1 - Dino Lavinio soffre il mal di denti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1 - Dino Lavinio soffre il mal di denti"

Transcript

1 La MAGIA del Bosco di Rovereto 1 - Dino Lavinio soffre il mal di denti Fiaba di MAURO NERI - Illustrazioni di FULBER

2 La MAGIA del Bosco di Rovereto Pedalando pedalando e con il passero Pistacchio in volo a indicare la strada da seguire, Gellindo Ghiandedoro e Ratto Robaccio, a bordo della loro automobilina a pedali color rosso ciliegia, giunsero in vista dell immenso deserto roccioso dei Lavini di Marco, vicino alla città di Rovereto. Ma perché siamo arrivati fin qui? ansimò la pantegana senza smettere di pedalare. Perché ho sentito parlarte di strane impronte impresse nella roccia e la cosa mi ha incuriosito! Impronte nella roccia? E che ne facciamo, di queste impronte, se non le possiamo mangiare? Ehi, voi due laggiù pigolò allegro Pistacchio, siamo arrivati! Lassù in cima alla stradina c è uno spiazzo che va benissimo per fermarsi a dormire e anche a mangiare, se è per quello! mugugnò Robaccio, impegnandosi nell ultimo sforzo della giornata. Avvenne però che, quando ebbero parcheggiato l auto e tolto il fornello a gas e le provviste per la cena dal carretto giallo attaccato dietro, proprio nell istante esatto in cui Ratto Robaccio addentava il primo boccone del suo ottimo panino al formaggio che stava sognando da quand erano le quattro del pomeriggio Ah i a a a a i a a a a i a a a a i a a a a un urlo disperato, straziante e commovente rimbalzò di masso in masso qui e là per i Lavini, perdendosi poi su per i fianchi del Monte Zugna. Cos è stato? domandò Pistacchio alzandosi subito in volo per controllare. Dev essere qualcuno che ha ricevuto una gran brutta notizia! fece il topo di discarica con la bocca piena di pane e formaggio. Oppure questo qualcuno s è fatto molto male disse lo scoiattolo risparmioso col cerino acceso ancora in mano. Forza su, lascia perdere gli rispose il Robaccio addentando un secondo boccone di pane. Continuiamo la nostra cena e vedrai che non succederà più. Ah i a a a a i a a a a i a a a a i a a a a Eh no, cara la mia pantegana esclamò Gellindo balzando in piedi e spegnendo il cerino. Qui c è qualcuno che sta veramente male e che, forse, ha bisogno del nostro aiuto. Può darsi rispose l altro, ma se questo qualcuno è grande e grosso come le urla che abbiamo sentito, è meglio lasciarlo nel suo brodo e andarcene da qui Beh, per saperlo non rimane che andare a vedere. Vieni! Dovete sapere che quando Gellindo dice vieni, non è un invito e non è nemmeno una domanda o una proposta: è un ordine bell e buono e Ratto Robaccio obbedì rassegnato. Abbandonò il suo panino sbocconcellato a metà, guardò sconsolato il lettino da campo e le coperte per ripararsi dal fresco della notte e si alzò. D accordo, ma dove andiamo? Sarà Pistacchio a indicarci la strada Muoviamoci!

3 1 - Dino Lavinio soffre il mal di denti Camminarono per un bel po, con i cip cip di Pistacchio che dall alto indicava la direzione da prendere e con i brontolii di stomaco di Robaccio, che sognava ad occhi aperti il panino al formaggio lasciato a metà. Eccolo! esclamò Gellindo sottovoce a una svolta del sentiero. Lo vedi anche tu, laggiù vicino a quel grande sasso? Ratto Robaccio strizzò gli occhi per vedere nella penombra della prima sera e finalmente notò anche lui un enorme massa scura: era una montagna di ciccia dalla pelle marrone, da cui partiva da una parte un collo lungo tre metri che terminava in una testolina piccola piccola, mentre dall altra una coda, lunga anch essa tre metri o poco più, frustava nervosa l aria. Il tutto era tenuto in piedi da quattro zampacce grosse come i tronchi delle querce del bosco in cui abita Gellindo. Ancora un drago? strillò Robaccio, portandosi subito una zampa alla bocca, non appena vide quel mostro gi-

