I nuovi orizzon*: test HPV all interno dello screening: esperienza dell ASL di Vallecamonica- Sebino

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I nuovi orizzon*: test HPV all interno dello screening: esperienza dell ASL di Vallecamonica- Sebino"

Transcript

1 I nuovi orizzon*: test HPV all interno dello screening: esperienza dell ASL di Vallecamonica- Sebino L. Pasquale, G. Pieracci, C. Pedretti, C. Ruggeri, V. Scalvinoni

2 Proge>o Pilota: applicazione controllata del test per la ricerca dell HPV come test di screening di primo livello nella prevenzione del cervicocarcinoma, nell ambito di un programma di screening organizzato. (Primo round )

3 Il proge>o pilota faceva parete dello Studio mul*centrico di fabbilità dell u*lizzo del test HPV come screening primario in aree del centro- nord con cara>eris*che diverse di densità di popolazione (aree montane, aree metropolitane, ci>à di medie e piccole dimensioni) e di accesso a programmi di screening Responsabile scien*fico Prof. Sergio Pecorelli Inizialmente facevano parte: Azienda Spedali Civili di Brescia / ASL Brescia ASL Vallecamonica- Sebino ASL Roma G ISPO- Firenze Azienda Ospedaliera Universitaria S.Anna- Ferrara

4 HPV- DNA TEST Dal punto di vista organizzativo, la nuova campagna di prevenzione del carcinoma della cervice uterina mediante test HPV era stata inserita nell attività di screening citologico già in corso, mediante Pap test, rivolta alle donne dai 25 ai 64 anni, residenti nel territorio dell ASL, con intervallo triennale. L invito ad effettuare il test HPV è proseguito in base alla programmazione già in atto.

5 Centri prelievo test HPV / Pap test e di 1 e 2 liv Popolazione Target anni 28. donne Popolazione ASL 42 comuni 1. abitanti EDOLO STM / Pap test BRENO STM / Pap test ESINE H 1 liv test HPV / Pap test (U.O. Anatomia Patologica) 2 livello (colposcopia) U.O. Ginecologia DARFO STM / Pap test PISOGNE STM / Pap test

6 TEST HPV Il test molecolare utilizzato nel progetto: Hybrid Capture 2 (HC2 DIGENE ora QIAGEN) HPV-DNA test Il cut-off utilizzato per discriminare un campione positivo da un negativo è di 1 pg/ml. OBIETTIVI L obiebvo del proge>o era quello di valutare l efficacia dell applicazione di una nuova strategia di screening, basata sul test HPV- HR (Higth Risk) come test di screening primario, in termini di acce>abilità di un test molecolare di ricerca dell'infezione, di comunicazione e di follow- up dei risulta* del test HPV, di metodologie necessarie per mantenere eleva* livelli qualita*vi sia del test molecolare che del test citologico di triage, di nuovi modelli organizza*vi e di cos*. L obiebvo sicuramente più ambito dello studio era quello di aumentare la protezione della donna e la compliance allo screening. Superare l uso improprio del Pap test (ripe'zione a intervalli più brevi di quelli raccomanda')

7 MODALITÀ DI INVITO Software gestionale via Web (oracle): - HPV - Pap test - 1, 2, 3 liv Donne: ANAGRAFE ASSISTITI Depliant LETTERA personale con appuntamento prefissato SOLLECITO senza appuntamento prefissato

8 test HPV come test di screening e la citologia come triage Contestualmente al prelievo per il test HPV, viene eseguito uno striscio tradizionale (Pap test) per il triage citologico. Il Pap test viene effe>uato per primo e il vetrino soltanto fissato; sarà colorato e le>o solo in caso di posi*vità all'hpv.

9 Prelievo test HPV mediante prove>a STM (Digene Specimen Transport)

10 test HPV come test di screening e la citologia come triage Alle donne con test HPV nega*vo viene inviata una le>era di risposta con esito nega*vo per la ricerca di papillomavirus con l'indicazione di ripetere il test HPV tra 3 anni. (a8uali indicazioni 5 anni)

11 test HPV come test di screening e la citologia come triage Per i casi con test HPV+ vene effe>uata la le>ura dei corrisponden* vetrini. Le donne con citologia posi*va (sistema di refertazione TBS 21 modifiche GISCi 29 ASCUS+) sono conta>ate telefonicamente dal centro screening per l invio a colposcopia. Alle donne con citologia nega*va viene spedita una le>era con specificato l esito del test HPV+ e del Pap test nega*vo e l indicazione di effe>uare il controllo ad un anno; queste donne saranno richiamate dall ASL ad un anno per ripetere il test HPV. Le donne con citologia inadeguato tecnico sono conta>ate anch esse per l invio a colposcopia Le donne con citologia inadeguato flogis*co viene data indicazione di ripetere il Pap test dopo eventuale terapia.

12 Test HPV: HYBRID CAPTURE II Ibridizzazione in fase liquida sonda per 13 tipi di HPV HR (16,18,31,33,35,39,45,51,52,56,58,59,68)

13 CONTROLLI DI QUALITÀ CdQ interni ed esterni è stato effettuato un CdQ esterno basato sulla rilettura in cieco di tutti i vetrini del triage. CdQ interlaboratorio test HPV-DNA I CdQ esterni, del test Molecolare e del triage Citologico, sono stati effettuati dall'uo di citologia analitica e biomolecolare dell Istituto per lo Studio e la Prevenzione Oncologica (ISPO) della Regione Toscana con sede a Firenze. INDICATORI PER LA VALUTAZIONE DELLO SCREENING CON TEST HPV Sono stati previsti indicatori di processo e di outcome. Indicatori di attività (processo) Registrazione e monitoraggio dei dati relativi all attività secondo quando previsto dalle schede di rendicontazione GISCi Indicatori di efficacia (outcome)

14 Screening mediante Pap test Trend di adesione all invito (%) Anni ,65 68,33 59,48 64,1 6,4 66,87 53,

15 Esito suggerimen* alla diagnosi citologica Anni Italia 2,4% , ,5 1 Controllo successivo dopo 3 anni (round di screening) Controllo successivo dopo 12 mesi 2,66 3,9 5,16 Controllo successivo dopo 6 mesi Ripetere prelievo Controllo successivo dopo terapia 3,66 Invio in colposcopia

16 Screening Cervicocarcinoma mediante Pap test % ASCUS ,11 6,29 5,31 5,16 5,3 4,58 4,41 4,44 4,44 4,15 3,7 4,7 3,84 4,2 3,63 3,12 3,14 2,75 2,58 3,15 2,81 2,63 2,46 2,18 1,74 1,1, >=ASC- US % 27 >=ASC- US % 28 >=ASC- US % 29

17 Screening Cervicocarcinoma mediante Pap test % ASCUS+ (27-29) 7 6 6, ,62 3,95 4,22 3,46 3,7 3, ,92 1, : >=ASC- US %

18 Screening mediante Pap test Tassi di iden*ficazione di lesioni CIN2+, per età 12, 1, 1,25 anni , 6,87 7,84 6, 4, 2, 4,9 4,3 1,9 1,69 2,57 5,4, : DR*1 CIN2+

19 Screening mediante Pap test Tasso medio di identificazione (DR ) di lesioni CIN2+ per età. Anni DR CIN ,54 11,1 11, ,37 6,3 4,36 2,49 2,32 7,

