Il corpo, per quello che riguarda il nostro argomento, è formato fondamentalmente dalle seguenti strutture:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il corpo, per quello che riguarda il nostro argomento, è formato fondamentalmente dalle seguenti strutture:"

Transcript

1

2 Premessa Andare sugli sci è un po come andare in bicicletta: non si dimentica mai. Lo sci è uno sport tecnico, quindi anche un soggetto non preparato dal punto di vista fisico, ma che possiede una buona tecnica, può scendere senza problemi da qualunque pista. Finché si è giovani si può sciare in relativa sicurezza grazie all elasticità delle articolazioni, chi invece non è più giovanissimo si sarà sicuramente trovato qualche volta ad affrontare improvvisamente un calo drastico delle energie, con sensazione di dolore alle gambe o crampi; in queste condizioni è più facile cadere. Quindi non è importante solo rispolverare o migliorare la tecnica ma anche avere una struttura fisica preparata ed in grado di sopportare tutte le sollecitazioni alle quali lo sci sottopone. Quasi tutti, pur sapendo che è sbagliato, continuano a non fare ginnastica presciistica; la logica conseguenza è che sciare senza un'adeguata preparazione fisica espone al rischio di infortuni perché la resistenza di muscoli e articolazioni è molto minore in un soggetto non allenato. Con la stagione invernale alle porte, il miglior consiglio che vi possiamo dare è di pensare seriamente ad una buona preparazione atletica che vi permetta di raggiungere e mantenere una buona efficienza fisica, migliorare il movimento specifico della sciata, e prevenire gli infortuni. Lo scopo di questa guida, specie nella descrizione degli esercizi da eseguire, non è quello di preparare uno sciatore agonista, né di prepararvi ad un salto di qualità tecnico, ma di fornire consigli su come si può allenare uno sciatore che vuole divertirsi in sicurezza sfruttando al massimo le capacità tecniche che possiede. 1

3 La struttura fisica 2 Il corpo, per quello che riguarda il nostro argomento, è formato fondamentalmente dalle seguenti strutture: - quella muscolare - quella osteo-articolare-tendinea - quella cardio-vascolare Il sistema più facile da allenare è quello muscolare; i muscoli infatti hanno un ottima memoria e, a parte il fastidio di qualche piccolo dolore muscolare a seguito delle prime sedute di allenamento, i muscoli iniziano da subito a recuperare il tono e la forza.

4 Diverso è il discorso legato al condizionamento articolare. Ad esempio, i tendini (che hanno la funzione di connettere i muscoli all articolazione), sono strutture molto meno elastiche dei muscoli. È per questo che gran parte degli incidenti sugli sci interessano le articolazioni piuttosto che le strutture muscolari. L articolazione del ginocchio Un altro aspetto fondamentale da curare prima di rimettersi gli scarponi ai piedi, specie per chi non è più giovanissimo, è l efficienza dell apparato cardio-vascolare. Infatti tale aspetto diventa sempre più importante man mano che si va avanti con l età. Il cuore, anche se involontario, è pur sempre un muscolo e come tale va allenato al pari del resto del corpo. La maggior parte delle persone tende sempre a sovrastimare il proprio stato di preparazione fisica finendo così per correre dei rischi inutili; indubbiamente è meglio prevenire che curare.

5 La preparazione fisica allo sci La ricerca ha dimostrato che la tecnica, da sola, non basta per migliorare le prestazioni sugli sci, una adeguata preparazione atletica è un fattore chiave. Le esigenze fisiche sono importanti nello sci, visto che facilmente si raggiungono i 40/50 kmh (e oltre...), questo richiede una combinazione di fattori come equilibrio, forza e coordinazione. Pertanto curare la componente atletica è fondamentale nello sciatore per migliorare le sue performance e per ottenere la massima soddisfazione dal proprio sport. Essere in forma non porta solo ad un movimento del corpo più naturale, migliora anche la abilità con gli sci e rende la sciata più divertente, inoltre permette di sciare per tempi più lunghi senza quel fastidioso senso di stanchezza che spesso ci raggiunge dopo alcune ore sulle piste. Entrare in forma è importante per rendere i tendini, i muscoli e i legamenti più forti e flessibili, fondamentalmente ci sono tre fattori che possono davvero aiutare chi scia: forza muscolare,flessibilità e capacità cardiovascolare (aerobica). Forza muscolare È basilare per mantenere una posizione atletica solida durante una lunga giornata di sci. La forza muscolare sviluppa la capacità dello sciatore di avere il totale controllo anche a velocità sostenute o durante curve impegnative su pendii ripidi. Migliora anche la abilità di gestire repentini cambi di direzione in caso di terreni irregolari. Uno sciatore, superata la fase iniziale (quella della sciata da principianti ), deve essere in grado di superare le leggi della fisica grazie ad una adeguata forza che consente un preciso controllo del corpo per scivolare 4

6 efficacemente lungo il pendio. Lo sci è uno sport che coinvolge principalmente l uso delle gambe, un ottimo aiuto si può avere da alcune attività come l'escursionismo, ciclismo o altre attività sportive che possono sviluppare i muscoli delle gambe. Flessibilità È il fattore fisico più importante nella prevenzione delle lesioni. Una buona flessibilità è la capacità di estendere i tessuti connettivi e muscolari quanto necessario senza interessamento negativo di giunzioni e articolazioni. Focalizzate l allenamento per la flessibilità su gambe, schiena, spalle e fianchi. I tendini ed i legamenti intorno alle articolazioni devono essere flessibili ma forti. Lo stretching effettuato in serie da circa secondi per ogni esercizio, prima e dopo gli allenamenti, sicuramente è un ottimo aiuto. Capacità cardiovascolare (aerobica) È la capacità di mantenere una determinata attività fisica per un tempo considerevolmente lungo. È possibile sviluppare resistenza attraverso attività ricreative come il pattinaggio, il nuoto e la bicicletta, un ottimo allenamento si ottiene utilizzando i rollerblade in quanto si utilizzano gli stessi muscoli e movimenti dello sci. Sono comunque utili tutti gli esercizi aerobici e tutte le attività che vanno a generare una attività cardiaca di circa 120 battiti al minuto per diversi minuti di fila, per sviluppare resistenza sugli sci. Non esitate a integrare l allenamento cardio nelle vostre attività quotidiane, evitando l'ascensore e facendo le scale o andando a piedi invece di prendere l auto (quando è possibile), per esempio. 5

7 L allenamento specifico per lo sci L'importanza della specificità Specificità in questo caso sta per allenamento focalizzato prevalentemente su determinati gruppi muscolari necessari per eseguire un movimento specifico. Il modo migliore per allenarsi per uno sport, quindi, è quello di prevedere delle sessioni di allenamento che includano i movimenti effettuati durante lo sport stesso, assicurandosi che la simulazione dei movimenti (nel nostro caso quelli dello sci) siano parte della sessione. Lo sci dipende molto da un buon movimento laterale delle gambe, per cui le sessioni di allenamento dovranno necessariamente concentrarsi sullo sviluppo o il potenziamento della forza muscolare di quadricipiti, bicipiti femorali e polpacci e dovrebbero includere movimenti e piegamenti laterali come quelli che si effettuano sulla neve. Un altro effetto benefico che si riceve da questi esercizi è l ottimo apporto in termini si agilità e velocità nei movimenti associati alla potenza muscolare e al rafforzamento delle articolazioni. 6