4 La MAGIA del Bosco di Rovereto rarsi nella loro direzione e Ah i a a a a i a a a a i a a a a i a a a a Il terzo urlo fu ancora più forte e minaccioso degli altri due! Ss s s s h h h! Cerchiamo di non spaventarlo... si raccomandò Gellindo avanzando piano piano. Ah è così? sio ribellà la pantegana. Siamo noi che dobbiamo cercare di non spaventare quel mucchio urlante di carne e ossa! Ma se io sono più spaventato di lui, come faccio?!...che poi quello non è un drago continuò lo scoiattolo, parlando sottovoce. E che cos è allora? è un dinosauro! Un dino che? Un dinosauro, un rettile antichissimo Gli esperti dicono che qui ai Lavini di Marco, moltissimi milioni di anni fa, vivevano i dinosauri, ma non potevo immaginare che ce ne fosse ancora uno vivo! Certo però che non se la passa bene, senti come urla! Ah i a a a a i a a a a i a a a a i a a a a Andiamo a vedere cosa gli è successo! esclamò Gellindo, mettendosi a correre in direzione del grande sasso. Ciao, dinosauro, io sono lo scoiattolo Gellindo, questo è Ratto Robaccio e lassù in cielo sta svolazzando Passero Pistacchio esclamò lo scoiattolo facendo le presentazioni. Al povero dinosauro urlante gli vennero quasi le vertigini, a guardare ora l uno, ora l altro e infine il terzo dei nuovi arrivati. Tanto per cominciare io non mi chiamo dinosauro mugolò la montagna di ciccia marrone, che parlava in modo strano, quasi avesse in bocca una grande patata bollente. Il mio nome è Lavinio, Dino-Lavinio. E allora ciao, Dino-Lavinio proseguì allegro lo scoiattolo Gellindo. Bel nome, davvero! Ma perché prima stavi urlando come un ossesso? Qualcuno ti ha spaventato? Hai per caso preso una botta alla testa, oppure Ho un gran male in bocca! lo interruppe Dino-Lavinio aprendo le fauci terribili e puzzolenti. Oh che bello disse Ratto Robaccio con un sorriso, finalmente ho trovato qualcuno con l alito più pesante del mio! Ci sono, ho visto! urlò invece Gellindo saltellando di gioia. Hai visto che cosa? domandò il dinosauro riaprendo ancor più la bocca. Hai un sasso incastrato fra i denti davanti Fermo, stai fermo Robaccio, passami il primo bastone che trovi, fa presto! Ecco, grazie Con un po di leva abbi pazienza, Dino-Lavinio, forse ti farò un po di male, ma alla fine riuscirò a staccarti dai denti questo brutto sasso... Oo o i s s s a... ecco fatto! Come ti senti, adesso? La grossa lingua di Dino-Lavinio passò e ripassò a lungo sui denti malandati e Il dolore è sparito! Non ho più male ai denti! Sto bene benissimo Adesso sto ultra-extra-straordinariamentemeravigliosamente bene!

5 1 - Dino Lavinio soffre il mal di denti Non la finiva più di ballare, di urlare e di piangere, il dinosauro, e a ogni salto l intera zona dei Lavini di Marco tremava come per un terremoto. Ballava e piangeva di gioia, quella montagna di ciccia marrone, e di quando in quando si piegava a terra, afferrava per la collottola ora lo scoiattolo ora la pantegana e li gettava in aria felice, per poi riprenderli delicatamente e appoggiarli piano piano sul sentiero. Quella esplosione di gioia immensa durò almeno una mezz ora, alla fine della quale Gellindo aveva la testa che gli girava, mentre Ratto Robaccio sentiva i due bocconi del panino al formaggio che gli navigavano disperati nello stomaco alla ricerca di una via d uscita! Quando tutto finalmente tornò normale, Dino-Lavinio volle accompagnare i suoi salvatori fin dove era parcheggiata l automobilina a pedali color rosso ciliegia. Che bella! esclamò il bestione sgranando gli occhi. Posso fare un giretto?

6 La MAGIA del Bosco di Rovereto Ehm, no! strillò Gellindo correndo a difendere il suo tesoro. No, non è possibile, oggi non si può E perché oggi non si può? chiese il dinosauro annusando le quattro ruote, il volante e il carretto di legno giallo attaccato dietro. Beh, perché oggi oggi Oggi la nostra automobilina è stanca! esclamò Ratto Robaccio. Sì, è stanca, stanchissima, stanca morta disse lo scoiattolo accarezzando il cofano di plastica. D accordo, convenne Dino-Lavinio, allora sapete che facciamo? Stasera mi fermo qui a dormire assieme a voi e domani mattina, quando la vostra macchinina si sarà riposata per tutta la notte, mi porterete con voi a fare un giretto per il Trentino, va bene? La mattina dopo Gellindo, Robaccio e Pistacchio si svegliarono prima dell alba e, mentre Dino-Lavinio dormiva russando lì vicino, montarono in macchina e piano piano, nel più assoluto silenzio, se ne andarono pedalando incontro a tante nuove straordinarie avventure! fine

7

8 Per saperne di più di Silvia Vernaccini IERI Nel Giurassico, quando vivevano i dinosauri I Lavini di Marco, che i roveretani chiamano Slavini, sono una successione di frane cadute dopo l epoca dei ghiacciai e in anni più vicini a noi per lo squilibrio delle sovrastanti pareti rocciose; nella loro porzione chiamata Laghetti i Lavini sono protetti da leggi provinciali perché sono classificati biotopo per la loro importanza, un area protetta importante sotto il profilo ambientale e culturale. Nella parte invece distesa sulle pendici del Monte Zugna, al termine della Strada degli Artiglieri, un ripido colatoio di lastroni di calcare grigio conserva oltre un centinaio di impronte di dinosauri vissuti nel Giurassico inferiore ( milioni di anni fa). Il Trentino, e quindi anche la Valle dell Adige, all epoca di questi grossi rettili faceva infatti parte di una vasta piana fangosa posta ai margini del mare caldo e poco profondo della Tetide; poi ci fu il tremare della terra sotto la spinta di vulcani sottomarini e il sollevarsi di fondali ormai compattati, che formarono valli e catene montuose. Arrivarono successivamente anche i ghiacciai, che modellarono a più riprese il territorio causando al loro ritiro diverse frane e lasciando appunto allo scoperto i calcari sui quali oggi riaffiorano molte tracce dei dinosauri estinti! Ci sono orme di dinosauri qui ai Lavini ma anche scoperte di recente nel cuore del sovrastante massiccio del Pasubio a metri di quota (nella galleria del Monte Buso); altre sono state trovate sulle rocce delle Marocche nella Valle di Cavedine, altre ancora al Passo delle Palade al confine con l Alto Adige. Tornando ai Lavini di Marco, qui i dinosauri erbivori (Ornitischia col bacino da uccello) preferivano i piccoli stagni costieri, dove il fluire e defluire delle maree lasciava sulle Il parco dei dinosauri ai Lavini di Marco attrezzato per la visita. spiagge un enorme quantità di microrganismi e alghe; i carnivori (Ceratosauri, bipedi e con piccole protuberanze sul cranio), invece, stavano in aree più asciutte, dove potevano muoversi meglio o inseguire gli erbivori per nutrirsi. L acqua salmastra nei periodi di elevate temperature evaporava, lasciando sulla superficie una dura crosta che fotografava ogni irregolarità del terreno, comprese le piste dinosauriane, che si sono poi fossilizzate. Le orme impressesi nella sabbia si sono conservate fino a tornare alla luce nel 1991, quando furono scoperte (dall appassionato naturalista roveretano Luciano Chemini) e successivamente studiate in più riprese (a partire dai geologi Giuseppe Leopardi e Paolo Mietto), all interno del programma di valorizzazione scientifica del Museo Civico di Rovereto.