20 Report proge>o pilota test HPV- DNA come test di screening (primo round )

21 Screening test HPV adesione all invito (%) 69,6 7,89 68,86 68,22 68,25 69,57 69,67 67,77 67,4 64,62 61,94 62,11 64,34 65,31 62,67 61,56 61,73 58,77 6,4 56,46 57,19 58,26 56,74 53,12 63,68 63,65 63, % adesione 21 % adesione 211 % adesione 212

22 Risulta* test HPV 21 per età (test esegui* N. 6495) , ,3 13,36 6,97 9,54 8,92 5,2 5,12 5,89 3,56 4,34 3,43 4,47 2,36 1,34 2,32 8,76 4, %HPV+ 21 sul totale donne screenate % invio Colpo (>=ASC- US+Inadegua*)

23 Triage citologico HPV+ 21 % ,17 46,46 46,9 44,9 6,34 57,45 54,44 55,17 54,29 51,85 52, ,57 48,15 47,45 39,13 3, ,9 7,45 8,7 4,44 5,17 5,71 2,36 3,7 5, %>=ASC- US % Inadeguato tecnico % Colpo (>=ASC- US+Inadegua*)

24 Risulta* test HPV 211 per età (test esegui* N. 6938) , , ,59 7,64 9,25 5,68 7,88 4,9 6,94 4,37 4,5 3,13 4,94 1,91 1,57 3,9 9, % HPV+ 211 sul totale donne screenate % invio Colpo (>=ASC- US+Inadegua*)

25 Triage citologico HPV+ 211 % ,9 61,36 55,66 54,84 51,85 47,53 48,86 47,17 46,91 38, ,6 44,12 4, ,5 44,75 53, ,42 8,49 12,5 4,94 8,6 2,94 9,9 12,5 8, % >=ASC- US % Inadeguato tecnico % Colposcopia (>=ASC- US+Inadegua*)

26 Risulta* test HPV 212 per età (test esegui* N. 5294) , ,63 11,74 7,26 7,41 7,8 5,65 7,86 2,78 3,22 3,6 3,84 3,91 3,74 1,7 1,5 2,36 1, % HPV+ 212 sul totale donne screenate % invio Colpo (>=ASC- US+Inadegua*)

27 Triage citologico HPV+ 212 % 6 53,25 54,17 57, ,93 39,67 4,26 33,33 37,5 47,92 45,45 38,18 44,44 4,74 38,46 34,62 35,71 39,42 47,6 3 21, ,99 1 8,26 4,17 7,27 6,25 3,7 3,85 8, % >=ASC- US % Inadeguato tecnico % Colposcopia (>=ASC- US+Inadegua*)

28 Positività al test HPV, per età 1 round ,49 22,16 2,18 13,73 13,63 13,36 9,54 8,92 9,34 9,25 7,88 6,94 8,76 7,41 7,8 5,89 4,34 7,86 5,65 3,91 4,94 4,5 3,43 4,47 3,84 3,13 2, % HPV+ 21 % HPV+ 211 % HPV+ 212

29 Adesione a colposcopia test HPV (%) ,52 Pap test Adesione a colposcopia (%) 94, adesione a colposcopia (%)

30 25 Tassi di iden*ficazione di lesioni CIN2+ (DR), per età 1 round ,24 19,2 16,29 15,54 13,94 16,82 14, ,52 8,85 9,54 9,49 7,84 7,39 6,17 4,71 5,1 3,86 3,5 3,58 2,48 1,42 1,5 1,66 1, DR >=CIN2 21 DR >=CIN2 211 DR >=CIN2 212 Tasso di identificazione (detection rate) di CIN2+ con conferma istologica per 1 donne sottoposte a screening.

31 Valore predittivo positivo CIN2+ colposcopie eseguite ,71 3, ,69 21,41 2,69 18,64 18,75 18,87 17,31 17,86 18,42 18,75 16,33 15,38 14,21 13, ,53 11,11 8,57 9,9 7, VPP CIN2+ colpo eseguite - 21 VPP CIN2+ colpo eseguite VPP CIN2+ colpo eseguite Il valore predittivo positivo (VPP) è stato calcolato come proporzione di donne in cui è stata trovata una lesione intraepiteliale di grado 2 (CIN 2) o più grave, confermata istologicamente, tra quelle che hanno fatto una colposcopia per una citologia ASCUS o più grave.

32 12 1 1,54 Invio a colposcopia (%) per età Pap test test HPV ,18 4,62 7,29 4,55 3,95 4,224,14 3,46 3,66 3,7 1,99 1,92 1,47 2,25 1,58 4,45 3, % invio a colposcopia Pap test (ASCUS+) % invio a colposcopia test HPV (ASCUS+ e inadegua*)

33 Tassi di iden*ficazione di lesioni CIN2+ (DR), per età Pap test test HPV ,58 12,78 1,25 1,84 9,31 7,84 7,67 6,87 5,2 4,9 4,3 5,4 2,57 1,9 2,2 1,69,97 1, DR CIN2+ Pap test DR CIN2+ test HPV

34 Ripe*zione ad un anno del test HPV in donne HPV+ / pap- % di adesione coor* 21, ,7 84,62 8,85 79,25 92,68 92,11 91,18 81, ,26 82,35 9,91 76, ,23 86,92 85, % Adesione HPV2 21 % Adesione HPV2 211

35 Ripe*zione ad un anno del test HPV in donne HPV+ / pap- % di test HPV+ (persistenza dopo un anno) coor* 21, ,82 55,45 66,67 57,89 57,89 51,61 45,16 61,11 38, ,67 63,64 54,72 53, , % HPV % HPV

36 Tassi di iden*ficazione di lesioni CIN2+ (DR) x 1. test HPV, per età Coor* 21, ,9 9,9 7,89 7,89 7,14 6,45 5,56 4,76 4,76 3,23 1, CIN2+ 21 CIN ,87 4,

37 Fascia d'età >=CIN2 21 Tra>amento (conizzazione) primo round Ind Tra> dopo colpo 1 >=CIN2 211 Ind Tra> dopo colpo 1 >=CIN2 212 Ind Tra> dopo colpo le donne non trattate sono state rinviate a 6 mesi per un ulteriore controllo al fine di evitare OVER-TREATMENT

38 Tra>amento (conizzazione) primo round Fascia d'età >=CIN2 21 N. Ind Tra> dopo colpo 1 % >=CIN2 211 N. Ind Tra> dopo colpo 1 % >=CIN2 212 N. Ind Tra> dopo colpo 1 % , , 1 3, , 12 41,67 5 6, , , , , 15 53,33 3 1, , 7 85,71 4 5, , 3 66,67, 55-59, 1, 1, , 1 1,, , , ,85

39 Fascia d'età >=CIN2 21 Tra>amento (conizzazione) Ind Tra> dopo colpo 1 primo round Ind Tra> dopo colpo 2 Ind Tra> dopo colpo 3 Totale ind Tra> >=CIN Ind Tra> Ind Tra> dopo colpo dopo 1 colpo 2 Totale Tra> colpo >=CIN Ind Tra> colpo

40 Screening con test HPV primario: primi risulta* in donne al secondo round (Test N. 2562) ,7 8,24 5,48 4,52 4,87 4,1 2,17 3,3 3,8 2,74 2,78 2,36 1,41 1,1,79,99 1, % HPV+ 213 (HPV - 21) % invio a colposcopia

41 Screening con test HPV primario: primi risulta* in donne al secondo round (Test N. 2562) , ,36 1 8,7 8,24 9,54 8,92 8,76 5 4,52 4,87 5,48 5,89 4,34 4,47 4,1 2,78 3,43 2,36, % HPV+ (secondo round 213) (HPV- 21) % HPV+ (primo round 21)

