Farmaci. equivalenti e Farmaci. a brevetto scaduto. L'uso del Farmaco. e del Farmaco equivalente è garanzia della qualità della cura

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Farmaci. equivalenti e Farmaci. a brevetto scaduto. L'uso del Farmaco. e del Farmaco equivalente è garanzia della qualità della cura"

Transcript

1 Farmaci equivalenti e Farmaci a brevetto scaduto L'uso del Farmaco a brevetto scaduto e del Farmaco equivalente è garanzia della qualità della cura

2 A cura di: Direzione sanitaria Dr. Antonino Bonaffini U.O.C. Servizio Assistenza Farmaceutica Direttore Dr. Corrado Zuliani, Dr.ssa Daniela Maffei, Dr. Gianluigi Maggioni 2

3 SOMMARIO Presentazione pag. 4 Introduzione 5 Qualche chiarimento sui farmaci equivalenti e a brevetto scaduto 6 Normativa 9 La ricetta medica 10 Farmaci dell Apparato Gastrointestinale 14 Farmaci dell Apparato Cardiovascolare 18 Farmaci Antimicrobici, Antifungini, Antivirali 24 Farmaci Antinfiammatori 34 Farmaci per il Sistema Nervoso Centrale 38 Note Aifa 45 Prontuario farmaci equivalenti 53 Farmacovigilanza e reazione avversa 54 Curiosità, domande e risposte 58 Bibliografia e sitografia 61 3

4 PRESENTAZIONE I termini farmaco a brevetto scaduto e farmaco equivalente sono oggetto attualmente di una attenzione sempre più crescente. Numerose iniziative vengono infatti promosse dalle Istituzioni, al fine di diffondere una corretta percezione del farmaco a brevetto scaduto e del farmaco equivalente come fonti preziose e indispensabili. I progressi della medicina e la disponibilità di cure sempre più efficaci, anche per le patologie più gravi, consentono da una parte un aspettativa di vita sempre più lunga e migliore ma, contestualmente, richiedono crescenti risorse economiche. Tali risorse non sono illimitate e possono essere ottimizzate indirizzando le nostre scelte, quando clinicamente possibile, verso l utilizzo dei farmaci a brevetto scaduto e dei farmaci equivalenti. Purtroppo bisogna riconoscere che, nonostante i numerosi sforzi informativi, permane ancora un certo alone di confusione ed una certa difficoltà di comprensione. È da queste considerazioni che, come ASL di Como, si è avuta l idea di realizzare una piccola pubblicazione utile a dissipare i dubbi e le perplessità che ancora aleggiano sull argomento farmaci a brevetto scaduto e farmaci equivalenti. Di fatto trattasi di uno strumento che, senza alcuna presunzione, vuole fare un po di chiarezza e promuovere, nella nostra popolazione, una corretta informazione su tale argomento. Dr. Roberto Antinozzi Direttore Generale 4

5 INTRODUZIONE Il piccolo volume che vi apprestate a leggere non è altro che un insieme di nozioni e informazioni sui farmaci a brevetto scaduto e sui farmaci equivalenti. Mi è sembrato opportuno realizzare tale pubblicazione per rispondere a esigenze di approfondimento e di chiarimento su tale tipologia di farmaci che ultimamente sono pervenute con sempre più frequenza presso l Unità Operativa Complessa Servizio Assistenza Farmaceutica dell ASL di Como. Chiarimenti che hanno interessato tutta la sfera riguardante queste categorie di farmaci: dalla loro composizione, alla efficacia e attività terapeutica, dalla qualità del principio attivo e degli eccipienti, alle loro controindicazioni, dalla via di somministrazione e ad altro ancora. La finalità è quella di aiutare tutti voi che vi accingete a leggere questo volumetto, a rispondere alle vostre domande e a fare chiarezza, a togliere tutti i dubbi che ancora permangono nell ambito dei farmaci a brevetto scaduto e dei farmaci equivalenti. E per ultimo un ringraziamento sincero ai miei collaboratori che con il loro aiuto e il loro prezioso contributo hanno permesso la realizzazione di tale pubblicazione. Dr. Corrado Zuliani Direttore UOC Servizio Assistenza Farmaceutica 5

6 QUALCHE CHIARIMENTO SUI FARMACI EQUIVALENTI E A BREVETTO SCADUTO I FARMACI A BREVETTO SCADUTO sono farmaci con nome di fantasia che dopo circa venti anni dalla loro commercializzazione perdono il brevetto per la produzione. I FARMACI EQUIVALENTI sono farmaci che derivano dalla specialità medicinale che ha perso il brevetto e quindi hanno lo stesso principio attivo. I farmaci equivalenti vengono venduti in farmacia e parafarmacia con il nome del principio attivo. i farmaci equivalenti derivano dai farmaci a brevetto scaduto stesso principio attivo identica attività terapeutica Quindi le uniche differenze tra il farmaco equivalente e quello a brevetto scaduto riguardano il colore e la forma della confezione, ed eventualmente il sapore del medicinale. Queste differenze non interferiscono con il meccanismo con cui agisce il farmaco, la sua efficacia e sicurezza. L Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) garantisce, in Italia, la qualità, l'efficacia e la sicurezza dei farmaci equivalenti, controllando anche che le Aziende Farmaceutiche che li producono rispettino i livelli di qualità fissati per tutte le altre industrie farmaceutiche e producano un farmaco sicuro ed efficace. 6

7 FARMACI A BREVETTO SCADUTO E FARMACI EQUIVALENTI QUALI CARATTERISTICHE Hanno identico principio attivo, cioè sono costituiti dalla stessa sostanza responsabile dell attività terapeutica. Hanno quindi stessa efficacia, cioè curano una malattia allo stesso modo. Hanno uguali vie di somministrazione (es. compresse, buste, supposte, sciroppo, fiale ecc.). Hanno lo stesso numero di compresse, buste, supposte, fiale ecc. all interno della confezione. Hanno stesse indicazioni terapeutiche (pari efficacia) e pertanto hanno anche identiche controindicazioni. Possono avere differenti eccipienti che però non introducono alcuna modifica nell efficacia terapeutica del farmaco, in quanto gli eccipienti sono sostanze chimicamente inerti e quindi prive di attività terapeutica. Hanno gli stessi effetti collaterali. Permettono di risparmiare in spesa sanitaria senza risparmiare in salute. 7

8 FARMACO A BREVETTO SCADUTO DI MARCA E FARMACO EQUIVALENTE HANNO UGUALE PRINCIPIO ATTIVO (sostanza che cura la patologia) EFFICACIA INDICAZIONI TERAPEUTICHE QUANTITÀ DI FARMACO (dose) EFFETTI COLLATERALI E CONTROINDICAZIONI SICUREZZA NON HANNO UGUALE COLORE, FORMA E SAPORE DEL FARMACO COLORE DELLA CONFEZIONE NOME DELLA CONFEZIONE 8

9 NORMATIVA DI RIFERIMENTO I medicinali equivalenti e a brevetto scaduto rispondono alla Legge nazionale n 405 del 2001: hanno lo stesso principio attivo (cioè la stessa sostanza che cura la malattia), la stessa forma farmaceutica (cioè compressa, granulato, fiala), la stessa via di somministrazione (cioè il modo di assumerli, per bocca, per via intramuscolare, per via endovenosa). Grazie a questa Legge il Farmacista ha la facoltà di sostituire le specialità medicinali di riferimento a brevetto scaduto con il farmaco equivalente. Contestualmente il Medico può indicare sulle ricette, accanto al nome commerciale del farmaco a brevetto scaduto, la dicitura non sostituibile per garantire la continuità di trattamento, evitando che il farmacista possa sostituire il farmaco a brevetto scaduto con il rispettivo farmaco equivalente. Non tutti i farmaci hanno l equivalente. In questo caso il tuo Medico, il Medico specialista e il Farmacista possono aiutarti ad individuare quali sono i farmaci equivalenti e di marca che hanno perso il brevetto e proporti di utilizzarli. COME PRESCRIVERLI Il Medico che prescrive i farmaci equivalenti può utilizzare la ricetta rossa a carico del SSN oppure la ricetta bianca, la cui spesa è a carico dell utente. COME AVERLI Quando ci si reca in farmacia, con la prescrizione di un farmaco, se il medico non ha scritto sulla ricetta la dicitura non sostituibile, il farmacista deve proporre la sostituzione della specialità medicinale prescritta con il farmaco equivalente identico, ma meno costoso; in questo modo si pagherà solo il ticket se previsto. Se altrimenti non si accetta la sostituzione bisogna pagare oltre all eventuale ticket anche la differenza di prezzo tra il farmaco equivalente e la specialità medicinale prescritta. 9

10 Eventuale codice esenzione Cognome e Nome Campo per la prescrizione del medicinale 10 Numero di confezioni

11 Firma del paziente per l eventuale esenzione per reddito Codice a barre ricetta Codice fiscale (è bene leggerlo sulla Carta dei Servizi CRS-SISS) Data di prescrizione Timbro e firma del Medico 11

12 12

13 MEDICINALI TRATTATI NEL LIBRO FARMACI DELL APPARATO GASTROINTESTINALE antiulcera ANTAGONISTI H2 PRAZOLI FARMACI DELL'APPARATO CARDIOVASCOLARE per la pressione ACE-INIBITORI CALCIO ANTAGONISTI SARTANI ALFA-BLOCCANTI per il colesterolo STATINE FARMACI ANTIMICROBICI per la cura delle infezioni da batteri FARMACI ANTIFUNGINI per la cura delle infezioni da funghi FARMACI ANTIVIRALI per la cura delle infezioni da virus FARMACI ANTINFIAMMATORI che curano il dolore e le infiammazioni STEROIDEI NON STEROIDEI FARMACI PER IL SISTEMA NERVOSO CENTRALE ANALGESICI OPPIOIDI ANTIEPILETTICI ANTIPARKINSON ANSIOLITICI La scelta della categoria terapeutica è sempre a discrezione del Medico curante secondo la valutazione del singolo paziente. 13

14 FARMACI DELL APPARATO GASTROINTESTINALE 14 Sono farmaci utilizzati per la cura delle malattie dell apparato gastrointestinale. Questo apparato è costituito da tre porzioni: esofago, stomaco e intestino. L esofago ha la funzione di trasportare il cibo dalla bocca allo stomaco. Lo stomaco ha la funzione di digerire il cibo, mediante la produzione di un succo acido, necessario a demolire le porzioni di cibo. L intestino ha la funzione di assorbire i vari nutrienti introdotti con l alimentazione e di eliminare le parti di scarto dei cibi digeriti e trasformati.

