Una scoperta di Prodeco Pharma. Natura & INNOVAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Una scoperta di Prodeco Pharma. Natura & INNOVAZIONE"

Transcript

1 Una scoperta di Prodeco Pharma Natura & INNOVAZIONE Brevetto n PD2007A del 20/12/2007

2

3 Un fitocomposto costituito da 80% OCIMUM SANCTUM (Tulsi) estratto dalla foglie 20% SALVIA OFFICINALIS estratto dalle foglie 40% IN ACIDO ROSMARINICO BIOSTERINE è sia in estratto liquido glicerinato - glicerina naturale derivata dal cocco - sia in estratto secco. Entrambi al 40% in Acido rosmarinico.

4 STRAORDINARIO FUNZIONALE Una titolazione così elevata (40%) in Acido rosmarinico all interno di un fitocomposto è assolutamente unica nel suo genere. Le possibili applicazioni di BIOSTERINE sono pressochè infinite, poiché associano alle straordinarie proprietà dell Acido rosmarinico le virtù salutistiche dell Ocimum sanctum (Tulsi) e della Salvia officinalis. Ocimum sanctum (Tulsi) + estratto dalle foglie Salvia offi cinalis + estratto dalle foglie Acido rosmarinico (40%) = Antinfiammatorio Antipiretico Antiallergico Antiasmatico Antiossidante Antibatterico Antivirale Antimicotico Antiparassitario Insettorepellente Immunomodulante Ipocolesterolemizzante Ipoglicemizzante Antistress Adattogeno Antipertensivo Antidepressivo Neuroprotettivo Epatodepurativo Epatoprotettivo Protettivo gastrico Fotoprotettivo 04

5 UN PROCESSO DI ESTRAZIONE, TUTTO NATURALE, BREVETTATO DA PRODECO PHARMA Procedure di realizzazione nelle fasi salienti Estratto fluido 1. L erba fresca viene sminuzzata con tagli netti utilizzando solo le parti superiori delle piante (foglie) 2. Viene messa a macerare in fermentatori sterili in rapporto 1:1 con glicerina naturale per 48h a 25 C 3. La sospensione, in vasche da 0,25 metri cubi, viene trattata con ultrasuoni per 2h 4. Processo di filtrazione grossolana per spremitura a freddo 5. Processo di filtrazione ultrafine ad ultrapressione Estratto secco 1. L erba fresca viene sminuzzata con tagli netti utilizzando solo le parti superiori delle piante (foglie) 2. Viene messa a macerare in fermentatori sterili in rapporto 1:1 con alcool per 48h a 10 C 3. La sospensione, in vasche da 0,25 metri cubi, viene trattata con ultrasuoni per 2h 4. Processo di filtrazione grossolana per spremitura a freddo 5. Fissaggio su maltodestrine con tecnica di SPRAY-DRYING a temperatura di 22 C a pressione negativa INNOCUITÀ BIOSTERINE, in estratto fluido e secco, NON CONTIENE solventi, eccipienti, sostanze ausiliarie, metalli pesanti, conservanti, muffe, pesticidi ed OGM. Entrambi gli estratti, fluido e secco, NON SONO STATI SOTTOPOSTI a trattamento mediante raggi gamma o ossido di etilene. NON CONTENGONO nessuno degli ingredienti riportati nell allegato IIIbis della Direttiva 2003/89/CE. BIOSTERINE è registrato come GRAS (Generally Recognized As Safe) presso l FDA (Food and Drug Administration) 21 CFR e come tale può essere utilizzato in tutte le applicazioni alimentari a qualsiasi concentrazione. Classificato come arma naturale (EC 88/388). BIOSTERINE è garantito da Prodeco Pharma Brevetto n PD2007A del 20/12/2007 Marchio depositato n PD2007C del 12/12/

6 APPROFONDIMENTI Ocimum Sanctum (Tulsi) Ocimum Sanctum (Tulsi) TULSI, UN ERBA SANTA Il Tulsi, basilico santo (Ocimum sanctum), è una delle piante più sacre degli indiani moderni, così come lo fu per gli Ariani, abitanti dell India antica. Rinomato per le sue proprietà salutari e preventive, il Tulsi ha sedotto l immaginazione dell uomo fin dai tempi precedenti al Rigveda (libro della conoscenza eterna) scritto nel 5000 a.c. La ricerca moderna, combinata con secoli di intima devozione e studio del Tulsi, in condizioni di salute o malattia, chiede il riconoscimento di questo componente, una delle migliori erbe offerteci dalla Natura, affinché si diffonda globalmente a beneficio dell umanità. Lungo il percorso della storia dell uomo, si sono sviluppati diversi approcci mirati al raggiungimento ed al mantenimento della salute e del benessere ottimale. Culture di lunga tradizione in tutto il mondo sono state tese a promuovere concetti olistici quali l equilibrio, il bilanciamento e l armonia con se stessi, la natura e il regno spirituale. In contrasto, la moderna medicina occidentale si è evoluta dalle sue antiche radici greche per evidenziare il relativo isolamento e l analisi decontestualizzata di componenti e disordini fisici separati del corpo, ponendo principalmente l accento sul trattamento degli aspetti specifici del disturbo. La moderna medicina occidentale ha sviluppato metodi efficaci per l emergenza nelle fasi acute della malattia, prevenendo molte condizioni infettive e curando un ampia gamma di malattie contagiose; tuttavia, non è stata in grado di gestire la crescente gamma di disturbi fisici e mentali degenerativi cronici legati all ambiente, allo stile di vita e allo stress che affliggono la società moderna. Queste ultime condizioni rappresentano i fattori principali di malattia e morte prematura in Occidente e sono causa di grave sovraccarico ed aggravio economico per i sistemi di assistenza sanitaria pubblica in tutte le nazioni industrializzate del mondo. Oltre al ruolo di alimentazione scorretta, scarso esercizio fisico e di altri fattori legati allo stile di vita, gli stress mentali e biologici determinati da ambienti fisici e sociali esigenti e in rapida modificazione hanno introdotto un malessere non specifico di proporzioni epidemiche che il tradizionale approccio frammentato della moderna medicina occidentale è impreparato a gestire. Questi sono alcuni degli argomenti centrali che pongono una forte riflessione circa un ruolo essenziale della prospettiva olistica e del Tulsi in particolare, nella prevenzione e nel trattamento di tali malattie moderne. L Occidente è chiaramente al centro di un grande spostamento paradigmatico che lo porta ad allontanarsi dal suo sistema terapeutico e preventivo precedente, quasi esclusivamente reattivo ed orientato alla malattia, verso un approccio più proattivo e multidisciplinare di promozione della salute pubblica. Accanto a una crescente fiducia verso i terapeuti alternativi o complementari, è evidentemente in atto una significativa rivoluzione della cura della salute, nella quale gli individui si stanno sempre più assumendo la responsabilità del proprio benessere. Questa evoluzione positiva delle moderne prospettive in fatto di salute comprende la tendenza crescente ad esaminare e verificare scientificamente molti trattamenti tradizionali e sistemi olistici un tempo inesplorati o prematuramente rifiutati, che mirano all ottenimento e al mantenimento della salute ideale. Lo studio delle proprietà benefiche per la salute del Tulsi è una delle aree in rapida espansione che sicuramente raccoglierà frutti significativi. Attualmente poco conosciuto in Occidente, il Tulsi emergerà certamente nel prossimo futuro quale maggiore attore in un campo in espansione come quello degli integratori e dei rimedi salutistici a base d erbe. 06

