COMUNE DI SANTA MARIA A VICO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI SANTA MARIA A VICO"

Transcript

1 N.184 del 02/03/2015 DEL REGISTRO GENERALE COMUNE DI SANTA MARIA A VICO PROVINCIA DI CASERTA Settore SETTORE 7 - POLIZIA MUNICIPALE DETERMINAZIONE N.38 del 02/03/2015 DEL REGISTRO DI SETTORE Oggetto: IMPEGNO SPESA PER ACQUISTO BUSTE COMMERCIALI GIALLA CON INTESTAZIONE E REGISTRO PUBBLICITA' ATTRAVERSO MODALITA' DEL MERCATO ELETTRONICO. CIG Z47135FBBA IL RESPONSABILE L anno 2015, il giorno due del mese di marzo Visto il d.lgs. n. 267/2000 ed in particolare gli articoli 183, comma 5 e 184; Visto il D.Lgs. n. 118/2011 ed in particolare il principio contabile applicato della contabilità finanziaria (all. 4/2); Visto il vigente Regolamento di Contabilità; Vista la proposta che segue formulata dal Responsabile del procedimento; Considerato che se ne condividono i presupposti di fatto e di diritto, nonché la motivazione; Ritenuto di dovere accogliere detta proposta e determinare di conseguenza; Riconosciuta la propria competenza ad assumere il presente atto gestionale, ai sensi del decreto Sindacale n. 07 del di attribuzione delle funzioni di Responsabile del Settore di Polizia Municipale e Protezione Civile-

2 Visti: l art. 107 del Decreto Legislativo nr. 267/2000 (denominato T.U.E.L.) che disciplina gli adempimenti di competenza dei responsabili di settore o di servizio; l art. 26 del regolamento sull ordinamento degli uffici e servizi, aventi, entrambi, ad oggetto le attribuzioni dei responsabili di settore o di servizio con rilievo esterno; VISTA la dichiarazione resa ai sensi del piano di prevenzione della corruzione 2014/2016 previsto dalla delibera di G.M. 13/2014 come disposto dall art.1 comma 8 e 9 della legge 6. Novembre 2012, n.190; VERIFICATA l inesistenza di conflitto di interessi e di incompatibilità ex art.6 bis della legge 241/90 introdotto dalla legge 190/2012; Attestato la regolarità del procedimento svolto e la correttezza per i profili di propria competenza DETERMINA 1. DI ACCOGLIERE integralmente la proposta del Responsabile del procedimento di seguito riportata; 2. DI IMPEGNARE per i motivi riportati in premessa, a favore della ditta PIESSERVIZI di Saccone Gaetano (P. IVA ) nel rispetto delle modalità previste dal principio applicato della contabilità finanziaria di cui all allegato n. 4.2 del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 e successive modificazioni, la somma di 369, ,18 di IVA per un totale di 450,18, per l acquisto di buste commerciali gialla e registro per pubblicità, in considerazione dell esigibilità della medesima, imputandola agli esercizi in cui l obbligazione viene a scadenza secondo quanto riportato nella tabella che segue: Capitolo/ articolo Cod. mecc. DPR 194/96 Missione/ Programma / Titolo Identificativo Conto FIN (V liv. piano dei conti) CP/ FPV ESERCIZIO DI ESIGIBILITA Es.Succ. 442/03 442/03 P.M. FORNITURA BENI ////////// 450,18 3. DI AFFIDARE la fornitura alla ditta PIESSERVIZI di Saccone Gaetano con sede in S. Maria a Vico (CE) alla Via Caudio, Di incaricare gli uffici di Ragioneria e Segreteria, affinché provvedano agli adempimenti conseguenti la presente determinazione, precisando che la presente è indifferibile e urgente e che la spesa non è frazionabile; 5. di dare atto che la presente determina:

3 è esecutiva dal momento dell apposizione del visto di regolarità contabile attestante la copertura finanziaria; va comunicata, per conoscenza, alla Giunta Comunale e al Segretario Comunale; va pubblicata all albo pretorio di questo Ente per dieci giorni consecutivi; va inserita nel fascicolo delle determine tenuto presso il servizio Segreteria. 6. di dare atto che la presente determinazione, trasmessa al Servizio Finanziario per gli adempimenti di cui al 4 comma dell art.151 del D. Lgs. 267/2000, ha efficacia immediata dal momento dell acquisizione dell attestazione di copertura finanziaria e viene pubblicata sull Albo Pretorio ai fini della generale conoscenza; 7. di dare atto altresì ai sensi dell art. 6 bis della L. n. 241/1990 e dell art. 1 co. 9 lett. e) della L. n. 190/2012 della insussistenza di cause di conflitto di interesse, anche potenziale nei confronti del responsabile del presente procedimento; 8. di dare atto che successivamente alla pubblicazione sull apposita sezione dell albo pretorio comunale, saranno assolti gli eventuali obblighi di pubblicazione di cui al D.Lgs. n. 33/2013; 9. di trasmettere il presente atto al Settore AA.GG. per la pubblicazione all Albo pretorio on line. IL RESPONSABILE DEL SETTORE Cap. dr. Vincenzo PISCITELLI PROPOSTA DI DETERMINAZIONE IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO L anno duemilaquindici il giorno due del mese di marzo; che il sottoscritto Ass.te Anna Maria AFFINITA, con determinazione n. 154 del Registro Generale e n. 29 del Registro di Settore del per l anno 2015, è stato assegnatario, tra l altro, della Responsabilità di Procedimento del Servizio Contravvenzioni, Edilizia, acquisto di beni e servizi riguardanti cancelleria, toner, manutenzione p.c., fotocopiatrice e tutto ciò che afferisce il normale funzionamento del Settore, notifica e rinotifica verbali C.d.S., della responsabilità di procedimento in ordine all istruttoria, ivi compresa la predisposizione, delle proposte di deliberazione e delle determinazioni o la comunicazione di avvio del procedimento; che per il normale funzionamento delle attività di quest Ufficio, in particolare del servizio contravvenzioni, amministrativo, contenzioso e polizia giudiziaria, si rende l acquisto di buste commerciali e un registro per la pubblicità, al fine di evitare interruzioni di attività che si ripercuoterebbero in maniera negativa sulla garanzia dei servizi all utenza; VISTO l articolo 26, comma 3, della legge 23 dicembre 1999, n. 488, così come sostituito dall articolo 1, comma 4, del decreto-legge 12 luglio 2004, n. 168, convertito in legge, con modificazioni, dall articolo 1 della legge 30 luglio 2004, n. 191, il quale dispone quanto segue: Le amministrazioni pubbliche possono ricorrere alle convenzioni stipulate ai sensi del comma 1 (convenzioni stipulate da Consip S.p.a.), ovvero ne utilizzano i parametri di prezzo-qualità, come