9 OGGI Il parco dei dinosauri ai Lavini di Marco È incredibile quanto meraviglioso osservare come i paleontologi riescano a far parlare i diversi buchi nelle lastre di roccia calcarea friabile ai Lavini di Marco: ad aiutarli è l icnologia, la disciplina che studia le orme fossili. In quest area protetta delle Orme dei Dinosauri sono stati individuate le tracce di oltre 200 individui distribuite lungo più piste. Una passeggiata non faticosa (evitate comunque le ore centrali in estate per il calore riflesso dai lastroni di pietra e l aridità del territorio), attrezzata con passerelle, punti di osservazione e pannelli informativi vi accompagna nell emozionante lettura di questi grossi animali. Per rendere più chiaro il percorso, la visita, che richiede un paio d ore, è suddivisa in 5 settori: La strada forestale, La grande piega, Le laste alte ; Il colatoio Chemini; I colatoi inferiori. Le orme più grandi hanno una lunghezza dai 7 ai 38 centimetri quelle dei carnivori sono riconoscibili dal piede tridattilo con una profondità tra gli 8 e i 13 centimetri; l ampiezza del passo raggiunge 120 centimetri, portando la velocità di ambulazione sui 3 e i 5 km orari. Sono tutti dati che vi aiutano a dare forma a questi dinosauri: gli erbivori (i grossi sauropodi) raggiungevano un altezza attorno ai 5-6 metri e un peso su 1-2 tonnellate, il che li porta ad essere tra i dinosauri di maggiori dimensioni scoperti e studiati attualmente in Italia, mentre i carnivori (i feroci bipedi Teropodi), alti al massimo 4-5 metri, potevano pesare dai 100 agli 800 chilogrammi. Il percorso comprende, con una breve deviazione, il Fungo di Albaredo (che rientra nel comune di Vallarsa), soprannominato la Bèla Sióra: si tratta di un monumento geologico alto circa 7 metri, che richiama appunto la forma di un fungo creata dall azione erosiva dell aria e dell acqua. Da Lizzana, frazione di Rovereto, seguite le indicazioni per Ossario di Castel Dante e Piste dei dinosauri. La strada, un tempo militare oggi panoramica, prende poi il nome di Strada degli Artiglieri (lapidi commemorative; 4 km). Il parcheggio è poco sopra il bivio per le Piste dei dinosauri, presso la Baita Alpini (gestione ANA di Lizzana, aperta la domenica escluso i mesi di luglio e agosto). La strada non è adatta a pullman di grandi dimensioni. Sopra: il Fungo di Albaredo. Sotto: il Museo Civico di Rovereto.

10 Dinosauri al museo Se volete scoprire l affascinante mondo scomparso dei dinosauri ai Lavini di Marco rivolgetevi al Museo Civico per una visita guidata da esperti; prima però andate a visitare la sala del museo che presenta la ricostruzione di due dinosauri a grandezza naturale e la sezione di Paleontologia con i calchi delle orme dei dinosauri stessi. Questo sito paleontologico risulta inserito nell inventario on line del Servizio Geologico della Provincia autonoma di Trento: Per il biotopo Lavini di Marco potete consultare l Ufficio biotopi e Rete Natura 2000: tel ; Curiosità È lungo quasi 11 metri l identikit dell erbivoro più grande studiato ai Lavini di Marco, mentre quello del carnivoro più grande è di 7 metri. La pista rettilinea più lunga circa 14 metri che presenta tracce di passi alternativamente lunghi e corti, appartiene a un dinosauro ferito e zoppicante La pista segnata dall impronta delle punte di zampe è di un dinosauro che nuota e di tanto in tanto tocca il fondo con le estremità, proprio come facciamo noi quando vogliamo essere sicuri di toccare nell acqua alta. Info Museo Civico Rovereto, Borgo Santa Caterina 43 tel / chiuso lunedì; sbarrierato; laboratori didattici; visite guidate; servizio trasporto con pulmino alle Orme dei dinosauri Sopra: la sala dei dinosauri al Museo Civico. Sotto: una delle piste ai Lavini di Marco.