7 Donna che offre acqua al Tulsi TULSI, STORIA E MITOLOGIA Il Tulsi, comunemente denominato basilico santo o sacro, è una delle erbe principali usate in Ayurveda, l antico sistema tradizionale olistico indiano. Il Tulsi è noto come l Incomparabile, la Medicina Madre della Natura e la Regina delle Erbe. In scritture quali la Vagbhata, la Nighantu Adarsha, l Agnipurana, la Vishnupurana, la Padmapurana, la Garudapurana, la Tulsi Kavacham, scritte tra il 500 e il 1200 d.c., la pianta del Tulsi viene continuamente citata come una delle colonne portanti della medicina erboristica. La mitologia pauranica chiama il Tulsi Vishnu Priya, l Amata del dio Vishnu. Nella Bhagavata e nella Mahabharata (antiche scritture e testi epici sacri), si descrive come Tulsi, dea devota del Signore Vishnu, si reincarnò per l ultima volta nella pianta Tulsi. Si dice che, per esprimere la sua devozione al suo amato Signore, essa assunse questa forma di pianta che sarebbe poi stata a lui offerta in devozione e servizio. Gli antichi rishi (saggi e guaritori) assicuravano l integrazione di Tulsi nella vita quotidiana, incorporandola nei rituali religiosi. In questo modo, le persone ad ogni livello sociale consumavano regolarmente del Tulsi, a beneficio della salute, nel corso dei riti devozionali presso templi e abitazioni. Sia come pianta sacra che come dea, Tulsi è adorata e venerata quotidianamente dagli Indù tradizionalisti ed è parte, tutt oggi, della vita di ogni famiglia indiana. Gli antichi testi della medicina Ayurvedica descrivono i numerosi usi del Tulsi in molti casi di disturbi della salute umana, così come chiaramente riportato, dal sanscrito, nelle seguenti citazioni: Il Tulsi è stato descritto da Carak come utile per il singhiozzo, la tosse, l avvelenamento, i problemi respiratori, il mal di schiena e l artite (Carak Sutra 27/164). Susrut ha descritto l utilità del Tulsi per il trattamento dell impotenza, di casi di avvelenamento, dispnea, tosse e alitosi. Il mal di schiena viene trattato con le fresche e succulente foglie di Tulsi (Susrut Sutra 46/234). Dhavantari Nighantu descrive il Tulsi come portatore d energia e non untuoso, antiparassitario, sostenitore della digestione e curativo della tosse. Bhavprakash descrive il Tulsi come caldo, amaro e utile al bruciore di stomaco. É digestivo e utile per combattere le infezioni del tratto urinario che causano bruciore, per il mal di schiena, la tosse e l artrite. CARATTERISTICHE BOTANICHE E CHIMICHE I botanici hanno dato al Tulsi (basilico santo), il nome latino di Ocimum sanctum. Ocimum significa labiato fragrante ; sanctum, santo. Più recentemente, l Ocimum sanctum si è anche chiamato Ocimum tenuifl orum, che significa basilico dai piccoli fiori. L Ocimum appartiene alla famiglia della menta Labiatae/Lamiaceae. La cespugliosa pianta del Tulsi può crescere ad un altezza pari ad oltre un metro e le sue foglie possono odorare di menta piperita, chiodi di garofano, liquirizia o limone, oltre ad avere un distinto aroma proprio. Il Tulsi è comunemente coltivato nelle pianure indiane, così pure nelle case e nei giardini privati di tutta l India e, per la crescita ideale, richiede una particolare attenzione e calore. Il Tulsi varia per misura e robustezza secondo il clima, le condizioni di nutrimento e il terreno. In termini di costituenti chimici, il Tulsi contiene alcaloidi, grassi, carboidrati, proteine, glicosidi, fenoli, saponine, tannini e terpeni. I principi funzionali del Tulsi sono per lo più terpeni e fenoli volatili: l eugenolo (il componente farmacologico principale), il metileugenolo, il metiletere, il cariofilene, il terpinene-4-olo, il decilaldeide, il salinene, l alfa-pinene, il beta-pinene, il canfene, il carvacrolo, l acido rosmarinico, l acido terpen-ursolico, l acido ursolico, il giuvocimene I e II, il timolo, il rimolo, la canfora, lo xantomicrolo, il caffeato, il mircenolo e il nerolo. Sebbene molti trovino il Tulsi rinforzante ed energizzante, esso non contiene caffeina od altri Classe Sottoclasse stimolanti. Il Tulsi possiede un elevato valore quale integratore nutrizionale, in quanto fornisce vitamina A (carotene 2,5 mg/100g di foglie fresche), vitamina C (acido ascorbico, 85 mg/100 g) e minerali (ad esempio: calcio da 0,5 a 3,5 mg/100 g) in forma organica e di facile assimilazione. L assunzione quotidiana di un grammo di foglie essiccate di Tulsi fornisce circa 8,5 mg di vitamina C naturale. Questa è maggiormente attiva rispetto alla vitamina C sintetica, in quanto il suo assorbimento è estremamente più elevato; la biodisponibilità della vitamina C naturale è molto più elevata rispetto a quella della vitamina sintetica. CLASSIFICAZIONE Ordine Famiglia Genere Specie Magnoliopsida Gamopetale Lamiales Labiatae/Lamiaceae Ocimum O. Sanctum DESCRIZIONE BOTANICA Habitus Erba o cespuglio Altezza pianta 85 cm media Radice Fittone ramato Stelo Erbaceo, aereo, eretto, quadrangolare, ramato, solido, dal verde al rossastro Misura foglie Lunghezza 4,3 cm media Larghezza 2,3 cm media Foglia Di ramo, caulinare, decussata opposta, stipulata, semplice, peduncolata, ovata, dentellata, acuta, pubescente, aromatica, profumo presente, unicostata, reticolata Fiore Bratteato, pedicellato, completo, zigomorfo, ermafrodite, pentamero, ipogino e ciclico Frutto Carcerulo 07

8 APPROFONDIMENTI IL NOSTRO TULSI, EFFICACIA E SICUREZZA Metodi ottimali di coltivazione, raccolto, conservazione e confezionamento servono a portare al massimo il valore medicinale delle piante. L efficacia e il potere delle erbe dipende dal terreno, dal clima e dalla stagione di raccolta, in quanto le quantità di componenti biologicamente attivi ed altri costituenti chimici variano secondo questi fattori. Oggi, tuttavia, è richiesta una grande quantità di erbe medicinali per ampie popolazioni e si è reso necessario coltivare queste erbe in diverse località. Coltivazione, essiccazione e conservazione Il nostro Tulsi viene coltivato in fattorie che si sviluppano in aree rurali prive di inquinamento ambientale e impiegano metodi di coltivazione biologica che escludono l uso di erbicidi o pesticidi artificiali e di fertilizzanti chimici di sintesi. e batteri e perdono il loro potere medicinale e nutrizionale, rischiando di diventare perfino dannose. Per la conservazione ed il confezionamento ottimale del nostro Tulsi, il luogo soddisfa i requisiti: è pulito, asciutto, a temperatura moderata, ben ventilato e al riparo dalla luce solare diretta. Margine di sicurezza Il margine di sicurezza di una droga o di un erba medicinale è una misura della differenza tra la quantità d erba necessaria a produrre l effetto desiderato e la dose che è probabile risulti in effetti collaterali pericolosi: maggiore è la differenza, più sicura è l erba. In farmacologia sperimentale, viene spesso impiegato un processo denominato standardizzazione biologica, che prevede l uso di soggetti animali. Questo richiede la determinazione della Dose Effettiva 50 (ED50), ossia della dose che induce una risposta pari al 50% dell effetto desiderato, nonché della Dose Letale 50 (LD50), ossia della dose che risulta letale per il 50% degli animali analizzati. Il margine di sicurezza è espresso in quanto rapporto tra LD50 ed ED50: più ampio è il rapporto, più sicuro è il rimedio. Abbiamo condotto questi test sul nostro Tulsi riscontrando un amplissimo margine di sicurezza che non si trova in alcuna droga sintetica: per il Tulsi il margine di sicurezza è pari a 306. Il Tulsi contiene molte sostanze bioattive, vitamine e minerali, che normalizzano le funzioni del corpo, armonizzando i vari squilibri (formazione/conservazione d energia e respirazione dei tessuti, sistema neurologico e neuro-ormoni, sistema idro/elettrolitico). Tulsi è anche usato quale veicolo per migliorare l efficacia di molte preparazioni erboristiche. Le tecniche impiegate per l essiccazione delle erbe sono anch esse molto importanti: una luce solare o calore eccessivi portano alla perdita di olii essenziali ed altre importanti sostanze di valore medicinale. Il nostro Tulsi viene preservato e conservato con grande attenzione allo scopo di mantenerne intatte le virtù salutistiche. Le piante immagazzinate in luoghi umidi e polverosi si infettano con funghi 08

