il presente Allegato descrive il Servizio nonché le condizioni e modalità tecniche di esecuzione. Una volta effettuata

Dettagli

Allegato alla delibera di Giunta Comunale del 24.06.2015 n. 126. SCHEMA DI CONVENZIONE Comune di Pontecagnano Faiano E L'Associazione ANPANA - OEPA

Allegato alla delibera di Giunta Comunale del 24.06.2015 n. 126. SCHEMA DI CONVENZIONE Comune di Pontecagnano Faiano E L'Associazione ANPANA - OEPA Allegato alla delibera di Giunta Comunale del 24.06.2015 n. 126 SCHEMA DI CONVENZIONE Comune di Pontecagnano Faiano E L'Associazione ANPANA - OEPA L'anno addi il giorno del mese di Pontecagnano Paiano

Dettagli

Da chi dovrà essere richiesto

Da chi dovrà essere richiesto ALLE AZIENDE ASSOCIATE CIRCOLARE N. 156/2007 20 DICEMBRE 2007 OGGETTO: LIMITAZIONI DEL TRAFFICO ENTRATA IN VIGORE DELL ECOPASS PER LA CERCHIA DEI BASTIONI DI MILANO Dal 2 gennaio 2008 avrà inizio la fase

Dettagli

TARIFFA N. 41/8/LAZIO SISTEMA TARIFFARIO INTEGRATO METREBUS

TARIFFA N. 41/8/LAZIO SISTEMA TARIFFARIO INTEGRATO METREBUS TARIFFA N. 41/8/LAZIO SISTEMA TARIFFARIO INTEGRATO METREBUS La presente tariffa è valida per la determinazione dei prezzi di abbonamento e di corsa semplice nell ambito dei confini territoriali ed amministrativi

Dettagli

Responsabile:Il Sindaco Franco Tarquini. Indirizzo di posta elettronica: vigilanza@comunetossicia.gov.it

Responsabile:Il Sindaco Franco Tarquini. Indirizzo di posta elettronica: vigilanza@comunetossicia.gov.it L'uffico svolge le seguenti funzioni: Viabilità e infortunistica - Vigilanza - Polizia - Commercio - Licenze e autorizzazioni - Fiere e mercati - Randagismo Responsabile:Il Sindaco Franco Tarquini Indirizzo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO E L ACCESSO AL SERVIZIO DEL SISTEMA MI MUOVO IN BICI NEL COMUNE DI FERRARA

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO E L ACCESSO AL SERVIZIO DEL SISTEMA MI MUOVO IN BICI NEL COMUNE DI FERRARA Servizio Mobilità e Traffico REGOLAMENTO PER L UTILIZZO E L ACCESSO AL SERVIZIO DEL SISTEMA MI MUOVO IN BICI NEL COMUNE DI FERRARA Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 7/20543/13 dell'8 aprile

Dettagli

DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DEI SERVIZI ELETTORALI

DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DEI SERVIZI ELETTORALI CIRCOLARE N 24 / 2014 AI PREFETTI DELLA REPUBBLICA Al COMMISSARI DEL GOVERNO NELLE PROVINCE AUTONOME DI AL PRESIDENTE DELLA REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA SERVIZI DI PREFETTURA LORO SEDI TRENTO E BOLZANO

Dettagli

Comune di Figino Serenza Provincia di Como REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E RIMBORSO SPESE VIAGGIO SOSTENUTE DAI DIPENDENTI

Comune di Figino Serenza Provincia di Como REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E RIMBORSO SPESE VIAGGIO SOSTENUTE DAI DIPENDENTI Comune di Figino Serenza Provincia di Como REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E RIMBORSO SPESE VIAGGIO SOSTENUTE DAI DIPENDENTI IN VIGORE DAL 01.06.2012 INDICE Premessa Art. 1 Oggetto del regolamento

Dettagli

COMUNE DI CALUSCO D ADDA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI CALUSCO D ADDA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI CALUSCO D ADDA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI INDICE Art. 1 Oggetto e finalità Art. 2 Funzioni e deleghe

Dettagli

TARIFFA N.39/6/EMILIA ROMAGNA

TARIFFA N.39/6/EMILIA ROMAGNA TARIFFA N.39/6/EMILIA ROMAGNA La presente tariffa è valida per la determinazione dei prezzi di trasporto per viaggi di corsa semplice nell area regionale dell Emilia Romagna. TARIFFA N. 39/6/1 ORDINARIA

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DI ASSISTENTE AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E CONTABILI CAT. C1. IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE,

Dettagli

COMUNE DI COMO REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA AGEVOLATI RESIDENTI SENZA RISERVA DI POSTO AUTO (STALLI BLU).