42 Screening con test HPV primario: primi risulta* in donne al secondo round (Test N. 2562) ,3 ASCUS+, inadeguaf ,97 5,2 5,12 4,6 3,3 3,56 3,8 2,74 2,17 2,36 2,32 1,41 1,76 1,1 1,34, % invio a colposcopia (secondo round) (tot HPV) % invio a colposcopia (primo round 21)

43 Triage citologico HPV+ Pap- % (lettura non prevista) ,5 5 53,57 54, , ,45 62,5 45,45 37,5 28,57 66, ,14 33,33 48,76 49, HPV2+ Pap- (21) HPV2+ Pap- (211)

44 CONCLUSIONI Limite Intervallo di screening triennale, anziché quinquennale La frequenza di anormalità citologiche ed il numero di inadeguaf pur diminuendo nei tre anni resta sostanzialmente alto e necessita di corrervi; lo stesso per la citologia ripetuta ad un anno Adesione buona Secondo round Forte riduzione della posifvità al test HPV posifvità alla citologia di triage invio a colposcopia

45 Rimodulazione del protocollo di screening per carcinoma della cervice uterina con test HPV primario Le donne arruolate per la prima volta nel programma eseguono i primi due test con Pap test triennale: primo test a 25 anni, secondo test a 28 anni; il test HPV come test di triage nelle citologie ASC- US/LSIL. TuYe le donne che hanno già eseguito un test HPV invece confnueranno ad eseguire il test HPV, in quanto in base alle linee guida è possibile parfre dai 3anni con intervallo di 5 anni. Nella fascia di età 3/31-64: test HPV ogni 5 anni con il Pap test come test di triage nelle donne HPV posifve.

46 Ministero della Salute DiparFmento di Sanità Pubblica e dellʼinnovazione Direzione Generale della Prevenzione Piano nazionale della prevenzione l intervallo di screening nell ambito di programmi organizza* di popolazione dopo un test HPV primario nega*vo deve essere di almeno 5 anni. Ci sono prove che il rischio di CIN di alto grado fino a 5 anni dopo un test HPV negafvo e inferiore a quello fino a 3 anni dopo una citologia normale, mentre la probabilità di colposcopie e trayamenf inufli sarebbe invece plausibilmente rilevante con intervalli triennali dopo test HPV negafvo lo screening basato sul test HPV non deve iniziare prima dei 3/35 anni di età. Ci sono prove che soyo i 3 anni lo screening basato sul test HPV conduce a sovradiagnosi di CIN2 che sarebbero regredite spontaneamente, con il conseguente rischio di sovratrayamento. Inoltre qualche sovradiagnosi e plausibile anche tra 3 e 34 anni.

47 Protocollo di screening per carcinoma della cervice uterina con HPV primario Pap test ogni 3 anni HPV test ogni 5 anni Nuovo programma ASL Vallecamonica- Sebino: 9 round Pap test ogni 3 anni HPV test ogni 5 anni Nuovo programma ASL Vallecamonica- Sebino: 1 round

48 Grazie per l a>enzione

Il Pap test di triage

Il Pap test di triage La Citologia negli screening oncologici Roma, 19 novembre 2014 Il Pap test di triage nello screening con test HPV Maria Luisa Schiboni UOC Anatomia Patologica, Osp S.Giovanni - Roma Il Pap test di triage

Dettagli

Massimo Confortini Direttore Laboratorio Prevenzione Oncologica ISPO Firenze

Massimo Confortini Direttore Laboratorio Prevenzione Oncologica ISPO Firenze LA CITOLOGIA NEGLI SCREENING ONCOLOGICI Roma 19 Novembre 2014 IL PAP TEST NEI DIVERSI SCENARI: SIMILITUDINI E DIFFERENZE Massimo Confortini Direttore Laboratorio Prevenzione Oncologica ISPO Firenze Bertozzi

Dettagli

Come cambia lo screening carcinoma della cervice uterina in Basilicata.

Come cambia lo screening carcinoma della cervice uterina in Basilicata. Come cambia lo screening carcinoma della cervice uterina in Basilicata. Georgios Papanikolaou va in soffitta? Sergio Schettini ONCOLOGICI Regione Basilicata Dipartimento Sicurezza e Solidarietà Sociale

Dettagli

Significato e modalità di triage nello screening con HPV test

Significato e modalità di triage nello screening con HPV test La sorveglianza epidemiologica dello screening dei tumori del collo dell utero nella Regione Emilia Romagna e le prospettive di studio Seminario di studio Bologna 25 Marzo 2013 Significato e modalità di

Dettagli

Il Test HPV come test di screening primario: la scelta della Regione Toscana Prof. Gianni Amunni

Il Test HPV come test di screening primario: la scelta della Regione Toscana Prof. Gianni Amunni Il Test HPV come test di screening primario: la scelta della Regione Toscana Prof. Gianni Amunni Direttore Istituto per lo studio e la prevenzione oncologica ISPO Direttore Istituto Toscani Tumori (ITT)

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE DI VALLECAMONICA-SEBINO

AZIENDA SANITARIA LOCALE DI VALLECAMONICA-SEBINO RELAZIONE dicembre RAZIONALE L evidenza scientifica che l infezione da Papilloma Virus Umano (HPV) è la causa necessaria del carcinoma cervicale ha aperto nuovi scenari in termini di prevenzione primaria

Dettagli

I progetti pilota HPV in Veneto

I progetti pilota HPV in Veneto I progetti pilota HPV in Veneto Utilizzo del test per la ricerca dell HPV nello screening del cervicocarcinoma triage delle ASC-US triage delle LSIL in donne > 35 anni come indicatore di recidiva Raccomandazioni

Dettagli

NUOVI SCREENING: UNA RIVOLUZIONE?

NUOVI SCREENING: UNA RIVOLUZIONE? NUOVI SCREENING: UNA RIVOLUZIONE? Nuovi programmi di screening Montale, 18 Ottobre 2014 Villa Castello Smilea HPV E CARCINOMA CERVICALE L infezione da HPV è un passaggio essenziale per lo sviluppo delle

Dettagli

SEMINARIO DI CITOLOGIA E CITOGENETICA: ASPETTATIVE E PROSPETTIVE PER UN BIOLOGO Roma 23 Ottobre 2013 QUALE CITOLOGIA NEL FUTURO PROSSIMO

SEMINARIO DI CITOLOGIA E CITOGENETICA: ASPETTATIVE E PROSPETTIVE PER UN BIOLOGO Roma 23 Ottobre 2013 QUALE CITOLOGIA NEL FUTURO PROSSIMO SEMINARIO DI CITOLOGIA E CITOGENETICA: ASPETTATIVE E PROSPETTIVE PER UN BIOLOGO Roma 23 Ottobre 2013 QUALE CITOLOGIA NEL FUTURO PROSSIMO Massimo Confortini Direttore SC Citopatologia SC Citologia Analitica

Dettagli

Risultati del triage e del follow-up post-trattamento con HPV-DNA test

Risultati del triage e del follow-up post-trattamento con HPV-DNA test Lo screening per la prevenzione dei tumori della cervice uterina in Emilia Romagna Risultati del triage e del follow-up post-trattamento con HPV-DNA test Bologna, 29 marzo 2011 HPV TEST NEL TRIAGE DI ASC-US