9 EFFETTI BENEFICI DEL TULSI Resistenza allo stress & effetto defatigante Sono stati condotti una serie di studi sperimentali e prove cliniche su soggetti animali e umani allo scopo di dimostrare le proprietà antistress/adattogene e coadiuvanti della resistenza mediante le tecniche scientifiche moderne in uso. Negli animali, il Tulsi migliora la performance e la resistenza fisica in condizioni di stress fisico quale il nuoto forzato. Questo è ciò che viene chiamato effetto rinvigorente. Il Tulsi riduce le tipiche modificazioni, indotte da stress, della funzionalità delle ghiandole surrenali. Le ghiandole surrenali sono simili a batterie nel corpo e vengono spesso esaurite da periodi di stress prolungato e strenua attività. Il Tulsi protegge e tonifica le ghiandole surrenali. Oltre alla sua azione su queste ghiandole, il Tulsi ha anche un altro effetto benefico, mediante il quale esso agisce attraverso la SDH (succinato deidrogenasi) ed altri neurotrasmettitori. Questo è stato dimostrato dall effetto antistress e dall aumentata performance natatoria perfino in animali a cui sono state asportate le ghiandole surrenali. É stato comparato il Tulsi a droghe sintetiche quali i corticosteroidi, gli stimolanti, i tranquillanti e i sedativi. I tranquillanti e i sedativi hanno un effetto antiansia nell uomo, ma non migliorano la performance fisica e spesso la riducono. Gli stimolanti e i corticosteroidi sostengono direttamente la performance fisica a breve termine, ma non possono essere usati per migliorare la resistenza nel lungo periodo, dati i gravi effetti collaterali, tra cui la necrosi muscolare. Diversamente, il Tulsi aumenta significativamente la resistenza e la performance fisica nonché l abilità di far fronte allo stress, senza alcun effetto collaterale. Studi clinici sull uomo hanno provato che il Tulsi riduce il senso di stanchezza. Questa capacità del Tulsi, lo rende il trattamento ideale per la sindrome da stanchezza cronica e per i pazienti anziani che spesso lamentano un particolare senso di spossatezza. L enzima succinato deidrogenasi (SDH) sostiene la formazione e la conservazione di sistemi formanti energia nelle cellule del corpo. Il Tulsi ha dimostrato di aiutare la formazione di questo enzima nel cervello del ratto. La ricerca suggerisce che il Tulsi sia anche in grado di favorire la formazione di SDH nel cervello umano. Questo potrebbe essere uno dei principali meccanismi responsabili delle attività antistress e rinvigorenti del Tulsi. Inoltre, la sua capacità di diminuire il neurotrasmettitore 5- idrossitriptamina (5-HT o serotonina) nel cervello in condizioni di forte stress prolungato è anch essa probabilmente di grande importanza. Nei casi di schizofrenia, il 5-HT può rivestire un ruolo importante nella genesi di questa malattia; Il Tulsi può risultare utile nel trattamento della malattia stessa. Studi a questo proposito - L effetto rinvigorente del Tulsi osservato sui topi ha portato allo studio degli effetti antistanchezza sugli umani. Si è somministrata una capsula di 300 mg al dì di foglie essiccate di Tulsi a 56 pazienti in fase di invecchiamento per un periodo da tre mesi a un anno. Nel giro di una settimana, il 90% dei pazienti ha riferito una riduzione del senso di stanchezza ed, entro un mese, tutti i pazienti hanno percepito un sollievo dai sintomi di affaticamento. Dopo la sospensione dell assunzione di Tulsi, l effetto è perdurato per oltre un mese. In uno studio di follow-up con controllo placebo, sono stati somministrati 500 mg di foglie essiccate di Tulsi due volte al dì, per tre mesi, a 27 giovani uomini indiani affetti da sindrome da stanchezza cronica. Si è osservata una signifi cativa riduzione del senso di stanchezza nei pazienti trattati con Tulsi rispetto a quelli trattati con placebo (Singh e Abbas, 1995b). Effetti sul sistema nervoso centrale Il Tulsi dimostra un moderato effetto tranquillante, riduce il comportamento aggressivo in condizioni di stress e aumenta la tolleranza al rumore nei ratti. Il Tulsi previene l aumento del livello plasmatico di corticosterone indotto da crisi audiogenica (stress da rumore) e dimostra inoltre un attività antidepressiva negli animali. Il Tulsi può essere utile nell aiutare le persone che abitano in rumorosi contesti cittadini, così come ha un effetto calmante e antidepressivo sulla psiche. Studi a questo proposito - Un estratto da foglie di Tulsi è stato analizzato per osservarne gli effetti sul sistema nervoso centrale. Il Tulsi ha prolungato il tempo di perdita di rifl essi nei topi dovuto a pento-barbital, diminuito il tempo di recupero e la gravità dell elettroshock e delle convulsioni indotte da pentilentetrazolo. Seguendo un modello di disperazione comportamentale che implica il nuoto forzato di ratti e topi, l immobilità è risultata ridotta dall estratto in maniera comparabile all imipramina. Questa azione è stata bloccata da aloperidolo e sulpiri- 09

10 APPROFONDIMENTI de, indicando una possibile azione coinvolgente i neuroni dopaminergici. In studi analoghi, si è osservata un azione sinergica combinando l estratto con bromocriptina, potente agonista del recettore D2 (Sakina et al., 1990). - L estratto di Tulsi è stato in grado di prevenire l aumento del livello di corticosterone plasmatico nei ratti dovuto a crisi da stress audiogenico da rumore (Sembulingam et al., 1997). - Il Tulsi ha un effetto moderatamente tranquillante sui topi, senza cambiamenti signifi cativi nella temperatura corporea e nel comportamento (Krishnamurty, 1959; Singh et al., 1970). Azione antiossidante L esposizione a tossine chimiche o d origine industriale, all inquinamento dell aria, al tabacco, al fumo, all alcool, alle radiazioni ultraviolette, ai raggi X, alla TV, ai computer, lo stress mentale, il calore eccessivo, ustioni od altri fattori analoghi, mettono in pericolo l essere umano a causa della formazione degli indesiderabili radicali liberi. Studi in vivo hanno dimostrato che il Tulsi ha un effetto protettivo rispetto al danno da radicali liberi (perossidazione lipidica) verso le cellule normali e le relative membrane. Presumiamo che questa proprietà possa estendersi agli umani. Generalmente, gli antiossidanti che risultano efficaci sugli animali sono efficaci anche sull uomo ad esempio, le proprietà antiossidanti della vitamina E sono state ampiamente dimostrate in molte specie. La capacità antiossidante del Tulsi di espellere i radicali liberi è in grado di proteggere strutture sensibili quali le membrane cellulari, le lipoproteine, il DNA, le pareti dei vasi arteriosi e gli enzimi dal fenomeno di ossidazione. Il Tulsi può giocare un ruolo chiave nella prevenzione delle malattie cardiache e di altre malattie indotte dal danno da radicali liberi quali il cancro o l invecchiamento prematuro alcuni tra i maggiori motivi di preoccupazione della civiltà moderna. Il Tulsi è ricco in carotene, vitamina C (acido ascorbico), selenio ed oli essenziali, ben noti per la loro attività antiossidante. Il fenomeno dell invecchiamento è estremamente complesso e, negli ultimi decenni, sono state condotte molte ricerche in merito con l obbiettivo di comprenderne e rallentarne il processo, specialmente nel caso l invecchiamento sia precoce. L invecchiamento si manifesta con la diminuzione della capacità adattativa. É possibile sostenere il funzionamento ottimale dei processi cellulari autoregolatori e adattatori per rallentare così l avanzare dell invecchiamento (Petkov, 1975). Sappiamo con certezza che lo stress, i radicali liberi e una ridotta difesa immunitaria rivestono un ruolo predominante nel processo d invecchiamento e che il Tulsi è efficace nella riduzione dell impatto negativo di questi fattori. Si è dimostrato che il danno da radicali liberi e, in particolar modo, la perossidazione lipidica della membrana cellulare aumentano con l età. Tra i vari effetti negativi, i radicali liberi inducono un graduale declino delle ghiandole endocrine e dei relativi ormoni, nonché la resistenza delle cellule all effetto di questi ormoni. Il Tulsi normalizza la funzionalità e il livello ormonale delle surrenali, aumenta la sensibilità del sistema nervoso e rallenta il processo d invecchiamento. I linfociti T sono i globuli bianchi responsabili della difesa immunitaria del corpo. Il Tulsi ha la capacità di ridurre l impatto negativo dell invecchiamento aumentando il numero dei linfociti T e migliorando, di conseguenza, l immunità. Studi a questo proposito - Si è riscontrato che il Tulsi protegge dal danno causato dai radicali liberi nel fegato animale e umano. Ciò è il risultato delle sue proprietà antiossidanti (Singh e Singh, 1978; Bhargava e Singh, 1981; Bhargava e Singh, 1984; Singh, 1986; Singh e Misra, 1993; Misra et al., 1998). - Il danno causato dai radicali liberi si è prodotto in questo esperimento mediante trattamento con tetracloruro di carbonio chimico epatotossico (CCI4). Poichè il CCI4 viene metabolizzato dall enzima del reticolo endoplasmatico liscio, vengono rilasciati i radicali liberi CCI3 e CI-. Il CCI3 è altamente tossico per il cervello (Robbins et al., 1982). La perossidazione lipidica tossica della membrana cellulare è conseguenza del danno dei radicali liberi e si verifica nei tessuti sani così pure in un gran numero di stati patologici. Il Tulsi contiene significative quantità di ben noti antiossidanti, vitamina A, C e selenio, oltre ad altre sostanze che provocano l espulsione dei radicali liberi, tra cui flavonoidi ed oli essenziali. - Il Tulsi presenta un significativo effetto anti-radiazioni. I ratti trattati con Tulsi e quindi esposti a radiazioni sperimentali hanno provato un inferiore tasso di mortalità rispetto al gruppo di controllo. La riduzione della mortalità si è aggirata tra il 30 e il 70 percento dopo sette giorni di trattamento con 25mg/kg di estratto acquoso di foglie di Tulsi, somministrato per via orale. Questa protezione è probabilmente dovuta, almeno in parte, ai potenti effetti antiossidanti del Tulsi (Jogetia et al.; 1986). - É stato inoltre riscontrato che l acido ursolico ricavato dall Ocimum sanctum ha offerto il 60% della protezione dal danno indotto dai radicali liberi in microsomi epatici di ratto. Il Tulsi non ha indotto perossidazione lipidica, il che sostiene ulteriormente la sua applicazione terapeutica nell umano. I ricercatori hanno inoltre studiato il potenziale antagonismo rispetto ai radicali liberi dell acido ursolico nella perossidazione della membrana lipidica cardiaca, riscontrando la protezione dei microsomi cardiaci ed epatici (Balanehru e Nagarajan, 1992). 10

