Opuscolo informativo concernente ladimissione di pazienti sottoposti a trapianto Reparto d isolamento di Basilea

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Opuscolo informativo concernente ladimissione di pazienti sottoposti a trapianto Reparto d isolamento di Basilea"

Transcript

1 Opuscolo informativo concernente ladimissione di pazienti sottoposti a trapianto Reparto d isolamento di Basilea Questo opuscolo sulla dimissione offre ai pazienti e ai loro famigliari le informazioni più importanti sulle prime settimane dopo la terapia e il trattamento. Contiene risposte alle domande che vengono poste di frequente dopo la dimissione.

2 Struttura dell opuscolo Le informazioni più importanti sono riassunte sempre in un riquadro. In tal modo si può avere una rapida visione d insieme del tema trattato. Sotto ogni riquadro si trova una corrispondente descrizione esaustiva. L indice relativo ai diversi temi si trova nella terza pagina di questo opuscolo. In caso di domande o dubbi, rivolgetevi al personale dell équipe di trattamento. Medico di turno poi farsi mettere in contatto Ambulatorio per la sostituzione di cellule Équipe di cura del reparto d isolamento Équipe di cura Équipe di cura Contattare immediatamente il reparto in caso di febbre (temperatura auricolare di 38,5 C o temperatura as cellare di 38,0 C), diarrea, emorragie o alterazioni acute de lle condizioni di salute. (In questo opuscolo i termini infermiere, medico o paziente sono usati in forma maschile esclusivamente al fine di garantire una maggiore leggibilità del testo). 1

3 Numeri di telefono e indirizzi importanti Ospedale Universitario di Basilea (OUB) Petersgraben Basilea Centralino: Ambulatorio per la sostituzione di cellule (ZEA) 5 piano, Policlinico Orari: lun. ven , sab. e dom. su appuntamento Reparto d isolamento, Clinica Medica 5 piano, Policlinico oppure FAX: Reparto d oncologia, Clinica Medica 8 piano, Policlinico FAX: Orari: lun. - ven , e su appuntamento Assistente sociale, Medicina Psicologa ISO Psicologa ZEA Spitalstrasse Basilea Spitalstrasse Basilea oppure attraverso il centralino OUB ISO: / ZEA: oppure attraverso il centralino OUB Padre spirituale responsabile per il reparto d Ematologia Spitalstrasse Basilea oppure attraverso il centralino OUB Consulenza dietetica Spitalstrasse Basilea (segreteria telefonica) oppure attraverso il centralino OUB Lega contro il cancro delle due Basilea Engelgasse Basilea Fax Associazione svizzera dei trapiantati di midollo osseo. Gottfried - Kellerstr Kriens

4 Indice Indice 3 1. Prefazione 4 2. Svolgimento del trattamento e dei controlli successivi alla dimissione Dimissione 5 4. Come evitare le infezioni 5 5. Mascherina facciale 5 6. Igiene orale e carioprofilassi 6 7. Pulizia delle mani 7 8. Alimentazione 8 9. Assunzione di liquidi Fumo Alcol Medicamenti Ansia e tensione nervosa Emorragie Diarrea Febbre Problemi cutanei Contatto, vicinanza, sessualità Debolezza e stanchezza Nausea e intollerabilità alimentari Conseguenze tardive della terapia Altri interlocutori Abilità lavorativa dopo il trapianto di cellule staminali umane Alloggio durante l assistenza ambulatoriale Osservazioni finali Spazio per i Suoi appunti 32 Appendice Alimentazione con bassa carica microbica una volta a casa 33 Version SISU003.07_it.doc Dezember 12 3

5 1. Prefazione Caro paziente, cari famigliari, La dimissione dal reparto d isolamento è prossima e sono in corso le relative preparazioni. Finora abbiamo per lo più parlato delle circostanze durante il Vostro soggiorno nel reparto di isolamento e meno del periodo seguente, che per Voi comporterà un grande cambiamento. Questo opuscolo si propone di fornirvi alcune informazioni e punti di riferimento per il periodo successivo al ricovero ospedaliero. Per eventuali domande, rimaniamo sempre a Vostra completa disposizione. Il personale di cura o i medici responsabili sapranno darvi ulteriori informazioni. 2. Svolgimento del trattamento e dei controlli successivi alla dimissione. Il successo della terapia dipende anche dal decorso dei primi 6-12 mesi che seguono la conclusione del trattamento in regime di ricovero ospedaliero. L'esperienza insegna che i primi tre mesi dopo un trapianto sono particolarmente critici per quanto riguarda le infezioni e la reazione di rigetto (GvHD). Si osserva un elevato rischio di infezioni, perché dopo il trapianto persiste una soppressione delle difese immunitarie (assunzione di Sandimmun). Per questo motivo, in questo periodo di tempo sono necessari stretti controlli in regime di day-hospital nell ambulatorio per la sostituzione di cellule (Zell- Ersatz- Ambulatorium, ZEA). Inizialmente, si concordano controlli ambulatoriali post-ricovero con una frequenza di 3-7 volte alla settimana. Una volta che le Sue condizioni sono stabili e non è presente alcuna infezione, potrà trascorrere i fine settimana a casa. I medici potranno inoltre concordare con Lei ulteriori esami clinici ed ematologici. Se non abita nella regione di Basilea, Le consigliamo di pernottare nelle prime 1-2 settimane in un alloggio dell Ospedale Universitario di Basilea oppure presso parenti o conoscenti nella zona di Basilea. Inoltre, Le raccomandiamo di farsi assistere e aiutare nelle faccende quotidiane da una persona di fiducia. In seguito, sarà esaminato dal Suo medico di famiglia o dai medici dell ospedale che L`hanno indirizzata nella nostra clinica. Sia il medico di famiglia sia i medici dell ospedale d origine vengono informati regolarmente e quindi sono sempre al corrente della Sua situazione. 4

6 3. Dimissione In genere si lascia il reparto al mattino. Le daremo medicamenti per le prime 24 ore, nonché i flaconi già aperti dei collutori che ha usato per l igiene orale, le mascherine, le creme e Sterilium. Lei riceverà inoltre una ricetta medica per i medicamenti necessari. Per il controllo della temperatura corporea si procuri un termometro. 4. Come evitare le infezioni Dopo la dimissione dall ospedale, le Sue difese immunitarie non sono ancora completamente funzionanti. Lei dovrà prendere ancora medicamenti che indeboliscono ulteriormente tali difese. Osservi le linee guida sull igiene (mascherina facciale, disinfezione delle mani, alimentazione ecc.). Non lavori in giardino (nemmeno con il compost). Non organizzi visite allo zoo (pericolo di infezioni fungine). Eviti per quanto possibile gli assembramenti di persone. Bambini piccoli I contatti famigliari di solito non comportano alcun problema. Nei mesi da novembre ad aprile i bambini piccoli possono essere facilmente portatori di microrganismi che colpiscono il tratto respiratorio. Se si nutrono sospetti, il pediatra può fare chiarezza mediante un test rapido (tampone). In caso di conferma di un contagio devono essere valutati opportuni provvedimenti profilattici e trattamenti in rapporto alle condizioni delle difese immunitarie dell organismo. Animali domestici Evitare i contatti orali. Dopo il contatto con gli animali ci si deve lavare le mani accuratamente. 5. Mascherina facciale Per tutto il tempo che assume medicamenti immunosoppressivi (per es. Sandimmun), all interno dell ospedale e in situazioni con assembramenti di persone (per es. in tram, quando fa la spesa, al cinema ecc.) deve portare sempre una mascherina facciale che la protegge da un eventuale contagio. A casa, nella propria stanza e all aperto può rinunciare a portare la mascherina facciale. 5