La principessa dal dente smarrito

La principessa dal dente smarrito La principessa dal dente smarrito LA VALLE DELLE MILLE MELE - FIABA DI MAURO NERI - ILLUSTRAZIONI DI FULBER DISEGNO DA FARE IL SOGGETTO POTREBBE ESSERE LAMPURIO COL MAL DI DENTI Come mai quel visino così

Dettagli

Gellindo Ghiandedoro e la scopa della signora Fabene Befana

Gellindo Ghiandedoro e la scopa della signora Fabene Befana Gellindo Ghiandedoro e la scopa della signora Fabene Befana I RACCONTI DEL BOSCO DELLE VENTI QUERCE - FIABA DI MAURO NERI - ILLUSTRAZIONI DI FULBER Era proprio destino che quell anno dal cielo cadessero

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

Gellindo Ghiandedoro e il triste compleanno di Bellondina

Gellindo Ghiandedoro e il triste compleanno di Bellondina Gellindo Ghiandedoro e il triste compleanno di Bellondina I RACCONTI DEL BOSCO DELLE VENTI QUERCE - FIABA DI MAURO NERI - ILLUSTRAZIONI DI FULBER Quando al mattino Gellindo si sveglia al suono della prima

Dettagli

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Il piccolo Arco Baleno viveva tutto solo sopra una nuvola. La sua nuvoletta aveva tutte le comodità: un letto con una grande coperta colorata, tantissimi

Dettagli

Vola, Aquila, vola. Favola africana. Raccontata da Christopher Gregorowski. Vola, Aquila, vola

Vola, Aquila, vola. Favola africana. Raccontata da Christopher Gregorowski. Vola, Aquila, vola Favola africana Raccontata da hristopher Gregorowski 15 Un giorno un contadino andò alla ricerca di un vitello che si era perso. La sera prima i pastori erano ritornati senza di esso. E durante la notte

Dettagli

le #piccolecose che amo di te

le #piccolecose che amo di te Cleo Toms le #piccolecose che amo di te Romanzo Proprietà letteraria riservata 2016 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08605-9 Prima edizione: febbraio 2016 Illustrazioni: Damiano Groppi Questo libro

Dettagli

Altopiano del Cansiglio CLASSI QUARTE

Altopiano del Cansiglio CLASSI QUARTE Altopiano del Cansiglio CLASSI QUARTE L'Altopiano del Cansiglio si è formato dalla spinta del continente afri-cano verso quello europeo formando delle pieghe come la montagna dell Alpago, che si vede sullo

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Un'Esperienza leggendaria

Un'Esperienza leggendaria Un'Esperienza leggendaria In inverno In estate Rifugio Nambino Una struttura ricettiva raffinata e confortevole sulle rive del Lago Nambino, nel cuore del Parco Naturale dell Adamello Brenta. Vi basterà

Dettagli

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto 330 ELENA ARMILLEI musica e si univano miracolosamente. - - caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- - occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto - informare sullo stato di tua

Dettagli

Quando eravamo scimmie

Quando eravamo scimmie Quando eravamo scimmie Zio, è vero che tu insegni antro... non mi ricordo più come si chiama. Antropologia, sì è vero Chiara. Mi spieghi cos è? Che non è mica tanto chiaro. Sedetevi qui, anche tu, Elena.

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Nel Principio. Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO

Evangelici.net Kids Corner. Nel Principio. Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO Il primo uomo di Barbara Wilmerton Haas Evangelici.net Kids Corner Nel Principio Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO In quattro giorni Dio creò tantissime cose.

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Auguri mamma! Festa della mamma 2014

Auguri mamma! Festa della mamma 2014 Festa della mamma 2014 Quest anno dedichiamo alla mamma un intero libro. Si tratta de L abbraccio di David Grossman, splendido nell edizione Mondadori illustrata da Michal Rovner. Il nostro libro si presenterà

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

Eccoci... La partenza...

Eccoci... La partenza... Eccoci... Noi siamo due ragazzi che vogliono esplorare tutti i tipi di natura... dopo lunghi anni di ricerca siamo riusciti ad esplorarla tutta quanta e vi abbiamo portato un riassunto del nostro viaggio...

Dettagli

VALLE PO. Balma Boves (Sanfront)

VALLE PO. Balma Boves (Sanfront) VALLE PO Balma Boves (Sanfront) Domenica Eccoci qui, in Valle Po, e precisamente a Sanfront, per andare a visitare Balma Boves. La borgata è raggiungibile tramite due sentieri. Il più battuto è quello

Dettagli

Il Regalo di Natale più bello

Il Regalo di Natale più bello Il Regalo di Natale più bello This ebook is distributed under Creative Common License 3.0 http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/ You are free to copy, distribute and transmit this work under

Dettagli

L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO

L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO di Giovannella Massari Sopra un prato verde chiaro l alberello se ne stava e guardandosi un po in giro, tristemente sospirava. Nessun albero lì intorno, su quel

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

Nella mente di un militante dell A.L.F.

Nella mente di un militante dell A.L.F. Nella mente di un militante dell A.L.F. Questo non è un racconto Questa non è una favola Questo non è una supposizione Questo... è un A.L.F. Che ora è?... le 5.. wow ho dormito 2 ore appena. ma come posso

Dettagli

MACARIOPOLI POLLUTION CITY? Racconto con immagini realizzato dagli studenti della Classe I B della Scuola Secondaria di I Grado di San Macario

MACARIOPOLI POLLUTION CITY? Racconto con immagini realizzato dagli studenti della Classe I B della Scuola Secondaria di I Grado di San Macario MACARIOPOLI O POLLUTION CITY? Racconto con immagini realizzato dagli studenti della Classe I B della Scuola Secondaria di I Grado di San Macario La Terra sembra essere divisa in due parti Una di queste

Dettagli

Sulle orme del cuore

Sulle orme del cuore Sulle orme del cuore GAIA TORTI SULLE ORME DEL CUORE A chi leggerà queste righe. A chi aprirà il suo cuore leggendole. Alle mie amiche, che mi hanno sempre incoraggiato a scrivere. Alla mia famiglia.