15 QUALI SONO I FARMACI PER CU- RARE LE MALATTIE DELL APPA- RATO GASTROINTESTINALE Si suddividono in due classi principali: ANTAGONISTI H2 Ranitidina, Cimetidina, Famotidina e Nizatidina. PRAZOLI Omeprazolo, Rabeprazolo, Esomeprazolo, Lansoprazolo e Pantoprazolo. A COSA SERVONO Guariscono l ulcera gastrica e duodenale attraverso la riduzione della secrezione acida gastrica. L'ulcera è una lesione che può svilupparsi sulla mucosa dello stomaco (ulcera gastrica), o del duodeno, che è la prima parte dell'intestino dopo lo stomaco (ulcera duodenale). Inoltre, possono alleviare i sintomi della malattia da reflusso gastroesofageo (reflusso di acido dallo stomaco). QUANDO ASSUMERLI Questi farmaci vanno utilizzati dopo visita e prescrizione medica in caso di dolore nella parte alta dell'addome che a volte è attenuato dal cibo; oppure in caso di difficoltà nella digestione (pienezza, eruttazioni); in caso di bruciore dello stomaco e acidità che sono i sintomi tipici dell ulcera gastrica e duodenale. 15

16 COME AGISCONO Lo stomaco ha la funzione di produrre acido cloridrico, altamente concentrato necessario per il processo digestivo. L acido cloridrico è anche coinvolto nelle patologie della mucosa esofagea, gastrica e intestinale; infatti, il suo prolungato contatto con la mucosa esofagea determina la comparsa di bruciore. Le lesioni della mucosa che si osservano nei pazienti affetti da ulcera, sembrano essere determinate in parte dall acido gastrico. L acido ha un ruolo centrale nelle malattie gastriche, per cui nella cura di queste malattie è importante bloccare la produzione di acido. I farmaci antagonisti H2 (es. ranitidina) e i prazoli (es. omeprazolo) sono utilizzati entrambi nella cura delle malattie ulcerose e agiscono, anche se con meccanismi diversi nel bloccare la produzione di acido cloridrico, favorendo la guarigione delle lesioni delle pareti dello stomaco. COME E QUANDO ASSUMERE IL FARMACO In generale, e salvo diversa indicazione del medico, il farmaco va assunto, per via orale, alla sera prima di coricarsi se è necessaria un'unica somministrazione; al mattino e alla sera, se sono richieste 2 somministrazioni. 16

17 QUALI SONO I POSSIBILI EFFETTI INDESIDERATI Possono manifestarsi disturbi come: confusione mentale, sonnolenza. Più raramente, diarrea, orticaria e impotenza, nausea, vomito, dolore allo stomaco, stitichezza, mal di testa, vertigini e comparsa di macchie scure sulla pelle, ecc. COME AVERLI Questi farmaci sono prescrivibili con ricetta medica, ma per essere forniti gratuitamente, a carico del Servizio Sanitario Nazionale è necessario rispettare la NOTA AIFA n 48 per gli antagonisti H2 e le note AIFA 1 e 48 per i prazoli. Queste note sono realizzate dal Ministero. ELENCO DEI FARMACI EQUIVALENTI E DEI RISPETTIVI FARMACI A BREVETTO SCADUTO UTILIZZABILI PER IL TRATTAMENTO DI PATOLOGIE DELL APPARATO GASTROINTESTINALE Farmaci Equivalenti Farmaci a brevetto scaduto (alcuni esempi) ANTAGONISTI H2 RANITIDINA = ULCEX, ZANTAC FAMOTIDINA = FAMODIL CIMETIDINA = BIOMAG, ULCEDIN PRAZOLI OMEPRAZOLO = ANTRA, LOSEC, MEPRAL LANSOPRAZOLO = LANSOX, LIMPIDEX, LOMEVEL PANTOPRAZOLO = PANTECTA, PANTOPAN, PANTORC, PEPTAZOL 17

18 FARMACI DELL'APPARATO CARDIOVASCOLARE 18 Sono i farmaci utilizzati per la cura delle malattie dell apparato cardiovascolare. Questo apparato è costituito dal cuore e dai vasi venosi e arteriosi, cioè le strutture attraverso le quali il sangue viene distribuito in tutto l organismo per rifornire i tessuti di ossigeno e di sostanze nutritive e per rimuovere dai tessuti il materiale di rifiuto derivante dall attività delle cellule. Il cuore agisce come una pompa che spinge il sangue contenuto nei vasi dal centro alla periferia e dalla periferia al centro.

19 QUALI SONO I FARMACI PER CURARE LE MALATTIE DELL APPARATO CARDIOVASCOLARE ACE-INIBITORI Captopril, cilazapril, enalapril maleato, fosinopril, lisinopril, moexipril cloridrato, perindopril, quinapril, ramipril e trandolapril. CALCIO ANTAGONISTI Amlodipina besilato, diltiazem cloridrato, felodipina, isradipina, lacidipina, lercanidipina cloridrato, nicardipina cloridrato, nifedipina, nimodipina, nisoldipina e verapamil cloridrato. SARTANI Losartan, eprosartan, valsartan, irbersartan, olmesartan medoxomil, telmisartan e candesartan-cilexetil. ALFA-BLOCCANTI Doxazosin. STATINE Atorvastatina, fluvastatina, lovastatina, pravastatina, cerivastatina, rosuvastatina e simvastatina. A COSA SERVONO Gli ace-inibitori, i calcio antagonisti, i sartani e gli alfa-bloccanti sono indicati nei pazienti ipertesi, cioè quelle persone che hanno valori di pressione minima superiore a 90 mmhg e/o di massima superiori a 140 mmhg, e che nonostante la modifica delle abitudini di vita non 19

20 sono riusciti a controllare in modo adeguato l ipertensione. La pressione del sangue troppo alta (ipertensione) può provocare nel tempo danni al cuore e ad altri organi, quali reni e cervello. Le statine sono farmaci in grado di abbassare i livelli di colesterolo nel sangue. Le elevate concentrazioni di colesterolo nel sangue contribuiscono allo sviluppo dell'aterosclerosi, una malattia degenerativa che colpisce le arterie e può portare a malattie gravi tipo infarto e ictus. QUANDO ASSUMERLI Gli ace-inibitori, i calcio antagonisti, i sartani e gli alfa-bloccanti devono essere assunti dai pazienti ipertesi, cioè quando la pressione del sangue è alta. È importante tenere sotto controllo la pressione in quanto il suo innalzamento si verifica senza sintomi, per questo può essere pericoloso, ed è pertanto importante misurare la pressione e iniziare una terapia con questi farmaci. È indispensabile proseguire il trattamento farmacologico anche quando i valori della pressione sono tornati normali grazie alla cura con questi farmaci. Bisogna associare alla terapia una dieta adeguata, bisogna ridurre l alcool, non si deve fumare e occorre condurre uno stile di vita sano. 20

21 Le statine devono essere assunte quando il tasso di colesterolo nel sangue è elevato e non diminuisce in seguito alla modifica dello stile di vita (ossia l adozione di una sana alimentazione e l aumento dell attività fisica). Le statine appaiono molto efficaci proprio perché il loro effetto di riduzione della concentrazione del colesterolo si realizza soprattutto a carico del colesterolo cattivo (LDL) a vantaggio del colesterolo buono (HDL). COME AGISCONO Il cuore è una pompa che fa scorrere il sangue nei vasi sanguigni con una certa pressione. La pressione è regolata dalla forza che il sangue incontra attraverso i vasi. Gli ace-inibitori, i sartani e gli alfa-bloccanti sono farmaci che aiutano i vasi a non restringersi, aumentando il loro diametro, e quindi a far scorrere meglio il sangue. I calcio antagonisti, rilassano e dilatano i vasi sanguigni, riducendo così lo sforzo che il cuore deve fare per portare il sangue in tutto l'organismo. Le statine agiscono direttamente per ridurre la sintesi del colesterolo soprattutto nel fegato; esse agiscono diminuendo l'attività di un enzima che serve a produrre il colesterolo nel fegato. COME E QUANDO ASSUMERE IL FARMACO Questi farmaci devono essere assunti per bocca, con un bicchiere d'acqua, meglio se lontano dai pasti. Per evitare di dimenticare di assumere il farmaco bisogna abituarsi a prenderlo sempre alla stessa ora del giorno. Il trattamento va continuato anche se ci si sente in buona salute e non va interrotto di propria iniziativa (alla sospensione del farmaco la pressione torna ad aumentare con i conseguenti rischi per la salute). QUALI SONO I POSSIBILI EFFETTI INDESIDERATI ACE-INIBITORI Possono comparire diversi disturbi quali: tosse stizzosa, perdita della capacità di avvertire i sapori, febbre, mal di gola, sensazione di testa vuota, affaticamento, vertigini, senso di svenimento, difficoltà di respirazione, gonfiore al viso, labbra, lingua, mani e piedi, ecc. CALCIO ANTAGONISTI Eccessivo rallentamento del battito cardiaco, arrossamento e senso di calore 21