4 limiti massimi, per l acquisto di beni e servizi comparabili oggetto delle stesse, anche utilizzando procedure telematiche per l acquisizione di beni e servizi ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 4 aprile 2002, n La stipulazione di un contratto in violazione del presente comma è causa di responsabilità amministrativa; ai fini della determinazione del danno erariale si tiene anche conto della differenza tra il prezzo previsto nelle convenzioni e quello indicato nel contratto [...] ; VISTA la circolare del 3 agosto 2004, n. 31 del Ministero dell Economia e delle Finanze, avente ad oggetto Decreto Legge 12 luglio 2004, n. 168 Interventi urgenti per il contenimento della spesa pubblica, nella quale si chiarisce che per i beni e servizi oggetto di convenzione è possibile procedere in maniera autonoma solamente previo confronto con i parametri qualità e prezzo offerti nelle convenzioni medesime. Mentre, per i beni e servizi non disponibili in regime di convenzione, possono essere utilizzate le normali procedure di approvvigionamento previste dalla vigente normativa in materia contrattuale ; VERIFICATO CHE la Consip S.p.A./MEPA, società concessionaria del Ministero dell Economia e delle Finanze per i servizi informativi pubblici, ha attualmente attive convenzioni per la fornitura organica di beni comparabili con quelli di cui all oggetto, alle quali si può aderire ai sensi dell articolo 26, comma 3, della legge n. 23 dicembre 1999, n. 488; CONSIDERATO che è conveniente per la struttura organizzativa di questo Comune, al fine di adottare modalità di approvvigionamento di beni e servizi che corrispondano a criteri di razionalità e di buona amministrazione, ricorrere sempre, laddove sussista una convenzione stipulata ai sensi della normativa surrichiamata, alle convenzioni stipulate dal Ministero del Tesoro; CONSIDERATO, altresì, che si ritiene opportuno effettuare un ordinativo di buste commerciali e un registro per la pubblicità per un importo 369, ,18 di IVA per un totale di 450,18, così distinto: Quantitativo minino Descrizione Prezzo Totale ordinabile unitario 2500 Busta gialla commerciale 18X24 intestata 0,07 175,00 con stampa monocolore 2500 Busta gialla commerciale 12X18 intestata 0,05 125,00 con stampa monocolore 1 Registro formato 30x42 da 200 pagine 69,00 69,00 Totale 369,00 imponibile IVA 22% 81,18 Totale IVA compresa 450,18 VISTA la dichiarazione resa ai sensi del piano di prevenzione della corruzione 2014/2016 previsto dalla delibera di G.M. 13/2014 come disposto dall art.1 comma 8 e 9 della legge 6 Novembre 2012, n.190; VERIFICATA l inesistenza di conflitto di interessi e di incompatibilità ex art. 6 bis della legge 241/90 introdotto dalla legge 190/2012; VISTO la dichiarazione sostitutiva di certificazione di atto di notorietà relativa al Documento Unico di Regolarità Contributiva;

5 Attestato la regolarità del procedimento svolto e la correttezza per i profili di propria competenza. PROPONE 1. DI IMPEGNARE DI IMPEGNARE per i motivi riportati in premessa, a favore della ditta PIESSERVIZI di Saccone Gaetano (P. IVA ) nel rispetto delle modalità previste dal principio applicato della contabilità finanziaria di cui all allegato n. 4.2 del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 e successive modificazioni, la somma di 369, ,18 di IVA per un totale di 450,18, per l acquisto di buste commerciali gialla e registro per pubblicità, con imputazione al capitolo 442/03 del compilando Bilancio 2015; 2. DI AFFIDARE l intervento di riparazione alla ditta PIESSERVIZI di Saccone Gaetano con sede in S. Maria a Vico (CE) alla Via Caudio, 15. S. Maria a Vico, lì Il Responsabile del Procedimento Ass.te AFFINITA Anna Maria