Dettagli

Gellindo Ghiandedoro e il Natale senza regali

Gellindo Ghiandedoro e il Natale senza regali Gellindo Ghiandedoro e il Natale senza regali I RACCONTI DEL BOSCO DELLE VENTI QUERCE - FIABA DI MAURO NERI - ILLUSTRAZIONI DI FULBER Quel che sto per raccontarvi accadde un po di tempo fa, la notte esatta

Dettagli

Fondo Europeo per l Integrazione di Cittadini di Paesi Terzi

Fondo Europeo per l Integrazione di Cittadini di Paesi Terzi Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA Fondo Europeo per l Integrazione di Cittadini di Paesi Terzi LABORATORI PER L APPRENDIMENTO DELLA LINGUA ITAIANA E INTEGRAZIONE SOCIALE PER RAGAZZI STRANIERI (PROG.

Dettagli

PAOLO VA A VIVERE AL MARE

PAOLO VA A VIVERE AL MARE PAOLO VA A VIVERE AL MARE Paolo è nato a Torino. Un giorno i genitori decisero di trasferirsi al mare: a Laigueglia dove andavano tutte le estati e ormai conoscevano tutti. Paolo disse porto tutti i miei

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

Le avventure di un perfetto topo di campagna (5)

Le avventure di un perfetto topo di campagna (5) Le avventure di un perfetto topo di campagna (5) I RACCONTI DEL BOSCO DELLE VENTI QUERCE - FIABA DI MAURO NERI - ILLUSTRAZIONI DI FULBER Riassunto delle tre puntate precedenti. Ratto Robaccio e sua moglie

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE Urlo d amore Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE racconti brevi www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maria Antonietta Bafile Tutti i diritti riservati A tutti gli innamorati... A tutti gli amori assurdi

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Mirabilandia ti aspetta a Ravenna!

Mirabilandia ti aspetta a Ravenna! 7(/(35202=,21, ³,1%2&&$$//832 62**(772PRQWDWR$ E adesso adesso è arrivato il momento delle grandi emozioni, delle sensazioni uniche! Tenetevi forte, andiamo a Mirabilandia, il Parco delle Meraviglie a

Dettagli

5 a. Soluzioni di Maxi granita al limone 2011 De Agostini Scuola SpA Novara

5 a. Soluzioni di Maxi granita al limone 2011 De Agostini Scuola SpA Novara 5 a SETTIMANA L ORTO 62 DEI BAMBINI MAXI GRANITA Fai anche tu come i bambini che stanno lavorando nell orto. Procurati un vasetto, riempilo di terra e pianta un seme di fagiolo fresco. Ricordati di bagnarlo

Dettagli

Speciale Trentino: Un attraversata d'altri tempi; dal Passo Grostè al lago Tovel - Eos Foto di ML 014 g

Speciale Trentino: Un attraversata d'altri tempi; dal Passo Grostè al lago Tovel - Eos Foto di ML 014 g Speciale Trentino: Un attraversata d'altri tempi; dal Passo Grostè al lago Tovel - Eos Foto di ML 014 g È una sgambata di oltre 15 km... lunga, non difficile, ma che richiede comunque una buona perseveranza...

Dettagli

L amore è un granello di sabbia

L amore è un granello di sabbia L amore è un granello di sabbia Erika Zappoli L AMORE È UN GRANELLO DI SABBIA romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Erika Zappoli Tutti i diritti riservati A Serena e Samuel con la sola vostra

Dettagli

disegni di: Carlo de Corato, Vincenzo Suaria

disegni di: Carlo de Corato, Vincenzo Suaria Migliaia di anni fa ci fu una grande esplosione chiamata Big Bang (1). Dalla esplosione si è formata la Terra che all inizio era una palla di fuoco (2). Con il passare del tempo questa grande palla di

Dettagli

GAIA: sono andata sotto nel mare e ho visto i pesciolini: sono stata molto sott acqua

GAIA: sono andata sotto nel mare e ho visto i pesciolini: sono stata molto sott acqua Questo progetto è rivolto al gruppo di bambini di cinque anni ed è finalizzato a creare un filo conduttore tra il tempo dell estate che si è conclusa e il ritorno a scuola. Un tempo quindi unico, non frammentato,

Dettagli

17. UNO, CENTO, MILLE PIANETI!

17. UNO, CENTO, MILLE PIANETI! 17. UNO, CENTO, MILLE PIANETI! IL TI-ENNE-GI SUL VULCANO Con quella tua giravolta, navicella imbranata, sembravi ubriaca peggio di un pirata! Siamo finiti in un cratere rosso e arancione: ho fame, ho sete

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi Motivazione del gruppo Comincia l anno educativo per i bambini del nido. Alcuni bimbi entrano per la prima volta al nido e devono attraversare il periodo delicato

Dettagli

Parco naturale La Mandria

Parco naturale La Mandria Parco naturale La Mandria La favola di Rosa Ciao bambini io sono Turcet, il topolino che vive qui al Castello! Quando ero piccolo mio Nonno Topone mi raccontò la storia del Re Vittorio Emanuele e della

Dettagli

MUU MUU RACCONTA : UNA STORIA FANTASTICA

MUU MUU RACCONTA : UNA STORIA FANTASTICA MUU MUU RACCONTA : UNA STORIA FANTASTICA Progetto laboratoriale : FRUTTA, VERDURA E OLTRE Learning by doing: SE FACCIO E PENSO, CAPISCO E RICORDO. 0 1 MERENDA CON MUU MUU ALLA SCOPERTA DELLA FRUTTA E DELLA

Dettagli

FIABE CINESI E TIBETANE

FIABE CINESI E TIBETANE http://web.tiscali.it FIABE CINESI E L'uccello a nove teste La pantera I geni dei fiori TIBETANE Le montagne innevate e l'uccello della felicità. L'UCCELLO A NOVE TESTE C'erano una volta un re e una regina