22 al volto, mal di testa, sonnolenza o insonnia. Possono comparire gonfiori alle caviglie, nausea, stitichezza o diarrea, dolore al petto, eruzione sulla pelle, abbassamento della pressione con capogiri e senso di svenimento, ecc. SARTANI Possono comparire gonfiori al volto, alle labbra, alla lingua, alle mani, ai piedi e si può verificare difficoltà a respirare. Anche se rare, possono essere importanti anche le reazioni allergiche, ecc. ALFA-BLOCCANTI Il principale effetto indesiderato è l ipotensione, pertanto possono causare capogiri, o collasso passando dalla posizione seduta a quella eretta (ipotensione posturale). STATINE Il trattamento con statine è in genere ben tollerato. Gli effetti collaterali che possono comparire all inizio della terapia sono cefalea, rash cutanei e disturbi intestinali. Le alterazioni a carico del fegato sono lievi. Gli effetti collaterali più frequentemente segnalati con statine sono i disturbi muscolari. COME AVERLI Gli ace inbitori, i calcio antagonisti, i sartani e gli alfa-bloccanti sono prescrivibili con ricetta medica, completamente a carico del SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE. Le statine sono prescrivibili con ricetta medica. Per essere fornite a carico del SSN è necessario rispettare la NOTA AIFA n 13. Questa nota è realizzata dal Ministero. 22

23 ELENCO DEI FARMACI UTILIZZABILI PER IL TRATTAMENTO DI PATOLOGIE DELL APPARATO CARDIOVASCOLARE Farmaci Equivalenti Farmaci a brevetto scaduto (alcuni esempi) ACE-INIBITORI CAPTOPRIL = CAPOTEN ENALAPRIL = CONVERTEN, ENAPREN, NAPRILENE FOSINOPRIL = ELITEN, FOSIPRES, TENSOGARD LISINOPRIL = ALAPRIL, PRINIVIL, ZESTRIL PERINDOPRIL = COVERSYL, PROCAPTAN QUINAPRIL = ACCUPRIN, ACEQUIN, QUINAZIL RAMIPRIL = NORAPRIL, QUARK, TRIATEC, UNIPRIL TRANDOLAPRIL = GOPTEN CALCIO ANTAGONISTI AMLODIPINA = NORVASC, MONOPINA, ANTACAL, PRESSAC DILTIAZEM = ALTIAZEM, ANGIZEM, TILDIEM, DILZENE FELODIPINA = FELODAY, PLENDIL, PREVEX, LERCANIDIPINA = CARDIOVASC, LERCADIP, ZANEDIP NICARDIPINA = BIONICARD, NICARDAL, PERDIPINA, VASODIN NIFEDIPINA = ADALAT, CORAL, EUXAT, FENIDINA, NIFEDICOR, NIPIN NIMODIPINA = NIMOTOP VERAPAMIL = CARDINORM, ISOPTIN, VERAPTIN ALFA-BLOCCANTI DOXAZOSIN = CARDURA, NORMOTHEN, QUORTUM SARTANI LOSARTAN = LORTAAN, LOSAPREX, NEOLOTAN STATINE PRAVASTATINA = APLACTIN, PRASTEROL, SELEGIN, VASTICOR SIMVASTATINA = LIPENIL, LIPONORM, MEDIPO, SINVACOR, ZOCOR FLUVASTATINA = LESCOL, LIPAXAN, PRIMESIN 23

24 FARMACI ANTIMICROBICI Gli antimicrobici sono conosciuti più comunemente come farmaci antibiotici. Gli antimicrobici sono sostanze naturali o sintetiche, organiche o inorganiche, che inibiscono la crescita di batteri. Questi farmaci servono per curare le infezioni che questi agenti patogeni (batteri) possono causare nell'uomo, in vari organi e tessuti. 24 QUALI SONO I FARMACI ANTIMICROBICI Questi farmaci si suddividono in tre categorie principali: BETA LATTAMICI: penicilline-amoxicillina, cefalosporine-ceftriaxone MACROLIDI: Claritromicina CHINOLONICI: Levofloxacina.

25 A COSA SERVONO BETA LATTAMICI sono antibiotici ad ampio spettro, attivi contro la maggior parte dei batteri che causano le infezioni in comunità (asili, scuole, ecc). MACROLIDI sono antibiotici di largo impiego soprattutto per le infezioni delle vie respiratorie. CHINOLONICI sono antibiotici ad ampio spettro, utilizzati soprattutto per le infezioni delle vie urinarie. QUANDO ASSUMERLI I farmaci antimicrobici vanno assunti in caso di infezione da batteri patogeni per l uomo, al fine di guarire l organismo infetto. Non esiste un antibiotico capace di agire su tutti i batteri, ma ogni antibiotico ha il suo preciso bersaglio ed è in grado di aggredire solo alcuni tipi di batteri. Inoltre l antibiotico da utilizzare va scelto oltre che in base al tipo di infezione anche a seconda della localizzazione dell infezione, ossia a seconda della parte dell organismo umano infettata (ad esempio, gola, bronchi, polmoni, cuore, reni, ecc). Non tutte le infezioni devono essere trattate con antibiotici. Tutti gli antibiotici vanno utilizzati con cautela, in quanto un loro abuso può portare alla formazione di 25

26 nuovi batteri più forti che sono resistenti agli antibiotici. COME AGISCONO PENICILLINE agiscono distruggendo i tipi di batteri che sono sensibili alla loro azione. Esse infatti colpiscono un enzima (cioè una proteina) che ha la funzione di sintetizzare la parete della cellula batterica. Questo enzima è presente solo nei batteri e non nell'organismo umano. MACROLIDI agiscono inibendo la sintesi delle proteine dei batteri che sono sensibili alla loro azione. Il blocco della sintesi proteica delle cellule dei batteri comporta che le cellule batteriche non possono più vivere nell'organismo umano e quindi muoiono. CHINOLONI agiscono inibendo la moltiplicazione delle cellule batteriche, e quindi l evoluzione dell infezione legandosi direttamente al DNA del batterio. Il DNA è parte importante dei geni batterici. QUALI SONO I POSSIBILI EFFETTI INDESIDERATI Gli effetti indesiderati sono poco frequenti, di grado moderato e transitori. Talora possono verificarsi: reazioni allergiche, reazioni gastrointestinali, effetti epatici, effetti sul sistema nervoso centrale, alterazioni del sangue. COME AVERLI Questi farmaci sono prescrivibili con ricetta medica, completamente a carico del Servizio Sanitario Nazionale (ad eccezione degli antibiotici ad uso locale-pomate). Alcune classi di antibiotici, prescrivibili con ricetta medica, possono essere forniti a carico del SSN solo se rispettano le NOTE AIFA n 55 e 56. Queste note sono realizzate dal Ministero. COME E QUANDO ASSUMERE IL FARMACO In generale, e salvo diversa indicazione del medico, il farmaco va assunto, per via locale, orale, o per via intramuscolare o per via endovenosa, in genere in più dosi giornaliere. 26

27 ELENCO DEI FARMACI ANTIMICROBICI Farmaci Equivalenti Farmaci a brevetto scaduto (alcuni esempi) BETALATTIMICI AMPICILLINA = AMPLITAL, AMPLIZER AMOXICILLINA = ZIMOX, VELAMOX, AMOX. BACAMPICILLINA = BACACIL, BACILLIN PIPERACILLINA = PERACIL, PIPERITAL AMOXICILLINA ACIDO CLAVULANICO = AUGMENTIN, CLAVULIN, MACROLIDI E LICOSANOIDI AZITROMICINA = ZITROMAX, TROZOCINA, RIBOTREX, AZITROCIN, TRIMELIN CLARITROMICINA = KLACID, MACLADIN, VECLAM ERITROMICINA = ERITROMICINA SPIRAMICINA = ROVAMICINA, SPIROMIX CLINDAMICINA = DALACIN C FOSFATO CEFALOSPORINE CEFAZOLINA = ACEF, CEFAZIL, NEFAZOL CEFACLOR = PANACEF, BACTICEF, NECLORAL CEFUROXIMA = CEFURIN, ORAXIM, CUROXIM, ZINNAT CEFTRIAXONE = ROCEFIN, FIDATO, RAGEX, SIRTAP CEFIXIMA = CEFIXORAL, SUPRAX, UNIXIME CHINOLONI NORFLOXACINA = NOROXIN, SEBERCIM, UTINOR CIPROFLOXACINA = CIPROXIN, CHINOCID, FLONTALEXIN, KINOX 27