Dettagli

PROGETTO DI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA

PROGETTO DI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA Allegato A PROGETTO DI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA Background Epidemiologico Esclusi i carcinomi della cute, In Italia i cinque tumori più frequentemente diagnosticati

Dettagli

Convegno Nazionale GISCi Lo Screening in tempo di crisi L Aquila 20-22 giugno 2012

Convegno Nazionale GISCi Lo Screening in tempo di crisi L Aquila 20-22 giugno 2012 Convegno Nazionale GISCi Lo Screening in tempo di crisi L Aquila 20-22 giugno 2012 L esperienza della Regione Umbria nell attivazione dello screening primario con test HPV-DNA hr Basilio Ubaldo Passamonti

Dettagli

I risultati dello studio pilota del HPV DNA test come test di screening nella Provincia di Reggio Emilia

I risultati dello studio pilota del HPV DNA test come test di screening nella Provincia di Reggio Emilia I risultati dello studio pilota del HPV DNA test come test di screening nella Provincia di Reggio Emilia SONIA PRANDI - CINZIA CAMPARI LUISA PATERLINI - TERESA RUBINO TITOLO DEL PROGETTO MINISTERIALE Progetto

Dettagli

GESTIONE INFORMATICA E ASPETTI ORGANIZZATIVI

GESTIONE INFORMATICA E ASPETTI ORGANIZZATIVI GESTIONE INFORMATICA E ASPETTI ORGANIZZATIVI HPV come test primario di screening 23-30 settembre 21-28 ottobre 2014 Cristina Larato PROTOCOLLO INVITO PAP TEST < 30 anni e rand cito Test HPV. Protocollo

Dettagli

Progetto pilota HPV di Torino. Lo stato dell arte. G Ronco CPO Piemonte

Progetto pilota HPV di Torino. Lo stato dell arte. G Ronco CPO Piemonte Progetto pilota HPV di Torino. Lo stato dell arte G Ronco CPO Piemonte Progetto pilota HPV Donne invitate Numero di donne invitate (ultimo invito 31/08/2012) BRACCIO HPV 62606 PAP 52616 Totale 115222 Progetto

Dettagli

Lo screening del carcinoma cervico vaginale in Italia

Lo screening del carcinoma cervico vaginale in Italia Lo screening del carcinoma cervico vaginale in Italia Bologna 30 Gennaio 2014 Guglielmo Ronco CPO Piemonte Elaborazione dati: Pamela Giubilato. Adesione all invito Survey su attività 2010-2012 ITALIA NORD

Dettagli

Lo screening tramite il test HPV: protocollo ed aspetti organizzativi

Lo screening tramite il test HPV: protocollo ed aspetti organizzativi Screening del cervicocarcinoma con il test per l HPV Rovigo, 13 ottobre 2010 Lo screening tramite il test HPV: protocollo ed aspetti organizzativi Manuel Zorzi Registro Tumori del Veneto - IOV Utilizzo

Dettagli

Prevenzione del carcinoma del collo dell utero

Prevenzione del carcinoma del collo dell utero Prevenzione del carcinoma del collo dell utero Prevenzione primaria : agisce sulla causa del tumore (HPV alto rischio) e sui cofattori (stile di vita) Interviene su tutta la popolazione indistintamente

Dettagli

Convegno Nazionale GISCi Lo Screening nel futuro - l evoluzione dello screening Viterbo 16-17 giugno 2011

Convegno Nazionale GISCi Lo Screening nel futuro - l evoluzione dello screening Viterbo 16-17 giugno 2011 Convegno Nazionale GISCi Lo Screening nel futuro - l evoluzione dello screening Viterbo 16-17 giugno 2011 HPV-DNA hr test di I livello: i risultati di fattibilità della Regione Umbria Basilio Ubaldo Passamonti

Dettagli

La prevenzione di genere in provincia di Ferrara: a che punto siamo Il carcinoma del collo dell utero

La prevenzione di genere in provincia di Ferrara: a che punto siamo Il carcinoma del collo dell utero La prevenzione di genere in provincia di Ferrara: a che punto siamo Il carcinoma del collo dell utero Paola Garutti Modulo di UnitàOperativa Semplice in coordinamento degli screening Clinica Ostetrica

Dettagli

Venezia, 27-28 maggio 2010 Scuola Grande San Giovanni Evangelista

Venezia, 27-28 maggio 2010 Scuola Grande San Giovanni Evangelista REGIONE LAZIO DAL PAP TEST AI VACCINI: LE NUOVE OPPORTUNITÀ NELLA PREVENZIONE DEL CANCRO CERVICALE Venezia, 27-28 maggio 2010 Scuola Grande San Giovanni Evangelista Test HPV I livello: I PROGETTI MULTICENTRICI

Dettagli

Il nuovo documento post-colposcopia. commento dai professionisti

Il nuovo documento post-colposcopia. commento dai professionisti Il nuovo documento post-colposcopia. commento dai professionisti Ginecologi Mario Sideri Preventive Gynecology Unit Istituto Europeo di Oncologia Milano INTRODUZIONE Le indicazioni si differenziano a seconda

Dettagli

sviluppare l attività del Centro di Documentazione sui rischi cancerogeni ambientali e diffondere informazioni sui rischi di cancerogenità;

sviluppare l attività del Centro di Documentazione sui rischi cancerogeni ambientali e diffondere informazioni sui rischi di cancerogenità; REGIONE PIEMONTE BU20 16/05/2013 Deliberazione della Giunta Regionale 23 aprile 2013, n. 21-5705 Approvazione della modifica del programma regionale di screening oncologico, "Prevenzione Serena" per i

Dettagli

Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Progetto di consolidamento dello screening del cercivocarcinoma La popolazione target del Veneto è di circa 1.350.000 donne e programmi di screening citologico sono attivi in tutte le 21 Aziende ULSS della

Dettagli

I Programmi di Screening Citologico: criticità e prospettive

I Programmi di Screening Citologico: criticità e prospettive I Programmi di Screening Citologico: criticità e prospettive Marcello Vettorazzi Riunione annuale Screening Citologico Padova, 21 novembre 2007 Carcinoma della Cervice in Veneto 200 nuovi casi/anno (8.6

Dettagli

Area per la Promozione della Salute, delle Persone e delle Pari Opportunità

Area per la Promozione della Salute, delle Persone e delle Pari Opportunità Area per la Promozione della Salute, delle Persone e delle Pari Opportunità Assessorato alle Politiche della Salute Servizio Programmazione Assistenza Territoriale e Prevenzione Il presente allegato, parte

Dettagli

Laboratori unificati per il test HPV: problemi di organizzazione e controlli di qualita

Laboratori unificati per il test HPV: problemi di organizzazione e controlli di qualita Laboratori unificati per il test HPV: problemi di organizzazione e controlli di qualita Laura De Marco 1, Anna Gillio Tos 1, Carla Contessa 2 1 Centro Unificato Screening Cervico Vaginale, AOU Città della

Dettagli

La formazione: chi come quando?