Dettagli

CONOSCERE IL PROPRIO CORPO

CONOSCERE IL PROPRIO CORPO CONOSCERE IL PROPRIO CORPO Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA

VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO E. TOTI - Scuola statale dell Infanzia di Musile di Piave - A.S..2008-09 VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA Siete invitati alla nostra festa che si

Dettagli

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le risposte dei ragazzi, alcune delle quali riportate sotto, hanno messo in evidenza la grande diversità individuale nel concetto

Dettagli

Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi

Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi La grande quercia del bosco era molto vecchia. Nella corteccia del tronco e dei rami, i solchi lasciati dal tempo erano profondi. Non sapeva ancora quanto le

Dettagli

TREKKING IN VAL MASTALLONE

TREKKING IN VAL MASTALLONE TREKKING IN VAL MASTALLONE ITINERARIO N 1 : Santa Maria (Fobello) Colle d Egua Partenza: Santa Maria di Fobello Arrivo : Colle d Egua Codice catasto : 517 Tempo : 3 ore e 15 minuti Dislivello : 1064 m

Dettagli

Gabriela Mesia Bolivar

Gabriela Mesia Bolivar Gabriela Mesia Bolivar Ho visto il cielo arancione e la forma del sole, che tramontava, e un albero che si nascondeva, tra l'oscurità, i gabbiani che se ne andavano, mentre la luce spariva e la notte veniva

Dettagli

Un mostro-strega in camera da letto

Un mostro-strega in camera da letto Un mostro-strega in camera da letto una storia di Lorenzo e Marco Truzzi Adesso il problema per Tommy stava lì, davanti a lui. Ed era un problema che sembrava grande come una casa. E pensare che lui glielo

Dettagli

Libretto B 6-8 anni. www.avventuresuimontipallidi.it 2015 Provincia autonoma di Trento. Ideazione, direzione artistica e illustrazioni di

Libretto B 6-8 anni. www.avventuresuimontipallidi.it 2015 Provincia autonoma di Trento. Ideazione, direzione artistica e illustrazioni di Ideazione, direzione artistica e illustrazioni di Valentina Gottardi / crisidellaprospettiva.com Libretto B 6-8 anni www.avventuresuimontipallidi.it 2015 Provincia autonoma di Trento Avventure sui Monti

Dettagli

C ERA UNA VOLTA IN UN IL RE, CHE ERA UNA PAESE LONTANO, UN VILLAGGIO DI CONTADINI. OGNI MATTINA SOPRA LA

C ERA UNA VOLTA IN UN IL RE, CHE ERA UNA PAESE LONTANO, UN VILLAGGIO DI CONTADINI. OGNI MATTINA SOPRA LA C ERA UNA VOLTA IN UN PAESE LONTANO, UN VILLAGGIO DI CONTADINI. OGNI MATTINA SOPRA LA TESTA DEI POVERI ABITANTI, PASSAVA UN DRAGO SFIORANDO I TETTI E SPUTANDO FUOCO A DESTRA E A MANCA. I CAPI DEL VILLAGGIO

Dettagli

La storia di Gocciolina

La storia di Gocciolina La storia di Gocciolina Gocciolina viveva in un lago alpino, in una splendida valle verdeggiante. Guardava sempre il cielo e sognava di volare. Ah! Se avessi ali per volare, viaggerei per mari e per valli

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

ANNA PEIRETTI BRUNO FERRERO SINDONE BAMBINI RACCONTATA. Disegni di César

ANNA PEIRETTI BRUNO FERRERO SINDONE BAMBINI RACCONTATA. Disegni di César BRUNO FERRERO ANNA PEIRETTI La SINDONE RACCONTATA ai BAMBINI Disegni di César INSERTO REDAZIONALE DE L ORA DI RELIGIONE L OGGETTO più MISTERIOSO del MONDO G «uarda, è qui! C è scritto MUSEO!», grida Paolo.

Dettagli

6 - Il sogno di Samantha

6 - Il sogno di Samantha 6 - Il sogno di Samantha FIABA DI MAURO NERI ILLUSTRAZIONI DI FULBER GELLINDO GHIANDEDORO e le avventure di SAMANTHA nello spazio GELLINDO GHIANDEDORO E LE AVVENTURE DI SAMANTHA NELLO SPAZIO In cui si

Dettagli

NOTIZIE DALL INTERNO

NOTIZIE DALL INTERNO Istituto Comprensivo Cantù2 Scuola Primaria di Fecchio Anno 7. Numero 3 Giugno 2012 SCUOLA IN...FORMA Pag. 2 NOTIZIE DALL INTERNO (CURIOSANDO NELLA SCUOLA) A CURA DI ALICE, TABATA, MATTEO CAMESASCA (QUINTA)

Dettagli

Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare I DINOSAURI

Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare I DINOSAURI Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare Disciplina: Livello: A2 B1 I DINOSAURI Gruppo 11 Autori: Cabianca Maria Francesca, Ferrara Chiara, Santagiuliana Manuela, Slaviero Stefano. Destinatari:

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

SERGIO COLMES INDAGA Tre settembre duemilanove. Nell hotel Augustus tutto procedeva normalmente: il portiere stava alla reception, il tuttofare

SERGIO COLMES INDAGA Tre settembre duemilanove. Nell hotel Augustus tutto procedeva normalmente: il portiere stava alla reception, il tuttofare SERGIO COLMES INDAGA Tre settembre duemilanove. Nell hotel Augustus tutto procedeva normalmente: il portiere stava alla reception, il tuttofare puliva le scale e alcuni clienti erano al bar. L hotel si