28 FARMACI ANTIFUNGINI Gli antifungini (detti anche antimicotici) rappresentano una classe di farmaci attivi su tutte le specie di funghi (detti anche miceti) patogeni per l'uomo. QUALI SONO I FARMACI ANTIFUNGINI ANTIFUNGINI POLIENICI Amfotericina E Nistatina GRISEOFULVINA non è in commercio in italia DERIVATI DELL IMIDAZOLO Miconazolo e Ketoconazolo DERIVATI TRIAZOLICI Fluconazolo, Itraconazolo 28 A COSA SERVONO Tutti i farmaci antifungini vengono utilizzati per curare le infezioni da funghi nell uomo. ANTIFUNGINI POLIENICI Amfotericina B rappresenta tuttora il farmaco più attivo ed è utilizzabile per via endo-

29 venosa, ma è molto tossico; è attiva su tutte le principali specie di funghi patogeni per l'uomo. Nistatina l uso di questo farmaco è limitato alle infezioni da fungo CANDIDA ALBI- CANS sia della bocca sia intestinale. Griseofulvina è un farmaco attivo esclusivamente nelle micosi superficiali per la sua capacità di concentrarsi su unghie, peli, capelli. Antifungini derivati dell Imidazolo e Triazolici (miconazolo, ketoconazolo, Fluoconazolo, itraconazolo) sono farmaci ben assorbiti se assunti per bocca, trovano indicazione nella quasi totalità delle infezioni sistemiche (cioè delle infezioni che passano nel sangue). QUANDO ASSUMERLI Gli antifungini vanno utilizzati dopo visita e prescrizione medica in tutti i casi in cui ci sia una infezione da funghi. Le infezioni locali della pelle o delle mucose possono essere trattate con farmaci ad azione locale (ad esempio, creme, ovuli, ecc). Le infezioni più gravi, che possono interessare uno o più organi, vengono trattate assumendo il farmaco per bocca. COME AGISCONO Gli ANTIFUNGINI POLIENICI e quelli AZOLICI agiscono inibendo la sintesi di un componente della membrana della cellula fungina. La membrana delle cellule fungine serve a contenere tutte le parti necessarie alla vita della cellula e alla sua moltiplicazione. Quindi l azione di rottura della membrana della cellula fungina comporta la distruzione della parete del fungo che porta alla sua morte. La GRISEOFULVINA inibisce la replicazione dei miceti o funghi interferendo con il meccanismo di replicazione delle cellule. COME E QUANDO ASSUMERE IL FARMACO In generale, e salvo diversa indicazione del medico, il farmaco va assunto, per via locale, orale, intramuscolare o endovenosa, in più dosi giornaliere. 29

30 QUALI SONO I POSSIBILI EFFETTI INDESIDERATI Tra gli effetti collaterali più frequenti si riscontrano reazioni allergiche (bruciore, eritema, prurito, febbre); alterazioni renali; alterazioni cardiache (ipotensione, scompenso, insufficienza). COME AVERLI Questi farmaci sono prescrivibili con ricetta medica, completamente a carico del Servizio Sanitario Nazionale (ad eccezione degli antifungini ad uso locale-pomate). ELENCO DEI FARMACI ANTIFUNGINI Farmaci Equivalenti Farmaci a brevetto scaduto (alcuni esempi) DERIVATI DELL IMIDAZOLO METRONIDAZOLO = DEFLAMON, FLAGYL, VAGILEN DERIVATI TRIAZOLICI FLUCONAZOLO = DIFLUCAN, DIZOLO, FLUMOS, MICONIX, TRIMIKOS, TEDIM ITRACONAZOLO = SPORANOX, TRIASPORIN 30

31 FARMACI ANTIVIRALI Gli antivirali sono farmaci utilizzati per curare le infezioni causate dai virus nell uomo. QUALI SONO I FARMACI ANTIVIRALI ANALOGHI DEI NUCLEOSIDI aciclovir ANALOGHI DEI NUCLEOTIDI cidofovir INIBITORI DELLA TRASCRITTASI INVERSA nevirapina INIBITORI DELLE PROTEASI indinavir A COSA SERVONO Tutti i farmaci antivirali servono per curare le infezioni umane da virus. I virus che possono infettare l uomo sono tanti, alcuni provocano infezioni curabili, altri virus invece provocano infezioni molto gravi (es. AIDS). ANALOGHI DEI NUCLEOSIDI questi farmaci sono attivi su diversi tipi di herpes virus e herpes zoster. 31

32 ANALOGHI DEI NUCLEOTIDI sono attivi contro il citomegalovirus e herpes simplex. INIBITORI DELLA TRASCRITTASI IN- VERSA E INIBITORI DELLE PROTEASI vengono utilizzati nelle infezioni da HIV. QUANDO ASSUMERLI Tutti i farmaci antivirali vanno assunti in caso di infezione da virus patogeno per l uomo e sensibile al farmaco scelto per la terapia. La scelta del farmaco e la decisione se iniziare o meno una cura con farmaci antivirali, deve essere fatta dal Medico, valutando la condizione clinica del singolo paziente. COME AGISCONO I farmaci antivirali vanno utilizzati con cautela e solo in caso di infezione grave o in caso di malattia da virus che possono provocare infezioni gravi. In molti casi, anche se un soggetto è infettato da virus, non è necessaria la terapia con farmaci antivirali in quanto l infezione tende a risolversi da sola (es. influenza, herpes locale, citomegalovirus, infezioni virali nei bambini) salvo casi particolari in cui il soggetto infettato ha anche altre malattie e quindi non è in grado con il proprio sistema immunitario di combattere l infezione. 32

33 Gli antivirali presentano vari meccanismi d azione, ma tutti inibiscono la replicazione virale. Alcuni vengono attivati da enzimi cellulari (cioè piccole proteine presenti nella cellula umana o del virus) prima di avere l attività di inibire la replicazione virale; altri, invece, sono farmaci più selettivi, cioè più specifici, e sono attivati da molecole specifiche, cioè da enzimi, prodotti dalle cellule infettate dal virus stesso. COME E QUANDO ASSUMERE IL FARMACO In generale, e salvo diversa indicazione del medico, il farmaco va assunto, per via locale, orale, intramuscolo e endovenosa, in più dosi giornaliere. Alcuni farmaci vengono utilizzati solo in AMBIENTE OSPEDALIERO. QUALI SONO I POSSIBILI EFFETTI INDESIDERATI Tra gli effetti collaterali più frequenti si riscontrano reazioni allergiche (bruciore, eritema, prurito, rash cutanei, febbre); alterazioni del sangue; alterazioni del fegato, alterazioni renali; alterazioni cardiache. COME AVERLI Questi farmaci sono prescrivibili con ricetta medica, completamente a carico del Servizio Sanitario Nazionale (ad eccezione degli antivirali ad uso locale). ELENCO DEI FARMACI ANTIVIRALI Farmaci Equivalenti Farmaci a brevetto scaduto (alcuni esempi) ANALOGHI DEI NUCLEOSIDI E NUCLEOTIDI ACICLOVIR = ACICLIN, CYCLOVIRAN, ESAVIR, SANAVIR, ZOVIRAX FAMCICLOVIR = FAMVIR 33

34 FARMACI ANTINFIAMMATORI I farmaci antinfiammatori sono farmaci utilizzati per combattere l infiammazione e alleviare il dolore causato da diverse malattie (ad esempio artrosi, artrite, lombalgie, sciatalgie, cervicale, mal di testa, dolore da trauma, dopo interventi chirurgici, nella pratica dentistica). 34 QUALI SONO I FARMACI ANTINFIAMMATORI Gli antinfiammatori si classificano in due categorie: STEROIDEI Cortisonici-Betametasone, Triamci- Nolone, Prednisone NON STEROIDEI attivi sulla Ciclossigenasi di tipo 1 Acido Acetilsalicilico, Nimesulide,

NOTE AIFA 2006-2007 per l'uso appropriato dei farmaci (CON AGGIORNAMENTI MAGGIO 2015) NOTA 1

NOTE AIFA 2006-2007 per l'uso appropriato dei farmaci (CON AGGIORNAMENTI MAGGIO 2015) NOTA 1 NOTE AIFA 2006-2007 per l'uso appropriato dei farmaci (CON AGGIORNAMENTI MAGGIO 2015) NOTA 1 Gastroprotettori: -Misoprostolo -esomeprazolo -lansoprazolo -omeprazolo -pantoprazolo -misoprostolo + diclofenac

Dettagli

Dott. Fulvio Ferrante Coordinatore Area Farmaceutica AUSL Frosinone

Dott. Fulvio Ferrante Coordinatore Area Farmaceutica AUSL Frosinone Dott. Fulvio Ferrante Coordinatore Area Farmaceutica AUSL Frosinone L appropriatezza definisce un intervento sanitario (preventivo, diagnostico, terapeutico, riabilitativo) correlato al bisogno del paziente

Dettagli

FARMACOVIGILANZA. informiamo il cittadino sulla sicurezza del farmaco. Azienda Sanitaria Locale ASL della Provincia di Como.