7 6. Igiene orale e carioprofilassi La chemioterapia (ed eventualmente la radioterapia) determina una riduzione della quantità di saliva e un alterazione della sua composizione. Questo effetto aumenta la sensibilità dei denti alle carie dentarie e il rischio di infezioni orali. Per mantenere l igiene orale si devono pulire i denti, sciacquare la bocca con collutori orali e usare lo spray Emofluor. Spazzolamento dei denti / risciacqui orali con Dentohexin Serve alla pulizia dei denti e alla disinfezione della cavità orale. Spazzoli i denti in modo delicato e accurato con uno spazzolino da denti morbido 3 volte al giorno, dopo ogni pasto oppure al mattino a mezzogiorno e alla sera. Dopo l uso, immerga lo spazzolino per 10 minuti in una soluzione di Dentohexin. Pratichi quindi per 1 minuto sciacqui e gargarismi con una soluzione di Dentohexin. La soluzione di Dentohexin agisce come spazzolino chimico, esercitando un effetto disinfettante protratto. Non deglutisca la soluzione per gli sciacqui. Le protesi dentarie devono essere immerse giornalmente per 15 minuti in una soluzione di Dentohexin. In caso di infiammazioni orali devono rimanere immerse in questa soluzione per 1 ora. In caso di alterazioni del colore della protesi raccomandiamo il collutorio CURASEPT ADS 220, che però non possiamo fornire direttamente. Spray Emofluor Questo spray contiene minerali che irrobustiscono lo smalto dentario, rinforzano le gengive e costituiscono una protezione contro le carie. Spruzzi Emofluor sui denti 3-4 volte al giorno, ma non subito dopo aver usato Dentohexin collutorio. Distribuisca la soluzione in tutta la cavità orale. 6

8 7. Pulizia delle mani Pulizia delle mani Raccomandiamo di lavarsi sempre le mani dopo essere stati alla toilette. Lavaggio accurato delle mani con sapone liquido Bagnare completamente le mani con acqua. Insaponare le mani accuratamente. Lavare poi le mani con acqua corrente. Asciugare bene le mani subito dopo. Disinfezione accurata delle mani dopo l utilizzo della toilette Bagnare le mani asciutte con 2 erogazioni di Sterilium. Strofinare la soluzione accuratamente, anche tra le dita, fino a quando le mani risultano completamente asciutte. Chieda che Le venga consegnato Sterilium da portare a casa 7

9 8. Alimentazione Alimentazione con bassa carica microbica Dal momento che le Sue difese immunitarie sono ancora deboli, deve continuare ad osservare un alimentazione con bassa carica microbica. È necessario che si attenga alle raccomandazioni per l intero periodo in cui deve assumere medicamenti immunosoppressori. Osservi le seguenti misure igieniche: Prepari tutti i cibi e i pasti al momento e non mangi pietanze riscaldate. In particolare, non devono essere conservate insalate con maionese, nonché insalate di patate, di pollo, di tonno e di würstel. Eviti alimenti come i prodotti a base di carne cruda o al sangue, per es. tartara o salame (a causa del pericolo di un infezione da Toxoplasma), latte crudo e formaggio erborinato (per il pericolo di un infezione da Listeria). La carne di pollo cruda e le uova crude (per es. nel tiramisù) possono essere contaminate da salmonelle. Deve mangiare carne ben arrostita e solo uova sode. Mangi in forma cruda solo frutta e verdura ben sbucciabile e lavabile, abituandovi l intestino lentamente. Per un alimentazione a bassa carica microbica legga il dettagliato elenco degli alimenti indicati e controindicati riportato in appendice. Nell appendice si trova anche una lista di prodotti caseari e di carni. A questo proposito consulti anche il capitolo Igiene in cucina. Alimentazione bilanciata Osservi un alimentazione il più possibile variata e bilanciata. Mangi ogni giorno verdura e frutta possibilmente di molti colori diversi. Si abitui di nuovo lentamente agli alimenti crudi. Ogni pasto principale deve essere composto da una componente ricca di carboidrati quale le patate, il riso, la pasta e il pane. È bene dare la preferenza ai prodotti integrali. Prenda giornalmente 3 porzioni di latte o di prodotti caseari quali per es. latte, quark o formaggio. Mangi almeno una volta al giorno una porzione di proteine sotto forma di carne, pesce, uova, tofu, quorn o formaggio. 8

10 Per la preparazione utilizzi giornalmente 2-3 cucchiai di oli vegetali pregiati quali per es. l olio d oliva o l olio di colza. Pompelmo Il pompelmo contiene un principio attivo che è in grado di ritardare la degradazione del medicamento Sandimmun Neoral. Per questo motivo si devono evitare i pompelmi in qualsiasi forma. Peso Controlli il Suo peso corporeo regolarmente (per es. 1 volta alla settimana). Discuta con il medico o la dietista eventuali variazioni del peso corporeo non intenzionali. Inappetenza Assuma diversi piccoli pasti ripartiti durante l intera giornata. Mangi tutto ciò che Le piace e quando ne ha voglia. Renda i cibi più ricchi (per es. con olio, burro, panna, maltodestrina, zucchero, concentrati proteici). Provi gli alimenti liquidi altamente calorici. Un preparato multivitaminico aiuta a coprire a sufficienza il fabbisogno vitaminico. Problemi di digestione Legga a questo proposito i capitoli Diarrea e Nausea e intollerabilità alimentari. Steroidi Se deve prendere degli steroidi (prednisone), risulta molto importante l apporto di alimenti proteici. Si preoccupi di consumare regolarmente carne, pesce, uova o prodotti caseari. Questi alimenti contengono proteine di qualità elevata. Oltre a ciò, nel corso di una terapia con steroidi si deve garantire un sufficiente apporto di calcio. Igiene in cucina Preparazione e allestimento dei pasti La persona che prepara i pasti deve osservare le regole generali di igiene personale. Essenziale è lavarsi le mani con acqua e sapone prima della preparazione dei cibi e prima di mangiare. Preparare possibilmente tutti i cibi al momento. I cibi dovrebbero essere sempre protetti il più possibile dalla contaminazione con agenti patogeni (batteri ecc.). 9

11 Di regola, tutti i prodotti crudi dovrebbero essere lavati accuratamente sotto acqua corrente prima di essere serviti. Conservazione Gli alimenti che devono essere conservati in condizioni di refrigerazione, dopo l acquisto vanno riposti il più rapidamente possibile a temperature inferiori a 4 C (verificare la temperatura del frigorifero). Conservare la carne e il pesce crudi in modo tale che non possano sgocciolare e quindi contaminare altri alimenti. Alimenti di diversa natura non devono essere conservati in confezioni comuni (alimenti crudi e cotti, carne e verdura ecc.). Si devono osservare sempre le date di scadenza e le disposizioni di conservazione degli alimenti confezionati. Temperature I batteri patogeni (che causano malattie) possono essere uccisi scaldando i cibi, a condizione che venga osservata la corretta combinazione di temperatura e tempo (quanto più elevata è la temperatura, tanto più breve sarà il tempo di cottura). Pertanto, come regola generale tutti gli alimenti da cuocere (anche quelli da riscaldare dopo essere stati cotti!) devono essere trattati in modo che la loro temperatura centrale sia di almeno 70 C. Per la conservazione si devono usare temperature superiori a 60 C e inferiori a 4 C, che sono in grado di impedire la moltiplicazi one di eventuali batteri. Carne Trattare con il freddo (congelare la carne cruda immediatamente dopo l acquisto). Prima della cottura, la carne cruda deve essere tenuta a temperatura ambiente il più breve tempo possibile. Carne congelata: prima della preparazione, eliminare sempre il liquido di scongelamento. Non conservare nella stessa confezione tipi di carne diversi. Carne comprata come merce sfusa: - Preparare la carne tritata entro 1 giorno e tutti gli altri tagli di carne cruda entro 2-3 giorni. Oltre a ciò vale la raccomandazione generale seguente: quanto più piccoli sono i pezzi di carne (carne tritata, spezzatino), tanto più rapida dovrà essere la loro preparazione. 10