Dettagli

L ORIGINE DELLA VITA SULLA TERRA

L ORIGINE DELLA VITA SULLA TERRA L ORIGINE DELLA VITA SULLA TERRA Scavando nei siti dove sono stati trovati dei reperti, geologi e paleontologi sono riusciti a ricostruire le tappe dell evoluzione (= lento ma continuo cambiamento degli

Dettagli

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE Rappresentazione teatrale degli Alunni dell'ic di San Cipirello Esplorazione della Memoria Alle radici del Primo Maggio A.S. 2014 / 15 Narratore È il primo maggio. Un'anziana

Dettagli

FLEPY E L ACQUA. Testo e idea: Wilfried Vandaele Illustrazioni: Tini Bauters Traduzione: Stefania Calicchia

FLEPY E L ACQUA. Testo e idea: Wilfried Vandaele Illustrazioni: Tini Bauters Traduzione: Stefania Calicchia FLEPY E L ACQUA Testo e idea: Wilfried Vandaele Illustrazioni: Tini Bauters Traduzione: Stefania Calicchia A G E N Z I A P E R L A P R O T E Z I O N E D E L L A M B I E N T E E P E R I S E R V I Z I T

Dettagli

.IL MAGO MATTIA E IL MISTERO DELLA SCATOLA SCOMPARSA

.IL MAGO MATTIA E IL MISTERO DELLA SCATOLA SCOMPARSA .IL MAGO MATTIA E IL MISTERO DELLA SCATOLA SCOMPARSA C era una volta un mago di nome Mattia che era considerato il mago più bravo di tutti i tempi e per questo veniva invitato in tutte le città del mondo

Dettagli

Collana: Libri per bambini

Collana: Libri per bambini La Madonna a Medjugorje appare SHALOM Collana: Libri per bambini Testi e illustrazioni: Editrice Shalom Editrice Shalom 25.06.2014 33 o Anniversario delle apparizioni a Medjugorje ISBN 9788884043498 Per

Dettagli

Perché non ho provato

Perché non ho provato Elena Colella Perché non ho provato Sin dai primi giorni, l arrivo di Esther mise sottosopra l intero quartiere. Esther, 30 anni circa. Jeans aderenti e stivali neri in pelle. Maglie scure aderenti. Carnagione

Dettagli

I fenomeni ciclici 6-8. Ciao bambini. anni. Piante ed animali, la notte e il dì, i giorni della settimana. 20 schede didattiche da stampare

I fenomeni ciclici 6-8. Ciao bambini. anni. Piante ed animali, la notte e il dì, i giorni della settimana. 20 schede didattiche da stampare I fenomeni ciclici 6-8 anni Piante ed animali, la notte e il dì, i giorni della settimana 20 schede didattiche da stampare Ciao bambini ciaomaestra.com INDICE IL CICLO DELLA FARFALLA IL CICLO DELLA FARFALLA

Dettagli

TOPO FELICE, I GIOCHI E LA FATA

TOPO FELICE, I GIOCHI E LA FATA TOPO FELICE, I GIOCHI E LA FATA (Buio, musica, voce narrante inizia a raccontare) VOCE NARRANTE Questa è la storia di Felice, un topolino che vive in un parco meraviglioso. FELICE IL TOPOLINO VIVE IN QUESTO

Dettagli

L ANIMALE MISTERIOSO

L ANIMALE MISTERIOSO L ANIMALE MISTERIOSO C era una volta un cacciatore 1, che viaggiava per il mondo 2 in cerca di soldi. Un giorno si trovò in un villaggio, dove decise di fermarsi per una notte. La mattina seguente andò

Dettagli

AIUTIAMO PIUMETTO A SALVARE L AMBIENTE

AIUTIAMO PIUMETTO A SALVARE L AMBIENTE SCUOLA DELL INFANZIA STATALE G.B. GUARINI Sezioni A B C Progetto di educazione ambientale AIUTIAMO PIUMETTO A SALVARE L AMBIENTE Anno scolastico 20011/2012 Le insegnanti hanno deciso di predisporre questo

Dettagli

Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente.

Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente. Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente. Le piace molto stare in compagnia,le piace giocare con me con papà e con Alessandro anche

Dettagli

Unità III Gli animali

Unità III Gli animali Unità III Gli animali Contenuti - Fattoria - Zoo - Numeri Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Roberto racconta L Orsoroberto si presenta e racconta ai bambini un poco di sé. L Orsoroberto ama mangiare il miele,

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

ANDARE A SCUOLA : UN'AVVENTURA PERICOLOSA

ANDARE A SCUOLA : UN'AVVENTURA PERICOLOSA ANDARE A SCUOLA : UN'AVVENTURA PERICOLOSA Molto spesso arrivo a scuola in ritardo per colpa di un semaforo che diventa verde dopo molto tempo o di persone in auto che non mi vogliono far passare sulle

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

Il principe Biancorso

Il principe Biancorso Il principe Biancorso C era una volta un re che aveva tre figlie. Un giorno, stando alla finestra con la maggiore a guardare nel cortile del castello, vide entrare di corsa un grosso orso che rugliava

Dettagli

DAL SEME ALLA PIANTA

DAL SEME ALLA PIANTA SCHEDA N 3 DAL SEME ALLA PIANTA Un altra esperienza di semina in classe potrà essere effettuata a piccoli gruppi. Ogni gruppo sarà responsabile della crescita di alcuni semi, diversi o uguali. Es. 1 gruppo:

Dettagli

Camminata in Maslana a cura della scuola Primaria di Gorno

Camminata in Maslana a cura della scuola Primaria di Gorno Progetto Accoglienza Camminata in Maslana a cura della scuola Primaria di Gorno Ieri 22 settembre è stata una giornata speciale per noi alunni di Gorno delle classi3a, 4a e 5a... infatti non siamo stati

Dettagli

1 Alunno Preferisco non imparare nulla ma essere libero.

1 Alunno Preferisco non imparare nulla ma essere libero. Prigionieri di ombre Quando il ragionare dei bambini diventa scrittura teatrale. Si tratta di rifare un cammino già fatto. Riprendere quanto già detto, e non soltanto nella forma scritta, bensì nelle espressioni,

Dettagli

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo.