FARMACOVIGILANZA. informiamo il cittadino sulla sicurezza del farmaco. Azienda Sanitaria Locale ASL della Provincia di Como. FARMACOVIGILANZA informiamo il cittadino sulla sicurezza del farmaco Azienda Sanitaria Locale ASL della Provincia di Como Sanità A cura di: Direzione sanitaria dott. Camillo Rossi Servizio Assistenza Farmaceutica

Dettagli

IDROSSIZINA. Redazione scientifica: S. Bertella. E. Clementi, M. Molteni, M. Pozzi, S. Radice

IDROSSIZINA. Redazione scientifica: S. Bertella. E. Clementi, M. Molteni, M. Pozzi, S. Radice a cura di: IRCCS E. MEDEA LA NOSTRA FAMIGLIA (Direttore sanitario Dott. M. Molteni) UO FARMACOLOGIA CLINICA AO L. SACCO (Direttore Prof. E. Clementi) Redazione scientifica: S. Bertella. E. Clementi, M.

Dettagli

Riflessioni sulle Statine Verso la personalizzazione della terapia?

Riflessioni sulle Statine Verso la personalizzazione della terapia? Dialoghi in Farmacologia Medica Brescia, 13 Novembre 2007 Riflessioni sulle Statine Verso la personalizzazione della terapia? Dr.ssa Annamaria Indelicato Direttore Sanitario ASL di BRESCIA Euro Andamento

Dettagli

APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA

APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA L 80% degli eventi cardiovascolari che insorgono prima dei 75 anni è prevenibile Nel 2011 diminuisce del -3,1% l aderenza alle terapie per l ipertensione: i liguri i meno assidui;

Dettagli

Andrea Pizzini. Farmaci equivalenti: la qualità accessibile a tutti

Andrea Pizzini. Farmaci equivalenti: la qualità accessibile a tutti Andrea Pizzini Farmaci equivalenti: la qualità accessibile a tutti Le informazioni presenti in questa monografia hanno rilevante utilità informativa, divulgativa e culturale ma non possono in alcun modo

Dettagli

Le interazioni farmacologiche come causa di reazioni avverse da farmaci

Le interazioni farmacologiche come causa di reazioni avverse da farmaci Le interazioni farmacologiche come causa di reazioni avverse da farmaci Corso per farmacisti operanti nei punti di erogazione diretta delle Aziende Sanitarie della Regione Emilia-Romagna AUSL Piacenza

Dettagli

DISLIPIDEMIE. Dr. Alessandro Bernardini DISLIPIDEMIA

DISLIPIDEMIE. Dr. Alessandro Bernardini DISLIPIDEMIA HOME DISLIPIDEMIE DISLIPIDEMIE Dr. Alessandro Bernardini DISLIPIDEMIA Rispetto al termine iperlipidemia, è più appropriato utilizzare dislipidemia,, che comprende sia livelli anormalmente elevati di lipoproteine

Dettagli

COLESTEROLO. l insidioso killer del cuore. A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate

COLESTEROLO. l insidioso killer del cuore. A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate COLESTEROLO l insidioso killer del cuore A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate Cos è il COLESTEROLO Il Colesterolo è una sostanza che appartiene

Dettagli

Nausea e vomito da chemioterapia

Nausea e vomito da chemioterapia Nausea e vomito da chemioterapia La nausea e il vomito sono tra gli effetti collaterali più temuti dai soggetti che devono sottoporsi a una chemioterapia per un tumore perché hanno un grande impatto sulla

Dettagli

FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L UTILIZZATORE Nome con cui il medicinale è posto in commercio (X) dosaggio forma farmaceutica (Piroxicam)

FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L UTILIZZATORE Nome con cui il medicinale è posto in commercio (X) dosaggio forma farmaceutica (Piroxicam) FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L UTILIZZATORE Nome con cui il medicinale è posto in commercio (X) dosaggio forma farmaceutica (Piroxicam) Legga attentamente questo foglio prima di usare il medicinale.

Dettagli

ULCERA PEPTICA ULCERA PEPTICA

ULCERA PEPTICA ULCERA PEPTICA Dr. Alessandro Bernardini Circa il 10% della popolazione nei paesi sviluppati è probabile vada incontro nella sua vita a ulcera peptica: una percentuale di ulcere persistenti dell 1%. La dispepsia è un

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente. NIMODIPINA EG 30 mg/0,75 ml gocce orali, soluzione. Medicinale equivalente

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente. NIMODIPINA EG 30 mg/0,75 ml gocce orali, soluzione. Medicinale equivalente Foglio illustrativo: informazioni per il paziente NIMODIPINA EG 30 mg/0,75 ml gocce orali, soluzione Medicinale equivalente Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale perché contiene

Dettagli

ARGOMENTO COMPLESSO PERCHE' COMPLESSO E' L'UOMO ED IL RAPPORTO CON LA MALATTIA: 1)LA SALUTE E' UN DIRITTO DA TUTELARE, MA ENTRO QUALI LIMITI?

ARGOMENTO COMPLESSO PERCHE' COMPLESSO E' L'UOMO ED IL RAPPORTO CON LA MALATTIA: 1)LA SALUTE E' UN DIRITTO DA TUTELARE, MA ENTRO QUALI LIMITI? FARMACI, USALI BENE ARGOMENTO COMPLESSO PERCHE' COMPLESSO E' L'UOMO ED IL RAPPORTO CON LA MALATTIA: 1)LA SALUTE E' UN DIRITTO DA TUTELARE, MA ENTRO QUALI LIMITI? 2)BISOGNA NON SOFFRIRE, BISOGNA PROLUNGARE

Dettagli

Levotuss 60 mg compresse levodropropizina

Levotuss 60 mg compresse levodropropizina Levotuss 60 mg compresse levodropropizina LEGGA ATTENTAMENTE QUESTO FOGLIO PRIMA DI PRENDERE QUESTO MEDICINALE PERCHÉ CONTIENE IMPORTANTI INFORMAZIONI PER LEI. Prenda questo medicinale sempre come esattamente

Dettagli

USO CONCOMITANTE DI INIBITORI DI POMPA E TERAPIE ANTITROMBOTICHE

USO CONCOMITANTE DI INIBITORI DI POMPA E TERAPIE ANTITROMBOTICHE Italian Council of Cardiology Practice Varese, 20-21-22 giugno 2014 «CUORE E OLTRE NUOVE PROPOSTE DI DIAGNOSI E TERAPIA» Congresso Regionale e Nazionale Collegio Federativo di Cardiologia USO CONCOMITANTE

Dettagli

Introduzione. Età Sesso Effetto Ospedale segnalate 1 Cefixima Eritema 7 M S Bollate. Diarrea Attività motoria ritardata Vomito Inappetenza

Introduzione. Età Sesso Effetto Ospedale segnalate 1 Cefixima Eritema 7 M S Bollate. Diarrea Attività motoria ritardata Vomito Inappetenza Introduzione Nel bimestre Luglio - Agosto 2011, sono pervenute al centro coordinatore del progetto 30 segnalazioni di cui 29 risultano sospette reazioni avverse da farmaci e 1 sovradosaggio (tabella 1.a.).

Dettagli

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Periodico di informazione per Medici & Farmacisti Anno XIII, N 2 Aprile 2013 A cura del DIP IP.. INTERAZIENDALEI ASSISTENZA FARMACEUTICA Via Berchet,

Dettagli

www.printo.it/pediatric-rheumatology/it/intro

www.printo.it/pediatric-rheumatology/it/intro www.printo.it/pediatric-rheumatology/it/intro Malattia di Behçet Versione 2016 2. DIAGNOSI E TERAPIA 2.1 Come viene diagnosticata? La diagnosi è principalmente clinica. Spesso sono necessari alcuni anni

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

DETERMINAZIONE. recepimento del protocollo "Linee di indirizzo per la prescrizione degli Inibitori di Pompa Protonica (IPP)". Estensore DENARO RITA

DETERMINAZIONE. recepimento del protocollo Linee di indirizzo per la prescrizione degli Inibitori di Pompa Protonica (IPP). Estensore DENARO RITA REGIONE LAZIO Direzione Regionale: Area: SALUTE E INTEGRAZIONE SOCIOSANITARIA POLITICA DEL FARMACO DETERMINAZIONE N. G07095 del 10/06/2015 Proposta n. 8974 del 08/06/2015 Oggetto: recepimento del protocollo

Dettagli

approfondimenti e buone pratiche su inibitori di pompa acida Aula Conferenze Hotel La Bitta Tortoli-Arbatax Giovedi 3 Dicembre 2015, ore 15:00

approfondimenti e buone pratiche su inibitori di pompa acida Aula Conferenze Hotel La Bitta Tortoli-Arbatax Giovedi 3 Dicembre 2015, ore 15:00 approfondimenti e buone pratiche su inibitori di pompa acida Aula Conferenze Hotel La Bitta Tortoli-Arbatax Giovedi 3 Dicembre 2015, ore 15:00 Un numero crescente di studi ha messo in evidenza come gli

Dettagli

TERRITORIALE E PREVENZIONE. Ufficio Politiche del Farmaco e dell'emergenza/urgenza

TERRITORIALE E PREVENZIONE. Ufficio Politiche del Farmaco e dell'emergenza/urgenza REGIONE AREA POLITICHE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE DELLE PERSONE E DELLE PARI OPPORTUNITÀ SERVIZIO PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE E PREVENZIONE ASSISTENZA Ufficio Politiche del Farmaco e dell'emergenza/urgenza

Dettagli

OSSERVATORIO PER IL BUON USO DEL FARMACO

OSSERVATORIO PER IL BUON USO DEL FARMACO OSSERVATORIO PER IL BUON USO DEL FARMACO 13 luglio 2010 Delibera n. 297-7 settembre 2009: Istituzione Osservatorio Permanente per l informazione sull uso appropriato e sicuro del farmaco, Istituzione della

Dettagli

METHOTREXATE. Vi raccomandiamo di leggere questo opuscolo con cura e di discuterne con il vostro medico curante.