11 - Panda e Kar (1998) hanno studiato l attività antiossidante dell estratto di Tulsi (0,5 mg/kg) in un periodo di 15 giorni, riscontrando una diminuzione di T4, perossidazione lipidica epatica (LPO) e glucosio-6-fosfatasi (G-6-P). Le attività dell enzima antiossidante endogeno superossido dismutasi (SOD) e catalase (CAT) sono risultate aumentate dall estratto. Attività antimicrobica verso batteri, virus e funghi L estratto dalle foglie di Tulsi possiede un attività antibatterica contro numerosi batteri, nonché attività antivirale ed antimicotica. Il Tulsi è usato tradizionalmente come trattamento contro l alitosi e per rinforzare denti e gengive. Si riferisce che esso curi le ulcere buccali e le infezioni da piorrea/gengivite ed è considerato efficacissimo nel mal di denti. L estratto di foglie fresche di Tulsi possiede proprietà preventive e terapeutiche delle colture della placca e delle infezioni orali. É, inoltre, conosciuto da migliaia di anni come trattamento dell epatite virale; la scienza moderna ha confermato questi benefìci. Il Tulsi è efficace contro l encefalite virale di tipo B. I pazienti trattati con Tulsi hanno fatto osservare un più elevato tasso di sopravvivenza rispetto ai pazienti trattati con la terapia standard a base di steroidi, indicando una bassissima incidenza di problemi neurologici dopo la guarigione dall encefalite. L encefalite virale generalmente causa danni significativi al sistema nervoso. Studi a questo proposito - Gli olii essenziali di Ocimum sanctum possiedono in vivo e in vitro un attività antibatterica rispetto agli stafi lococchi ed altri batteri (Bhat e Broker, 1955; Khurana e Vagikar, 1959; Narasimha Rao e Nigam, 1970; Grover e Rao, 1977; Sawhney et al., 1977; Suri e Thind, 1978; Mehta et al., ; Lahariya e Rao, 1979; Singh e Pathak, 1979; Patel e Bhatt, 1988). - Un estratto in etanolo dalle foglie di Tulsi ha inibito in vitro la crescita dello Staphylococcus aureus, dello Staphylococcus citreus, del Mycobacterium tuberculosis, del Trichophyton mentagrophytes, dell Aspergillus niger e dell Aspergillus fumigatus (Gupta e Viswanathan, 1955; Phadke e Kulkarni, 1989; Reddi et al., 1986; Rai, 1988). - L estratto fogliare di Tulsi ha dimostrato di proteggere l uomo dalle colture della placca e dei batteri orali gram-negativi e di avere un azione correttiva in gravi casi di infezione (Bhanari, 1970a, 1970b; Patel e Bhatt, 1988). - Il Tulsi è utile nel trattamento di ascessi ed altre infezioni. Il Tulsi presenta un attività antitubercolare (Gupta e Vishwanathan, 1955; Ramaswami e Sirsi, 1967). - Il Tefroli, una preparazione ayurvedica contenente Tulsi, si è dimostrata effi cace contro l epatite virale. Il Tulsi è impiegato come rimedio effi - cace contro l epatite virale (Sankaran, 1980). - Gli estratti fogliari di Ocimum sanctum hanno dimostrato una signifi cativa clearance clinica e biochimica nell epatite virale (Rajalakshmi et al., 1988; Rastogi e Mehrotra, 1995a). - Un effetto antivirale della polvere di foglie essiccate di Tulsi è stata dimostrata in polli infettati dal virus IBD (Kolte et al., 1999). - L attività antivirale del succo di foglie di Tulsi è stata anche ampiamente documentata per il virus responsabile della necrosi della cima della pianta di pisello (Roy et al., 1979) ed altri virus vegetali (Singh, 1972; Tripathi, 1982). - Le sostanze polari idrosolubili derivate dal Tulsi hanno dimostrato una potente azione anti-hiv- 1; quest attività ha indotto citopatogenicità nelle cellule MT-4. Oltre a ciò, questi estratti acquosi hanno inibito la formazioni di cellule giganti in colture di cellule MOLT-4 con e senza infezione da HIV-1, dimostrando un attività inibitoria rispetto alla trascrizione inversa dell HIV-1 (Yamasaki et al., 1998). - È stato condotto uno studio nel corso di un epidemia di encefalite virale di tipo B nell Uttar Pradesh Orientale, in India, nei mesi da settembre a novembre 1978 (Das et al., 1983). 16 pazienti sono stati ammessi presso i King George s Medical College Associated Hospitals di Lucknow. Erano state diagnosticate encefaliti virali acute sulla base di studi clinici e virologici. Ad un gruppo di sei pazienti sono stati somministrati 2,5 mg di foglie fresche di Tulsi per quattro volte al dì: cinque sono stati valutati, mentre l altro gruppo di 10 pazienti è stato tenuto in trattamento con steroidi; di questi, ne sono stati valutati otto. Per ragioni etiche, non è stato considerato un gruppo di controllo placebo (ossia privo di somministrazione di alcuno dei due trattamenti). Il livello di sopravvivenza dei pazienti trattati con il Tulsi si è dimostrato signifi cativamente più elevato di quello del gruppo trattato con steroidi. Inoltre, si è osservata una contenuta incidenza di defi cit virale neurologico nei pazienti trattati con il Tulsi. Il 60% dei pazienti si è completamente ristabilito con il Tulsi, mentre ciò è accaduto per lo 0% dei pazienti trattati con steroidi. In generale, l encefalite virale presenta un elevatissima incidenza di danno neurologico. Nel gruppo trattato con Tulsi, l aumentato tasso di sopravvivenza e la marcata riduzione del defi cit neurologico nei sopravvissuti sono probabilmente dovuti agli effetti antivirali e, in generale, antistress/adattogeni. I risultati di questo studio, insieme al fatto 11

L olio di semi di canapa è un alimento che si ricava dalla spremitura a freddo dei semi della pianta di canapa. Il seme di canapa è l alimento

L olio di semi di canapa è un alimento che si ricava dalla spremitura a freddo dei semi della pianta di canapa. Il seme di canapa è l alimento L o l i o d i c a n a p a n e l l a l i m e n t a z i o n e L olio di semi di canapa è un alimento che si ricava dalla spremitura a freddo dei semi della pianta di canapa. Il seme di canapa è l alimento

Dettagli

E ARRIVATO IL «SUCCO DELLA VITA» SUCCO al 100%, non da concentrato, Senza additivi, coloranti e aromi, né acqua o zuccheri aggiunti

E ARRIVATO IL «SUCCO DELLA VITA» SUCCO al 100%, non da concentrato, Senza additivi, coloranti e aromi, né acqua o zuccheri aggiunti E ARRIVATO IL «SUCCO DELLA VITA» SUCCO al 100%, non da concentrato, Senza additivi, coloranti e aromi, né acqua o zuccheri aggiunti Nuova Linea di Succhi dalle spiccate proprietà benefiche: per rinforzare

Dettagli

COLESTEROLO. l insidioso killer del cuore. A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate

COLESTEROLO. l insidioso killer del cuore. A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate COLESTEROLO l insidioso killer del cuore A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate Cos è il COLESTEROLO Il Colesterolo è una sostanza che appartiene

Dettagli

Applied Nutritional Medicine

Applied Nutritional Medicine Glossario del corso di Medicina Nutrizionale Acidi Grassi: sono delle molecole a catena lunga che formano la quasi totalità dei lipidi complessi e dei grassi sia animali e vegetali. Se non attaccati ad

Dettagli

Introduzione QUANTO È DIFFUSA L IPERTENSIONE?

Introduzione QUANTO È DIFFUSA L IPERTENSIONE? Introduzione QUANTO È DIFFUSA L IPERTENSIONE? Chi ha più di 30 anni e non ricorda quando ha misurato la pressione l ultima volta potrebbe far parte di quei sette-dieci milioni di persone che soffrono di

Dettagli

LE BEVANDE NERVINE. Savorè Giulia & Alberto Peraudo

LE BEVANDE NERVINE. Savorè Giulia & Alberto Peraudo LE BEVANDE NERVINE Savorè Giulia & Alberto Peraudo Indice Aspetti generali Caffè Proprietà Caratteristiche nutrizionali Varietà La pianta Ciclo produttivo Tè Proprietà Caratteristiche nutrizionali Varietà

Dettagli

TI STA A LA TUA SALUTE?