8 Esercizi di presciistica I seguenti esercizi aumentano non solo la forza, ma anche l'equilibrio, preparandoci fisicamente al meglio per affrontare le importanti sollecitazioni a cui sottopone lo sci. Gli esercizi devono essere eseguiti in serie (3-4) da più ripetizioni (che variano a seconda della preparazione fisica di chi li esegue), alternate tra loro da circa 1 minuto di recupero (si è recuperato quando la sensazione di affanno intenso va ad esaurirsi). 1. Prima fase: Riscaldamento E molto importante eseguire alcuni esercizi di riscaldamento prima di allenare la muscolatura. Cinque minuti di corsa (volendo anche sul posto nella stanza adibita all allenamento) sono sufficienti per riscaldare adeguatamente muscoli, articolazioni e apparato cardio-circolatorio. Se si hanno a disposizione step o cyclette, vanno benissimo cinque minuti di esercizio con carico molto basso. 2. Seconda fase: Allenamento muscolare Esercizio n. 1: Squat 7

9 Con l aiuto di una asta di legno (ad esempio un manico di scopa) da impugnare come mostrato nell immagine, eseguire dei lenti piegamenti raggiungendo, verso il basso, una posizione simile ad una seduta, mantenendo la posizione per 1-2 secondi e risalendo spingendo prevalentemente sui talloni fino alla posizione eretta. Eseguire un numero di ripetizioni adeguate al vostro livello di allenamento: Soggetti non allenati: 3 x 8-10 ripetizioni Soggetti che fanno attività sportiva : 4 x ripetizioni Soggetti che fanno attività sportiva intensa (es.spinning): 5 x ripetizioni Esercizio n. 2: Squat a gamba singola Con l aiuto di uno sgabello, una sedia o un qualsiasi supporto stabile alto tra i 30 e i 50 cm, eseguire dei lenti piagamenti con la gamba che poggia a terra come mostrato nell immagine, tenendo la schiena dritta e usando le braccia per mantenere l equilibrio. Eseguire un numero di ripetizioni adeguate al vostro livello di allenamento: Soggetti non allenati: 3 x 5-8 ripetizioni per gamba Soggetti che fanno attività sportiva : 4 x 8-10 ripetizioni per gamba Soggetti che fanno attività sportiva intensa: 5 x ripetizioni per gamba 8

10 Esercizio n. 3: Affondi 9 Questo esercizio è molto importante in quanto fornisce un valido aiuto per l equilibrio, oltre che un concreto rafforzamento di tutti i muscoli della gamba, infatti sono interessati i quadricipiti, i bicipiti femorali e i polpacci. Come mostrato nell immagine, il movimento simula una camminata a media falcata con il piegamento della gamba che si è portata in avanti. Per una corretta esecuzione dell esercizio è necessario effettuare lentamente il piegamento, mentre la fase di distensione può essere più veloce ( ricordate la specificità, in questo caso si sta simulando lo sforzo della gamba durante la sciata). Come sempre, eseguire un numero di ripetizioni adeguate al vostro livello di allenamento: Soggetti non allenati: 3 x 5-8 ripetizioni per gamba Soggetti che fanno attività sportiva : 4 x 10 ripetizioni per gamba Soggetti che fanno attività sportiva intensa: 5 x ripetizioni per gamba Esercizio n. 4: Balzi in appoggio

11 Questo esercizio tonifica la muscolatura e favorisce la reattività delle gambe mentre sono sottoposte a sforzo. Inoltre tonifica gli addominali e i muscoli lombari. Con le braccia poggiate a terra, eseguite dei balzi con le gambe unite (come mostrato nell immagine). In questo caso il movimento deve essere il più possibile fluido e continuo. Eseguite un numero di ripetizioni adeguate al vostro livello di allenamento: Soggetti non allenati: 3 x 5-6 ripetizioni Soggetti che fanno attività sportiva : 4 x 8-10 ripetizioni Soggetti che fanno attività sportiva intensa: 5 x ripetizioni Esercizio n. 5: Balzi laterali Questo è l esercizio di presciistica che più di tutti rispetta la specificità. Aiuta moltissimo nella simmetria dei movimenti togliendo il difetto che molti hanno di fare una curva in maniera più corretta rispetto all altra. Con l ausilio di un ostacolo, che sarà piccolo per chi non è allenato e diventerà sempre più grande (per esempio uno sgabello) man mano che si acquisisce padronanza con il movimento, bisogna eseguire dei salti laterali come quelli mostrati nell immagine, facendo attenzione a tenere le ginocchia sempre alla stessa distanza. La fase di atterraggio deve essere eseguita in piegamento lento, come se si stesse eseguendo una lunga curva con gli sci, mentre la fase di balzo deve essere effettuata con la massima esplosività per permettere il superamento dell ostacolo. Usate le braccia per favorire i movimenti ed arrivate a simulare con queste ultime la stessa posizione che hanno nello sci. Essendo questo un esercizio specifico, è consigliabile effettuare 4/5 serie di balzi, tanti quanto vi permette il livello di allenamento; più se ne fanno, più si è in grado di effettuare dei buoni movimenti per un tempo prolungato in una discesa sulla neve. 10

12 11 Esercizio n. 6: flessioni a braccia larghe Anche lo sviluppo e la tonicità della parte superiore del corpo riveste la sua importanza, per questo ci dedicheremo con questo esercizio all allenamento delle spalle e dei dorsali (muscoli protagonisti), oltre che del petto, braccia, addominali e lombari (muscoli antagonisti). In base al livello di allenamento, vanno eseguite 3-4 serie di flessioni, le ripetizioni dovranno essere ad esaurimento cioè tante quante se ne riescono a fare. Esercizio n. 7: Flessioni a braccia strette In questo caso ci dedichiamo alla muscolatura del petto e delle braccia (protagonisti) Anche in quasto caso, in base al livello di allenamento, vanno eseguite 3-4 serie di flessioni, le ripetizioni dovranno essere ad esaurimento. Esercizio n. 8: Addominali

13 Anche gli addominali, vista l importanza del lavoro che fanno come muscoli stabilizzatori, vanno adeguatamente allenati. 12 Come mostrato nell immagine, da sdraiati si portano le gambe in alto e le braccia, alternativamente, vanno portate più vicino possibile ai piedi. 3-4 serie ad esaurimento per ogni seduta di allenamento sono sufficienti. Esercizio n. 9: Addominali Altre 3-4 serie dell esercizio mostrato nell immagine andranno a completare il lavoro per gli addominali. Come si può vedere, con le mani dietro la nuca, il gomito destro va portato a contatto con il ginocchio sinistro e viceversa. 3. Terza fase: Stretching e defaticamento L allenamento per la flessibilità è una parte fondamentale di ogni sessione di lavoro fisico per tutti gli sport perchè è in grado di contribuire a ridurre il rischio di lesioni. E' importante prendersi del tempo per allungare muscoli ed articolazioni subito dopo ogni sessione di allenamento, mentre i muscoli sono ancora caldi. Lo stretching aiuta muscoli, tendini e articolazioni in genere a mantenere la necessaria elasticità in azione. Vediamo ora alcuni esercizi da fare al termine del nostro allenamento. 1. Allungamento in affondo Mantenere questa posizione per secondi, poi invertire la posizione delle gambe. Ripetere due volte.