COMUNE DI COMO REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA AGEVOLATI RESIDENTI SENZA RISERVA DI POSTO AUTO (STALLI BLU). COMUNE DI COMO REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA AGEVOLATI RESIDENTI SENZA RISERVA DI POSTO AUTO (STALLI BLU). (Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 24 del

Dettagli

COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI

COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 16 DEL 18.05.2011

Dettagli

2.- Canali di vendita Il biglietto di corsa semplice può essere acquistato presso le biglietterie Trenitalia ed i punti vendita autorizzati.

2.- Canali di vendita Il biglietto di corsa semplice può essere acquistato presso le biglietterie Trenitalia ed i punti vendita autorizzati. TARIFFA N. 41/3/BOLZANO La presente tariffa é valida per la determinazione dei prezzi di trasporto pubblico integrato Alto Adige nell area provinciale di Bolzano. I titoli non consentono l accesso ai treni

Dettagli

REGOLAMENTO DEI SISTEMI DI COMPRA-VENDITA MERCATO DEI FIORI DI SANREMO AREA MERCATO - CONTRATTAZIONE AREA MERCATO -

REGOLAMENTO DEI SISTEMI DI COMPRA-VENDITA MERCATO DEI FIORI DI SANREMO AREA MERCATO - CONTRATTAZIONE AREA MERCATO - REGOLAMENTO DEI SISTEMI DI COMPRA-VENDITA MERCATO DEI FIORI DI SANREMO AREA MERCATO ARTICOLO 1 - Oggetto del regolamento Il presente regolamento disciplina i sistemi di compra-vendita presenti sul mercato

Dettagli

ORARI 2011. Collegamento di linea Porto S. Stefano. Collegamento di linea Porto S. Stefano. Isola di Giannutri e ritorno. Isola del Giglio e ritorno

ORARI 2011. Collegamento di linea Porto S. Stefano. Collegamento di linea Porto S. Stefano. Isola di Giannutri e ritorno. Isola del Giglio e ritorno Collegamento di linea Porto S. Stefano Isola di Giannutri e ritorno ORARI 2011 Collegamento di linea Porto S. Stefano Isola del Giglio e ritorno MAREGIGLIO Compagnia di Navigazione Via Umberto 1, 22 58013

Dettagli

SPORTELLO UNIFICATO PER IL COMMERCIO

SPORTELLO UNIFICATO PER IL COMMERCIO DIREZIONE COMMERCIO E ATTIVITA PRODUTTIVE CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI SPORTELLO UNIFICATO PER IL COMMERCIO www.comune.torino.it/commercio Luglio 2015 www.comune.torino.it/cartaqualita FINALITÀ E DESTINATARI

Dettagli

DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI NOTIFICAZIONE DEGLI ATTI

DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI NOTIFICAZIONE DEGLI ATTI DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI NOTIFICAZIONE DEGLI ATTI Art. 1 - Oggetto Art. 2 - Definizione di notificazione Art. 3 - Modalità per la notificazione Art. 4 - Incarico al dipendente addetto alle notificazioni

Dettagli

la carta a Scalare valida su tutti i servizi della Provincia autonoma di trento ISTRUZIONI PER L USO

la carta a Scalare valida su tutti i servizi della Provincia autonoma di trento ISTRUZIONI PER L USO la carta a Scalare valida su tutti i servizi della Provincia autonoma di trento ISTRUZIONI PER L USO Provincia autonoma di Trento Servizio Trasporti Pubblici Via Vannetti 32-38122 TRENTO Tel. 0461-497979/80

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DELLA VERIFICAZIONE PERIODICA DEGLI STRUMENTI METRICI (ART.3 DEL D.M. 182/2000)

REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DELLA VERIFICAZIONE PERIODICA DEGLI STRUMENTI METRICI (ART.3 DEL D.M. 182/2000) REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DELLA VERIFICAZIONE PERIODICA DEGLI STRUMENTI METRICI (ART.3 DEL D.M. 182/2000) ART. 1 OGGETTO E DEFINIZIONI Agli effetti del presente regolamento si definiscono: a) Decreto:

Dettagli

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CIRCOLARE N. 89 Operativa OGGETTO: Circolazione stradale. Procedura sanzionatoria.

Dettagli