TI STA A LA TUA SALUTE? TI STA A LA TUA SALUTE? La scoperta del secolo! Doveva diventare un farmaco... ... per fortuna e un integratore per tutti! Nobel Ignarro, Ossido Nitrico promettente per Tumori e Alzheimer Roma, 18 luglio

Dettagli

LIPOSAN FORTE SALUGEA: STUDIO CLINICO Preview Risultati di uno Studio Funzionale

LIPOSAN FORTE SALUGEA: STUDIO CLINICO Preview Risultati di uno Studio Funzionale LIPOSAN FORTE SALUGEA: STUDIO CLINICO Preview Risultati di uno Studio Funzionale LIPOSAN FORTE SALUGEA Integratore alimentare 100% Naturale, a base di estratti vegetali. LIPOSAN FORTE attua una innovativa

Dettagli

L OLIO DIOLIVA EXTRAVERGINE UNA GARANZIA PER LA SALUTE. Presidente Sezione Medico Nutrizionale Accademia Nazionale dell Olivo e dell Olio Spoleto

L OLIO DIOLIVA EXTRAVERGINE UNA GARANZIA PER LA SALUTE. Presidente Sezione Medico Nutrizionale Accademia Nazionale dell Olivo e dell Olio Spoleto L OLIO DIOLIVA EXTRAVERGINE UNA GARANZIA PER LA SALUTE Prof. Publio Viola Presidente Sezione Medico Nutrizionale Accademia Nazionale dell Olivo e dell Olio Spoleto I grassi sono indispensabili per il nostro

Dettagli

TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute.

TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute. TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute. Le nuove scoperte avvenute nel campo scientifico e medico hanno notevolmente aumentato la qualità della vita. Contemporaneamente, l inquinamento,

Dettagli

Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione

Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione Metodi generali Metodi mirati Scoperta e sviluppo di nuovi

Dettagli

Azioni principali Tonificante, rigenerante, depurativa. Principio Attivo Chlorella Pyrenoidosa

Azioni principali Tonificante, rigenerante, depurativa. Principio Attivo Chlorella Pyrenoidosa CLORELLA Contenuto 1 8 0 c o m p r e s s e d a 5 0 0 m g d i Chlorella Pyrenoidosa frantumata Clorella Bio con marchio di produzione Biologica della Comunità Europea Indicazioni Disintossicante, stai di

Dettagli

13.4. Gli effetti dell'etanolo comprendono a. aumento del sonno REM b. aumento della secrezione gastrica c. (a e b) d. (nessuna delle precedenti)

13.4. Gli effetti dell'etanolo comprendono a. aumento del sonno REM b. aumento della secrezione gastrica c. (a e b) d. (nessuna delle precedenti) 56 13. Alcol etilico - Proprietà farmacologiche, effetti collaterali, usi clinici. - Farmacocinetica. - Intossicazione acuta e cronica e loro trattamento. - Dipendenza e sindrome da astinenza, loro trattamento.

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

PASTA TOSCANA INTEGRALE con Omega 3

PASTA TOSCANA INTEGRALE con Omega 3 PASTA TOSCANA INTEGRALE con Omega 3 Trafilata al bronzo Negli ultimi anni il mercato della pasta e cambiato, il consumatore sempre piu attento, vuole un prodotto migliore e piu salubre. Pasta Toscana Integrale

Dettagli

Gruppo Acquisto. Monastier di Treviso IL SUCCO VIVO. 06/02/2014 Il Succo Vivo 1

Gruppo Acquisto. Monastier di Treviso IL SUCCO VIVO. 06/02/2014 Il Succo Vivo 1 IL SUCCO VIVO 06/02/2014 Il Succo Vivo 1 Cos'è il succo vivo? Il concetto di succo vivo venne per la prima volta introdotto dal dottor Norman Walker (1886-1985). Walker è stato il pioniere del crudismo

Dettagli

Bevande a base di Aloe Vera

Bevande a base di Aloe Vera Bevande a base di Aloe Vera Cibo in un bicchiere Per secoli l Aloe Vera è stata usata da molte civiltà nel mondo per le sue proprietà curative e per i suoi effetti benefici sulla salute. Il suo Gel contiene

Dettagli

Meglio informati sul colesterolo e sugli altri lipidi nel sangue

Meglio informati sul colesterolo e sugli altri lipidi nel sangue Informazioni per i pazienti Meglio informati sul colesterolo e sugli altri lipidi nel sangue Quelli con l arcobaleno Tutte le guide Mepha sono disponibili al sito www.mepha.ch Per scandire il «QR-Code»

Dettagli

RUOLO E IMPORTANZA DEGLI ANTIOSSIDANTI ALIMENTARI NELLA SALUTE DELL UOMO (Alfonso Siani. ISA CNR)

RUOLO E IMPORTANZA DEGLI ANTIOSSIDANTI ALIMENTARI NELLA SALUTE DELL UOMO (Alfonso Siani. ISA CNR) (1) RUOLO E IMPORTANZA DEGLI ANTIOSSIDANTI ALIMENTARI NELLA SALUTE DELL UOMO (Alfonso Siani. ISA CNR) DANNO OSSIDATIVO, RUOLO DEI PRO-OSSIDANTI E DIFESE ANTIOSSIDANTI ROS: reactive oxygen species (composti

Dettagli

La Fosfatidilserina (PS) è uno dei fosfolipidi contenuti nella struttura della membrana cellulare.

La Fosfatidilserina (PS) è uno dei fosfolipidi contenuti nella struttura della membrana cellulare. FOSFATIDILSERINA La Fosfatidilserina (PS) è uno dei fosfolipidi contenuti nella struttura della membrana cellulare. I Fosfolipidi sono dei grassi simili ai trigliceridi, hanno quindi una struttura di glicerolo

Dettagli

ANTIAGING PROFILE. Valutazione globale dello stress ossidativo ANTIAGING PROFILE COS E ANTIAGING PROFILE? GUIDA ALLA LETTURA DEL TEST

ANTIAGING PROFILE. Valutazione globale dello stress ossidativo ANTIAGING PROFILE COS E ANTIAGING PROFILE? GUIDA ALLA LETTURA DEL TEST Cod. ID: Data: Paziente: ANTIAGING PROFILE Valutazione globale dello stress ossidativo ANTIAGING PROFILE COS E ANTIAGING PROFILE? GUIDA ALLA LETTURA DEL TEST LO STRESS OSSIDATIVO NOME COGNOME Cod. ID 215xxxxx

Dettagli

+ tono e resistenza per stare in equilibrio Eleutero+ rinnova la tua energia

+ tono e resistenza per stare in equilibrio Eleutero+ rinnova la tua energia + tono e resistenza per stare in equilibrio Eleutero+ rinnova la tua energia FITOMEDICAL Indice Vivere, che stress! - L organismo si confronta con l ambiente Equilibrio da acrobati - Bisogna essere flessibili

Dettagli

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici Prof. Carlo Carrisi Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti: servono a nutrire l organismo, derivano dalla digestione, vengono

Dettagli

www.printo.it/pediatric-rheumatology/it/intro

www.printo.it/pediatric-rheumatology/it/intro www.printo.it/pediatric-rheumatology/it/intro Malattia di Behçet Versione 2016 2. DIAGNOSI E TERAPIA 2.1 Come viene diagnosticata? La diagnosi è principalmente clinica. Spesso sono necessari alcuni anni

Dettagli

info_alcol Vino e resveratrolo Cos è il resveratrolo A cosa serve Reale efficacia del resveratrolo

info_alcol Vino e resveratrolo Cos è il resveratrolo A cosa serve Reale efficacia del resveratrolo Fonte: Wordpress.com 13 aprile 2011 info_alcol Vino e resveratrolo Uno dei cavalli di battaglia dei sostenitori del consumo di vino riguarda gli effetti benefici del resveratrolo, contenuto soprattutto

Dettagli

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche Negli ultimi decenni la frequenza delle malattie allergiche in Italia e nel mondo ha subìto un continuo aumento, dando luogo a quella che

Dettagli

ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 6 GHIANDOLE SURRENALI ZONE

ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 6 GHIANDOLE SURRENALI ZONE ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 6 GHIANDOLE SURRENALI ZONE Struttura La porzione più esterna della corticale, la zona glomerulare, è costituita da piccole cellule mentre la porzione centrale,

Dettagli

sonoallergico.it CURA LE ALLERGIE RESPIRATORIE, SCOPRI L IMMUNOTERAPIA CON ALLERGENI

sonoallergico.it CURA LE ALLERGIE RESPIRATORIE, SCOPRI L IMMUNOTERAPIA CON ALLERGENI sonoallergico.it CURA LE ALLERGIE RESPIRATORIE, SCOPRI L IMMUNOTERAPIA CON ALLERGENI LE ALLERGIE RESPIRATORIE Cosa sono e come si manifestano LA REAZIONE ALLERGICA Le allergie sono una reazione eccessiva

Dettagli

STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE

STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE Dott. ssa Annalisa Caravaggi Biologo Nutrizionista sabato 15 febbraio 14 STRESS: Forma di adattamento dell organismo a stimoli chiamati STRESSOR.