14 2. Allungamento per femorali e polpacci Mantenere la posizione mostrata nell immagine per 20 secondi, poi invertire il piede in sollevamento. Due volte per gamba. 3. Allungamento di schiena e braccia a gambe piegate Mantenere la posizione mostrata per tre volte e per tempi progressivamente più lunghi: secondi 4. Allungamento totale Mantenere la posizione mostrata nell immagine, spingendo più in alto possibile con le mani, per 3 volte da 30 secondi. 13

15 14 Conclusioni Naturalmente tutti voi sapete che esistono centinaia di esercizi diversi che si possono fare e quanto sopra descritto rappresenta solo una piccola parte di essi. In termini di quantità (serie e ripetizioni) il carico di lavoro è sempre soggettivo e la situazione ideale si può avere frequentando una palestra e facendosi preparare un programma personalizzato da un istruttore. Questa guida, quindi, vuole essere un piccolo aiuto per chi non ha la possibilità di frequentare una palestra ma ha la volontà di fare qualcosa per il proprio corpo, avendo compreso l importanza di eseguire un programma di allenamento presciisctico per godere al massimo e in sicurezza delle discese con gli sci sui pendii innevati, grazie alla maggiore forza e resistenza. Chi sta leggendo questo opuscolo è spinto sicuramente dalla stessa nostra sfrenata passione per la neve, soltanto il fatto di avere in qualche modo potuto trasmettere quanto è importante prendersi cura del proprio fisico per sciare meglio e più serenamente, è per noi motivo di grande soddisfazione. Per chi invece aveva bisogno di conoscere alcuni esercizi da poter fare a casa, siamo felici di avervi mostrato alcuni dei tanti che si possono fare in una stanza, senza necessariamente andare il palestra o disporre di particolari macchinari, l unica cosa veramente necessaria è un pò di buona volontà. Se siamo riusciti a portare anche un piccolo contributo al vostro benessere, il nostro personale obiettivo è stato raggiunto. Buone sciate a tutti. Gianni Iacovone ed il direttivo dello Sci Club

Ginnastica preparatoria

Ginnastica preparatoria Ginnastica preparatoria Le attività di una ginnastica per attività sportiva sono essenzialmente 4: Riscaldamento muscolare allungamento dei muscoli tonificazione (potenziamento ) muscolare minimo allenamento

Dettagli

Lo Stretching per il ciclista 17 semplici esercizi

Lo Stretching per il ciclista 17 semplici esercizi 2012 Lo Stretching per il ciclista 17 semplici esercizi Una raccolta di esercizi specifici per chi pratica ciclismo a tutti i livelli dall'agonista al semplice cicloturista De Servi Giuseppe STUDIO BIOMEC

Dettagli

Esercizi per la fatigue

Esercizi per la fatigue Esercizi per la fatigue È stato dimostrato che, praticando una costante e adeguata attività fisica, la sensazione di fatigue provata dal paziente si riduce notevolmente e che di conseguenza si ottiene

Dettagli

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

L allenamento posturale per il Biker di Saverio Ottolini

L allenamento posturale per il Biker di Saverio Ottolini L allenamento posturale per il Biker di Saverio Ottolini Saverio Ottolini L allenamento posturale per il biker www.mtbpassione.com L allenamento posturale per il biker Per chi si allena e gareggia in Mountain

Dettagli

SPECIFICHE dello SPORT di INTERESSE (Triathlon): N ALLENAMENTI SETTIMANALI: 5(Lunedì, martedì, mercoledì,giovedì,sabato)

SPECIFICHE dello SPORT di INTERESSE (Triathlon): N ALLENAMENTI SETTIMANALI: 5(Lunedì, martedì, mercoledì,giovedì,sabato) ATLETA: SPORT di INTERESSE: Paolo Rossi Triathlon Riccardo Monzoni Dottore in Scienze Motorie rm1989@hotmail.it 3406479850 DATI SOCIO richiedente: NOME: Paolo COGNOME: Rossi ETA : 34 PESO (Kg): 78 ALTEZZA

Dettagli

FIBS I MANUALI DEL CNT ALLENARE IL BRACCIO DEL LANCIATORE

FIBS I MANUALI DEL CNT ALLENARE IL BRACCIO DEL LANCIATORE FIBS I MANUALI DEL CNT Tratto da The Pitching Edge di Tom House Tom House BASEBALL FIBS-CNT 1 L Allenamento con i Pesi per i Lanciatori non è Body Building L obiettivo è ottenere una forza bilanciata e

Dettagli

Scuola Tecnici Federali- Direzione Agonistica Fondo TEST MOTORI

Scuola Tecnici Federali- Direzione Agonistica Fondo TEST MOTORI Scuola Tecnici Federali- Direzione Agonistica Fondo TEST MOTORI Per la valutazione dei giovani sciatori di fondo L obiettivo principale dell allenamento giovanile è di assicurare ai giovani una valida

Dettagli

LO STRETCHING. Metodiche di stretching. Tecniche di stretching statico

LO STRETCHING. Metodiche di stretching. Tecniche di stretching statico LO STRETCHING Chi corre deve avere una buona flessibilità per esprimere al meglio il proprio potenziale e per non incorrere in continui ed invalidanti infortuni. La flessibilità è l insieme della mobilità

Dettagli

Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching

Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching Consigli generali Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching muscolare. Quando l hai eseguito quanto più comodamente possibile, rimani così per 5-10 secondi e poi

Dettagli

CONSIGLI DI ALLENAMENTO PER. T.T. CESENATICO RUNNING / NUOTO Periodo Invernale (Gennaio Febbraio - Marzo)

CONSIGLI DI ALLENAMENTO PER. T.T. CESENATICO RUNNING / NUOTO Periodo Invernale (Gennaio Febbraio - Marzo) CONSIGLI DI ALLENAMENTO PER T.T. CESENATICO RUNNING / NUOTO Periodo Invernale (Gennaio Febbraio - Marzo) marinitraining.com Pagine: 1/5 File: Consigli_Generali_TT_CESENATICO_20130123.doc A cura di: Riccardo

Dettagli

Associazione Italiana Arbitri Settore Tecnico: Modulo per la Preparazione Atletica

Associazione Italiana Arbitri Settore Tecnico: Modulo per la Preparazione Atletica Associazione Italiana Arbitri Settore Tecnico: Modulo per la Preparazione Atletica ARBITROCLUB SEZIONE A.I.A. AREZZO Linee Guida Programma di allenamento auto-diretto Caro Associato, di seguito troverai

Dettagli

RUNNING. il re degli allenamenti

RUNNING. il re degli allenamenti Naturale, dimagrante, ottima per tonificare il cuore e il sistema circolatorio. E soprattutto a costo zero. La corsa è un training senza eguali e le giornate di questo periodo, tiepide e gradevoli, invitano

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Comitato Regionale Veneto PERIODO PREPARATORIO Stagione Sportiva 2010-2011

ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Comitato Regionale Veneto PERIODO PREPARATORIO Stagione Sportiva 2010-2011 ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Comitato Regionale Veneto PERIODO PREPARATORIO Stagione Sportiva 2010-2011 La durata del lavoro sarà di circa tre settimane per poi passare

Dettagli

MESOCICLO ARBITRI PERIODO AGONISTICO

MESOCICLO ARBITRI PERIODO AGONISTICO MESOCICLO ARBITRI PERIODO AGONISTICO (Modulo) 10' Corsa (Borg 2-3) Inserendo anche corsa laterale 5' Stretching Dinamico 5' Andature (Skip, Corsa, Calciata, Scivolamenti laterali ecc. 3x10m) 3x Allungo

Dettagli

Core Training, Allenamento Funzionale per il portiere di calcio.