12 - Preparazione: arrostire la carne completamente e misurare la sua temperatura centrale (l unico metodo sicuro per verificare che la carne sia stata scaldata a sufficienza fino al centro). Temperature centrali: Le carni rosse devono essere arrostite a una temperatura di C (temperatura interna) per almeno 10 minuti. Per il pollame si raccomanda una temperatura interna di 85 C. Evitare il contatto della carne cruda o del liquido perso dalla carne cruda, con contorni, salse o carne già cotta; a questo scopo utilizzare piatti separati. Le marinate avanzate non devono essere utilizzate come salse fredde. Le dita sporche di marinata non devono essere leccate. Acqua e bevande L acqua del rubinetto deve essere fatta bollire (almeno 1 minuto). Il tè va preparato al momento; può essere conservato in una brocca chiusa e deve essere bevuto entro 24 ore. Dopo l apertura, le bottiglie di acqua minerale e di bevande dolci gassate devono essere conservate in frigorifero. Consumare solo succhi di frutta pastorizzati. Evitare il consumo di cubetti di ghiaccio (soprattutto al ristorante, anche negli USA) e di bevande che sono state preparate con acqua fredda (per es. tè freddo, caffè, succhi da concentrati), compresa l acqua minerale prodotta in casa in bottiglie per soda (per es. soda club ) e la granita. Avanzi Gli avanzi che dovranno essere congelati rapidamente devono essere conservati in frigorifero, in piccoli pacchetti piatti. Gli avanzi devono essere riposti in frigorifero entro 2 ore dalla loro cottura, altrimenti devono essere eliminati. Gli avanzi di alimenti liquidi (zuppe ecc.) devono essere portati fino a temperatura di ebollizione prima della consumazione. Igiene delle mani Prima di lavorare con gli alimenti ci si deve lavare le mani sempre accuratamente con acqua calda e sapone. Lavare le mani anche dopo aver lavorato con carne o pesce crudo. 11

13 Lavarsi le mani con acqua calda e sapone dopo essere stati alla toilette, aver toccato animali, aver cambiato i pannolini ecc. Per asciugare le mani utilizzare un panno pulito. Coprire accuratamente le ferite aperte delle mani. In caso di malattie (per es. raffreddori intensi o malattie diarroiche) si deve osservare con particolare attenzione l igiene personale, per evitare di trasmettere microrganismi patogeni agli alimenti e quindi ad altre persone. Utensili da cucina quali taglieri, coltelli, cucchiai Nella preparazione e nella cottura di pietanze a partire da alimenti crudi (carne, pesce, frutti di mare e uova), si devono sempre utilizzare taglieri, piatti e posate separati per ogni alimento. In tal modo si evita la contaminazione dei diversi ingredienti con eventuali microrganismi. Utilizzare esclusivamente taglieri in materiale plastico. Dopo ogni utilizzo pulire accuratamente coltelli e taglieri con acqua calda e detergente. Lasciare asciugare all aria gli utensili da cucina oppure asciugarli con un panno pulito o con carta da cucina. Non utilizzare gli stessi utensili per la lavorazione di alimenti cotti e crudi. Panni, strofinacci Gli strofinacci e i panni da cucina rappresentano possibili serbatoi di batteri, e per questo motivo devono essere cambiati spesso (possibilmente tutti i giorni) e devono essere lavati a temperature elevate (60 C o più). È possibile utilizzare anche panni monouso. Gli strofinacci e i panni utilizzati in cucina non devono essere impiegati per altri usi domestici. Ambiente Tenere la cucina pulita; pulire le superfici su cui vengono preparati gli alimenti con acqua calda e detergenti. Insetti, parassiti, altri animali e piante d appartamento devono essere banditi dalla cucina. 12

14 Viaggi e alimentazione I viaggi nei paesi in via di sviluppo sono sconsigliati. Gli standard alimentari e igienici presenti in questi paesi possono costituire per Lei un notevole rischio. Di norma, prima di intraprendere un viaggio deve consultare il medico responsabile, che potrà fornirle in modo mirato le informazioni più importanti sulle misure da adottare per il trattamento degli alimenti e per l igiene personale. 9. Assunzione di liquidi Il trattamento medicamentoso sottopone i reni a un carico di lavoro elevato. Beva almeno 2-3 litri di liquidi ripartiti nel corso della giornata 10. Fumo A seguito della possibile reazione di rigetto (GvHD) le mucose orali e polmonari sono particolarmente secche e sensibili. Il fumo inibisce le sottili ciglia vibratili delle vie respiratorie superiori, che liberano questo tratto respiratorio e il polmone dalle sostanze nocive. Rispetti il divieto di fumare. Eviti i locali per fumatori e inviti il Suo partner a non fumare nella stessa stanza in Sua presenza. 11. Alcol In linea di principio dopo un trapianto non si deve bere alcol. Se però ha l occasione di festeggiare, non ci sono obiezioni a un bicchierino per un brindisi. Non beva più di 1-2 dl di alcol alla settimana. Tenga presente che l effetto dei medicamenti psicotropi (per es. i tranquillanti) è potenziato dal consumo di alcol. 13

15 12. Medicamenti Ci comunichi tempestivamente eventuali peggioramenti delle Sue condizioni di salute, affinché possiamo reagire immediatamente. Assuma correttamente i medicamenti prescritti, che sono adattati alla Sua situazione al momento della dimissione. Questi medicamenti esercitano un effetto anche se al momento non Le appare evidente. Tenga presente che attualmente sta bene proprio perché i medicamenti stanno facendo effetto. Se interrompe la loro assunzione senza aver prima consultato il medico, la perdita di efficacia non è immediata, ma si manifesta con un certo ritardo. Continui ad assumere i medicamenti anche se al momento non manifesta più alcun sintomo. Se ritiene che non abbiano un effetto sufficiente, non interrompa di propria iniziativa la loro assunzione. I medicamenti contro l ansia e la tensione nervosa devono essere assunti regolarmente. Alcuni di loro richiedono un certo tempo prima di raggiungere la loro completa efficacia. Tali medicamenti producono una concentrazione di principio attivo nel sangue che deve essere impostata in base alle Sue esigenze. Consideri che molti medicamenti senza obbligo di ricetta contro l influenza o il mal di testa e il mal di denti esercitano in parte anche un effetto anticoagulante (fluidificazione del sangue). In caso di dubbi, consulti il Suo medico o il Suo farmacista. Utilizzi solo medicamenti antipiretici che non hanno come effetto collaterale la fluidificazione del sangue. Eviti antidolorifici simili all Aspirina quali i seguenti: Aspegic, Alcacyl, Aspirina, Aspro, Togal, Gelonida, Thomapyrin, Treupel ecc. Non deve assumere nemmeno antinfiammatori e antidolorifici come Voltaren, Ponstan o Brufen, perché possono causare emorragie intense. 14