La formazione: chi come quando? La formazione: chi come quando? Livia Giordano CPO Piemonte CHI FORMARE? Formazione: chi Operatori del call centre Screening Prelevatori Citologi MMG Anatomo Patologi Ginecologi Ginecologi 2 livello Extra

Dettagli

Strategie di screening a confronto: citologia versus HPV test

Strategie di screening a confronto: citologia versus HPV test Strategie di screening a confronto: citologia versus HPV test Elena Casolati U.O Ostetricia e Ginecologia Azienda ospedaliera Polo Universitario L.Sacco Quali devono essere le caratteristiche ideali di

Dettagli

HPV test come test primario di screening: cosa sta cambiando

HPV test come test primario di screening: cosa sta cambiando Seminario PASSI, Roma, 27 Settembre 2012 HPV test come test primario di screening: cosa sta cambiando Paolo Giorgi Rossi Servizio Interaziendale di Epidemiologia, AUSL Reggio Emilia HPV e screening: la

Dettagli

GIORNATA DI VALUTAZIONE DEI PROGRAMMI DI SCREENING CITOLOGICO DELLA REGIONE LAZIO

GIORNATA DI VALUTAZIONE DEI PROGRAMMI DI SCREENING CITOLOGICO DELLA REGIONE LAZIO Verbale della GIORNATA DI VALUTAZIONE DEI PROGRAMMI DI SCREENING CITOLOGICO DELLA REGIONE LAZIO Giovedì 12 giugno 2008 Istituto Superiore di Sanità, Aula Bovet Presenti Laziosanità- ASP: CRCM 1 : ONS 2

Dettagli

SCREENING CON HPV DNA TEST

SCREENING CON HPV DNA TEST SCREENING CON HPV DNA TEST L HPV ha un ruolo etiologico nella carcinogenesi Progressione della malattia Il DNA virale è rintracciabile in tutte le fasi Epitelio normale Infezione da HPV CIN I CIN II CIN

Dettagli

Tumore del collo dell utero e screening citologico in Veneto

Tumore del collo dell utero e screening citologico in Veneto Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Corso regionale sulla rosolia congenita e nuove strategie di prevenzione Villafranca, 5 ottobre 2007 Tumore

Dettagli

GISCI 2011- Viterbo Innovazione e ricerca nei programmi di screening della regione Lazio

GISCI 2011- Viterbo Innovazione e ricerca nei programmi di screening della regione Lazio GISCI 2011- Viterbo Innovazione e ricerca nei programmi di screening della regione Lazio A. Barca, P. Giorgi Rossi Laziosanità - ASP Nuove tecnologie nella prevenzione del cervico-carcinoma: la ricerca

Dettagli

Le proponiamo un appuntamento per il giorno <gg/mm/aaa> alle ore <00.00> presso l ambulatorio di via <indirizzo>, Roma

Le proponiamo un appuntamento per il giorno <gg/mm/aaa> alle ore <00.00> presso l ambulatorio di via <indirizzo>, Roma La Regione Lazio e la ASL Roma XY La invitano a partecipare ad un programma di prevenzione del tumore del collo dell utero rivolto alle donne di età compresa fra i 25 e 64 anni. Il programma ha lo scopo

Dettagli

Screening oncologici

Screening oncologici Screening oncologici Il Centro Screening Oncologici, fa parte della UOC di Igiene e Sanità Pubblica nel Dipartimento di Prevenzione ed il Responsabile della struttura è il Dott. Francesco Silvio Congiu.

Dettagli

Il GiISCi ed il Controllo di qualità nello screening citologico cervico-vaginale: Cosa è cambiato.

Il GiISCi ed il Controllo di qualità nello screening citologico cervico-vaginale: Cosa è cambiato. Il GiISCi ed il Controllo di qualità nello screening citologico cervico-vaginale: Cosa è cambiato. Paolo Dalla Palma Trento Indicatori screening Cervico-vaginale 1. Estensione Teorica o estensione dei

Dettagli

PAP TEST. Guida alla esecuzione ed interpretazione dei referti citologici

PAP TEST. Guida alla esecuzione ed interpretazione dei referti citologici PAP TEST Guida alla esecuzione ed interpretazione dei referti citologici UOS di Citopatologia UO di Anatomia ed Istologia Patologica UO di Microbiologia e Virologia Ospedale San Bortolo, Vicenza Revisione

Dettagli

Protocollo operativo per lo screening del tumore della cervice uterina. con test HPV primario

Protocollo operativo per lo screening del tumore della cervice uterina. con test HPV primario Protocollo operativo per lo screening del tumore della cervice uterina con test HPV primario ALLEGATO A Indice Obiettivo Razionale Protocollo di screening con HPV primario Modalità di avvio del programma

Dettagli

Le survey, le criticità. Lo screening cervicale: La survey PAP-Test La survey HPV

Le survey, le criticità. Lo screening cervicale: La survey PAP-Test La survey HPV Le survey, le criticità Lo screening cervicale: La survey PAP-Test La survey HPV Discussione: Francesca Carozzi Survey commenti Survey : Buona stabilità del sistema screening tradizionale Siamo arrivati

Dettagli

Lo screening citologico con il test HPV nella Regione Veneto: come e quando

Lo screening citologico con il test HPV nella Regione Veneto: come e quando Lo screening citologico con il test HPV nella Regione Veneto: come e quando dr.ssa Annamaria Del Sole (Coordinamento Regionale Screening Regione del Veneto) Bassano del Grappa, 28/12/2014 http://www.epiprev.it

Dettagli

Prove di screening a Rebibbia

Prove di screening a Rebibbia Verona 14 Dicembre 2010 Prove di screening a Rebibbia M. Mangia F. Odoardi E. Rossi UOC Programmi Di Prevenzione e Screening Asl RmB I detenuti e gli internati hanno diritto, al pari dei cittadini in stato

Dettagli

Introduzione del test HPV come test di screening primario: un analisi di Budget Impact. Guglielmo Ronco, CPO Piemonte Maria Calvia

Introduzione del test HPV come test di screening primario: un analisi di Budget Impact. Guglielmo Ronco, CPO Piemonte Maria Calvia Introduzione del test HPV come test di screening primario: un analisi di Budget Impact. Guglielmo Ronco, CPO Piemonte Maria Calvia Introduzione del test HPV: un analisi di Budget Impact. Caratteristiche

Dettagli

Il report HTA Italiano sull HPV come test primario di screening. Risultati dai progetti pilota

Il report HTA Italiano sull HPV come test primario di screening. Risultati dai progetti pilota Osservatorio Nazionale Screening, Palermo, 12-10 Dicembre 2012 Il report HTA Italiano sull HPV come test primario di screening. Risultati dai progetti pilota Paolo Giorgi Rossi Servizio Interaziendale

Dettagli

Il Pap test come test primario nello screening

Il Pap test come test primario nello screening Il Pap test come test primario nello screening Antonella Pellegrini UOC Anatomia Patologica Az. Osp. S.Giovanni-Addolorata Roma Lo screening non è fare un Test Cosa è lo screening? un esame sistematico,

Dettagli

La prevenzione del tumore della cervice uterina in Regione Lombardia. Ottobre 2013

La prevenzione del tumore della cervice uterina in Regione Lombardia. Ottobre 2013 La prevenzione del tumore della cervice uterina in Regione Lombardia Ottobre 2013 Introduzione Con DGR 6683/2007 Programma per la prevenzione del carcinoma della cervice uterina in regione Lombardia le

Dettagli

Il TEST HPV come test primario nello Screening Cervicale

Il TEST HPV come test primario nello Screening Cervicale Il TEST HPV come test primario nello Screening Cervicale L esperienza del Centro Unificato Screening di Torino Anna Gillio Tos Centro Unificato per lo Screening Cervico Vaginale Ospedale S. Giovanni Antica