Core Training, Allenamento Funzionale per il portiere di calcio. Core Training, Allenamento Funzionale per il portiere di calcio. Il portiere di calcio oltre a dover possedere ottime qualità tecniche, deve avere delle componenti fisiche molto importanti, in grado di

Dettagli

Esercizi per la Prevenzione degli Infortuni

Esercizi per la Prevenzione degli Infortuni Associazione Italiana Arbitri - AIA Settore Tecnico: Modulo Preparazione Atletica Esercizi per la Prevenzione degli Infortuni AIA CAN-D Stagione Agonistica 2010-2011 Prevenzione Infortuni Introduzione

Dettagli

GLI ESERCIZI UTILI PER IL MAL DI SCHIENA

GLI ESERCIZI UTILI PER IL MAL DI SCHIENA Il benessere della colonna vertebrale dipende strettamente dalla tonicità dei muscoli della schiena. Se i muscoli sono forti ed elastici grazie allo svolgimento regolare dell attività fisica, la colonna

Dettagli

La prima mezza maratona

La prima mezza maratona Allenamento/ passo successivo La prima mezza maratona A cura della redazione Foto: Michele Tusino Siete ormai in grado di correre per un ora. E adesso? Quanti chilometri riuscite a percorrere in questi

Dettagli

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro Introduzione Che si lavori seduti o in piedi, la mancanza di movimento legata a una postura statica prolungata può a lungo andare

Dettagli

Occhio alle giunture La migliore prevenzione

Occhio alle giunture La migliore prevenzione Occhio alle giunture La migliore prevenzione 1 Suva Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Telefono 041

Dettagli

ARTROPROTESI TOTALE DEL GINOCCHIO

ARTROPROTESI TOTALE DEL GINOCCHIO 1 www.ortopediaweb.net ARTROPROTESI TOTALE DEL GINOCCHIO Le informazioni contenute in questo opuscolo rappresentano un aiuto per il corretto avvicinamento all intervento ed una guida alla riabilitazione

Dettagli

10 Modulo. Attività motoria II

10 Modulo. Attività motoria II 10 Modulo Attività motoria II Argomenti MET specifici Programmi di attività motoria MET e Prevenzione dei TUMORI Cancro del seno: 9 MET settimana Cancro colon retto: 18 MET settimana Cancro prostata: 30

Dettagli

servizio di Emidia Melideo, con la consulenza di Matteo Maniero, personal trainer

servizio di Emidia Melideo, con la consulenza di Matteo Maniero, personal trainer Più tonica e soda Hai sempre guardato con sospetto i classici pesini, pensando che non facessero per te? Dai un occhiata a queste foto e scoprirai tanti esercizi semplici in grado di scolpirti dalla testa

Dettagli

La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce

La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce 4. Esercizi raccomandati La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce una indicazione ed un invito ad adottare un vero e proprio stile di vita sano, per tutelare l integrità e conservare

Dettagli

Protocollo numero 1 - recupero breve, scatti

Protocollo numero 1 - recupero breve, scatti Protocolli di lavoro a corpo libero Il lavoro ad alta intensità a corpo libero: 6 protocolli di allenamento ad alta intensità da svolgere a corpo libero. 6 diverse schede di allenamento ad alta intensità

Dettagli

Esercizi per il potenziamento e la stabilizzazione della muscolatura

Esercizi per il potenziamento e la stabilizzazione della muscolatura Esercizi per il potenziamento e la stabilizzazione della muscolatura Specifico per il tiro con la pistola ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

SCHEDA ESERCIZI CONCENTRICI ED ECCENTRICI con attrezzi isotonici

SCHEDA ESERCIZI CONCENTRICI ED ECCENTRICI con attrezzi isotonici SCHEDA ESERCIZI CONCENTRICI ED ECCENTRICI con attrezzi isotonici 1 Riscaldamento : saltelli funicella Note : esercizio ottimale per le gambe e polpacci per la spinta verso l'alto (contrazione concentrina)

Dettagli

Riscaldamento/Rilassamento

Riscaldamento/Rilassamento Riscaldamento/Rilassamento Eseguite ciascuno dei movimenti almeno quattro volte da ogni lato in maniera lenta e controllata. Non trattenete il respiro. 1) Testa Sollevate e abbassate la testa. Fissate

Dettagli

Aumentare la forza muscolare

Aumentare la forza muscolare Una delle migliori vie per migliorare il proprio rendimento in salita, è allenare la forza resistente. La forza resistente si allena principalmente in due modi: 1. aumentare il grado di forza dei muscoli

Dettagli

VADEMECUM PER L ATTIVITA FISICA A CASA ( tra faccende domestiche e attrezzi di fortuna)

VADEMECUM PER L ATTIVITA FISICA A CASA ( tra faccende domestiche e attrezzi di fortuna) NON SOLO PALESTRA... VADEMECUM PER L ATTIVITA FISICA A CASA ( tra faccende domestiche e attrezzi di fortuna) L attività vuole rendere consapevoli i ragazzi che l attività motoria può essere svolta anche

Dettagli

La forza. In movimento Marietti Scuola 2010 De Agostini Scuola S.p.A. Novara

La forza. In movimento Marietti Scuola 2010 De Agostini Scuola S.p.A. Novara La forza La definizione di forza Per forza s intende la capacità dell apparato neuro- muscolare di vincere o contrapporsi a un carico esterno con un impegno muscolare. La classificazione della forza Tipi

Dettagli

Settore Tecnico A.I.A.

Settore Tecnico A.I.A. Settore Tecnico A.I.A. Corso Arbitro di Calcio Stagione Sportiva 2008/09 Associazione Italiana Arbitri: Corso Arbitro di Calcio Lezione n. 5 5.1. Proposta Routine Riscaldamento Pre-Gara 5.2. Valutazione

Dettagli

TEST PER LA VERIFICA DELLE CAPACITÀ MOTORIE Testo e disegni di Stelvio Beraldo

TEST PER LA VERIFICA DELLE CAPACITÀ MOTORIE Testo e disegni di Stelvio Beraldo PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO: TEST PER LA VERIFICA DELLE CAPACITÀ MOTORIE Testo e disegni di Stelvio Beraldo TEST PER LA FORZA ESPLOSIVA: Salto in alto da fermo da gambe semi-piegate (Sergeant) - Salto

Dettagli

IL VALORE DELLA GINNASTICA DOLCE E RIABILITATIVA LIFETRAIL Una palestra all aria aperta