16 Al momento della dimissione, il reparto Le fornisce medicamenti per le prime 24 ore. Successivamente, potrà ottenere questi medicamenti in farmacia dietro presentazione della ricetta medica. Sandimmun è un medicamento che sopprime le difese immunitarie dell organismo. Ha la funzione di impedire il rigetto del trapianto e sopprimere la reazione delle cellule staminali trapiantate contro il proprio organismo. Deve essere assunto per almeno 3-12 mesi. L assunzione contemporanea di Sandimmun e di un pasto ricco di grassi o di succo di pompelmo influenza la tollerabilità di questo medicamento. Sandimmun può danneggiare i reni, favorire la crescita di peli su tutto il corpo e indurre tremori muscolari. Questi e altri effetti collaterali sono influenzati dal dosaggio del medicamento. La concentrazione di Sandimmun nel sangue viene misurata a intervalli regolari. 13. Ansia e tensione nervosa È probabile che la dimissione Le causi preoccupazioni. Le paure, la tensione nervosa e le preoccupazioni dopo una terapia e un trattamento sono una reazione naturale e comprensibile. Da una parte ci si rallegra della dimissione e, dall altra parte, l uscita dalla clinica comporta nuova insicurezza e incertezza. Informazioni fondate e possibilmente complete sono il miglior presupposto per riuscire a superare le paure, la tensione nervosa e le preoccupazioni. Come può essere d aiuto a sé stesso? Parli delle Sue paure con il Suo partner. Faccia uso di tecniche di rilassamento. Si conceda un bagno caldo. Ascolti musica rilassante. Ci contatti sempre nel caso in cui avesse bisogno di informazioni e aiuto di altro genere. Saremo lieti di metterla in contatto con appositi centri di consulenza. Quali sono i possibili medicamenti? Lexotanil risolve l ansia, la tensione e il nervosismo. Lexotanil è ben tollerabile. La stanchezza che si dovesse manifestare dipende dal dosaggio. Lexotanil può essere preso ai primi segni di ansia e tensione. 15

17 Seropram è un antidepressivo. Viene impiegato anche come ansiolitico. Durante il suo uso si osservano secchezza della bocca e disturbi del sonno. Gli effetti collaterali menzionati sono più intensi nelle prime 2 settimane e poi scompaiono o si riducono. Xanax risolve l ansia, la tensione e il nervosismo. È efficace in caso di attacchi di panico. Durante il suo uso si osservano sonnolenza, vertigini e stordimento. Gli effetti collaterali menzionati sono più intensi all inizio dell assunzione e poi scompaiono o si riducono. Temesta è un tranquillante e agisce come ansiolitico. Durante il suo uso si osservano vertigini e stordimento. A chi si può rivolgere, se non sa più cosa fare? Se l ansia e la tensione provate assumono un intensità insolita, contatti immediatamente il Suo medico. 14. Emorragie Se non riesce ad arrestare un emorragia, contatti immediatamente il Suo medico o si rechi direttamente in ospedale. Come può essere d aiuto a sé stesso? In caso di ferite da punta o da taglio eserciti con un dito o con una mano una lieve pressione sulla ferita. Questa pressione deve essere mantenuta per 5 minuti. Può anche applicare una piccola fasciatura compressiva utilizzando una benda o un fazzoletto. Tenga la parte ferita (mano, braccio) in posizione elevata. Gli ematomi a livello di braccia, gambe o tronco possono essere dolorosi, ma per lo più non creano problemi. In caso di emorragie nasali, gli impacchi di ghiaccio, l applicazione del freddo sulla nuca o alla radice del naso oppure una pressione locale possono aiutare ad arrestare l emorragia. Quali sono le possibili misure preventive? Cerchi di evitare le emorragie. Le tipiche cause sono le ferite da taglio e da punta quali quelle che possono insorgere quando ci si rade con una lametta. È necessario utilizzare una particolare cautela anche quando ci si taglia le unghie. Cause di emorragie nasali sono gli starnuti violenti o l introduzione di dita nel naso. 16

18 Quali sono i possibili medicamenti? Primolut N (per le donne) è un ormone femminile che promuove lo sviluppo della mucosa uterina e sopprime l ovulazione. Durante il periodo di assunzione del medicamento non si verificano mestruazioni. Dal momento che le mestruazioni rappresentano un rischio di emorragia e infezione, nel primo periodo dopo la terapia si deve assumere Primolut N fino a quando non sarà presente un sufficiente numero di piastrine. Se nonostante ciò dovessero manifestarsi sanguinamenti, contatti immediatamente il Suo medico. Se 3-6 mesi dopo l interruzione di Primolut N non si dovesse manifestare un ciclo mestruale normale, si inizierà un trattamento ormonale, che sarà stabilito dal medico responsabile delle Sue cure successive all ospedalizzazione e dal Suo ginecologo. A chi si può rivolgere, se non sa più cosa fare? Non esistono medicamenti diretti contro un emorragia. Se l emorragia non è arrestabile con i semplici metodi descritti, dovrà essere trattato in ospedale. Per il suo trattamento si può praticare un emostasi locale mediante compresse e soluzioni emostatiche oppure somministrare piastrine del sangue. In caso di epistassi (sangue dal naso) un otorinolaringoiatra dovrà eseguire una sclerotizzazione. Che cos altro si deve considerare? Un rapido peggioramento delle Sue condizioni di salute, accompagnato da forte mal di testa, disturbi visivi e insufficienza circolatoria, può essere il segno di un emorragia interna. Contatti immediatamente il Suo medico. 17

19 15. Diarrea Condizioni iniziali e problemi emergenti Lei soffre di diarrea o dopo la dimissione si manifesta una diarrea. Per questa situazione esistono diverse cause: Per un lungo periodo di tempo non ha potuto consumare alimenti crudi, che improvvisamente sono ora di nuovo permessi. Il Suo organismo reagisce al cambiamento di dieta con una diarrea, fino a quando non si sarà di nuovo abituato al nuovo regime alimentare. Le infezioni possono causare una diarrea. Intolleranze alimentari, quali per es. l intolleranza al lattosio, possono manifestarsi con una diarrea. Un ulteriore causa possono essere i medicamenti (per es. gli antibiotici). In termini generali è difficile affermare quando la diarrea debba essere considerata un problema. Se presenta 3-5 defecazioni al giorno con feci da molli a consistenti non si deve preoccupare. Contatti il Suo medico, se ha più di 6 defecazioni al giorno e le feci sono molto liquide o acquose, mostrano un colore insolito, hanno un odore sgradevole o un volume elevato. Contatti il Suo medico anche se la defecazione si accompagna a dolore e se la frequenza delle defecazioni aumenta molto. Come può essere d aiuto a sé stesso? Assuma una sufficiente quantità di bevande isotoniche per compensare la perdita di liquidi e di sali minerali. 18

20 Scelta degli alimenti: Consumi di preferenza alimenti idrofili e contenenti amidi. Rinunci temporaneamente agli alimenti ricchi di fibre e riduca eventualmente l apporto di cibi contenenti lattosio (latte, yoghurt, panna). Alimenti idrofili: Riso, wafer di riso, pane bianco, fette biscottate, bastoncini salati, pasta, patate. Alimenti ricchi di pectina: mela grattugiata (con la buccia), banane, uva sultanina, mirtilli, zuppa di carote, Benefiber. Tè nero, vino rosso, cacao, cioccolato fondente, formaggio a pasta dura. Alimenti con effetto tendenzialmente lassativo: Frutta cruda, verdure e insalate. Cibi ricchi di grassi, piatti piccanti. Alimenti che provocano meteorismo quali i cavoli, le cipolle e i legumi. Uva, frutta essicata. Pane integrale (da farina macinata grossa), pane ai semi, pane alle noci, semi di lino. Mosto dolce e acido, bevande gassate e ricche di zucchero, succhi di frutta non diluiti, bevande alcoliche, caffè. Parli dei Suoi problemi con l équipe di trattamento e la dietista. Quali sono le possibili misure preventive? Eviti gli alimenti che Le hanno già causato diarrea in passato. Un alimentazione bilanciata è il miglior presupposto per un attività digestiva regolare. Quali sono i possibili medicamenti? Se ha bisogno di medicamenti che possono essere prescritti solo dal medico, sono disponibili diverse opzioni, a seconda delle cause e delle circostanze. Gli antibiotici (sotto forma di compresse) La aiutano nel trattamento delle infezioni intestinali. Sono medicamenti che agiscono contro i batteri (causa di infezione) e possono avere diversi effetti collaterali. 19

pazienti Reparto di isolamento di Basilea

pazienti Reparto di isolamento di Basilea Opuscolo informativo concernente la Dimissione di pazienti Reparto di isolamento di Basilea Questo opuscolo sulla dimissione offre ai pazienti e ai loro famigliari le informazioni più importanti sulle