METHOTREXATE. Vi raccomandiamo di leggere questo opuscolo con cura e di discuterne con il vostro medico curante. PATIENT INFORMATION ON Australian Rheumatology Association METHOTREXATE (Italian) (Brand names: Methoblastin) Questo opuscolo informativo èstato creato dall Associazione Remautologica Australiana per aiutarvi

Dettagli

NOVITà. Indicazione pediatrica. Guida per i genitori

NOVITà. Indicazione pediatrica. Guida per i genitori NOVITà Indicazione pediatrica Guida per i genitori Che cos è la vaccinazione antiallergica? 3 n Rinocongiuntivite allergica: una condizione diffusa 3 n La vaccinazione antiallergica 4 Che cos è GRAZAX?

Dettagli

CHEMIOTERAPICI ANTIVIRALI

CHEMIOTERAPICI ANTIVIRALI CHEMIOTERAPICI ANTIVIRALI Farmaci contro i virus erpetici (analoghi nucleosidici = ANTIMETABOLITI) ACICLOVIR (herpes simplex e herpes zoster) VALACICLOVIR (profarmaco dell aciclovir) PENCICLOVIR (herpes

Dettagli

SOMMARIO 47 I DISTURBI PIÙ FREQUENTI 51 QUANDO IL COLON È IRRITABILE

SOMMARIO 47 I DISTURBI PIÙ FREQUENTI 51 QUANDO IL COLON È IRRITABILE SOMMARIO 7 L IMPORTANZA DEL COLON 11 UN ORGANO CON FUNZIONI VITALI 12 La fisiologia 20 La visione psicosomatica 36 L alimentazione 40 I rimedi naturali 47 I DISTURBI PIÙ FREQUENTI 51 QUANDO IL COLON È

Dettagli

Ranitidina. Enrico Valletta UOC Pediatria Forlì. lunedì 31 maggio 2010

Ranitidina. Enrico Valletta UOC Pediatria Forlì. lunedì 31 maggio 2010 Ranitidina Enrico Valletta UOC Pediatria Forlì 1 Christian Albert Theodor Billroth (Bergen auf Rügen, 26 agosto 1829 Abbazia, 6 febbraio 1894) 2 3 4 5 Ranitidina Indicazioni Esofagite Iperacidità gastrica

Dettagli

INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016)

INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016) INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016) L influenza è un infezione respiratoria provocata da un virus. È molto contagiosa, perché si trasmette facilmente attraverso

Dettagli

Meglio informati sulla presa degli antibiotici

Meglio informati sulla presa degli antibiotici Informazioni per i pazienti Meglio informati sulla presa degli antibiotici 13116-270801 www.mepha.ch Quelli con l arcobaleno Quelli con l arcobaleno «Antibiotici» 1 Indice Gli antibiotici. Cosa sono e

Dettagli

STATINE FARMACOUTILIZZAZIONE E FARMACOVIGILANZA ITALIA E SICILIA ANNO 2009

STATINE FARMACOUTILIZZAZIONE E FARMACOVIGILANZA ITALIA E SICILIA ANNO 2009 REGIONE SICILIA ASSESSORATO DELLA SALUTE DIPARTIMENTO REGIONALE PER LA PIANIFICAZIONE STRATEGICA SERVIZIO 7 FARMACEUTICA STATINE FARMACOUTILIZZAZIONE E FARMACOVIGILANZA ITALIA E SICILIA ANNO 2009 REGIONE

Dettagli

2. COSA DEVE SAPERE PRIMA DI PRENDERE AMOXICILLINA E ACIDO CLAVULANICO IBIGEN

2. COSA DEVE SAPERE PRIMA DI PRENDERE AMOXICILLINA E ACIDO CLAVULANICO IBIGEN FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L UTILIZZATORE AMOXICILLINA E ACIDO CLAVULANICO IBIGEN 1000 mg/20 ml + 200 mg/20 ml Polvere e solvente per soluzione iniettabile per uso endovenoso AMOXICILLINA E

Dettagli

CHE COSA SONO I BIFOSFONATI?

CHE COSA SONO I BIFOSFONATI? Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico CHE COSA SONO I BIFOSFONATI? Informativa per i pazienti I bifosfonati sono farmaci introdotti più di vent

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 53 DEL 22 DICEMBRE 2008

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 53 DEL 22 DICEMBRE 2008 REGIONE CAMPANIA - Giunta Regionale - Seduta del 26 novembre 2008 - Deliberazione N. 1883 - Area Generale di Coordinamento N. 20 - Assistenza Sanitaria Piano di contenimento della spesa farmaceutica- Promozione

Dettagli

Additional details >>> HERE <<<

Additional details >>> HERE <<< Additional details >>> HERE

Dettagli

Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione

Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione Metodi generali Metodi mirati Scoperta e sviluppo di nuovi

Dettagli

KROVANEG 15 mg capsule rigide gastroresistenti KROVANEG 30 mg capsule rigide gastroresistenti MEDICINALE EQUIVALENTE

KROVANEG 15 mg capsule rigide gastroresistenti KROVANEG 30 mg capsule rigide gastroresistenti MEDICINALE EQUIVALENTE KROVANEG 15 mg capsule rigide gastroresistenti KROVANEG 30 mg capsule rigide gastroresistenti MEDICINALE EQUIVALENTE Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale. - Conservi questo

Dettagli

Nota 66 La prescrizione dei farmaci antinfiammatori non steroidei a carico del SSN è limitata alle seguenti condizioni patologiche:

Nota 66 La prescrizione dei farmaci antinfiammatori non steroidei a carico del SSN è limitata alle seguenti condizioni patologiche: ALLEGATO 1 Nota66 LaprescrizionedeifarmaciantinfiammatorinonsteroideiacaricodelSSNèlimitataalleseguenti condizionipatologiche: ClasseA: limitatamentealleseguentiindicazioni Limitatamenteaiseguentiprincipiattivi

Dettagli

RACCOMANDAZIONI DELL ASL CN1 2010

RACCOMANDAZIONI DELL ASL CN1 2010 Appropriatezza prescrittiva nella terapia dell ipercolesterolemia RACCOMANDAZIONI DELL ASL CN1 2010 PREMESSE L'ipercolesterolemia è uno dei maggiori fattori di rischio cardiovascolare e la sua riduzione

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente. Voltaren Emulgel 2% gel diclofenac dietilammonio

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente. Voltaren Emulgel 2% gel diclofenac dietilammonio Foglio illustrativo: informazioni per il paziente Voltaren Emulgel 2% gel diclofenac dietilammonio Legga attentamente questo foglio prima di usare questo medicinale perché contiene importanti informazioni

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente Foglio illustrativo: informazioni per il paziente ACICLOVIR EG 200 mg compresse ACICLOVIR EG 400 mg compresse ACICLOVIR EG 800 mg compresse ACICLOVIR EG 400 mg/5 ml sospensione orale Medicinale equivalente

Dettagli

Canali del Calcio L-Type

Canali del Calcio L-Type Canali del Calcio L-Type Complessi etero-oligomerici in cui la subunità α 1 forma il poro ionico e lega agonisti e antagonisti 9 subunità α 1 (S,A,B,C,D,E,G,H,I) Subunità α 1 C e D formano il canale L;

Dettagli

27-3-2014 Product information

27-3-2014 Product information Informazione destinata ai pazienti Legga attentamente il foglietto illustrativo prima di far uso del medicamento. Questo medicamento le è stato prescritto personalmente e quindi non deve essere consegnato

Dettagli

PEMETREXED (ALIMTA) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

PEMETREXED (ALIMTA) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI PEMETREXED (ALIMTA) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Malattia di Behçet. Cosa il paziente deve conoscere. Sintomi,, Cause e Trattamento

Malattia di Behçet. Cosa il paziente deve conoscere. Sintomi,, Cause e Trattamento Malattia di Behçet Cosa il paziente deve conoscere Sintomi,, Cause e Trattamento Che cosa è la Malattia di Behçet I sintomi di questa malattia sono stati descritti per la prima volta nel 500 prima di Cristo

Dettagli

Farmaci EQUIVALENTI in Emilia-Romagna. Andrea Marchi Servizio Politica del Farmaco, Regione Emilia-Romagna Ferrara 16.02.2008

Farmaci EQUIVALENTI in Emilia-Romagna. Andrea Marchi Servizio Politica del Farmaco, Regione Emilia-Romagna Ferrara 16.02.2008 Farmaci EQUIVALENTI in Emilia-Romagna Andrea Marchi Servizio Politica del Farmaco, Regione Emilia-Romagna Ferrara 16.02.2008 La lista di trasparenza redatta da AIFA contiene tutti i farmaci che hanno perso

Dettagli

VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE: COSA È NECESSARIO CONOSCERE. Martino. Giancarla. Milena. Ivano

VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE: COSA È NECESSARIO CONOSCERE. Martino. Giancarla. Milena. Ivano Clementina, 82 anni VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE: Martino COSA È NECESSARIO Giancarla CONOSCERE Milena Ivano Vaccinazione antinfluenzale cosa è necessario conoscere. 2 La vaccinazione antinfluenzale è il

Dettagli

CAPECITABINA (Xeloda)

CAPECITABINA (Xeloda) CAPECITABINA (Xeloda) 1 POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Quali sono le malattie reumatiche più importanti?