IL VALORE DELLA GINNASTICA DOLCE E RIABILITATIVA LIFETRAIL Una palestra all aria aperta IL VALORE DELLA GINNASTICA DOLCE E RIABILITATIVA LIFETRAIL Una palestra all aria aperta LIFETRAIL è un innovativo sistema concepito per la ginnastica dolce e riabilitativa della terza e quarta età. Si

Dettagli

AIA Stagione agonistica 2015-2016 Programma Pre-Campionato Assistenti Arbitri CRA:

AIA Stagione agonistica 2015-2016 Programma Pre-Campionato Assistenti Arbitri CRA: AIA Stagione agonistica 2015-2016 Programma Pre-Campionato Assistenti Arbitri CRA: Caro Assistente Arbitro, in quanto segue ti viene proposto un programma di massima utile per permetterti di affrontare

Dettagli

ALLENAMENTO CICLISMO PER I TRIATLETI

ALLENAMENTO CICLISMO PER I TRIATLETI ALLENAMENTO CICLISMO PER I TRIATLETI Premessa L elaborazione di un programma di allenamento deve tener conto dei concetti basilari della metologia. Lo scopo di quanto andremo ad esporre è principalmente

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

In forma sulla neve. Per praticare lo sci è importante avere una buona preparazione atletica. PRIMO PIANO. A cura di Maurizio Verdolino *

In forma sulla neve. Per praticare lo sci è importante avere una buona preparazione atletica. PRIMO PIANO. A cura di Maurizio Verdolino * A cura di Maurizio Verdolino * PRIMO PIANO In forma sulla neve Per praticare lo sci è importante avere una buona preparazione atletica. rchiviate le nuotate, le passeggiate sulla spiaggia e le piacevolissime

Dettagli

Preparazione fisica a cura del ComSubIn

Preparazione fisica a cura del ComSubIn Preparazione fisica a cura del ComSubIn PREMESSA Il seguente piano di allenamento è frutto dell'esperienza fatta dalla Scuola Incursori ed ha sempre dato buoni risultati. Esso è indirizzato agli individui,

Dettagli

Esercizi per collo, spalle e braccia.

Esercizi per collo, spalle e braccia. DA FARE IN CASA - Esercizi pratici per mantenersi in forma. Esercizi per collo, spalle e braccia. 1 - Muscoli spalle e braccia Sdraiati sulla schiena, sollevare un leggero peso sulla testa e flettendo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE E STESURA DEL PROGRAMMA D ALLENAMENTO CON I SOVRACCARICHI. dott. Alessandro Ganzini

PROGRAMMAZIONE E STESURA DEL PROGRAMMA D ALLENAMENTO CON I SOVRACCARICHI. dott. Alessandro Ganzini PROGRAMMAZIONE E STESURA DEL PROGRAMMA D ALLENAMENTO CON I SOVRACCARICHI dott. Alessandro Ganzini Principi generali dell allenamento Specificità Es. Gli schemi di movimento devono essere simili allo sport

Dettagli

Test per gli arti superiori

Test per gli arti superiori Test per gli arti superiori TF 1 Lancio della palla medica È uno dei più classici e semplici test per la forza, che si fa lanciando palle di vario peso. Chi è più alto è favorito perché ha leve più lunghe

Dettagli

PROGRAMMA D ALLENAMENTO

PROGRAMMA D ALLENAMENTO PROGRAMMA D ALLENAMENTO Prof. Marco Celia PRIMA SETTIMANA LUNEDI-GIOVEDI -SABATO CORSA CONTINUA 30 MINUTI VELOCITA 5 A KM PROGRESSIONI SUI 100 METRI 6 RIPETUTE CON 1 MIN.DI RECUPERO OPPURE 30 MINUTI DI

Dettagli

Train hard or go home. Tecniche di Allenamento. by Federico Focherini

Train hard or go home. Tecniche di Allenamento. by Federico Focherini Train hard or go home Tecniche di Allenamento by Federico Focherini introduzione AVVERTENZA: Questa sezione ha finalità puramente informativa e descrive le tecniche di allenamento utilizzate da un atleta

Dettagli

ESERCIZI PER GLI ADDOMINALI

ESERCIZI PER GLI ADDOMINALI ESERCIZI PER GLI ADDOMINALI BREVE ANATOMIA DEGLI ADDOMINALI La parete addominale è interamente rivestita da muscolatura la cui tonicità occupa importanza estetica e funzionale, garantendo la tenuta dei

Dettagli

PREVENZIONE E CURA DEL MAL DI SCHIENA

PREVENZIONE E CURA DEL MAL DI SCHIENA PREVENZIONE E CURA DEL MAL DI SCHIENA Indicazioni Generali Gli esercizi Consigli utili Indicazioni generali Questo capitolo vuole essere un mezzo attraverso il quale si posso avere le giuste informazioni

Dettagli

DOLORE ALLA PIANTA DEL PIEDE: FASCITE PLANTARE

DOLORE ALLA PIANTA DEL PIEDE: FASCITE PLANTARE DOLORE ALLA PIANTA DEL PIEDE: FASCITE PLANTARE Con il termine fascite s intende l infiammazione di una fascia anatomica, nel caso specifico della fascite plantare si fa riferimento ad un processo infiammatorio

Dettagli

Serie. Codice 30PA312. 30pa10000. 30pa10004cl. 30pa10013 30pa10012 30pa10015. Serie Percorso 16 staz. Codice 30PA316. Codice stazione.

Serie. Codice 30PA312. 30pa10000. 30pa10004cl. 30pa10013 30pa10012 30pa10015. Serie Percorso 16 staz. Codice 30PA316. Codice stazione. Percorso staz. Percorso staz. 0PA0 0pa000cl 0pa00 Percorso 0 staz. 0PA 0 0pa000cl 0pa000 0pa000 0pa00 0pa00 0pa00 0pa000 0pa000 Si tratta di un insieme armonico di stazioni per esercizi fisici, studiati

Dettagli

Il programma d allenamento «L 11». Le vostre domande le nostre risposte. Per allenatori

Il programma d allenamento «L 11». Le vostre domande le nostre risposte. Per allenatori Il programma d allenamento «L 11». Le vostre domande le nostre risposte. Per allenatori Suva Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni Casella postale, 6002 Lucerna Per informazioni:

Dettagli

PROGRAMMA DI PREPARAZIONE PRE-RADUNO. ARBITRI - stagione sportiva 2011/2012

PROGRAMMA DI PREPARAZIONE PRE-RADUNO. ARBITRI - stagione sportiva 2011/2012 PROGRAMMA DI PREPARAZIONE PRE-RADUNO ARBITRI - stagione sportiva 2011/2012 Tutto il periodo di allenamento previsto dal programma di pre - raduno, rappresenta una fase fondamentale per creare i presupposti

Dettagli

ESERCIZI PRATICI. ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico

ESERCIZI PRATICI. ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico La al ESERCIZI PRATICI ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico L attività fisica è fondamentale per sentirsi bene e per mantenersi in forma. Eseguire degli esercizi di ginnastica dolce, nel postintervento,

Dettagli

CARTELLA STAMPA 2015 LA CAMMINATA SPORTIVA: UNO SPORT SEMPLICE ED EFFICACE

CARTELLA STAMPA 2015 LA CAMMINATA SPORTIVA: UNO SPORT SEMPLICE ED EFFICACE CARTELLA STAMPA 2015 LA CAMMINATA SPORTIVA: UNO SPORT SEMPLICE ED EFFICACE Newfeel Tonificare il corpo, rinforzare il cuore e liberare lo spirito i benefici della camminata sportiva sono molteplici. Questo

Dettagli

DURATA: 30 torsioni in totale.