Dettagli

U. O. EMATOLOGIA e CENTRO TRAPIANTO MIDOLLO OSSEO Presidio Ospedaliero di Piacenza Via Cantone del Cristo

U. O. EMATOLOGIA e CENTRO TRAPIANTO MIDOLLO OSSEO Presidio Ospedaliero di Piacenza Via Cantone del Cristo Dipartimento di Onco - Ematologia Direttore Dr. Luigi Cavanna U. O. EMATOLOGIA e CENTRO TRAPIANTO MIDOLLO OSSEO Presidio Ospedaliero di Piacenza Via Cantone del Cristo Direttore Dr. Daniele Vallisa Coordinatore

Dettagli

Cosa succede con la chemioterapia. e gli altri trattamenti

Cosa succede con la chemioterapia. e gli altri trattamenti Cosa succede con la chemioterapia e gli altri trattamenti SANGUE e SISTEMA CARDIO-CIRCOLATORIO: ALTERAZIONI EMATOLOGICHE Anemia Leucopenia Piastrinopenia FEBBRE ALTERAZIONI PSICHICHE Immagine corporea

Dettagli

GEMCITABINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

GEMCITABINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI GEMCITABINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori informazioni:

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

Sopralluoghi igienico - nutrizionali ed alimentazione sicura

Sopralluoghi igienico - nutrizionali ed alimentazione sicura Sopralluoghi igienico - nutrizionali ed alimentazione sicura Intervento a cura di: Dario Signorelli -Dipartimento di Prevenzione Medica SC Alimenti e Nutrizione ASL Milano Milano, 3 maggio 2012 1 servizio

Dettagli

DOXORUBICINA (Adriamicina) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

DOXORUBICINA (Adriamicina) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI DOXORUBICINA (Adriamicina) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ;

Dettagli

Nausea e vomito da chemioterapia

Nausea e vomito da chemioterapia Nausea e vomito da chemioterapia La nausea e il vomito sono tra gli effetti collaterali più temuti dai soggetti che devono sottoporsi a una chemioterapia per un tumore perché hanno un grande impatto sulla

Dettagli

PEMETREXED (ALIMTA) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

PEMETREXED (ALIMTA) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI PEMETREXED (ALIMTA) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

CAPECITABINA (Xeloda)

CAPECITABINA (Xeloda) CAPECITABINA (Xeloda) 1 POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

IDROSSIUREA (Oncocarbide)

IDROSSIUREA (Oncocarbide) IDROSSIUREA (Oncocarbide) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per

Dettagli

IL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI

IL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI IL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI Maria Teresa Petrucci (Roma) La terapia (orale, endovenosa, sottocutanea) ha un ruolo fondamentalenellaterapia nella terapia delmielomamultiploche Multiplo è una malattia

Dettagli

PACLITAXEL (Taxolo) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

PACLITAXEL (Taxolo) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI PACLITAXEL (Taxolo) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Brainfood: come nutrirsi per dare il meglio di sé

Brainfood: come nutrirsi per dare il meglio di sé Brainfood: come nutrirsi per dare il meglio di sé In collaborazione con Corinne Spahr Consulente alimentare dipl. SUP Mangiare bene non ci rende più intelligenti di quanto già non siamo, ma scegliere bene

Dettagli

Consigli dietetici dopo un trapianto renale

Consigli dietetici dopo un trapianto renale Consigli dietetici dopo un trapianto renale Uno dei benefici dopo il trapianto renale è che puoi seguire una dieta più variata. Potassio Se il trapianto ha successo, le limitazioni del potassio non servono

Dettagli

Subocclusione intestinale e Nutrizione

Subocclusione intestinale e Nutrizione Subocclusione intestinale e Nutrizione Lo IEO pubblica una collana di Booklets al fine di aiutare il paziente a gestire eventuali problematiche (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire,

Dettagli

Alimentazione e reflusso gastrico

Alimentazione e reflusso gastrico Cause Il reflusso gastrico è causato dal reflusso del contenuto acido dello stomaco nell esofago. Questo succede per esempio con una pressione troppo forte sullo stomaco o perché il muscolo superiore di

Dettagli

Guida alla nutrizione

Guida alla nutrizione CentroCalcioRossoNero Guida alla nutrizione Bilancio energetico e nutrienti Il mantenimento del bilancio energetico-nutrizionale negli atleti rappresenta un importante obiettivo biofisiologico. Diversi

Dettagli

FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO. Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv.

FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO. Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv. FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO Servizio di Dietetica e Nutrizione Clinica Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv.it Progetto pilota Linee

Dettagli

www.regione.lombardia.it REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME.

www.regione.lombardia.it REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. www.regione.lombardia.it 10 REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. Ecco uno strumento utile per combattere il caldo estivo. Una serie

Dettagli

Dalla Spesa alla Tavola

Dalla Spesa alla Tavola Dalla Spesa alla Tavola L Igiene e la Salute in Cucina Dott.ssa M. Stella 1 L Acquisto attento dei Prodotti Alimentari Dott.ssa M. Stella 2 L Etichetta di un Prodotto Alimentare 1) denominazione di vendita

Dettagli

POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI CISPLATINO POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori informazioni:

Dettagli

INDICAZIONI PER IL LAVAGGIO DELLE MANI

INDICAZIONI PER IL LAVAGGIO DELLE MANI INDICAZIONI PER IL LAVAGGIO DELLE MANI (Ministero della Salute - http://www.salute.gov.it) INTRODUZIONE Le mani sono un ricettacolo di germi; circa il 20% è rappresentato da microrganismi non patogeni,

Dettagli

Nelle etichette devono essere riportati in modo chiaro gli ingredienti e la data di scadenza.

Nelle etichette devono essere riportati in modo chiaro gli ingredienti e la data di scadenza. COME SI PRESENTA IL PRODOTTO: Fare attenzione alle alterazioni visibili: il prodotto alterato può cambiare colore, odore, sapore, aspetto può cambiare consistenza o presentare tracce di muffe la confezione

Dettagli

METHOTREXATE POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

METHOTREXATE POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI METHOTREXATE POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori informazioni:

Dettagli

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51 La colite ulcerosa e il morbo di Crohn sono malattie che colpiscono l apparato intestinale e vengono definite generalmente col nome di malattie infiammatorie dell apparato intestinale. La colite ulcerosa

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

Come aumentare l apporto calorico alla dieta

Come aumentare l apporto calorico alla dieta Come aumentare l apporto calorico alla dieta Lo IEO pubblica una collana di Booklets al fine di aiutare il paziente a gestire eventuali problematiche (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione

Dettagli

DIABETE E ALIMENTAZIONE

DIABETE E ALIMENTAZIONE DIABETE E ALIMENTAZIONE La pianificazione di una dieta corretta può essere difficile se non si è certi della combinazione di cibi migliore, delle porzioni e dell effetto dei diversi alimenti sui livelli

Dettagli

Servizi di Consulenza Alimentare. (la risposta ritenuta giusta va indicata ponendo una crocetta in parentesi)

Servizi di Consulenza Alimentare. (la risposta ritenuta giusta va indicata ponendo una crocetta in parentesi) Servizi di Consulenza Alimentare DOMANDE A RISPOSTA MULTIPLA QUESTIONARIO N 2 (la risposta ritenuta giusta va indicata ponendo una crocetta in parentesi) Cognome: Mansione: Nome: Data: 1. A quali fasi

Dettagli

FOLFOX POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

FOLFOX POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI FOLFOX POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: fluorouracile, acido folinico, oxaliplatino Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione

Dettagli

PESCE CRUDO Istruzioni per l uso

PESCE CRUDO Istruzioni per l uso PESCE CRUDO Istruzioni per l uso I RISCHI MICROBIOLOGICI nei prodotti della pesca Gestione del PRODOTTO FRESCO e PUNTI CRITICI Dr.ssa Priscilla D Amico Facoltà di Medicina Veterinaria Università di Pisa

Dettagli

LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE

LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE Studio Dietistico dott.ssa Francesca Pavan - Via G. Falcone 16-30024 Musile di Piave (Ve) Tel. 0421331981 Fax. 0421456889 www.studiodietisticopavan.it Esistono

Dettagli

Dott. Lilia Bortolotti Medico Chirurgo Specialista Odontostomatologia Specialista Otorinolaringoiatria Bologna - via Pasubio, 24 - tel.