Quali sono le malattie reumatiche più importanti? Quali sono le malattie reumatiche più importanti? L ARTROSI, una patologia legata alla degenerazione delle cartilagini e del tessuto osseo nelle articolazioni, è la malattia reumatica più frequente. Il

Dettagli

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Iniziativa di comunicazione della Regione Piemonte. Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Non farti influenzare Contro l A/H1N1 scegli la prevenzione www.regione.piemonte.it/sanita

Dettagli

Il sistema immunitario reagisce contro la glia come se questa fosse estranea, aggredendola e distruggendola come farebbe con qualunque aggressore

Il sistema immunitario reagisce contro la glia come se questa fosse estranea, aggredendola e distruggendola come farebbe con qualunque aggressore SCLEROSI MULTIPLA Malattia autoimmune Colpisce in generale soggetti giovani: 15-35 anni Anticorpi contro le cellule gliali: i neuroni in linea di principio sono risparmiati Andamento a ricadute e remissioni

Dettagli

STORIA NOTA 13 14/11/2012 26/03/2013 04/01/2007 19/06/2014 23/02/2007 06/06/2012 O DETERMINA 29/10/2004

STORIA NOTA 13 14/11/2012 26/03/2013 04/01/2007 19/06/2014 23/02/2007 06/06/2012 O DETERMINA 29/10/2004 STORIA NOTA 13 O DETERMINA 29/10/2004 O DETERMINA 04/01/2007 O DETERMINA 23/02/2007 O DETERMINA 06/06/2012 O DETERMINA 14/11/2012 O DETERMINA 26/03/2013 O DETERMINA 19/06/2014 il target per la terapia

Dettagli

FEBBRE DEL LABBRO MAI PIÙ HERPOTHERM

FEBBRE DEL LABBRO MAI PIÙ HERPOTHERM FEBBRE DEL LABBRO MAI PIÙ HERPOTHERM Alta tecnologia Made in Germany per una nuova terapia di Herpes Labialis - senza sostanze chimiche! Che cosa è HERPOTHERM? HERPOTHERM è un nuovo, ma soprattutto innovativo,

Dettagli

www.pediatric-rheumathology.printo.it L ARTRITE LYME

www.pediatric-rheumathology.printo.it L ARTRITE LYME www.pediatric-rheumathology.printo.it L ARTRITE LYME Cos è? L artrite Lyme è causata dal batterio Borrelia burgdorferi (borreliosi di Lyme) e si trasmette con il morso di zecche quali l ixodes ricinus.

Dettagli

L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati

L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati ANTIPERTENSIVI (1) L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati E uno dei maggiori problemi clinici dei tempi moderni. 1. Molte volte chi è iperteso lo scopre occasionalmente

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore Ampicillina e Sulbactam IBI 500 mg + 250 mg / 1,6 ml polvere e solvente per soluzione iniettabile Ampicillina/Sulbactam Leggere attentamente il foglio

Dettagli

Capitolo 5_d URGENZE MEDICHE ADULTO

Capitolo 5_d URGENZE MEDICHE ADULTO Capitolo 5_d URGENZE MEDICHE ADULTO 1 OBIETTIVI RICONOSCERE LE PRINCIPALI PATOLOGIE NEUROLOGICHE CHE PROVOCANO ALTERAZIONI DELLA COSCIENZA IDENTIFICARE I SEGNI E SINTOMI DI: SINCOPE, CONVULSIONI, MENINGITE,

Dettagli

DIABETE MELLITO. Organi danneggiati in corso di diabete mellito INSULINA

DIABETE MELLITO. Organi danneggiati in corso di diabete mellito INSULINA DIABETE MELLITO Il diabete mellito è la più comune malattia endocrina: 1-2% della popolazione E caratterizzato da : -alterazione del metabolismo del glucosio -danni a diversi organi Complicanze acute:

Dettagli

Prof. Mauro Martini. Dott. Dario Pelizzola Dott. Anna Campi. Dott. Angela Benini CPSE Cristiano Pelati CPSE Marcella Peverati

Prof. Mauro Martini. Dott. Dario Pelizzola Dott. Anna Campi. Dott. Angela Benini CPSE Cristiano Pelati CPSE Marcella Peverati DIREZIONE SANITARIA AZIENDALE ISTRUZIONE OPERATIVA AZIENDALE SEGNALAZIONE DI SOSPETTA REAZIONE AVVERSA A FARMACI (ADR) Redazione Cognome/Nome Prof. Mauro Martini Dott. Dario Pelizzola Dott. Anna Campi

Dettagli

IL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI

IL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI IL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI Maria Teresa Petrucci (Roma) La terapia (orale, endovenosa, sottocutanea) ha un ruolo fondamentalenellaterapia nella terapia delmielomamultiploche Multiplo è una malattia

Dettagli

TI STA A LA TUA SALUTE?

TI STA A LA TUA SALUTE? TI STA A LA TUA SALUTE? La scoperta del secolo! Doveva diventare un farmaco... ... per fortuna e un integratore per tutti! Nobel Ignarro, Ossido Nitrico promettente per Tumori e Alzheimer Roma, 18 luglio

Dettagli

COSA SIGNIFICA: MALATTIA AUTOIMMUNE SISTEMICA? MALATTIA REUMATICA INFIAMMATORIA CRONICA?

COSA SIGNIFICA: MALATTIA AUTOIMMUNE SISTEMICA? MALATTIA REUMATICA INFIAMMATORIA CRONICA? COSA SIGNIFICA: MALATTIA AUTOIMMUNE SISTEMICA? MALATTIA REUMATICA INFIAMMATORIA CRONICA? 1 COSA SIGNIFICA MALATTIA AUTOIMMUNE SISTEMICA? Le patologie autoimmuni sistemiche rappresentano condizioni poco

Dettagli

PROGRAMMA DI FARMACOLOGIA

PROGRAMMA DI FARMACOLOGIA PROGRAMMA DI FARMACOLOGIA Anno accademico 2013/2014 FARMACOLOGIA GENERALE 1. Azione farmacologia 2. Meccanismo di azione dei farmaci 3. Vie di somministrazione 4. Assorbimento 5. Distribuzione, ripartizione,

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO. Ogni bustina contiene: Principio attivo: sucralfato (pari ad alluminio 190 mg/g) 2000 mg

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO. Ogni bustina contiene: Principio attivo: sucralfato (pari ad alluminio 190 mg/g) 2000 mg RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE SUCRALFIN 2 g Granulato per Sospensione Orale 2 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Ogni bustina contiene: Principio attivo:

Dettagli

GastroPanel. Test clinico per la diagnosi di disturbi dello stomacoa partire da un campione di sangue

GastroPanel. Test clinico per la diagnosi di disturbi dello stomacoa partire da un campione di sangue GastroPanel Test clinico per la diagnosi di disturbi dello stomacoa partire da un campione di sangue Un test affidabile e di facile esecuzione che fornisce una serie di importanti indicazioni Segnala la

Dettagli

NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE CONCORDATA CON L Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) IMPORTANTI INFORMAZIONI DI SICUREZZA BUFLOMEDIL

NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE CONCORDATA CON L Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) IMPORTANTI INFORMAZIONI DI SICUREZZA BUFLOMEDIL NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE CONCORDATA CON L Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) Febbraio 2010 IMPORTANTI INFORMAZIONI DI SICUREZZA BUFLOMEDIL Nuove informazioni di sicurezza relative ai medicinali contenenti

Dettagli

Temi dal 1997. 1) Farmaci antipertensivi: aspetti chimico-farmaceutici, farmacologici e normativi

Temi dal 1997. 1) Farmaci antipertensivi: aspetti chimico-farmaceutici, farmacologici e normativi Temi dal 1997 1997 1) Farmaci antipertensivi: aspetti chimico-farmaceutici, farmacologici e normativi 2) Farmaci mucoliti e antitussivi: aspetti chimico-farmaceutici, farmacologici e normativi 3) Formulazione

Dettagli

LA DROGA DROGA: tutte le sostanze, naturali o artificiali che modificano il funzionamento del sistema nervoso

LA DROGA DROGA: tutte le sostanze, naturali o artificiali che modificano il funzionamento del sistema nervoso LA DROGA DROGA: tutte le sostanze, naturali o artificiali che modificano il funzionamento del sistema nervoso in genere agiscono sulle sinapsi, alterando la trasmissione dell impulso nervoso e provocando

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI Cognome. Nome. Data di Nascita 21-01-1958 Qualifica. Medico di Medicina Generale E-mail istituzionale

INFORMAZIONI PERSONALI Cognome. Nome. Data di Nascita 21-01-1958 Qualifica. Medico di Medicina Generale E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome COLOMBO Nome GIOVANNI Data di Nascita 21-01-1958 Qualifica Medico di Medicina Generale E-mail istituzionale Giovanni.colombo2@crs.lombardia.it telefono 029682495 TITOLI DI

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente. Domperidone EG 10 mg compresse. Medicinale equivalente

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente. Domperidone EG 10 mg compresse. Medicinale equivalente Foglio illustrativo: informazioni per il paziente Domperidone EG 10 mg compresse Medicinale equivalente Medicinale sottoposto a monitoraggio addizionale. Ciò permetterà la rapida identificazione di nuove

Dettagli

Le micotossine. L analisi consiste nella ricerca di IgG / IgA / IgM / IgE specifiche per Mycotssine, Muffe e Candida albicans nel nostro sangue.