DURATA: 30 torsioni in totale. Il warm up è la fase di riscaldamento generale a secco indispensabile prima di entrare in acqua. La funzione è quella di preparare il corpo allo sforzo, prevenire gli infortuni e migliorare la performance

Dettagli

ESERCIZI FISICI Esercizio 1. Schiena e spalle Esercizio 2. Collo e vertebre cervicali

ESERCIZI FISICI Esercizio 1. Schiena e spalle Esercizio 2. Collo e vertebre cervicali ESERCIZI FISICI Sono utili da eseguire prima o dopo la pratica sul pianoforte, per sciogliere, allungare e rinforzare le parti coinvolte nell azione pianistica. Devono essere affrontati con ritmo cadenzato

Dettagli

15 MINUTI AL GIORNO PER EVITARE IL MAL DI SCHIENA

15 MINUTI AL GIORNO PER EVITARE IL MAL DI SCHIENA International Pbi S.p.A. Milano Copyright Pbi SETTEMBRE 1996 15 MINUTI AL GIORNO PER EVITARE IL MAL DI SCHIENA Introduzione I muscoli e le articolazioni che danno sostegno alla nostra schiena spesso mancano

Dettagli

L'ALLENAMENTO, IL RISCALDAMENTO, LO STRETCHING

L'ALLENAMENTO, IL RISCALDAMENTO, LO STRETCHING L'ALLENAMENTO, IL RISCALDAMENTO, LO STRETCHING 1 - ALLENAMENTO FISICO O TRAINING L ALLENAMENTO consente di raggiungere e mantenere l organismo e/o le varie prestazioni a ben definiti livelli ottimali di

Dettagli

2 Risalire a letto Appoggiare il sedere al bordo del letto, con le mani appoggiate

2 Risalire a letto Appoggiare il sedere al bordo del letto, con le mani appoggiate APPENDICE ESERCIZI POST-OPERATORI CONSIGLIATI 1 Scendere dal letto Da supino a letto sollevare il tronco sostenendosi sui gomiti, portare il dorso del piede sano sotto la caviglia dell arto operato, per

Dettagli

Scrivanie regolabili in altezza

Scrivanie regolabili in altezza Scrivanie regolabili in altezza - aggiungi benessere, attività fisica e comfort alla tua giornata lavorativa LINEAR ACTUATOR TECHNOLOGY Negli ambienti di lavoro moderni l ufficio è diventato molto più

Dettagli

I Consigli di Nik D Andrea

I Consigli di Nik D Andrea I Consigli di Nik D Andrea Prima di acquistare la nostra bici, dobbiamo fare attenzione a dei piccoli ma interessanti accorgimenti, quali: le misure antropometriche e in base a queste, quelle del telaio.

Dettagli

A voi la scelta! Complimenti, siete sulla linea di partenza.

A voi la scelta! Complimenti, siete sulla linea di partenza. Complimenti, siete sulla linea di partenza. Qui inizia il vostro Zurich percorsovita «...» che avrete a vostra disposizione ogniqualvolta lo vorrete. Resistenza A voi la scelta! Troverete 15 stazioni con

Dettagli

ATTIVITA IN PISCINA. Iscrizione stagionale 23.00 (validità dal 17 settembre al 13 luglio)

ATTIVITA IN PISCINA. Iscrizione stagionale 23.00 (validità dal 17 settembre al 13 luglio) - 1 - ATTIVITA IN PISCINA Iscrizione stagionale 23.00 (validità dal 17 settembre al 13 luglio) *ACQUATICITA per BABY 0-3 anni: TESSERE AD ABBONAMENTO Quote: 4 lezioni 43.00 Sabato ore 9.20 ore 10.00 ore

Dettagli

Prof. Massimiliano Lattanzi L ALLENAMENTO MUSCOLARE TRA AGONISTI E ANTAGONISTI

Prof. Massimiliano Lattanzi L ALLENAMENTO MUSCOLARE TRA AGONISTI E ANTAGONISTI Prof. Massimiliano Lattanzi L ALLENAMENTO MUSCOLARE TRA AGONISTI E ANTAGONISTI la corsa, come qualsiasi altro movimento del nostro corpo è una sinergia di forze e allungamento un gioco di muscoli agonisti

Dettagli

Testi Andrea Frosini Foto Antonio Pavone. Introduzione

Testi Andrea Frosini Foto Antonio Pavone. Introduzione Testi Andrea Frosini Foto Antonio Pavone Introduzione Spessissimo si parla o si leggono articoli su metodologie di allenamento e, in generale, si tratta di argomenti relativi al miglioramento delle prestazioni

Dettagli

Esito del sit test Maschi Femmine

Esito del sit test Maschi Femmine TC 1 Test dell accovacciamento (sit test) È una prova estremamente semplice da eseguire, ma che richiede buona coordinazione e un perfetto equilibrio muscolare tra estensori e flessori del ginocchio. Dove

Dettagli

Spiegazione riassuntiva dei principali esercizi per la preparazione al Ghiri Sport

Spiegazione riassuntiva dei principali esercizi per la preparazione al Ghiri Sport Con la forza delle gambe, che imprimono al bacino e ai gomiti una spinta verso l alto, portare entrambe le ghirie sopra la testa, a braccia tese. La distensione delle braccia è anch essa rapida e esplosiva.

Dettagli

LE CAPACITÀ FISICHE: DEFINIZIONE E LORO SVILUPPO. Tecnico Nazionale Maurizio Castagna

LE CAPACITÀ FISICHE: DEFINIZIONE E LORO SVILUPPO. Tecnico Nazionale Maurizio Castagna LE CAPACITÀ FISICHE: DEFINIZIONE E LORO SVILUPPO Tecnico Nazionale Maurizio Castagna CAPACITÀ FISICHE E SVILUPPO LE CAPACITÀ FISICHE SONO: FORZA, RESISTENZA, RAPIDITÀ. La mobilità articolare è una capacità

Dettagli

2 Risalire a letto Appoggiare il sedere al bordo del letto, con le mani appoggiate

2 Risalire a letto Appoggiare il sedere al bordo del letto, con le mani appoggiate Vedi l'articolo completo sui consigli per la protesi d'anca su www.chirurgiarticolare.it Link diretto cliccando qui... APPENDICE ESERCIZI POST-OPERATORI CONSIGLIATI 1 Scendere dal letto Da supino a letto

Dettagli

ALLENAMENTO DELLA FORZA MASSIMA E DELLA FORZA RESISTENTE NEL CANOTTAGGIO

ALLENAMENTO DELLA FORZA MASSIMA E DELLA FORZA RESISTENTE NEL CANOTTAGGIO ALLENAMENTO DELLA FORZA MASSIMA E DELLA FORZA RESISTENTE NEL CANOTTAGGIO Testo e disegni di Stelvio Beraldo - IL RUOLO E LA PROGRAMMAZIONE DELLA FORZA NEL CANOTTAGGIO - FORZA MASSIMA: Parametri di lavoro,

Dettagli

3 TENNIS TRAINING PERIODO FONDAMENTALE 2 PROGRAMMA COMPLETO DI PREPARAZIONE ATLETICA SPECIFICA PER IL TENNISTA. www.tennisworlditalia.