Dettagli

PROGETTO DI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA

PROGETTO DI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA PROGETTO DI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA 1. Background Epidemiologico Il carcinoma della cervice uterina è per importanza, nel mondo, dopo il carcinoma della mammella,la

Dettagli

Screening del carcinoma mammario in Regione Lombardia. Aggiornamento 2012

Screening del carcinoma mammario in Regione Lombardia. Aggiornamento 2012 Screening del carcinoma mammario in Regione Lombardia Aggiornamento 2012 Ottobre 2013 INTRODUZIONE Il presente documento descrive l aggiornamento al 2012 dei dati di attività e risultato dello screening

Dettagli

PAPILLOMA VIRUS UMANO E CARCINOMA DELLA CERVICE

PAPILLOMA VIRUS UMANO E CARCINOMA DELLA CERVICE PAPILLOMA VIRUS UMANO E CARCINOMA DELLA CERVICE Lo screening come forma di prevenzione LE INFEZIONI DA HPV (PAPILLOMA VIRUS UMANO) Cos è l HPV? L HPV è una categoria di virus molto diffusa. La trasmissione

Dettagli

Convegno Annuale GISCi 2004

Convegno Annuale GISCi 2004 Convegno Annuale GISCi 2004 Matera 11-12 marzo 2004 INDAGINE CONOSCITIVA SULLA COMUNICAZIONE NELLO SCREENING DELLA CERVICE UTERINA Relatore Dr.ssa A. Iossa Gruppo sulla comunicazione del GISCi Nato nel

Dettagli

HPV e piano di prevenzione ASL: programma di screening nella fascia 25-64 anni

HPV e piano di prevenzione ASL: programma di screening nella fascia 25-64 anni Corso di formazione ASL- Ospedale di Mantova Ospedale e territorio. Dalla fisiologia alla patologia nell ambito materno-infantile Incontro del 12 marzo 2013 RELAZIONE: HPV e piano di prevenzione ASL: programma

Dettagli

PREVENZIONE DEI TUMORI DEL COLLO DELL'UTERO: SCREENING E VACCINAZIONE. Dr Claudio Lombardi Ospedale Alzano Lombardo

PREVENZIONE DEI TUMORI DEL COLLO DELL'UTERO: SCREENING E VACCINAZIONE. Dr Claudio Lombardi Ospedale Alzano Lombardo PREVENZIONE DEI TUMORI DEL COLLO DELL'UTERO: SCREENING E VACCINAZIONE Dr Claudio Lombardi Ospedale Alzano Lombardo SCREENING Un programma di screening per il cervicocarcinoma include: Scelta del test di

Dettagli

IL TUMORE DELLA MAMMELLA NEL MONDO

IL TUMORE DELLA MAMMELLA NEL MONDO IL TUMORE DELLA MAMMELLA NEL MONDO In tutto il mondo il carcinoma della mammella è il tumore più frequente nella popolazione femminile, sia per incidenza sia per mortalità. L Organizzazione Mondiale della

Dettagli

L aggiornamento professionale in citologia

L aggiornamento professionale in citologia L aggiornamento professionale in citologia Antonella Pellegrini UOC Anatomia Patologica Azienda Ospedaliera S. Giovanni-Addolorata, Roma SEMINARIO DI CITOLOGIA E CITOGENETICA: ASPETTATIVE E PROSPETTIVE

Dettagli

Gli screening oncologici. Maria Serena GALLONE

Gli screening oncologici. Maria Serena GALLONE Gli screening oncologici Maria Serena GALLONE Prevenzione PRIMARIA SECONDARIA TERZIARIA Cosa è lo screening? Esame sistema2co, condo7o con mezzi clinici, strumentali o con test di laboratorio finalizzato

Dettagli

Regione Toscana e ASL 1 di Massa e Carrara Servizio Sanitario della Toscana Liceo Artistico Statale Artemisia Gentileschi Progetto per migliorare l informazione ed il rapporto con i cittadini, attuato

Dettagli

Friuli Venezia Giulia: perché restare al pap test

Friuli Venezia Giulia: perché restare al pap test GISCi - Convegno Nazionale 2014 Firenze, 12-13 giugno 2014 Friuli Venezia Giulia: perché restare al pap test Antonella Franzo Regione FVG Il contesto regionale Regione FVG: 1.200.000 abitanti Popolazione

Dettagli

Lo screening per il carcinoma colorettale Napoli 13 dicembre 2006

Lo screening per il carcinoma colorettale Napoli 13 dicembre 2006 Agenzia Regionale Sanitaria Lo screening per il carcinoma colorettale Napoli 13 dicembre 2006 L organizzazione del programma di screening Dr.ssa G. Grazzini Protocollo organizzativo RESIDENTI 50-70ENNI

Dettagli

TEST HPV come test primario

TEST HPV come test primario TEST HPV come test primario Dallo studio di fattibilità allo screening regionale in Piemonte Anna Gillio Tos Centro Unificato per lo Screening Cervico Vaginale S. Giovanni Antica Sede AOU Città della Salute

Dettagli

Introduzione. Scopo dello studio. Materiali e metodi

Introduzione. Scopo dello studio. Materiali e metodi Indicazioni attuali all utilizzo dell HPV-DNA test nello screening del carcinoma del collo dell utero: gestione del Pap test anormale con esito ASCUS (Atipie delle Cellule Squamose di Significato Indeterminato)

Dettagli

OSPEDALE SAN GIOVANNI ANTICA SEDE DI TORINO

OSPEDALE SAN GIOVANNI ANTICA SEDE DI TORINO OSPEDALE SAN GIOVANNI ANTICA SEDE DI TORINO Apertura attività del centro 3 giugno 2009 BACKGROUND DGR 111 3632 del 2/8/2006 (riorganizzazione screening) Gruppo di Lavoro Regione, CPO, SIAPEC 2007/2008

Dettagli

I Programmi di Screening attraverso le Survey. Lo screening cervicale. Le criticità

I Programmi di Screening attraverso le Survey. Lo screening cervicale. Le criticità Ministero della Salute Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie Conferenza del Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome I Programmi di Screening attraverso le Survey

Dettagli

HPV test come test primario di screening: perchè, come e quando? E i costi?

HPV test come test primario di screening: perchè, come e quando? E i costi? HPV test come test primario di screening: perchè, come e quando? E i costi? Paolo Giorgi Rossi AUSL Reggio Emilia HPV e screening: la storia 1970 Ipotesi sul nesso causale 1980 1990 2000 2010 Accertamento

Dettagli

Regione Puglia. PROGETTO DI ATTIVAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING CERVICALE DELLA REGIONE PUGLIA Integrato con un progetto per il triage HPV-DNA

Regione Puglia. PROGETTO DI ATTIVAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING CERVICALE DELLA REGIONE PUGLIA Integrato con un progetto per il triage HPV-DNA ALLEGATO C Regione Puglia PROGETTO DI ATTIVAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING CERVICALE DELLA REGIONE PUGLIA Integrato con un progetto per il triage HPV-DNA (ai sensi della Legge 138/2004 e dell Intesa

Dettagli

Convegno Nazionale GISCi Gestire il cambiamento

Convegno Nazionale GISCi Gestire il cambiamento Convegno Nazionale GISCi Gestire il cambiamento Studio pilota Regione Umbria-ASL1 C.Castello-Gubbio Venezia 27-28 maggio 2010 Tecnology Assessment: LBC (citologia in fase liquida) e HPV-DNA HR come test