Dott. Lilia Bortolotti Medico Chirurgo Specialista Odontostomatologia Specialista Otorinolaringoiatria Bologna - via Pasubio, 24 - tel. Dott. Lilia Bortolotti Medico Chirurgo Specialista Odontostomatologia Specialista Otorinolaringoiatria Bologna - via Pasubio, 24 - tel. 051/433862 ISTRUZIONI PER PAZIENTI PORTATORI DI PROTESI TOTALE PREMESSA

Dettagli

LA TERAPIA DEL. Maria Teresa Petrucci (Roma)

LA TERAPIA DEL. Maria Teresa Petrucci (Roma) LA TERAPIA DEL PAZIENTE GIOVANE Maria Teresa Petrucci (Roma) La terapia farmacologica ha un ruolo fondamentale nel trattamento del Mieloma Multiplo che è una malattia già disseminata nell organismo al

Dettagli

GUIDA PER IL PAZIENTE IN TERAPIA MEDICA ONCOLOGICA

GUIDA PER IL PAZIENTE IN TERAPIA MEDICA ONCOLOGICA GUIDA PER IL PAZIENTE IN TERAPIA MEDICA ONCOLOGICA Gentile Signora, Gentile Signore, la nostra équipe ha pensato di proporre una guida per il paziente che deve iniziare il trattamento chemioterapico. Il

Dettagli

NOTIZIE E CONSIGLI CONSIGLI L'ALIMENTAZIONE VALORI CALORICI E NUTRIZIONALI LA LA COTTURA RICETTARIO GRAMMATURE DELLE RICETTE RICETTE PROPOSTE

NOTIZIE E CONSIGLI CONSIGLI L'ALIMENTAZIONE VALORI CALORICI E NUTRIZIONALI LA LA COTTURA RICETTARIO GRAMMATURE DELLE RICETTE RICETTE PROPOSTE IL RICETTARIO PREMESSA Strumento utile per chi si occupa di alimentazione all'interno di strutture residenziali per anziani. Contiene ricette proposte ed elaborate da cuochi che lavorano in alcune case

Dettagli

CHE COSA SONO I BIFOSFONATI?

CHE COSA SONO I BIFOSFONATI? Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico CHE COSA SONO I BIFOSFONATI? Informativa per i pazienti I bifosfonati sono farmaci introdotti più di vent

Dettagli

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Colora il quadratino posto accanto alle indicazioni corrette. Per mantenere il nostro sistema nervoso sano ed efficiente è opportuno... ALLA SALUTE respirare

Dettagli

NOVITà. Indicazione pediatrica. Guida per i genitori

NOVITà. Indicazione pediatrica. Guida per i genitori NOVITà Indicazione pediatrica Guida per i genitori Che cos è la vaccinazione antiallergica? 3 n Rinocongiuntivite allergica: una condizione diffusa 3 n La vaccinazione antiallergica 4 Che cos è GRAZAX?

Dettagli

CUORE & ALIMENTAZIONE

CUORE & ALIMENTAZIONE 5 Convegno Socio-Scientifico ASPEC Teatro «Antonio Ghirelli» - Salerno, 27 Giugno 2015 CUORE & ALIMENTAZIONE Annapaola Campana Unità Operativa di Oncoematologia Presidio Ospedaliero Pagani (SA) CAUSE DI

Dettagli

Consapevoli e sani. 1. Mantenete il peso corporeo entro valori normali. 2. Fate almeno 30 minuti di movimento al giorno.

Consapevoli e sani. 1. Mantenete il peso corporeo entro valori normali. 2. Fate almeno 30 minuti di movimento al giorno. Dieci suggerimenti della Lega svizzera contro il cancro Consapevoli e sani Un'alimentazione sana e movimento sufficiente possono ridurre il rischio di ammalarsi di cancro. Non è mai troppo tardi per iniziare

Dettagli

VINCRISTINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VINCRISTINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VINCRISTINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori informazioni:

Dettagli

Le malattie trasmesse da alimenti. Alimentando > Le malattie trasmesse ingerendo alimenti infetti [ 1 ]

Le malattie trasmesse da alimenti. Alimentando > Le malattie trasmesse ingerendo alimenti infetti [ 1 ] Le malattie trasmesse da alimenti [ 1 ] Le malattie trasmesse Gli alimenti sono la fonte di nutrimento necessaria per la vita dell uomo, ma possono diventare un pericolo per la salute del consumatore quando

Dettagli

Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico. Il neutrofilo PHIL

Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico. Il neutrofilo PHIL Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Il neutrofilo PHIL Informazioni utili sulla NEUTROPENIA durante il trattamento chemioterapico NEUTROFILO PHIL La tua guardia

Dettagli

Crema di broccoletti

Crema di broccoletti 1 VITACuISINE Crema di broccoletti CREMA DI BROCCOLETTI, MOZZARELLA DI BuFALA E SCAMORZA AFFuMICATA 2 cime di broccoli 30 g di olio extravergine 10 g di sale fino 4 g di capperi dissalati 60 g di mozzarella

Dettagli

Test Verificate le vostre conoscenze sull epatite C!

Test Verificate le vostre conoscenze sull epatite C! Test Verificate le vostre conoscenze sull epatite C! L Epatite C può essere trasmessa attraverso: L uso comune di aghi e siringhe L uso comune di filtri, cucchiai e acqua al momento del consumo di droghe

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE Corso di tecniche di assistenza di base per caregivers Maggio Dicembre 2012 FABBISOGNO ENERGETICO Il fabbisogno energetico è individuale e dipende da: Sesso Peso Altezza Età

Dettagli

Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente.

Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente. Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente. Emergenza caldo. Ecco una serie di consigli pratici per prevenire e affrontare i pericoli del caldo estivo. Questi consigli, validi

Dettagli

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE Il ph è l unità di misura dell acidità che va da 0 (acido) a 14 (basico o alcalino). 7 è il valore neutro. Il metodo più facile per avere un

Dettagli

Informativa sull influenza A/H1N1

Informativa sull influenza A/H1N1 Informativa sull influenza A/H1N1 Indicazioni per il personale aziendale per ridurre il rischio di diffusione della malattia Indicazioni per i Responsabili di Sede per ridurre il rischio di diffusione

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE. Allegato 2-ter al Disciplinare di Gara ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE. Allegato 2-ter al Disciplinare di Gara ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO Istituto Nazionale Previdenza Sociale ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Allegato 2-ter al Disciplinare di Gara ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI RISTORAZIONE DA SVOLGERE PRESSO LA CASA ALBERGO

Dettagli

LA SICUREZZA DEI TUOI CIBI DIPENDE ANCHE DA TE

LA SICUREZZA DEI TUOI CIBI DIPENDE ANCHE DA TE ASL CITTA DI MILANO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione Via Statuto n 5-MILANO LA SICUREZZA DEI TUOI CIBI DIPENDE ANCHE DA TE da: Linee Guida per una sana Alimentazione degli

Dettagli

Intolleranze alimentari? È ora di agire!