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

PEMETREXED (ALIMTA) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

PEMETREXED (ALIMTA) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI PEMETREXED (ALIMTA) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Produzione e proprietà. prof. A.Battistelli

Produzione e proprietà. prof. A.Battistelli Produzione e proprietà VINO 2 Bevanda alcoolica Il grado alcoolico di un vino è la percentuale di alcool contenuto in esso. In quanto alcolico, non dev essere consumato da bambini e ragazzini, perché non

Dettagli

I colori della salute

I colori della salute I colori della salute Trainer Natural e l alimentazione funzionale Il concetto di alimento funzionale è nato in Giappone negli anni 80 dalla necessità delle autorità sanitarie di incrementare l aspettativa

Dettagli

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi:

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi: Legumi I legumi sono considerati la carne dei poveri per il loro contenuto proteico. Sono utilissimi ai vegetariani e ai vegani (questi, a differenza dei vegetariani, non utilizzano neanche i latticini

Dettagli

Sommario. Capitolo 1. Capitolo 2. Capitolo 3. Capitolo 4. È la natura l arma di difesa migliore 7. I rimedi più effi caci contro virus e batteri 19

Sommario. Capitolo 1. Capitolo 2. Capitolo 3. Capitolo 4. È la natura l arma di difesa migliore 7. I rimedi più effi caci contro virus e batteri 19 Sommario Capitolo 1 È la natura l arma di difesa migliore 7 Capitolo 2 I rimedi più effi caci contro virus e batteri 19 Capitolo 3 Come affrontare le principali infezioni 73 Capitolo 4 Mangia così e non

Dettagli

L indispensabile Vitamina C Previene tutte le malattie Bisogna assumerla nel modo giusto

L indispensabile Vitamina C Previene tutte le malattie Bisogna assumerla nel modo giusto L indispensabile Vitamina C Previene tutte le malattie Bisogna assumerla nel modo giusto RIZA Sommario Capitolo 1 Le vitamine, sostanze indispensabili al corpo 7 Capitolo 2 La vitamina C: formula, storia

Dettagli

Integrazione di silice - Benefici riportati

Integrazione di silice - Benefici riportati Integrazione di silice - Benefici riportati Riduzione del dolore e dell infiammazione dei legamenti Migliorata elasticità della pelle Migliorata idratazione della pelle Stimolazione della formazione e

Dettagli

Asma : cos è. Fattori scatenanti : Allergeni, inquinamento ambientale, fumo, virus, infezioni, polveri sottili, attività fisica

Asma : cos è. Fattori scatenanti : Allergeni, inquinamento ambientale, fumo, virus, infezioni, polveri sottili, attività fisica Asma : cos è L'asma è una malattia infiammatoria cronica del polmone. Nei soggetti predisposti l Asma provoca episodi ricorrenti di respiro sibilante, difficoltà respiratoria, senso di costrizione toracica

Dettagli

Lipidi (ossidazione acidi grassi di membrana) Proteine (idrolisi) DNA (rottura, modificazione delle basi) Ossigeno atmosferico.

Lipidi (ossidazione acidi grassi di membrana) Proteine (idrolisi) DNA (rottura, modificazione delle basi) Ossigeno atmosferico. STRESS OSSIDATIVO I lipidi, così come del resto altre macromolecole quali proteine, carboidrati e acidi nucleici, possono andare incontro a reazioni di ossidazione (Figura 1). L ossidazione è un processo

Dettagli

L eccesso di calcio darà: disturbi legati al metabolismo degli zuccheri, artritismo e arteriosclerosi.

L eccesso di calcio darà: disturbi legati al metabolismo degli zuccheri, artritismo e arteriosclerosi. Gli oligoelementi (dal greco olos poco), sono dei composti infinitesimali delle piante, della frutta e degli ortaggi, indispensabili al buon funzionamento dei nostri organi, per un benessere fisico e mentale.

Dettagli

FOREVER ESSENTIAL OILS

FOREVER ESSENTIAL OILS FOREVER ESSENTIAL OILS DAL 1978, FOREVER LIVING PRODUCTS LAVORA PER OFFRIRE LA RISORSA PIÙ PURA DI INGREDIENTI PROVENIENTI DA OGNI PARTE DEL MONDO PER CREARE PRODOTTI DELLA PIù ELEVATA QUALITÀ DISPONIBILI

Dettagli

27-08-2014 12+1 1 / 2

27-08-2014 12+1 1 / 2 Quotidiano Data Pagina Foglio 27-08-2014 12+1 1 / 2 Codice abbonamento: 097156 Quotidiano Data Pagina Foglio 27-08-2014 12+1 2 / 2 Codice abbonamento: 097156 Quotidiano Data Pagina Foglio 27-08-2014 22

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DELLA SPECIALITA MEDICINALE NEPITUSS 1% gocce NEPITUSS 0,1% sciroppo 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Gocce (flacone da 30 ml) 100

Dettagli

PREVENZIONE DELLE COMUNI PATOLOGIE RESPIRATORIE DEL BAMBINO

PREVENZIONE DELLE COMUNI PATOLOGIE RESPIRATORIE DEL BAMBINO PREVENZIONE DELLE COMUNI PATOLOGIE RESPIRATORIE DEL BAMBINO DR.ANTONELLO ARRIGHI Specialista in Pediatria Professore a Contratto Università di Parma, Facoltà di Medicina Docente A.I.O.T. Associazione Medica

Dettagli

I L I P I D I. Lipidi complessi: fosfolipidi e glicolipidi; sono formati da CHO e altre sostanze.

I L I P I D I. Lipidi complessi: fosfolipidi e glicolipidi; sono formati da CHO e altre sostanze. I L I P I D I ASPETTI GENERALI I Lipidi o grassi sono la riserva energetica del nostro organismo; nel corpo umano costituiscono mediamente il 17% del peso corporeo dove formano il tessuto adiposo. In generale

Dettagli

GLI OMEGA 3: UN CIBO PER LA MENTE

GLI OMEGA 3: UN CIBO PER LA MENTE GLI OMEGA 3: UN CIBO PER LA MENTE Gli acidi grassi omega 3 rappresentano una risorsa fondamentale per la nostra salute, in grado di svolgere numerose funzioni preventive e terapeutiche. Rappresentano un

Dettagli

IL SISTEMA NERVOSO. Sistema nervoso periferico. Sistema nervoso centrale. midollo spinale. encefalo. autonomo. parasimpatico. -Cervello -Cervelletto

IL SISTEMA NERVOSO. Sistema nervoso periferico. Sistema nervoso centrale. midollo spinale. encefalo. autonomo. parasimpatico. -Cervello -Cervelletto IL SISTEMA NERVOSO Sistema nervoso centrale Sistema nervoso periferico encefalo midollo spinale sensoriale motorio -Cervello -Cervelletto somatico simpatico autonomo parasimpatico -Midollo allungato Il

Dettagli

TOSSICOLOGIA. TOSSICO Ogni sostanza capace di provocare in un organismo modificazioni funzionali DANNOSE mediante una azione fisica o chimica.

TOSSICOLOGIA. TOSSICO Ogni sostanza capace di provocare in un organismo modificazioni funzionali DANNOSE mediante una azione fisica o chimica. TOSSICOLOGIA COS E UN FARMACO? - ogni sostanza capace di provocare in un organismo modificazioni funzionali mediante un azione fisica o chimica. - Per l OMS è farmaco una sostanza o un prodotto utilizzato

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE AREA SUD MILANESE

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE AREA SUD MILANESE Opera MALORI IMPROVVISI PERDITE DI SENSI MALORI DOVUTI A DISTURBI DEL S.N. MALORI PER CAUSE AMBIENTALI 1. Perdite di coscienza transitorie Lipotimia (debolezza con o senza perdita coscienza) Sincope (improvvisa

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

CARTELLA STAMPA Maggio 2008. Crema Antiragadi. Con Ossido di Zinco e Aloe Vera Protettiva e Lenitiva

CARTELLA STAMPA Maggio 2008. Crema Antiragadi. Con Ossido di Zinco e Aloe Vera Protettiva e Lenitiva CARTELLA STAMPA Maggio 2008 Crema Antiragadi Con Ossido di Zinco e Aloe Vera Protettiva e Lenitiva Indice Ragadi al seno: un problema per le mamme da non sottovalutare Sviluppo di una nuova formula e di

Dettagli

EPIDEMIOLOGIA CARDIOPATIA ISCHEMICA 1 CAUSA DI MORTE IN ITALIA 44% DI TUTTI I DECESSI ANNUI TOLGONO OGNI ANNO OLTRE 300.000 NEGLI UOMINI E 68

EPIDEMIOLOGIA CARDIOPATIA ISCHEMICA 1 CAUSA DI MORTE IN ITALIA 44% DI TUTTI I DECESSI ANNUI TOLGONO OGNI ANNO OLTRE 300.000 NEGLI UOMINI E 68 1 OBIETTIVI RICONOSCERE LE PRINCIPALI PATOLOGIE CARDIOCEREBRO VASCOLARI, CHE RICHIEDONO L ATTIVAZIONE DEL SISTEMA D EMERGENZA CON UN FOCUS PARTICOLARE SU ICTUS ED IMA IDENTIFICARE IL RUOLO DEL SOCCORRITORE

Dettagli

POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI CISPLATINO POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori informazioni:

Dettagli

Ma cosa è lo stress ossidativo? Quali conseguenze comporta? Come si manifesta? E possibile valutarlo?