Dettagli

R e g i o n e L a z i o

R e g i o n e L a z i o R e g i o n e L a z i o Titolo del programma: Innovazione tecnologica PS su mammella, cervice uterina e colon-retto Identificativo della Linea di intervento generale: 3.1 Prevenzione della popolazione

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 3003 Seduta del 09/01/2015

DELIBERAZIONE N X / 3003 Seduta del 09/01/2015 DELIBERAZIONE N X / 3003 Seduta del 09/01/2015 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI MARIA CRISTINA CANTU' CRISTINA

Dettagli

Lo screening con HPV DNA come test primario

Lo screening con HPV DNA come test primario Bologna, 21 novembre 2014 Lo screening con HPV DNA come test primario Paolo Giorgi Rossi Servizio Interaziendale di Epidemiologia, AUSL Reggio Emilia Argomenti trattati Storia naturale del cancro della

Dettagli

Diagnosi precoce delle neoplasie del collo dell utero

Diagnosi precoce delle neoplasie del collo dell utero Diagnosi precoce delle neoplasie del collo dell utero La neoplasia del collo dell utero a livello mondiale rappresenta ancora il secondo tumore maligno della donna, con circa 500.000 nuovi casi stimati

Dettagli

CONFERENZA STAMPA. Presentazione del convegno Prevenzione Brescia. 10 anni di screening oncologico 19 gennaio 2015

CONFERENZA STAMPA. Presentazione del convegno Prevenzione Brescia. 10 anni di screening oncologico 19 gennaio 2015 DIREZIONE GENERALE SERVIZIO ATTIVITA SPERIMENTALI E MALATTIE RARE U.O. Comunicazione viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030/3838315 Fax 030/3838280 E-mail: comunicazione@aslbrescia.it CONFERENZA

Dettagli

DOCUMENTO DI ANALISI DEI MACROREQUISITI FUNZIONALI DEL SOFTWARE PER LA GESTIONE DELLO SCREENING DEL TUMORE DELLA CERVICE UTERINA

DOCUMENTO DI ANALISI DEI MACROREQUISITI FUNZIONALI DEL SOFTWARE PER LA GESTIONE DELLO SCREENING DEL TUMORE DELLA CERVICE UTERINA REGIONE MARCHE P.F. INFORMATICA Progetto: Consolidamento dello screening del tumore della cervice uterina Data: 31/12/2007 Stato: definitivo DOCUMENTO DI ANALISI DEI MACROREQUISITI FUNZIONALI DEL SOFTWARE

Dettagli

I Programmi di Screening

I Programmi di Screening III Conferenza Aziendale di Educazione alla Salute 15 Marzo 2006 I Programmi di Screening Silvia Brezzi Responsabile U.O. Coordinamento dei Programmi di Screening Angela Brachini Referente Comunicazione

Dettagli

NEWSLETTER Pap test in provincia di Trento

NEWSLETTER Pap test in provincia di Trento Direzione per la Promozione e l'educazione alla Salute NEWSLETTER Pap test in provincia di Trento Anno 2003 A cura del gruppo tecnico di valutazione del Pap test Luglio 2004 Gruppo tecnico di valutazione

Dettagli

L esperienza del primo triennio di uno screening con HPV

L esperienza del primo triennio di uno screening con HPV L esperienza del primo triennio di uno screening con HPV Regione Abruzzo Dr. Vincenzo Maccallini vmaccallini@asl1abruzzo.it Unità Organizzativa Aziendale di Screening - Pescina (AQ) Screening Oncologico

Dettagli

Gestione delle donne con ASC-US che sono HPV-hr negative

Gestione delle donne con ASC-US che sono HPV-hr negative PROPOSTA di revisione indicazioni test HPV-hr all interno del programma di screening per il carcinoma cervicale: - Triage ASC-US E LSIL - Follow up post colposcopia negativa o istologia CIN1 in donne con

Dettagli

Raccomandazioni sul test HR-HPV come test di screening. rivisitazione del ruolo del Pap test

Raccomandazioni sul test HR-HPV come test di screening. rivisitazione del ruolo del Pap test Raccomandazioni sul test HR-HPV come test di screening primario e rivisitazione del ruolo del Pap test Versione elaborata: dal Gruppo di lavoro GISCi: Rivisitazione del ruolo del Pap test e dell HPV-DNA

Dettagli

La survey classica. Lo screening del carcinoma cervico vaginale in Italia. Cinzia Campari Pamela Giubilato Tutti i programmi che inviano i dati

La survey classica. Lo screening del carcinoma cervico vaginale in Italia. Cinzia Campari Pamela Giubilato Tutti i programmi che inviano i dati Lo screening del carcinoma cervico vaginale in Italia La survey classica Cinzia Campari Pamela Giubilato Tutti i programmi che inviano i dati Perugia 27-28 Gennaio 2015 Ministero della Salute Centro Nazionale

Dettagli

Loro sedi. OGGETTO: Programma regionale per la prevenzione del carcinoma della cervice uterina

Loro sedi. OGGETTO: Programma regionale per la prevenzione del carcinoma della cervice uterina Giunta Regionale Direzione Generale Sanità Data 18/02/2010 Protocollo H1.2010.0006860 Circolare n. 5 /SAN/2010 Ai Direttori Generali Ai Direttori Sanitari Ai Direttori Sociali delle ASL Ai Direttori Generali

Dettagli

PIEMONTE: ESPERIENZA CON HC2 E TP

PIEMONTE: ESPERIENZA CON HC2 E TP PIEMONTE: ESPERIENZA CON HC2 E TP Laura De Marco Centro Unificato Screening Cervico Vaginale AOU Città della Salute e della Scienza S. Giovanni Antica Sede - Torino WORKSHOP PRECONGRESSUALE IL TEST HPV

Dettagli

DECRETO n. 170 del 13/03/2014

DECRETO n. 170 del 13/03/2014 ASL di Brescia Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 - www.aslbrescia.it - informa@aslbrescia.it Posta certificata: servizioprotocollo@pec.aslbrescia.it

Dettagli

Analisi organizzativa

Analisi organizzativa 1 Dott.ssa Cristina Nicolai Responsabile Organizzativa Screening Analisi organizzativa Massa Carrara, 9/07/2009 Revisione 10.04.2013 1 Massa Carrara 10/04/2013 Protocollo organizzativo Cervice Screening

Dettagli

Estensione e Miglioramento del Programma per lo Screening Oncologico del Cancro della Cervice Uterina.