3 TENNIS TRAINING PERIODO FONDAMENTALE 2 PROGRAMMA COMPLETO DI PREPARAZIONE ATLETICA SPECIFICA PER IL TENNISTA. www.tennisworlditalia. ANDREA GUARNACCIA 3 TENNIS TRAINING PROGRAMMA COMPLETO DI PREPARAZIONE ATLETICA SPECIFICA PER IL TENNISTA PERIODO FONDAMENTALE 2 DICEMBRE GENNAIO www.tennisworlditalia.com Andrea Guarnaccia Titolo TENNIS

Dettagli

ESERCIZI DOPO ARTROSCOPIA DEL GINOCCHIO Prof. Valerio Sansone Clinica Ortopedica dell Università di Milano Istituto Ortopedico Galeazzi

ESERCIZI DOPO ARTROSCOPIA DEL GINOCCHIO Prof. Valerio Sansone Clinica Ortopedica dell Università di Milano Istituto Ortopedico Galeazzi ESERCIZI DOPO ARTROSCOPIA DEL GINOCCHIO Prof. Valerio Sansone Clinica Ortopedica dell Università di Milano Istituto Ortopedico Galeazzi Esercizi iniziali Contrazioni dei muscoli flessori del ginocchio

Dettagli

Preparazione atletica per squadre giovanili (Under 13 Under 15)

Preparazione atletica per squadre giovanili (Under 13 Under 15) Silvio Brovarone - Preparazione Atletica Giovanile 1 Preparazione atletica per squadre giovanili (Under 13 Under 15) Introduzione L obiettivo specifico di un programma di preparazione atletica nel settore

Dettagli

Tabelle SPECIALE SNOWBOARD

Tabelle SPECIALE SNOWBOARD Tabelle SPECIALE SNOWBOARD Per programmare un buon allenamento per i surfer vediamo prima che forze entrano in gioco quando siamo in tavola;utilizziamo una componente di forza esplosiva,i cambi di pendenza

Dettagli

INTERVENTO DI PROTESI DI GINOCCHIO: VADEMECUM POST-OPERATORIO PER IL PAZIENTE

INTERVENTO DI PROTESI DI GINOCCHIO: VADEMECUM POST-OPERATORIO PER IL PAZIENTE INTERVENTO DI PROTESI DI GINOCCHIO: VADEMECUM POST-OPERATORIO PER IL PAZIENTE Francesco Albanese, 67 anni Ex titolare di una impresa edile Operato 5 anni fa di protesi alle ginocchia Sul sito web www.storiedivitainmovimento.it

Dettagli

IN CORPORE SANO. CARLO DOLZAN Soggetto uomo 25enne con carenza nelle gambe: come proporre una scheda di specializzazione.

IN CORPORE SANO. CARLO DOLZAN Soggetto uomo 25enne con carenza nelle gambe: come proporre una scheda di specializzazione. IN CORPORE SANO FACE TO FACE: BATTLE REVIEWS Bologna 21 febbraio 2015 CARLO DOLZAN Soggetto uomo 25enne con carenza nelle gambe: come proporre una scheda di specializzazione. Premesse La carenza di sviluppo

Dettagli

F.I.G.C. - A.I.A. / SEZIONE DI JESI

F.I.G.C. - A.I.A. / SEZIONE DI JESI PROGRAMMA PREPARAZIONE ATLETICA STAGIONE SPORTIVA 2010 2011 ---- Arbitri Eccellenza / Promozione / 1ªCategoria RISCALDAMENTO 1 Obiettivo: prepara adeguatamente la muscolatura, le articolazioni al successivo

Dettagli

www.vogliadisalute.it 13/11/2008 Schiena al sicuro sulle piste da sci

www.vogliadisalute.it 13/11/2008 Schiena al sicuro sulle piste da sci www.vogliadisalute.it 13/11/2008 Schiena al sicuro sulle piste da sci I consigli degli esperti per prevenire problemi di lombalgia: dalla scelta degli scarponi agli esercizi fisici preparatori, all attenzione

Dettagli

AIA Stagione agonistica 2015-2016 Programma Pre-Campionato Arbitri CRA:

AIA Stagione agonistica 2015-2016 Programma Pre-Campionato Arbitri CRA: AIA Stagione agonistica 2015-2016 Programma Pre-Campionato Arbitri CRA: Caro Arbitro, in quanto segue ti viene proposto un programma di massima utile per permetterti di affrontare con successo le sollecitazioni

Dettagli

Linee Guida per una Ginnastica utile per le Mani.

Linee Guida per una Ginnastica utile per le Mani. Dottor Giuseppe Internullo Specialista in Ortopedia e Traumatologia Specialista in Chirurgia della Mano e Microchirurgia Ortopedica Università di Modena. Linee Guida per una Ginnastica utile per le Mani.

Dettagli

Per arrivare sani e salvi a valle e non finire al pronto soccorso: consigli per fare sci e snowboard in sicurezza.

Per arrivare sani e salvi a valle e non finire al pronto soccorso: consigli per fare sci e snowboard in sicurezza. Per arrivare sani e salvi a valle e non finire al pronto soccorso: consigli per fare sci e snowboard in sicurezza. Check the risk Check the risk. Prudenza sulle piste. Con la campagna «Check the risk»

Dettagli

L ALLENAMENTO DELLA FORZA NELLA PALLAVOLO FEMMINILE

L ALLENAMENTO DELLA FORZA NELLA PALLAVOLO FEMMINILE L ALLENAMENTO DELLA FORZA NELLA PALLAVOLO FEMMINILE Relatore: dott.. Massimo Viganò Indice della lezione Introduzione Aspetti fisiologici Modello prestazione forza nel volley Tecniche esecutive Progettazione

Dettagli

RIABILITAZIONE POST-CHIRURGICA DELLA SPALLA a cura di Piero Faccini, Sabrina Zanolli

RIABILITAZIONE POST-CHIRURGICA DELLA SPALLA a cura di Piero Faccini, Sabrina Zanolli RIABILITAZIONE POST-CHIRURGICA DELLA SPALLA a cura di Piero Faccini, Sabrina Zanolli 1 a Fase - Istruzioni generali Tutti gli esercizi devono essere effettuati lentamente e sotto controllo del movimento.

Dettagli

Programma allenamento precampionato

Programma allenamento precampionato FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Associazione Italiana Arbitri SETTORE TECNICO ARBITRALE Programma allenamento precampionato Caro Arbitro, in quanto segue ti viene proposto un programma di massima utile

Dettagli

PROGRAMMA BASE PER ALLENAMENTO SALA ISOTONICA

PROGRAMMA BASE PER ALLENAMENTO SALA ISOTONICA FIPCF FEDERAZIONE ITALIANA PESISTICA E CULTURA FISICA PROGRAMMA BASE PER ALLENAMENTO SALA ISOTONICA PETTORALI PANCA PIANA APERTURE PANCA 30 SPALLE LENTO AVANTI ALZATE LATERALI ALZATE 90 GAMBE SQUAT AFFONDI

Dettagli

Corso aggiornamento allenatori Comitato Provinciale di Modena

Corso aggiornamento allenatori Comitato Provinciale di Modena Corso aggiornamento allenatori Comitato Provinciale di Modena Aspetti metodologici e pratici del periodo preparatorio nella pallavolo. Organizzazione della seduta fisico tecnica. Utilizzo di attrezzi e

Dettagli

I CRAMPI NEL RUNNER. Come faccio a prevenire i crampi? oppure perché vengono i crampi?