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. 1. stadio 2. ristorante 3. cinema 4. stazione 5. biblioteca 6. monumento 7. palazzo 8. fiume 9. _ catena di montagne 10. isola 11. casa 12.

Dettagli

VAL PESIO. Sentiero Natura Certosa-Pian delle Gorre Cascate del Sault e Gias Sottano di Sestrera

VAL PESIO. Sentiero Natura Certosa-Pian delle Gorre Cascate del Sault e Gias Sottano di Sestrera VAL PESIO Sentiero Natura Certosa-Pian delle Gorre Cascate del Sault e Gias Sottano di Sestrera Sabato Escursione con le ciaspole!! Evviva!!! In auto arriviamo fin davanti alla Certosa di Chiusa Pesio,

Dettagli

Maria, Matteo, Victor, Stefania, Samuele

Maria, Matteo, Victor, Stefania, Samuele Un giorno, finita la scuola siamo passati dal bar per comprare le cicche. Eravamo a piedi, desiderosi di fare due passi all'aria aperta e di goderci la bella giornata. Quando siamo usciti dal bar è arrivato

Dettagli

Progetto di educazione alimentare

Progetto di educazione alimentare Progetto di educazione alimentare PREMESSA Il Progetto Alimentazione, pur rientrando nel campo dell Educazione alla Salute, non vuole essere semplicemente inteso come educazione igienico sanitaria, finalizzata

Dettagli

Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare I DINOSAURI

Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare I DINOSAURI Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare Disciplina: Storia Livello: A2 B1 I DINOSAURI Gruppo 11 Autori: Cabianca Maria Francesca, Ferrara Chiara, Santagiuliana Manuela, Slaviero Stefano. Destinatari:

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO

UNITA DI APPRENDIMENTO UNITA DI APPRENDIMENTO Io racconto, tu mi ascolti. Noi ci conosciamo Istituto comprensivo n.8 ( Fe ) SCUOLA PRIMARIA DI BAURA Classe seconda Ins: Anna Maria Faggioli, Marcello Gumina, Stefania Guiducci.

Dettagli

3 - L elefante, la scimmia e il pappagallo

3 - L elefante, la scimmia e il pappagallo I RACCONTI INDIANI DI GELLINDO GHIANDEDORO 3 - L elefante, la scimmia e il pappagallo FIABA DI MAURO NERI - ILLUSTRAZIONI DI FULBER I RACCONTI INDIANI DI GELLINDO GHIANDEDORO Ma sono proprio così numerosi

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO POLO 2 GALATONE. a.s. 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO POLO 2 GALATONE. a.s. 2014/2015 NIDO ISTITUTO COMPRENSIVO POLO 2 GALATONE a.s. 2014/2015 QUESTA MATTINA SONO... (Racconto la mia emozione) CON LE MIE MAESTRE STO VIVENDO UNA GIORNATA NELLA SCUOLA PRIMARIA ; CHISSA COSA VEDRO'! MA STATE

Dettagli

SCUOLA A. MANZONI CLASSE 3A. MAHAM JANJUA e DOUGLAS SILVA. presentano (RIELABORAZIONE DI UN LIBRO)

SCUOLA A. MANZONI CLASSE 3A. MAHAM JANJUA e DOUGLAS SILVA. presentano (RIELABORAZIONE DI UN LIBRO) SCUOLA A. MANZONI CLASSE 3A MAHAM JANJUA e DOUGLAS SILVA presentano (RIELABORAZIONE DI UN LIBRO) ATTIVITA ALTERNATIVA ALL INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA CON LA COLLABORAZIONE DELL INSEGNANTE VANIA

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Documentazione Progetto

Documentazione Progetto Documentazione Progetto Progetto rivolto ai bambini della Scuola dell Infanzia di Molina Anno Scolastico 2009/2010 Docente: Anna Teresa Vitale Il progetto I colori del grigio affronta il tema della diversità

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

Scuola Primaria T.Bagiotti Castione. Clicca sui disegni e leggi i nostri lavori

Scuola Primaria T.Bagiotti Castione. Clicca sui disegni e leggi i nostri lavori Scuola Primaria T.Bagiotti Castione Clicca sui disegni e leggi i nostri lavori Tanti anni fa gli animali vivevano sull isola argentata. Si divertivano e mangiavano quello che più gli piaceva. Un brutto

Dettagli

A.S. 2006/07. Per ognuna delle tipologie sopra elencate, si presenta qui, a titolo esemplificativo, uno dei testi realizzati dagli alunni.

A.S. 2006/07. Per ognuna delle tipologie sopra elencate, si presenta qui, a titolo esemplificativo, uno dei testi realizzati dagli alunni. Scuola Primaria Statale di Minerbio A.S. 2006/07 SCRIVIAMO DEL BOSCO DELLA PANFILIA L uscita al bosco della Panfilia è stata lo spunto per realizzare testi di diverso tipo da parte degli alunni. L insegnante

Dettagli