Estensione e Miglioramento del Programma per lo Screening Oncologico del Cancro della Cervice Uterina. Regione Abruzzo - Assessorato alla Sanità Piano Nazionale della Prevenzione 200 2007 (Intesa Stato Regioni 23 Marzo 200) Legge 138 del 2004 art. 2 bis Estensione e Miglioramento del Programma per lo Screening

Dettagli

- programma di screening per i tumori della cervice uterina - programma di screening per i tumori della mammella

- programma di screening per i tumori della cervice uterina - programma di screening per i tumori della mammella DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Servizio di Medicina Preventiva nelle Comunità CENTRO DI PREVENZIONE DEI TUMORI FEMMINILI - programma di screening per i tumori della cervice uterina - programma di screening

Dettagli

CORSO PRATICO DI FORMAZIONE ALL UTILIZZO DEL SOFTWARE GESTIONALE WEB-BASED DEL SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE DEI PROGRAMMI DI SCREENING ONCOLOGICI

CORSO PRATICO DI FORMAZIONE ALL UTILIZZO DEL SOFTWARE GESTIONALE WEB-BASED DEL SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE DEI PROGRAMMI DI SCREENING ONCOLOGICI CORSO PRATICO DI FORMAZIONE ALL UTILIZZO DEL SOFTWARE GESTIONALE WEB-BASED DEL SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE DEI PROGRAMMI DI SCREENING ONCOLOGICI Il corso ha l obiettivo di illustrare il nuovo Sistema

Dettagli

Sistema informativo dei programmi con HPV, centralizzazione cambiamenti software. Luisa Paterlini AUSL Reggio Emilia

Sistema informativo dei programmi con HPV, centralizzazione cambiamenti software. Luisa Paterlini AUSL Reggio Emilia Sistema informativo dei programmi con HPV, centralizzazione cambiamenti software Luisa Paterlini AUSL Reggio Emilia PREMESSA 1/2 report HTA italiano Ricerca del DNA di papilloma virus umano (HPV) come

Dettagli

Il programma di screening della cervice uterina: risultati, criticità e prospettive

Il programma di screening della cervice uterina: risultati, criticità e prospettive CORSO di FORMAZIONE Strategie di comunicazione e advocacy per promuovere lo screening della cervice uterina presso le fasce di popolazione più svantaggiate evento residenziale: Cesena, 15 e 16 ottobre

Dettagli

Ricerca del DNA di papilloma virus umano (HPV) come test primario per lo screening dei precursori del cancro del collo uterino

Ricerca del DNA di papilloma virus umano (HPV) come test primario per lo screening dei precursori del cancro del collo uterino Ricerca del DNA di papilloma virus umano (HPV) come test primario per lo screening dei precursori del cancro del collo uterino Il documento di riferimento è il Rapporto HTA su screening del cervicocarcinoma

Dettagli

LA DISPLASIA CERVICALE: FOLLOW UP FOLLOW IN RICORDO DI GIOIA MONTANARI TORINO, 17 GIUGNO 2013 IL FOLLOW UP COLPOSCOPICO: COME?

LA DISPLASIA CERVICALE: FOLLOW UP FOLLOW IN RICORDO DI GIOIA MONTANARI TORINO, 17 GIUGNO 2013 IL FOLLOW UP COLPOSCOPICO: COME? LA DISPLASIA CERVICALE: FOLLOW UP FOLLOW UP FOLLOW UP IN RICORDO DI GIOIA MONTANARI TORINO, 17 GIUGNO 2013 IL FOLLOW UP COLPOSCOPICO: COME? GIOVANNI MAINA Colposcopia Ospedale S.Anna/Centro Laser SC Ginecologia

Dettagli

REGIONE SICILIANA PIANO NAZIONALE DELLA PREVENZIONE 2005-2007

REGIONE SICILIANA PIANO NAZIONALE DELLA PREVENZIONE 2005-2007 REGIONE SICILIANA PIANO NAZIONALE DELLA PREVENZIONE 2005-2007 I PROGETTI DELLA REGIONE SICILIA SUGLI SCREENING ONCOLOGICI Lo screening della cervice uterina Dott. Saverio Ciriminna Dirigente Generale Ispettorato

Dettagli

GESTIONE INTEGRATA SCREENING CERVICOVAGINALE: ASL E OSPEDALE IN RETE

GESTIONE INTEGRATA SCREENING CERVICOVAGINALE: ASL E OSPEDALE IN RETE DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO SERVIZIO DI MEDICINA PREVENTIVA NELLE COMUNITA Via dei Toscani 1-46100 Mantova - Tel. 0376 334210 - Fax 0376 334222 GESTIONE INTEGRATA SCREENING CERVICOVAGINALE: ASL

Dettagli

Diagnosi precoce delle neoplasie del collo dell utero

Diagnosi precoce delle neoplasie del collo dell utero Diagnosi precoce delle neoplasie del collo dell utero La neoplasia del collo dell utero a livello mondiale rappresenta ancora il secondo tumore maligno della donna, con circa 500.000 nuovi casi stimati

Dettagli

L esperienza a Reggio Emilia del test HPV come screening primario e il laboratorio d Area Vasta - LU

L esperienza a Reggio Emilia del test HPV come screening primario e il laboratorio d Area Vasta - LU L esperienza a Reggio Emilia del test HPV come screening primario e il laboratorio d Area Vasta - LU Sonia Prandi Centro di Citologia Cervicovaginale di Screening Arcispedale S. Maria Nuova I.R.C.C.S.

Dettagli

Screening oncologici rivolti alla popolazione femminile Integrazione con i Medici di Medicina Generale Accordo

Screening oncologici rivolti alla popolazione femminile Integrazione con i Medici di Medicina Generale Accordo Premessa Screening oncologici rivolti alla popolazione femminile Integrazione con i Medici di Medicina Generale Accordo Il Piano Oncologico Nazionale (PON) 2010-2012 conferma che i Programmi organizzati

Dettagli

Prof. Marisa Arpesella Dipartimento di Sanità Pubblica e Neuroscienze Sezione igiene

Prof. Marisa Arpesella Dipartimento di Sanità Pubblica e Neuroscienze Sezione igiene Screening Prof. Marisa Arpesella Dipartimento di Sanità Pubblica e Neuroscienze Sezione igiene Definizione Con il termine di screening, si intende un esame sistematico condotto con mezzi clinici, strumentali

Dettagli

Screening Oncologico della Cervice Uterina

Screening Oncologico della Cervice Uterina Screening Oncologico della Cervice Uterina Aggiornamento delle Linee Guida Regione Abruzzo Dr. Vincenzo Maccallini vmaccallini@asl1abruzzo.it Unità Organizzativa Aziendale di Screening - Pescina (AQ) L

Dettagli

RE-INGEGNERIZZAZIONE DELLA PREVENZIONE INDIVIDUALE E PROGRAMMI DI SCREENING: EFFICACIA, QUALITÀ E SOSTENIBILITÀ

RE-INGEGNERIZZAZIONE DELLA PREVENZIONE INDIVIDUALE E PROGRAMMI DI SCREENING: EFFICACIA, QUALITÀ E SOSTENIBILITÀ Workshop ONS Venezia, 26 maggio 2010 RE-INGEGNERIZZAZIONE DELLA PREVENZIONE INDIVIDUALE E PROGRAMMI DI SCREENING: EFFICACIA, QUALITÀ E SOSTENIBILITÀ Tavola rotonda con le Regioni Gianni Amunni Istituto

Dettagli

Gentile signora, Carlo Lusenti

Gentile signora, Carlo Lusenti Gentile signora, I programmi di screening per la prevenzione e la diagnosi precoce dei tumori della mammella e del collo dell utero sono in corso nella nostra regione dal 1996, rappresentando un elemento

Dettagli

Programma di screening della Provincia di Reggio Emilia. Sonia Prandi

Programma di screening della Provincia di Reggio Emilia. Sonia Prandi Programma di screening della Provincia di Reggio Emilia Sonia Prandi Che cos è un programma di screening? E un intervento programmato di prevenzione secondaria - diagnosi precoce effettuato dal Servizio

Dettagli

La riconversione del programma di screening dei tumori del collo dell utero in Emilia Romagna: il punto della situazione.

La riconversione del programma di screening dei tumori del collo dell utero in Emilia Romagna: il punto della situazione. La riconversione del programma di screening dei tumori del collo dell utero in Emilia Romagna: il punto della situazione Carlo Naldoni Ricerca del DNA di papilloma virus umano (HPV) come test primario

Dettagli