Ma cosa è lo stress ossidativo? Quali conseguenze comporta? Come si manifesta? E possibile valutarlo? Risultati analisi bilancio ossidativo Studio Medico Dr.ssa Maria Giuseppa Gargano Via Astarita Costantino 50 84016 Pagani (SA). Desideriamo ringraziarla per essersi sottoposta/o alla valutazione dello

Dettagli

STRESS OSSIDATIVO. Le specie reattive all ossigeno si formano continuamente nell organismo in seguito ai normali processi metabolici.

STRESS OSSIDATIVO. Le specie reattive all ossigeno si formano continuamente nell organismo in seguito ai normali processi metabolici. STRESS OSSIDATIVO I lipidi, così come del resto altre macromolecole quali proteine, carboidrati e acidi nucleici, possono andare incontro a reazioni di ossidazione. L ossidazione è un processo estremamente

Dettagli

Lipidi (ossidazione acidi grassi di membrana) Proteine (idrolisi) DNA (rottura, modificazione delle basi) Ossigeno atmosferico.

Lipidi (ossidazione acidi grassi di membrana) Proteine (idrolisi) DNA (rottura, modificazione delle basi) Ossigeno atmosferico. STRESS OSSIDATIVO I lipidi, così come del resto altre macromolecole quali proteine, carboidrati e acidi nucleici, possono andare incontro a reazioni di ossidazione (Figura 1). L ossidazione è un processo

Dettagli

Tabacco, alcool, droghe

Tabacco, alcool, droghe Tabacco e prestaziome Tabacco, alcool, droghe Essere in pieno possesso delle proprie capacità cardio respiratorie e muscolari è indispensabile per la pratica di uno sport, qualunque esso sia. Alcune sigarette

Dettagli

DIABETE MELLITO. Organi danneggiati in corso di diabete mellito INSULINA

DIABETE MELLITO. Organi danneggiati in corso di diabete mellito INSULINA DIABETE MELLITO Il diabete mellito è la più comune malattia endocrina: 1-2% della popolazione E caratterizzato da : -alterazione del metabolismo del glucosio -danni a diversi organi Complicanze acute:

Dettagli

Le Molecole Biologiche (2/3) I Lipidi

Le Molecole Biologiche (2/3) I Lipidi Le Molecole Biologiche (2/3) I Lipidi Lipidi sostanze organiche insolubili in acqua forniscono 9 calorie per grammo. Lipidi o Grassi Dal greco lipos = grasso Diverse categorie : Acidi grassi Trigliceridi

Dettagli

Teofillina: meccanismo d azione 1

Teofillina: meccanismo d azione 1 Teofillinici Università degli studi di Cagliari Facoltà di Medicina e Chirurgia Dipartimento di Neuroscienze Bernard B. Brodie Sezione Farmacologia Clinica Prof.ssa Maria Del Zompo 1 Teofillina 3 HC N

Dettagli

LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013

LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013 LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013 I Ricercatori del Centro di Genomica e Bioinformatica Traslazionale stanno lavorando a linee di ricerca legate a 1. Sclerosi Multipla 2. Tumore della Prostata

Dettagli

La nutrizione e il metabolismo

La nutrizione e il metabolismo La nutrizione e il metabolismo 1. Le sostanze nutritive, o nutrienti 2. Definizione di metabolismo 3. Il metabolismo dei carboidrati 4. Il metabolismo dei lipidi 1 L apparato respiratorio 5. Il metabolismo

Dettagli

APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA

APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA L 80% degli eventi cardiovascolari che insorgono prima dei 75 anni è prevenibile Nel 2011 diminuisce del -3,1% l aderenza alle terapie per l ipertensione: i liguri i meno assidui;

Dettagli

CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA:

CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA: HPV-test Pap-test 71% CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA: FALSI MITI & REALTÀ DA CONOSCERE 1 Il carcinoma della cervice uterina colpisce solo donne in età avanzata 1 Studi recenti hanno evidenziato che il

Dettagli

L epatite B rappresenta un grave problema sanitario. E la

L epatite B rappresenta un grave problema sanitario. E la Epatite Cronica B, malattia sommersa Un virus spesso sottovalutato L Istituto Superiore di Sanità stima che in Italia vi siano non meno di 900mila individui cronicamente infettati da HBV, i cosiddetti

Dettagli

ETANOLO. Tuttavia influenza sia positivamente che negativamente diverse funzioni fisiologiche.

ETANOLO. Tuttavia influenza sia positivamente che negativamente diverse funzioni fisiologiche. L etanolo, nonostante l elevato valore energetico, non può essere considerato un nutriente poiché: non svolge una funzione plastica non è essenziale. Tuttavia influenza sia positivamente che negativamente

Dettagli

Tu sei nel cuore di Fondo Est!

Tu sei nel cuore di Fondo Est! Tu sei nel cuore di Fondo Est! Prevenzione della Sindrome Metabolica 1 Fondo EST in collaborazione con Unisalute ti invita a partecipare alla campagna TU SEI NEL CUORE DI FONDO EST. Si tratta di uno screening

Dettagli

uno dei maggiori problemi clinici del nostro secolo. "essenziale" "secondaria".

uno dei maggiori problemi clinici del nostro secolo. essenziale secondaria. L ipertensione arteriosa, una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati, si riscontra nel 20 percento della popolazione adulta ed è considerata uno dei maggiori problemi clinici del nostro

Dettagli

COLPO DI SOLE IL DISTURBO CHE SI MANIFESTA PER UNA PROTRATTA ESPOSIZIONE AL SOLE.

COLPO DI SOLE IL DISTURBO CHE SI MANIFESTA PER UNA PROTRATTA ESPOSIZIONE AL SOLE. COLPO DI SOLE IL DISTURBO CHE SI MANIFESTA PER UNA PROTRATTA ESPOSIZIONE AL SOLE. COLPO DI SOLE CAUSE LA CAUSA DETERMINANTE E L ECCESSIVA ESPOSIZIONE A L AZIONE DEI RAGGI SOLARI, RADIAZIONE INFRAROSSE

Dettagli

Aspetti generali del diabete mellito

Aspetti generali del diabete mellito Il diabete mellito Aspetti generali del diabete mellito Il diabete è una patologia caratterizzata da un innalzamento del glucosio ematico a digiuno, dovuto a una carenza relativa o assoluta di insulina.

Dettagli

Che cosa sono le allergie?

Che cosa sono le allergie? Che cosa sono le allergie? IL SISTEMA DI DIFESA DELL ORGANISMO Il corpo umano è dotato di un sofisticato sistema di difesa che si è evoluto per proteggere l organismo da una serie di minacce, tra cui i

Dettagli

LA DROGA DROGA: tutte le sostanze, naturali o artificiali che modificano il funzionamento del sistema nervoso

LA DROGA DROGA: tutte le sostanze, naturali o artificiali che modificano il funzionamento del sistema nervoso LA DROGA DROGA: tutte le sostanze, naturali o artificiali che modificano il funzionamento del sistema nervoso in genere agiscono sulle sinapsi, alterando la trasmissione dell impulso nervoso e provocando

Dettagli

IMMUNODEFICENZA. Sommario diagnostico. Infezioni frequenti Infezioni croniche che non si risolvono Cancro. Considerazioni generali

IMMUNODEFICENZA. Sommario diagnostico. Infezioni frequenti Infezioni croniche che non si risolvono Cancro. Considerazioni generali IMMUNODEFICENZA Sommario diagnostico Infezioni frequenti Infezioni croniche che non si risolvono Cancro Considerazioni generali Il sistema immunitario è una complessa coordinazione di segmenti sinergici

Dettagli

ALLERGIA RESPIRATORIA? Consigli utili.