I CRAMPI NEL RUNNER. Come faccio a prevenire i crampi? oppure perché vengono i crampi? I CRAMPI NEL RUNNER Ai bicipiti femorali o ai polpacci, i crampi, contrazioni muscolari involontarie, sono sempre molto fastidiosi e a volte dolorosi. La decisione di trattare questo argomento è nata dalle

Dettagli

corsi e spinning digital training dalle 6 alle 22

corsi e spinning digital training dalle 6 alle 22 corsi e spinning digital training dalle 6 alle 22 corsi lunedì YogaFit GAG TotalBody CountryFitness SuperAbdominal Basic GAG YogaFit TotalBody Basic GAG CountryFitness TotalBody Basic 1 1 GAG 1 CountryFitness

Dettagli

Le principali cause del mal di schiena: 1. Postura scorretta quando si è seduti, al lavoro, in casa o in automobile.

Le principali cause del mal di schiena: 1. Postura scorretta quando si è seduti, al lavoro, in casa o in automobile. ESERCIZI PER LA SCHIENA La maggior parte delle persone che viene nel nostro centro soffre di dolori alla schiena. Vi consigliamo di leggere attentamente questo opuscolo e di attenervi il più possibile

Dettagli

Myrtaven ti propone un programma completo di esercizi e automassaggi, per aiutarti a mantenere le tue gambe attive e in forma 7 giorni su 7.

Myrtaven ti propone un programma completo di esercizi e automassaggi, per aiutarti a mantenere le tue gambe attive e in forma 7 giorni su 7. Myrtaven ti propone un programma completo di esercizi e automassaggi, per aiutarti a mantenere le tue gambe attive e in forma 7 giorni su 7. lunedì datti lo sprint martedì RINVIGORISCITI mercoledì tonificati

Dettagli

GINNASTICA PER IL MAL DI SCHIENA

GINNASTICA PER IL MAL DI SCHIENA GINNASTICA PER IL MAL DI SCHIENA Introduzione: Per limitare i danni provocati alla colonna vertebrale durante l'attività sportiva e garantire una postura corretta nello sviluppo della stessa, è necessario

Dettagli

PROGRAMMA DI PREPARAZIONE PRE-CAMPIONATO Stagione sportiva 2012/2013 ARBITRI CALCIO A 5

PROGRAMMA DI PREPARAZIONE PRE-CAMPIONATO Stagione sportiva 2012/2013 ARBITRI CALCIO A 5 PROGRAMMA DI PREPARAZIONE PRE-CAMPIONATO Stagione sportiva 2012/2013 ARBITRI CALCIO A 5 Tutto il periodo di allenamento previsto dal programma di pre - campionato, rappresenta una fase fondamentale per

Dettagli

GENOTEST NUTRIZIONE ATTIVITÀ FISICA METABOLISMO CIBI CONSIGLIATI. Risultato del Test del DNA

GENOTEST NUTRIZIONE ATTIVITÀ FISICA METABOLISMO CIBI CONSIGLIATI. Risultato del Test del DNA GENOTEST Risultato del Test del DNA Otterrai una risposta personalizzata per migliorare gli stili di vita in merito a NUTRIZIONE ATTIVITÀ FISICA METABOLISMO CIBI CONSIGLIATI in base alle informazioni genetiche

Dettagli

LA CORSA CORSO ISTRUTTORI FIDAL PIEMONTE 2012

LA CORSA CORSO ISTRUTTORI FIDAL PIEMONTE 2012 LA CORSA CORSO ISTRUTTORI FIDAL PIEMONTE 2012 LA CORSA Lo scopo: la velocità media avvio accelerazione lanciato Aspetti biomeccanici: lunghezza e frequenza del passo Struttura del movimento: fase di appoggio

Dettagli

PROGRAMMA DI ATTIVITA FISICA ADATTATA PER LA PALESTRA

PROGRAMMA DI ATTIVITA FISICA ADATTATA PER LA PALESTRA PROGRAMMA DI ATTIVITA FISICA ADATTATA PER LA PALESTRA N esercizio Descrizione esercizio obbligatorio 1 Camminata sul posto o in circolo o movimento analogo per la bassa funzione 2 Camminata sul posto o

Dettagli

R.E.A.Dy Rinforzo con Elastici per Atleti Dyversamente abili

R.E.A.Dy Rinforzo con Elastici per Atleti Dyversamente abili SERVIZIO DI RECUPERO E RIEDUCAZIONE FUNZIONALE R.E.A.Dy Rinforzo con Elastici per Atleti Dyversamente abili Gli atleti che praticano sport in carrozzina sono ormai destinati a raggiungere carichi di allenamento

Dettagli

h a' b b' media mantenuta. Come puoi notare le velocità ottenute in questo test sono B g' g 9,00 m partenza

h a' b b' media mantenuta. Come puoi notare le velocità ottenute in questo test sono B g' g 9,00 m partenza In palestra TR 1 Seven minutes running test (SMRT) Ideato dagli autori, questo test può esserti utile per verificare le capacità di resistenza nella corsa con una prova al coperto. Può servirti anche come

Dettagli

Università degli studi di Verona Scienze Motorie Cordioli Eleonora

Università degli studi di Verona Scienze Motorie Cordioli Eleonora Università degli studi di Verona Dipartimento Scienze neurologiche e del movimento Scienze Motorie Tecnica e didattica dell attività motoria in acqua Cordioli Eleonora Verona, 24 novembre 2014 Aquafitness

Dettagli

I PROGRAMMI PROPOSTI POSSONO CAUSARE DANNI ALL'ORGANISMO, L'AUTORE DECLINA OGNI RESPONSABILITA'

I PROGRAMMI PROPOSTI POSSONO CAUSARE DANNI ALL'ORGANISMO, L'AUTORE DECLINA OGNI RESPONSABILITA' INTRODUZIONE Lo scopo di questo scritto è quello di dare qualche suggerimento alle persone che da poco si sono avvicinate al mondo dell'arrampicata, e di dare idee per gli esercizi indoor o in per la falesia

Dettagli

MIGLIORARE LA COORDINAZIONE E LA RAPIDITA

MIGLIORARE LA COORDINAZIONE E LA RAPIDITA MIGLIORARE LA COORDINAZIONE E LA RAPIDITA A cura di Prato Stefano Alcune esercitazioni pratiche per migliorare la coordinazione, la rapidità e la velocità attraverso l utilizzo della SPEED LADDER INTRODUZIONE

Dettagli

ARTROPROTESI TOTALE DELL ANCA

ARTROPROTESI TOTALE DELL ANCA 1 www.ortopediaweb.net ARTROPROTESI TOTALE DELL ANCA Le informazioni contenute in questo opuscolo rappresentano un aiuto per il corretto avvicinamento all intervento ed una guida alla riabilitazione post

Dettagli