Intolleranze alimentari? È ora di agire! Intolleranze alimentari? È ora di agire! In Svizzera, ben oltre 1 milione di persone soffre di un intolleranza alimentare. L intolleranza al lattosio (zucchero del latte) e al glutine (proteine dei cereali)

Dettagli

Preparazione all intervento chirurgico in ginecologia oncologica e Nutrizione

Preparazione all intervento chirurgico in ginecologia oncologica e Nutrizione Preparazione all intervento chirurgico in ginecologia oncologica e Nutrizione Lo IEO pubblica una collana di Booklets al fine di aiutare il paziente a gestire eventuali problematiche (quali ad esempio

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente. NIMODIPINA EG 30 mg/0,75 ml gocce orali, soluzione. Medicinale equivalente

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente. NIMODIPINA EG 30 mg/0,75 ml gocce orali, soluzione. Medicinale equivalente Foglio illustrativo: informazioni per il paziente NIMODIPINA EG 30 mg/0,75 ml gocce orali, soluzione Medicinale equivalente Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale perché contiene

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore. Tobramicina e Desametasone EG 0,3% + 0,1% collirio, soluzione Medicinale equivalente

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore. Tobramicina e Desametasone EG 0,3% + 0,1% collirio, soluzione Medicinale equivalente Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore Tobramicina e Desametasone EG 0,3% + 0,1% collirio, soluzione Medicinale equivalente Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale

Dettagli

Il paziente oncologico

Il paziente oncologico Il paziente oncologico Le neoplasie sono tra le cause più frequenti di morte nel cane e nel gatto in molti paesi industrializzati. La chemioterapia antineoplastica, anche in medicina veterinaria, negli

Dettagli

STRATEGIE PER UNA VITA SICURA

STRATEGIE PER UNA VITA SICURA Dipartimento di Onco - Ematologia Direttore Dr. Luigi Cavanna U. O. EMATOLOGIA e CENTRO TRAPIANTO MIDOLLO OSSEO Presidio Ospedaliero di Piacenza Via Cantone del Cristo Direttore Dr. Daniele Vallisa Coordinatore

Dettagli

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.»

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.» AZIENDA UNITÁ LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta

Dettagli

Corso per alimentaristi

Corso per alimentaristi La sicurezza degli alimenti intesa sia come sicurezza igienica che come sicurezza nutrizionale è una responsabilità che non riguarda soltanto l'industria alimentare, ma tutti gli attori della catena di

Dettagli

LA PREPARAZIONE DOMESTICA DELLE CONSERVE indicazioni per una corretta realizzazione

LA PREPARAZIONE DOMESTICA DELLE CONSERVE indicazioni per una corretta realizzazione LA PREPARAZIONE DOMESTICA DELLE CONSERVE indicazioni per una corretta realizzazione SANA 14 settembre 2015 Dott.ssa M.Chiara Venturini tecnologo alimentare ORDINE DEI TECNOLOGI ALIMENTARI DELL EMILIA ROMAGNA

Dettagli

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH L evoluzione della nutrizione negli ultimi decenni accompagna effetti nutrizionali positivi ma anche negativi! Gli scienziati hanno constatato una diminuzione della DENSITÁ delle vitamine e i minerali

Dettagli

I gruppi alimentari GRUPPO N GRUPPO N. CARNI, PESCI, UOVA Forniscono: proteine ad alto valore biologico; minerali quali ferro,

I gruppi alimentari GRUPPO N GRUPPO N. CARNI, PESCI, UOVA Forniscono: proteine ad alto valore biologico; minerali quali ferro, I nutrienti I gruppi alimentari NEL NOSTRO VIVER COMUNE, NON RAGIONIAMO CON NUTRIENTI MA CON ALIMENTI: SONO PERTANTO STATI RAGGRUPPATI GLI ALIMENTI SECONDO CARATTERISTICHE NUTRITIVE IN COMUNE. GRUPPO N

Dettagli

BRUNCH DEL 1 AGOSTO: UN SEMPLICE AIUTO ALL AUTOCONTROLLO

BRUNCH DEL 1 AGOSTO: UN SEMPLICE AIUTO ALL AUTOCONTROLLO Schweizerischer Bauernverband Union Suisse des Paysans Unione Svizzera dei Contadini Uniun purila Svizra Laurstrasse 10 5201 Brugg AGORA Association des groupements et organisations romands de l'agriculture

Dettagli

OSPEDALE DI CARITA Corso G. Marconi n. 30 12030 Sanfront CN

OSPEDALE DI CARITA Corso G. Marconi n. 30 12030 Sanfront CN PROVA SCRITTA CONCORSO PUBBLICO PER N. 1 POSTO DI ADDETTO ALLA CUCINA PROVA N. 2 (Crocettare la risposta esatta delle domande dalla n. 1 alla n. 20 e fornire una risposta sintetica ed esauriente alle domande

Dettagli

per la sicurezza alimentare in ambito domestico a cura delle Aziende USL della Toscana

per la sicurezza alimentare in ambito domestico a cura delle Aziende USL della Toscana Campagna per la sicurezza alimentare in ambito domestico a cura delle Aziende USL della Toscana 2 Salute e sicurezza Negli ultimi anni, nei Paesi dell Unione Europea gli episodi di Tossinfezioni alimentari,

Dettagli

UN ESTATE AL RIPARO DAL CALDO

UN ESTATE AL RIPARO DAL CALDO I.P. UN ESTATE AL RIPARO DAL CALDO QUESTO OPUSCOLO È STATO REALIZZATO PER FORNIRE UTILI CONSIGLI A SOSTEGNO DEGLI ANZIANI. FAVORISCI LA SUA DIFFUSIONE TRA LE FASCE DI POPOLAZIONE IN ETÀ PIÙ AVANZATA. GRAZIE.

Dettagli

Informazioni ai pazienti in cura con farmaci anticoagulanti

Informazioni ai pazienti in cura con farmaci anticoagulanti Informazioni ai pazienti in cura con farmaci anticoagulanti I farmaci anticoagulanti orali (in Italia si usano le compresse di Coumadin o di Sintrom ) servono per diminuire la coagulazione del sangue,

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Condividiamo il seguente studio:

Condividiamo il seguente studio: Condividiamo il seguente studio: "Consigli per diarrea, stitichezza e colon irritabile" del Dottor Donadel Campbel tratto dal sito : http://www.giorgiodonadelcampbell.it/ index.php?id=64 poichè lo riteniamo

Dettagli

Guida alla gestione della ILEOSTOMIA

Guida alla gestione della ILEOSTOMIA Guida alla gestione della ILEOSTOMIA GUIDA ALLLLA GEESSTTI IONEE DEELLLL ILLEEOSSTTOMI IA All.3 1 Gentile signore/a In quest opuscolo troverà indicazioni utili per la gestione della stomia che le è stata

Dettagli

Cosa dovete sapere sulla gotta

Cosa dovete sapere sulla gotta Quelli con l arcobaleno In breve gli aspetti importanti sollevare questa pagina. Cosa dovete sapere sulla gotta Quelli con l arcobaleno Informazioni per i pazienti «Gotta» Informazioni per i pazienti «Gotta»

Dettagli

TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute.

TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute. TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute. Le nuove scoperte avvenute nel campo scientifico e medico hanno notevolmente aumentato la qualità della vita. Contemporaneamente, l inquinamento,

Dettagli

CISPLATINO + GLIVEC (Imatinib)

CISPLATINO + GLIVEC (Imatinib) CISPLATINO + GLIVEC (Imatinib) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Questo schema comprende i seguenti farmaci: cisplatino, imatinib. Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione

Dettagli

Informazioni ai pazienti per ERCP (rappresentazione delle vie biliari e del pancreas con mezzo di contrasto)

Informazioni ai pazienti per ERCP (rappresentazione delle vie biliari e del pancreas con mezzo di contrasto) - 1 - Informazioni ai pazienti per ERCP (rappresentazione delle vie biliari e del pancreas con mezzo di contrasto) Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo

Dettagli

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE 1) CONTROLLA IL PESO E MANTIENITI ATTIVO Pesarsi almeno una

Dettagli

Rischio Emorragico. farma memo. scritto è meglio! International Normalized Ratio. Rischio Trombotico

Rischio Emorragico. farma memo. scritto è meglio! International Normalized Ratio. Rischio Trombotico Rischio Emorragico 6 5 4 3 2 1 International Normalized Ratio farma memo scritto è meglio! Rischio Trombotico Campagne regionali per la sicurezza del paziente: La prevenzione degli errori di terapia Un

Dettagli

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA Una corretta alimentazione nello sport Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA CARBOIDRATI Sono alla base dell alimentazione costituiscono circa il 50% delle calorie che occorrono ogni giorno POSSIAMO

Dettagli

Allergico o no? Patient Diagnostics Test Rapidi per Allergie

Allergico o no? Patient Diagnostics Test Rapidi per Allergie Allergico o no? Patient Diagnostics Test Rapidi per Allergie Gli unici test rapidi a domicilio per allergie Test allergico generico (IgE) Test allergico alle uova Test intolleranza al glutine Test allergico

Dettagli

Alimenti. Gruppi Alimentari

Alimenti. Gruppi Alimentari Alimenti Gli alimenti sono tutto ciò che viene utilizzato come cibo dalla specie umana. Un dato alimento non contiene tutti i nutrienti necessari per il mantenimento di un corretto stato fisiologico La

Dettagli

La mucosite orale. (stomatite) i disturbi del cavo orale (bocca, gola) che si possono manifestare durante. Guida pratica per limitare

La mucosite orale. (stomatite) i disturbi del cavo orale (bocca, gola) che si possono manifestare durante. Guida pratica per limitare Guida pratica per limitare i disturbi del cavo orale (bocca, gola) che si possono manifestare durante la terapia oncologica La mucosite orale (stomatite) La mucosite orale (stomatite) Guida pratica per

Dettagli

TERAPIA DIETETICA IN RIABILITAZIONE ONCOLOGICA. Dietista Diplomata Giada Ponti

TERAPIA DIETETICA IN RIABILITAZIONE ONCOLOGICA. Dietista Diplomata Giada Ponti TERAPIA DIETETICA IN RIABILITAZIONE ONCOLOGICA Dietista Diplomata Giada Ponti MALNUTRIZIONE NEL PAZIENTE ONCOLOGICO INTAKE FABBISOGNI 2 1. Inadeguato intake di energia e nutrienti Effetti locali provocati

Dettagli

204906CO_297x210_Folder_farmaci2.qxd 20-09-2006 18:56 Pagina 1 FARMACI E GRAVIDANZA: HAI NOVE MESI PER LEGGERE TUTTO QUELLO CHE C È DA SAPERE.

204906CO_297x210_Folder_farmaci2.qxd 20-09-2006 18:56 Pagina 1 FARMACI E GRAVIDANZA: HAI NOVE MESI PER LEGGERE TUTTO QUELLO CHE C È DA SAPERE. 204906CO_297x210_Folder_farmaci2.qxd 20-09-2006 18:56 Pagina 1 FARMACI E GRAVIDANZA: HAI NOVE MESI PER LEGGERE TUTTO QUELLO CHE C È DA SAPERE. 2 204906CO_297x210_Folder_farmaci2.qxd 20-09-2006 18:56 Pagina

Dettagli

Piramide alimentare svizzera. sge Schweizerische Gesellschaft für Ernährung ssn Société Suisse de Nutrition ssn Società Svizzera di Nutrizione

Piramide alimentare svizzera. sge Schweizerische Gesellschaft für Ernährung ssn Société Suisse de Nutrition ssn Società Svizzera di Nutrizione sge Schweizerische Gesellschaft für Ernährung pag. 1 / 5 Società Svizzera di Nutrizione SSN, Ufficio federale della sanità pubblica UFSP / 2o11 Dolci, snack salati e alcolici In piccole quantità. Oli,

Dettagli

Estate sicura Come vincere il caldo in gravidanza

Estate sicura Come vincere il caldo in gravidanza Estate sicura Come vincere il caldo in gravidanza Pochi e semplici consigli per un estate in salute per la futura mamma ed il suo bambino sapere che... In estate, il caldo può nuocere alla mamma che non

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Dott.ssa Marcella Camellini

Dott.ssa Marcella Camellini Dott.ssa Marcella Camellini ALIMENTAZIONE Aumentare il consumo di frutta fresca, verdure e ortaggi di tutti i tipi, privi di grassi e ricchi di vitamine, minerali e fibre. Privilegiare gli oli vegetali,

Dettagli

Unità 3. La Conservazione degli Alimenti. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello B1 Assistenza Familiare CHIAVI

Unità 3. La Conservazione degli Alimenti. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello B1 Assistenza Familiare CHIAVI Unità 3 La Conservazione degli Alimenti CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere un testo che dà informazioni sul modo di conservare gli alimenti nuove parole relative ai prodotti alimentari a usare

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale ALIMENTAZIONE dell ATLETA Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale A CHE SERVE MANGIARE? Gli alimenti ci forniscono l energia per muoverci, per respirare,per il battito cardiaco, per il funzionamento

Dettagli

Le malattie trasmesse da alimenti

Le malattie trasmesse da alimenti Le malattie trasmesse da alimenti [ 1 ] Le malattie trasmesse Gli alimenti sono la fonte di nutrimento necessaria per la vita dell uomo, ma possono diventare un pericolo per la salute del consumatore quando

Dettagli

Folder_farmaci3.qxd 22-09-2006 17:44 Pagina 1 FARMACI E INFANZIA. CURI IL TUO CUCCIOLO NEL MODO GIUSTO?

Folder_farmaci3.qxd 22-09-2006 17:44 Pagina 1 FARMACI E INFANZIA. CURI IL TUO CUCCIOLO NEL MODO GIUSTO? Folder_farmaci3.qxd 22-09-2006 17:44 Pagina 1 FARMACI E INFANZIA. CURI IL TUO CUCCIOLO NEL MODO GIUSTO? 3 Folder_farmaci3.qxd 22-09-2006 17:44 Pagina 2 ALCUNI CONSIGLI PER UN USO SICURO DEI FARMACI PER

Dettagli

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata.

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. Una corretta alimentazione e una costante attività fisica sono la base per una vita sana Perché si

Dettagli

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LATTANTI I bambini sino a 6 mesi assumono solamente latte seguendo le modalità e le dosi imposte dal pediatra. L allattamento artificiale inizierà con: Latte in polvere adattato

Dettagli

Meglio informati sulla presa degli antibiotici

Meglio informati sulla presa degli antibiotici Informazioni per i pazienti Meglio informati sulla presa degli antibiotici 13116-270801 www.mepha.ch Quelli con l arcobaleno Quelli con l arcobaleno «Antibiotici» 1 Indice Gli antibiotici. Cosa sono e

Dettagli

per esame del retto e dell ano con un trattamento locale delle emorroidi (proctoscopia)

per esame del retto e dell ano con un trattamento locale delle emorroidi (proctoscopia) PD Dr. med. Emanuel Burri, Leitender Arzt Foglio informativo per esame del retto e dell ano con un trattamento locale delle emorroidi (proctoscopia) Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente,

Dettagli