ALLERGIA RESPIRATORIA? Consigli utili. ALLERGIA RESPIRATORIA? Consigli utili. MED Utile nella protezione delle mucose nasali in caso di congestioni rino-faringee. Think Green. Live Green. Cos è l allergia. L allergia è un disturbo del sistema

Dettagli

DOXORUBICINA (Adriamicina) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

DOXORUBICINA (Adriamicina) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI DOXORUBICINA (Adriamicina) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ;

Dettagli

Prevenzione delle malattie cardiovascolari. Percorso per le classi quinte superiori

Prevenzione delle malattie cardiovascolari. Percorso per le classi quinte superiori Prevenzione delle malattie cardiovascolari Percorso per le classi quinte superiori Per cominciare qualche cenno di anatomia Il cuore Il cuore è un organo di tessuto muscolare striato, detto miocardio,

Dettagli

RISCHI DA AGENTI BIOLOGICI

RISCHI DA AGENTI BIOLOGICI RISCHI DA AGENTI BIOLOGICI definizione Rischio da agenti biologici Si sviluppa in seguito all esposizione a microorganismi: BATTERI VIRUS PARASSITI .Le malattie infettive Il rapporto che l agente infettivo

Dettagli

Mangiamo perché abbiamo bisogno di energia, di materiali con cui costruire il nostro corpo, di materiali per riparare parti del nostro corpo, di

Mangiamo perché abbiamo bisogno di energia, di materiali con cui costruire il nostro corpo, di materiali per riparare parti del nostro corpo, di Mangiamo perché abbiamo bisogno di energia, di materiali con cui costruire il nostro corpo, di materiali per riparare parti del nostro corpo, di materiali per fare funzionare il nostro corpo È il carboidrato

Dettagli

PACLITAXEL (Taxolo) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

PACLITAXEL (Taxolo) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI PACLITAXEL (Taxolo) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Cupron. Transforming Products. Transforming Lives.

Cupron. Transforming Products. Transforming Lives. Cupron Transforming Products. Transforming Lives. I Prodotti Cosmetici Cupron I Prodotti Cosmetici Cupron I prodotti brevettati e clinicamente testati Cupron: Attenuano l aspetto di rughe e linee di espressione

Dettagli

L immunoterapia specifica nelle allergie respiratorie

L immunoterapia specifica nelle allergie respiratorie L immunoterapia specifica nelle allergie respiratorie Nelle ultime decadi la prevalenza delle malattie allergiche dell apparato respiratorio (asma bronchiale e rinite allergica) è progressivamente aumentata.

Dettagli

INDICE. Kyäni Sunrise pag 2. Kyäni Nitro pag 6. Kyäni Sunset pag 8. Vantaggi e Ingredienti. Riassunto linea Kyäni

INDICE. Kyäni Sunrise pag 2. Kyäni Nitro pag 6. Kyäni Sunset pag 8. Vantaggi e Ingredienti. Riassunto linea Kyäni 1 INDICE Kyäni Sunrise pag 2 Kyäni Nitro pag 6 Kyäni Sunset pag 8 2 Kyäni Sunrise Vantaggi Aiuta a stimolare l'energia Supporta la funzione cognitiva Aumenta Supporto Cellulare Consente un'efficace gestione

Dettagli

Radicali liberi colesterolo artrite cancro

Radicali liberi colesterolo artrite cancro Radicali liberi La gran parte dei ricercatori che studiano i radicali liberi ritiene che queste molecole mortali contribuiscano a provocare dall 80 al 90% delle malattie degenerative che affliggono l umanità.

Dettagli

La parte Fc delle Ig regola la vita media delle Ig, e quindi la quantità di Ig presenti in circolo e nei tessuti.

La parte Fc delle Ig regola la vita media delle Ig, e quindi la quantità di Ig presenti in circolo e nei tessuti. La parte dell Ig che non lega l antigene (la parte Fc, viola chiaro nel disegno) è responsabile delle funzioni effettrici dell Ig e quindi ne determina l attività biologica. Quando un Ig ha legato un antigene,

Dettagli

Dott.ssa Sara Pacchini

Dott.ssa Sara Pacchini Dott.ssa Sara Pacchini Radicali liberi Molecole o frammenti di molecole con uno o più e - spaiati negli orbitali esterni Per completare il loro ottetto sottraggono e - ad altre molecole Anione superossido

Dettagli

CORSO DI TECNICHE DI RESPIRAZIONE, MOVIMENTO E RILASSAMENTO PER IL BENESSERE QUOTIDIANO

CORSO DI TECNICHE DI RESPIRAZIONE, MOVIMENTO E RILASSAMENTO PER IL BENESSERE QUOTIDIANO CORSO DI TECNICHE DI RESPIRAZIONE, MOVIMENTO E RILASSAMENTO PER IL BENESSERE QUOTIDIANO Il concetto di salute ha subito importanti modificazioni negli ultimi tempi, come indica la definizione dell OMS

Dettagli

1. Iperlipidemie. 2.2. Fabbisogno di lipidi

1. Iperlipidemie. 2.2. Fabbisogno di lipidi ,3(5/,3,'(0,( 1. Iperlipidemie Le iperlipidemie, ed in particolar modo l ipercolesterolemia, rappresentano sicuramente il più riconosciuto ed importante fattore di rischio per l insorgenza dell aterosclerosi

Dettagli

3 prodotti in sinergia per un esclusivo Programma Nutrizionale e di Controllo Peso. dal risultato straordinario!

3 prodotti in sinergia per un esclusivo Programma Nutrizionale e di Controllo Peso. dal risultato straordinario! 3 prodotti in sinergia per un esclusivo Programma Nutrizionale e di Controllo Peso dal risultato straordinario! Pasto Sostitutivo Pasto Sostitutivo al delizioso sapore di cioccolato o vaniglia francese.

Dettagli

La principale causa di patologia cardiovascolare è la cardiopatia ischemica.

La principale causa di patologia cardiovascolare è la cardiopatia ischemica. MEDICINA DELLO SPORT LEZIONE 4 CARDIOPATIA ISCHEMICA E DILATATIVA La principale causa di patologia cardiovascolare è la cardiopatia ischemica. ISCHEMIA È un processo generale che può interessare qualsiasi

Dettagli

Scritto da RyderItalia Mercoledì 12 Maggio 2010 11:19 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Novembre 2010 15:57

Scritto da RyderItalia Mercoledì 12 Maggio 2010 11:19 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Novembre 2010 15:57 LA TERAPIA METRONOMICA Per oltre mezzo secolo, la terapia sistemica per i tumori è stata caratterizzata dalla somministrazione dei farmaci chemioterapici. La maggior parte di questi farmaci ha lo scopo

Dettagli

IPERTENSIONE IPERTENSIONE ARTERIOSA

IPERTENSIONE IPERTENSIONE ARTERIOSA UNIVERSITA di FOGGIA C.D.L. in Dietistica AA. 2006-2007 IPERTENSIONE ARTERIOSA IPERTENSIONE L ipertensione è la più comune malattia cardiovascolare. Corso di Medicina Interna Docente: PROF. Gaetano Serviddio

Dettagli

dieta nutrienti sufficienti a soddisfare le esigenze nutrizionali della persona ricerca in campo nutrizionale componenti alimentari nuovi alimenti

dieta  nutrienti sufficienti a soddisfare le esigenze nutrizionali della persona ricerca in campo nutrizionale componenti alimentari nuovi alimenti Lo scopo primario della dieta è fornire nutrienti sufficienti a soddisfare le esigenze nutrizionali della persona. Sono sempre più numerose le prove scientifiche a sostegno dell ipotesi che alcuni alimenti

Dettagli

Le interazioni farmacologiche come causa di reazioni avverse da farmaci

Le interazioni farmacologiche come causa di reazioni avverse da farmaci Le interazioni farmacologiche come causa di reazioni avverse da farmaci Corso per farmacisti operanti nei punti di erogazione diretta delle Aziende Sanitarie della Regione Emilia-Romagna AUSL Piacenza

Dettagli

Dispensa La gestione dello stress

Dispensa La gestione dello stress Dispensa La gestione dello stress Il valore di un idea sta nel metterla in pratica OLYMPOS Group srl - Via XXV aprile, 40 Brembate di Sopra (BG) Tel. 103519965309 - Vietata ogni riproduzione Fax 1786054267

Dettagli

MAR A TIN I A N Z AM A INA N TO T CLASSE 3 A

MAR A TIN I A N Z AM A INA N TO T CLASSE 3 A L AIDS MARTINA ZAMINATO CLASSE 3 A ANNO SCOLASTICO 2012/2013 AIDS e HIV: sintomi - cause - test - trasmissione Introduzione AIDS (Acquired Immune Deficiency Syndrome) sta per sindrome da immunodeficienza

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

METHOTREXATE POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

METHOTREXATE POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI METHOTREXATE POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori informazioni:

Dettagli

MabThera. rituximab. Che cos è MabThera? Per che cosa si usa MabThera? Riassunto destinato al pubblico

MabThera. rituximab. Che cos è MabThera? Per che cosa si usa MabThera? Riassunto destinato al pubblico EMA/614203/2010 EMEA/H/C/000165 Riassunto destinato al pubblico rituximab Questo è il riassunto della relazione pubblica europea di valutazione (EPAR) per. Illustra il modo in cui il comitato per i medicinali

Dettagli