Le micotossine. L analisi consiste nella ricerca di IgG / IgA / IgM / IgE specifiche per Mycotssine, Muffe e Candida albicans nel nostro sangue. Le micotossine Fin dal 1978 gli studi del Professor Truss evidenziarono come la trasformazione da spora a fungo della Candida Albicans (un micete normalmente presente nell'organismo della quasi totalita

Dettagli

PROCEDURA ENDOSCOPICA DI POSIZIONAMENTO DI PALLONCINO INTRAGASTRICO. Modulo informativo per il paziente

PROCEDURA ENDOSCOPICA DI POSIZIONAMENTO DI PALLONCINO INTRAGASTRICO. Modulo informativo per il paziente PROCEDURA ENDOSCOPICA DI POSIZIONAMENTO DI PALLONCINO INTRAGASTRICO Modulo informativo per il paziente Il posizionamento di palloncino intragastrico è indicato per l uso temporaneo nella terapia mirata

Dettagli

VECTAVIR LABIALE 1% crema penciclovir

VECTAVIR LABIALE 1% crema penciclovir FOGLIO ILLUSTRATIVO PRIMA DELL USO LEGGETE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIETTO ILLUSTRATIVO Questo è un medicinale di AUTOMEDICAZIONE che potete usare per curare disturbi lievi

Dettagli

INTOLLERANZE ALIMENTARI

INTOLLERANZE ALIMENTARI Dott. Lorenzo Grandini Naturopata iridologo Biologo nutrizionista INTOLLERANZE ALIMENTARI VERO O FALSO? LA STORIA Hare (1905) pubblica The food factor in Disease Shannon (1922) e Duke (1925) pubblicano

Dettagli

Additional information >>> HERE <<<

Additional information >>> HERE <<< Additional information >>> HERE http://pdfo.org/hbritalian/pdx/sjzf1222/ Tags: mai piã¹ reflusso acido - curare il

Dettagli

IPERTENSIONE IPERTENSIONE ARTERIOSA

IPERTENSIONE IPERTENSIONE ARTERIOSA UNIVERSITA di FOGGIA C.D.L. in Dietistica AA. 2006-2007 IPERTENSIONE ARTERIOSA IPERTENSIONE L ipertensione è la più comune malattia cardiovascolare. Corso di Medicina Interna Docente: PROF. Gaetano Serviddio

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente. MAALOX PLUS 200 mg + 200 mg + 25 mg compresse masticabili

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente. MAALOX PLUS 200 mg + 200 mg + 25 mg compresse masticabili Foglio illustrativo: informazioni per il paziente MAALOX PLUS 200 mg + 200 mg + 25 mg compresse masticabili Magnesio idrossido + Alluminio ossido, idrato + Dimeticone Legga attentamente questo foglio prima

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Approfondimenti scientifici

Approfondimenti scientifici Approfondimenti scientifici 1 Vantaggi farmacocinetici di Lansoprazolo orodispersibile nel trattamento dei disordini Fabio Baldi Drugs 2005; 65 (10): 1419-1426 OROdispersibile Grazie alle sue caratteristiche

Dettagli

Full version is >>> HERE <<<

Full version is >>> HERE <<< Full version is >>> HERE http://urlzz.org/hbritalian/pdx/broa7433/

Dettagli

L ipertensione arteriosa. Vittorio Caimi Medico di Medicina Generale, Monza

L ipertensione arteriosa. Vittorio Caimi Medico di Medicina Generale, Monza L ipertensione arteriosa Vittorio Caimi Medico di Medicina Generale, Monza Che cosa faremo 1. Brainstorming: che cosa sapete sull ipertensione arteriosa? 2. Presentazione: prove disponibili ( che cosa

Dettagli

Ipotiroidismo. Società Italiana di Endocrinologia. Sintomi. Cosa è l ipotiroidismo?

Ipotiroidismo. Società Italiana di Endocrinologia. Sintomi. Cosa è l ipotiroidismo? Società Italiana di Endocrinologia Le informazioni presenti sul sito non intendono sostituire il programma diagnostico, il parere ed il trattamento consigliato dal vostro medico. Poiché non esistono mai

Dettagli

Dott.ssa M.Versino 1

Dott.ssa M.Versino 1 Dott.ssa M.Versino 1 Stress lo stress è inteso come risposta aspecifica dell organismo a tutto ciò che lo costringe ad uno sforzo di adattamento lo stress è la risposta a una o più stimolazioni fisiche

Dettagli

LA MENINGITE Sintomi e diagnosi

LA MENINGITE Sintomi e diagnosi LA MENINGITE La meningite è una infiammazione delle membrane che avvolgono il cervello e il midollo spinale (le meningi). La malattia generalmente è di origine infettiva e può essere virale o batterica.

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTROPATIA PSORIASICA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTROPATIA PSORIASICA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTROPATIA PSORIASICA Informazioni per i pazienti Reggio Emilia, settembre 2015 Artropatia psoriasica DESCRIZIONE

Dettagli

IL PAZIENTE IN DIALISI

IL PAZIENTE IN DIALISI IL PAZIENTE IN DIALISI Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI DIALISI OBIETTIVI Cenni sull INSUFFICIENZA RENALE Diversi tipi di DIALISI Il PAZIENTE DIALIZZATO: problematiche ed emergenze EMORRAGIE della

Dettagli

Cosa dovete sapere sulla gotta

Cosa dovete sapere sulla gotta Quelli con l arcobaleno In breve gli aspetti importanti sollevare questa pagina. Cosa dovete sapere sulla gotta Quelli con l arcobaleno Informazioni per i pazienti «Gotta» Informazioni per i pazienti «Gotta»

Dettagli

L olio di semi di canapa è un alimento che si ricava dalla spremitura a freddo dei semi della pianta di canapa. Il seme di canapa è l alimento

L olio di semi di canapa è un alimento che si ricava dalla spremitura a freddo dei semi della pianta di canapa. Il seme di canapa è l alimento L o l i o d i c a n a p a n e l l a l i m e n t a z i o n e L olio di semi di canapa è un alimento che si ricava dalla spremitura a freddo dei semi della pianta di canapa. Il seme di canapa è l alimento

Dettagli

CONFRONTO SCHEDE TECNICHE INIBITORI DI POMPA

CONFRONTO SCHEDE TECNICHE INIBITORI DI POMPA CONFRONTO SCHEDE TECNICHE INIBITORI DI POMPA Documento approvato nella seduta della Commissione PTR del 18.04.07 assorbimento L assorbimento di alcuni farmaci può La ridotta acidità intragastrica Alterazioni

Dettagli

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51 La colite ulcerosa e il morbo di Crohn sono malattie che colpiscono l apparato intestinale e vengono definite generalmente col nome di malattie infiammatorie dell apparato intestinale. La colite ulcerosa

Dettagli

IMATINIB (Glivec) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

IMATINIB (Glivec) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI IMATINIB (Glivec) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

INTERFERONE POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

INTERFERONE POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI INTERFERONE POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori informazioni:

Dettagli

Università degli studi di Bologna

Università degli studi di Bologna Università degli studi di Bologna Master in tossicologia forense Giugno 2013 Franco Cantagalli USI ALTERNATIVI DELLE BENZODIAZEPINE Lormetazepam in gocce 1 Analisi chimica benzodiazepina composto insaturo

Dettagli

13.4. Gli effetti dell'etanolo comprendono a. aumento del sonno REM b. aumento della secrezione gastrica c. (a e b) d. (nessuna delle precedenti)

13.4. Gli effetti dell'etanolo comprendono a. aumento del sonno REM b. aumento della secrezione gastrica c. (a e b) d. (nessuna delle precedenti) 56 13. Alcol etilico - Proprietà farmacologiche, effetti collaterali, usi clinici. - Farmacocinetica. - Intossicazione acuta e cronica e loro trattamento. - Dipendenza e sindrome da astinenza, loro trattamento.

Dettagli

Causa. La polmonite è abbastanza comune, era la principale causa di morte prima della scoperta degli antibiotici

Causa. La polmonite è abbastanza comune, era la principale causa di morte prima della scoperta degli antibiotici La polmonite è la malattia dei polmoni e del sistema respiratorio in cui gli alveoli polmonari si infiammano e si riempiono di liquido, ostacolando la funzione respiratoria. Frequentemente anche i bronchi

Dettagli